Dell, malditesta da call center

Si parla di class action da parte di un numero di impiegati potenzialmente molto ampio

Roma – Tutto il mondo è paese? Le lamentele sulle paghe degli operatori di call center che si moltiplicano in Italia ormai da lungo tempo sono al centro di una class action che negli Stati Uniti sta maturando contro Dell.

Della cosa si parla in queste ore: il maggiore costruttore statunitense di PC, il secondo al Mondo, che ha fatto delle vendite a distanza il suo core business per tanti anni, deve fronteggiare l’ira di 5mila impiegati.

Un giudice federale ha infatti dato il via libera alla trasformazione in class action di una denuncia di un operatore: questo significa che tutti gli addetti di qualsiasi call center Dell negli Stati Uniti che hanno lavorato nell’azienda dall’8 febbraio 2004 in poi possono unirsi alla causa e denunciare in gruppo l’azienda.

La prima denuncia è stata presentata da due addetti nel febbraio del 2007: sostenevano di essere pagati male, privi di formazione e con straordinari non riconosciuti dall’azienda. Ora sperano di ottenere dal pc-maker tutto quanto avrebbero a loro parere dovuto avere, più gli interessi.

Da parte sua, Dell ha per ora preferito commentare lapidariamente, spiegando di non condividere le ragioni della denuncia e di volerle contestare.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Nostradamus scrive:
    Ma privacy di cosa ?
    Cioè mi pare che oggi giorno sia un tantino esagerato...Vuoi dare la tua e.mail a qualcuno senza dargli il tuo nome ?Io sono abituato a cose tipoFASE A) Ciao come ti chiami ?Piacere io sono...Salve, le presento ...Fase B)Ci si scambia i recapiti (email telefono, ...)Duqnue quando qualcuno arriva alla fase B sa per forza come mi chiamo...Quindi non vedo il problema.Inoltre non sopporto quelli che hanno un e.mail tipo darkMa1alKill3r@gmail.comma dico io...un belMario.Rossi@provider.Ext è troppo difficile ????Tra l'altro, facendo colloqui, chi ha un email incomprensibile o buzzurra quindi con un nickname, lo scarto a priori...
    • Polpetta scrive:
      Re: Ma privacy di cosa ?

      Quindi non vedo il problema.Il problema c'è se uno non vuole far sapere il suo nome-cognome reali.Io ad esempio uso diversi indirizzi email a seconda delle persone con cui devo parlare.Se sono cose ufficiali, uso una email nome.cognome@privider.zz, altrimenti ne uso una fittizzia tipo polpetta@provider.ot. Non mi andrebbe molto bene se anche con queste email fosse fornita la mia identità.Cmq a me il trucchetto non funziona, vedo solo l'indirizzo email.
    • JoFalchetto scrive:
      Re: Ma privacy di cosa ?
      ...tra l'altro per far le corna alla moglie si usa una mail con registrazione farlocca :-)
    • Uby scrive:
      Re: Ma privacy di cosa ?
      - Scritto da: Nostradamus
      Cioè mi pare che oggi giorno sia un tantino
      esagerato...

      Vuoi dare la tua e.mail a qualcuno senza dargli
      il tuo nome
      ?Il problema è quando la tua email non l'hai data a quel qualcuno.Il phishing in questo modo diventa anche più semplice, se riesco a mettere nome e cognome nella email(detto da uno che gmail non lo cambierebbe con nessun altro servizio :) )
    • AhAh scrive:
      Re: Ma privacy di cosa ?

      Tra l'altro, facendo colloqui, chi ha un email
      incomprensibile o buzzurra quindi con un
      nickname, lo scarto a priori...Bravo. Io ho un'email buzzurra, come dici tu, ma sono abbastanza richiesto nel mio campo.Sono sicuro che usando questa scrematura sicuramente troverai i migliori professionisti. Un ottimo criterio per scegliere i propri collaboratori. :DLoLAh, scusa Nostradamus, perché usi questo nick incomprensibile? Io non risponderei mai ad un messaggio firmato Nostradamus... oops, l'ho appena fatto... ma allora sono in contraddizione... io o tu? LoL:2
      • ZioTano scrive:
        Re: Ma privacy di cosa ?
        - Scritto da: AhAh

        Tra l'altro, facendo colloqui, chi ha un email

        incomprensibile o buzzurra quindi con un

        nickname, lo scarto a priori...

        Bravo. Io ho un'email buzzurra, come dici tu, ma
        sono abbastanza richiesto nel mio
        campo.

        Sono sicuro che usando questa scrematura
        sicuramente troverai i migliori professionisti.
        Un ottimo criterio per scegliere i propri
        collaboratori.
        :D

        LoL

        Ah, scusa Nostradamus, perché usi questo nick
        incomprensibile? Io non risponderei mai ad un
        messaggio firmato Nostradamus... oops, l'ho
        appena fatto... ma allora sono in
        contraddizione... io o tu?
        LoL:2straquoto!!
        • slacky scrive:
          Re: Ma privacy di cosa ?
          - Scritto da: ZioTano
          - Scritto da: AhAh


          Tra l'altro, facendo colloqui, chi ha un email


          incomprensibile o buzzurra quindi con un


          nickname, lo scarto a priori...



          Bravo. Io ho un'email buzzurra, come dici tu, ma

          sono abbastanza richiesto nel mio

          campo.



          Sono sicuro che usando questa scrematura

          sicuramente troverai i migliori professionisti.

          Un ottimo criterio per scegliere i propri

          collaboratori.

          :D



          LoL



          Ah, scusa Nostradamus, perché usi questo nick

          incomprensibile? Io non risponderei mai ad un

          messaggio firmato Nostradamus... oops, l'ho

          appena fatto... ma allora sono in

          contraddizione... io o tu?

          LoL:2





          straquoto!!Anche io. Ma tu vedi che tipo.
      • LordAzuzu scrive:
        Re: Ma privacy di cosa ?
        - Scritto da: AhAh

        Tra l'altro, facendo colloqui, chi ha un email

        incomprensibile o buzzurra quindi con un

        nickname, lo scarto a priori...

        Bravo. Io ho un'email buzzurra, come dici tu, ma
        sono abbastanza richiesto nel mio
        campo.

        Sono sicuro che usando questa scrematura
        sicuramente troverai i migliori professionisti.
        Un ottimo criterio per scegliere i propri
        collaboratori.
        :DLOL, scommetto pure che è un ingegnere.
  • iTonto scrive:
    ma io non capisco....
    Io non riesco a capire il problema.... se io ho un email con nome.cognome@gmail.com cosa viene a sapere l'utente da me ?se io invece uso un email mynick@gmail.com sicuramente non uso i miei veri dati io faccio sempre cosi.....ma forse è colpa mia che sono un iTonto 2.0.....
  • il texano scrive:
    a me non funziona
    Ho aperto google calendar, ho condiviso il mio calendario con l'altro mio nomeutente gmail. E' apparso l'indirizzo email di questo utente, con cui ho condiviso il calendario, ma non la sua identità, che pure avevo registrato.
    • Alfonso Maruccia scrive:
      Re: a me non funziona
      Uhm, provato a salvare le impostazioni uscendo dalla pagina per poi ritornarci dopo?-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 18 luglio 2008 12.27-----------------------------------------------------------
      • Polpetta scrive:
        Re: a me non funziona
        - Scritto da: Alfonso Maruccia
        Uhm, provato a salvare le impostazioni uscendo
        dalla pagina per poi ritornarci
        dopo?Anche io ho provato ad inserire l'indirizzo email, salvare e poi tornare sulle impostazioni, ma a me compare l'indirizzo email, senza nome e cognome.Ho provato sia con miei diversi account inseriti, sia con altri di amici.Forse hanno corretto il bug?
      • il texano scrive:
        Re: a me non funziona
        Modificato dall' autore il 18 luglio 2008 12.27
        --------------------------------------------------Sì, certo. Boh, forse non succede a tutti...
  • Romborello scrive:
    non è una falla!
    suvvia non siate ridicoli.
  • giuseppe rinaldi scrive:
    avevo il dubbio
    Avevo il dubbio ma adesso questa è una conferma...Ma quale falla e falla...Credo che microsoft vi passi gli articoli da publicare...anche e google certo non è Gandhi.
  • pentolino scrive:
    no problem per me
    Indubbiamente è una bella porcata, ma di fatto gli unici indirizzi in cui registro il mio nome e cognome "vero" sono quelli del tipo nome.cognome@qualcosa e simili, dove arrivare al mio nome e cognome non richiede di sfruttare nessun bug :-)
  • marietto2008 scrive:
    google e' come tutte le altre.
    Google non si dimostra attenta nel garantire la privacy dei suoi utenti.
Chiudi i commenti