COLT: Italia più forte nell'ICT

Una ricerca afferma che il 45 per cento dei lavoratori italiani dispone di un computer


Roma – Arrivano nuove conferme sull’aumento della diffusione del computer nelle aziende e soprattutto dell’accesso ad internet. Conferme contenute nell’ultima ricerca presentata da COLT, uno dei maggiori fornitori broadband paneuropei.

Stando allo studio, infatti, 45 lavoratori italiani su 100 utilizzano un personal computer, un dato che avvicina grandemente il nostro paese alla media europea, valutata nel 47 per cento. Di più, la maggioranza degli utenti di PC nelle aziende dispone anche di un accesso ad internet, accesso che è diffuso in nove imprese su dieci.

Anche nelle case aumenta la diffusione di internet. Secondo COLT, a giugno 2001 il 35 per cento delle abitazioni italiane disponeva di un accesso, contro la media europea del 38 per cento. L’anno precedente gli accessi erano valutati nel 20 per cento.

La ricerca COLT conferma anche le stime degli esperti sulla spesa ICT italiana che sta crescendo e avvicinandosi alla media europea. Nel 2001 si è attestata sul 5,3 per cento del PIL contro il 6 per cento della media continentale: un aumento di 1,5 punti nel corso dell’ultimo triennio. Dietro l’Italia, Irlanda (4,8 per cento) e Giappone (4,3 per cento), davanti Svezia (7,4 per cento), Olanda e Portogallo (6,6 per cento). Gli investimenti italiani nell’ICT sono però ancora indietro rispetto agli altri paesi europei: in Italia siamo al 2 per cento del PIL contro il 4 per cento della Gran Bretagna.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Che culo
    Una volta si diceva :La mamma degli imbecilli è sempre in cintaORA SI DICE : Sono nati sono a capo delle compagnie telefoniche Guido
  • Anonimo scrive:
    uauu 1 CD x 7 milioni ???
    Scaricarsi un CD da internet costerebbe3.600 Euro ovvero 7 milioni ...Eh Eh Eh Con questi prezzi addio pirateria...Comunque sono prezzi molto vantaggiosi rispettoagli SMS, penso che sarebbe carino fare unservizio di istant messaging specializzato x GPRS.un messaggio di 100 byte mandato in UDP costerebbesolo 1 lira ???Le tariffe ita-pack erano piu' alte, e si meravigliavano che non si diffondesse latelematica.CIAO
  • Anonimo scrive:
    ... boicottiamoli
    Se offrissero il servizio a costi popolari, ben presto la rete GSM, sulla quale si appoggia il GPRS che non ha ancora una sua infrastruttura dedicata, sarebbe satura creando non pochi problemi. Ma allora mi chiedo ... di chi è la colpa?Case produttrici di telefoni o compagnie telefoniche ... direi entrambi!!!Le prime hanno lanciato sul mercato apparecchi che il sistema infrastrutturale esistente non è in grado di sopportare, le compagnie telefoniche invece hanno pubblicizzato il nuovo servizio tanto che molti si sono illusi di poter navigare in internet almeno come con il modem di casa senza però dover avere una linea telefonica fissa.Care compagnie telefoniche ... ridimesionatevi e tornate a riflettere sul fatto che senza noi clienti sareste già in fallimento dato che siamo noi che spediamo SMS in continuazione e telefoniamo sempre troppo. Ora con il gprs forse state pensando che cadremo nuovamente nella vostra spirale consumistica ... è no cari miei, questa volta noi italiani siamo più furbi e alle tariffe da voi proposte questa volta non ci stiamo.
  • Anonimo scrive:
    Tariffe da sceicchi
    Anche con WIND non è possibile ipotizzare di utilizzare il GPRS in sostituzione di una normale connessione internet.Premesso che 0,6 eurocentesimi sono 0,006 EUR(pari a 11,62 vecchie lire) se volessimo utilizzare il GPRS come una normale connessione internet per scaricare 100MB in un mese ...WIND - 100MB (0,006 EUR/KB) 1.000 KB - 6,00 EUR101.400 KB - 608,40 EURsc. 25% - 121,68 EUR------------------------totale - 492,72 EUR pari a 954.039 LITE con gli altri operatori:OMNITEL - 100MB (0,03 EUR/KB)102.400 KB - 3.072,00 EUR------------------------totale - 3.072,00 EUR pari a 5.948.221 LITTELECOMPREPAGATO - 99MB (3MB * 33 ricariche) (6 EUR/ricarica). La CARTA GPRS WEB ON 3 però è acquistabile ogni 2 giorni.101.376 KB - 198,00 EUR------------------------totale - 198,00 EUR pari a 383.381 LITABBONAMENTO - 100MB (0,005 EUR/KB)canone mensile 15,00 EUR 10.240 KB 0,00 EUR 92.160 KB - 460,80 EUR------------------------totale - 475,80 EUR pari a 921.277 LITA questo punto cari operatori telefonici dovreste chiudete il servizio GPRS perchè non vale quello che voi volete far pagare o almeno ridimesionare le tariffe. Se devo attendere circa 40 ore per scaricare un pacchetto mensile di 100MB allora continuo con l'adsl che per circa 52 EUR mi offre la possibilità di scaricare 1.406MB nello stesso tempo. Purtroppo l'adsl non è "wireless" come il GPRS ma preferisco la scomodità di una sedia d'ufficio piuttosto che azzerare il conto in banca per aumentare il vostro."Grazie a tutti voi per offrire sempre servizi alla portata di tutti."
  • Anonimo scrive:
    Confronto tariffe Gprs
    Segnalo un bel confronto grafico tra le tariffe Gprs dei 4 gestori:http://www.pec-forum.com/wap/prezzi_gprs1.htmSaluti
  • Anonimo scrive:
    Wind: vento di stronzate.
    Cari capoccioni masterizzati WIND che decidete i prezzi: mi piacerebbe pagare 1000 ? per calcio in culo che vi do. Se attivaste un servizio del genere non solo avreste bilanci sempre in attivo, ma otterreste anche un non indifferente vantaggio supplementare. Difatti, arrivando nella ionosfera per effetto dei calci in culo che io e gli altri utenti vi daremmo, allarghereste considerevolmente il vostro orizzonte, che oggi non arriva più in la del vostro naso, essendo incollato alla nostra Madre Terra.Non prendete questa mail come un insulto personale. Penso lo stesso di tutte le compagnie telefoniche.
  • Anonimo scrive:
    Se lo tengono loro!
    Altre tariffe da furto. Hanno trovato il modo di uccidere una tecnologia se non dividono i prezzi per 5.
    • Anonimo scrive:
      Re: Se lo tengono loro!
      dividere le attuali cifre per 5 mi pare ancora caro 1,3 ? al megabyte e' comunque caro...forse dividendo per 10 qualcosina inizia a cambiare in termini reali in quanto 10 megabyte con 6? potrebbero essere alla portata di molte persone.Bada bene che all'inizio,prima della diffusione del GPRS si parlava di un costo al megabyte di 1000 lire.
      • Anonimo scrive:
        Re: Se lo tengono loro!
        Hai ragione, avevo fatto male i conti. Non capisco questa politica di voler uccidere una tecnologia sul nascere. Una strategia giusta secondo me è esattamente l'inverso, prezzi stracciati all'inizio per permettere la diffusione su larga scala, poi successivamente ritoccare un po' i prezzi verso l'alto.
  • Anonimo scrive:
    il costo di questa pagina
    senza contare le immagini è di 22.5 centesimi, cioè più di 400 lire, oppure 100 lire se gzippata. con tutto il rispetto per l'ottimo lavoro di punto informatico, mi sembra una cifra spropositata.
    • Anonimo scrive:
      Re: il costo di questa pagina
      davvero utilissimo: la decina di notizie che leggo giornalmente: 4000lirepoi i soliti 10-20 mail dell'ufficio con allegati Excell o WOrd, in media 200-300K:150 cent a mail = facciamo 2 Eurototale 4-5 euro al giorno senza praticamente fare nulla di particolarecredo che mi abbonerò subito- Scritto da: Marco
      senza contare le immagini è di 22.5
      centesimi, cioè più di 400 lire, oppure 100
      lire se gzippata. con tutto il rispetto per
      l'ottimo lavoro di punto informatico, mi
      sembra una cifra spropositata.
    • Anonimo scrive:
      Re: il costo di questa pagina
      - Scritto da: Marco
      senza contare le immagini è di 22.5
      centesimi, cioè più di 400 lire, oppure 100
      lire se gzippata.Attenti a fare i conti giusti....la pagina costa MOLTO di piu'!Non devi moltiplicare i byte del contenuto* il prezzo al byte.E gli header HTTP?E i byte in piu' del TCP/IP?E i byte ritrasmessi per errori?E i byte di risposta del tuo browserverso il server di PI?E i Byte di tutte le GET che fa' il tuo browserper pescare i vari contenuti...Il risultato e' cmq lo stesso, troppo caro :)
    • Anonimo scrive:
      Re: il costo di questa pagina
      Il GPRS e' carissimo(e inutilizzabile a causa dei costi) e gia' lo si sa da tempo ed esattamente quando TIM ha svelato le proprie tariffe,ma nel settore trasmissione dati c'e' una cosa ancora piu' incredibile e cioe' i costi dei collegamenti WAP.Non capisco il motivo per cui i gestori non abbassino drasticamente tali tariffe se,come sappiamo tutti,il GPRS e' un servizio concorrente al WAP ma di valore aggiunto.Proporrei una tariffa WAP a 18 ?cent/minuto per rivitalizzare la connessione GSM in attesa di una diminuzione delle tariffe GPRS.
      • Anonimo scrive:
        Re: il costo di questa pagina
        - Scritto da: Alex
        Non capisco il motivo per cui i gestori non
        abbassino drasticamente tali tariffe se,come
        sappiamo tutti,il GPRS e' un servizio
        concorrente al WAP ma di valore aggiunto.Il GPRS non e' un servizio concorrente al wap, anzi non e' per nulla un servizio.Il GPRS e' un trasporto puro e semplice, sul quale potrai fare andare il wap o collegarti ad internet tramite un portatilepalmare.(se vorrai); in fondo le stesse cose che facevi con un telefono GSM. Cambiano solo la velocita' (e non e' detto in assoluto) e il fatto che la trasmissione e' a pacchetto invece che a circuito.Nulla da aggiungere sulle politiche dei prezzi, palesemente sbagliate.Saluti
        • Anonimo scrive:
          Re: il costo di questa pagina
          Ciao IVAN.Si hai ragione ho sbagliato naturalmente il WAP e' un'altra cosa,intendevo paragonare i 2 collegamenti GSM e GPRS.
Chiudi i commenti