Ci sentiamo male, colpa del WiFi

Alcuni californiani lamentano malesseri e li attribuiscono alla nuova rete di un provider locale. La mancanza di prove scientifiche non li fa demordere

Roma – Torna in scena il timore per le radiazioni elettromagnetiche generate dal WiFi: non una ma quattordici persone hanno lamentato disturbi alla salute in California, e sostengono che siano legati all’introduzione nella propria città di nuove stazioni radio WiFi.

WiFi in California, una petizione per toglierlo Lo scorso novembre le autorità di Sebastopol , cittadina della California, hanno autorizzato un Internet Provider locale a fornire accesso pubblico wireless . Dopo qualche tempo sono inziate alcune lamentele, in breve concretizzatesi in una petizione sottoscritta da 235 cittadini , decisi a smuovere le autorità.

Alcuni dei firmatari descrivono la vicenda ricorrendo a toni allarmistici, mentre altri si limitano a tacere, pur sostenendo la causa oggetto della petizione.

Ma cosa c’è di concreto? La World Health Organization da tempo ripete che non ci sono prove scientifiche per ritenere che la cosiddetta EHS ( ipersensibilità elettromagnetica ) sia causata dall’esposizione a campi elettromagnetici”.

E in Italia? Autorevoli fonti hanno esaminato il problema più volte, con grande attenzione, guardandolo sotto molteplici profili. Vi è stata anche un’ interrogazione parlamentare mirata a far luce sulla questione e, in ambito europeo, più volte la questione è giunta agli onori della cronaca. Anche in Germania ha fatto parlare di sé la “paura da WiFi”, soprattutto dopo una nota presa di posizione da parte di esponenti governativi.

Ancor oggi, tuttavia, in una società dominata dai cellulari, manca un’evidenza scientifica concreta che dimostri il legame bidirezionale tra i malesseri lamentati e le emissioni radio della connettività wireless. Ma questo certo non basta a chi si sente male e ritiene di aver individuato l’origine delle proprie preoccupazioni.

Marco Valerio Principato

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Davide Spezio scrive:
    meno onde, più cavi
    Da notare che qualsiasi idea di PowerLine è stata gentilmente fatta accomodare...Pazienza.Rimane il doppino telefonico o la fibra.
  • lele67 scrive:
    scusate l'OT
    Scusate l'OT, ma preferisco far produrre diossina ai tedeschi che in ITalia, e riguardo al nucleare pulito (ammesso e non concesso che sia pulito) è stato stimato che per costruire una centrale di vogliono circa 10-15 anni, e le risorse per alimentare il nucleare nel mondo non sono infinite ma bastano per meno di 100 anni (circa 70) non credo proprio sia quello il futuro.Tornando al WIMAX, è ovvio che è solo una nuova maniera di speculare senza pensare agli effetti dell'inquinamento elettromagnetico. GSM, UMTS, digitale satellitare, digitale terrestre, analogico terrestre, radio FM, WIMAX, ed altre frequenze che ignoro, convivono con noi da poco tempo per stare tranquilli sui loro effetti.Riguardo alla reale potenzialità del WIMAX, è vero che con un pò di fisica si può giungere alla conclusione che non è così facile garantire una copertura totale come ci vogliono far credere.Ora ne sparo una senza averci ragionato molto, ma il satellitare in download e il doppino in upload (come mi sembra che qualcuno abbia già fatto in precedenza) non potrebbe essere una soluzione?
  • Richiesta di integrazio ne articolo scrive:
    All'attenzione della redazione...
    Un utente su questo forum ha citato un contro-comunicato di Airspan che smentisce la sortita di Buzz Broadband dando la colpa delle inefficenze riscontrate alla carenza strutturale degli apparati di Buzz Broadband. Non ha citato nessun link quindi ho googlato un po' ed ho trovato questo:http://www.phonemag.com/airspan-strike-back-at-wimax-critique-buzz-broadband-were-cheap-031914.phpMagari voi potete informarvi meglio ma il comunicato mi sembra vero e se lo è mi sembra corretto che integriate la notizia con questa replica di Airspan per permettere al lettore di formarsi un'opinione completa sulla questione.Se la notizia rimanesse così sembra che la posizione di Buzz Broadband sia l'unica ad essere corretta ed attendibile...
    • Lez scrive:
      Re: All'attenzione della redazione...
      Corretto!Ho appreso la notizia che riferiva le dichiarazioni di Buzz da un'altra fonte, che riportava le dichiarazioni e le contro-dichiarazioni del fornitore degli apparati. P.S.La mia società ha acquistato una licenza Wimax regionale. Ho partecipato personalmente all'asta.Ci sono molte bufale che girano su WiMax, molte aspettative assurde, molta presunzione si sapere perchè una azienda fa' un determinato investimento, c'e' stato e ci sarà molto marketing... occhio a quello che dice la massa, abbiate l'umiltà di capire che ci sono molte cose che non sapete, e non solo tecnologiche...bye bye
  • ilmambo scrive:
    freesbie colpisce ancora
    :asd:
    • spectator scrive:
      Re: freesbie colpisce ancora
      - Scritto da: ilmambo
      :asd:ma scrivete cose random? avete il programmino che catta frasi random e le pasta qui? cosa straminc**ia centra ora questo con freesbie
  • LordAzuzu scrive:
    Investimento di cacca...
    Insomma, ha speso poco e male.'zzi sua ;)Certo la scelta di una conferenza del genere per una dichiarazione simile è pessima...
    • spectator scrive:
      Re: Investimento di cacca...
      - Scritto da: LordAzuzu
      Insomma, ha speso poco e male.
      'zzi sua ;)
      Certo la scelta di una conferenza del genere per
      una dichiarazione simile è
      pessima...no ha voluto fare i miracoli spendendo il meno possibile e si lamentava perche' poi comprando ripetitori da quattro soldi si lamentava perche' non erano abbastanza potenti.Tutto il mondo e paese.C'e' sempre qualche furbo che vuole fare le nozze coi fichi secchi e si lamenta perche' non va poi bene.ma quale buzz si dovevano chiamare my2cents
      • dsa scrive:
        Re: Investimento di cacca...
        In realtà i ricevitori "economici" hanno una copertura dichiarata di 10-20km. Contro il best della gamma che dichiara di coprire i 50km...Ne consegue che un ISP non dovrebbe aver interessi nel coprire distanze simili.Nella dichiarazione si parla di meno di un km di copertura.E' come se andando a comperare 1 macchina se ne cercasse una che possa fare i 100km/h ed il venditore ti vende una macchinina 50 che arriva a 45km/h.E considerando i dubbi sui danni alla salute e la differenza di prezzo, la scelta è stata quella giusta.
        • spectator scrive:
          Re: Investimento di cacca...
          - Scritto da: dsa
          In realtà i ricevitori "economici" hanno una
          copertura dichiarata di 10-20km.

          Contro il best della gamma che dichiara di
          coprire i
          50km...

          Ne consegue che un ISP non dovrebbe aver
          interessi nel coprire distanze
          simili.
          Nella dichiarazione si parla di meno di un km di
          copertura.

          E' come se andando a comperare 1 macchina se ne
          cercasse una che possa fare i 100km/h ed il
          venditore ti vende una macchinina 50 che arriva a
          45km/h.

          E considerando i dubbi sui danni alla salute e la
          differenza di prezzo, la scelta è stata quella
          giusta.quei ricevitori non aveva nemmeno quella portatama leggi prima di fare il sapientone. le dichiarazioni del fornitore
  • Spectator scrive:
    RIPOSTO QUELLO DICHIARATO NON E VERO
    RIPETO E' STATO SMENTITO E CI SONO ANCHE LE SPIEGAZIONIairspan che il provider numero uno per la vendita di devices wimax ha migliaia di clienti e non si e' lamentato nessuno.significa che forse qualcosa di sbagliato lo sta facendo la buzz.In italia il primo a sparare una frescaccia e tutti li a prenderla per oro colato.leggete voi stessi la lettera pubblcata da airspanPublic Statements Concerning WiMAX and Airspan by the CEO of Australian WISP, Buzz BroadbandThis week, at a WiMAX conference in Thailand, the CEO Buzz Broadband of Australia railed at the audience that WiMAX was a disaster. CEO Garth Freeman made several disparaging remarks about the range of WiMAX systems and their ability to carry VoIP traffic.Buzz Broadband deployed Airspan MicroMAXd, ProST, and EasyST equipment to around 200 users, the same equipment that is installed in many of the 100 or so other Airspan WiMAX deployments. In addition to broadband services, Buzz Broadband intended also to offer VoIP services to its subscribers. Mr. Freeman's recent statements highlighted two complaints: the range of the solution, and the quality of service (QoS) capabilities for voice traffic.With regard to range, although Airspan offers both micro-cell and macro-cell base station solutions, Buzz Broadband opted to go with the less-expensive micro-cell base stations in order to reduce cost. This was a well understood tradeoff of cost vs. range. In support of larger cell radii, particularly in support of indoor desktop CPE devices, Airspan offers the HiperMAX base station, which offers the best link budget in the industry for an 802.16d-2004 solution.Regarding QoS for VoIP, MicroMAX certainly offers appropriate QoS for wire-line quality voice support, but, as an access technology, can only do so for the portion of the link between the user device and the base station. In the case of Buzz Broadband, we know that there were significant under-provisioning issues in the core network which connected the Airspan equipment to the Internet. Very early in the relationship, Airspan technical services determined that Buzz backhaul network was considerably under-dimensioned (again to save cost) and lacked sufficient QoS, and that these factors were the direct cause of VoIP quality issues in the network. Airspan even went so far as to offer to fund a third-party analysis to help Buzz understand these issues. Both Airspan's help and third party assistance were refused by Mr. Freeman.At Airspan, we pride ourselves on our customer service and excellent products. In the case of Mr. Freeman's company Buzz Broadband, we exhausted all avenues to help this customer re-engineer their core network and resolve these service issues. In the end, with Mr. Freeman rejecting help from the outside, the technical and financial resources of Buzz Broadband were not sufficient to deploy a functioning network to the satisfaction of its customers. We regret the distress caused by Buzz poor network architecture decisions to the customers in need of Broadband Internet access and VoIP services.It is unfortunate that Mr. Freeman felt the need to broadcast his difficulties in such a public fashion. WiMAX has proven to be enormously successful from a technical standpoint, and Buzz allegations, even when so easily dismissed, are a distraction to the WiMAX industry and ultimately a disservice to the millions of satisfied broadband wireless access consumers worldwide.If you should have any questions regarding this or any other concern, please don't hesitate to contact me at Airspan on 561 893-8643 or dbyrne@airspan.com.Best Regards,Declan Byrne Chief Marketing Officer Airspan Networks, Inc.COME VEDETE E TUTTA FUFFA
    • Overture scrive:
      Re: RIPOSTO QUELLO DICHIARATO NON E VERO
      Questo comunque non esclude quanto stabilito dalle leggi fisiche
      • spectator scrive:
        Re: RIPOSTO QUELLO DICHIARATO NON E VERO
        - Scritto da: Overture
        Questo comunque non esclude quanto stabilito
        dalle leggi
        fisichema hai dei problemi o devo ripetermi all'infinito?se ti fossi minimamente letto quello dichiarato sulla lettera la buzz usava delle cagatielle a basso costo di ripetitori e si lamentava che la potenza non era adeguataci arrivi o devo inviare una raccomandata ai tuoi neuroni?
        • neurone scrive:
          Re: RIPOSTO QUELLO DICHIARATO NON E VERO

          ma hai dei problemi o devo ripetermi all'infinito?
          se ti fossi minimamente letto quello dichiarato
          sulla lettera la buzz usava delle cagatielle a
          basso costo di ripetitori e si lamentava che la
          potenza non era
          adeguata
          ci arrivi o devo inviare una raccomandata ai tuoi
          neuroni?Certo e' sempre un fatto di potenza, occhio a non finire in un forno a microonde.
          • spectator scrive:
            Re: RIPOSTO QUELLO DICHIARATO NON E VERO
            - Scritto da: neurone

            ma hai dei problemi o devo ripetermi
            all'infinito?

            se ti fossi minimamente letto quello dichiarato

            sulla lettera la buzz usava delle cagatielle a

            basso costo di ripetitori e si lamentava che la

            potenza non era

            adeguata

            ci arrivi o devo inviare una raccomandata ai
            tuoi

            neuroni?

            Certo e' sempre un fatto di potenza, occhio a non
            finire in un forno a
            microonde.tu il forno a microonde lo hai nel cervello
    • cesare uomini scrive:
      Re: RIPOSTO QUELLO DICHIARATO NON E VERO

      RIPETO E' STATO SMENTITO E CI SONO ANCHE LE
      SPIEGAZIONIma cosa è smentito? ma dove? :)
      • qualcuno rosico amaramente scrive:
        Re: RIPOSTO QUELLO DICHIARATO NON E VERO
        - Scritto da: cesare uomini

        RIPETO E' STATO SMENTITO E CI SONO ANCHE LE

        SPIEGAZIONI

        ma cosa è smentito? ma dove? :)sai leggere hai fatto almeno le elementari?hai un minimo di conoscenza rudimentale di inglese?leggi e stai zitto
  • spectator scrive:
    non credete al fud della buzz
    E' un piccolo provider che non si c*ga nessuno.E' fud.airspan che il provider numero uno per la vendita di devices wimax ha migliaia di clienti e non si e' lamentato nessuno.significa che forse qualcosa di sbagliato lo sta facendo la buzz.In italia il primo a sparare una frescaccia e tutti li a prenderla per oro colato.leggete voi stessi la lettera pubblcata da airspanPublic Statements Concerning WiMAX and Airspan by the CEO of Australian WISP, Buzz BroadbandThis week, at a WiMAX conference in Thailand, the CEO Buzz Broadband of Australia railed at the audience that WiMAX was a “disaster”. CEO Garth Freeman made several disparaging remarks about the range of WiMAX systems and their ability to carry VoIP traffic.Buzz Broadband deployed Airspan MicroMAXd, ProST, and EasyST equipment to around 200 users, the same equipment that is installed in many of the 100 or so other Airspan WiMAX deployments. In addition to broadband services, Buzz Broadband intended also to offer VoIP services to its subscribers. Mr. Freeman's recent statements highlighted two complaints: the range of the solution, and the quality of service (QoS) capabilities for voice traffic.With regard to range, although Airspan offers both micro-cell and macro-cell base station solutions, Buzz Broadband opted to go with the less-expensive micro-cell base stations in order to reduce cost. This was a well understood tradeoff of cost vs. range. In support of larger cell radii, particularly in support of indoor desktop CPE devices, Airspan offers the HiperMAX base station, which offers the best link budget in the industry for an 802.16d-2004 solution.Regarding QoS for VoIP, MicroMAX certainly offers appropriate QoS for wire-line quality voice support, but, as an access technology, can only do so for the portion of the link between the user device and the base station. In the case of Buzz Broadband, we know that there were significant under-provisioning issues in the core network which connected the Airspan equipment to the Internet. Very early in the relationship, Airspan technical services determined that Buzz backhaul network was considerably under-dimensioned (again to save cost) and lacked sufficient QoS, and that these factors were the direct cause of VoIP quality issues in the network. Airspan even went so far as to offer to fund a third-party analysis to help Buzz understand these issues. Both Airspan's help and third party assistance were refused by Mr. Freeman.At Airspan, we pride ourselves on our customer service and excellent products. In the case of Mr. Freeman's company Buzz Broadband, we exhausted all avenues to help this customer re-engineer their core network and resolve these service issues. In the end, with Mr. Freeman rejecting help from the outside, the technical and financial resources of Buzz Broadband were not sufficient to deploy a functioning network to the satisfaction of its customers. We regret the distress caused by Buzz poor network architecture decisions to the customers in need of Broadband Internet access and VoIP services.It is unfortunate that Mr. Freeman felt the need to broadcast his difficulties in such a public fashion. WiMAX has proven to be enormously successful from a technical standpoint, and Buzz allegations, even when so easily dismissed, are a distraction to the WiMAX industry and ultimately a disservice to the millions of satisfied broadband wireless access consumers worldwide.If you should have any questions regarding this or any other concern, please don't hesitate to contact me at Airspan on 561 893-8643 or dbyrne@airspan.com.Best Regards,Declan Byrne Chief Marketing Officer Airspan Networks, Inc.leggete e chiedete piuttosto di sentire un pidocchiosissimo isp che non si ca*a nessuno
  • juri gagarin scrive:
    Soluzione = wifi + mesh network
    Problema: non essendoci da speculare sulle licenze nessuno ci investe troppo ?
    • Colonialism o francese per Alitalia scrive:
      Re: Soluzione = wifi + mesh network
      - Scritto da: juri gagarin
      Problema: non essendoci da speculare sulle
      licenze nessuno ci investe troppo
      ?Non essendoci nulla da guadagnare nessuno ci investe nulla.Se tu sei tanto sicuro di questo progetto, perché non lo metti tu stesso in pratica?Saresti il primo e faresti un bordello di denaro.Alzati le maniche e comincia a lavorare ad un piano per il tuo progetto. Troverai regione e Stato o altre banche che ti finanziano come nulla (sai quanti soldi si perdono perché nessuno ha idee buone da finanziare in Italia???).La tua ottima idea avrà sicuramente successo e diventerai ricco. Che aspetti?
      • Virgoss scrive:
        Re: Soluzione = wifi + mesh network
        - Scritto da: Colonialism o francese per Alitalia
        - Scritto da: juri gagarin

        Problema: non essendoci da speculare sulle

        licenze nessuno ci investe troppo

        ?
        Non essendoci nulla da guadagnare nessuno ci
        investe
        nulla.
        Se tu sei tanto sicuro di questo progetto, perché
        non lo metti tu stesso in
        pratica?
        Saresti il primo e faresti un bordello di denaro.
        Alzati le maniche e comincia a lavorare ad un
        piano per il tuo progetto. Troverai regione e
        Stato o altre banche che ti finanziano come nulla
        (sai quanti soldi si perdono perché nessuno ha
        idee buone da finanziare in
        Italia???).

        La tua ottima idea avrà sicuramente successo e
        diventerai ricco. Che
        aspetti?Devo dire che dalle mie parti (friuli venezia giulia) si sta facendo proprio così, una piccola azienda di un piccolo paese vicino al mio piccolo paese dimenticato da zio telecom, fornisce proprio questo genere di servizio (hyperlan su rete mesh)ha già più di 300 clienti (tra questi anche me da qualche giorno, felicemente)e ci sono diverse aziende che stanno proponendo questo, certo non sono 7-10-20 mb al secondo che tutti promettono a parole, ma solo 512 Kb/s simmetrici, sempre molto meglio dei miseri 5 kb/s di zio telecom, a cui domani darò un calcio nel c***. la banda che ci vende la prendono da una dorsale in fibra ottica europea che non ha niente a che fare con zio telecom, inoltre la Regione a creato una Società (http://www.mercuriofvg.it/pagine-IT/homepage.html) che sta portando la fibra ottica in tutti i singoli comuni del Friuli Venezia Giulia, meglio di così...
    • CCC scrive:
      Re: Soluzione = wifi + mesh network
      - Scritto da: juri gagarin
      Problema: non essendoci da speculare sulle
      licenze nessuno ci investe troppo
      ?per esperienza diretta e approfondita posso dirti che la soluzione da te proposta, in linea generale, in un ambito "locale" (es. una piccola città), può funzionare a patto che:- ci siano, in quell'ambito "locale", più (molti) backhoule (punti da dove arriva la banda larga, ad es. su fibra ottica)- ci sia una progettazione seria ed approfondita- si facciano test e si ottimizzi costantemente la topologia della mesh- si faccia costante manutenzione degli access point- si dotino gli utenti "domestici" di idonee antenne esterne- si progetti bene la sicurezza e la gestione lato server...- si monitorizzi e ottimizzi costantemente il tuttoinsomma: funziona ma occorrono una infrastruttura a "monte", professionalità e tanti soldi...insomma: per esperienza, fatti 4 conti della serva, oggi come oggi, sempre meglio il buon vecchio CAVO (il doppino...)
  • Romano Prodigy scrive:
    The Discovery of the Hot Water
    CDO, CVD
  • Ricky scrive:
    Ma il wimax,...
    Non era nato per altri scopi?Non lo si adotta SOLO per coprire i luoghi altrimenti non raggiungibili dalle fibre ottiche o da quelle in rame?Da profano pensavo che i cablaggi esistenti,ben sfruttati, + quelli in divenire ,in fibra ottica, fossero la BASE per la maggior parte dei servizi e della popolazione.Solo le aree difficilmente cablabili ,o per meglio dire, NON ABBASTANZA FRUTTUOSE per un cablaggio standard pensavo rimanessero fuori e quindi avessero la necessita' del wimax.Pensavo ad una copertura poi in grado di far navigare via etere al posto delle varie coperture poste in essere dagli operatori cellulari, giusto per creare un po di VERA concorrenza...Tutto questo e' forse messo in dubbio?E' possibile che le nostre realta' siano comunque meglio gestibili rispetto alle loro?E poi, altra cosa importante, non e' che adesso,visto il problema della fruizione di servizio,qualcuno si inventa di usare altre frequenze o altre potenze magari poco solidali con la nostra salute?
    • CCC scrive:
      Re: Ma il wimax,...
      - Scritto da: Ricky
      Non era nato per altri scopi?
      Non lo si adotta SOLO per coprire i luoghi
      altrimenti non raggiungibili dalle fibre ottiche
      o da quelle in
      rame?
      Da profano pensavo che i cablaggi esistenti,ben
      sfruttati, + quelli in divenire ,in fibra ottica,
      fossero la BASE per la maggior parte dei servizi
      e della
      popolazione.
      Solo le aree difficilmente cablabili ,o per
      meglio dire, NON ABBASTANZA FRUTTUOSE per un
      cablaggio standard pensavo rimanessero fuori e
      quindi avessero la necessita' del
      wimax.
      Pensavo ad una copertura poi in grado di far
      navigare via etere al posto delle varie coperture
      poste in essere dagli operatori cellulari, giusto
      per creare un po di VERA
      concorrenza...
      Tutto questo e' forse messo in dubbio?
      E' possibile che le nostre realta' siano comunque
      meglio gestibili rispetto alle
      loro?
      E poi, altra cosa importante, non e' che
      adesso,visto il problema della fruizione di
      servizio,qualcuno si inventa di usare altre
      frequenze o altre potenze magari poco solidali
      con la nostra
      salute?dimentichi che "scienza", "tecnologia" e "ragionevolezza" (o buon senso che dir si voglia) sono nulla davanti al business a cui, sistematicamente, vengono piegati(e noi paghiamo...)
  • afiorillo scrive:
    Non ricordo bene...
    ...e non vorrei dire una boiata, ma mi sembra che la ditta in questione è stata esclusa dalla gara WiMax, e solo dopo si sia espressa in questi termini...
    • Edo78 scrive:
      Re: Non ricordo bene...
      - Scritto da: afiorillo
      ...e non vorrei dire una boiata, ma mi sembra che
      la ditta in questione è stata esclusa dalla gara
      WiMax, e solo dopo si sia espressa in questi
      termini...Stando a quanto scritto nell'articolo:Secondo Buzz Broadband, provider che per primo ne ha fatto impiego in Australia, il WiMax sarebbe "un vero disastro" che "ha miseramente fallito".Sembrerebbe che sia stato il primo operatore ad usarlo e dopo averlo usato per un anno si è espresso in questi termini
    • Colonialism o francese per Alitalia scrive:
      Re: Non ricordo bene...
      - Scritto da: afiorillo
      ...e non vorrei dire una boiata, ma mi sembra che
      la ditta in questione è stata esclusa dalla gara
      WiMaxL'articolo dice che proprio grazie al wimax hanno aumentato il valore delle azioni.Hanno aumentato i clienti, hanno puntato al voip via wimaxinsomma, l'articolo lascia supporre proprio l'opposto di quello che scrivi tu: hanno una licenza per il wimax.
  • Giambo scrive:
    Colpa di Windows !
    Se si usasse LinMax invece che WinMax (O al limite OsxMax), le cose non andrebbero cosi' male !!!!1uno
    • BArdo scrive:
      Re: Colpa di Windows !
      - Scritto da: Giambo
      Se si usasse LinMax invece che WinMax (O al
      limite OsxMax), le cose non andrebbero cosi' male
      !!!!1unoquesto accade già dal 1431
      • Giambo scrive:
        Re: Colpa di Windows !
        - Scritto da: BArdo

        Se si usasse LinMax invece che WinMax (O al

        limite OsxMax), le cose non andrebbero cosi'
        male

        !!!!1uno

        questo accade già dal 1431Vedo una correlazione con il processo a Giovanna d'Arco ... Maledetta Parmalat :@ !!
    • anonymous scrive:
      Re: Colpa di Windows !
      Carino!
  • trikketrakk e scrive:
    Interferisce col segnale ssatellitarre
    Ho letto che il wimax puo interferire pure col satellite..e allora cari miei lisciate perdere..no dico..io pago 35 euro 35 per vedere SKY e poi non vedo niente perche 4 ragazzetti brufolosi vogliono fare i fighi "io navigo con il wimax"??no nonono al wimax...!!!
    • mio nonno scrive:
      Re: Interferisce col segnale ssatellitarre
      parlavano della banda C cmq per quanto riguarda le interferenze con il sat
    • re migio scrive:
      Re: Interferisce col segnale ssatellitarre
      no dico..io pago 35 euro 35 per vedere
      SKY e poi non vedo niente perche 4 ragazzetti
      brufolosi vogliono fare i fighiin realta' e' grave che per guardare la televisione non si riesca a navigare internet, fortunatamente la TV in italia non la guarda piu' nessuno sotto i 72 anni.. Se poi vogliamo parlare di *pagare* per guardare la TV .. o peggio pagare per guardare 22 rinco*ioniti che corrono dietro a una palla per 90 minuti... contento tu
      • trikketrakk e scrive:
        Re: Interferisce col segnale ssatellitarre
        cnbc bloomnerg per la borsa...money money mica grande fratello
      • PGStargazer scrive:
        Re: Interferisce col segnale ssatellitarre
        - Scritto da: re migio
        no dico..io pago 35 euro 35 per vedere

        SKY e poi non vedo niente perche 4 ragazzetti

        brufolosi vogliono fare i fighi

        in realta' e' grave che per guardare la
        televisione non si riesca a navigare internet,
        fortunatamente la TV in italia non la guarda piu'
        nessuno sotto i 72 anni..

        Se poi vogliamo parlare di *pagare* per guardare
        la TV .. o peggio pagare per guardare 22
        rinco*ioniti che corrono dietro a una palla per
        90 minuti... contento
        tuNon so dove tu prenda le statistiche ma in Italia quasi tutti guardano la TV salvo un 20% e bene o male è anche quella piccola fetta di non votanti guarda caso.C'è chi la vede tramite sky (che sia via internet o decoder) chi l'analogico terrestre (che sia via chiavette usb che decoder da salotto) e più che per film e porcate varie è perchè lo SPORT NON può mancare all'italiano
        • Marco scrive:
          Re: Interferisce col segnale ssatellitarre
          Forse vorrai dire che tranne un 20%, gli altri sono costretti a pagare il canone della rai, che è ben diverso. L'italiano di sport ne ha troppo, dovrebbe piantarla di ammazzarsi (di pippe o di motorini dagli spalti) per la 'scuadra del quore' e pensare a cose importanti.
        • Nbit scrive:
          Re: Interferisce col segnale ssatellitarre
          Non so dove tu prenda le statistiche ma in Italia quasi tutti guardano la TV salvo un 20% e bene o male è anche quella piccola fetta di non votanti guarda caso.C'è chi la vede tramite sky (che sia via internet o decoder) chi l'analogico terrestre (che sia via chiavette usb che decoder da salotto) e più che per film e porcate varie è perchè lo SPORT NON può mancare all'italianoSpero che per sport tu non intenda il calcio che non ha nulla a che vedere con lo sport...
        • Runner scrive:
          Re: Interferisce col segnale ssatellitarre
          - Scritto da: PGStargazer
          - Scritto da: re migio

          no dico..io pago 35 euro 35 per vedere


          SKY e poi non vedo niente perche 4 ragazzetti


          brufolosi vogliono fare i fighi



          in realta' e' grave che per guardare la

          televisione non si riesca a navigare internet,

          fortunatamente la TV in italia non la guarda
          piu'

          nessuno sotto i 72 anni..



          Se poi vogliamo parlare di *pagare* per guardare

          la TV .. o peggio pagare per guardare 22

          rinco*ioniti che corrono dietro a una palla per

          90 minuti... contento

          tu

          Non so dove tu prenda le statistiche ma in Italia
          quasi tutti guardano la TV salvo un 20% e bene o
          male è anche quella piccola fetta di non votanti
          guarda
          caso.
          C'è chi la vede tramite sky (che sia via internet
          o decoder) chi l'analogico terrestre (che sia via
          chiavette usb che decoder da salotto) e più che
          per film e porcate varie è perchè lo SPORT NON
          può mancare
          all'italianoGuardare la TV non è sport.Lo sai, vero?
    • nome cognome scrive:
      Re: Interferisce col segnale ssatellitarre

      Ho letto che il wimax puo interferire pure col
      satellite..e allora cari miei lisciate
      perdere..no dico..io pago 35 euro 35 per vedere
      SKY e poi non vedo niente perche 4 ragazzetti
      brufolosi vogliono fare i fighiE io non posso lavorare con una connessione a larga banda perchè quattro coglioni vogliono vedere il grandre fratello 24 ore su 24 con 86 telecamere comprese quelle nel culo di chi va in bagno, o 18 partite di calcio contemporaneamente? Io guardo la tv con sky??No nonono a sky...!!!
      • loll scrive:
        Re: Interferisce col segnale ssatellitarre
        - Scritto da: nome cognome

        Ho letto che il wimax puo interferire pure col

        satellite..e allora cari miei lisciate

        perdere..no dico..io pago 35 euro 35 per vedere

        SKY e poi non vedo niente perche 4 ragazzetti

        brufolosi vogliono fare i fighi

        E io non posso lavorare con una connessione a
        larga banda perchè quattro coglioni vogliono
        vedere il grandre fratello 24 ore su 24 con 86
        telecamere comprese quelle nel culo di chi va in
        bagno, o 18 partite di calcio contemporaneamente?

        Io guardo la tv con sky??
        No nonono a sky...!!!Mah, sarebbe come dire che chi usa internet è solo per il porno, un pelo riduttivo forse.Comunque su Sky posso vedere un sacco di canali "culturali" che mi interessano (quando il tempo me lo permette).È corretto lamentarsi delle tecnologie se invasive e bloccanti su servizi già presenti.Tenendo conto che se l'affermazione "WiMax=no sat" fosse vera non riguraderebbe solo Sky, ma tutto il sat, anche fosse in banda C.
        • trikketrakk e scrive:
          Re: Interferisce col segnale ssatellitarre
          sopratutto le parabole sui tetti non emettono radiazioni..cioe assorbono solo il segnale mica danno elettrosmog come tutti sti trabiccoli per wi-fi wimax cellulari bluetooth...etc.etc..etc..
        • SkyfoBox scrive:
          Re: Interferisce col segnale ssatellitarre

          Tenendo conto che se l'affermazione "WiMax=no
          sat" fosse vera non riguraderebbe solo Sky, ma
          tutto il sat, anche fosse in banda
          C.Con quella schifezza di decoder che Sky dà ai suoi utenti, o vedi i canali che decide Sky... O VEDI I CANALI CHE DECIDE SKY.Il che significa che in ItaliaSKY = SAT = SKY = SAT = SKYTra un po' pure il dvb-h sarà tutto di proprietà di Sky e se non ci fossero l'Unione Europea e la presenza di Mediaset, Telecom e l'Espresso sul dvb-t, anche tutto il digitale terrestre sarebbe proprietà privata di Sky.
          • loll scrive:
            Re: Interferisce col segnale ssatellitarre

            Con quella schifezza di decoder che Sky dà ai
            suoi utenti, o vedi i canali che decide Sky... O
            VEDI I CANALI CHE DECIDE
            SKY.
            Il che significa che in Italia

            SKY = SAT = SKY = SAT = SKY

            Tra un po' pure il dvb-h sarà tutto di proprietà
            di Sky e se non ci fossero l'Unione Europea e la
            presenza di Mediaset, Telecom e l'Espresso sul
            dvb-t, anche tutto il digitale terrestre sarebbe
            proprietà privata di
            Sky.ROFTL!!!!Ma dai, anche i bimbi di 3 anni sanno che non serve (più) avere lo skyfobox!Se fai una ricerchina su ebay ne trovi di ogni tipo, colore e dimensione!Certo, poi se uno si accontenta lo skybox va benissimo, mica è così brutto, solo un "pelino" limitato, am ripeto, dipende da che uso ne vuoi fare.Ma scusa, tu hai un abbonamento a Sky?No? Allora per quanto ti riguarda NULLA è Sky. Giusto?Se non piace non compri, mica ti obbliga qualcuno.
          • Grande Puffo dice di cacciare Veltroni scrive:
            Re: Interferisce col segnale ssatellitarre

            Ma scusa, tu hai un abbonamento a Sky?
            No? Allora per quanto ti riguarda NULLA è Sky.
            Giusto?
            Se non piace non compri, mica ti obbliga qualcuno.Il fatto che io non abbia Microsoft non significa che io non subisca la mancanza di compatibilità di moltissimi siti internet fatti per funzionare solo e soltanto con IE.Che io abbia o no Sky è irrilevante. Ciò che rileva è la totale assenza di concorrenza che determina per chi non ha Sky l'inesistenza di altri canali free italiani su satellite (eccezion fatta per i canali dei tarocchi, dei venditori di tappeti e di bicchieri con troppo sale che non si scioglie nell'acqua...).Se a questo aggiungiamo l'impossibilità di cambiare i canali nei decoder Sky e la totale dipendenza di ogni tv sat da Sky, capirai (spero per te) che questo determina una moria continua di canali free. Tanti dei canali prima gratis ora sono sotto l'egemnia di Sky.Forse non te ne sei accorto, ma il sat italiano è sotto totale controllo dell'Australiano.A te può star bene, a me no.
          • loll scrive:
            Re: Interferisce col segnale ssatellitarre
            - Scritto da: Grande Puffo dice di cacciare Veltroni

            Ma scusa, tu hai un abbonamento a Sky?

            No? Allora per quanto ti riguarda NULLA è Sky.

            Giusto?

            Se non piace non compri, mica ti obbliga
            qualcuno.
            Il fatto che io non abbia Microsoft non significa
            che io non subisca la mancanza di compatibilità
            di moltissimi siti internet fatti per funzionare
            solo e soltanto con
            IE.
            Che io abbia o no Sky è irrilevante. Ciò che
            rileva è la totale assenza di concorrenza che
            determina per chi non ha Sky l'inesistenza di
            altri canali free italiani su satellite (eccezion
            fatta per i canali dei tarocchi, dei venditori di
            tappeti e di bicchieri con troppo sale che non si
            scioglie
            nell'acqua...).
            Se a questo aggiungiamo l'impossibilità di
            cambiare i canali nei decoder Sky e la totale
            dipendenza di ogni tv sat da Sky, capirai (spero
            per te) che questo determina una moria continua
            di canali free. Tanti dei canali prima gratis ora
            sono sotto l'egemnia di
            Sky.
            Forse non te ne sei accorto, ma il sat italiano è
            sotto totale controllo
            dell'Australiano.
            A te può star bene, a me no.Il problema non è se a noi sta bene o meno, il problema è il costo degli slot sul sat.Nessuno si caga i canali free, la pubblicità non esiste per motivi di share e quindi non possono più mantenersi.La vergogna sono i canali RAI, quelli che dovrebbero essere "nostri" e invece ci tocca pagare per vedere.Se c'è la partita e non è in eurovisione non la puoi vedere sul sat, ma se hai Sky si.Almeno la Mediaset è più onesta, non la vede nessuno punto e basta.Puntualizzando: il sta italiano non esiste e non è mai esistito, se non rari casi. Ma in ogni caso erano comunque tv estere (vedi EuroSport Italia).L'unica cosa che sopravvive sono i tarocchi perché la gente è babba e telefona per l'oroscopo, i numeri del lotto e ste cazzate qua. Ed escludo il porno a priori, quello tira sempre, ovunque.P.s.Guarda che non è solo colpa di MS se i siti non li apri se non con IE. Se si rispettasseo gli standard, tutti...
          • Eros DB scrive:
            Re: Interferisce col segnale ssatellitarre
            "se tutti rispettassero gli standard"...? Dài, ci sei quasi, ancora uno sforzo!...forse se MS avesse già in passato rispettato gli standard, non avrebbe creato una situazione di monopolio così netta.L'imposizione di standard esclusivi della concorrenza è "abuso di posizione dominante" sul mercato.ciao
          • loll scrive:
            Re: Interferisce col segnale ssatellitarre
            - Scritto da: Eros DB
            "se tutti rispettassero gli standard"...? Dài, ci
            sei quasi, ancora uno
            sforzo!
            ...forse se MS avesse già in passato rispettato
            gli standard, non avrebbe creato una situazione
            di monopolio così
            netta.
            L'imposizione di standard esclusivi della
            concorrenza è "abuso di posizione dominante" sul
            mercato.

            ciaoQuindi è colpa di MS se BancaMediolanum et similia non vanno con Firefox?Programma lei i siti?Dai!Se vogliamo farci fottere il culo facciamo pure, ma non diamo la colpa sempre e soltanto a quello più in alto...
          • Eros DB scrive:
            Re: Interferisce col segnale ssatellitarre
            Oh, cavolo! Ma è così difficile capire questo?? Se la stragrande maggioranza degli utenti usa MS, allora MS ha il "potere di mercato" di imporre i _suoi_ standard. Qui penserai "no, MS non impone niente a nessuno, se non lo voglio non lo uso", e invece moltissimi prodotti sono compatibili _solo_ con MS (gli stessi siti ijnternet da te citati sono compatibili, ma non ho controllato, solo con IE, perché il webmaster presumeva, a ragion veduta, che pochi non hanno IE, ossia si è uniformato agli standard di MS).Ci sarebbe un'obiezione fondata: MS è all'avanguardia nella ricerca tecnologica e deve stabilire nuovi standard laddove non ce ne sono; ma quando ce ne sono già...ciao
          • nico dalla luna scrive:
            Re: Interferisce col segnale ssatellitarre
            smettiamolatutti questi moralismi non servono.In italia siamo abituati a parlare parlare e parlare... mentre ci spennano e ci ingannano come dei polli. fottuti polli
          • loll scrive:
            Re: Interferisce col segnale ssatellitarre
            - Scritto da: nico dalla luna
            smettiamola
            tutti questi moralismi non servono.
            In italia siamo abituati a parlare parlare e
            parlare... mentre ci spennano e ci ingannano come
            dei polli. fottuti
            polliPensa, ci riescono anche alla grande.Basterebbe poco, davvero poco, ma siamo troppo abituati a tutte le cagate che ci propinano...
    • Romano Prodigy scrive:
      Re: Interferisce col segnale ssatellitarre
      - Scritto da: trikketrakk e
      ..no dico..io pago 35 euro 35 per vedere
      SKY..no dico.. tu paghi 35 euro per vedere + pubblicita' che su una qualsiasi altra TV locale gratis?
    • CCC scrive:
      Re: Interferisce col segnale ssatellitarre
      - Scritto da: trikketrakk e
      Ho letto che il wimax puo interferire pure col
      satellite..e allora cari miei lisciate
      perdere..no dico..io pago 35 euro 35 per vedere
      SKY e poi non vedo niente perche 4 ragazzetti
      brufolosi vogliono fare i fighibeh... fa un po' ridere che qualcuno che paga 35 euro/mese per vedere sky abbia il coraggio di prendersela con chi vuole usare il wimax...come il bue che dice cornuto all'asino...
  • danieleNA scrive:
    Italia in ritardo
    meno male!Essere un po' in ritardo rispetto alle altre nazioni potrebbe tornarci utile.Sempre che i nostri tecnici e politici abbiano previsto possibili problemi e quindi la gara non venga invalidata ma solo leggermente modificata o sospesa.
  • lele67 scrive:
    Nathan Never
    Nemmeno nei fumetti futuristici di Nathan Never esiste il WI-MAX, un motivo forse ci sarà.A parte gli scherzi credo che se si smettesse di spendere soldi sul "wireless" e si potenziassero le strutture cablate (fibre ottiche ed altro) avremmo di sicuro strutture stabili nel tempo con più prestazioni e meno forni a microonde in giro per la città.Faccio un esempio, la vecchia SIP ha cablato con il doppino telefonico l'intera Nazione, e questo vecchio mezzo trasmissivo ha resistito a tutte le innovazioni tecnologiche visto che ancora oggi ci consente di utilizzare internet e di telefonare. Non si può fare lo stesso con la fibra ottica? O pensare troppo a lungo nel tempo è poco conveniente. Mah...
    • Zago scrive:
      Re: Nathan Never
      La cablatura in fibra ottica costa tantissimola stessa fastweb ha smesso di usare la fibra lasciandola alle sole dorsali e comprendo l'ultima tratta fino all'utente in rameun buon doppino in rame va più che bene, ma che sia buono sto doppino.
      • Claudia scrive:
        Re: Nathan Never
        - Scritto da: Zagoma zago... L. ?
      • ... scrive:
        Re: Nathan Never
        Poi se lo fregano gli zingari- Scritto da: Zago
        La cablatura in fibra ottica costa tantissimo

        la stessa fastweb ha smesso di usare la fibra
        lasciandola alle sole dorsali e comprendo
        l'ultima tratta fino all'utente in
        rame

        un buon doppino in rame va più che bene, ma che
        sia buono sto
        doppino.
        • anonimo pacifico scrive:
          Re: Nathan Never
          - Scritto da: ...
          Poi se lo fregano gli zingari
          ahhuah :D
          - Scritto da: Zago

          La cablatura in fibra ottica costa tantissimo



          la stessa fastweb ha smesso di usare la fibra

          lasciandola alle sole dorsali e comprendo

          l'ultima tratta fino all'utente in

          rame



          un buon doppino in rame va più che bene, ma che

          sia buono sto

          doppino.i doppini in molti casi hanno decine di anni di vita alle spalle... per non parlare delle cabine in strada...un po' di rinnovamento non farebbe male in effettiDOPPINI NUOVI PER TUTTI!!!NO INTERFERENZE!!!CABINE NUOVE!!!NIENTE PIU' LADRI DI LINEA TELEFONICA!!!:D
    • max scrive:
      Re: Nathan Never
      - Scritto da: lele67
      Faccio un esempio, la vecchia SIP ha cablato con
      il doppino telefonico l'intera Nazione, ...
      Non si può fare lo stesso con la fibra ottica? O
      pensare troppo a lungo nel tempo è poco
      conveniente.penso che questi tipi di investimento ormai non siano possibili in Italia, si pensa da decenni a come far votare o a come finanziare le casse dei movimenti politici, comunicazioni, energia e sviluppo sono in terza classe, personalmente penso che per il prossimo futuro le connessioni utilizzeranno sempre di più dispositivi mobili, quindi wifi o nuove tecnologie telefoniche saranno sempre più sviluppate e potenziateanche se cablare con la fibra ottica sarebbe certo un investimento che nel tempo darebbe i suoi frutti, ma non so chi si riuscirà a fare tali investimenti O.T.sono connesso via wifi 5.520 Ghz causa digital divide da più di un anno, quindi ho staccato il mio abbonamento telecom, che fino ad ora non mi ha mai saputo offrire nuovi servizi al di la della telefonia, nonostante mi abbia continuato ad inviarmi comunicazioni promozionali sulla sua alice :)
      • pippolippo scrive:
        Re: Nathan Never
        - Scritto da: lele67
        Faccio un esempio, la vecchia SIP ha cablato con
        il doppino telefonico l'intera Nazione, ...
        Non si può fare lo stesso con la fibra ottica? O
        pensare troppo a lungo nel tempo è poco
        conveniente.a dire il vero quando telecom era ancora di stato e produceva utili, un gruppo di manager lungimiranti e non piegato alle logiche dei partiti propose, a meta' degli anni 90 l'intera cablatura a fibra del belpaese: era il compianto progetto Socrate, che ci avrebbe garantito a livello europeo nelle telecomunicazioni una infrastruttura a fibra valida per i successivi 50 anni.Il progetto fu avviato sperimentalmente in alcune zone d'italia ma fu cassato dopo poco per due motivi: il primo di ordine economico, perche' l'investimento complessivo era ritenuto troppo oneroso da parte dei politicanti in seno alla sip (se non ricordo male si parlava di 15 miliardi di euro attuali da ammortare in 20 anni circa), il secondo di natura "politica" dovuto al fatto che nel 1999 ci sarebbe stata in italia la liberalizzazione della posa dei cavi in rame e fibra e dare un vantaggio cosi' consistente in termini di infrastruttura a telecom per qualcuno significava annullare qualsiasi possibilita' di libero mercato: tant'e' che in seguito tutti i sedicenti gruppi industriali nati nel settore delle tlc si sono affanati a comprarsi le infrastrutture gia' esistenti (come ad esempio la dorsali delle ferrovie) pur di non investire seriamente nell'infrastruttura tlc a lungo termine. Certo, erano gli anni grassi delle tlc in cui tutti pensavano di fare soldi sulla scia del successo dell'omnitel (che in soli due anni se non erro si ripago' tutto l'investimento iniziale), ma visto come e' andata a finire in italia c'e' solo da rimpiangere quella vecchia dirigenza pubblica della sip che aveva creduto ad un piano industriale a lungo termine a tutto vantaggio dei cittadini delle imprese e della nazione.Se siamo nella condizione attuale lo dobbiamo non solo alla vergognosa svendita della telecom alla cordata di "imprenditori italiani" tra cui gnutti e cialtroni vari, ma anche alla follia del tronchetto dell'infelicita' e di quelli che ha dato il colpo di grazia ad una societa' che in mani pubbliche era in attivo e in quelle dei privati non solo ha maturato un buco da 44 miliardi di euro, ma e' stata svuotata degli immobili e di gran parte dei suoi asset fondamentali.Visto quello che e' successo sinceramente quando sento parlare di "imprenditori italiani" e di "italianita'" prima mi metto a ridere e poi penso che e' meglio vendere quel poco che resta agli europei che almeno hanno una vera mentalita' imprenditoriale e non sono dei falliti come questi sedicenti capitalisti con le pezze al culo degli italiani.Gente come gnutti, colaninno, de benedetti, tronchetti provera e molti altri sono stati e sono la rovina di questo paese. Rivoglio la rete telecom di stato, svincolata da politicanti e da imprenditori quaraquaqua, come su modello inglese.
        • Linaro scrive:
          Re: Nathan Never
          - Scritto da: pippolippo
          Gente come gnutti, colaninno, de benedetti,
          tronchetti provera e molti altri sono stati e
          sono la rovina di questo paese.Quoto, quoto, quoto, quoto, quoto, quoto... Siamo nelle mani di finanzieri del tutto disinteressati alle questioni industriali e imprenditoriali. E oltretutto sono anche stupidi, incompetenti e maldestri. Basti pensare a come De Benedetti abbia distrutto il fiore all'occhiello IT dell'Italia, la Olivetti che nel mondo era seconda solo a IBM...
          Rivoglio la rete telecom di stato, svincolata da
          politicanti e da imprenditori quaraquaqua, come
          su modello
          inglese.Quoto di nuovo...
        • The Advange scrive:
          Re: Nathan Never
          Straquoto
        • asvero panciatici scrive:
          Re: Nathan Never
          - Scritto da: pippolippo
          - Scritto da: lele67


          Faccio un esempio, la vecchia SIP .....Standing ovation.
      • Colonialism o francese per Alitalia scrive:
        Re: Nathan Never


        Non si può fare lo stesso con la fibra ottica?
        penso che questi tipi di investimento ormai non
        siano possibili in ItaliaConosci il protocollo di Kyoto, quello per ridurre le emissioni?Bene, a causa di quel protocollo nei prossimi anni OGNI ITALIANO dovrà pagare una multa di 288 euro OGNI ANNO. Un francese o un tedesco ne dovranno pgare 3-4 euro.Il 7200% di quanto pagano i nostri cugini oltre le Alpi.Questo perché siamo gli unici fessi che non vogliono cotruire centrali nucleari e che usano ANCORA centrali a carbone! WOW!!!Non riusciamo a costruire un treno ad alta velocità, non riusciamo a costruire un inceneritore (e paghiamo i tedeschi milioni di euro a botta per bruciare l'immondizia al posto nostro), non riusciamo ad produrre energia nucleare pulita...E TU VUOI CHE RIUSCIAMO A COSTRUIRE UNA RETE in FIBRA OTTICA?Dagli italiani (non dai politici, proprio dagli italiani) non mi aspetto nulla di più.Il WIMAX, come dice l'articolo non va bene per Internet. Per un semplice motivo: la banda è condivisa fra tutti gli utenti. Più utenti si collegano e meno banda ha ciascun utente. Se ci sono troppe persone che telefonano via voip contemporaneamente il rischio è che cada la linea per tutti. Già dicono di non riuscire a farci funzionare bene il Voip... figuriamoci che disastro accadrebbe con il p2p o con l'iptv. Il wimax non va bene per queste cose. Continueremo ad usare il doppino in rame ancora per molto tempo. Tanto la fibra in tutta Italia è cosa al di là delle nostre possibilità.
        • lele67 scrive:
          Re: Nathan Never
          Scusate l'OT, ma preferisco far produrre diossina ai tedeschi che in ITalia, e riguardo al nucleare pulito (ammesso e non concesso che sia pulito) è stato stimato che per costruire una centrale di vogliono circa 10-15 anni, e le risorse per alimentare il nucleare nel mondo non sono infinite ma bastano per meno di 100 anni (circa 70) non credo proprio sia quello il futuro.Tornando al WIMAX, è ovvio che è solo una nuova maniera di speculare senza pensare agli effetti dell'inquinamento elettromagnetico. GSM, UMTS, digitale satellitare, digitale terrestre, analogico terrestre, radio FM, WIMAX, ed altre frequenze che ignoro, convivono con noi da poco tempo per stare tranquilli sui loro effetti.Riguardo alla reale potenzialità del WIMAX, è vero che con un pò di fisica si può giungere alla conclusione che non è così facile garantire una copertura totale come ci vogliono far credere.Ora ne sparo una senza averci ragionato molto, ma il satellitare in download e il doppino in upload (come mi sembra che qualcuno abbia già fatto in precedenza) non potrebbe essere una soluzione?
    • CCC scrive:
      Re: Nathan Never
      - Scritto da: lele67
      Nemmeno nei fumetti futuristici di Nathan Never
      esiste il WI-MAX, un motivo forse ci
      sarà.
      A parte gli scherzi credo che se si smettesse di
      spendere soldi sul "wireless" e si potenziassero
      le strutture cablate (fibre ottiche ed altro)
      avremmo di sicuro strutture stabili nel tempo con
      più prestazioni e meno forni a microonde in giro
      per la
      città.
      Faccio un esempio, la vecchia SIP ha cablato con
      il doppino telefonico l'intera Nazione, e questo
      vecchio mezzo trasmissivo ha resistito a tutte le
      innovazioni tecnologiche visto che ancora oggi ci
      consente di utilizzare internet e di telefonare.A)
      Non si può fare lo stesso con la fibra ottica? B)
      O
      pensare troppo a lungo nel tempo è poco
      conveniente.
      Mah...la risposta esatta (ovviamente) è la Besatta per chi ci vuole speculare, per gli interesse privati insomma...non certo per i cittadini e per il pubblico interesse...
  • predicamale scrive:
    ma che c.......
    non si capisce più una mazza @^ @^ @^
  • Flavioweb scrive:
    Bastava chiederlo ad un radioamatore...
    Ma possibile che si investano milioni di euro o dollari e poi si caschi giù dal pero e si scopra di aver tralasciato le cose più semplici e ovvie?Qualisiasi, e ripeto sottolineandolo QUALSIASI, radioamatore, anche il più novizio e meno esperto, sa che più si sale con la frequenza e più l'onda elettromagnetica sposta il suo "comportamento" dalle leggi -elettriche- a quelle -ottiche-.Il più inesperto degli hobbisti avrebbe potuto pronosticare una difficoltà di utilizzo, già a medio/brevi distanze, di questa tecnologia su frequenze superiori al GHZ.L'Wi-Fi è ottimo per coprire zone -digital divise- ma è necessario utilizzare antenne "che si vedano", possibilmente con access point in posizione più elevata rispetto ai client (condizione non necessaria, ma comunque ottimale).Io stesso, nel momento in cui scrivo queste righe, sto usando una connessione wireless sulla frequenza di 5520 (cinque!) ghz ed il mio ricevitore si trova a 2 km dall'access point, e la connessione funziona da ormai un anno, senza interruzioni o problemi di sorta.So di access point anche a distanza di 5-6 km dai client che stanno funzionando senza problemi e di record da 304km (vedi: http://forum.mikrotik.com/viewtopic.php?f=7&t=16548 ).Secondo me NON è vero che l'WiFi fa schifo.L'importante è NON pretendere di fare le stesse cose che si potrebbero già fare con la rete telefonica cellulare, anche perchè andrebbero installati tanti "ripetitori" quanti ne esistono per la "vecchia" rete garantendo una copertura anche minore.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 25 marzo 2008 02.01-----------------------------------------------------------
    • Dany scrive:
      Re: Bastava chiederlo ad un radioamatore...
      Modificato dall' autore il 25 marzo 2008 02.01
      --------------------------------------------------
      • Flavioweb scrive:
        Re: Bastava chiederlo ad un radioamatore...
        - Scritto da: Dany
        Ma sei sicuro dei 5520 GHz... non saranno mica
        MHz?!...ooops... Mi son dimenticato il punto !Si sono MHZ... 5.520 Ghz.=P
        Ciao
        DanieleCiao !
      • modadellent o scrive:
        Re: Bastava chiederlo ad un radioamatore...
        minchia i raggi gamma di goldrake :D
        • Flavioweb scrive:
          Re: Bastava chiederlo ad un radioamatore...
          - Scritto da: modadellent o
          minchia i raggi gamma di goldrake :DBeh... Sai che non è una cattiva idea?"Raggi gamma Radiazione elettromagnetica di altissima frequenza, compresa fra 10 alla 19 e 10 alla 22 Hz, e quindi di lunghezza donda molto ridotta, inferiore al miliardesimo di millimetro.[...] I raggi gamma (g) sono perciò una radiazione che può penetrare la materia in profondità,[...]"Magai ci potrebbero far funzionare l'WiMax come vorrebbero...=)
          • anonimo pacifico scrive:
            Re: Bastava chiederlo ad un radioamatore...
            perchè metti elle e apostrofo: l'WiMax? :D
          • Italiano Vero scrive:
            Re: Bastava chiederlo ad un radioamatore...
            Però diventiamo tutti verdi come Hulk, hihihi- Scritto da: Flavioweb
            - Scritto da: modadellent o

            minchia i raggi gamma di goldrake :D

            Beh... Sai che non è una cattiva idea?

            "
            Raggi gamma Radiazione elettromagnetica di
            altissima frequenza, compresa fra 10 alla 19 e 10
            alla 22 Hz, e quindi di lunghezza donda molto
            ridotta, inferiore al miliardesimo di
            millimetro.[...] I raggi gamma (g) sono perciò
            una radiazione che può penetrare la materia in
            profondità,[...]
            "

            Magai ci potrebbero far funzionare l'WiMax come
            vorrebbero...

            =)
      • pippo scrive:
        Re: Bastava chiederlo ad un radioamatore...
        Channel 4: 5.325 GHz. Channel 5: 5.500 GHz. Channel 6: 5.520 GHz. Channel 7: 5.540 GHz. Channel 8: 5.560 GHz. Channel 9: 5.580 GHz. Channel 10: 5.600 GHz ...Manca il punto dopo il 5ciao
    • Marco V. Principato scrive:
      Re: Bastava chiederlo ad un radioamatore...
      - Scritto da: Flavioweb....
      Qualisiasi, e ripeto sottolineandolo QUALSIASI,
      radioamatore, anche il più novizio e meno
      esperto, sa che più si sale con la frequenza e
      più l'onda elettromagnetica sposta il suo
      "comportamento" dalle leggi -elettriche- a quelle
      -ottiche-....----Eh, eh, caro Flavioweb... guarda i link, precisamente:...economiche per l'utente finale e in grado non solo di offrire 10 Mbps ma anche, in condizioni ben studiate, di coprire distanze più che ragguardevoli.(dove il "più che ragguardevoli" punta a:http://www.mvpnetwork.it/tecnocronaca/comunicare/anche-il-wi-fi-cammina-ci-vuole-volont.html)Indovina chi è l'autore di quell'articolo... il sottoscritto che, se non si fosse capito, Radioamatore lo è: IK0MHG. Per questo è un articolo un po' fuori delle righe!Non lo dico per caso, quando sostengo che del lavoro dei Radioamatori ne trae beneficio tutta l'umanità, basta che lo voglia!CiaoMarco V. Principato-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 25 marzo 2008 13.19-----------------------------------------------------------
    • O malamente scrive:
      Re: Bastava chiederlo ad un radioamatore...
      Okkio, non si parla del WiFi che fa schifo, ma del WiMax.
    • mio nonno scrive:
      Re: Bastava chiederlo ad un radioamatore...
      anchio sono collegato via hyperlan per internet ( 5,4 Ghz) e va perfettamente (2 mbit simmetrici) www.tgaserver.net
    • gianci scrive:
      Re: Bastava chiederlo ad un radioamatore...
      - Scritto da: Flavioweb
      Io stesso, nel momento in cui scrivo queste
      righe, sto usando una connessione wireless sulla
      frequenza di 5520 (cinque!) ghz ed il mio
      ricevitore si trova a 2 km dall'access point, e
      la connessione funziona da ormai un anno, senza
      interruzioni o problemi di
      sorta.[]
      So di access point anche a distanza di 5-6 km dai
      client che stanno funzionando senza problemi e di
      record da 304km (vedi:
      http://forum.mikrotik.com/viewtopic.php?f=7&t=1654Credevo che i 5 GHz (802.11a?) fossero interdetti al libero uso in Italia. O mi sbaglio?
      • Flavioweb scrive:
        Re: Bastava chiederlo ad un radioamatore...

        Credevo che i 5 GHz (802.11a?) fossero interdetti
        al libero uso in Italia. O mi
        sbaglio?Non è una frequenza di "libero uso" (che poi mi pare sia 802.11g ma non ne sono sicuro). Occorre che l'isp o, comunque, il gestore dell'infrastruttura che vuole utlizzare questa banda, faccia richiesta di concessione.I 5 Ghz sono passati da -militari- a -civili- grazie ad una normativa europea del, mi pare, 2005.
  • Gunny35 scrive:
    Se la fisica non è un'opinione...
    Le frequenze oltre i 2GHz non superano gli ostacoli molto facilmente, aggiungiamo le basse frequenze...
    • Gunny35 scrive:
      Re: Se la fisica non è un'opinione...
      volevo scrivere basse potenze...
      • modadellent o scrive:
        Re: Se la fisica non è un'opinione...
        Ti sbagli.Nessuna frequenza radio puo' attraversare una parete, né l'una né l'altra.Però se mantieni una frequenza più bassa possibile puoi sfruttare la curvatura dell'onda più ampia per "aggirarla" (ovviamente sto semplificando un pochino).Il sospetto doveva venirti riflettendo sul fatto che la luce visibile (che notoriamente è a frequenza molto più alta) non oltrepassa manco una sottile lastra di metallo, come potrai facilmente verificare coprendo' il sole con una teglia da cucina :)
        • Genoveffo il terribile scrive:
          Re: Se la fisica non è un'opinione...
          - Scritto da: modadellent o
          Ti sbagli.
          Nessuna frequenza radio puo' attraversare una
          parete, né l'una né
          l'altra.
          Però se mantieni una frequenza più bassa
          possibile puoi sfruttare la curvatura dell'onda
          più ampia per "aggirarla" (ovviamente sto
          semplificando un
          pochino).
          Il sospetto doveva venirti riflettendo sul fatto
          che la luce visibile (che notoriamente è a
          frequenza molto più alta) non oltrepassa manco
          una sottile lastra di metallo, come potrai
          facilmente verificare coprendo' il sole con una
          teglia da cucina
          :)Sarebbe meglio imparare la fisica, invece di dire caxxate.Le onde radio attraversano tranquillamente i muri, ma vengono attenuate in proporzione alla loro frequenza e, ovviamente, potenza di origine.Tanto è vero che per ottenere una stanza COMPLETAMENTE priva di interferenze elettromagnetiche (leggisi, quindi, radiofrequenze) bisogna costruire una "gabbia di faraday", ossia una gabbia COMPLETAMENTE in materiale schermante (metallo).Prova a schermarti dai raggi gamma con una teglia di metallo che poi ridiamo ....
          • anonimus scrive:
            Re: Se la fisica non è un'opinione...
            - Scritto da: Genoveffo il terribile
            - Scritto da: modadellent o

            Ti sbagli.

            Nessuna frequenza radio puo' attraversare una

            parete, né l'una né

            l'altra.

            Però se mantieni una frequenza più bassa

            possibile puoi sfruttare la curvatura dell'onda

            più ampia per "aggirarla" (ovviamente sto

            semplificando un

            pochino).

            Il sospetto doveva venirti riflettendo sul fatto

            che la luce visibile (che notoriamente è a

            frequenza molto più alta) non oltrepassa manco

            una sottile lastra di metallo, come potrai

            facilmente verificare coprendo' il sole con una

            teglia da cucina

            :)

            Sarebbe meglio imparare la fisica, invece di dire
            caxxate.

            Le onde radio attraversano tranquillamente i
            muri, ma vengono attenuate in proporzione alla
            loro frequenza e, ovviamente, potenza di
            origine.

            Tanto è vero che per ottenere una stanza
            COMPLETAMENTE priva di interferenze
            elettromagnetiche (leggisi, quindi,
            radiofrequenze) bisogna costruire una "gabbia di
            faraday", ossia una gabbia COMPLETAMENTE in
            materiale schermante
            (metallo).

            Prova a schermarti dai raggi gamma con una teglia
            di metallo che poi ridiamo
            ....oggi ho visto all'aeroporto uno con la pistola nascosta da una teglia cercare di passare i raggi x :D
          • Polemik scrive:
            Re: Se la fisica non è un'opinione...
            E se la teglia è spessa 20 Km ed è fatta di piombo? Lui non ha specificato le misure del pentolame... :D
          • bubu scrive:
            Re: Se la fisica non è un'opinione...
            - Scritto da: Polemik
            E se la teglia è spessa 20 Km ed è fatta di
            piombo? Lui non ha specificato le misure del
            pentolame...
            :DChissà che piadina ci viene fuori :-)
          • ullala scrive:
            Re: Se la fisica non è un'opinione...
            - Scritto da: Genoveffo il terribile

            Prova a schermarti dai raggi gamma con una teglia
            di metallo che poi ridiamo
            ....pssst hey... non glielo dire così brutalmente...eddai lascia che provi con la sua padellina.... o teglia.Una volta che si sarà bruciacchiato si ricorderà della cosa molto meglio che se avesse riletto 10 volte la fisica di Feynman!(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
        • bi biiii scrive:
          Re: Se la fisica non è un'opinione...

          Ti sbagli.
          Nessuna frequenza radio puo' attraversare una
          parete, né l'una né
          l'altra.Ma che dici?Ma perche' se non ne sai nulla non TACI?E poi se mai non e' "la frequenza" che attraversa i murima il campo elettromagnetico.
        • marietto scrive:
          Re: Se la fisica non è un'opinione...
          ASINO!- Scritto da: modadellent o
          Ti sbagli.
          Nessuna frequenza radio puo' attraversare una
          parete, né l'una né
          l'altra.
          Però se mantieni una frequenza più bassa
          possibile puoi sfruttare la curvatura dell'onda
          più ampia per "aggirarla" (ovviamente sto
          semplificando un
          pochino).
          Il sospetto doveva venirti riflettendo sul fatto
          che la luce visibile (che notoriamente è a
          frequenza molto più alta) non oltrepassa manco
          una sottile lastra di metallo, come potrai
          facilmente verificare coprendo' il sole con una
          teglia da cucina
          :)
      • modadellent o scrive:
        Re: Se la fisica non è un'opinione...
        tra l'altro, nel caso delle radiazioni, essendo la velocità una costante, la frequenza è direttamente proporzionale alla potenza quindi potevi anche tralasciare di correggere ^^
        • Vihai Varlog scrive:
          Re: Se la fisica non è un'opinione...
          - Scritto da: modadellent o
          tra l'altro, nel caso delle radiazioni, essendo
          la velocità una costante, la frequenza è
          direttamente proporzionale alla potenzaAhahahahahahahahaahahhaahahahahahahahahahhaahhaahahahah per la serie "la fisica con gli stupefacenti".
        • bi biiii scrive:
          Re: Se la fisica non è un'opinione...

          tra l'altro, nel caso delle radiazioni, essendo
          la velocità una costante, la frequenza è
          direttamente proporzionale alla potenza quindi
          potevi anche tralasciare di correggere
          ^^Ok sei un(troll)(troll1)(troll2)(troll3)(troll4)
    • Paolo Sabatino scrive:
      Re: Se la fisica non è un'opinione...
      Forse mettere le antenne in cima alle montagne potrebbe essere una buona idea. Lì sicuramente il Line of Sight è preservato, il problema più grosso sarebbe piuttosto far arrivare elettricità e dorsali dati sulla montagna... e per fare manutenzione si avrà bisogno di cani da slitta e/o san bernardi :Boh, speriamo bene, una pianificazione minuziosa penso che sarà obbligatoria per un servizio decente.
      • nome e cognome scrive:
        Re: Se la fisica non è un'opinione...
        Oh non e' un problema: ci sono ripetitori di qualsiasi cosa su tutti i picchi...
      • mio nonno scrive:
        Re: Se la fisica non è un'opinione...
        puoi sempre fare delle dorsali via hyperlan :) per attraversare la parte montuosa fino ad arrivare alla base dove eventualmente hai la fibra ottica
        • Romano Prodigy scrive:
          Re: Se la fisica non è un'opinione...
          - Scritto da: mio nonno
          puoi sempre fare delle dorsali via hyperlan :)
          per attraversare la parte montuosa fino ad
          arrivare alla base dove eventualmente hai la
          fibra
          otticaLe posi tu?
      • anonimo pacifico scrive:
        Re: Se la fisica non è un'opinione...
        - Scritto da: Paolo Sabatino
        Forse mettere le antenne in cima alle montagne
        potrebbe essere una buona idea. Lì sicuramente il
        Line of Sight è preservato, il problema più
        grosso sarebbe piuttosto far arrivare elettricità
        e dorsali dati sulla montagna... e per fare
        manutenzione si avrà bisogno di cani da slitta
        e/o san bernardi
        :
        Boh, speriamo bene, una pianificazione minuziosa
        penso che sarà obbligatoria per un servizio
        decente.ma non sarebbe meglio usare altre tecnologie?
      • Pippo scrive:
        Re: Se la fisica non è un'opinione...
        - Scritto da: Paolo Sabatino
        Boh, speriamo bene, una pianificazione minuziosa
        penso che sarà obbligatoria per un servizio
        decente.UAH ! UAH !UAH !UAH !UAH !UAH !UAH !UAH !UAH !:-)
    • Romano Prodigy scrive:
      Re: Se la fisica non è un'opinione...
      - Scritto da: Overture

      Da noi, per esempio, fisica equivale ad
      educazione fisica dove una buona frequenza si
      ottiene a botte di creatina... (prob. se uno
      esagera con le dosi, i muri li butta anche
      giù)ROTFL
    • CCC scrive:
      Re: Se la fisica non è un'opinione...
      - Scritto da: Gunny35
      Le frequenze oltre i 2GHz non superano gli
      ostacoli molto facilmente, aggiungiamo le basse
      frequenze...beh... il business (leggi capitalismo, o libero mercato o multinazionali) in genere tende a fregarsene di tante cose, compresi i diritti umani e la vita delle persone... figuriamoci se si preoccupa delle leggi fisiche...in ogni caso, il wimax dovrebbe servire a portare la banda laddove sia difficile, per es. a causa dell'orografia (leggi montagne, mare, ecc.), usare altri sistemi (ovvero, tipicamente, cavi)...se poi si pretende di farci altro... beh allora...
  • erpirata scrive:
    Andiamo bene
    Se quello che dice è vero, e la fine per noi che forse sottolineo il forse avremmo avuto copertura in Italia, ma anche per quelli che hanno comprato le licenze.
    • Overture scrive:
      Re: Andiamo bene
      Sarò ignorante in materia ma non era possibile mettere in piedi una rete di access point wi-fi ?Ad esempio in montagna, nel paesino e poi nella vallata una bella antenna collegata ad una dorsale in fibra ottica e tutti col loro bel ricevitore ?Se il problema è l'elettrosmog non credo ci sia ancora molto da rovinare dopo il passaggio delle UHF di mamma rai (soprattutto quando trasmette san remo, annozero, tg3...)
      • gg gg scrive:
        Re: Andiamo bene

        Se il problema è l'elettrosmog non credo ci sia
        ancora molto da rovinare dopo il passaggio delle
        UHF di mamma rai (soprattutto quando trasmette
        san remo, annozero,
        tg3...)non si capisce per quale ragione annozero e tg3 inquinerebbero meno di qualsiasi altro programma di qualsiasi altro canale.(se non per pura propaganda elettorale mascherata da commento su PI...)
        • gg gg scrive:
          Re: Andiamo bene

          inquinerebbero meno(o più)
        • Overture scrive:
          Re: Andiamo bene
          forse una tv di stato seria non dovrebbe fare programmi che:A- sprecano i soldi del canone (chi ha detto san remo ? ma valgono anche l'isola dei famosi o affari tuoi)B- facciano programmi schierati politicamente (tg3 e annozero)con tutte le cose interessanti che ci sono da far vedere al mondo e da approfondire veramente, simile paccottiglia è realmente necessaria ?se un partito vuole farsi pubblicità, che si comperi lo spazio su una tv privata e lo inondi di tutte le boiate che in quel momento passano per la testa al leader di turno... prosperini e telepadania fanno scuola in tal senso, almeno non rubano (direttamente) i soldi allo stato per le loro beghe...
          • webwizard scrive:
            Re: Andiamo bene
            - Scritto da: Overture
            forse una tv di stato seria non dovrebbe fare
            programmi
            che:

            A- sprecano i soldi del canone (chi ha detto san
            remo ? ma valgono anche l'isola dei famosi o
            affari
            tuoi)Ma sai che stavolta ti dò ragione ?
            B- facciano programmi schierati politicamente
            (tg3 e annozero)Ti sei dimenticato TG1 e TG2....
            se un partito vuole farsi pubblicità, che si
            comperi lo spazio su una tv privata e lo inondi
            di tutte le boiate che in quel momento passano
            per la testa al leader di turno... prosperini e
            telepadania fanno scuola in tal senso, almeno non
            rubano (direttamente) i soldi allo stato per le
            loro beghe...Sbagliato. Primo, anche chi non ha soldi ha diritto di esprimersi, quindi bisogna trovare meccanismi che glielo consentano. Secondo, anche Radio Padania e Telepadania prendono finanziamenti dallo stato, in quanto emittenti di partito. Su Prosperini non commento: rischierei la denuncia...
        • modadellent o scrive:
          Re: Andiamo bene
          forse perché dovresti imparare a capire quando uno è un troll ed evitare di rispondergli.
      • acaaaaaaa scrive:
        Re: Andiamo bene
        - Scritto da: Overture
        non si capisce per quale ragione annozero e tg3
        inquinerebbero meno di qualsiasi altro programma di
        qualsiasi altro canale.
        (se non per pura propaganda elettorale mascherata da
        commento su PI...)HahahahahhhahahahGrande!!
      • webwizard scrive:
        Re: Andiamo bene
        - Scritto da: Overture
        Sarò ignorante in materia ma non era possibile
        mettere in piedi una rete di access point wi-fi
        ?
        Ad esempio in montagna, nel paesino e poi nella
        vallata una bella antenna collegata ad una
        dorsale in fibra ottica e tutti col loro bel
        ricevitore
        ?
        Se il problema è l'elettrosmog non credo ci sia
        ancora molto da rovinare dopo il passaggio delle
        UHF di mamma rai (soprattutto quando trasmette
        san remo, annozero,
        tg3...)Non è solo mamma RAI, ma tutta la banda UHF che è piena. Sono senz'altro d'accordo con te sull'impiego del WiFi, non fosse altro che, essendo la cella molto più piccola, è più facile "modellare" la copertura geografica, andando a coprire anche quelle zone d'ombra che una torre WiMax non riuscirebbe a servire, come già succede, ad esempio, per i cellulari.
    • fred scrive:
      Re: Andiamo bene
      Quello che dice e' crretto per il suo paese ovvero l'australia, mentre il territorio italiano per caratteristiche geografiche al contrario dovrebbe adattarsi bene alle richieste del wimax.
      • Overture scrive:
        Re: Andiamo bene
        A me sembra che l'Australia sia piatta e secca. Se vasta un po' di vento con sabbia annessa a ridurre la capacità del ripetitore sarei curioso di vedere cosa succede da noi con le montagne...
        • fred scrive:
          Re: Andiamo bene
          il problema e' esattamente quello che hai detto, ovvero che l'australia e' piatta ed enorme e quindi ci sono diverse difficolta' per mettere delle antenne molto distanti a vista fra di loro poiche' devono per forza vedersi.Al contrario nel territorio italiano abbondano le montagne e problemi similari a quelli australiani al massimo si possono localizzare intorno al centro della padana dove non c'e' nemmeno un colle o una zona rialzata.
Chiudi i commenti