Contrappunti/ Quelle firme sul muro

di Massimo Mantellini - I vari Ligabue, Dalla, Bersani mettono il loro nome sotto un documento anti-P2P, pietra tombale di ogni discussione. E lo fanno delegando ad altri ciò che non è delegabile


Roma – La petizione degli artisti contro la pirateria musicale comparsa sul sito della FIMI qualche giorno fa è un documento che – a parte l’uso eccessivamente spigliato della lingua italiana – ha due caratteristiche che credo debbano essere sottolineate. La prima è che si tratta di un decalogo di una ingenuità sconcertante. Possibile che gli artisti della musica italiana non riescano ad affrancarsi dal controllo stretto degli industriali che producono i loro dischi? E’ possibile, e questo proclama ne è la prova. Da osservatore esterno immagino che gran parte degli artisti italiani sentano effettivamente come un pericolo la distribuzione illegale del loro lavoro su Internet, ma quanto questo disagio riesce a produrre in termini di partecipazione attiva alla risoluzione dell’annoso problema sembra ridursi al demandare ai propri discografici ed alla loro organizzazione la tutela ideale del proprio lavoro. Si tratta – quando non di una imposizione dall’esterno – di un errore grossolano, perchè fra i tanti tasselli che concorrono a creare il problema pirateria musicale su internet uno dei più importanti, se non quello più importante, è proprio quello del rapporto fra musicista ed intermediario. Che il musicista demandi al suo intermediario la tutela dei propri diritti è un ottimo passo per allontanarsi da qualsiasi soluzione del problema.

Certo le major del disco tromboneggiano a parole sulla necessità di attivare al più presto il download legale di file musicali in rete – ed è curioso che ciò venga così enfaticamente sottolineato quando proprio loro hanno fatto di tutto in questi anni per ritardare l’inevitabile apertura di servizi come quello voluto da Steve Jobs di Apple – ma gli artisti sembrano continuare a non comprendere che il fulcro della discussione prossima ventura sul riassetto dell’economia dei contenuti musicali “dopo internet” passa proprio attraverso una ridiscussione profonda del loro rapporto con le grandi compagnie discografiche. Ed un loro più diretto rapporto con i propri fans.

Nella logica fintamente ingenua delle major, la rivoluzione di Internet applicata alla distribuzione musicale dovrebbe esaurirsi nella messa in atto di sistemi efficaci e remunerativi di download musicale associati ad una strenua lotta in tribunale ai sistemi di file sharing ed ai suoi utilizzatori. I milioni di pirati della musica su Internet. Che tutto insomma cambi perchè tutto resti come è. Una rivoluzione gattopardesca talmente misera da non poter essere presa in considerazione nemmeno nella più rosea (per le major) ipotesi di composizione del contenzioso che oggi contrappone l’industria discografica agli utenti della rete internet mondiale.

Così i vari Ligabue, Dalla, Bersani davvero non fanno una gran figura a mettere la loro bella firma in fondo a documenti che non solo non aggiungono elementi di mediazione o confronto alla diatriba ma che, manifestamente – proprio come hanno fatto i loro datori di lavoro in questi anni – sollevano un muro da opporre ad ogni possibile pacata discussione. E’ come se si dicesse: il mondo della distribuzione musicale è questo e questo vogliamo che resti indipendentemente dalla rete Internet. Fingendo di non sapere che il valore aggiunto che Internet porta alla distribuzione dei contenuti in rete ha un nome scritto in grande, “condivisione”, che non potrà essere ignorato in nessuna delle ipotesi possibili di distribuzione legale dei contenuti in rete. Se non si è disposti a prenderla in considerazione è del tutto inutile esprimere desideri del tipo: “Noi artisti musicisti ed autori desideriamo che il pubblico abbia l’accesso più ampio possibile alle nostre opere” .

All’interno di scelte suicide come queste, nelle quali, occorre prenderne atto, i discografici italiani trascinano i loro artisti più rappresentativi, non poteva mancare – ed è il secondo punto che mi colpisce nel documento della FIMI – un attacco frontale agli ISP. Era da prevedere, ma francamente non mi sarei aspettato di vederlo scritto in una forma tanto diretta e grossolana. In parole povere gli artisti accusano i fornitori di connettività di fare affari sulla loro pelle, vendendo contratti a larga banda di accesso alla rete in funzione della pirateria che attraverso tali linee verrà poi posta in essere.

Questo è certamente vero, sebbene in una misura da definirsi: ma è come se Prada o Louis Vuitton o Rolex si lamentassero con l’associazione camionisti perchè questi trasportano da Napoli alle spiagge di tutta Italia i loro preziosi carichi di merce taroccata. E a parte questo, l’attacco diretto ai fornitori di connettività ricorda da molto vicino quello che le major stanno intentando da anni ai loro clienti, assurti in modo molto rapido al titolo generico di “delinquenti”. Che finchè sono mille o diecimila o centomila o un milione possono anche continuare ad essere definiti “pirati” ma che quando diventano il numero stratosferico attuale dovrebbero suggerire il semplice ragionamento che qualcosa sta cambiando e che forse è tempo di prenderne atto.

Se ciò non bastasse si continua a sottolineare una identità fra larga banda e contenuti pirata. Già nell’ambito della discussione sul Decreto Urbani questo concetto era stato più volte affermato. Non si tratta solo di una grossolana imprecisione ma di una bugia bella e buona. Sono anni che andiamo ripetendo che lo sviluppo della rete in Italia, come nel resto del mondo, passa attraverso la possibilità di essere sempre collegati, con linee veloci e poco costose e che solo in questo modo è possibile usare Internet per il miglioramento non solo economico ma anche culturale della società. Non si può tollerare che qualche mercante e qualche incolto digitale ci proponga l’assioma semplice che la gente si collega a Internet solo per scaricare musica e film senza pagare. Perchè non è vero e perchè in questa maniera, in nome dei propri piccoli affarucci, si ostacola qualcosa di molto molto più grande che interessa il benessere di tutti.

Massimo Mantellini
Manteblog

Gli ultimi editoriali di M.M.:
Contrappunti/ Cellulari, l’ora dello sciopero
Contrappunti/ Zaini più pesanti
Contrappunti/ Stupido come un netstrike

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    ARMI: subito illegale produrle...
    Visto che inducono all'omicidio.E' bellissimo che si vieti di produrre programmi che forse aiuterebbero dei giovani a copiare musica invece si puo' produrre armi che inducono i giovani o meno giovani ad uccidere, rapirnare, estorcere ecc...Ma e' meglio non gridarlo troppo forte o ti fanno fuori.
  • Anonimo scrive:
    processo alle intenzioni, dunque.
    alla fine era così, quindi.
  • Anonimo scrive:
    Cd di 20 anni fa ancora a 20 euro...
    Nessuno dei cari artisti ha mai avanzato l'ipotesi che un cd di qualche decennio fa costi ancora esageratamente sui 20 euro o poco meno (vero cari Pink Floyd, Beatles, Mina, Venditti...)? Che con con la scusa del 'remastered' e qualche inutile inedito lo smerciate ancora a prezzo pieno? Vergognatevi!!!!!!
  • soulraiden scrive:
    Imploderanno lasciamoli fare
    Io pagherei anche per ascoltare la musica. Pagherei anche 25 euro per un buon CD. Ma perche` dovrei farlo se hanno un limitato numero di ascolti ?Se prendete un vecchio vinile, per quanto la qualita possa essere scarsa, se lo avete tenuto pulito e a posto si sentira PER SEMPRE. (o quasi).Un CD al massimo dura 1000 letture AL MASSIMO, cioe` vuol dire (ne ho la prova con i miei CD originali) che io l'ascolto per diciamo 1 anno e poi devo buttare via il CD (Mi e` successo con Gloria Estefan), non mi pare tanto giusto nn trovate.Quindi io pago 25 euro per un CD con, siamo larghi di maniche 6 canzoni ottime, 3 buone , il resto da buttare.Il CD nn lo posso duplicare (se sono utonto quelli nuovi nn li duplichero` MAI) ergo fra un anno quei 25 euro son buttati.La musica non e` come un vestito, non la mangi,o ti pulisce e/o mantiene la casa. La musica ti allieta la giornata e ti emoziona quindi deve durare nel tempo. La musica non e` un bene di consumo.Quando compri una canzone (l'ascolto di una canzone) deve durare almeno per 100 anni E se la compri devi poterci fare quello che vuoi.Allora si pago 25 euro per un CD.Lasciteli fare imploderanno, mangiandosi tra di loro a battaglie legali.
    • Anonimo scrive:
      Re: Imploderanno lasciamoli fare
      attenzione, la musica che hai comprato non è tua e non puoi FARE QUELLO CHE VUOI come dici.Leggi: tutti i diritti riservati ecc....quindi...
  • Sky scrive:
    Dato che è criminale chi "induce"...
    Scusate ma con lo stesso ragionamento si mette fuorilegge anche tutta la loro industria per la produzione di armi (leggere e non), dato che "inducono l'utilizzatore a compiere atti criminali"... come la mettiamo ora?RIAA contro produttori d'armi e DoD?
  • Kristen scrive:
    La famiglia soffre: e come disse Madonna
    Tempo fa Madonna in un intervista disse riguardo alla cosidetta "Pirateria":"Se scaricano le mie canzoni senza pagarle, poi cosa dò a mangiare a mia famiglia?"Evidentemente nel comunicato si riferivano a questo quando dicevano che le famiglia soffre.Giusto oggi stavo guardando i prezzi di alcuni cd: due CD 23,90, praticamente ancora poco e arrivava a 50.000 delle vecchie lire!ma dico? Siamo pazzi? Se noi siamo Pirati (chi di voi indossa il capello piumato, va in giro con la benda nell'occhio e il papagallo sulla spalla?) loro cosa sono?
  • Anonimo scrive:
    Leggete qui!
    http://www.report.rai.it/servizio.asp?s=82
  • Anonimo scrive:
    "ci sono famiglie che soffrono"
    Un padre di famiglia fa un filmino familiare con protagonista il bimbo di 2 anni e mezzo che canta una famosa canzoncina dello zecchino d'oro.Ha la balzana idea di trasmettere il filmino ai nonni del bimbo che risiedono lontano.La polizia postale intercetta il file, e, dopo aver appurato che contiene materiale audiovisivo, protetto da diritto d'autore, in palese violazione della legge Urbani, decide di agire.Viene spiccato mandato di arresto.L'uomo viene arrestato, il materiale sequestrato, l'abitazione perquisita.Due settimane di carcere preventivo e poi arresti domiciliari in attesa del processo.Nel frattempo l'uomo perde il lavoro.Dopo due mesi non riesce piu' a pagare la rata del mutuo e quindi perde anche la casa.
  • Anonimo scrive:
    Re: [OT] Ma finalmente!!!
    - Scritto da: Anonimo

    dimentichi di vietare le pippe: fanno
    diventare ciechi e quindi un costo per la
    sanità pubblica !Tu ci scherzi, in Islanda sei obbligato dalla legge a portare il tuo bimbo dal dentista secondo certe scadenze, il dentista statale o privato, ti timbra un foglio per confermare che il bimbo c'e' stato, se non lo fai lo stato ti fa' pagare le cure per i denti poiche' per tua inegligenza gravi sulle casse della spesa pubblica, sembra strano ma e' cosi'!
  • Anonimo scrive:
    semplice
    iTunes + RadioRecorder mha ... vi bastan 128 KHz per decidere se comperare o no ?
  • soulista scrive:
    Argomentazioni davvero forti...
    "Qualcuno - scrive - ha suggerito che il P2P spinge la vendite o ha poco impatto sulle vendite. Già, è come se i maiali volassero..."Accidenti... questo ci stronca.
    • ryoga scrive:
      Re: Argomentazioni davvero forti...
      Non poteva citare gli asini, perche' in Shrek l'asino vola :D :D :D
      • soulista scrive:
        Re: Argomentazioni davvero forti...
        - Scritto da: ryoga
        Non poteva citare gli asini, perche' in
        Shrek l'asino vola :D :D :DSeriamente... sono pronto a qualsiasi tipo di discussione, ma se uno mi tira fuori un'argomentazione del genere si becca una bella testata in mezzo agli occhi!Mi rattrista vedere quanta gente ignorante e poco consapevole c'é in giro!
        • Anonimo scrive:
          Re: Argomentazioni davvero forti...

          Mi rattrista vedere quanta gente ignorante e
          poco consapevole c'é in giro!Forse quella gentaglia lo sa ma spera di fare più soldi e parla di cultura solo quando più gli fa comodo!:@
          • soulista scrive:
            Re: Argomentazioni davvero forti...
            - Scritto da: Anonimo

            Mi rattrista vedere quanta gente
            ignorante e

            poco consapevole c'é in giro!
            Forse quella gentaglia lo sa ma spera di
            fare più soldi e parla di cultura
            solo quando più gli fa comodo!
            :@Significa ignoranza e mancanza di consapevolezza riguardo ciò che é più importante nella vita.E comunque non si tratta tanto di soldi, quanto di potere.
    • Anonimo scrive:
      Re: Argomentazioni davvero forti...
      Ma lui vola?
  • DuDe scrive:
    ma gli artisti?
    credo di essere parzialmente OT nel pormi questa domanda, a parte i 60 idioti italioti artisti, non ho visto/letto/sentito nessun commento sul p2p da parte dei diretti, o per lo meno logici interessati, ma loro che ne pensano? se pensano? Qui mi pare che solo le major parlano, chi dovrebbe ricevere il giusto compenso per la sua "arte" non proferisce parola. Perche'? Io provo a darmi una spiegazione , perche' pure all' "artista" fa comodo cosi'? e allora che diamine di artista e'? oppure sono io che ho un concetto un po' troppo romantico dell'artista? Mettiamo il caso che l'artista voglia farci su dei soldi, e' lecito e pure umano, ma mi perche' chiedono leggi a tutela del loro orticello? ed il mio di orticello? chi diamine lo tutela? perche' solo chi fa' "arte" deve essere stratutelato? e i muratori? e gli operai? chi li tutela dal licenziamento? il loro lavoro e' da' buttare mentre quello degli artisti no? perche'?Suoni? ok, promuoviti da te, sei bravo? avrai fans, non lo sei, cambia attivita' io se non sono bravo nel mio lavoro posso essere rimpiazzato, quindi devo cercarmene un'altro, e non ci vedo nulla di strano, perche' questa semplice cosa non deve essere uguale per chi fa' "arte"?
    • allanon scrive:
      Re: ma gli artisti?
      - Scritto da: DuDe
      credo di essere parzialmente OT nel pormi
      questa domanda, a parte i 60 idioti italioti
      artisti, non ho visto/letto/sentito nessun
      commento sul p2p da parte dei diretti, o per
      lo meno logici interessati, ma loro che ne
      pensano? se pensano?

      Qui mi pare che solo le major parlano, chi
      dovrebbe ricevere il giusto compenso per la
      sua "arte" non proferisce parola. Perche'?

      Io provo a darmi una spiegazione , perche'
      pure all' "artista" fa comodo cosi'? e
      allora che diamine di artista e'? oppure
      sono io che ho un concetto un po' troppo
      romantico dell'artista?

      Mettiamo il caso che l'artista voglia farci
      su dei soldi, e' lecito e pure umano, ma mi
      perche' chiedono leggi a tutela del loro
      orticello? ed il mio di orticello? chi
      diamine lo tutela? perche' solo chi fa'
      "arte" deve essere stratutelato? e i
      muratori? e gli operai? chi li tutela dal
      licenziamento? il loro lavoro e' da' buttare
      mentre quello degli artisti no? perche'?

      Suoni? ok, promuoviti da te, sei bravo?
      avrai fans, non lo sei, cambia attivita' io
      se non sono bravo nel mio lavoro posso
      essere rimpiazzato, quindi devo cercarmene
      un'altro, e non ci vedo nulla di strano,
      perche' questa semplice cosa non deve essere
      uguale per chi fa' "arte"?Quache artista comincia a svegliarsi, ma sono soprattutto i piccoli, quelli più sfruttati insomma. Tieni conto che per un artista affermato "rifiutare" la pressione dell major significa rimetterci parecchio: tanto per cominciare un artista che si rifiuta di mettere la sua firma su quel pezzo di carta dettato dalla SIAE, può scordarsi di essere ospite ad una trasmissione, di passare su MTV o alla radio.Le major, da bravi monopolisti, sanno come boicottare i loro pseudo-artisti schiavi, siamo noi a non boicottare ancora abbastanza!
    • ryoga scrive:
      Re: ma gli artisti?
      - Scritto da: DuDe ma loro che ne
      pensano? se pensano? Hanno firmato un contratto che vende in esclusiva tutto (anima e corpo) dell'artista al produttore.Non pensano e se pensano dicono solo cose a favore del produttore per paura di rappresaglie.
      Qui mi pare che solo le major parlano, chi
      dovrebbe ricevere il giusto compenso per la
      sua "arte" non proferisce parola. Perche'? Perche' il "giusto compenso" non lo ottiene il diretto interessato.Perche' il diretto interessato è solo un operaio del settore artistico che ha firmato ( per fortuna sua ) un contratto con un produttore che gli permette di cantare.
      Io provo a darmi una spiegazione , perche'
      pure all' "artista" fa comodo cosi'?Basta che lo chiedi ai negozianti del Sud. Perche' a loro fa comodo pagare il pizzo piuttosto che andare alla polizia a denunciare il tutto?
      e
      allora che diamine di artista e'? Vivi e lascia vivere. Il motto di un cittadino che non crede piu' nella Giustizia
      oppure
      sono io che ho un concetto un po' troppo
      romantico dell'artista? Vuoi combattere una guerra + grande di te.
      Mettiamo il caso che l'artista voglia farci
      su dei soldi, e' lecito e pure umano, ma mi
      perche' chiedono leggi a tutela del loro
      orticello? ed il mio di orticello? chi
      diamine lo tutela? perche' solo chi fa'
      "arte" deve essere stratutelato?Non confondere.....l'artista è una pedina del produttore.Il produttore percepisce fondi dallo Stato, investe parte di quei fondi in pubblicità, location e altre ka**atelle, una parte di quei fondi lo passa come "anticipo" all'artista e poi il 95% delle entrate se le becca il produttore ( facendo apparire altre spese dal nulla ).All'artista va ben poco della vendita di cd & dvd.Il tuo orticello lo curi te non comprando + nulla di quello che non ritieni opportuno.Chi fa arte viene stra-tutelato perche' "sembra" che alcuni "parenti" del ministro dei "Beni culturali" siano...ehm.... a stretto contatto con il mondo del cinema e della musica.
      e i
      muratori? e gli operai? chi li tutela dal
      licenziamento? I primi sono molto ricercati e per fortuna non rischiano il licenziamento.Per i secondi, come il 90% degli impiegati nell'IT sono i nuovi "poveri"...coloro che non potranno MAI permettersi un MUTUO perche' non avranno MAI un posto di lavoro sicuro.
      il loro lavoro e' da' buttare
      mentre quello degli artisti no? perche'?Perche' gli artisti hanno produttori che sono felici di passare qualche milione di euro alle "persone giuste" se venissero approvate leggi che permettano loro di guadagnarne 5-6
      Suoni? ok, promuoviti da te, sei bravo?
      avrai fans, non lo sei, cambia attivita' io
      se non sono bravo nel mio lavoro posso
      essere rimpiazzato, quindi devo cercarmene
      un'altro, e non ci vedo nulla di strano,
      perche' questa semplice cosa non deve essere
      uguale per chi fa' "arte"?Perche' a noi c'e' stata sbattuta in faccia la cruda realtà della vita, mentre a loro vengono ancora concessi dei privilegi che sono duri a morire ( specie se c'e' tutto un magna-magna dietro ).
    • Kama scrive:
      Re: ma gli artisti?

      Qui mi pare che solo le major parlano, chi
      dovrebbe ricevere il giusto compenso per la
      sua "arte" non proferisce parola. Perche'? perche' non sono artisti ma manovali dell'industria discografica.perche' non posseggono ne' i mezzi di produzione, ne' i mezzi di distribuzione e neppure il loro lavoro (o, raramente, arte).perche' sono schiavi e non devono pensare.in cambio possono alimentare il loro ego a dismisura, essere chiamati da mauriziocostanzoscio' e mtv...chiedevi dei muratori?si adesso, dopo aver acquistato la casa, ogni volta che si vorra' entrare bisognera' pagare le royalties inserendo una moneta accanto alla serratura.==================================Modificato dall'autore il 19/07/2004 17.19.01
    • Anonimo scrive:
      Re: ma gli artisti?
      ma quali artisti?! E' gente che è nata con l'orecchio musicale, si è imparata a strimpellare e muove le chiappe secondo le indicazioni dell'ufficio di marketing. Non contano un cazzo e sono totalmente intercambiabili. Li vogliamo paragonare a Leonardo Da Vinci? Per ciascuno di quella lista le major ne hanno 10 mila pronti a rimpiazzarli.
  • Anonimo scrive:
    ...e allora che sia GUERRA!!!!
    Sono stufo della prepotenza delle sociatà discografiche e produttrici di video.... 1) Basta acquisto DVD e CD!!!2) Possono anche vietare il P2P, ma finchè potrò andare con le mie gambe a casa di un mio amico a dargli il mio CD... loro non potranno fermarmi: il P2P cambierà velocità e mezzi ma non verrà arrestato!!!
  • Anonimo scrive:
    2040: Dichiarato illegale il cinema...
    NY 2040: Questa mattina è passata la legge che dichiara illegale il cinema e tutti i suoi prodotti.In questi ultimi anni, i film d'azione avevano istigato alla violenza furente, i film storici avevano travisato quello che la storia ci tramanda con gli scritti antichi, i film di tipo psicologico avevano avuto pesanti risvolti sulla nostra società, producendo crisi esistenziali, drammi famigliari. Sono aumentati i terroristi, i pedofili, i carnefici, i pazzi...In tutto questo, il mondo ha deciso di fermare quest'ondata di cattiveria: basta film, sono esclusi solo i documentari di stampo religioso, senza immagini violente.Tutti gli addetti del settore, vengono riqualificati. I dirigenti della RIAAAAAAAAAA, non avendo una particolare specializzazione, saranno riutilizzati come operatori ecologici, puliranno il mondo che hanno sporcato.
    • Pulsar scrive:
      Re: 2040: Dichiarato illegale il cinema.
      - Scritto da: Anonimo
      NY 2040: Questa mattina è passata la
      legge che dichiara illegale il cinema e
      tutti i suoi prodotti.
      In questi ultimi anni, i film d'azione
      avevano istigato alla violenza furente, i
      film storici avevano travisato quello che la
      storia ci tramanda con gli scritti antichi,
      i film di tipo psicologico avevano avuto
      pesanti risvolti sulla nostra
      società, producendo crisi
      esistenziali, drammi famigliari. Sono
      aumentati i terroristi, i pedofili, i
      carnefici, i pazzi...
      In tutto questo, il mondo ha deciso di
      fermare quest'ondata di cattiveria: basta
      film, sono esclusi solo i documentari di
      stampo religioso, senza immagini violente.
      Tutti gli addetti del settore, vengono
      riqualificati. I dirigenti della
      RIAAAAAAAAAA, non avendo una particolare
      specializzazione, saranno riutilizzati come
      operatori ecologici, puliranno il mondo che
      hanno sporcato.La RIAA rappresenta l'industria musicale non quella cinematografica, in questo caso dovevi prendertela con la MPAA (non è che siano più buoni dei tizi della RIAA cmq)
    • ryoga scrive:
      Re: 2040: Dichiarato illegale il cinema...
      Oggi come oggi le trame dei film possono riassumersi nei seguenti punti : 1) Famiglia felice2) Viene il cattivo e stermina tutti3) Il buono da solo cerca di vendicarsi4) Incontra per la strada una tipa(topa) che l'aiuta5) Durante la loro battaglia titanica si fanno 1-2 sveltine6) Sparano missili, lanciano razzi, bombe, attivano il nucleare ma loro ne escono incolumi7) Lui la invita a passare un tranquillo week-end in baita.....FineMi chiedo : Perche' la gente è disposta a spender tanti soldi sempre per la solita vaccata?
    • Anonimo scrive:
      Re: 2040: Dichiarato illegale il cinema...
      - Scritto da: Anonimo
      NY 2040: Questa mattina è passata la
      legge che dichiara illegale il cinema e
      tutti i suoi prodotti.
      In questi ultimi anni, i film d'azione
      avevano istigato alla violenza furente, i
      film storici avevano travisato quello che la
      storia ci tramanda con gli scritti antichi,
      i film di tipo psicologico avevano avuto
      pesanti risvolti sulla nostra
      società, producendo crisi
      esistenziali, drammi famigliari. Sono
      aumentati i terroristi, i pedofili, i
      carnefici, i pazzi...
      In tutto questo, il mondo ha deciso di
      fermare quest'ondata di cattiveria: basta
      film, sono esclusi solo i documentari di
      stampo religioso, senza immagini violente.
      Tutti gli addetti del settore, vengono
      riqualificati. I dirigenti della
      RIAAAAAAAAAA, non avendo una particolare
      specializzazione, saranno riutilizzati come
      operatori ecologici, puliranno il mondo che
      hanno sporcato.famigliari ?????non c'è una g di troppo? 8)cmq al massimo tolgono la TVALK
      • Anonimo scrive:
        Re: 2040: Dichiarato illegale il cinema...
        Il termine "famigliari" è accettato in entrambe le scritture, con o senza "g"...basta dare un occhio ai dizionari online....è come "obiettivo"/"obbiettivo"......non che questo cambi comunque il concetto espresso.
  • Anonimo scrive:
    Soluzione definitiva contro il P2P
    Siccome rendere illegale il software P2P negli USa non serve ad una cippa, perche' gli autori dei medesimi software possono benissimo spostare i siti di download in nazioni più compiacenti, propongo alle major l'unica legge veramente efficace per abbattere il P2P: abolire l'intera Internet mondiale ad uso casa-ufficio, facendola tornare al suo compito originale di rete di difesa militare e/o per soli centri di ricerca (militari). Sono sicuro che il Congresso e Bush approverebbero subito!Salutoni da GiGiOP.S. Prrrrrrrrrrr :p
    • Pulsar scrive:
      Re: Soluzione definitiva contro il P2P
      - Scritto da: Anonimo
      Siccome rendere illegale il software P2P
      negli USa non serve ad una cippa, perche'
      gli autori dei medesimi software possono
      benissimo spostare i siti di download in
      nazioni più compiacenti, propongo
      alle major l'unica legge veramente efficace
      per abbattere il P2P: abolire l'intera
      Internet mondiale ad uso casa-ufficio,
      facendola tornare al suo compito originale
      di rete di difesa militare e/o per soli
      centri di ricerca (militari). Sono sicuro
      che il Congresso e Bush approverebbero
      subito!

      Salutoni da GiGiO

      P.S. Prrrrrrrrrrr :pBeh non dovrebbero spostare solo i siti, dovrebbero spostarsi anche loro con tutta la sede:)
  • Anonimo scrive:
    regime poliziesco...
    ... di questo passo ci si arriverà!"il futuro economico del nostro paese e le fondamenta dei diritti di proprietà che sono la base del nostro grande sistema capitalistico". questa frase si commenta già da sola. l'america è un gran bel posto per chi è ricco. che vadano a dirlo a quella massa di diseredati "il lro grande sistema capitalistico". trovo "divertente" che ora il p2p sia diventato anche un temibilissimo mezzo per corrompere i giovani creando così anche un danno morale alla società. tutto ciò non è nient'altro che un meschino tentativo di far presa sulla paura dei genitori (e in america le associazioni familiari di vario tipo sono molto influenti) con l'unico scopo di ottenere i loro obbiettivi! è vero che sui p2p si trova anche la spazzatura, ma nessuno obbliga nessuno a scaricarla. inoltre mettono sempre in evidenza gli aspetti negativi, ma non dicono però che sui programmi p2p si trovano enciclopedie, libri e materiale istruttivo per tutti e per tutte le età! una cosa che diffonde cultura non è MAI sbagliata.queste case di distribuzione (discografiche e cinematografiche) che si interessano tanto della "moralità" collettiva hanno rotto veramente i cosiddetti! la musica non è nata per essere diffusa dalle case discografiche, ma sono le case discografiche nate per diffondere la musica. visto che ora esistono metodi migliori per diffonderla, le case discografiche devono rassegnarsi a veder diminuito il loro ruolo! poi non mi si venga a dire che la musica è in pericolo!: come si può pensare che la musica possa smettere di diffondersi... sarebbe la prima volta nel corso della storia umana! carlo
    • Anonimo scrive:
      Re: regime poliziesco...
      - Scritto da: Anonimo
      ... di questo passo ci si arriverà!
      "il futuro economico del nostro paese e le
      fondamenta dei diritti di proprietà
      che sono la base del nostro grande sistema
      capitalistico". questa frase si commenta
      già da sola. l'america è un
      gran bel posto per chi è ricco. che
      vadano a dirlo a quella massa di diseredati
      "il lro grande sistema capitalistico". trovo
      "divertente" che ora il p2p sia diventato
      anche un temibilissimo mezzo per corrompere
      i giovani creando così anche un danno
      morale alla società. tutto ciò
      non è nient'altro che un meschino
      tentativo di far presa sulla paura dei
      genitori (e in america le associazioni
      familiari di vario tipo sono molto
      influenti) con l'unico scopo di ottenere i
      loro obbiettivi! è vero che sui p2p
      si trova anche la spazzatura, ma nessuno
      obbliga nessuno a scaricarla. inoltre
      mettono sempre in evidenza gli aspetti
      negativi, ma non dicono però che sui
      programmi p2p si trovano enciclopedie, libri
      e materiale istruttivo per tutti e per tutte
      le età! una cosa che diffonde cultura
      non è MAI sbagliata.
      queste case di distribuzione (discografiche
      e cinematografiche) che si interessano tanto
      della "moralità" collettiva hanno
      rotto veramente i cosiddetti! la musica non
      è nata per essere diffusa dalle case
      discografiche, ma sono le case discografiche
      nate per diffondere la musica. visto che ora
      esistono metodi migliori per diffonderla, le
      case discografiche devono rassegnarsi a
      veder diminuito il loro ruolo! poi non mi si
      venga a dire che la musica è in
      pericolo!: come si può pensare che la
      musica possa smettere di diffondersi...
      sarebbe la prima volta nel corso della
      storia umana! carloMa soprattutto: il p2p corrompe i giovani?!?Non mi pare che le case discocinematografiche possano pretendere di dare lezioni di moralità.Non mi pare che le loro produzioni siano propriamente per educande.Non c'è film dove non ci siano violenza, morti, tette e culi in abbondanza.E anche in campo musicale girano certi personaggi...... che il buon vecchio Ozzy (quando sgozzava le galline sul palco) non è più nessuno oramai.==================================Modificato dall'autore il 19/07/2004 16.52.35
  • ryoga scrive:
    La famiglia soffre.... U CAPISTI?
    "Secondo Bainwol il calo dell'occupazione nel settore, "ci sono famiglie che soffrono" , è anche dovuto a quanto sta succedendo online, una situazione in cui " gli artisti vengono massacrati prima di avere la possibilità di farsi conoscere dai fan e realizzare i propri sogni".U Capisti?A mmia dovevi associarti primma di distribbuire la canzone online.....la Famiglia soffre!......
  • Anonimo scrive:
    ABERRANTE !
    Semplicemente aberrante !Con la stessa logica bisognerebbe vietare la vendita di armi e financo dei coltelli da cucina, con cui i bambini possono farsi male, anche le auto (centinaia di migliaia di morti all'anno) ecc. ecc.UNA FOLLIA !:@
  • Anonimo scrive:
    Se vi prendo a comprare un CD originale
    ... vi faccio una faccia così. :@Almeno finché i prezzi non si abbassano e la piantano con queste capperate :
    • Anonimo scrive:
      Re: Se vi prendo a comprare un CD originale
      - Scritto da: Anonimo
      ... vi faccio una faccia così.
      :@
      Almeno finché i prezzi non si
      abbassano e la piantano con queste
      capperate :ne avrai di mazze da fare.dopodomani tutti saranno tranquilli e avranno scordato tutto.e comprerano, oh se compreranno!
      • Anonimo scrive:
        Re: Se vi prendo a comprare un CD origin
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        ... vi faccio una faccia così.

        :@

        Almeno finché i prezzi non si

        abbassano e la piantano con queste

        capperate :

        ne avrai di mazze da fare.

        dopodomani tutti saranno tranquilli e
        avranno scordato tutto.
        e comprerano, oh se compreranno!vero purtroppo :(quindi propongo picchettaggio davanti ai negozi di dischi. Potremmo assumere qualche sindacalista con esperienza per questo, tanto ormai molti sono disoccupati :D
        • Anonimo scrive:
          Re: Se vi prendo a comprare un CD origin
          io proporrei di guardare brutto tutti quelli che entrano nei negozi come se avessero la peste,
          • Anonimo scrive:
            Re: Se vi prendo a comprare un CD origin
            siccome i soldi stanno diminuendo a vista d'occhio tra poco i venditori dovranno dimezzare i prezzi per forza per ora non acquistate tra un anno spenderete la metà.
  • Pulsar scrive:
    Che facciano pure allora
    Lo vietassero pure in tutto il mondo, quando scopriranno che le vendite non aumenteranno ma anzi continueranno a calare allora voglio vedere con chi se la prenderanno:@
    • Anonimo scrive:
      Re: Che facciano pure allora
      - Scritto da: Pulsar
      Lo vietassero pure in tutto il mondo, quando
      scopriranno che le vendite non aumenteranno
      ma anzi continueranno a calare allora voglio
      vedere con chi se la prenderanno:@prima gli andava bene.sarà uguale.tutto qui.
  • Anonimo scrive:
    P2P è il vero comunismo
    condivisione di idee, e democrazia nel senso vero della parolaDemos aveva il valore di popolo, in opposizione al re e alla nobiltà, ovvero - nelle antiche città-stato come Atene - i cittadini liberi che formavano l?assemblea del popolo.Kratia, da kratos, collegata alla base krat da cui nasce il nostro crazia, indicava la forza, la potenza, e, nell?ambito della politica, la signoria, il potere.Non quella parola così tanto cara ai politici nostrani.Hasta la victoria.
    • Anonimo scrive:
      Re: P2P è il vero comunismo
      - Scritto da: Anonimo
      condivisione di idee, e democrazia nel senso
      vero della parola

      Demos aveva il valore di popolo, in
      opposizione al re e alla nobiltà,
      ovvero - nelle antiche città-stato
      come Atene - i cittadini liberi che
      formavano l?assemblea del popolo.

      Kratia, da kratos, collegata alla base krat
      da cui nasce il nostro crazia, indicava la
      forza, la potenza, e, nell?ambito della
      politica, la signoria, il potere.

      Non quella parola così tanto cara ai
      politici nostrani.

      Hasta la victoria.Rispondo alla trollata di turno, perchè un vero troll non dovrebbe essere ignorante, mentre tu lo sei.Il comunismo non ha nulla a che vedere con democrazia: i comuisti stessi hanno sempre parlato di "dittatura del popolo".
      • Anonimo scrive:
        Re: P2P è il vero comunismo
        - Scritto da: Anonimo
        Rispondo alla trollata di turno,
        perchè un vero troll non dovrebbe
        essere ignorante, mentre tu lo sei.
        Il comunismo non ha nulla a che vedere con
        democrazia: i comuisti stessi hanno sempre
        parlato di "dittatura del popolo".Non hai capito. Lui sa benissimo quello che ha scritto ed è consapevole delle tue critiche. Lui ha dato del comunista a tutti gli utenti P2P in modo da utilizzare l' argomento "politica", "destra vs. sinistra" ecc... per fare leva su alcune menti deboli e fare in modo che si azzannino fra loro. Ma per evitare di essere incenerito e per evitare che i diversi utenti facciano muro ha dovuto traverstirsi da utente P2P anch' esso. Quindi invece di dire (troll di livello zero) "Chi usa il P2P è comunista e mangia i bambini e vuole la dittatura come in Cina" ha preferito dire (troll di livello uno) "Io uso il P2P e tutti noi utenti che lo usiamo siamo dei comunisti" sperando in una diatriba interna tra utenti di diverse aree politiche mentre normalmente gli utenti P2P cercano di fare muro contro le majors e superare le divisioni politiche. Come vedi si tratta di una forma di troll leggermente più evoluta.Questi della SIAE le provano tutte...
      • TPK scrive:
        Re: P2P è il vero comunismo
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo
        Il comunismo non ha nulla a che vedere con
        democrazia: i comuisti stessi hanno sempre
        parlato di "dittatura del popolo".Evidentemente tu preferisci la "dittatura delle majors"...
        • Anonimo scrive:
          Re: P2P è il vero comunismo
          - Scritto da: TPK

          - Scritto da: Anonimo



          - Scritto da: Anonimo

          Il comunismo non ha nulla a che vedere
          con

          democrazia: i comuisti stessi hanno
          sempre

          parlato di "dittatura del popolo".

          Evidentemente tu preferisci la "dittatura
          delle majors"... Quella che voglio evitare è la "dittatura degli idioti che usano slogan".
  • Anonimo scrive:
    armi o p2p?
    negli usa da moltissimi anni c'è chi si batte per avere una legge che vorrebbe condannare produttori e venditori di armi per istigazione a delinquere.ora vogliono condannare il p2p.questo vorrà dire, se passerà questa legge, che è più criminale chi condivide musica e filmini, piuttosto che chi ammazza, piglia ostaggi o compie rapine a mano armata o sale sui tetti delle università a fare il cecchino (un minuto di silenzio per Marta Russo)
  • Anonimo scrive:
    Tutti i fascisti sono contro il P2P!!!!!
    Perchè ovviamente il P2P favorisce molto il libero scambio delle idee e la Democrazia!!!!!!!
    • Anonimo scrive:
      tutti i comunisti sono per il p2p!!!!!!!
      perchè ovviamente il p2p permette di fare in modo che nessuno abbia niente, che tutti abbiano tutto e che nessuno possa chiedere il giusto per quel che è stato obbligato a cedere a chi non lo ha pagato
    • Anonimo scrive:
      Re: Tutti i fascisti sono contro il P2P!!!!!
      Beh è naturale che al fascio medio possa piacere il comunismo informatico, però per questo non vuol dire che nel tempo libero dal download furente non si intrallazzi lucidando il manganello!P2P: una grande comunità mondiale!
  • Anonimo scrive:
    un bello consiglio al presidente....
    della Riaa:fatti meno piste ! :@
  • Anonimo scrive:
    Vendite USA + 7,3% quest'anno
    Nonostante i continui attacchi al p2p le vendite deicd continuano a salire negli USA. http://www.billboard.com/bb/daily/article_display.jsp?vnu_content_id=1000576426Forse anche da noi sarebbe lo stesso ,se ci fosse una veraconcorrenza e non un cartello che impone lo stesso prezzoper tutti i cd.
    • Anonimo scrive:
      Re: Vendite USA + 7,3% quest'anno
      - Scritto da: Anonimo
      Nonostante i continui attacchi al p2p le
      vendite dei
      cd continuano a salire negli USA.

      www.billboard.com/bb/daily/article_display.js

      Forse anche da noi sarebbe lo stesso ,se ci
      fosse una vera
      concorrenza e non un cartello che impone lo
      stesso prezzo
      per tutti i cd. quando i dati li dicono, la crescita c'è sempre.da noi c'era crescita anche quando da loro non c'era.
  • Anonimo scrive:
    ... e zio Bill?
    e la Microsoft cosa ne pensa visto che deve lanciare il suo P2P????
  • Anonimo scrive:
    Questa frase è una vergogna
    Questa frase è una vergogna"ci sono famiglie che soffrono",sono le nostre che soffrono a matenervi,affinchè abbiate la villona da X miliardi di dollari,auto di lusso e stuole prostitute e prostituti,dove la morale non esiste.I vostri loschi affari stanno finendo,vi spazzeremo via!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Questa frase è una vergogna
      - Scritto da: Anonimo
      Questa frase è una vergogna
      "ci sono famiglie che soffrono",sono le
      nostre che soffrono a
      matenervitu non comprare un cd, vedrai che non soffrirai.se non ne compri per 2 mesi magari risolvi anche per il terzo mondo.
      affinchè abbiate la villona
      da X miliardi di dollari,auto di lusso e
      stuole prostitute e prostituti,dove la
      morale non esiste.saran cazzi loro no?tu puoi rubare e loro non possono scopare?ma chi sei?!!!
      I vostri loschi affari stanno finendo,vi
      spazzeremo via!!!vi spazzeranno via loro!
      • Anonimo scrive:
        Re: Questa frase è una vergogna
        anche meno magari ;)
      • Anonimo scrive:
        Re: Questa frase è una vergogna
        Spazzeremo via anche te. :@
      • Anonimo scrive:
        Re: Questa frase è una vergogna
        - Scritto da: Anonimo

        vi spazzeranno via loro!Va bena, va bene, ora torna in studio a registrare che la pausa è finita, "ARTISTA"
      • DuDe scrive:
        Re: Questa frase è una vergogna
        - Scritto da: Anonimo
        tu non comprare un cd, vedrai che non
        soffrirai.
        se non ne compri per 2 mesi magari risolvi
        anche per il terzo mondo.
        da ben 2 anni non hanno visto manco un cent da me

        affinchè abbiate la villona

        da X miliardi di dollari,auto di lusso e

        stuole prostitute e prostituti,dove la

        morale non esiste.

        saran cazzi loro no?No, quando il tuo
      • Anonimo scrive:
        Re: Questa frase è una vergogna
        - Scritto da: Anonimo
        vi spazzeranno via loro!Va be' , va be', torna dalla tua Ida a raccontarle che faraidi tutto per salvare i profitti della sua impresa, caro Giuliano,altrimenti rischi che stasera vai in bianco e, visto che ormaisei agli ultimi colpi...
  • Anonimo scrive:
    Scusate ma non capisco
    Ma non funziona che se più gente scarica un mp3 da internet (chessò usando Winmx o DC++) non fà guadagnare più soldi all'artista/prodotto scaricato? Spiegatemi se nessuno scarica un artista come fà questo qui a guadagnare!?!?
    • Anonimo scrive:
      Re: Scusate ma non capisco
      - Scritto da: Anonimo
      Ma non funziona che se più gente
      scarica un mp3 da internet (chessò
      usando Winmx o DC++) non fà
      guadagnare più soldi
      all'artista/prodotto scaricato? Spiegatemi
      se nessuno scarica un artista come fà
      questo qui a guadagnare!?!?funziona così:io ho sempre comprato 1 cd ogni 2 mesi. non ce la faccio proprio a fare di più.ora tra me e i miei amici ci siamo fatti una adsl e un masterizzatore.ognuno di noi riesce sempre a fare le stesse cose, niente di più, solo che ora abbiamo tutti più musica.se non avessimo questi mezzi, comunque non avremmo più soldi per comprare musica.ora compro ANCORA 1 cd ogni 2 mesi, sempre e solo roba ottima, ma ne *ascolto* anche 30 e così gli amici.la nostra cultura si accresce, anche se non abbiamo tanti soldi.quando ci sono le offerte nei cataloghi per corrispondenza o in giro, ci affrettiamo a spulciare ... ma sono quasi sempre offerte su schifezze o su roba dei 35 anni fa... e costa ancora un po' troppo.Quindi come fa l'artista? e come faceva prima? io i soldi per prendere di più non ce li avevo, compravo uguale. Come faceva l'artista? Aveva una stamperia di soldi?boh!
    • Anonimo scrive:
      Re: Scusate ma non capisco
      Piu' gente scarica, piu' gente conosce l'artista.Piu' gente andra' ai suoi concerti.E gli artisti fanno la maggior parte dei denari grazie agli show... (tv e concerti)Quelli costruiti che non sono in grado di fare show dal vivo (tipo le Lollipop, che facevano uno squallido playback dal vivo) cadono comunque passata l'euforia del momento ( e non credo che ci sia gente che scarica roba delle Lollipop)
  • Anonimo scrive:
    come fanno?
    prima di renderlo illegale devono definire cosa e' esattamente un software p2p; un software che permette di scaricare e condividere file? quindi anche un server web+browser e' un software p2p e un server ftp+client ftp? come la mettiamo?
    • Anonimo scrive:
      Re: come fanno?
      - Scritto da: Anonimo
      prima di renderlo illegale devono definire
      cosa e' esattamente un software p2p; un
      software che permette di scaricare e
      condividere file? quindi anche un server
      web+browser e' un software p2p e un server
      ftp+client ftp? come la mettiamo?Se per questo anche le reti di comunicazione militari, oltre che civili, le reti aziendali tanto per intenderci, servono a condividere file: se passa questa tesi P2P=Illegale di fatto sono illegali la TOTALITA' delle reti (lan) esistenti sul pianeta!:$8):s:(:@:@:@:@Torniamo ad usare carta..(sic) ottenuta dal papiro, penne e messi viaggiatori per scambiare notizie???:s:(:s:(Non so perche ma ho una terribile impressione di deja vu....non so voi.
    • Anonimo scrive:
      Re: come fanno?
      - Scritto da: Anonimo
      prima di renderlo illegale devono definire
      cosa e' esattamente un software p2p; un
      software che permette di scaricare e
      condividere file? quindi anche un server
      web+browser e' un software p2p e un server
      ftp+client ftp? come la mettiamo?voi fate i sofisti, e loro vi pianteranno un bigbrotherechelon che non finisce più, con tanti ringraziamenti di servizi segreti di tutto il mondo.
  • TPK scrive:
    [semi OT] Le nozze di Britney Spears
    Per novembre ha prenotato l'intero Beverly Hills Hotel: lì sposerà il fidanzato Kevin Federline. Sono stati già ordinati migliaia di tulipani bianchi (spesa prevista: 1 milione di dollari) e 300 bottiglie di champagne. http://www.repubblica.it/2004/e/sezioni/spettacoli_e_cultura/britneymi/britneybolly/britneybolly.htmlPoverina, massacrata dal p2p...La sua si che e' una famiglia che soffre...
    • Anonimo scrive:
      Re: [semi OT] Le nozze di Britney Spears
      ma si beata lei, e' giovane, e' gnocca, e' ricca . . . cosa deve fare . . . se non darsi alla pazza gioia ?
      • avvelenato scrive:
        Re: [semi OT] Le nozze di Britney Spears
        - Scritto da: Anonimo
        ma si beata lei, e' giovane, e' gnocca, e'
        ricca . . . cosa deve fare . . . se non
        darsi alla pazza gioia ?fa bene ma non deve venire a farci venire l'orchite a noi comuni mortali.
        • Anonimo scrive:
          Re: [semi OT] Le nozze di Britney Spears
          - Scritto da: avvelenato
          - Scritto da: Anonimo

          ma si beata lei, e' giovane, e' gnocca,
          e'

          ricca . . . cosa deve fare . . . se non

          darsi alla pazza gioia ?

          fa bene ma non deve venire a farci venire
          l'orchite a noi comuni mortali.Quoto appieno l'Avvelenato!!!!Tra l'altro ritengo che la cultura possa fare tranquillamente a meno della signorina Spears e di tutte le sue cloni. Vero è che sono tutt'altro che sgradevoli all'occhio, ma, davvero, il modo di vivere delle star (specialmene di queste star) sommato al piagnisteo continuo delle majors contro chi scarica 2 canzoni da internet è veramente un insulto a chi deve far venire la fine del mese con 800 euri.Teras Kasi Master(prima o poi mi registro... giuro)
          • avvelenato scrive:
            Re: [semi OT] Le nozze di Britney Spears
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: avvelenato

            - Scritto da: Anonimo


            ma si beata lei, e' giovane, e'
            gnocca,

            e'


            ricca . . . cosa deve fare . . .
            se non


            darsi alla pazza gioia ?



            fa bene ma non deve venire a farci
            venire

            l'orchite a noi comuni mortali.

            Quoto appieno l'Avvelenato!!!!

            Tra l'altro ritengo che la cultura possa
            fare tranquillamente a meno della signorina
            Spears e di tutte le sue cloni. Vero
            è che sono tutt'altro che sgradevoli
            all'occhio, ma, davvero, il modo di vivere
            delle star (specialmene di queste star)
            sommato al piagnisteo continuo delle majors
            contro chi scarica 2 canzoni da internet
            è veramente un insulto a chi deve far
            venire la fine del mese con 800 euri.

            Teras Kasi Master
            (prima o poi mi registro... giuro)insomma, non hai visto gli ultimi scatti che i paparazzi han fatto alla "diva", altro che gradevole all'occhio, fa vomitare!
    • ryoga scrive:
      Re: [semi OT] Le nozze di Britney Spears
      - Scritto da: TPK
      Per novembre ha prenotato l'intero
      Beverly Hills Hotel: lì
      sposerà il fidanzato Kevin Federline.
      Sono stati già ordinati migliaia di
      tulipani bianchi (spesa prevista: 1 milione
      di dollari) e 300 bottiglie di
      champagne.

      www.repubblica.it/2004/e/sezioni/spettacoli_e

      Poverina, massacrata dal p2p...
      La sua si che e' una famiglia che soffre...Per l'incidente al ginocchio mentre ballava, si conta che sono andati persi circa 5 milioni di dollari ( guadagna 1 milione di dollari a settimana ) per la tournee....Poverina..... davvero il p2p l'ha messa sul lastrico....La ghigliottina......ecco cosa occorre oggi....
      • Anonimo scrive:
        Re: [semi OT] Le nozze di Britney Spears
        E poi che storie, ora che si sposa riceverà anche gli alimenti in caso di divorzio! :|Le famiglie che soffrono mi sa che saranno solo quelle che subiranno eventuali tagli dovuti al mantenimento dello status quo: la major perde 1 milione di dollari teoricamente dal P2P, che verrà riversato su un migliaio di dipendenti o più...
      • 3p scrive:
        Re: [semi OT] Le nozze di Britney Spears
        - Scritto da: ryoga
        Per l'incidente al ginocchio mentre ballava,
        si conta che sono andati persi circa 5
        milioni di dollari ( guadagna 1 milione di
        dollari a settimana ) per la tournee....

        Poverina..... davvero il p2p l'ha messa sul
        lastrico....
        La ghigliottina......ecco cosa occorre
        oggi....Oppure una tendinite e una laringite croniche ;)
    • Anonimo scrive:
      Re: [semi OT] Le nozze di Britney Spears
      I dischi costeranno meno quando gli utenti (tra cui molti che scrivono su questo forum) non saranno più un branco di amebe lobotomizzate che impazziscono appena sentono mezza notizia di gossip. E' a causa di gente del genere che è tantoi spinto il marketing delle major (che è la principale causa dei costi elevati dell'industria discografica e assieme agli accordi di cartello spinge in alto i prezzi) .
      • Anonimo scrive:
        Re: [semi OT] Le nozze di Britney Spears
        Veramente è a causa di gente come te.Non aggiungo altro per non finire nelle x rosse.... :s
        • Anonimo scrive:
          Re: [semi OT] Le nozze di Britney Spears
          - Scritto da: Anonimo
          Veramente è a causa di gente come te.
          Non aggiungo altro per non finire nelle x
          rosse.... :sGente come me? E che faccio io?
    • Anonimo scrive:
      Re: [semi OT] Le nozze di Britney Spears
      - Scritto da: TPK
      Per novembre ha prenotato l'intero
      Beverly Hills Hotel: lì
      sposerà il fidanzato Kevin Federline.
      Sono stati già ordinati migliaia di
      tulipani bianchi (spesa prevista: 1 milione
      di dollari) ... poveri tulipani! :'(
  • Anonimo scrive:
    americanaggine...
    ... inutile negarlo, gli stati uniti, da quando sono governati da Mr. bush (e moglie) stanno scadendo in modo orribile nei confronti delle libertà personali, come fa un fanatico di una 'setta' cristiana come Bush a governare in modo equilibrato ? voleva addirittura rendere illegale il matrimonio tra persone dello stesso sesso... ha fatto una guerra in iraq paventando armi atomiche e armi di sterminio di massa... per poi trovare le galline che passeggiavano nel palazzo prefidenziale di saddam...
  • Collimate scrive:
    terno al lotto!
    io ho un lettore mp3 regolarmente acquistato.quando compro un cd da 25 euri, e' sempre un terno al lotto riuscire ad ascoltarlo sul lettore mp3, magari scoprendo che del cd si salva una sola canzone!perche' non abbassano i prezzi dei cd invece?boicottiamo! non compriamo piu' cd originali!
    • Anonimo scrive:
      Re: terno al lotto!
      - Scritto da: Collimate
      boicottiamo! non compriamo piu' cd originali!Io sono stupito dal fatto che tu ne abbia acquistati di recente.
    • Anonimo scrive:
      Re: terno al lotto!
      - Scritto da: Collimate
      io ho un lettore mp3 regolarmente acquistato.
      quando compro un cd da 25 euri, e' sempre un
      terno al lotto riuscire ad ascoltarlo sul
      lettore mp3, magari scoprendo che del cd si
      salva una sola canzone!
      perche' non abbassano i prezzi dei cd invece?
      boicottiamo! non compriamo piu' cd originali!E appoggiare i nuovi gruppi emergenti che cercano di rimanere indipendenti dalle major?
    • Anonimo scrive:
      Re: terno al lotto!
      - Scritto da: Collimate
      io ho un lettore mp3 regolarmente acquistato.
      quando compro un cd da 25 euri, e' sempre un
      terno al lotto riuscire ad ascoltarlo sul
      lettore mp3, magari scoprendo che del cd si
      salva una sola canzone!
      perche' non abbassano i prezzi dei cd invece?
      boicottiamo! non compriamo piu' cd originali!non ci credi neanche tu.
  • Anonimo scrive:
    Proposte costruttive (insisto)
    Non è la prima e non sarà l'ultima volta che metto giù queste proposte. Non desisto: al momento sono le uniche vie ragionevoli percorribili.Mi chiamo Marco Radossevich e frequento il terzo anno dell'università "Mestieri della musica e dello spettacolo" di Macerata.Sto seguendo il dibattito attorno al P2P e credo che bisognerebbe fare un po' di chiarezza.Risolvere il problema della tutela delle opere artistiche in rete, garantendo comunque le libertà degli utenti, non è cosa semplice ma neanche impossibile.L'arte è patrimonio dell'umanità. L'informatica, base dei moderni sistemi di comunicazione, ha portato un grado di libertà superiore agli utenti domestici, permettendo la condivisione di informazioni e risorse.Questo ha permesso, anche a causa di politiche commerciali a mio avviso poco innovative, agli utenti di accedere ai prodotti artistici, contemporanei e non, gratuitamente.Se da un lato è favorita l'espansione della cultura, dall'altro si danneggiano autori e produttori che vedono decrementare i loro giusti introiti.Il concetto è semplice: perché non cavalcare questo fenomeno di massa (P2P) invece che contrastarlo ?Perché gli stessi artisti (o produttori) non mettono le loro opere scaricabili DIRETTAMENTE dai siti ufficiali ? Ho sempre saputo che i click si traducono in guadagni e immaginate che traffico si può generare su un sito che mette a disposizione una discografica o filmografia completa...Certo, si possono facilmente fare 2 obiezioni:1. I produttori non venderebbero più CD/DVD2. La mole di traffico sarebbe così elevata da richiedere investimenti non proporzionati ai guadagni.MA SIAMO NELL'ERA DIGITALE !!!1. I produttori venderebbero solo opere valide: per valutare un brano (di qualsiasi genere musicale esso sia) non è necessaria la qualità CD. Mi intendo un po' di fisica acustica ed ho fatto qualche esperimento: 32 KHz/mono sono più che sufficienti per una valutazione ! Per analogia, 352x288 - 22 KHz/mono (qualità VHS) è una qualità adeguata per valutare un'opera cinematografica.Non solo: in questo modo si snellirebbe anche la mole di traffico generato (files più piccoli) e non ci sarebbe bisogno nemmeno del DRM (i files mono non sono masterizzabili), con conseguente riduzione di spese.Chi è soddisfatto di quello che ha scaricato, poi, potrebbe acquistare il prodotto FISICO (e non i files !) dal sito ufficiale a prezzo vantaggioso (visto che si saltano distibutori e negozianti). Si potrebbe anche pensare di unire a questo la fabbricazione on-demand dei prodotti in modo da rispettare anche la natura (si produrrebbe solo il venduto).In pratica sarebbe una sorta di shareware: valutare prima di acquistare ! Certo questo potrebbe voler dire la fine del cinema e della musica commerciali... ma forse non è un male !!!2. E il P2P che esiste a fare ? Adottando sui siti la tecnologia BitTorrent, ad esempio, la mole di traffico effettivo generato non arriverà mai a quantità sproporzionate.E tanto per buttare benzina sul fuoco, riguardo alla SIAE: a che serve ? Un deposito notarile ha la stessa identica validità giuridica e costa pure meno !Sarebbe comunque interessante un sito istituzionale per il riconoscimento del diritto d'autore: una sorta di registro che riconosca la paternità dell'opera dalla data di pubblicazione sullo stesso. Una gestione informatica del genere demolirebbe verticalmente i prezzi di mantenimento da parte degli autori, a mio avviso.Si potrebbe anche pensare a nuovi tipi di licenze, magari prendendo spunto da queste:http://creativecommons.org/http://openmusic.linuxtag.org/http://www.eff.org/IP/Open_licenses/eff_oal.html... e ce ne sono molte altre che non cito.Lo stato dovrebbe *PRIVILEGIARE* chi rilascia opere libere, magari garantendo la copertura EMPALS (sto correndo troppo ?) per poterle promuovere (nota: col mio gruppo abbiamo rilasciato il nostro primo CD in Open Audio, ma la SIAE ha voluto che applicassimo comunque i bollini ! E perché per il software open source non è così ?http://www.softwarelibero.it/bollino/Bollino-HOWTO.html)Altro punto (a mio parere non trascurabile): il formato di distribuzione.Eh già, perché (non so se lo sapete) ma gli MP3 sono coperti da brevetti detenuti dalla Thompson. Giustamente questa multinazionale richiede del denaro per il suo utilizzo. http://www.mp3licensing.com/royalty/index.htmlE non parliamo di MPEG-4 (meglio conosciuto come DivX) !http://www.mpegla.com/mpeg4v/Allora non sarebbe il caso di, non dico imporre, ma quantomeno avvantaggiare formati liberi e gratuiti ?(mi viene subito in mente la Xiph, ovviamente: http://www.xiph.org/)Tanto per riflettere: sapete che i decoder del digitale terrestere usano MPEG-2 ? (http://www.mpegla.com/mpeg2/)A parte il fatto che non è assolutamente ottimizato (ci dicono che riescono a mettere 6-7 canali digitali al posto di 1 analogico... immaginate cosa poteva essere in MPEG-4 o similari ! 15-20 canali con migliore qualità e risparmio di frequenze - il che ne va anche della nostra salute), per ogni decoder e trasmissione si pagano i brevetti !!!Insomma voglio dire che le soluzioni si possono trovare, basta solo volerlo.Marco Radossevich
    • Anonimo scrive:
      Re: Proposte costruttive (insisto)

      i loro giusti introiti.giusti?sono esosi! sono avari! gli artisti subiscono le politiche commerciali e ricevono pochissimi di quei soldi, e spesso sono straozzati dai cosiddetti "contratti capestro"
      Perché gli stessi artisti (o
      produttori) non mettono le loro opere
      scaricabili DIRETTAMENTE dai siti ufficiali
      ?sentiamo. perchè?
      Ho sempre saputo che i click si traducono
      in guadagni e immaginate che traffico si
      può generare su un sito che mette a
      disposizione una discografica o filmografia
      completa...mi sembri tecnicamente un po' con la testa fra le nuvole O:-)ma apprezziamo il buono spirito ;-)
      1. I produttori non venderebbero più
      CD/DVDproduttori in che senso? chi fa, guadagna. chi partecipa, guadagna.
      2. La mole di traffico sarebbe così
      elevata bittorrent. la banda viene suddivisa tra chi prende, e chi da può permettersi addirittura un server casalingo.
      1. I produttori venderebbero solo opere
      valide: per valutare un brano (di qualsiasi
      genere musicale esso sia) non è
      necessaria la qualità CD.dissento totalmente.io devo sentire IL CD per un mesetto, prima di decidere se comprarlo.una volta lo facevo con quelli degli altri, poi sono passato al masterizzatore, poi agli mp3 160, poi 192, poi VBR oppure a formati senza perdita, se si trovano.se mi fa schifo, cancello, se mi piace e non costa troppo, compro.
      Mi intendo
      un po' di fisica acustica ed ho fatto
      qualche esperimento: 32 KHz/mono sono
      più che sufficienti per una
      valutazione !questa è solo la tua opinione; dove sono le motivazioni di fisica acustica che motivano un tuo gusto soggettivo?c'è gente che fa test di doppio ascolto cieco e poi si scarica mp3 ... e se non sono perfetti li butta via.
      Per analogia... valutare
      un'opera cinematografica.come no ... queste due sciocchezze sembrano dire che la gente che si vede una prima TV ha una ridondanza del 1000% di qualità che non riesce nemmeno a percepire.luce, colore, suono ... tutti aggiuntivi e inutili.come se all'incipit di un libro mancassero le vocali.DISSENTO TOTALMENTE.
      si snellirebbe
      anche la mole di traffico generato (files
      più piccoli) e non ci sarebbe bisogno
      nemmeno del DRM (i files mono non sono
      masterizzabilima per favore! oltre al fatto che il transcoding te lo fa nero al volo (orrore, comunque!) del DRM proprio non si vuol nemmeno sentir parlare! limitazioni sulla mia roba? ma chi le vuole? piuttosto niente.diffondere poi così la cultura della scarsa qualità è tutt'altro che una buona politica, da artista.che percezione hai? terrificante!!!! :-(
      Chi è soddisfatto di quello che ha
      scaricato, poi, potrebbe acquistare il
      prodotto FISICOse non è copycontrolled e costa dai 5 agli 8 euro, perchè no? volentierissimo.se mi metti i files di grafica puoi anche risparmiarti la stampa dei libretti; al massimo se me li dai GRATIS ai concerti, stai sicuro che ci vengo ancora più volentieri.
      fabbricazione on-demand dei prodotti in modommh ... masterizzati? e il cd che qualità ha? da uno che mi parla di 32 mono ... non so se fidarmi, sai?
      In pratica sarebbe una sorta di shareware:
      valutare prima di acquistare ! questo lo fanno già quasi tutti.sui siti personali oppure su roba come allmusic o windowsmedia ci sono le preview.
      Certo questo
      potrebbe voler dire la fine del cinema e
      della musica commerciali... ma forse non
      è un male !!!bah ... è la radio che fa questo mestiere.bisogna liberare le radio su internet, fare in modo che la gente possa mettere su musica senza essere oppressa dalla siae, che i ragazzi possano suonare nei locali senza troppe preoccupazioni per siae, borderaux, empals ... e per gli stessi interessi del locale, che ti chiama solo se il tuo pubblico è alcoolizzato
      2. E il P2P che esiste a fare ? Adottando
      sui siti la tecnologia BitTorrent, ad
      esempio, la mole di traffico effettivo
      generato non arriverà mai a
      quantità sproporzionate.e quindi perchè download stitici? mettici tutto in FLAC come hanno fatto i beatallica (GRATIS) , altro che in qualità stitica :)
      E tanto per buttare benzina sul fuoco,
      riguardo alla SIAE: a che serve ? Un
      deposito notarile ha la stessa identica
      validità giuridica e costa pure meno
      !andrò a chiederlo alla siae.vedremo.ad ogni modo costa molto ... e il notaio mica se ne va in giro a controllare per te.
      Sarebbe comunque interessante un sito
      istituzionale per il riconoscimento del
      diritto d'autore: una sorta di registro che
      riconosca la paternità dell'opera
      dalla data di pubblicazione sullo stesso.sono d'accordo.
      Una gestione informatica del genere
      demolirebbe verticalmente i prezzi di
      mantenimento da parte degli autori, a mio
      avviso.ecco, parlane alla siae, vediamo che ti dicono ^___^
      Lo stato dovrebbe *PRIVILEGIARE* chi
      rilascia opere libere, magari garantendo la
      copertura EMPALS (sto correndo troppo ?) per
      poterle promuovere (nota: col mio gruppo
      abbiamo rilasciato il nostro primo CD in
      Open Audio, ma la SIAE ha voluto che
      applicassimo comunque i bollini ! E
      perché per il software open source
      non è così ?perchè la siae non riconosce quello che riconosci tu, semplice.
      il formato di distribuzione.
      Eh già, perché (non so se lo
      sapete) ma gli MP3 sono coperti da brevetti
      detenuti dalla Thompson.mpc no.ogg no.flac e ape non so.
      Giustamente questa
      multinazionale richiede del denaro per il
      suo utilizzo.richiede per chi crea riproduttori hardware o costruisce player che VENDE.se tu fai un mp3 e lo vendi, non dai una pippa alla fraunhofer.per me se pubblichi la iso del cd , compressa in 7zip o tar, non ci sono problemi, usa pure bittorrent, ti aspetto!purchè non mi parli di qualità inferiore al cd.*** e di prezzi superiori a quelli citati. ***
      Allora non sarebbe il caso di, non dico
      imporre, ma quantomeno avvantaggiare formati
      liberi e gratuiti ?io quando pubblico (LEGALMENTE!) , uso wav, iso, flac, ape, ogg *E* mp3 vbr lame alt preset insane.se poi uno vuole altro, me lo farà sapere. non ho mai avuto richieste di altro tipo.e pubblico in p2p, non mi serve nemmeno il sito.ormai condivido 20 demo di persone felici che questo succeda e anche un album in vendita, sempre con il benestare di chi lo ha creato: proprio loro sono felici della iso, che non sapevano nemmeno cosa fosse.alla gente che scarica si chiede di confividere a sua volta almeno x 2 settimane quello che ha scaricato e di fare passaparola. insieme alla musica ci metti due documenti e i contatti IRC per concerti e altro.voilà.
      Insomma voglio dire che le soluzioni si
      possono trovare, basta solo volerlo.vero.sono le stesse che vogliono gli utilizzatori?
      • Anonimo scrive:
        Re: Proposte costruttive (insisto)
        si, quoto in todo le obiezzioni di cui sopra...... mi sembri decisamente un po' "indietro" (tecnicamente parlando) per poter proporre di cambiare mari e monti :D
    • Ekleptical scrive:
      Re: Proposte costruttive (insisto)

      Perché gli stessi artisti (o
      produttori) non mettono le loro opere
      scaricabili DIRETTAMENTE dai siti ufficiali
      Ho sempre saputo che i click si traducono
      in guadagniChi te l'ha detta questa, scusami la franchezza, boiata?I click non si traducono più in guadagni da secoli, ormai, se parli di banner. Sono pagati una miseria infima. Non ci ricavi nemmeno uno stipendio da spazzino a meno di non riuscire a farne decine di migliaia al giorno (e in media viene cliccato 1 banner su 50-100 apparsi, se sei particolarmente fortunato...).Altrimenti cosa intendevi, se i brani li danno gratis? (Mi pare improbabile venderli e darli gratis contemporaneamente.. va beh il buon cuore, ma mi pare un po' troppo fiducioso nel prossimo come atteggiamento)
    • Anonimo scrive:
      Re: Proposte costruttive (insisto)

      Il concetto è semplice: perché
      non cavalcare questo fenomeno di massa (P2P)
      invece che contrastarlo ?
      Perché gli stessi artisti (o
      produttori) non mettono le loro opere
      scaricabili DIRETTAMENTE dai siti ufficiali
      ? Ho sempre saputo che i click si traducono
      in guadagni e immaginate che traffico si
      può generare su un sito che mette a
      disposizione una discografica o filmografia
      completa...
      Certo, si possono facilmente fare 2
      obiezioni:
      1. I produttori non venderebbero più
      CD/DVD
      2. La mole di traffico sarebbe così
      elevata da richiedere investimenti non
      proporzionati ai guadagni.

      MA SIAMO NELL'ERA DIGITALE !!!

      1. I produttori venderebbero solo opere
      valide: per valutare un brano (di qualsiasi
      genere musicale esso sia) non è
      necessaria la qualità CD. Mi intendo
      un po' di fisica acustica ed ho fatto
      qualche esperimento: 32 KHz/mono sono
      più che sufficienti per una
      valutazione ! Per analogia, 352x288 - 22
      KHz/mono (qualità VHS) è una
      qualità adeguata per valutare
      un'opera cinematografica.
      Non solo: in questo modo si snellirebbe
      anche la mole di traffico generato (files
      più piccoli) e non ci sarebbe bisogno
      nemmeno del DRM (i files mono non sono
      masterizzabili), con conseguente riduzione
      di spese.
      Chi è soddisfatto di quello che ha
      scaricato, poi, potrebbe acquistare il
      prodotto FISICO (e non i files !) dal sito
      ufficiale a prezzo vantaggioso (visto che si
      saltano distibutori e negozianti). Si
      potrebbe anche pensare di unire a questo la
      fabbricazione on-demand dei prodotti in modo
      da rispettare anche la natura (si
      produrrebbe solo il venduto).

      In pratica sarebbe una sorta di shareware:
      valutare prima di acquistare ! Certo questo
      potrebbe voler dire la fine del cinema e
      della musica commerciali... ma forse non
      è un male !!!

      2. E il P2P che esiste a fare ? Adottando
      sui siti la tecnologia BitTorrent, ad
      esempio, la mole di traffico effettivo
      generato non arriverà mai a
      quantità sproporzionate.

      E tanto per buttare benzina sul fuoco,
      riguardo alla SIAE: a che serve ? Un
      deposito notarile ha la stessa identica
      validità giuridica e costa pure meno
      !

      Sarebbe comunque interessante un sito
      istituzionale per il riconoscimento del
      diritto d'autore: una sorta di registro che
      riconosca la paternità dell'opera
      dalla data di pubblicazione sullo stesso.
      Una gestione informatica del genere
      demolirebbe verticalmente i prezzi di
      mantenimento da parte degli autori, a mio
      avviso.

      Si potrebbe anche pensare a nuovi tipi di
      licenze, magari prendendo spunto da queste:

      creativecommons.org /
      openmusic.linuxtag.org /
      www.eff.org/IP/Open_licenses/eff_oal.html
      ... e ce ne sono molte altre che non cito.

      Lo stato dovrebbe *PRIVILEGIARE* chi
      rilascia opere libere, magari garantendo la
      copertura EMPALS (sto correndo troppo ?) per
      poterle promuovere (nota: col mio gruppo
      abbiamo rilasciato il nostro primo CD in
      Open Audio, ma la SIAE ha voluto che
      applicassimo comunque i bollini ! E
      perché per il software open source
      non è così ?
      www.softwarelibero.it/bollino/Bollino-HOWTO.h

      Altro punto (a mio parere non trascurabile):
      il formato di distribuzione.
      Eh già, perché (non so se lo
      sapete) ma gli MP3 sono coperti da brevetti
      detenuti dalla Thompson. Giustamente questa
      multinazionale richiede del denaro per il
      suo utilizzo.
      www.mp3licensing.com/royalty/index.html
      E non parliamo di MPEG-4 (meglio conosciuto
      come DivX) !
      www.mpegla.com/mpeg4v /

      Allora non sarebbe il caso di, non dico
      imporre, ma quantomeno avvantaggiare formati
      liberi e gratuiti ?
      (mi viene subito in mente la Xiph,
      ovviamente: www.xiph.org /)
      Tanto per riflettere: sapete che i decoder
      del digitale terrestere usano MPEG-2 ?
      (www.mpegla.com/mpeg2 /)
      A parte il fatto che non è
      assolutamente ottimizato (ci dicono che
      riescono a mettere 6-7 canali digitali al
      posto di 1 analogico... immaginate cosa
      poteva essere in MPEG-4 o similari ! 15-20
      canali con migliore qualità e
      risparmio di frequenze - il che ne va anche
      della nostra salute), per ogni decoder e
      trasmissione si pagano i brevetti !!!

      Insomma voglio dire che le soluzioni si
      possono trovare, basta solo volerlo.

      Marco RadossevichGuarda... ti do ragione su quasi tutto. Solo che è pura utopia. Tu parti dal concetto che anche le major cerchino una soluzione al problema. Ma non è così, in quanto sono le major stesse ad essere il problema. In quest'ottica è difficile che qualcuno voglia suicidarsi, specie se fattura miliardi.Infatti cosa ha fatto Internet???Ha reso inutili gli intermediari, e cosa sono le major??? Intermediari appunto.Può essere che all'inizio svolgessero un ruolo utile, facendosi carico di tutte quelle attività complementari alla produzione artistica, quali la distribuzione, la pubblicità ecc. ma poi, come sempre quando ci sono di mezzo esseri umani, la cosa è degenerata (causa avidità, as usual) e ormai queste major non sono più complementari all'artista, ma sono diventate il fulcro di tutta la faccenda. Ormai difficilmente vanno alla ricerca di talenti da promuovere, perchè è molto più sicuro e remunerativo costruire i successi a tavolino. Cosa conta la qualità, quando puoi far leva su massicce campagne pubblicitarie???? Tanto che la merce sia buona o no, tu sai già quanto ti frutterà l'investimento, cioè il ritorno economico è proporzionale ai soldi investiti in pubblicità.Il sistema che hai illustrato porterebbe a una sicura morte delle produzioni commerciali, ma questa è la rendita su cui campano le major.Non accetteranno mai, questo è sicuro. Difenderanno fino alla morte questa loro situazione di rendita parassitaria, stanne certo.Penso che alla fine perderanno perchè è difficile fermare il vento, ma prima di allora ne faranno di tutti i colori (l'esperienza insegna che è oltremodo pericoloso un animale ferito).Del resto hanno accumulato talmente tante risorse economiche che possono permettersi una lunga battaglia. E la combatteranno ovviamente.E la perderanno.... si spera :)Ma cmq vada di una cosa sono sicuro: ogni tentativo di conciliare gli opposti interessi delle major e dei consumatori è destinato a fallire.Qui è questione di mors tua vita mea. che lo sforzo sia con te
  • ilmusico scrive:
    Ancora!!
    Ancora questa storia del peer to peer...!! Ormai è chiaro che ,le multinazionali americane,costituiscono il vero governo degli Stati Uniti :c'è una totale interdipendenza tra questi imperi industriali e il governo americano,si può dire che siano un'unica organizzazione. Internet e ,in questo caso ,il peer to peer, non poteva sfuggire alla loro mannaia (o scure). Nella cosiddetta democratica Europa, fedele cagnolino degli Stati Uniti,le cose non vanno meglio. Insomma,è la solita vecchia storia dei prepotenti sugli inermi.In chiave moderna.O ci si unisce in un'azione chiara,decisa e costante,per cercare di risolvere questo problema o il Potere avrà partita vinta. Adesso ,si rifletta ,poi....azione!
    • Anonimo scrive:
      Re: Ancora!!
      - Scritto da: ilmusico
      Ancora questa storia del peer to peer...!!
      Ormai è chiaro che ,le multinazionali
      americane,costituiscono il vero governo
      degli Stati Uniti :c'è una totale
      interdipendenza tra questi imperi
      industriali e il governo americano,si
      può dire che siano un'unica
      organizzazione.heylàààààààà!!!!quando sei uscito dal coma? :o)
      Internet e ,in questo caso
      ,il peer to peer, non poteva sfuggire alla
      loro mannaia (o scure). Nella cosiddetta
      democratica Europa, fedele cagnolino degli
      Stati Uniti,le cose non vanno meglio.eh sapessi, sarà dal 40 che gli scrittori di fantascienza lo dicono.ma quelli che capiscono 2 acche si sono stati zitti, gli altri non hanno capito.bella umanità eh? :-)ti conviene tornare in coma, ma solo un attimo prima di sporgerti dal davanzale.
      Insomma,è la solita vecchia storia
      dei prepotenti sugli inermi.In chiave
      moderna.O ci si unisce in un'azione
      chiara,decisa e costante,per cercare di
      risolvere questo problema o il Potere
      avrà partita vinta. Adesso ,si
      rifletta ,poi....azione!vai con la flebo!ci si vede!!! ciaooooooooo
    • Anonimo scrive:
      Re: Ancora!!
      - Scritto da: ilmusico
      Ancora questa storia del peer to peer...!!
      Ormai è chiaro che ,le multinazionali
      americane,costituiscono il vero governo
      degli Stati Uniti :c'è una totale
      interdipendenza tra questi imperi
      industriali e il governo americano,si
      può dire che siano un'unica
      organizzazione. Internet e ,in questo caso
      ,il peer to peer, non poteva sfuggire alla
      loro mannaia (o scure). Nella cosiddetta
      democratica Europa, fedele cagnolino degli
      Stati Uniti,le cose non vanno meglio.
      Insomma,è la solita vecchia storia
      dei prepotenti sugli inermi.In chiave
      moderna.O ci si unisce in un'azione
      chiara,decisa e costante,per cercare di
      risolvere questo problema o il Potere
      avrà partita vinta. Adesso ,si
      rifletta ,poi....azione!Hai dei ragionamenti logici che supportino le due deliranti affermazioni?Il fatto (notizia di oggi) che una corte statunitense sta per dare il via ad una causa di gruppo in cui ci sono potenzialmente 1.600.000 (un milione e seicentomila) persone che possono chiedere dei danni alla più grande aziende mondiale per numero di dipendenti (Wal-mart) ti contraddice in pieno).
      • Anonimo scrive:
        Re: Ancora!!
        Noam Chomsky, La quinta libertà, Elèuthera, Milano 2002. Il risvolto di copertina introduce brillantemente il tema: ?Nel 1941 Roosevelt dichiarava che gli Alleati combattevano per le "Quattro libertà": libertà di parola, libertà di culto, libertà dal bisogno, libertà dalla paura. Ma, dice Chomsky, l'attento esame della politica estera americana rivela l'esistenza di una Quinta libertà: la libertà di rapinare e sfruttare, fondamento d'una concezione geopolitica che attraversa tutta la storia degli Stati Uniti. Le violazioni delle prime quattro libertà suscitano pronta e duratura indignazione, se avvengono in territorio nemico. Ma per quanto riguarda gli Stati sotto tutela americana è solo quando viene messa in pericolo la quinta libertà che si manifesta un fuggevole interesse per le altre quattro. Chomsky sorregge questa interpretazione della politica estera americana con un'imponente mole di dati e, dietro un'impressionante galleria degli orrori, fa emergere una «razionalità» che spiega scelte e comportamenti apparentemente contraddittori o ingenui.?
        • Anonimo scrive:
          Re: Ancora!!
          - Scritto da: Anonimo
          Noam Chomsky, La quinta libertà,
          Elèuthera, Milano 2002. Il risvolto
          di copertina introduce brillantemente il
          tema: ?Nel 1941 Roosevelt dichiarava che gliMi ricorda il portaborse di Moretti, che i libri non li leggeva, si limitava a leggerne il risvolto!
  • Anonimo scrive:
    na na na fu fu
    ... e leggendo la lettera firmata dal boss della RIAA Mitch Bainwol, Orrin Hatch si rende conto della volontà del tipo vestito con cappello alla borsalino, abito gessato, scarpe nere lucide a punta, sempre accompagnato dai suoi avvocati pronti ad intervire con dure missive.Fu fu
  • localhost scrive:
    Si, ma col software OS come la mettiamo?
    Pare che la lettera RIAA sia rivolta in particolare ai produttori di client e server P2P commerciali (kazaa, e-donkey, winmx, ...)Però non si fa menzione dei software P2P open source, che non hanno spyware, adware, sono gratuiti e nessuno ci fa sopra quattriniA questo punto che le chiudano pure le ditte che producono P2P commerciali, non credo che produrrà un gran che di cambiamento...
    • Anonimo scrive:
      Re: Si, ma col software OS come la mettiamo?
      - Scritto da: localhost
      A questo punto che le chiudano pure le ditte
      che producono P2P commerciali, non credo che
      produrrà un gran che di
      cambiamento...Davvero credi che sia questo il punto? Non mi stupirei che rendessero tutto il software OS illegale, se Bush fosse rieletto.Daltronde M$ lo va dicendo da un bel po' di tempo che l'OS non va bene, e ormai dal 2001 in America liberta' e diritti non sanno davvero dove sono di casa.
  • Anonimo scrive:
    Indotti a delinquere...
    Questi criminali che producono software p2p....finalmente hanno i giorni contati. Rispetto a loro i narcotrafficanti sono dei dilettanti.....:o
  • Anonimo scrive:
    e il resto del mondo?
    Forse gli americani pensano di essere i soli a produrre software per il web ...Oppure, confortati dai risultati recenti, decideranno che le loro leggi valgono anche nel resto del mondo e "invieranno le cannoniere" per farle rispettare?
    • Anonimo scrive:
      Re: e il resto del mondo?
      - Scritto da: Anonimo
      Forse gli americani pensano di essere i soli
      a produrre software per il web ...
      Oppure, confortati dai risultati recenti,
      decideranno che le loro leggi valgono anche
      nel resto del mondo e "invieranno le
      cannoniere" per farle rispettare?e allora facciamo qwertynet , su altre linee, altri protocolli, con altre leggi, con altre authoroties.se agli USA non sta bene, se ne tengono fuori.
  • Anonimo scrive:
    La colpa è solo nostra
    La situazione che si è venuta a creare attorno alla proprietà intellettuale ormai va ben oltre la tematica stessa: sono messe in discussione in modo sempre più radicale libertà individuali ritenute fino a pochi anni fa intoccabili. Mi sembra molto palese che la tutela della proprietà intellettuale (così come la lotta al terrorismo e la pedopornografia) siano solo delle scuse per attuare un sempre maggiore controllo sull'individuo.Limitandosi però alla questione del p2p io penso che la colpa della degenerazione a cui tutti stiamo assistendo sia colpa solo ed esclusivamente dei consumatori. Sì perché siamo degli idioti: manca lo spirito d'iniziativa, di organizzazione e quindi non abbiamo alcun potere contrattuale nei posti che contano e quindi anche nelle decisioni che contano.L'industria musicale si sta comportando in modo così pietoso? Bene allora non si compra in massa più musica anche per un solo mese ad esempio, così da far evidenziare un significativo calo delle vendite e quindi una conseguente diminuzione dei loro bilanci. Io sono convinto che dopo un evento del genere ogni problema legale relativo al p2p sparirebbe all'istante.Le major sono delle multinazionali dopo tutto, con fortissime spese continue e quindi hanno bisogno di tanto denaro contante in continuazione, se la scelta è sopravvivere in condizioni un po' meno sfarzose o sparire dalla circolazione credo che la scelta sia ovvia.Questo però non succederà mai dato che la stragrande maggioranza dei consumatori sono solo pecore ignoranti che fanno una vita da pecore ignoranti che lavorano e consumano senza usare mai nemmeno una frazione infinitesima del loro cervello.Abbiamo quello che ci meritiamo e sarà sempre peggio.
    • Anonimo scrive:
      Re: La colpa è solo nostra
      - Scritto da: Anonimo
      Questo però non succederà mai
      dato che la stragrande maggioranza dei
      consumatori sono solo pecore ignoranti che
      fanno una vita da pecore ignoranti che
      lavorano e consumano senza usare mai nemmeno
      una frazione infinitesima del loro cervello.Quoto tutto.C'e' poco da fare, ed e' brutta questa situazione, gente che ha il potere di cambiare le cose ma non e' in grado di usarlo solo per una questione di ignoranza.Sarebbe bello dire che un po' di colpa e' anche nostra (intendo di chi e' informato) invece non e' cosi', quelle pecore non riescono proprio a vedere al di la' del proprio naso, non gliene frega nulla... anche se gli diciamo come stanno le cose, da un orecchio gli entra e dall'altro gli esce.
      Abbiamo quello che ci meritiamoQui non sono d'accordo. Hanno quello che meritano loro, io mi meriterei altro.
      e sarà sempre peggio.Questo e' poco ma sicuro. L'andazzo e' preoccupante ed ogni nuova generazione mi sembra piu' rincoglionita della precedente.Ma tanto ora ci sara' qualche pecora che tira fuori le mezze stagioni...
      • Anonimo scrive:
        Re: La colpa è solo nostra
        Quoto: noi superiori, loro inferiori (troll)Ma va...
        • Anonimo scrive:
          Re: La colpa è solo nostra
          - Scritto da: Anonimo
          Quoto: noi superiori, loro inferiori (troll)
          Ma va...Appunto: (troll)Ce la fai a pensare a piu' di due parole per volta ?Inferiore e' chi inferiore si sente. Complimenti. :)
  • Anonimo scrive:
    business e liberta'
    Nel sistema capitalistico contemporaneo questi due termini sono sinonimi, ma nel senso che la liberta' dell'uomo si esplica nella possibilita' di fare business, qualsiasi tipo di business. Ogni altra disposizione alla liberta' dell'individuo deve necessariamente essere postposta rispetto a questo postulato fondamentale. Nel nostro mondo al centro della legislazione e' sempre piu' messa l'impresa, che rapprresenta il nodo fondante della societa' moderna (altroche' individuo, comunita', o famiglia che dir si voglia). Continuando su questo cammino sara' sempre piu' facile creare leggi che vanno contro i principi classici di liberta' individuale. Mettere fuorilegge il filesharing perche' con questo si potrebbe (e lo si fa ovviamente) perpetrare dei reati e' un arbitrio che cozza contro ogni dettame di qualunque costituzione occidentale.Sarebbe come proibire a qualcuno di andare a trovare un amico perche' potrebbe portargli una copia contraffatta di un cd, o come proibire gli spostamenti fisici delle persone per evitare la possibilita' che da cio' possano scturire delle situazioni illegaliOvviame, nonostante la campagna che cerca di legare il problema della pirateria con quello della pedofilia, neanche la RIAA riuscira' a rendere illegale il P2P in quanto tale, lo dimostra il fatto che se la prendono con le aziende che hanno reso il p2p tanto efficiente, non con la tecnologia in se; in sostanza e' una guerra tra squali dove probabilmente pesce grosso finira' per mangiare pesce piccolo. L'imprortante e' che tutti e due rimangano invischiati nella Rete.holacrack
  • Anonimo scrive:
    Stesso problema con le armi!
    Se volesseso davvero giustizia dovrebbero chiudere anche tutte le industrie che producono armi!!! Se che produte software p2p istiga i giovani a scaricare, chi produce armi istiga ad uccidere...ESIGANO CHE VENGANO FERMATI ANCHE LORO!!
  • ryoga scrive:
    P2P Illegale....e le armi?
    Cito :"Bainwol, che pure descrive come "magnifica" la tecnologia P2P, sposa dunque le tesi di Orrin Hatch, l'influente congressman che ha sottoscritto, con altri, il progetto di legge. "Queste selvagge società del P2P - scrive Bainwol - fanno soldi con la pubblicità e integrando spyware nelle proprie applicazioni. Il loro scopo è farsi seguire da più utenti possibili e lo ottengono inducendo i bambini americani - e non solo - a violare la legge rubando il lavoro degli autori."Rispondo :"Il sottoscritto, che pure descrive come "magnifica" la scoperta della polvere da sparo, sposa la tesi di molti, che vogliono bandire la libera circolazione delle armi. "Queste selvagge società fabbricanti di armi, fanno soldi con la vendita al pubblico (di qualsiasi età se si tiene conto del mercato nero ) dei propri prodotti. Il loro scopo è fare in modo che ogni cittadino usi i propri prodotti, inducendo i bambini americani - e non solo - a organizzarsi e a violare la legge rubando nei negozi e nei grandi centri commerciali armati fino ai denti".No P2P? No ARMI!
    • Anonimo scrive:
      Re: P2P Illegale....e le armi?
      ryoga
      Rispondo :
      "Il sottoscritto, che pure descrive come
      "magnifica" la scoperta della polvere da
      sparo, sposa la tesi di molti, che vogliono
      bandire la libera circolazione delle armi.
      "Queste selvagge società fabbricanti
      di armi, fanno soldi con la vendita al
      pubblico (di qualsiasi età se si
      tiene conto del mercato nero ) dei propri
      prodotti. Il loro scopo è fare in
      modo che ogni cittadino usi i propri
      prodotti, inducendo i bambini americani - e
      non solo - a organizzarsi e a violare la
      legge rubando nei negozi e nei grandi centri
      commerciali armati fino ai denti".

      No P2P? No ARMI!voglio ricordare - a rischio di essere molto OT - che il popolo americano può difendersi ... dal popolo americano, grazie al diritto a portare armi, da parte di tutti.quando sarà l'ora della guerra civile, chi non le ha, avrà scelto la propria morte.
      • Anonimo scrive:
        Re: P2P Illegale....e le armi?
        - Scritto da: Anonimo
        voglio ricordare - a rischio di essere molto
        OT - che il popolo americano può
        difendersi ... dal popolo americano, grazie
        al diritto a portare armi, da parte di
        tutti.
        quando sarà l'ora della guerra
        civile, chi non le ha, avrà scelto la
        propria morte.Se nessuno avesse armi, neanche arriverebbe l'ora della guerra civile, e se pure arrivasse non ci sarebbero poi molti morti.Chi le ha, ha scelto di diventare un assassino.
        • Anonimo scrive:
          Re: P2P Illegale....e le armi?
          - Scritto da: YureW

          - Scritto da: Anonimo


          voglio ricordare - a rischio di essere
          molto

          OT - che il popolo americano può

          difendersi ... dal popolo americano,
          grazie

          al diritto a portare armi, da parte di

          tutti.

          quando sarà l'ora della guerra

          civile, chi non le ha, avrà
          scelto la

          propria morte.

          Se nessuno avesse armi, neanche arriverebbe
          l'ora della guerra civile, e se pure
          arrivasse non ci sarebbero poi molti morti.
          Chi le ha, ha scelto di diventare un
          assassino.chi le ha ha scelto di non farsi uccidere da uno che le ha
          • Anonimo scrive:
            Re: P2P Illegale....e le armi?
            - Scritto da: Anonimo
            chi le ha ha scelto di non farsi uccidere da
            uno che le haFatto si è che crepano abbattuti da pallottole un bel po' di statunitensi, non altrettanti in paesi dove il porto d'armi è cosa seria. Anche perché avere una pistola e non saperla usare significa farsi accoppare da chi ce l'ha e la sa usare, che vede quella dell'incapace e gli tira addosso per non correre rischi. Comunque, se l'alto grado di civiltà espresso dagli USA si riduce ad accoppare per non essere accoppati, allora non voglio proprio avere niente da spartirci.
          • Anonimo scrive:
            Re: P2P Illegale....e le armi?
            Quoto in pieno. La logica della violenza contro la violenza è un'idea assolutamente stupida.
          • Anonimo scrive:
            Re: P2P Illegale....e le armi?
            - Scritto da: YureW
            Comunque, se l'alto grado di civiltà
            espresso dagli USA si riduce ad accoppare
            per non essere accoppati, allora non voglio
            proprio avere niente da spartirci.Si, loro fanno i preventivi :)preventivo della riparazione dell'auto, quello per piastrellare il bagno.. quello per la *legittima difesa*.. la guerra preventiva.. ecc.E' gente previdente! :)
        • logitech scrive:
          Re: P2P Illegale....e le armi?
          - Scritto da: YureW
          Se nessuno avesse armi, neanche arriverebbe
          l'ora della guerra civile, e se pure
          arrivasse non ci sarebbero poi molti morti.
          Chi le ha, ha scelto di diventare un
          assassino.Mi ricorda una puntata dei Simpson in cui Homer trova in soffitta una mano di scimmia magica che esudisce desideri. Lisa esprime il desiderio che non esistano più armi. Scoppia la pace nel mondo, ma in un attimo arrivano gli alieni e schiavizzano tutta la terra.Risolve tutto il solito Homer, con un bastone su cui è attaccato un chiodo.Gli alieni scappano dicendo che la terra adesso costruirà armi sempre più potenti. Mitica la frase finale (con gli alieni che hanno l'accento veneto): "... e faranno un bastòn sempre più grande con un ciòdo sempre più grande!".
          • Anonimo scrive:
            Re: P2P Illegale....e le armi?
            Provate a vedere questo film -documentario di Michael Moore: "Bowling For Columbine" dà una bella visione del binomio cittadino statunitense - armi.(lo sò che sono andato fuori tema)
    • Anonimo scrive:
      Re: P2P Illegale....e le armi?
      le armi uccidono altri cittadini, quindi esseri inferiori quindi ai politici non frega un cazzo. Il p2p distuba i monarchi che acquistano i governi per legiferare a loro piacere.
  • Anonimo scrive:
    Pazzi...
    Questa legge è semplicemente pazzesca e secondo me non verrà approvata. Speriamo che la EFF riesca a fermarla.Comunque in caso contrario l'Europa non seguirà questo esempio, ne sono sicuro. Non siamo mica americani! :-)
    • Anonimo scrive:
      Re: Pazzi... (si ma pure tu...)
      - Scritto da: Anonimo
      Questa legge è semplicemente pazzesca
      e secondo me non verrà approvata.
      Speriamo che la EFF riesca a fermarla.

      Comunque in caso contrario l'Europa non
      seguirà questo esempio, ne sono
      sicuro. Non siamo mica americani! :)certo, e il signore scenderà dal cielo con la spada fiammeggiante e la Giustizia trionferà.i buoni vincono, i cattivi scappano tristi tristi.e tanta f___ per tutti.
  • Anonimo scrive:
    è il bue che da' del cornuto all'asino!!
    che manica di gentaglia questa qui...ma non si rendono conto che rischiano di farsi dichiarare guerra dai consumatori?...poi vedrai che se le vendite dei cd crollano, gli starà solo bene!!!la mamma dei cre**ni è sempre incinta eh?!?!?! :(:(
    • Anonimo scrive:
      Re: è il bue che da' del cornuto all'asino!!

      poi vedrai che se le vendite dei cd crollano,
      gli starà solo bene!!!Mah... la gente stupida continuera' a comprare ai prezzi richiesti (oppure si arricchiranno i pirati veri, quelli con le pile di masterizzatori)
  • Anonimo scrive:
    Che ridere!!!!
    il calo dell'occupazione nel settore, "ci sono famiglie che soffrono", è anche dovuto a quanto sta succedendo online, una situazione in cui "gli artisti vengono massacrati prima di avere la possibilità di farsi conoscere dai fan e realizzare i propri sogni".ha ha ha !!Che grande comicità!!!Che fantastiche Geg!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Che ridere!!!!
      - Scritto da: Anonimo
      il calo dell'occupazione nel settore, "ci
      sono famiglie che soffrono", è anche
      dovuto a quanto sta succedendo online, una
      situazione in cui "gli artisti vengono
      massacrati prima di avere la
      possibilità di farsi conoscere dai
      fan e realizzare i propri sogni".


      ha ha ha !!

      Che grande comicità!!!

      Che fantastiche Geg!!geg robot d'acciaio?
  • Anonimo scrive:
    E' sempre la solita storia
    Bainwol, che nella sua lettera descrive anche il declino delle vendite, mettendole in diretta relazione con l'avvento del file sharing, afferma che "la relativamente nuova pirateria online ha già avuto un impatto davvero devastante in poco tempo, cosa che rende cruciale la nostra battaglia. E la forma più virulenta di pirateria online è la condivisione su reti P2P".Non dicono mai che il calo delle vendite c'è solo per quei brani o film spazzatura che la gente non compra o non vede più a scatola chiusa. Vorrei vedere se il mr. suddetto si ritrovasse ad aver acquistato a CARO PREZZO un cd o dvd trash che fa schifo e la relativa faccia inc@zzata nera....Di questo passo diranno che anche la crisi della FIAT è colpa del P2P, ormai.....Non c'è stato nessuno dei "noti" artisti che a Cannes è arrivato con abiti modesti ed altrettanto per l'auto, ma LUSSO SFRENATO alla faccia di chi non può, come sempre. Bravi, ma non sempre ci si può salvare la faccia facendo vedere che si fanno dei gesti di beneficenza tanto per essere con la coscienza a posto di fronte agli altri!!!!I PREZZI COMUNQUE NON LI ABBASSANO!!!!!:@:@:@:@:@
  • Anonimo scrive:
    p2p fuorilegge ---
    ritorsione immediata
    a parte il fatto che una porcheria del genere non è fattibile, giuro che se dovesse mai succedere una cosa simile, non comprerò mai più un solo cd, non noleggerò più un solo dvd ecc. ecc.Hanno fatto male i loro conti lorsignori.Altro che ladri. Siamo i cosiddetti "consumatori", e se non consumiamo più questi vanno a casa nel giro di un paio di giorni.
    • Anonimo scrive:
      BLA BLA BLA BLA BLA
      - Scritto da: Anonimo
      a parte il fatto che una porcheria del
      genere non è fattibile, giuro che se
      dovesse mai succedere una cosa simile, non
      comprerò mai più un solo cd,
      non noleggerò più un solo dvd
      ecc. ecc.
      Hanno fatto male i loro conti lorsignori.
      Altro che ladri. Siamo i cosiddetti
      "consumatori", e se non consumiamo
      più questi vanno a casa nel giro di
      un paio di giorni.tante chiacchiere e pochi fatti.nessuno di voi resisterà senza la droga di note.nessuno. altrimenti non scarichereste così tanto.
      • Anonimo scrive:
        Re: BLA BLA BLA BLA BLA
        ahh si ????guarda che io non ascoltavo compravo più musica da anniHo ricominiciato a sentirla e "scoprirla" grazie al p2pciao ciao
      • DuDe scrive:
        Re: BLA BLA BLA BLA BLA
        - Scritto da: Anonimo

        tante chiacchiere e pochi fatti.
        nessuno di voi resisterà senza la
        droga di note.
        nessuno. altrimenti non scarichereste
        così tanto.Sara' ma io personalmente non compro piu' roba da svariati anni, quella che ho mi basta e avanza, al massimo chiedo all'amico musico, o in alternativa, mi rivolgo a canali diversi Tornano a quel gran simpaticone del Pres Gran Lup man gran figl di bot del tizio, si vede che la coca che ingurgita gli ha azzoppato l'ultimo neurone solitario che aveva nel cervello, per me puo' pure andare a dare via l'ano che sicuramente rendera' meglio della sua bocca e del suo cervello.Bah, che strano paese e' l'america posso sparare al tizio che mi calpesta l'aiola e non mi fanno nulla, se sto per morire prima mi chiedono soldi, poi forse mi curano, e sti qua' che fanno? pensano al p2p come se fosse il fratello di alqueda? ma che sprofondassero nei 2 oceani!
  • Anonimo scrive:
    Chi crea software P2P...
    "Chi crea software P2P lo fa per adescare giovani e indurli a delinquere"Quindi la Boeing, costruendo i 747, adesca i talebani per schiantarsi sulle torri gemelle ?Mah... ho letto solo il titolo... non ho il coraggio di andare oltre...
    • Anonimo scrive:
      Re: Chi crea software P2P...
      - Scritto da: Anonimo
      "Chi crea software P2P lo fa per adescare
      giovani e indurli a delinquere"

      Quindi la Boeing, costruendo i 747, adesca i
      talebani per schiantarsi sulle torri gemelle
      ?

      Mah... ho letto solo il titolo... non ho il
      coraggio di andare oltre...più meno quello che farai per difenderti ... nulla.
  • Anonimo scrive:
    Voglio vederli fermare il P2P
  • Anonimo scrive:
    Fahrenheit 451
    Bel film ...
    • Anonimo scrive:
      Re: Fahrenheit 451
      - Scritto da: Anonimo
      Bel film ...
      ah siamo passati li?niente più 1984? sarà che il film non è uscito con panorama :-)perchè non LEGGETE invece di guardare i film? :-)dai! :)fate quello che volete, ma ... io vi invito a leggere un po' ;-) ciao!
  • Anonimo scrive:
    'becilli
    Mettiamo fuori legge pure TCP, che crea una connessione P2P ? Pero' vendiamo fucili mitragliatori a chiunque !E pensare che sono loro che comandano il mondo ... paura !
    • Anonimo scrive:
      Re: 'becilli
      - Scritto da: Anonimo

      Mettiamo fuori legge pure TCP, che crea una
      connessione P2P ? Pero' vendiamo fucili
      mitragliatori a chiunque !

      E pensare che sono loro che comandano il
      mondo ... paura !basta spostare l'iniziativa di tuo interesse da quello che ti propongono loro a qualcos'altro.loro vogliono difendere quel sistema? bisogna farne un altro che generi lo stesso tipo di beni, ma gestito in un modo diverso, fuori dal loro controllo.
      • Anonimo scrive:
        Re: 'becilli
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo



        Mettiamo fuori legge pure TCP, che crea
        una

        connessione P2P ? Pero' vendiamo fucili

        mitragliatori a chiunque !



        E pensare che sono loro che comandano il

        mondo ... paura !

        basta spostare l'iniziativa di tuo interesse
        da quello che ti propongono loro a
        qualcos'altro.

        loro vogliono difendere quel sistema?
        bisogna farne un altro che generi lo stesso
        tipo di beni, ma gestito in un modo diverso,
        fuori dal loro controllo.si intendo ... uno PARALLELO, senza toccare il loro.che loro restino pure a piedi.chi produce veramente, l'artista, si sposterà dall'altra.e il magna-magna se ne andrà a fan...... zum
  • Anonimo scrive:
    Mai più un CD o DVD originale.
    Piuttosto che dare anche un solo centesimo a questi maiali, preferisco non ascoltare mai più un CD o vedere un DVD.
    • Anonimo scrive:
      Re: Mai più un CD o DVD originale.
      Beh non tutta la musica e' rella RIAA... puoi sempre supportare i siti alternativi come magnatune.com e altri, se ti piacciono le loro produzioni.
    • Anonimo scrive:
      certo, come no. e nanche figa magari.
      - Scritto da: Anonimo
      Piuttosto che dare anche un solo centesimo a
      questi maiali, preferisco non ascoltare mai
      più un CD o vedere un DVD.non ti crede nemmeno la casalinga di voghera che guarda un posto al sole
  • Anonimo scrive:
    Proposta di legge: illegale avere amici.
    Forse non ci hanno ancora pensato, ma una buona soluzione sarebbe anche di rendere illegale avere amici, così si troncherebbe all'origine quell'odioso scambio di CD e DVD che sempre più spesso gli "amici" si scambiano fra loro, mandando in rovina milioni di famiglie a causa delle mancate vendite. Questa legge sarebbe sicuramente una liberazione per tutta la società e riporterebbe un pò di giustizia in questo mondo così profondamente turbato dall'amicizia, che oltretutto sembra essere anche la principale causa della pedofilia, dell'aids e della fame nel mondo, oltre che di un antisemitismo strisciante.
    • Anonimo scrive:
      Re: Proposta di legge: illegale avere amici.
      Per non dimenticare il satanismo! :D
    • Anonimo scrive:
      Re: Proposta di legge: illegale avere amici.
      - Scritto da: Anonimo
      Forse non ci hanno ancora pensato, ma una
      buona soluzione sarebbe anche di rendere
      illegale avere amici, così si
      troncherebbe all'origine quell'odioso
      scambio di CD e DVD che sempre più
      spesso gli "amici" si scambiano fra loro,
      mandando in rovina milioni di famiglie a
      causa delle mancate vendite. Questa legge
      sarebbe sicuramente una liberazione per
      tutta la società e riporterebbe un
      pò di giustizia in questo mondo
      così profondamente turbato
      dall'amicizia, che oltretutto sembra essere
      anche la principale causa della pedofilia,
      dell'aids e della fame nel mondo, oltre che
      di un antisemitismo strisciante.che fai, dimentichi il terrorismo e la sicurezza nazionale?oh!!
  • Anonimo scrive:
    magari!
    se non diamo valore alla proprietà intellettuale, allora compromettiamo il futuro economico del nostro paese e le fondamenta dei diritti di proprietà che sono la base del nostro grande sistema capitalistico... appunto, nel terzo millennio è ora di cambiare qualcosina di questo sistema.Qualcuno ci sta provando, qualcun altro almeno ci pensa, ma evidentemenete c'è ancora chi non vede un palmo davanti al proprio naso... anzi, purtroppo la "crisi P2P" riguarda solo le opere artistiche.Magari ci fosse stato l'equivalente del P2P per l'energia, o per le tecnologie del settore primario, o altro (non voglio dilungarmi)...Adesso avremmo anche altri monopòli in meno...
    • Anonimo scrive:
      Re: magari!
      e io dovrei sborsare 25 euro per comprare un cd, per permettere che le loro belle star vadano in giro in limousine e comprino isole caraibiche (con annesse villazze) mentre io devo fare un mutuo per comprare la panda ? a questo punto la mia famiglia sarebbe in crisi, e se no posso comprare un cd musicale perchè non posso permettermelosi paventa il reato anticostituzionale di discriminazione...è giusto tutelare le opere intellettuali, ma non arricchirsi alle spalle della povera gente per accumulare milionila soluzione ? far pagare un cd la metà, e ridistribuire un po' più equamente i ricavi tra gli operatori (non tutto alle casediscografiche e agli artisti e un calcio nel .... ai tecnici ecc...)meditate gente meditate che questo è...
      • Anonimo scrive:
        Re: magari!
        - Scritto da: Anonimo
        e io dovrei sborsare 25 euro per comprare un
        cd, per permettere che le loro belle star
        vadano in giro in limousine e comprino isole
        caraibiche (con annesse villazze) mentre io
        devo fare un mutuo per comprare la panda ?

        a questo punto la mia famiglia sarebbe in
        crisi, e se no posso
        comprare un cd musicale perchè non
        posso permettermelo
        si paventa il reato anticostituzionale di
        discriminazione...

        è giusto tutelare le opere
        intellettuali, ma non arricchirsi alle
        spalle della povera gente per accumulare
        milioni

        la soluzione ? far pagare un cd la
        metà, e ridistribuire un po'
        più equamente i ricavi tra gli
        operatori (non tutto alle case
        discografiche e agli artisti e un calcio nel
        .... ai tecnici ecc...)

        meditate gente meditate che questo
        è...Quoto tutto! Ma ti prego, non dirmi di meditare.. :)
      • Anonimo scrive:
        Re: magari!

        e io dovrei sborsare 25 euro per comprare un cd, per
        permettere che le loro belle star vadano in giro in limousine
        e comprino isole caraibiche (con annesse villazze) mentre
        io devo fare un mutuo per comprare la panda ?Il cd non e' un bene di prima necessita'.Se non hai soldi non lo acquisti.(praticamente come faccio io :( )Un altro conto e' lo star system che andrebbe rivisto in toto come quello dei calciatori... ma questo e' un altro tipo di male...
    • Psyco scrive:
      Re: magari!
      Concordo, probabilmente sarà il nucleare a decretare la svolta.Molte famiglie soffrono ma è inevitabile che lo sviluppo della tecnologie e e delle macchine decretetino una modificazione del modello di lavoro salariato.Una volta si usavano gli schiavi, oggi gli elettrodomestici, e magari i figli degli schiavi di ieri piotranno allietarsi ascoltando la musica a basso costo o vedere i film senza andare a New York... (linux)
    • Anonimo scrive:
      Re: magari!
      - Scritto da: Anonimo
      Magari ci fosse stato l'equivalente del P2P
      per l'energia, Si chiamano "energie alternative" peccato che le majors del petrolio poi piangano che si perdono posti di lavoro ecc...
  • Anonimo scrive:
    RIAA : subito illegale il P2P
    Beh direi che non e' male alzarsi la mattina, collegarsi, leggere questo articolo e rendersi conto di non aver mai letto tante stronzate tutte assieme...Complimenti RIAA grazie del buongiorno.....e grazie dell'esempio che date sul come fare a RUBARE in maniera legale!
  • Anonimo scrive:
    GIUSTO COSI'
    ......Ci siete cascati.
  • Anonimo scrive:
    Che facce!
    Propio quelli (gli industriali) che sono in prima fila quando si tratta di tagliare posti di lavoro per mantenere in "Salute" le aziende,ci fanno adesso commuovere, parlandoci di presunte "famiglie in difficoltà!" . Che scene!
    • Anonimo scrive:
      Re: Che facce!
      - Scritto da: Anonimo
      Propio quelli (gli industriali) che sono in
      prima fila quando si tratta di tagliare
      posti di lavoro per mantenere in "Salute" le
      aziende,ci fanno adesso commuovere,
      parlandoci di presunte "famiglie in
      difficoltà!" . Che scene!vedo che qualcuno un piccolo controllino di coerenza lo sa fare.mi complimento con te :-)
  • Anonimo scrive:
    L'Occhio di SAURON.....
    Forse un giorno dimenticheremo gli amici con cui scambiamo file di ogni genere, ma non oggi..Forse un giorno pagheremo a caro prezzo ogni singola porcheria che decideranno di venderci, ma non oggi...Forse un giorno ci trasformeremo in tanti piccoli e bravi consumatori, con il cervello lavato come piace ai Signori dei Diritti, ma non oggi...OGGI NOI COMBATTIAMO!!
    • Anonimo scrive:
      Re: L'Occhio di SAURON.....
      SIIIIII !!!!!!!!LIBERTA' !!!!!
      • Anonimo scrive:
        Re: L'Occhio di SAURON.....
        concordo, possiedo più di 500 cd originali ed il fatto di trovare materiale (anche molto raro) sul circuito P2P non mi spinge a comprare meno musica originale.se poi i cd originali costassero di meno (magari applicandoci l'iva sui beni culturali e non quella sui beni di consumo) darebbero una grande mano all'industria, ma questo non sembra che lo capiscano....pagliacci.....Lotec
        • Anonimo scrive:
          Re: L'Occhio di SAURON.....

          se poi i cd originali costassero di meno
          (magari applicandoci l'iva sui beni
          culturali e non quella sui beni di consumo)
          darebbero una grande mano all'industria, ma
          questo non sembra che lo
          capiscano....pagliacci.....

          Lotecspiacente, ma non sono daccordo.perchè TUTTE le canzoni devono essere beni culturali??includiamo 883, quelle di sanremo, anche la techno e la musica elettronica. perchè non l'hardcore.ALCUNE musiche/canzoni possono essere culturali, ma tutte non potranno mai esserlociao
          • JackRackham scrive:
            Re: L'Occhio di SAURON.....

            spiacente, ma non sono daccordo.
            perchè TUTTE le canzoni devono essere
            beni culturali??Perchè se vogliamo considerare la musica come espressione di cultura dell'umanità, allora dobbiamo considerarla "tutta"...
            includiamo 883, quelle di sanremo, anche la
            techno e la musica elettronica.
            perchè non l'hardcore.Io sono d'accordo... D'altra parte neanche tutti i libri che trovi in libreria allora dovrebbero essere considerati "cultura". Se vengono considerati come "cultura" i libri dei comici di Zelig e le barzellette di Totti, allora consideriamo tale anche gli 883 (che personalmente aborro!).
            ALCUNE musiche/canzoni possono essere
            culturali, ma tutte non potranno mai esserloPer me rimangono comunque espressione di cultura. A me non piacciono nè la techno nè gli 883, ma sono espressioni di un tessuto sociale che esiste e che NON DEVE ESSERE IGNORATO!!!Visto l'alto tasso di incompetenza di chi propone le leggi, come la metteresti se qualcuno decidesse che il tuo genere musicale preferito non può essere considerato "cultura"? Come glielo spiegheresti senza sembrare un invasato? E' per questo che la musica deve essere considerata cultura in ogni sua espressione. Pure gli 883. E pure Paolo Meneguzzi (dio ce ne scampi!)CiaoJack Rackham
          • Anonimo scrive:
            Re: L'Occhio di SAURON.....
            - Scritto da: Anonimo
            spiacente, ma non sono daccordo.
            perchè TUTTE le canzoni devono essere
            beni culturali??

            includiamo 883, quelle di sanremo, anche la
            techno e la musica elettronica.
            perchè non l'hardcore.

            ALCUNE musiche/canzoni possono essere
            culturali, ma tutte non potranno mai esserlo
            Fa niente! Abbiamo il dovere di condividerle lo stesso per permettere a chi vuole verificare da se' se il brano e' culturale oppure no.Io non mi permetto di giudicare: io condivido.Quando trovo qualcosa di introvabile, la trovo perche' qualcuno la condivide.Se tu condividi gli 883, permetterai a qualcuno di conoscerli, eventualmente evitandogli l'errore di acquistare un CD di cui poi si potra' pentire per il resto della vita.Oppure permetterai a qualcun altro che e' convinto che Pezzali faccia schifo, di ascoltarlo e di rendersi conto che forse non e' poi cosi' male.La missione e' quella di condividere.
        • 3p scrive:
          Re: L'Occhio di SAURON.....
          - Scritto da: Anonimo
          se poi i cd originali costassero di meno
          (magari applicandoci l'iva sui beni
          culturali e non quella sui beni di consumo)
          darebbero una grande mano all'industria, ma
          questo non sembra che lo
          capiscano....pagliacci.....Io però capisco che se togliessero, diciamo, un 15% d'iva le major/negozi aumenterebbero del 15% il prezzo. Sarà malafede ma ne sono CERTO.
    • Anonimo scrive:
      Re: L'Occhio di SAURON.....
      OGGI NOI COMBATTIAMO!!e scarichiamo
  • Anonimo scrive:
    Buffoni
    Ormai gli americani con questo si renderanno ridicoli in tutto il mondo. La pistola in mano a chiunque e il p2p illegale? Buffoni!
    • Anonimo scrive:
      Re: Buffoni
      - Scritto da: Anonimo
      Ormai gli americani con questo si renderanno
      ridicoli in tutto il mondo. La pistola in
      mano a chiunque e il p2p illegale? Buffoni!hanno potuto radere al suolo e schiacciare nella miseria dei popoli, finanziare terrorismo di stato, distruggere il cile, seviziare cuba, spiare tutti ... anche quando si dimostrava a tutti che succedeva e che non era giusto.possono fare quello che vogliono, e senza che ci sia nulla da ridere.
  • neoviruz scrive:
    hanno rotto gli zebedei..
    Suvvia, li mandiamo tutti a fare un bel lavoro manuale, chesso' zappare la terra...:):):)--http://lnx.curatola.net/modules.php?name=Downloads&d_op=viewdownload&cid=5
    • Anonimo scrive:
      Re: hanno rotto gli zebedei..
      - Scritto da: neoviruz
      Suvvia, li mandiamo tutti a fare un bel
      lavoro manuale, chesso' zappare la terra...

      :):):)
      --
      lnx.curatola.net/modules.php?name=Downloads&dlo stanno già facendo fare ad altri popoli, schiavizzandoli.
  • Anonimo scrive:
    P2P: un'altra vittima...
    NY - Il p2p, nuovo virus-mania diffusosi in questo periodo ha fatto un'altra vittima... a farne le spese questa volta è stata la cameriera della cameriera della governante del boss della RIAA Mitch Bainwol. La vicenda si è consumata quest'oggi nella maxi villa in California dove il boss rimasto a secco di spiccioli, dopo il flop degli ultimi album e film prodotti, ha annunciato alla sua governante una riduzione dello stipendo... e da lì il fatto si è propagato sulla cameriera della cameriera della governante, che purtroppo è stata licenziata in tronco. Mitch Bainwol alla stampa ha affermato : "A causa del P2P ci sono famiglie che soffrono! Ciò che accade è dovuto a quanto sta succedendo online" - continuando Bainwol - "la nuova pirateria online ha avuto un impatto davvero devastante in poco tempo e la forma più virulenta di pirateria online è la condivisione su reti P2P".Un commento: ma v..biiiiiiiiip!!!
  • Anonimo scrive:
    siamo alle solite :-) p2p=comunisti!
    vedetevela, fa sempre ridere :o)http://modernhumorist.com/mh/0004/propaganda/mp3.jpg
    • Anonimo scrive:
      Re: siamo alle solite :-)   p2p=comunisti!
      Bellissima, e pure molto realistica...Pero' conosco un sacco di Berlusconiani. Udc etc... che hanno l'adsl e succhiano musica...
      • Anonimo scrive:
        Re: siamo alle solite :-)   p2p=comunisti!
        - Scritto da: Anonimo
        Bellissima, e pure molto realistica...

        Pero' conosco un sacco di Berlusconiani. Udc
        etc... che hanno l'adsl e succhiano
        musica...si ma loro lo fanno per combattere il comunismo, in qualche modo.chiedilo a loro
    • Anonimo scrive:
      Re: siamo alle solite :-)   p2p=comunisti!
    • Anonimo scrive:
      Re: siamo alle solite :-)   p2p=comunisti!
  • Anonimo scrive:
    Ormai tutti i giorni..
    ..Leggo le ultime notizie della lotta tra il bene (RIAA) ed il male (P2P). Ebbene sì, lo confesso, qui, davanti a tutti..Io ho peccato. E dirò di più, io sto peccando in questo stesso istante.ABC sta scaricando a manetta da una 20ina di PIRATI INFORMATICI e LADRI.. un file torrent chiamato mandrake-linux 10, noto per esser ILLEGALE..Venite a prendermi, io SONO IL MALE.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ormai tutti i giorni..
      Eh eh eh :-D grande!
    • 3p scrive:
      Re: Ormai tutti i giorni..
      - Scritto da: Buzz
      Io ho peccato. E dirò di più,
      io sto peccando in questo stesso istante.
      ABC sta scaricando a manetta da una 20ina di
      PIRATI INFORMATICI e LADRI.. un file torrent
      chiamato mandrake-linux 10, noto per esser
      ILLEGALE..

      Venite a prendermi, io SONO IL MALE.
      Càspita, linux: allora sei un comunista e pericoloso àcher ;)L'unico appunto che potrei farti riguarda la distro... ma ognuno usi quella che più gli piace! :)
    • Anonimo scrive:
      Re: Ormai tutti i giorni..
      - Scritto da: Buzz
      ..Leggo le ultime notizie della lotta tra il
      bene (RIAA) ed il male (P2P). Ebbene
      sì, lo confesso, qui, davanti a
      tutti..
      Io ho peccato. E dirò di più,
      io sto peccando in questo stesso istante.
      ABC sta scaricando a manetta da una 20ina di
      PIRATI INFORMATICI e LADRI.. un file torrent
      chiamato mandrake-linux 10, noto per esser
      ILLEGALE..

      Venite a prendermi, io SONO IL MALE.Non sei il solo.Vuoi sapere dopo tutta questa storia qual e' la conclusione?Che adesso che devo partire per le ferie, prima di partire faccio un po' di copie di CD e DVD che ho a casa e li porto a mio cognato e ai miei nipoti in campagna.Non lo avrei mai fatto, ma visto che a loro rode cosi' tanto, lo faccio e lo dico qui pubblicamente.E lo faccio a scopo di profitto, e il profitto in questo caso e' la soddisfazione impagabile di sapere che a loro la cosa rode.Bravi discografici, continuate pure a piangere.Piu' piangete e piu' c'e' soddisfazione a copiare e diffondere.
  • Anonimo scrive:
    eccoci dopo napster
    anche il media player è fuorilegge.;)
  • Anonimo scrive:
    Attentato !!!!!!!
    Se io posseggo qualunque cosa è mia !Se posseggo un auto posso imprestarla o donarla ad chi voglio !Questo si chiama liberismo, liberta di avere ed poterci fare quello che voglio senza danneggiare DIRETTAMENTE altri !Io posseggo della musica comperata al negozio ed non posso darla ad chi voglio ? Questo si chiama Peggio del Comunismo, dove è vietata la propietò personale, vale solo la propietà del più forte che nel Comunismo era lo stato, ora è delle case discografiche.W la LIBERTA'
    • sinadex scrive:
      Re: Attentato !!!!!!!
      sbagliato!tu non compri un brano musicale (o un programma ad esempio) ma solo il diritto ad ascoltarlo o ad utilizzarlo secondo un contratto... il cd è solo un supporto
    • Anonimo scrive:
      Re: Attentato !!!!!!!
      No che non puoi. Solo i diritti dei miliardari sono meritevoli di tutela. Tu sei uno della casta inferiore.
    • Anonimo scrive:
      Re: Attentato !!!!!!!
      - Scritto da: Anonimo
      Se io posseggo qualunque cosa è mia !
      Se posseggo un auto posso imprestarla o
      donarla a[d] chi voglio !tu non possiedi la proprietà intellettuale dell'opera, né ne detieni i diritti di concessione delle copie nè puoi stabilire quale sia il prezzo con cui queste copie in vendita vengano vendute.a te ne viene concessa una copia, la tua copia, al prezzo al quale il venditore ha stabilito che a lui - che ne ha il diritto - sta bene.e se non ti sta bene, come qualsiasi altra cosa, non la compri.come una villa in campagna, una spiaggia in sardegna, un grattacielo, una giornata senza traffico in centro a milano per fare un film. Se non hai i soldi, queste cose non le puoi avere. Perchè per avere queste cose, la gente che te le da, vuole essere pagata.Non mi piace mica, ma è questo che loro ti dicono.
      Questo si chiama liberismo, liberta di avere
      ed poterci fare quello che voglio senza
      danneggiare DIRETTAMENTE altri !quindi li danneggi indirittamente ... bella merda.quello che fanno anche loro, in sostanza, dicendo ai produttori di beni "io voglio questo e a questo prezzo, il resto non mi interessa, non lo voglio proprio sapere".così il lavoro viene spostato dove si puà schiavizzare la gente.DIRETTAMENTE non hanno fatto nulla, ma indirettamente hanno impoverito il proprio paese e irrobustito gli oppressori di altri.e poi si lamentano che si tocca il capitalismo ... mentre danno da mangiare al comunismo più spietatamente di regime.
      Io posseggo della musica comperata al
      negozio ed non posso darla ad chi voglio ? quella si, ma tu non la devi più avere. tu hai pagato per QUELLA copia e lo sai bene.come quando dai la tua macchina a giangi: se ce l'ha giangi, tu non ce l'hai.
      Questo si chiama Peggio del Comunismo, dove
      è vietata la propietò
      personale, vale solo la propietà del
      più forte che nel Comunismo era lo
      stato, ora è delle case
      discografiche.

      W la LIBERTA'non porti acqua al tuo mulino dicendo questo tipo di stronzate.
    • Anonimo scrive:
      Re: Attentato !!!!!!!
      - Scritto da: Anonimo
      Se io posseggo qualunque cosa è mia !
      Se posseggo un auto posso imprestarla o
      donarla ad chi voglio !

      Questo si chiama liberismo, liberta di avere
      ed poterci fare quello che voglio senza
      danneggiare DIRETTAMENTE altri !

      Io posseggo della musica comperata al
      negozio ed non posso darla ad chi voglio ?
      Questo si chiama Peggio del Comunismo, dove
      è vietata la propietò
      personale, vale solo la propietà del
      più forte che nel Comunismo era lo
      stato, ora è delle case
      discografiche.

      W la LIBERTA'io se fossi in te studierei un pò di più e farei più attenzione alla grammatica.potrei consigliarti dei buoni testi, soprattutto per quanto riguarda l'argomento "liberismo" e "comunismo"quanti anni hai?11?
  • Anonimo scrive:
    Suggerimento alla RIAA...
    Fate passare una legge secondo cui chi scarica canzoni danneggia i'economia USA e aiuta il terrorismo. Quando mp3=mezzo di Al Quaeda avremo la CIA e il pentagono pronti a bombardare le case dei ragazzini che scaricano e risolveremo tutto.Salviamo gli artisti che devono comprare la Ferrari! Strimpellano 4 note e incassano piu' di quanto una persona comune prendera' nell'arco della vita. Guai se le cose cambiassero.Chi scarica avvantaggia il terrorismo, ecco lo slogan vincente!
    • Anonimo scrive:
      Re: Suggerimento alla RIAA...
      - Scritto da: Anonimo
      Fate passare una legge secondo cui chi
      scarica canzoni danneggia i'economia USA e
      aiuta il terrorismo. Quando mp3=mezzo di Al
      Quaeda avremo la CIA e il pentagono pronti a
      bombardare le case dei ragazzini che
      scaricano e risolveremo tutto.

      Salviamo gli artisti che devono comprare la
      Ferrari! Strimpellano 4 note e incassano
      piu' di quanto una persona comune prendera'
      nell'arco della vita. Guai se le cose
      cambiassero.

      Chi scarica avvantaggia il terrorismo, ecco
      lo slogan vincente!voterò sempre per te, bush!!!o sei reagan?
  • Anonimo scrive:
    Temo che riusciranno nel loro intento
    Dopotutto, hanno le alte sfere dalla loro parte.
    • Anonimo scrive:
      Re: Temo che riusciranno nel loro intento
      - Scritto da: Anonimo
      Dopotutto, hanno le alte sfere dalla loro
      parte.noi abbiamo le basse sfere dalla nostra parte.e girano vorticosamente.
  • Anonimo scrive:
    Ragazzi non usate il PeerToPeer
    altrimenti rischiamo che l'artista di turno, non potrà comperarsi la macchina per andare a fare la spesa :(http://img11.exs.cx/img11/7567/ferrari-f50.jpgaccipina come farà a vivere senza? :s
  • Anonimo scrive:
    Stanno tirando troppo la corda
    ... e non mi riferisco solo alla questione RIAA vs P2PHo la sensazione che chi "pigia i bottoni" stia esagerando... forse passeranno decenni... ci sara' una *rivoluzione*
    • avvelenato scrive:
      Re: Stanno tirando troppo la corda
      - Scritto da: Anonimo
      ... e non mi riferisco solo alla questione
      RIAA vs P2P

      Ho la sensazione che chi "pigia i bottoni"
      stia esagerando... forse passeranno
      decenni... ci sara' una *rivoluzione*è già in atto, non te ne sei accorto?
    • Anonimo scrive:
      Re: Stanno tirando troppo la corda
      - Scritto da: Anonimo
      ... e non mi riferisco solo alla questione
      RIAA vs P2P

      Ho la sensazione che chi "pigia i bottoni"
      stia esagerando... forse passeranno
      decenni... ci sara' una *rivoluzione*La corda l'hanno tirata troppo e si è già spezzata.Io non avrò pace finché questa gente non vivrà pulendo i cessi, la sola cosa che è degna di fare.
      • Anonimo scrive:
        Re: Stanno tirando troppo la corda
        - Scritto da: Anonimo
        Io non avrò pace finché questa
        gente non vivrà pulendo i cessi, la
        sola cosa che è degna di fare.Mi spiace dirtelo, ma temo che pace non ne troverai allora... Questa è gente che nella maggioranza dei casi ha conti in banca con i quali io e te faremmo campare ampiamente la famiglia per tre generazioni minimo...
    • Anonimo scrive:
      Re: Stanno tirando troppo la corda
      - Scritto da: Anonimo
      ... e non mi riferisco solo alla questione
      RIAA vs P2P

      Ho la sensazione che chi "pigia i bottoni"
      stia esagerando... forse passeranno
      decenni... ci sara' una *rivoluzione*se lo fanno è perchè possono permetterselo.l'unica cosa che facciamo noi tutti è NIENTE .e quindi loro agiscono.
  • Anonimo scrive:
    Fermare il p2p = nuovi posti di lavoro
    Per i marocchini con le bancarelle in centro città, dove gli stessi finanzieri vanno a comprare i CD quando non sono in servizio. Se non si potrà più scaricare nulla faranno affari d'oro!Personalmente saranno il mio nuovo negozio di musica. Addio negozi di dischi, addio originale, a malincuore, ma addio originale.
    • Anonimo scrive:
      Re: Fermare il p2p = nuovi posti di lavoro
      - Scritto da: Anonimo

      Per i marocchini con le bancarelle in centro
      città, dove gli stessi finanzieri
      vanno a comprare i CD quando non sono in
      servizio. Se non si potrà più
      scaricare nulla faranno affari d'oro!

      Personalmente saranno il mio nuovo negozio
      di musica. Addio negozi di dischi, addio
      originale, a malincuore, ma addio originale.
      va creato un "mercato" parallelo di musica free, di dominio pubblico, utilizzabile in tutti i modi liberamente, in cui gli artisti vengono retribuiti solo se si esibiscono.e gli autori vengono pagati UNA volta
  • Anonimo scrive:
    Che idea!
    Non comprare + musica! Costa troppo e non si muore se se ne fa a meno!Che la RIAA si stia castrando con le sue stesse mani?
    • Anonimo scrive:
      Re: Che idea!
      Non comprare + musica! Costa troppo e non si muore se se ne fa a meno!Che la RIAA si stia castrando con le sue stesse mani? illuso!! pensi davvero che nessuno compri piu'?ormai gli epiteti con cui hanno chiamato chi scarica (quindi chi compra anche se scarica e li arricchisce) sono infiniti....siamo un associazione a delinquere non hai letto? pero' compriamo lo stesso e arricchiamo anche quegli stronzi di artisti che firmano petizioni contro chi li ha sempre fatti mangiare...e bene direi..complimenti a noi...gli imbecili non sono loro...
    • Anonimo scrive:
      Re: Che idea!
      - Scritto da: Anonimo
      Non comprare + musica! Costa troppo e non si
      muore se se ne fa a meno!
      Che la RIAA si stia castrando con le sue
      stesse mani?se prima erano felici, significa che questo calcolo non funziona.prima la gente comprava tutto.magari comprava meno , AVEVA meno, anzi, aveva meno cd, ne sentiva meno.ma tutto quello che sentiva e che aveva lo comprava.dal punto di vista culturale il p2p è un motore poderoso di diffusione della cultura e internet idem.dal punto di vista di chi vende, la diffusione della cultura è nulla, non è rilevante, non ha alcuna importanza.per loro chi ha soldi ha quel che c'è in vendita : che sia arte, cultura o assorbenti interni non ha importanza.
  • Anonimo scrive:
    La soluzione al problema!
    Inserire come per le sigarette l'avviso che chi usa p2p per rubare le opere e i soldi degli autori e di tutti gli altri soggetti che ci guadagnano puo' essere arrestato e molto probabilmente morirà il prigione dimenticato da tutti... la scelta poi ricadrà sull'utente!P.S. ma come mai non vietano la produzione delle sigarette?P.P.S. occorre una legge per allargare le prigioni o per gli arresti domiciliari dei terribili delinquenti (ma senza accesso a p2p, mi raccomando)!
  • Anonimo scrive:
    ma ovviamente il loro P2P non sarà out..
    perchè estirpato quello di adesso sono convinto che faranno a gara per proporre il loro circuito di scambio bello pulito e legale, a costo di un dollaro a mp3 ( po di un euro da noi...)così abbatteranno pure i costi di produzione e i supporti fisici, se possibile un cd intero costerà ancora di più di adesso e i loro fatturati saliranno ancora...
    • Anonimo scrive:
      Re: ma ovviamente il loro P2P non sarà o
      - Scritto da: Anonimo
      perchè estirpato quello di adesso
      sono convinto che faranno a gara per
      proporre il loro circuito di scambio bello
      pulito e legale, a costo di un dollaro a mp3
      ( po di un euro da noi...)

      così abbatteranno pure i costi di
      produzione e i supporti fisici, se possibile
      un cd intero costerà ancora di
      più di adesso e i loro fatturati
      saliranno ancora...
      Io la vedo diversamente... il circuito p2p sarà con abbonamento per accedere alla loro favolosa invenzione (giusto per ripagarli di tutti i costi per qualche anno) e poi ci sarà un tot da pagare a mega scaricato - mega o frazione di mega con arrotondamento per eccesso - (giusto per le piccole spese delle loro mogli)... poi provvederanno loro a sapere chi remunerare dato che avranno tutti i dati e le percentuali a disposizione...
      • Anonimo scrive:
        Re: ma ovviamente il loro P2P non sarà o
        - Scritto da: Anonimo
        Io la vedo diversamente... il circuito p2p
        sarà con abbonamento per accedere
        alla loro favolosa invenzione (giusto per
        ripagarli di tutti i costi per qualche anno)
        e poi ci sarà un tot da pagare a mega
        scaricato - mega o frazione di mega con
        arrotondamento per eccesso - (giusto per le
        piccole spese delle loro mogli)... poi
        provvederanno loro a sapere chi remunerare
        dato che avranno tutti i dati e le
        percentuali a disposizione... Una canone p2p a forfait?Io sinceramente ad un prezzo onesto lo sottoscriverei, ma sono loro a non volerlo. E non lo vorranno fino a quando non capiranno che un mp3 scaricato != da un cd non comprato. Secondo loro questo è ancora l'unico modello di distribuzione valido.Non capisco poi come si faccia a parlare di "p2p illegale". Casomai è il materiale ad essere illegale, non il p2p.Se è così, allora sono illegali anche gli ftp o le condivisioni di rete.
      • Anonimo scrive:
        Re: ma ovviamente il loro P2P non sarà o
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        perchè estirpato quello di adesso

        sono convinto che faranno a gara per

        proporre il loro circuito di scambio
        bello

        pulito e legale, a costo di un dollaro
        a mp3

        ( po di un euro da noi...)



        così abbatteranno pure i costi di

        produzione e i supporti fisici, se
        possibile

        un cd intero costerà ancora di

        più di adesso e i loro fatturati

        saliranno ancora...



        Io la vedo diversamente... il circuito p2p
        sarà con abbonamento per accedere
        alla loro favolosa invenzione (giusto per
        ripagarli di tutti i costi per qualche anno)
        e poi ci sarà un tot da pagare a mega
        scaricato - mega o frazione di mega con
        arrotondamento per eccesso - (giusto per le
        piccole spese delle loro mogli)... poi
        provvederanno loro a sapere chi remunerare
        dato che avranno tutti i dati e le
        percentuali a disposizione... A proposito, guardate qua:http://ilgiorno.quotidiano.net/notiziari/notizia.php?id=12304&tipo=2&sez=TECNOLOGIAPersonalmente non sarei così contrario se fosse esteso a tutti, ma questo non lo vogliono.
    • Anonimo scrive:
      Re: ma ovviamente il loro P2P non sarà out..
      perchè estirpato quello di adesso sono convinto che faranno a gara per proporre il loro circuito di scambio bello pulito e legale, a costo di un dollaro a mp3 ( po di un euro da noi...)così abbatteranno pure i costi di produzione e i supporti fisici, se possibile un cd intero costerà ancora di più di adessoquoto pienamente...ma questo che hai detto era talmente evidente che mi auguro che tutti l'abbiano capito e non da ora..."lasciamo crescere questo fenomeno e poi ce ne impossessiamo"piu' chiari di cosi si muore
    • Anonimo scrive:
      non ha senso: meglio HTTP/FTP
      - Scritto da: Anonimo
      perchè estirpato quello di adesso
      sono convinto che faranno a gara per
      proporre il loro circuito di scambio bello
      pulito e legale, a costo di un dollaro a mp3
      ( po di un euro da noi...)

      così abbatteranno pure i costi di
      produzione e i supporti fisici, se possibile
      un cd intero costerà ancora di
      più di adesso e i loro fatturati
      saliranno ancora... non ha senso farlo con il p2p.molto meglio il download HTTP / FTP.
  • Anonimo scrive:
    "ci sono famiglie che soffrono"
    pur di difendere la tua posizione tiri in ballo gente che ha perso il lavoro scaricandone la colpa sugli sharers? ma se esistesse una giustizia divina, entro sei mesi dovresti essere rigido e freddo per cause naturali...sempre più allibito e schifato da un'idustria della musica che sa solo pretendere soldi e minacciare... ma che affondino, senza rimpianto... una cosa con me l'hanno ottenuta: l'odio profondo, freddo, perpetuo per i cd originali... piuttosto rubati ma mai mai mai più originale e detto da uno che difende il capitalismo ce ne vuole, ma questo non è libero mercato, è mafia. che poi sia d'oltreoceano o meno poco conta...
    • gatsu99 scrive:
      Re: "ci sono famiglie che soffrono"
      quoto in toto
    • Anonimo scrive:
      Re: "ci sono famiglie che soffrono"
      Assolutamente d'accordo.Prima acquistavo i CD nel negozio, adesso preferisco acquistare CD e DVD per strada. Meglio dare i miei soldi alla camorra che a questi mafiosi legalizzati ammanigliati con la politica.E se il prodotto originale risultasse difettoso provate a farvelo sostituire in un negozio e vedete le storie che vi fanno (a me purtroppo è successo), mentre con i prodotti alternativi viene sostituito senza alcuna discussione.
      • sinadex scrive:
        Re: "ci sono famiglie che soffrono"
        evita di comprare per la strada vabè che tra mafie (o camorre) siamo li, ma così è peggio... queste sono le arternative:originalepreso da internetcopiato da amico/parentee bastacome ultima spiaggia l'acquisto di gruppo, scegliendo con un sorteggio chi si beccherà l'originale
        • Anonimo scrive:
          Re: "ci sono famiglie che soffrono"
          - Scritto da: sinadex
          come ultima spiaggia l'acquisto di gruppo,
          scegliendo con un sorteggio chi si
          beccherà l'originaleNo, no, non voglio più dare i miei soldi a questa gentaglia.
          • sinadex scrive:
            Dimenticavo
            ovviamente l'acquisto all'estero di supporti verginie, eventualmente, si quei pochi titoli (audio/video/ecc) che veramente meritano
        • Anonimo scrive:
          Re: "ci sono famiglie che soffrono"

          come ultima spiaggia l'acquisto di gruppo,
          scegliendo con un sorteggio chi si
          beccherà l'originaleChe probabilmente sarà il più sfigato!! Perchè con le protezioni che ci saranno dentro nn riuscirà mai ad ascoltarlo ahahaha
        • ryoga scrive:
          Re: "ci sono famiglie che soffrono"
          - Scritto da: sinadex
          evita di comprare per la strada vabè
          che tra mafie (o camorre) siamo li, ma
          così è peggio... Peggio in cosa?
          queste sono le arternative:
          originaleGIAMMAI.....ti stanno appena dicendo che non vogliono comprare l'originale.....
          preso da internetP2P? Si... Comprarlo.... NO!
          copiato da amico/parente
          e basta
          come ultima spiaggia l'acquisto di gruppo,
          scegliendo con un sorteggio chi si
          beccherà l'originaleNAAAAAAAH!!Fate come gli altri...Tessera BlockBuster, un film in dvd a 2.90?, e fittate un dvd in gruppo, lo si masterizza e alla fine tutti hanno una copia dell'originale.Ci metti un po' di tempo per il riversaggio, ma il resto è tutto OK ( e non passi che pochissimi decimi di cents alle major ).P.s. : DIFFONDETE VIA P2P ( Porta a Porta ) ad amici e parenti tutto il materiale che avete.... SHARING SHARING SHARING.. Per combattere i mafiosi occorre fare terra bruciata intorno intorno
    • Anonimo scrive:
      Re: "ci sono famiglie che soffrono"
      - Scritto da: Anonimo
      pur di difendere la tua posizione tiri in
      ballo gente che ha perso il lavoro
      scaricandone la colpa sugli sharers? ma se
      esistesse una giustizia divina, entro sei
      mesi dovresti essere rigido e freddo per
      cause naturali...

      sempre più allibito e schifato da
      un'idustria della musica che sa solo
      pretendere soldi e minacciare... ma che
      affondino, senza rimpianto...

      una cosa con me l'hanno ottenuta: l'odio
      profondo, freddo, perpetuo per i cd
      originali... piuttosto rubati ma mai mai
      mai più originale

      e detto da uno che difende il capitalismo ce
      ne vuole, ma questo non è libero
      mercato, è mafia. che poi sia
      d'oltreoceano o meno poco conta...anche perchè poi mi piacerebbe vedere dove li fanno stampare i cd, dove prendono i jewel case, dove stampano la carta, dove comprano gli inchiostri, di cosa si servono in amministrazione, se i pc sono americani .....sicuramente è tutta roba cinese ... perchè costa meno!poco glie ne sbatte se le famiglie americane non hanno lavoro, se perdono l'impiego ... e il loro stato non gli garantisce (eppure sono "contribuenti") nemmeno l'assistenza sanitaria.
    • Locke scrive:
      Re: "ci sono famiglie che soffrono"
      - Scritto da: Anonimo

      pur di difendere la tua posizione tiri in
      ballo gente che ha perso il lavoro
      scaricandone la colpa sugli sharers? ma se
      esistesse una giustizia divina, entro sei
      mesi dovresti essere rigido e freddo per
      cause naturali...Ma guarda che è vero eh, ci sono famiglie che a causa del P2P soffrono - E NON POCO!L'altro giorno ero a casa di un amico e il suo fratello truzzo viene in camera e mette un CD con musiche miste, tutte scritte da artisti conosciutissimi e che fanno musica orripilante.(Britney Spears, DJ Francesco - si, pure lui -, Valeria Rossi...) Le orecchie e quelle del mio amico chiedevano PIETA' e PERDONO, mi sussurrarono "Ma che cosa abbiamo fatto per meritare questo!", sua madre piangeva perchè diceva "Ma perchè ascolti questa roba, figghiu figghiu!"Come vedete, ho dimostrato che il P2P fa male.alla salute famigliare. Se da un lato il padre di famiglia può evitare di dare i soldini al ragazzino per comprarsi quella robaccia originale, non può fare nulla contro il P2P che permette di riunire in un unico, piccolo disco, più orrori di quanti ne contenga il Necronomicon o un'oretta scarsa di Buona Domenica.Abbasso il P2P e SI alla quiete familiare! :D[/Sarcasm]
      • Anonimo scrive:
        Re: "ci sono famiglie che soffrono"
        prima di chiuderla la TAG dovresti prima aprirla... ;-)
        • Locke scrive:
          Re: "ci sono famiglie che soffrono"
          - Scritto da: Anonimo
          prima di chiuderla la TAG dovresti prima
          aprirla... ;)Ma è più bello quando qualcuno arriva alla fine del post e crede che io dica tutto sul serioC'è qualcuno che non legge fino in fondo e risponde come se avessi detto tutto seriamente 8)
  • Anonimo scrive:
    il DECSS non gli ha insegnato niente ...
    una volta che esiste un software open source (bittorrent , gnutella ,shaeaza) bloccarne la diffusione ,anche per vie legali , e' praticamante impossibile ... farebbero molto meglioa perseguire gli utenti ,anche se non mi sembra stiano ottenendo molti risultati ...
    • Anonimo scrive:
      Re: il DECSS non gli ha insegnato niente ...
      la semplice detenzione del software sarà considerata un reato penale.
      • Anonimo scrive:
        Re: il DECSS non gli ha insegnato niente
        - Scritto da: Anonimo
        la semplice detenzione del software
        sarà considerata un reato penale.veramente oggi come oggi anche la detenzione e diffusione di software atto a interrompere i servizi imformatici (virus , backdoor, trojan )e' reato penale , ma non mi sembra che i virus siano scomparsi ne ' i trojan
    • Anonimo scrive:
      Re: il DECSS non gli ha insegnato niente ...
      - Scritto da: Anonimo
      una volta che esiste un software open source
      (bittorrent , gnutella ,shaeaza) bloccarne
      la diffusione ,anche per vie legali , e'
      praticamante impossibile ... farebbero molto
      meglio
      a perseguire gli utenti ,anche se non mi
      sembra stiano ottenendo molti risultati ...farebbero meglio a non voler sbafare troppoe ad abbassare i prezzi dei cd.9 euro massimo x cd originale (anche doppio) senza copycontrol e altre stronzate.7 euro come prezzo standard.senza limitazioni e altre cazzate!
  • Anonimo scrive:
    America terra di libertà ?
    E' proprio vero che quando ci sono grossi interessi in gioco non c'è più libertà che tenga... neppure in America ! :|:s
    • Anonimo scrive:
      Re: America terra di libertà ?
      - Scritto da: Anonimo
      E' proprio vero che quando ci sono grossi
      interessi in gioco non c'è più
      libertà che tenga... neppure in
      America ! :|:sCaro amico forse dovresti chiederti se c'e' mai stata la liberta' in America.
    • Anonimo scrive:
      Re: America terra di libertà ?
      - Scritto da: Anonimo
      E' proprio vero che quando ci sono grossi
      interessi in gioco non c'è più
      libertà che tenga... neppure in
      America ! :|:salla fin fine li tutti sono liberi di ... essere capitalisti :-)
  • Anonimo scrive:
    Dichiareranno samba e soci illegali?
    Gia' me li vedo... Costringeranno tutte le aziende americane a distruggere tutte le unità di rete condivise? Condanneranno Microsoft e GNU per la produzione di cotal software illegale?
    • Alessandrox scrive:
      Re: Dichiareranno samba e soci illegali?
      - Scritto da: Anonimo

      Gia' me li vedo... Costringeranno tutte le
      aziende americane a distruggere tutte le
      unità di rete condivise?
      Condanneranno Microsoft e GNU per la
      produzione di cotal software illegale?Microsoft? No... implementera' qualche tecnologia DRM, chiaramente proprietaria e closed, nel suo software SMB,magari introdotto nella nuova versione di XP o del suo successore, dopodiche' verranno dichiarate illegali tutte le precedenti versioni, et... volia'! Passaggio obbligatorio: come eliminare in un sol colpo tutte le versioni di Win da XP a tutte le precedenti dai computers della gente e obbligare tutti ad aggiornarsi.IO per lo meno farei cosi'...Lo so sono Stronzo.Colpa di M$.==================================Modificato dall'autore il 19/07/2004 1.58.35
  • avvelenato scrive:
    distruggere i pc degli utenti
    c'era un ministro che aveva proposto di distruggere il pc di utenti rei di p2p.bah.
    • TPK scrive:
      Re: distruggere i pc degli utenti
      Era il senatore Hatch, il promotore dell'Induce Act...
    • Anonimo scrive:
      Re: distruggere i pc degli utenti
      - Scritto da: avvelenato
      c'era un ministro che aveva proposto di
      distruggere il pc di utenti rei di p2p.

      bah.è vero.... ma lui magari voleva distruggerli telepaticamente [connettendosi agli IP:D].....
      • Anonimo scrive:
        Re: distruggere i pc degli utenti
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: avvelenato

        c'era un ministro che aveva proposto di

        distruggere il pc di utenti rei di p2p.



        bah.

        è vero.... ma lui magari voleva
        distruggerli telepaticamente [connettendosi
        agli IP:D].........con la conoscienza dei "computer" che hanno i politici....
    • Anonimo scrive:
      Re: distruggere i pc degli utenti
      - Scritto da: avvelenato
      c'era un ministro che aveva proposto di
      distruggere il pc di utenti rei di p2p.
      si di attaccarli ... :-)e il loro bellissimo DMCA se lo sono ritrovati dal retto al duodeno in 0,5 sec
    • Anonimo scrive:
      Re: distruggere i pc degli utenti
      no. era un senatore del congresso americano. per fortuna l'idea non è passata, ma ha rischiato di passare... questo fa capire che cmq la situazine è tesa è in america è pieno di pazzi furiosi! cmq avevo visto anche una foto del suddetto senatore: già da quegli occhi piccoli, vicini, arcigni e battaglieri si capiva che è il classico tipo ottuso pronto a spazzare via chi non la pensa come lui. dalla faccia si capiva che è uno di quegli individui che si è posto come missione nella sua vita di rompere le p....e al prossimo! carlo
  • Anonimo scrive:
    ALLA RIAA SEMPRE + SVITATI
    Sempre + svitati sti USA specie da quando c'è il Bush: speriamo che il prox Novembre sia cacciato x sempre.Anche i ladroni della RIAA si dovranno dare all' ippica.
    • Anonimo scrive:
      Re: ALLA RIAA SEMPRE + SVITATI
      - Scritto da: Anonimo
      Sempre + svitati sti USA specie da quando
      c'è il Bush: speriamo che il prox
      Novembre sia cacciato x sempre.
      Anche i ladroni della RIAA si dovranno dare
      all' ippica.guardate che è da reagan che qualsiasi conquista sociale è stata smantellata pezzo per pezzo.
  • Anonimo scrive:
    ottusaggine!
    questo dimostra quanto quelli della RIAA siano ottusi e non abbiano capito una beata fava del p2p...
    • Anonimo scrive:
      Re: ottusaggine!
      - Scritto da: Anonimo
      questo dimostra quanto quelli della RIAA
      siano ottusi e non abbiano capito una beata
      fava del p2p...sarà, ma loro si interessano di politica, l'unico strumento civile che si ha per cambiare le leggi in proprio favore, impegnandosi, interessandosi, facendo pressione.tutto il popolo pecorone non fa un cazzo, invece.
  • Anonimo scrive:
    Prima o poi arriverà
    Non so come e non so quando, ma una cosa è certa: il p2p diverrà illegale. Inutile farsi illusioni ci sono troppi interessi in gioco.Non sono pessimista, solo realista:'(
    • avvelenato scrive:
      Re: Prima o poi arriverà
      - Scritto da: Anonimo
      Non so come e non so quando, ma una cosa
      è certa: il p2p diverrà
      illegale. Inutile farsi illusioni ci sono
      troppi interessi in gioco.
      Non sono pessimista, solo realista:'(non sono così pessimista; alcuni politici venderebbero la madre pur di rimanere nella loro posizione privilegiata; altri, l'hanno già venduta, e quindi devono stare attenti a non tradire l'elettorato. :D
      • Anonimo scrive:
        Re: Prima o poi arriverà

        non sono così pessimista; alcuni
        politici venderebbero la madre pur di
        rimanere nella loro posizione privilegiata;
        altri, l'hanno già venduta, e quindi
        devono stare attenti a non tradire
        l'elettorato. :DSe l'unica speranza è affidarsi all'elettorato dove la maggior parte è lobotomizza da veline e grandi fratelli siamo messi veramente male
        • avvelenato scrive:
          Re: Prima o poi arriverà
          - Scritto da: Anonimo

          non sono così pessimista; alcuni

          politici venderebbero la madre pur di

          rimanere nella loro posizione
          privilegiata;

          altri, l'hanno già venduta, e
          quindi

          devono stare attenti a non tradire

          l'elettorato. :D

          Se l'unica speranza è affidarsi
          all'elettorato dove la maggior parte
          è lobotomizza da veline e grandi
          fratelli siamo messi veramente malebeh, il popolino è pilotabile facilmente, ma sempre verso il suo comodo. Voterà pro p2p.
    • Anonimo scrive:
      Re: Prima o poi arriverà
      La stessa fine purtroppo la farà anche il software open source che sarà notevolmente ridimensionato.Prima non faceva paura a nessuno, ma ora si sta cercando in tutti i modi di distruggerlo.La causa SCO e la legge sui brevetti sono solo l'inizio, prevedo tempi bui per il futuro.
      • Anonimo scrive:
        Re: Prima o poi arriverà
        - Scritto da: Anonimo
        La stessa fine purtroppo la farà
        anche il software open source che
        sarà notevolmente ridimensionato.
        Prima non faceva paura a nessuno, ma ora si
        sta cercando in tutti i modi di
        distruggerlo.
        La causa SCO e la legge sui brevetti sono
        solo l'inizio, prevedo tempi bui per il
        futuro.Una volta questi tipi lo facevano ed vincevano subito!Ora devono scontrarsi con una realtà di interessi nuovi ed perdono, ed perdono terreno giorno dopo giorno.La lotta contro il free ed Open è vecchissima, ma ora vince la libertà diventando una realtàIl mondo cambia !
        • Anonimo scrive:
          Re: Prima o poi arriverà


          La causa SCO e la legge sui brevetti
          sono

          solo l'inizio, prevedo tempi bui per il

          futuro.
          Una volta questi tipi lo facevano ed
          vincevano subito!
          Ora devono scontrarsi con una realtà
          di interessi nuovi ed perdono, ed perdono
          terreno giorno dopo giorno.
          La lotta contro il free ed Open è
          vecchissima, ma ora vince la libertà
          diventando una realtà
          Il mondo cambia !
          Si possono vincere delle battaglie, ma con la notevole differenza di mezzi a disposizione si rischia seriamente di perdere la guerra:
    • Anonimo scrive:
      Re: Prima o poi arriverà
      - Scritto da: Anonimo
      Non so come e non so quando, ma una cosa
      è certa: il p2p diverrà
      illegale. Inutile farsi illusioni ci sono
      troppi interessi in gioco.
      Non sono pessimista, solo realista:'(Basterà chiamarla invece di p2p, x2xx, poi vieteranno x2x, ed uscira sfdghfsgh :D;)Nel p2p viaggiano dati bancari/assicurativi se non lo sai ed è stato invetato da IBM ed SUN per intersacmbio dati, documenti, programmi per i sistemi as/400 ed soci :D
  • Anonimo scrive:
    'mbè?
    anche se fosse?non cambierebbe nulla rispetto ad ora...li vedo proprio perseguire metà dei cittadini americani..senza parlare poi del resto del mondo dove di questa legge se ne sbatterà chiunque..
    • Anonimo scrive:
      Re: 'mbè?
      lasciamoli parlare parlare parlare
    • Anonimo scrive:
      Re: 'mbè?
      - Scritto da: Anonimo
      anche se fosse?
      non cambierebbe nulla rispetto ad ora...li
      vedo proprio perseguire metà dei
      cittadini americani..e perchè no?tu vedi tanta evasione fiscale negli USA?eppure basterebbe che TUTTI i cittadini volessero evadere le tasse.li fottono uno ad uno con il mitragliatore anti-evasore , caro :-)

      senza parlare poi del resto del mondo dove
      di questa legge se ne sbatterà
      chiunque..si, come no ... con il nano che lecca a più non posso ...
  • Anonimo scrive:
    FUD
    solo e soltanto FUD.............
    • Anonimo scrive:
      Re: FUD
      - Scritto da: Anonimo
      solo e soltanto FUD.............si, finchè non lo mettono in pratica ... e allora son cazzi, altro che fud
Chiudi i commenti