Contrappunti/ Una Internet più matura

di Massimo Mantellini - L'affermazione del peer-to-peer, la crescita delle reti di social networking, lo sviluppo delle cellule-blog in organismi multicellulari sono il codice genetico di una rete che sta crescendo


Roma – Metto le mani avanti. Oggi parlo di weblog. Essendo io un vecchio blogger, uno di quelli che di tanto in tanto ha speso il proprio tempo in giro fra convegni ed università a descrivere le meraviglie dei weblog, sono forse la persona meno adatta per darne una opinione impersonale ed oggettiva. Il che è, del resto, esattamente ciò che oggi non voglio fare. Vorrei invece utilizzare la formidabile ascesa dei blog in tutto il mondo per sottolineare come internet stia maturando e si avvii a diventare adulta.

Pensavo a questo oggi leggendo la bella intervista che Luca de Biase ha fatto a David Weinberger sul numero in edicola de L’Espresso. Solo qualche mese fa – e anche questo è un segno dei tempi – nessun settimanale italiano a larga tiratura avrebbe mai intervistato con simile enfasi un geniale signore che prima di ogni altra cosa è oggi uno dei più ascoltati blogger statunitensi (Aperta parentesi: nel caso non sappiate cosa regalare a Natale “Arcipelago Web” di David Weinberger è – secondo me – un libro fantastico, chiusa parentesi). Dice David in questa intervista quello che, in molti, in questi anni, abbiamo imparato a comprendere: vale a dire che i blog sono, prima di qualsiasi altra cosa, strumenti per creare reti sociali, sistemi per collegare gruppi di persone (per la maggior parte dei casi gruppi piccolissimi di persone) che si aiutano a vedere il mondo a modo loro .

Basta questo: è sufficiente questa definizione a ricondurre il fenomeno del blogging nell’ambito di una evoluzione importante della comunicazione in rete, sgombrando il campo, una volta per tutte, da annose discussioni su cosa sia un weblog, se lo si debba considerare una pubblicazione editoriale, una web-zine amatoriale, un diario più o meno intimista, una banale pagina web aggiornata mediante automatismi a prova di scemo o chissà cosa d’altro.

Molti blog-critici sostengono da tempo che in realtà i weblog siano la versione moderna delle vecchie homepage personali, quelle che ognuno di noi molti anni fa apriva su geocities o su altri hosting gratuiti per sperimentare un po’ di html. Quelle pagine che nessuno visitava e che nel giro di poco tempo erano invariabilmente destinate all’oblio. Per conto mio questa definizione è almeno in parte corretta e proprio per questo ci aiuta a comprendere come sia cambiata la rete internet negli ultimi tempi.

La riscoperta della comunicazione in rete fatta di “piccoli collegamenti”, la nascita e lo sviluppo di sistemi di social networking orientati al lavoro, ma anche a questioni assai meno serie, il passaggio rapido di informazioni e notizie da porta a porta attraverso i weblog, le reti P2P (il cui sviluppo intelligente è ancora in gran parte da esprimere) e, di concerto, il fallimento di gran parte delle forme di utilizzo della rete del tipo few to many , pur nella continua riproposizione di Internet come strumento di broadcasting dei contenuti, sono lì ad indicarci come la architettura della rete sia stata oggi molto meglio compresa e come si stia iniziando a sfruttarne le vere potenzialità.

In particolare i weblog, in un mondo che presso ampie fasce della popolazione è condizionato da una comunicazione televisiva prevalente e di bassissimo livello, sono piccole isole di lettura e scrittura; alternative concrete e subito disponibili ad una circolazione delle notizie e delle opinioni dettate da altri. Piccole fittissime reti di persone la cui rilevanza aumenta ogni giorno proprio in virtù della progressiva estensione di questa rete di collegamenti e non della qualità del singolo contributo.

Dieci anni fa scrivevamo pagine web che avevano grande difficoltà ad essere raggiunte dal nostro ipotetico (se mai è esistito) lettore tipo. Oggi esistono strumenti e modi per trasportare le persone a noi affini proprio accanto a noi. Piccoli software che ogni mattina ravvivano questa nostra rete di relazione. A queste condizioni la rete Internet diventa un ambito di crescita straordinario e fortemente personale. Ogni giorno migliaia di questi fili vengono stesi, persone lontane si imparano a conoscere semplicemente leggendo e scrivendo in rete e solo una pubblicità malevola e interessata ha potuto sostenere che simili spostamenti dell’informazione, dell’opinione e del consenso dai grandi media ai piccoli ambiti su Internet non debbano essere considerati una rivoluzione importante.

Nei corsi di laurea in medicina molti anni fa si insegnava agli studenti che il sistema nervoso e le sue cellule si formavano prima della nascita ed erano poi destinati ad un lento ed inesorabile invecchiamento. Ognuno di noi, secondo questa teoria poi rivelatasi errata, assisteva impotente alla perdita di migliaia delle proprie cellule nervose ogni giorno che passava sulla terra. La teoria insomma, di un architettura perfetta destinata a lenta e quotidiana consunzione. L’esatto contrario di quanto avviene oggi su Internet dove ogni giorno nuovi piccoli collegamenti si attivano e danno segno di sè, incrementando non tanto e non solo l’intelligenza collettiva di cui si è tanto parlato in questi anni, quanto i piccoli ambiti di relazione che ognuno di noi costruisce attorno a sè.

Massimo Mantellini
Manteblog

Gli ultimi editoriali di M.M:
Contrappunti/ Risorse pronte da buttare
Contrappunti/ La Internet di Stanca
Contrappunti/ Il parco buoi

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    x la redazione
  • Ataru73 scrive:
    Re: SVELATO IL MISTERO DELLA TV VIA CAVO
    - Scritto da: Anonimo
    Ah, tra l'altro, scaricando le serie TV dal
    Pitupì, si rispettano BEN DUE delle
    famose "3 I" del Berlusca, Internet e
    Inglese :)Direi chi si rispettano tutte e 3 (Internet, Inglese, Informatica)... e-mule dovrai pure installarlo e configurarlo ;)
  • Anonimo scrive:
    TV: siano maledetti
    Dovro` ricordarmi mia nonna che parla delle scemenze del grande fratello, dice parolacce e pronuncia il nome di dio invano.Non posso farci nulla, mi e` rimasto impresso!!Mia nonna, capite?? Che era sempre stata una persona semplice ed educatissima.E` proprio uno schifo, uno schifo.
  • Anonimo scrive:
    E il frigorifero...
    Nella statistica degli eletrodomestici piu utili manca il frigorifero sicuramente piu inportate di TV, DVD ecc...Nei miei desideri in digitale terrestre non esiste neanche, pero' se verra imposto dai soliti monopoli tutti dovranno comprarlo o rinunciare alla TV.Ps.Non e' che sia la solita statistica truccata e usata solo per publicita'?
  • Anonimo scrive:
    La TV fa pietà, cosa lo prendo a fare il
    digitale terrestre?per spendere soldini in loghi e suonerie per la TV di casa?Il conto in banca, i programmi della serata... li vedo già sul pc in internet (al solo costo di connessione, ancora per poco), un domani paghero' salato anche per questo?Il medico? che trovata, farmi visitare dal medico per TV, e che gli chiedo? quello che posso chedergli con una telefonata alla guardia medica al solo scatto urbano? e quanto mi costerà sto servizio? 1 euro al minuto?Finora di servizi veramente utili su sto digitale terrestre non ne vedo... neanche di attivati.Scarlight
  • Anonimo scrive:
    Digitale Terrestre... tv spazzatura
    Ci bombardano con tanta tv spazzatura, ci mancava solo il digitale terrestre per far arricchire chi già è sfondato!!! Migliorate Piuttosto i canali e la programmazione. Comunque oggi non è la tv a PROPORRE cose di qualità, ma al contrario persegue soltanto aspirazioni commerciali e di Share. Questa tv mi fa schifo. a questo punto è meglio ritornare al passato .... si fa per dire... è meglio leggere un libro o ascoltare buona musica piuttosto che vedere programmi da voltastomaco per vecchi arrapati!!!
  • Anonimo scrive:
    Re: SVELATO IL MISTERO DELLA TV VIA CAVO !!!
    - Scritto da: Anonimo
    Certo che il 40% degli italiani ha la TV via
    cavo:

           &nb

    La TV via cavo ON DEMAND... Il regolamento
    per il corretto utilizzo di questa nuova
    tecnologia è stato recentemente
    pubblicato dal Ministro Urbani.MITICOOOOOOOO !!!!!!!!!!!!!!! :D:D:D:D:D:D:D:D:D
  • Anonimo scrive:
    Qua ci sognamo solo BANDA LARGA
    Disse il profeta:"Digitale terrestre? Ma chi ci guarda più alla televisione. Sarà distrutta da internet"
  • Anonimo scrive:
    10 ore alla settimana...
    ...tempo passato a vedere la televisione da chi dichiara di non vedere la televisione. Generazione X
  • Anonimo scrive:
    Televisione? Che cos'è?
    Ormai il televisore lo uso per guardare DVD e videocassette: il film lo scelgo io, non c'è pubblicità, posso guardarlo e riguardarlo senza pagare due volte, andare avanti e indietro a piacimento, ecc. ecc. ecc. :-)Oh, al massimo guardo un po' di TG a cena, anche se pure questi ormai stanno cominciando a darmi sui nervi...Ci sarà da ridere quando fra dieci anni la metà delle famiglie italiane non avrà la TV perché NON LA VOGLIONO!!!
  • Anonimo scrive:
    Non è esatto, il titolo...
    sarebbe meglio scrivere :Gli italiani SE LO sognano il Digitale terrestre......A buon intenditor...
  • Anonimo scrive:
    NESSUNO VOTAVA DC
    Come ai bei tempi, quando nessuno votava DC, oggi nessuno vede "la televisione", nessuno si accorge che ci sono moltissimi programmi, tra terrestre e satellite, che non sbattono cosce o amici di amici davanti al video.I più moralisti sono i più giovani, i più intransigenti. Dimenticano che se oggi possono parlarsi da caltanissetta a trento lo devono "alla televisione"...
    • fasibia scrive:
      Re: NESSUNO VOTAVA DC
      - Scritto da: Anonimo
      Come ai bei tempi, quando nessuno votava DC,
      oggi nessuno vede "la televisione", nessuno
      si accorge che ci sono moltissimi programmi,
      tra terrestre e satellite, che non sbattono
      cosce o amici di amici davanti al video.
      I più moralisti sono i più
      giovani, i più intransigenti.
      Dimenticano che se oggi possono parlarsi da
      caltanissetta a trento lo devono "alla
      televisione"...Massimo rispetto alla tv degli albori, che ha unito per la prima volta l'Italia.Attento però: il digitale terrestre non ha quella forza. Ha molte alternative valide a differenza della tv di allora. Ci sono interessi infinitamente più grandi dietro.Per non parlare degli incentivi: VERGOGNOSI.
    • TPK scrive:
      Re: NESSUNO VOTAVA DC
      - Scritto da: Anonimo
      Dimenticano che se oggi possono parlarsi da
      caltanissetta a trento lo devono "alla
      televisione"...Non lo devono al telefono? :D
      • reflection scrive:
        Re: NESSUNO VOTAVA DC
        - Scritto da: TPK

        - Scritto da: Anonimo

        Dimenticano che se oggi possono
        parlarsi da

        caltanissetta a trento lo devono "alla

        televisione"...

        Non lo devono al telefono?
        :DIn effetti col fatto che io faccio telefonate oltremanica credo la rai e la bbc centrino poco :D
  • reflection scrive:
    Il fantasondaggio della Tecnologia
    Il fantasondaggio sulle tecnologie1) Quanti anni ha?2) E' di sinistra? Se si' salti alla domanda 8.3) Ha il digitale terrestre? Se no, salti alla domanda 8.4) E' di Milano o Sesto? Se no, salti alla domanda 8.5) Il videoregistratore è una delle tecnologie più importanti dalla scoperta della ruota. Le sembra utile? (non si giustifica che il 80% della "popolazione" risponda sì se domandata riguardo l'utilità di un prodotto non più venduto da alcune grandi catene... Se fosse ancora utile quei volponi di Dixons lo venderebbero ancora, ndr)6) Lei sa che cos'è una "CONSOLE VIDEOLUDICA"? (!?!?!? Ve lo immaginate il vecchietto 80enne che dice "Certo, io apprezzo molto gli sforzi produttivi di aziende impegnate nel digital entertainment come Sony, Nintendo e Microsoft"!!!!!!!! ndr)7) Lei si ha mai provato a cucinare qualcosa con la televisione? Se sì, PERCHE' MMENGHIA RISPONDE CHE LA TELEVISIONE E' PIU' IMPORTANTE DEL PIANO COTTURA?!?!?!?8 ) Ha mai pensato di andarsene a far *biiiiiiiiiiiiiiiiiiiip*?Io davvero non capisco.==================================Modificato dall'autore il 29/11/2004 11.15.16
    • ldsandon scrive:
      Re: Il fantasondaggio della Tecnologia

      7) Lei si ha mai provato a cucinare qualcosa
      con la televisione? Se sì, PERCHE'Come no, il polpettone viene benissimo... anche la pizza - certe pizze in TV!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Il fantasondaggio della Tecnologia
      - Scritto da: reflection
      6) Lei sa che cos'è una "CONSOLE
      VIDEOLUDICA"? (!?!?!? hanno messo la voce "videoludica" apposta per farli confondere...videoludico è una buzzword che spaventa l'utente normale, e fa molto "addetto ai lavori, collaboratore co-co-co di rivista da videogiochi".bastava scrivevano "pleistescion", e la quota aumentava subito :)
  • Anonimo scrive:
    TV via cavo, dove?
    TV via cavo ma esiste in italia ???
    • Anonimo scrive:
      Re: TV via cavo, dove?
      - Scritto da: Anonimo
      TV via cavo ma esiste in italia ???A quanto pare ce l'ha quasi metà degli italiani.Credo intendano FastWeb... comunque la percentuale è ridicola e dimostra l'infondatezza di questo sondaggio.
      • Anonimo scrive:
        Re: TV via cavo, dove?
        E' la prima cosa che ho pensato anche io!!!Ho infatti riletto tutto l'articolo per essere sicuro che si parlasse dell'Italia......già come numero 500 persone mi sembra redicolo, se poi che hanno la TV via cavo direi che non possono proprio rappresentare "gli italiani"...O forse hanno beccato delle persone così sveglie da pensare di avere la tv via cavo, solo xchè è collegata con un cavo alla presa nel muro!!! :D
        • Anonimo scrive:
          Re: TV via cavo, dove?
          UHAHAHAHAAHAHL'italiano medio lo pensa sul serio :D-we mi sono fatto la tv via cavo-bella quanto hai speso?-giusto 400? ma li vale tutti-ma chi ti ha detto che è via cavo?-il tecnico che me l'ha installato. è via cavo perchè lè connesso via cavo con l'antenna che ho sul tetto.-400? ???-si e mi fatto pure lo sconto, un amico.
  • scorpioprise scrive:
    Interpretazione ingannevole!
    Chiedo scusa a fasibia, ma gli rubo il titolo.Ma ho letto bene?Il campione rappresentativo è di 503 persone?A parte che una selezione simile mi fa pensare al numero di utenti del ddt con funzioni interattive:D (che ricordo si pagano), non riesce a rappresentare una popolazione di 50 milioni di persone in modo assennato.Comunque, se anche fossero dati che per miracolo corrispondessero alla media effettiva della popolazione, risulta chiaro come il computer sia scelto come mezzo principale: se così non fosse, perchè allora i decoder digitali, che con gli incentivi statali (finchè c'erano) costavano fino a 0?, non sono al primo posto? Essendo gratuiti i soli decoder (non interattivi), chiunque in regola col canone poteva averlo. Devo dedurne che sarebbe meglio finanziare la banda larga (tanto per ribadire un concetto già noto) per renderla - incentivi pubblici? - accessibile come e più della linea normale voce.Sono il 504° del campione (22 anni - maschio - studente universitario - con 4 computer in casa e utente di ADSL) ?:D ma neanche poi tanto....Concordo con altri, 99% computer, tv 10% (faccio più cose insieme.... :P)
    • Anonimo scrive:
      Re: Interpretazione ingannevole!
      mi sa tanto di spot elettorale :D , proprio ora che risulta da altri sondaggi che la tv interattiva ha fatto un buco nell'acqua;)
    • fasibia scrive:
      Re: Interpretazione ingannevole!
      - Scritto da: scorpioprise
      Chiedo scusa a fasibia, ma gli rubo il
      titolo.Te lo scordi che ti perdono!! Delinquente rubatitoli!! :D
      Comunque, se anche fossero dati che per
      miracolo corrispondessero alla media
      effettiva della popolazione, risulta chiaro
      come il computer sia scelto come mezzo
      principale: se così non fosse,
      perchè allora i decoder digitali, che
      con gli incentivi statali (finchè
      c'erano) costavano fino a 0?, non sono al
      primo posto? Gli italiani, da quello che capisco, vorrebbero le funzioni di un pc con intefaccia televisiva a prova di idiota, lo svantaggio di un telecomando (usare mouse e tastiera? troppo facile.. Meglio scorrere tra i tasti con una freccia o usare il sistema salvaspazio dei cellulari.. Insomma, una tv col T9), il risparmio del pagamento una tantum (a differenza della connettività adsl), possibilità di scegliere contenuti, qualcuno (illusi) aggratis.. Il resto lo pagheranno. E pagheranno caro, sorridendo pure. (già si leccano i baffi: a chi compra suonerie per cellulari puoi vendere veramente tutto).
  • ElfQrin scrive:
    Non guardo quasi più la TV
    La TV italiana mi disgusta.Ormai la vedo per pochissime ore alla settimana.Non si fanno più trasmissioni che non trattino a) di politica, b) che siano mirati ai gusti più grossolani della gente (umorismo demenziale, volgarità e doppi sensi sessuali praticamente ovunque, anche nelle trasmissioni per ragazzi... per quanto la TV per i ragazzi si sia ormai estinta)Questo perché ormai la TV serve soltanto da strumento di propaganda politica, e per vendere pacchetti di spettatori alle aziende che pagano la pubblicità (le trasmissioni quindi vengono confezionate per le aziende, non per chi le guarda): in un certo senso la battuta che in TV c'è solo pubblicità inframezzata dalle trasmissioni, non è poi tanto una battuta.Per quel che mi riguarda, ormai trovo solo pochissime trasmissioni interessanti, perché stimolano la mia curiosità, come quelle di Piero e Alberto Angela o Voyager (per quanto vada tutto preso con spirito critico).Mi piace il cinema, ma difficilmente lo vedo in TV, tagliuzzato e interrotto.In genere acquisto pochi DVD selezionati (anche per non foraggiare l'industria del partito anti P2P), o me li faccio prestare, oppure vado spesso al cinema quando mi capita di viaggiare in paesi dove costa poco.
    • Anonimo scrive:
      Re: Non guardo quasi più la TV
      E fai bene, anchio sono sulla strada buona, solo qualche oretta settimamanale di TV, qualche partita alla domenica senza guardare i vari programmi delle moviole e delle cosce nude che (stra)parlano di calcio. Per il resto sono solo trasmissioni che non valgono nulla, o che addirittura fanno leva sugli istinti più bassi della gente. Da evitare.
    • Anonimo scrive:
      Re: Non guardo quasi più la TV
      Quoto parte di quello che hai detto..Anche io la televisione tradizionale (analogica, cioè tre reti rai + tre reti mediaset) non la guardo praticamente mai..Apparte che tra una serata libera passata su internet e una serata libera passata davanti al televisore preferisco di gran lunga la prima, dato che trovo sia molto più stimolante ed interessante.La televisione è un buon mezzo ma per guardare i contenuti che voglio io (cioè i film che interessano a me, i documentari che interessano a me e gli eventi che interessano a me)... non per accenderla e vedere cosa propinano..A questo scopo mi viene in aiuto nuovamente internet. Mi scarico quello che voglio (tra film, documentari, serie tv, eventi, ecc) e me li guardo quando voglio io.In parte mi aiuta anche Sky... che ha, per alcuni canali almeno, una caratteristica fondamentale che manca nella tv tradizionale italiana.. ovvero i canali tematici:Grande invenzione. Voglio vedere documentari? guardo discovery, history, o national geographic. Voglio film, guardo sky cinema, ecc. ecc. Voglio news? guardo i canali delle news.Cioè io decido cosa guardare e quando guardarlo. Non sono costretto a guardare quei pochi canali (rai e mediaset) che mi costringono a vedere un mix di contenuti demenziali fatti per andare bene al maggior numero possibile di persone e non per eccellere nella qualità.Questo è il modo in cui secondo me la televisione diventa davvero uno strumento utile..
    • sk scrive:
      Re: Non guardo quasi più la TV
      Anch'io non la guardo più. Anche news mi fa più comodo leggerle su internet. Negli anni sarà inglobata da internet. Banda larga permettendo....
      • Anonimo scrive:
        Re: Non guardo quasi più la TV
        Per fortuna esistono ancora persone che la pensano come voi, grazie di esistere!peccato che io non ne conosca nessuno"povero me"ciao e buona navigazione a tutti!
  • samu scrive:
    Gli italiani sognano il Digitale...
    terrestre.... e poi si svegliano madidi di sudorecontenti che fosse solo un incubo :-)
    • Anonimo scrive:
      Re: Gli italiani sognano il Digitale...
      - Scritto da: samu
      terrestre.... e poi si svegliano madidi di
      sudore
      contenti che fosse solo un incubo :)Che hai contro il DT?
      • Anonimo scrive:
        Re: Gli italiani sognano il Digitale...
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: samu

        terrestre.... e poi si svegliano madidi
        di

        sudore

        contenti che fosse solo un incubo :)

        Che hai contro il DT?Nulla solo che non capisco perche' debba interessarmi solo per favorire gli interessi di berlusconi che punta molto sul digitale per le sue tv e affari.. e che qualcuno ancora non l'abbia capito conferma il concetto che dice italiano=NON SVEGLIO.
  • theDRaKKaR scrive:
    televisione come pc
    Ho letto fra le righe che il desiderio di usare il televisore per quello che (finalmene e faticosamente) si può fare in Italia attualmente con un computer e una connessione a internet è la prova di una popolazione estremamente incapace di usare le nuove tecnologie.In altre parole associando il televisore alla facilità d'uso e l'interattività (presunta) del nuovo mezzo digitale alle potenzialità di internet, le persone pensano di poter fare comodamente seduti sul proprio divano tra un Grande Fratello e un Campioni (per indicare due trasmissioni di indubbio successo ed altrettanto indubbia valutazione...) quello che vedono o sentono fare da pochi fortunati "smanettoni".Ho letto male tra le righe? Spero di sì. Perché mi sembrerebbe un'aspettativa illusoria.
    • godzilla scrive:
      Re: televisione come pc
      premetto che sono molto meridionale quindi forse la cosa è giustificata, MA...un mio conoscente aveva l'apparcchietto per navigare su internet col televisore (hai presente quei set-top box col browser e il client di posta integrati, robaccia assolutamente inutile in commercio qualche anno fa). beh, mi diceva convinto "ha una tastiera e un mouse, quindi è un computer come il tuo, no? posso farci le stesse cose..." e, manco a dirlo, si sentiva già un mago dell'informatica.ecco, questo penso che sia un buon esempio di ciò che pensano e capiscono della tecnologia e di internet gli italiani... date loro un cellulare con symbian e un browserino e (oltre a sentirsi già fighi) dopo 2 giorni si sentiranno anche hacker.
      • Xnusa scrive:
        Re: televisione come pc
        Ho avuto la (s)fortuna di provare un sitema a banda larga basato su Tv+tastiera della AoL in un hotel in Germania.Il browser faceva veramente schifo. Ho tentato la ricarica del cellulare attraverso il sito delle poste, ma le pagine venivano fuori completamente "sballate", poi non supportava niente che esulasse l'Html.La tastiera wireless era molto più scomoda da utilizzare rispetto a un laptop, mi chiedo come facciano ad utilizzarla le persone che già vedono il mouse come una 'barriera architettonica' insormontabile.Dieci minuti di navigazione inutile costata 25 'Oiro' come dicono lì, ma vebbè.. :-)
        un mio conoscente aveva l'apparcchietto per
        navigare su internet col televisore (hai
        presente quei set-top box col browser e il
        client di posta integrati, robaccia
        assolutamente inutile in commercio qualche
        anno fa). beh, mi diceva convinto "ha una
        tastiera e un mouse, quindi è un
        computer come il tuo, no? posso farci le
        stesse cose..." e, manco a dirlo, si sentiva
        già un mago dell'informatica.
    • Anonimo scrive:
      Re: televisione come pc
      C'è questa mania di cross-contamination. Assurda, ovviamente. Il Media Center di Zio Bill è un PC che vuole fare da televisore. Il DTT di Berluskaiser è una televisione che vuole fare da PC.Ma non è meglio che il PC faccia il PC e la televisione faccia la televisione ???????
  • fasibia scrive:
    Interpretazione ingannevole?
    http://www.corriere.it/Primo_Piano/Cronache/2004/11_Novembre/26/sintesi_file/frame.htmLeggendo (velocemente, ammetto) mi sembra di capire che gli italiani desiderano una tv interattiva che permetta di sostituire il computer nell'home banking, ecc.E vorrebbe scegliere i contenuti.Non capisco perché automaticamente la risposta a quest'esigenza è, secondo l'articolo (almeno secondo il titolo) il ddt.Potenzialmente esistono altri sistemi in grado di soddisfare gli appetiti interattivi degli italiani.
  • Anonimo scrive:
    SIETE VECCHI e rancorosi
  • Anonimo scrive:
    503 persone
    503 persone sarebbero rappresentative?Ma di chi?
    • Anonimo scrive:
      Re: 503 persone
      - Scritto da: Anonimo
      503 persone sarebbero rappresentative?
      Ma di chi?di te che ti vedi M.D.Filippi :D
      • Anonimo scrive:
        Re: 503 persone
        Filippica chi?Io la tv la vedo si e no 3 ore a settimana (quando ho tempo).Fosse per me il sondaggio sarebbe:0 tv via cavo0,0001 tv via etere0 tv digitale99,9999 pcbah!
        • Anonimo scrive:
          Re: 503 persone
          - Scritto da: Anonimo
          Filippica chi?

          Io la tv la vedo si e no 3 ore a settimana
          (quando ho tempo).
          Fosse per me il sondaggio sarebbe:
          0 tv via cavo
          0,0001 tv via etere
          0 tv digitale
          99,9999 pc

          bah!QUOTO ! anche per me 99%la tv l'accendo solo per guardare (QUALCHE VOLTA) TG3, TG La7, Ballarò, Gaia, Che tempo che fa.Stop! In tutto max 3-4 ore a settimana. In tv non c'è altro per me. prima di tutto perchè lavoro e quando torno a casa non mi va di sentire cagate ma roba seria che colpi la mia curiosità. Poi perchè il PC offre milioni di aspettative in più (netgaming, chat, forum, teamspeak :D )LA TV DATELA AI RINCOGLIONITI A ME SOLO CULTURA, TNX!
    • theDRaKKaR scrive:
      Re: 503 persone
      se vuoi riformare le scienze statistiche fai pure...prima però fatti almeno 10 anni di studi statistici.. ma mica per niente, solo per essere un po' credibileciao
      • Bruco scrive:
        Re: 503 persone
        - Scritto da: theDRaKKaR
        se vuoi riformare le scienze statistiche fai
        pure...

        prima però fatti almeno 10 anni di
        studi statistici.. ma mica per niente, solo
        per essere un po' credibileNon c'è bisogno. Inferenza e teoria dei campioni di solito si studiano al secondo anno del corso di laurea in Scienze Statistiche...
        • theDRaKKaR scrive:
          Re: 503 persone
          il che non è abbastanza per proporre una riforma auterevole della teoria dei campioni...ovviamente anche studiare per tutta la vita scienze statistiche non rende automaticamente capaci di riformarne qualcosa..il fatto che il signore cassasse così allegramente la validità scientifica del numero del campione mi ha portato a chiedergli di adoperarsi per ideare una nuova teoria
          • 3p scrive:
            Re: 503 persone
            Ehmm, lungi da me il voler amabilmente discorrere di procedure statistiche... vorrei solo far notare che in molti "sondaggi" che ultimamente mi è capitato di avere sottomano ciò che risulta più evidente è il come si riesca bene a pilotare il risultato da parte dei committenti attraverso domande opportunamente poste o stratagemmi vari. Se il numero di intervistati (o di prove, etc) sia opportuno o meno, ad oggi lo vedo come un fattore secondario :D :D :D :D :D
          • theDRaKKaR scrive:
            Re: 503 persone
            concordo totalmente
      • Anonimo scrive:
        Re: 503 persone
        - Scritto da: theDRaKKaR
        se vuoi riformare le scienze statistiche fai
        pure...

        prima però fatti almeno 10 anni di
        studi statistici.. ma mica per niente, solo
        per essere un po' credibile

        ciaoSe (e dico SE) sai qualcosa di statistica dovresti sapere che oltre al campione è anche MOLTO importante avere le domande fatte, altrimenti il sondaggio NON ha valore
    • Anonimo scrive:
      Re: 503 persone
      Dovrebbero (secondo le norme delle società di ricerca), rappresentare l'universo, cioè in questo caso la popolazione italiana, proporzionalmente secondo criteri piuttosto rigidi.Sul sito dell'Autorità Garante Comunicazione, dovrebbero essere indicati i criteri di selezione - le società di ricerche sono obbligate a fornire questa comunicazione all'Autorità.
  • Anonimo scrive:
    Il digitale terrestre per fare che?
    C'è gà il digitale satellitare coi suoi monopoli e con i suoi tanti canali a pagamento che non sono nulla di così eccezionale. Non riescono a fare qualcosa di buono con gli attuali canali terrestri, cosa dovrebbero fare col digitale terrestre? Altra TV spazzatura senza ombra di dubbio. Così potremo vedere le scemenze di Panariello, le Lecciso, Apicella, Taormina di Cogne, Marzulli, Vesponi, tette e culi al silicone.Sinceramente io rimpiango il passato. Potevo vedere la tv senza avere l'impressione di star assistendo all'ennesima propaganda elettorale. Ormai la politica è dappertutto, ha rovinato tutto. Non c'è più nulla che non sia in qualche modo finalizzato alla politica. Di conseguenza non c'è più molto spazio per una TV di qualità. Niente jazz, niente teatro, niente lirica, niente danza classica o moderna...Così come le tv regionali sono state costrette ad eliminare quasi completamente i programmi normali per sostituirli con interminabili televendite, allo stesso modo le tv privilegiate di raiset e tronchetti provera sono costrette a fare solo politica... mascherandola a volte in vari modi, ma è sempre politica.Ovviamente la gente ne ha le scatole piene e la guarda sempre meno. Così loro sono costretti ad aumentare la pubblicità e relativi specchietti per le allodole.Questa è oggi la TV. Quindi cosa dovremmo aspettarci dal digitale terrestre se non ancora altra pubblicità, ancora altra spazzatura, altra politica?La TV cambierà quando Berlusconi se ne tornerà a casa insieme a questo mostro che ha generato. Solo allora nel Paese tornerà una certa calma, un clima democratico, un'alternanza politica normale ed anche una TV un po' più tranquilla in grado di offrire programmi normali. Io non chiedo cultura ad ogni costo, chiedo solo una tv DECENTE.
    • Anonimo scrive:
      Re: Il digitale terrestre per fare che?
      -
      La TV cambierà quando Berlusconi se
      ne tornerà a casa insieme a questo
      mostro che ha generato. Solo allora nel
      Paese tornerà una certa calma, un
      clima democratico, un'alternanza politica
      normale ed anche una TV un po' più
      tranquilla in grado di offrire programmi
      normali. Io non chiedo cultura ad ogni
      costo, chiedo solo una tv DECENTE.E tu pensi davvero che la TV normale l'avrai quando torneranno i vari Biagi, Santoro, Gruber....ecc. ecc.E, magari, avrai, al posto del Nano di Arcore, il Ladro di Ivrea?Guarda quali interessi si muovono a sinistra....e comincia a tremare!
      • Anonimo scrive:
        Re: Il digitale terrestre per fare che?
        - Scritto da: Anonimo

        -

        La TV cambierà quando Berlusconi
        se

        ne tornerà a casa insieme a
        questo

        mostro che ha generato. Solo allora nel

        Paese tornerà una certa calma, un

        clima democratico, un'alternanza
        politica

        normale ed anche una TV un po'
        più

        tranquilla in grado di offrire programmi

        normali. Io non chiedo cultura ad ogni

        costo, chiedo solo una tv DECENTE.

        E tu pensi davvero che la TV normale l'avrai
        quando torneranno i vari Biagi, Santoro,
        Gruber....ecc. ecc.
        E, magari, avrai, al posto del Nano di
        Arcore, il Ladro di Ivrea?
        Guarda quali interessi si muovono a
        sinistra....e comincia a tremare!PAROLE SANTE.....
        • Anonimo scrive:
          Re: Il digitale terrestre per fare che?
          Già è proprio vero il detto "i soldi fanno andare l'acqua al contrario"..... non esiste più destra o sinistra o centro gente.... sveglia..... chiunque salità a governare il paese farà i propri interesse non quelli del paese che l'ha votato è ora di capirlo non mi sembra troppo difficile come concetto.... del resto è 50 anni che ce lo dimostrano in più e più modi... leggi fatte ad hoc per il politicante di turno sono all'ordine del giorno e sotto gli occhi di tutti (fatte sia da governi di destra che di sinistra che di centro).... ci sono politici che hanno 80 anni e militano in politica da quando è iniziata la repubblica e hanno cambiamo schieramento 4 volte all'anno.... e qualcuno ha il coraggio di votarli dicendo lui è di sinistra e/o di destra.... ma sveglia!!!!!Vogliamo risollevare un po sto paese è ora di cambiare la classe politica ci vogliono persone giovani che capiscano cos'è l'innovazione, la ricerca..... non politici che capiscono solo come aumentarsi lo stipendio o scrivere discorsi per imbabolare la gente
      • ElfQrin scrive:
        Re: Il digitale terrestre per fare che?
        - Scritto da: Anonimo

        -

        La TV cambierà quando Berlusconi
        se

        ne tornerà a casa insieme a
        questo

        mostro che ha generato. Solo allora nel

        Paese tornerà una certa calma, un

        clima democratico, un'alternanza
        politica

        normale ed anche una TV un po'
        più

        tranquilla in grado di offrire programmi

        normali. Io non chiedo cultura ad ogni

        costo, chiedo solo una tv DECENTE.

        E tu pensi davvero che la TV normale l'avrai
        quando torneranno i vari Biagi, Santoro,
        Gruber....ecc. ecc.Anche tu sei contagiato... si tratta comunque di personaggi da TV politica.Non riesci a concepire una TV senza politica, come si diceva nel post precedente (che non ho scritto io) con jazz, teatro, balletti... insomma, senza neanche Vespa, né Biagi, Santoro, Gruber...
      • Anonimo scrive:
        Re: Il digitale terrestre per fare che?
        - Scritto da: Anonimo
        E, magari, avrai, al posto del Nano di
        Arcore, il Ladro di Ivrea?Ladrone di Ivrea, pergo.
      • leone2000 scrive:
        [OT]Re: Il digitale terrestre per fare
        - Scritto da: Anonimo

        -

        La TV cambierà quando Berlusconi
        se

        ne tornerà a casa insieme a
        questo

        mostro che ha generato. Solo allora nel

        Paese tornerà una certa calma, un

        clima democratico, un'alternanza
        politica

        normale ed anche una TV un po'
        più

        tranquilla in grado di offrire programmi

        normali. Io non chiedo cultura ad ogni

        costo, chiedo solo una tv DECENTE.

        E tu pensi davvero che la TV normale l'avrai
        quando torneranno i vari Biagi, Santoro,
        Gruber....ecc. ecc.beh, intanto loro non ci sono e la tv fa schifo.... qualche anno fa (quando loro c'erano ancora... ;-) ), il martedi sera su raiuno c'era quark, no i raccomandati..... e alle 20:30 c'era "il fatto" e poi "batti e ribatti", ora ci sono solo pacchi.......
        E, magari, avrai, al posto del Nano di
        Arcore, il Ladro di Ivrea?
        Guarda quali interessi si muovono a
        sinistra....e comincia a tremare!fatto sta che a sinistra non c'è un presidente del consiglio che ha in mano *tutta* la televisione (a parte la7 che fa pena) e che la controlla come sta succedendo ora; inoltre non c'è paese al mondo (tranne quelli TOTALITARI) in cui abbiamo un presidente del consiglio che ha affari in *tutti* i campi economici del paese...ciaoLEO
        • Anonimo scrive:
          Re: [OT]Re: Il digitale terrestre per fa

          fatto sta che a sinistra non c'è un
          presidente del consiglio che ha in mano
          *tutta* la televisione (a parte la7 che fa
          pena) mi spiace smentirti,ma star trek e sex and the cisty sono carini, e sono un pubblico light.ferrara pur essendo di parte fa una trasmissione abb interessante, con pochi ospiti che parlano (forse sempre gli stessi) ed è una tarssmione di approfondimento politicoSfera è peggio di super quark, ma sinceramente non so la differenza di budget tra i due, e cmq è sempre meglio di sai Xkè su rete 4, quindi è un programma culturalese aggiungi che su MTV ci sono gli anime, e scrubs, target giovaneDirei che un po di trasmissioni alternative ci sono.il problema o il vantaggio a secondo dei punti di vista, è che come diceva SIlvio, la maggior parte degli italiani hanno meno della 2 media, persone poco aculturare, i cui argomenti di discussione sono 41Sport=calcio2Cibo3Sesso4 Sport= claciocalcio e dopo il calcio si ricomincia con gli altri, quindi chi paga la pubblictò è interessato a questo target di pecore.Se vi può incoraggiare, io abitato in UK e la la cultura media non è molto meglioDa'altrone è molto più facile comandare un popolo bue che uno che ragiona, occhio però che fino a quando l'economia tira tutte le carte fanno 60, ma quando ci sono i problemi seri, il popolo buoe conosce solo una soluzione, la rivolta
      • Anonimo scrive:
        Re: Il digitale terrestre per fare che?
        - Scritto da: Anonimo
        E tu pensi davvero che la TV normale l'avrai
        quando torneranno i vari Biagi, Santoro,
        Gruber....ecc. ecc.
        E, magari, avrai, al posto del Nano di
        Arcore, il Ladro di Ivrea?
        Guarda quali interessi si muovono a
        sinistra....e comincia a tremare!Biagi, Santoro e Gruber purtroppo non torneranno, ma non è questo che mi interessa. Coi precedenti governi c'era la lottizzazione è vero, ma lo scontro politico non è mai stato così duro come ora e di conseguenza la tv non si occupava così tanto di politica esplicita o mascherata e avevi la possibilità di vedere programmi normali, non finalizzati a propagandare una certa ben precisa immagine sociale e quindi non finalizzati a scelte politiche. Il caso Berlusconi è unico nella storia di 50 anni di TV. Un presidente del consiglio che possiede mezza Italia e controlla direttamente o indirettamente radio, tv, giornali, ecc. E' ovvio che in una situazione simile la tv non può che essere spazzatura al 90%. Quando Berlusconi andrà via dalla politica, solo allora la tv potrà tornare come prima. Non ho detto potrà essere perfetta perché non lo sarà mai e non lo è mai stata, ma potrà tornare almeno ad una situazione un po' più normale, senza tutte queste tensioni politiche che la devastano.
    • ElfQrin scrive:
      TV spazzatura
      - Scritto da: Anonimo
      cosa dovrebbero fare col digitale
      terrestre? Altra TV spazzatura senza ombra
      di dubbio. Così potremo vedere le
      scemenze di Panariello, le Lecciso,
      Apicella, Taormina di Cogne, Marzulli,
      Vesponi, tette e culi al silicone.

      Sinceramente io rimpiango il passato. Potevo
      vedere la tv senza avere l'impressione di
      star assistendo all'ennesima propaganda
      elettorale.Concordo, ma non credo le cose cambino a seconda di chi sta al potere, è dalla fine degli anni '80 che la TV è precipitata nel pozzo dello squallore.Mi ricordo che una volta si parlava di "TV spazzatura" per definire qualche rara trasmissione... adesso che è tutta spazzatura per definire qualche rara trasmissione si parla di "TV di qualità" (talvolta infilandoci altra spazzatura nel mezzo, tanto per nobilitarla).
      • Anonimo scrive:
        Re: TV spazzatura
        - Scritto da: ElfQrin
        Concordo, ma non credo le cose cambino a
        seconda di chi sta al potere, è dalla
        fine degli anni '80 che la TV è
        precipitata nel pozzo dello squallore.

        Mi ricordo che una volta si parlava di "TV
        spazzatura" per definire qualche rara
        trasmissione... adesso che è tutta
        spazzatura per definire qualche rara
        trasmissione si parla di "TV di
        qualità" (talvolta infilandoci altra
        spazzatura nel mezzo, tanto per
        nobilitarla).Non è questione di chi sta al potere. Il problema si chiama SILVIO BERLUSCONI che non è né di destra né di sinistra. Forza Italia nacque nel giro di una notte. Prima ci pensava Craxi a proteggere Berlusconi, ma quando scoprirono la sua corruzione se ne scappò ad Hamamet in Tunisia e quindi Berlusconi dovette scendere in campo cioè darsi lui stesso alla politica per proteggersi da solo, come infatti ha fatto con tutte le varie leggi ad personam. Così le sue reti divennero strumento di propaganda politica, il suo giornale idem, tanto che Montanelli disustato se ne andò. E molti Italiani che erano all'oscuro di questi loschi traffici credettero nell'imprenditore che si era "fatto da solo" e che se era stato tanto bravo con le sue aziende sarebbe stato altrettanto bravo con l'azienda Italia... e lo abbiamo visto. Tra poco ci toccherà uscire dall'euro e passare alla pizza di fango del Camerun. Ricordo quel che disse Iva Zanicchi in una delle ultime puntate di Sciuscià: "Per essere tanto ricco vorrà dire che ruberà di meno". Risate trattenute a stento da chi avrebbe voluto dirle: "Per essere tanto ricco si vede che ha già rubato un bel po' e continuerà a farlo".
    • Anonimo scrive:
      Re: Il digitale terrestre per fare che?

      chiedo solo una tv DECENTE.Concordo al 100% tranne che per la richiesta finale.Non dobbiamo chiedere una TV decente, ma una TV pluralista. Il concetto di "decente" o "intelligente" o "spazzatura" sono concetti soggettivi. Quello che per te è spazzatura per milioni di italiani è decente, così come quello che per me è equilibrato per altri è fazioso. Quindi è inutile entrare in una discussione di questo tipo perchè non se ne esce.Quello che dobbiamo chiedere è una TV pluralista, in cui il più alto numero di editori possano competere tra di loro ad armi pari, ad esempio garantendo loro lo stesso numero di licenze e di frequenze. Poi il migliore farà gli ascolti più alti e venderà più pubblicità, ma almeno avranno tutti la possibilità di provarci. Dovrebbe essere così in una paese veramente liberale e liberista.E' chiaro che Berlusconi, finchè gli converrà, terrà tutto quanto così, in attesa che la legge Gasparri dia i suoi frutti. Quindi mi auguro che un Ulivo (o come cavolo si chiama adesso) vincente nella prossima legislatura affronti e risolva il problema con molta più decisione di quanto abbia fatto in passato.
  • silviososio scrive:
    Tv via cavo?
    Il 40% ha la Tv via cavo? Dove hanno fatto l'inchiesta, alla sede di Fastweb?
    • Anonimo scrive:
      Re: Tv via cavo?
      si, certo, il cavo della corrente elettrica... :D
    • Anonimo scrive:
      Re: Tv via cavo?
      - Scritto da: silviososio
      Il 40% ha la Tv via cavo? Dove hanno fatto
      l'inchiesta, alla sede di Fastweb?... ci sono più utenti con la TV via cavo che con la console ...ognuno tragga le proprie conclusioni.
    • Anonimo scrive:
      Re: Tv via cavo?
      - Scritto da: silviososio
      Il 40% ha la Tv via cavo? Dove hanno fatto
      l'inchiesta, alla sede di Fastweb?Credo che questo dato da solo dimostri la falsità e non rappresentatività dei dati.A meno che il campione non fosse rappresentato esclusivamente da milanesi, ma qui lo spacciano come rappresentativo di tutta l'Italia.
  • Anonimo scrive:
    Il pc:ovvero....
    ...........una tv con i tasti.Per l'italiano medio.
  • Anonimo scrive:
    intanto ieri sera...
    le trasmissioni su DT di Fastweb (perlomeno a Roma) non funzionavano e mi sono dovuto vedere il telegiornale usando la vecchia antenna, figuriamoci se l'avessero tolta!!! questa è la marcia del gambero, più si va avanti e più si va indietro per i prodotti per la TV, che schifo:D
    • Anonimo scrive:
      Re: intanto ieri sera...
      si....buttiamo via tutto, basta, bruciamo satelliti, parabole e decoder, si dai via tutto, anzi torniamo al bianco e nero! VAI ! ! !
    • Anonimo scrive:
      Re: intanto ieri sera...
      - Scritto da: Anonimo
      le trasmissioni su DT di Fastweb (perlomeno
      a Roma) non funzionavano e mi sono dovuto
      vedere il telegiornale usando la vecchia
      antenna, figuriamoci se l'avessero tolta!!!
      questa è la marcia del gambero,
      più si va avanti e più si va
      indietro per i prodotti per la TV, che
      schifo:DDa quando in qua fastweb trasmette in DT?!?!
      • Anonimo scrive:
        Re: intanto ieri sera...
        infatti non trasmette, replica sul cavo alcuni canali. Quella di FW è stata vera pubblicità ingannevole.
  • Anonimo scrive:
    La TV soppiantò la carta stampata.....
    ...............INTERNET SOPPIANTERA' la Tv, ma chi soppianterà Internet tra 20/30 anni??????
  • Anonimo scrive:
    Perchè...
    ...non fanno cose utili come dei corsi: di cucina, di cucito, di ballo, di informatica anche avanzati magari cazzo ne so...configurare un cluster in diretta sarebbe figo oppure un corso di guida veloce o un corso di difesa personale, insomma qualcosa di intelligente e non le solite puttanate pro-fighetto che fanno ora tipo Defilippi&co.Potrebbero anche trasmettere lezioni universitare in orari decenti in modo che uno se le guarda e magari riusciamo anche a sollevare l'IQ bassissimo di questo paese decadente.Alternativamente anche un po' di sport differente dal solito calcio non farebbe male, magari un po' di rally o qualche sport di squadra straniero non mi farebbe schifo.
    • Anonimo scrive:
      Re: Perchè...
      - Scritto da: Anonimo
      ...non fanno cose utili come dei corsi: di
      cucina, di cucito, di ballo, di informatica
      anche avanzati magari cazzo ne
      so...configurare un cluster in diretta
      sarebbe figo oppure un corso di guida veloce
      o un corso di difesa personale, insomma
      qualcosa di intelligente e non le solite
      puttanate pro-fighetto che fanno ora tipo
      Defilippi&co.
      Potrebbero anche trasmettere lezioni
      universitare in orari decenti in modo che
      uno se le guarda e magari riusciamo anche a
      sollevare l'IQ bassissimo di questo paese
      decadente.
      Alternativamente anche un po' di sport
      differente dal solito calcio non farebbe
      male, magari un po' di rally o qualche sport
      di squadra straniero non mi farebbe schifo.Con il D.T. questo sara' possibile. Ci saranno a disposizione molti ma molti piu' canali.Il problema temo sara' un altro. Quello che costa alle TV, non e' la trasmissione, bensi' la produzione di nuovi programmi, l'acquisto di materiale prodotti da terzi e il pagamento dei diritti. Qello che vedo nel D.T. sara' quindi molto buio: ad esempio dodici canali, uno per stanza del GF, ovviamente a pagamento :(
      • Anonimo scrive:
        Re: Perchè...
        Si vabbè allora butto la tv nel cesso che si fa prima, tanto ormai non la guardo piu'. :@
      • Anonimo scrive:
        Re: Perchè...
        - Scritto da: Anonimo
        Con il D.T. questo sara' possibile. Ci
        saranno a disposizione molti ma molti piu'
        canali.Ma chi sei, Gasparri?
        Il problema temo sara' un altro. Quello che
        costa alle TV, non e' la trasmissione,
        bensi' la produzione di nuovi programmi,
        l'acquisto di materiale prodotti da terzi e
        il pagamento dei diritti. Qello che vedo nel
        D.T. sara' quindi molto buio: ad esempio
        dodici canali, uno per stanza del GF,
        ovviamente a pagamento :(Ah, mi pareva infatti... ma allora non sei Gasparri.
        • Anonimo scrive:
          Re: Perchè...
          - Scritto da: Anonimo
          - Scritto da: Anonimo

          Con il D.T. questo sara' possibile. Ci

          saranno a disposizione molti ma molti
          piu'

          canali.

          Ma chi sei, Gasparri?


          Il problema temo sara' un altro. Quello
          che

          costa alle TV, non e' la trasmissione,

          bensi' la produzione di nuovi programmi,

          l'acquisto di materiale prodotti da
          terzi e

          il pagamento dei diritti. Qello che
          vedo nel

          D.T. sara' quindi molto buio: ad esempio

          dodici canali, uno per stanza del GF,

          ovviamente a pagamento :(

          Ah, mi pareva infatti... ma allora non sei
          Gasparri.No, non sono Gasparri :-)Ma non sono nemmeno uno che rifiuta una tecnologia solo perche' proposta (o imposta come meglio credi) dal centrodestra.Io l'ho provata, il segnale e' molto buono. Col PC salvi direttamente lostream mpeg (come si fa col sat). Con un canale analogico si possono avere fino a otto canali digitali. Per me questa e' una buona cosa. Dal punto di vista tecnicologico mi sembra un salto in avanti.
    • 3p scrive:
      Re: Perchè...
      - Scritto da: Anonimo
      ...non fanno cose utili come dei corsi: di
      cucina, di cucito, di ballo, di informatica
      anche avanzati magari cazzo ne
      so...configurare un cluster in diretta
      sarebbe figo oppure un corso di guida veloce
      o un corso di difesa personale, insomma
      qualcosa di intelligente e non le solite
      puttanate pro-fighetto che fanno ora tipo
      Defilippi&co.Lungi da me essere filo-castrista, ma prova a dare un'occhiata ai programmi delle TV cubana... a me lo ha fatto notare una mia amica (questa sì filocastrista ;) ) e onestamente ne sono rimasto stupito: Corsi universitari (matematica, fisica,...), di cucina, .... In questo abbiamo da imparare parecchio da loro, mi sa.... :oCiao
      • Anonimo scrive:
        Re: Perchè...

        Lungi da me essere filo-castrista, ma prova
        a dare un'occhiata ai programmi delle TV
        cubana... a me lo ha fatto notare una mia
        amica (questa sì filocastrista ;) ) e
        onestamente ne sono rimasto stupito: Corsi
        universitari (matematica, fisica,...), di
        cucina, .... In questo abbiamo da imparare
        parecchio da loro, mi sa.... :oPeccato che abbiano SOLO quelle trasissioni.Sai che bello cenare con l'unica trasmissione in onda,cioe' un corso di taglio e cucito?
        • Anonimo scrive:
          Re: Perchè...
          Vero che magari hanno uno solo canale.... ma qui siamo in Italia mica a Cuba e di canali....uuuuhhh quanti ne vuoi :-)
          • Anonimo scrive:
            Re: Perchè...
            - Scritto da: Anonimo
            Vero che magari hanno uno solo canale.... ma
            qui siamo in Italia mica a Cuba e di
            canali....uuuuhhh quanti ne vuoi :)Meglio 100 canali che trasmettono stron*ate, piuttosto di uno che non te ne puo' fregare di meno. Almeno c'e' scelta (oltre la liberta' di spegnere la tv).
        • Anonimo scrive:
          Re: Perchè...
          - Scritto da: Anonimo
          Sai che bello cenare con l'unica
          trasmissione in onda,
          cioe' un corso di taglio e cucito?Non che cenare con Panariello o la De Filippi sia meglio...
          • Anonimo scrive:
            Re: Perchè...
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Anonimo

            Sai che bello cenare con l'unica

            trasmissione in onda,

            cioe' un corso di taglio e cucito?

            Non che cenare con Panariello o la De
            Filippi sia meglio...Posso cenare con uno dei 10 TG (a MIA scelta).
          • Anonimo scrive:
            Re: Perchè...
            oppure puoi spegnere (ancora meglio buttare) la stramaledetta televisione e cenare insieme alla tua famiglia anziche' cenare ognuno insieme alla televisione pur stando tutti alla stessa tavola
  • Anonimo scrive:
    lentamente la TV perderà importanza
    Credo che al 30/40 % dei giovani di oggi la TV freghi sempre meno. Chiedetegli se dovessero scegliere tra TV e PC (quindi INTERNET e VIDEO-GAME) non penso proprio sceglierebbero di rinunciare per sempre al PC, ma alla TV sì
    • Anonimo scrive:
      Re: lentamente la TV perderà importanza
      Vero, la rete mi da il nutrimento. Ho scaricato una interminabile sfilza di video anni 80 che sulla TV non riesco a vedere manco in 100 anni, tra cui: ABBA, MJ, NENA etc.......altro che M(erd)TV
      • Anonimo scrive:
        Re: lentamente la TV perderà importanza
        e ormai con il pc ti vedi i canali non solo italiani ma di tutto il mondo, almeno in Francia.. dove se la sbattono questa scatola inutile e superata già da internet, voluta da Silvio per continuare a controllare le TV e il popolo (e la pubblicità, ovvio)a 15 mbits per 29 euro al mese ti offrono il box televisivo "Freebox TV" con telecomando http://adsl.free.fr poi con 1 mbits in upload si potranno creare altre stazioni web-tv.. argh!! libertà dell'informazione in italia? vade retro!!
  • Anonimo scrive:
    Io quasi non la guardo più la television
    Credo di essere arrivato a 4 o 5 ore la settimana x la TVed almeno 50 ore la settimana per internetCosè la televisione, troppo rudimentale, poco creativa, poca possibilità di decidere cosa fare
    • Anonimo scrive:
      Re: Io quasi non la guardo più la televi

      Cosè la televisione, troppo
      rudimentale, poco creativa, poca
      possibilità di decidere cosa faretroppo controllata; se guardo 2 ore di tv la settimana e' tanto e ho messo una bella pietra sopra anche ai film , dopo tutti questi casini mi stanno un poco indigesti.
  • Anonimo scrive:
    D.T.? No grazie!
    Dovrei sorbirmi sta sbobba con l'unico scopo di vedere il Milan... e in più a pagamento? Neanche se me lo mandassero per posta... I soldi di questo incentivo che li adoperino per ampliare la copertura adsl, invece di usarli per fini privati. Tra l'altro il D.T. è "interattivo" solo se connesso con la rete telefonica, e senza copertura flat adsl la vedo dura... però l'importante è che tutti gli italiani ce l'abbiano, a costo di regalarlo, tanto i contratti di trasmissione più importanti sono stati sottoscritti, e MediaSet ha la fetta più grossa... vero Silvio?
    • TrollSpammer scrive:
      Re: D.T.? No grazie!
      - Scritto da: Anonimo
      tanto i contratti di trasmissione
      più importanti sono stati
      sottoscritti, e MediaSet ha la fetta
      più grossa... vero Silvio?sempre a pensar male.. povero silvio!!! :s
    • fasibia scrive:
      Re: D.T.? No grazie!
      - Scritto da: Anonimo
      Dovrei sorbirmi sta sbobba con l'unico scopo
      di vedere il Milan... Pensa che sfiga se ti capita l'inter!
    • Anonimo scrive:
      Re: D.T.? No grazie!
      Controllo........ regalare il DDT vuol dire un domani poter controllare una bella massa di "grandi fratelli dipendenti e simili" ..... :)
      • Anonimo scrive:
        Re: D.T.? No grazie!
        - Scritto da: Anonimo
        Controllo........ regalare il DDT vuol dire
        un domani poter controllare una bella massa
        di "grandi fratelli dipendenti e simili"
        ..... :)Ai tempi di mio padre bastava offire loro la colazione al sacco...e partivano a migliaia con le bandiere rosse!!!Come vedi, per controllare gli italiani basta davvero poco....
        • Anonimo scrive:
          Re: D.T.? No grazie!
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          Controllo........ regalare il DDT vuol
          dire

          un domani poter controllare una bella
          massa

          di "grandi fratelli dipendenti e simili"

          ..... :)
          Ai tempi di mio padre bastava offire loro la
          colazione al sacco...e partivano a migliaia
          con le bandiere rosse!!!
          Come vedi, per controllare gli italiani
          basta davvero poco....infatti si abbassano le tasse....
          • Anonimo scrive:
            Re: D.T.? No grazie!
          • Anonimo scrive:
            Re: D.T.? No grazie!
            E' già abbassano le tasse....... che bello!!!!! Adesso si che sono proprio felice..... infatti pagherò 400? in più all'anno...... perchè sono single, ho un'appartamento, non ho figli e anziani a carico e mi spacco il c..o a lavorare.... è giusto che paghi di più..... SONO FELICE!!!!!! :@
          • Anonimo scrive:
            Re: D.T.? No grazie!
            - Scritto da: Anonimo
            E' già abbassano le tasse....... che
            bello!!!!! Adesso si che sono proprio
            felice..... infatti pagherò 400? in
            più all'anno...... perchè sono
            single, ho un'appartamento, non ho figli e
            anziani a carico e mi spacco il c..o a
            lavorare.... è giusto che paghi di
            più..... SONO FELICE!!!!!! :@Dimentichi che aumentano sigarette, bolli, imposte comunali....
          • Anonimo scrive:
            Re: D.T.? No grazie!
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            E' già abbassano le tasse.......
            che

            bello!!!!! Adesso si che sono proprio

            felice..... infatti pagherò 400?
            in

            più all'anno...... perchè
            sono

            single, ho un'appartamento, non ho
            figli e

            anziani a carico e mi spacco il c..o a

            lavorare.... è giusto che paghi
            di

            più..... SONO FELICE!!!!!! :@

            Dimentichi che aumentano sigarette, bolli,
            imposte comunali....io invece risparmiero 67,70euro in un anno, grazie silvio!!!
          • AlphaC scrive:
            Re: D.T.? No grazie!
            - Scritto da: Anonimo
            io invece risparmiero 67,70euro in un anno,
            grazie silvio!!! Sei sicuro hai fatto i conti con le imposte regionali e comunali che sono state aumentate? E guarda che sono state aumentate perchè a loro volta devono pagare di più allo stato... Togli da una parte e metti dall'altra... e l'italiano beve....
    • Anonimo scrive:
      Re: D.T.? No grazie!
      - Scritto da: Anonimo
      tanto i contratti di trasmissione
      più importanti sono stati
      sottoscritti, e MediaSet ha la fetta
      più grossa... vero Silvio?chi ti ha detto questa bugia, Falsino... emh volevo dire... Fassino?
      • Anonimo scrive:
        Re: D.T.? No grazie!
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo


        tanto i contratti di trasmissione

        più importanti sono stati

        sottoscritti, e MediaSet ha la fetta

        più grossa... vero Silvio?

        chi ti ha detto questa bugia, Falsino... emh
        volevo dire... Fassino?no, semplicemente Pier, il figlio del presidente, che ha già pagato diritti a gogo per accaparrarsi l'accaparrabile. Poi se a te piace l'idea niente in contrario, ma nn concepisco che si usino soldi pubblici per incentivare un privato che nn necessita di questi aiutini. Se Mediaset punta sul D.T. che faccia come Sky, e non lo renda d'obbligo tramite decreto legge. Sarebbe come fare un decreto legge che impone la circolazione solo di macchine FIAT...
  • Anonimo scrive:
    Non c'è speranza per il D.T.
    La televisione digitale terrestre, se non si può collegare ad Internet a banda larga, non potrà mai eguagliare un computer desktop in termini di prestazioni, configurabilità e versatilità. C'è poco da fare.
    • Anonimo scrive:
      Re: Non c'è speranza per il D.T.
      e invece hanno speranza. Il 90% delle persone non sa far funzionare il videoregistratore e tu vuoi mettergli un PC in mano?
    • Anonimo scrive:
      Re: Non c'è speranza per il D.T.
      Ci sono gia' i primi STB con connessione LAN e WiFi (per non parlare dei TV color che la integrano gia'). La velocita' (in questo caso di upload) e' un fattore assolutamente superabile.Il fatto e' che vedo poca utilita' nell'utilizzare un sistema alternativo quando con un box multifunzionale (vedi Microsoft) e' possibile fare questo e' ben altro.L'unica certezza e' che il vecchio sistema analogico e' effettivamente superato, e la TV Digitale Terrestre era una (delle tante) alternative da DOVER considerare.Faranno pure cavolate in TV, ma intanto ci sono (ancora) milioni di persone che la guardano... non si puo' certo dire che sia morta ne' tantomeno in declino.
      • fasibia scrive:
        Re: Non c'è speranza per il D.T.
      • Anonimo scrive:
        Re: Non c'è speranza per il D.T.
        - Scritto da: Anonimo
        Ci sono gia' i primi STB con connessione LAN
        e WiFi (per non parlare dei TV color che la
        integrano gia'). La velocita' (in questo
        caso di upload) e' un fattore assolutamente
        superabile.
        Il fatto e' che vedo poca utilita'
        nell'utilizzare un sistema alternativo
        quando con un box multifunzionale (vedi
        Microsoft) e' possibile fare questo e' ben
        altro.Guarda che la TV ha questo di insuperabile, rispetto al PC: FUNZIONA!Per usare il PC bisogna, al giorno d'oggi, combattere con virus, worm, troian, patch, schermi blu...La gente ne ha già le OO piene in ufficio, secondo te si vuole portare questi guai anche a casa mentre, per esempio, guarda il GF (schermo blu su un pettegolezzo) o salernitana-como (schermo blu su un gollonzo)?La TV deve FUNZIONARE, senza rompere, senza richiedere di saperla usare.Il DT, se non si dimostrerà bucato dal punto di vista sicurezza, sarà questa risposta.Qui tutti a dire "io la TV non la guardo più", ed anch'io lo dico.Ma questo è un forum informatico, frequentato da informatici, là fuori il mondo è diverso!Saluti....................Enrico (linux)
        • Anonimo scrive:
          Re: Non c'è speranza per il D.T.
          - Scritto da: Anonimo
          ...
          La gente ne ha già le OO piene in
          ufficio, secondo te si vuole portare questi
          guai anche a casa mentre, per esempio,
          guarda il GF (schermo blu su un
          pettegolezzo)...Nel caso di schermata blu durante un pettegolezzo del GF il livello culturale della trasmissione aumenterebbe di parecchi punti. ;)
  • rumenta scrive:
    che campione....
    però... addirittura 503 persone tra i 14 e i 79 anni....bel campione davvero.... forse, oltre a chiarire le evidenti str.... hemmm... storture presentate (tv via cavo al 40%!!!!:|), sarebbe anche il caso di capire come possano ritenerlo rappresentativo!! :|mah, che dire... forse affidandole a ciccio e nonna papera le statistiche potrebbero essere più affidabili....
    • Anonimo scrive:
      Re: che campione....
      Ben lo 0,00088% della popolazione italiana!!Wow, che bel campione!! :D
      • Anonimo scrive:
        Re: che campione....
        - Scritto da: Anonimo
        Ben lo 0,00088% della popolazione italiana!!
        Wow, che bel campione!! :DE' naturale che un campione piu' numeroso sarebbe stato piu' affidabile, ma quel che conta e' CHI fa parte del campione.Nel caso del 40% della TV via cavo fa pensare che il campione sia composto esclusivamente da abitanti dove c'e' copertura fastweb. Credo comunque ci sia stato un enore errore di calcolo, o la domanda posta male.
      • Anonimo scrive:
        Re: che campione....
        - Scritto da: Anonimo
        Ben lo 0,00088% della popolazione italiana!!
        Wow, che bel campione!! :DIn effetti, un sondaggio simile qualche giorno fa sempre sul Corriere diceva che una parte maggioritaria degli italiani sarebbe contraria alla procreazione assistita eterologa. La cosa è sconvolgente: o ci siamo fatti fare il lavaggio del cervello dal Vaticano, o anche in questo caso siamo di fronte a un campione ben poco rappresentativo, visto che altri sondaggi fatti l'anno scorso avevano dato gli italiani per favorevoli sull'eterologa quasi al 70%. Boh. vedremo.-- Stefano
      • Anonimo scrive:
        Re: che campione....
        Se fosse fatto con i criteri giusti sarebbe un campione sufficiente per dare risposte indicative abbastanza vicine alla realtà.Prova tu a pensare a 500 persone che conosci, non ti sarà facile.Il punto è che spesso i criteri di selezione (che dovrebbero selezionare persone che rappresentino veramente la popolazione italiana) o sono fatti alla cazzo, o le domande sono mal poste, oppure i risultati sono male interpretati (ma non credo sia questo il caso).Molto dipende poi da CHI ha commissionato la ricerca (tipo Microsoft commissiona ricerche in cui risulta che i suoi prodotti sono meglio in tutto).
  • Anonimo scrive:
    che vi aspettate
    da un paese in cui Grande Fratello batte super quark e macchina del tempo ai telegatti. Comunque scherzi a parte sono veramente poche le trasmissioni che si salvano oggi. A parte i rari documentari che non vogliono mai mandare perchè non fanno ascolti che cosa ci è rimasto? Si vede solo Costanzo, De Filippi e Grande Fratello. Il problema è che alla massa piace. L'altro giorno ho sentito 2 ragazzi discutere di Hero (il film con jet li): "non mi è piaciuto, il protagonista muore come un deficiente". Sono veramente rabbrividito. Possibile che l'italiano medio non riesca a vedere un film con contenuti superiori ai film di Mc Bain (è lo schwarzenegger dei Simpson). Poi si lamentano se quando vengono truffati dai chiromanti
    • Anonimo scrive:
      Re: che vi aspettate
      - Scritto da: Anonimo
      da un paese in cui Grande Fratello batte
      super quark e macchina del tempo ai
      telegatti. Tragica verità.La migliore trasmissione italiana (Passpartout) viene vista da una percentuale minima. Altre buone trasmissioni come quelle della Gialappa's o il folle Cronache Marziane vengono visti da percentuali di spettatori decisamente inferiori a quelle che in altri paesi trasmissioni come quelle hanno.Forse è dovuto al fatto che in Italia c'è una percentuale di anziani enorme, c'è da dire.
      • Anonimo scrive:
        Re: che vi aspettate
        Se posso non mi perdo una puntata della trasmissione di Daverio. Dovrebbero metterla a un'orario più comodo.Ieri tra l'altro erano anche vicino a casa mia...
      • Anonimo scrive:
        Re: che vi aspettate

        Altre buone trasmissioni come quelle
        della Gialappa's o il folle Cronache
        Marziane vengono visti da percentuali di
        spettatori decisamente inferiori a quelle
        che in altri paesi trasmissioni come quelle
        hanno.Wow non c'e' che dire, trasmissioni proprio "intelligenti".E poi ci si stupisce dei risultati dei sondaggi ...
    • fasibia scrive:
      Re: che vi aspettate

      L'altro giorno ho sentito 2 ragazzi
      discutere di Hero (il film con jet li): "non
      mi è piaciuto, il protagonista muore
      come un deficiente". Sono veramente
      rabbrividito. I 2 film che ho preferito, tra gli ultimi visti, sono the village e hero.In entrambi i casi dovevi vedere le facce stralunate all'uscita del cinema.. Peggio che delusi. Vabbuò, arriverà vanzina anche quest'anno a monopolizzare i botteghini.Invece a "Alien vs. predator" erano tutti contenti e sorridenti. Hanno disturbato il mio sonno. (serio: ho dormito al cinema. Ed è la prima volta che mi succede. La seconda, contando "mi manda picone", che non era male: ma avevo 8 anni)
      • Anonimo scrive:
        Re: che vi aspettate

        Invece a "Alien vs. predator" erano tutti
        contenti e sorridenti. Hanno disturbato il
        mio sonno.Gulp! con quello che costa il cinema prenderei dei farmaci antisonno se fossi in te, altro che dormire!!!!
        • fasibia scrive:
          Re: che vi aspettate
          - Scritto da: Anonimo


          Invece a "Alien vs. predator" erano
          tutti

          contenti e sorridenti. Hanno disturbato
          il

          mio sonno.

          Gulp! con quello che costa il cinema
          prenderei dei farmaci antisonno se fossi in
          te, altro che dormire!!!!Credimi, i soldi indietro non te li danno.. Meglio dormirci sopra quella porcata
      • reflection scrive:
        Re: che vi aspettate
        - Scritto da: fasibia
        I 2 film che ho preferito, tra gli ultimi
        visti, sono the village e hero.Oltretutto, nota il paradosso. Shaymalan ha fatto 2 buffonate di films come il Sesto Senso e Signs, che hanno riscontrato un successone in Italia. Ha fatto due CAPOLAVORI come Unbreakable e The Village che è veramente geniale 100%, e la gente è schifita. Ci vuole il manganello culturale in Italia. Bisognerebbe costringere tutti a leggere Dostoyeski e Tolkien (rispettivamente noto sinistroide e noto destroide).
        • fasibia scrive:
          Re: che vi aspettate
          . Ha fatto due
          CAPOLAVORI come Unbreakable e The Village
          che è veramente geniale 100%, e la
          gente è schifita. Ci vuole il
          manganello culturale in Italia. Bisognerebbe
          costringere tutti a leggere Dostoyeski e
          Tolkien (rispettivamente noto sinistroide e
          noto destroide).Unbreakble mi è piaciuto tantissimo, non conoscevo il regista..Mi ha davvero emozionato.Il sesto senso lo ricordo poco.. certo che non è banale però..
          • reflection scrive:
            Re: che vi aspettate
            - Scritto da: fasibia
            . Ha fatto due

            CAPOLAVORI come Unbreakable e The
            Village

            che è veramente geniale 100%, e
            la

            gente è schifita. Ci vuole il

            manganello culturale in Italia.
            Bisognerebbe

            costringere tutti a leggere Dostoyeski e

            Tolkien (rispettivamente noto
            sinistroide e

            noto destroide).

            Unbreakble mi è piaciuto tantissimo,
            non conoscevo il regista..Mi ha davvero
            emozionato.
            Il sesto senso lo ricordo poco.. certo che
            non è banale però..Vero, come sceneggiatura ha assolutamente modificato il modo di fare cinema da lì in avanti, per quanto sia soltanto una ripresa concettuale della Luccicanza di Stephen King, ma la fotografia e la direzione sono qualcosa di obbrobrioso nel patetico tentativo di emulare il Kubrick di Shining nelle prese frontali tipiche del mitico triciclo nei corridoi di Overlook Hotel... Io fossi un regista controllerei 12 volte che i microfoni non sono stati pescati dalla cinepresa; nel Sesto Senso se non erro in 3 piani si vede la fantomatica giraffa... Il montaggio è banalotto e gli attori spenti. Bruce Willis di Unbreakable










            Bruce Willis de Sixth Sense...Il mio indomabile spirito da critico cinematografico fallito emerge :D
          • fasibia scrive:
            Re: che vi aspettate

            Il mio indomabile spirito da critico
            cinematografico fallito emerge :D:D - unico appunto: se i microfoni li hai visti al cinema in alto non vale, è colpa del proiezionista!
          • reflection scrive:
            Re: che vi aspettate
            - Scritto da: fasibia

            Il mio indomabile spirito da critico

            cinematografico fallito emerge :D

            :D - unico appunto: se i microfoni li hai
            visti al cinema in alto non vale, è
            colpa del proiezionista!Mo va là! E' sempre colpa del regista. In ogni caso li ho notati (senza nemmeno fare troppa fatica) su VHS :D
          • fasibia scrive:
            Re: che vi aspettate

            Mo va là! E' sempre colpa del
            regista. In ogni caso li ho notati (senza
            nemmeno fare troppa fatica) su VHS :DOk, su vhs vale.Per completezza: cito dal (mitico) bloopers.it, sezione errori comuni:-----Microfonaggio / CameramanPenso che non esista film a presa diretta che non presenti qualche microfono di scena ripreso nelle inquadrature.Ciò è dovuto al fatto che la scena ripresa è solitamente più ALTA di come apparirà la proiezione e quindi solo un cineasta molto esperto sa se e come il microfono apparirà nel tagliato finale. A tale proposito guardate cosa ci dice Filo (un utente del sito) a riguardo: Non credo di dirvi una cosa nuova informandoti che, nove su dieci, la vista dei microfoni dipende solo dalla sala cinematografica (dall'operatore, dal taglio del mascherino e così via) dove il film viene proiettato. Se becchi la giornata storta o il cinema "maledetto" (per esempio, fai un salto su http://www.geocities.com/Hollywood/Location/2017/Listanera.html) ecco che ti sorbisci un bel "Il Sesto Senso" dove il bambino vede i morti e tu (spettatore) vedi tutti i microfoni. Nella sala a fianco, magari, stesso film ma nessun microfono "a vista". Tutto questo per dire che, forse, - e a meno di molteplici testimonianza e/o plateali sviste - non credo sia giusto o corretto annoverare tra i bloopers di un film (p.e. Chocolat, nel sito) la presenza di microfoni in campo (soprattutto, come nell'esempio citato, quando l'accadimento é ripetuto e continuo, e difficilmente sarebbe "passato" durante il montaggio). Mi sta bene che lo citi come "errore comune" (cfr. i libri di Matteo Molinari sull'argomento), ma non mi sembra giusto che citi come blooper un difetto derivante esclusivamente dall'incuria dell' operatore della sala dove il film e' stato proiettato, e che niente ha a che vedere con quelli che sono i "reali" bloopers di un film. -------
          • reflection scrive:
            Re: che vi aspettate

            Ok, su vhs vale.

            Per completezza: cito dal (mitico)
            bloopers.it, sezione errori comuni:

            -----
            Microfonaggio / Cameraman

            Penso che non esista film a presa diretta
            che non presenti qualche microfono di scena
            ripreso nelle inquadrature.
            Ciò è dovuto al fatto che la
            scena ripresa è solitamente
            più ALTA di come apparirà la
            proiezione e quindi solo un cineasta molto
            esperto sa se e come il microfono
            apparirà nel tagliato finale.

            A tale proposito guardate cosa ci dice Filo
            (un utente del sito) a riguardo:

            Non credo di dirvi una cosa nuova
            informandoti che, nove su dieci, la vista
            dei microfoni dipende solo dalla sala
            cinematografica (dall'operatore, dal taglio
            del mascherino e così via) dove il
            film viene proiettato. Se becchi la giornata
            storta o il cinema "maledetto" (per esempio,
            fai un salto su
            www.geocities.com/Hollywood/Location/2017/Lis

            -------Il problema è che guardo il 99% dei miei film su dvd ora, e non ho mai notato l'odiata giraffa! Però colgo il punto, 16:9 in presa e 4:3 in proiezione col il mic che deve stare sulla parte di taglio... Ma c'è anche da dire che solitamente quando si becca una giraffa, è perche' si trova nel bel mezzo del piano, quindi non concordo del tutto con gli amici di bloppers :)
          • fasibia scrive:
            Re: che vi aspettate

            Il problema è che guardo il 99% dei
            miei film su dvd ora, e non ho mai notato
            l'odiata giraffa! Però colgo il
            punto, 16:9 in presa e 4:3 in proiezione col
            il mic che deve stare sulla parte di
            taglio... Ma c'è anche da dire che
            solitamente quando si becca una giraffa,
            è perche' si trova nel bel mezzo del
            piano, quindi non concordo del tutto con gli
            amici di bloppers :)io credo in una buona via di mezzo. Ci sono, li ho visti anch'io, casi in cui la giraffa invade il campo. E il povero proiezionista in quel caso che può fare? vabbuò.. ;)
          • teddybear scrive:
            Re: che vi aspettate
            - Scritto da: fasibia
            Ok, su vhs vale.Mica tanto... spesso per ovviare al "problema" delle due bande nere eccessive sopra e sotto, tentano di prendere con il telecine anche due strisce orizzonali che normalmente dovrebbero essere coperte dal nero.
        • fasibia scrive:
          Re: che vi aspettate

          La situazione cambierà nei prossimi
          30 anni. L'Italia è piena di anziani,
          appena loro, ahimè, moriranno ci
          sarà uno svecchiamento culturale,
          pensi che i e le sessant'enni di oggi sono
          come saranno i sessant'enni di domani? Non
          credo, e questo è solo un bene.Io tremo: nel treno, venerdì, ero circondato dai SEDICENNI di OGGI! BRRRRRRIl discorso più culturale riguardava i modelli di cellulare.
          • TADsince1995 scrive:
            Re: che vi aspettate

            Io tremo: nel treno, venerdì, ero
            circondato dai SEDICENNI di OGGI! BRRRRRR
            Il discorso più culturale riguardava
            i modelli di cellulare.Concordo tristemente... Meno male che non sono tutti così, gli idioti c'erano anche quando li avevo io 16 anni, ma oggi la loro percentuale è aumentata a dismisura... Non oso immaginare cosa diventeranno, che lavoro faranno, abituati ad avere tutto pronto e facile, quando si troveranno davanti un datore di lavoro che chiederà loro: "Lei cosa sa fare? Quali sono le sue competenze?"...=
            Mi sa che aumenteranno a dismisura le domande per entrare in esercito-polizia-carabinieri...TAD
        • teddybear scrive:
          Re: che vi aspettate
          - Scritto da: TADsince1995
          La situazione cambierà nei prossimi
          30 anni. L'Italia è piena di anziani,
          appena loro, ahimè, moriranno ci
          sarà uno svecchiamento culturale,
          pensi che i e le sessant'enni di oggi sono
          come saranno i sessant'enni di domani? Non
          credo, e questo è solo un bene.I sessantenni di oggi sono quelli che si sono fatti un c..o cosi' per costruire qualcosa dopo la guerra, avevano il sogno di una grande nazione e sono rimasti inchiappettati.I sessantenni di domani sono quelli che oggi guardano il grande fratello, non hanno ideali e il loro piu' grande sogno e' scaricarsi il nuovo Mp3 di Britney Spears.
          • TADsince1995 scrive:
            Re: che vi aspettate

            I sessantenni di domani sono quelli che oggi
            guardano il grande fratello, non hanno
            ideali e il loro piu' grande sogno e'
            scaricarsi il nuovo Mp3 di Britney Spears.Questo è vero, purtroppo... Però penso che mediamente saranno un po' più produttivi, specialmente mi riferisco alle donne, un tempo quasi esclusivamente casalinghe, oggi le cose cambiano, la donna lavora e in casa si portano spesso due stipendi per vivere meglio... E poi di certo ci sarà un rapporto meno conflittuale tra gli anziani e la tecnologia, considera che oggi ci sono anziani che non sono nemmeno in grado di azionare un videoregistratore...
        • Anonimo scrive:
          Re: che vi aspettate
          - Scritto da: reflection
          Bisognerebbe
          costringere tutti a leggere Dostoyeski E a scrivere, magari. Si scrive Dostoevskij !
          Tolkien (rispettivamente noto sinistroide e
          noto destroide).Tolkien è molto più cattolico di quanto non sia di destra. L'etichetta di destra gli l'hanno appiccicata suo malgrado negli anni 70 quelli dei "campi Hobbit", perchè avevano disperato bisogno di UN riferimento culturale, dato che a sinistra ne avevano a bizzeffe...
      • TADsince1995 scrive:
        Re: che vi aspettate

        Invece a "Alien vs. predator" erano tutti
        contenti e sorridenti. AAAHAHAH!!! Che film osceno! Meno male che l'ho visto pagando il biglietto ridotto x universitari! Raoul Bova non c'entrava niente, per non parlare della tizia che si salva, un alien mostruoso la sta per sbranare e lei lo guarda impassibile...
        Hanno disturbato il
        mio sonno. Anche il mio, ho riso fino a tardi! :DTAD
      • Anonimo scrive:
        Re: che vi aspettate
        Invece di elevarti a critico cinematografico..ti dirò che di tutti quelli che hai citato non c'è n'è uno che abbia la decenza di farsi chiamare film....o almeno che valga i 7 euro del biglietto....
        • Anonimo scrive:
          Re: che vi aspettate
          - Scritto da: Anonimo
          Invece di elevarti a critico
          cinematografico..ti dirò che di tutti
          quelli che hai citato non c'è
          n'è uno che abbia la decenza di farsi
          chiamare film....o almeno che valga i 7 euro
          del biglietto....concordo,a volte le proprie abilità sommerse è bene che rimangano tali...
          • reflection scrive:
            Re: che vi aspettate
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            Invece di elevarti a critico

            cinematografico..ti dirò che di
            tutti

            quelli che hai citato non c'è

            n'è uno che abbia la decenza di
            farsi

            chiamare film....o almeno che valga i 7
            euro

            del biglietto....

            concordo,

            a volte le proprie abilità sommerse
            è bene che rimangano tali...Oh, discorso piacevole tra persone intelligenti e guardacaso, gli unici due che trollano sono simpatici anonimi... Mandateveneappianter!
          • reflection scrive:
            Re: che vi aspettate
            - Scritto da: reflection

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo


            Invece di elevarti a critico


            cinematografico..ti dirò
            che di

            tutti


            quelli che hai citato non
            c'è


            n'è uno che abbia la
            decenza di

            farsi


            chiamare film....o almeno che
            valga i 7

            euro


            del biglietto....



            concordo,



            a volte le proprie abilità
            sommerse

            è bene che rimangano tali...

            Oh, discorso piacevole tra persone
            intelligenti e guardacaso, gli unici due che
            trollano sono simpatici anonimi...
            Mandateveneappianter!CHE POI TRA I FILM CHE HO CITATO, c'era tale Shining... Stanley Kubrick a voi al massimo vi fa venire in mente il cubo multicolore da ricomporre... ANDATEVI A VEDERE NATALE IN MADAGASCAR E NON SPACCATECE!
          • fasibia scrive:
            Re: che vi aspettate

            CHE POI TRA I FILM CHE HO CITATO, c'era tale
            Shining... Stanley Kubrick a voi al massimo
            vi fa venire in mente il cubo multicolore da
            ricomporre... ANDATEVI A VEDERE NATALE IN
            MADAGASCAR E NON SPACCATECE!ma scusa, perché rispondi?Il primo ha parlato di "titoli"(?) senza quotare, non sanno nemmeno di che parliamo. I 7 euro al cinema non li spende nemmeno, figurati.. Il secondo genio ha scritto pure "concordo"..lasciali perdere..
          • reflection scrive:
            Re: che vi aspettate
            - Scritto da: fasibia


            CHE POI TRA I FILM CHE HO CITATO, c'era
            tale

            Shining... Stanley Kubrick a voi al
            massimo

            vi fa venire in mente il cubo
            multicolore da

            ricomporre... ANDATEVI A VEDERE NATALE
            IN

            MADAGASCAR E NON SPACCATECE!

            ma scusa, perché rispondi?
            Il primo ha parlato di "titoli"(?) senza
            quotare, non sanno nemmeno di che parliamo.
            I 7 euro al cinema non li spende nemmeno,
            figurati..
            Il secondo genio ha scritto pure "concordo"..
            lasciali perdere..Giornata pesante, dovevo pur trovare qualcuno su cui sfogarmi :D
  • Anonimo scrive:
    blah
    tv via cavo ?no per vedere gente tipo costanzone o quello che si spaccia da frocio che sta su radio deejay manco morto !!! non mi frega di vedere spettacoli che fanno rimbecillire la gente o che mi fanno il lavaggio del cervello e non mi frega di vedere dei programmi dove gente viene rinchiusa in una casa per sentire le loro stronzate o sapere che caccio mangiano su una isola .
  • Anonimo scrive:
    25mln di italiani hanno tv via cavo????
    hanno proprio scritto tv via cavo...la tv via sat sta' nella riga successiva...ma quelli di PI li leggono gli articoli o se li inventano?Tra l'altro sky ha meno di 3 milioni di abbonati, mentre a giudicare da questo sondaggio ce l'ha il 24% , ossia circa 12 milioni di italiani.....a me pare una provocazione anche il titolo , visto che quelli di PI sanno bene che su questo forum la gente odia il digitale terrestre perche' associato a silvioQuale migliore notizia mettere in prima pagina per generare un bel po' di accessi?vedrai che domani su questa notizia ci saranno centinaia di commenti...
    • Anonimo scrive:
      Re: 25mln di italiani hanno tv via cavo?
      Boh... forse il fatto che ci sia scritto "nelle case degli italiani", magari inteso come famiglie, può far tornare i conti? :o
      • Anonimo scrive:
        Re: 25mln di italiani hanno tv via cavo?
        - Scritto da: Anonimo
        Boh... forse il fatto che ci sia scritto
        "nelle case degli italiani", magari inteso
        come famiglie, può far tornare i
        conti? :oOvviamente. Solo che c'e' chi le stats non sa dove stiano di casa. Forse in questi casi ci vorrebbe un cappellino tipo "come leggere l'articolo"
    • Anonimo scrive:
      Re: 25mln di italiani hanno tv via cavo????
    • Anonimo scrive:
      Re: 25mln di italiani hanno tv via cavo?

      Tra l'altro sky ha meno di 3 milioni di
      abbonati, mentre a giudicare da questo
      sondaggio ce l'ha il 24% , ossia circa 12
      milioni di italiani.....Se pensi che la Tv satellitare sia solo Sky credo sia meglio che smetti di commentare l'articolo :) Leggiti cosa sta facendo Sky e scopri perche' siamo tutti incazzati e poi torna
      • Anonimo scrive:
        Re: 25mln di italiani hanno tv via cavo?
        - Scritto da: Anonimo

        Tra l'altro sky ha meno di 3 milioni di

        abbonati, mentre a giudicare da questo

        sondaggio ce l'ha il 24% , ossia circa
        12

        milioni di italiani.....

        Se pensi che la Tv satellitare sia solo Sky
        credo sia meglio che smetti di commentare
        l'articolo :) Leggiti cosa sta facendo Sky e
        scopri perche' siamo tutti incazzati e poi
        tornaPerche', ci sono altre emittenti satellitari? :-)Ah gia' SuperPippa ... ma non l'avevano segato?Scusa lo sfogo, ma quelli che si prendono la parabolasenza abbonarsi a Sky sono veramente pochi, in praticaquelli che vivono nelle sperdute valli montane dove nonc'e' copertura via etere e quelli che sperano ancora di scroccare.Ricorda che stiamo parlando di TV satellite. Quindi noncoinvolgere cose come Netsystem.Ciao
  • Anonimo scrive:
    che???!!!! io non sogno questa roba!!!
    io sogno che la tv torni ad essere di qualità invece che fare schifo!sognoc he un servizio in broadcast ci sia, che quello pubblico faccia informazione non censurata, che chi dice qualcosa non perda il posto o non diventi "indesiderabile"se la tv via cavo offrirà canali GRATUITI e se davvero aprirà le porte al broadcast di televisioni a basso costo, spero di vedere rinascere il vero giornalismo e il videogiornalismo.SPERO.
    • Anonimo scrive:
      Re: che???!!!! io non sogno questa roba!!!

      spero di vedere rinascere il vero
      giornalismo e il videogiornalismo.Dove in Italia ?
  • Anonimo scrive:
    DDT ethernet
    non so se esiste però questa versione credo sarebbe molto apprezzata perchè basterebbe avere un router adsl per fare di tutto...
  • Anonimo scrive:
    Povera Italia
    Un pc con un collegamento banda larga è una macchina multipurpose senza dubbio più flessibile anche dell'ultimo "Media Center".E qui ci propinano l'idea che una cacchio di TV, che altro non è che un browser (limitato), ci permetterà di tutto.Povera Italia, poveri noi.
  • Anonimo scrive:
    Tv via cavo???

    Se il videoregistratore si conferma l'apparecchio elettronico
    più diffuso nelle case degli italiani (78 per cento), è il PC che lo
    tallona da vicino (61), seguito da lettore DVD (50), TV via cavo
    (40), macchina fotografica digitale (37), console videoludica
    (30) e TV satellitare (24)Il 40% degli italiani ha la tv via cavo?Sarebbe a dire quella di Stream?Non e' volevate scrivere tv via sat?
    • Anonimo scrive:
      Re: Tv via cavo???
      - Scritto da: Anonimo

      Se il videoregistratore si conferma
      l'apparecchio elettronico
      più
      diffuso nelle case degli italiani (78 per
      cento), è il PC che lo
      tallona da
      vicino (61), seguito da lettore DVD (50), TV
      via cavo
      (40), macchina fotografica
      digitale (37), console videoludica
      (30)
      e TV satellitare (24)

      Il 40% degli italiani ha la tv via cavo?
      Sarebbe a dire quella di Stream?
      Non e' volevate scrivere tv via sat?Il 40% mi sembrerebbero tanti anche per la TV via satellite.
    • Anonimo scrive:
      Re: Tv via cavo???
      hanno proprio scritto tv via cavo...la tv via sat sta' nella riga successiva...ma quelli di PI li leggono gli articoli o se li inventano?Tra l'altro sky ha meno di 3 milioni di abbonati, mentre a giudicare da questo sondaggio ce l'ha il 24% , ossia circa 12 milioni di italiani.....a me pare una provocazione anche il titolo , visto che quelli di PI sanno bene che su questo forum la gente odia il digitale terrestre perche' associato a silvioQuale migliore notizia mettere in prima pagina per generare un bel po' di accessi?vedrai che domani su questa notizia ci saranno centinaia di commenti...- Scritto da: Anonimo

      Se il videoregistratore si conferma
      l'apparecchio elettronico
      più
      diffuso nelle case degli italiani (78 per
      cento), è il PC che lo
      tallona da
      vicino (61), seguito da lettore DVD (50), TV
      via cavo
      (40), macchina fotografica
      digitale (37), console videoludica
      (30)
      e TV satellitare (24)

      Il 40% degli italiani ha la tv via cavo?
      Sarebbe a dire quella di Stream?
      Non e' volevate scrivere tv via sat?
      • Anonimo scrive:
        Re: Tv via cavo???

        Tra l'altro sky ha meno di 3 milioni di
        abbonati, mentre a giudicare da questo
        sondaggio ce l'ha il 24% , ossia circa 12
        milioni di italiani.....Il conto e' corretto. 3 milioni di abbonati significa3 milioni di famiglie, quindi 12 milioni di persone.Quello della TV via cavo invece mi sembra del tutto infondato.Facendo il conto come sopra, risulterebbero allacciate 5 milionidi famiglie. Fastweb non ha tutti questi clienti.
      • fasibia scrive:
        Re: Tv via cavo???

        Tra l'altro sky ha meno di 3 milioni di
        abbonati, mentre a giudicare da questo
        sondaggio ce l'ha il 24% , ossia circa 12
        milioni di italiani.....Forse è possibile. Se tu hai un abbonamento Sky lo hai tu, tua moglie e i tuoi figli.Quindi è ragionevole.http://www.corriere.it/Primo_Piano/Cronache/2004/11_Novembre/26/sintesi_file/frame.htmNella ricerca c'è proprio via cavo. Secondo me ho hanno intervistato tutti quelli con fastweb o gli intervistati non hanno capito cos'è la tv via cavo
    • TPK scrive:
      Re: Tv via cavo???
      - Scritto da: Anonimo
      Il 40% degli italiani ha la tv via cavo?Se non e' un errore di PI, pare che questa ricerca non sia molto affidabile...
      • Anonimo scrive:
        Re: Tv via cavo???
        - Scritto da: TPK

        - Scritto da: Anonimo

        Il 40% degli italiani ha la tv via cavo?

        Se non e' un errore di PI, pare che questa
        ricerca non sia molto affidabile...Magari è un cavo nascosto che gli altri non conoscono
  • Anonimo scrive:
    In Francia te lo sbatti
    In francia te lo sbatti questa scatola inutile voluta da Silvio per continuare a controllare le TV e il popoloa 15 mbits per 29 euro al mese ti offrono il box televisivo "Freebox TV" con telecomando e con 1 mbits in upload si potranno creare altre stazioni web-tv.. http://adsl.free.fr
Chiudi i commenti