Da VIA una mainboard piccina picciò

Il chipmaker taiwanese ha presentato una scheda madre basata sulla giovane specifica Pico-ITX, che prevede mainboard con dimensioni di poco più grandi a quelle di una carta da poker

Taipei – Le premesse c’erano tutte fin dallo scorso febbraio quando ha annunciato la specifica Pico-ITX per i PC small form-factor (SFF) ed ora VIA ha svelato la prima scheda madre basata sul suo nuovo formato da 10 x 7,2 centimetri.

In grado di stare sul palmo di una mano, la nuova maiboard occupa una superficie del 75% inferiore rispetto ad una scheda Mini-ITX: per tale motivo VIA la definisce “la più piccola mainboard x86 full-featured sul mercato”. Le sue esigue dimensioni la rendono adatta per soluzioni emebedded e appliance ultracompatte basate sui processori x86 a bassissimo consumo prodotti dalla stessa casa taiwanese.

“Il formato Nano-ITX incarna perfettamente la strategia Small is Beautiful di VIA, che si propone la miniaturizzazione dei formati per condurre la piattaforma x86 verso sistemi sempre più compatti e categorie di dispositivi totalmente nuove”, ha dichiarato il costruttore.

La scheda madre Pico-ITX VT6047, che rappresenta un reference design per tutte le future mainboard basate su questo formato, può integrare un processore VIA C7 o il processore fanless VIA Eden nel package nanoBGA da 21 x 21 mm, in unione ai chipset multimediali di VIA.

Maggiori dettagli sul formato Pico-ITX e sulla reference board Pico-ITX VIA VT6047 sono disponibili qui .

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Ma se Dell e altri...
    ...già fanno portatili entry level a $500, e Negroponte fa un ultraportatile da $140, cosa ci sarebbe di tanto nuovo e diverso nell'ultima, ancora virtuale, creatura di intel?Se è pur vero che un ultraportatile ha soluzioni speciali rispetto ad altri portatili, è anche vero che risparmia parecchio sullo schermo ed è altrettanto vero che di solito, ma forse intel fa eccezione, le CPU adatte a quest'uso costano meno delle CPU da desktop e quelle da notebook "normale".
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma se Dell e altri...
      - Scritto da:
      ...già fanno portatili entry level a $500, e
      Negroponte fa un ultraportatile da $140, cosa ci
      sarebbe di tanto nuovo e diverso nell'ultima,
      ancora virtuale, creatura di
      intel?
      Se è pur vero che un ultraportatile ha soluzioni
      speciali rispetto ad altri portatili, è anche
      vero che risparmia parecchio sullo schermo ed è
      altrettanto vero che di solito, ma forse intel fa
      eccezione, le CPU adatte a quest'uso costano meno
      delle CPU da desktop e quelle da notebook
      "normale".Hai perfettamente ragioneQuella della riduzione di costo è una direzione di ottimizzazione che è quindi ovvia. Una direzione meno ovvia e più degna di fare notizia è quella dell'usabilità ovvero che le funzioni di un computer siano effettivamente utilizzabili dalla 'gente. A quello ci pensa Apple. Non sempre i giornalisti si accorgono delle cose importanti. Ciao
      • Enjoy with Us scrive:
        Re: Ma se Dell e altri...
        Qui la novita' e' un altra, con un sistema portatile da 500$ ci farebbero girare VISTA !!! Con le risorse che chiede il nuovo sistema non sara' poi cosi entry level...
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma se Dell e altri...
          - Scritto da: Enjoy with Us
          Qui la novita' e' un altra, con un sistema
          portatile da 500$ ci farebbero girare VISTA !!!
          Con le risorse che chiede il nuovo sistema non
          sara' poi cosi entry
          level...A sentire MS Vista già dovrebbe girare su qualsiasi ultraportatile attuale, a patto che abbia almeno 1GB RAM.
          • Enjoy with Us scrive:
            Re: Ma se Dell e altri...
            Si ma non basta il Gb di ram per l'interfaccia AERO ci vuole anche un Chip grafico di tutto rispetto, non la solita grafica integrata degli attuali entry level.Quindi facendo due conti almeno 1 Gb di ramProcessore performante (prestazioni cioè in linea con un core2 duo) Chipset grafico dedicato con 256 MB Videoram o superiore....Mi sembra più un attuale Top di gamma che un entry level!
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma se Dell e altri...
      Ci sarebbe questo:-Linux preinstallato (novità bomba)-Prestazioni da normale pc-Hard Disk flash (indistruttibile)-Autonomia ragionevole
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma se Dell e altri...
        - Scritto da:
        -Hard Disk flash (indistruttibile)Ho i miei forti dubbi... (newbie)
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma se Dell e altri...
          Ovvio che per indistruttibile non si intende che puoi lanciarlo dal 10^ piano o passarci sopra con un camion :D
          • sinadex scrive:
            Re: Ma se Dell e altri...
            credo che l'utente indicasse come improbabile la presenza di un disco, non la sua indistruttibilità-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 25 aprile 2007 01.45-----------------------------------------------------------
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma se Dell e altri...
      - Scritto da:
      ...già fanno portatili entry level a $500, e
      Negroponte fa un ultraportatile da $140, cosa ci
      sarebbe di tanto nuovo e diverso nell'ultima,
      ancora virtuale, creatura di
      intel?
      Se è pur vero che un ultraportatile ha soluzioni
      speciali rispetto ad altri portatili, è anche
      vero che risparmia parecchio sullo schermo ed è
      altrettanto vero che di solito, ma forse intel fa
      eccezione, le CPU adatte a quest'uso costano meno
      delle CPU da desktop e quelle da notebook
      "normale".Ma se esistono portatili a 500 euro perchè devo comprarmi un palmare da 800? Perchè i target d'utilizzo sono diversi.Il pc ultraportatile di negroponte è paragonabile quasi a un palmare come prestazioni, questi UMPC sono semplicemente un ibrido diverso da un portatile.
Chiudi i commenti