Download/ Dimmi che file e ti dirò chi sei

Piccoli e grossi, se non ci fossero bisognerebbe inventarli. Tritati o cifrati sempre file sono











a cura di Luca Schiavoni

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Per libero spam.....
    Celia K.KlemonsKim HornerKristin ThurmanLester AlexanderOdis Tomlinson (per il suo "The Penis Enlargment Patch")Wyatt McCollum Ringraziano!:Dsono sarcastico!Spero questi tizi ed altri che si celano sotto email fasulle vengano a loro volta travolti da migliaia di centinaia di email spazzatura!Il Cyber-Inferno in poche parole!
  • Anonimo scrive:
    W McLink
    Ormai non mi connetto più in analogico se non in rari casi e rigorosamente con McLink (l'ADSL è una questione a parte, purtroppo loro non mi liberavano da Telecom), pago il canone annuale solo per conservare la mia prima mailbox in assoluto (ormai giunta al suo 5° o 6° anno di vita) e i servizi aggiuntivi. Con questa intervista si mette in evidenza ancora una volta la competenza tecnica e l'attenzione verso i clienti della storica McLink. Mitici ragazzi, continuate così :-)Ant.
  • ElfQrin scrive:
    Suggerisco Magic Mail Monitor
    Magic Mail Monitor 3 è un eccellente e-mail notifier per Windows che utilizza pochissime risorse di sistema ed è pure gratuito ed open source (GPL).Dalla versione 3 supporta anche i filtri che consentono di eliminare lo spam e le e-mail indesiderate direttamente dal server (anche se i filtri sono limitati all'header della mail, non al corpo). E' possibile anche vedere una preview della e-mail scaricando i primi N kbytes e che verranno visualizzati sul notepad.La prossima release dovrebbe consentire anche di filtrare nomi con caratteri "spuri" in mezzo, tipo "Vic*din", o "V.i.c.o.d.i.n." (vedi http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=485709 ).Potete scaricarlo dahttp://mmm3.sourceforge.net/
    • Anonimo scrive:
      Re: Suggerisco Magic Mail Monitor
      Grazie, io avevo il vecchio link fermo alla 2.92. Uso MMM da un bel po' e trovo che sia insostituibile. Controllare le mail e lo spam è facilissimo con questo programma.
  • Anonimo scrive:
    Ma qualcuno ha letto l'intervista?
    MC-link identifica lo spam, ma non lo cancella. Permette pero' di risparmiare banda scaricando solo la posta che non e' stata identificata come spam, e quindi e' come avere spamassassin lato server, non solo via webmail come alludeva l'altro intervento.A differenza di altri provider il filtro di MC-link funziona molto bene, passa pochissimo spam (e io ne ricevo tantissimo), ma nessun falso positivo.
  • Anonimo scrive:
    Vogliamo Spamassassin sui server
    Peccato che tutti i provider utilizzano filtri solo via web, mentre per chi consulta la posta via pop3 si becca tutti gli spam.L'ideale sarebbe usare spamassassin sui server. Spamassassin non sbaglia mai e quindi il pericolo di non ricevere posta utile è praticamente nullo!
    • Anonimo scrive:
      Re: Vogliamo Spamassassin sui server
      - Scritto da: Anonimo
      Peccato che tutti i provider utilizzano
      filtri solo via web, mentre per chi consulta
      la posta via pop3 si becca tutti gli spam.
      L'ideale sarebbe usare spamassassin sui
      server. Spamassassin non sbaglia mai e
      quindi il pericolo di non ricevere posta
      utile è praticamente nullo!ci sono molti che lo offrono...basta pagare.Tu sei disposto a pagare?
      • Anonimo scrive:
        Re: Vogliamo Spamassassin sui server

        ci sono molti che lo offrono...basta pagare.
        Tu sei disposto a pagare?filtrare le email direttamente dal server utilizzando spamassassin non è un servizio a valore aggiunto, perchè chi ne trarrà vantaggio saranno anche i provider che così avranno un netto traffico di rete, dovuto a spam, in meno. Spamassassin è un progetto open source e veramente funzionante, quindi perchè non usarlo anche sui server.
  • Anonimo scrive:
    Parola di utente
    Sono un utente SODDISFATTISSIMO di mclink dal lontano 1996 e come tale vorrei esprimere anch'io la mia opinione in merito: e' vero che i servizi di MC sono stati sempre a pagameno facendo storcere il naso a piu' di un mio collega (o amico) che all'epoca del FREE mi schernivano prendendomi quasi per fesso solo perche' continuavo a pagare circa 200.000 vecchie lire all'anno; ma a loro dicevo (e qui voglio ribadirlo) che i servizi offerti sono ancora oggi TRA I MIGLIORI disponibili su internet anche per una clientela non-business basti pensare che:- da SETTE anni che ho il contratto con loro NON HO AVUTO MAI UNA mail di spam;- dallo stesso periodo ho avuto UNA SOLA VOLTA un mail-virus (lirva) quest'estate proveniente, forse da qualche mio amichetto "FREE";- non ho quasi mai trovato la linea occupata neanche quando in pieno boom di internet i miei amici-colleghi si lamentavano per le ore passate nel tentativo di trovare una connessione ; - anche la qualita' di connessione (leggi larghezza di banda) e' SEMPRE STATA AL MASSIMO LIVELLO POSSIBILE, come del resto e' anche riportato nell'articolo.Come non parlare, poi, dei forum interni (easyforum) che proprio per essere interni sono composti per lo piu' da tecnici motivati a dare informazioni SERIE ED ATTENDIBILI e che a detta di un mio amico ed abbonato sono ancora oggi UN PUNTO DI RIFERIMENTO per tutti coloro che necessitano di soluzioni professionali ai problemi del lavoro quotidiano (specialmente nel settore informatico e tlc).Certo, anche loro, poi hanno i loro LATI OSCURI come ad esempio l'interfaccia del sito che e' forse un po' troppo spartana e comunque non aggiornata ai canoni informativi dei moderni portali; poi anche il costo degli ultimi servizi che hanno messo in piedi non mi sembra proprio alla portata di tutti!Sostanzialmente, quindi, (per finire) mclink si fa si pagare, ma in cambio ti offre ampie garanzie di qualita, sicurezza e soprattutto serenita' nell'utilizzo quotidiano Saluti e complimenti anche a P.I per la tempestivita' e profondita' dell'informazione fornita.
    • Anonimo scrive:
      Re: Parola di utente
      Scusa Anonimo, ma questo (riportato qui sotto) è un post autentico o è un redazionale?- Scritto da: Anonimo
      Sono un utente SODDISFATTISSIMO di mclink
      dal lontano 1996 e come tale vorrei
      esprimere anch'io la mia opinione in merito:
      e' vero che i servizi di MC sono stati
      sempre a pagameno facendo storcere il naso a
      piu' di un mio collega (o amico) che
      all'epoca del FREE mi schernivano
      prendendomi quasi per fesso solo perche'
      continuavo a pagare circa 200.000 vecchie
      lire all'anno; ma a loro dicevo (e qui
      voglio ribadirlo) che i servizi offerti sono
      ancora oggi TRA I MIGLIORI disponibili su
      internet anche per una clientela
      non-business basti pensare che:

      - da SETTE anni che ho il contratto con loro
      NON HO AVUTO MAI UNA mail di spam;

      - dallo stesso periodo ho avuto UNA SOLA
      VOLTA un mail-virus (lirva) quest'estate
      proveniente, forse da qualche mio amichetto
      "FREE";

      - non ho quasi mai trovato la linea occupata
      neanche quando in pieno boom di internet i
      miei amici-colleghi si lamentavano per le
      ore passate nel tentativo di trovare una
      connessione ;

      - anche la qualita' di connessione (leggi
      larghezza di banda) e' SEMPRE STATA AL
      MASSIMO LIVELLO POSSIBILE, come del resto e'
      anche riportato nell'articolo.

      Come non parlare, poi, dei forum interni
      (easyforum) che proprio per essere interni
      sono composti per lo piu' da tecnici
      motivati a dare informazioni SERIE ED
      ATTENDIBILI e che a detta di un mio amico ed
      abbonato sono ancora oggi UN PUNTO DI
      RIFERIMENTO per tutti coloro che necessitano
      di soluzioni professionali ai problemi del
      lavoro quotidiano (specialmente nel settore
      informatico e tlc).

      Certo, anche loro, poi hanno i loro LATI
      OSCURI come ad esempio l'interfaccia del
      sito che e' forse un po' troppo spartana e
      comunque non aggiornata ai canoni
      informativi dei moderni portali; poi anche
      il costo degli ultimi servizi che hanno
      messo in piedi non mi sembra proprio alla
      portata di tutti!

      Sostanzialmente, quindi, (per finire) mclink
      si fa si pagare, ma in cambio ti offre ampie
      garanzie di qualita, sicurezza e soprattutto
      serenita' nell'utilizzo quotidiano

      Saluti e complimenti anche a P.I per la
      tempestivita' e profondita'
      dell'informazione fornita.
      • Anonimo scrive:
        Re: Parola di utente
        Scritto da: Anonimo
        Scusa Anonimo, ma questo (riportato qui
        sotto) è un post autentico o è un
        redazionale?Secondo te? :D :D :D

        ancora oggi TRA I MIGLIORI disponibili su

        internet anche per una clientela

        non-business basti pensare che:



        - da SETTE anni che ho il contratto con
        loro

        NON HO AVUTO MAI UNA mail di spam;Certo avendo il provider dichiarato nell'articolo che non applica sistemi anti-spam, o anti-virus sei davvero fortunato :D

        - dallo stesso periodo ho avuto UNA SOLA

        VOLTA un mail-virus (lirva) quest'estate

        proveniente, forse da qualche mio
        amichetto

        "FREE";Sicuramente da un concorrente, sicuramente :D :D :D Daccordo che ce' anche gente che abbocca ai maghi ma questo e' un insulto all'intelligenza.Ora punto informatico tra le offerte pubblicitarie infila anche il commentino redazionale?Ma va va!! :|
    • Anonimo scrive:
      Re: Parola di utente
      Anch'io sono un utente soddisfattissimo di mclink: ho l'adsl, che pago parecchio di piu' dei vari Alice e Tiscali, ma va enormemente meglio di loro.Il sistema antispam di mclink e' meraviglioso: ho in pratica due server di posta, uno mi da la posta non spam, l'altro mi da tutta la posta spam: cosi' sono io a decidere cosa tenere e cosa buttare (ma ormai cestino automaticamente tutta la posta che arriva dal server spam, perche' ci azzecca sempre).Io che sono iscritto a mailing-list americane ricevevo almeno 50 e-mail di spam al giorno... oggi con questo sistema ne leggo solo 3-4 al giorno (tutte le altre sono cestinate automaticamente).
      • Anonimo scrive:
        Re: Parola di utente
        Anch'io uso l'Adsl di Mclink e mi trovo così bene che a settembre ho rinnovato il contratto. Di spam poi non ne vedo l'ombra mentre sulla casella di Tiscali me ne arrivano a tonnellate.
  • Anonimo scrive:
    Noi filtriamo lo SPAM
    Siamo un provider di servizi Internet, non faccio il nome per non fare pubblicita'.La nostra policy e' totalmente all'opposto di quella indicata nell'articolo, noi applichiamo di default filtri antivirus e antispam decisamente efficaci e lasciamo al Cliente la possibilita' di rimuoverli in tutto o in parte.Abbiamo ad esmpio il dominio di un Cliente che da Gennaio ha ricevuto oltre due milioni di mails indesiderata (SPAM e immondizia varia), il 99,9% di queste mail e' stato filtrato con successo (lo evidenzioamo dall'analisi dei LOGs che facciamo piu' volte al giorno). I providers non possono tirarsi fuori dal problema dello SPAM lasciando la patata bollente agli utenti, che tra l'altro il piu' delle volte non sono nemmeno sufficientemente preparati o informati per affrontare da soli il problema.Questa e' una guerra che tutti dobbiamo combattere se vogliamo vincere.
    • Anonimo scrive:
      Re: Noi filtriamo lo SPAM

      Abbiamo ad esmpio il dominio di un Cliente
      che da Gennaio ha ricevuto oltre due milioni
      di mails indesiderata (SPAM e immondizia
      varia), il 99,9% di queste mail e' stato
      filtrato con successo (lo evidenzioamo
      dall'analisi dei LOGs che facciamo piu'
      volte al giorno).
      Ok cosi' se il cliente perde una mail che aspettava sa gia' a chi scaricare la colpa. :D
      • Anonimo scrive:
        Re: Noi filtriamo lo SPAM
        - Scritto da: Anonimo


        Abbiamo ad esmpio il dominio di un Cliente

        che da Gennaio ha ricevuto oltre due
        milioni

        di mails indesiderata (SPAM e immondizia

        varia), il 99,9% di queste mail e' stato

        filtrato con successo (lo evidenzioamo

        dall'analisi dei LOGs che facciamo piu'

        volte al giorno).



        Ok cosi' se il cliente perde una mail che
        aspettava sa gia' a chi scaricare la colpa.
        :DIl mio provider ha un antivirus su server di posta, attivabile o disattivabile a scelta, io ho un antivirus sul mio pc aggiornato tutti i giorni, ma sono mesi che non ricevo segnalazioni di virus, e mi pare che da gennaio ne sia passato solo uno, nonostante abbia 9 indirizzi di posta attivi e riceva almeno una decina di mail al giorno. sono soddisfatto di ciò. Ma al provider pago solo l'hosting del mio sito la connettività la ho con Telecom e alice, e mi permetto di dire che in 18 mesi ho avuto solo 3 guasti risolti nel giro di poco tempo, usando io alice per lavoro tutto il giorno sono pienemante soddisfatto, anche la velocità è raramente bassa. Per lo spam il mio provider offre la possibilità di attivare un filtro sul server, configurandolo come si desidera, parole frasi indirizzi o altro. personalmente non lo uso, anche perchè mail commerciali potrebbero essermi utili essendo io una azienda. Poi ho due indirizzi di tiscali che scarico su outlook express e non su outlook di office,ma anche li virus sono mesi che non ne vedo. Eppure ricevo mail tutti i giorni e un po' di spam uno o due messaggi al giorno. Forse tiscali potrebbe fare di più ma ammetto che non pago per cui.....
    • Anonimo scrive:
      Re: Noi filtriamo lo SPAM
      Brrrrr! Mi sembra di sentire il CEO di Aol.com, con la sua "splendida" blacklist, che blocca lo spam grazie al fatto che blocca anche server che non lo fanno. Voi uccidete tutti, il buon Dio riconoscerà i suoi!!!!!
  • Mijato scrive:
    E se qualcuno lo legge?
    Lo spam è fatto per essere letto.E' opinabile il modo indifferenziato con cui viene distribuito ma è ovvio che non avesse un ritorno non ce ne sarebbe più in giro.E invece aumenta.Questo è un segno che - sebbene alla maggioranza non freghi nulla - c'è chi crede, legge o compra le pilloline magiche, chi frequenta i siti porno e vuole conoscerne sempre di nuovi, chi vuole programmi craccati e si fida a comprarli dagli spammer, chi vuole il decodificatore per il cavo etc etc etc Dunque io - come provider - devo lasciare la libertà all'utente di volere o meno quella posta sul proprio client, perchè sarebbe un abuso cancellarla di default essendoci evidentemente persone a cui interessa e non essendo in grado di decidere se e cosa interesserà al mio cliente.Qualcuno potrebbe dissentire che - ad esempio - se do il consenso esplicito al provider di cancellarmi lo spam a sfondo sessuale, la cosa si potrebbe fare.Però il provider a questo punto dovrebbe fare anche un controllo "di merito" e quindi leggersi tutta la posta che mi arriva per sapere se in un messaggio contenente una jpg da 100k c'è la pubblicità di un sito porno o un progetto edile scannerizzato che stavo aspettando.Dunque la scelta di cancellare o leggere lo spam - a mio modesto parere - deve essere personale e se il fenomeno da fastidio impariamo a configurare i nostri client efficacemente, aggiungendo regole su regole o compriamoci qualche programma che lo fa per noi.Ma non rimbalziamo la palla sul provider perchè non abbiamo voglia o tempo per imparare a configurare il nostro client o ci secca premere 18 volte a sessione il tasto delete.Il fenomeno va combattuto A MONTE, ossia impedendo la diffusione massiva di e-mail non sollecitate, imponendo l'OPT-IN anzichè l'OPT-OUT dalle mailing list (ossia dare il consenso per ricevere la posta e non per smettere di riceverla!) e dando pene severe a chi viola la privacy altrui e costruirsi database SOLO di persone interessate.
  • Anonimo scrive:
    Non si può filtrare lo spam
    Un provider non può filtrare lo spam.Sarebbe come monitorare la posta dei clienti e scartare email anche importanti (non esiste un sistema antispam o antivirus sicuro al 100% che possa garantire al cliente di non scartare email importanti).Per lo spam e i virus esistono dei programmi anche gratuiti molto semplici da gestire che il cliente può usare e gestirsi da solo.Inoltre ci sono delle buone regole per evitare virus e spam.miki
    • Anonimo scrive:
      Re: Non si può filtrare lo spam
      si pero quantomeno puo mettermi in una cartella spam , tutte le mail che contengono la parola "penis" ad esempio se permetti
      • Anonimo scrive:
        Re: Non si può filtrare lo spam
        E se tu fossi un urologo che parla coi suoi colleghi esteri?Ti costa tanto farti una regola di posta elettronica sul tuo client?Come fa il provider a sapere chi sei e che posta ti interessa?Io faccio il tecnico informatico di assistenza e - a giudicare da quante cose trovo sui computer dei clienti con un semplice giro di Spybot e Ad-Aware molti LEGGONO e APRONO lo spam, specialmente quello porno, e non per errore. Ovviamente, mi guardo dal rinfacciarglielo, io ripulisco e basta.
        • Anonimo scrive:
          Re: Non si può filtrare lo spam
          - Scritto da: Anonimo
          Ti costa tanto farti una regola di posta
          elettronica sul tuo client?Sì, costa tanto, e dimostra la tua inespertizia, se mi consenti di dirlo, perché quella della "regola di posta elettronica" non è altri che un falso mito. :-(Lo dico per prova diretta: sommerso dalle email che mi offrono il "Vicodin" ho creato una apposita regola di posta elettronica. Funziona, lo spam è diminuito, ma non mi ferma le email che sponsorizzano "Vic*din", o "V.i.c.o.d.i.n." o altra combinazione simile.Dovrei forse aggiungere tutte le possibili combinazioni alla regola? Quante più volte devo rimettervi mano, tanto più tempo non dedico ad altre cose, tanto più questo metodo mi costa.
          Io faccio il tecnico informatico di
          assistenza e - a giudicare da quante cose
          trovo sui computer dei clienti con un
          semplice giro di Spybot e Ad-Aware molti
          LEGGONO e APRONO lo spam, specialmente
          quello porno, e non per errore. Ovviamente,
          mi guardo dal rinfacciarglielo, io ripulisco
          e basta.Non sapevo che Spybot o Ad-Aware permettessero il viaggio nel tempo ;-) Scusa l'ironia, ma come fanno quei due programmi a dirti che i tuoi utenti hanno LETTO lo spam e non l'han fatto per errore? I software "estranei" vengono scaricati automaticamente da Outlook non appena l'email viene aperta, cosa che accade anche semplicemente cliccandoci sopra per poterla cancellare. :-)Indubbiamente ci saranno utenti che leggono con cura le email pornografiche, ma la tua analisi mi sembra un po' poco accurata.Inoltre, per tornare al vero argomento, ovvero la possibilità o meno di filtrare spam, come è già stato detto in questi forum qualche settimana fa, il metodo per diminuire drasticamente lo spam c'è ed è piuttosto semplice. Da quanto ricordo (ma non avendo dati precisi e non ricordando dove fosse il post non posso confermare) dovrebbe essere oggetto di "norma standard".La procedura era relativamente semplice ed i passi di cui era composta erano, all'incirca:- verifica che il mittente dichiarato (ed il dominio) esistano- verifica che chi ti stia inviando l'email sia un server veroE tutto questo è fattibile. :)Ciao
          • Anonimo scrive:
            Re: Non si può filtrare lo spam

            Sì, costa tanto, e dimostra la tua
            inespertizia, se mi consenti di dirlo,
            perché quella della "regola di posta
            elettronica" non è altri che un falso mito.
            :-(Beh, inespertizia (meglio imperizia) ... io ci andrei piano con queste affermazioni gratuite... ;-)E' ovvio che non può esserci un metodo infallibile e che - in evoluzione - anche lo spam si adegua per superare i filtri, soprattutto quelli dei server. Anzi, inesperto secondo me è colui che crede che ci possa essere un metodo definitivo :-)Però alcune buone regole possono aiutarti a sfoltire la massa (e ti assicuro che a me, su 20/25 caselle di posta che devo controllare, molte delle quali pubblicate sul web, ne arriva TANTO , circa 400 mex al dì).Ad esempio, chi ti chiamerebbe mai per indirizzo di posta o parte di esso, nell'oggetto della mail?Quindi - ad esempio - tutte quelle che iniziano con gs@pippo.com .... oppure solo con gs, (se non è il tuo nome per intero) le puoi dirottare.
            Lo dico per prova diretta: sommerso dalle
            email che mi offrono il "Vicodin" ho creato
            una apposita regola di posta elettronica.
            Funziona, lo spam è diminuito,Accontentati :-)
            forse aggiungere tutte le possibili
            combinazioni alla regola? E' tempo perso.
            Indubbiamente ci saranno utenti che leggono
            con cura le email pornografiche, ma la tua
            analisi mi sembra un po' poco accurata.No, è solo statistica, carissimo. So vedere anche chi le apre per errore, dipende, appunto, dalla quantità di malware e spyware che trovo. Poi, ovviamente, consiglio sempre a tutti di non aprire mail per errore e tutti i client che setto io hanno restrizioni all'esecuzione di controlli activex ed altro.
            Inoltre, per tornare al vero argomento,
            ovvero la possibilità o meno di filtrare
            spam, come è già stato detto in questi forum
            qualche settimana fa, il metodo per
            diminuire drasticamente lo spam c'è ed è
            piuttosto semplice.(...)
            La procedura era relativamente semplice ed i
            passi di cui era composta erano,
            all'incirca:
            - verifica che il mittente dichiarato (ed il
            dominio) esistano
            - verifica che chi ti stia inviando l'email
            sia un server vero
            E tutto questo è fattibile. :)Scusami, e poi dai dell'inesperto e dell'inaccurato a me? :-)Guarda che moltissimo spam arriva da server veri e relay aperti (apposta) che da mittenti anonimi e fake server, proprio perchè molti server posta hanno implementato il controllo di cui sopra.Ciao :-)
  • giuani scrive:
    servizi a pagamento
    Potrebbe essere sufficiente per un ISP adottare un filtro antispamming, risparmiando in tale maniera traffico su banda. Il rischio però è che si filtrino anche messaggi che possono interessare; non leggere più la mail, come proposto da un frequentatore del forum è una soluzione drastica, non applicabile alle caselle professionali aziendali. (info, ecc..)Mi risulta cmq che i grandi supereva e hotmail il filtro lo facciano pagare a pochi euro e mi pare che funzioni...Vogliamo il servizio?....
    • Anonimo scrive:
      Re: servizi a pagamento
      - Scritto da: giuani
      Potrebbe essere sufficiente per un ISP
      adottare un filtro antispamming,
      risparmiando in tale maniera traffico su
      banda. Per risparmiare banda il filtraggio deve avvenire fuori dalla rete del provider, altrimenti, anche se viene cancellato, lo spam è già arrivato.Il rischio però è che si filtrino
      anche messaggi che possono interessare; non
      leggere più la mail, come proposto da un
      frequentatore del forum è una soluzione
      drastica, non applicabile alle caselle
      professionali aziendali. (info, ecc..)La soluzione che abbiamo adottato come ISP è di non cancellare nulla, ma modificare l'oggetto del messaggio aggiungendo ***SPAM*** all'inizio. Il cliente crea un filtro sul proprio client per mettere da parte i messaggi "marcati" e ogni tanto li controlla.
      • Mijato scrive:
        Re: servizi a pagamento

        La soluzione che abbiamo adottato come ISP è
        di non cancellare nulla, ma modificare
        l'oggetto del messaggio aggiungendo
        ***SPAM*** all'inizio. Concordo con la vostra scelta ma - o siete infallibili o era meglio scrivere POSSIBILE SPAM (oppure PS) :-)
    • Anonimo scrive:
      Re: servizi a pagamento
      - Scritto da: giuani
      Potrebbe essere sufficiente per un ISP
      adottare un filtro antispamming,
      risparmiando in tale maniera traffico su
      banda. Il rischio però è che si filtrino
      anche messaggi che possono interessare; non
      leggere più la mail, come proposto da un
      frequentatore del forum è una soluzione
      drastica, non applicabile alle caselle
      professionali aziendali. (info, ecc..)
      Mi risulta cmq che i grandi supereva e
      hotmail il filtro lo facciano pagare a pochi
      euro e mi pare che funzioni...
      Vogliamo il servizio?....Esatto e' quanto e' successo ad una mia collega che per sfuggire all'assalto del porno-spam propinatole a dosi industriali sulla sua mail ha avuto la ventura di iscriversi ad un "providerino" di ispirazione dichiaratamente cattolica (credo si chiami Davide, ma non ne sono sicuro) e che proprio per tale filosofia applica altrettanto esplicitamente una serie di pesantissimi filtri contro tutto cio' che possa anche solo AVERE IL SENTORE di porno, violenza o chessa' che altro.Il risultato finale, pero' e che qualsiasi cosa gli mando (specialmente se si tratta di immagini o musiaca) mi viene sistematicamente rispedito indietro come se la sua mail non esistesse.Morale della favola: la suddetta collega, dopo alcuni mesi HA DOVUTO giocoforza sottoscrivere una altro abbonamento ad un ulteriore provider diciamo ...un po piu' standard!
    • Salvatopo scrive:
      Re: servizi a pagamento
      - Scritto da: giuani
      Mi risulta cmq che i grandi supereva e
      hotmail il filtro lo facciano pagare a pochi
      euro e mi pare che funzioni...
      Vogliamo il servizio?....Ma questa è una totale aberrazione del mondo !Io, di solito, se voglio una cosa la chiedo e se non è gratuita la pago. Quì no: NON chiedo lo spam, NON lo voglio e devo pagare per non averlo ?!?!?!?!!?
      • Anonimo scrive:
        Re: servizi a pagamento
        Perché, secondo te è il provider che ti manda lo spam? E per quale strano motivo dovrebbe essere lui a sobbarcarsi i costi necessari a bloccare lo spam che ti arriva perché non sei stato abbastanza furbo da evitare di registrarti con il tuo vero indirizzo e-mail? Ma roba da matti!E' proprio vero che l'italiano medio vuole tutto e gratis, sennò si lamenta!!!!
  • Anonimo scrive:
    Filtrare virus e spam
    Francamente non condivido l'opinione che filtrare lo spam e i virus rappresenti un "costo". Certo lo è se allo stesso modo intendiamo come costo una bella vetrina o le commesse/i all'interno di un negozio: attirano più clienti.E' un costo che può portare dei guadagni all'impresa.Per quanto riguarda i contenuti, senza allargare troppo l'argomento, credo che un ISP sia l'entità più qualificata per intervenire, nei limiti del possibile e dell'opportuno, filtrando i messaggi evidentemente non graditi ai suoi utenti. Questo per almeno tre regioni:1) perché ridurrebbe il traffico "inutile" sulla rete2) per capacità tecniche3) per ragioni di economia di scalaE' un'opinione.Da parte dell'utente c'e' un interesse nel difendersi da virus e posta indesiderata. Da parte del provider non deve esserci l'interesse contrario.Francesco Benini
    • Sirswatch scrive:
      Re: Filtrare virus e spam
      Hai idea del consumi di CPU sul mail server per filtrare virus e spam ?Perchè gli ISP devono dare tutto gratis scusa ?Quando vai al supermercato perchè non ti danno un etto di prosciutto gratis assieme alla pubblicità del fustino di detersivo ?Sono d'accordo con te che in parte l'ISP risparmia banda (quella usata dall'utente per eventualmente scaricarsi il messaggio spam)
      • Anonimo scrive:
        Re: Filtrare virus e spam
        - Scritto da: Sirswatch
        Hai idea del consumi di CPU sul mail server
        per filtrare virus e spam ?Meglio una cpu un po impegnata , che tutta la sottorete incasinata e saturata per colpa di un worm .
        Perchè gli ISP devono dare tutto gratis
        scusa ?In questo caso l'ISP trarebbe enormi vantaggi da una sottorete piu sicura , e poi si sa , le persone usano i servizi la dove li possono usare con efficacia, onestamente io nn guardo piu le mail dove ho 50 mail di spam al giorno (purtroppo) .
        Quando vai al supermercato perchè non ti
        danno un etto di prosciutto gratis assieme
        alla pubblicità del fustino di detersivo ?X' cosi nn sarebbe un mercato sarebbe un magazzino!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Leggetemeglio ragazzi!
      Il provider intervistato dice chiaramente che non solo per lui filtrare le mail spammatorie non è un costo ma un VANTAGGIO... poichè dimezzare la posta indesiderata equivale al raddoppio dei server disponibili! Quindi, di conseguenza, i provider che si fanno pagare i servizi antispam guadagnano due volte! .. eppoi nei forum dobbiamo anche sorbirci i soliti ritornelli "ecco, volete sempre tutto gratis", "la qualità si paga" etc etc... Quando gli utenti inizieranno a fare i propri interessi anzichè essere più realisti del re sarà sempre troppo tardi! 8)**************************************************************"PI: MC-link ha soltanto utenti che pagano i servizi che offrite, al contrario di altri fornitori di servizio. Quanto incide il servizio antispam su quel che pagano i vostri clienti?Ml: Negli ultimi due o tre anni abbiamo aggiunto diversi servizi che non facciamo pagare a parte, di fatto il filtro per l'utente non rappresenta un costo aggiuntivo, così come non viene fatta pagare la ricezione di fax in mailbox e altro ancora.PI: Però per MC-link dover gestire lo spam è un costo...Ml: Per noi l'effetto collaterale, per così dire, è il raddoppio dei server di posta che gestiscono il traffico.
    • Anonimo scrive:
      Re: Filtrare virus e spam

      Questo per almeno tre regioni:
      1) perché ridurrebbe il traffico "inutile"
      sulla reteSolitamente generato dalle mail in uscita, soprattutto virus,
      2) per capacità tecniche??Ogni nuovo servizio va mantenuto e costa, non tanto dal punto di vista tecnico ma dal punto di vista assistenza utonti.
      3) per ragioni di economia di scalaNo, se il provider guadagna anche sui tempi di connessione degli utenti, piu' questi rimangono in line, anche per scaricare spam, e megio e'.
      E' un'opinione.
      Da parte dell'utente c'e' un interesse nel
      difendersi da virus e posta indesiderata. Esatto e' l'utente che deve attivarsi e settare autonomamente i propri filtri soprattuto per evitare assurde controversie con il provider accusato di "censurare le email" :s
      parte del provider non deve esserci
      l'interesse contrario.Mai provato a lavorare in un call center per qualche ora? e sentire l'incredibile dose arroganza e di ca..ate pronunciate con estrema convinzione da pseudo tecnici che solitamente affiancano inermi utonti alle prese con il pc?Devo dire che molti dimostrano disponibilita' e cortesia ed i problemi si risolvono, in quanto il piu' delle volte sono banalita' riguardanti il modem spento o il dialer che ha fatto saltare la connessione, ma quando vi beccate lo pseudo tecnico smanettone arrogante allora non ce' verso che si convinca che 1+1=2 forse per non ammettere di essere un pirla davanti al suo sfortunato assistito :| :|
      Francesco Benini
    • Anonimo scrive:
      Re: Filtrare virus e spam
      :o Io ho una casella di posta su un sito tedesco che filtra le spam in due cartegorie: sconosciuta [Unbekannt] e indesiderata [Unerwünscht] (ci azzecca anche se scritte in italiano!!) e per il momento GRATIS.Mi manda una mail indicandomi quante sono (p.es: Sie haben keine ungelesenen Nachrichten in Ihrem Unbekannt Ordner.Diese Nachrichten werden nicht gelöscht.Sie haben 1 ungelesene Nachricht in Ihrem Unerwünscht Ordner.Diese Nachrichten werden 7 Tage nach Erhalt gelöscht.)A me la scelta.
Chiudi i commenti