Condannato per il cracking di un telefonino

Era quello della celebre Paris Hilton: per la sua bravata il teenager colpevole dell'azione è stato condannato a 11 mesi di carcere e 2 anni di libertà vigilata. Per la Hilton nuova pubblicità


Boston (USA) – Paris Hilton , la nota “prezzomolina” erede della dinastia alberghiera Hilton , avrà finalmente giustizia. Il giovanissimo cracker di soli 17 anni che aveva sottratto dal suo smartphone la rubrica e le fotografie digitali, archiviate in memoria, è stato condannato dalla Corte del Massachusetts a 11 mesi di detenzione, da scontare in un centro minorile, e a 2 anni di libertà vigilata. Inoltre, per l’intero periodo gli sarà vietato ogni tipo di contatto con PC, cellulari e qualsiasi tipo di dispositivo che permetta l’accesso Web.

Insomma, il teenager del Massachusetts pagherà duramente la sua bravata, che aveva messo in difficoltà anche l’operatore telefonico coinvolto. Già, perché non si è trattato del furto di un cellulare, ma di un vero e proprio cracking dei server della divisione statunitense di T-Mobile . Individuato l’account più interessante, il giovane era riuscito ad impossessarsi di tutti i numeri telefonici, le e-mail e le fotografie scattate con la camera digitale della star. Alla messa online di tutto il materiale era scoppiato un caso che il magazine scandalistico online Drudge Report aveva fatto balzare agli onori della cronaca.

Nella rubrica erano presenti i numeri dello star-system statunitense: Eminem, Vin Diesel, Lindsay Lohan, Christina Aguilera, Ashlee Simpson, Anna Kournikova etc. Insomma tutti gli amici della Hilton. Uno scandalo che non aveva fatto altro che innalzare ulteriormente la visibilità di uno dei personaggi più chiacchierati del momento, grazie soprattutto al “suo” reality The Simple Life prodotto da Fox e alla diffusione online del suo video amatoriale a luce rossa.

Il giovane cracker del Massachusetts, che già si era fatto beccare nel marzo 2004 quando con un mail bombing aveva bloccato – e fatto chiudere per qualche giorno – una scuola della Florida e del Massachusetts, era già noto per aver agito con gli stessi metodi nei confronti di vari provider Web e di telefonia, con una valutazione dei danni prossima al milione di dollari.

Ma il capitolo, forse, non è ancora chiuso perché il giovane, secondo l’accusa, farebbe parte di una fantomatica accolita di cracker denominata Defonic Team Screen Name Club . Sarebbe composta da otto o dieci elementi.

Dario d’Elia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Sparrow scrive:
    e i costi di Telecozz ?
    Spett.le In-Stat,ci farebbe un bel favore ?Una bella ricerca per stabilire i veri Costi di mantenimento della RETE Telecozz ...... sa, sono anni e anni che nessuno riesce ad averli, perciò la povera Authority NON ha modo di ORIENTARE LE TARIFFE AI COSTI EFFETTIVI e quindi deve arrampicarsi sugli specchi per calmierare le tariffe b2b e i costi imposti agli OLO, con gravi ripercussioni sugli utenti finali.Grazie,
    • Mechano scrive:
      Re: e i costi di Telecozz ?
      - Scritto da: Sparrow
      Spett.le In-Stat,
      ci farebbe un bel favore ?
      Una bella ricerca per stabilire i veri Costi di
      mantenimento della RETE Telecozz ...Tempo fa ci fu un articolo, forse proprio qui su P.I. che afferma che un SMS non supera 1 centesimo di euro di costo per le aziende TLC, e lo fanno pagare 15 volte tanto...__Mr. Mechano
  • Anonimo scrive:
    fibra di vetro
    ehhhhhhhhh??????ma fibra de che?? :-D
  • Anonimo scrive:
    costa molto meno!!!
    20 dollari costa produrre un pentium di fascia bassa, poi altri 20 sono di ricarico sviluppo e marcheting il resto va per la distribuzione e l'utile che deve fare giustamente l'intel.Quando la big IBM darà al mondo una nuova architettura di pc sviluppata attorno al suo portentoso CELL, Intel ed Amd avranno vita difficile. Non dimentichiamoci che l'architettura dei pc deriva dal PC IBM del 1980.Altrimenti perchè si sarebbe venduta tutta la divisione PC ai cinesi?? Ma veramente credete che IBM non pensa più di sviluppare e vendere PC?? Partirà dai server implementando architetture con multi cell e fra uno due anni presenterà il suo nuo pc facendo cader in disgrazia INTEL, AMD, LENOVO, DELL ed anche HP.Ricordatevi che l'informatica l'ha creata IBM ai primi del novecento tutto il resto sono chiacchiere!!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: costa molto meno!!!
      speriamo, avere nuovi computer con architetture moderne sarà una gran bella cosa
    • Luca69 scrive:
      Re: costa molto meno!!!
      Infatti per lo stesso motivo IBM lasciato perdere progetti da cui é nata Microsoft e SAS (giusto per citarne due).Ho profondi dubbi sulla lungimiranza in casa IBM :s
    • Anonimo scrive:
      Re: costa molto meno!!!

      Non dimentichiamoci che l'architettura
      dei pc deriva dal PC IBM del 1980.Derivano tutte dalla macchina di Babbage, metà del 19mo secolo!
      Ricordatevi che l'informatica l'ha creata IBM ai
      primi del novecento tutto il resto sono
      chiacchiere!!!!Chiacchiere! Babbage è il padre, IBM è er pappone!
    • Anonimo scrive:
      Re: costa molto meno!!!
      ma i nuovi processori IBM avranno dentro il trusted computing ?ma a parte amd intel e ibm ee Via che altri produttori di microprocessori per computer ci sono?sapevo che Torvalds lavarova alla Tansmeta ma qua in italia di pc con sto microprocessore nonne ho visto neanche uno !
      • Anonimo scrive:
        Re: costa molto meno!!!
        - Scritto da: Anonimo
        sapevo che Torvalds lavarova alla Tansmeta ma qua
        in italia di pc con sto microprocessore nonne ho
        visto neanche uno !io si... Sony vaio piccolissimo ...solo che con l'arrivo del centrino il transmeta e' morto
        • Anonimo scrive:
          Re: costa molto meno!!!
          Transmeta non è morta, attualmente produce due linee di processori Crusoe ed Efficeon, inoltre vende la tecnologia LongRun (attualmente alla versione 2) che permette di ridurre i consumi dei processori, variando continuamente il voltaggio e la frequenza del clock dei processori (tra le società che hanno comprato la licenza figura anche Sony...). Ci sono diverse case che commercializzano macchine basate sui processori Crusoe ed Efficeon (notebook, tablet-pc, thin server, embedded devices, ecc). Quasi la totalità dei prodotti è disponibile soltanto per i mercati asiatici ed americano. L'unico notebook con il processore Transmeta Crusoe attualmente disponibile in italia (almeno credo) è il Flybook (www.flybook.biz se interessa a qualcuno), un giocattolino niente male che promette la totale connettività (puoi anche telefonarci volendo)
    • Anonimo scrive:
      Re: costa molto meno!!!

      Quando la big IBM darà al mondo una nuova
      architettura di pc sviluppata attorno al suo
      portentoso CELL, Intel ed Amd avranno vita
      difficile. Non dimentichiamoci che l'architettura
      dei pc deriva dal PC IBM del 1980.AHAHAHAHAH! Il CELL!!!Portentoso sì, sulla carta, perchè i giornalisti in genere credono a tutto ciò che gli viene detto.Perchè Apple, pur sapendo delle evoluzioni in casa IBM, adesso va a comprare i processori da Intel?1) Il cell, come i vari processori ibm precedenti, non ha la stessa architettura. Non potrai scegliere fra Pentium 4, Athlon 64 o Cell, semplicemente perchè su Cell windows non ci girerà mai. Magari puoi farci girare linux, se sei un bravo programmatore e hai voglia di farti un mazzo tanto nel porting.2) L'hanno descritto come portentoso, ma se poi vai a vedere, è portentoso solo in alcuni tipi di applicazioni. Se io voglio un processore potente per un server, che caxxo me ne frega se quello ha enormi capacità nel calcolo vettoriale? Per dirla in modo stupido: a nessuno è mai balzato in mente di utilizzare la gpu della scheda video per far girare un pc, nonostante sia portentosa sulla grafica 3d. Certo, qui si parla di un processore, ma è pur sempre un processore dedicato solo ad alcune applicazioni.3) I consumi? Come siamo messi con i consumi? Ci vorrà un reattore nucleare per farlo funzionare o mi basterà staccare il forno, il frigorifero e tutte le luci di casa perchè non salti il contatore?
      • Anonimo scrive:
        Re: costa molto meno!!!
        Apple non cesserà di usare i processori Ibm ancora per un bel po' di tempo. 1) Il Cell è basato sull'architettura Power, indi ragion per cui il set di istruzioni è su per giu lo stesso degli attuali G5; inoltre girano voci più o meno fondate che la playstation 3 (basata su cell) supporterà MacOS X Tiger e Linux (per PowerPC ovviamente). Quindi non è vero che serve un lavoro titanico di porting. E' vero, cmq, che Windows non ci girerà in quanto profondamente legato all'architettura x86 si dalla nascita.2) Il processore Cell è stato progettato per le applicazioni multimediali, ma nessuno vieta di adattarlo anche per le applicazioni server, dietro qualche piccola modifica (ammesso che serva). E' vero che le GPU sono unità altamente specializzate nel calcolo floating point, ma c'è chi le utilizza come coprocessore general purpose (http://www.gpgpu.org/)3) Credo che la Playstation3 che probabilmente acquisterai avrà una normale spina che potrai attaccare alla normale presa di corrente domestica, senza bisogno di un traliccio dell'alta tensione.
      • Anonimo scrive:
        Re: costa molto meno!!!
        1) Il cell, come i vari processori ibm
        precedenti, non ha la stessa architettura. Non
        potrai scegliere fra Pentium 4, Athlon 64 o Cell,
        semplicemente perchè su Cell windows non ci
        girerà mai. Magari puoi farci girare linux, se
        sei un bravo programmatore e hai voglia di farti
        un mazzo tanto nel porting.Mi pare proprio che Linux per Cell esista già, quindi basta caricare Bochs e hai il tuo Windows (che gira cira 15 volte + veloce anche se emulato). :D
        • Anonimo scrive:
          Re: costa molto meno!!!

          Mi pare proprio che Linux per Cell esista già,
          quindi basta caricare Bochs e hai il tuo Windows
          (che gira cira 15 volte + veloce anche se
          emulato).
          :D15 volte? Hai provato?
      • Anonimo scrive:
        Re: costa molto meno!!!

        Perchè Apple, pur sapendo delle evoluzioni in
        casa IBM, adesso va a comprare i processori da
        Intel?Facile: Essendo la Apple il maggior venditore di musica digitale al giorno, ha delle pressioni disumane dalla parte delle major per integrare una piattaforma DRM nei propri computer. Guarda caso Intel è la la prima produtrice di processori a sfornare cpu con DRM integrato (vedi da serie D).E' ovvio che la scelta del passaggio ad intel è data da più fattori, jobs ne ha snocciolati una sfilza infinita nel keynote dell'annuncio, ma ha dimenticato di citare forse il motivo più inportante, la blindatura a livello hardware con l'accoppiata pentium-D (o qualcosa di ancora peggio) e Leopard.Se leggi sul vocabolario dei sinonimi trovi la voce palladiumUmberto
    • Anonimo scrive:
      Re: costa molto meno!!!

      20 dollari costa produrre un pentium di fascia
      bassa, poi altri 20 sono di ricarico sviluppo e
      marcheting il resto va per la distribuzione e
      l'utile che deve fare giustamente l'intel.Intel paga profumatamente ogni pagina di giornale, ogni spot radiofonico e televisivo con il loro marchietto o la musichetta Intel. Esistono pubblicità fittizie o quantomeno inutili per recuperare i fondi marketing messi a disposizione da Intel.Tutti soldi che poi vengono recuperati con il prezzo spropositatamente gonfiato dei processori.
    • zerbit scrive:
      Re: costa molto meno!!!
      - Scritto da: Anonimo
      Ricordatevi che l'informatica l'ha creata IBM ai
      primi del novecento tutto il resto sono
      chiacchiere!!!!E infatti è proprio per questo che si studia l'IBM nei corsi di economia.. per far vedere che anche una società dominate può perdere IN TOTO il mercato facendo delle scelte sbagliate. IBM non credeva nel PC e ha lasciato a MS tutto il profitto... un tempo di parlava di IBM compatibile... oggi si parla di Windows compatibile.. IBM ha dimostrato di essere la società che in assoluto abbia preso la più grande incu1ata che si sia mai potuta immaginare! :PNon credo che IBM rientrerà mai sul mercato dei PC, ci ha provato varie volte con fiaschi notevoli, ha perfino abbandonato la produzione di HDD, ma staremo a vedere, un po di concorrenza non fa male di certo! :)ciao
      • Anonimo scrive:
        Re: costa molto meno!!!

        E infatti è proprio per questo che si studia
        l'IBM nei corsi di economia.. per far vedere che
        anche una società dominate può perdere IN TOTO il
        mercato facendo delle scelte sbagliate. la questione in realtà è illustrata molto bene nel film "i pirati della silicon valley":wozniak è obbligato a sottoporre all'attenzione della hp le sue invenzioni. gli porta il prototipo del suo primo computer, ed un manager, quasi ridendogli in faccia, gli chiede "steve, che dovrebbe farsene la gente comune di un computer?"stessa cosa quando gates si reca nella sede della ibm: loro erano (e sono) convinti che gli utili vengano dalla vendita dell'hardware , non dal software.ragionamento che nell'ambito in cui ibm lavorava (mainframe) non faceva un grinza.non è ibm ad aver sbagliato(i presupposti su cui si basava erano giusti, prima della comparsa del pc l'informatica era una cosa da aziende, non domestica) è stato gates ad avere in mente una rivoluzione epocale prima di tutti, prima anche di jobs.
        IBM non credeva nel PC e ha lasciato a MS tutto
        il profitto... un tempo di parlava di IBM
        compatibile... oggi si parla di Windows
        compatibile.. IBM ha dimostrato di essere la
        società che in assoluto abbia preso la più grande
        incu1ata che si sia mai potuta immaginare! :Pnon è la sola figura da fessi che hanno collezionato.un bel giorno la xerox sviluppa il sistema per fare le fotocopie. va da ibm, leader delle macchine da ufficio, per farsi finanziare lo sviluppo e produrre congiuntamente le macchine fotocopiatrici. la ibm commissiona una ricerca di mercato, i cui risultati letti oggi fanno piangere:all'epoca negli uffici si usavano le macchine da scrivere meccaniche. per copiare un documento, si batteva il suddetto documento su due fogli insieme, vi si infilava un foglio di carta carbone. metodo molto economico ( con un foglio di carta carbone, che non costa nulla, si fanno molte copie)e semplice.ora : siccome questo sistema era alla portata di tutti, dato che tutti in ufficio avevano una macchina da scrivere, la loro ricerca di mercato sentenziò che non c'era mercato per le macchina fotocopiatrici....
        Non credo che IBM rientrerà mai sul mercato dei
        PC, ci ha provato varie volte con fiaschi
        notevoli, ha perfino abbandonato la produzione di
        HDD, ma staremo a vedere, un po di concorrenza
        non fa male di certo! :)la questione è che i pc come li conosciamo spariranno, ci saranno delle workstation a metà tra consolle, media center e telefono. ed i processori g5 e cell saranno focali!
    • Anonimo scrive:
      Re: costa molto meno!!!
      il problema è che non è che costa meno...è che manco li vale acnhe a meno. :p
  • Anonimo scrive:
    40 $solo per il die
    In altri articoli ho letto che i 40$ sono riferiti al solo die non al chip completo il package fa lievitare in modo sostanziale la cifra anche per fia dei materiali pregiati utilizzati per realizzare le interconnessioni
    • Anonimo scrive:
      Re: 40 $solo per il die
      - Scritto da: Anonimo
      In altri articoli ho letto che i 40$ sono
      riferiti al solo die non al chip completo il
      package fa lievitare in modo sostanziale la cifra
      anche per fia dei materiali pregiati utilizzati
      per realizzare le interconnessioniper non parlare della ricerca, pubblicità ed il resto che fanno alzare i prezzi come in tutti gli altri prodotti
Chiudi i commenti