Crusoe nell'isola degli embedded

Con il debutto di una nuova famiglia di CPU a basso consumo Transmeta punta al mercato embedded, quello dei computer di bordo delle auto, dei controlli industriali e dei dispositivi non PC. Sfida a ARM e MIPS


Santa Clara (USA) – Dopo un 2002 in salita, Transmeta guarda al 2003 con più fiducia, e questo soprattutto grazie all’aprirsi o all’espandersi di nuovi mercati, come quello dei Tablet PC, dei server blade e dei PC compatti. A sostenere la prevista ripresa Transmeta ha ora deciso di diversificare il proprio business legato ai processori a basso consumo e varare una nuova famiglia di CPU, chiamata Crusoe SE, specificamente dedicata al mercato embedded.

I Crusoe SE, dove “SE” sta per Special Embedded, sono tecnologicamente molto simili ai modelli oggi dedicati al mercato dei notebook e dei dispositivi a basso consumo, ma più adatti ad entrare in una vasta gamma di applicazioni emebedded, come quelle legate ai settori automobilistico, del controllo industriale, degli strumenti scientifici, dei chioschi commerciali e dei POS, dove sono richiesti, oltre ai bassi consumi, anche caratteristiche quali minima emissione di calore, resistenza ad alte e basse temperature, affidabilità e aggiornabilità del firmware.

La nuova famiglia di chip offre tutto questo e, secondo Transmeta, anche qualcosa in più: rispetto ai più comuni processori embedded utilizzati nell’industria, i Crusoe SE sono infatti in grado, grazie alla tecnologia code morphing ereditata dai loro predecessori, di offrire piena compatibilità con le istruzioni x86 e con i sistemi operativi Windows e Linux.

Transmeta sostiene di aver progettato i Crusoe SE per funzionare in ambienti anche molto severi, dove la temperatura del chip può arrivare a 100 gradi. Per il futuro l’azienda conta di rilasciare versioni di queste CPU in grado di funzionare a temperature ancora più estreme e ridurre ulteriormente la generazione di calore.

I nuovi processori sono disponibili in un range di frequenze di clock che vanno da 667 MHZ a 1 GHz: per ognuno di questi modelli esiste una versione standard ed una versione a basso consumo che non richiede ventola di raffreddamento. La tecnologia per la gestione dei consumi adottata da questi chip è la stessa dei Crusoe per notebook, denominata LongRun, ed è in grado di variare dinamicamente la frequenza di clock del processore.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Tommyknocker scrive:
    x Zio Bill
    - istiga alla polemica;

    - è chiaramente privo di contenuti.

    fatti i cazzi tuoi

    ZioBill

    ***No open bla bla bla ****io mi faccio i miei, ma il problema è tua madre che non ne vuole proprio sapere di mollare il mio...
  • Anonimo scrive:
    Tutto gratis
    Cito dall'articolo: "Linux in un mercato, quello dei sistemi per il calcolo intensivo, dove il costo tipico di una macchina è dell'ordine dei centinaia di migliaia di dollari."E poi venite a dire che l'unico pregio di Lynux e' che e' gratis...ZioBill***No free software was used for this message***
    • Anonimo scrive:
      Re: Tutto gratis
      - Scritto da: Anonimo
      Cito dall'articolo: "Linux in un mercato,
      quello dei sistemi per il calcolo intensivo,
      dove il costo tipico di una macchina è
      dell'ordine dei centinaia di migliaia di
      dollari."

      E poi venite a dire che l'unico pregio di
      Lynux e' che e' gratis...

      ZioBill

      ***No free software was used for this
      message***???ZioBill, ti senti bene? Pressione, temperatura, tutto a posto?
    • Anonimo scrive:
      Re: Tutto gratis
      Oh ma questo piu il tempo passa e piu diventa idiota uahuhahauahuahma sai che i tuoi post mi fanno sempre piu rideresi parla di hardware nell'articolo, ma ti hanno insegnato a leggere a scuola? ah già tu eri a ciucciare i cazzi dei tuoi compagni invece di stare attentosaluti zietto- Scritto da: Anonimo
      Cito dall'articolo: "Linux in un mercato,
      quello dei sistemi per il calcolo intensivo,
      dove il costo tipico di una macchina è
      dell'ordine dei centinaia di migliaia di
      dollari."

      E poi venite a dire che l'unico pregio di
      Lynux e' che e' gratis...

      ZioBill

      ***No free software was used for this
      message***
    • Anonimo scrive:
      Alla c.a. del Moderatore
      Un messaggio del genere dovrebbe essere spostato. I motivi che mi vengono in mente senza pensarci su troppo sono almeno due:- istiga alla polemica;- è chiaramente privo di contenuti.
      • Anonimo scrive:
        Re: Alla c.a. del Moderatore

        - istiga alla polemica;
        - è chiaramente privo di contenuti.fatti i cazzi tuoiZioBill***No open bla bla bla ****
    • Anonimo scrive:
      Re: Tutto gratis
      - Scritto da: Anonimo
      Cito dall'articolo: "Linux in un mercato,
      quello dei sistemi per il calcolo intensivo,
      dove il costo tipico di una macchina è
      dell'ordine dei centinaia di migliaia di
      dollari."

      E poi venite a dire che l'unico pregio di
      Lynux e' che e' gratis...

      ZioBill

      ***No free software was used for this
      message***Caro Zio Bill ieri ti ho scritto che sei malato, oggi devo già smentirmi dicendoti che sei un povero cretino....Da: Sempre Quello
    • Anonimo scrive:
      Re: Tutto gratis
      - Scritto da: Anonimo
      Cito dall'articolo: "Linux in un mercato,
      quello dei sistemi per il calcolo intensivo,
      dove il costo tipico di una macchina è
      dell'ordine dei centinaia di migliaia di
      dollari."

      E poi venite a dire che l'unico pregio di
      Lynux e' che e' gratis...

      ZioBill

      ***No free software was used for this
      message***Grossolano tentativo di imitazione. Ormai credo che ZioBill sia una specie di nome collettivo usato dai troll pro-windows :)Perchè si vede che è una imitazione? 1. ZioBill originale ha sempre scritto linux con la i 2. La signature storica di ZioBill era "no linux and no open source were used to write this post".Devi studiare di più :))))Piratone
  • Anonimo scrive:
    ...windowze...
    ...bye bye...:)))
    • Anonimo scrive:
      Re: ...windowze...
      - Scritto da: Anonimo
      ...bye bye...

      :)))bah, penso che l'accoppiata msdos 6.22 + windoze 3.11 sarebbe stata molto più appropriata per sfruttare la potenza di queste macchine. Questi ingegneri della SGI, che manipolo di ignoranti... :D
      • Anonimo scrive:
        Re: ...windowze...
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        ...bye bye...



        :)))

        bah, penso che l'accoppiata msdos 6.22 +
        windoze 3.11 sarebbe stata molto più
        appropriata per sfruttare la potenza di
        queste macchine. Questi ingegneri della SGI,
        che manipolo di ignoranti... :DA quel sistema che non riusciva ad utilizzare decentemente i 32 bit tu vorresti farne sfruttare 64 ?Che poi l'accrocchio 16/32 bit fosse in vendita fino all'anno scorso (Windows ME) e che magari ancora oggi c'è gente convinta di aver fatto un affarone ad adottarlo è un altro discorso....
        • Vaira scrive:
          Re: ...windowze...
          E che dire dell' evoluzione di quel sistema, che non riesce a gestire un processore, come farebbe a gestirne 64?
        • Anonimo scrive:
          Re: ...windowze...
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo


          A quel sistema che non riusciva ad
          utilizzare decentemente i 32 bit tu vorresti
          farne sfruttare 64 ?
          forse non era abbastanza chiara l'ironia...
    • Anonimo scrive:
      Re: ...windowze...

      ...bye bye...

      :)))infatti SGI e' nota per aver sempre montato windows sulle sue workstation...a volte mi chiedo perche' la gente sia cosi' stupida...domani vi stupirete perche' vi diranno che SUN non monta windows sui propri server...
      • Anonimo scrive:
        Re: ...windowze...

        perche' vi diranno che
        SUN non monta windows sui propri server...perche' fa schifo
      • Anonimo scrive:
        Re: ...windowze...
        Forse non lo montano più perché si sono accorti che nessuno apporterebbe delle modifiche a Windows per fargli gestire in modo decente 64 processori? Forse perché si sono accorti che le modifiche possono farle loro visto che il kernel di Linux è liberamente modificabile secondo le proprie necessità?Bill Gates non avrebbe accettato di modificare il kernel di Windows 2000 per nessuna azienda al mondo...
      • Anonimo scrive:
        Re: ...windowze...
        - Scritto da: Anonimo...
        a volte mi chiedo perche' la gente sia cosi'
        stupida...Si, certo. Come no.Intanto m$ arriva al massimo a 32 processori. Poi vedi, il fatto di avere un s.o. **OPENSOURCE** permette ai costruttori di hardware di avere la **LIBERTA`** di adattarlo per farlo girare sul loro hardware senza dover aspettare quei cioccolatai di m$.Ma toglietemi una curisosita` o voi **BSODomiti**. m$ vi paga? No, perche`altrimenti non mi riesco a spiegare la vostra leccaculagg... ehm devozione per difendere una ditta cosi` indifendibile. O forse avete solo poca voglia di studiare **LINUX** e sperate che sparisca con il tempo, cosi` da diventare un problema in meno?Le parole in maiuscolo sono per uccidere gli adepti di Microsoftology. Un po` come il frassino per i cuor di vampiro.
    • Anonimo scrive:
      Re: ...windowze...
      I soliti post scritti tanto per passare il tempo e dire due cazzate, da gente che non ha la benchè minima idea dei requisiti di un sistema server di fascia elevata. Gente che conosce solo windog e linux... Qualcuno particolarmente intelligente e decisamente più esperto ha già postato una bella risposta da FAQ qualche giorno fa:http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=298469
Chiudi i commenti