Contrappunti/ Pochi ma buoni

di Massimo Mantellini - Siamo cresciuti nella cultura della comunicazione di massa ed è difficile digerire il ribaltamento in corso: Internet moltiplica le voci e permette loro di radunarsi in insiemi sempre più piccoli

Roma – Piccoli eventi senza importanza. Lo si diceva una volta, ora non più. Da quando esiste la rete Internet ogni piccolo evento è diventato importante almeno per qualcuno. È il fenomeno della coda lunga di cui parlavamo la settimana scorsa a proposito dell’uscita dell’edizione italiana del testo di Chris Anderson, ma non solo. Si tratta anche di una sorta di “inclinazione zen” alla quale l’utilizzo di Internet ci abitua: il fatto di trovare piacevoli o meglio comprensibili ambiti di conoscenza piccoli e ben delineati, ma non per questo meno interessanti. Pensavo questo ieri tornando a casa in auto dal Barcamp sulla Cittadinanza Digitale organizzato a Casalecchio di Reno alla Casa della Conoscenza. Perché se da un lato l’innovazione delle “non conferenze” – come è noto – è quella di annullare il dislivello fra il palco del comunicatore e il parterre di chi ascolta, dall’altro, fra le conseguenze di questa nuova voglia di conversazione, ce ne è una pratica ed inevitabile: non si può discorrere amabilmente con mille persone.

Come sa chi è solito frequentare eventi simili (una esperienza che mi sento di consigliare a tutti) che sempre più spesso in Italia vengono spontaneamente organizzati, uno dei grossi problemi che li affligge è quello della “non scalabilità”. Mentre Claudio Baglioni può suonare in un club di fronte a 50 persone o in uno stadio di fronte a 100.000, il talk ad un barcamp funziona solo fino ad un certo numero massimo di partecipanti: dopo diventa qualcosa d’altro. Molte delle nuove frontiere della comunicazioni, siano esse digitali come i blog o “in carne ed ossa” come le “non-conferenze”, introducono chi le frequenta ad una idea dei piccoli numeri come garanzia per un efficace flusso dei pensieri. Si tratta di una sorta di spiazzamento ideologico per noi che siamo nati e cresciuti dentro la cultura di massa, all’interno della quale il successo e l’efficacia del comunicatore era sancito in maniera definitiva dal riscontro numerico della sua audience.

Oggi non solo non è più così ma anzi il piccolo ambito è il contesto migliore per una comunicazione capace di trasmettere senso e profondità a chi ascolta così come stimoli e feedback a chi la espone. Al barcamp di Casalecchio ascoltavo Stefano Quintarelli (uno dei maggiori esperti italiani di reti) parlare del futuro della TLC di fronte ad una platea di 30 persone: gente che magari si era fatta centinaia di chilometri in auto per assistere ad un evento del genere e pensavo che ciò che nella nostra defunta mentalità broadcast sarebbe stato facilmente definibile come un insuccesso oggi è invece una nuova illuminata normalità dei processi comunicativi.

Ed accanto ad interventi del genere convivevano, in modo molto naturale, comunicazioni di ambito assai più ristretto (ma non per questo meno interessanti) come quella su iBaby , un blog aperto da Federico Giacanelli e sua moglie nel momento in cui hanno scoperto la grave cardiopatia congenita che affliggeva il loro primogenito o l’ esperienza dei cittadini di un piccolo comune della provincia modenese che da un giorno all’altro scoprono che nel sottosuolo del proprio territorio verranno pompati milioni di metri cubi di gas usando il terreno sotto i loro piedi come un formidabile serbatoio sperimentale. Piccoli esempi illuminanti di come la tecnologia è in grado oggi di servire e creare la comunità delle persone.

Ci vogliono occhi nuovi per vedere il mondo che cambia e questo è uno di quei ribaltamenti di prospettiva indotti dalla tecnologia che ha ricadute evidenti anche nella vita di tutti giorni. Internet sta operando un certosino sminuzzamento degli interessi e delle competenze e accanto a questo sta inducendo gli ascoltatori (anche la grande maggioranza degli ascoltatori inerti che non desiderano partecipare in altra maniera) a segmentare gli argomenti di loro interesse in nicchie sempre più piccole. Chi indossa ancora i paraocchi del mass marketing impiega un istante a bollare tutto ciò dentro una idea di fallimento generica e senza appello. Ecco, prendete il Contrappunti odierno come un avvertimento: le cose non stanno più così.

Massimo Mantellini
Manteblog

Tutti gli editoriali di M.M. sono disponibili a questo indirizzo

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Il P2P strutturale...
    ...o il p2p dei contenuti morirà!Fintanto che la rete (i cavi, non i programmi che ci girano sopra) non sarà anch'essa peer-to-peer, il p2p dei contenuti è a rischio! Ve lo dice pure CiccioBastardo...Bisogna fare qualcosa tipo questo:http://punto-informatico.it/p.aspx?id=1659090E lo stesso tipo sta avviando un progetto di sviluppo aperto qui:http://www.meganetwork.org/A Berlino ad esempio sono già in centinaia a fare reti peer-to-peer:http://www.freifunk.net/Noi italiani che facciamo?
  • Anonimo scrive:
    Re: Usata aMULE
    - Scritto da:
    Se usi Debian ste cose non ti succedono.
    Il segreto di Debian confronto a tutte le altre
    distro sta proprio lì; sotto la coltre dove c'è
    il cuore pulsante è semplicemnte pulita e
    perfetta.Bé non so se ti risulta ma kubuntu è un diretto derivato da Debian....
  • Anonimo scrive:
    E la privacy?
    Ma gli isp possono guardare dentro i nostri pacchetti senza violare la privacy e senza un mandato del giudice?
    • Anonimo scrive:
      Re: E la privacy?
      - Scritto da:
      Ma gli isp possono guardare dentro i nostri
      pacchetti senza violare la privacy e senza un
      mandato del
      giudice?Si. Altre domande?
  • Anonimo scrive:
    Re: Usata aMULE

    MLdonkey è un ceXXoper chi non è in grado di usarlo, forse si.istallato sul media-station (amiga) mi succhia 0kb di ram per (l'inutile) interfaccia grafica, che tanto non ha senso di esser usata sulla TV.poi se uno non è in grado di usare il proprio browser, quello è un'altro discorso.bye
    • Gene scrive:
      Re: Usata aMULE
      Renditi conto che aMule è disponibile anche senza interfaccia grafica, in versione "daemon".0KB per l'interfaccia.Saluti
  • Anonimo scrive:
    Re: CiccioBastardo è un troll
    assumiti le responsabilità di quello che dici.hai scritto delle cose molto pesanti ;)GL
    • Anonimo scrive:
      Re: CiccioBastardo è un troll
      Me le assumo non c'è problema. ;)
      • Anonimo scrive:
        Re: CiccioBastardo è un troll
        - Scritto da:
        Me le assumo non c'è problema. ;)bene, comincia col linkare sta mod non GPL...tu che usi adunanza dovresti essere esporto vero... ricordi la DLL closedsource allegata alla mod fino a qualche tempo fa? (rotfl)poi visto che sei sto gran genio, che conta tanto: posta sul forum ufficiale col tuo nick che si ride un po' :-o
        • Anonimo scrive:
          Re: CiccioBastardo è un troll
          - Scritto da:

          - Scritto da:

          Me le assumo non c'è problema. ;)

          bene, comincia col linkare sta mod non GPL...
          tu che usi adunanza dovresti essere esporto
          vero... ricordi la DLL closedsource allegata alla
          mod fino a qualche tempo fa?
          (rotfl)

          poi visto che sei sto gran genio, che conta
          tanto: posta sul forum ufficiale col tuo nick che
          si ride un po'
          :-o1)Quella mod non merità pubblicità.2)Non uso fastweb e ne vado fiero3)A quanto pare abbiamo trovato un genio incompreso che parla di dll e tutto il resto solo perche ha letto due righe su qualche sito.
      • Anonimo scrive:
        Re: CiccioBastardo è un troll
        - Scritto da:
        Me le assumo non c'è problema. ;)e allora fuori il tuo nik e i link alle mod... oppure anche tu sei un fantasma che parla x sentito dire.
  • Anonimo scrive:
    Re: Usata aMULE
    male, mldonkey per il momento non supporta le priorità
  • teddybear scrive:
    Re: Usata aMULE
    - Scritto da:
    E' anche parecchio piu'
    leggero di assorbimento risorse visto che non
    deve pilotare interfacce grafiche sue ma si
    appoggia ad altre (tipo i normali browser).Idem per aMule. Fai partire il server, e ti puoi pure connettere da altri PC con un semplice browser.Non vedo cosa ci sia di speciale. Anzi.
    • Anonimo scrive:
      Re: Usata aMULE
      - Scritto da: teddybear
      Non vedo cosa ci sia di speciale. Anzi.A' teddibercio, vedi un po' d'annà f******.
  • Anonimo scrive:
    Re: Usata aMULE
    Sì può ancora dire "Mi hai convinto?" (newbie) :D
  • Anonimo scrive:
    Re: CiccioB. ha ragione...
    Adunanza E' una leech mod.- blocca gli upload verso l'esterno- Kadu è incompatibile con kademlia (cosa, oltre che scomoda incredibilmente fastidiosa)
    • Anonimo scrive:
      Re: CiccioB. ha ragione...
      - Scritto da:
      ma che mi dici dal fatto che Adu
      discrimina un client FW da
      un'altro?che non è vero, visto che da quando non esistono più i server ed2k interni alla rete fastweb (tenere un server ed2k in italia non è una scelta saggissima, direi) e che kadu è del tutto separata dalla kad ufficiale i client fastweb e i client fastweb/ADU non hanno proprio fisicamente la possibilità di incontrarsi, quindi non è possibile alcun tipo di discriminazione...poi chi è che parla per sentito dire, oltre al troll intervistato nell'"articolo"?
  • Anonimo scrive:
    Re: CiccioBastardo è un troll

    Un betatester AdunanzAse tu sei un betatester adunanza e scrivi questa roba di cui ovviamente non sai una fava io sono ronaldinho
    • Anonimo scrive:
      Re: CiccioBastardo è un troll
      sei un betatester? beh allora dovresti sapere che cicciobastardo ha ragione in quanto gli utenti fastweb ciucciano da utenti "normali" e da utenti fastweb ma inviano solo agli utenti fastweb discriminando gli utenti "normali", dimmi tu se questo è normale o no.Altro che troll ciccio è l'unico modder che si è preso la briga di mettere un freno agli utenti fastweb nel caso in cui i dati inviati da noi a loro sono maggiori rispetto a quelli ricevuti, non riceveranno altri dati finche non saremo noi a riceverne da loro.
      • Anonimo scrive:
        Re: CiccioBastardo è un troll
        Unica risposta intelligente ............sanguisuga e poi continuate pure ad usare fastweb per scaricare la sorpresa vi arriverà a breve ;)
        • Anonimo scrive:
          Re: CiccioBastardo è un troll
          Forse i ragazzi del progetto Adunanza dovrebbero vedere il loro codice e dare la stessa priorità di upload a tutti i client sia interni che esterni alla rete fastweb, altrimenti condivido pienamente la scelta di cicciobastardo di "frenare" gli utenti fastweb. :pA questo punto Adunanza la si potrebbe classificare come leech? 8)
  • Anonimo scrive:
    Re: CiccioBastardo è un troll
    LOL, non pensavo che punto informatico intervistasse fessi in giro per la rete. Anche io voglio una intervista!!
    • Anonimo scrive:
      Re: CiccioBastardo è un troll

      LOL, non pensavo che punto informatico
      intervistasse fessi in giro per la rete.Qualunque "giornale online" intervista fessi in giro per la rete, non ha mezzi per fare altrimenti e comunque i lettori sono fessi pure loro.Giornalista online = tizio che gioca a fare il giornalista non potendo iscriversi all'albo per mancanza di titoli di studio.
      • Anonimo scrive:
        Re: CiccioBastardo è un troll
        - Scritto da:


        LOL, non pensavo che punto informatico

        intervistasse fessi in giro per la rete.

        Qualunque "giornale online" intervista fessi in
        giro per la rete, non ha mezzi per fare
        altrimenti e comunque i lettori sono fessi pure
        loro.

        Giornalista online = tizio che gioca a fare il
        giornalista non potendo iscriversi all'albo per
        mancanza di titoli di
        studio.
        con lettori di egual levatura, che per di più commentano... la propria idiozia nel leggere
    • Anonimo scrive:
      Re: CiccioBastardo è un troll
      - Scritto da:
      LOL, non pensavo che punto informatico
      intervistasse fessi in giro per la rete. Anche io
      voglio una
      intervista!!beh l'intervista non l'ha mica fatta PI, ma quelli di p2pDoctor quindi scrivi a loro, fessi se vuoi farti intervistare...L'unico appunto che si puo' fare a PI in questo caso e non controllare bene le fonti degli articoli pubblicati....
      • Anonimo scrive:
        Re: CiccioBastardo è un troll
        Non capisco, a me questa intervista è sembrata ottima, e il forum che l'ha pubblicata, un normalissimo forum di FileSharing; perchè questa boria nei confronti dell'intervistato e dell'intervistatore??
  • nattu_panno_dam scrive:
    Re: Usata aMULE
    Inoltre MLDonkey non ha solo il protocollo edonkey, ma anche torrent ed altri. Supporta inoltre sia kademlia che overnet e puo' fare a meno dei server (e quindi fare lo sharing solo dei files scaricati).
  • Anonimo scrive:
    Autorita' di che?
    Sto tale nn dice un cazzo...non e' nessunocome tutti gli italiani nel p2p
  • Anonimo scrive:
    Aduckronic
    CiccioB. parla di questa distro nella sua intervista. Qualcuno ha delle info?Sinceramente non la avevo mai sentita
    • Anonimo scrive:
      Re: Aduckronic
      era una mod pensata per gli utenti fastweb, basata anch'essa come adunanza sulla rete KADUpurtroppo gli sviluppatori non hanno proseguito il suo sviluppocmq se fai una ricerca dovresti trovarla
      • Anonimo scrive:
        Re: Aduckronic
        Una denuncia non gli farebbe male visto il tipo.Crede di essere un dio solo per aver rubato e scopiazzato il codice di adunanza, ma non sa che lo spirito del p2p è di gran lunga superiore alle sue idee da quattro soldi.Si dovrebbe vergognare di essere un modder. :@
        • Anonimo scrive:
          Re: Aduckronic
          Io invece farei una bella denuncia di massa a tutti gli utenti P2P... @^(Mi pare che esistano leggi a livello Europeo a tal proposito... (idea))Vediamo poi chi andra' prima ar gabbio! (rotfl)
    • Anonimo scrive:
      Re: Aduckronic
      CiccioBSD - 0n the 0wnZ!QUESTA E' LA DISTRO!!!bummer ~ # uname -aCiccioBSD bummer 2.01-rc3 #1 SMP Sun Mar 25 21:09:03 CEST 2007 GNU/CiccioBSD QuaM0rzbummer ~ # idSegmentation Fault
  • carobeppe scrive:
    Re: Usata aMULE
    infatti, non è il client che fa la differenza, staremmo freschi se ogni client usasse un protocollo diverso!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Usata aMULE
      Perche i pacchetti amule NON passano per una broadcom
    • frido82 scrive:
      Re: Usata aMULE
      In effetti aMule non da' problemi di instabilita'.Il limite piu' grande semmai è l'assenza del protocollo di offuscamento e soprattutto (da quanto si legge sul forum) l'intenzione di non volerlo implementare.
      • Anonimo scrive:
        Re: Usata aMULE
        - Scritto da: frido82
        In effetti aMule non da' problemi di instabilita'.

        Il limite piu' grande semmai è l'assenza del
        protocollo di offuscamento e soprattutto (da
        quanto si legge sul forum) l'intenzione di non
        volerlo
        implementare.Semplicemente perchè il team di sviluppo ha valutato che l' ofuscamento non serve a una mazza e preferisce optare per altre strade.
    • Anonimo scrive:
      Re: Usata aMULE
      E il negro che hai in avatar?
  • Anonimo scrive:
    Ma che siti pubblicizzate?
    Questo P2p doctor è pieno di pop up e poi fa parte di un network noto per indicizzare file protetti da copyright e contenuti hard.Una cosa è dare una notizia un'altra è linkare questa porcheria.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma che siti pubblicizzate?
      Giusto, e poi chissenefrega di sto cicciobastardo ? Ma pensa te....
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma che siti pubblicizzate?
      - Scritto da:
      Questo P2p doctor è pieno di pop up e poi fa
      parte di un network noto per indicizzare file
      protetti da copyright e contenuti
      hard.
      Una cosa è dare una notizia un'altra è linkare
      questa
      porcheria.1) il sito in questione contiene l'intervista, come e cosa altro facciano i gestori di quel sito non cambia il fatto che sia pubblicata li' integralmente,e quindi2) dovere di cronaca impone di mettere un link alla versione integrale dell'intervista, dato che PI ha pubblicato solo un estrattoinoltre3) puoi non visitare il sito linkato, nessuno ti obbliga.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma che siti pubblicizzate?
        Certo, magari la prossima volta mettiamo direttamente i trojan su PI invece di linkare i siti che li contengono.
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma che siti pubblicizzate?
          ragazzi bellissima sta intervista di cicciobastardo e interessantissimo il sito di P2pDcotor e il progetto di P2p a cui aderisce un bellissimo network fateci sapere qualcosa di piu di questi ragazzi!!!!P2p never die
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma che siti pubblicizzate?
            - Scritto da:
            ragazzi bellissima sta intervista di
            cicciobastardo e interessantissimo il sito di
            P2pDcotor e il progetto di P2p a cui aderisce un
            bellissimo network fateci sapere qualcosa di piu
            di questi
            ragazzi!!!!
            P2p never dienon hai più di 15 anni vero? (rotfl)
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma che siti pubblicizzate?
            Non vedo quale sia il problema se un sito ha dei banner per sostenere i costi di gestione, sono banner non trojan come ha scritto qualcuno che forse non sa nemmeno la differenza.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma che siti pubblicizzate?
            E invece sono trojan, vuoi uno screen o il link alla pagina, cosi testi il tuo antivirus?(qualcuno ha tacciato il mio precedente intervento come flame, segnalare trojan dimostrabili non credo che sia flame) :p
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma che siti pubblicizzate?
            Si dammi il link e pure lo screen perche io non ho visto nessun trojan su quel sito.
          • CPC scrive:
            Re: Ma che siti pubblicizzate?
            - Scritto da:
            Si dammi il link e pure lo screen perche io non
            ho visto nessun trojan su quel
            sito.Non credo che il link e lo screen siano pubblicabili, però mi sono iscritto e se la redazione vuole gli fornisco tutte le informazioni cosi che possa togliere quella spazzatura dalle notizie. :p-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 26 marzo 2007 10.24-----------------------------------------------------------
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma che siti pubblicizzate?
            ma che cappero c'entrano i banner di quel sito ma perche se su punto informatico ci stanno i banner qualcuno si scandalizza? ma poi su p2p doc non c'e' nulla siete veramente impagabili la gente fa questo rischiando il culo e spinti dalla sola passione rimettendoci soldi e tempo e voi venite a parlare di banner e trojan ma vergognatevi e abbiate piu rispetto per chi ha fatto l'intervista che ha nulla a che vedere con le beghe degli altri forum.Crescete :'(
          • CPC scrive:
            Re: Ma che siti pubblicizzate?
            - Scritto da:
            ma che cappero c'entrano i banner di quel sito ma
            perche se su punto informatico ci stanno i banner
            qualcuno si scandalizza? ma poi su p2p doc non
            c'e' nulla siete veramente impagabili la gente fa
            questo rischiando il culo e spinti dalla sola
            passione rimettendoci soldi e tempo e voi venite
            a parlare di banner e trojan ma vergognatevi e
            abbiate piu rispetto per chi ha fatto
            l'intervista che ha nulla a che vedere con le
            beghe degli altri
            forum.
            Crescete :'(Se ti scaldi tanto sarai senzaltro un amministratore di quel network, allora sta a sentire:Qui nessuno ha parlato di banner, qui si parla di trojan, va a vedere in casa tua io ci ho visto, e ringrazio il mio antivirus.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 26 marzo 2007 11.48-----------------------------------------------------------
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma che siti pubblicizzate?
            ciccio i trojans li hai visti al cinema sto weekend con leonida ma era trecento non p2doctor(rotfl)ma tu che ti agiti tanto che fai il pescivendolo? (rotfl)(rotfl)
          • barbonerosso scrive:
            Re: Ma che siti pubblicizzate?
            Tengo a precisare, che P2Pdoctor è un forum, come tutti quelli appartenenti al network messo ingiustamente sotto accusa, indipendente dagli altri, metaforicamente siamo coinquilini della stessa casa, ma ognuno nella sua camera ha le proprie regole e le proprie linee di condotta. Per quanto riguarda il presunto trojan sarà forse presente su altri siti ma sicuramente NON su P2Pdoctor. Come detto in precedenza o si mostrano le prove o è tutta fuffa.
          • CPC scrive:
            Re: Ma che siti pubblicizzate?
            Le prove sono state passate a chi di dovere. Mi scuso con la redazione se ho ecceduto in un post.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma che siti pubblicizzate?
            daccele a noi le prove trollone (troll)....dicci almeno il nome del virus e che antivirus usi per rilevarlo...altrimenti stattene zitto...
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma che siti pubblicizzate?
            Si infatti siete una massa di troll (troll).Vogliamo le prove sul sito in questione ci sono i banner ma nessun trojan e dite caxxate. :@
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma che siti pubblicizzate?
            - Scritto da: barbonerosso
            Tengo a precisare, che P2Pdoctor è un forum, come
            tutti quelli appartenenti al network messo
            ingiustamente sotto accusa, indipendente dagli
            altri, metaforicamente siamo coinquilini della
            stessa casa, ma ognuno nella sua camera ha le
            proprie regole e le proprie linee di condotta.

            Per quanto riguarda il presunto trojan sarà forse
            presente su altri siti ma sicuramente NON su
            P2Pdoctor. Come detto in precedenza o si mostrano
            le prove o è tutta
            fuffa.che prove vuoi io sono andato a vedere l'articolo segnalato e dopo un po mi è apparso quel banner error safe sara anche un caso .. ps.non sono l'altro anonimo che diceva del trojan
          • CPC scrive:
            Re: Ma che siti pubblicizzate?
            Credo che il materiale e le prove in possesso della redazione dovrebbero essere esaustive e portare alla cancellazione del link per proteggere qualche ignaro utente.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma che siti pubblicizzate?
            Chi vivrà vedrà....(rotfl)
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma che siti pubblicizzate?
          - Scritto da:
          Certo, magari la prossima volta mettiamo
          direttamente i trojan su PI invece di linkare i
          siti che li
          contengono.bah, forse non avrà trojan, ma PI come qualità dell'html non è mica tanto maglio :)
Chiudi i commenti