Cuccioli? Meglio se robot

Un team di ricercatori promuove i robot: come anti-depressivi le macchine valgono quanto i cuccioli viventi. Sony interrompe lo sviluppo di Aibo?


Roma – La compagnia di un animale domestico viene considerata da lungo tempo come un notevolissimo anti-stress ma adesso uno studio del Centre for the Human-Animal Bond , della Purdue University, conferma che anche i robot sono perfettamente in grado di svolgere lo stesso compito degli animali domestici “tradizionali”.

I ricercatori della Purdue hanno analizzato attentamente i comportamenti di un campione di bambini – con età compresa fra i sette e quindici anni – che possedevano il cagnetto Sony Aibo . Ebbene, il 70% dei bimbi ha ammesso che i robot “potrebbero essere una buona compagnia”.

“E’ stato dimostrato da tempo che l’interazione con gli animali migliora la salute psicologica , la capacità di socializzare e di apprendimento dei bambini. I sostituti robotici dei cuccioli, come Tamagotchi, Furby, Tama e Aibo stanno diventando sempre più sofisticati e pervasivi, il loro impatto sulle vite dei più piccoli crescerà notevolmente”, ha dichiarato Gail F. Melson, ricercatore della Purdue.

Un altro test è stato compiuto in alcune case di cura, dove la consegna di una serie di Aibo ha provocato dopo sei settimane un alleggerimento della depressione e del senso di solitudine negli ospiti. Molti hanno confermato di sentirsi più attivi grazie all’interazione con i cuccioli robot.

Uno studio simile è stato realizzato di recente in Giappone con Paro , cucciolo robotico di foca. I riscontri sul campo sono stati positivi. Siamo molto lontani dalle visioni inquietanti dei cyborg di A.I. , il celebre film di Steven Spielberg, ma che i robottini di oggi impattino sensibilmente sulle persone sembra un dato acquisito per i ricercatori. A vantaggio della scelta del robot, evidentemente, sia l’assenza per i robocuccioli di esigenze quali mangiare o dormire, sia la possibilità per il loro padrone di spegnere la macchina ogni qual volta lo desideri.

Le relazioni con un robot appaiono per molti aspetti più semplici di quelle che si intrattengono con un cucciolo, sebbene l’aggettivo giusto probabilmente sia “diverse”.

Di interesse, a fronte di questo studio, i rumors che circolano a proposito dell’intenzione di Sony di fermare lo sviluppo del suo celebre “cane robot”, Aibo appunto. Si tratta fin qui di notizie non confermate che emergerebbero dai documenti finanziari appena presentati dal colosso nipponico.

Dario d’Elia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    la scuola sant'anna e' a pisa in toscan
    Nota:la scuola sant'anna e' a pisa in toscananon e' a napolisaluti
  • Anonimo scrive:
    15 ml

    allora anche quelli della University of Nebraska sono
    perchè 15 millimetri SONO 1 cm e mezzo =1,5 cm :D P.S. riportare le misure in mm da un parte e in cm dall'altra non rende le cose più piccole e più grandi ;)
  • Anonimo scrive:
    Richiesta di correzione
    Vorrei solo segnalare che l'ARTS Lab e la Scuola Superiore di Studi Universitari e Perfezionamento si trovano a Pisa e non a Napoli.Grazie,-Gerardo Lamastra
  • Anonimo scrive:
    Re: micro-robot aspasso nel corpo dei me
    - Scritto da: EverythingYouKn
    Io invece proporrei micro-robot a spasso nel
    corpo dei medici!!!

    P.S. I "pazienti" hanno perso la pazienza!!!Bravo, per curiosità ti curi da solo o ti rivolgi ad un medico?
  • EverythingYouKn scrive:
    micro-robot aspasso nel corpo dei medici
    Io invece proporrei micro-robot a spasso nel corpo dei medici!!!P.S. I "pazienti" hanno perso la pazienza!!!
  • Anonimo scrive:
    Nani Magici... che contraddizione !
    http://www.sssup.it/sssup/jsp/section.jsp?sec_id1=504&sec_id2=66213%3C=it#iniziopaginaIl link è un tantinello corrotto.. cmq sta cosa è davvero fantastica fra un po' saremo nanoripieni come nei miei fumetti preferiti 8) David
Chiudi i commenti