Cyber-sicurezza, materia di polemica politica?

Fa discutere il caso Carrai, con l'imprenditore toscano dato per promosso a "consulente" del governo per la cyber-sicurezza. I soliti favoritismi per gli amici di Renzi, denunciano i partiti di opposizione. Gli esperti, invece, invocano la necessaria serietà

Roma – In Italia la situazione della cyber-sicurezza è evidentemente grave ma non altrettanto è seria, e si può trasformare da piani concreti di sviluppo e investimento in mera materia di polemica politica, con il governo impegnato a dispensare (presunti) favori e le opposizioni ad accusare l’esecutivo di favoritismo nei confronti dei membri del cosiddetto “giglio magico” di Matteo Renzi.

Il caso, esploso in questi giorni, riguarda Marco Carrai, amico e testimone di nozze del presidente del consiglio a cui le indiscrezioni affiderebbero un compito di coordinamento dalla natura a dir poco delicata a latere del nuovo piano per la cyber-sicurezza del Belpaese . Carrai dovrebbe diventare il nuovo responsabile della sicurezza informatica presso la Presidenza del Consiglio, dicono le fonti, e interpellato sulla questione il governo ha risposto – per bocca del Ministro Maria Elena Boschi – confermando indirettamente le voci ma provando a derubricare il potenziale incarico a Carrai come una “consulenza di carattere tecnico”.

Il responsabile dei servizi di sicurezza continuerà a essere il senatore Marco Minniti, ha dichiarato il ministro Boschi, e le sue dichiarazioni non hanno fatto altro che aizzare ulteriormente la polemica politica fino a interessare il Comitato parlamentare per la sicurezza della Repubblica (Copasir). Angelo Tofalo, membro di opposizione (M5S) del Copasir, ha parlato di una possibile convocazione del primo ministro nel tentativo di capire a fondo le conseguenze della vicenda Carrai.

Nuove richieste di chiarimenti sono arrivate infine da un gruppo di esperti ed esponenti del settore tecnologico, che hanno scritto a Renzi chiedendo di incaricare qualcuno con un’esperienza comprovata e di aumentare i fondi per la cyber-sicurezza.
In Italia la sicurezza informatica è sotto-finanziata e se ne parla soprattutto in termini polemici e superficiali, suggerisce la lettera aperta inviata al Presidente del Consiglio, proprio mentre si rileva che mentre la pubblica amministrazione ( soprattutto locale ) non passa l’esame e appare impreparata ai potenziali rischi.
Il sito dedicato all’iniziativa, www.cybersecuritynazionale.org/ , non è al momento raggiungibile.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Pianeta Advertisin g scrive:
    ...
    "Il cofondatore di Mozilla e padre di Javascript Brendan Eich annuncia l'avvento di un browser che blocca la pubblicità e il tracciamento per sostituirlo con altra pubblicità personalizzata" Questo browser va proibito subito! Se vuoi visitare il mio sito devi accettare la pubblicità che voglio IO, chiaro? Se me la cambi devo assolutamente prendere le contromisure contro questo grave abuso! @^
  • ehehehe scrive:
    dunque
    uno dovrebbe installare un browser che sostituisce le pubblicità con altre pubblicitàroba da matti
    • prova123 scrive:
      Re: dunque
      Se a chi utilizza il browser pagano qualche centinaio di euro al mese (non di meno!) ci si può pure pensare.Se non è così allora Qupzilla e Adblock forever! C'est la vie! :)
      • ... scrive:
        Re: dunque
        - Scritto da: prova123
        Se a chi utilizza il browser pagano qualche
        centinaio di euro al mese (non di meno!) ci si
        può pure
        pensare.
        Se non è così allora Qupzilla e Adblock forever!
        C'est la vie!
        :)concordo: vuoi mettere dati non richiesti nel mio pc? mi paghi, altrimenti megabloccone! e in cxxo ai markettari spioni profilatori!il pc e' mio e me lo gestisco io.
        • Pianeta Advertisin g scrive:
          Re: dunque
          - Scritto da: ...
          il pc e' mio e me lo gestisco io.Questo lo dici tu! @^
          • Il fuddaro scrive:
            Re: dunque
            - Scritto da: Pianeta Advertisin g
            - Scritto da: ...


            il pc e' mio e me lo gestisco io.

            Questo lo dici tu! @^Tu pensa a ficcarti banane nel cu*o, cit. TUA.
          • ... scrive:
            Re: dunque
            - Scritto da: Pianeta Advertisin g
            - Scritto da: ...


            il pc e' mio e me lo gestisco io.

            Questo lo dici tu! @^interessante come cancellano i commenti di chi sfancula il troll "pianeta video" -in tutti i suoi alias- ma lo stesso pianeta video e' libero di postare le peggio stupidaggini senza che venga mai toccato. e poi c'e' qualcuno che si ostina a dire che PI non e' per il flame attiraclik, no.. eh..
          • controlli a campione scrive:
            Re: dunque
            - Scritto da: ...
            - Scritto da: Pianeta Advertisin g
            e poi c'e' qualcuno che si ostina a
            dire che PI non e' per il flame attiraclik, no..
            eh..Scusa ma... Chi mai direbbe che PI non e' per il flame attiraclik ???Manco gli autori ormai hanno questo coraggio...
          • PIaneta PerculaPia neti scrive:
            Re: dunque
            - Scritto da: ...
            interessante come cancellano i commenti di chi
            sfancula il troll "pianeta video"MA TU, CHE COSA GLI RISPONDI A FARE AL TROLL?FAI COME ME: GLI SCRIVI SOTTO "BEN DETTO GENNARI'" IN MODO DA PERCULARLO ALL'INFINITO
          • il pigna scrive:
            Re: dunque
            - Scritto da: Pianeta Advertisin g
            QuestoBen detto dottò!
          • .... scrive:
            Re: dunque
            - Scritto da: Pianeta Advertisin g
            QuestoBen detto Pasquà!
          • uno nuovo scrive:
            Re: dunque
            - Scritto da: Pianeta Advertisin g
            - Scritto da: ...


            il pc e' mio e me lo gestisco io.

            Questo lo dici tu! @^ben detto fratè!
        • editore scrive:
          Re: dunque
          Il problema è che si creerebbe un conflitto di interessi!Il visitatore potrebbe decidere di aprire tantissime pagine a casaccio e di cliccare sui banner al solo scopo di aumentare i propri introiti ...e questo non sarebbe mai accettato dagli inserzionisti né dagli intermediari seri.
          • passante scrive:
            Re: dunque
            - Scritto da: editore
            Il problema è che si creerebbe un conflitto di
            interessi!
            Il visitatore potrebbe decidere di aprire
            tantissime pagine a casaccio e di cliccare sui
            banner al solo scopo di aumentare i propri
            introiti ...e questo non sarebbe mai accettato
            dagli inserzionisti né dagli intermediari
            seri.Di più: il visitatore naviga tranquillo senza pubblicità alcuna, in background uno script apre tantissime pagine a casaccio e clicca i banner.
Chiudi i commenti