Dell, 2-in-1 al CES

L'azienda presenta un nuovo portatile che volendo si usa anche come un tablet, oltre a un nuovo display curvo con HDR. Due offerte pensate per spingere nei settori in cui il produttore USA va forte

Roma – Dell sceglie di giocare di anticipo sull’apertura della nuova edizione del Consumer Electronics Show (CES) di Los Angeles presentando la nuova incarnazione di XPS 13, ultraportatile già presente sul mercato che si rinnova aggiungendo la possibilità di un utilizzo flessibile grazie alla configurazione 2-in-1.

Il nuovo XPS 13 è un portatile ma anche un tablet grazie a un display touch disponibile in formato Full HD (1930×1080) oppure QuadHD (3200×1800), ed è prevedibilmente basato su una CPU Kaby Lake (con tanto di GPU integrata) in versione Core i5 (i5-7Y54 a 3,2GHz) oppure Core i7 (i7-7Y75 a 3,6GHz). La potenza c’è tutta, insomma, e nonostante l’uso delle potenti CPU x86 di Intel il design di XPS 13 è basato su un meccanismo di dissipazione del calore completamente passivo.

Ulteriori caratteristiche hardware del nuovo convertibile statunitense includono un quantitativo di RAM a scelta tra 4, 8 oppure 16 gigabyte LPDDR3, storage interno a stato solido compreso tra 128 gigabyte (su porta SATA) e 1 Terabyte (PCIe), una batteria capace di un’autonomia da 15 ore (su display Full HD), una webcam, un lettore di impronte compatibile con Windows Hello, lettore di schede microSD, due porte USB di Tipo-C, una porta Thunderbolt 3 e un jack audio 3,5mm.

Dell definisce il nuovo XPS 13 come il 2-in-1 da 13 pollici più piccolo del mondo, con un 40 per cento di spessore e un 20 per cento di peso in meno rispetto al Surface Book di Microsoft. Il prezzo parte da 1.000 dollari, mentre la disponibilità è fissata al 5 gennaio in concomitanza con l’apertura del CES.

Il settore dei convertibili continua a rappresentare uno dei business informatici (x86) che ancora mostrano segni di vitalità in un mercato a dir poco maturo – e in apparente decrescita perenne – così come sorride a Dell il mercato dei display evoluti in cui la corporation può vantare (stando a IHS) il primato negli ultimi tre anni.

Sempre in anticipo sul CES, dunque, Dell ha presentato il display ultrasottile S2718D con diagonale da 27 pollici, risoluzione da 2560×1440 pixel a 60Hz, luminosità da 400 nits, tempi di risposta gray-to-gray da 6 ms e supporto HDR. La corporation garantisce una gamma colori con copertura del 99 per cento dello standard sRGB, mentre il prezzo parte da 700 dollari e la disponibilità da marzo 2017.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • scumm78 scrive:
    ma ti cosa stiamo parlando?
    La cassazione ha ritenuto il gestore responsabile perche' a quanto pare ha ricevuto una mail con il certificato penale quindi perche' e' venuto a conoscenza di quel commento che quindi avrebbe dovuto subito eliminare. Non c'e' bisogno di nessuna struttura tecnica o roba simile ed e' un caso totalmente diverso dagli altri
  • prova123 scrive:
    Se ci sono commenti "offensivi"
    una cosa è certa: che chi offende è dietro una tastiera ... quando ne ce ne saranno più sorgerà il serio problema di dove queste persone si trovano in un determinato momento ... o no ?
  • biagio scrive:
    guinness dei pronati
    biagio è entrato nel guinness dei pronati riuscendo a fare la cacca 24 volte in un giorno, una ogni ora.
  • parcioci scrive:
    italonia
    Eh, purtroppo anche la cassazione è stata cassata e incomincia a fare cassateDato che Orlando è un sub-uomo, non può essere stato lui a comprare i cassatori.Perciò c'è qualcuno, probabilmente a livello europeo, dotato di soldi e potere, che rema contro addirittura alle sentenze europee, pur di fare in modo che i cittadini si autocensurino e la smettano di parlare male del potere e dintorni.Polonia e Turchia cominciano a fare effetto.
    • tfghyvdvg scrive:
      Re: italonia
      - Scritto da: parcioci
      Eh, purtroppo anche la cassazione è stata cassata
      e incomincia a fare
      cassate
      Dato che Orlando è un sub-uomo, non può essere
      stato lui a comprare i
      cassatori.
      Perciò c'è qualcuno, probabilmente a livello
      europeo, dotato di soldi e potere, che rema
      contro addirittura alle sentenze europee, pur di
      fare in modo che i cittadini si autocensurino e
      la smettano di parlare male del potere e
      dintorni.
      Polonia e Turchia cominciano a fare effetto.Si tirano fuori i complotti quando non ci sono così quando si parla di complotti veri si tria fuori il complottismo.
      • mattei scrive:
        Re: italonia
        Probabilmente sei molto giovane.Solo questo spiega come non ti sia chiaro che la vita di una persona di potere è fatta solo ed esclusivamente di 'complotti' come li chiami tu; strategie, come le chiama lui/lei.
  • lerecagiu scrive:
    manovra evidente
    Prima Orlando, adesso la Cassazione.Non ci vuole molto a vedere in piena azione una manovra politica dei pagliacci che abbiamo messo a governarci.
  • Domanda scrive:
    Raga domanda
    Raga domanda, qualcuno sa dirmi il titolo di quel film in cui c'era una musica che faceva tipoTi-tooooo!ti-tooooo!Era tipo un film horror o un thriller???
  • ... scrive:
    IO NON PAGO AFFITTO!!!
    [yt]ookGv44MMd4[/yt]
  • Nome e cognome scrive:
    Le ultime sentenze della Cassazione ....
    ... mi hanno gettato nello sconforto.Prima il licenziamento per profitto (grazie Renzi) ed ora questo.Non so se sia volonta' od ignoranza, comunque sono sconfortato, visto che la Cassazione era probabilmente l'organo legislativo piu' affidabile rimasto.
    • panda rossa scrive:
      Re: Le ultime sentenze della Cassazione ....
      - Scritto da: Nome e cognome
      ... mi hanno gettato nello sconforto.

      Prima il licenziamento per profitto (grazie
      Renzi) ed ora
      questo.
      Non so se sia volonta' od ignoranza, comunque
      sono
      sconfortato,
      visto che la Cassazione era probabilmente
      l'organo
      legislativo
      piu' affidabile rimasto.Pensa se avesse vinto il SI, che Renzie avrebbe potuto nominare lui i giudici della cassazione scegliendoli dal partito di alfano.
    • iRoby scrive:
      Re: Le ultime sentenze della Cassazione ....
      Hai mai visto la sentenza che dice che non è più necessario fare manutenzione e taratura annuale degli autovelox?
      • prova123 scrive:
        Re: Le ultime sentenze della Cassazione ....
        Possono anche non farla, ma hanno perso e continuano a perdere i ricorsi ... :D
    • Luca scrive:
      Re: Le ultime sentenze della Cassazione ....
      Inutile precisare che quella sentenza non c'azzecca nulla con il Jobs Act e che riguardava un dirigente. Mi raccomando, l'informazione corretta la fa il popolo!
      • Precisatore scrive:
        Re: Le ultime sentenze della Cassazione ....
        - Scritto da: Luca
        Inutile precisare che quella sentenza non
        c'azzecca nulla con il Jobs Act e che riguardava
        un dirigente. Mi raccomando, l'informazione
        corretta la fa il
        popolo!Inutile precisare che per colpa del marchionne-act di renzi che ha sbattuto nel cesso l'Articolo 18, quand'anche non fosse stata riconosciuta la giusta causa, il dipendente in questione al massimo avrebbe avuto diritto ad un misero "risarcimento" di soli due mesi di stipendio per ogni anno di anzianità in azienda. E infatti parecchie imprese ormai liquidano il "risarcimento" prima ancora che il dipendente faccia causa, perchè spesso gli costa meno dell'avvocato. Piddino, mancano pochi mesi al vostro defenestramento, e guarda non è necessariamente una metafora. Ce l'hai il passaporto?
        • Luca scrive:
          Re: Le ultime sentenze della Cassazione ....
          Il post originale era già OT. Ho precisato un errore e tu vai ancora più OT. Ti devo rispondere?
          • ... scrive:
            Re: Le ultime sentenze della Cassazione ....
            - Scritto da: Luca
            Il post originale era già OT. Ho precisato un
            errore e tu vai ancora più OT. Ti devo
            rispondere?No, effettivamente è meglio se taci. Ma sempre però. Ed evita di andare a votare.
    • tfghyvdvg scrive:
      Re: Le ultime sentenze della Cassazione ....

      visto che la Cassazione era probabilmente
      l'organo legislativo
      piu' affidabile rimasto.https://it.wikipedia.org/wiki/Corrado_Carnevale
  • rico scrive:
    Distinguo
    Bisogna specificare quando si dice "Tavecchio è un farabutto", perchè TaGiovane era un bravo ragazzo :)
    • Pignolo scrive:
      Re: Distinguo
      - Scritto da: rico
      Bisogna specificare quando si dice "Tavecchio è
      un farabutto", perchè TaGiovane era un bravo
      ragazzo
      :)(rotfl) (rotfl) :D
  • rccvtr scrive:
    Commenti censurati sul FQ
    Oggi mi censurano i commenti pure sul fatto quotidiano.Alla notizia su Grillo e sulla sua idea di una giuria popolare per le notizie dei giornali ho scritto: Questa non è altro che una sceneggiata studiata a tavolino.Uno lancia la provocazione e gli altri si aggregano alla discussione approfittando dell'occasione per protestare la loro innocenza. Ma non è passato. Ai uno tanti commenti che esaltano mentana ho scritto: Mentana è un giornalista con la stessa credibilità degli altri giornalisti selezionati dai padroni dei mezzi di comunicazione italiani.Ricordati che la stampa italiana non è libera. Neanche questo è passato.
    • rccvtr scrive:
      Re: Commenti censurati sul FQ
      P.S. Tutti i commenti su Mentana, anche i più moderati li censurano pure su Repubblica. D'altra parte è uno dei personaggi principali della commedia, è con l'intera discusione che cercano di influenzare il pubblico. La discussione accesa è una delle tecniche migliori, perché il pubblico in questi confronti finisce per schierarsi da una parte o dall'altra e Mentana deve sembrare quello più credibile.
    • rccvtr scrive:
      Re: Commenti censurati sul FQ
      Ho ritentato, ma la censura oggi è forte:Ricordatevi sempre che la discussione accesa è una delle tecniche migliori per fare il lavaggio del cervello. I lettori in questi confronti finiscono per schierarsi da una parte o dall'altra e una volta che si schierano accettano gli argomenti di quella parte senza pensarci troppo.In questo caso si cerca di presentare Mentana come "il personaggio" meno estremo e quindi un po' più credibile. Ma a guardare bene qui di credibile non c'è proprio nessuno.
      • ... scrive:
        Re: Commenti censurati sul FQ
        Vai a lavorare e non rompere i coglioni.
      • panda rossa scrive:
        Re: Commenti censurati sul FQ
        - Scritto da: rccvtr
        Ho ritentato, ma la censura oggi è forte:E ti sta bene.Non ce ne puo' fregar di meno delle tue isterie.Qui si parla di informatica.
        • ... scrive:
          Re: Commenti censurati sul FQ
          - Scritto da: panda rossa
          Non ce ne puo' fregar di meno delle tue isterie.
          Qui si parla di informatica.Tuo commento più su:"Basterebbe emendare quella preistorica legge sulla diffamazione, indegna di un paese che dice di essere democratico e rispettoso della giustizia sociale, dicendo chiaramente che la verita' non costituisce diffamazione mai, e come per magia i tribunali si svuoterebbero di tante cause temerarie indette solo per tacitare chi osa dire la verita'." Poi dici che questo è un forum di informatica?Preoccupati di questo che è meglio http://bit.ly/2j7EQ50
          • panda rossa scrive:
            Re: Commenti censurati sul FQ
            - Scritto da: ...
            - Scritto da: panda rossa

            Non ce ne puo' fregar di meno delle tue
            isterie.

            Qui si parla di informatica.
            Tuo commento più su:
            "Basterebbe emendare quella preistorica legge
            sulla diffamazione, indegna di un paese che dice
            di essere democratico e rispettoso della
            giustizia sociale, dicendo chiaramente che la
            verita' non costituisce diffamazione mai, e come
            per magia i tribunali si svuoterebbero di tante
            cause temerarie indette solo per tacitare chi osa
            dire la verita'."

            Poi dici che questo è un forum di informatica?Certo. Informatica e' automatizzazione dell'informazione.Esattamente l'opposto del lock-in dell'informazione provocato dalle leggi medievali feudatarie.
            Preoccupati di questo che è meglio
            http://bit.ly/2j7EQ50'zzo c'entra un sito di gossip?
      • Osvy scrive:
        Re: Commenti censurati sul FQ
        - Scritto da: rccvtr
        Ho ritentato, ma la censura oggi è forte:Mah, oggi qui su PI mi sono scomparsi dei commenti di stamani sull'articoloLa Francia vara il diritto alla disconnessionee non erano certo censurabili (i miei): probabilmente sono stati tolti solo perché erano "dopo" altri peggiori nella struttura ad albero dei commenti. Amen
    • Moderatore del Fatto Quotidiano scrive:
      Re: Commenti censurati sul FQ
      - Scritto da: rccvtr
      Oggi mi censurano i commenti pure sul fatto
      quotidiano.
      Alla notizia su Grillo e sulla sua idea di una
      giuria popolare per le notizie dei giornali ho
      scritto:

      Questa non è altro che una sceneggiata
      studiata a
      tavolino.
      Uno lancia la provocazione e gli altri si
      aggregano alla discussione approfittando
      dell'occasione per protestare la loro
      innocenza.

      Ma non è passato. Ai uno tanti commenti che
      esaltano mentana ho scritto:


      Mentana è un giornalista con la stessa
      credibilità degli altri giornalisti selezionati
      dai padroni dei mezzi di comunicazione
      italiani.
      Ricordati che la stampa italiana non è libera.

      Neanche questo è passato.T'ho censurato io! I tuoi commenti sono PERICOLOSI per noi del Sistema! Smettila sai! Tu neanche sai contro chi ti stai schierando! Occhio, eh.....
      • fvycvbyh scrive:
        Re: Commenti censurati sul FQ


        T'ho censurato io! I tuoi commenti sono
        PERICOLOSI per noi del Sistema! Smettila sai! Tu
        neanche sai contro chi ti stai schierando!


        Occhio, eh.....Il vero sistema non ha bisogno di minacciare. E' ben piazzato su una solida base e si controlla così tante voci che le poche che dicono qualcosa di serio si perdono nella caciara.
  • Harvester scrive:
    Sono molto spaventato
    Brrrr.
  • Deratizzato re della stampa scrive:
    E oggi il "moderato" mentana...
    ... propone l'abolizione dell'anonimato in rete. (rotfl)Enrichetto, raccomandatissimo sin da giovane (famiglia ebrea, naturalmente), ci spiega come avere una rete pulita e trasparente, a misura dei banchieri amici suoi. Una soluzione giuridicamente idiota, tecnicamente irrealizzabile, però se la dice il "moderato" mentana suona intelligente, no? Cercatevi la puntatona di mentana per la notte della Brexit, appena sono usciti i primi risultati è impallidito, sembrava voler dire: "Siamo fottuti!" . Per tutta la sera aveva cercato di tappare la bocca al prof. euroscettico Borghi, e di leccare l'europeista mario monti. :DDeve avergli fatto male il 2016 a questi pennivendoli: Brexit, Trump, vittoria del No al referendum... La gente se ne fotte dei media tradizionali, fa l'esatto opposto di ciò che suggeriscono, tracollano gli ascolti dei TG, le vendite dei giornali, e ora persino le pagine viste sui siti d'informazione "tradizionali" (cercate i dati Audiweb e confrontate, anno su anno, i dati dei siti di repubblica, corriere, sole24ore, ecc...). Tante belle legnate al sistema. Ora, vedendo che non li caga più nessuno, vogliono censurare la rete. Non tutta, solo la parte che non riescono a controllare (sia mai che censurino quella fogna propagandista di repubblica.it, quella no). Cascano male, al 20 giugno Trump diventa presidente. I casi sono due: o ha vinto a prescindere dalla rete, e allora certe proposte, oltre che tecnicamente irrealizzabili, sarebbero inutili, oppure, se ha vinto grazie alla "disinformazione", di certo non sarà lui ad ostacolarla. E non si fa nulla se il presidente degli USA è contrario. Tanti auguri ai pennivendoli, vadano a raccogliere la cacca di cane, è l'unico mestiere che gli rimane, del resto sono esperti di escrementi, leccano il deretano a banchieri e massoni tutti i giorni. 8)
    • cxfgverx scrive:
      Re: E oggi il "moderato" mentana...


      Deve avergli fatto male il 2016 a questi
      pennivendoli: Brexit, Trump, vittoria del No al
      referendum... Brexit non lo so. Ma la vittoria di Trump è stata costruita dai media. Sono riusciti a far credere ai citrulli che un pezzo del sistema fosse un personaggio anti-sistema. Così come hanno fatto con Grillo in Italia.
      La gente se ne fotte dei media
      tradizionali, fa l'esatto opposto di ciò che
      suggeriscono, Sbagliato. I media tradizionali stanno diventando sempre più bravi a lavare il cervello della popolazione rincoglionita idioti e a guidarli come bovini.Qualche volta fanno cilecca, come con il referendum, ma il loro potere aumenta di giorno in giorno.
      tracollano gli ascolti dei TG, le
      vendite dei giornali, e ora persino le pagine
      viste sui siti d'informazione "tradizionali"
      (cercate i dati Audiweb e confrontate, anno su
      anno, i dati dei siti di repubblica, corriere,
      sole24ore, ecc...).
      Hanno invaso anche internet però. Hanno i soldi e fame di potere, per questo sono pronti a investrire molte più risorse dei singoli cittadini.

      Tante belle legnate al sistema.Sei noioso con queste ripetizioni.
      Ora, vedendo che non li caga più nessuno,Come no. :)
      vogliono censurare la
      rete. Non tutta, solo la parte che non riescono a
      controllare (sia mai che censurino quella fogna
      propagandista di repubblica.it, quella no).
      Cascano male, al 20 giugno Trump diventa
      presidente. I casi sono due: o ha vinto a
      prescindere dalla rete, e allora certe proposte,
      oltre che tecnicamente irrealizzabili, sarebbero
      inutili, oppure, se ha vinto grazie alla
      "disinformazione", di certo non sarà lui ad
      ostacolarla. E non si fa nulla se il presidente
      degli USA è contrario.


      Tanti auguri ai pennivendoli, vadano a
      raccogliere la cacca di cane, è l'unico mestiere
      che gli rimane, del resto sono esperti di
      escrementi, leccano il deretano a banchieri e
      massoni tutti i giorni.
      • Il Sistema scrive:
        Re: E oggi il "moderato" mentana...
        Come no, certo. Il "sistema" è contentissimo di Brexit, del fatto che Trump sia stato eletto e con la prima dichiarazione abbia assassinato l'accordo commerciale transpacifico (e molto probabilmente anche il TTIP), e del risultato del referendum italiano. Poi che il sistema stia con Grillo non ci piove. E' stata una strategia sottilissima, come dici tu: hanno schizzato merda su ciò che in realtà sotto sotto volevano far vincere! Che astuti che sono i media! Grazie per averci illuminato![img]http://m.memegen.com/2w399c.jpg[/img]
        • rccvtr scrive:
          Re: E oggi il "moderato" mentana...


          [img]http://m.memegen.com/2w399c.jpg[/img]Tanto coglione che ho previsto la vittoria di Trump prima delle elezioni:http://punto-informatico.it/4353318/PI/News/usa-elezioni-rischio-cracking.aspxcommento di crtcerzswx 12:26
          • Il Sistema scrive:
            Re: E oggi il "moderato" mentana...
            E allora? Avevi il 50% di probabilità!E poi sufficiente scrivere due previsioni opposte in due commenti diversi, e poi indicare ex post solo quello con la previsione giusta. Tanto cambi pseudonimo ogni 3 secondi, è impossibile accorgersene.[img]http://m.memegen.com/2w399c.jpg[/img]
          • rccvtr scrive:
            Re: E oggi il "moderato" mentana...
            - Scritto da: Il Sistema
            E allora? Avevi il 50% di probabilità!
            Si si!Il 50% di probabilità. Ma non eri tu a scrivere che erano tutti convinti che avrebbe vinto Clinton? Parli tanto di sropresa, ma quando ti fa comodo sono il 50% di probabilità!
          • ... scrive:
            Re: E oggi il "moderato" mentana...
            - Scritto da: rccvtr
            - Scritto da: Il Sistema

            E allora? Avevi il 50% di probabilità!



            Si si!
            Il 50% di probabilità.

            Ma non eri tu a scrivere che erano tutti convinti
            che avrebbe vinto Clinton?I coglioni come te erano convintissimi.
            Parli tanto di
            sropresa, ma quando ti fa comodo sono il 50% di
            probabilità!
          • panda rossa scrive:
            Re: E oggi il "moderato" mentana...
            - Scritto da: rccvtr



            [img]http://m.memegen.com/2w399c.jpg[/img]

            Tanto coglione che ho previsto la vittoria di
            Trump prima delle
            elezioni:

            http://punto-informatico.it/4353318/PI/News/usa-el

            commento di crtcerzswx 12:26Quindi, visto che era pagata altissima dai bookmaker, hai venduto casa e puntato tutti i soldi sulla vittoria di Trump?Oppure semplicemente hai postato piu' commenti con nick diversi e adesso stai riesumando il link a quello buono dopo aver fatto cancellare tutti gli altri?
      • ... scrive:
        Re: E oggi il "moderato" mentana...
        - Scritto da: cxfgverx
        Sbagliato. I media tradizionali stanno diventando
        sempre più bravi a lavare il cervello della
        popolazione rincoglionita idioti e a guidarli
        come bovini.Non sono daccordo, tu metti in corso un processo già attuato, mi spiego meglio: il lavaggio del cervello è già stato fatto, stanno solo limando le piccole sacche di "resistenza".
      • Precisatore scrive:
        Re: E oggi il "moderato" mentana...
        Come no, certo. Quindi, riassumendo, i mezzi d'informazione volevano aiutare Farage, Trump , Grillo, e il comitato per il No al referendum. E' per questo che li hanno ricoperti di merda!Nel frattempo la UE (per fortuna) va a ramengo, Trump ha appena nominato un protezionista convinto come negoziatore capo per i trattati commerciali, e le schiforme del lavaculo-di-marchionne renzi sono andate in vacca, con Grillo e Salvini che vinceranno le prossime elezioni.Era proprio questo che voleva Il Sistema, vero?[img]http://www.memegen.it/meme/2w399c[/img]
  • sisko212 scrive:
    Come al solito....
    Cosa succederà ?Semplice, tutti sposteranno l'hosting, presso fornitori fuori dall'Italia, e dove possibile, pure la proprietà del dominio sarà fatta ricondurre a soggetti non italiani.Saranno contenti tutti i fornitori di hosting in italia.Come al solito i vertici in italia, non capiscono nulla di nuove tecnologie.Mi viene in mente una roba simile, come fù a suo tempo per il fidonet italian crackdown (per i più giovani, se siete curiosi, andate a vedere su wikipedia), dove un magistrato, per un indagine sulla pirateria messa in atto da qualche singolo soggetto, giusto per andare sul sicuro, pose sotto sequestro tutte i 200 nodi fidonet, e fece di fatto morire l'intera rete italiana, e con essa i primi vagiti delle telecomunicazioni digitali italiane, la quale ci portò a un ritardo nell'adozione ti tali tecnologie, di un decennio. Ritardo e che tutt'ora ci portiamo dietro.
    • ... scrive:
      Re: Come al solito....
      Queste azioni, secondo me, sono portate avanti in modo pienamente cosciente. L' Italia non conta un cazzo, deve restare arretrata.
    • Il fuddaro scrive:
      Re: Come al solito....
      - Scritto da: sisko212
      Cosa succederà ?
      Semplice, tutti sposteranno l'hosting, presso
      fornitori fuori dall'Italia, e dove possibile,
      pure la proprietà del dominio sarà fatta
      ricondurre a soggetti non
      italiani.
      Saranno contenti tutti i fornitori di hosting in
      italia.
      Come al solito i vertici in italia, non capiscono
      nulla di nuove
      tecnologie.
      Mi viene in mente una roba simile, come fù a suo
      tempo per il fidonet italian crackdown (per i più
      giovani, se siete curiosi, andate a vedere su
      wikipedia), dove un magistrato, per un indagine
      sulla pirateria messa in atto da qualche singolo
      soggetto, giusto per andare sul sicuro, pose
      sotto sequestro tutte i 200 nodi fidonet, e fece
      di fatto morire l'intera rete italiana, e con
      essa i primi vagiti delle telecomunicazioni
      digitali italiane, la quale ci portò a un ritardo
      nell'adozione ti tali tecnologie, di un decennio.
      Ritardo e che tutt'ora ci portiamo
      dietro.E dove bazzicava gente che forgiava la rete italiana, mica gli ovini e caprini che si e portata dietro faccebucco & co. Adesso gli basta mettere un like e credono di aver preso parte alla rivoluzione.Adesso pero mi ai messo tristezza nel farmi ricordare quei giorni, la mia mente va a certe... bbs di Taranto, Pescara, e Alessandria. :(
  • controlli a campione scrive:
    Però almeno state attenti ai titoli
    Come si legge dall'articolo, che immagino pochi avranno avuto voglia di leggere, la condanna è arrivata perchè l'utente ha inviato al gestore il certificato penale di tavecchio via posta elettronica. Ciò significa che il gestore era a conoscenza del commento, del relativo contenuto, e si è volontariamente rifiutato di rimuoverlo. Non è chiaro poi perchè l'utente abbia dovuto inviare via posta il certificato penale, forse perchè era necessario affinchè venisse pubblicato? Di fatto l'intermediario ha avuto un ruolo attivo. Poi la sentenza fa schifo COMUNQUE, perchè interpreta il reato di diffamazione in maniera molto estensiva (scrivere "farabutto" e allegare il certificato penale sarebbe diffamante?!), ma tecnicamente non è stato violato il principio della non-responsabilità degli intermediari, perchè in questo caso l'intermediario non ha solo "intermediato". Quindi piano col panico e i titoloni.
    • trippas scrive:
      Re: Però almeno state attenti ai titoli
      - Scritto da: controlli a campione
      Come si legge dall'articolo, che immagino pochi
      avranno avuto voglia di leggere, la condanna è
      arrivata perchè l'utente ha inviato al gestore il
      certificato penale di tavecchio via posta
      elettronica.Via posta elettronica... immagina i casi in cui l' invio venga fatto su richiesta del denunciante. E TRACK scatta il trappolone legale! Sembra uno scherzo, in effetti però potrebbe essere un modo sottile di perculare i siti scomodi: io mi faccio coprire di insulti da un tale con il quale mi son messo d' accordo, poi notifico il gestore del sito su una e-mail che non usa da 10 anni e se quest' ultimo non rimuove il commento lo rovino in tribunale.C'è anche un effetto secondario di non poco conto: le aule giudiziarie si ingolferebbero con processi inutili, cosa sempre molto grata ai colletti bianchi in attesa della prescrizione. Secondo me di tutta la faccenda questo è il risvolto più grave, sembra un' altra palla al piede di una giustizia già lentissima.
      Ciò significa che il gestore era a
      conoscenza del commento,
      del relativo contenuto,
      e si è volontariamente rifiutato di rimuoverlo.
      Non è chiaro poi perchè l'utente abbia dovuto
      inviare via posta il certificato penale, forse
      perchè era necessario affinchè venisse
      pubblicato?Forse era una trappola.
      Di fatto l'intermediario ha avuto un
      ruolo
      attivo. Non ha scritto il commento, non ha rimosso il commento, a quale "attività" ti riferisci?

      Poi la sentenza fa schifo COMUNQUE, perchè
      interpreta il reato di diffamazione in maniera
      molto estensiva (scrivere "farabutto" e allegare
      il certificato penale sarebbe diffamante?!),Metteva il link al certificato penale senza aggettivare e dormiva tranquillo.
      ma
      tecnicamente non è stato violato il principio
      della non-responsabilità degli intermediari,
      perchè in questo caso l'intermediario non ha solo
      "intermediato". Quindi piano col panico e i
      titoloni.
    • Luca scrive:
      Re: Però almeno state attenti ai titoli
      Vero, infatti starei attento a parlare di "responsabilità dei commenti", tuttavia la sentenza rimane pessima.Non sta al gestore del sito valutare se il certificato penale era vero o meno e soprattutto non sta al gestore del sito decidere se un commento è diffamante o meno. Ci vuole l'istanza di un giudice, non di altri, per stabilirlo.
  • pinuccio scrive:
    che schifo
    a pinuccio tutto ciò fa CAGARE.
  • ... scrive:
    a piccoli ma constanti passi
    si cammina ferso la "blindatura" del web, strumento devastante per il Potere. La magistatura da il suo contributo alla Casta, essenno nel parte integrante. E CANCELLATE PURE QUESTO, EROI!
    • qwerty scrive:
      Re: a piccoli ma constanti passi
      La magistratura applica le leggi fatte dai politici.Il parlamento fa le leggi, la magistratura le applica. Se le leggi sono malfatte e si lasciano a interpretazioni diverse, allora i magistrati devono anche addentrarsi nell'avventura "dell'interpretazione" cosa che però non dovrebbe accadere (o almeno non così spesso..cioè sempre come in italia)...Comunque i magistrati (giudici e PM) fanno quello come lavoro. Se la legge è sbagliata, i magistrati applicano una legge sbagliata. Non c'è nulla di strano. Ma la colpa non è dei magistrati ma dei politici che hanno fatto la legge. I magistrati sono sempre servi dello stato, ma è giusto che lo siano: il loro compito è infatti quello di servire lo stato!La stessa cosa vale per le forze dell'ordine... il muscolo armato dei politici funziona bene solo se i politici funzionano bene. Alla fine è solo la politica che influenza il resto. La casta dei politici ha rovinato tutto il resto solo per mantenere sé stessa. I magistrati non potrebbero mai formare un casta da soli perchè i magistrati applicano le leggi e non hanno il potere di scriverne di nuove per auto-proteggersi. Sono i politici che hanno trasformato gli altri poteri dello stato a proprio vantaggio per asservirli. Quindi non prendertela con la magistratura o le forze dell'ordine civili o l'esercito... sono tutte vittime degli stessi individui che stanno in parlamento fintanto che non si prendono il vitalizio.
      • Anteprima scrive:
        Re: a piccoli ma constanti passi
        - Scritto da: qwerty
        La magistratura applica le leggi fatte dai
        politici.Cazzate. Primo, qui c'è stata una diversa interpretazione della legge rispetto a casi precedenti in cui la stessa corte aveva emesso sentenze opposte, quindi non è colpa "dei politici", almeno non in questo caso. Secondo, pochi giorni fa un'altra delirante sentenza della stessa Cassazione ha sancito che i licenziamenti per mero profitto non violano il requisito della giusta causa, anche lì smentendo centinaia di precedenti.Mi spiace, ma la magistratura da un po' di tempo sta emanando sentenze VERGOGNOSE.
        • qwerty scrive:
          Re: a piccoli ma constanti passi
          se una legge fosse fatta bene non lascerebbe spazio a interpretazioni. Ma i politici scrivono le leggi senza pensare. Il risultato è che nessuno ci capisce niente, la colpa non è dei magistrati.Se la legge fosse chiara: la responsabilità dei commenti ricade sul proprietario del sito oppure no, il problema non ci sarebbe mai stato.Ai politici pero' fa comodo che ci sia confusione sulle leggi.... i tribunali si incasinano e i processi tra ricorsi basati su leggi poco chiare allungano i tempi e occupano i tribunali... così anche altri processi finiscono i prescrizione. Tutto ciò è fatto per intasare i tribunali di proposito.
          • Izio01 scrive:
            Re: a piccoli ma constanti passi
            - Scritto da: qwerty
            se una legge fosse fatta bene non lascerebbe
            spazio a interpretazioni.Se strapaghiamo quei cialtroni togati, è proprio perché è difficile scrivere leggi applicabili in automatico. Se fosse facile fare come dici tu, potremmo licenziare tutti i giudici e risparmiare un bel po' di soldi.
            Ma i politici scrivono
            le leggi senza pensare. Il risultato è che
            nessuno ci capisce niente, la colpa non è dei
            magistrati.Ma per favore, quando il criminale è un amicuzzo loro, "il fatto non sussiste". E per il resto, coerenza zero nell'applicare le leggi che ci sono, a seconda delle simpatie politiche e di quandìè l'ultima volta che hanno trombato.
            Se la legge fosse chiara: la responsabilità dei
            commenti ricade sul proprietario del sito oppure
            no, il problema non ci sarebbe mai stato.Quindi basterebbe fare una legge per ogni singola possibile situazione. Geniale e soprattutto molto fattibile.
            Ai politici pero' fa comodo che ci sia confusione
            sulle leggi.... i tribunali si incasinano e i
            processi tra ricorsi basati su leggi poco chiare
            allungano i tempi e occupano i tribunali... così
            anche altri processi finiscono i prescrizione.
            Tutto ciò è fatto per intasare i tribunali di
            proposito.
      • ... scrive:
        Re: a piccoli ma constanti passi
        - Scritto da: qwerty
        La magistratura applica le leggi fatte dai
        politici.
        Il parlamento fa le leggi, la magistratura le
        applica. Se le leggi sono malfatte e si lasciano
        a interpretazioni diverse, allora i magistrati
        devono anche addentrarsi nell'avventura
        "dell'interpretazione" cosa che però non dovrebbe
        accadere (o almeno non così spesso..cioè sempre
        come in
        italia)...
        Comunque i magistrati (giudici e PM) fanno quello
        come lavoro. Se la legge è sbagliata, i
        magistrati applicano una legge sbagliata. Non c'è
        nulla di strano. Ma la colpa non è dei magistrati
        ma dei politici che hanno fatto la legge. I
        magistrati sono sempre servi dello stato, ma è
        giusto che lo siano: il loro compito è infatti
        quello di servire lo
        stato!
        La stessa cosa vale per le forze dell'ordine...
        il muscolo armato dei politici funziona bene solo
        se i politici funzionano bene. Alla fine è solo
        la politica che influenza il resto. La casta dei
        politici ha rovinato tutto il resto solo per
        mantenere sé stessa. I magistrati non potrebbero
        mai formare un casta da soli perchè i magistrati
        applicano le leggi e non hanno il potere di
        scriverne di nuove per auto-proteggersi. Sono i
        politici che hanno trasformato gli altri poteri
        dello stato a proprio vantaggio per asservirli.
        Quindi non prendertela con la magistratura o le
        forze dell'ordine civili o l'esercito... sono
        tutte vittime degli stessi individui che stanno
        in parlamento fintanto che non si prendono il
        vitalizio.quiind quando nel 2001 la polizia massacro' a manganellate nottetempo inermi civili un una scuola di Genova, era tutto regolare? automi umani pronti a dire "signorsi" senza pensare ai nasi e alle costole che rompevano in modo cieco e brutale senza il sospetto di fare qualcosa di sbagliato?
        • qwerty scrive:
          Re: a piccoli ma constanti passi
          è tutto regolare quando si è in un paese del terzo mondo dove i poliziotti non hanno sul casco e sul giubbotto il numero identificativo perchè il parlamento italiano non l'ha mai imposto... niente legge, niente numero. Uguale per la legge sulla tortura. Qui non c'è. Colpa dei magistrati che non l'hanno mai fatta? NO, è colpa dei vari governi e politici di destra e presunti comunisti di sinistra che non l'hanno mai voluta fare. Sarebbe il compito del parlamento quello di fare le leggi. Ai politici evidentemente fa comodo che nella polizia ci siano delle mela marce che agiscono impunite. Se non fosse così, avrebbero da tempo fatto le leggi sull'identificazione degli agenti e sulla tortura. I magistrati non possono farci niente se qualcuno è colpevole di tortura: la legge non c'è. Indifferentemente se il colpevole è tizio caio o un agente. Quindi non prendertela con la magistratura.
          • qwerty scrive:
            Re: a piccoli ma constanti passi
            Precisando una cosa. L'idea che mi sono fatto è che probabilmente le "mele marce" in quel caso specifico di Genova furono ordinate di proposito e furono di originale politica... il che è tutto dire sulla situazione politica della repubblica delle banane con politici che (penso) controllano o almeno hanno controllato la polizia usandola come se fosse una gang latina!
          • ... scrive:
            Re: a piccoli ma constanti passi
            sei un rosso infame
          • randa possa scrive:
            Re: a piccoli ma constanti passi
            - Scritto da: ...
            sei un rosso infameQuando quelli che tu difendi prenderanno a randellate anche te ... vedremo chi è rosso :D
          • fn... scrive:
            Re: a piccoli ma constanti passi
            - Scritto da: ...
            sei un rosso infamenon so lui, ma io sono di destra (voto casapound) e per il rispetto della legge, quindi sono favorevole a numero identificativo su caschi e giubotti delle forze dell'ordine; la legge è uguale per TUTTI e DEVE essere rispettate anche dai tutori dell'ordine; pestare a sangue gente inerme già tratta in arresto è illegale e disonorevole per il corpo che si rappresenta e per se stessi.
  • caio scrive:
    Ma il certificato penale?
    Ma il certificato penale allegato era vero o no?
    • bubba scrive:
      Re: Ma il certificato penale?
      - Scritto da: caio
      Ma il certificato penale allegato era vero o no?Scorza ci dice < (..) Qualche giorno dopo, poi, lo stesso autore del messaggio sempre stando a quanto si legge nella sentenza invia al gestore del sito una mail alla quale allega una copia dello stesso certificato penale già pubblicato dal quale, ancorché la Sentenza non lo dica, appare lecito supporre risultasse la veridicità dellaffermazione riportata nel proprio messaggio.
      quindi si. (un classico)
      • panda rossa scrive:
        Re: Ma il certificato penale?
        - Scritto da: bubba
        - Scritto da: caio

        Ma il certificato penale allegato era vero o
        no?
        Scorza ci dice
        <
        (..) Qualche giorno dopo, poi, lo stesso autore
        del messaggio sempre stando a quanto si legge
        nella sentenza invia al gestore del sito una
        mail alla quale allega una copia dello stesso
        certificato penale già pubblicato dal quale,
        ancorché la Sentenza non lo dica, appare lecito
        supporre risultasse la veridicità
        dellaffermazione riportata nel proprio
        messaggio.


        quindi si. (un classico)Basterebbe emendare quella preistorica legge sulla diffamazione, indegna di un paese che dice di essere democratico e rispettoso della giustizia sociale, dicendo chiaramente che la verita' non costituisce diffamazione mai, e come per magia i tribunali si svuoterebbero di tante cause temerarie indette solo per tacitare chi osa dire la verita'.
        • Luca scrive:
          Re: Ma il certificato penale?
          Quindi se cominciassi a scrivere in giro "Panda rossa è un mafioso, figlio di mafiosi e gli piace Gigi D'Alessio" a te andrebbe bene?
          • panda rossa scrive:
            Re: Ma il certificato penale?
            - Scritto da: Luca
            Quindi se cominciassi a scrivere in giro "Panda
            rossa è un mafioso, figlio di mafiosi e gli piace
            Gigi D'Alessio" a te andrebbe
            bene?Se va bene a gigi d'alessio...
          • Luca scrive:
            Re: Ma il certificato penale?
            Non condivido l'idea, ma apprezzo la coerenza.
          • panda rossa scrive:
            Re: Ma il certificato penale?
            - Scritto da: Luca
            Non condivido l'idea, ma apprezzo la coerenza.Si tratta di banale logica aristotelica.O quello che dici e' vero, e allora c'e' poco da fare, oppure e' falso, e allora ti sei reso inattendibile agli occhi di tutti.
          • collione scrive:
            Re: Ma il certificato penale?
            - Scritto da: Luca
            Quindi se cominciassi a scrivere in giro "Panda
            rossa è un mafioso, figlio di mafiosi e gli piace
            Gigi D'Alessio" a te andrebbe
            bene?ehm ti sei perso la parte in cui panda dice"dicendo chiaramente che la verita' non costituisce diffamazione mai"se mostri il certificato penale di panda, da cui si evince che e' un mafioso, allora si, e' giusto che si dica e si sappiadel resto com'era il mantra? se non hai niente da nascondere...invece mi pare che quelli che hanno molto da nascondere poi si trincerino dietro pseudo-leggi contro la diffamazionebella coerenza eh!?!
          • bubba scrive:
            Re: Ma il certificato penale?
            - Scritto da: collione
            - Scritto da: Luca

            Quindi se cominciassi a scrivere in giro
            "Panda

            rossa è un mafioso, figlio di mafiosi e gli
            piace

            Gigi D'Alessio" a te andrebbe

            bene?

            ehm ti sei perso la parte in cui panda dice

            "dicendo chiaramente che la verita' non
            costituisce diffamazione
            mai"

            se mostri il certificato penale di panda, da cui
            si evince che e' un mafioso, allora si, e' giusto
            che si dica e si
            sappia

            del resto com'era il mantra? se non hai niente da
            nascondere...invece mi pare che quelli che hanno
            molto da nascondere poi si trincerino dietro
            pseudo-leggi contro la
            diffamazioneTanto per ribadire il concetto... 2 di questi 'nobili' soggetti si chiamano cesare previti e Giampaolo + Antonio Angelucci.Il primo fece causa a wikimedia foundation, i secondi addirittura a frieda boschi in persona e a wikimedia ITALIA, per contenuti considerati lesivi sulla voce di wikiPEDIA. Il ridicolo processo a frieda e' durato CINQUE anni. 20milioni di euro erano stati chiesti. Nel 2013 e 2014 i querelanti hanno perso.
          • Luca scrive:
            Re: Ma il certificato penale?
            panda rossa vuole che la legge sulla diffamazione sia abrogata in toto.
  • AxAx scrive:
    Sentenze della magistratura
    tutto ed il contrario di tutto
Chiudi i commenti