Download/ Cinquina con... l'accento

Tra inutility, lucchetti e generatori di avatar anche un ottimo catalogatore e un correttore di accenti








a cura di Luca Schiavoni

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • josef scrive:
    è arrivata davvero!
    direi che è stata una previsione azzeccatissima!
  • Anonimo scrive:
    Speranze mal riposte?
    Se non ho inteso male, la connessione attraverso la rete elettrica sarà resa possibile solo grazie ad una conversione digitale delle cabine elettriche, del tutto simile a quella necessaria sulle centraline telefoniche analogiche. Mi chiedo quindi se saranno prima coperte le zone di maggiore interesse, magari già coperte da altri servizi a banda larga, e via via le altre, esattamente come accade ora con la modesta copertura ADSL. Forse "Internet su rete elettrica" a 2,5Mbps potrebbe essere la soluzione ideale per chi, come il sottoscritto, non è raggiunto neppure da ADSL a 640Kbps , ma potrebbe anche essere l'ennesima speranza mal riposta. Ciao, Davide, Lusia (Rovigo) 09/12/2004
  • Anonimo scrive:
    Cose all'italiana....?
    Dobbiamo tener conto che Enel si è perfettamente integrata nel mercato della telefonia mobile con Wind... adesso tenterà il grande passo per concorrere a Telecom, sperando che il progetto non venga abbandonato e non vengano fatte le solite ca***te all'italiana....Speriamo bene, questa è una tecnologia che potrà proiettarci al futuro...Stè
  • Anonimo scrive:
    W powerline
    8)Speriamo che arrivi presto
  • Anonimo scrive:
    se sono furbi....
    IMHO fanno due cose:1. cominciano ad offrire il servizio nei luoghi (tanti!) non ancora coperti da adsl2. "truccano" la circuiteria elettrica di casa urbani in modo che appena l'amico accende la luce....ZOT!....eheheheh!;) ;) ;)
  • Anonimo scrive:
    [SFOGO] Chi non ha xDSL deve aspettare.
    LOL LOL LOL e ROTFL e nacora LOL. Prima coprono le citta' e poi le capagne e le montage. Devono aggiornare le centraline e fare un ponte con il cavo ottico oppure un ponte radio o satellite, peggio che l'ADSL. Che presa per il culo...A vai avanti a pagare come una ADSL da 2 Mbit una PD di Flat ISDN per 9 grame ore di connessione garantite al giorno.Ma si e' vero io abito in campagna nel villino che non pago un beneamato di cosa mi lamento? ...dovrei andare a vivere nelle puzzolenti citta' a morire asfissiato dal particolato e donare un rene per l'affitto per meritarmi una copertura a banda larga. Ciao,Nessuno
  • Cavallo GolOso scrive:
    ma non avevano detto...
    Non so se ricordo male ma mi sembrava che la telecom tedesca aveva abbandonato il progetto perchè non permetteva di GARANTIRE la qualità o sbaglio? ricordo male?
    • Anonimo scrive:
      Re: ma non avevano detto...
      ricordi benissimo ... e a suo tempo Novell (molto prima) lo aveva abbandonato per lo stesso motivo ;)
  • Anonimo scrive:
    Il perchè!
    L'idea non è malvagia, in effetti qualsiasi segnale digitale multiplexato può essere messo in powerline (in FDM).Per chi non capisse il perchè coprire le zone urbane già con ADSL vi spiego l'arcano: l'ADSL in parte la si paga comunque a Telecom mentre la Powerline si paga a chi ha la linea elettrica (Enel, quindi Wind).
  • Anonimo scrive:
    Linux
    Domanda: che tipo di device servono per connessioni su rete elettrica? Ne esistono con i driver per linux?
  • Anonimo scrive:
    powerline può diventare una alternativa?
    Ma powerline può qui in Italia a prendere piede come tecnologia?
  • Anonimo scrive:
    Aumentano i disturbi in HF...
    E' stato dimostrato che l'utilizzo della rete elettrica per le comunicazioni a pacchetti, introduce una notevole serie di disturbi nelle comunicazioni radio in onde corte (HF) e forse anche su frequenze superiori.Di conseguenza creerebbe grossi problemi a tutti gli enti (civili e militari) che usano frequenze comprese fra 1.7 e 30 MHz per le loro comunicazioni analogiche e digitali.Questo è un link di un documento depositato presso l'FFC (Federal Communications Commission) americana da parte dell'ARRL (Amateur Radio Relay League):http://www.arrl.org/announce/regulatory/et04-37/ARRL_04-37_Comments.pdf
    • Anonimo scrive:
      Re: Aumentano i disturbi in HF...
      Apparte il fatto che i disturbi sono "rumore di fondo" per il 99% dei segnali militari e civili che usano frequenze, sistemi di EDC/ECC in digitale e potenze decisamente superiori a quelle introdotte dall'emissione involontaria (e perciò molto ridotta) di onde in cavi murati c'è da dire che onestamente non è che si può rinunciare alla civiltà per il bene dell'esercito.Per i veri usi civili, ovvero comunicazioni delle forze dell'ordine il problema non si pone visto che l'intervallo delle frequenze dovrebbe essere "sicuro" (e comunque possono sempre passare al digitale e usare algoritmi EDC/ECC anche loro per evitare problemi).Detto questo per gli aeroporti ricordo che in genere non sono nei centri abitati e, a onor di cronaca, ricordo che, come si evince dalle varie sperimentazioni fatte DA GENTE NORMALE con normalissimo hardware WiFi, l'uso di ricetrasmettitori direzionali in uno dei due punti migliora la qualità del segnale abbastanza da superare i problemi derivanti dal rumore di fondo.In ultimo ricordo che Mr.Presidente del Consiglio quando ancora era solo proprietario di 3 reti televisive ha avuto grane perchè i suoi ripetitori erano messi in prossimità di un aeroporto e procuravano interferenze, cionondimeno non mi risulta che Cannale 5, Reste 4 o Itaglia 1 abbiano mai provocato la caduta di un aereo.
  • Anonimo scrive:
    Becchi e bastonati!!!!!!!!!
    :@Chiaramente le aziende fanno il loro interesse e investono dove hanno più profitto e quindi coprono le città!!!Dovrebbe essere chi gestisce il paese ad organizzare la copertura anche contribuendo alle spese, invece di incentivare l' ADSL che, dove arriva, permette già a costi contenuti la connessione always on ed a velocità neanche paragonabili al dialup che costringe chi abita in campagna a spendere cifre esorbitanti!!!E poi si vantano dell'inglese, computer ed internet per tutti!!!Ma dove???!!!!Becco e pure bastonato!!!!L'unica cosa positiva è che prima o poi arriverà!!!!Mentre l'ADSL sicuramente non coprirà tutta l'Italia...saluti incazzati
    • Anonimo scrive:
      Re: Becchi e bastonati!!!!!!!!!
      - Scritto da: Anonimo
      L'unica cosa positiva è che prima o
      poi arriverà!!!!
      Ne sei davvero convinto? ...non v'e' motivo per cui debba fare una fine diversa dalla copertura xDSL.Ciao,Nessuno
  • An@kin scrive:
    Ping - Quali valori con la Powerline?
    Visto che spesso gioco online mi farebbe piacere sapere che tipo di latenza si ha sui server italiani con una powerline..Spero che qualcuno sia informato al riguardo.
  • Anonimo scrive:
    ENEL=WindInfostrada!
    Ma se Enel e' gia' proprietaria di Wind-Infostrada ... quanto potranno mai essere convenienti le tariffe su linea elettrica? Non si fara' certamente concorrenza da sola! O almeno non vendere prodotti che coprano la stessa fetta di mercato.Staremo a vedere .... peccato pero' che come sempre in Italia ci siano delle aziende statali che continuano ad avere il monopolio di comunicazioni, energia, etc.PS) A proposito un anno fa l'Europa ha abrogato le norme che impedivano la concorrenza nei voli interni ... e allora? Quando vedremo finalmente compagnie estere offrire collegamenti interni ... w la libera competizione :-)
  • Anonimo scrive:
    Prima nelle città:DISCRIMINAZIONE TOTALE
    come se non avessero gia' adsl fibra.....copertura in contemponea dico io..campagna e citta'...:D:D
    • Anonimo scrive:
      Re: Prima nelle città:DISCRIMINAZIONE TO
      L'e' prevedibile, mica gl'affari si fanno facendo del bene alla gente, si calcolano i costi e i guadagni.Purtroppo in campagna c'e' poca richiesta, quindi pochi guadagni, a fronte di un dato costo.
      • Anonimo scrive:
        Re: Prima nelle città:DISCRIMINAZIONE TO
        - Scritto da: Anonimo
        L'e' prevedibile, mica gl'affari si fanno
        facendo del bene alla gente, si calcolano i
        costi e i guadagni.
        Purtroppo in campagna c'e' poca richiesta,
        quindi pochi guadagni, a fronte di un dato
        costo.
        E' per questo che il nostro governo di merda dovrebbe intervenire con degli incentivi invece di buttare i soldi nel cesso per il digitale-terrestre. A gia' ma poi come la salvava R4 il Nano.Ciao,Nessuno
  • Anonimo scrive:
    Ma a che serve ?
    Se tanto con bollino SIAE, galera e 15'000 ? di multa sarà di fatto imposssibile/troppo pericoloso scaricare qualunque cosa ? dall' aggiornamento del driver al mp3
  • Anonimo scrive:
    P.I. forum di marzo
    sul tema ho trovato anche questo forum qui, sempre su punto informatico... interessante!http://punto-informatico.it/forum/poc.asp?fid=47326&tfid=2
  • Anonimo scrive:
    E' simmetrico...
    la plc al contrario di Adsl è completamente simmetrica... per me non è una cosa da poco! se poi arriva anche ai bitrate promessi...
  • Anonimo scrive:
    A Grosseto l'ho provata è una bomba
    quando hanno fatto gli esperimenti a Grosseto c'era un postazione a cui tutti potevano accedere ed era letteralmente fenomenale.Scaricavo a velocita' assurde dai 100 k/sec fino a 300 k/sec non vedo l'ora che arrivi cosi addio alice.... eheheh
  • Anonimo scrive:
    2,5 mbps da dividere tra varie famiglie?
    m allora se siamo in molti nella stessa zonasi andra lentissimii
    • Anonimo scrive:
      Re: 2,5 mbps da dividere tra varie famiglie?
      No, mi hanno anche detto che se c'è una richiesta elevata (più di 30 famiglie a condividere), creano sotto celle con 2,5 MBps per ognuna. Secondo me 2,5 Mbps per 30 famiglie è molto buono, rispetto a una Adsl consumer, dove i 100 Mbps sono condivisi al limite anche da 80.000 utenti.Alessandro Longo
      • Anonimo scrive:
        Re: 2,5 mbps da dividere tra varie famiglie?
        Infatti la gente ancora non ha chiaro che la ADSL è comunque banda condivisa con tutti gli utenti della stessa centrale.Saluti
    • Anonimo scrive:
      Re: 2,5 mbps da dividere tra varie famiglie?
      il tuo dubbio è opportuno.etoricamente anche con la semplice telefonata urbana si ha il rischio di intasamenti, tutto dipende dalla matrice di commutazione dell'azienda fornitrice del servizio naturalmente minor probabilità di "intasamenti" ci sono, maggiore dovrà essere la matrice di commutazione e maggiori saranno i costi.stessa cosa vele per la rete GSM in cui in aree molto affollate appartenenti ad un unica "cella" si ha il rischio di congestione della rete.Il vero problema è che con internet su rete elettrica, con i valori di 2.5Mbs in zone popolose si potrà arrivare a una velocità di navigazione comparabile a una connesione 56K...e allora...a un utente domestico che nn ha bisogno di cablare un albergo o villa..A CHE SERVE????by MAVORS
  • riddler scrive:
    Alimentiamo ancora la competizione?
    A che pro partire dalle grandi citta' dove e' vero che l'utenza e' potenzialmente superiore ma e' altrettanto vero che occorre fare i conti con un'offerta gia' debordante?Che fine faranno i margini di profitto di tutti quanti?Perche' non partire da zone poco coperte dall'adsl ma comunque a buona densita' di popolazione?
    • Anonimo scrive:
      Re: Alimentiamo ancora la competizione?
      Perché, come dicevo nell'intervento precedente, questa tecnologia, necessitando di un collegamento in fibra, NON arriverà mai a coprire le zone che non siano già coperte. Ecco perché.-Zoroastro-
      • avvelenato scrive:
        Re: Alimentiamo ancora la competizione?
        - Scritto da: Anonimo
        Perché, come dicevo nell'intervento
        precedente, questa tecnologia, necessitando
        di un collegamento in fibra, NON
        arriverà mai a coprire le zone che
        non siano già coperte. Ecco
        perché.

        -Zoroastro-ciao zoroastro, da quanto tempo!!! :)qualche volta passa anche nel forum a tema libero! Ricordo ancora i tuoi messaggi sugli articoli di mantellini dedicati ai blog.... sarà passato più di un anno... avvelenato che ha un buon ricordo del zoroastro
  • Anonimo scrive:
    Filtro passa basso
    La banda non e' garantita!Visto che tutti i cavi elettrici sono anche dei filtri passa basso (RLC).(Tendono ad ostacolare il passaggio delle alte frequenze!)Qiundi la banda reale dipende dalla qualita della rete elettricae dalla distanza dalla centrale.Penso che il servizio sara molto limitato e instabile.
  • Anonimo scrive:
    Re: Disdiciamo Tutto, Ma sì!
    mi vuoi dire che non hai il cellulare?
  • andyzan scrive:
    MA CI CREDETE?
    Sarà possibile, non cìè dubbioMa credete forse che avremo dei vantaggi, in termini economici??Già l'Italia è il Paese dove il costo dell'energia elettrica è la più alta d'Europa, riuscite veramente a credere che se gli altri paesi hanno prezzi sui 30 ? mensili, in Italia si aggirerà sulla stessa cifra??IllusiLasciamo stare poi l'EnelGas, dove abbiamo il 150% di tasse in bolletta, ma questo è un altro discorsoSicuramente un vantaggio ce l'ha:ADDIO TELECOM!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!FOREVER==================================Modificato dall'autore il 07/05/2004 14.36.01
    • Anonimo scrive:
      Re: MA CI CREDETE?
      Io mi fido dell'ASM di Brescia...:)
      • Anonimo scrive:
        Re: MA CI CREDETE?
        - Scritto da: Anonimo
        Io mi fido dell'ASM di Brescia...:)Fai bene, visto che non sono stati in grado di creare una rete in fibra ottica efficente e adesso ci propinano certi palliativi.
  • Anonimo scrive:
    Problema di velocità!!!
    Leggendo l'articolo mi sono sorti due piccoli dubbi.1) Come si farà a raggiungere la fenomenale velocità di 220 Mbps se poi, nella zona dove iLight deve essere collegata, non c'è fibra ottica e deve essere allacciata alla normale linea telefonica?2) Nel caso limite di ricorrere al satellite, non sorgerebbe il famoso problema dell'unidirezionalità del segnale? (In download ok ma in upload?)Mah, chissà cosa s'inventeranno!!!!
    • DKDIB scrive:
      Re: Problema di velocità!!!
      Anonimo wrote:
      1) Come si farà a raggiungere la fenomenale velocità di 220
      Mbps se poi, nella zona dove iLight deve essere collegata,
      non c'è fibra ottica e deve essere allacciata alla normale
      linea telefonica?Ma specialmente: se c' hai la fibra cosa te ne fai d' una connessione elettrica?Anonimo wrote:
      2) Nel caso limite di ricorrere al satellite, non sorgerebbe il
      famoso problema dell'unidirezionalità del segnale?I satelliti con piattaforma digitale integrata (ke quindi non rikiedono parabole enormi per inviare i dati) vengono offerti alle piccole emittenti gia' da parecchi anni. E da quanto ho capito dovrebbero sbarcare a breve anke per il mercato consumer.
      • Anonimo scrive:
        Re: Problema di velocità!!!
        - Scritto da: DKDIB
        Anonimo wrote:

        1) Come si farà a raggiungere la
        fenomenale velocità di 220

        Mbps se poi, nella zona dove iLight
        deve essere collegata,

        non c'è fibra ottica e deve
        essere allacciata alla normale

        linea telefonica?

        Ma specialmente: se c' hai la fibra cosa te
        ne fai d' una connessione elettrica?La fibra arriva alla cabina, non a casa del cliente.
        Anonimo wrote:

        2) Nel caso limite di ricorrere al
        satellite, non sorgerebbe il

        famoso problema
        dell'unidirezionalità del segnale?

        I satelliti con piattaforma digitale
        integrata (ke quindi non rikiedono parabole
        enormi per inviare i dati) vengono offerti
        alle piccole emittenti gia' da parecchi
        anni. E da quanto ho capito dovrebbero
        sbarcare a breve anke per il mercato
        consumer.La connessione con parabola è sempre quella della cabina, non dell'utente finale.
      • Anonimo scrive:
        Re: Problema di velocità!!!


        Ma specialmente: se c' hai la fibra cosa te
        ne fai d' una connessione elettrica?
        portare la fibra in ogni casa ammetterai che è un po' più impegnativo che portarla alle centraline elettriche in città/paese...
  • Anonimo scrive:
    A pensar male.....
    ......si fa peccato, ma spesso s'indovina.....io seguo questa storia della trasmissione dati via cavo elettrico da un po' di tempo e mi sembra di aver capito alcune cose. Dato che ho visto interventi anche da parte di persone che fanno parte della società che fornirà il servizio, gli chiedo di confermare o smentire quanto dirò:1) A quanto ne so la "ENEL" tedesca si è ritirata da questa tecnologia perché l'ha trovata poco promettente, in particolare dopo una publlica intervista di un Ministro tedesco, che faceva parte del gruppo dei beta tester, il quale ha rivelato che la tecnologia era interessante, ma che, non appena la figlia attaccava il phon, la velocità di download calava ad un terzo, perché l'assorbimento degli elettrodomestici pare faccia calare il rapporo segnale/rumore in modo drammatico. E' vero questo? Dovremo staccare la lavatrice per poter andare ad una velocità decente?2) In realtà questa tecnologia, dato che ha a che fare con alte frequenze, soffre, in maniera ulteriormente accentuata, dello stesso problema dell'ADSL e del cable, ovvero, decadimento della qualità della trasmissione dati dopo brevi distanze. Questo significa che la nuova tecnologia non sarà affatto un modo per portare broadband a chi non ne è provvisto, ma solo un modo (forse) più efficiente di portare i dati nel final loop. A quanto mi è dato di sapere, i dati alla centralina multiplexor (che poi li smisterà via cavo elettrico) arriveranno sempre via fibra (o ADSL ad alta larghezza di banda), il che indicherebbe che questo servizio sarà una sorta di succedaneo di Fastweb, non certo un modo per allargare l'accesso broadband a chi ne è sprovvisto. Sbaglio?Grazie_Zoroastro-
    • Anonimo scrive:
      Re: A pensar male.....
      1) Rapporto segnale/rumore e degrado delle prestazioni: si tratta di un pb. tecnico e come tale resolubile. Si tratterà di progettare meglio gli elettrodomestici perchè non "inquinino" la rete elettrica e di rendere gli apparati di networking meno sensibili al rumore.2) Succedaneità del servizio: penso tu abbia ragione, e che i dati non riusciranno ad arrivare alla cabina enel dell'utente direttamente dalla centrale elettrica, a meno di progressi consistenti.Mi pare però che si stianbo trascurando gli enormi vantaggi che una soluzione di questo tipo comporterà: presenza della rete dati in TUTTE le stanze della casa, in èiù punti per ogni stanza.Possibilità di alimentare e di trasmettere i dati a QUALUNQUE elettrodomestico tramite il solo cavo di alimentazione...Immaginate una radio o un telvisore o un altoparlante che abbisogna solo del cavo di alimentazione...
      • Anonimo scrive:
        Re: A pensar male.....
        Non è così semplice, è un problema tecnico che ha a che fare con delle costanti fisiche ben precise. L'assorbimento di un elettrodomestico ha a che fare con la necessità di potenza elettrica dell'elettrodomestico stesso per compiere il suo lavoro. Se fosse così semplice migliorare l'efficienza dei motori elettrici e delle dinamo, pensi che non l'avrebero già fatto? Stesso discorso per il problema del segnale su reti LAN. Sinceramente, all'atto pratico, può essere una soluzione simpatica per il problema che hanno alcuni provider (vedi appunto Fastweb) nel far arrivare i dati all'utente finale. Ma non è certo nè una soluzione per il digital divide, nè un'opportunità di portare il broadband a chi non ce l'ha.Nei fatti, una tecnologia interessante per la risoluzioni di piccoli problemi pratici, ma del tutto inutile nell'ottica di una risoluzione al problema di "fame di banda" di gran parte della popolazione italiana.-Zoroastro-
    • Anonimo scrive:
      Re: A pensar male.....

      2) In realtà questa tecnologia, dato
      che ha a che fare con alte frequenze,
      soffre, in maniera ulteriormente accentuata,
      dello stesso problema dell'ADSL e del cable,
      ovvero, decadimento della qualità
      della trasmissione dati dopo brevi distanze.
      Questo significa che la nuova tecnologia non
      sarà affatto un modo per portare
      broadband a chi non ne è provvisto,
      ma solo un modo (forse) più
      efficiente di portare i dati nel final loop.
      A quanto mi è dato di sapere, i dati
      alla centralina multiplexor (che poi li
      smisterà via cavo elettrico)
      arriveranno sempre via fibra (o ADSL ad alta
      larghezza di banda), il che indicherebbe che
      questo servizio sarà una sorta di
      succedaneo di Fastweb, non certo un modo per
      allargare l'accesso broadband a chi ne
      è sprovvisto. Sbaglio?
      Graziela plc è una alternativa alla rete di accesso costituita dai doppini in rame o alla tv via cavo (che in italia tanto non c'è).comunque ad un certo livello si collega alla fibra ed ai backbone internet in genere. una cosa è portare la fibra a 1000 famiglie una cosa è portarla in un unico punto da cui si servono mille famiglie. costa meno. ovvio che in un mondo ideale avremmo una fibra ottica in ogni stanza... ma così non è. la rete elettrica è di recente diventata capace di portare servizi BB. e soprattutto è economica. sicuramente non sostituirà mai la fibra e non vuole farlo. ma può essere una buona alternativa per il local loop e la distribuzione di quartiere.
      • Anonimo scrive:
        Re: A pensar male.....
        IL PROBLEMA è CHE SI VUOLE LA BOTTE PIENA E LA MOGLIE UBRIACA!!!è inutile girarci intorno...ogni utente finale necessita oggi di una banda che difficilmente è cobribile con le varie tecniche (adsl, rete elettrica, satellite..). L'unica via di fuga è cablare in fibra ogni singolo edificio evitando il collo di bottiglia del doppino o della rete elettrica che sempre rimane in rame e affetta dai vari disturbi che ne conseguono (rumore termico etc).é necessario che nn la telecom ma lo stato stesso faccioa questo passoMAVORS
    • Anonimo scrive:
      Re: A pensar male.....

      1) A quanto ne so la "ENEL" tedesca si
      è ritirata da questa tecnologia
      perché l'ha trovata poco promettente,
      in particolare dopo una publlica intervista
      di un Ministro tedesco, che faceva parte del
      gruppo dei beta tester, il quale ha rivelato
      che la tecnologia era interessante, ma che,
      non appena la figlia attaccava il phon, la
      velocità di download calava ad un
      terzo, perché l'assorbimento degli
      elettrodomestici pare faccia calare il
      rapporo segnale/rumore in modo drammatico.
      E' vero questo? Dovremo staccare la
      lavatrice per poter andare ad una
      velocità decente? è vero che una delle aziende elettriche tedesche (la rwe) è uscita dalla plc, ma va detto (e lo so perchè sono mezzo tedesco ) che esistono altre realtà in relazione alla plc. E' tutt altro che finita la plc...per quello che so di RWE e la sua plc il problema non è assolutamente stato di tecnologia!!! bensì di business plan. loro sono partiti (e conosco il caso) in pieno periodo di euforia da new economy. ricordate quando si pagavano 1000 euro per una azione tiscali? hanno fatto un piano da 100.000 utenti paganti in breve tempo. hanno investito. hanno avuto coraggio. ma come a volte capita ai pionieri sono stati puniti dallo sviluppo del mercato degli ultimi anni. come 1000 altre aziende di tlc. ma non era un problema tecnico... per quello che so funzionava...a riprova con la stessa tecnologia stanno ancora installando in molte parti del mondo... e non solo delle piccole "grosseto" 
      • Anonimo scrive:
        Re: A pensar male.....
        Poveri illusi, in Italia una tecnologia simile non ci sarà mai. In quanto questo implica il decademento delle aziende telefoniche di telecomunicazioni. Inoltre, per darvi un'idea, pensate che l'Enel comunica tra i vari uffici tramite rete elettrica. Questo che vuol dire?? Che non vogliono questa tecnologia elettrica in Italia. le possibilità ci sono, l'ottimizzazione pure. la volontà politica, va i un un'unica direzione: profitti e poca banda larga, altrimenti avrebbero già cablato in fibra ottica tutta l'Italia.
        • Anonimo scrive:
          Re: A pensar male.....
          - Scritto da: Anonimo
          Poveri illusi, in Italia una tecnologia
          simile non ci sarà mai. In quanto
          questo implica il decademento delle aziende
          telefoniche di telecomunicazioni. Inoltre,
          per darvi un'idea, pensate che l'Enel
          comunica tra i vari uffici tramite rete
          elettrica. Questo che vuol dire?? Che non
          vogliono questa tecnologia elettrica in
          Italia.
          le possibilità ci sono,
          l'ottimizzazione pure. la volontà
          politica, va i un un'unica direzione:
          profitti e poca banda larga, altrimenti
          avrebbero già cablato in fibra ottica
          tutta l'Italia.Hai maledettamente ragione, ecco perchè il premier punta su internet...punta ad ingrassare telecom
    • Anonimo scrive:
      Re: A pensar male.....
      In Germania non esiste l'Enel tedesca, ma compagnie varie locali e regionali. In due grandi citta' tedesche (Mannheim e Dresda) il Powerline e' in esercizio commerciale da quasi tre anni, con successo crescente come pure in Austria, Scozia, Polonia etc etc, pe rimanere in EU.Ovviamente la rete elettrica va "connessa" alla rete tlc generale: ma si passa dalla media tensione. Ad esempio: a Milano con 1.500.000 di utenze elettriche si hanno 5.000 cabine di bassa e circa 500 di media. Il che vuol dire che "spillando la fibra" per toccare le sole cabine di MT si "illuminano" una ventina di milioni di presse elettriche in citta'..... HERMAN /avanti con il prossimo dubbio. Grazie
    • Anonimo scrive:
      Re: A pensar male.....

      2) In realtà questa tecnologia, dato
      che ha a che fare con alte frequenze,
      soffre, in maniera ulteriormente accentuata,
      dello stesso problema dell'ADSL e del cable,
      ovvero, decadimento della qualità
      della trasmissione dati dopo brevi distanze.
      Questo significa che la nuova tecnologia non
      sarà affatto un modo per portare
      broadband a chi non ne è provvisto,
      ma solo un modo (forse) più
      efficiente di portare i dati nel final loop.
      A quanto mi è dato di sapere, i dati
      alla centralina multiplexor (che poi li
      smisterà via cavo elettrico)
      arriveranno sempre via fibra (o ADSL ad alta
      larghezza di banda), e' per quello che ENEL ha cablato in fibra ottica tutte le sue linee di alta tensione, 11000km e passa di fibra che attraversa l'italia (gestite da wind) poi per la distribuzione si passa alle linee elettriche
  • Anonimo scrive:
    SNOBBATE ANZITEMPO L'OFFERTA ADSL ENEL
  • Anonimo scrive:
    SNOBBATE LE OFFERTE DEL CAPITALISMO
  • Anonimo scrive:
    compatibilita' dello zavaglio ?
    come da oggetto: qualcuno sa quanto e' compatibilecon altri sistemi operativi l'adattatore per quel tipo di connessione ?
    • Anonimo scrive:
      Re: compatibilita' dello zavaglio ?
      - Scritto da: Anonimo
      come da oggetto: qualcuno sa quanto e'
      compatibile
      con altri sistemi operativi l'adattatore per
      quel tipo di connessione ?ha una presa ethernet... lo attacchi quindi a qualsiasi cosa che abbia una ethernet, anche alla sola stampante se vuoi... basta che sia capace di ip. è quindi compatibile con ogni os.
  • Anonimo scrive:
    Esperienza a Grosseto...
    Salve...Sì sono uno dei "fortunati" che sta sperimentando aggratis questo servizio......e mi stupisco nel sentire che i test sono andati bene!!!!E che la vogliono commercializzare!!!!E' vero, la sperimentazione va avanti, dicono, fino a fine anno, ma da quello che ne so io (anche con contatti con dirigenti), la tecnologia sembrava proprio deludere:- collegamenti per non più di 20-30 persone a CABINA di zona (in pratica se un palazzo di 10 piani si colelga per intero è finita per tutti)- velocità superiori all'ISDN ma inferiori all'ADSL- frequenti scollegamenti e periodi di stalloSenza contare che il modem (uno scatolotto da scarpe!) ha bisogno non solo di un ottino impianto elettrico ma anche di un filo d'alimentazione CORTISSIMO e di una presa esclusiva per lui, posto che una di quelle di casa abbia un segnale accetabile per lui...Non mi lamento di quello che ho adesso perchè è gratis, ma francamente se mi facessero pagare 30 euro per QUESTO servizio, beh... io non ci starei e credo NESSUNO nella mia città, dove l'ADSL esiste...Fate voi!!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Esperienza a Grosseto...

      Senza contare che il modem (uno scatolotto
      da scarpe!) ha bisogno non solo di un ottino
      impianto elettrico ma anche di un filo
      d'alimentazione CORTISSIMO e di una presa
      esclusiva per lui, posto che una di quelle
      di casa abbia un segnale accetabile per
      lui...allora da me non funzionerebbe mai :D
    • Anonimo scrive:
      Re: Esperienza a Grosseto...

      - velocità superiori all'ISDN ma
      inferiori all'ADSL
      - frequenti scollegamenti e periodi di stallo

      Senza contare che il modem (uno scatolotto
      da scarpe!) ha bisogno non solo di un ottino
      impianto elettrico ma anche di un filo
      d'alimentazione CORTISSIMO e di una presa
      esclusiva per lui, posto che una di quelle
      di casa abbia un segnale accetabile per
      lui...
      Provato personalmente a Brescia: il modem è nero e piccolo. va in molte prese ma non sempre in tutte. ma nelle prese giuste va molto bene.
      • Anonimo scrive:
        Re: Esperienza a Grosseto...
        Stessa esperienza a Grosseto. Non c'è assolutamente paragone con l'ADSL. In questo momento ho sia la PLC che Alice e anche io a 30 euro non ci starei.Probabilmente a Brescia siete stati più fortunati o forse avete meno persone collegate alla centralina.
      • Anonimo scrive:
        Re: Esperienza a Grosseto...
        In che zona sei di Brescia?
  • Anonimo scrive:
    sì..vorrei proprio vedere..
    ..se qui in Italia si "sforzeranno" di mettere ponti radio o parabole per coprire anche le campagne e le zone non coperte (come fanno in Scozia; scritto nell'articolo).Ma figuriamoci.. Io ormai ho perso tutte le speranze.. E sono "felicissimo" ogni volta che vedo la pubblicità di adsl varie: servizi che arrivano fino a 2 km da casa mia.
  • Anonimo scrive:
    Ma dopo come faranno i politicanti a
    raccontare tante cazzate con tutto questo web ???????????
  • Anonimo scrive:
    Aumenteranno i morti fulminati
    Quasi sicuramente aumenteranno i morti fulminati....
    • Anonimo scrive:
      Re: Aumenteranno i morti fulminati
      - Scritto da: Anonimo
      Quasi sicuramente aumenteranno i morti
      fulminati....se proprio vuoi usare il pc sotto la doccia... almeno usa una connessione wireless...
  • Anonimo scrive:
    Fallira` nel lungo periodo?
    Se questo sara` presentato come un servizio a basso costo e a basse prestazioni forse potra` durare, ma di certo non lo devono spacciare come un'alternativa all'ADSL o addirittura alla fibra. Sotto a una cabina di trasformazione possono starci decine o centinaia di famiglie, che in prospettiva vorranno Internet sempre di piu`, per cui la banda pro capite e` destinata a ridursi drasticamente. Dubito che nel 2006 si raggiungeranno i 250 Mbps di cui parlano (con i quali effettivamente si potrebbe forse competere con ADSL); ovviamente loro devono fare delle stime abbondanti per invogliare l'Enel e gli altri gestori, ma visti gli esperimenti disastrosi in materia considererei gia` un grande lusso se si arrivasse ai 10-20 Mbps nel caso migliore (ossia in un quartiere residenziale, in periferia, lontano da zone industriali). Tanto vale a quel punto installare degli access point WLAN, se proprio si deve.Spero di essere nel torto, perche` questa sarebbe comunque un'alternativa in piu`, ma la vedo in ogni caso un po' inutile, dato che non fornisce vantaggi in termini di copertura rispetto ad ADSL e non fornisce vantaggi in termini di banda rispetto alla fibra e probabilmente nemmeno ad ADSL.Per una volta, anziche` essere il solito fanalino di coda tecnologico dell'Europa, facciamo un grande passo: anziche` buttar via miliardi di euro in stupidi ponti, avviamo con soldi pubblici una grande opera di posa capillare della fibra ottica, coinvolgendo le pay tv e le aziende telefoniche.
  • Anonimo scrive:
    Quasi gratis
    Scontando la bolletta base Telecom risulterebbe quasi gratis, no?Magari però costerà di più il servizio voce. Chissà?
  • Anonimo scrive:
    Io......
    mi prenoto!!!!! Appena sara' disponibile spero che mi arrivi cosi' faccio l'abbonamento....visto che telecom da me non e' arrivata, non arriva e non arrivera' mai......vorrei sapere che percentuale di Roma coprono per poter dire che il servizio e' disponibile!!!!!!!
  • Crazy scrive:
    BELLO! ma non mi convince ...
    Ciao a Tutti,l'idea non sembra affatto male, sembra che ci siano buoni margini di sviluppo in questa tecnologia per arrivare ad avere 10Mbps, ed il che non sarebbe affatto male, quindi, come tecnologia si presenta bene.La cosa piu` bella e` che finalmente puoi levarto di torno il Canone della Telecom che, almeno io, pago solo per connettermi ad Internet perche` le Telefonate le faccio con il Cellulare.Certo e` che sinceramente, avrei accettato piu` di buon grado la notizia che si era deciso di Cablare tutta l'Italia con le Fibre Ottiche per avere finalmente Internet via Cavo, ma a quanto pare, ora e` stata trovata un'altra via di fuga per evitarle e prendere tempo.Comunque sia, per ora, resto con i miei 56K, nell'attesa di vedere una Connessione che come minimo arrivi agli 8Mbps (1MBps) e solo a quel punto mi stacchero` dalla mia oramai affezionatissima ItaliaOnLine.Resto dell'idea che la Fibra Ottica sia il Top, ma non ho ancora avuto occasione di vedere questa PowerLine, quindi non mi posso ancora esprimere su di essa.DISTINTI SALUTI
    • Anonimo scrive:
      Re: BELLO! ma non mi convince ...
      Il punto è che su cavi depositati può costare 30? se ti portano la fibra costa di più. Scegli un po' tu....
  • Anonimo scrive:
    Solita copertura di m...
    Scustate per il titolo, ma se questa tecnologia funzionasse davvero come dicono, sarebbe una buona occasione coprire tutte quelle zone in cui ADSL non c'è.Motivazioni:1) E' probabile che una parte degli utenti ADSL non vogliano cambiare gestore o (opinoine personale) telecom o altro gestore cercheranno di rendere il passaggio più difficoltoso possibile per scoraggiare la potenziale perdita di clienti.2) Chi non è coperto da ADSL (e forse non lo sarà mai) ormai sono anni che subisce la pubblicità di alice ed altri, quindi non ci penserebbe due volte a firmare un contratto con ENEL per la copertura a banda larga.3) Sarebbe una copertura più democratica che farebbe guadagnare punti in immagine alla azienda ENEL ( ma forse alle aziende italiane non interessa far vedere che si può guadagnare facendo l'interesse dei cittadini).4) Sarebbe ugualmente lucrosa, in quanto coprendo le zone non cablate non si avrebbe concorrenza. (punto da non sottovalutare)
    • Anonimo scrive:
      Re: Solita copertura di m...

      Motivazioni:

      1) E' probabile che una parte degli utenti
      ADSL non vogliano cambiare gestore o
      (opinoine personale) telecom o altro gestore
      cercheranno di rendere il passaggio
      più difficoltoso possibile per
      scoraggiare la potenziale perdita di
      clienti.se gli offri 2mbit/s invede di 640kbit vedi come cambiano di corsa...

      2) Chi non è coperto da ADSL (e forse
      non lo sarà mai) ormai sono anni che
      subisce la pubblicità di alice ed
      altri, quindi non ci penserebbe due volte a
      firmare un contratto con ENEL per la
      copertura a banda larga.questo e' vero, e ci sono dentro anchio (visto che sono nella meta' non coperta di un comune che c'ha messo anni a esser coperto GRRRR)

      3) Sarebbe una copertura più
      democratica che farebbe guadagnare punti in
      immagine alla azienda ENEL ( ma forse alle
      aziende italiane non interessa far vedere
      che si può guadagnare facendo
      l'interesse dei cittadini).vero, ma penso non gliene freghi molto

      4) Sarebbe ugualmente lucrosa, in quanto
      coprendo le zone non cablate non si avrebbe
      concorrenza. (punto da non sottovalutare)mi sa tanto di no, molte zone non coperte lo sono perche' telecom le reputa non convenienti (gli costa troppo coprirle rispetto ai clienti che avrebbe). Ho paura che lo stesso discorso possa farlo anche Enel, meglio andare dove c'e' tanta gente (magari molti hanno gia' adsl, ma molti potrebbero voler cambiare) piuttosto che andare dove non c'e' copertura e tirar su solo 4 clienti di numero...ciao,Ecio dal suo 56k
      • carobeppe scrive:
        Re: Solita copertura di m...

        molte zone non coperte lo
        sono perche' telecom le reputa non
        convenienti (gli costa troppo coprirle
        rispetto ai clienti che avrebbe). Ho paura
        che lo stesso discorso possa farlo anche
        Enel, meglio andare dove c'e' tanta gente
        (magari molti hanno gia' adsl, ma molti
        potrebbero voler cambiare) piuttosto che
        andare dove non c'e' copertura e tirar su
        solo 4 clienti di numero...

        ciao,
        Ecio dal suo 56kSecondo me ti sbagli. Blu, il 4° gestore, non serviva a nessuno perché ormai tutti avevano una scheda di altri gestori. Tre, che non ha moltissimi utenti, va comunque bene perché ha offerto un prodotto innovativo anche se in un mercato saturo, il videotelefono e l'umts. Stessa cosa per ENEL, invece di stare a strappare clienti ADSL nei grandi centri dovrebbe puntare sulle zone non coperte per tirare su clienti nuovi, approfittando della sciatteria di Telecom Italia Ignobile.ciao,carobeppe dal suo ISDN 64k
    • Anonimo scrive:
      Re: Solita copertura di m...
      mi trovi completamente d'accordo:)
  • Collimate scrive:
    copritemi!
    quindi vuole dire che non avro' mai una connessione decente...vorra' dire che mi trastullero' con la televisione digitale interattiva con contributo statale di 150 euri!!!(win)(linux)(apple)
    • Anonimo scrive:
      Re: copritemi!
      Eh beato te che puoi utilizzare almeno la tv del futuro (????)Da me manco il segnale digitale arriva...
      • Anonimo scrive:
        Re: copritemi!
        Ti assicuro che al momento non arriva in molti posti... (coperto il 20% del territorio, 50% della popolazione) (e per copertura vuol dire che c'è segnale, cosa che su RF digitale è ben diversa da "si prende").
  • DjVincenT scrive:
    A che serve se l'italia è come la Cina?
    Non serve a nulla aumentare la banda se con le leggi (vedi Urbani) si vietano tutte le la libertà.
    • Anonimo scrive:
      Re: A che serve se l'italia è come la Cina?
      - Scritto da: DjVincenT
      Non serve a nulla aumentare la banda se con
      le leggi (vedi Urbani) si vietano tutte le
      la libertà.E in quale paese libero esiste il diritto di rubare?
      • Anonimo scrive:
        Re: A che serve se l'italia è come la Ci
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: DjVincenT

        Non serve a nulla aumentare la banda se
        con

        le leggi (vedi Urbani) si vietano tutte
        le

        la libertà.

        E in quale paese libero esiste il diritto di
        rubare?in Finladia, ad esempio.
      • DjVincenT scrive:
        Re: A che serve se l'italia è come la Cina?
        giusto hai ragione tu!in Italia siamo 55 milioni di ladri e dobbiamo andare tutti in galera, costruiamo altre carceri e mettiamoci tutti dentro poi buttiamo le chiavi nel tombino e chi si è visto si è visto...
        • Anonimo scrive:
          Re: A che serve se l'italia è come la Cina?
          - Scritto da: DjVincenT
          giusto hai ragione tu!
          in Italia siamo 55 milioni di ladri e
          dobbiamo andare tutti in galera, costruiamo
          altre carceri e mettiamoci tutti dentro poi
          buttiamo le chiavi nel tombino e chi si
          è visto si è visto...Ragazzi le aziende quando programmano copiano per forza di cose una porzione di codice e hanno anche la faccia tosta di dire che fanno software originale (Qui ci sono tutte le software house:Apple e Microsoft incluse).Se poi è l'utente casalingo a copiare un programma la chiamano pirateria: qui c'è qualcosa che non va!
  • Tarkus scrive:
    ADSL a Genova.
    Peccato che Genova NON E' su una montagna ! Ci sono interi quartieri dove l'ADSL non ARRIVERA' mai, in quanto costa troppo cambiare i cabinet in strada e mettere i nuovi apparati .........Con ENEL sara' la stessa cosa ?.... Meno male che abbiamo la TV digitale terrestre in prova fino a luglio 2005 ... Proprio un paese dei balocchi !Stefano.
    • Anonimo scrive:
      Re: ADSL a Genova.
      Non un paese dei balocchi ma una citta' di m***a, con della gente di m***a a viverci dentro. Tutto a Genova e' fuori mercato, tutto gestito da lobby, l'unico problema di Genova, sono i genovesi. Peccato perche' sarebbe la citta' piu' bella del mondo.Un genovese emigrato
      • Anonimo scrive:
        Re: ADSL a Genova.
        Beh, i miei amici genovesi hanno l'adsl di Fastweb (che io sogno), non mi pare proprio una città così terribile... ^_^
  • Anonimo scrive:
    SSSSSStttRRRRaFicooooooohhh
    come sopra ..
  • Anonimo scrive:
    Ma se io voglio l'energia pulita
    non posso installare un pannello solare e attaccarci un modem?:D:D:D:D:p==================================Modificato dall'autore il 07/05/2004 1.56.56
    • avvelenato scrive:
      Re: Ma se io voglio l'energia pulita
      - Scritto da: nessuno53
      non posso installare un pannello solare e
      attaccarci un modem?
      :D:D:D:D:p

      ==================================
      Modificato dall'autore il 07/05/2004 1.56.56se vuoi l'energia pulita allora devi smettere di fare la cacca.(è una metafora: ogni reazione energetica produce uno scarto.)
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma se io voglio l'energia pulita
      • t1000 scrive:
        Re: Ma se io voglio l'energia pulita
        msg di nessuno53 (che per errore ho spostato nel forum delle x rosse - chiedo venia)E questo è l'inno del corpo scioltolo può cantare solo chi caga di moltose vi stupite la reazione è stranaperchè cagare soprattutto è cosa umanadalla mattina il corpo sogna sulla latrinaLe mebra riposano nel mezzo dell'ortoperchè questo è l'inno del corpo scioltoCi hanno detto vili brutti e schifosima son soltanto degli stitici gelosima il corpo è lietolo sguardo è puroNoi siamo quelli che han cagato di sicuroIn mano nostra che ci si incazza parecchioci si calma solo dopo averne fatta un secchioLa vogliam reggere per una stagione eCON LA merdA PUOI FAR LA RIVOLUZIONEPieni di merda andiamo a lavorarepuoi tutto a un tratto si fa quel che ci paree chi ci dice dice tu fai questo e quellogli caghiamo addosso e lo copriam fino al cervelloCagonePuzzonestronzoneLa merda che mi scappa mi scappa su di te-----Non è rivolta a te è una canzone di Benigni
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma se io voglio l'energia pulita
      - Scritto da: nessuno53
      non posso installare un pannello solare e
      attaccarci un modem?
      :D:D:D:D:pbasta aggiungere una parabola bidirezionale 8)(e poi per l'energia che ti serve per avviare il PC ti serve un pannello fotovoltaico altro che il normale pannello che ti srve per farti la doccia ;)
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma se io voglio l'energia pulita
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: nessuno53

        non posso installare un pannello solare
        e

        attaccarci un modem?

        :D:D:D:D:p
        Per te inventereanno le connessioni eoliche che funzioneranno a venti intestinali
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma se io voglio l'energia pulita
      Prova, magari riesci a convincere il Padreterno a attaccare il sole alla fibra ottica...- Scritto da: nessuno53
      non posso installare un pannello solare e
      attaccarci un modem?
      :D:D:D:D:p

      ==================================
      Modificato dall'autore il 07/05/2004 1.56.56
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma se io voglio l'energia pulita
      ;-)Comunque, seriamente, se chi ti governa preferisce spendere 40 dollari al barile di petrolio per centrali termoelettriche che rilasciano migliaia di tonnellate di gas tossici, importare piu' del 10% dell' energia elettrica totale del paese dall'estero, ma tenere spente 4 centrali nucleari (Caorso, Garigliano, Latina, Trino) e non correre a riammodernarle e costruirne altre, piu' che il problema dell' energia pulita e' proprio l'energia...- Scritto da: nessuno53
      non posso installare un pannello solare e
      attaccarci un modem?
      :D:D:D:D:p

      ==================================
      Modificato dall'autore il 07/05/2004 1.56.56
  • Anonimo scrive:
    Nn ho mica capito sta storia della banda
    scusate il "Nn" molto lamah ma PI limita i caratteri del SubjectLa velocità è di 2,5 Mbps nella cella elettrica, che poi vanno divisi tra le varie famiglie servite dalla cabina e che hanno sottoscritto il servizio. "Per adesso possiamo servire solo 150-200 famiglie, di cui, nella migliore delle ipotesi, una trentina vorranno il servizio. Quindi, la condivisione della banda sarà anche più vantaggiosa, per l'utente, rispetto a quella fatta con i normali servizi Adsl". ma non ho mica capito sta storia della banda2.5Mbps x cella che servono 30 famiglie ?sono 10k al secondo a casa mia (isdn?)forse ho capito male ma l'articolo fa presupporre così
    • Anonimo scrive:
      Re: Nn ho mica capito sta storia della banda
      come partenza, poi man mano la allargano, si hai capito male...anchio all'inizio avevo capito così, poi ho contato fino a 10 e ho letto meglio...prova a contare anche tu fino a 10 quando una cosa ti sembra assurda, scoprirai dopo aver contato che il mondo ti sorride, e che leggere con attenzione, ti fara fare meno post inutili!
      • Anonimo scrive:
        Re: Nn ho mica capito sta storia della banda
        2.500 Kbps (=2,5 Mbps):30 famiglie=83 Kbps a testa garantiti. La velocità è quella se tutti, in quel momento, stanno facendo trasferimenti continui di dati. Ipotesi improbabile... Alessandro Longo
    • Anonimo scrive:
      Re: Nn ho mica capito sta storia della banda
      In nessun posto in Italia esiste piu' del 15% di utenze in banda larga almeno nel medio-lungo periodo. Una cabina BT non ha mai piu' di 200 utenze. Dunque l'utenza massima di banda larga e' di 30 famiglie per cabina BT. Se anche tutte volessero la banda larga solo per via elettrica, 2,5 Mb/s in 30 sono 80kb/s di BANDA MINIMA GARANTITA (CIR). Nel DSLAM di Telecom, a titolo di paragone, ci sono 2 Mb/s e 100 porte e NESSUNA banda minima garantita. Statisticamente non piu' del 15%-20% delle famiglie e' connessa e sta facendo simultaneamente download. Dunque la banda probabilmente disponibile al "quasi" peggio, dovrebbe essere fra 400 kb/s e 560 kb/s. E tutto ciò usando la tecnologia in esercizio commerciale oggi... La nuova che stiamo consegnando al mercato va 8 volte di piu'..... Herman.Zampariolo@ilight.it- Scritto da: Anonimo
      scusate il "Nn" molto lamah ma PI limita i
      caratteri del Subject

      La velocità è di 2,5 Mbps
      nella cella elettrica, che poi vanno divisi
      tra le varie famiglie servite dalla cabina e
      che hanno sottoscritto il servizio. "Per
      adesso possiamo servire solo 150-200
      famiglie, di cui, nella migliore delle
      ipotesi, una trentina vorranno il servizio.
      Quindi, la condivisione della banda
      sarà anche più vantaggiosa,
      per l'utente, rispetto a quella fatta con i
      normali servizi Adsl".
      ma non ho mica capito sta storia della banda
      2.5Mbps x cella che servono 30 famiglie ?
      sono 10k al secondo a casa mia (isdn?)
      forse ho capito male ma l'articolo fa
      presupporre così
    • Anonimo scrive:
      Re: Nn ho mica capito sta storia della b

      ma non ho mica capito sta storia della banda
      2.5Mbps x cella che servono 30 famiglie ?
      sono 10k al secondo a casa mia (isdn?)
      forse ho capito male ma l'articolo fa
      presupporre cosìno, hai capito benissimo. Ti ricordo che l'offerta commerciale 'popolare' odierna di adsl condivide circa 1 megabit/sec di banda vera su 100 utenti. con la plc di oggi arrivi "solo" a 2,5 mega per 30 utenti... (che già mi sembra mooolto meglio) ma con la plc di domani...Attenzione parlate tutti di megabit come fossero noccioline: la verità è che la banda costa e costa tanto! un mega di banda vera verso internet (comprandone proprio tanti, ma tanti all'ingrosso) costa più di 3000 euro all'anno (solo la banda esclusa la consegna). siamo ben lontani dai 28 euro mese dell'adsl che ci consegnano a casa.Per esempio Telecom Italia sul mix di milano 'compra' 1000 megabit, che sembrano tanti, ma quante decine di migliaia di clienti dipendono da questi mega? tantissimi...
      • avvelenato scrive:
        Re: Nn ho mica capito sta storia della b
        - Scritto da: Anonimo


        ma non ho mica capito sta storia della
        banda

        2.5Mbps x cella che servono 30 famiglie
        ?

        sono 10k al secondo a casa mia (isdn?)

        forse ho capito male ma l'articolo fa

        presupporre così

        no, hai capito benissimo. Ti ricordo che
        l'offerta commerciale 'popolare' odierna di
        adsl condivide circa 1 megabit/sec di banda
        vera su 100 utenti. con la plc di oggi
        arrivi "solo" a 2,5 mega per 30 utenti...
        (che già mi sembra mooolto meglio) ma
        con la plc di domani...
        Attenzione parlate tutti di megabit come
        fossero noccioline: la verità
        è che la banda costa e costa tanto!
        un mega di banda vera verso internet
        (comprandone proprio tanti, ma tanti
        all'ingrosso) costa più di 3000 euro
        all'anno (solo la banda esclusa la
        consegna). siamo ben lontani dai 28 euro
        mese dell'adsl che ci consegnano a casa.
        Per esempio Telecom Italia sul mix di milano
        'compra' 1000 megabit, che sembrano tanti,
        ma quante decine di migliaia di clienti
        dipendono da questi mega? tantissimi...
        mi domando come facciano in giappone ad offrire delle connessioni adsl2 a partire da 45mbps all'equivalente di 9?/mese........
        • Anonimo scrive:
          Re: Nn ho mica capito sta storia della b

          mi domando come facciano in giappone ad
          offrire delle connessioni adsl2 a partire da
          45mbps all'equivalente di 9?/mese........premetto che non conosco l'offerta commerciale internet in giappone... ma dubito che siano 45 mega di banda vera. sarà che il picco è 45 (come da noi è 10 mb per fastweb o 640 per alice) ma in realtà è condivisa. fastweb offre più banda vera di alice, ma sempre nell'ordine di qualche decina di k, comunque ben meno di 100! certamente è in grado di dare dei bei picchi... ma a 10 mega vai solo sulla rete fastweb. verso internet è tutto super condiviso.
  • Anonimo scrive:
    Ping?
    c'è qualche notizia riguardo alla latenza di questa connettività?
    • avvelenato scrive:
      Re: Ping?
      - Scritto da: Anonimo
      c'è qualche notizia riguardo alla
      latenza di questa connettività?secondo me sarà identico all'adsl, la tecnologia di fondo è a grandi linee simile (si tratta di mixare frequenze molto differenti fra di loro e poi splittarle al momento opportuno)
    • Anonimo scrive:
      Re: Ping?
      - Scritto da: Anonimo
      c'è qualche notizia riguardo alla
      latenza di questa connettività?sensibilmente inferiore data la maggiore qualità delle connessioni elettriche in rapporto ai vetusti doppini in rame.
      • avvelenato scrive:
        Re: Ping?
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        c'è qualche notizia riguardo alla

        latenza di questa connettività?

        sensibilmente inferiore data la maggiore
        qualità delle connessioni elettriche
        in rapporto ai vetusti doppini in rame.non ne sarei tanto convinto... credo che dipenda molto da zona a zona.
        • Alessandrox scrive:
          Re: Ping?
          - Scritto da: avvelenato
          - Scritto da: Anonimo



          - Scritto da: Anonimo


          c'è qualche notizia
          riguardo alla


          latenza di questa
          connettività?



          sensibilmente inferiore data la maggiore

          qualità delle connessioni
          elettriche

          in rapporto ai vetusti doppini in rame.

          non ne sarei tanto convinto... credo che
          dipenda molto da zona a zona.E dalla qualita' degli impianti elettrici in particolare quelli casalinghi/condominiali, e' qui' che avremo delle brutte sorprese e delle grosse delusioni.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ping?
            ok ok eccoli.Rimaniamo compatti.GOOOO ...ocio a sxe sparate cXXo!!!aaaaaaaama che e sto lag?
          • Anonimo scrive:
            Re: Ping?
            "Maaaa ti avevo detto di dirmi quanto partiva la centrifuga"
          • Anonimo scrive:
            Re: Ping?
            UHahahhahahaHHa !!!"spegni il fornetto elettrico che fa laggare !!!" "...LOL... spegnendo la luce pingo 10ms in meno"
          • avvelenato scrive:
            Re: Ping?
            - Scritto da: Anonimo
            UHahahhahahaHHa !!!

            "spegni il fornetto elettrico che fa laggare
            !!!"

            "...LOL... spegnendo la luce pingo 10ms in
            meno"rotfl! chissà come diminuisce il ping spegnendo il pc! :D
          • Anonimo scrive:
            Re: Ping?
            lmao :D grazie delle risposte bella gente.ma se mi connetto con la 380 al posto della 220 dovrei viaggiare alla grande asd
      • sigsegv scrive:
        Re: Ping?
        - Scritto da: Anonimo
        sensibilmente inferiore data la maggiore
        qualità delle connessioni elettriche
        in rapporto ai vetusti doppini in rame.Guarda che l'ADSL usa elettroni 4x4 con ABS e traction control. Vanno e vengono abbastanza forte anche sul rame dissestato dei doppini.Certo che se i fili elettrici sono nuovi gli elettroni mettono le slick e non c'è storia.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ping?
      Della tecnologia in se non saprei dire ma penso bassa. Il problema grosso sara' il link tra la centralina e' l'Internet vero e proprio. Se fanno dei ponto Sat o Radio ci saranno dei ping da ribaltarsi dal ridere. Anche in quello ci saranno untenti di serie B e di serie A. E gli ston.i come me con non saranno coperti passeranno a serie C. Ma LOL.Ciao,Nessuno, che ha un po' il dente avvelenato.
  • Anonimo scrive:
    Liberalizzate il wireless invece!
    Ma perchè invece di usare OFDM (sistema wireless senza bisogno che le antenne si vedano) per arrivare alla cabina elettrica non lo si usa per collegare direttamente l'utente finale? Se le municipalizzate devono aggiornare la centrale di quartiere ritorniamo ai costi di allestimento di un DSLAM xDSL.
    • Anonimo scrive:
      Re: Liberalizzate il wireless invece!
      Eccellente osservazione!;)
    • sigsegv scrive:
      Re: Liberalizzate il wireless invece!
      - Scritto da: Anonimo
      Ma perchè invece di usare OFDM
      (sistema wireless senza bisogno che le
      antenne si vedano) per arrivare alla cabina
      elettrica non lo si usa per collegare
      direttamente l'utente finale? Lo spieghi a te a TIM, Omnitel e compagnia cantante che hanno speso miliardi di licenze per niente?
      • Anonimo scrive:
        Re: Liberalizzate il wireless invece!

        Lo spieghi a te a TIM, Omnitel e compagnia
        cantante che hanno speso miliardi di licenze
        per niente?Ti risulta che gli operatori telefonia mobile offrano accesso larga banda per aziende/privati in modalità comparabile ad una ADSL o linea dedicata?La loro offerta (e rete) è pensata per un utilizzo limitato nel tempo delle risorse. Chi blocca wi-fi sono le telco terrestri che non potrebbero più riscuotere il loro pizzo dagli altri operatori.
  • Anonimo scrive:
    boikottatola fin da ora. prevedo lacrime
    ddd
  • Anonimo scrive:
    Ma che te ne fai...
    Ma vi siete già dimenticati che il decreto Urbani sta ancora lì? Che credete, perché sta sulla linea elettrica non vi scasseranno i marroni se scaricate anche roba free (non ha il bollino)?Se tanto devo usarla solo per web e mail... 56k basta e avanza. 30 pippi al mese sono ne + ne meno quel che costa l'adsl. Quindi: convenienza nessuna.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma che te ne fai...
      - Scritto da: Anonimo
      Ma vi siete già dimenticati che il
      decreto Urbani sta ancora lì?

      Che credete, perché sta sulla linea
      elettrica non vi scasseranno i marroni se
      scaricate anche roba free (non ha il
      bollino)?

      Se tanto devo usarla solo per web e mail...
      56k basta e avanza. 30 pippi al mese sono ne
      + ne meno quel che costa l'adsl. Quindi:
      convenienza nessuna.Ma chi se ne frega se non ti serve resta col 56kc'è chi ne ha bisogno, io non scarico e sono ben utilizzati i "30 pippi"
    • Fred scrive:
      Re: Ma che te ne fai...

      Che credete, perché sta sulla linea
      elettrica non vi scasseranno i marroni se
      scaricate anche roba free (non ha il
      bollino)?Si da il caso che una connessione in danda larga non e' SOLO usata per scaricare film piratati ma forse a qualcuno serve anche per lavorare
      Se tanto devo usarla solo per web e mail...
      56k basta e avanza. 30 pippi al mese sono ne
      + ne meno quel che costa l'adsl. Quindi:
      convenienza nessuna.Vero che un 56 basta e avanza per scaricare mail e web pero' se hai una azienda oppure studi per cui accedi molto spesso alla rete per reperire informazioni hai necessita' con un 56 oppure con una ISDN di stare attaccato ORE ed ORE con una bolletta a fine mese che supera di gran lunga i 30 oiri al mese per cui la convegnenza sta' nel fatto che un utente ha la CERTEZZA dei costi che deve sopportare per poter stare connesso cosa che in molti paesi italiani attualmente esclusi dalla copertura ADSL non essite. Non essite sopratutto per quelle migliaia di piccole e medie imprese che hanno la necessita' di accedere ai servizi di rete a costi acesibili e che adesso si vedono spolpate dalle compagnie telefoniche di diverse migliaia di oiri all'anno per avere un servizio che qualitativamente e' una millesima parte della piu' schifosa ADSL su mercato.PS la mia bolletta mensile media attualmente e' di circa 90/100 ? e ti assicuro che scarico un mp3 da almeno 3 anni
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma che te ne fai...
        - Scritto da: Fred


        Che credete, perché sta sulla
        linea

        elettrica non vi scasseranno i marroni
        se

        scaricate anche roba free (non ha il

        bollino)?

        Si da il caso che una connessione in danda
        larga non e' SOLO usata per scaricare film
        piratati ma forse a qualcuno serve anche per
        lavorare




        Se tanto devo usarla solo per web e
        mail...

        56k basta e avanza. 30 pippi al mese
        sono ne

        + ne meno quel che costa l'adsl. Quindi:

        convenienza nessuna.


        Vero che un 56 basta e avanza per scaricare
        mail e web pero' se hai una azienda oppure
        studi per cui accedi molto spesso alla rete
        per reperire informazioni hai necessita' con
        un 56 oppure con una ISDN di stare attaccato
        ORE ed ORE con una bolletta a fine mese che
        supera di gran lunga i 30 oiri al mese per
        cui la convegnenza sta' nel fatto che un
        utente ha la CERTEZZA dei costi che deve
        sopportare per poter stare connesso cosa che
        in molti paesi italiani attualmente esclusi
        dalla copertura ADSL non essite.
        Non essite sopratutto per quelle migliaia di
        piccole e medie imprese che hanno la
        necessita' di accedere ai servizi di rete a
        costi acesibili e che adesso si vedono
        spolpate dalle compagnie telefoniche di
        diverse migliaia di oiri all'anno per avere
        un servizio che qualitativamente e' una
        millesima parte della piu' schifosa ADSL su
        mercato.

        PS la mia bolletta mensile media attualmente
        e' di circa 90/100 ? e ti assicuro che
        scarico un mp3 da almeno 3 anniTutto vero. Solo una cosa non capisco:Perché queste cose non le dice mai nessuno a quelli che dicono "adesso disdico l'ADSL" ogni volta che si parla di DL urbani?
        • Skybird scrive:
          Re: Ma che te ne fai...
          - Scritto da: Anonimo
          Tutto vero. Solo una cosa non capisco:
          Perché queste cose non le dice mai
          nessuno a quelli che dicono "adesso disdico
          l'ADSL" ogni volta che si parla di DL
          urbani?sono quelli dei dialer che tornano alla carica dell'ADSL che gli ha rotto il giocattolo
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma che te ne fai...
        "PS la mia bolletta mensile media attualmente e' di circa 90/100 ? e ti assicuro che scarico un mp3 da almeno 3 anni"Ammazzate !!!!!!!!!!!!!3 anni non ti son bastati per scaricare un mp3.Scrivi con calma che nessuno ti corre dietro :danda larga = banda larga30 oiri = 30 Euroconvegnenza = convenienzanon essite = non esistecosti acesibili = costi accessibili
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma che te ne fai...

        Si da il caso che una connessione in danda
        larga non e' SOLO usata per scaricare film
        piratati ma forse a qualcuno serve anche per
        lavorare
        Vero che un 56 basta e avanza per scaricare
        mail e web pero' se hai una azienda oppure
        studi per cui accedi molto spesso alla rete
        per reperire informazioni hai necessita' con
        un 56 oppure con una ISDN di stare attaccato
        ORE ed ORE con una bolletta a fine mese che
        supera di gran lunga i 30 oiri al mese per
        PS la mia bolletta mensile media attualmente
        e' di circa 90/100 ? e ti assicuro che
        scarico un mp3 da almeno 3 anniPerche' non fai una flat ? io sto lavorando alla tesi, mi serve spesso cercare info online e quindi ho fatto quella di tisquali, dalle 9 alle 18 a 14.95 euro al mese...
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma che te ne fai...

      Se tanto devo usarla solo per web e mail...
      56k basta e avanza. ti ci voglio vedere con il 56 k a navigarenei siti stracarichi di immagini (inutili imho)...10 min per vedere l'homepage, utile
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma che te ne fai...
      cosè, mi denunciano perchè scarico energia elettrica? ;PPPpppPPp
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma che te ne fai...
      Beh da Milano a Roma ci vai anche a piedi, che te ne fai di un treno che ti ci porta in 5 ore, in fondo. Giusto? ;)
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma che te ne fai...
        - Scritto da: Anonimo
        Beh da Milano a Roma ci vai anche a piedi,
        che te ne fai di un treno che ti ci porta in
        5 ore, in fondo. Giusto? ;)Il problema è: che te ne fai di un treno che ti porta da milano a roma in 1 ora se poi la polfer ti perquisisce ogni volta, magari più volte a viaggio e se ti trova, che so, un pacchetto di sigarette e un accendino anche se non hai intenzione di fumare in treno ti da una multa pari al 100 volte il prezzo (salato) del biglietto, ti obbliga a percorrere nudo il treno fino all'ultima carrozza e poi ti scaraventa fuori mentre viaggiate a 600 km l'ora? o se parli a voce troppo alta col tuo amico "disturbando" qualcuno nello stesso scompartimento, oppure hai in tasca un coltellino che non vuoi usare, o mangi un panino portato da casa anzichè comprato in vettura...M'pito?
  • Anonimo scrive:
    Enel... ti crea una LAN
    http://www.enel.it/enelsi/famiglia/f_electrolan.aspprovare per credere...io ce l'ho a casa è va alla grande... anche in sicurezza poichè la trasmissione dati è codificata con chiave a 56 bit e non ha nessuna interferenza con altri dispositivibye
    • visik7 scrive:
      Re: Enel... ti crea una LAN
      Ben 56 bit di codificauna barriera invalicabile x il cracking:)
      • zirgo scrive:
        Re: Enel... ti crea una LAN
        dipende dal tipo di chiavi utilizzate...simmetriche (allora va bene) o asimmetriche (tipo pgp, per cui una buona soluzione dovrebbe ssere 256-1024 bit se nn sbaglio).
        • Anonimo scrive:
          Re: Enel... ti crea una LAN
          - Scritto da: zirgo
          dipende dal tipo di chiavi
          utilizzate...simmetriche (allora va bene) o
          asimmetriche (tipo pgp, per cui una buona
          soluzione dovrebbe ssere 256-1024 bit se nn
          sbaglio).56 è ovviamente simmetrica, ed è un numero di bit molto basso!!! tipicamente il DES è a 56bit (56+8checksum) e si cracca a forza bruta in poche ore.Per le chiavi simmetriche si parla 128bit come minimo.
          • avvelenato scrive:
            Re: Enel... ti crea una LAN
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: zirgo

            dipende dal tipo di chiavi

            utilizzate...simmetriche (allora va
            bene) o

            asimmetriche (tipo pgp, per cui una
            buona

            soluzione dovrebbe ssere 256-1024 bit
            se nn

            sbaglio).

            56 è ovviamente simmetrica, ed
            è un numero di bit molto basso!!!
            tipicamente il DES è a 56bit
            (56+8checksum) e si cracca a forza bruta in
            poche ore.
            Per le chiavi simmetriche si parla 128bit
            come minimo.dipende dai vicini di casa ;)personalmente userei una cosa del genere anche in chiaro, tanto nel mio palazzo non mi craccherebbe nessuno
          • zirgo scrive:
            Re: Enel... ti crea una LAN
            sorry...sono andato a fiducia...ricordavo che le chiavi simmetriche richiedessero meno bit di cifratura rispetto a quelle asimmetriche.
    • Anonimo scrive:
      Re: Enel... ti crea una LAN
      Quanto costa?Ne ho visto uno simile su ebay a 75?Un po' caruccio
    • Anonimo scrive:
      Re: Enel... ti crea una LAN
      - Scritto da: Anonimo
      www.enel.it/enelsi/famiglia/f_electrolan.asp

      provare per credere...
      Il problema di questa soluzione è il costo del modem. Devi metterne uno per ogni presa elettrica e costano parecchio.Certo meno che spaccare i muri, però se uno ha le canalette costa molto meno un semplice cavo ethernet+presa a muro.Quindi mi sembra valida per vecchi edifici dove uno cerca di evitare lavori alla muratura.ciao
      • DKDIB scrive:
        Re: Enel... ti crea una LAN
        Anonimo wrote:
        Certo meno che spaccare i muri, però se uno ha le canalette
        costa molto meno un semplice cavo ethernet+presa a muro.Un adattatore ADSL Ethernet lo trovi sui 45/50 euro, mentre un access point Wi-Fi da 50 euro (io ne ho preso uno da 75 euro della Netgear).In questo modo si salvano i muri, l' estetica e la flessibilita' e' totale (ricevo perfettamente il segnale anke al piano di sopra/di sotto ed in giardino).
    • Anonimo scrive:
      Re: Enel... ti crea una dove comprare
      su www.chipstation.it se cercate come ADATTATORE - BRIDGE PER PRESAELETTRICA 220V ED ETHERNET lo trovate... costa sui 60 euro da ivare!
      • Alessandrox scrive:
        Quesito tecnico
        - Scritto da: Anonimo
        su www.chipstation.it se cercate come
        ADATTATORE - BRIDGE PER PRESAELETTRICA 220V
        ED ETHERNET lo trovate... costa sui 60 euro
        da ivare!Piu' interessante del prodotto enel anche perche' quello enel e' dato per funzionante solo con sistemi Windows...(e non ne capisco il motivo tecnico).Quindi con 2 di questi attaccati ad una qualsiasi presa di corrente in casa posso fare una lan tra 2 pc oppure far raggiungere al PC al piano di sopra lo switch al piano di sotto?Non capisco come funziona: se io attacco sto aggeggio alla rete e alla eth del pc poi da un'altra parte dovra' esserci un'altro aggeggio che si collega a qualcosaltro: altro PC, router, svitch ecc. ma se di questio PC ce ne sono piu' di uno, esempio 5-6 PC serviranno 10-12 di questi aggeggi... ma poi i dati che viaggiano nella rete elettrica di casa come vengono smistati/switchati? Funzionera' in fullduplex (ho idea di no)?
        • Anonimo scrive:
          Re: Quesito tecnico
          - Scritto da: Alessandrox
          - Scritto da: Anonimo

          su www.chipstation.it se cercate come

          ADATTATORE - BRIDGE PER PRESAELETTRICA
          220V

          ED ETHERNET lo trovate... costa sui 60
          euro

          da ivare!

          Piu' interessante del prodotto enel anche
          perche' quello enel e' dato per funzionante
          solo con sistemi Windows...(e non ne capisco
          il motivo tecnico).
          Quindi con 2 di questi attaccati ad una
          qualsiasi presa di corrente in casa posso
          fare una lan tra 2 pc oppure far raggiungere
          al PC al piano di sopra lo switch al piano
          di sotto?

          Non capisco come funziona: se io attacco sto
          aggeggio alla rete e alla eth del pc poi da
          un'altra parte dovra' esserci un'altro
          aggeggio che si collega a qualcosaltro:
          altro PC, router, svitch ecc. ma se di
          questio PC ce ne sono piu' di uno, esempio
          5-6 PC serviranno 10-12 di questi aggeggi...
          ma poi i dati che viaggiano nella rete
          elettrica di casa come vengono
          smistati/switchati? Funzionera' in
          fullduplex (ho idea di no)?Hem...ricoradatevi che a meno di installare un bypass (router dedicato o qualsiasi altro marchingeno) il sistema funziona solo a valle del contatore: scordarsi di fare una lan con i vicini di casa a meno di non condividere il contatore....che è un filtro passa-basso tarato sui 50Hz!
          • Alessandrox scrive:
            Re: Quesito tecnico
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Alessandrox

            - Scritto da: Anonimo


            su www.chipstation.it se cercate
            come


            ADATTATORE - BRIDGE PER
            PRESAELETTRICA

            220V


            ED ETHERNET lo trovate... costa
            sui 60

            euro


            da ivare!



            Piu' interessante del prodotto enel
            anche

            perche' quello enel e' dato per
            funzionante

            solo con sistemi Windows...(e non ne
            capisco

            il motivo tecnico).

            Quindi con 2 di questi attaccati ad una

            qualsiasi presa di corrente in casa
            posso

            fare una lan tra 2 pc oppure far
            raggiungere

            al PC al piano di sopra lo switch al
            piano

            di sotto?



            Non capisco come funziona: se io
            attacco sto

            aggeggio alla rete e alla eth del pc
            poi da

            un'altra parte dovra' esserci un'altro

            aggeggio che si collega a qualcosaltro:

            altro PC, router, svitch ecc. ma se di

            questio PC ce ne sono piu' di uno,
            esempio

            5-6 PC serviranno 10-12 di questi
            aggeggi...

            ma poi i dati che viaggiano nella rete

            elettrica di casa come vengono

            smistati/switchati? Funzionera' in

            fullduplex (ho idea di no)?
            Hem...ricoradatevi che a meno di installare
            un bypass (router dedicato o qualsiasi altro
            marchingeno) il sistema funziona solo a
            valle del contatore: scordarsi di fare una
            lan con i vicini di casa a meno di non
            condividere il contatore....che è un
            filtro passa-basso tarato sui 50Hz!Daccordissimo, anche perche' di fare una LAN con i vicini non me ne importa nulla ma i miei dubbi rimangono sul funzionamento di questo sistema a valle del contatore... cioe' in casa; non si mischiano i segnali? Non si ha un elevata incidenza di collisioni? Voglio dire se i segnali viaggiano tutti nella rete di casa senza in minimo di smistamento... scordiamoci come minimo il fullduplex. BAH...
          • Anonimo scrive:
            Re: Quesito tecnico
            - Scritto da: Alessandrox
            collisioni? Voglio dire se i segnali
            viaggiano tutti nella rete di casa senza in
            minimo di smistamento... scordiamoci come
            minimo il fullduplex. BAH...Beh, mal che vada spedirai una mail al tuo frigorifero :)un fine umorista
          • Alessandrox scrive:
            Re: Quesito tecnico
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Alessandrox

            collisioni? Voglio dire se i segnali

            viaggiano tutti nella rete di casa
            senza in

            minimo di smistamento... scordiamoci
            come

            minimo il fullduplex. BAH...
            Beh, mal che vada spedirai una mail al tuo
            frigorifero :)
            un fine umoristaseee... e magari chatto con il forno a microonde.se mi metto anche a spedire mail al frigo sto fresco..... (magari d' estate fa comodo...:)allora tanto vale mettersi a correre per strada facendo l' aereoplano con le braccia e il rumore del jet con la bocca (ma con un pieno di fagioli anche con il dietro). Almeno non costa nulla. :-)))
        • Anonimo scrive:
          Re: Quesito tecnico
          eccotela:Quotidianamente ci si imbatte sempre più spesso con dispositivi, in casa o nell'ufficio, che devono essere collegati in rete o con Internet. I provider della telecomunicazione o della Cable-TV portano sempre una borchia di collegamento. Questo collegamento, però, deve arrivare al Modem o Router e da lì al PC, alla console dei giochi, al TV Set Top Box, al Wireless Lan, all'Access Point o alla Internet Camera.Domanda: Come si possono collegare tutti questi dispositivi in rete senza passare alcun cavo?La risposta è unica: sfruttare la rete elettrica ed i suoi cavi.Questo dispositivo utilizza la rete elettrica della casa. La rete da 220 Volt può essere utilizzata anche per il trasferimento dei dati. Qualsiasi presa elettrica può essere utilizzata anche come presa per il trasferimento dei dati.Il dispositivo è più sicuro delle Wireless Lan perché i dati viaggiano solamente nella rete elettrica privata e con la codifica a56 bit DES diventano più sicuri. In questo modo anche in un momento di crisi i dati possono restare sicuri. Inoltre i disturbi dai campi elettromagnetici rimangono sensibilmente minori.Muri spessi, cemento armato, tubature: qualsiasi problema che impedisce le Wireless LAN non esiste più. I problemi di interferenze da altri elettrodomestici vengono immediatamente bloccati con la tecnologia di trasmissione ODFM che può utilizzare fino a 84 frequenze diverse.Il data transfer rate, cioé la velocità massima raggiungibile, è fino a 20 volte più veloce delle linee DSL e si attesta su valori di 14Mbps. E' possibile coprire una distanza di ben 200 metri.--- Quindi, per collegare il tutto hai bisogno di due di questi apparecchi e viaggi a 14 mbps, ma ci sono anche altri sistemi per condividere audio, usb, e altro con la rete elettrica.Bhe è una figata cmq!Ciaooo
          • Alessandrox scrive:
            Re: Quesito tecnico
            - Scritto da: Anonimo
            eccotela:
            La risposta è unica: sfruttare la
            rete elettrica ed i suoi cavi.
            Questo dispositivo utilizza la rete
            elettrica della casa. La rete da 220 Volt
            può essere utilizzata anche per il
            trasferimento dei dati. Qualsiasi presa
            elettrica può essere utilizzata anche
            come presa per il trasferimento dei dati.
            Il dispositivo è più sicuro
            delle Wireless Lan perché i dati
            viaggiano solamente nella rete elettrica
            privata e con la codifica a56 bit DES
            diventano più sicuri. In questo modo
            anche in un momento di crisi i dati possono
            restare sicuri. Inoltre i disturbi dai campi
            elettromagnetici rimangono sensibilmente
            minori.
            Muri spessi, cemento armato, tubature:
            qualsiasi problema che impedisce le Wireless
            LAN non esiste più. I problemi di
            interferenze da altri elettrodomestici
            vengono immediatamente bloccati con la
            tecnologia di trasmissione ODFM che
            può utilizzare fino a 84 frequenze
            diverse.
            Il data transfer rate, cioé la
            velocità massima raggiungibile,
            è fino a 20 volte più veloce
            delle linee DSL e si attesta su valori di
            14Mbps. E' possibile coprire una distanza di
            ben 200 metri.
            Quindi, per collegare il tutto hai bisogno
            di due di questi apparecchi e viaggi a 14
            mbps, ma ci sono anche altri sistemi per
            condividere audio, usb, e altro con la rete
            elettrica.
            Bhe è una figata cmq!
            CiaoooGrazie per la risposta ma sai io sono DI COCCIO e anche un po' rompiscatole, per cui mi chiedo:in pratica, a livello OSI 1 la rete elettrica casalinga CREDO, SUPPONGO che si possa assimilare ad un' unico "mezzo condiviso" tra tutti i nodi riceventi-trasmittenti; orbene: se 2 o piu' nodi trasmettono ad altri 2 o piu' nodi (e quindi gli altri due ricevono) che succede? Suppongo che funzioni sempre con CSMA/CD ma senza nessun meccanismo centralizzato di regolazione/amplificazione/ripetizione, insomma una vecchia logica a BUS condiviso a tempo... senza fullDuplex... senno' come si coordinano tra loro 2 a 2 i vari apparecchi quando segnalano tutti insieme? Secondo me la cosa e' proponibile solo con 2 apparecchi, esempio per far arrivare un PC al piano di sopra allo switch al piano di sotto e STOP...Correggetemi se sbaglio.
          • theDRaKKaR scrive:
            Re: Quesito tecnico
            - Scritto da: Alessandrox
            - Scritto da: Anonimo

            eccotela:

            La risposta è unica: sfruttare la

            rete elettrica ed i suoi cavi.

            Questo dispositivo utilizza la rete

            elettrica della casa. La rete da 220
            Volt

            può essere utilizzata anche per
            il

            trasferimento dei dati. Qualsiasi presa

            elettrica può essere utilizzata
            anche

            come presa per il trasferimento dei
            dati.

            Il dispositivo è più
            sicuro

            delle Wireless Lan perché i dati

            viaggiano solamente nella rete elettrica

            privata e con la codifica a56 bit DES

            diventano più sicuri. In questo
            modo

            anche in un momento di crisi i dati
            possono

            restare sicuri. Inoltre i disturbi dai
            campi

            elettromagnetici rimangono sensibilmente

            minori.

            Muri spessi, cemento armato, tubature:

            qualsiasi problema che impedisce le
            Wireless

            LAN non esiste più. I problemi di

            interferenze da altri elettrodomestici

            vengono immediatamente bloccati con la

            tecnologia di trasmissione ODFM che

            può utilizzare fino a 84
            frequenze

            diverse.

            Il data transfer rate, cioé la

            velocità massima raggiungibile,

            è fino a 20 volte più
            veloce

            delle linee DSL e si attesta su valori
            di

            14Mbps. E' possibile coprire una
            distanza di

            ben 200 metri.

            Quindi, per collegare il tutto hai
            bisogno

            di due di questi apparecchi e viaggi a
            14

            mbps, ma ci sono anche altri sistemi per

            condividere audio, usb, e altro con la
            rete

            elettrica.

            Bhe è una figata cmq!

            Ciaooo
            in pratica, a livello OSI 1 la rete
            elettrica casalinga CREDO, SUPPONGO che si
            possa assimilare ad un' unico "mezzo
            condiviso" tra tutti i nodi
            riceventi-trasmittenti; orbene: se 2 o piu'
            nodi trasmettono ad altri 2 o piu' nodi (e
            quindi gli altri due ricevono) che succede?
            Suppongo che funzioni sempre con CSMA/CD ma
            senza nessun meccanismo centralizzato di
            regolazione/amplificazione/ripetizione,
            insomma una vecchia logica a BUS condiviso a
            tempo... senza fullDuplex... senno' come si
            coordinano tra loro 2 a 2 i vari apparecchi
            quando segnalano tutti insieme? Secondo me
            la cosa e' proponibile solo con 2
            apparecchi, esempio per far arrivare un PC
            al piano di sopra allo switch al piano di
            sotto e STOP...credo che la chiave di tutto sia l'interfaccia fra cavo di rame e pc, ovvero quella specie di "modem" che si attacca alla presanelle faq si legge, tra l'altro4. Quanti PC posso collegare in rete?Fino a un massimo di 10 tra PC e periferiche5. Quale velocit� di trasmissione pu� essere raggiunta con l'impiego di Electr@LAN?A seconda delle diverse condizioni come distanza e uso contemporaneo di diversi dispositivi pu� essere raggiunta una velocit� di trasmissione fino a 10 Mbit/s.14. Altri dispositivi o elettrodomestici come per es. trapani o aspirapolveri connessi alla rete elettrica possono avere effetti negativi sulle funzioni di Electr@LAN?Non influenzano negativamente il sistema.linkhttp://www.enel.it/enelsi/famiglia/f_faq.asp#electrolansaluti
          • Anonimo scrive:
            Re: Quesito tecnico
            Non è detto, dovendo venire a metterti un filtro passa alto al contatore credo che quelli della linea elettrica metteranno un router a livello condominiale (sai che culo altrimenti, sniffing delle mail degli altri inquilini).E'probabile che la cosa funzioni con un router nella zona dei contatori (Elettrico Elettrico) con il tratto dai contatori alla centralina Enel in TDM (simil ATM per capirci), questo permetterebbe di avere maggiore banda utile.Just my two cents...
    • Anonimo scrive:
      Re: Enel... ti crea una LAN
      io ne ho provati, di altra marca, che costavano intorno ai 100? ad adattatore :| funzionavano bene ma il wi-fi mi è costato di menoperò questo tipo di rete lo preferireiquanto li hai pagati quelli dell'ENEL?
  • theDRaKKaR scrive:
    argh
    Sì, ma i dati come fanno a raggiungere Internet, dalla cabina elettrica? [...] "Si monta una parabola sulla cabina. Così fanno in Scozia, nelle campagne, dove le case sono molto distanti, di solito, dalla centrale telefonica".aaaaaaaaaaaaaaaahvade retro torturatore di TTL!!!:)--aggiunta:intendevo dire scherzosamente che una parabola in mezzo a una comunicazione fa crescere paurosamente la latenzapoiché la parabola comunica con un satellite geostazionario per telecomunicazioni (geostazionario in modo da servire sempre la stessa zona) posto alla considerevole altezza di 36.000 km, l'onda elettromagnetica che compone il segnale internet satellitare percorrerà la distanza in questo modo:ponendo a 300.000Km/s la velocità di questo segnale i 36000 km verrano percosi in 0,12stenendo presente che la distanza percorsa all'andata verrà percorsa a ritroso dal satellite fino alla terminazione del ponte satellitare, il tempo trascorso per il percorso spaziale sarà di 0,24sergo 2 decimi di secondo di tempo di latenza da aggiungere a quelli derivati dal resto del percorso convenzionale==================================Modificato dall'autore il 08/05/2004 0.19.15==================================Modificato dall'autore il 08/05/2004 0.20.22
    • Anonimo scrive:
      Re: argh
      Ce' da dire ke questa tecnologia ha molti punti poco chiari ... parabole incluse ... ha troppe pretese .... mah vedremo- Fabio3D -
      • Anonimo scrive:
        Re: argh
        - Scritto da: Anonimo
        Ce' da dire ke questa tecnologia ha molti
        punti poco chiari ... parabole incluse ...
        ha troppe pretese .... mah vedremo

        - Fabio3D -L'utente finale avrà solo l'interfaccia casalinga. Fibre e parabole varie sono elementi delle cabine, che permettono di connettere la cabina stessa ad internet.
  • il_guru scrive:
    ma non era stata scartata?
    io sapevo che alcuni anni fa era stata scartata come tecnologia perchè non andava molto bene... qualcuno ne sa qualcosa di più ?
    • Anonimo scrive:
      Re: ma non era stata scartata?
      la questione è un'altra: quando gli utenti possono risparmiare la tecnologia non va bene, se poi c'è di mezzo la telecom allora subentra il boicottaggio....
      • Anonimo scrive:
        Re: ma non era stata scartata?
        - Scritto da: Anonimo
        la questione è un'altra: quando gli
        utenti possono risparmiare la tecnologia non
        va bene, se poi c'è di mezzo la
        telecom allora subentra il boicottaggio.... Guarda che a scartarla erano stati i Canadesi, che erano stati i primi a provarla
        • Anonimo scrive:
          Re: ma non era stata scartata?

          Guarda che a scartarla erano stati i
          Canadesi, che erano stati i primi a provarlabeh sono anche passati tanti anni dai tempi dei "canadesi".tanti anni fa anche i modem andavano a 1200bps ora vanno a 56k. tanti anni fa la plc non andava mica tanto oggi inizia ad andare... sicuramente ha un paio di anni di ritardo e svantaggio sulla tecnologia adsl... ma se veramente riuscirà a superare i 100megabit al sec come promette lo svantaggio lo recupera infretta.
    • Anonimo scrive:
      Re: ma non era stata scartata?
      - Scritto da: il_guru
      io sapevo che alcuni anni fa era stata
      scartata come tecnologia perchè non
      andava molto bene... qualcuno ne sa qualcosa
      di più ?teoricamente non è difficile, il problema sono semmai contatori e centrali di smistamento, che devono essere ammodernate per non "tagliare" la frequenza di trasmissione (sono fatti per far passare i 50 Hz...) Inoltre c'è il problema della schermatura: se un cavo deve far passare solo elettricità può passare "ovunque" se deve portare dati è un pò più delicato..CiaoPs mi scuso se non sono preciso, ma a quest'ora non connetto molto...
  • Anonimo scrive:
    grazie
    Io sono e saro'???? tra quel 15%?Sinceramente sto' incominciando ad averne le palle piene di non poter disporre neanche di soluzioni alternative all'ADSL e della discriminazione tecnologiac a cui sono ingiustamente sottoposto!
    • Anonimo scrive:
      Re: grazie
      Consolati non sei solo..........E' veramente uno schifo e siamo al limite della sopportazione.....Doveva arrivare l'ESTONIA a dare una lezione di civiltà alla civilissima Europa......In Estonia è stata promulgata una legge che pone tra i DIRITTI UMANI avere una connessione internet a banda larga.....
    • Anonimo scrive:
      Re: grazie
      Per quel che ho capito mi sembra una storia piuttosto simile a quella delle varie DSL asimmetriche e non. Passano tutte, come il modem, da un filo di rame, vero. Solo che il modem e` autosufficiente, mentre per DSL e powerline servono delle installazioni da parte del provider della connettivita`. E se il provider non vede "compatibilita` economica" nella zona da coprire, ho paura che chi non deve essero finira` non coperto ne` da ADSL ne` da powerline. Se c'e` qualcosa che ho tralasciato, ditelo... mi darebbe una speranza, in effetti, anche se riposta in un futuro non immediato. Io infatti sono fra quelli non coperti, anche se l'area coperta da ADSL arriva a circa 3 chilometri da casa mia. Bello, vero? Mah... ci spero poco in questo powerline.Comunque, io non ho grosse necessita` di upload/download. Il software che mando in upload o spedisco via posta e` compatto (sono abbastanza maniaco per l'ottimizzazione), e per il resto piu` che altro esploro pagine web, non m'interessa scaricare roba multimediale. Nell'ambito del software ho la tendenza a non degnare di attenzione qualsiasi cosa sia piu` grossa di 10 megabyte compressi, quindi in genere il modem mi sta ancora bene. Pero' c'e` una cosa che mi sembra in crisi anche nelle ADSL... la "prontezza di riflessi", il ping delay insomma. Quello, mi piacerebbe averlo molto piu` basso, insieme a una riduzione degli episodi di lag. Sapete di qualche provider (via modem) che e` particolarmente attento a queste cose?
      • avvelenato scrive:
        Re: grazie
        - Scritto da: Alex¸tg
        Per quel che ho capito mi sembra una storia
        piuttosto simile a quella delle varie DSL
        asimmetriche e non. Passano tutte, come il
        modem, da un filo di rame, vero. Solo che il
        modem e` autosufficiente, mentre per DSL e
        powerline servono delle installazioni da
        parte del provider della connettivita`. E se
        il provider non vede "compatibilita`
        economica" nella zona da coprire, ho paura
        che chi non deve essero finira` non coperto
        ne` da ADSL ne` da powerline.sai cosa ci vorrebbe? la possibilità di tariffare diversamente le zone.non si può imporre alle compagnie di far beneficienza, chiaramente, devono rientrare nelle spese.però se l'adsl in posti più remoti costasse di più (magari in cambio di più banda), forse si riuscirebbe a mettercela.magari (ma qui sogno) la differenza di prezzo potrebbe esssere detratta fiscalmente, per incentivare...cosa ne pensate?
  • Anonimo scrive:
    e la sicurezza?
    Dite un po' come funziona in quanto a sicurezza sta powerline?Attacco un sniffer alla mia presa di corrente e sniffo tutto il traffico della cella?Il vicino può decidere di aprirmi il frigo?Io posso decidere di introdurre disturbi?Necessito di un filtro sul contatore e modem elettrico a monte (cioè un firewall elettrico) per evitare sniffing della rete elettrica dell'abitazione?Grazie.
    • Anonimo scrive:
      Re: e la sicurezza?
      Il contatore fa da firewall, a quanto dicono i fornitori del Powerline, quindi il vicino non può fare sniffing. Il Powerline pare sia molto più sicuro del Wi-Fi.Alessandro Longo
      • Anonimo scrive:
        Re: e la sicurezza?
        - Scritto da: Anonimo
        Il contatore fa da firewall, a quanto dicono
        i fornitori del Powerline, quindi il vicino
        non può fare sniffing.
        Il Powerline pare sia molto più
        sicuro del Wi-Fi.
        Alessandro LongoCome fa il contatore a fare da firewall dal momento che tutte le abitazioni limitrofe sono collegate ad una "dorsale" unica?Il segnale viaggia su tale dorsale e deve raggiungere tutte le abitazioni per poter essere poi interpretato dalla scheda di interfaccia alla rete.C'è da dire che se le interfacce speciali di connessione non prevedono una modalità di funzionamento "promiscua" i pachetti potrebbero essere filtrati a quel livello (un po' come avviene con una scheda di rete, che scarta i pacchetti che hanno un MAC address diverso da quello proprio).Per poter funzionare uno sniffer dovrebbe bypassare questo filtro e catturare tutti i pacchetti.PS: su una rete ethernet uno sniffer funziona perchè la scheda di rete permette la modalità di funzionamento promiscua e quindi di catturare tutti i pacchetti, anche quelli non destinati allo Host sulla quale si trova.
  • Anonimo scrive:
    Interessante
    Io sono di Brescia e sono veramente MOLTO interessato a 2,5 mbps per 30 euro al mese. Si sa niente riguardo al ping?
    • Anonimo scrive:
      Re: Interessante
      il ping? sarà fulminante...
    • Anonimo scrive:
      Re: Interessante
      Ma nell'articolo è stato detto ke anke a Brescia è stato sperimentato ... qualcuno sa dove?Cmq i 2.5Mbps non sono per un unico utente finale ... andranno divisi tra tutti gli utenti ke si collegheranno a quella cabina ...
    • Anonimo scrive:
      Re: Interessante
      - Scritto da: Anonimo
      Io sono di Brescia e sono veramente MOLTO
      interessato a 2,5 mbps per 30 euro al mese.
      Si sa niente riguardo al ping?parlando seriamente ... ... a mio avviso il ping non dovrebbe essere peggiore di quello di una connessione via modem tradizionale.Il ping dipende dai router che i pacchetti devono attraversare, non dalla tipologia di connessione a livello fisico.
  • Anonimo scrive:
    Speruma!!!!
    Speriamo...................
Chiudi i commenti