Consegnati gli Oscar dei videogame

In questi giorni a Los Angeles, l'Academy of Interactive Arts and Science americana ha assegnato quelli che vengono considerati i più prestigiosi riconoscimenti dell'industria dei videogame. I vincitori e i vinti

Roma – Il palco di Los Angeles è storicamente molto suggestivo in ambito di premi e riconoscimenti. A Los Angeles, infatti, sorge Hollywood, capitale dell’industria cinematografica e televisiva americana, ma non solo. Non è quindi sorprendente che in conseguenza della diffusione globale di cinema e televisione, Los Angeles abbia dato luce a grandi studi cinematografici, case di produzione, scuole di recitazione, imponenti teatri e accademie. Nel bene e nel male.

il premio La “Academy” più famosa sul globo è, senza ombra di dubbio, quella che annualmente – dal 1929 – gratifica il meglio dell’industria cinematografica globale con il prestigioso “Premio Oscar”. Tuttavia, Los Angeles è palcoscenico delle premiazioni di numerose altre “Academy”: fra le altre, la National Academy of Recording Arts and Sciences che premia l’industria discografica con i Grammy Awards e la Academy of Television Arts & Sciences che premia il meglio della produzione televisiva con gli Emmy Awards. Meno nota ma non per questo in secondo piano, la Academy of Interactive Arts and Science che da undici anni premia l’industria dei videogame con gli “Interactive Achievement Awards”.

Il 7 Febbraio del 2008, in occasione della conferenze D.I.C.E. (Design Innovate Communicate Entertain), si è svolta l’undicesima edizione della premiazione. A parte il più importante, quello che elegge il gioco dell’anno, i premi consegnati dall’Academy sono sono suddivisi per piattaforma e per genere. In ottemperanza ad una “tradizione” americana – che emula la struttura delle altre Academy già citate -, esiste la molto vasta categoria di premi outstanding (rilevante, notevole), ma non mancano anche premi extra come il miglior gioco per cellulare o il miglior gioco per famiglia.

Ma ecco i nomi dei vincitori . In nomination per il premio più ambito, quest’anno, c’erano Bioshock, Call of Duty: Modern Warfare, Rock Band, Super Mario Galaxy e The Orange Box. A spuntarla, sostenuto da un ampio successo nelle vendite , è la versione in chiave moderna di Call of Duty , che vince anche i premi nelle categorie gioco per console, gioco d’azione e gioco online.

dal videogame vincitore

A The Orange Box va invece il premio di gioco dell’anno per PC. Ad onore della cronaca, va detto che The Orange Box non è un vero e proprio videogame, è invece una compilation di giochi Valve: Half Life 2 e le due espansioni Episode 1 ed Episode 2 oltre che Portal e Team Fortress 2.

Torna a casa con quattro premi Bioshock, che vince per direzione artistica, composizione musicale, trama e sound design, mentre Crysis si deve accontentare della miglior “ingegneria visiva”, qualcosa di interpretabile come miglior grafica.

Ecco la lista completa dei vincitori:

Game of the Year: Call of Duty 4
Console Game of the Year: Call of Duty 4
Computer Game of the Year: The Orange Box
Outstanding Innovation in Gaming: Rock Band
Handheld Game of the Year: The Legend of Zelda: Phantom Hourglass
Massively Multiplayer Game of the Year: World of Warcraft: Burning Crusade
Cellular Game of the Year: Skate
Role-Playing Game of the Year: Mass Effect
Racing Game of the Year: Motorstorm
Outstanding Achievement in Game Design: Portal
Adventure Game of the Year: Super Mario Galaxy
Sports Game of the Year: Skate
Strategy/Simulation Game of the Year: Command and Conquer 3
Action Game of the Year: Call of Duty 4
Family Game of the Year: Rock Band
Outstanding Achievement in Animation: Assassin’s Creed
Outstanding Achievement in Art Direction: BioShock
Outstanding Achievement in Visual Engineering: Crysis
Outstanding Character Performance: Portal
Outstanding Achievement in Story Development: BioShock
Outstanding Achievement in Game Play Engineering: Portal
Outstanding Achievement in Online Game Play: Call of Duty 4
Downloadable Game of the Year: Puzzle Quest: Challenge of the Warlords
Outstanding Achievement in Original Music Composition: BioShock
Outstanding Achievement in Soundtrack: Rock Band
Outstanding Achievement in Sound Design: BioShock

Per la consultazione dei videogiochi in nomination per ogni categoria, si rimanda al sito ufficiale .

Enrico “Fr4nk” Giancipoli

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Johnny scrive:
    Ridicolo!
    In merito a questa indagine della polizia postale,leggete qui che dice il sito di Ecpat,che si batte contro lo sfruttamento minorile:http://www.ecpat.it/news/rassegna.htmlLa notizia del 13/2 sull'"incauto 18enne": volete sapere una cosa? Non credo a UNA parola di quello scritto nell'articolo.E' ridicolo che una persona che scarica musica si trovi la polizia in casa dato che per sbaglio ha scaricato un file pedo. Spero le indagini non le facciano cosi',saremmo devvero peggio del Ruanda!!Spero l'articolo sia solo un modo per far paura alla gente che scarica musica peer-to-peer...Che paese ridicolo........
  • Loc-Nar scrive:
    O si dice tutto, o non si dice niente
    Questa notizia l'ho sentita anche al telegiornale, quindi una specie di sesto senso mi dice che farà la fine di tutte le altre notizie analoghe, perlomeno in televisione.Ogni settimana ci propinano sparate gigantesche su blitz delle forze dell'ordine che portano a 3453746382 arresti, 3641367463845683 perquisizioni e 784564795438568437565537 persone indagate: tutti servizi con tanto di immagini del carabinere a petto in fuori che ci tiene a specificare il nome in codice dell'operazione e le sofisticatissime tecniche di riconoscimento di un file a prescindere dal nome (che magari sonon semplicemente degli hash, e allora mi metto a ridere), nonché il diagramma ad albero degli indagati.Eppure di nessuno di questi ci viene mai detto se è stato condannato e a quanto. Anzi non dicono neppure quanti di questi vengono anche solo *processati*, e questo mi dà idea che siano ben pochi e che si tratti per lo più di bufale. E questo vale tanto per la "pedofilia", quanto per il "terrorismo" (ovvero una mezza dozzina di venditori di kebab presi a caso all'indomani dello scoppio di una qualche bomba in un altro paese). E in generale vale per tutti i vari reati considerati "odiosi", per cui il forcaiolo e chiaccherone uomo della strada, che viene a sapere che X è indagato, dentro di sé ha già pronunciato la sentenza di condanna e non ha più bisogno di conoscere l'opinione del magistrato.Ho fiducia che Punto Informatico vorrà andare contro questa linea editoriale volta solo a pilotare i sentimenti della gente, e ci racconterà che fine fanno tutte queste strabilianti cifre. Come da titolo, o si dice tutto, o non si dice niente.Ciao a tutti
    • henryg scrive:
      Re: O si dice tutto, o non si dice niente
      Il rapporto tra indagati, rinviati a giudizio e condannati in terzo grado è stile 10.000 - 500 - 50 e questo un po per tutti i reati, pedopornografia in primis.Considera anche che, la maggior parte dei processi, per i reati di pedopornografia su internet, devono ancora tenersi, visto che è un reato realtivamente "giovane" (max 10 anni), e che i tempi della giustizia sono infiniti.Dopo arriverà la prescrizione per la maggiora parte.Soldi spesi inutilmente.Inkuliamo invece chi produce questa merda di roba, tipo quel tipo, preso oggi, mentre se ne tornava dalla Thailandia con i video delle sue imprese ! Un proceso per uno come quello non sarà mai troppo "caro", e non sarà mai uno spreco.Ma spendere milioni di euro, per dei pipparoli su internet...mah, ci sono tanti problemi..
    • Gio262 scrive:
      Re: O si dice tutto, o non si dice niente
      Anche perchè in questi casi è sempre forte il sospetto che la notizia sia ingigantita con il fine di indurre insicurezza al punto che la gente possa accettare di buon grado provvedimenti che portino una riduzione della libertà se questa è bilanciata da un percepito incremento della sicurezza. Inutile dire che di gente che avrebbe interesse a spingere per un maggiore controllo della rete c'è eccome, specie quando si parla di p2p.
      • henryg scrive:
        Re: O si dice tutto, o non si dice niente
        Non ci scordiamo, che l'IP, non identifica inequivocabilmente una persona fisica, ma un'utenza ! Ora, a chi trovano cd e tutto il resto, beh...poco da dire, ma il semplice "aver scaricato" un file, su di un PC che magari viene usato da più persone, di per sè, è un ostacolo al rinvio a giudizio, di chi ? Difficile, molto difficile, processare in Italia se non si hanno certezze sull'identità dell'accusato.
  • veritas scrive:
    bufaleide
    quella che molti giovani vogliono la protezione dai pericoli di internet,mi sembra una bufala visto che stando seduti al computer non si può essere mai violentati da nessuno!quindi se uno non si muove di casa e non incontra nessuno conosciuto in chat il pericolo è nullo;certo se uno vuole provare esperienze diverse,allora è un imprudente e sono xxzzi suoi!
  • . . . scrive:
    Re: solo su internet
    Per il semplice motivo che le vittime hanno 14-15 anni in su. I pedofili le preferiscono più giovani.
    • Cactus scrive:
      Re: solo su internet
      - Scritto da: . . .
      Per il semplice motivo che le vittime hanno 14-15
      anni in su. I pedofili le preferiscono più
      giovani.Non è vero, i giornali parlano di pedofili anche quando ci sono avances a ragazzi adolescenti. E lo stesso dicasi per i pedofili virtuali. La verità è che si di tutta l'erba un fascio
  • Silviosky scrive:
    Re: solo su internet
    Cacchio, hai ragione. Me ne sono accorto quando ti ho letto. I violentatori violentano... gli utenti con foto prese da internet "pedopornano", che nella visione comune è molto più grave.Anche se in questo caso hanno preso uno che andava in Thailandia e filmava per riportare in italia il materiale e buttarlo in file sharing, però in generale si sta gridando troppo al "pedopornografico".Quando si scrive di gente arrestata per questi motivi bisognerebbe sempre specificare se l'accusato è un violentatore o un fruitore di questo materiale (che è molto ma molto meno grave) e poi specificare l'età delle vittime o comunque farla intendere con distinzione tra bambini e adolescenti di cui l'opinione pubblica troppe volte si dimentica la differenza.
    • Sacer scrive:
      Re: solo su internet

      Quando si scrive di gente arrestata per questi
      motivi bisognerebbe sempre specificare se
      l'accusato è un violentatore o un fruitore di
      questo materiale (che è molto ma molto meno
      grave) è un comportamento " non grave ... ripeto, non grave "senatore Mantovano, intervistato al tg4
  • . . . scrive:
    Re: quanta paranoia
    Ma cos'è ? Vi spalleggiate a vicenda ?Barriere ? Si tra i giovani e quelli come te di sicuro. A voglia a mettere barriere.
    l termine "pedofilia" che un tempo brillava di classicismo,
    è stato corrotto ad uso e consumo "dell'opinione pubblica"
    (concetto aberrante), standardizzata "coercitivamente in
    modo democratico".Mi hai commosso... Un cumolo cosi di strnzt messe insieme in poche righe non le avevo mai viste. Complimenti !
  • roberto scrive:
    abbassare il VOTO a 16 anni
    si sono dimenticati che vogliono abbassare il VOTO a 16 anni? se metti che ci vogliono almeno 11-12 anni per mettersi su un pc a chattare "agevolmente", i pedofili su chat devono sbrigarsi per restare illegali..fose sarebbe ora di distingure i "pedofili" che vanno dietro ai bambini da quelli a cui piacciono gli adolescenti, ci vorrebbe un nome diverso, cosi nei titoloni dei giornali uno capirebbe di che indagini si parla (e come si sta spendendo il danaro pubblico).
    • . . . scrive:
      Re: abbassare il VOTO a 16 anni
      Bravo che idea intelligente ! Ma per scrivere certe cose non avevi proprio un tubo da fare eh ?
    • Sacer scrive:
      Re: abbassare il VOTO a 16 anni
      - Scritto da: roberto
      si sono dimenticati che vogliono abbassare il
      VOTO a 16 anni? se metti che ci vogliono almeno
      11-12 anni per mettersi su un pc a chattare
      "agevolmente", i pedofili su chat devono
      sbrigarsi per restare
      illegali..

      fose sarebbe ora di distingure i "pedofili" che
      vanno dietro ai bambini da quelli a cui piacciono
      gli adolescenti, ci vorrebbe un nome diverso,
      cosi nei titoloni dei giornali uno capirebbe di
      che indagini si parla (e come si sta spendendo il
      danaro
      pubblico).é noto che il più grosso problema della malagiustizia è la mancanza di denaro. Ed è noto che la ragione di tale mancanza di denaro è l'uso ingente di risorse in mesi e mesi di indagini molto poco utili (vedi per es. la quantità spropositata di intercettazioni) di interesse puramente politico e ideologico (quando non personale di qualche magistrato) o per mantenere apparati polizieschi nati in funzione di contrasto a particolari reati ma poi sopravviventi a sé stessi e alla propria funzione, tutto a spese di altre azioni di interesse pubblico (vedi per es. controlli per la sicurezza sul lavoro, per la riscossione delle imposte, per la regolarità delle operazioni finanziarie delle banche, per la sicurezza reale di cittadini/bambini reali e non cittadini/bambini virtuali) Si è perso ogni senso della misura per interessi politici puramente elettorali. Non c'è quasi oramai politico che aprendo bocca non dica qualcosa per il contrasto della pedofilia, naturalmente su internet, o che non attribuisca i meriti al proprio partito in ordine a leggi o disegni di legge vari, atti a punire quel male assoluto che consiste nel guardare delle fotografie. Ecco dove vanno a finire i soldi. E poi quando li prendono che cosa cambia? Quanti bambini sono stati salvati? E quanti innocenti (e relative famiglie) sono state rovinate?
    • MegaJock scrive:
      Re: abbassare il VOTO a 16 anni
      - Scritto da: roberto
      fose sarebbe ora di distingure i "pedofili" che
      vanno dietro ai bambini da quelli a cui piacciono
      gli adolescenti, ci vorrebbe un nome diverso,
      cosi nei titoloni dei giornali uno capirebbe di
      che indagini si parla (e come si sta spendendo il
      danaro
      pubblico).C'è già un termine. Si chiamano "efebofili".Tu però non lo sai perchè quando l'hanno insegnato eri chiuso in un armadietto.E io lo so perchè ti ci ho chiuso io dopo averti fregato i soldi per il pranzo. :D
    • Goddamn scrive:
      Re: abbassare il VOTO a 16 anni
      - Scritto da: roberto
      si sono dimenticati che vogliono abbassare il
      VOTO a 16 anni? se metti che ci vogliono almeno
      11-12 anni per mettersi su un pc a chattare
      "agevolmente", i pedofili su chat devono
      sbrigarsi per restare
      illegali..Da parte mia lo abbasserei anche maggiormente, appurato che se non puoi mettere la X in schedina, nessuno sta ad ascoltare la tua opinione nè tantomeno si interessa di rappresentarti.
      fose sarebbe ora di distingure i "pedofili" che
      vanno dietro ai bambini da quelli a cui piacciono
      gli adolescenti, ci vorrebbe un nome diverso,
      cosi nei titoloni dei giornali uno capirebbe di
      che indagini si parla (e come si sta spendendo il
      danaro
      pubblico).La distinzione già ad un piano terminologico ci sarebbe, ma ciò è reso impraticabile nei fatti, proprio da chi ha l'INTERESSE di far di tutta l'erba un fascio (ancor prima di chi non distingue per ignoranza paura e pregiudizio).L'infantofilia non è la pedofilia, la pedofilia non è l'efebofilia,la pedofilia non è neppure la pedomaniacalità, la cronofilia poi è una cosa diversa.
      • Mah scrive:
        Re: abbassare il VOTO a 16 anni
        - Scritto da: Goddamn
        L'infantofilia non è la pedofilia,
        la pedofilia non è l'efebofilia,
        la pedofilia non è neppure la pedomaniacalità,
        la cronofilia poi è una cosa diversa. Io le trovo aberranti tutte 4.Cmq sia che vengano messe delle regole da rispettare che tutelino i minori e' un dato di fatto(ci sono gia' lo so),non parlo di regole sul p2p,fatte a favore delle major e spacciate come fossero a favore della collettivita',ma parlo di tutto quello che riguarda il mondo dei minori,andrebbe sistemato sto discorso perke' in rete lo sappiamo una cosa e' obsoleta anche dopo 1 mese,le norme in materia dovrebbero essere costantemente modificate ogni tot periodo,non che succede come in molti casi che gli organi di polizia devono applicare decreti di 40 anni fa.E' un problema generale questo,poi le persone inquisite,anche se colpevoli hanno diritto ad un processo veloce ed equo.Perke' avere sulla persona l'onta di un accusa come quella per 10 anni e poi essere prosciolto non lo trovo giusto.Processi veloci e condanne veloci,o assoluzioni veloci.Per il discorso del voto nn so,son dubbioso perke cmq 16 anni mi potrebbe anke andar bene,ma meno no sicuramente.Un altra cosa nn meno importante,la maggior parte dei genitori (non tutti grazie a dio) son dei pecoroni,non responsabilizzano i propri figli e valori ne danno davvero poki,una delle cause del bullismo e' proprio questa:mancanza di valori e responsabilita'
        • Goddamn scrive:
          Re: abbassare il VOTO a 16 anni
          - Scritto da: Mah
          - Scritto da: Goddamn

          L'infantofilia non è la pedofilia,

          la pedofilia non è l'efebofilia,

          la pedofilia non è neppure la pedomaniacalità,

          la cronofilia poi è una cosa diversa.

          Io le trovo aberranti tutte 4.Questione di gusti... e condizionamenti culturali.Per come la vedo io, non c'è nella di male nel provare una forma d'attrazione anzichè un'altra. Piuttosto sarà nei modi in cui essa verrà ad esprimersi, che bisognerà fare attenzione e pronunciarsi. Purtuttavia sono per il principio, secondo cui se non si reca danno al prossimo, non si possono discriminare le minoranze sessuali sulla base di moralismi, pregiudizi o fobie acquisite.Non si può essere mostrificati per ciò che si prova.
          Cmq sia che vengano messe delle regole da
          rispettare che tutelino i minori e' un dato di
          fatto(ci sono gia' lo so),non parlo di regole sul
          p2p,fatte a favore delle major e spacciate come
          fossero a favore della collettivita',ma parlo di
          tutto quello che riguarda il mondo dei
          minori,andrebbe sistemato sto discorso perke' in
          rete lo sappiamo una cosa e' obsoleta anche dopo
          1 mese,le norme in materia dovrebbero essere
          costantemente modificate ogni tot periodo,non che
          succede come in molti casi che gli organi di
          polizia devono applicare decreti di 40 anni fa.E'
          un problema generale questo,poi le persone
          inquisite,anche se colpevoli hanno diritto ad un
          processo veloce ed equo.Perke' avere sulla
          persona l'onta di un accusa come quella per 10
          anni e poi essere prosciolto non lo trovo
          giusto.Processi veloci e condanne veloci,o
          assoluzioni veloci.Per il discorso del voto nn
          so,son dubbioso perke cmq 16 anni mi potrebbe
          anke andar bene,ma meno no sicuramente.Un altra
          cosa nn meno importante,la maggior parte dei
          genitori (non tutti grazie a dio) son dei
          pecoroni,non responsabilizzano i propri figli e
          valori ne danno davvero poki,una delle cause del
          bullismo e' proprio questa:mancanza di valori e
          responsabilita'Hai messo molta carne sul fuoco, cercherò di risponderti in modo riassuntivo senza dilungarmi eccessivamente (cosa che a volte tendo a fare).Sul web sono pochi i bambini che vanno girovagando incontrollati. Io per bambini intendo le persone al di sotto degli 11-12 anni, ma so che c'è chi usa impropriamente questo termine, per riferirsi a chi ancora non ha compiuto la maggiore età.Questo però non deve e non può portare al ragionamento: siccome c'è la remota possibilità, dei bambini siano irresponsabilmente lasciati davanti il pc da soli, allora tutti i contenuti della rete dovranno essere adatti anche a quella fascia d'età, affinchè non si corra il rischio inavvertitamente (o volutamente) incappandovi, essi ne rimangano turbati. Allo stesso modo non si potrà chiudere blog o chat, luoghi di socializzazione virtuale, per evitare il rischio per i più piccoli di entrare in contatto con tipi poco raccomandabili; e non si può neppure porre degli spartiacque tra adulti e minori, perchè è giusto ognuno comunichi ciò che vuole con chi vuole; e non mancano i modi per allontanare o difendersi da eventuali molestatori (si segua la strada di leggi a favore della privacy e atte a perseguire le molestie, piuttosto che norme liberticide che impediscano di comunicare).A doversi adeguare al passo coi tempi, ancor prima delle leggi, è la MENTALITA'.Concordo che i tempi della giustizia vadano accorciati e di brutto, assieme ai tempi di prescrizione dei reati. Se oggi tizio ha commesso uno sbaglio, non lo si può tenere, tra indagini e processo, 5 anni sulle spine, a cui poi vanno a sommarsi quelli per i gradi d'appello, più quelli per l'eventuale pena da scontare. Ma ancor più a monte, per poter indagare una persona, specie per reati gravi o infamanti, ci devono essere dei seri indizi di colpevolezza, a partire dai quali formulare ipotesi di reato e procedere. Non solo: le misure cautelari che potrebbero venir chieste dal pubblico ministero, dovranno essere commisurate alla gravità dell'accusa e tener conto delle efffettive circostanze.Purtroppo finchè ci sarà chi farà bei soldoni in mezzo a tutto questo sistema in cui ci rimettono sempre quelli che più difficilmente possono difendersi, e finchè chi accusa o giudica non dovrà rispondere del proprio operato, purtroppo le cose temo non cambieranno.Il voto lo abbasserei a non prima dei 12 anni, ma a neanche dopo i 14. Sono il primo a dire che la politica è una cosa sporca, ma è giusto i ragazzi si responsabilizzino e prendano consapevolezza delle problematiche della realtà che li circonda (non solo immediatamente da vicino) ed esprimano senza filtri le proprie necessità e i propri desideri. Se DAVVERO si vuole una società pronrta ad accoglierli, anche (specialmente) a loto misura, che rappresentano il maggiore potenziale presente, oltre che il futuro dell'insieme sociale, non si può non dargli la parola, o non abituarli ad amministrare delle risorse, o garantirgli spazi e diritti e possibilità. Il tutto senza privarli delle gioie della loro lietà età.Sui genitori lasciamo stare, sennò non la finisco più e rischio di offendere qualche mammina o papino che mi accuseranno di essere una volta di più, un cattivo maestro.I valori vanno proposti, poi è vivendo che si sceglie se abbracciarli o no, e come interpretarli.L'importanza del rispetto sono gli adulti i primi a predicarla bene, razzolando male.
  • Skywalker scrive:
    Interesse Adulto-Minore
    "A preoccupare però è anche solo l'intessere ua relazione tra minori e adulti, anche se non sfocia in un incontro off line"Oh, ma siamo diventati paranoici?!?!?Quando ero 14enne e trafficavo con mattonelle, antenne e baracchini, OVVIAMENTE avevo interesse a intessere relazioni con I PIU' GRANDI: erano quelli che avevano qualcosa da insegnarmi!!! E dopo un po' che ci si "copiava", nasceva l'interesse di vedersi in "verticale" (NdR: di persona).Ho conosciuto gente di 60 anni con oltre 40 anni di licenza ed alcuni di 70 anni che accordavano antenne da anche prima che ci fosse una licenza!E secondo voi, io 14enne, dovendo scegliere tra un pomeriggio con uno di questi mostri sacri o una partita a pallone con quattro maradona in erba, dove credete andassi?!?!E 25 anni fa internet non c'era, care e grazia che qualche fortunato aveva uno ZX81.Stiamo diventando veramente paranoidici se IL SEMPLICE INTERESSE TRA UN RAGAZZO ED UN ADULTO E' GIA' SUFFICIENTE PER ESSERE MOTIVO DI SOSPETTO!!!!!!!!
    • Bic Indolor scrive:
      Re: Interesse Adulto-Minore
      - Scritto da: Skywalker

      Stiamo diventando veramente paranoidici se IL
      SEMPLICE INTERESSE TRA UN RAGAZZO ED UN ADULTO E'
      GIA' SUFFICIENTE PER ESSERE MOTIVO DI
      SOSPETTO!!!!!!!!Non credo che "interesse" in questo caso si riferisca all'interesse tra maestro e allievo, ma a qualcosa di molto diverso.Sul fatto che la caccia all'orco telematico stia raggiungendo livelli di paranoia ti do ragione.
      • Chitto scrive:
        Re: Interesse Adulto-Minore
        - Scritto da: Bic Indolor
        Non credo che "interesse" in questo caso si
        riferisca all'interesse tra maestro e allievo, ma
        a qualcosa di molto
        diverso.Anche se c'è attrazione non significa proprio nulla.
        Sul fatto che la caccia all'orco telematico stia
        raggiungendo livelli di paranoia ti do
        ragione.E qui quoto.
        • henryg scrive:
          Re: Interesse Adulto-Minore
          Attrazione ? Io ha 14 mi sognavo una bella 25enne...non vedo dove sta il problema, e se me l'avesse data...Siamo in una società malata, e questi ne sono i frutti.Non si sa distinguere, tra normalità e anormalità.Soprattutto, degli adoloscente, non ne sappiamo proprio nulla.Ripeto una cosa che ho già scritto qlc giorno fa... si vuol vietare contatti in chat tra minori e maggiorenni(ben diverso da adulti...), e poi si "MITICIZZA" un film al cinema che parla di una 17enne che si scopa un 40enne.A me pare ci siano dei problemi, forse mi sbaglio..Scusate la crudezza delle parole, ma proprio mi vengono spontanee..
          • Padellino scrive:
            Re: Interesse Adulto-Minore
            - Scritto da: henryg
            Ripeto una cosa che ho già scritto qlc giorno
            fa... si vuol vietare contatti in chat tra
            minori e maggiorenni(ben diverso da adulti...), e
            poi si "MITICIZZA" un film al cinema che parla di
            una 17enne che si scopa un
            40enne.A squola ci son sempre state le ragazze che si scopavano quelli moolto più vecchi di loro. Erano spesso delle zoccole da campionato che sapevano benissimo quello che facevano. C'è caso e caso. Non si può fare di tutta l'erba un fascio. Quando una persona è fannullone è inutile dirgli di andare a lavorare. Da tavola non ti levare mai se la bocca non sa di formaggio. Il gatto è bramoso di pesci ma non vuol bagnarsi le zampe per prenderli. I vizi degli altri li abbiamo innanzi algli occhi, i nostri dietro le spalle.E' così.
        • . . . scrive:
          Re: Interesse Adulto-Minore

          Anche se c'è attrazione non significa proprio nulla.A si. Per te sicuramente. ;)
      • iwannabe scrive:
        Re: Interesse Adulto-Minore
        I tali livelli sono stati già raggiunti...Da un pezzo...
    • Reolix scrive:
      Re: Interesse Adulto-Minore
      - Scritto da: Skywalker
      "A preoccupare però è anche solo l'intessere ua
      relazione tra minori e adulti, anche se non
      sfocia in un incontro off
      line"

      Oh, ma siamo diventati paranoici?!?!?
      Quando ero 14enne e trafficavo con mattonelle,
      antenne e baracchini, OVVIAMENTE avevo interesse
      a intessere relazioni con I PIU' GRANDI: erano
      quelli che avevano qualcosa da insegnarmi!!! E
      dopo un po' che ci si "copiava", nasceva
      l'interesse di vedersi in "verticale" (NdR: di
      persona).
      Ho conosciuto gente di 60 anni con oltre 40 anni
      di licenza ed alcuni di 70 anni che accordavano
      antenne da anche prima che ci fosse una
      licenza!
      E secondo voi, io 14enne, dovendo scegliere tra
      un pomeriggio con uno di questi mostri sacri o
      una partita a pallone con quattro maradona in
      erba, dove credete
      andassi?!?!
      E 25 anni fa internet non c'era, care e grazia
      che qualche fortunato aveva uno
      ZX81.

      Stiamo diventando veramente paranoidici se IL
      SEMPLICE INTERESSE TRA UN RAGAZZO ED UN ADULTO E'
      GIA' SUFFICIENTE PER ESSERE MOTIVO DI
      SOSPETTO!!!!!!!!Ah, il vecchio President Jackson, la Mantova 5....la paranoia attuale.....
    • Goddamn scrive:
      Re: Interesse Adulto-Minore
      - Scritto da: Skywalker
      "A preoccupare però è anche solo l'intessere ua
      relazione tra minori e adulti, anche se non
      sfocia in un incontro off
      line"

      Oh, ma siamo diventati paranoici?!?!?
      Quando ero 14enne e trafficavo con mattonelle,
      antenne e baracchini, OVVIAMENTE avevo interesse
      a intessere relazioni con I PIU' GRANDI: erano
      quelli che avevano qualcosa da insegnarmi!!! E
      dopo un po' che ci si "copiava", nasceva
      l'interesse di vedersi in "verticale" (NdR: di
      persona).
      Ho conosciuto gente di 60 anni con oltre 40 anni
      di licenza ed alcuni di 70 anni che accordavano
      antenne da anche prima che ci fosse una
      licenza!
      E secondo voi, io 14enne, dovendo scegliere tra
      un pomeriggio con uno di questi mostri sacri o
      una partita a pallone con quattro maradona in
      erba, dove credete
      andassi?!?!
      E 25 anni fa internet non c'era, care e grazia
      che qualche fortunato aveva uno
      ZX81.

      Stiamo diventando veramente paranoidici se IL
      SEMPLICE INTERESSE TRA UN RAGAZZO ED UN ADULTO E'
      GIA' SUFFICIENTE PER ESSERE MOTIVO DI
      SOSPETTO!!!!!!!!Siamo alla follia. Non trovo parole per definire in modo appropriato, l'onda della psicosi di massa indotta, che sta travolgendo a tutti i livelli la nostra tanto brilluccicosa società fascio-tecnocratico-capitalista, tanto da rendere sempre più difficili i rapporti tra soggetto e soggetto, e soggetto ed infrastrutture.La forte sessuofobia culturale, particolarmente accentuata (ed incoraggiata) laddove vi sia una relazione umana tra adulti e minori, è un vaso ormai che tracima e dilaga. La grande paura irrazionale che agita tanti bravi genitori apprensivi, e molti di quegli organismi apparentemente interessati alla tutela dei minori, scavalca se stessa rendendosi indefinita nonchè viscerale, nell'attimo in cui perde la componente sessuale ma sussiste, oppure ne acquisisce altre rimodellandosi all'occorrenza. Ma non s'accresce solo in un punto, risparmiando piani d'esistenza come i non luoghi del cyber (internet), oppure la meta-comunicazione, pur si tratti di diverse forme comunicative non dirette nè unidirezionate come si vorrebbe, volte a comunicare altro tra gli individui (che con il sesso ha ben poco a che vedere) oltre le barriere di età, di etnia, o di genere.Continuando su questa strada, a breve sarà considerato reato, nella nostra società "libera", guardarci con sentimento negli occhi.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 12 febbraio 2008 15.57-----------------------------------------------------------
      • . . . scrive:
        Re: Interesse Adulto-Minore

        Siamo alla follia.Su questo ti do ragione.
        Continuando su questa strada, a breve sarà considerato
        reato, nella nostra società "libera", guardarci con
        sentimento negli occhi.Sentimento ? Il tuo ? Dai. Dicci le tue vere intenzioni. Quale sentimento e sentimento. Dai... lasciati andare.
        • Goddamn scrive:
          Re: Interesse Adulto-Minore
          - Scritto da: . . .

          Continuando su questa strada, a breve sarà
          considerato


          reato, nella nostra società "libera", guardarci
          con


          sentimento negli occhi.

          Sentimento ? Il tuo ? Dai. Dicci le tue vere
          intenzioni. Quale sentimento e sentimento. Dai...
          lasciati
          andare.E' inutile che io cerchi di spiegarti cose che non puoi capire o sentimenti che non provi."Le mie vere intenzioni"? Quali sarebbero? Perchè non me lo dici te? Io ti faccio solo presente che qui non siamo sul forum dei troll.Dai... lasciati andare.
          • . . . scrive:
            Re: Interesse Adulto-Minore
            Dai che lo sai... ;)
          • Goddamn scrive:
            Re: Interesse Adulto-Minore
            - Scritto da: . . .
            Dai che lo sai... ;) Cosa ti impedisce di essere più chiaro? ;)Stai mettendo in dubbio che io possa provare dei sentimenti, insinuando pergiunta in modo vago che io avrei altre intenzioni.Io ti chiedo di spiegare in base a cosa poni in discussione la mia empatia. Le mie "vere intenzioni" (in merito a cosa?) quali sarebbero?
      • Luco, giudice di linea mancato scrive:
        Re: Interesse Adulto-Minore
        - Scritto da: Goddamn
        Continuando su questa strada, a breve sarà
        considerato reato, nella nostra società "libera",
        guardarci con sentimento negli
        occhi.Guarda che è già così.
        • Goddamn scrive:
          Re: Interesse Adulto-Minore
          - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
          - Scritto da: Goddamn

          Continuando su questa strada, a breve sarà

          considerato reato, nella nostra società
          "libera",

          guardarci con sentimento negli

          occhi.

          Guarda che è già così.Adesso più che inccorrere in qualche astruso reato, si rischierà "soltanto" la condanna morale o il linciaggio, a seconda di chi intercetta e dal contesto.
  • klava scrive:
    Maggioranza incredibile
    Che questi ragazzini chiedano maggiore protezione SORRY io non ci credo. Che possa farlo qualcuno ok, passi, ma il 90% non è proprio credibile.
    • Chitto scrive:
      Re: Maggioranza incredibile
      - Scritto da: klava
      Che questi ragazzini chiedano maggiore protezione
      SORRY io non ci credo. Che possa farlo qualcuno
      ok, passi, ma il 90% non è proprio
      credibile.Sono le solite "statistiche" inventate ad arte per far passare concetti inesistenti.
    • Goddamn scrive:
      Re: Maggioranza incredibile
      - Scritto da: klava
      Che questi ragazzini chiedano maggiore protezione
      SORRY io non ci credo. Che possa farlo qualcuno
      ok, passi, ma il 90% non è proprio
      credibile.E' una BAGGIANATA talmente grossa, da risultare difficile a disperdersi persino all'aria aperta!Semmai E' IL CONTRARIO: la maggior parte degli adolescenti, non disdegnerebbe più riconoscimenti e maggiori libertà! ...altro che bisogno di controllo!Il "protettore", se lo cercassero per se gli adulti paranoici!
      • . . . scrive:
        Re: Maggioranza incredibile

        Semmai E' IL CONTRARIO: la maggior parte degli adolescenti,
        non disdegnerebbe più riconoscimenti e maggiori libertà!
        ...altro che bisogno di controllo!Ti piacerebbe eh ? ;)
        • Goddamn scrive:
          Re: Maggioranza incredibile
          - Scritto da: . . .

          Semmai E' IL CONTRARIO: la maggior parte degli
          adolescenti,


          non disdegnerebbe più riconoscimenti e maggiori
          libertà!


          ...altro che bisogno di controllo!

          Ti piacerebbe eh ? ;)Che possa andarmi bene o no, in questo caso è irrilevante.Non è piuttosto che a te piacerebbe fosse il contrario?
          • . . . scrive:
            Re: Maggioranza incredibile
            Lascia stare cosa piacerebbe a me. Vediamo cosa piace a teil che non è irrelevante. Bensi propio il contrario di quanto vuoi far credere.
          • Goddamn scrive:
            Re: Maggioranza incredibile
            - Scritto da: . . .
            Lascia stare cosa piacerebbe a me. Vediamo cosa
            piace a
            te
            il che non è irrelevante. Bensi propio il
            contrario di quanto vuoi far
            credere.Forse non ti è chiaro che qui si sta parlando attendibilità di sondaggi, non di preferenze personali (le quali pure ci fossero, certo non dovrei illustrarle o giustificarle a te, che oltretutto tenti di nascondere le tue).Io non sono affatto convinto di quei risultati, come tra l'altro i molti altri scettici qui già intervenuti.Per sconfessarli (o confermarli) basterebbe per esempio un sondaggio similare anche qui su PI, da sottoporre ai giovani utenti.Affermare che io penserei il contrario di quanto voglia far credere, significa che secondo te, io sia in malafede, ovvero pur sapendo che le statistiche siano veritiere starei tentando di convincere altri della fallacia di queste. Ora prova a dare dimostrazione di quanto affermi e a spiegare per quali motivazioni lo starei facendo, al fine di ottenere cosa.
  • Iloveapple scrive:
    Re: Queste statistiche...
    QUOTO!!!La statistica è una scienza, ma la sua applicazione è solo speculazione.
    • anonimo01 scrive:
      Re: Queste statistiche...
      - Scritto da: Iloveapple
      QUOTO!!!
      La statistica è una scienza, ma la sua
      applicazione è solo
      speculazione.infatti, il mio profo di calcolo a suo tempo diceva: ragazzi, la statisctica è una scienza errata: se io ho due gelati e tu neanche uno, di media possiamo dire che ne abbiamo uno a testa ed è falso, in più puoi prorio scordarti che io ti dia il 50% dei miei avere!
      • Reolix scrive:
        Re: Queste statistiche...
        - Scritto da: anonimo01
        - Scritto da: Iloveapple

        QUOTO!!!

        La statistica è una scienza, ma la sua

        applicazione è solo

        speculazione.

        infatti, il mio profo di calcolo a suo tempo
        diceva:

        ragazzi, la statisctica è una scienza errata:
        se io ho due gelati e tu neanche uno, di
        media possiamo dire che ne abbiamo uno a
        testa ed è falso, in più puoi prorio scordarti
        che io ti dia il 50% dei miei
        avere! Al Politecnico di Torino direi :D
      • MegaJock scrive:
        Re: Queste statistiche...
        - Scritto da: anonimo01
        ragazzi, la statisctica è una scienza errata:
        se io ho due gelati e tu neanche uno, di
        media possiamo dire che ne abbiamo uno a
        testa ed è falso, in più puoi prorio scordarti
        che io ti dia il 50% dei miei
        avere! Non solo, ma se tu hai 2 gelati e io 1 coltello, io ho 2 gelati E 1 coltello e tu niente del tutto. ;)
        • anonimo01 scrive:
          Re: Queste statistiche...
          - Scritto da: MegaJock
          - Scritto da: anonimo01


          ragazzi, la statisctica è una scienza errata:

          se io ho due gelati e tu neanche uno, di

          media possiamo dire che ne abbiamo uno a

          testa ed è falso, in più puoi prorio scordarti

          che io ti dia il 50% dei miei

          avere!

          Non solo, ma se tu hai 2 gelati e io 1 coltello,
          io ho 2 gelati E 1 coltello e tu niente del
          tutto.
          ;)è vero :Dperò anche nel tuo caso la statistica è sbagliata, poichè afferma che antrambi quel gelato ce lo siamo calippati, mentre invece io al massimo ora mi suko il dito :'( :s :D
      • Dj OX scrive:
        Re: Queste statistiche...
        - Scritto da: anonimo01
        - Scritto da: Iloveapple

        QUOTO!!!

        La statistica è una scienza, ma la sua

        applicazione è solo

        speculazione.

        infatti, il mio profo di calcolo a suo tempo
        diceva:

        ragazzi, la statisctica è una scienza errata:
        se io ho due gelati e tu neanche uno, di
        media possiamo dire che ne abbiamo uno a
        testa ed è falso, in più puoi prorio scordarti
        che io ti dia il 50% dei miei
        avere! La statistica è quella scienza che dice che se hai la testa nel forno e i piedi nel frigo mediamente stai bene :P hehe
  • Alessandro Piro scrive:
    A me me pare una stronzata
    cdt ..
    • klava scrive:
      Re: A me me pare una stronzata
      - Scritto da: Alessandro Piro
      cdt ..Che cosa? L'indagine? La rilevazione? Il Day? I bambini?Dai illuminaci che fremo se non me lo dici mi verrà il malditesta.
      • Chitto scrive:
        Re: A me me pare una stronzata
        - Scritto da: klava
        - Scritto da: Alessandro Piro

        cdt ..

        Che cosa? L'indagine? La rilevazione? Il Day? I
        bambini?
        Dai illuminaci che fremo se non me lo dici mi
        verrà il
        malditesta.A me pare lo sia un po' tutto.È solo una fobia contemporanea, niente di più. Gran parte delle persone che finiscono in queste retate non sono né mostri né vicini ad esserlo. Tutta questa fiera dell'ipocrisia è solo messa in piedi per le seguenti ragioni: - mantenere i cittadini nella paura (l'utilizzo dei sistemi per la comunicazione libera è sempre stato il principale nemico di ogni governo) - generare sempre più depressi al fine di vendere loro sempre più porcherie (oltre che costose visite psicologiche) - esaltare le forze dell'ordine - esaltare il PM di turno - permettere alle ONLUS che vivono di donazioni di continuare a derubare i cittadini anziché trovarsi un lavoro vero - permettere ai politici di fare leggi sempre più idiote e restrittive facendosi addirittura ringraziare dai cittadini spaventatiTutto qui.Se gli interessasse davvero dei bambini incomincerebbero con l'introdurre dei limiti all'orario lavorativo di modo che genitori e figli possano passare più tempo assieme. Permetterebbero ai nonni di vivere in modo decente ed occuparsi dei nipoti (e in futuro con l'aumento dell'età pensionabile sarà sempre peggio).Personalmente la compagnia dei ragazzini mi piace. Ho amici di tutte le età e la cosa che desiderano più di ogni altra è spesso avere un adulto con cui parlare, con cui confidarsi e da cui imparare.Non fatevi condizionare dalla fobia di qualche povero pazzo. Fa male a voi e a tutti gli altri.
        • lol scrive:
          Re: A me me pare una stronzata
          io tutta questa pedopornografia non la vedo. Sono anni che giro in tutti i meandri di internet e non l'ho mai incontrata, quindi ritengo che siamo in piena caccia alle streghe
        • iwannabe scrive:
          Re: A me me pare una stronzata
          STRAQUOTO.
        • . . . scrive:
          Re: A me me pare una stronzata

          Non fatevi condizionare dalla fobia di qualche povero pazzo.
          Fa male a voi e a tutti gli altri.Una giusta l'hai detta. ;)
  • osservatore scrive:
    la vignetta
    se non sbaglio richiama la locandina del film M il mostro di Dusseldorf
    • anonimo01 scrive:
      Re: la vignetta
      - Scritto da: osservatore
      se non sbaglio richiama la locandina del film M
      il mostro di
      Dusseldorfa me invece ricorda sia gli anonimous (sez antipedofili) sia la STASI... (newbie)
    • Mauro scrive:
      Re: la vignetta
      Esatto ;-) é ispirata al ritratto dell'assassino nel film di Fritz Lang, ho pensato lo stesso anche io
  • Gio262 scrive:
    i giovani chiedono più protezione?
    magari più che protettori avrebbero bisogno di figure gentioriali decenti, non di disgraziati in cerca di capri espiatori più o meno tecnlogici da biasimare.
    • ciccio scrive:
      Re: i giovani chiedono più protezione?
      Anche i genitori sono capri espiatori. Con 8 ore di lavoro, in famiglie dove spesso lavorano entrambi i genitori, aggiungi il tempo per strada, aggiungi che arrivi a casa e hai malapena il tempo per mangiare ... cosa vuoi educare? E' tutto il baracchino che non funziona più, altro che genitori.
      • Luco, giudice di linea mancato scrive:
        Re: i giovani chiedono più protezione?
        - Scritto da: ciccio
        Anche i genitori sono capri espiatori. Con 8 ore
        di lavoro, in famiglie dove spesso lavorano
        entrambi i genitori, aggiungi il tempo per
        strada, aggiungi che arrivi a casa e hai malapena
        il tempo per mangiare ... cosa vuoi educare? E'
        tutto il baracchino che non funziona più, altro
        che genitori.I due genitori devono lavorare per forza entrambi (a meno che uno dei due non sia un politico, un medico o un avvocato) perché con un solo stipendio da dipendente (pubblico o privato non importa) non si riesce neanche a pagare l'affitto (o il mutuo).
        • N.N. scrive:
          Re: i giovani chiedono più protezione?
          Se poi aggiungiamo che anche i nonni lavorano vista l'età pensionabile, il quadro è completo.Di certo non sia solo l'orario di lavoro un problema ma ritengo che sia il principale.
        • L'oggetto del desiderio scrive:
          Re: i giovani chiedono più protezione?
          - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
          - Scritto da: ciccio

          Anche i genitori sono capri espiatori. Con 8 ore

          di lavoro, in famiglie dove spesso lavorano

          entrambi i genitori, aggiungi il tempo per

          strada, aggiungi che arrivi a casa e hai
          malapena

          il tempo per mangiare ... cosa vuoi educare? E'

          tutto il baracchino che non funziona più, altro

          che genitori.

          I due genitori devono lavorare per forza entrambi
          (a meno che uno dei due non sia un politico, un
          medico o un avvocato) perché con un solo
          stipendio da dipendente (pubblico o privato non
          importa) non si riesce neanche a pagare l'affitto
          (o il
          mutuo).Che lavorino o meno entrambi o solo uno: se non sai educare tuo figlio/a che hai tanti o meno soldi, il "ruolo" di genitore è venuto comunque a mancare. Quindi sei un genitore fallito !
          • Bic Indolor scrive:
            Re: i giovani chiedono più protezione?
            - Scritto da: L'oggetto del desiderio
            - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato

            - Scritto da: ciccio


            Anche i genitori sono capri espiatori. Con 8
            ore


            di lavoro, in famiglie dove spesso lavorano


            entrambi i genitori, aggiungi il tempo per


            strada, aggiungi che arrivi a casa e hai

            malapena


            il tempo per mangiare ... cosa vuoi educare?
            E'


            tutto il baracchino che non funziona più,
            altro


            che genitori.



            I due genitori devono lavorare per forza
            entrambi

            (a meno che uno dei due non sia un politico, un

            medico o un avvocato) perché con un solo

            stipendio da dipendente (pubblico o privato non

            importa) non si riesce neanche a pagare
            l'affitto

            (o il

            mutuo).

            Che lavorino o meno entrambi o solo uno: se non
            sai educare tuo figlio/a che hai tanti o meno
            soldi, il "ruolo" di genitore è venuto comunque a
            mancare. Quindi sei un genitore fallito
            !Premetto che sono dell'idea che se non puoi permetterti un figlio è meglio se non lo fai (contraccezione, anyone?), ma se un figlio ce l'hai devi pure dargli da mangiare, e se i soldi non ti bastano per mangiare in due devi lavorare il doppio per mangiare in tre. Anche se forse al telefonino nuovo e superaccessoriato ogni tre mesi si può rinunciare, i vestiti e le scarpe van bene quelli dell'anno prima se non sono troppo consumati (quelli dei genitori, il bambino cresce...), e comunque una targhetta "ar**ni" non vale il prezzo triplicato, a tonnellate di CD con le hit del momento che tra un mese o due non ascolterai più si può rinunciare (tanto in quei mesi le passeranno in radio migliaia di volte), non è cultura quella (investi in musica classica se proprio vuoi...) la disco TUTTI i venerdì e i sabati sera e magari pure la domenica con annessi e connessi non è obbligatoria (e a 40 anni puoi anche permetterti di passare quelle sere con i tuoi figli visto che non li vedi quasi mai), l'auto per andare al lavoro a 1km da casa è uno spreco (ci si mette meno a piedi, e la minor fatica dell'uso dell'auto è compensata dall'effetto snervante del traffico), e sai di quanto cala la bolletta dell'enel con un'ora di sonno in più?
          • Padellino scrive:
            Re: i giovani chiedono più protezione?
            - Scritto da: Bic Indolor
            Anche se forse al
            telefonino nuovo e superaccessoriato ogni tre
            mesi si può rinunciare, i vestiti e le scarpe van
            bene quelli dell'anno prima se non sono troppo
            consumati (quelli dei genitori, il bambino
            cresce...), e comunque una targhetta "ar**ni" non
            vale il prezzo triplicato ...Ma dove vivi? In un monastero? Ma se neppure gli extracomunitari rinunciano più a queste cose. No no, ragioni troppo da sfigato, non sei 8) , non ti vogliamo con noi, ci fai sfigurare!
          • Chitto scrive:
            Re: i giovani chiedono più protezione?
            - Scritto da: Bic Indolor
            Premetto che sono dell'idea che se non puoi
            permetterti un figlio è meglio se non lo fai
            (contraccezione, anyone?)In linea di principio sono d'accordo. Una persona prima di mettere al mondo un figlio dovrebbe riflettere bene sul fatto che si tratta di un impegno a lungo termine.Tuttavia è anche vero che questa società sta facendo di tutto per isolare le persone.I genitori non possono più stare con i figli... anche volendo devono per forza lavorare tutto il giorno. Difficile che con le paghe di oggi e il costo della vita odierno uno dei due genitori possa rimanere a casa.A questo si aggiunge la "fobia del vicino", come risultato hai bambini ed adolescenti che si sentono sempre più isolati dal resto del mondo.Vedono negli adulti non più potenziali guide... ma potenziali nemici. Arrivano a casa da scuola, accendono la TV e i TG vomitano nelle loro case decine e decine fatti (inventati o meno) che non fanno altro che aumentare questa paura e la diffidenza verso chiunque. Non è un caso che i suicidi fra i giovani siano in continuo aumento. Le relazioni genitore-figlio sono pressocché inesistenti... e nemmeno sempre per colpa del genitore. Le relazioni con il resto degli adulti (quelli al di fuori della famiglia) sono ridotte al minimo (i ragazzi hanno paura degli adulti e gli adulti hanno paura ad avere a che fare con dei ragazzi... si sa mai di passare per il mostro del quartiere).Internet per molti sta diventando _LA_ vita reale.Quando ero bambino io i giornalisti erano un po' più professionali di ora. Si limitavano a dare le notizie, non a spettacolarizzarle. Non c'era NULLA di strano se un adulto del paese ti invitava in casa sua o ti offriva la sua esperienza. Ricordo che ero ancora alle elementari e mi piaceva prendere su la bicicletta e andarmene a casa di un'anziana signora del paese che adorava avermi attorno. Ci passavo le ore con lei a parlare, bere il tè, ridere, guardare la TV assieme. Lei era gentile con me, mi chiedeva come andavo a scuola, mi dava suggerimenti su come comportarmi, mi sgridava anche qualche volta... mi faceva piacere andarla a visitare. Non era solo questione del tè o dei dolcetti che mi faceva trovare. Le volevo bene anche se non era della mia famiglia e lei voleva bene a me.Ci sono poche cose della mia infanzia che oramai ricordo, ma alcuni momenti che ho passato con lei, nonostante sia morta parecchi anni fa, me li ricordo ancora. E ricordo ancora alcuni dei suoi suggerimenti. È certamente una persona che è stata importante per la mia crescita, e questo indipendentemente da tutto il resto.Perché a lei piaceva stare in mia compagnia? Che importanza vuoi che abbia? Forse le piaceva avere qualcuno a cui parlare. Forse le piacevo io. A me lei piaceva perché sapevo che mi voleva bene, perché VOLEVO un adulto che mi trattasse da suo pari e non come un bambinetto sciocco e fastidioso da mandare via prima che qualcuno pensi male. Non mi ha mai fatto del male, perché avrebbe dovuto?Quando vuoi bene ad una persona, indipendentemente dalle tue ragioni, non vuoi farle del male.E ogni tanto mi chiedo... e se fossi un bambino di oggi? Quella signora con tutta la fobia odierna sarebbe ancora disposta ad occuparsi di me come fece? E se lei non l'avesse fatto, chi lo avrebbe fatto al suo posto?Provo molta pena per i bambini e i ragazzini di oggi. Alcuni stupidi adulti che vedono mostri in ogni dove hanno AMPIAMENTE rovinato le loro vite... e quello che è peggio, è che si spacciano per loro salvatori, anziché per quello che davvero sono.
          • Padellino scrive:
            Re: i giovani chiedono più protezione?
            E' così.
          • Parche scrive:
            Re: i giovani chiedono più protezione?
            Quoto in tutto... hai ragione da vendere purtroppo...- Scritto da: Chitto
            - Scritto da: Bic Indolor

            Premetto che sono dell'idea che se non puoi

            permetterti un figlio è meglio se non lo fai

            (contraccezione, anyone?)

            In linea di principio sono d'accordo. Una persona
            prima di mettere al mondo un figlio dovrebbe
            riflettere bene sul fatto che si tratta di un
            impegno a lungo
            termine.
            Tuttavia è anche vero che questa società sta
            facendo di tutto per isolare le
            persone.

            I genitori non possono più stare con i figli...
            anche volendo devono per forza lavorare tutto il
            giorno. Difficile che con le paghe di oggi e il
            costo della vita odierno uno dei due genitori
            possa rimanere a
            casa.

            A questo si aggiunge la "fobia del vicino", come
            risultato hai bambini ed adolescenti che si
            sentono sempre più isolati dal resto del
            mondo.

            Vedono negli adulti non più potenziali guide...
            ma potenziali nemici. Arrivano a casa da scuola,
            accendono la TV e i TG vomitano nelle loro case
            decine e decine fatti (inventati o meno) che non
            fanno altro che aumentare questa paura e la
            diffidenza verso chiunque.


            Non è un caso che i suicidi fra i giovani siano
            in continuo aumento. Le relazioni genitore-figlio
            sono pressocché inesistenti... e nemmeno sempre
            per colpa del genitore. Le relazioni con il resto
            degli adulti (quelli al di fuori della famiglia)
            sono ridotte al minimo (i ragazzi hanno paura
            degli adulti e gli adulti hanno paura ad avere a
            che fare con dei ragazzi... si sa mai di passare
            per il mostro del
            quartiere).

            Internet per molti sta diventando _LA_ vita reale.

            Quando ero bambino io i giornalisti erano un po'
            più professionali di ora. Si limitavano a dare le
            notizie, non a spettacolarizzarle. Non c'era
            NULLA di strano se un adulto del paese ti
            invitava in casa sua o ti offriva la sua
            esperienza. Ricordo che ero ancora alle
            elementari e mi piaceva prendere su la bicicletta
            e andarmene a casa di un'anziana signora del
            paese che adorava avermi attorno. Ci passavo le
            ore con lei a parlare, bere il tè, ridere,
            guardare la TV assieme. Lei era gentile con me,
            mi chiedeva come andavo a scuola, mi dava
            suggerimenti su come comportarmi, mi sgridava
            anche qualche volta... mi faceva piacere andarla
            a visitare. Non era solo questione del tè o dei
            dolcetti che mi faceva trovare. Le volevo bene
            anche se non era della mia famiglia e lei voleva
            bene a
            me.

            Ci sono poche cose della mia infanzia che oramai
            ricordo, ma alcuni momenti che ho passato con
            lei, nonostante sia morta parecchi anni fa, me li
            ricordo ancora. E ricordo ancora alcuni dei suoi
            suggerimenti. È certamente una persona che è
            stata importante per la mia crescita, e questo
            indipendentemente da tutto il
            resto.

            Perché a lei piaceva stare in mia compagnia? Che
            importanza vuoi che abbia? Forse le piaceva avere
            qualcuno a cui parlare. Forse le piacevo io. A me
            lei piaceva perché sapevo che mi voleva bene,
            perché VOLEVO un adulto che mi trattasse da suo
            pari e non come un bambinetto sciocco e
            fastidioso da mandare via prima che qualcuno
            pensi male. Non mi ha mai fatto del male, perché
            avrebbe
            dovuto?

            Quando vuoi bene ad una persona,
            indipendentemente dalle tue ragioni, non vuoi
            farle del
            male.

            E ogni tanto mi chiedo... e se fossi un bambino
            di oggi? Quella signora con tutta la fobia
            odierna sarebbe ancora disposta ad occuparsi di
            me come fece? E se lei non l'avesse fatto, chi lo
            avrebbe fatto al suo
            posto?

            Provo molta pena per i bambini e i ragazzini di
            oggi. Alcuni stupidi adulti che vedono mostri in
            ogni dove hanno AMPIAMENTE rovinato le loro
            vite... e quello che è peggio, è che si spacciano
            per loro salvatori, anziché per quello che
            davvero
            sono.
          • . . . scrive:
            Re: i giovani chiedono più protezione?
            Ma ci credi veramente a quello che scrivi o te le inventi al momento ad uso e consumo di chi ti legge ? La realtà che descrivi ce l'hai solo nella tua testa per giustificare certe idee malate che ti girano per la testa. Complimenti per l'impegno, ma con me non attacca.
          • Kitekat scrive:
            Re: i giovani chiedono più protezione?
            Concordo su tutta la linea.:)
          • Gio262 scrive:
            Re: i giovani chiedono più protezione?
            Che riporta al punto iniziale, ovvero, non esiste un obbligo di fare figli, se non si ritiene di essere in grado di crescerne (o non si hanno comunque le risorse economiche e umane)semplicemente non li si fa. Se li si vuole fare lo stesso è il caso di ricercare le proprie responsabilità quando le cose non vanno bene, piuttosto che scatenarsi contro internet o chissà quale parcheggio più o meno tecnologico si sia scelto per piazzarli davanti.
      • nodata scrive:
        Re: i giovani chiedono più protezione?
        Allora diamo la colpa allo strumento non a chi lo fa utilizzare senza interessarsi minimamente di come viene utilizzato ? Vogliamo la rete assolutamente libera però non si vuole per mille scuse, perchè quello sono, puerili scuse, far capire al ragazzino che lo utilizza i pericoli a cui può andare in contro. Non si voglio adottare gli strumenti che già da tempo sono in commercio o anche free per ridurre i rischi di "navigazione" per pigrizia o per ignoranza. Allora che si fa ? Ci si lamenta. Si da la colpa alla rete o meglio dovrebbe essere la rete a autoregolamentarsi. Ad autocensurarsi. I gestori dovrebbero sapere il significato di ogni bit presente sui loro server. Ma stiamo scherzando ? Che i genitori facciano il loro mestiere. Hai voluto un figlio e mo corri e non "ho un figlio e lo pianto davanti la TV o al PC cosi sta buono". Lavori 8 ore al giorno e allora ? Anche i miei lavoravano 8 ore e anche più al giorno. E allora ? Se avevo dei problemi però erano sempre li. Stanchi magari, ma sempre presenti. Sono stato fortunato ? Forse. Ma per me è il comportamento che dovrebbe tenere un genitore. Punto. E non pretendere di far fare alla rete il genitore.
  • Bah! scrive:
    Il vero problema.
    Non c'è più comunicazione col prossimo. Un sacco di gente si riversa su internet alla ricerca di rapporti umani, ma la fisicità gioca ancora un ruolo troppo importante per socializzare. Il guaio è che "loro" hanno reso complicato quello che è il naturale bisogno umano, dividendo e gestendo i rapporti fra le persone attraverso i beni di consumo.
    • Fragarach scrive:
      Re: Il vero problema.
      - Scritto da: Bah!
      Non c'è più comunicazione col prossimo. Un sacco
      di gente si riversa su internet alla ricerca di
      rapporti umani, ma la fisicità gioca ancora un
      ruolo troppo importante per socializzare. Il
      guaio è che "loro" hanno reso complicato quello
      che è il naturale bisogno umano, dividendo e
      gestendo i rapporti fra le persone attraverso i
      beni di
      consumo.indeed!
      • caprone scrive:
        Re: Il vero problema.
        se hai problemi...GET A LIFE!!!
        • Mr. Loop scrive:
          Re: Il vero problema.
          - Scritto da: caprone
          se hai problemi...

          GET A LIFE!!!Il guaio è che "loro" hanno reso complicato quello che è il naturale bisogno umano, dividendo e gestendo i rapporti fra le persone attraverso i beni di consumo.- Scritto da: caprone
          se hai problemi...

          GET A LIFE!!!Il guaio è che "loro" hanno reso complicato quello che è il naturale bisogno umano, dividendo e gestendo i rapporti fra le persone attraverso i beni di consumo.- Scritto da: caprone
          se hai problemi...

          GET A LIFE!!!Il guaio è che "loro" hanno reso complicato quello che è il naturale bisogno umano, dividendo e gestendo i rapporti fra le persone attraverso i beni di consumo.- Scritto da: caprone
          se hai problemi...

          GET A LIFE!!!Il guaio è che "loro" hanno reso complicato quello che è il naturale bisogno umano, dividendo e gestendo i rapporti fra le persone attraverso i beni di consumo.
  • Franco scrive:
    Su direct connect
    Non vorrei sbagliare,ma DC++ era lo stesso client utilizzato da quei tizi che qualche mese fa ricevettero multe megamilionarie per aver condiviso circa un tera di file.Fossi in voi ci penserei due volte prima di continuare ad utilizzarlo....Alternative attualmente anonime se vi interessa sono:AmuleMuteOFFAntsOppure se preferite tra tutti i client con IP in chiaro il più sicuro è ancora il mulo.In questo caso potrebbe essere interessante prendere in considerazione l'uso di reelaks,una VPN fornita dal partito pirata svedese che con 4 euro al mese vi fornisce un accesso sicuro e veloce alla rete.In più il vostro nuovo IP non viene rilasciato a terze parti se non dietro la violazione di qualsivoglia legge che preveda una pena superiore ai due anni di reclusione..praticamente per il p2p mai ;)
    • Antonio Luzzato scrive:
      Re: Su direct connect
      Io uso BitTorrent con PeerGuardian .... è una soluzione sicura o si corrono alti rischi lo stesso?
      • Iloveapple scrive:
        Re: Su direct connect
        Peerguardian come qualsiasi altro strumento di "controllo" è altamente bucabile quindi altamente inaffidabile.Auguri.
      • Cobra Reale scrive:
        Re: Su direct connect
        Peerguardian è un buon sistema, l'importante è di non illudersi perché non è sicuro al 100%, tutt'altro: esso si basa su una "lista nera" di indirizzi IP legati ad organizzazioni sospette, mega-corporazioni, e così via. Purtroppo per un colosso come la RIAA non è impossibile accedere alla rete tramite normali provider, eludendo in questo modo il muro di peerguardian.
    • kattle87 scrive:
      Re: Su direct connect
      - Scritto da: Franco
      In più il vostro nuovo IP non viene rilasciato a
      terze parti se non dietro la violazione di
      qualsivoglia legge che preveda una pena superiore
      ai due anni di reclusione..praticamente per il
      p2p mai
      ;)Forse in Italia dove neanche gli ergastoli durano più di due anni (Tra quanto sarà liberato Olindo con consorte?)Però ricordati di chi rischia di beccarsi la galera per debiti negli States... :/ magari per aver condiviso 17 canzoni...
Chiudi i commenti