Contrappunti/ Il lato oscuro della Rete

di M. Mantellini - L'emblematica vicenda di Bradley Manning. Detenuto nella più grande democrazia della Terra. Sostanzialmente ignorato dalla Rete. La Rete che avrebbe dovuto liberare lui e l'umanità intera

Roma – La storia di Bradley Manning è anche la storia di Internet e della sua marginalità. Il racconto di un sogno idealizzato, quello della comunità delle persone che si collegano fra loro e rendono il pianeta un luogo migliore e più giusto. Del resto ogni generazione ha la propria dichiarazione di indipendenza: la penultima è stata una canzone di Bob Dylan intitolata “I tempi stanno cambiando”, l’ultima, circa trent’anni dopo, la dichiarazione di indipendenza del Cyberspazio scritta da J.P. Barlow nel 1996.

Bradley Manning è un giovane statunitense che è stato arrestato nel 2010 in un sobborgo di Baghdad dove prestava servizio per l’esercito statunitense. Le accuse che lo riguardano sono molte, alcune francamente fantasiose, ma attengono in gran parte alla divulgazione di materiale segreto. Manning – come molti di voi sapranno – sarebbe stato il tramite attraverso il quale Wikileaks ha potuto diffondere al mondo intero migliaia di informazioni riservate sulla guerra in Iraq, sui crimini e gli “errori” che il governo statunitense ha più volte tentato di nascondere.

Cantava Bob Dylan nel 1964 che i tempi stavano rapidamente cambiando, che una battaglia fuori stava scuotendo le finestre di senatori e congressisti, che era ora che i genitori e giornalisti si facessero da parte senza criticare cose che non potevano comprendere: l’inno di una generazione, insomma, quella dell’America di Nixon, della guerra in Vietnam e dei Pentagon Papers.

Manning è in carcere da oltre 900 giorni e solo nella scorsa settimana nel Maryland, all’inizio del processo che lo riguarda, ha potuto offrire di fronte al tribunale alcune brevi dichiarazioni. Un rapporto delle Nazioni Unite, dopo un’indagine durata 14 mesi, ha dichiarato che la sua carcerazione a Quantico da parte della più grande democrazia del mondo, è crudele e inusuale. Una cella di due metri per due, 23 ore di isolamento al giorno, 20 minuti di esposizione al sole, nudo durante la notte, un trattamento che il rapporto di Juan Mendez definisce , senza mezzi termini, come una forma di tortura. Quali sono state le reazioni della nuova stampa statunitense sul caso Manning? In genere modeste e imbarazzate: per trovare un editoriale che racconti i fatti con un po’ dell’indignazione necessaria occorre aprire il Guardian di Londra.

Nel 1996 J.P. Barlow, nel Manifesto che per un decennio ha influenzato fortemente una certa idea di democrazia elettronica portata da Internet, scrive:

Governi del Mondo, stanchi giganti di carne e di acciaio, io vengo dal Cyberspazio, la nuova dimora della Mente. A nome del futuro, chiedo a voi, esseri del passato, di lasciarci soli. Non siete graditi fra di noi. Non avete alcuna sovranità sui luoghi dove ci incontriamo.

Siamo ai ricorsi storici, alle cicliche invocazioni alla libertà dai grandi poteri, declinate in questo caso in formato elettronico, agitando la sacra spada del mondo liberato non a colpi di musica ma di click del mouse. Nulla di tutto questo è evidentemente accaduto.

La storia di Bradley Manning, un ragazzo che rischia la pena di morte per aver “spifferato” attraverso Internet gli indecenti segreti del grande gigante democratico ed essersi quindi con tale gesto macchiato di “aiuto al nemico”, esattamente come la storia altrettanto complicata di Julian Assange, è anche il racconto della fallita aspirazione di una Internet motore della democrazia e della conoscenza. Perfino Barack Obama, lui stesso simbolo molte volte citato di una nuova politica nutrita a colpi di trasparenza, social media e partecipazione del basso, lui normalmente attento ad ogni piccolo risvolto diplomatico delle proprie dichiarazioni, su Manning ha compiuto un grosso passo falso, dichiarandone scioccamente la colpevolezza ben prima che il processo avesse inizio.

Il fatto è che forse i tempi non stanno cambiando, che forse i giganti di carne e di acciaio sono ancora lì e non hanno alcuna intenzione di lasciarci soli, che forse il principio di sovranità sulla Rete può essere oggi tranquillamente ed ancora affermato dai medesimi soggetti che la rete doveva abbattere. Nessun gigantesco corteo di indignazione popolare si è mosso da Internet ed ha invaso le piazze per la sorte di un giovane militare che a Quantico, nella civilissima Virginia, è costretto ad urlare: “Il detenuto Manning ha bisogno della carta igienica”. Il massimo che possiamo attenderci dalla grande folla planetaria che popola la rete Internet che legge e si indigna nello spazio di un click è che sfidi la legge per scaricare illegalmente un episodio della serie televisiva Criminal Minds . Tanto sempre di Quantico, crimini, FBI e robette simili stiamo in fondo parlando.

Massimo Mantellini
Manteblog

Tutti gli editoriali di M.M. sono disponibili a questo indirizzo

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Shiba scrive:
    @maxsix
    https://launchpad.net/~canonical-hwe-team/+archive/sputnik-kernelToh, fatti una cultura, così magari la pianti di sparare XXXXXXXte.
  • Enjoy with Us scrive:
    Capspita dell si è sprecata
    Ma si tentiamo la carta Linux, ma mica su un pC che costa 500-600 euro.... nooo su un ultrafigo da 1450, dove risparmi ben 50 euro rispetto a Windows 8!Poi stranamente tali pc non vendono... chissa come mai, forse perchè uno che spende 1450 euro per un pc Linux non sa neanche cosa sia?P.S. non ho sbagliato parlando di euro invece che di dollari o se l'ho fatto è stato sicuramente in difetto!
    • nome e cognome scrive:
      Re: Capspita dell si è sprecata
      - Scritto da: Enjoy with Us
      Ma si tentiamo la carta Linux, ma mica su un pC
      che costa 500-600 euro.... nooo su un ultrafigoCerto che voi linari siete incredibili, quando nel 2007 Dell vendeva notebook da 500 euro con imbuto installato eravate a dire "eh no ma l'hardware fa schifo, non ne venderanno neanche uno" ... e avevate ragione, tra l'altro.
      • Sgabbio scrive:
        Re: Capspita dell si è sprecata
        (rotfl)(rotfl)(rotfl)
        • jijiakos scrive:
          Re: Capspita dell si è sprecata
          Natale si avvicina! Questo è un bel regalo! Sanei N90 Android Tablet PC da 9,7 pollici ultra-sottile! Questo è un bel regalo! Si può dare un bambino a Natale! Altamente consigliato! Excellent! Per non perdere! http://urlen.dk/6474
      • sbrotfl scrive:
        Re: Capspita dell si è sprecata
        - Scritto da: nome e cognome
        - Scritto da: Enjoy with Us

        Ma si tentiamo la carta Linux, ma mica su un
        pC

        che costa 500-600 euro.... nooo su un
        ultrafigo

        Certo che voi linari siete incredibili, quando
        nel 2007 Dell vendeva notebook da 500 euro con
        imbuto installato eravate a dire "eh no ma
        l'hardware fa schifo, non ne venderanno neanche
        uno" ... e avevate ragione, tra
        l'altro.Ma una via di mezzo no? Certo che ci si continua a lamentare.Voglio vedere un Sony VAIO o un HP Pavilion (si esatto, pavilion... quello per la fascia consumer che trovi al supermercato, non computer che compri chissà dove e che usano in 4 gatti) con linux installato sopra.
      • FDG scrive:
        Re: Capspita dell si è sprecata
        - Scritto da: nome e cognome
        Certo che voi linari siete incredibili, quando
        nel 2007 Dell vendeva notebook da 500 euro con
        imbuto installato eravate a dire "eh no ma
        l'hardware fa schifo, non ne venderanno neanche
        uno" ... e avevate ragione, tra l'altro.Si, nel 2007 avevano ragione.
    • iRoby scrive:
      Re: Capspita dell si è sprecata
      Il problema è sempre stato il fatto che Microsoft può ancora ricattare i produttori, ma si deve comunque proporre alternative per non scontentare l'antitrust e la presunta concorrenza del emrcato da preservare almeno nelle apparenze.Così i produttori non propongono fasce medie con Linux.O gli entry level o i top di gamma dove l'utenza interessata a Linux è molto poca... Non si scontenta Microsoft, si lasciano le apparenze di un mercato in cui esiste concorrenza...Vediamo cosa accade se domani si inizia ad obbligare a vendere PC senza sistema operativo e dover mettere a listino un ventaglio di Windows ed altre alternative...
      • Nome e cognome scrive:
        Re: Capspita dell si è sprecata
        - Scritto da: iRoby
        Vediamo cosa accade se domani si inizia ad
        obbligare a vendere PC senza sistema operativo e
        dover mettere a listino un ventaglio di Windows
        ed altre
        alternative...Tipo, in un ipotetico, irrealistico futuro prossimo in cui i legislatori, invece di cercare di tirarci fuori dalla XXXXX in cui siamo, preferissro dare sfogo alle ripicchette degli opensorci?Torce e forconi.O la soluzione Magnotta, le iscrizioni sono sempre aperte.
    • Shiba scrive:
      Re: Capspita dell si è sprecata
      - Scritto da: Enjoy with Us
      Ma si tentiamo la carta Linux, ma mica su un pC
      che costa 500-600 euro.... nooo su un ultrafigo
      da 1450, dove risparmi ben 50 euro rispetto a
      Windows
      8!
      Poi stranamente tali pc non vendono... chissa
      come mai, forse perchè uno che spende 1450 euro
      per un pc Linux non sa neanche cosa
      sia?

      P.S. non ho sbagliato parlando di euro invece che
      di dollari o se l'ho fatto è stato sicuramente in
      difetto!Il prezzo di un ultrabook, per quanto assurdo, è quello. Mi piace molto, ma proprio perché ultrabook non lo comprerò mai.
      • Enjoy with Us scrive:
        Re: Capspita dell si è sprecata
        - Scritto da: Shiba
        - Scritto da: Enjoy with Us

        Ma si tentiamo la carta Linux, ma mica su un
        pC

        che costa 500-600 euro.... nooo su un
        ultrafigo

        da 1450, dove risparmi ben 50 euro rispetto a

        Windows

        8!

        Poi stranamente tali pc non vendono... chissa

        come mai, forse perchè uno che spende 1450
        euro

        per un pc Linux non sa neanche cosa

        sia?



        P.S. non ho sbagliato parlando di euro
        invece
        che

        di dollari o se l'ho fatto è stato
        sicuramente
        in

        difetto!

        Il prezzo di un ultrabook, per quanto assurdo, è
        quello. Mi piace molto, ma proprio perché
        ultrabook non lo comprerò
        mai.non è vero ci sono ultrabook che vengono venduti alla metà di quella cifra, per me sono sempre cari, ma certo hanno un mercato più ampio di sto ultrabook per ricchi di HP!
        • Shiba scrive:
          Re: Capspita dell si è sprecata
          - Scritto da: Enjoy with Us
          non è vero ci sono ultrabook che vengono venduti
          alla metà di quella cifra, per me sono sempre
          cari, ma certo hanno un mercato più ampio di sto
          ultrabook per ricchi di
          HP!Link?-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 07 dicembre 2012 10.40-----------------------------------------------------------
  • Mario Rossi scrive:
    Alleluia!
    Finalmente, per voi, panda rossa, krane, p.inquino eccetera è arrivato il computer che riscriverà la storia, risparmierete quel 3% del prezzo della controparte Windows e come sognavate una società famosa come Dell fa computer del genere e lì troverete a Mediaworld per avere una macchina potentissima con una scheda grafica degna di tale nome...E poi si lamentano del prezzo di Surface Pro...
    • crumiro scrive:
      Re: Alleluia!
      Guarda, io ho preso un Asus da 700 , ho pagato la licenza MS, ho formattato e ho installato Ubuntu (e non Fedora come il solito).Messo su bumblebee per la scheda grafica doppia, cairo-dock come DE, cambiato qualche decina di $arca$$i e fine.Non è un grosso problema se non escono macchine con Ubuntu già sopra, sai?
      • Mario Rossi scrive:
        Re: Alleluia!
        - Scritto da: crumiro
        Guarda, io ho preso un Asus da 700 , ho pagato
        la licenza MS, ho formattato e ho installato
        Ubuntu (e non Fedora come il
        solito).

        Messo su bumblebee per la scheda grafica doppia,
        cairo-dock come DE, cambiato qualche decina di
        $arca$$i e
        fine.La comodità è tutto...
        Non è un grosso problema se non escono macchine
        con Ubuntu già sopra,
        sai?Infatti per me non lo è di certo, ma vallo a dire a panda rossa che poi ti brucia la casa...
        • crumiro scrive:
          Re: Alleluia!
          - Scritto da: Mario Rossi
          - Scritto da: crumiro

          Guarda, io ho preso un Asus da 700 , ho
          pagato

          la licenza MS, ho formattato e ho installato

          Ubuntu (e non Fedora come il

          solito).



          Messo su bumblebee per la scheda grafica
          doppia,

          cairo-dock come DE, cambiato qualche decina
          di

          $arca$$i e

          fine.
          La comodità è tutto...Adesso gira come dico io e consuma come dico io (meno che con 7).E sì, hai ragione: adesso è comodo.
      • Burp scrive:
        Re: Alleluia!
        - Scritto da: crumiro
        Messo su bumblebee per la scheda grafica doppia,
        cairo-dock come DE, cambiato qualche decina di
        $arca$$i e
        fine.

        Non è un grosso problema se non escono macchine
        con Ubuntu già sopra,
        sai?Per te e per me non lo è, ma per la maggior parte della gente è già tanto cambiare lo sfondo del desktop :D figuriamoci se si installano il sistema operativo, per facile che sia, e si mettono a smanettare.
  • Flavio C scrive:
    Ma....
    che senso ha dover mettere mano al codice del sistema operativo che ci deve andare sopra? Mica modificano windows prima di caricarlo sui loro pc! E' un controsenso! O metti sul mercato un PC con precaricato linux e lo certifichi, magari non solo per una singola distribuzione, o fai a meno di metterci niente! Così hanno fatto un PC con precaricato un OS similproprietario. La vedo una grande ca....ta!!
    • crumiro scrive:
      Re: Ma....
      Uhm... forse ti sfugge la parte (ma non solo a te, vedi Massimino qui sopra) dove il codice aggiunto è disponibile per tutti.Modprobe & C questi sconosciuti?
      • maxsix scrive:
        Re: Ma....
        - Scritto da: crumiro
        Uhm... forse ti sfugge la parte (ma non solo a
        te, vedi Massimino qui sopra) dove il codice
        aggiunto è disponibile per
        tutti.

        Modprobe & C questi sconosciuti?Quando i driver sono compilati dentro il kernel e non come moduli sai il tuo modprobe dove te lo metti vero?Perchè Dell questo fa. Loro e i loro Management disk.
        • crumiro scrive:
          Re: Ma....
          Si, certo, come no.Ed i sorgenti non te li da vero? :D
          • maxsix scrive:
            Re: Ma....
            - Scritto da: crumiro
            Si, certo, come no.
            Ed i sorgenti non te li da vero? :DSei impazzito?Ma hai mai comprato un dell con linux preinstallato?
          • crumiro scrive:
            Re: Ma....
            Ho fatto una domanda.
          • maxsix scrive:
            Re: Ma....
            - Scritto da: crumiro
            Ho fatto una domanda.Ti ho risposto.I dell ti danno tutte quelle mirabolanti pippe tipo Management Console Utility, Restore system disk e via discorrendo.Tu mani dentro li non le metti.O meglio, le metti, fai la tua strada e poi cavolacci tuoi se qualcosa non va.
          • crumiro scrive:
            Re: Ma....
            E... quindi?Non capisco la parte delle modifiche effettuate sul kernel e dei sorgenti presenti.I sorgenti ci sono o no?Tagliando corto: ho letto che i sorgenti ci sono. La domanda è, ripeto: ci sono o no?
          • assassino scrive:
            Re: Ma....
            forse ci sono, forse non ci sono
          • crumiro scrive:
            Re: Ma....
            Mistero :D
          • maxsix scrive:
            Re: Ma....
            - Scritto da: crumiro
            E... quindi?
            Non capisco la parte delle modifiche effettuate
            sul kernel e dei sorgenti
            presenti.

            I sorgenti ci sono o no?

            Tagliando corto: ho letto che i sorgenti ci sono.
            La domanda è, ripeto: ci sono o
            no?Che sorgenti. Quelli della redhat fornita di serie?Se li chiedi e li paghi ti danno la versione che chiedi aggiunta dei CD con i driver specifici.Ma ben inteso, il sistema va sempre installato dal live CD che arriva comunque e sempre.Ci sono casi dove i chipset non sono supportati dai CD della redhat ufficiale, un po' come la debian stable.Per essere precisi i driver necessari per l'810 erano del controller SATA, senza quelli al boot addio all'hd di sistema.Ergo booti dai CD ufficiali redhat, cerchi di caricare i driver come moduli ti va in panic perchè gli header del CD non supportano l'ufficiale.Installi il suo live CD e ti trovi i driver bellamente compilati nel binario del kernel con relative patch e contro patch anche per altre cosucce.Insomma, alla fine dai retta a loro, ti sbatti con l'OS che ti forniscono loro e festa finita.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 03 dicembre 2012 18.00-----------------------------------------------------------
          • crumiro scrive:
            Re: Ma....
            Posso dirti una cosa?Continua ad usare OSX che va meglio.Saluti (o forse addio).
          • maxsix scrive:
            Re: Ma....
            - Scritto da: crumiro
            Posso dirti una cosa?
            Continua ad usare OSX che va meglio.


            Saluti (o forse addio).Posso dirti una cosa?Anzi no. Sei simpatico così come sei.
      • Flavio C scrive:
        Re: Ma....
        Mi sto mettendo dal lato utente non da quello programmatore. Esistono anche quelli che vogliono utilizzare un pc senza essere programmatori, quindi se mi dai un pc certificato per linux io utente scemo sò che posso schiaffarci quasi qualsiasi distribuzione ed usarlo, mentre se mi dai un pc con una versione adattata all'hardware se voglio cambiare distro devo diventar programmatore. E si ritorna sempre al famoso loop: linux è difficile, meglio windows! Dico: perchè bisogna per forza complicare la vita quando si tratta di linux? Solo perchè è opensource non è detto che tutti possano o vogliano riprigrammarsi parti di codice! Quindi meglio lo standard se devo dare un pc con linux! Questo secondo me!! E ti parlo da utilizzatore di Fedora 17 x64.
        • crumiro scrive:
          Re: Ma....
          Okay, va bene.Ma se compri un PC con Linux e hai in testa di metterci "il linux che vuoi tu"... non ti passa per la testa che qualche lavoraccio sarà da fare?Un conto è dire "non è possibile" un altro è "è possibile ma vai giù di cacciavite".Inoltre: qui stiamo tutti a parlare ma qualcuno lo ha provato?
          • FDG scrive:
            Re: Ma....
            - Scritto da: crumiro
            Un conto è dire "non è possibile" un altro è "è
            possibile ma vai giù di cacciavite".

            Inoltre: qui stiamo tutti a parlare ma qualcuno
            lo ha provato?Mi permetto solo di farti un'osservazione. Tu hai tempo da perdere? Non voglio dire che non hai un razzo da fare e quindi ti puoi permette di giocare. Ma sai bene che il tempo costa. E quindi il gioco deve valere la candela. E questo vuol dire dover accettare certi compromessi.Saluti
  • Quelo scrive:
    allora non è Linux
    Un computer con Linux è un computer dove c'è un kernel Linux che gira e funziona, ciò ormai accade col 90% dell'Hardware in commercio e praticamente con tutti i DELL che negli US sono venduti PER LEGGE AD UN PREZZO INFERIORE (quindi non è la prima volta) con FREEDOS, proprio per installarci Linux, cosa che in Italia non hanno l'obbligo di fare e non faranno mai.Se con la frase :"... la distro Canonical è stata ovviamente "rimaneggiata" da Dell a partire dal kernel, e tutte le modifiche apportate sono disponibili per tutti sui server Canonical ..."si intende la tecnologia DKMS (che è stata proprio sviluppata da DELL) è un discorso, se invece per farlo funzionare hanno dovuto modificare il kernel inserendo direttamente i moduli, allora non è un computer con Linux è un computer con Ubuntu OS, dove Linux non si può installare ed è peggio del 90% dell'hardware in commercio.Non è per fare il pignolo, però se poi togli Ubuntu per metterci un'altra distribuzione, e non va, ti scade la garanzia e altre cose ignobili, allora NON è sicuramente un computer con Linux.
    • maxsix scrive:
      Re: allora non è Linux
      - Scritto da: Quelo
      Un computer con Linux è un computer dove c'è un
      kernel Linux che gira e funziona, ciò ormai
      accade col 90% dell'Hardware in commercio e
      praticamente con tutti i DELL che negli US sono
      venduti PER LEGGE AD UN PREZZO INFERIORE (quindi
      non è la prima volta) con FREEDOS, proprio per
      installarci Linux, cosa che in Italia non hanno
      l'obbligo di fare e non faranno
      mai.

      Se con la frase :

      "... la distro Canonical è stata ovviamente
      "rimaneggiata" da Dell a partire dal kernel, e
      tutte le modifiche apportate sono disponibili per
      tutti sui server Canonical
      ..."

      si intende la tecnologia DKMS (che è stata
      proprio sviluppata da DELL) è un discorso, se
      invece per farlo funzionare hanno dovuto
      modificare il kernel inserendo direttamente i
      moduli, allora non è un computer con Linux è un
      computer con Ubuntu OS, dove Linux non si può
      installare ed è peggio del 90% dell'hardware in
      commercio.

      Non è per fare il pignolo, però se poi togli
      Ubuntu per metterci un'altra distribuzione, e non
      va, ti scade la garanzia e altre cose ignobili,
      allora NON è sicuramente un computer con
      Linux.A guarda se mi fanno il tiro che mi hanno fatto con gli ultimi 5 rack 810 che ho installato, stai sicuro.Redhat fornito aveva i driver delle schede di rete e del controller SATA compilato dentro.Non ci sono state madonne di farci girare su una Debian decentemente.Una follia.
      • crumiro scrive:
        Re: allora non è Linux
        Sei credibile come una banconota da 480.000 lire
        • maxsix scrive:
          Re: allora non è Linux
          - Scritto da: crumiro
          Sei credibile come una banconota da 480.000 lireAh sai cosa mi frega a me di quello che credi te.
          • crumiro scrive:
            Re: allora non è Linux
            Fai una bella cosa: installaci Ubuntu server.Poi quando vedi che il tutto gira, chiediti perché Debian non girava e dove sta il problema.Io lo so già.
          • maxsix scrive:
            Re: allora non è Linux
            - Scritto da: crumiro
            Fai una bella cosa: installaci Ubuntu server.
            Poi quando vedi che il tutto gira, chiediti
            perché Debian non girava e dove sta il
            problema.

            Io lo so già.Già consegnato tutto, pagato e anche speso, tranquillo.Ubuntu lo lascio usare a voi cantinari dell'ultima ora.
          • crumiro scrive:
            Re: allora non è Linux
            - Scritto da: maxsix
            - Scritto da: crumiro

            Fai una bella cosa: installaci Ubuntu server.

            Poi quando vedi che il tutto gira, chiediti

            perché Debian non girava e dove sta il

            problema.



            Io lo so già.

            Già consegnato tutto, pagato e anche speso,
            tranquillo.MA Debian ha girato o no?
            Ubuntu lo lascio usare a voi cantinari
            dell'ultima
            ora.Certo, meglio non riuscire a far girare una Debian.Se dovevi installare una Slack che facevi? Davi la colpa al Padreterno?
          • maxsix scrive:
            Re: allora non è Linux
            - Scritto da: crumiro
            - Scritto da: maxsix

            - Scritto da: crumiro


            Fai una bella cosa: installaci Ubuntu
            server.


            Poi quando vedi che il tutto gira,
            chiediti


            perché Debian non girava e dove sta il


            problema.





            Io lo so già.



            Già consegnato tutto, pagato e anche speso,

            tranquillo.

            MA Debian ha girato o no?
            No perchè semplicemente i driver che usava erano di un hardware nuovissimo di cui i sorgenti erano disponibili ma andavano in conflitto con gli header del kernel stable a sua volta in essere.E io server con roba unstable non li consegno.

            Ubuntu lo lascio usare a voi cantinari

            dell'ultima

            ora.

            Certo, meglio non riuscire a far girare una
            Debian.
            Se dovevi installare una Slack che facevi? Davi
            la colpa al
            Padreterno?No semplicemente faccio come tutti. Mi spacco le palle a far girare il software che devo sull'OS consegnato dal produttore.Perchè poi alla fine potrebbe essere che le mani in quelle macchine non le metto solo io, visto che sono andate installate definitivamente a circa 2000 km da qui.
          • crumiro scrive:
            Re: allora non è Linux
            - Scritto da: maxsix
            - Scritto da: crumiro

            - Scritto da: maxsix


            - Scritto da: crumiro



            Fai una bella cosa: installaci
            Ubuntu

            server.



            Poi quando vedi che il tutto gira,

            chiediti



            perché Debian non girava e dove
            sta
            il



            problema.







            Io lo so già.





            Già consegnato tutto, pagato e anche
            speso,


            tranquillo.



            MA Debian ha girato o no?


            No perchè semplicemente i driver che usava erano
            di un hardware nuovissimo di cui i sorgenti erano
            disponibili ma andavano in conflitto con gli
            header del kernel stable a sua volta in
            essere.Ahhh! Raccontala tutta ciccio!
            E io server con roba unstable non li consegno.Unstable? Hai dei drivere "proprietari" e il problema sono gli header?Cerca su internet e vedi come hanno risolto gli altri.Lo hai fatto vero?



            Ubuntu lo lascio usare a voi cantinari


            dell'ultima


            ora.



            Certo, meglio non riuscire a far girare una

            Debian.

            Se dovevi installare una Slack che facevi?
            Davi

            la colpa al

            Padreterno?

            No semplicemente faccio come tutti. Parla per te...
            Mi spacco le
            palle a far girare il software che devo sull'OS
            consegnato dal
            produttore.Mi dispiace che tu sia stressato, ancor di più che devi girare il tuo stress qui.
            Perchè poi alla fine potrebbe essere che le mani
            in quelle macchine non le metto solo io, visto
            che sono andate installate definitivamente a
            circa 2000 km da
            qui.E cosa devono fare quelle macchine?Qui sta il punto focale della cosa.
          • maxsix scrive:
            Re: allora non è Linux
            - Scritto da: crumiro
            - Scritto da: maxsix

            - Scritto da: crumiro


            - Scritto da: maxsix



            - Scritto da: crumiro




            Fai una bella cosa: installaci

            Ubuntu


            server.




            Poi quando vedi che il tutto
            gira,


            chiediti




            perché Debian non girava e
            dove

            sta

            il




            problema.









            Io lo so già.







            Già consegnato tutto, pagato e
            anche

            speso,



            tranquillo.





            MA Debian ha girato o no?




            No perchè semplicemente i driver che usava
            erano

            di un hardware nuovissimo di cui i sorgenti
            erano

            disponibili ma andavano in conflitto con gli

            header del kernel stable a sua volta in

            essere.

            Ahhh! Raccontala tutta ciccio!
            Io devo raccontarla. Se mi chiedi ti rispondo. Se parti con le tue congetture senza sapere ti lascio cavalcare. Poi ti prendo per i fondelli.

            E io server con roba unstable non li
            consegno.

            Unstable? Hai dei drivere "proprietari" e il
            problema sono gli
            header?
            Cerca su internet e vedi come hanno risolto gli
            altri.
            Lo hai fatto vero?
            Certo non era risolvibile in quanto questi driver e l'hardware in se sfruttavano una nuova feature del bus di sistema che era presente nei kernel di una versione successiva di quelli riconosciuti stabili nella distro debian.Già è difficile far passare al cliente il fatto che tu hai sostituito il sistema operativo consegnato con la/le macchine di tua iniziativa. Figuriamoci se poi la versione che installi è riconosciuta unstable.





            Ubuntu lo lascio usare a voi
            cantinari



            dell'ultima



            ora.





            Certo, meglio non riuscire a far girare
            una


            Debian.


            Se dovevi installare una Slack che
            facevi?

            Davi


            la colpa al


            Padreterno?



            No semplicemente faccio come tutti.

            Parla per te...
            Parlo con quello del modprobe? Si?

            Mi spacco le

            palle a far girare il software che devo
            sull'OS

            consegnato dal

            produttore.

            Mi dispiace che tu sia stressato, ancor di più
            che devi girare il tuo stress
            qui.


            Perchè poi alla fine potrebbe essere che le
            mani

            in quelle macchine non le metto solo io,
            visto

            che sono andate installate definitivamente a

            circa 2000 km da

            qui.

            E cosa devono fare quelle macchine?
            Qui sta il punto focale della cosa.E a te cosa ti frega cosa devono fare. Io ho delle specifiche che mi vengono date dai miei committenti. Quelle sono e a quelle mi attengo.Non ho ne tempo e ne voglia di filosofeggiare.
          • crumiro scrive:
            Re: allora non è Linux
            - Scritto da: maxsix
            Non ho ne tempo e ne voglia di filosofeggiare.Mi sembra che tu di tempo ne abbia più di me.
          • maxsix scrive:
            Re: allora non è Linux
            - Scritto da: crumiro
            - Scritto da: maxsix


            Non ho ne tempo e ne voglia di
            filosofeggiare.

            Mi sembra che tu di tempo ne abbia più di me.Ti sembra e va bene così.
          • sbertuccia scrive:
            Re: allora non è Linux
            - Scritto da: maxsix
            - Scritto da: crumiro

            - Scritto da: maxsix




            Non ho ne tempo e ne voglia di

            filosofeggiare.



            Mi sembra che tu di tempo ne abbia più di me.

            Ti sembra e va bene così.I 2000 e rotti messaggi su PI ce li hai tu, invero...
          • Sgabbio scrive:
            Re: allora non è Linux
            (cylon)(cylon)(cylon)(cylon)
          • maxsix scrive:
            Re: allora non è Linux
            - Scritto da: Sgabbio
            (cylon)(cylon)(cylon)(cylon)Aiuto i cyloni nooooooooooooo.Però la bionda me la tro**o io.uaz uaz uaz.
      • sbrotfl scrive:
        Re: allora non è Linux
        - Scritto da: maxsix
        - Scritto da: Quelo

        Un computer con Linux è un computer dove c'è
        un

        kernel Linux che gira e funziona, ciò ormai

        accade col 90% dell'Hardware in commercio e

        praticamente con tutti i DELL che negli US
        sono

        venduti PER LEGGE AD UN PREZZO INFERIORE
        (quindi

        non è la prima volta) con FREEDOS, proprio
        per

        installarci Linux, cosa che in Italia non
        hanno

        l'obbligo di fare e non faranno

        mai.



        Se con la frase :



        "... la distro Canonical è stata ovviamente

        "rimaneggiata" da Dell a partire dal kernel,
        e

        tutte le modifiche apportate sono
        disponibili
        per

        tutti sui server Canonical

        ..."



        si intende la tecnologia DKMS (che è stata

        proprio sviluppata da DELL) è un discorso, se

        invece per farlo funzionare hanno dovuto

        modificare il kernel inserendo direttamente i

        moduli, allora non è un computer con Linux è
        un

        computer con Ubuntu OS, dove Linux non si può

        installare ed è peggio del 90% dell'hardware
        in

        commercio.



        Non è per fare il pignolo, però se poi togli

        Ubuntu per metterci un'altra distribuzione,
        e
        non

        va, ti scade la garanzia e altre cose
        ignobili,

        allora NON è sicuramente un computer con

        Linux.

        A guarda se mi fanno il tiro che mi hanno fatto
        con gli ultimi 5 rack 810 che ho installato, stai
        sicuro.
        Redhat fornito aveva i driver delle schede di
        rete e del controller SATA compilato
        dentro.
        Non ci sono state madonne di farci girare su una
        Debian
        decentemente.

        Una follia.Ma come? Usi Debian da anni! Dovresti sapere la politica di Debian sulla questione driver proprietari/liberi.
        • maxsix scrive:
          Re: allora non è Linux




          A guarda se mi fanno il tiro che mi hanno
          fatto

          con gli ultimi 5 rack 810 che ho installato,
          stai

          sicuro.

          Redhat fornito aveva i driver delle schede di

          rete e del controller SATA compilato

          dentro.

          Non ci sono state madonne di farci girare su
          una

          Debian

          decentemente.



          Una follia.

          Ma come? Usi Debian da anni! Dovresti sapere la
          politica di Debian sulla questione driver
          proprietari/liberi.E cosa centra scusa.I driver li ho trovati.Era un problema di release del kernel.I bravi cinesi o quello che sono della Dell avevano fatto una patch specifica sul kernel per far funzionare il loro hardware.Masterizzato allegramente sul CD con il resto dei loro orpelli e saluti.Il problema è che negli header del kernel stable al tempo non c'era la feature richiesta dai driver, ma era nella versione successiva che era in unstable.Ti fidi a installare una renderfarm e a consegnarla funzionante e dare garanzia sul lavoro con una debian unstable?Io no.Se tu si, mandami via PM il numero. Ti giro il cliente.
          • Quelo scrive:
            Re: allora non è Linux
            - Scritto da: maxsix....Ehm ... questo è un problema logico che non riguarda soltanto Linux ma tutti i sistemi operativi con drivers modulari. Di solito i drivers si caricano al BOOT e si caricano dal disco, peccato che quelli del disco non si possano caricare dal disco in quanto senza il disco è illeggibile.Ci sono varie tecniche su Linux per superare l'ostacolo ma si parla di quel 10% di hardware non compatibile (in genere appunto i SATA o SCSI proprietari) che DELL e altre marche ti rifila come compatibile RED HAT ... nota bene e non Linux generico, questo era esattamente il punto a cui volevo arrivare.D'altra parte spesso anche l'installazione di Windows va patchata tramite l'apposito disco fornito con le macchine, ricordo per esempio che su un Laptop che avevo prima non ero riuscito ad installare XP professional perché il disco di partenza non aveva i drivers SATA (mentre Linux ci girava benissimo) in quel caso la procedura standard era di cercare un floppy dall'antiquario, anche se io ho preferito patchare il disco di installazione XP originale.
          • maxsix scrive:
            Re: allora non è Linux
            - Scritto da: Quelo
            - Scritto da: maxsix
            ....

            Ehm ... questo è un problema logico che non
            riguarda soltanto Linux ma tutti i sistemi
            operativi con drivers modulari. Di solito i
            drivers si caricano al BOOT e si caricano dal
            disco, peccato che quelli del disco non si
            possano caricare dal disco in quanto senza il
            disco è
            illeggibile.
            Si ma i fetentoni (non tanto, perchè comprendo il loro punto di vista) ti danno:1) il live CD Linux o Windows con tutto già pronto e fatto per bootare e ripristinare il sistema2) a pagamento ti mandano il CD set della release di Linux o windows che hanno a listino e sono ufficialmente supportati)3) se chiedi il punto 2 ti mandano il cd con i sorgenti e i binari dei driver aggiuntivi.E che spesso e volentieri il punto 2 e 3 cozzano perchè il kernel che gira al punto 1 è diverso.Quindi o ti prendi una macchina esterna e ti ricostruisci con la tua distribuzione un kernel funzionante e ti rifai un live CD come ti piace a te oppure sei bello che fregato e usi il sistema ufficialmente supportato e che ti consegnano.Questa è la situazione con Dell, ma credo che anche con gli altri hai la stessa identica minestra.Purtroppo.
          • Quelo scrive:
            Re: allora non è Linux

            E che spesso e volentieri il punto 2 e 3 cozzano
            perchè il kernel che gira al punto 1 è
            diverso.
            Quindi o ti prendi una macchina esterna e ti
            ricostruisci con la tua distribuzione un kernel
            funzionante e ti rifai un live CD come ti piace a
            te oppure sei bello che fregato e usi il sistema
            ufficialmente supportato e che ti
            consegnano.

            Questa è la situazione con Dell, ma credo che
            anche con gli altri hai la stessa identica
            minestra.

            Purtroppo.Si, DELL è specializzata nel fare queste cose comunque.Diciamo che su HP ho rifatto il disco di installazione di DEBIAN inserendo i drivers closed.Questo comunque riguarda esclusivamente i DISCHI, deve essere chiaro perché grazie al DKMS sviluppato proprio da DELL che ricompila l'interfaccia del driver closed sul kernel corrente, funziona sempre tutto.Per esempio sul mio Samsung ho un controller Wi-Fi Broadcom BCM4313, e i drivers non sono nel kernel perché sono proprietari. Basta inserire in Debian i repositories "non free" e trovi broadcom-sta-dmks che installa i proprietari e ricompila i drivers al boot se hai cambiato kernel. OVVIO che non lo puoi fare coi dischi ma con tutto il resto si.
    • Zucca Vuota scrive:
      Re: allora non è Linux
      - Scritto da: Quelo
      Un computer con Linux è un computer dove c'è un
      kernel Linux che gira e funziona, ciò ormai
      accade col 90% dell'Hardware in commercio e
      praticamente con tutti i DELL che negli US sono
      venduti PER LEGGE AD UN PREZZO INFERIORE (quindi
      non è la prima volta) con FREEDOS, proprio per
      installarci Linux, cosa che in Italia non hanno
      l'obbligo di fare e non faranno
      mai.Non so Dell, ma ci sono diversi vendor che vendono macchine con Freedos (HP, Acer, ecc.) anche in Italia. E la legge non penso c'entri nulla.
      • Quelo scrive:
        Re: allora non è Linux

        Non so Dell, ma ci sono diversi vendor che
        vendono macchine con Freedos (HP, Acer, ecc.)
        anche in Italia. E la legge non penso c'entri
        nulla.La legge c'entra eccome perché in America c'è una cosa chiamata "class action" regolarmente vinta per esempio per lo stato della California :http://www.microsoftcalsettlement.com/In Italia è stato fatto un tentativo di introdurre le Class Action (che senza una riforma dell'ordine degli avvocati è difficile), da parte di un certo Pierluigi Bersani nel 2007, e associazioni come la ADUC hanno tentato di fare la stessa cosa :http://www.aduc.it/comunicato/class+action+contro+microsoft+aduc+deposita+atto_18653.phpma la legge italiana, essendo basata sui codici e non sui giudizi diretti, ha conXXXXX che il software fosse considerato parte integrante dell'hardware.Per dirti quanto gli brucia, nelle nuove licenze EULA americane di Windows 8 c'è una clausula sul divieto di Class Actions che è stata molto discussa :http://www.forbes.com/sites/adriankingsleyhughes/2012/05/30/windows-8-eula-prohibits-class-action-lawsuits-against-microsoft/Per quanto riguarda computer con FreeDos in Italia io non li ho mai visti ma è un po` che non compro computers, se lo fanno anche qui è un bene e mi piacerebbe avere qualche link.
    • Shiba scrive:
      Re: allora non è Linux
      - Scritto da: Quelo
      Un computer con Linux è un computer dove c'è un
      kernel Linux che gira e funziona, ciò ormai
      accade col 90% dell'Hardware in commercio e
      praticamente con tutti i DELL che negli US sono
      venduti PER LEGGE AD UN PREZZO INFERIORE (quindi
      non è la prima volta) con FREEDOS, proprio per
      installarci Linux, cosa che in Italia non hanno
      l'obbligo di fare e non faranno
      mai.

      Se con la frase :

      "... la distro Canonical è stata ovviamente
      "rimaneggiata" da Dell a partire dal kernel, e
      tutte le modifiche apportate sono disponibili per
      tutti sui server Canonical
      ..."

      si intende la tecnologia DKMS (che è stata
      proprio sviluppata da DELL) è un discorso, se
      invece per farlo funzionare hanno dovuto
      modificare il kernel inserendo direttamente i
      moduli, allora non è un computer con Linux è un
      computer con Ubuntu OS, dove Linux non si può
      installare ed è peggio del 90% dell'hardware in
      commercio.

      Non è per fare il pignolo, però se poi togli
      Ubuntu per metterci un'altra distribuzione, e non
      va, ti scade la garanzia e altre cose ignobili,
      allora NON è sicuramente un computer con
      Linux.Esiste un PPA con il kernel apposta patchato per far funzionare al meglio quel portatile. Da questo diff https://launchpadlibrarian.net/124531510/linux_3.2.0-34.53%2Bkamal11~DellXPS.diff.gz dovresti arrivare alle patch. C'è un po' di lavoro da fare.
  • giulio scrive:
    scelta ovvia
    il grosso degli utenti che non ha interesse al computer in quanto tale, o alla programmazione e sviluppo se ne sta migrando verso i lidi tablet. Se non si cerca un minimo di fidelizzazione nemmeno nell'utenza dei pc in quanto tale, offrendo anche modelli di nicchia, cosa resterà del mondo pc?
  • bancai scrive:
    a parità di hardware e a prezzo minore
    è la prima vera volta che lo vedo, di solito era difficile fare confronti oppure lo scarto era risibile, chissà come andrà a finire...
    • nome e cognome scrive:
      Re: a parità di hardware e a prezzo minore
      - Scritto da: bancai
      è la prima vera volta che lo vedo, di solito era
      difficile fare confronti oppure lo scarto era
      risibile, chissà come andrà a
      finire...Più o meno come finì questa:http://practical-tech.com/infrastructure/3641dell_ubuntu/3641/Ovvero' cosìhttp://linux.slashdot.org/story/10/07/24/0241204/dell-drops-ubuntu-pcs-from-its-website
      • P.Inquino scrive:
        Re: a parità di hardware e a prezzo minore
        - Scritto da: nome e cognome
        - Scritto da: bancai

        è la prima vera volta che lo vedo, di solito
        era

        difficile fare confronti oppure lo scarto era

        risibile, chissà come andrà a

        finire...


        Più o meno come finì questa:

        http://practical-tech.com/infrastructure/3641dell_

        Ovvero' così

        http://linux.slashdot.org/story/10/07/24/0241204/dsei compulsivo..i tuoi sono solo gesti scaramantici, stai pregando in tutti i modi che ciò non avvenga MAI ..sennò ti tocca tentare di iniziare a studiare un mondo che per te è e sarà sempre incomprensibile e al di fuori della tua portata mentale :)
    • Quelo scrive:
      Re: a parità di hardware e a prezzo minore
      - Scritto da: bancai
      è la prima vera volta che lo vedo, di solito era
      difficile fare confronti oppure lo scarto era
      risibile, chissà come andrà a
      finire...Se fosse sul mercato italiano ti darei ragione ma sul mercato US, da anni si vendono computer senza windows, col prezzo di windows scontato e i primi sono stati proprio quelli di DELL :http://en.wikipedia.org/wiki/Microsoft_litigation#License_refunds_and_EULA_suits
  • iRoby scrive:
    Piccoli segnali
    Piccoli segnali del cambio di un'era."la distro Canonical è stata ovviamente "rimaneggiata" da Dell a partire dal kernel, e tutte le modifiche apportate sono disponibili per tutti sui server Canonical."In sostanza, Dell si è presa la briga di personalizzare/ottimizzare Ubuntu per la sua macchina.Una cosa che fino ad oggi nessun grande vendor aveva fatto.Si erano tutti limitati a certificare il prodotto come funzionante con una certa distribuzione, dopo avere fatto qualche test.Linux cresce. I grandi vendor non possono più ignorarlo, anche perché sono sempre soldini...
    • jjletho scrive:
      Re: Piccoli segnali
      1 modello sui mille in commercio e che durerà 3 mesi poi verrà tolto dal mercato.purtroppo io non sono ottimista
      • krane scrive:
        Re: Piccoli segnali
        - Scritto da: jjletho
        1 modello sui mille in commercio e che durerà
        3 mesi poi verrà tolto dal mercato.
        purtroppo io non sono ottimistaE vabbe' ognuno ha i suoi problemi...
    • nome e cognome scrive:
      Re: Piccoli segnali

      Linux cresce. I grandi vendor non possono più
      ignorarlo, anche perché sono sempre
      soldini...Già visto, già sucXXXXX, già fallito. Linux cresce così tanto che non entra nemmeno nella legenda. http://gs.statcounter.com/#os-ww-monthly-201111-201211
      • crumiro scrive:
        Re: Piccoli segnali
        Ma tu che hai sempre contro linux? A parte il saper fare solo avanti avanti avanti fine su un PC cosa ti angoscia?
        • panda rossa scrive:
          Re: Piccoli segnali
          - Scritto da: crumiro
          Ma tu che hai sempre contro linux? Non lo sa usare e manifesta in questo modo la sua invidia nei confronti degli informatici.
          A parte il saper fare solo avanti avanti avanti
          fine su un PC cosa ti
          angoscia?Il non potersi pavoneggiare dicendo che lui e' uno che ne sa.L'ultima volta che ci ha provato gli hanno messo davanti una shell, ed e' sprofondato nella vergogna.Va capito, e' un caso patologico di complesso di inferiorita'.
        • collione scrive:
          Re: Piccoli segnali
          quando sei un quindicenne brufoloso e senza una ragazza, sono parecchie le cose che ti angosciano :Dcomunque è un troll molto noto da queste parti, ormai non vale più nemmeno la pena litigarciGET THE FACTS (rotfl)
          • P.Inquino scrive:
            Re: Piccoli segnali
            quoto...infatti è uno dei componenti dei magnifici 3 del cliccka cliccka fine:gianluca70,mario rossi,nome e cognome
          • pruriginoso scrive:
            Re: Piccoli segnali
            Stai dimenticando il <b
            Maestro </b
            ,[yt]igR3bQAphcU[/yt]quello al quale si riferiva collione (rotfl)- Scritto da: P.Inquino
            quoto...

            infatti è uno dei componenti dei magnifici 3 del
            cliccka cliccka
            fine:

            gianluca70,mario rossi,nome e cognome
          • P.Inquino scrive:
            Re: Piccoli segnali
            questa è storia! (rotfl)
          • gNome e cogNome scrive:
            Re: Piccoli segnali
            Hahahah se ci fate caso il rutto di Moccolo e` modulato come l'handshake dei modem dial-up... Un film in cui c'e` sempre qualcosa da scoprire :D- Scritto da: pruriginoso
            Stai dimenticando il <b
            Maestro
            </b

            ,
            [yt]igR3bQAphcU[/yt]
            quello al quale si riferiva collione (rotfl)

            - Scritto da: P.Inquino

            quoto...



            infatti è uno dei componenti dei magnifici 3
            del

            cliccka cliccka

            fine:



            gianluca70,mario rossi,nome e cognome
          • Gianluca70 scrive:
            Re: Piccoli segnali
            EHI, ma sono proprio il tuo nightmare #1 vedo :DDai su, nemmeno su una notizia in cui Linux esce pre-installato riesci a rilassarti? :)Io me la sto ridendo della grassa, è un altro segnale che i markettari di MS non stanno facendo contenti nessuno, nè i clienti nè i partner, ma sicuramente ne sanno più di me di strategie di mercato... :D :D
          • P.Inquino scrive:
            Re: Piccoli segnali
            - Scritto da: Gianluca70
            EHI, ma sono proprio il tuo nightmare #1 vedo :D

            Dai su, nemmeno su una notizia in cui Linux esce
            pre-installato riesci a rilassarti?
            :)

            Io me la sto ridendo della grassa, è un altro
            segnale che i markettari di MS non stanno facendo
            contenti nessuno, nè i clienti nè i partner, ma
            sicuramente ne sanno più di me di strategie di
            mercato... :D
            :Dintanto goditi i fatti, a proposito di "strateghi" del mercatohttp://www.ilsole24ore.com/art/tecnologie/2012-12-03/microsoft-bivio-quote-mercato-131519.shtmlhttp://www.oneopensource.it/03/12/2012/nokia-cerca-nuovi-sviluppatori-per-linux
          • nome e cognome scrive:
            Re: Piccoli segnali
            - Scritto da: collione
            quando sei un quindicenne brufoloso e senza una
            ragazza, sono parecchie le cose che ti angosciano
            :DVuoi raccontarcele? Inauguriamo il servizio sociale del forum...
            comunque è un troll molto noto da queste parti,
            ormai non vale più nemmeno la pena
            litigarci

            GET THE FACTS (rotfl)Nooo... mi stai dicendo che non provi più piacere nel farti ricoprire di XXXXX da tutto il forum? Ora tocca trovare un altro da sXXXXXXX... inquino è troppo ridicolo di suo e fatica con la tastiera, dai fai il bravo: ci servi, torna.
        • sebastian scrive:
          Re: Piccoli segnali
          - Scritto da: crumiro
          Ma tu che hai sempre contro linux?
          A parte il saper fare solo avanti avanti avanti
          fine su un PC cosa ti
          angoscia?Purtroppo però ha ragione. Non prendentela come una cosa personale ma ragionateci un attimo: non è la prima volta che introducono PC con linux, dopo un po' spariscono, chiedetevi il perchè.Faccio notare che i server li vendono benissimo con linux, è sul desktop che non parte.La mia personalissima opinione è che linux non è per tutti e per quel che mi riguarda è meglio così.
          • maxsix scrive:
            Re: Piccoli segnali


            La mia personalissima opinione è che linux non è
            per tutti e per quel che mi riguarda è meglio
            così.E rimarrà sempre sotto l'1%.E vissero tutti felici e contenti.Che belle le favole, sopratutto quando hanno un fondo di verità.
          • Sgabbio scrive:
            Re: Piccoli segnali
            (rotfl)(rotfl)(rotfl)
          • Sgabbio scrive:
            Re: Piccoli segnali
            Mai usato ubuntu?
          • sebastian scrive:
            Re: Piccoli segnali
            - Scritto da: Sgabbio
            Mai usato ubuntu?Si: Ubuntu è una distro mediocre che ha distrutto quello che stava facendo con unity. Per gareggiare con Windows ci vuole una accoppiata server + client con strumenti aziendali, se iniziano a migrare le aziende arriva anche nelle case, non viceversa.
          • Sgabbio scrive:
            Re: Piccoli segnali
            - Scritto da: sebastian
            - Scritto da: Sgabbio

            Mai usato ubuntu?


            Si: Ubuntu è una distro mediocre che ha distrutto
            quello che stava facendo con unity.

            Per gareggiare con Windows ci vuole una
            accoppiata server + client con strumenti
            aziendali, se iniziano a migrare le aziende
            arriva anche nelle case, non
            viceversa.Ok, non l'hai mai usato.
          • potter scrive:
            Re: Piccoli segnali
            - Scritto da: Sgabbio
            - Scritto da: sebastian

            - Scritto da: Sgabbio


            Mai usato ubuntu?





            Si: Ubuntu è una distro mediocre che ha
            distrutto

            quello che stava facendo con unity.



            Per gareggiare con Windows ci vuole una

            accoppiata server + client con strumenti

            aziendali, se iniziano a migrare le aziende

            arriva anche nelle case, non

            viceversa.

            Ok, non l'hai mai usato.Primo: non è che devo dare ragione a te altrimenti non l'ho mai usato. Guarda, l'ultima volta l'ho installato neppure una settimana fa per "resuscitare" un acer c300. Ho preferito rimettermi l'xp tablet edition del 2005, ti dico solo questo. Ma lasciamo perdere il caso specifico, in generale è mediocre nel senso che è tale e quale a windows, non ha un plus per far migrare la gente (gratuito e senza virus non basta).Secondo: vatti a vedere quanta gente lo usa, io conto uno ma qualche milione di persone conta più di me. Tra gli stessi frequentatori di questo forum "pro-linux" non sono molti che lo usano.
        • nome e cognome scrive:
          Re: Piccoli segnali
          - Scritto da: crumiro
          Ma tu che hai sempre contro linux?
          A parte il saper fare solo avanti avanti avanti
          fine su un PC cosa ti
          angoscia?Dai, maalox e passa...
      • PinguinoCattivo scrive:
        Re: Piccoli segnali
        Se è già "sucXXXXX" come può essere già "fallito"?Un sucXXXXX è un sucXXXXX. ;)
    • Mario Rossi scrive:
      Re: Piccoli segnali
      Sono già pronto a leggere tra qualche mese quando si parlerà di questo Ultrabook come il più clamoroso flop della storia dei Ultrabook/Notebook, con qualche decina di copie vendute(a panda rossa, iRoby, p.inquino, collione, krane, crumiro e qualcuno che farete comprare a qualche familiare o amico, che poi diventerà ex)
Chiudi i commenti