DDoS, siamo all'emergenza?

Gli attacchi telematici sempre più spesso prendono di mira strutture italiane, anche importanti fornitori di hosting. Aggressioni violente che sbattono fuori dalla rete un numero crescente di siti e servizi


Roma – Si moltiplicano gli attacchi di ignoti contro server e persino server farm italiani, un fenomeno che, stando alle segnalazioni giunte a Punto Informatico in queste settimane, è in decisa ascesa e preoccupa molti operatori medio-piccoli. L’ultima notizia di un attacco distribuito del tipo denial-of-service (DDoS) arriva da Aruba , uno dei maggiori fornitori di hosting.

In una nota pubblicata in questi giorni sui forum del provider dallo staff di Aruba, si ha la conferma di quanto avvenuto, ossia che per alcuni giorni la web farm situata ad Arezzo è stata presa di mira da “un massiccio attacco DDOS rivolto verso i nostri server che ha generato un traffico malizioso di circa 500Mbit/s costanti (con punte di più di 3Gbit/s) verso alcune macchine e verso il firewall in particolare”.

“Purtroppo – hanno spiegato agli utenti i tecnici di Aruba – a causa di un bug nel sistema operativo del Firewall Cisco, questa macchina si è riavviata frequentemente bloccando di fatto il traffico in ingresso ed uscita della webfarm. In questo momento stiamo cercando di respingere l’attacco non solo all’ingresso della nostra webfarm, ma anche all’ingresso della rete dei nostri fornitori. L’operazione non è semplice visto che trattandosi di un attacco DOS distribuito ci sono migliaia di sorgenti e non una sola (che risulterebbe facilmente individuabile e bloccabile)”.

Ma se Aruba uscirà presto da questo problema (“bug a parte, la struttura tecnica è dimensionata per sopportare traffici ben superiori”) c’è chi teme che la questione degli attacchi distribuiti diretti verso strutture italiane sia soltanto all’inizio.

Oltre alla vicenda di Censurati.it di cui PI ha dato notizia , altre segnalazioni anche da parte di alcuni provider indicano la sussistenza di questo genere di attacchi, Aruba sembra quindi essere soltanto l’ultimo in ordine di tempo.

Che gli attacchi distribuiti costituiscano un serio problema non solo e non tanto per la sicurezza quanto per l’affidabilità dei servizi internet e persino per la libertà di espressione e di informazione non è una novità. Di recente, strutture di grande rilievo come quelle del carrier australiano Telstra sono state messe knock-out da questo genere di aggressioni, seppure solo per qualche ora. E ci sono bande criminali che addirittura tentano la via del ricatto : o paghi o ti aggrediamo. Una situazione-limite che ha fin qui toccato grandi operatori internazionali ma che con una preoccupante frequenza ha iniziato a colpire anche soggetti italiani.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    kodak in crisi
    leggete http://www.dpreview.com/
    • ldsandon scrive:
      Re: kodak in crisi
      Kodak non è ancora in crisi, ma sta rapidamente cercando di ristrutturarsi per adattarsi alla fotografia digitale. È innegabile che il rapido calo del consumo di pellicola, in particolare da parte dei fotografi dilettanti, e quindi anche dello sviluppo e stampa incide sui bilanci Kodak, compensato in parte da qualche mercato come quello russo, cinese e indiano dove le condizioni econimiche possono ancora favorire la pellicola.Kodak sta accentrando la produzione di film e carte in pochi stabilimenti, e non vende più fotocamere non digitali nei mercati occidentali, dove già la sua quota era piuttosto bassa.Ma questa mossa verso Java proprio non si capisce, inimicarsi parte del mondo IT non mi sembra una mossa proprio furba, visto che immagine e bit saranno sempre più intimi.
  • Anonimo scrive:
    Le grandi aziende si autodistruggeranno
    Se continuano così il brevetto da strumento di difesa dell'ingegno diventerà sempre più strumento di distruzione ed annichilimento delle menti.Così si stanno solamente auto distruggendo, se non si mettono daccordo loro che sono giganti cosa succedere fra qualche anno???Si dovrebbe inventare il brevetto not for credit; cioè io che invento brevetto ma non posso chiedere niente a nessun altro che lo usi, lo faccio solo perchè un giorno qualsiasi cane si accorga che un pezzo della mia tecnologia non sia stato brevettato non lo faccia e poi mi venga a battere cassa!!!!NOT FOR CREDIT, il brevetto preventivo!!!!!!!
  • Anonimo scrive:
    Passate tutti a .Net...
    ...da zio Bill queste cose non succedono.(win)
    • ldsandon scrive:
      Re: Passate tutti a .Net...
      Se Java viola il brevetto di Kodak, .Net che funziona esattamente come Java dovrebbe violarlo anch'esso....Cosa aspetto Kodak a fare causa anche a M$? Sicuramente può chiedergli molti, ma molti più soldi... :DO ha paura delle divisioni di avvocati agguerriti che Bill metterebbe in campo?
      • Anonimo scrive:
        Re: Passate tutti a .Net...
        - Scritto da: ldsandon
        Se Java viola il brevetto di Kodak, .Net che
        funziona esattamente come Java dovrebbe
        violarlo anch'esso....

        Cosa aspetto Kodak a fare causa anche a M$?
        Sicuramente può chiedergli molti, ma
        molti più soldi... :D

        O ha paura delle divisioni di avvocati
        agguerriti che Bill metterebbe in campo?java e .net sono due tecnologie diverse e con fini alcune volte simili, ma questo non potrebbe mai violare il brevetto(win)
        • ldsandon scrive:
          Re: Passate tutti a .Net...

          java e .net sono due tecnologie diverse eROTFL! :DPS: sono un programmatore Windows, ma senza fette di salame made in Redmond sugli occhi...
        • Alessandrox scrive:
          Re: Passate tutti a .Net...
          - Scritto da: Anonimo
          java e .net sono due tecnologie diverse e
          con fini alcune volte simili, ma questo non
          potrebbe mai violare il brevettoQuesto non vuol dire un CaPzioL' unica questione e':.Net usa almeno uno dei 3 brevetti in questione?Ad esempio viene usata una qualche forma di comunicazione tra processi?Credo proprio di si.
      • Anonimo scrive:
        Re: Passate tutti a .Net...
        - Scritto da: ldsandon
        Se Java viola il brevetto di Kodak, .Net che
        funziona esattamente come Java dovrebbe
        violarlo anch'esso....

        Cosa aspetto Kodak a fare causa anche a M$?
        Sicuramente può chiedergli molti, ma
        molti più soldi... :D

        O ha paura delle divisioni di avvocati
        agguerriti che Bill metterebbe in campo?Be', adesso sta cercando di mettere in cassa un po' dindi per potersi permettere di far causa a M$ (avendo dalla sua un bel po' di soldi ed un PRECEDENTE).Al giorno d'oggi e' cosi' che si fano gli investimenti... :D
      • Anonimo scrive:
        Re: Passate tutti a .Net...

        Se Java viola il brevetto di Kodak, .Net che
        funziona esattamente come Java dovrebbe
        violarlo anch'esso....
        Cosa aspetto Kodak a fare causa anche a M$?
        Sicuramente può chiedergli molti, ma
        molti più soldi... :D
        Bah! Visto che .NET è _semplicemente_ la implementazione di MS dello standard ISO23271, Kodak dovrebbe prima fare causa a ISO.
        • Montex scrive:
          Re: Passate tutti a .Net...
          - Scritto da: Anonimo
          Bah! Visto che .NET è _semplicemente_
          la implementazione di MS dello standard
          ISO23271, Kodak dovrebbe prima fare causa a
          ISO.Sì, però qui i brevetti violati non riguardano il CLI, ma - a quel poco che ho capito - la comunicazione fra applicazioni, l'esecuzione remota di metodi e il passaggio di dati tramite oggetti e strutture...... tutte caratteristiche che mi pare siano implementate anche nel .NET ... o no?http://www.freepatentsonline.com/5206951.htmlhttp://www.freepatentsonline.com/5421012.htmlhttp://www.freepatentsonline.com/5226161.html==================================Modificato dall'autore il 05/10/2004 20.09.32
        • ldsandon scrive:
          Re: Passate tutti a .Net...

          Bah! Visto che .NET è _semplicemente_
          la implementazione di MS dello standard
          ISO23271, Kodak dovrebbe prima fare causa a
          ISO.Direi che è esattamente il contrario: ISO23271 è la ratificazione da parte dell'ISO della CLI di .NET, su proposta di MS stessa. Lo dice MS stessa:http://msdn.microsoft.com/net/ecma/Quindi credo che Kodak farebbe prima a citare MS...
    • Anonimo scrive:
      Re: Passate tutti a .Net...
      - Scritto da: Anonimo
      ...da zio Bill queste cose non succedono.Se rileggi cosa tutelerebbero questi tre brevetti capiresti che .Net non é affatto fuori dal pericolo, ma che é semplicemente il prossimo sulla lista.
  • Anonimo scrive:
    Meravigliosa SONY
    Ah che meraviglia! Viviamo in un'epoca stra-ordinaria, che mette in luce come non mai l'irrefrenabile e smisurato desiderio di potere dell'uomo. Si sta per realizzare il controllo totale di energia, informazioni, risorse, sviluppo biologico e non ultimo creatività e tutto ciò con giustificazioni sempre più lontane dal buon senso e dalla logica. Spero che questo accada il prima posibile, perché come insegna la storia, ma anche la fisica, ogni sistema che si espande, raggiunto il culmine inizia a contrarsi, e sarei proprio curioso di assistere a questo passaggio epocale. Voi no?Idea, ma non si potrebbe obbligare tutti gli utenti del mondo che stanno usando programmi in JAVA a pagare 10 euro?Ma si, anche quelli che non li usano, tanto prima o poi li useranno no? Ma scusate se si fanno le guerre in via preventiva, che volete che sia chiedere, sempre in via preventiva eh, senza aspettare i processi, un po' di euro a ciascuno? Ma non alla SUN, io farei una cosa sbrigativa e li chiederei direttamente agli utenti. In fin dei conti è quello che ha fatto la SIAE in Italia con i supporti e i dispositivi di memorizzazione, no?
  • Anonimo scrive:
    Che tristezza...
    sapere che la kodak ha pensato alle funzionalita' interne di java spiega molte cose sulle pecche di questo linguaggio di programmazione :'(
    • Anonimo scrive:
      Re: Che tristezza...
      - Scritto da: Anonimo
      sapere che la kodak ha pensato alle
      funzionalita' interne di java spiega molte
      cose sulle pecche di questo linguaggio di
      programmazione :'(Non ci ha pensato, perché Java non ha copiato nessun codice sviluppato da Kodak (che si é limitata a comprare il brevetto da altri).Se io brevetto "settare un variabile" non ho scritto nessun codice, ma nessuno potrebbe scappare a questo brevetto.
  • Anonimo scrive:
    e se brevettassi...
    ...la possibilità di fare brevetti?Sai che risate....
  • Anonimo scrive:
    Manovre politiche
    Dunque, Kodak vuole tot miliardi, nell'ordine di cifre che ben difficilmente un'azienda può pagare.Mi da l'idea che in realtà questa sia più una scaramuccia che una vera richiesta di risarcimento...Sun con una decina di milioni di $ può tranquillamente gestire una causa legale abbastanza lunga da trovare qualche appiglio o almeno qualche zona d'ombra all'interno di Kodak stessa, per giungere ad un compromesso accettabile.Il tutto mantenendosi buono il giochino dei brevetti, che ai livelli delle megacorporazioni fa comodo e molto a tutti.Morale della favola IMHO avremo avvocati più ricchi, prodotti o uguali o leggermente più scadenti e tanta aria fritta...fino alla prossima volta...
  • Rude scrive:
    Se il brevetto passa sono guai
    E' piuttosto ovvio che il sistema, che si è creato in America e che si sta importando anche in Europa, non regge. Il sistema dei brevetti è fatto apposta per finire in tribunale. Poichè il termine "la legge è uguale per tutti" è un insulto all'intelligenza umana (se così fosse non ci sarebbero avvocati che si fanno pagare di più), l'ovvia conseguenza è che le grandi aziende possono citare in giudizio quelle piccole e piegarle al loro volere.Questo fenomeno è in grado di distruggere quel poco che c'è in Italia e che si basa su aziende medio-piccole incapaci di reggere ad una denuncia di Microsoft o IBM.Con malizia si potrebbe ipotizzare che che un'azienda denunci un'altra che sta violando un brevetto solo dopo qualche anno affinchè abbia dei profitti elevati e possa chiederne la metà.Un'altra conseguenza è la possibilità di mettere su brevetti su brevetti per poi ricattare tutti quelli che li violino anche inconsapevolmente.Un ulteriore problema potrebbe essere la concorrenza di quei paesi che non accettano i brevetti così come sono pensati e fanno software a prezzi ridicoli.In sostanza il ricorso al brevetto selvaggio è un freno che va evitato e controllato, il rischio è il collasso dell'economia HItec e l'egemonia di poche enormi aziende.Ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: Se il brevetto passa sono guai
      passerà passerà. se non passasse non saremmo in una plutocrazia oligarchica
      • Anonimo scrive:
        Re: Se il brevetto passa sono guai
        - Scritto da: Anonimo
        passerà passerà. se non
        passasse non saremmo in una plutocrazia
        oligarchicaLa plutocrazia oligarchica di avvocati e magistrati regalati un tanto al chilo alla politica.Come negli USA.Se non sono una cosca mafiosa questi......
    • Anonimo scrive:
      la legge è uguale per tutti
      credo che sia vero...in effetti...la legge del più forte è effettivamente uguale per tutti...::(
  • Anonimo scrive:
    I TRE BREVETTI IN QUESTIONE
    Ecco i titoli dei brevettiMultitasking computer system for integrating the operation of different application programs which manipulate data objects of different types(http://www.freepatentsonline.com/5421012.html)Integration of data between typed objects by mutual, direct invocation between object managers corresponding to object types(http://www.freepatentsonline.com/5206951.html)Integration of data between typed data structures by mutual direct invocation between data managers corresponding to data types(http://www.freepatentsonline.com/5226161.html)
    • Anonimo scrive:
      Re: I TRE BREVETTI IN QUESTIONE
      Ma lo fatto quasi tutti i programmi!Perché la Kodak ha attaccato solo la SUN?Può attaccare quasi tutte le imprese ch producono software!... puo essere che abbia paura che quelle più grandi, come IBM o Microsoft la sotterrino?
      • Anonimo scrive:
        Re: I TRE BREVETTI IN QUESTIONE
        A chi fa paura Java? A Microsoft. Ed ecco che Kodak scopre di avere dei brevetti che potrebbero essere usati contro Java. Per pura coincidenza, Kodak negli ultimi mesi ha stretto forti legami con Microsoft nel settore del software per l'Imaging.A chi fa paura Linux? A Microsoft. Ed ecco che Sco scopre di avere del codice nel suo Unix simile a quello che c'è in Linux. Per pura coincidenza, Sco negli ultimi mesi ha stretto forti legami con Microsoft, che l'ha abbondantemente finanziata. Non cominciate a notare curiose similitudini???
        • Anonimo scrive:
          Re: I TRE BREVETTI IN QUESTIONE
          Non credo alle coincidenze, quindi puoi avere ragione. Oppure Kodak ha deciso di attaccare adesso Sun, sperare di vincere per poi dedicarsi alle altre...
        • Anonimo scrive:
          Re: I TRE BREVETTI IN QUESTIONE
          riscrivo in un italiese piu' comprensibileNon credo alle coincidenze, quindi puoi avere ragione. Oppure Kodak ha deciso di attaccare adesso Sun, sperando di vincere per poi dedicarsi alle altre...
        • Anonimo scrive:
          Re: I TRE BREVETTI IN QUESTIONE
        • Anonimo scrive:
          Re: I TRE BREVETTI IN QUESTIONE
          Ha stretto accordi anche con Sun, in verità.Almeno che non faccia il doppio gioco, quindi, non dovrebbe centrare.(linux)(apple)
        • Montex scrive:
          Re: I TRE BREVETTI IN QUESTIONE
          - Scritto da: Anonimo
          Non cominciate a notare curiose
          similitudini???Direi di sì.. :|E inoltre - sempre per coincidenza - il signor Wang (quello dei Wang Laboratories, titolari ufficiali dei brevetti, ceduti nel 97 alla Kodak) ha rapporti ben stretti con la Microsoft ...http://www.bookrags.com/biography/an-wang/Ultimi due paragrafi prima di "Associated Organizations"
        • Anonimo scrive:
          Re: I TRE BREVETTI IN QUESTIONE
          Si, anche l'attacco degli alieni e' colpa di microsoft...
          • Montex scrive:
            Re: I TRE BREVETTI IN QUESTIONE
            - Scritto da: Anonimo

            Si, anche l'attacco degli alieni e' colpa di
            microsoft...Alieni? Quali alieni?Aiutoooooooo gli alieni ahhhhhhhaiutoooooooo... ah ma se usano Windows allora mi tranquillizzo :D
          • Anonimo scrive:
            Re: I TRE BREVETTI IN QUESTIONE
            - Scritto da: Montex

            - Scritto da: Anonimo



            Si, anche l'attacco degli alieni e'
            colpa di

            microsoft...

            Alieni? Quali alieni?
            Aiutoooooooo gli alieni
            ahhhhhhh
            aiutoooooooo

            ... ah ma se usano Windows allora mi
            tranquillizzo :DCerto che usano Windows ! Hai visto il film "Independence Day" ?
    • ldsandon scrive:
      Re: I TRE BREVETTI IN QUESTIONE
      Beh, direi che può fare causa a MS per COM, DCOM e .NET, a MS e IBM per SOAP, all'OMG per CORBA... e immagino un notevole numero di altre aziende e tecnologie.
  • Anonimo scrive:
    Java è il primo passo, poi toccherà a...
  • Anonimo scrive:
    Io invece brevettero' l'uomo....
    cosi' ogni individuo sopra la fasica di puberta' dovra' pagarmi le royalties...ah e ovviamente tutta la stampa i siti etc che usano la parola "uomo"......che squallore....
    • Anonimo scrive:
      Re: Io invece brevettero' l'uomo....
      - Scritto da: Anonimo
      cosi' ogni individuo sopra la fasica di
      puberta' dovra' pagarmi le royalties...ah e
      ovviamente tutta la stampa i siti etc che
      usano la parola "uomo"......che
      squallore....Peccato, sei arrivato tardi! =)Il genoma umano l'hanno già brevettato...
      • Anonimo scrive:
        Re: Io invece brevettero' l'uomo....
        sisi lo sapevo....ma mica il genoma (poi mi fanno causa....per l'amor d'iddio)...proprio la parola uomo nel suo significato di essere umano che ha raggiunto una certa maturita'......
        • Anonimo scrive:
          Re: Io invece brevettero' l'uomo....
          Cavolo alle 11 il primo che brevetta l'uomo! tra quanti minuti quello che brevetta l'universo?Sempre lo stesso thread ogni volta che si parla di brevetti... :(
          • Mechano scrive:
            Re: Io invece brevettero' l'uomo....
            - Scritto da: Anonimo
            Cavolo alle 11 il primo che brevetta l'uomo!
            tra quanti minuti quello che brevetta
            l'universo?Io io brevetto l'universo!!Ho fatto tardi all'ufficio brevetti perche' ho trovato la fila di quelli che volevano brevettare l'acqua calda, l'acqua fresca, l'acqua sporca, l'aria, la luce, il sole, la terra, persino il suono delle scuregge, anzi questo quando gli hanno contestato questo brevetto ha detto: "se l'Harley Davidson ha brevettato il suono del suo bicilindrico io perche' non posso brevettare quello delle mie chiappe?". :)Questa storia dei brevetti e' assurda, soprattutto perche' ci mostra la realta' sull'indole umana, egoista, profittatrice e malsana.Forse e' anche una fortuna che si sia cominciati dagli USA e che stia ridicolizzando e creando grandi casini in quella nazione, forse perche' qualcuno doveva sbagliare e mostrare al mondo le idiozie che questo mostro si porta dietro.Non e' molto diverso dagli orrori della guerra e del nazismo, solo che questo non fa morti o feriti, se per morti non s'intende morti di fame e indigenti perche' finiti sul lastrico dopo aver perso l'ennesima causa per qualche brevetto idiota.--Mr. Mechano==================================Modificato dall'autore il 05/10/2004 15.08.55
      • Anonimo scrive:
        Re: Io invece brevettero' l'uomo....
        - Scritto da: Anonimo

        Il genoma umano l'hanno già
        brevettato...spero tu stia scherzando... oppure sei stato su marte negli ultimi 5 anni
    • Anonimo scrive:
      Re: Io invece brevettero' l'uomo....
      Peccato sei arrivato tardi, ci ha gia pensato Microsofthttp://www.corriere.it/Primo_Piano/Scienze_e_Tecnologie/2004/07_Luglio/05/pelle.shtml- Scritto da: Anonimo
      cosi' ogni individuo sopra la fasica di
      puberta' dovra' pagarmi le royalties...ah e
      ovviamente tutta la stampa i siti etc che
      usano la parola "uomo"......che
      squallore....
    • Anonimo scrive:
      Re: Io invece brevettero' l'uomo....
      - Scritto da: Anonimo
      cosi' ogni individuo sopra la fasica di
      puberta' dovra' pagarmi le royalties...ah e
      ovviamente tutta la stampa i siti etc che
      usano la parola "uomo"......che
      squallore....Vabbè... vorrà dire che lascerò perdere gli uomini e mi dedicerò alle donne...
    • Anonimo scrive:
      Re: Io invece brevettero' l'uomo....
  • Anonimo scrive:
    domanda :
    ... c'è il rischio che qualcuno si metta brevettare C/C++ ? ... altrimenti sono rovinato.
  • Anonimo scrive:
    lati positivi
    Cerchiamo di vedere i lati positivi:questa follia della brevettabilità del software ci sta dando l'occasione di distinguere tra aziende di uomini che svolgono il loro lavoro con passione e per il progresso, e aziende di uomini piccoli piccoli che non sanno fare il loro lavoro e possono guadagnare solo mettendo il bastone tra le ruote agli altri.La cosa che ci resta da fare è boicottare le aziende del secondo tipo. La cultura economica della società deve evolvere in modo che in seguito ad un annuncio simile, sia la Kodak e non la Sun a scendere in borsa.
    • Anonimo scrive:
      Re: lati positivi
      - Scritto da: Anonimo
      Cerchiamo di vedere i lati positivi:
      La cosa che ci resta da fare è
      boicottare le aziende del secondo tipo. La
      cultura economica della società deve
      evolvere in modo che in seguito ad un
      annuncio simile, sia la Kodak e non la Sun a
      scendere in borsa.Putroppo non funziona così, perchè il 95% delle persone la fuori se ne fregano e/o non capiscono il problema...Se io provo a spiegarlo ad un mio amico neolaureato in economia (persona intelligentissima) lui mi risponde: "embè? che c'è di male nei brevetti? è giusto che chi ha innovato venga ricompensato."Senza rendersi conto, però che gli uffici brevetti concedono brevetti su tutto, senza capirli.. un brevetto descritto così:Multitasking computer system for integrating the operation of different application programs which manipulate data objects of different typessi riferisce ad una cosa che QUALUNQUE sistema operativo moderno fa.E purtroppo questa questione verrà chiusa in ambito europeo, dove ho l'impressione che gli elettori riescano ed esercitare ben poca pressione...
  • Anonimo scrive:
    Ottimo brevetto
    Copre il 99% del software. Dal momento che brevetta la comunicazione tra programmi diversi, sono coperti tutti i sistemi operativi multitasking, tutto il software che funziona in rete, telefonini, e chissà cos'altro. Dovremo andare a riprendere il C=64 e il DOS ?
    • Anonimo scrive:
      Re: Ottimo brevetto
      Collasso!!! Il sistema di brevetti sta gia' collassando come una casa senza fondamenta. Basta dare una spintarella...
    • Anonimo scrive:
      Re: Ottimo brevetto
      - Scritto da: Anonimo
      Copre il 99% del software. Dal momento che
      brevetta la comunicazione tra programmi
      diversi, sono coperti tutti i sistemi
      operativi multitasking, tutto il software
      che funziona in rete, telefonini, e
      chissà cos'altro. Dovremo andare a
      riprendere il C=64 e il DOS ?Beh, se consideri il termine 'programmi' in senso lato, e cioè anche routine bios, interrupt, ecc.ecc. allora direi che neppure C64 e DOS vanno bene...
      • Anonimo scrive:
        Re: Ottimo brevetto
        - Scritto da: Anonimo
        Beh, se consideri il termine 'programmi' in
        senso lato, e cioè anche routine
        bios, interrupt, ecc.ecc. allora direi che
        neppure C64 e DOS vanno bene...Capito... facciamo che torniamo alle schede perforate?
        • Anonimo scrive:
          Re: Ottimo brevetto
          - Scritto da: Quelo
          - Scritto da: Anonimo

          Beh, se consideri il termine
          'programmi' in

          senso lato, e cioè anche routine

          bios, interrupt, ecc.ecc. allora direi
          che

          neppure C64 e DOS vanno bene...

          Capito... facciamo che torniamo alle schede
          perforate?Inutile, fra poco brevetteranno pure la macchina di Babbage.
  • Anonimo scrive:
    Brevetto biometrico
    Basta... ora vado a brevettare una sistema di ricambio aria per organismi basato su un polmone di accumulo e un condotto di sfiato.Quanti miliardi di persone e animali mi dovranno pagare le royality????:-((
    • Anonimo scrive:
      Re: Brevetto biometrico
      - Scritto da: Anonimo
      Basta... ora vado a brevettare una sistema
      di ricambio aria per organismi basato su un
      polmone di accumulo e un condotto di sfiato.Troppo tecnico: se brevetti "il modo per rifornire di ossigeno organismi o macchine che ne necessitano" fai prima e becchi pure i motori delle macchine, se te la giochi bene.Io voglio brevettare "il mezzo che permette di portare da un piano inferiore ad un piano superiore".Ascensori, scale, corde e pertiche, siete mie!!!:D
    • Anonimo scrive:
      Re: Brevetto biometrico
      - Scritto da: Anonimo
      Basta... ora vado a brevettare una sistema
      di ricambio aria per organismi basato su un
      polmone di accumulo e un condotto di sfiato.
      C'e' sempre un trollone che rifa' la stessa battuta, almeno un paio di volte la settimana.Boh...
  • Anonimo scrive:
    Più andiamo avanti ...
    Più andiamo avanti e più vedo due mondi che si dividono sempre di più.Altro che "the world will be as one" come diceva John Lennon Ma quali programmi che comunicano, qui non comunica più nessuno.Da una parte c'è chi persergue il progresso per un mondo migliore, dall'altra chi persegue il profitto per i propri interessi personali a scapito di tutti gli altri.Adesso brevetto la rivendicabilità del brevetto così innesco un loop che fa saltare il sistema.
    • ikir scrive:
      Re: Più andiamo avanti ...

      Adesso brevetto la rivendicabilità
      del brevetto così innesco un loop che
      fa saltare il sistema.GENIALE!
    • Anonimo scrive:
      Re: Più andiamo avanti ...
      - Scritto da: Anonimo
      Altro che "the world will be as one" come
      diceva John Lennon se e' per quello lo dicono anche i massoni globalizzatori e gli amici dell'onu quindi sceglierei un'altra canzone
      Ma quali programmi che comunicano, qui non
      comunica più nessuno.tanto quando comunicano si raccontano balle
      Da una parte c'è chi persergue il
      progresso per un mondo migliore, dall'altra
      chi persegue il profitto per i propri
      interessi personali a scapito di tutti gli
      altri.non so dove hai visto i primi ma va bene cosi'
      Adesso brevetto la rivendicabilità
      del brevetto così innesco un loop che
      fa saltare il sistema.bravo cosi' sharon ti manda due o tre tank sotto casa dehe!
  • Anonimo scrive:
    chiedo a voi consiglio
    Salve,Circa 10 anni fa ho brevettato la seguente linea di codice:int a = 0;(brevetto n. 2137489: assegnazione del valore di una variabile all'atto della sua dichiarazione)Mi consigliate di cominciare a muovermi per incassare qualche royalty o di aspettare ancora qualche annetto per racimolare una somma un po più consistente?Ciao, Marzio
  • BSD_like scrive:
    I brevetti dell'acqua calda
    A quando pare nel mondo IT ormai l'80% dei brevetti è costituito "dal nulla": si brevettano ovvietà e trivialità, costringendo chi non l'ha fatto prima a pagare le royalties sul proprio "brevetto dell'acqua calda".Daccordo pagare se si usa qualcosa inventato da altri; ma che sia qualcosa di veramente utile ed innovativo tecnicamente.Sembra che negli uffici brevetti si sia smarrito il buon senso e più propriamente molta logica.
    • shevathas scrive:
      Re: I brevetti dell'acqua calda
      - Scritto da: BSD_like
      A quando pare nel mondo IT ormai l'80% dei
      brevetti è costituito "dal nulla": si
      brevettano ovvietà e
      trivialità, costringendo chi non l'ha
      fatto prima a pagare le royalties sul
      proprio "brevetto dell'acqua calda".peggio, talvolta si brevettano idee, sogni o cose che allo stato attuale delle tecnologie sono irrealizzabili, salvo poi andare a chiedere le royalties a chi riesce ad implementarla.
      Daccordo pagare se si usa qualcosa inventato
      da altri; ma che sia qualcosa di veramente
      utile ed innovativo tecnicamente.e, aggiungo, che sia qualcosa di concreto, posso capire il brevetto di uno specifico software (pincopallocad) non accetto il brevetto sulle funzionalitò del software: "brevetto l'idea di un software cad per scrivere gli interventi su PI".
      Sembra che negli uffici brevetti si sia
      smarrito il buon senso e più
      propriamente molta logica.dicamo che sul software sono molto più incompetenti, spesso non capiscono neppure cosa stanno brevettando perchè scritto in tecnichese stretto:una cosa è richiedere il brevetto su un sistema innovativo per l'accesso seriale ad una risorsa in condivisione, suona meglio di: "brevetto per la fila per andare in bagno":$
    • ikir scrive:
      Re: I brevetti dell'acqua calda
      Che tristezza...... mi auguro veramente che qualcosa cambi....
    • Anonimo scrive:
      Re: I brevetti dell'acqua calda

      Sembra che negli uffici brevetti si sia
      smarrito il buon senso e più
      propriamente molta logica.E il rispetto delle regole. Una idea per essere brevettata deve essere originale.
  • lucriz scrive:
    comunicazione tra programmi?
    forse il testo del brevetto non è tanto generico, ma se così fosse kodak potrebbe estorcere denaro a chiunque usi un comando del genere:# ls -l | sortquesti sono due programmi che comunicano attraverso una pipe,che credo sia stata inventata almeno 30 anni fa.a questo punto qualunque produttore di programmi concorrentidovrebbe versare soldi nelle casse di kodak.
    • Anonimo scrive:
      Re: comunicazione tra programmi?
      ma tutti i programmi comunicano tra loro, dimmi un programma che non interagisca con niente (il SO è un programma)
    • Anonimo scrive:
      Re: comunicazione tra programmi?
      - Scritto da: lucriz
      forse il testo del brevetto non è
      tanto generico,Secondo Groklaw e' generico abbastanza per far causa a tutti
    • Anonimo scrive:
      Re: comunicazione tra programmi?
      Uno dei tre brevetti è definito così: Multitasking computer system for integrating the operation of different application programs which manipulate data objects of different typesNO COMMENT.
      • Anonimo scrive:
        Re: comunicazione tra programmi?
        - Scritto da: Anonimo
        Uno dei tre brevetti è definito
        così:

        Multitasking computer system for
        integrating the operation of different
        application programs which manipulate data
        objects of different types

        NO COMMENT.Quoto, hanno praticamente brevettato l'INFORMATICA.
    • Anonimo scrive:
      Re: comunicazione tra programmi?
      - Scritto da: lucriz
      a questo punto qualunque produttore di
      programmi concorrenti
      dovrebbe versare soldi nelle casse di kodak.il brevetto non sarebbe valido, perchè coprirebbe un'idea preesistente.Ho dato un'occhiata al testo del brevetto e copre sistemi basati su oggetti, guarda caso come Java ma anche come .NET. Francamente non me la sento di leggere 300 kb di testo (la dimensione in caratteri del brevetto), e non credo che lo farebbe nessuna persona sana di mente, a parte i creatori...
  • Anonimo scrive:
    Elenco cose che voglio brevettare:
    1) il punta e clicca2) la lucetta rossa sotto il mouse3) La freccetta del cursore4) La disposizione dei tasti "QWERTY"5) L'avidità dei politici
    • Anonimo scrive:
      Re: Elenco cose che voglio brevettare:
      - Scritto da: Anonimo
      5) L'avidità dei politiciQuesta qualsiasi politico te la può impugnare:Il preuso è anteriore di ben seimila anni... il tuo brevetto è scaduto.Sorry.
    • Anonimo scrive:
      Re: Elenco cose che voglio brevettare:
      - Scritto da: Anonimo
      1) il punta e cliccaTroppo tardi...
      2) la lucetta rossa sotto il mouseMica ce l'hanno tutti, e poi figurati se chi produce quei mouse non ha un brevetto su dispositivi wireless (perchè immagino tu parli di quelli)
      3) La freccetta del cursoreTroppo tardi...
      4) La disposizione dei tasti "QWERTY"Troppo tardi...
      5) L'avidità dei politiciEcco questa non è male...
      • Anonimo scrive:
        Re: Elenco cose che voglio brevettare:
        - Scritto da: Anonimo
        - Scritto da: Anonimo

        1) il punta e clicca

        Troppo tardi...Anche per cliccare due volte... rimane disponibile il triplo click...

        2) la lucetta rossa sotto il mouse

        Mica ce l'hanno tutti, e poi figurati se chi
        produce quei mouse non ha un brevetto su
        dispositivi wireless (perchè immagino
        tu parli di quelli)ehm... si riferiva ai mouse ottici... ....

        5) L'avidità dei politici

        Ecco questa non è male...Però, come faceva notare qualcuno, non sarebbe un brevetto valido a causa dei "prior acts"...
    • Anonimo scrive:
      Re: Elenco cose che voglio brevettare:
      - Scritto da: Anonimo
      1) il punta e clicca
      2) la lucetta rossa sotto il mouse
      3) La freccetta del cursore
      4) La disposizione dei tasti "QWERTY"
      5) L'avidità dei politiciAnche io vorrei brevettare queste cose...6) la ruota7) il dondolarsi di lato invece che avanti e indietro8) il "riportone"9) il doppio click10) il link11) fare acquisti su internet con un solo click (anche perchè se ne fai due violi il punto 9...)Peccato che sono tutti brevetti già depositati...
  • Anonimo scrive:
    Questo dimostra una cosa:
    Si diceva che il sistema dei brevetti, ben lungi dal proteggere l'innovazione e favorire lo sviluppo (frottole rifilate ai politici senza competenze che votano in base ai documenti presentati loro dalla multinazionale di turno o dai politici fin troppo informati che propongono simili assurdità per il loro tornaconto) avrebbero 1) schiacciato le pmi dell'informatica e il software libero, mentre 2) le megacorp si sarebbero parate il dedrio l'una con l'altra con accordi di non belligeranza.Sul punto 1) siamo d'accordo, ma questo esempio dimostra la fallacia del punto 2): per quanto tempo reggeranno gli accordi di non belligeranza? Prima o poi una di queste megacorp avrebbe fatto causa alle altre; io stimavo che entro un decennio sarebbe scoppiata una di queste mega liti giudiziarie: c'è voluto meno.
    • Anonimo scrive:
      Re: Questo dimostra una cosa:
      - Scritto da: Anonimo
      Si diceva che il sistema dei brevetti, ben
      lungi dal proteggere l'innovazione e
      favorire lo sviluppo (frottole rifilate ai
      politici senza competenze che votano in base
      ai documenti presentati loro dalla
      multinazionale di turno o dai politici fin
      troppo informati che propongono simili
      assurdità per il loro tornaconto)
      avrebbero 1) schiacciato le pmi
      dell'informatica e il software libero,
      mentre 2) le megacorp si sarebbero parate il
      dedrio l'una con l'altra con accordi di non
      belligeranza.
      Sul punto 1) siamo d'accordo, ma questo
      esempio dimostra la fallacia del punto 2):
      per quanto tempo reggeranno gli accordi di
      non belligeranza? Prima o poi una di queste
      megacorp avrebbe fatto causa alle altre; io
      stimavo che entro un decennio sarebbe
      scoppiata una di queste mega liti
      giudiziarie: c'è voluto meno.Quando la pecunia è di mezzo, la fretta diventa la prima consigliera. Frasi fatte a parte, concordo pienamente. Non voglio stare a rinvangare discorsi su quanto sia incomprensibile ed orripilante l'attuale normativa sulla brevettabilità del software: qui non siamo al livello di proteggere il lavoro (e quindi il pane) di chi ha creato certi programmi, ma molto molto oltre: Come dicevo in un altro post, ormai il quantitativo (sia assoluto che relativo) di codice o di "idea" usato come ispirazione per violare le normative attuali è man mano decrescente...Senza contare che da un punto di vista finanziario questo mette in mano ai detentori o presunti tali di questi ben discutibili brevetti un arma non indifferente: la causa legale. Anche solo l'annuncio di una richiesta di risarcimento di questo tipo, oltre che essere devastante per una piccola SH, è un colpo fortissimo anche per una megacorp come la Sun... pensate solo alla perdita di valore delle azioni in borsa a seguito di un annuncio di questo tipo. Questa perdita (istantanea) rimarrà indipendentemente dall'esito della causa...Un nuovo modo di fare concorrenza sleale?
      • Anonimo scrive:
        Re: Questo dimostra una cosa:
        un modo per fare $compri le sun orae le rivendi a causa finitasun java in gpl
        • Anonimo scrive:
          Re: Questo dimostra una cosa:
          - Scritto da: Anonimo
          sun java in gplLa gpl non portegge certo dai brevetti.
          • Anonimo scrive:
            Re: Questo dimostra una cosa:
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            sun java in gpl

            La gpl non portegge certo dai brevetti.Se sei sicuro di non violarne protegge eccome...
          • gerry scrive:
            Re: Questo dimostra una cosa:
            - Scritto da: Anonimo
            Se sei sicuro di non violarne protegge
            eccome...Se sei sicuro di non violarne tutte le licenze ti proteggono....
          • Anonimo scrive:
            Re: Questo dimostra una cosa:
            - Scritto da: Anonimo
            Se sei sicuro di non violarne protegge
            eccome...Se sei sicuro di non violarne ti protegge anche un pezzo di carta igienica..
          • Anonimo scrive:
            Re: Questo dimostra una cosa:
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            sun java in gpl

            La gpl non portegge certo dai brevetti.Non protegge l'azienda ma almeno protegge la tecnologia;)
      • ikir scrive:
        Re: Questo dimostra una cosa:

        Un nuovo modo di fare concorrenza sleale?Probabilmente si!
      • Anonimo scrive:
        Re: Questo dimostra una cosa:

        Un nuovo modo di fare concorrenza sleale?Mah, se non e' terrorismo questo...Brevetti=bombe disseminate nel tempoI nuovi valori a cui il buon cittadino usa deve attenersi pare siano delazione e ricatto, pazienza se almeno se li tenessero stretti, ed e' comprensibile che desiderino esportarli, ma da parte nostra, accettare questa filosofia riduce la follia dell'inquisizione e del nazismo alla stregua di esercizi spirituali in funzione del grande avvento.
    • Anonimo scrive:
      Re: Questo dimostra una cosa:

      2) le megacorp si sarebbero parate il
      dedrio l'una con l'altra con accordi di non
      belligeranza. ... ma questo esempio dimostra
      la fallacia del punto 2):Non ricordo dove l'ho letto, ma qualcuno ha fatto notare che i costi di brevetto, che sono nati per proteggere i costi di sviluppo dei prodotti innovativi, sono stati concepiti per la produzione materiale, dove il costo di produzione è comunque preponderante.Per il software, invece, lo sviluppo incide quasi per il 100% sul costo finale del prodotto, e quindi il brevetto difende una percentuale enorme del costo del prodotto: incappare in un brevetto altrui è disastroso.Come rimedio numero 1, le software house devono quindi stipendiare una grossa divisione legale, per proteggersi dalle liti sui brevetti e per ottenere brevetti come armi di difesa. Ma questa divisione legale, improduttiva, finisce con il pesare molto sul bilancio.Quindi rimedio numero 2, la divisione legale viene trasformata in una divisione produttiva, usando le armi difensive per attaccare i concorrenti. Questa è una scelta fallimentare, perchè prima o poi ci si scontra con una azienda composta dalla sola divisione legale, dietro la quale non c'è più la divisione sviluppo (perchè è il settore che consuma più risorse). Risultato: nelle battaglie legali, le aziende che sviluppano sul serio finiscono i soldi prima di quelle che stipendiano solo i legali.Rimedio numero 3: in un contesto dove nessuno sviluppa più, si deve cercare di brevettare qualcosa di fondamentale per lo sviluppo, con la minor quantità di innovazione possibile (innovare veramente costa, occorre una divisione sviluppo!) e poi rastrellare i soldi dai produttori con richieste di royalties e minacce di cause legali...Un sistema così si distrugge da solo ... bisogna solo sapere se riusciremo a sopravvivere nel frattempo ...
  • Anonimo scrive:
    come dice Groklaw...
    ... allora anche .NET è nei guai...
    • Anonimo scrive:
      Re: come dice Groklaw...
      anche i .COM sono nei guai?
      • Anonimo scrive:
        Re: come dice Groklaw...
        - Scritto da: Anonimo
        anche i .COM sono nei guai?Spiritoso...
        • gerry scrive:
          Re: come dice Groklaw...
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          anche i .COM sono nei guai?

          Spiritoso...Mica tanto alla fine... forse i .COM no ma COM si :)
          • Alessandrox scrive:
            Re: come dice Groklaw...
            - Scritto da: gerry


            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo


            anche i .COM sono nei guai?



            Spiritoso...

            Mica tanto alla fine... forse i .COM no ma
            COM si :) Allora anche CORBA...
  • Anonimo scrive:
    LEGGI SUI BREVETTI SW?
    DA BUTTARE NEL CESSO!Sono uno schifo, rallentano lo sviluppo, e garantiscono solo i PARASSITI.
    • Anonimo scrive:
      Re: LEGGI SUI BREVETTI SW?
      - Scritto da: Anonimo
      DA BUTTARE NEL CESSO!
      Sono uno schifo, rallentano lo sviluppo, e
      garantiscono solo i PARASSITI.Spero che tengano presente anche questo alla prossima discussione al parlamento europeo, ormai i danni che provocano questo sistema di brevetti e' diventato troppo evidente per essere sottovalutato.Questa sara' anche la prova del buon funzionamento del parlamento europeo, se la legge sui brevetti dovesse passare all'americana sarebbe la prova lampante che la politica e' assoggettata al potere delle multinazionali, una cosa non da poco.
  • Cube scrive:
    Ci risiamo
    Non se ne puo' veramente piu'.Ormai si investe solo in studi legali.........e si vede dalla qualita delle loro macchine fotografiche!!!Canon e Nikon in testa Kodak in tribunale....
    • Anonimo scrive:
      Re: Ci risiamo
      Spero che i "cyber-soldati" nord coreani di cui si parla in un articolo odierno si rivolgano verso qualcuno di questi magacolossi . . .
  • Anonimo scrive:
    è giusto che paghi
    chi copia deve pagare.... è giusto così sfido chiunque a dire il contrario.I brevetti salveranno il mondo dagli haker
    • Anonimo scrive:
      Re: è giusto che paghi
      - Scritto da: Anonimo
      chi copia deve pagare.... è giusto
      così sfido chiunque a dire il
      contrario.
      I brevetti salveranno il mondo dagli hakerSe è vero il brevetto ed è pertinente è giusto che paghi, purtroppo, come hanno fatto altri.Il problema è che questi brevetti, software, sono un cancro.
    • Cube scrive:
      Re: è giusto che paghi
      :@ti rendi conto ???qua stiamo parlando del brevetto sull'acqua calda.vai a farti un giro sul sito dei brevetti americano...potrai renderti conto da solo che stai vilando almeno 10 brevetti solo per aver scritto un post a questo forum
      • Anonimo scrive:
        Re: è giusto che paghi
        Esatto, qui sta andando avanti un trend assurdo nel campo della brevettabilità addirittura delle singole porzioni di un software... fra poco si brevetteranno pezzi di codice ancora più piccoli... Se continua così si arriveranno a brevettare gli algoritmi elmentare per ordinamenti, visite, grafi, ricerche, etc....A quando il brevetto sull' "if", sull' "else" o sul ";" come endstatement?Io comunque mi prenoto sul brevetto sull'addizione, tanto con tutti i soldi che contano gli studi legali grazie a questa storia, quella è un operazione che useranno di sicuro.Insomma, le leggi sui brevetti dell'SW sono una minaccia incredibile, e non capisco certi pareri superficiali come quelli del post originale. Qui non parliamo di chi prende, fa un copia ed incolla del 90% di un codice di un programma e lo rivende come suo.
      • Anonimo scrive:
        Re: è giusto che paghi
        Si scrive "acher", ignorantone :)
    • Anonimo scrive:
      Re: è giusto che paghi
    • Africano scrive:
      Re: è giusto che paghi
      - Scritto da: Anonimo...
      I brevetti salveranno il mondo dagli hakero magari l'esatto opposto
    • Anonimo scrive:
      Re: è giusto che paghi
      - Scritto da: Anonimo
      chi copia deve pagare.... Ma fammi capire, Java mica è nato ieri, perchè se ne escono oggi?
      è giusto
      così sfido chiunque a dire il
      contrario.Non è giusto, perchè come al solito si tratterà di "abbiamo brevettato 10 anni fa l'idea di usare la forchetta, non l'abbiamo mai usata però abbiamo avuto l'idea!"
      I brevetti salveranno il mondo dagli hakerIn questa affermazione c'è l'ignoranza allo stato puro, oltre ad aver sbagliato a scriverlo non sai neanche che vuol dire, e poi da che ci dovrebbero salvare?Vedrai quando le piccole software house si vedranno recapitare missive da avvocati dei colossi perchè hanno implementato il doppio click... altro che salvare il mondo, un sacco di gente a spasso ecco la verità...
    • Anonimo scrive:
      Re: è giusto che paghi
      Kodak è meglio che si occupi di fotografia che è meglio
    • Anonimo scrive:
      Re: è giusto che paghi
      - Scritto da: Anonimo
      chi copia deve pagare.... è giusto
      così sfido chiunque a dire il
      contrario.
      I brevetti salveranno il mondo dagli hakerma non hai niente di meglio da fare oggi?
    • Anonimo scrive:
      Re: è giusto che paghi
      Premesso che non sai di cosa parli ('zzo centrano i brevetti con gli hacker -- termine negativo solo per gli ignoranti in materia), in america qualche tempo fa, qualcuno ha brevettato la ruota (non scherzo).Dalla notizia non si capisce in dettaglio cosa prevedano i brevetti in questione, ma a prima vista si tratta di qualcosa di vago, di un principio.Il brevetto ha senso per le implementazioni dei principi, non per i principi puri e semplici.
    • Anonimo scrive:
      Re: è giusto che paghi
    • Anonimo scrive:
      Re: è giusto che paghi
    • Anonimo scrive:
      Re: è giusto che paghi
      - Scritto da: Anonimo
      chi copia deve pagare.... è giusto
      così sfido chiunque a dire il
      contrario.
      I brevetti salveranno il mondo dagli hakerA parte il fatto che leggendo quanto hai scritto mi vien da pensare che un bel brevetto sul parto non ci starebbe male.....comunque....."chi copia deve pagare" è da discutere e soprattutto bisogna vedere chi ha copiato cosa e chi ha brevettato cosa.....nello stato attuale se il brevetto di Kodak fosse stato fatto in Italia varrebbe meno di niente dato che il codice civile dice chiaramente che si può brevettare tutto ciò che non fa parte dello stato di scienza e di tecnica delle cose e "dialogo" tra programmi, tra gestori di oggetti e di dati, nonché l'integrazione di programmi diversi che gestiscono dati di tipo diverso." mi sembrano cose che nel 1997 erano ampiamente note nel mondo dell'informatica.Ciccio vedrai che bella sorpresa quando una mattina ti sveglierai e qualcuno avrà brevettato la corrente elettrica..eheh...altro che brevettare l'addizione!:p
Chiudi i commenti