Costi di ricarica, dietrofront di Wind

L'Authority chiede all'azienda dell'Arancia e a Vodafone alcuni chiarimenti in merito alle nuove condizioni entrate in vigore con il pacchetto Bersani. E Wind si allinea a quanto richiesto dai consumatori

Roma – Non sono passate inosservate le nuove condizioni e le offerte tariffarie che Wind e Vodafone hanno deciso di praticare in conseguenza all’entrata in vigore del pacchetto Bersani . L’ Autorità per le garanzie nelle comunicazioni ha infatti chiesto ai due operatori “chiarimenti urgenti” in merito all’offerta in vigore in questo periodo.

La questione è emersa la scorsa settimana e non suscita meraviglia il fatto che, a sollevare il polverone, si sia posta in pole position Generazione Attiva , l’associazione presieduta da Andrea D’Ambra: dall’offerta presentata da Wind, si evinceva che l’operatore – ai vecchi clienti che non passassero ai nuovi piani tariffari – intendeva continuare ad applicare i costi di ricarica sulle schede prepagate di importo inferiore ai 50 euro. Nella serata di ieri si è però appreso, da una nota aziendale, che l’abolizione del costo fisso per la ricarica dei telefonini sarà valida per tutti i clienti, vecchi e nuovi.

“In relazione all’art. 1 comma 1 del d.l. n. 7/2007 – scrive l’azienda – Wind informa che, a seguito delle comunicazioni trasmesse dal Ministero dello Sviluppo Economico e dall’Autorità delle Comunicazioni, rispettivamente in data 2 e 5 marzo 2007, non applicherà i contributi di ricarica ai contratti in essere alla data del 4 marzo 2007”. Nella nota, l’operatore ha sottolineato “che questo provvedimento non potrà non avere impatti negativi sugli assetti concorrenziali del settore”.

La decisione di Wind è peraltro in linea con le dichiarazioni rilasciate dal dicastero che fa capo a Pierluigi Bersani, che ieri ha diffuso una nota in cui ha osservato: “Oggi migliaia di cittadini hanno ricaricato il cellulare senza pagare i costi fissi grazie alla norma del decreto legge sulle liberalizzazioni entrata in vigore oggi. Una norma che non può che essere riferita a tutti i clienti attuali secondo i loro piani tariffari”. Il Ministero fornisce quindi quella che in diritto viene definita interpretazione autentica quando afferma che “subordinare l’eliminazione del costo fisso al passaggio ad un nuovo profilo tariffario per coloro che acquistano carte prepagate al di sotto di 50 euro non sia in linea con la volontà del legislatore”.

Al vaglio dell’Authority rimane l’offerta di Vodafone che invece consente, come richiesto dal decreto, il recupero del credito residuo legato ad una SIM scaduta (o per la quale il cliente esercita il diritto di recesso). Tuttavia, per ottenerlo, l’utente deve corrispondere all’operatore un contributo pari a 8 euro. Vodafone, a Punto Informatico, ha anticipato ieri la propria posizione spiegando che “il contributo di 8 euro copre solo parzialmente le spese vive per la gestione del recesso e l’invio del rimborso”.

Non è mancato, nei confronti di Agcom, il plauso delle associazioni dei consumatori. Ma Altroconsumo , oltre a definire “discutibile” l’iniziativa di Vodafone, segnala l’allineamento del costo dei messaggi SMS, salito a 15 centesimi di euro nelle offerte di tre operatori su quattro, commentando: “È oramai evidente: la questione delle ricariche doveva essere affrontata dall’Autorità Antitrust e dall’AGCOM con una sanzione efficace, non con un decreto. Per Altroconsumo per superare la situazione attuale è necessario consentire l’ingresso anche in Italia degli operatori virtuali, l’unico modo che consentirebbe di introdurre più concorrenza sul mercato”.

Ma se gli operatori sono sotto accusa, anche su Agcom si accendo i riflettori, quelli della Commissione Europea: come riferito da HelpConsumatori , la Commissione avrebbe espresso alcune perplessità sul provvedimento che abolisce i costi di ricarica. Non sulla sua opportunità, ma sotto il profilo delle “competenze” e “dell’applicazione” della legge: “Abbiamo sollevato alcune questioni procedurali sull’indipendenza dell’Autorità per le Comunicazioni in merito alla messa a punto della legge – ha dichiarato Martin Selmayr, portavoce del commissario europeo per la società dell’informazione e i media Viviane Reding – La Commissaria Reding condivide con il governo italiano l’obiettivo di proteggere meglio i consumatori, ma restiamo in contatto con le autorità italiane con le quali stiamo ancora discutendo la questione”.

Il decreto Bersani, come noto, ha battuto sul tempo Agcom, che proprio in materia di costi di ricarica aveva promesso la promulgazione di un provvedimento regolatorio, attraverso una delibera che avrebbe potuto rappresentare la naturale conseguenza dell’ inchiesta condotta con l’ Antitrust , il cui esito è stato pubblicato nello scorso novembre.

Ad Agcom è rimasto, in ogni caso, il compito istituzionale di vigilare sull’operato delle compagnie telefoniche. Compito a cui l’Authority si è attenuta all’atto della pubblicazione del decreto Bersani: “Per evitare che vi fosse un trasferimento automatico dei costi di ricarica sui piani tariffari – ha riferito a il Messaggero il commissario Roberto Napoli – abbiamo chiesto ai nostri nuclei di Guardia di Finanza e Polizia postale di rilevare tutte le offerte degli operatori prima del 4 marzo. Le raffronteremo con le nuove comunicazioni che dobbiamo ricevere via internet in modo da garantire un confronto trasparente sui prezzi”.

Ed è proprio all’insegna della trasparenza che l’Authority ha deliberato , tra le modalità attuative del Decreto, l’obbligo per gli operatori di mettersi in regola fin da subito esprimendo con chiarezza tutte le condizioni tariffarie per permettere agli utenti il confronto dei prezzi.

Alla luce di questi presupposti, il ministro Bersani ritiene comunque infondate le perplessità degli utenti: “Il timore che con una strategia tariffaria si compensi quello che si è perso con le ricariche è infondato perché le nuove offerte saranno messe in concorrenza tra di loro”.

Dario Bonacina

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    comodo!!
    wow, finalmente potrò usare il laptop standomene comodamente seduto sul water e senza usare il wifi, calando il cavo di rete direttamente nel water stesso :-)
    • Anonimo scrive:
      Re: comodo!!
      - Scritto da:
      wow, finalmente potrò usare il laptop standomene
      comodamente seduto sul water e senza usare il
      wifi, calando il cavo di rete direttamente nel
      water stesso
      :-)mai dire mai....le vie del wifi sono infinite:http://punto-informatico.it/pm.aspx?m_id=1915005&id=1914852&r=PI
  • Anonimo scrive:
    non internet nella fogna ma viceversa
    eh sì, dopo il telefono via internet e la tv via internet vedevo più logico far passare la fogna via internet :-) un'unica grande rete centralizzata dove viaggia di tutto, dalla cacca alle email! ovviamente eventuali errori di trasmissione potrebbero far fuoriscire del pisco dal modem...
  • teddybear scrive:
    E poi non vi lamentate...
    .... delle linee sporche!
  • Anonimo scrive:
    Perchè non lo facciamo anche noi ?
    Capisco che mettere cavi sulle fogne pu sembrare schifoso,tuttavia vorrei ricordare gli innumerevoli vantaggi nel fare una cosa del genere.1) niente scavi2) niente permessi (tranne alla societa fognaria )3) costo irrisorio piazzi la fibra e tiri la terminazione sul tombino4) poca manutenzione
    • Anonimo scrive:
      Re: Perchè non lo facciamo anche noi ?

      1) niente scavi[cut]
      4) poca manutenzioneMa poi non gi guadagnano i soliti NOTI, oltre a creare alternativa TI.
  • Anonimo scrive:
    Re: ma corrosione no?
    - Scritto da:
    Le fibre ottiche sono indistruttibili, perfino i
    topi che normalmente si mangiano i fili
    elettrici, sia il rame che l'isolante, non
    provano a mangiare le fibre.Scusa ma come fai a saperlo, visto che prima non erano mai state messe le fibre nelle fogne?
    • Anonimo scrive:
      Re: ma corrosione no?
      - Scritto da:

      - Scritto da:

      Le fibre ottiche sono indistruttibili, perfino i

      topi che normalmente si mangiano i fili

      elettrici, sia il rame che l'isolante, non

      provano a mangiare le fibre.

      Scusa ma come fai a saperlo, visto che prima non
      erano mai state messe le fibre nelle
      fogne?I topi non stanno solo nelle fogne.
  • Anonimo scrive:
    Le fogne si otturano gia' senza cavi ...
    ... figuriamoci se ci metti dentro un ostacolo lungo e stretto come un cavo. Al primo pannolino, assorbente, straccio, etc. che ci butti dentro, si intasa tutto.Forse avranno risparmiato sui costi della fibra, e certamente trarranno un utile dalla vendita del servizio: spero che gli basti per spurgare gli intasamenti "dell'ultimo miglio".A prima vista mi sembra pericoloso ... vediamo fra qualche tempo.
    • Sgabbio scrive:
      Re: Le fogne si otturano gia' senza cavi
      - Scritto da:
      ... figuriamoci se ci metti dentro un ostacolo
      lungo e stretto come un cavo. Al primo pannolino,
      assorbente, straccio, etc. che ci butti dentro,
      si intasa
      tutto.

      Forse avranno risparmiato sui costi della fibra,
      e certamente trarranno un utile dalla vendita del
      servizio: spero che gli basti per spurgare gli
      intasamenti "dell'ultimo
      miglio".

      A prima vista mi sembra pericoloso ... vediamo
      fra qualche
      tempo.Stiamo parlando di prodotti che solitamente non vanno buttati nel cesso.....
      • outkid scrive:
        Re: Le fogne si otturano gia' senza cavi
        te dici che han buttato giu' i cavi senza fare i dovuti calcoli?non tutto il mondo e' paese..
        • staza scrive:
          Re: Le fogne si otturano gia' senza cavi
          - Scritto da: outkid
          te dici che han buttato giu' i cavi senza fare i
          dovuti
          calcoli?
          non tutto il mondo e' paese..inoltre i cavi dovrebbero passare solo nei tubi sulle strade, ovvero con un diametro molto ampio (30cm?) ed uscire poco prima dell'entrata nella fognatura interna all'abitazione... almeno credo
  • Anonimo scrive:
    E i topi che rosicchiano i cavi?
    Per chi non lo sapesse i roditori hanno un costante bisogno di affilarsi i denti...auguri agli internauti di Bournemouth! @^
    • Anonimo scrive:
      Re: E i topi che rosicchiano i cavi?
      - Scritto da:
      Per chi non lo sapesse i roditori hanno un
      costante bisogno di affilarsi i
      denti...
      auguri agli internauti di Bournemouth!
      @^I topo rifiutando di mangiare il vetro, e la fibra ottica ha sapore di vetro.
      • Anonimo scrive:
        Re: E i topi che rosicchiano i cavi?
        - Scritto da:

        I topo rifiutando di mangiare il vetro, e la
        fibra ottica ha sapore di
        vetro.Non sono d'accordo: la fibra di vetro è davvero sottilissima (praticamente è un filo) e attorno c'è tanto, tanto buon materiale da rosicchiare... :p
        • Anonimo scrive:
          Re: E i topi che rosicchiano i cavi?
          ...finché non spezzano inavvertitamente il filo di vetro!
          • Anonimo scrive:
            Re: E i topi che rosicchiano i cavi?
            Ve lo assicuro .. i topi amano la fibra otticaogni anno almeno 30 connettori da rifare .. su un totale di un migliaio.(linux)(linux)(linux)(linux)
          • Anonimo scrive:
            Re: E i topi che rosicchiano i cavi?
            - Scritto da:
            Ve lo assicuro ..
            i topi amano la fibra ottica
            ogni anno almeno 30 connettori da rifare ..
            su un totale di un migliaio.
            (linux)(linux)(linux)(linux)Io ho risolto con le punizioni esemplari, applico la decimazione crocifiggendo un topo ogni 10 davanti agli altri @^
  • MeX scrive:
    vespasiani...
    quindi dai vespasiani posso mandare le email?
  • Anonimo scrive:
    WC_Net
    In Italia la WC Net esiste da un sacco di tempo, visto lo stato assolutamente m...... dell'adsl in Italia.
  • Anonimo scrive:
    Operai delle telco...
    ...cambiate lavoro finchè siete in tempo!:)))
  • Anonimo scrive:
    Cattivik
    Il signore del male... e delle fogne, diventera' il nuovo protagonista della niu economi.Altro che Fastweb e Telecom... CattivikNET !!! :D :D :D
  • Anonimo scrive:
    Paese che va.............
    ..........merda che trovi! (E' proprio vero che i provervi non si smentiscono mai) :D
  • Anonimo scrive:
    Napoli allora è iperconnessa
    quella è una fogna a cielo aperto e pure sotto non sta messa bene...
    • Anonimo scrive:
      Re: Napoli allora è iperconnessa
      - Scritto da:
      quella è una fogna a cielo aperto e pure sotto
      non sta messa
      bene...Ah per un momento ho creduto ad allacciamenti abusivi....... 8)
  • Anonimo scrive:
    FognaNET....
    Porca miseria!!!Sono anni e anni che ne parlo agli amici e che mi pigliano per il... nocchettone di uscita!Eh, Michele???????????? :-D :-D
  • Anonimo scrive:
    Nuovo TCP/IP
    Trash Control Protocol / Immondizia Protocol :D
  • Anonimo scrive:
    Il cavo esce dal cesso? Una nuova era!
    (idea)E' stata diffusa congiuntamente alla notizia "C'è sempre più banda nelle fogne" lo sviluppo nel campo della ricerca di una rivoluzionaria interfaccia uomo-macchina, si abbandona quella neurale per entrare in una nuova epoca: l'interfaccia rettale. phaolodr
    • Anonimo scrive:
      Re: Il cavo esce dal cesso? Una nuova er
      - Scritto da:
      (idea)E' stata diffusa congiuntamente alla
      notizia "C'è sempre più banda nelle fogne" lo
      sviluppo nel campo della ricerca di una
      rivoluzionaria interfaccia uomo-macchina, si
      abbandona quella neurale per entrare in una nuova
      epoca: l'interfaccia rettale.


      phaolodr

      Eppure una volta si diceva "SEI NELLA MERDA!" e ci si metteva le mani nei capelli dalla disperazione.
      • Anonimo scrive:
        Re: Il cavo esce dal cesso? Una nuova er
        - Scritto da:
        Eppure una volta si diceva "SEI NELLA MERDA!" e
        ci si metteva le mani nei capelli dalla
        disperazioneOppure era uno strano tipo di shampoo.
  • Anonimo scrive:
    Il posto per i Winari
    C'e' sempre piu' banda nelle fogne, perfetto: ora i Winari e le loro ca**o di botnet potranno finalmente finire le posto che gli spetta senza rompere i cogl*oni.
    • Anonimo scrive:
      Re: Il posto per i Winari
      - Scritto da:
      C'e' sempre piu' banda nelle fogne, perfetto: ora
      i Winari e le loro ca**o di botnet potranno
      finalmente finire le posto che gli spetta senza
      rompere i
      cogl*oni. :-o(cmq tu vorresti consegnare delle connessioni in fibra a dei bot?)
    • Anonimo scrive:
      Re: Il posto per i Winari
      Il realta' le cantine sono molto piu' vicine alle fogne. :D
      • Anonimo scrive:
        Re: Il posto per i Winari
        - Scritto da:
        Il realta' le cantine sono molto piu' vicine alle
        fogne.
        :DIo ho pensato ai Linux dipendenti, tutto il giorno a cercare programmi e driver:) io ci ho provato per un po', che depressione!Meglio imparare a proteggere, configurare e usare al meglio un SO SUPPORTATO! Altro che fogna!
    • Anonimo scrive:
      Re: Il posto per i Winari
      - Scritto da:
      C'e' sempre piu' banda nelle fogne, perfetto: ora
      i Winari e le loro ca**o di botnet potranno
      finalmente finire le posto che gli spetta senza
      rompere i
      cogl*oni.Ignorante come tutti gli estremisti (rotfl)Prima o poi anche chi ha linux imparerà a rendere il suo pc sicuro, così smetterà di veicolare virus per winzozz
      • Anonimo scrive:
        Re: Il posto per i Winari
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        C'e' sempre piu' banda nelle fogne, perfetto:
        ora

        i Winari e le loro ca**o di botnet potranno

        finalmente finire le posto che gli spetta senza

        rompere i

        cogl*oni.


        Ignorante come tutti gli estremisti (rotfl)
        Prima o poi anche chi ha linux imparerà a rendere
        il suo pc sicuro, così smetterà di veicolare
        virus per winzozzMi hai dato un'idea fantastica : stasera cerco un bel viru e mo tolgo di torno un po' di gente nel mio anello fastweb (geek)
  • Anonimo scrive:
    presumo...
    che la fibra ottica ti esca dal ce$$o e da li la porti al computer...
    • Anonimo scrive:
      Re: presumo...
      - Scritto da:
      che la fibra ottica ti esca dal ce$$o e da li la
      porti al
      computer...una presa in ogni cesso... :Dcmq direi che si va ad edifici... qundi dalla fogna escono ben prima :)
      • Anonimo scrive:
        Re: presumo...
        scusami, ma è stato più forte di me, ho aperto una nova discussione prendendo spunto dalla tua interessante idea di cablaggio... Il cavo esce dal cesso? Una nuova era
        • Anonimo scrive:
          Re: presumo...
          - Scritto da:
          scusami, ma è stato più forte di meTi e' scappata eh? (cylon)
          • Anonimo scrive:
            Re: presumo...
            - Scritto da:

            - Scritto da:

            scusami, ma è stato più forte di me

            Ti e' scappata eh? (cylon)Eh pensa che chi non caga muore gonfio.... (anonimo)
        • Anonimo scrive:
          Re: presumo...
          - Scritto da:
          scusami, ma è stato più forte di me, ho aperto
          una nova discussione prendendo spunto dalla tua
          interessante idea di
          cablaggio...

          Il cavo esce dal cesso? Una nuova era un 'era di merda lol
    • Anonimo scrive:
      Re: presumo...
      - Scritto da:
      che la fibra ottica ti esca dal ce$$o e da li la
      porti al
      computer...EH E LO SPAZZETTONE LO TENIAMO COME ANTENNA WIRELESS?? :|
  • Anonimo scrive:
    C'è sempre più banda nelle fogne...
    ...C'è sempre più banda nelle fogne.... :|...come si fa a non leggere una notizia che ha un titolo così?!? Finalmente qualche cosa che mi distrae dal lerciume dei costi di ricarica!! :D...Cliente Wind deluso tessera n°7
    • Anonimo scrive:
      Re: C'è sempre più banda nelle fogne...
      - Scritto da:
      ...C'è sempre più banda nelle fogne.... :|...come
      si fa a non leggere una notizia che ha un titolo
      così?!? Finalmente qualche cosa che mi distrae
      dal lerciume dei costi di ricarica!! :D...Cliente
      Wind deluso tessera n°7
      Veramente il titolo "C'è sempre più banda nelle fogne...", sembra più apropriato all'attuale situazione delle linee DSL, dove la banda finisce davvero nel cesso
Chiudi i commenti