Con l'HDTV meno fili e telecomandi

A prometterlo è un'alleanza di aziende appena costituitasi per creare una piattaforma HDTV standard che permetterà di interconnettere e controllare televisore, decoder, VCR e altre appliance con un solo cavo e un solo telecomando


New York (USA) – Il video digitale ad alta definizione (HD), che nel mondo televisivo assume il nome di HDTV , è la killer application con cui l’industria conta di spingere la diffusione dei futuri media ottici a laser blu (HD DVD e Blu-ray), dei televisori con display al plasma o LCD, e delle set-top box di nuova generazione. Per accelerare tale migrazione, alcuni importanti colossi del settore mediatico ed elettronico hanno unito le forze per sviluppare degli standard che semplifichino l’uso l’interconnessione dei dispositivi HDTV .

Chiamato High Definition Audio-Video Network Alliance (HANA), il gruppo vede tra i suoi membri fondatori JVC, Mitsubishi Digital Electronics America, Samsung, Sun, NBC Universal e Charter Communications. Collaborano all’iniziativa anche i due celebri chipmaker ARM e Freescale Semiconductor, le cui tecnologie si trovano all’interno di una larga fetta di appliance consumer.

Fra le priorità di HANA c’è la stesura di linee guida che permettano la connessione fra loro di più apparecchi HDTV – televisori, videoregistratori digitali, decoder, dispositivi di storage ecc. – per mezzo di un singolo cavo FireWire (IEEE 1394). Una soluzione che promette almeno due grandi vantaggi: l’ eliminazione del groviglio di fili e cavi oggi necessario per connettere l’attuale generazione di appliance digitali domestiche, e la possibilità di comandare tutti i dispositivi con un solo telecomando e da una sola interfaccia .

L’interfaccia FireWire permetterà di collegare e scollegare gli apparecchi senza la necessità di spegnerli e garantirà una sufficiente ampiezza di banda per trasferire più flussi audio/video su di un solo cavo : ciò aprirà la strada alla possibilità, per l’utente, di visualizzare, registrare e mettere in pausa almeno cinque programmi HDTV contemporaneamente e controllare tutte le appliance utilizzando un televisore, un PC o un media center.

Tra gli altri obiettivi di HANA c’è quello di integrare nella propria piattaforma digitale una tecnologia di DRM (Digital Rights Management) che protegga i contenuti dalle copie non autorizzate, lasciando all’utente la libertà di condividere i video all’interno della rete domestica.

HANA afferma di voler creare linee guida basate su standard e tecnologie preesistenti: oltre a FireWire, il gruppo di colossi sta guardando con interesse anche alla specifica Ultra WideBand , che potrebbe essere utilizzata per trasmettere i video in streaming in qualsiasi punto della casa.

L’alleanza, che intende aggiungere alla propria piattaforma anche tecnologie di compressione video, specifiche per i contenuti interattivi, meccanismi di sicurezza e interfacce grafiche utente, conta di pubblicare le proprie linee guida all’ inizio del 2007 : tra i primi dispositivi che potrebbero implementarle vi sono televisori HDTV, VCR digitali, appliance per le reti domestiche, device di archiviazione, personal video recorder e media center. Più avanti HANA prevede che le proprie specifiche vengano supportate anche da player DVD, console da gioco e altre tipologie di set-top box.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Ekleptical scrive:
    Senza senso...
    "La questione è tutt'altro che peregrina: si parla della possibilità per i documenti, in particolare quelli di interesse pubblico, di essere letti ed aperti con qualsiasi software, in qualsiasi momento e indipendentemente dal software utilizzato per produrli."Ora, mi fate capire in cosa l'ODF soddisfi questi requisiti? Si può leggere solo con un software: Open Office!!!!E allora che senso ha imporlo? Perchè Microsoft sta sulle balle?Si vuole obbligare tutti gli abitanti del Massachussetes ad installare Open Office? Nemmeno sotto Stalin! A quel punto Microsoft diventa, paradossalmente, paladina di libertà!La più saggia contromossa di Bill Gates è dietro l'angolo: snobbare l'ODF e tirare fuori una nuova versione di Office con caratteristiche innovative.Risultato:a) ODF non serve a un tubo, perchè l'amministrazione si troverà con un formato che non può leggere nessuno, se non quella nicchia con OOb) ODF diventa immediatamente vecchio ed obsoleto.c) il Massachussets ci fa una figura da pirla e torna sui suoi passi...Non si può imporre uno standard CONTRO il mercato e la realtà esistente! E' una cosa senza senso, mai vista, da fanatici utopisti!Peraltro aggiugnerei che la premessa può fregare al massimo al Pubblico . Ad un'azienda non frega proprio niente che il proprio documento possa essere letto ovunque e da chiunque! ANZI! Se potesse essere letto solo nella propria azienda sarebbe meglio!Ed è il motivo per cui uno standard su un documento Office non ha semplicemente senso ed è destianto al fallimento! Vengono meno le basi del ragionamento!
    • francescor82 scrive:
      Re: Senza senso...

      Ora, mi fate capire in cosa l'ODF soddisfi questi
      requisiti? Si può leggere solo con un software:
      Open Office!!!!Bugiardo: http://opendocumentfellowship.org/Applications/HomePage(Sì, sarà ancora incompleto, ma almeno qualcuno ci lavora).E ritengo inutile commentare il resto del post, viste le premesse.Complimenti.
    • Anonimo scrive:
      Re: Senza senso...
      - Scritto da: Ekleptical
      "La questione è tutt'altro che peregrina: si
      parla della possibilità per i documenti, in
      particolare quelli di interesse pubblico, di
      essere letti ed aperti con qualsiasi software, in
      qualsiasi momento e indipendentemente dal
      software utilizzato per produrli."

      Ora, mi fate capire in cosa l'ODF soddisfi questi
      requisiti? Si può leggere solo con un software:
      Open Office!!!!
      E allora che senso ha imporlo? Perchè Microsoft
      sta sulle balle?

      Si vuole obbligare tutti gli abitanti del
      Massachussetes ad installare Open Office? Nemmeno
      sotto Stalin! A quel punto Microsoft diventa,
      paradossalmente, paladina di libertà!

      La più saggia contromossa di Bill Gates è dietro
      l'angolo: snobbare l'ODF e tirare fuori una nuova
      versione di Office con caratteristiche
      innovative.

      Risultato:
      a) ODF non serve a un tubo, perchè
      l'amministrazione si troverà con un formato che
      non può leggere nessuno, se non quella nicchia
      con OO
      b) ODF diventa immediatamente vecchio ed obsoleto.
      c) il Massachussets ci fa una figura da pirla e
      torna sui suoi passi...

      Non si può imporre uno standard CONTRO il mercato
      e la realtà esistente! E' una cosa senza senso,
      mai vista, da fanatici utopisti!

      Peraltro aggiugnerei che la premessa può fregare
      al massimo al Pubblico . Ad un'azienda non frega
      proprio niente che il proprio documento possa
      essere letto ovunque e da chiunque! ANZI! Se
      potesse essere letto solo nella propria azienda
      sarebbe meglio!

      Ed è il motivo per cui uno standard su un
      documento Office non ha semplicemente senso ed è
      destianto al fallimento! Vengono meno le basi del
      ragionamento!Senza senso sono tutte le scemate che spari in perfetto stile troll.
    • Anonimo scrive:
      Re: Senza senso...
      Complimenti, mai letto tante c4zz4t3 tutte insieme.P.S. : ma il titolo del thread è riferito al tuo post? :)
    • Anonimo scrive:
      Re: Senza senso...
      Tanto per cominciare ti sfugge il concetto di strandard aperto e consorzio e per un ing. è una cosa abbastanza strana.In secondo luogo dimostri di conoscere poco i software che non siano targati MS dal momento che i formati oasis sono largamente utilizzati. Giusto per ricordartelo MS fa parte del consorzio OASIS ma ha "stranamente" deciso di continuare per la sua strada utililizzando un formato royalty free ma comunque saldamente sotto il suo controllo.....Per chi volesse saperne di più:http://www.oasis-open.org/home/index.phphttp://en.wikipedia.org/wiki/OpenDocument
    • Anonimo scrive:
      Re: Senza senso...
      - Scritto da: Ekleptical
      "La questione è tutt'altro che peregrina: si
      parla della possibilità per i documenti, in
      particolare quelli di interesse pubblico, di
      essere letti ed aperti con qualsiasi software, in
      qualsiasi momento e indipendentemente dal
      software utilizzato per produrli."

      Ora, mi fate capire in cosa l'ODF soddisfi questi
      requisiti? Si può leggere solo con un software:
      Open Office!!!!...e qualunque altro che implementi le sue specifiche LIBERE
      E allora che senso ha imporlo?perchè le specifiche sono LIBERE
      Perchè Microsoft
      sta sulle balle?.. perché non hamai dato affidamento nel liberare l'utenza... perchè è un monopolio preso con le mani nel sacco

      Si vuole obbligare tutti gli abitanti del
      Massachussetes ad installare Open Office? ...che costa zero dollariinvece il prodottino di MS non costa 0 dollarila costrizione ci sarebbe se fossero obbligati a usare ms office
      A quel punto Microsoft diventa,
      paradossalmente, paladina di libertà!la libertà di versare soldi a MS ?Hai una strana definizione di "Liberta"
      La più saggia contromossa di Bill Gates è dietro
      l'angolo: snobbare l'ODF e tirare fuori una nuova
      versione di Office con caratteristiche
      innovative.non tutti devono svoltare l'angolo in cui c'è Bill
      Risultato:
      a) ODF non serve a un tubo, perchè
      l'amministrazione si troverà con un formato che
      non può leggere nessuno, se non quella nicchia
      con OO...o la nicchia diventa un pianeta
      b) ODF diventa immediatamente vecchio ed obsoleto....secondo i parametri dei galoppini MS
      c) il Massachussets ci fa una figura da pirla e
      torna sui suoi passi...... oppure Boston dimostra che è quella che è sempre stata: la terra della libertà dai tiranni (nel 1770 si ribellò per prima al Re d' Inghilterra)
      Non si può imporre uno standard CONTRO il mercatoinvece sì, se quel mercato è drogato da un monopolioQuesto va fatto proprio per liberare dal lock gli utenti
      e la realtà esistente! è nefandezza!
      E' una cosa senza senso,solo per chi ha a cuore gli interessi di MS
      mai vista, da fanatici utopisti!l'aspirazione alla libertà della dichiarazione d'indipendenza venne bollata proprio così.Oggicome allora: viva l'Indipendenza
      Peraltro aggiugnerei che la premessa può fregare
      al massimo al Pubblico
      . Ad un'azienda non frega
      proprio niente che il proprio documento possa
      essere letto ovunque e da chiunque! ANZI! Se
      potesse essere letto solo nella propria azienda
      sarebbe meglio!non conosci le necessitò e le pratiche aziendali, in cui la documentazione va MANTENUTA e garantita nel tempo, perchè è iol VALORE dell'aziendaLasciare in mano le chiavi del proprio valore a un unico fornitore (MS) è quantomeno imprudente
      Vengono meno le basi del
      ragionamento!è tutto il contrario
    • Ekleptical scrive:
      Re: Senza senso...

      La mossa più 'bella' sarebbe vedere Microsoft
      utilizzare OpenDocument. Sarebbe una
      dimostrazione di maturità.La mossa economicamente più saggia di Microsoft (che è un'azienda e quindi pensa, correttamente, prima di tutto al profitto) è snobbare ODF e farlo fallire.Ed è quello che Gates farà con tutta probabilità. Poi continuate a vivere nel mondo dei sogni degli idealisti informatici (figura strana di tecnici che si sentono salvatori del mondo, con la loro nicchia tecnica che nulla di salvifico ha.. MAH!)
  • TrollSpammer scrive:
    Open XML e Open Document già vecchi?
    A sostenerlo i big del software, in quanto nella prossima release di OOo e MSoffice i documenti saranno salvati direttamente nella ram anziché in lenti file ;) Fonte:Apple, IBM e Microsoft
  • Anonimo scrive:
    sono corrotti.
    Queste sono parole sensate e dette a favore di tutti, anche degli stupidi: Queste sono richieste stupide, insensate, lobbistiche ( cioe' mafiose, per noi italiani che abbiamo familiriata' con queste cose ), dette a sfavore anche degli stessi che le richiedono e della loro discendenza: Questo e' un esempio di come un'azienda possa comportarsi in maniera criminale con il consenso sociale di una societa' incivile: Ma ci vuole tanto a capirlo? Ci vuole tanto a dire al ricco corruttore di turno che puo' fare cio' che vuole ma non deve ledere gli interessi della comunita' umana? C'e' una sola cosa da fare, cioe' quella piu' giusta, ancor prima di quella piu' intelligente.Ma questi, in america, stanno ancora al tempo della sicilia milanese italiana?
    • Anonimo scrive:
      Re: sono corrotti.
      un dito medio alla SUN non glielo leva nessuno con ste cazzate che manda a dire dai suoi scagnozzi
      • Anonimo scrive:
        Re: sono corrotti.
        - Scritto da: Anonimo
        un dito medio alla SUN non glielo leva nessuno
        con ste cazzate che manda a dire dai suoi
        scagnozzi(troll4)
Chiudi i commenti