Disney lancia i baby player MP3

Il colosso esplora il mercato della musica digitale lanciando una linea di player MP3 dedicati ai bambini di età compresa tra i 6 e i 12 anni. Il lettore potrà leggere memory card proprietarie precaricate di musica

New York – Primo tra i giganti dell’industria mediatica, Disney ha deciso di esplorare il mercato dei player MP3 lanciando un lettore portatile dedicato ai più piccini. Della forma di una comune chiavetta USB, sul playerino firmato Disney non potevano mancare riferimenti ai celebri personaggi dei cartoni animati.

Chiamato Mix Sticks , il lettore dispone di un pad che ricorda la testa del roditore più famoso dei fumetti, Topolino, ed è disponibile in quattro differenti colorazioni, tra cui una tutta argentata che sembra strizzare l’occhio anche ai più grandicelli.

Mix Stick Venduto al prezzo di 50 dollari, Mix Stick funziona né più né meno che come un tradizionale player MP3: è infatti in grado di trasferire la musica da un PC attraverso una porta USB e di riprodurre file in formato MP3 e WMA. Il gingillo dispone di 128 MB che possono essere espansi fino ad 1 GB per mezzo di schedine SD/MMC. La batteria, ricaricabile, promette una decina di ore di autonomia.

Oltre alle memory stick tradizionali, Mix Stick può ospitare delle speciali schede proprietarie, chiamate Mix Clip , che Disney venderà già precaricate con brani selezionati dal proprio repertorio di canzoni e colonne sonore, comprese quelle di cartoni e show televisivi.

Nella linea di gadget hi-tech di Disney, il nuovo player MP3 si va ad affiancare a due lettori portatili di DVD, tra cui uno con schermo da 7 pollici.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Neoismo
    Anche i Neoismo da Roma lo fanno da annihttp://www.neoismo.it/it/atmosferanelcubo.html
  • morpe scrive:
    Grandi!
    anche se questa idea per me è vecchia, è dal 2003 che regalo online la mia musica!!!peccato che non sono nessuno!!però ne aprofitto!!sindone.twatac.net - ttt.twatac.net==================================Modificato dall'autore il 04/10/2005 23.00.21
  • Anonimo scrive:
    te credo....fa schifo....
    album decisamente insufficiente e privo di caratteri distintivi.non vale 10 dollari.
  • Anonimo scrive:
    Carini, ma non comprerò il loro disco
    Si, si sente che la qualità dei brani è professionale, le canzoni sono orecchiabili, ma niente di più. non ritengo valga la pena comprare. Cancellerò i loro file dall'hard disk.Credo che sharare in questo modo serva appunto per farsi un'idea: ti ascolti un po' i brani, se ritieni che valga la pena paghi l'album, altrimenti amici come prima. Se fossi rimasto entusiasta, avrei anche aperto il portafogli per comprare i loro brani.
    • Anonimo scrive:
      Re: Carini, ma non comprerò il loro disc
      Ovviamente non pretendono di piacere a tutti. Puntano a farsi conoscere dal maggior numero di gente possibile, sperando che una minima parte compri il cd.P.s. nemmeno a me sono piaciuti, ma per il semplice fatto che non suonano il mio genere. ;)
    • Anonimo scrive:
      Re: Carini, ma non comprerò il loro disc
      : uhm...Ho la sensazione che abbiano preso qualche "spunto" da U2 e Cure.Alessandro
  • Anonimo scrive:
    pure di qualità!!!
    ho controllato ed è pure dichiarato:"Technical details: The music files contained herein are encoded with LAME 3.90.3 using the variable bit rate alt-preset-extreme setting."PRE DIANA!!!!!questo significa sapere il fatto proprio!!!infatti è la 3.90.3 la migliore!!!! bravi e basta.
    • Sparrow scrive:
      Re: pure di qualità!!!
      - Scritto da: Anonimo
      ho controllato ed è pure dichiarato:

      "Technical details: The music files contained
      herein are encoded
      with LAME 3.90.3 using the variable bit rate
      alt-preset-extreme
      setting."


      PRE DIANA!!!!!
      questo significa sapere il fatto proprio!!!

      infatti è la 3.90.3 la migliore!!!! bravi e basta.Li sto ascoltando adesso.Ho scaricato il file .zip, contiene mp3 a 160K.Hanno pubblicato tutto con anche le copertine e le pagine html.Un lavoro piacevole e fatto con intelligenza.Bravi ! :)
  • Anonimo scrive:
    Steve Coleman lo fa da anni
    Il grnade sassofonista Steve Coleman (che nel mondo del jazz è quotatissimo, non come sto gruppetto di sconosciuti), sono anni che ha messo la maggior parte dei suoi CD online da scaricare gratisbasta andare a http://www.m-base.com/Ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: Steve Coleman lo fa da anni
      - Scritto da: Anonimo
      Il grnade sassofonista Steve Coleman (che nel
      mondo del jazz è quotatissimo, non come sto
      gruppetto di sconosciuti), sono anni che ha messo
      la maggior parte dei suoi CD online da scaricare
      gratis
      basta andare a http://www.m-base.com/

      Ciaospero siano vbr lame :-)comunque chi fa autopromozione e rilascia i contenuti online ormai potrebbe davvero passare a mpc / ape / wavpack / ogg ... oppure lasciare li pronta la iso in torrent
    • Anonimo scrive:
      Re: Steve Coleman lo fa da anni
      finalmente qualcun'altro se n'è accorto!!! e non solo: i suoi concerti sono a prezzi assolutamente popolari, e stiamo parlando di quanto di meglio questo secolo (e la fine del precedente) ha sfornato a livello artistico.
    • Anonimo scrive:
      Re: Steve Coleman lo fa da anni
      - Scritto da: Anonimo
      Il grnade sassofonista Steve Coleman (che nel
      mondo del jazz è quotatissimo, non come sto
      gruppetto di sconosciuti), sono anni che ha messo
      la maggior parte dei suoi CD online da scaricare
      gratisL'articolo è sull'uso del P2P, nemmeno Coleman lo usa. Inoltre, questi "sconosciuti" rendono disponibile una sacrosanta versione in formato Ogg Vorbis, vuoi mettere quanto è migliore?
      • Anonimo scrive:
        Re: Steve Coleman lo fa da anni
        - Scritto da: Anonimo
        L'articolo è sull'uso del P2P, nemmeno Coleman lo
        usa. Inoltre, questi "sconosciuti" rendono
        disponibile una sacrosanta versione in formato
        Ogg Vorbis, vuoi mettere quanto è migliore?Ogg è un formato che non si fila nessuno, ammettiamolo, a che serve? Per sentirtelo con winamp o xmms sulle cassedel PC??, e tu mi dici che riesci veramente a distingure la differenza da un file mp3 in queste condizioni??Mp3 è il formato migliore se non altro per la compatibilità, tutti i DVD, le autoradio di ultima generazione, i lettori Mp3 (iPod e simili) leggono Mp3, o in alcuni casi WMA e in rari casi OGG, o altri formati proprietari (l'AAC della Apple). I formati lossless (ape, flac etc) sono OK se il fine è quello di rimasterizzare il CD Audio, e andrebbero sempre utilizzati nei P2P al posto dei lossy.Ma tutti gli altri formati: Mpc, Ogg, Wma, Aac saranno anche di qualità superiore a Mp3 (ed è tutto da dimostrare) ma non servono a niente perché sempre di formati lossy si tratta e la differenza sulle casse del pc o nell'iPod non la noti
        • Anonimo scrive:
          Re: Steve Coleman lo fa da anni
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo


          L'articolo è sull'uso del P2P, nemmeno Coleman
          lo

          usa. Inoltre, questi "sconosciuti" rendono

          disponibile una sacrosanta versione in formato

          Ogg Vorbis, vuoi mettere quanto è migliore?

          Ogg è un formato che non si fila nessuno,
          ammettiamolo, a che serve? Per sentirtelo con
          winamp o xmms sulle cassedel PC??, e tu mi dici
          che riesci veramente a distingure la differenza
          da un file mp3 in queste condizioni??
          Mp3 è il formato migliore se non altro per la
          compatibilità, tutti i DVD, le autoradio di
          ultima generazione, i lettori Mp3 (iPod e simili)
          leggono Mp3, o in alcuni casi WMA e in rari casi
          OGG, o altri formati proprietari (l'AAC della
          Apple). I formati lossless (ape, flac etc) sono
          OK se il fine è quello di rimasterizzare il CD
          Audio, e andrebbero sempre utilizzati nei P2P al
          posto dei lossy.
          Ma tutti gli altri formati: Mpc, Ogg, Wma, Aac
          saranno anche di qualità superiore a Mp3 (ed è
          tutto da dimostrare) ma non servono a niente
          perché sempre di formati lossy si tratta e la
          differenza sulle casse del pc o nell'iPod non la
          notioddio... Ogg e un ottimo formato audio che occupa di meno e ha un'ottima qualità. :D
          • Anonimo scrive:
            Re: Steve Coleman lo fa da anni

            oddio... Ogg e un ottimo formato audio che occupa
            di meno e ha un'ottima qualità. :Dche te lo ascolti solo sul pc. sono rari i player che leggono ogg. Gli mp3 li legge anche la mia caffettiera.E' inutile avere un formato, anche se buono (cmq wma e aac sono migliori di ogg), se nessuno lo supporta.
    • Anonimo scrive:
      Re: Steve Coleman lo fa da anni
      Sarà pure gratis, però ti scannerizza le porte e cerca di entrarti dentro al pc (se usi un firewall decente te ne accorgi)- Scritto da: Anonimo
      Il grnade sassofonista Steve Coleman (che nel
      mondo del jazz è quotatissimo, non come sto
      gruppetto di sconosciuti), sono anni che ha messo
      la maggior parte dei suoi CD online da scaricare
      gratis
      basta andare a http://www.m-base.com/

      Ciao
  • Anonimo scrive:
    si ma stickazzi
    anche io faccio scaricare gratuitamente i brani dal mio sito (www.valeriocallegaro.com) che come qualità non sono certo inferiori a questi quattro marmittoni, eppure P.I. non mi dedica un articolo...
    • Anonimo scrive:
      Re: si ma stickazzi
      - Scritto da: Anonimo
      anche io faccio scaricare gratuitamente i brani
      dal mio sito (www.valeriocallegaro.com) che come
      qualità non sono certo inferiori a questi quattro
      marmittoni, eppure P.I. non mi dedica un
      articolo...*Promotion*http://www.valeriocallegaro.com/Foto/images/DSC02435_jpg.jpg
      • Anonimo scrive:
        Re: si ma stickazzi
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        anche io faccio scaricare gratuitamente i brani

        dal mio sito (www.valeriocallegaro.com) che come

        qualità non sono certo inferiori a questi
        quattro

        marmittoni, eppure P.I. non mi dedica un

        articolo...

        *Promotion*

        http://www.valeriocallegaro.com/Foto/images/DSC024So che esistono servizi web dedicati alla promozione di queste attività, solo che sono talmente poco pubblicizzati che non ti so dire quali siano (uno mi pare sia garagemusic o simili).
      • Anonimo scrive:
        Re: si ma stickazzi
        dici che è da cambiare eh? :(
        • Anonimo scrive:
          Re: si ma stickazzi
          - Scritto da: Anonimo
          dici che è da cambiare eh? :(lascia il nick che ti si contatta con private message di PIoppure vai su www.photo4u.it e cerca chi fa ritratti e viene dalla tua città: un fotoamatore che te la fa gratis secondo me lo trovi... che te la fa BENE la foto... ci sono parecchi (e sono gentile) difetti su quella foto...tu non c'entri, non ti mettere a complessarti. Una foto può rovinarti o esaltarti. Questa non ti esalta
      • Anonimo scrive:
        Re: si ma stickazzi
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        anche io faccio scaricare gratuitamente i brani

        dal mio sito (www.valeriocallegaro.com) che come

        qualità non sono certo inferiori a questi
        quattro

        marmittoni, eppure P.I. non mi dedica un

        articolo...

        *Promotion*

        http://www.valeriocallegaro.com/Foto/images/DSC024a valé... passa un po' qui (www.photo4u.it) e vedi chi ti fa una foto un po' più decente...sono certo che lo troverai gratis e bravo.
    • TomSawyer scrive:
      Re: si ma stickazzi
      prova su download.comrimarrai stupito della massa di canzoni che hanno.==================================Modificato dall'autore il 04/10/2005 8.24.02
    • Anonimo scrive:
      Re: si ma stickazzi
      - Scritto da: Anonimo
      anche io faccio scaricare gratuitamente i brani
      dal mio sito (www.valeriocallegaro.com) che come
      qualità non sono certo inferiori a questi quattro
      marmittoni, eppure P.I. non mi dedica un
      articolo...gli hai scritto?qualcuno te conosce?riesci a competere in un mercato che coinvolge cinquanta stati della grandezza della Francia ed... emergere?
      • Anonimo scrive:
        Re: si ma stickazzi
        La foto non è poi così male... ma poi te cosa c'entri? L'articolo è incentrato sul fatto che la banda usa il P2P per diffondere il suo album, cosa che tu non fai :-) Anche "L'incantevole Creamy Cover Band" mette i suoi brani sul sito web, sono capaci tutti (incantevole.com).Ho scaricato comunque un brano: bmusik. Poi ho detto "ma no, magari è solo un caso". Così ho scaricato anche venetodreams. A 'sto punto ne sono proprio convinto: non volermene, ma evidentemente questa musica non fa per me (stavo per dire "preferisco addirittura i Prophilax", ma sarebbe stato troppo).
        • Anonimo scrive:
          Re: si ma stickazzi
          PS: nel frattempo ho finito di scaricare l'album degli Harvey Danger (e sto seedando - ragazzi ricordatevi: seed, seed, seed! tenete aperta la finestra di Bittorrent dopo la fine del download)... non te la prendere, sono proprio un'altra cosa rispetto ai tuoi brani... Ma poi io di musica non capisco un razzo.
    • HotEngine scrive:
      Re: si ma stickazzi
      - Scritto da: Anonimo
      anche io faccio scaricare gratuitamente i brani
      dal mio sito (www.valeriocallegaro.com) che come
      qualità non sono certo inferiori a questi quattro
      marmittoni, eppure P.I. non mi dedica un
      articolo...Prendila come una critica costruttiva. Lavora sulla voce perchè si sente che non è *sicura*.
  • Anonimo scrive:
    ottima idea...
    ...anzi tutti gli artisti dovrebbero prendere questo tipo di iniziative;di certo nn credo che avranno un tornaconto positivo in fatto di vendita di album e "distacco" dalle major ma in fin dei conti tramite concerti e gadgets il problema dovrebbe essere risolto....sempre alla facciazza delle megiooooooorrrrrrrrrrrr!!!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: ottima idea...
      esatto poi non devono neanche sbattersi per il problema della pirateria a suon di drm e tcpa, e questi sono $ che gli restano in tasca oltre che a essere visti di puon occhio dagli utenti
    • Anonimo scrive:
      Re: ottima idea...
      - Scritto da: Anonimo
      ...anzi tutti gli artisti dovrebbero prendere
      questo tipo di iniziative;di certo nn credo che
      avranno un tornaconto positivo in fatto di
      vendita di album e "distacco" dalle major ma in
      fin dei conti tramite concerti e gadgets il
      problema dovrebbe essere risolto....sempre alla
      facciazza delle megiooooooorrrrrrrrrrrr!!!!!è vero, spesso c'è gente che fa i soldi con le magliette ... io quando sono davvero "fan" di qualcosa (anche supergratuita) di solito sono spinto (lo so, so' malato) a prendermi una maglietta... un mug... ovviamente se non ci sono carte di credito di mezzo.
  • Anonimo scrive:
    Ingenui
    Anche se il disco piace la gente non lo comprerà, tranne pochi appassionati.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ingenui
      Un gruppo musicale può guadagnare soldi in molti altri modi: concerti, musica in locali, vendita di gadgets ...
      • Anonimo scrive:
        Re: Ingenui
        - Scritto da: Anonimo
        Un gruppo musicale può guadagnare soldi in molti
        altri modi: concerti, musica in locali, vendita
        di gadgets ...Elio docet. E "i pochi appassionati" che acquistano i suoi dischi sono in realtà centinaia di migliaia.Allo stato attuale delle cose lo scenario è tale che:se uno non vuole (o non può) acquistare un disco1)lo copia2)non lo acquistase uno lo vuole comprare lo compra pur avendo le possibilità di cui sopra.Quindi tanto vale renderlo pubblico. Magari si aggiunge qualcuno alla lista degli acquirenti.
        • Anonimo scrive:
          Re: Ingenui
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          Un gruppo musicale può guadagnare soldi in molti

          altri modi: concerti, musica in locali, vendita

          di gadgets ...

          Elio docet. E "i pochi appassionati" che
          acquistano i suoi dischi sono in realtà centinaia
          di migliaia.Elio vendeva quel numero di copie anche prima, oltre ad avere un'amicizia particolare con Radio Deejay (hai detto poco...).
          • Anonimo scrive:
            Re: Ingenui

            Elio vendeva quel numero di copie anche prima,E ciò dimostra che la distribuzione di questo tipo non danneggia.
            oltre ad avere un'amicizia particolare con Radio
            Deejay (hai detto poco...).ma l'amicizia non c'è più o se c'è non si vede più visto che a deejay è da un pezzo che mancano.Elio ha fatto quello che ha fatto perchè è bravo.E il pubblico apprezza.Tuttavia ha capito una cosa:oggi o sei sotto una major oppure non vendi. Punto.Il sistema che dovrebbe tutelare chi vive di musica in realtà tutela solo chi fa parte del club. Quindi no martini no party e ti devi arrangiare altrimenti.Lo stesso disco con una indy fa 50 mila copie, con una major anche 10 volte tanto...ci sarà un perchè.Questi hanno solo provato un'altra strada e solo la storia dirà quanto hanno ragione e quanto torto. Alla peggio non venderanno un disco in più di quanto avrebbero fatto altrimenti.
          • UMM scrive:
            Re: Ingenui
            - Scritto da: Anonimo
            ma l'amicizia non c'è più o se c'è non si vede
            più visto che a deejay è da un pezzo che mancano.

            Elio ha fatto quello che ha fatto perchè è bravo.
            E il pubblico apprezza.

            Tuttavia ha capito una cosa:
            oggi o sei sotto una major oppure non vendi.ma scherzi? puoi anche vendere "tante" (parola da prendere con le pinze considerati i numeri di qualche anno fa') copie, ma i profitti derivati dalla pura vendita sono molto bassi, anzi. Ha più possibilità di venire fuori firmando con una piccola etichetta di provincia che con EMI o Virgin... questo perché quando una major ti propone un contratto si devono sostenere dei costi ENORMI per promuovere l'immagine dell'artista... non so se hai presente...
            Il sistema che dovrebbe tutelare chi vive di
            musica in realtà tutela solo chi fa parte del
            club. Quindi no martini no party e ti devi
            arrangiare altrimenti.mah, sinceramente non capisco cosa vuoi dire.
            Lo stesso disco con una indy fa 50 mila copie,
            con una major anche 10 volte tanto...ci sarà un
            perchè.beh non ci vuole tanto a capire un perché una major con EMI vendo 10, 100 volte tanto di più di un'etichettina indipendente che ha magari appena aperto che a stento riesce a vendere le copie per finanziare la stampa del primo disco! Ma la percentuale di guadagni delle due sui ricavi di vendita è praticamente identica.
            Questi hanno solo provato un'altra strada e solo
            la storia dirà quanto hanno ragione e quanto
            torto. Alla peggio non venderanno un disco in più
            di quanto avrebbero fatto altrimenti.Questi secondo me hanno fatto un album in 15 giorni e figurati cosa gli costa darlo "a gratis". E poi sinceramente non serviva il download dal loro sito, che altro non è che un tentativo di schierarsi a favore del P2P, in realtà a me il P2P serve se nessuno mi conosce o mi caga (ma è un cane che si morde la coda perché se nessuno ti conosce nessuno ti cerca nella casellina e digita il tuo nome)... loro hanno fatto così promuovendo questa iniziativa ma alla fine il loro album sul P2P ci finiva lo stesso, e girava comunque lo stesso.Ultima cosa: dare TUTTI I PEZZI dell'album sul proprio sito sa di sfigati da paura....
      • Anonimo scrive:
        Re: Ingenui
        - Scritto da: Anonimo
        Un gruppo musicale può guadagnare soldi in molti
        altri modi: concerti, musica in locali, vendita
        di gadgets ...I concerti grossi costa molto organizzarli, ci guadagnano solo le grandi star (a volte neanche quelle, però almeno hanno la vendita dei dischi per rifarsi). Per quelli piccoli nei locali invece ti pagano quattri soldi, in Italia poi mi sa che in molti posti pagano solo in nero.
        • Anonimo scrive:
          Re: Ingenui

          I concerti grossi costa molto organizzarli, ci
          guadagnano solo le grandi star (a volte neanche
          quelle, però almeno hanno la vendita dei dischi
          per rifarsi). Prima assurdità del mercato: chi ti dice che devi mettere su palchi super-tecnologici e folle oceaniche? Il concerto ideale è tra 20000 e 50000 spettatori.E se fai buona musica ogni euro speso oltre il noleggio della struttura e l'amplificazione è buttato.Se devi "montare uno show" vuol dire che la musica non basta.
          Per quelli piccoli nei locali invece ti pagano
          quattri soldi, in Italia poi mi sa che in molti
          posti pagano solo in nero.Vero in parte. Oramai la siae picchia duro (visto che è una fonte sicura e ingente di guadagni) e in molti posti non suoni se non sei in regola. Ed è anche giusto così.Ovvio che chi è bravo esce dall'underground. Purtroppo però con gli attuali costi non c'è posto per tutti.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ingenui
            - Scritto da: Anonimo
            Il concerto ideale è tra 20000 e 50000
            spettatori.LOL :D Hai presente cosa vuol dire un concerto tra le 20000 e le 50000 persone? :D I concerti che vedi su MTV con folle incredibili spesso viaggiano su cifre simili :D
          • UMM scrive:
            Re: Ingenui
            Stavo per dirglielo io... 50000 persone le ha fatte MTV con una campagna pubblicitaria mastodontica per l'MTV Day del 14 luglio per il quale sono stati chiamati solo artistelli del piffero eh (leggasi: Garbage, Chemical Brothers, Snoop Dog...).. e sopratutto era GRATIS. :D==================================Modificato dall'autore il 04/10/2005 9.07.50
          • UMM scrive:
            Re: Ingenui
            - Scritto da: Anonimo
            Vero in parte. Oramai la siae picchia duro (visto
            che è una fonte sicura e ingente di guadagni) e
            in molti posti non suoni se non sei in regola. Ed
            è anche giusto così.In molti posti non suoni non perche' non "sei in regola" TU... non suoni perche' o costi troppo e non ti vogliono pagare, o il locale non ha l'egibilita' del comune. E poi non sei tu che suoni a dover "essere in regola" (che di per se significa poco), ma e' il proprietario del locale a dover richiedere l'agibilita' per la serata, a dover provvedere per la tua eventuale iscrizione all'Enpals per quella sera e soprattutto a fornirti il borderò a fine serata.
            Ovvio che chi è bravo esce dall'underground.
            Purtroppo però con gli attuali costi non c'è
            posto per tutti.se sei bravo ti basta un promo all'etichetta giusta... lo ascoltano... fanno "uao". E ti chiamano.==================================Modificato dall'autore il 04/10/2005 9.12.54
    • Anonimo scrive:
      Re: Ingenui
      - Scritto da: Anonimo
      Anche se il disco piace la gente non lo comprerà,
      tranne pochi appassionati.Io l'ho scaricato adesso e non l'ho neanche scompattato. In ogni caso, che la musica sia bella o meno, per il gesto che hanno fatto, gli ho dato 10$ tramite Paypal.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ingenui
      - Scritto da: Anonimo
      Anche se il disco piace la gente non lo comprerà,
      tranne pochi appassionati.ti sbagli, lo compreranno tuttti.e lo dico con lo stesso fondamento con cui fai tu le affermazioni
    • Anonimo scrive:
      Re: Ingenui
      - Scritto da: Anonimo
      Anche se il disco piace la gente non lo comprerà,
      tranne pochi appassionati.A quanto pare, gli scagnozzi delle major leggono P.I., rosicano, e vengono qui a trollare, come al solito.E io mi consolo pensando a quanto deve essere bello e musicale un mondo senza parassiti rognosi che ti si attaccano alla schiena come luride e schifose zecche succhiasangue.
      • UMM scrive:
        Re: Ingenui
        - Scritto da: Anonimo
        E io mi consolo pensando a quanto deve essere
        bello e musicale un mondo senza parassiti rognosi
        che ti si attaccano alla schiena come luride e
        schifose zecche succhiasangue.Con tutto il rispetto per PI, gli "scagnozzi delle major" hanno ben altro a cui pensare, credimi.
        • Anonimo scrive:
          Re: Ingenui
          io ho trovato un sito dove propongo il mio cd come "progetto da finanziare" e sul mio sito ho qualche mp3 da scaricare... la strada mi sembra quella giusta. Brava P.I. a dare spazio a queste iniziative
Chiudi i commenti