Come entrare (e rimanere) al Googleplex

Lauree e skill a profusione contano fino a un certo punto. Per farsi adottare da Google non bastano gli occhi dolci

Roma – Il libro The No Asshole Rule del dottor Robert I. Sutton , conosciuto in Italia come “Il metodo Antistronzi”, sostiene che una delle migliori tecniche sulla piazza per la selezione del personale è quella di Google. Laggiù in California non contano i diplomi e i certificati (o almeno non solo), conta piuttosto l’atteggiamento: al colloquio e in ufficio.

Relax al Googleplex Nel tentativo di “creare un ambiente di lavoro più civile e produttivo”, come recita nel titolo il libro di Sutton, BigG adotta una strategia di colloquio piuttosto originale: la selezione preliminare avviene senz’altro in base alle competenze richieste per il lavoro, ma del candidato viene giudicata anche l’inclinazione caratteriale e la capacità di aderire al celebre motto aziendale “don’t be evil”.

Una volta superata la prima fase di scrematura, l’aspirante impiegato inizia a sostenere un certo numero di colloqui, molto spesso con potenziali colleghi che hanno poco o nulla a che fare con il settore di cui dovrebbe occuparsi . Un mezzo questo, pensato per garantire un giudizio imparziale: il candidato non verrà giudicato per le sue capacità tecniche, correndo il rischio che un concorrente pericoloso venga scartato per paura di venire scavalcati, bensì per le sue doti sociali.

Se il colloquio va a buon fine, se si risulta simpatici e preparati, allora ci sono buone possibilità di venire assunti. Ma le verifiche non finiscono qui: se è normale nella vita di ogni azienda passare verifiche periodiche da parte del proprio capo, quelli di BigG tengono conto anche dell’opinione dei colleghi dell’interessato.

Quel fastidioso vizio di mettersi le dita nel naso, l’abitudine di interrompere gli altri per tentare di imporre il proprio punto di vista, un senso dell’umorismo pressoché incomprensibile . Sono tutti fattori che possono causare “recensioni” negative nella propria scheda, e col tempo possono finire per costare il posto.

Come precisa Google Blogoscoped , non si tratta di procedure adottate soltanto da BigG. E, certo, non sono perfette: un individuo molto dotato ma di indole solitaria rischia parecchio in un contesto del genere. Tuttavia, secondo gli studi del dottor Sutton il prezzo per tenere una “testa calda” in ufficio sono molto superiori a quanto si potrebbe immaginare. Si vede che al Googleplex si sono fatti due conti e hanno preferito perdere qualche genio incompreso, ma guadagnarci in serenità sul posto di lavoro .

Luca Annunziata

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Filippo Masia scrive:
    sorveglianza
    Le persone oneste non avranno nulla da temere, dice l'esimio Thomas E. Bush III, il problema vero è se sono oneste le persone che avranno a disposizione questi dati. E' questo che mette veramente i brividi.
  • Cossetta Roberto scrive:
    E' inutile, la gente non vi crede
    Io ammiro ciò che fate, ma le persone sono troppo ignoranti, non leggono, non sanno l'inglese, non sanno di cosa state parlando e non vogliono saperne di cattive notizie, non vogliono saperne di essere stati fregati un'altra volta.Ho lavorato per anni presso una multinazionale di investimenti che al mio licenziamento mi ha fatto firmare 7 anni di silenzio. Io sapevo dal 1999 dei mutui che avrebbero schiavizzato chi li richiedeva e delle manovre per quotare in borsa "le previsioni di crescita di un bene" vedi caso enron, dove le borse usa permisero di quotare "le previsioni della crescita ddei prezzi dell'elettricità": ossi quotarono in borsa qualcosa che non esiste. Da 5 anni dico ai miei amici e conoscenti di non indebitarsi, perchè li mangeranno vivi.Risultato: io porto sfiga. Chi non legge, chi non si informa, chi vede solo i guadagno, verrà fregato senza speranza e perderà tutto.Ci sono persone che stanno perdendo la casa e fanno due lavori e non vedono i loro figli che dicono che io ho portato loro sfiga: nessuno dice che li avevo avvertiti di non comprarsi il suv col finanziamento, di fare la vacanza in Egitto col finanziamento(sfruttando manodopera palestinese che per quel lavoro in alberghi, per gli italiani low cost, non vede i famigliari per almeno 1 mese: questa è schiavitù perché un italiano dopo possa vantarsi di aver fatto 8 giorni in Egitto spendendo meno che in Italia), di comprare casa a debito per 30 anni.Io porto sfiga, capite?Non ho più amici, perchè se dici la verità ti sputano in faccia.Grazie per il tempo dedicato a leggere questo scritto.Buona fortuna.Con la guerra in Iran il petrolio aumenterà del 400%, i prodotti, che sono trasportati su gommati a gasolio, aumenteranno di conseguenza. I cereali e la pasta e il pane sono aumentati del 150%, ANCHE IL RISO E IL GRANO STANNO AUMENTANDO.Presto non avrete i soldi per le vacanze, vi indebiterete di nuovo, indebiterete i vostri figli, perché ciò che le multinazionali vogliono, è indebitarvi in eterno.
  • Ahinoi scrive:
    Sta per accadere anche in Europa
    Ricordate la notizia di ieri su PI: Biometria, Bruxelles sgancia la bomba sull'Europahttp://punto-informatico.it/p.aspx?i=2188060
  • TUBU scrive:
    Re: W gli USA...se non ci fossero loro...
    Sempre meglio ke vivere in Iran o nel Katanga, dove ti tagliano le pendulità per molto meno...
Chiudi i commenti