Diritto all'oblio, i reati gravi non si dimenticano

Il Garante Privacy concorda con Google e nega a un cittadino italiano la deindicizzazione di una manciata di URL che danno conto di certi trascorsi giudiziari per reati contro la Pubblica Amministrazione

Roma – Il diritto all’oblio concorre naturalmente con il diritto dei cittadini ad informarsi, e ci sono delle vicende di cui è bene non dimenticare: il Garante della Privacy ha respinto un ricorso formulato da un cittadino italiano che avrebbe voluto vedere deindicizzati alcuni risultati di ricerca corrispondenti al proprio nome, chiamato in causa nell’ambito di un’indagine per corruzione e truffa nella Pubblica Amministrazione.

Il protagonista del caso è un ex consigliere comunale, coinvolto in una vicenda giudiziaria avviata dieci anni fa: l’uomo, ricostruisce l’Authority, era coinvolto “in associazione delittuosa con altri e con ruolo non da comprimario, in reati contro la Pubblica amministrazione, quali la corruzione e la truffa, perpetrati a danno della sanità regionale negli anni 2004-2006, mediante l’illecita sottrazione di ingenti risorse finanziarie pubbliche”. Nel 2012 la vicenda giudiziaria per l’uomo era giunta a conclusione con una sentenza di patteggiamento e con una pena interamente coperta da indulto e, nel frattempo, il cittadino si era dimesso dalla propria carica per intraprendere una carriera nel settore immobiliare privato. In tempi più recenti, però, quello che per l’uomo rappresentava ormai un caso chiuso era riemerso sulle pagine delle cronache giudiziarie , richiamato da fatti d’attualità relativi a inchieste in materia di corruzione. È così che il cittadino si è rivolto a Google, chiedendo la deindicizzazione di una serie di URL che il motore di ricerca restituisce all’inserimento del suo nome come parola chiave.

Google, sulla base di meccanismi disposti all’indomani della dibattuta sentenza della Corte di Giustizia dell’Unione Europea e ormai consolidati , ha analizzato le istanze dell’uomo e ha stabilito di non procedere alla deindicizzazione, eccezion fatta per tre URL segnalati dall’utente, che già nel mese di giugno non figuravano più nella SERP. È così che il cittadino italiano si è rivolto al Garante Privacy per presentare ricorso.

Nell’esporre le proprie motivazioni al cospetto del Garante, il ricorrente ha fatto leva sul fattore tempo , vale a dire la lontananza nel passato dei fatti in cui è stato coinvolto, sulla mancanza di un interesse pubblico rispetto alle notizie relative alla propria persona, avendo abdicato all’incarico nell’amministrazione comunale. La mancata rimozione degli URL, sottolineavano i legali del ricorrente, avrebbe inferto danni “all’immagine, alla riservatezza e alla vita privata e lavorativa” dell’uomo, che riteneva dunque di dover essere tutelato dall’adempimento da parte del motore di ricerca del suo esercizio del diritto all’oblio.

L’Authority, che in passato si è mostrata spesso in linea con l’orientamento del motore di ricerca, ha confermato la posizione di Google, negando all’uomo la deindicizzazione .
Il Garante, nella propria analisi , ha ricordato che l’elemento del trascorrere del tempo “incontra un limite quando le informazioni per le quali viene invocato risultino riferite a reati gravi”: considerato che la vicenda giudiziaria per il ricorrente si è conclusa nel 2012, quindi in tempi relativamente recenti; considerata la “particolare gravità” dei reati ascritti al soggetto ricorrente e considerato che l’attualità di certi URL testimonia il vivo interesse pubblico rispetto agli intrighi che affliggono la sanità a livello regionale, l’Authority italiana ha ritenuto infondata la richiesta di rimozione degli URL.

Gaia Bottà

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • panda rossa scrive:
    L'unico fastidio che puo' causare
    L'unico fastidio che puo' causare un ramsonware e' il dover ripristinare i dati dal backup.E io non capisco come possa proliferare un malware del genere.Dove li trova tutti questi coglioni che non fanno il backup?
    • Il fuddaro scrive:
      Re: L'unico fastidio che puo' causare
      - Scritto da: panda rossa
      L'unico fastidio che puo' causare un ramsonware
      e' il dover ripristinare i dati dal
      backup.

      E io non capisco come possa proliferare un
      malware del
      genere.
      Dove li trova tutti questi coglioni che non fanno
      il
      backup?Su sistemi windows di tutte le fattezze e versioni. I macachi si salvano solo perché il loro os lo fa di default ogni tot minuti altrimenti sarebbero loro sul podio vista la media di intelligenza.
    • xte scrive:
      Re: L'unico fastidio che puo' causare
      Per chi usa Windows (ovvero per chi ha questi problemi) non è detto che il backup sia una soluzione: uno di questi simpaticoni può restare in attesa per un bel po' distribuendosi su ogni volume locale (penne USB/HD) o remoto (es. NAS&c) sino a quando decide di aver abbastanza allargato se stesso e cominciare a cifrare...
      • panda rossa scrive:
        Re: L'unico fastidio che puo' causare
        - Scritto da: xte
        Per chi usa Windows (ovvero per chi ha questi
        problemi) non è detto che il backup sia una
        soluzione: uno di questi simpaticoni può restare
        in attesa per un bel po' distribuendosi su ogni
        volume locale (penne USB/HD) o remoto (es. NAS&c)
        sino a quando decide di aver abbastanza allargato
        se stesso e cominciare a
        cifrare...Ma come funzionano questi malware?Io pensavo che fosse un processo che gira sul computer.Se salvo dei files sul disco esterno, sono ancora integri.E l'unita' di backup va ovviamente staccata una volta che il backup e' finito.E se si mette una password per accedere all'unita' di backup, il malware non ci arriva comunque.
        • Garson Pollo scrive:
          Re: L'unico fastidio che puo' causare
          haha
        • aphex_twin scrive:
          Re: L'unico fastidio che puo' causare
          - Scritto da: panda rossa
          Ma come funzionano questi malware?Funzionano che criptano i file presenti dei dischi locali e nelle shares mappate in cui l'utente che ha aperto il file infetto ha diritti di scrittura.
          • panda rossa scrive:
            Re: L'unico fastidio che puo' causare
            - Scritto da: aphex_twin
            - Scritto da: panda rossa

            Ma come funzionano questi malware?

            Funzionano che criptano i file presenti dei
            dischi locali e nelle shares mappate in cui
            l'utente che ha aperto il file infetto ha diritti
            di
            scrittura.Per poter criptare un file devi averci anche diritti di lettura, non solo di scrittura.E si puo' sempre mettere un processo di front-end da cui passare per fare il backup, il quale non ti fa accedere al file system di backup direttamente senza passare da lui.
          • aphex_twin scrive:
            Re: L'unico fastidio che puo' causare
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: aphex_twin

            - Scritto da: panda rossa


            Ma come funzionano questi malware?



            Funzionano che criptano i file presenti dei

            dischi locali e nelle shares mappate in cui

            l'utente che ha aperto il file infetto ha
            diritti

            di

            scrittura.

            Per poter criptare un file devi averci anche
            diritti di lettura, non solo di
            scrittura.Certo pandino , devi CHIARAMENTE avere anche i diritti di lettura........ e meno male che siamo in un forum di informatica :| :| :|
          • panda rossa scrive:
            Re: L'unico fastidio che puo' causare
            - Scritto da: aphex_twin
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: aphex_twin


            - Scritto da: panda rossa



            Ma come funzionano questi malware?





            Funzionano che criptano i file presenti
            dei


            dischi locali e nelle shares mappate in
            cui


            l'utente che ha aperto il file infetto
            ha

            diritti


            di


            scrittura.



            Per poter criptare un file devi averci anche

            diritti di lettura, non solo di

            scrittura.

            Certo pandino , devi CHIARAMENTE avere anche i
            diritti di lettura........ e meno male che siamo
            in un forum di informatica :| :|
            :|Proprio perche' siamo in un forum di informatica devi essere preciso.Per scrivere sull'unita' di backup basta il permesso di scrittura, ma se vuoi criptare il contenuto devi averci anche quello di lettura.Togli il permesso di lettura dal backup e risolvi.
          • aphex_twin scrive:
            Re: L'unico fastidio che puo' causare
            - Scritto da: panda rossa
            Proprio perche' siamo in un forum di informatica
            devi essere
            preciso.
            Per scrivere sull'unita' di backup basta il
            permesso di scrittura, ma se vuoi criptare il
            contenuto devi averci anche quello di
            lettura.

            Togli il permesso di lettura dal backup e risolvi.Il backup e la sua protezione é tutto un altro discorso , hai chiesto come funzionasse un ransomware e ti é stata data una risposta.
          • panda rossa scrive:
            Re: L'unico fastidio che puo' causare
            - Scritto da: aphex_twin
            - Scritto da: panda rossa

            Proprio perche' siamo in un forum di
            informatica

            devi essere

            preciso.

            Per scrivere sull'unita' di backup basta il

            permesso di scrittura, ma se vuoi criptare il

            contenuto devi averci anche quello di

            lettura.



            Togli il permesso di lettura dal backup e
            risolvi.

            Il backup e la sua protezione é tutto un altro
            discorso , hai chiesto come funzionasse un
            ransomware e ti é stata data una
            risposta.Risposta che conferma la coglionaggine di coloro che sono vittime di questo virus albanese.
          • aphex_twin scrive:
            Re: L'unico fastidio che puo' causare
            E purtroppo di gente che apre link inviati via mail ne é pieno il mondo perché non tutti sono accorti. Sta a noi cercare di mitigare al massimo i rischi per gli utenti ... noi , non tu , perché tu saresti capace di inviare questi link ai tuoi utenti per poi andare dal tuo capo a dire che Windows fa schifo.
          • panda rossa scrive:
            Re: L'unico fastidio che puo' causare
            - Scritto da: aphex_twin
            E purtroppo di gente che apre link inviati via
            mail ne é pieno il mondo perché non tutti sono
            accorti. Sta a noi cercare di mitigare al massimo
            i rischi per gli utenti ... noi , non tu , perché
            tu saresti capace di inviare questi link ai tuoi
            utenti per poi andare dal tuo capo a dire che
            Windows fa
            schifo.Certo!Invio sempre il file infetto a tutti i colleghi dell'amministrazione dicendo: "Non c'e' pericolo. L'ho aperto sul mio computer e non e' successo niente"Uno spasso!
          • xte scrive:
            Re: L'unico fastidio che puo' causare
            Vedo con piacere che si riesce anche di tanto in tanto a dialogare come si deve nei commenti! La cosa è assai piacevole :-)

            Non è che ti segua molto: come vedi il backup tu?
            Dipende dall'esigenza.Ti ho fatto questa domanda più che altro perché non ho capito cosa intendi per backup con permessi di scrittura ma non lettura: da com'è descritto sembra che tu pensi ad una soluzione append-only. L'unica che mi viene in mente in generale su Windows è appunto via VSS+qualcosa lato server/sistema distribuito, cosa che non è alla portata non solo dell'utente ma manco dell'admin medio per le mie (limitate) esperienze... In sintesi volevo "contestare" la naturalezza con cui, mi par di capire, tu pensi ad un sistema di backup d'uso comune!Anche parlando di casi specifici, come codice sviluppato in un'azienda, assunto che vi sia un server *nix/non altrimenti vulnerabile/altri peer sicuri per i repo, saresti comunque potenzialmente scoperto se il vcs in uso (ad es git) supporta la ri-scrittura della storia nel repo. Un backup di detto server ti può a sua volta salvare, ma solo nel caso in cui t'accorgi del problema prima del backup successivo. Anche nel caso di un DB server che sputi i log delle transazioni altrove sei egualmente vulnerabile in base alla frequenza del backup ed al tempo in cui "l'infezione" viene notata e si agisce...'Somma mitighi il problema ma non lo risolvi così facilmente e comunque non lo risolvi in uno scenario SOHO/PMI
            La maggior parte degli utente windows ha dei dati senza alcun valore.Discutibile, la collezione di foto porno di $tizio, i 10 anni di mail di $caio, l'intero archivio di fatture di $sempronio per loro sono di valore...
            Se la gente fosse consapevole, non userebbe windows.Pienamente d'accordo ma il problema citato dall'articolo permane
            questo non toglie che questa gente si rende conto di quanto valgono i suoi dati solo quando un ramsonware qualunque gli propone un prezzo.Questo è sacrosanto, io lo definisco selezione naturale, a discopa del soggetto che soccombe però dico che non sempre la vittima può scegliere: nella nostra società non vi è una cultura "informatica" diffusa e in molti settori hai delle imposizioni: es. se un mio stakeholder usa Windows costringendomi ad usarlo per qualche motivo ho comunque un problema di non facile soluzione. Pensa solo a chi doveva usare la "roba" dell'Agenzia delle Entrate/Infocert sino a che non han fatto il DesktopTelematico (che tutt'ora è difficile da usare su GNU/Linux per l'utente medio), pensa solo a certe PA che sono costrette ad usare sw Windows-only dal governo centrale/da chi stà sopra di loro...
          • panda rossa scrive:
            Re: L'unico fastidio che puo' causare
            - Scritto da: xte
            Vedo con piacere che si riesce anche di tanto in
            tanto a dialogare come si deve nei commenti! La
            cosa è assai piacevole
            :-)Su questo forum si riescono sempre a scambiare ottime informazioni tecniche quando si parla tra informatici.Purtroppo c'e' una nutrita squadra di troll winari e macachi che pretende di metter becco in materia in cui sono totalmente incompetenti e i risultati si vedono.



            Non è che ti segua molto: come vedi il backup
            tu?

            Dipende dall'esigenza.
            Ti ho fatto questa domanda più che altro perché
            non ho capito cosa intendi per backup con
            permessi di scrittura ma non lettura: da com'è
            descritto sembra che tu pensi ad una soluzione
            append-only.Qualcosa del genere: un canale dove il processo di backup scrive e basta e dall'altra parte un processo che raccoglie i dati e archivia, facendo un banale accodamento o una differenza rispetto al precedente o qualsiasi altro criterio.In questo modo l'unita' di backup non viene vista come filesystem e i dati sono protetti da qualunque tentativo di cancellazione/modifica.
            L'unica che mi viene in mente in
            generale su Windows è appunto via VSS+qualcosa
            lato server/sistema distribuito, cosa che non è
            alla portata non solo dell'utente ma manco
            dell'admin medio per le mie (limitate)
            esperienze... Non ho mica detto che e' una cosa facile.Ho detto che e' una cosa sicura.
            In sintesi volevo "contestare" la
            naturalezza con cui, mi par di capire, tu pensi
            ad un sistema di backup d'uso
            comune!La difficolta' sta solo nella configurazione iniziale.Poi una volta configurato e' semplice, dai.
            Anche parlando di casi specifici, come codice
            sviluppato in un'azienda, assunto che vi sia un
            server *nix/non altrimenti vulnerabile/altri peer
            sicuri per i repo, saresti comunque
            potenzialmente scoperto se il vcs in uso (ad es
            git) supporta la ri-scrittura della storia nel
            repo.Perche' dovrebbe sovrascrivere la storia?La storicizzazione delle versioni serve proprio per avercela.
            Un backup di detto server ti può a sua
            volta salvare, ma solo nel caso in cui t'accorgi
            del problema prima del backup successivo. Anche
            nel caso di un DB server che sputi i log delle
            transazioni altrove sei egualmente vulnerabile in
            base alla frequenza del backup ed al tempo in cui
            "l'infezione" viene notata e si
            agisce...L'infezione non puo' attaccare i dati storicizzati perche' non puo' accedere a quel filesystem.
            'Somma mitighi il problema ma non lo risolvi così
            facilmente e comunque non lo risolvi in uno
            scenario
            SOHO/PMI


            La maggior parte degli utente windows ha dei
            dati senza alcun
            valore.
            Discutibile, la collezione di foto porno di
            $tizio, i 10 anni di mail di $caio, l'intero
            archivio di fatture di $sempronio per loro sono
            di
            valore...Se sono di valore devono imparare a proteggerle.

            Se la gente fosse consapevole, non userebbe
            windows.
            Pienamente d'accordo ma il problema citato
            dall'articolo
            permaneFosse solo quello il problema di windows, lo adotterei in pianta stabile.

            questo non toglie che questa gente si rende
            conto di quanto valgono i suoi dati solo quando
            un ramsonware qualunque gli propone un
            prezzo.
            Questo è sacrosanto, io lo definisco selezione
            naturale, a discopa del soggetto che soccombe
            però dico che non sempre la vittima può
            scegliere: nella nostra società non vi è una
            cultura "informatica" diffusa e in molti settori
            hai delle imposizioni: es. se un mio stakeholder
            usa Windows costringendomi ad usarlo per qualche
            motivo ho comunque un problema di non facile
            soluzione.Virtual machine!
            Pensa solo a chi doveva usare la
            "roba" dell'Agenzia delle Entrate/Infocert sino a
            che non han fatto il DesktopTelematico (che
            tutt'ora è difficile da usare su GNU/Linux per
            l'utente medio), pensa solo a certe PA che sono
            costrette ad usare sw Windows-only dal governo
            centrale/da chi stà sopra di
            loro...Virtual machine!
          • aphex_twin scrive:
            Re: L'unico fastidio che puo' causare
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: xte

            Vedo con piacere che si riesce anche di
            tanto
            in

            tanto a dialogare come si deve nei commenti!
            La

            cosa è assai piacevole

            :-)

            Su questo forum si riescono sempre a scambiare
            ottime informazioni tecniche quando si parla tra
            informatici.In questa discussione le uniche informazioni veramente tecniche le ha tirate fuori xte. Da te ancora si aspetta il famoso script ... da anni ormai. 8)
          • aphex_twin scrive:
            Re: L'unico fastidio che puo' causare
            - Scritto da: panda rossa
            Non me ne accorgo?
            Il backup backuppa solo i dati modificati dalla
            copia
            backuppata.
            Se mi segnala che ci sono documenti da backuppare
            che io so di non aver modificato, si accende la
            lampadina!Questo lo puoi fare a casa tua , non su una rete con decine di server e migliaia di documenti.E dopo il tuo controllo , se vedi che c'é qualcosa che non va .... ormai il danno é fatto.
          • panda rossa scrive:
            Re: L'unico fastidio che puo' causare
            - Scritto da: aphex_twin
            - Scritto da: panda rossa

            Non me ne accorgo?

            Il backup backuppa solo i dati modificati
            dalla

            copia

            backuppata.

            Se mi segnala che ci sono documenti da
            backuppare

            che io so di non aver modificato, si accende
            la

            lampadina!

            Questo lo puoi fare a casa tua , non su una rete
            con decine di server e migliaia di
            documenti.

            E dopo il tuo controllo , se vedi che c'é
            qualcosa che non va .... ormai il danno é
            fatto.Stiamo parlando infatti di utonto ignorante, non di aziende di informatica.In una asienda d'e' il sistemista.A casa o usi il cervello o paghi il ramsonware.(ovviamente stiamo parlando di winari, visto che il macaco e' privo di cervello e paga a prescindere).
          • panda rossa scrive:
            Re: L'unico fastidio che puo' causare
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: aphex_twin

            - Scritto da: panda rossa


            Non me ne accorgo?


            Il backup backuppa solo i dati
            modificati

            dalla


            copia


            backuppata.


            Se mi segnala che ci sono documenti da

            backuppare


            che io so di non aver modificato, si
            accende

            la


            lampadina!



            Questo lo puoi fare a casa tua , non su una
            rete

            con decine di server e migliaia di

            documenti.



            E dopo il tuo controllo , se vedi che c'é

            qualcosa che non va .... ormai il danno é

            fatto.

            Stiamo parlando infatti di utonto ignorante, non
            di aziende di
            informatica.
            In una azienda c'e' il sistemista.
            A casa o usi il cervello o paghi il ramsonware.
            (ovviamente stiamo parlando di winari, visto che
            il macaco e' privo di cervello e paga a
            prescindere).
          • aphex_twin scrive:
            Re: L'unico fastidio che puo' causare
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: aphex_twin

            - Scritto da: panda rossa


            Non me ne accorgo?


            Il backup backuppa solo i dati
            modificati

            dalla


            copia


            backuppata.


            <b
            Se mi segnala che ci sono documenti </b
            da

            backuppare


            che io so di non aver modificato, si
            accende

            la


            lampadina!



            <b
            Questo lo puoi fare a casa tua </b
            , non su una
            rete

            con decine di server e migliaia di

            documenti.



            E dopo il tuo controllo , se vedi che c'é

            qualcosa che non va .... ormai il danno é

            fatto.

            <b
            Stiamo parlando infatti di utonto ignorante </b
            , non
            di aziende di
            informatica.Stavamo parlando di come TU (ora autodefinitoti "utonto ignorante") controlli i file che vengono backuppati.
          • Hop scrive:
            Re: L'unico fastidio che puo' causare
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: aphex_twin

            - Scritto da: panda rossa


            Ma come funzionano questi malware?



            Funzionano che criptano i file presenti dei

            dischi locali e nelle shares mappate in cui

            l'utente che ha aperto il file infetto ha
            diritti

            di

            scrittura.

            Per poter criptare un file devi averci anche
            diritti di lettura, non solo di
            scrittura.
            E si puo' sempre mettere un processo di front-end
            da cui passare per fare il backup, il quale non
            ti fa accedere al file system di backup
            direttamente senza passare da
            lui.E da un tipino così come ti difendi?https://www.f-secure.com/v-descs/dbase.shtmlLascia perdere le solite menate su winzoz, il principio di funzionamento è applicabile OVUNQUE
          • panda rossa scrive:
            Re: L'unico fastidio che puo' causare
            - Scritto da: Hop
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: aphex_twin


            - Scritto da: panda rossa



            Ma come funzionano questi malware?





            Funzionano che criptano i file presenti
            dei


            dischi locali e nelle shares mappate in
            cui


            l'utente che ha aperto il file infetto
            ha

            diritti


            di


            scrittura.



            Per poter criptare un file devi averci anche

            diritti di lettura, non solo di

            scrittura.

            E si puo' sempre mettere un processo di
            front-end

            da cui passare per fare il backup, il quale
            non

            ti fa accedere al file system di backup

            direttamente senza passare da

            lui.
            E da un tipino così come ti difendi?
            https://www.f-secure.com/v-descs/dbase.shtml
            Lascia perdere le solite menate su winzoz, il
            principio di funzionamento è applicabile
            OVUNQUEDBF???
          • Hop scrive:
            Re: L'unico fastidio che puo' causare
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Hop

            - Scritto da: panda rossa


            - Scritto da: aphex_twin



            - Scritto da: panda rossa




            Ma come funzionano questi
            malware?







            Funzionano che criptano i file
            presenti

            dei



            dischi locali e nelle shares
            mappate
            in

            cui



            l'utente che ha aperto il file
            infetto

            ha


            diritti



            di



            scrittura.





            Per poter criptare un file devi averci
            anche


            diritti di lettura, non solo di


            scrittura.


            E si puo' sempre mettere un processo di

            front-end


            da cui passare per fare il backup, il
            quale

            non


            ti fa accedere al file system di backup


            direttamente senza passare da


            lui.

            E da un tipino così come ti difendi?

            https://www.f-secure.com/v-descs/dbase.shtml

            Lascia perdere le solite menate su winzoz, il

            principio di funzionamento è applicabile

            OVUNQUE

            DBF???ok, come al solito NON hai capito un razzo :D
        • collione scrive:
          Re: L'unico fastidio che puo' causare
          - Scritto da: panda rossa
          E l'unita' di backup va ovviamente staccata una
          volta che il backup e'
          finito.cosa che non tutti fanno, soprattutto laddove sono presenti dei NASe cosi' il furbone apre tutte le share che trova e cifra di tutto e di piu'l'utente collionazzo resta cosi' fregato ed e' costretto a pagare
          • coglionazzo manager scrive:
            Re: L'unico fastidio che puo' causare
            - Scritto da: collione
            - Scritto da: panda rossa


            E l'unita' di backup va ovviamente staccata
            una

            volta che il backup e'

            finito.

            cosa che non tutti fanno, soprattutto laddove
            sono presenti dei
            NAS

            e cosi' il furbone apre tutte le share che trova
            e cifra di tutto e di
            piu'

            l'utente collionazzo resta cosi' fregato ed e'
            costretto a
            pagareColgo l' occasione per rispondere sia a te sia a Panda Rossa:noi utenti coglionazzi siamo soprattutto i due quinti del mondo business di USA - Canada - UK - Germania:Capisci? Il fior fiore dei TOP manager:"Specifically regarding ransomware attacks, almost half came from employees... The targets were mid-level managers or higher approximately 80% of the time."http://fortune.com/2016/08/03/ransomware-cybersecurity-businesses/
          • xte scrive:
            Re: L'unico fastidio che puo' causare
            Vero, ma questa è selezione naturale: il manager tipo è un incompetente rapace che applica pedissequamente ciò che gli han insegnato (nello stile "somministrazione di cultura" citata da un ministro italico passato) senza il minimo pensiero critico. I settori più ignoranti ed arretrati in termini informatici sono per mia esperienza: - gran parte della PA (militare incluso) - il 99.999% del mondo gestionale - il settore medicale - il settore accademico (parte amministrativa/organizzativa) - l'industria manifatturiera Ad ogni buon conto tra qualche anno vi troverete ancora più mazzolati: quando la "nuvola" sarà endemica scoprirete, senza più poter reagire che tutti i vostri preziosi dati critici (ed in genere tutta la vostra "infosfera", il sistema nervoso della vostra azienda) sono in mani altrui e che questi altri non van più così bene come sembra. Non ci sarà backup che tenga (sarn anch'essi tutti su sicurissimi server di altre persone), non ci sarà azione legale che tenga: i manager locali dei grossi provider sono per questi ultimi sacrificabili e privi di reale portafoglio, il resto sarà talmente sparso nel mondo su una scala tale per cui manco un governo singolo potrà far qualcosa. Come per i ramsonware lo capirete troppo tardi. Scoprirete che il costo del risparmio a breve termine ha avuto un costo in effetti insostenibile.
          • collione scrive:
            Re: L'unico fastidio che puo' causare
            e questo la dice lunga su come vengano scelti i cosidetti managersarebbe ora di mettere ai posti di comando gente competente, invece di scimmie urlanti
  • Giuda scrive:
    Cerco due amici!
    Ciao a tutti sono nuovo e sto cercando due nuovi amici! Non vi preoccupate non vi disturberò su messenger! No perdi tempo, contattare ore pasti, preferibilmente a cena.
    • Il fuddaro scrive:
      Re: Cerco due amici!
      - Scritto da: Giuda
      Ciao a tutti sono nuovo e sto cercando due nuovi
      amici! Non vi preoccupate non vi disturberò su
      messenger! No perdi tempo, contattare ore pasti,
      preferibilmente a
      cena.Se questo Natale entri in un apple store oltre ai genuis che ti diranno quanto sei super ficoso, potrai farti un sacco di altri amici ed appartenere al super ristretto gruppo di scimmie Ifighe! (rotfl)
    • ... scrive:
      Re: Cerco due amici!
      - Scritto da: Giuda
      Ciao a tutti sono nuovo e sto cercando due nuovi
      amici! Non vi preoccupate non vi disturberò su
      messenger! No perdi tempo, contattare ore pasti,
      preferibilmente a
      cena.creali
    • xte scrive:
      Re: Cerco due amici!
      Eccomi! Ah già, non uso Windows... Comunque mandami pure tutti gli allegati che vuoi, li leggerò con piacere mentre il vicino di casa urla e strepita sul suo $Finestre_10 :-)
    • mementomori scrive:
      Re: Cerco due amici!
      mangia tranquillo
  • ... scrive:
    idea per l'ufficio imposte
    Denuncia due evasori fiscali e a te non facciamo pagare!
  • ... scrive:
    la forza del Lato Oscuro
    In italia prevedo una ondata di Sith :-D
  • ... scrive:
    ma e' una figata!
    in italia fara' il botto!
  • Mao99 scrive:
    Info
    Mi sa che questo farà strada... :(
Chiudi i commenti