Denunciare Apple? Un business

Ci pensano dei legali in California, che mettono su un sito per raccogliere consumatori che si facciano trasportare in cause collettive contro la Mela

Roma – iPhone non è solo un bel pezzo di tecnologia ma è anche un affare a cui si aggrappano in tanti per denunciare la Mela. Lo sa bene un avvocato californiano che ha messo su un sito web dal nome emblematico: AppleIphoneLawsuit.com.

L’idea dello studio legale che ha pubblicato il sito è che possa servire come catalizzatore per consumatori che si sono precipitati a comprare iPhone e ora vogliano farla pagare alla Mela, in particolare quegli acquirenti che si sentano gabbati dal fatto di non poter cambiare operatore telefonico, che abbiano subito danni dopo l’aggiornamento al firmware 1.1.1, non abbiano ottenuto da Apple la copertura della garanzia perché avevano sbloccato iPhone o ci avevano montato applicazioni di terze parti e via dicendo.

Non è chiaro se e quanti consumatori si stiano rivolgendo al sito dello studio legale. Quel che è ovvio è che la caccia alle pratiche commerciali di Apple, peraltro ben pubblicizzate dall’azienda prima dell’arrivo di iPhone sugli scaffali, sia diventata ufficialmente un business.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • ... scrive:
    Praticamente senza M$ e SAP
    Un buon 50% dell'intera fiera semplicemente non esiste...Buono a sapersi così evito di andare a perderci tempo
  • Glossy scrive:
    Grazie ma no
    Ho già dato, penso che avrò di meglio da fare in quei giorni piuttosto che tornare a Smau. Senza contare che ormai si trova tutto in linea.. anche la gente.
    • andrea scrive:
      Re: Grazie ma no
      io invece ci sto facendo un pensierino. Sono 3 anni che non ci vado, e se togliendo gli stand con giochi a premi zappano via la folla di adolescenti urlanti che entrano con i biglietti operatori comprati dai bagarini tanto meglio, forse si riuscira' anche a capirci qualcosa ;)
      • stefdragon scrive:
        Re: Grazie ma no
        - Scritto da: andrea
        io invece ci sto facendo un pensierino. Sono 3
        anni che non ci vado, e se togliendo gli stand
        con giochi a premi zappano via la folla di
        adolescenti urlanti che entrano con i biglietti
        operatori comprati dai bagarini tanto meglio,
        forse si riuscira' anche a capirci qualcosa
        ;)Probabilmente sono stati proprio loro a determinare parte del successo e della fama raggiunta negli scorsi anni da SMAU (che altrimenti pochissimi non del settore avrebbero conosciuto).La realtà è che di anno in anno mi delude sempre più, quest'anno infatti non ci andrò.Assenza di grandi nomi, pochissimo materiale realmente disponibile, scarso interesse per quello presente.Smau non è più ciò che era 5-6 anni fa.
Chiudi i commenti