Da Christie's all'asta un Apple I

Valutato più di 200 mila dollari fa parte dello stock del capostipite della serie, completo di manuali e lettera di Steve Jobs. Nel suo inconfondibile chassis di legno

Roma – La casa d’aste Christiès batterà all’asta , venerdì 23 novembre, un esemplare di Apple I, uno dei prodotti originali creati da Steve Jobs e Steve Wozniak nel 1976 , uno dei primi personal computer della storia.

Probabilmente non è il primo in assoluto, ma comunque si tratta di uno del primo lotto prodotto da Apple. Una sciccheria per l’informatica vintage: è accompagnato dalla scatola e dai manuali originali (che mostrerebbero anche una rara testimonianza del logo originario con Isaac Newton sotto l’albero di mele ) e in più da una lettera firmata dallo stesso Steve Jobs e con i consigli all’utente originario riguardo i migliori schermi e tastiere con cui utilizzarlo (dal momento che non facevano parte del PC venduto, così come l’alimentatore).

Originariamente venduto per 666,66 dollari dalla neonata azienda Apple-ing (allora con sede ancora nel garage di casa Jobs), monta 8K di memoria, un processore da 1.0 Mhz MOS 6502 e disponeva anche di un’interfaccia con mangianastri. Questo esemplare faceva parte di uno stock di circa 200 unità personalmente assemblato dal cofondatore di Apple, Steve Wozniak.

Un altro Apple I è stato venduto su eBay appena due mesi fa per poco più di 22mila dollari.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Max scrive:
    come la mettiamo con Imagination?
    i leader del settore sono loro, ed hanno già a disposizione chip grafici embedded che supportano standard openCL e quant'altro...sarebbe interessante confrontare le prestazioni e i consumi di questa nuova Mali con con le nuove PowerVR, per farsi un'idea più precisa
Chiudi i commenti