Centrino 2 senza più veli

Intel non solo ha lanciato la sua piattaforma mobile di nuova generazione ma anche cinque nuovi processori Penryn per notebook, moduli wireless 802.11n e chipset 4 Series. Uno sguardo alle caratteristiche tecniche

Santa Clara (USA) – Come si è anticipato nei giorni scorsi, nella serata di lunedì Intel ha ufficialmente lanciato la sua piattaforma mobile di quinta generazione, Centrino 2 (nome in codice Montevina ), giunta quest’anno al suo quinto anno di vita. Il debutto di Montevina si è accompagnato a quello di cinque nuove CPU Penryn di classe mobile, con processo produttivo a 45 nanometri, e decine di nuovi modelli di notebook basati sulla nuova piattaforma.

I modelli di Core 2 Duo mobile attualmente sul mercato sono sei : i P8400 (2,26 GHz), P8600 (2,4 GHz) e P9500 (2,53 GHz), con thermal power design (TDP) di 25 watt; i T9400 (2,53 GHz) e T9600 (2,8 GHz), con TDP di 35 watt; e l’X9100 (3,06 GHz), con TDP di 44 watt. Tutti e sei i chip condividono un front-side bus a 1066 MHz , mentre la quantità di cache è di 3 MB per i modelli P8400 e P8600 e di 6 MB per tutti gli altri. I prezzi in volumi vanno da 209 a 851 dollari (per i dettagli si veda la tabella sotto).

Il Core 2 Extreme Mobile Processor X9100 , che Intel proclama essere “il processore mobile dual-core più veloce sul mercato”, ha il moltiplicatore di frequenza sbloccato, e può dunque essere liberamente overcloccato dagli utenti più smanettoni.

Oltre ai circuiti Hi-K Metal Gate da 45 nanometri, i nuovi chip di Intel condividono con i loro più giovani predecessori il supporto alle nuove istruzioni estese SSE4 (e alla relativa tecnologia HD Media Boost) e il sistema di risparmio energetico Deep Power Down , capace di spegnere i core e la cache L2 quando non necessari.

Entro i prossimi tre mesi Intel ha intenzione di lanciare otto nuovi processori per notebook , tra i quali vi saranno i primi modelli quad-core e le soluzioni di nuova generazione per i laptop ultraleggeri. Entro la metà di ottobre, pertanto, i modelli di CPU Intel dedicati al settore mobile diventeranno 14.

Al cuore di Centrino 2 c’è la serie di chipset 4 Express , composta da soluzioni con o senza grafica integrata capaci di supportare le giovani memorie DDR3 : al momento attuale il maggior vantaggio fornito da queste memorie è il ridotto consumo energetico, fino al 25% inferiore rispetto a quello delle DDR2.

I chipset 4 Series con grafica integrata includono il motore GMA X4500MHD , capace di supportare la tecnologia DirectX 10 e la riproduzione di video in alta definizione, inclusi i film Blu-ray. Intel afferma che questo processore è in grado di fornire performance grafiche fino al 300% superiori rispetto al suo più diretto predecessore, ma per il momento è necessario fidarsi sulla parola: i nuovi chipset con grafica integrata arriveranno sul mercato a partire dal prossimo mese.

Nei sistemi dotati sia di scheda grafica PCI Express che di GPU integrata, Centrino 2 offre agli utenti la possibilità di scegliere se utilizzare l’uno o l’altro motore grafico : quando non si fanno girare giochi o applicazioni di grafica 3D, l’utilizzo del chipset integrato può prolungare in modo significativo la durata delle batterie.

Tra i componenti di Centrino 2 rimangono da citare i moduli wireless Wi-Fi Link serie 5100 e 5300 , capaci di supportare l’imminente standard 802.11n da 450 Mbps, i controller di rete Gigabite Ethernet della famiglia 82567, e moduli di memoria flash opzionali , che grazie alla tecnologia Intel Turbo Memory possono essere sfruttati da Centrino 2 per incrementare la velocità di caricamento delle applicazioni e ridurre i tempi di avvio del sistema operativo, portando benefici anche all’autonomia del notebook.

Il promesso supporto a WiMAX arriverà invece nel corso dell’autunno con i moduli wireless della serie 5050: questi sposeranno le due più recenti tecnologie wireless oggi sul mercato, WiMAX e 802.11n, e consentiranno agli utenti di effettuare il roaming tra le reti mobili 4G e le WLAN.

“Quando abbiamo introdotto per la prima volta Intel Centrino nel 2003, gli hotspot Wi-Fi erano poco diffusi, i video su YouTube e i media di social networking in pratica non esistevano, i termini sottile e leggero venivano utilizzati per indicare gli obiettivi di peso dei portatili, e le vendite di PC desktop superavano quelle dei notebook con un ampio margine”, ha commentato Mooly Eden, corporate vice president e general manager del Mobile Platforms Group di Intel. “Oggi negli Stati Uniti le vendite di notebook superano quelle dei PC desktop e stiamo preparando il terreno per l’intrattenimento HD, i videogame evoluti online, velocità superiori della banda larga wireless e sistemi più semplici e sicuri per la gestione, l’aggiornamento e la riparazione dei notebook aziendali”.

La versione di Centrino 2 dedicata ai notebook aziendali, identificata dal suffisso vPro , raggiungerà il mercato ad agosto, e si distinguerà per l’integrazione di alcune funzionalità dedicate alla sicurezza, alla gestione e alla manutenzione dei sistemi. In particolare, la tecnologia Active Management Technology (AMT) 4.0 consente di gestire in modalità wireless i sistemi in ibernazione e di configurarli da remoto, oltre a offrire il supporto per gli standard di gestione di nuova generazione (WS-MAN e DASH 1.0) e la possibilità per i dipendenti di avviare comunicazioni con il reparto IT anche se si trovano all’esterno del firewall aziendale. Centrino 2 vPro include infine la tecnologia “antifurto” presentata da Intel lo scorso aprile, che permette ai tecnici aziendali di disattivare via Internet l’accesso ai dati (cifrati) memorizzati sul disco.

In questi giorni un po’ tutti i maggiori produttori di notebook, inclusi HP, Lenovo, Fujitsu, Sony e Toshiba, hanno annunciato PC portatili basati sulla piattaforma Centrino di nuova generazione. Tra questi vi sono anche diversi modelli di subnotebook e tablet PC con schermo da 13,1 pollici, come il nuovo Vaio Z di Sony, il ThinkPad SL300 di Lenovo ed i LifeBook T1010 e T5010 di Fujitsu.

Lenovo ha anche colto l’occasione per espandere la propria gamma di notebook dotati di disco a stato solido : ora i nuovi ultraportatili Thinkpad X200, W500, T400 e T500 includono tutti un SSD da 64 GB al posto di un hard disk magnetico. Alcuni di questi modelli, come l’X300, possono essere ordinati esclusivamente con un SSD, mentre altri, come l’X200, lasciano libero l’utente di scegliere tra l’una e l’altra tecnologia di storage.

Dell è andata anche oltre: a partire dalla prossime settimane americano proporrà gli SSD come opzione su tutti i modelli di notebook Latitude, XPS, Alienware e Precision.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Williams scrive:
    Mah...
    Io gioco a Wow da 2 anni, sono in una gilda "fortina" (ci manca illidan), ma ho preso e usato Glider pure io.Ma con uno scopo secondo me giusto e causato dalla blizzard... volevo fare un nuovo PG a livello 70. Perchè giocare un mese a fare stupide quest già fatte? la prima volta ok, poi no...dovrebbero darti il PG già a 60 almeno. ALMENO.E non ditemi che poi non si sa usare la classe, cmq non la sai usare dato che con i secondi PG fai quest e non istance (e speccato per fare appunto quest).L'ho portato a 70 e non l'ho più usato. Mi è costato meno di un cinese...Il farming estremo concordo, è assurdo, ma in tal direzione han fatto già ottimi lavori e con l'espansione vorranno eliminare il bisogno di gold (già ora ne fai a quintali) e di farming assurdo. Sono contro la sentenza (legalmente),se i bot ci sono è perchè la Blizzard obbliga certi player a usarli e ne crea il mercato. Viva i Bot( che evitano la parte di NON gioco).Ovviamente parlo di Bot per farming, non cheat o per creare macchine da combattimento (glider in questo non centrava)La roba di farming è roba che si ottiene non giocando, ma fancedo gli zombie sul monitor, non c'è skill. Se eliminano gli oggetti non di skill tutto si risolve. Tipo crafting usando oggetti comuni + oggetti che trovi solo in istance.E con l'espansione pare che vogliano sistemare tutto questo.
    • zomg scrive:
      Re: Mah...
      Bashy...livellare un personaggio è una delle parti più divertenti del gioco...Non dirmi che livewllando i l tuo PG hai fatto TUTTE LE QUEST in TUTTE LE AREE!Inoltre utilzizare i bot per farmare...bah...hai veramentre un concetto del gioco molto distorto.Ti perdi veramentem olto del gioco, la soddisfazione di avere un obiettivo (che ne sò...un reward di una reputazione) e di giocare per arrivarci.Giocare con l'auction house e le professioni per diventare "milionario"Questo gioco ha migliaia di sfumature oer divertirsi e soddisfarsi, utilizzare i BOT è stupido e ti fa perdere molto.Fidati, non esistono solo i raid, ti parla uno che ha smesso da poco....uccidendo illidan già nel 2007 e brutallus il mese scorso prima di smettere. So cosa vuol dire raidare e ti dico che c'è anche altroe :Poi i soldi sono tuoi e spendili come vuoi, eheheh!
      • zomg scrive:
        Re: Mah...
        omg...stavo scrivendo mentre me stravo a magnà un panino....non riesco neanche a rileggere quello che ho scritto rofl.
        • Williams scrive:
          Re: Mah...
          Fare le quest 1 volta ok (anche se sono stupide e il 95% noiose), ma alla fine non sono le quest il divertimento, lo è il livellare e prendere i drop...le quest sono un modo più interessante del farming. AoC in questo è un pò meglio, le quest han spesso una storia che vale la pena leggere e sono più rapide. Poi Aoc fa pena in tante altre cose (vendo account di AoC a 15 euro se interessa, con PG PoM liv 50...avverto subito che il nick del PoM è Imene).Le reputazioni le fai col main, ti diverti un pò perchè sono un traguardo per ottenere un viola o una mount, ma personalmente trovo divertente solo fare le istance e il primo livellamento. Farsi equip e affinare il PG. Ma il farming, RIfare le quest che è? solo un modo stupido di far perdere tempo, non è un vero contenuto.Cmq lo sanno, infatti con l'espansione ti danno il cavaliere a liv 54 ( e le altre classi?!), tolgono la necessità dei gold e rendono tutto + tokenizzato.I Bot come espediente per evitare la parte di NON gioco sono per me una manna dal cielo. PS: avevo finito di livellare a 70 il pg e 3 giorni dopo si è aprta la finestra di tempo nella quale han bannato tipo 250k utenti beccati col glider...pfiuuu)
  • Beppe scrive:
    Wow sarà migliore adesso?
    Concordo con tutto quello scritto su, l'unica cosa schifosa di wow sono i bg dove i giocatori che hanno voglia si trovano penalizzati dai leecher, speriamo che questi vengano beccati e bannati per un periodo dal bg, non c'è bisogno di espellere nessuno, tu trassi, cazzeggi, fai finta, entri e non fai niente, bene oggi non giochi più in bg, la prossima volta per una settimana, poi per un mese non potrai entrare in bg, basta che siano afflitti da una magia che inabilita al bg, non c'è bisogno di cambiare il gioco, ma almeno chi vuole giocare non sarà penalizato da loro.
  • Marco scrive:
    un po tardivi..........
    Beh, da ex giocatore di woW (un tre anni passati nel mondo virtuale della Blizzy) non posso che applaudire alla sentenza.Vero che i dieci milioni di giocatori di cui si parla nell'articolo, son una cifra mooolto esagerata.Oramai WoW è al declino, temo che nemmeno un decimo della cifra indicata sia tuttora attivo in game.Resta il fatto che una sentenza del genere, verrà probabilmente presa in considerazione per il futuro.Quelli di Public Knowledge, farebbero bene a informarsi bene a favore di chi si sta schierando.Programmi come Glider hanno rovinato parte del divertimento di milioni di giocatori, mettendo a disposizione di alcuni un sistema per aver ingiusti vantaggi e dando duri colpi all'intera economia del gioco.Buona parte del gioco è legato all'economia, si raccolgono materiali, si usano, si rivendono, e giocatori che ottengono quantità di materie prime senza fatica, le immettono sul mercato, e e poi magari vendono i gold ottenuti, son cio che piu rovina l'esperienza di gioco agli altri.Sarebbe ora di guardare anche ai diritti di chi paga per giocare piu che ai diritti di chi cerca di guadagnar soldi senza fare praticamente nulla........
    • mura scrive:
      Re: un po tardivi..........
      - Scritto da: Marco
      Vero che i dieci milioni di giocatori di cui si
      parla nell'articolo, son una cifra mooolto
      esagerata.
      Oramai WoW è al declino, temo che nemmeno un
      decimo della cifra indicata sia tuttora attivo in
      game.Secondo me dovresti controllare un pochino le stime attuali di giocatori attivi a WoW e noterai che quella è la cifra che viene attualmente sbandierata come utenti paganti, che poi non siano attivi fessi loro che pagano per non fruire del servizio :DComunque WoW non mi sembra proprio al declino considerata tutta la pubblicità che stanno facendo alla nuova espansione con la quale sicuramente tireranno avanti per almeno altri 2 anni imho.
      • Marco scrive:
        Re: un po tardivi..........
        Non sono daccordo.....Buon per loro se hanno tutti sti utenti paganti, ma dall'estate scorsa, si è visto un calo impressionante dei giocatori.Si è molto notato sui server piu popolati, come Runetotem.Server dove prima era praticamente impossibile creare un personaggio son diventati "raccomended".Le gilde piu importanti sono lentamente scomparse proprio a causa dell'abbandono dei player piu "tosti".A parte questo, è una cosa tristissima veder arrivare continui whisp spammatori in un gioco, spero che questo sia un primo passo per impedire l'accesso ai giochi online pure a gold sellers e compagnia.Per quanto possa disprezzare profondamente che si avvantaggia in un gioco pagando con soldoni sonanti, finchè rimane sui siti dedicati non infastidisce piu di tanto.Ma loggare WoW, o AoC, e vedersi arrivare una fila di whisp di spam è molto fastidioso.
        • zomg scrive:
          Re: un po tardivi..........
          - Scritto da: Marco
          Non sono daccordo.....
          Buon per loro se hanno tutti sti utenti paganti,
          ma dall'estate scorsa, si è visto un calo
          impressionante dei
          giocatori.
          Si è molto notato sui server piu popolati, come
          Runetotem.
          Server dove prima era praticamente impossibile
          creare un personaggio son diventati
          "raccomended".
          Le gilde piu importanti sono lentamente scomparse
          proprio a causa dell'abbandono dei player piu
          "tosti".Bè..ad ogni estate c'è sempre la flessione....poi ritornano quasi tutti però :)Inoltre non puoi basarti sulle diciture "full" e "raccomanded", molto spesso ci sono migrazioni di massa, migrazioni gratuite, ugrade dei servers etc. etc..Molte gilde "grosse" si disfano per crearne altre (vedi ad esempio sk-gaming).Sono tutte speculazioni inutili, solo speculazioni. I dati certi sono il raggiungemtno di 10 milioni di account paganti ogni mese :)Il tutto condito da un marketing continuo (negli usa ci sono pubblicità in televisione e testimonial come P.E Baracus, ehehe) e da una nuova espansione ogni anno.Parlo da ex-drogato di WoW ovviamente. Che Dio mi aiuti se mai proverò solo a reinstallarlo!!!
  • Spv scrive:
    errore....
    L'immagine si rifersisce a Warcraft III: The Frozen Throne ...credo :DDoTA forever!!!...ahahha che post da bimbomin**a!!!
  • giocatore scrive:
    il problema? il farming
    Il grosso problema di wow è ed è sempre stato il farming esasperato e nonostante quello alcuni item, reward o abilità risultano inarrivabili a meno che non si giochi 24 ore su 24 in una gilda "forte"...purtroppo se si cede alla voglia di "epico" si rischia di sacrificare il divertimento di giocare con amici solo per il gusto di farlo e non è giusto!!! Parlo da giocatore che conosce wow da anni ormai, ha provato più di una classe, ma pur avendo dei pg discreti non è riuscito a fare/vedere tutto per la motivazione sopra...Mi ricordo che tempo fa anche PI aveva fatto un articolo sui farmer cinesi, beh se ora entrate in game vedrete spammare siti che vendono gold e propongono di farti livellare il pg (naturalmente pagando con soldi veri) e tutto questo è legale? Non lede il divertimento di chi gioca "onestamente"? E soprattutto non è appunto l'innarrivabilità di molte cose nel gioco e quindi come è stato progettato la causa del farming e del cheating???
    • Old Gamer scrive:
      Re: il problema? il farming
      - Scritto da: giocatore
      Il grosso problema di wow è ed è sempre stato il
      farming esasperato Ultima Online, 10 anni fa: "Il grosso problema di UO è ed è sempre stato il farming esasperato che..." Cambiano gli anni, cambiano i giocatori, ma i problemi sono sempre gli stessi :)
      • ... scrive:
        Re: il problema? il farming
        beh il motivo è sempre lo stesso, sono pochi quelli che giocano ad un gioco online per divertirsi, molti lo fanno solo per il gusto di comandare o fare i "cattivoni" della situazione, quindi il loro scopo è solo avere un personaggio ad un livello pazzesco così possono andare in giro ad ammazzare tuttimotivo per cui ho giocato online solo 15 giorni a EVE Online, poi pure la era quasi la stessa situazionecome entri è pieno di ragazzini di 11 anni che siccome vengono picchiati a scuola si sfogano li dentro e ti fanno secco, perché magari hanno passato le ultime 48 ore a livellare, certo in EVE Online è più difficile livellare in fretta, ma questo non impedisce ai soliti ragazzini di rompere le palleormai giocare online è diventato impossibile, soprattutto nei giochi in cui non puoi crearti un server tuo dove fai entrare solo chi ha un qi
        2, negli altri giochi è pieno di ragazzini repressi che vogliono solo dare fastidio
        • mura scrive:
          Re: il problema? il farming
          bah i repressi di cui parli non sono poi solo ragazzini brufolosi e magari pure sfi*atelli ma spesso anche il classico italiano buzzurro medio che vive di piccole vittorie come quella di averti gankato per un'ora e mezzo il tuo pg di livello 2 con un rogue di livello 70 full epic mentre nella vita reale è sottomesso dalla moglie/capo ufficio/unoacasochehaun'unghiadiautoritàpiùdilui
          • GoldenBoy scrive:
            Re: il problema? il farming
            Se volete muorire di farming provate Lineage2...asd asd
          • Nome e cognome scrive:
            Re: il problema? il farming
            - Scritto da: GoldenBoy
            Se volete muorire di farming provate
            Lineage2...asd
            asd"mUoriremo" tutti!! XD
    • Campa scrive:
      Re: il problema? il farming
      Non tutti i server sono come Hakkar.. Stormscale FTW!Paradiso!! Zero Gold Spammers, Win trader, pochi italian cazzu cazzu, battlegroup 15 server etc etc etc...Per quanto riguarda gliders, a morte.
      • mura scrive:
        Re: il problema? il farming
        - Scritto da: Campa
        Non tutti i server sono come Hakkar.. Stormscale
        FTW!Metti nella lista pure CrushRidge, ho loggato una volta con un pg appena creato per salutare un amico e mi sono beccato la gente che bestemmiava (in italiano ovviamente) in general o in say nella piazza di ironforge :@
  • IloveApple scrive:
    Il belo è giocare con altre persone
    Gioco a WoW ma non conoscevo questa "cosa".Ammetto che, da giocatore fanatico, non mi avrebbe interessato. Il bello di WoW, oltre al gioco in sè, è il lato collaborativo, giocare con altri personaggi guidati da esseri umani. Questo rende il gioco imprevedibile e assolutamente godibile.
    • MeMyslfAndI scrive:
      Re: Il belo è giocare con altre persone
      forse non lo conoscevi perchè glider funziona solo su windows e non su apple ;)- Scritto da: IloveApple
      Gioco a WoW ma non conoscevo questa "cosa".
      Ammetto che, da giocatore fanatico, non mi
      avrebbe interessato. Il bello di WoW, oltre al
      gioco in sè, è il lato collaborativo, giocare con
      altri personaggi guidati da esseri umani. Questo
      rende il gioco imprevedibile e assolutamente
      godibile.
  • uranux scrive:
    E finalmente ..
    Bah ... ancora non capisco che piacere si trova a usare hack e cheat in game. Apparte che i giochi della blizzard hanno sempre visto sulla scena signorini piuttosto arroganti trasformare il gioco stesso in una fonte di profitto.Sono contento che uno l'hanno pelato .. avanti il prossimo.
    • unoduetre scrive:
      Re: E finalmente ..
      non mi sembra un vero e proprio cheat.per essere un cheat dovrebbe darti item di ogni genere senza che tu fai nulla e non ci sia dispendio di tempo.quello che fa invece è autoguidare il puppazzetto mentre il bimbominchia dorme.piu un hack che cheat.secondo me blizzard dovrebbe andare in contro a quest'applicativo creando alcuni server dove è possibile utilizzare bot simili per la gente che non vuole stare li a livellare in prima persona.tanto finchè pagano a blizzard va bene, che creasse i server appositi allora.come ci sono quelli RP, quelli PvP, quelli PvE, metta quelli BOT.quei 100mila non rompono le balle perchè glider verrà chiuso e blizzard continua a prendere soldi
      • Paolo scrive:
        Re: E finalmente ..
        L'uso di Glider che penalizza i giocatori legittimi non è quello per "livellare", cioè per far crescere un nuovo personaggio sino al punto in cui è usabile per fruire dei contenuti migliori.La prima turbativa del gioco è quella economica. I bot sono usati per raccogliere "materiali" per decine e decine di ore, per poi rivenderli per ricavare monete d'oro. Come in ogni economia, l'iniezione artificiale di denaro liquido porta inflazione (in WoW c'è un vero e proprio Ebay integrato) e quindi penalizza i giocatori che guadagnano meno gold perchè usano metodi legittimi.La seconda turbativa del gioco è quella che in gergo viene chiamata "leeching". In WoW ci sono i così detti BattleGround, veri e propri cambi di battaglia dove si cerca di raggiungere un obiettivo a discapito di altrettanti giocatori dall'altra parte. Queste battaglie sono relativamente brevi, mediamente un quarto d'ora, e si viene remunerati anche solo per partecipare. I "leecher" usavano i BOT per entrare automaticamente nei BattleGround, senza contribuire attivamente alla battaglia, ma alla fine prendendo i punti per la partecipazione. E' ovvio che quando metà dei partecipanti erano BOT, cercare di vincere era decisamente frustrante.Al di là della sentenza, la vera azione coraggiosa della Blizzard è stata, circa un mese fa, bloccare permanentemente gli account di chi aveva fatto largamente uso di Glider. E per bloccare significa non ricevere più i soldi della sottoscrizione.
      • lol scrive:
        Re: E finalmente ..
        "quello che fa invece è autoguidare il puppazzetto mentre il bimbominchia dorme."loooool
Chiudi i commenti