CyberLink vuole un Pinguino in salotto

L'azienda introduce una versione per Linux del proprio PowerCinema, piattaforma che vuole competere con Windows Media Center di Microsoft


Roma – CyberLink è fra i primi grandi sviluppatori di software multimediale a scommettere sul mercato dei PC media center basati su Linux, un settore in cui ha introdotto un software che ritiene in grado di rivaleggiare con le funzionalità integrate in Windows Media Center Edition.

L’azienda ha infatti lanciato una versione per Linux di PowerCinema, suite di software che consente di utilizzare il PC come un centro di intrattenimento che può essere controllato con Tv e telecomando. A differenza della versione di PowerCinema per Windows, disponibile come applicazione per gli utenti finali, CyberLink ha scelto di distribuire la versione per Linux unicamente ai produttori e assemblatori di PC.

PowerCinema per Linux è una piattaforma che gli OEM possono utilizzare all’interno dei propri PC media center basati su Linux. CyberLink afferma che il proprio software si avvia in meno di 10 secondi e offre un’interfaccia 3D multilingua basata sulle librerie grafiche OpenGL. Con PowerCinema è possibile riprodurre CD e DVD, file di musica, file video, visualizzare foto, navigare su Internet e condividere i propri file con un altro computer. Tutte le opzioni sono controllabili via telecomando e perfettamente leggibili, secondo l’azienda, anche a diversi metri da un televisore di media dimensione.

Fra i primi produttori ad aver annunciato un media center basato su PowerCinema per Linux c’è Shuttle, che presto commercializzerà un sistema, chiamato SB775G5 XPC, dotato di chipset Intel 875P, AGP 8x, memorie ECC DDR400 e interfaccia SATA RAID.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • laganaro michele scrive:
    consiglio su maxtor
    per favore, potreste aiutarmi ? ho comprato maxtor non me ne sono accorto che e' pieno e non riesco piu' ad aprirlo. che cosa mi consigliate di fare? grazie michele laganaro
  • Anonimo scrive:
    ad eccezzione di quelli commerciati al..
    ..dettaglio?ovvero a quelli che compri per farti il pc a casa per conto tuo?Ovvero l'unico modo in cui noni compriamo i dischi?Mi viene in mente l'accordo fra il nostro ministro e le catene di distribuzione per contenere i prezzi, accordo tanto sbandierato sui tg che se poi cercavi dettagli era fra (poche) grosse catene e che escludeva il materiale deperibile (tutto cio' che si mangia).
    • Anonimo scrive:
      Re: ad eccezzione di quelli commerciati
      A me si e' fumato un maxtor 40GB ad aprile. Ero comunque riuscito miracolosamente a recuperare i dati.L'avevo tenuto li' in un cassetto, perche' avevo deciso che prima o poi gli avrei fatto passare i diagnostici che avevo scaricato.Poi tra una cosa e l'altra mi e' ricapitato fra le mani a meta' ottobre. Provo. www.maxtor.com, metto il serial number e vedo che la garanzia del disco scadeva il 31/10/2004.Ho fatto al volo la RMA e mi hanno mandato un 120 (!!!) in sostituzione del 40 guasto in 4 giorni.Posso dire di essere stato fortunato :)
  • Terra2 scrive:
    Re: garanzia sui dati!
    - Scritto da: Anonimo
    sarei disposto anche a comprare un altro
    disco se la garanzia mi garantisse i dati
    invece che un disco nuovo...Ci sono già...Si chiamano raid :-)
  • Anonimo scrive:
    Re: garanzia sui dati!
    - Scritto da: Anonimo
    sarei disposto anche a comprare un altro
    disco se la garanzia mi garantisse i dati
    invece che un disco nuovo...

    mi spiego meglio:

    spesso in rapporto a quello che costa un
    hard disk il suo contenuto è circa
    100 volte di piu'

    quindi se mi si rompe me ne faccio poco che
    riportandolo al negozio me ne rende uno
    nuovo...

    in quello non ci sta pìù il
    mio lavoro :(http://www.its.queensu.ca/pubs/safe/backup/
  • flyonthenet scrive:
    Re: Bene

    rapidamente si comincia a ripensare
    all'affidabilità, che nei tagli tra i
    10 e gli 80 giga sembrava un optional...Forse il problema non è tanto la dimensione, ma la velocità: un motore che gira a 7200/10000 giri è più sollecitato rispetto ad un 5200.I dischi SCSI che viaggiano sui 10/12krpm in teoria usano materiali e motori di qualità maggiore (almeno si spera, visto il maggiore costo) e *dovrebbero* garantire un'affidabilità maggiore ... Poi c'è anche il problema delle temperature (montare un disco SCSI senza cassetto in alluminio + ventole è 1/2 suicidio)
    dirla tutta un po' di colpa nella moria ce
    l'hanno anche gli alimentatori ATX moderni
    che non sono robusti come gli AT... :s maVero, anche se esistono gli alimentatori ATX di qualità... basta pagarli... :-)Ciao
  • Anonimo scrive:
    Re: Io compro solo SAMSUNG
    purtroppo a me invece hanno dato problemi.1 completamente freezato dopo aver spento il pc una sera.1 semi freezato dal quale sono riuscito a recuperare i dati ma è poi diventato inutilizzabile con rumori meccanici non bellisimi.A oggi abbiamo avuto problemi con Quantum (specialmente SCSI o 15Gb EIDE...e se non erro Maxtor ha assorbito Quantum), Samsung, Maxtor, IBM notebook.Nessun problema per Hitachi (IBM) desktop, Seagate, WD.
    • Anonimo scrive:
      Re: Io compro solo SAMSUNG

      Nessun problema per Hitachi (IBM) desktop,
      Seagate, WD.Oddio, se consideriamo la serie Ibm che pochi anni fa ha rigistrato un numero pauroso di failure (dischi da 40 e 60) nemmeno la Hitachi ne esce indenne;Gli ultimi che ho preso sono Seagate, sono lenti scaldano poco e costano piu' della media, spero che sia per un motivo valido.Mi sa che non ne esce indenne nessuno, invece c'e' un'altra cosa che vorrei approfondire;Come si fa a intercettare le serie di dischi scelti che vanno montati sui pc di marca e sui server? Anche pagarli 15 euro in piu' non sarebbe un problema, mi basterebbe che durassero.
  • Anonimo scrive:
    Re: Bene
    mi ricordo quando a causa di un alimentatore mi son giocato un server ed una workstation.in fumo...c'erano gli integrati letteralmente crepati
  • Anonimo scrive:
    Re: garanzia sui dati!
    hai idea di quantoi costi un sistema di backup a nastro?O un sistema di storage?Specialmente se arrivi a determinate capacità?L'ideal potrebbe sfruttare le caratteristiche delle nuove SM che integrano controller raid per SATA.Mettendo 2 dischi identici in RAID1 (magari hot swap) hai un buon sistema di mirroring. Se ti si scassa il primo switch et voilà.In RAID 0 ti giocheresti tutti i dati.Oppure in assenza di raid un bel disco su cui ghostare il sistema......ma pur sempre di dischi si tratta.
    • flyonthenet scrive:
      Re: garanzia sui dati!

      hai idea di quantoi costi un sistema di
      backup a nastro?
      O un sistema di storage?
      L'ideal potrebbe sfruttare le
      caratteristiche delle nuove SM che integrano
      controller raid per SATA.Ok, sicuramente più economico e pratico il RAID1, ma non sicuro quanto i nastri.Per esempio, se il computer prende un fulmine dalla rete elettrica ed il computer non è protetto, ci sono buone possibilità che saltino entrambi i dischi.Tutto dipende non tanto da quanto costano le unità nastro, i dischi e gli UPS, ma da quanto valgono i dati ... quante ore bisognerebbe spendere per reinserire tutto? Più o meno del costo dei dispositivi?
      • Anonimo scrive:
        Re: garanzia sui dati!
        - Scritto da: flyonthenet

        hai idea di quantoi costi un sistema di

        backup a nastro?

        O un sistema di storage?

        L'ideal potrebbe sfruttare le

        caratteristiche delle nuove SM che
        integrano

        controller raid per SATA.

        Ok, sicuramente più economico e
        pratico il RAID1, ma non sicuro quanto i
        nastri.
        Per esempio, se il computer prende un
        fulmine dalla rete elettrica ed il computer
        non è protetto, ci sono buone
        possibilità che saltino entrambi i
        dischi.

        Tutto dipende non tanto da quanto costano le
        unità nastro, i dischi e gli UPS, ma
        da quanto valgono i dati ... quante ore
        bisognerebbe spendere per reinserire tutto?
        Più o meno del costo dei dispositivi?Ho smesso di usare le unità a nastro quando mi sono servite e i 7 giga di dati erano inutilizzabili..l'unico metodo di salvataggio sicuro è il raid mirror, associato a salvataggio distribuito su più macchine (nello stesso posto in modo da non aver problemi di sicurezza di dati su internet) e ogni tanto fare backup su dvd/cd masterizzando a 2x max su supporti buoni... Per i dati importanti bisogna solo impostare il bit paranoic a 1 :D
    • Anonimo scrive:
      Re: garanzia sui dati!
      ciao,
      hai idea di quantoi costi un sistema di
      backup a nastro?si, anche se io non avevo parlato di nastri, ma ero rimaso molto piu` sul generico (non so quali siano le esigenze specifiche, magari un dvd basta)comunque si parlava di dati del valore di 100 volte il disco che li contiene, quindi un sistema di backup e` assolutamente auspicabile
      L'ideal potrebbe sfruttare le
      caratteristiche delle nuove SM che integrano
      controller raid per SATA.il mirroring lo puoi fare anche in software, se vuoi, ma non e` quella la soluzione: i dati si perdono anche per crash del filesystem o per errore umano, e per quello il mirror e` inutile......in generale il mirror (o il raid5) servono per minimizzare i tempi di down in caso di guasto, ma la sicurezza dei dati la si ottiene solo con una buona policy di backup!
  • Anonimo scrive:
    Un sacco di problemi con i Maxtor!
    Io ho avuto solo proiblemi con i Maxtor, in particolare con le versioni desktop "sottili" da 40 Gb.4 dischi rotti in meno di 12 mesi. 2 completamente andati, 2 dannegiati.Contenuto irrecuperabile in 2 su 4.Basta Maxtor, non mi frega nulla della garanzia, costano 50 euro prezzo rivenditori ma quello che perdo a causa delle rotture mi costa centinaia di migliaia di euro.
    • Anonimo scrive:
      Re: Un sacco di problemi con i Maxtor!
      ora punto su Seagate.Non ne ho mai avuto uno rotto.Ricorda di raffreddare bene i SATA (non mi pare scaldino molto più di un ATA133) con sistemi dedicati. Il case poi deve sempre essere ben areato, deve uscire sempre più aria di quanta ne entri per evitare ristagni.
      • Anonimo scrive:
        Re: Un sacco di problemi con i Maxtor!
        Se esce più aria di quanta ne entra alla fine il pc diventa sottovuoto ;)Ciao121
        • Anonimo scrive:
          Re: Un sacco di problemi con i Maxtor!
          :Dè vero!!cmq ci siamo capiti lo stesso ;)
          • Anonimo scrive:
            Re: Un sacco di problemi con i Maxtor!
            Errore fondamentale !!Se fai uscire più aria di quanta ne entra hai il pc in "depressione" e quindi diventa un ricettacolo di polvere che è "attirata" ad entrarvi dalle fessurepresenti nel case. Viceversa un pc in "pressione" ne accumula molta di meno.E' un errore comune quello di mettere ventole che mandano l'aria solo verso l'esterno; conviene, e molto, fare il contrario, anche perchè le ventole accumulando polvere sulle pale perdono efficienza; inoltre andate adaccumulare un sacco di polvere sulle alette dei dissipatori che perdono anche loro di efficienza.Lasciate un 15-20% di ventilazione in più verso l' interno del pc rispetto a quella che mandate all' esterno e vi meraviglierete di trovare il pc pulito e a temperature costanti.
          • Anonimo scrive:
            Re: Un sacco di problemi con i Maxtor!
            - Scritto da: Anonimo
            Errore fondamentale !!
            Se fai uscire più aria di quanta ne
            entra hai il pc in "depressione" e quindi
            diventa un ricettacolo di polvere che
            è "attirata" ad entrarvi dalle
            fessurepresenti nel case. Viceversa un pc in
            "pressione" ne accumula molta di meno.

            E' un errore comune quello di mettere
            ventole che mandano l'aria solo verso
            l'esterno; conviene, e molto, fare il
            contrario, anche perchè le ventole
            accumulando polvere sulle pale perdono
            efficienza; inoltre andate adaccumulare un
            sacco di polvere sulle alette dei
            dissipatori che perdono anche loro di
            efficienza.

            Lasciate un 15-20% di ventilazione in
            più verso l' interno del pc rispetto
            a quella che mandate all' esterno e vi
            meraviglierete di trovare il pc pulito e a
            temperature costanti.io ho 2 ventole davanti e 2 dietro, collegate a un rheobus, farò come dici tu.
          • Anonimo scrive:
            Re: Un sacco di problemi con i Maxtor!

            Errore fondamentale !!
            Se fai uscire più aria di quanta ne
            entra hai il pc in "depressione" e quindi
            diventa un ricettacolo di polvere che
            è "attirata" ad entrarvi dalle
            fessurepresenti nel case. Viceversa un pc in
            "pressione" ne accumula molta di meno.come mai sul mio Mac G5, che è universalmente riconosciuto abbia il miglior sistema di raffreddamento a ventole, tutte le 9 ventole fanno uscire l'aria solo dal dietro, e quando girano insieme, si può tranquillamente appiccicare un foglio sulla griglia frontale e questo rimane attaccato, segno evidente dell'esistenza di una depressione ? E dentro non è assolutamente impolverato...
    • Anonimo scrive:
      Re: Un sacco di problemi con i Maxtor!
      Confermo, danno molti problemi.Dalle mie parti un'intera partita da hd 60giga ha dato buca e il mio amico ha dovuto sostituirli tutti! :DQuando gli ho detto che il mio maxtor faceva troppo rumore mi ha detto:"hai un 60giga?!? :| ""no, 80""uff... per fortuna! :s ":D :D :DLa maxtor ha un buon nome, ma alla fine é fuffa.... per fortuna sull'hd non ci sono guerre di religione, altrimenti questro thread si sarebbe riempito di talebani proMaxtor :D :D :D
      • Anonimo scrive:
        Re: Un sacco di problemi con i Maxtor!
        contano i numeri...io ho un amico che ora vuole prendere un secondo HD...maxtor SATA da 120 Gb.Sto cercando di convincerlo a prendere un Seagate...
      • pikappa scrive:
        Re: Un sacco di problemi con i Maxtor!
        - Scritto da: Anonimo
        Confermo, danno molti problemi.
        Dalle mie parti un'intera partita da hd
        60giga ha dato buca e il mio amico ha dovuto
        sostituirli tutti! :D
        Quando gli ho detto che il mio maxtor faceva
        troppo rumore mi ha detto:
        "hai un 60giga?!? :| "
        "no, 80"
        "uff... per fortuna! :s "
        :D :D :D

        La maxtor ha un buon nome, ma alla fine
        é fuffa.

        ... per fortuna sull'hd non ci sono guerre
        di religione, altrimenti questro thread si
        sarebbe riempito di talebani proMaxtor :D :D
        :DMah alla fine io ho tutti dischi maxtor in casa, 2 da 40 GB sul mio pc, 2 120(di cui uno SATA) su quello di mio padre, e persino un 7gb su quello di mio fratello, e (tocchiamoci che non si sa mai) non ho mai avuto problemi....boh
      • Anonimo scrive:
        Re: Un sacco di problemi con i Maxtor!
        bah...io ho 3 160GB (in raid 5...), 2 da 120 in raid 0, tutti accesi 24 ore al giorno...tutto scorre...
        • Anonimo scrive:
          Re: Un sacco di problemi con i Maxtor!
          - Scritto da: Anonimo
          bah...

          io ho 3 160GB (in raid 5...), 2 da 120 in
          raid 0, tutti accesi 24 ore al giorno...

          tutto scorre...
          ... ma infattigli hd si rompono, che siano maxtor seagate ibm ecc...questione di fortuna? anchema cosa c'è di meglio di un sano e regolare backup dei dati imperdibili che valgono MOOOLTO più del hd?thread di lana caprina imho
          • Tirighetta scrive:
            Re: Un sacco di problemi con i Maxtor!
            Per esperienza è meglio evitare di piazzare il masterizzatore vicino al hd perche il masterizzatore dissipa veramente troppo calore che praticamente manda a puttane l'hd.
      • carobeppe scrive:
        Re: Un sacco di problemi con i Maxtor!

        ... per fortuna sull'hd non ci sono guerre
        di religione, altrimenti questro thread si
        sarebbe riempito di talebani proMaxtor :D :D
        :DOk... cmq io ho tre maxtor, due da 40gb (non di quelli piatti) in RAID 0 e uno da 80 gb, tutti IDE, da due anni in moto per 8 ore al giorno, hanno sopportato decine di traslochi (il PC lo uso anche per lan party in giro per la mia provincia)... avessi mai avuto mezzo problema!!! Il prossimo hard disk esterno x il mio portatile sarà un maxtor. Forse sono stato fortunato?
      • Anonimo scrive:
        Re: Un sacco di problemi con i Maxtor!
        ciao a tutti, io ho un problema, il mio hd maxtor da 120 fa un rumore molto forte, sembra che "gratta"! la cosa preoccupante è che non ha nemmeno un mese!! secondo voi si sta rompendo o fanno cosi tutti i maxtor? ciao
  • Anonimo scrive:
    Io compro solo SAMSUNG
    Sorrydopo le mie esperienze con i dischi IBM con quelli FUJTSU e con quelli MAXTOR ora compro solo SAMSUNG. Non mi si sono mai inchiodati, mai un freeze mai una rottura, filano che e' una meraviglia.
  • Anonimo scrive:
    Re: garanzia sui dati!
    ciao,
    sarei disposto anche a comprare un altro
    disco se la garanzia mi garantisse i dati
    invece che un disco nuovo...se sei disposto a spendere qualche soldino pur di dormire piu` tranquillo ti consiglio vivamente di comprare un sistema di backup, non un disco nuovo :)
  • Anonimo scrive:
    Re: garanzia sui dati!
    Hai mai sentito parlare di RAID? ;)
  • Anonimo scrive:
    garanzia sui dati!
    sarei disposto anche a comprare un altro disco se la garanzia mi garantisse i dati invece che un disco nuovo...mi spiego meglio:spesso in rapporto a quello che costa un hard disk il suo contenuto è circa 100 volte di piu' quindi se mi si rompe me ne faccio poco che riportandolo al negozio me ne rende uno nuovo... in quello non ci sta pìù il mio lavoro :(
  • Anonimo scrive:
    Bene
    Dopo la corsa a chi lo fa più grande ;) ora che le dimensioni crescono meno rapidamente si comincia a ripensare all'affidabilità, che nei tagli tra i 10 e gli 80 giga sembrava un optional... così per dire io ho decine di dischi (ide, tralascio gli scsi) dai 120 mega -attualmente su quello c'è MoviX- in su che ancora non perdono un colpo, almeno le pezzature fino a 6-8 giga. E parliamo di roba accesa 8 ore al giorno 5 giorni a settimana, con quasi 15 anni di vita sulle spalle. :oQuelli più nuovi invece hanno avuto quasi tutti vita più breve... cmq a dirla tutta un po' di colpa nella moria ce l'hanno anche gli alimentatori ATX moderni che non sono robusti come gli AT... :s ma c'è da capirli anche i loro produttori vogliono una fetta del mercato dell'upgrade biennale :
Chiudi i commenti