Craigslist non sa cosa pubblica

I giudici lo confermano: non solo non lo sa ma neanche è tenuto a saperlo. Gli annunci illegali sono un problema di chi li ha pubblicati e non certo del portale

Roma – È sbagliato ritenere Craigslist responsabile per il contenuto di ciò che espone, anche quando le inserzioni che pubblica sembrino violare la legge . Lo ha stabilito il settimo circuito della Corte d’Appello degli Stati Uniti.

Due anni fa Craigslist, il sito di annunci che vanta qualche miliardo di visite al mese , è stato denunciato dal Chicago Lawyers’ Committee for Civil Rights Under Law – un comitato che tutela i diritti civili – perché ritenuta responsabile di aver pubblicato annunci discriminatori. Fra coloro che postavano le inserzioni c’era chi cercava collaboratori non appartenenti a minoranze, dipendenti non di giovane età o chi sottolineava che avrebbe reclutato solo personale musulmano.

Ma “non si può denunciare qualcuno solo perché il messaggio pubblicato rivela le intenzioni di terze parti di commettere azioni illegittime”, afferma il giudice Frank Easterbrook. Craigslist potrebbe eventualmente collaborare – secondo il giudice – raccogliendo i dettagli degli inserzionisti i cui annunci si siano rivelati discriminatori ed inoltrandoli alle autorità competenti, per i relativi adempimenti legali.

Anche il giudice Amy St. Eve ha evidenziato una posizione molto simile : Craigslist non è responsabile per i suoi utenti in quanto “non è autore degli annunci e non può essere trattato come responsabile delle parole degli utenti”.

Susan Best, portavoce del portalone, si dice soddisfatta della decisione della Corte, un punto fermo che sta orientando anche altri magistrati nel difficile compito di stabilire le responsabilità che un sito si assume nel pubblicare un determinato contenuto.

In una nota, la difesa di Craigslist ha dichiarato che “Mentre siamo, naturalmente, delusi della circostanza che è venuta alla luce, siamo gratificati dal fatto che la Corte ha sottolineato come gli unici responsabili ai sensi di legge della discriminazione sono da ritenersi coloro che hanno inserito i contenuti discriminatori”.

Una vicenda, dunque, probabilmente destinata a consolidare l’attuale giurisprudenza: non è la prima volta che in tribunale vengono affrontate simili questioni e, in passato, in circostanze simili, la giustizia statunitense aveva evidenziato il medesimo orientamento.

Marco Valerio Principato

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Berlina scrive:
    Sei con... tanti
    Sei con... tanti e non parli con nessuno: mi sembra la descrizione più adeguata della situazione attuale. Se poi uno vuol fare come quello che lasciò Sharon Stone e per dispetto non volle farglielo sapere, liberissimo di comportarsi così...
  • Joliet Jake scrive:
    Solo "flussi"???
    Ma come? Prima dicono che no, non hanno controllato i dati o le conversazioni degli utenti e poi viene fuori che invece sanno le età, il sesso etc etcNon ho capito perchè i "dati demografici" non sono compresi nei "dati significativi degli individui"...(cylon)
    • ddw scrive:
      Re: Solo "flussi"???
      - Scritto da: Joliet Jake
      Ma come? Prima dicono che no, non hanno
      controllato i dati o le conversazioni degli
      utenti e poi viene fuori che invece sanno le età,
      il sesso etc
      etc
      Non ho capito perchè i "dati demografici" non
      sono compresi nei "dati significativi degli
      individui"...
      (cylon)chi ha accettato l'eula di msn dovrebbe saperlo
      • vista pvo gaming scrive:
        Re: Solo "flussi"???
        già... c'è gente che clicca sempre sul segno di spunta per accettare licenze, contratti e quant'altro e poi quando trapela qualcosa fanno terrorismo mediatico
        • Andrea scrive:
          Re: Solo "flussi"???
          Forse sono io che non ricordo bene l'eula, ma non mi pare ci sia scritto di accettare implicitamente che verro' utilizzato per ricerche statistiche.
    • ddw scrive:
      Re: Solo "flussi"???
      leggi meglio:"due ricercatori non hanno avuto accesso al contenuto delle sessioni di chat, né ai dati identificativi degli individui."dato identificativo non è l'età nè il sesso..immagino sia il nick, il nome il cognome o l'indirizzo email associato.- Scritto da: Joliet Jake
      Ma come? Prima dicono che no, non hanno
      controllato i dati o le conversazioni degli
      utenti e poi viene fuori che invece sanno le età,
      il sesso etc
      etc
      Non ho capito perchè i "dati demografici" non
      sono compresi nei "dati significativi degli
      individui"...
      (cylon)
  • Nilok scrive:
    Non siamo mica "controllati" vero?
    Ave.Questo articolo serve di monito per coloro che si illudono di non essere controllati, sondati, catalogati, archiviati, monitorizzati, estrapolati, etc., etc..OGNI dato che è transitato su Internet...fino dalla sua "creazione" (o meglio rilascio da parte di non meglio identificati "Servizi Militari"), è memorizzato da qualche parte...per un futuro utilizzo.A prestoNilok
    • vista pvo gaming scrive:
      Re: Non siamo mica "controllati" vero?
      hai qualche segreto da nascondere?
      • cHoBi scrive:
        Re: Non siamo mica "controllati" vero?
        Per questo e' meglio rimanere completamente anonimi e non dare mai informazioni reali.E non e' perche' si ha qualcosa da nascondere, e' perche' mi da profondamente fastidio avere qualcuno che legge cio' che scrivo e cio' che penso senza il mio permesso.
        • ExTrEmE scrive:
          Re: Non siamo mica "controllati" vero?
          perchè, pensi che il non scrivere dati reali serva a non schedarti? LOLUn traccia che porta a te la lasci.SEMPRE.
    • Resmimi scrive:
      Re: Non siamo mica "controllati" vero?
      No nilok no dai basta: non è vero, i dati su internet ce li hanno solo i provider, che li cancellano prima che possono (credo che il termine siano due anni per legge) perchè non gliene frega un pippo e gli occupano spazio, e il server di destinazione, il quale al 60% dei casi non tiene dei log e in un'altro 35% tiene dei log perchè apache lo fa in automatico ma nessuno li va mai a controllare (e se anche li controllasse troverebbe solo un IP).Ma dai nilok, perchè non ti vai a far audire da un OT5 per un'altro paio d'ore, che mi sembri un po' spento questa settimana...
      • bice scrive:
        Re: Non siamo mica "controllati" vero?

        Ma dai nilok, perchè non ti vai a far audire da
        un OT5 per un'altro paio d'ore, che mi sembri un
        po' spento questa
        settimana...Grazie della pubblicità gratuita.
        • Resmimi scrive:
          Re: Non siamo mica "controllati" vero?
          Occhio, che se mi provochi ti dico cosa c'è oltre il muro di fuoco e poi sarai allontanato dal gruppo perchè xenu non ti vuole più bene.
        • pibedeoro scrive:
          Re: Non siamo mica "controllati" vero?
          - Scritto da: bice

          Ma dai nilok, perchè non ti vai a far audire da

          un OT5 per un'altro paio d'ore, che mi sembri un

          po' spento questa

          settimana...


          Grazie della pubblicità gratuita.non rispondo agli anonimi.
      • Cosmini scrive:
        Re: Non siamo mica "controllati" vero?
        Nilok ha ragione. I dati vengono conservati tutti e per sempre.Se speri che, tentando di discriminarlo, la gente ti creda di più, sei proprio tu che hai bisogno di cure.
    • un informatic o scrive:
      Re: Non siamo mica "controllati" vero?
      - Scritto da: Nilok
      OGNI dato che è transitato su Internet...fino
      dalla sua "creazione" (o meglio rilascio da parte
      di non meglio identificati "Servizi Militari"), è
      memorizzato da qualche parte...per un futuro
      utilizzo.Ma perche' scrivi queste cose ? Hai visto troppi film di spionaggio ?Hai presente che flusso di dati circola su internet ?E' fisicamente impossibile memorizzare OGNI DATO,come scrivi tu. Non ci sono abbastanza dischi (o soldi)da buttare in questa inutile impresa.Questo non toglie che il traffico non venga in qualchemodo monitorato, ma scrivere cose palesemente sballatee' un modo come un altro per generare inutile rumore.g.
  • Francesco Riosa scrive:
    non proprio originale
    http://en.wikipedia.org/wiki/Six_degrees_of_separationE' una proprieta' di tutte le reti caotiche.
    • gohan scrive:
      Re: non proprio originale
      bhe dai... vedi il bicchiere mezzo pieno: vedila come una ulteriore conferma pratica ;)
    • Gatto scrive:
      Re: non proprio originale
      - Scritto da: Francesco Riosa
      http://en.wikipedia.org/wiki/Six_degrees_of_separa

      E' una proprieta' di tutte le reti caotiche.Fa tanto figo citare la wiki in inglese?http://it.wikipedia.org/wiki/Sei_gradi_di_separazione_%28sociologia%29
    • Simone scrive:
      Re: non proprio originale
      la Mean Path per passare da un punto x a caso ad un punto y della rete cresce con il ln(n)
Chiudi i commenti