Download/ Giochi alla sorgente (2)

Prosegue il viaggio nell'archivio di PI, tra i programmi OpenSource ospitati da SourceForge.net: e questa volta ci si diverte!











Il viaggio tra i gioielli di SourceForge continua qui con la prima parte di questo articolo

a cura di Luca Schiavoni

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Re: se non hai niente da nascondere? tra
    - Scritto da: Anonimo

    Come avevo scritto in un post precedente

    ammiro sinceramente la fede di Davide
    nella

    democrazia, ma lo trovo un po' acritico.

    Forse no, idealista è la parola

    più giusta.

    Ma lo siamo tutti in fondo... chi da una
    parte chi dall'altra... è giusto che
    sia così in quadro complessivo di
    dialogo...
    Si, su questo ti do ragione


    Forse accanto ai libri di filosofia
    dovresti

    leggere anche quelli di storia, caro
    Davide.

    Ne sono forse un po' carente prima degli
    anni '10 ... ;)
    2010?:pBattutina :-)

    è sicuramente bello ed utile

    discutere dei "massimi sistemi" ma se
    poi

    non si riescono a ricondurre ai termini

    pratici, per conto mio è solo uno

    sterile esercizio.

    Non è esatto... la filosofia aiuta ad
    avere un modo di pensare che va al di la di
    un rimando storico o statistico... ed
    è questo che alla fine fa la
    differenza a mio parere...
    Ribadisco la mia posizione, se non si riesce a far aderire l'idea alla realtà rimane solo un bel concetto.Purtroppo le idee non vivono di vita propria, ma necessitano dell'opera di chi crede in loro.Con questo non voglio sminuire l'importanza del pensiero o della filosofia, sia chiaro, penso anch'io che alcune risposte le forniscano o che siano il motore di avvenimenti, ma poi devono "scendere" al livello pratico scontrandosi con la fallibilità delle persone, opportunismi, calcoli, soldi, in pratica tutto il miscuglio che crea la storia.Se così non fosse non avremmo neanche bisogno della democrazia, vivremmo tutti felici in un mondo senza leggi ne forme di governo dato che essendo così maturi da sapere quando la nostra rispettiva libertà, i nostri rispettivi diritti collidono con quelli altrui e sapendoci limitare da soli sarebbero perfettamente inutili.Purtroppo non è questo mondo.


    A me il concetto di
    "Pericolosità di

    una persona" è estraneo, o
    meglio mi

    è estraneo il concetto di
    "Presunta

    pericolosità di una persona", da

    quanto scrivi invece mi pare radicato
    in te,

    strenuo difensore della Democrazia.

    Purtroppo non è bello ma qualcuno lo
    deve fare... la difesa di un sistema si basa
    su questo...




    Giudichiamo le persone dalle loro
    azioni,

    non dalla nostra presunzione del loro

    operato.

    Si... ma non mi sembra di averlo messo in
    discussione...
    No, non è per niente bello e si, lo hai messo in discussione, in modo sibillino, ma lo metti in discussione.Accettando un metodo che controlla tutto e tutti (o che cmq ci prova) in pratica lo metti in discussione.Accetti il principio "tutti sono colpevoli fino a prova contraria" che è l'anticamera del "giudichiamo le persone sulla base di quello che pensiamo possano compiere".Che poi sia effettivamente possibile realizzare un metodo simile, o che una volta realizzato sia realmente utilizzato in modo distorto, non lo so, posso tranquillamente abbracciare la tua tesi, ma il problema per me è che si sta cercando di realizzarlo, che esiste una possibilità che le peggiori "previsioni" si avverino.



    Ed è l'informazione che rende

    possibile conoscere ciò che
    importa

    scegliere.


    Tutta l'informazione però... da ogni
    parte venga... ;)


    Davide.Certamente.Da un tuo precedente post avevo ricevuto un'impressione diversa, per questo avevo postato la citazione.Sono felice d'essermi sbagliato.Ciao
  • Anonimo scrive:
    Re: se non hai niente da nascondere? tra

    Ma come mai hai risposto tu (Davide) ?
    Io stavo risponedndo a un post che non aveva
    la tua firma.
    Boh,ormai non si capisce più nulla...Nessuno si firma a causa della "privacy"... ;) e poi non si capisce...Scusa comunque...Davide.
  • Anonimo scrive:
    Re: se non hai niente da nascondere? tra

    come dici più avanti la teoria non
    aiuta molto nella vita di tutti i
    giorni.....Però senza non si può fare nulla... si ridurrebbe tutto "sull'evidenza dei fatti": l'argomentazione più manipolabile di qualsiasi altra... fondamentale, ma da trattare con profondo spirito critico (è per questo che "l'inutile" teoria serve) e non con un dibattito su numeri...
    e comunque se per democrazia e
    libertà intendi la possibilità
    di esprimere le tue opinioni e le tue scelte
    liberamente posso anche darti ragione, un
    minimo di libertà, almeno di
    facciata, lo abbiamo ancora..... ma solo
    fino a che fa comodo a qualcuno.A qualcuno fa comodo certamente... ma io, da "ottimista" quale sono, lo vedo solo nella minoranza dei casi... ;)

    Internet si, è la risorsa
    informativa

    per eccellenza... ma, pensandoci bene,
    per

    fattori economici e culturali, dubito si

    metterà mai le mani su una cosa

    così grande e complessa...

    tu dici?? ma se ci stanno provando in tutti
    i modi.... e in parte ci stanno anche
    riuscendo!Ci stanno riuscendo solo in parte... come detto precedentemente i dati si possono raccogliere... ma è l'analisi generalizzata quella che risulta impossibile...Comunque si trovano subito altri metodi per evitare efficacemente questi controlli... un esempio per tutti mute oppure le ricerche e l'applicazione della fisica quantistica alle reti informatiche...
    veramente anche dal lato pratico non vedo
    molti cambiamenti, almeno nella sostanza...
    il buon vecchio "panem et circenses"
    è sempre in voga, i grandi gruppi
    politico-economici sono sempre sulla breccia
    e tendono a controllare sempre di più
    le nostre vite facendo emanare leggi che li
    favoriscono..... cosa è cambiato,
    nella realtà dei fatti dal tempo in
    cui venne scritta quella frase??Vero... la ciclicità storica è un dato appurato... ;)Ma... (vedi dopo)
    ben poco, dico io, se non che forse - e dico
    forse - non possono più metterti in
    galera senza motivo o per oltraggio al
    potere.... ma ne sei poi così sicuro?
    io no....Io si... mi appello sempre al mio "ottimismo" dovuto alla mia esperienza... probabilmente fortunata rispetto ad altre...
    [...]raggiungere un
    temporaneo

    ed intelligente compromesso...

    temporaneo?? forse come la tassa sulla
    benzina per finanziare la campagna di
    abissinia?? ;)
    e tu ti fidi di persone così?? che
    legiferano l'impossibile pur di non far
    decadere un "editto" scritto con parti
    anatomiche difficilmente nominabili e solo
    per non scontentare un cosiddetto
    ministro????
    ma se credi a questi "signori" allora puoi
    credere a tutto e al contrario di tutto.Io non ci credo ciecamente... ma tengo una grande fiducia sul dialogo del "popolo" che tiene in vita certe questioni senza dimenticarsene... e quando queste questioni si sono risolte, fare in modo di rielaborare concetti non più necessari... ;)
    solo perchè giochiamo la stessa
    partita con regole di gioco diverse, noi
    nella "legalità" e loro no...
    vorresti forse che adottassimo le loro
    regole?? considerati i mezzi economici e
    tecnologici della nostra società
    vinceremmo di sicuro, ma a che prezzo.....Beh... i loro stessi mezzi non li useremo mai! Ma per quanto riguarda la privacy, sempre a mio parere, un compromesso si può trovare...
    il terrorismo non prenderà mai il
    sopravvento, sono troppo pochiTu dici? Tu non prendi forse in considerazione il fatto psicologico che questo può comportare...Loro sono relativamente pochi ma invisibili... a maggior ragione la gente ne ha più paura perché potrebbe essere chiunque... e poi non dirmi che se usassero strategie batteriologiche non prenderebbero il sopravvento... il popolo si comporta in maniera irrazionale se ha paura...
    , e poi
    servono solo fino a che possono essere
    controllati come ora... se il popolo ha
    paura, chi lo governa può dormire tra
    due guanciali, sicuro che la sua attenzione
    è sviata dei problemi veri e che
    quand'anche questi problemi venissero alla
    luce ci sarebbe sempre il "terrorista" di
    turno a giustificare tutto, si chiamino BR o
    Islamici.Se hanno troppa paura risulterebbe la fine dell'economia capitalistica! Il contrario di quello che vogliono...
    non
    sono certo un paio di "terroristi" che mi
    preoccupano.... al più possono
    uccidermi, ma più che quello non
    possono farmi.Mi piace questa teoria... purtroppo pochi la pensano così...
    mi preoccupano di più quelli che
    vogliono farmi vivere sedato e "consumante"
    una vita che di libero ha solo quello che mi
    permettono di sentire, dire o vedere, e non
    quello che IO voglio dire, sentire o vedere.Ok... ma non direi che siamo per ora in pericolo come fanno in molti (non tu)... alimentando odio per giunta...
    è stato comunque un piacere discutere
    con te, anche se non potrò mai essere
    d'accordo con le tue idee :)Io invece mi sento abbastanza in linea... sono soddisfatto... ;)Davide.
  • Anonimo scrive:
    Re: Sarà impossibile ribellarsi


    Ma si sa, il popolo

    è sempre scontento perché

    è ipocrita....

    Non sono quello a cui rispondi ma questa
    "chicca" da vero "democratico" me la voglio
    segnare "in agenda"...
    Sarebbe un peccato dimenticarsela! :DForse ipocrita è la parola sbagliata... io lo considererei sempre scontento di quello che ha... o per invidia o per ragioni culturalmente lecite (la minoranza purtroppo) od ancora per necessità...Davide.
  • Anonimo scrive:
    Re: Sarà impossibile ribellarsi




    La rivoluzione non è
    altro

    che un



    modo diverso e più
    ipocrita

    per


    fare



    la guerra... ricordatelo!





    Certo che se lui fa demoagogia

    spicciola tu


    fai storia da due soldi...



    Può sembrare... ma il concetto

    filosoficamente è quello...

    pensaci...

    Illuminami, glorioso erede di socrateAllora ti consiglio di cominciare a leggerla ed a pensarci su qualche mese... 7000 caratteri non bastano... e nemmeno pochi giorni...
    Le rivoluzioni da te citate sono nate a
    causa di un forte disagio generale della
    popolazione che ha trovato sbocco nella
    violenza, vuoi per l'incapacità di
    chi governava di saper cambiare, vuoi
    perché c'erano ideologie che sono
    riuscite ad incanalare questo disagio (e
    questa è una spiegazione estremamente
    semplicistica).Beh... non si può fare a meno di essere semplicistici... l'argomento meriterebbe ovviamente spazi molto più ampi... ;)Comunque un disagio simile, a mio parere, lo vedo in molti anche in questo momento purtroppo... forse senza motivo alcuno... oppure non me ne danno una ragione sufficiente...
    Questo disagio è
    pre-esistente alla ideologia che determina
    la rivoluzione, e a dirla tutta, la sua
    causa va imputato direttamente a chi
    governò (e ai suoi predecessori) in
    tali situazioni. Ma si sa, il popolo
    è sempre scontento perché
    è ipocrita....Si... può essere una spiegazione interessante... e c'è chi ne approfitta di questo disagio per farne quello che vuole purtroppo... e forse la soluzione sarebbe "smussare" questo disagio... o no? ;)Davide.
  • Anonimo scrive:
    Re: Sarà impossibile ribellarsi


    Discutere voglio... discutere...
    è

    così che si arriva a quella
    agognata

    verità che tutti vogliono...

    Tu non sembri proprio volerla (e
    probabilmente non sei neanche in grado di
    accettarla).Io la voglio eccome!Se poi non volete rispondere a dovere non mi resta che farmene un ragione! ;)Davide.
  • Anonimo scrive:
    Re: Sarà impossibile ribellarsi
    - Scritto da: Anonimo
    Discutere voglio... discutere... è
    così che si arriva a quella agognata
    verità che tutti vogliono...Tu non sembri proprio volerla (e probabilmente non sei neanche in grado di accettarla).
  • Anonimo scrive:
    Re: se non hai niente da nascondere? tra
    Ma come mai hai risposto tu (Davide) ? Io stavo risponedndo a un post che non aveva la tua firma.Boh,ormai non si capisce più nulla...S.
  • paperinox scrive:
    Re: se non hai niente da nascondere? tra
    - Scritto da: Anonimo


    Beh... se tu pensi di vivere in un
    paese


    totalitario, amico, sei fuori

    completamente


    dalla realtà...



    sarebbe meglio se non mi mettessi in
    bocca

    parole non dette

    Beh... lo intendi apertamente nei tuoi
    modi... sii più chiaro allora...




    dammi magari qualche nome anche tu,

    così vediamo quali sono per te i
    fini

    intenditori di democrazia.....

    Per iniziare prova a leggere tutti i
    filosofi classici (che non sostengono la
    democrazia nel vero senso della parola, ma
    dà l'idea di come ci siamo
    arrivati)... non farti bastare una frasetta
    ad effetto buttata là da un politico
    che fa politica...
    Democrazia è cosa complessa... ci
    vogliono libri ed esperienza di vita per
    capirla...
    Libertà idem...come dici più avanti la teoria non aiuta molto nella vita di tutti i giorni.....e comunque se per democrazia e libertà intendi la possibilità di esprimere le tue opinioni e le tue scelte liberamente posso anche darti ragione, un minimo di libertà, almeno di facciata, lo abbiamo ancora..... ma solo fino a che fa comodo a qualcuno.


    questa è l'era più
    favorevole

    alla democrazia vera, proprio per la

    possibilità di essere veramente

    informati sulle cose che accadono
    intorno a

    noi e poter decidere meglio che in
    passato.

    Veramente informati? Molti degli altri
    dicono di no...non rispondere solo a metà della frase... c'è anche il pezzo dopo :)


    internet potrebbe rivelarsi lo strumento

    migliore per realizzare tutto questo, ma

    c'è sempre il pericolo che chi

    detiene il potere, con una scusa o con

    l'altra, chiuda le porte su queste

    possibilità.

    Internet si, è la risorsa informativa
    per eccellenza... ma, pensandoci bene, per
    fattori economici e culturali, dubito si
    metterà mai le mani su una cosa
    così grande e complessa...tu dici?? ma se ci stanno provando in tutti i modi.... e in parte ci stanno anche riuscendo!




    "Chi è pronto a
    rinunciare

    alle



    proprie libertà

    fondamentali per



    comprarsi briciole di
    temporanea


    sicurezza



    non merita nè la

    libertà



    nè la sicurezza" -
    Benjamin


    Franklin





    Senti... le cose sono leggermente

    cambiate


    dall'epoca...



    tu dici?? non mi sembra proprio

    Se parli sul lato teorico è ovvio che
    non sono cambiate... ma nel mondo reale lato
    teorico e lato "pratico" sono cose che non
    vanno quasi mai di comune accordo...veramente anche dal lato pratico non vedo molti cambiamenti, almeno nella sostanza... il buon vecchio "panem et circenses" è sempre in voga, i grandi gruppi politico-economici sono sempre sulla breccia e tendono a controllare sempre di più le nostre vite facendo emanare leggi che li favoriscono..... cosa è cambiato, nella realtà dei fatti dal tempo in cui venne scritta quella frase??ben poco, dico io, se non che forse - e dico forse - non possono più metterti in galera senza motivo o per oltraggio al potere.... ma ne sei poi così sicuro? io no....
    E poi qui si tira in ballo tutte le
    libertà fondamentali... ma se le
    stesse sono messe in pericolo da "agenti
    esterni" è necessario, non negare le
    libertà, ma raggiungere un temporaneo
    ed intelligente compromesso...temporaneo?? forse come la tassa sulla benzina per finanziare la campagna di abissinia?? ;)e tu ti fidi di persone così?? che legiferano l'impossibile pur di non far decadere un "editto" scritto con parti anatomiche difficilmente nominabili e solo per non scontentare un cosiddetto ministro????ma se credi a questi "signori" allora puoi credere a tutto e al contrario di tutto.
    Forse si sta prendendo sotto gamba le enormi
    possibilità tattiche del terrorismo
    fornite dalle nostre libertà... solo perchè giochiamo la stessa partita con regole di gioco diverse, noi nella "legalità" e loro no... vorresti forse che adottassimo le loro regole?? considerati i mezzi economici e tecnologici della nostra società vinceremmo di sicuro, ma a che prezzo.....e se
    il terrorismo prende il soppravvento...
    addio libertà fondamentali!... la
    paura le cancella tutte in un solo colpo...il terrorismo non prenderà mai il sopravvento, sono troppo pochi, e poi servono solo fino a che possono essere controllati come ora... se il popolo ha paura, chi lo governa può dormire tra due guanciali, sicuro che la sua attenzione è sviata dei problemi veri e che quand'anche questi problemi venissero alla luce ci sarebbe sempre il "terrorista" di turno a giustificare tutto, si chiamino BR o Islamici.


    sai cosa dicono gli inglesi?? "piano
    piano

    prendi la scimmia" :D

    un pò oggi e un pò
    domani, a

    forza di flettersi uno si trova a 90
    senza

    neppure accorgersene.

    se per te va bene, a me no, a costo di
    farmi

    dare del paranoico io la guardia non la

    abbasso di sicuro.

    Giusto... io non ho detto di abbassarla...
    ma non è giusto neanche fare un
    ostruzionismo che favorirebbe di gran lunga
    quelli che potrebbero danneggiare anche
    te...quelli che potrebbero danneggiane anche me, da sempre già lavorano per farlo, non sono certo un paio di "terroristi" che mi preoccupano.... al più possono uccidermi, ma più che quello non possono farmi.mi preoccupano di più quelli che vogliono farmi vivere sedato e "consumante" una vita che di libero ha solo quello che mi permettono di sentire, dire o vedere, e non quello che IO voglio dire, sentire o vedere.è stato comunque un piacere discutere con te, anche se non potrò mai essere d'accordo con le tue idee :)P.==================================Modificato dall'autore il 30/05/2004 20.17.36
  • Anonimo scrive:
    Re: se non hai niente da nascondere? tra

    Come avevo scritto in un post precedente
    ammiro sinceramente la fede di Davide nella
    democrazia, ma lo trovo un po' acritico.
    Forse no, idealista è la parola
    più giusta.Ma lo siamo tutti in fondo... chi da una parte chi dall'altra... è giusto che sia così in quadro complessivo di dialogo...
    Forse accanto ai libri di filosofia dovresti
    leggere anche quelli di storia, caro Davide.Ne sono forse un po' carente prima degli anni '10 ... ;)
    è sicuramente bello ed utile
    discutere dei "massimi sistemi" ma se poi
    non si riescono a ricondurre ai termini
    pratici, per conto mio è solo uno
    sterile esercizio.Non è esatto... la filosofia aiuta ad avere un modo di pensare che va al di la di un rimando storico o statistico... ed è questo che alla fine fa la differenza a mio parere...
    A me il concetto di "Pericolosità di
    una persona" è estraneo, o meglio mi
    è estraneo il concetto di "Presunta
    pericolosità di una persona", da
    quanto scrivi invece mi pare radicato in te,
    strenuo difensore della Democrazia.Purtroppo non è bello ma qualcuno lo deve fare... la difesa di un sistema si basa su questo...
    Giudichiamo le persone dalle loro azioni,
    non dalla nostra presunzione del loro
    operato.Si... ma non mi sembra di averlo messo in discussione...
    Ed è l'informazione che rende
    possibile conoscere ciò che importa
    scegliere. Tutta l'informazione però... da ogni parte venga... ;)Davide.
  • Anonimo scrive:
    Re: se non hai niente da nascondere? tra

    Io la differenza fra diritti umani e
    democrazia l'ho capita benissimo, ed
    è per questo che sto dicendo che non
    mi fido di una democrazia che decide di
    scavalcare i diritti umani nel nome di
    un'altro diritto.Io parlo del sistema... non dei singoli errori...
    Ma quando ti dico che non mi fido della
    democrazia, voglio dire che non mi fido
    delle persone che stanno dietro alle regole
    della democrazia, non delle regole in se.OK!
    Continui a portare il discorso a livelli
    più generali, ma ti ricordo che la
    discussione è incentrata sulla paura
    che un individio può avere o meno se
    la sua riservatezza non viene più
    tutelata.E la paura della sua sicurezza in pericolo?Ripeto... costi/benefici...
    La democrazia ha tutte le leggi per
    difendere un individuo che rende note le sue
    preferenze di voto, ma poi la realtà
    dei fatti ci insegna che queste informazioni
    potrebbero in qualche modo essere usate
    contro di lui.In qualche modo e solo da quelli in malafede...Ma se serve per la sicurezza collettiva?Ripeto... bisogna determinare un rapporto costi/benefici e non rifiutare a priori questa soluzione...
    Ora prova ad allargare il discorso non solo
    al voto, ma a tutta le scelte che riguardano
    una persona, e ti accorgerai che c'è
    un grande pericolo nel privare le persone
    della loro riservatezza.Lo so... ma sarebbe (spero) solo temporaneo...Davide.
  • Anonimo scrive:
    Re: se non hai niente da nascondere? tra

    Non divago affatto tu divaghi! e continui a
    definire "democratico e diritto" senza alcun
    confine come piu' ti fa comodo!
    Mi spiace questo e' relativismo di comodo!Diritto democratico: il nostro! Sono stato chiaro adesso? ;)Se la tua linea di difesa è quella del darmi del viscido allora non vale la pena di continuare...
    Le LEGGI cui gli stati hanno aderito (a
    prescindere dalla loro legislazione
    nazionale) consentono di trascinare in
    tribunale chinque! (quale che sia la "sua"
    legge) e condannarlo se colpevole!Ma io sto parlando del legame tra nostra legislatura ed i diritti universali che riconosce SEMPRE!
    E' inutile che cerchi di sfuggire il punto!Non apprezzo questa linea di difesa...
    Qualunque sia la legge nazionale si puo'
    essere processati per violazioni del diritto
    internazionale!, il resto riguarda i
    rapporti (piu' o meno coorretti) delle forme
    di governo nazionale coi propri cittadini,
    che pero' non esime i singoli governanti dal
    rispetto dei diritti internazionali che
    hanno sottoscritto!
    PUNTO!
    Prendine atto una buona volta!OK... io volevo fare un'altro discorso... evidentemente non mi sono spiegato...
    No ti ripeto per la milionesima
    volta!
    Tutti sono tenuti alla osservanza di tali
    leggi!OK... volevo fare un'altro discorso... sono stato troppo pretestuoso...
    Vedo che nei post successivi insisti con
    questo bel metodo alle scuse dovrebbero
    seguire i fatti!Vedi quello che anch'io ho ridetto una decina di volte...
    Bla bla ! io sto parlando del fatto che si
    sta violando il diritto degli uomini e oltre
    tutto si pretende di farlo anche fuori dai
    propri confini giurisdizionali!Il discorso che volevo fare era un'altro... ma fa niente... ti do ragione su questo punto di vista...
    La firma vale e non "fino ad un certo
    punto", se tu fossi "ingenuo come me" forse
    ci sarebbero meno violazioni meno colpevoli
    e piu' liberta' per tutti!Ed io sto facendo un discorso a mio parere più realista... la firma purtroppo non basta... ci vogliono altre "armi" dialettiche...
    La firma vale anche sul piano giuridico
    concreto perche' impegna uno stato e i sui
    rappresentanti al rispetto di un codi e una
    legge cui si dichiarano SOGGETTI.Questa è teoria accademica...
    Tu avresti un gran bisogno di leggere un po
    di letteratura sui fondamenti del diritto!Accademica ancora... ma quando ti siedi in un parlamento purtroppo devi usare anche altre argomentazioni... questa non basta purtroppo...
    Tu confondi la convenzione di ginevra (altra
    cosa) con la dichiarazione dei diritti
    dell'uomo e i reati contro l'umanita'
    Sono 2 cose diverse!Questa volta si... ho peccato di confusione... ;)
    Troppo comodo come ti ho gia spiegato a
    iosa! e sopratutto poco sitto il controllo
    "pubblico" e "democratico"..
    Ti stai semplicemente (per la milionesima
    volta) contraddicendo!Allora come li quantizzi sul lato tecnico, statistico ed univocamente scientifico? Spiegami ti prego!
    Io sono "Innamorato" dei miei diritti lo
    ammetto! e credo che questo non sia
    idealismo ma l'unico modo effettivo di
    proteggerli!
    Se proteggo quelli degli altri proteggo i
    miei e viceversa!
    Fino ad ora nessuno e' riuscito a dimostrare
    che esista altro modo!Purtroppo però non basta esporli in maniera accademica per farsi dare ragione...
    Tu difendi l'arbitrio non la legge! tuCi sono più modi (mi sembra di ricordare 5) di interpretare la legge (io faccio ingegneria purtroppo) e la lista comprende anche quella accademica che tu giustamente professi...
    Le motivazioni di una scelta sbagliata
    (quali che siano) non la trasformeranno mai
    in una scelta giusta!Mah... mi sa che non ne vuoi sapere di vedere il tutto sotto diversi punti di vista...
    E in ogni caso tu non vuoi capire che non si
    parla di giusto o sbagliato ma di Legale e
    ILLEGALE sul piano del diritto
    internazionale!E si sta discutendo di questo riguardo alla privacy in parlamento? o no?
    Il giusto e lo sbagliato appartengono alla
    morale individuale e il diritto invece a
    quella collettiva e condivisa!OK!
    E quali di grazia? non ne hai ancora tirato
    fuori uno solo ne sul piano della efficacia
    ne sul piano del diritto!Neanche tu di grazia riguardo alla privacy!Un diritto che a me ed a molti sembra troppo fumoso non può dare gli estremi per definire PRECISAMENTE un modo di agire...
    Il diritto non fa queste differenze mio
    caro! Ma sto parlando del NOSTRO diritto! E questo si che fa la differenza per NOI!
    Non voglio far credere nulla voglio farti
    acettare il principio che le democrazie sono
    giudicabili come le dittature di fronte alla
    legge!Non sono d'accordo... questo è delirio di impotenza... senza offesa... ;)
    e che non sono previste "speciali immunita"
    alla "guantanamo".E' un discorso molto più ampio in cui rientra una disparità puramente TATTICA e di sopravvivenza dei diversi sistemi!Se il dittatore usa certi sistemi, lui ha un enorme vantaggio rispetto a te... e la tua sopravvivenza è a rischio...
    Strano quando parlo di queste cose trovo
    sempre dei ma... dipende... ma nessuno che
    mi dica da cosa ... dipende!Sul lato accademico ed umano hai pienamente ragione! Ma qui parlo di attualità (citazione Aristotelica) della teoria...

    Mi stai travisando... chiaramente non
    volevo

    declassare i reati ad errori come li
    intendi

    tu...

    Lo hai fatto ! eccome se vuoi riprendo la
    tua frase tra virgolette!Riprendila... ma non volevo intendere quello che hai capito tu...
    Io non traviso affatto tu neghi quello che
    sino a poco fa ha affermato con ostentata
    sicumera.Lo affermo di nuovo se vuoi! Ma intendevo il reato come errore nei confronti della legge! Hai capito male...
    Allora rileggi e trai le inevitabili
    conseguenze! :DAnche tu mi raccomando! :DDavide.
  • Anonimo scrive:
    Re: se non hai niente da nascondere? tra

    Le "tue" definizioni interessano poco una
    democrazia parlamentare e' una democrazia
    parlamentare!Beh... è solo una definizione anche questa...La forma non è sostanza...
    Se invece andiamo alla "sostanza" gli stati
    uniti non "brillano" certo [...]Beh... sempre meglio di altri metodi... non ho detto che è il paradiso in terra!
    occorrono leggi piu' universali delle "forme
    di governo" quali sono appunto la
    dichiarazione dei diritti dell'uomo!D'accordo... ;)
    Cioe' secondo te (a parte l'invito che
    potrei rivolgerti a mia volta) i regimi in
    questione avevano e hanno interesse (per
    pura malvagita' suppongo?) a non perseguire
    i criminali e i terroristi nonostante la
    "liberta' di mano" che hanno e quindi non
    costituiscono precedente?,Non ho detto questo... è che sono molto più impegnati e danno molta più importanza ai dissidenti ed al loro modo di pensare perché credono perversamente che sia più importante mantenere "l'integrità delle idee"...
    Troppo comodo cambiare discorso quando si
    sente scivolare il terreno sotto i piedi!Lo abbiamo fatto entrambi... ci siamo trascinati a vicenda in discorsi affascinanti... così io la vedo... :)
    io ti ho citato casi evidenti di paesi
    ipersorvegliati con tanto di criminali
    pedofili e terroristi!Ma non sono democrazie, sono dittature! E poi i loro dati statistici sono tutto meno che attendibili spesso per fuorviare da altri problemi.
    Questi sono fatti altro che chiacchere.
    Sei tu che predendi di argomentare con dati
    indimostrabili e "invisibili" ... bella
    scusa!Non è una scusa! Vedi sotto
    E poi perche' dovrebbero essere invisibili!
    che vantaggio c'e' a non "pubblicare" dati e
    statistiche sui "risultati" se ci sono?Ma NON CI SONO! Come fai a capire dopo il rinvenimento di un magazzino pieno di esplosivo in che modo lo avrebbero usato? Contro chi? Dove?Si sanno solo gli ipotetici ma non certi danni che avrebbe causato! Li si deve inventare?E se tu vuoi numeri inconfutabili onestamente nessuno li può avere. Sto facendo un discorso di pura logica e sono cosciente che questo è un mio lato debole... ma non da sottovalutare...
    A meno che non si abbia il giustificato
    timore di avere qualche bugia da nascondere!
    troppo comodo! :DVedi sopra... se vorrei mentire comincierei ad estrappolarli da un qualsiasi giornale con il vizio della "captatio benevolentiae"...
    esiste un metodo
    che garantisce tramite la violazione della
    privacy la sicurezza!Si può interpretare in tanti modi... per me non è una violazione se fatta tramite dialogo parlamentare...
    Interessante sapresti espormelo o trovare
    qualcuno che sia in grado di farlo e
    sottoporre a giudizio e pubblico dibattito
    tale o tali metodi?Il parlamento serve a questo...
    Prima faccio come voglio e violo la privacy,
    poi mi accorgo che ho sbagliato e cambio il
    modo e poi...Ma pensi che ragionino tutti in malafede?
    Si? e sapresti dirmi quali sono queste
    regole precise e pubbliche?
    Proprio l'articolo parla di regole niente
    affatto pubbliche e tutt'altro che certe e
    precise! :DAllora preciso... pubbliche in parte... le ragioni di sicurezza ci sono!Precisione nella fase progettuale... sul lato pratico può succedere di non aver previsto tutto! L'uomo non è perfetto di natura!
    Sto aspendando da un pezzo di sentirle ma ne
    tu ne i governi coinvolti sembrano
    intenzionati... come mai?Lo so che è un concetto fumoso... ma la sicureazza è pienamente legittima!
    Ti ricordo che?????? stai sognando o la hai
    letta su topolino?Ti ricordo allora uno dei documentari trasmessi anche dalle reti italiane su un agente (scusa ma non ricordo il nome) della CIA che fino ad un mese prima avveva avvertito i superiori della ericolosità di QUEI individui...
    Non solo nessuno sospettava quelle persone
    ma ci hanno messo un sacco a identificarle e
    tale identificazione rimane tuttora priva di
    basi certe!Balle! Sono state sospettate ma si aveva carenza di materiale infomativo per creare un quadro completo...
    ciò che si sa e' ricostruito TOTALMENTE A
    POSTERIORI come hanno a piu' riprese
    confermato FBI CIA e i servizi di mezzo
    mondo!Sono falsità tattiche dei servizi per proteggersi!
    Non e' travisando la realta' che si arriva a
    concludere!Nessuno sta travisando per il momento... è una discussione libera sorretta da diversi punti di vista...
    Bene hai tutto il tempo aspetto le prove!
    Qui gli articoletti mi sa che li leggi tu!Beh... si... li leggo tutti senza farne dei testi sacri!
    io non mi baso su quelli ma su dati! insisto
    dati!Ancora!?!? Vedi prima....
    I dati dicono cose inconfutabili e li
    producono spesso i diretti "interessati"... Inconfutabili ma ristretti nel dominio del dato stesso...Ripeto: la realtà è ben più complessa di 100 statistiche!
    Aspetto i tuoi dati... ma consentimi di non
    trattenere il respiro nell'attesa :DAh ah... ;)Ti dirò la verità a rischio di sembrare vigliacco... di tempo ne ho già speso abbastanza per questo thread... e comunque preferisco "l'inutile" filosofia...
    I giornalisti e i dati sui reati e la
    criminalita' [...]OK! Sono d'accordo... ma bisogna guardarli tutti indistintamente! Non solo da una parte...
    E perche' mai! secondo i tuoi (non certo i
    miei) criteri e'
    un paese "sorvegliato" quindi "sicuro"...
    cosa ti manca?Non hai capito! Non mi dilungo più sulla questione anche perché non mi lascia scrivere più di 7000 caratteri!
    tu hai la pessima abitudine di cercare di
    "scappare" su altre chine quando sei alle
    strette.Non cercavo di scappare... ma qualcuno ha il vizietto di portarmi su questi argomenti! ;)
    A me francamente non interessa altro e ti
    ripeto per la millesima volta finiscila di
    cercare di attribuirmi cose generiche che
    stanno solo nella tua testa e comincia a
    rispettare le opinioni degli altri senza
    tentare di distorcerle!Mah... sei tu che mi stai dando del viscido o sembra a me? Niente di più lontano dal mio modo di fare. Se è una tua tecnica per avere ragione allora ne prendo atto... ;)
    Per quanto mi riguarda o cambi tono o il
    discorso puo' finire anche qui!Se vuoi abbandonare fallo...
    Il rispetto e' una cosa su cui non transigo!Se per questo ti cade il mondo sulla testa allora c'è un po' di permalosità in te... senza offesa... ;)
    e quanto alla educazione mi pare (per
    l'ultima volta) che manchi a te dato che
    insisti a "cantarti e suonarti" cose che
    solo tu dici!Può essere... ma è la tua linea di difesa questa?
    Certo ed esiste proprio per questo la legge
    e i principi altrimenti la gerarchia e'
    semplice arbitrio!Oohhh... vedi che andiamo d'accordo... ;)
  • Anonimo scrive:
    Re: se non hai niente da nascondere? tra
    - Scritto da: Anonimo
    Ripeto, le dissertazioni filosofiche sono
    sempre molto attraenti e interessanti, ma
    quì si parla di fatti più
    pressanti che ci coinvolgono quotidianamente
    e che limitano sempre di più i
    diritti dell'uomo mentre noi discutiamo di
    conceti astratti.Quoto in pieno.Come avevo scritto in un post precedente ammiro sinceramente la fede di Davide nella democrazia, ma lo trovo un po' acritico.Forse no, idealista è la parola più giusta.Forse accanto ai libri di filosofia dovresti leggere anche quelli di storia, caro Davide.Sicuramente non sono assolutamente obbiettivi ne onnicomprensivi, ma così è l'Uomo, prima che la storia o la politica.È sicuramente bello ed utile discutere dei "massimi sistemi" ma se poi non si riescono a ricondurre ai termini pratici, per conto mio è solo uno sterile esercizio.Personalmente questi sistemi di controllo incrociato mi ripugnano, è una sensazione quasi epidermica, non li trovo moralmente giusti.Sarà questione di sensibilità differenti.A me il concetto di "Pericolosità di una persona" è estraneo, o meglio mi è estraneo il concetto di "Presunta pericolosità di una persona", da quanto scrivi invece mi pare radicato in te, strenuo difensore della Democrazia.Giudichiamo le persone dalle loro azioni, non dalla nostra presunzione del loro operato.Credo che su questo sarai d'accordo con me, e credo che non sia questo quello che si otterrà con questi sistemi.Chiudo con una frase di Giulietto Chiesa che mi pare un monito sul fututro delle nosrte democrazie.noi continueremo ad andare a votare, senza renderci conto (o dimenticando) che l'esercizio democratico è cosa ben diversa dall'esercizio del voto. Quest'ultimo ne è solo una parte, necessaria ma non sufficiente per identificare come democratica una società. Ma è evidente che l'esercizio di voto perde ogni sostanza e diventa una pura procedura formale se chi vota non è più in grado di scegliere, di distinguere tra le varianti, tra i programmi, tra le opzioni possibili. Ed è l'informazione che rende possibile conoscere ciò che importa scegliere. Ciao
  • Anonimo scrive:
    Re: se non hai niente da nascondere? tra
    - Scritto da: Anonimo

    [...] il far finta di nulla non

    aiuta il tuo ragionamento!

    Non faccio finta di nulla... ma parlo di ORA
    e QUI, in QUESTO SISTEMA DEMOCRATICO! Non
    divagare! L'argomento è preciso!Non divago affatto tu divaghi! e continui a definire "democratico e diritto" senza alcun confine come piu' ti fa comodo!Mi spiace questo e' relativismo di comodo!



    Gli "anelanti" non sono granche' certi!

    mentre il riconoscimento di tutti nei

    diritti umani si!

    E' un argomento circolare, ritorniamo sempre
    sugli stessi temi...
    Sono riconosciuti grazie ai codici di
    diritto ed i codici di diritto determinano i
    casi particolari (ad esempio la privacy), le
    modalità di giudizio (come e
    perché considerare reato) e le
    modalità di pena (quanto e come fare
    scontare il reato)! E su questi che ad un
    processo ti basi alla fine non SOLO al
    principio universale... non puoi richiamare
    SOLO e SEMPRE il diritto universale! Spero
    di essermi chiarito...No perche' quello che dici non e' affatto relato a quanto ho affermato!Le LEGGI cui gli stati hanno aderito (a prescindere dalla loro legislazione nazionale) consentono di trascinare in tribunale chinque! (quale che sia la "sua" legge) e condannarlo se colpevole!E' inutile che cerchi di sfuggire il punto!



    Il caso vuole che non esista una

    "dichiarazione universale della
    democrazia"

    FIRMATA E CONDIVISA!

    E' condivisa solamente se i codici di
    diritto di uno stato ne fa il primario punto
    di partenza... e solo le nostre forme
    democratiche lo fanno seriamente...
    Non interessa come ho detto sopra il diritto internazionale la legge di questo o quello stato non entra in merito (e proprio qui sta la sua forza giuridica!)Qualunque sia la legge nazionale si puo' essere processati per violazioni del diritto internazionale!, il resto riguarda i rapporti (piu' o meno coorretti) delle forme di governo nazionale coi propri cittadini, che pero' non esime i singoli governanti dal rispetto dei diritti internazionali che hanno sottoscritto!PUNTO!Prendine atto una buona volta!

    a differenza che per i

    diritti umani tu insisti nel proclamare
    la

    "sostanziale identita' di scopo" tra due

    cose differenti l'una universalmente

    condivisa e l'altra no!

    Di universale per adesso ha solo il nome...
    è universale solo per le nostre forme
    democratiche...
    No ti ripeto per la milionesima volta! Tutti sono tenuti alla osservanza di tali leggi!


    Ma voi create da ciò
    illazioni di


    tutti i generi!



    "Voi" lo dici a qualcun altro!

    Scusa, mi è scappato nella foga... ;)
    Intendevo: "Si crea spesso da ciò
    illazioni di tutti i generi!"
    Vedo che nei post successivi insisti con questo bel metodo alle scuse dovrebbero seguire i fatti!


    Io come vedi mi sono ben guardato dal
    farlo!

    E ne prendo atto con stima... :)
    Ma a quanto pare non ti degni di tenerne conto! :@

    La applicabilita' di una legge non ne
    cambia

    ne' la validita' ne il valore ne la
    rende

    nulla!

    [...]

    Forse mi sono spiegato male. per
    applicabilità intendo l'effettiva
    descrizione del reato in particolare, delle
    sue modalità di giudizio e di pena. I
    principi fondamentali non fanno distinzioni
    di alcun genere tra i diversi reati (che
    possono rientrare anche sotto la stessa
    tipologia ma con modalità di giudizio
    e di pena differenti)... e per questo sono
    necessariamente e volutamente astratti...Bla bla ! io sto parlando del fatto che si sta violando il diritto degli uomini e oltre tutto si pretende di farlo anche fuori dai propri confini giurisdizionali!Chiaro?

    ripeto che sono riconosciuti da

    quelli che hanno firmato tale
    dichiarazione!

    Se la firma basta per riconoscerlo allora
    sei tu che forse pecchi di ingenuità:
    si riconosce de facto mediante la stesura
    dei codici di diritto, non con una semplice
    firma (che è valida fino ad un certo
    punto in questo caso)...La firma vale e non "fino ad un certo punto", se tu fossi "ingenuo come me" forse ci sarebbero meno violazioni meno colpevoli e piu' liberta' per tutti!La firma vale anche sul piano giuridico concreto perche' impegna uno stato e i sui rappresentanti al rispetto di un codi e una legge cui si dichiarano SOGGETTI.Tu avresti un gran bisogno di leggere un po di letteratura sui fondamenti del diritto!


    Se quello che dici fosse vero non ci

    sarebbero come ci sono le denuncie (nel

    tribunale internazionale) di USA e altre

    "democrazie"..

    Non le nega nessuno... neppure le
    amministrazioni...
    Purtroppo quelle che tu citi sono reati di
    guerra che vanno al di là di certi
    ragionamenti semplicistici e facili. Non per
    niente esistono le leggi marziali che di
    democratico non hanno niente ma continuano
    ad essere tristemente necessarie se non si
    vuole far perire il nostro sistema
    democratico...
    Gli idealismi sono leciti e li apprezzo
    vivamente, servono. Ma la realtà
    bisogna anche sforzarsi di accettarla
    qualche volta e non per questo bisogna
    rassegnarsi: si deve continuare a dialogare
    su questi temi!I reati non riguardano affatto solo gli atti di guerra ma anche quelli di pace e riguardano tortura privacy rispetto della dignita' e via elencando.Tu confondi la convenzione di ginevra (altra cosa) con la dichiarazione dei diritti dell'uomo e i reati contro l'umanita'Sono 2 cose diverse!


    Non hai ancora dimostrato questi
    benefici! e

    non ci puoi riuscire come abbiamo gia'

    visto!

    Purtroppo, come ho già detto, dei
    reati sventati non si conoscono gli effetti
    che avrebbero avuto...
    Troppo comodo come ti ho gia spiegato a iosa! e sopratutto poco sitto il controllo "pubblico" e "democratico"..Ti stai semplicemente (per la milionesima volta) contraddicendo!

    e nessuna legge (compresa la
    dichiarazione

    dei diritti dell'uomo) limita la sua

    applicabilita' in funzione di rapporti

    "costi/benefici"

    Ma non bisogna farsi prendere da facili
    innamoramenti per gli idealismi! Bisogna
    trovare un compromesso tra ideali e
    problematiche "pratiche"... altrimenti molti
    ne approfittano...Io sono "Innamorato" dei miei diritti lo ammetto! e credo che questo non sia idealismo ma l'unico modo effettivo di proteggerli!Se proteggo quelli degli altri proteggo i miei e viceversa!Fino ad ora nessuno e' riuscito a dimostrare che esista altro modo!



    La legge vale sempre! non adesso si e
    adesso

    no!

    E' per questo che io la sto difendendo! Ma
    si deve anche pensare come applicarla nel
    concreto... altrimenti non esisterebbero
    dibattiti come stiamo facendo io e te...
    Tu difendi l'arbitrio non la legge! tu difendi il fatto che non sia "giudicabile" e
  • Anonimo scrive:
    Re: se non hai niente da nascondere? tra

    Ma quello (dichiarazione dei diritti
    universali) E' CODICE! firmato sottoscritto
    e con valore di legge! INTERNAZIONALE!Mah... forse sono io il pessimista adesso... ;)
    NON E' AFFATTO UNA DICHIARAZIONE ASTRATTA
    COME TU SOSTIENI!Sul lato umano no... sono d'accordo... io stavo parlando dal punto di vista strettamente tecnico... purtroppo non vanno di pari passo..
    Insisto continui a ignorare che E'
    concretamente codice e legge! Vedi sopra...
    No viene riconoscita da chi (democratico o
    no) ci ha messo la firma! ovvero la
    stragrande maggioranza dei paesi! e su
    questo si fonda il presupposto del diritto
    internazionale!Sono io il pessimista allora...
    Che questo sia piu' o meno ripettato e'
    proprio cio' che ti consente di denunciare e
    in alcuni casi processare chi viola la
    legge! democratico o meno che sia il
    colpevole!Completamente d'accordo...
    poco sopra hai esattamente affermato il
    contrario! ovvero che i paesi "democratici"
    sono gli unici che rispettano i diritti
    dell'uomo!Con paesi paesi democratici intendo la maggioranza di quelli europei ed americani...Non mi sembra di avere affermato il contrario... oppure non mi sono spiegato bene (questo è più probabile)... ;)
    Che oltre tutto, e' falso come dimostrano le
    denuncie a carico degli USA (come della
    cina) e di Israele (come della russia).Vedi il fallibilismo delle democrazie negli altri post...

    Smentiscimi allora... sono qui
    apposta!!! ;)

    Lo ho appena fatto!Grande!

    Sembra quasi che tu non abbia letto

    attentamente... ;)

    Mi pare che tu non lega attentamente neppure
    quello che tu stesso scrivi!
    ti ho gia evedenziato diversi passi do tu
    stesso ti contraddici!Mah... ho i miei dubbi... la foga di certo non mi aiuta... ;)Mi sa che ci stiamo fraintendendo inconsapevolmente a vicenda...
    Tu confondi l'accademia col diritto i codici
    e le leggi concrete!Non è così!
    Certo ! la dichiarazione e' (lo ripeto per
    l'ennesima volta) codice legge concreta!Mi sa che non ci mettermo mai d'accordo riguardo a questo... ma non ne farei un problema...

    [...]
    Appunto vedi! e senza cercare facili e
    comode scappatoie dialettiche! :DLe scappatoie dialettiche non mi sono mai piaciute... in coscienza non ne ho mai fatto uso...Vedrò di stare più attento allora... ;)Davide.
  • Anonimo scrive:
    Re: se non hai niente da nascondere? tra



    Io vedo un diritto fondamentale
    dell'uomo

    che viene calpestato, nonostante
    l'esistenza

    del primo emendamento.

    Quando ti dico che parliamo di cose

    astratte, ovvero del sesso degli
    angeli, sto

    cercando di dire che nonostante tutto,

    nonostante tutti gli emendamenti che
    vuoi

    citare, c'è un diritto
    fondamentale

    universalmente riconoscito, che viene

    calpestato, e che la democrazia non
    riesce a

    tutelare.

    Continui a non capire la sostanziale
    differenza tra diritti umani e democrazia o
    altre forme di governo che e' il punto
    centrale del mio discorso!
    Difendere i diritti umani non significa
    necessariamente difendere una forma politica
    o un altra!
    La difesa dei diritti umani passa per i
    tribunali e gli accordi internazionali (non
    a caso gli stati uniti non ne anno firmato
    diversi).

    Ti ricordo che gente come goering o
    milosevic non sono stati processati per
    essere "antidemocratici" ma per reati contro
    l'umanita' (diritti umani)!
    Io la differenza fra diritti umani e democrazia l'ho capita benissimo, ed è per questo che sto dicendo che non mi fido di una democrazia che decide di scavalcare i diritti umani nel nome di un'altro diritto.Non mi fido di una democrazia che condanna Milosevic per reati contro l'umanità, mentre il presidente Clinton si rifiuta di avere un confronto diretto con lo stesso Milosevic al tribunale internazionale perchè ha paura di dover rivelare e confessare cose sconvenienti che coinvolgerebbero gli USA.Ma quando ti dico che non mi fido della democrazia, voglio dire che non mi fido delle persone che stanno dietro alle regole della democrazia, non delle regole in se.Continui a portare il discorso a livelli più generali, ma ti ricordo che la discussione è incentrata sulla paura che un individio può avere o meno se la sua riservatezza non viene più tutelata.Perchè il voto in un paese democratico è segreto ?Se un individuo non ha niente da temere ed è fiero e consapevole delle sue scelte, non dovrebbe rendere noto a tutti per chi ha votato ?La democrazia ha tutte le leggi per difendere un individuo che rende note le sue preferenze di voto, ma poi la realtà dei fatti ci insegna che queste informazioni potrebbero in qualche modo essere usate contro di lui.Ora prova ad allargare il discorso non solo al voto, ma a tutta le scelte che riguardano una persona, e ti accorgerai che c'è un grande pericolo nel privare le persone della loro riservatezza.S.
  • Anonimo scrive:
    Re: E` sempre il Solito Discorso...Palla

    caro amico dei brodini al fluoroBeh... continui ad avere un atteggiamento puerile...
    ti informo
    che Bu$h non è
    stato democraticamente eletto, si sono
    democraticamente
    "sistemati" i voti. altro che tg1 tg10 e
    tg100 :|Beh... le prove te le ha date chi?Hai sentito anche qualche altra prova oppure la TUA realtà è questa e basta?Davide.
  • Anonimo scrive:
    Re: se non hai niente da nascondere? tra

    [...] il far finta di nulla non
    aiuta il tuo ragionamento!Non faccio finta di nulla... ma parlo di ORA e QUI, in QUESTO SISTEMA DEMOCRATICO! Non divagare! L'argomento è preciso!
    Gli "anelanti" non sono granche' certi!
    mentre il riconoscimento di tutti nei
    diritti umani si!E' un argomento circolare, ritorniamo sempre sugli stessi temi...Sono riconosciuti grazie ai codici di diritto ed i codici di diritto determinano i casi particolari (ad esempio la privacy), le modalità di giudizio (come e perché considerare reato) e le modalità di pena (quanto e come fare scontare il reato)! E su questi che ad un processo ti basi alla fine non SOLO al principio universale... non puoi richiamare SOLO e SEMPRE il diritto universale! Spero di essermi chiarito...
    Il caso vuole che non esista una
    "dichiarazione universale della democrazia"
    FIRMATA E CONDIVISA!E' condivisa solamente se i codici di diritto di uno stato ne fa il primario punto di partenza... e solo le nostre forme democratiche lo fanno seriamente...
    a differenza che per i
    diritti umani tu insisti nel proclamare la
    "sostanziale identita' di scopo" tra due
    cose differenti l'una universalmente
    condivisa e l'altra no!Di universale per adesso ha solo il nome... è universale solo per le nostre forme democratiche...

    Ma voi create da ciò illazioni di

    tutti i generi!

    "Voi" lo dici a qualcun altro!Scusa, mi è scappato nella foga... ;)Intendevo: "Si crea spesso da ciò illazioni di tutti i generi!"
    Io come vedi mi sono ben guardato dal farlo!E ne prendo atto con stima... :)
    La applicabilita' di una legge non ne cambia
    ne' la validita' ne il valore ne la rende
    nulla!
    [...]Forse mi sono spiegato male. per applicabilità intendo l'effettiva descrizione del reato in particolare, delle sue modalità di giudizio e di pena. I principi fondamentali non fanno distinzioni di alcun genere tra i diversi reati (che possono rientrare anche sotto la stessa tipologia ma con modalità di giudizio e di pena differenti)... e per questo sono necessariamente e volutamente astratti...
    ripeto che sono riconosciuti da
    quelli che hanno firmato tale dichiarazione!Se la firma basta per riconoscerlo allora sei tu che forse pecchi di ingenuità: si riconosce de facto mediante la stesura dei codici di diritto, non con una semplice firma (che è valida fino ad un certo punto in questo caso)...
    Se quello che dici fosse vero non ci
    sarebbero come ci sono le denuncie (nel
    tribunale internazionale) di USA e altre
    "democrazie"..Non le nega nessuno... neppure le amministrazioni...Purtroppo quelle che tu citi sono reati di guerra che vanno al di là di certi ragionamenti semplicistici e facili. Non per niente esistono le leggi marziali che di democratico non hanno niente ma continuano ad essere tristemente necessarie se non si vuole far perire il nostro sistema democratico...Gli idealismi sono leciti e li apprezzo vivamente, servono. Ma la realtà bisogna anche sforzarsi di accettarla qualche volta e non per questo bisogna rassegnarsi: si deve continuare a dialogare su questi temi!
    Non hai ancora dimostrato questi benefici! e
    non ci puoi riuscire come abbiamo gia'
    visto!Purtroppo, come ho già detto, dei reati sventati non si conoscono gli effetti che avrebbero avuto...
    e nessuna legge (compresa la dichiarazione
    dei diritti dell'uomo) limita la sua
    applicabilita' in funzione di rapporti
    "costi/benefici"Ma non bisogna farsi prendere da facili innamoramenti per gli idealismi! Bisogna trovare un compromesso tra ideali e problematiche "pratiche"... altrimenti molti ne approfittano...
    La legge vale sempre! non adesso si e adesso
    no!E' per questo che io la sto difendendo! Ma si deve anche pensare come applicarla nel concreto... altrimenti non esisterebbero dibattiti come stiamo facendo io e te...
    (questo e' il
    solito "voi" che ti ripeto userai se credi
    con qualcun altro).Scusami di nuovo... grazie per avermelo fatto notare... :D
    Non sono pacifista ma considero
    la pace un bene prezioso e considero
    sbagliata la guerra in iraq!Ma bisogna prendere in considerazione anche le motivazioni che hanno portato ad una certa scelta non condivisa e non accontentarsi di illazioni fatte da giornalisti e da opinionisti della domenica.Non mi rivolgo a te ovviamente... ;)
    Riguarda eccome [...]Non sto parlando di relativismo dei principi... ma se si vuole raggiungere una conclusione UTILE non si può mettere tanta carne al fuoco in una sola volta solo per cercare di avere ragione... bisogna risolvere sistematicamente un argomento alla volta senza però perdere di vista anche gli altri argomenti...
    nessun intervento e' legittimo che lo faccia
    una democrazia oppure no che sia in difesa
    dei diritti umani o no!Sarai d'accordo con me se dico che ha una leggitimità più forte la democrazia rispetto ad una dittatura... perché la prima è espressione (indiretta) di un popolo che giudica bene o male l'operato della stessa (e si comporterà di conseguenza riappogiando o no quell'esponente politico), la seconda di un uomo solo preso da delirio di onnipotenza...
    Cio' che e' legittimo e' il giudizio, la
    condanna, e l'esecuzione della condanna!Giusto! Non mi sembra di aver detto il contrario... o vuoi far credere agli altri che io l'abbia fatto?
    Se Pol Pot non avesse avuto appoggi [...]Questo dipende da una visione a breve/medio termine delle strategie politiche/militari... con il senno di poi tutti hanno tristemente ragione... non credo che tutto succeda in malafede come molti purtroppo pensano...
    Cio' che e' legittimo e' la difesa (per
    questo non sono pacifista).Sono d'accordo...
    Quindi sul piano della LEGALITA' non c'e'
    proprio nulla di cui discutere!Che ci sia o meno legalità nella prevenzione è ancora da dimostrare...
    Gli errori e i reati sono cose molto diverse!
    Declassare i reati a "errore" quando fa
    comodo [...]Mi stai travisando... chiaramente non volevo declassare i reati ad errori come li intendi tu...

    [...] La democrazia insomma si
    autocorregge

    non coprendo ideologicamente le proprie

    magagne ma denunciandole.


    Qui non si parla di magagne ma di legge e
    diritto! Continui a travisare... ;)Reato è l'errore riconosciuto secondo il diritto... questo si intende...
    Dovresti spiegarlo agli americani [...]Però se tutti ne parlano vedrai che qualcuno capirà. E' ovvio che da solo non posso niente: è per questo che serve il dialogo in una democrazia come la nostra...
    Veniamo ora a quello che abbiamo "portato a
    casa"
    [...] [...]
    :D :D :D non e' poco! mi dichiaro
    soddisfatto di quello che ho portato a casa!
    ;)Anch'io! :DDavide.
  • Anonimo scrive:
    Re: se non hai niente da nascondere? tra
    - Scritto da: Anonimo

    Il cile era gia' un paese "democratico"
    e

    pinochet invece lo ha processato un
    altro

    tribunale!

    Si, democrazia "fantasma" come la definisco
    io...Le "tue" definizioni interessano poco una democrazia parlamentare e' una democrazia parlamentare!Se invece andiamo alla "sostanza" gli stati uniti non "brillano" certo con un presidente eletto da una minoranza di elettori, e all'interno di questa minoranza ancora una volta "minoritario" in termini di voti assoluti ed eletto per il gioco del numero di "rapresentanti" attribuiti a ciascuno stato!



    E se leggi i rapporti di amnesty

    international ti sara' facile
    constatare che

    trai paesi che violano [....]

    Ho già risposto 2 volte riguardo al
    fallibilismo costruttivo delle
    democrazie....
    Infatti IO (non tu) sostengo che le democrazie sono fallibili come le altre forme di governo e che per giudicare occorrono leggi piu' universali delle "forme di governo" quali sono appunto la dichiarazione dei diritti dell'uomo!vogliamo fare 5? ;-)


    Non "sarebbe bello".. E' BELLO!

    mi spiace ma i "sarebbe" non servono ad

    altro che a dimostrare che le strade che

    portano all'inferno e le peggiori e
    feroci

    dittature sono lastricate di buone

    intenzioni!

    Bella citazione ma in questo momento non va
    al di là di una semplice citazione.
    Non credo proprio che stiamo andando verso
    una dittatura... e questo dialogo lo
    dimostra appieno...
    Niente affatto si giudica e si condanna lo abbiamo gia assodato prima in questo thread! :DNiente citazione!, fatto!


    Non "approfittano" affatto della privacy

    mettono in atto un piano criminoso a

    prescindere dalla privacy stessa!

    A prescindere, ma mentre quelli con "meno"
    privacy non lo farebbero per timore di
    essere scoperti, altri con "più"
    privacy si sentono al sicuro (forse
    falsamente) e mettono in atto le loro
    "perversioni legali".



    ti risulta (per caso) che nei

    paesi come la cina dove la privacy non

    esiste non ci siano delinquenti,
    pedofili, e

    terroristi?

    [...]

    se pensi che in cina ti sentiresti

    "piu' sicuro" accomodati pure! e buon
    pro ti

    faccia! ;)

    [...]

    in unione sovietica la

    presenza del KGB non impediva certo ne
    ha

    impedito i crimini!

    Ripeto: non sono paragonabili sistemi
    così differenti!
    I regimi totalitari spendono tutto il loro
    tempo ad eliminare i dissidenti! Non si
    preoccupano minimamente, secondo una
    ideologia perversa, degli altri problemi!
    Ti invito a parlarne con quelli che l'hanno
    vissuta.Cioe' secondo te (a parte l'invito che potrei rivolgerti a mia volta) i regimi in questione avevano e hanno interesse (per pura malvagita' suppongo?) a non perseguire i criminali e i terroristi nonostante la "liberta' di mano" che hanno e quindi non costituiscono precedente?,non ti sembra una argomentazione fuori luogo e che non ha nulla a che vedere con la "presunta efficacia" di tali misure che si dimostra (appunto) solo presunta?Troppo comodo cambiare discorso quando si sente scivolare il terreno sotto i piedi!Mi spiace!:-)




    Limitazione della liberta' e della
    privacy

    non producono ne anno mai prodotto piu'

    sicurezza! e' un dato di fatto che ti

    piaccia o meno!

    Questa è logica da statistica da bar:
    non è statisticamente quantificabile!
    Gli attentati o reati sventati quasi sempre
    non si vengono a sapere, oppure non si sa
    dei reali effetti che potrebbero aver
    causato...
    La statistica da bar la fai tu ! io ti ho citato casi evidenti di paesi ipersorvegliati con tanto di criminali pedofili e terroristi! altro che bar!Questi sono fatti altro che chiacchere.Sei tu che predendi di argomentare con dati indimostrabili e "invisibili" ... bella scusa!E poi perche' dovrebbero essere invisibili! che vantaggio c'e' a non "pubblicare" dati e statistiche sui "risultati" se ci sono?A meno che non si abbia il giustificato timore di avere qualche bugia da nascondere! troppo comodo! :D



    al contrario per ottenere un

    permesso di risiedere in U.S.A. devi
    passare

    per diverse "forche caudine"

    Forche caudine sbagliate e controproducenti!
    Hanno capito il punto debole e ne hanno
    approfittato.
    Infatti adesso stanno rimodellando le
    modalità di raccolta delle
    informazioni!Ahhhh dunque e' una questione di modello!.... ovvero esiste un metodo un modo che garantisce tramite la violazione della privacy la sicurezza!Interessante sapresti espormelo o trovare qualcuno che sia in grado di farlo e sottoporre a giudizio e pubblico dibattito tale o tali metodi?Troppo comodo anche questo!Prima faccio come voglio e violo la privacy, poi mi accorgo che ho sbagliato e cambio il modo e poi...e intanto (risultati o no) vado avanti in barba a tutto senza sottopormi a giudizi e discussioni!Complimenti una pratica genuinamente rispettosa sia dei diritti sia della democrazia, persino breznev avrebbe concordato! :D


    Il profilo "di pericolosita'" si basa
    sulla

    falsa assunzione che il comportamento

    "diverso" e' "sospetto" [...]

    Solo nell'ultimo periodo si comportavano
    più o meno normalmente. Comunque si
    era a conoscenza della loro presenza ed
    erano schedati come sospetti, ma si avevano
    poche informazioni per creare un quadro
    completo ed avere delle prove certe (!!!).
    E' per questo che ci vuole cooperazione
    internazionale... e la raccolta globale di
    informazioni secondo regole ben precise e
    pubbliche.
    Si? e sapresti dirmi quali sono queste regole precise e pubbliche?Proprio l'articolo parla di regole niente affatto pubbliche e tutt'altro che certe e precise! :DSto aspendando da un pezzo di sentirle ma ne tu ne i governi coinvolti sembrano intenzionati... come mai?


    Non sarebbero affatto stati scoperti!
    tanto

    e' che ancora adesso (a posteriori) non
    si

    hanno certezze su molte cose dei
    suddetti

    personaggi! compreso il fatto che
    fossero

    tutti e solo quelli "individuati".

    Ti ricordo che c'era più di qualcuno
    che voleva arrestarli già un mese
    prima ma non si avevano prove abbastanza
    certe per scarsità di informazioni!Ti ricordo che?????? stai sognando o la hai letta su topolino?Non solo nessuno sospettava quelle persone ma ci hanno messo un sacco a identificarle e tale identificazione rimane tuttora priva di basi certe!Quelle persone in quanto "normali" non erano state prese in considerazione da nessuno ne "nazionalmente" ne internazionalmente, cio che si sa e' ricostruito TOTALMENTE A POSTERIORI come hanno a piu' riprese confermato FBI CIA e i servizi di mezzo mondo!Non e' travisando la realta' che si arriva a concludere!



    La tua e' solo una "fede" assolutamente

    irra
  • Anonimo scrive:
    Re: se non hai niente da nascondere? tra

    Il cile era gia' un paese "democratico" e
    pinochet invece lo ha processato un altro
    tribunale!Si, democrazia "fantasma" come la definisco io...
    E se leggi i rapporti di amnesty
    international ti sara' facile constatare che
    trai paesi che violano [....]Ho già risposto 2 volte riguardo al fallibilismo costruttivo delle democrazie....
    Non "sarebbe bello".. E' BELLO!
    mi spiace ma i "sarebbe" non servono ad
    altro che a dimostrare che le strade che
    portano all'inferno e le peggiori e feroci
    dittature sono lastricate di buone
    intenzioni!Bella citazione ma in questo momento non va al di là di una semplice citazione.Non credo proprio che stiamo andando verso una dittatura... e questo dialogo lo dimostra appieno...
    Non "approfittano" affatto della privacy
    mettono in atto un piano criminoso a
    prescindere dalla privacy stessa!A prescindere, ma mentre quelli con "meno" privacy non lo farebbero per timore di essere scoperti, altri con "più" privacy si sentono al sicuro (forse falsamente) e mettono in atto le loro "perversioni legali".
    ti risulta (per caso) che nei
    paesi come la cina dove la privacy non
    esiste non ci siano delinquenti, pedofili, e
    terroristi?
    [...]
    se pensi che in cina ti sentiresti
    "piu' sicuro" accomodati pure! e buon pro ti
    faccia! ;)
    [...]
    in unione sovietica la
    presenza del KGB non impediva certo ne ha
    impedito i crimini!Ripeto: non sono paragonabili sistemi così differenti!I regimi totalitari spendono tutto il loro tempo ad eliminare i dissidenti! Non si preoccupano minimamente, secondo una ideologia perversa, degli altri problemi!Ti invito a parlarne con quelli che l'hanno vissuta.
    Limitazione della liberta' e della privacy
    non producono ne anno mai prodotto piu'
    sicurezza! e' un dato di fatto che ti
    piaccia o meno!Questa è logica da statistica da bar: non è statisticamente quantificabile!Gli attentati o reati sventati quasi sempre non si vengono a sapere, oppure non si sa dei reali effetti che potrebbero aver causato...
    al contrario per ottenere un
    permesso di risiedere in U.S.A. devi passare
    per diverse "forche caudine"Forche caudine sbagliate e controproducenti!Hanno capito il punto debole e ne hanno approfittato.Infatti adesso stanno rimodellando le modalità di raccolta delle informazioni!
    Il profilo "di pericolosita'" si basa sulla
    falsa assunzione che il comportamento
    "diverso" e' "sospetto" [...]Solo nell'ultimo periodo si comportavano più o meno normalmente. Comunque si era a conoscenza della loro presenza ed erano schedati come sospetti, ma si avevano poche informazioni per creare un quadro completo ed avere delle prove certe (!!!). E' per questo che ci vuole cooperazione internazionale... e la raccolta globale di informazioni secondo regole ben precise e pubbliche.
    Non sarebbero affatto stati scoperti! tanto
    e' che ancora adesso (a posteriori) non si
    hanno certezze su molte cose dei suddetti
    personaggi! compreso il fatto che fossero
    tutti e solo quelli "individuati".Ti ricordo che c'era più di qualcuno che voleva arrestarli già un mese prima ma non si avevano prove abbastanza certe per scarsità di informazioni!
    La tua e' solo una "fede" assolutamente
    irrazionale e senza il benche' minimo
    supporto di fatti! ma solo di "ipotesi"
    vaghe e indimostrabili.La "fede" non c'entra niente: la mia è consapevolezza del funzionamento di un sistema che pur con i suoi difetti raggiunge i risultati migliori con il dialogo. Sfornare dati è lecito ed aiuta, ma basarsi solo su quelli per stilare la propria visione della verità assoluta del mondo beh... sa più di testardaggine pseudo-scientifica....E poi se mi dai del tempo ti sforno quante prove vuoi. Come fai tu del resto... Il fatto è che la realtà è ben più complessa di un semplice articoletto di giornale, di un libro o delle dichiarazioni di Amnesty International...
    Per nulla il "mio punto di vista" e'
    confermato dai fatti il tuo al contrario ne
    e' smentito!Fatti... fatti... fatti... ce ne sono miliardi di fatti... la verità sta nel raccoglierli TUTTI e non farne una sintesi di comodo come TUTTI i giornalisti...
    Ma ripeto se hai tanta fiducia in questi
    mezzi basta un biglietto per la cina!Ripeto: lo disprezzo sotto ogni punto di vista!
    No (non dico che questo sia il tuo caso) ci
    sono molti che mentono sapendo di mentire! e
    tra questi quasi tutti quelli che traggono
    da questo il motivo stesso per accrescere il
    loro potere!... ora fai 2+2...Se mi dai del bugiardo è un tuo diritto ma non è il mio caso...Ci sono prurtroppo anche queste persone di TUTTI i partiti...

    Molti dei benefici si vedono...

    intercettazioni telefoniche, video o

    informatiche che riescono a scoprire

    magazzini di esplosivo, agenti chimici,

    armi, ecc ecc.... non pensi che
    qualcuno li

    avrebbe usati? Oppure pensi che
    qualcuno li

    collezionasse per bel vedere??? Oppure,

    ancora peggio, pensi che lo stato li
    abbia

    messi la per una (controproducente)
    politica

    del terrore???

    No servono al controllo! in altri termini si
    tratta di potere! semplice.Vuol dire tutto e niente... non è che tu abbià piuttosto un odio viscerale ed irrazionale verso i potenti? ;)
    Non ti sei accorto che gli strumenti di
    controllo esistono e sono un mezzo per
    esercitare potere da sempre (molto prima che
    esistesse il terrorismo) e che tutti (senza
    nessuna eccezzione) i regimi autoritari
    basano su questo una fetta non trascurabile
    di potere?Sempre è stato... e sempre sarà...Comunque... Siamo in un regime autoritario? Finché noi possiamo discutere su questo non mi puoi parlare di regime! E ne siamo ben lontani! Tu tieni poco in considerazione il potere dei diritti che sono già scritti nei codici!Il problema è un'altro: tu ed io siamo in grado di farci coscientemente propri questi diritti e saperli usare?E' un problema puramente culturale/educativo.
    Gli stessi stati (come l'iraq) a torto o
    ragione accusati di "terrorismo" havevano
    ottimi strumenti di controllo!
    Qui il problema non e' se nasce prima l'uovo
    o la gallina! il potere viene prima ed e'
    una brutta bestia!Ci deve essere però una gerarchia di potere! O ne neghi l'utilità e la necessità? ;)I difetti poi ci sono in ogni cosa che guardi... ma per questo non generalizzerei e ne professerei catastrofismi di alcun genere.
    Si come no cicciolina e' vergine e russel
    crow e' astemio!... se credi a questa poi
    stasera te ne raccontano un altra!Beh... io ti parlo di strategie... se poi ci sputi sopra come parole al vento vuol dire che di questo mondo vedi solo la parte che vuoi tu...Che poi ci siano dei casi isolati dove certi metodi siano usati male è ovvio... come in ogni campo dell'attivit
  • Anonimo scrive:
    Re: se non hai niente da nascondere? tra
    - Scritto da: Anonimo



    la RISERVATEZZA e' parte dei

    diritti



    fondamentali.





    Si...






    Bene e almeno una la portiamo a casa! :D

    Finalmente... :D






    Il primo emendamento si
    occupa di

    altro


    che



    non la riservatezza.





    Tu stai dando un'interpretazione

    fortemente


    limitata ad un emendamento che
    vuole


    generalizzare il più
    possibile

    sui


    diritti umani...






    Non direi proprio! E' UNA BANALE

    CONSTATAZIONE!

    Mah... adesso non entro più nel
    dettaglio... anche perché porterebbe
    fuori tema... ;)



    Affatto! mi spiace ma non e' cosi' al

    processo di norimberga sedevano sul
    lato dei

    giudici paesi che non si sognavano
    neppure

    di essere "democratici" (quantomeno non

    nella cezzione che tu dai di questo

    termine).

    Si... però è stato un evento
    isolato dopo determinati e drammaticiUn ciufolo! isolato!A me risulta che milosevic sia in galera ora! e che sharon sia sotto processo ora!A te non so! ma il far finta di nulla non aiuta il tuo ragionamento!
    eventi! Da quei diritti universali si
    è capito che si doveva BASARSI per
    raggiungere una forma democratica!!! E da
    quel momento i codici avrebbero avuto un
    rimando continuo a quei principi!
    In un certo senso sono proprio quei principi
    che anelano la democrazia (nelle sue
    innumerevoli forme)!Gli "anelanti" non sono granche' certi! mentre il riconoscimento di tutti nei diritti umani si!Il caso vuole che non esista una "dichiarazione universale della democrazia" FIRMATA E CONDIVISA! a differenza che per i diritti umani tu insisti nel proclamare la "sostanziale identita' di scopo" tra due cose differenti l'una universalmente condivisa e l'altra no!basterebbe questo a fare riflettere!


    Fanno un mero e cinico rapporto


    costi/benefici sociali...
    lecitamente e


    liberamente biasimevole...






    E chi ha mai detto il contrario?


    Ma voi create da ciò illazioni di
    tutti i generi!

    "Voi" lo dici a qualcun altro! io non sono "voi" ne hai il permesso di identificarmi con alcunche' non ti dica io, il rispetto e la buona educazione sono comunque dovuti!Nulla ti autorizza ad associare il mio pensiero a nessun "voi".Io come vedi mi sono ben guardato dal farlo!




    Ti ricordo che gente come
    goering o



    milosevic non sono stati

    processati per



    essere "antidemocratici" ma
    per

    reati


    contro



    l'umanita' (diritti umani)!





    E' giusto che sia così...
    vorrei

    ben


    vedere...






    E 2 (da portare a casa) :D


    Wow! Il dialogo funziona! ;D
    Limitatamente... ma ci torniamo dopo! :D



    Non e' interpretabile per nulla! si
    chiama

    universale proprio per non essere

    interpretabile!

    Applicabile diversamente allora... in vari
    ambiti del sociale...
    E se una legge è univocamente
    interpretata ma senza la possibilità
    di applicarla in quel determinato caso non
    serve a nulla... ;)La applicabilita' di una legge non ne cambia ne' la validita' ne il valore ne la rende nulla!Esattamente come se mancano la i poliziotti il furto rimane reato a prescindere dal fatto che ti prendano e riescano a portarti in galera!



    Beh... anche tu non scherzi

    nell'introdurre


    confusione...







    A si? e dove ?

    a mere pare proprio il contrario !

    Chissà... ;)



    Confondere tra diritti universali e

    democrazia e forme politiche e' un
    comodo

    mezzo per lasciare "tutto indistinto e

    potenzialmente contradditorio" e quindi

    "interpretabile" in modo (trucco
    dialrttico

    vecchio come il mondo) da poter tirare
    la

    "coperta" da una parte o dall'altra a

    seconda della convenienza! ;)

    NON HO DETTO QUESTO! NON AFFERMARE COSE DA
    ME NON DETTE!
    Ed il trucco non c'è...
    Ho detto:
    1) Diritti universali sono riconosciuti
    seriamente in questo momento solo dalle
    nostre (alcune delle tante forme)
    democrazie;Falso! ripeto che sono riconosciuti da quelli che hanno firmato tale dichiarazione! e' inutile che insisti nel dichiarare una cosa falsa e pretendere che sia la verita'.
    2) Io sto parlando nell'ambito delle NOSTRE
    democrazie che in comune hanno i diritti
    universali e molti modi di applicarli
    (codici di diritto);Se quello che dici fosse vero non ci sarebbero come ci sono le denuncie (nel tribunale internazionale) di USA e altre "democrazie"..Falso di nuovo!
    3) I codici tengono in conto innumerevoli
    variabili che possono influenzare
    l'applicazione dei principi universali che a
    sua volta (l'applicazione del principio)
    influenza la difesa degli stessi diritti
    universali.Stai parlando di codici nazionali chje non sempre sono coerenti (come in migliaia di altri casi) con i "proclami" i proclami tuttavia non sono come invece e' nel caso dei diritti dell'uomo legge e giurisprudenza a tutti gli effetti della legge e del diritto.Ti ripeto si fanno processi e si condannano persone per questo!
    4) Se i diritti universali sono messi in
    pericolo da chi non li condivide è
    giusto, a mio parere, limitarli
    provvisoriamente (da pochi mesi ad alcuni
    anni) e molto limitatamente (solo per alcuni
    determinati casi [vedi privacy/terrorismo])
    secondo un rapporto costi/benefici,
    difficile da determinare ma tristemente
    necessario.Non hai ancora dimostrato questi benefici! e non ci puoi riuscire come abbiamo gia' visto!e nessuna legge (compresa la dichiarazione dei diritti dell'uomo) limita la sua applicabilita' in funzione di rapporti "costi/benefici", che ti piaccia oppure no!La legge vale sempre! non adesso si e adesso no! e tantomeno puoi essere tu a (o nessun altro) a dire adesso si e adesso no!


    E come detto fino ad ora le
    democrazie


    possono assumere aspetti diversi
    tenendo


    conto delle caratteristiche
    culturali e


    storiche di una certa
    popolazione...


    Non commentare cose che non
    abbiamo mai


    detto...






    Potresti provare a spiegarlo agli
    iracheni?

    che "vogliamo" democratici per forza?

    Lo sapevo! Si è scaduti sulla
    banalità pacifista! L'ARGOMENTO NON
    E' QUESTO!!!!
    E comunque, se proprio vuoi un mio commento
    a riguardo (e spero che nessuno farà
    delle dietrologie che non aiutano nessuno):
    democrazia secondo gli iracheni e per tutti
    gli iracheni!Io non sono affatto pacifista! (questo e' il solito "voi" che ti ripeto userai se credi con qualcun altro).Non sono (ripeto non) pacifista ma considero la pace un bene prezioso e considero sbagliata la guerra in iraq!Questo non fa di me un pacifista e ti prego di prendere definitivamente nota d
  • Anonimo scrive:
    Re: Sarà impossibile ribellarsi
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo



    La rivoluzione non èCUT
    Ma si sa, il popolo
    è sempre scontento perché
    è ipocrita....Non sono quello a cui rispondi ma questa "chicca" da vero "democratico" me la voglio segnare "in agenda"...Sarebbe un peccato dimenticarsela! :D
  • Anonimo scrive:
    Re: MA VOI SIETE LIBERI ??
    - Scritto da: Anonimo
    ci sarebbero da dire due parole sul sionismo
    rapaceCi sarebbe da verificare quanto quelli che citano a sproposito e strumentalmente certi argomenti siano "privi di peccato"...Personalmente ho trovato molti peccatori in queste schiere!Lo dico come persona molto poco "sospetta" dato che la mia e' una famiglia "mista" parte "ebrea" e parte "gentile"... ;-)
  • Anonimo scrive:
    Re: Sarà impossibile ribellarsi
    - Scritto da: Anonimo


    La rivoluzione non è altro
    che un


    modo diverso e più ipocrita
    per

    fare


    la guerra... ricordatelo!



    Certo che se lui fa demoagogia
    spicciola tu

    fai storia da due soldi...

    Può sembrare... ma il concetto
    filosoficamente è quello...
    pensaci...Illuminami, glorioso erede di socrate
    Innamorarsi di ideologie preconfezionate da
    altri è sempre troppo facile... e la
    rivoluzione alla fine è sempre la
    sintesi di tutte le ipocrisie...Le rivoluzioni da te citate sono nate a causa di un forte disagio generale della popolazione che ha trovato sbocco nella violenza, vuoi per l'incapacità di chi governava di saper cambiare, vuoi perché c'erano ideologie che sono riuscite ad incanalare questo disagio (e questa è una spiegazione estremamente semplicistica). Questo disagio è pre-esistente alla ideologia che determina la rivoluzione, e a dirla tutta, la sua causa va imputato direttamente a chi governò (e ai suoi predecessori) in tali situazioni. Ma si sa, il popolo è sempre scontento perché è ipocrita....
  • Anonimo scrive:
    Re: se non hai niente da nascondere? tra
    - Scritto da: Anonimo

    Il 1 ewmendamento e' considerato un

    "principio quasi sacrale" in america
    dove ho

    vissuto per qualche tempo, nessun
    politico

    si sentirebbe di metterlo in
    discussione nei

    fatti gli costerebbe molto caro!

    E giusto che sia così... non ho detto
    il contrario...


    E inoltre nella pratica molti
    "processi" e

    casi concreti hanno visto una parte

    trionfare sull'altra proprio in nome di

    questo pricipio che tu chiami
    "astratto".

    Si, ma se i codici di diritto non lo
    riconoscessero come diritto "sacrosanto"
    sarebbe come carta straccia.... non
    credi???????Ma quello (dichiarazione dei diritti universali) E' CODICE! firmato sottoscritto e con valore di legge! INTERNAZIONALE!NON E' AFFATTO UNA DICHIARAZIONE ASTRATTA COME TU SOSTIENI!



    I "codici" ci sono eccome! ci sono
    quelli di

    diritto internazionale e ci sono leggi!

    Tali leggi sono sottoposte al giudizio

    "etico" dei principi e sono acettate o

    rigettate in base a tali principi!

    Ripeto!!! Perché i codici di diritto
    lo riconoscono!!!!
    Ma i codici forniscono ATTUALITA' e
    fondamento PRATICO al principio e
    soprattutto lo rendono più o meno
    UNIVOCAMENTE RICONOSCIUTO... altrimenti
    sarebbe soltanto una serie di belle e nobili
    parole astratte!
    Insisto continui a ignorare che E' concretamente codice e legge!



    Questo non ha nulla a che vedere con le

    "forme politiche" e le loro
    "convenienze"

    storiche e sociali.

    La "Dichiarazione universale" non viene
    riconosciuta seriamente se non nelle
    democrazie...
    Questa non voglio che sia interpretata come
    un'ammissione irresponsabile di
    superiorità!No viene riconoscita da chi (democratico o no) ci ha messo la firma! ovvero la stragrande maggioranza dei paesi! e su questo si fonda il presupposto del diritto internazionale!Che questo sia piu' o meno ripettato e' proprio cio' che ti consente di denunciare e in alcuni casi processare chi viola la legge! democratico o meno che sia il colpevole!



    Ma ci sei o ci fai? Democrazia e diritto

    sono due concetti differenti

    Ma non ho detto che democrazia e diritto
    sono la stessa cosa!!!! Hai frainteso!!!
    NON DIRE COSE CHE IO NON MI SOGNEREI MAI E
    POI MAI DI DIRE!!!

    Se vuoi specifico... a quanto sembra non era
    così ovvio per te...
    DIRITTO IN UN SISTEMA DEMOCRATICO: IL
    NOSTRO!!!
    poco sopra hai esattamente affermato il contrario! ovvero che i paesi "democratici" sono gli unici che rispettano i diritti dell'uomo!Che oltre tutto, e' falso come dimostrano le denuncie a carico degli USA (come della cina) e di Israele (come della russia).


    se vuoi

    continuare a fare tale confusione
    accomodati

    pure ma non e' citando la teoria della

    giurisprudenza (che nei fatti ti
    smentisce)

    Smentiscimi allora... sono qui apposta!!! ;)

    Lo ho appena fatto!

    che puoi nascondere la tua palese
    ignoranza

    in materia!

    Beh... grazie! ;)
    Rischiarami la mia ignoranza in materia
    allora...Ti ho appena detto che la tua assunzione che tali diritti non siano legge e' ERRATA!... SVEGLIA!



    La giurisprudenza e le leggi esistono

    ovunque! sia nei pesi democratici che
    non!

    Beh!!! Bella scoperta!!! Hai frainteso di
    brutto!!!
    Sembra quasi che tu non abbia letto
    attentamente... ;)
    Mi pare che tu non lega attentamente neppure quello che tu stesso scrivi!ti ho gia evedenziato diversi passi do tu stesso ti contraddici!


    E' proprio questo che fa la differenza
    tra

    "IUS" e forme di governo.

    Le due cose non si sovrappongono
    affatto!

    Lo ius non e' "interpretabile" e' codice

    scritto (dai tempi di hammurabi) cio'
    che e'

    "interpretabile" e' al piu' (e con molta

    cautela) il principio o la volonta'
    che sta

    nello "ius".

    Beh... sentiamo l'esposizione accademica
    allora... continui ad aver frainteso!!!! ;)
    Tu confondi l'accademia col diritto i codici e le leggi concrete!



    Lo "ius" (in questo caso) e' la

    dichiarazione dei diritti dell'uomo!

    e (piaccia o meno) si chiama
    "universale"

    proprio per sottrarre tale diritto alla

    interpretazione soggettiva!

    Ma non può essere portato come UNICO
    elemento in un tribunale!!! DEVE ESSERE
    ARGOMENTATO SUI CODICI DI DIRITTO DI QUEL
    SISTEMA POLITICO!!!
    Più chiaro di così...Certo ! la dichiarazione e' (lo ripeto per l'ennesima volta) codice legge concreta!



    L'unica "liberta'" interpretativa che
    rimane

    e' nell'accertamento del fatto che tale
    ius

    sia o meno violato nel corso di un

    "giudizio" sui "fatti".

    Vedi sopra... ;)

    Saluti.

    Davide.Appunto vedi! e senza cercare facili e comode scappatoie dialettiche! :D
  • Anonimo scrive:
    Re: MA VOI SIETE LIBERI ??
    ci sarebbero da dire due parole sul sionismo rapace
  • Anonimo scrive:
    Re: se non hai niente da nascondere? tra
    - Scritto da: Anonimo

    I diritti non sono scritti per i furbi
    o per

    i fessi e (te lo ripeto per la ennesima

    volta) non hanno nulla a che vedere con
    la

    democrazia.

    Ma è soltanto in una democrazia che
    possono essere e vengono difesi!

    Falso!Il cile era gia' un paese "democratico" e pinochet invece lo ha processato un altro tribunale!E se leggi i rapporti di amnesty international ti sara' facile constatare che trai paesi che violano i diritti umani non ci sono solo la cina e i paesi "autoritari" ma anche molti paesi "democratici" stati uniti compresi!

    I diritti sono per tutti compreso Bin
    Laden

    (che ti piaccia oppure no!)

    Ma io VOGLIO che sia così! Altrimenti
    sarebbe la negazione stessa di diritto
    universale! Non ci siamo capiti affatto
    allora...
    L'argomento io volevo portarlo ad un livello
    superiore di complessità,
    perché è su questo livello che
    si difendono i diritti! Non sul livello
    diritto a me = diritto a te = diritto a
    tutti... sarebbe bello che tutto funzionasse
    così perfettamente in pratica ma
    è sulla realtà che ci
    confrontiamo...
    Non "sarebbe bello".. E' BELLO!mi spiace ma i "sarebbe" non servono ad altro che a dimostrare che le strade che portano all'inferno e le peggiori e feroci dittature sono lastricate di buone intenzioni!


    Una bomber, i pedofili e via elencando
    non

    sono certo "effetti" della privacy e

    tantomeno li combatti riducendo i
    diritti di

    tutti e meno che meno i loro!

    Non sono effetto della privacy... sto
    dicendo che questi individui approfittano di
    principi nobili come quello della privacy
    per fare quello che gli pare... e su un
    rapporto costi/benefici non è
    accettabile dal mio punto di vista...Non "approfittano" affatto della privacy mettono in atto un piano criminoso a prescindere dalla privacy stessa! la dimostrazione? ti risulta (per caso) che nei paesi come la cina dove la privacy non esiste non ci siano delinquenti, pedofili, e terroristi? a me risulta il contrario!Non esiste (come vedi) nessuna sicurezza ottenuta "in cambio"...Tuttavia se pensi che in cina ti sentiresti "piu' sicuro" accomodati pure! e buon pro ti faccia! ;-)



    Il legame tra sicurezza e riduzione
    della

    privacy e' del tutto arbitrario e non
    esiste

    un solo caso dico uno in cui questo
    fatto si

    sia dimostrato determinante!

    Eh eh... ma tu cosa leggi?
    Il fatto è che i crimini vengono
    facilitati enormemente con conseguente (non
    immediato ovviamente!) aumento della
    criminalità... prima che loro
    capiscano come sfruttare certi "buchi"
    è meglio limitarli... a mio parere
    ovviamente...
    Non esiste questa relazione! fai e continui a fare confusione! in unione sovietica la presenza del KGB non impediva certo ne ha impedito i crimini!Limitazione della liberta' e della privacy non producono ne anno mai prodotto piu' sicurezza! e' un dato di fatto che ti piaccia o meno!


    Anzi al contrario! ti ricordo che i

    terroristi dell'11 settembre avevano

    documenti VALIDI, NON, ripeto non,
    venivano

    da fuori degli stati uniti ma erano
    tutti (a

    vario titolo) REGOLARMENTE negli stati
    uniti

    stessi.

    Grazie a molteplici fattori:
    complessità di indagine,
    complessità di analisi delle
    informazioni (!), complessità
    organizzative ed anche a troppa burocrazia
    (!!!) dovuta alla privacy...Niente affatto! la privacy non c'entra proprio nulla! al contrario per ottenere un permesso di risiedere in U.S.A. devi passare per diverse "forche caudine" (lo so per esperienza diretta) che sono l'esatto opposto della privacy!Ma come e' facile constatare questo non ha affatto evitato il danno!




    Presupporee che dalle "informazioni"
    che tu

    hai su un individuo qualunque tu possa

    "indovinare" le sue intenzioni e quanto
    di

    piu' imbecille si possa affermare!

    Aiuta di molto però a stilare un
    profilo di pericolosità della
    persona... da tenere ancora più
    sott'occhio finché non fa
    eventualmente un passo falso... e dal quel
    momento si hanno le prove CERTE! E
    verrà GIUDICATO in base a QUELLE
    PROVE e non in base a semplici sospetti!!!!!
    Il profilo "di pericolosita'" si basa sulla falsa assunzione che il comportamento "diverso" e' "sospetto" e comprende il comune errore che tu sorvegli il "diverso" e quindi "sospetto" e lasci perdere "l'ugale" che invece si comportera' coscientemente da "uguale" proprio per non essere "sospetto" e fart secco esattamente come hanno fatto l'11 settembre in america e giusto da poco in spagna! tutta gente assolutamente "normale"... peccato che fossero "normali terroristi" :-)


    Di fatto tanto piu' "normale" appare il

    "profilo" di un terrorista tanto piu'
    sara'

    (seguendo i tuoi ragionamenti)
    pericoloso

    (come del resto i fatti hanno
    tragicamente

    dimostrato).

    Beh... non hai capito... vedi sopra... i
    fatti di cui parli sarebbero stati scoperti
    con cooperazione internazionale... ma grazie
    (anche) a burocrazia dovuta a privacy sono
    purtroppo successi...
    Ripeto: bisogna avere il coraggio di
    valutare il rapporto costi/benefici...Non sarebbero affatto stati scoperti! tanto e' che ancora adesso (a posteriori) non si hanno certezze su molte cose dei suddetti personaggi! compreso il fatto che fossero tutti e solo quelli "individuati".La tua e' solo una "fede" assolutamente irrazionale e senza il benche' minimo supporto di fatti! ma solo di "ipotesi" vaghe e indimostrabili.



    La relazione tra le due cose e' del
    tutto

    falsa

    Beh... vuol dire che ci ragioni solo dal tuo
    punto di vista e basta...
    Per nulla il "mio punto di vista" e' confermato dai fatti il tuo al contrario ne e' smentito!Ma ripeto se hai tanta fiducia in questi mezzi basta un biglietto per la cina!


    e il ripeterla in continuazione serve

    solo a cercare di fare "abituare" la
    gente a

    considerarla scontata come quelli che

    ripetendo in continuazione una bugia

    finiscono per convincersi che stanno
    dicendo

    la verita'!

    E' un vizio che hanno inconsapevolmente in
    molti... forse anch'io.... forse anche tu...
    da TUTTE le parti...
    Ripeto: è il dialogo che annulla
    questi vizi...
    No (non dico che questo sia il tuo caso) ci sono molti che mentono sapendo di mentire! e tra questi quasi tutti quelli che traggono da questo il motivo stesso per accrescere il loro potere!... ora fai 2+2...



    E' proprio il rapporto "costi/benefici"
    che

    non funziona nel tuo ragionamento! i
    costi

    sono altissimi e i benefici nessuno li
    vede!

    Forse perché non hai pensato che i
    benefici spesso non devono essere visti per
    motivi strategici!
    Molti dei benefici si vedono...
    intercettazioni te
  • Anonimo scrive:
    Re: se non hai niente da nascondere? tra

    Il 1 ewmendamento e' considerato un
    "principio quasi sacrale" in america dove ho
    vissuto per qualche tempo, nessun politico
    si sentirebbe di metterlo in discussione nei
    fatti gli costerebbe molto caro!E giusto che sia così... non ho detto il contrario...
    E inoltre nella pratica molti "processi" e
    casi concreti hanno visto una parte
    trionfare sull'altra proprio in nome di
    questo pricipio che tu chiami "astratto".Si, ma se i codici di diritto non lo riconoscessero come diritto "sacrosanto" sarebbe come carta straccia.... non credi???????
    I "codici" ci sono eccome! ci sono quelli di
    diritto internazionale e ci sono leggi!
    Tali leggi sono sottoposte al giudizio
    "etico" dei principi e sono acettate o
    rigettate in base a tali principi!Ripeto!!! Perché i codici di diritto lo riconoscono!!!!Ma i codici forniscono ATTUALITA' e fondamento PRATICO al principio e soprattutto lo rendono più o meno UNIVOCAMENTE RICONOSCIUTO... altrimenti sarebbe soltanto una serie di belle e nobili parole astratte!
    Questo non ha nulla a che vedere con le
    "forme politiche" e le loro "convenienze"
    storiche e sociali.La "Dichiarazione universale" non viene riconosciuta seriamente se non nelle democrazie...Questa non voglio che sia interpretata come un'ammissione irresponsabile di superiorità!
    Ma ci sei o ci fai? Democrazia e diritto
    sono due concetti differentiMa non ho detto che democrazia e diritto sono la stessa cosa!!!! Hai frainteso!!!NON DIRE COSE CHE IO NON MI SOGNEREI MAI E POI MAI DI DIRE!!!Se vuoi specifico... a quanto sembra non era così ovvio per te...DIRITTO IN UN SISTEMA DEMOCRATICO: IL NOSTRO!!!
    se vuoi
    continuare a fare tale confusione accomodati
    pure ma non e' citando la teoria della
    giurisprudenza (che nei fatti ti smentisce)Smentiscimi allora... sono qui apposta!!! ;)
    che puoi nascondere la tua palese ignoranza
    in materia!Beh... grazie! ;)Rischiarami la mia ignoranza in materia allora...
    La giurisprudenza e le leggi esistono
    ovunque! sia nei pesi democratici che non!Beh!!! Bella scoperta!!! Hai frainteso di brutto!!!Sembra quasi che tu non abbia letto attentamente... ;)
    E' proprio questo che fa la differenza tra
    "IUS" e forme di governo.
    Le due cose non si sovrappongono affatto!
    Lo ius non e' "interpretabile" e' codice
    scritto (dai tempi di hammurabi) cio' che e'
    "interpretabile" e' al piu' (e con molta
    cautela) il principio o la volonta' che sta
    nello "ius".Beh... sentiamo l'esposizione accademica allora... continui ad aver frainteso!!!! ;)
    Lo "ius" (in questo caso) e' la
    dichiarazione dei diritti dell'uomo!
    e (piaccia o meno) si chiama "universale"
    proprio per sottrarre tale diritto alla
    interpretazione soggettiva!Ma non può essere portato come UNICO elemento in un tribunale!!! DEVE ESSERE ARGOMENTATO SUI CODICI DI DIRITTO DI QUEL SISTEMA POLITICO!!!Più chiaro di così...
    L'unica "liberta'" interpretativa che rimane
    e' nell'accertamento del fatto che tale ius
    sia o meno violato nel corso di un
    "giudizio" sui "fatti".Vedi sopra... ;)Saluti.Davide.
  • Anonimo scrive:
    Re: E` sempre il Solito Discorso...Palla
    se ancora non hai capito che windows (che centra eccome) èil primo caso lampante di violazione della privacy (vedi RPC e"para"-telefonia, oltre al DRM) allora non ti resta che dedicartiai tuoi tanto amati brodini a vita... :|
  • Anonimo scrive:
    Re: se non hai niente da nascondere? tra

    I diritti non sono scritti per i furbi o per
    i fessi e (te lo ripeto per la ennesima
    volta) non hanno nulla a che vedere con la
    democrazia.Ma è soltanto in una democrazia che possono essere e vengono difesi!
    I diritti sono per tutti compreso Bin Laden
    (che ti piaccia oppure no!)Ma io VOGLIO che sia così! Altrimenti sarebbe la negazione stessa di diritto universale! Non ci siamo capiti affatto allora...L'argomento io volevo portarlo ad un livello superiore di complessità, perché è su questo livello che si difendono i diritti! Non sul livello diritto a me = diritto a te = diritto a tutti... sarebbe bello che tutto funzionasse così perfettamente in pratica ma è sulla realtà che ci confrontiamo...
    Una bomber, i pedofili e via elencando non
    sono certo "effetti" della privacy e
    tantomeno li combatti riducendo i diritti di
    tutti e meno che meno i loro!Non sono effetto della privacy... sto dicendo che questi individui approfittano di principi nobili come quello della privacy per fare quello che gli pare... e su un rapporto costi/benefici non è accettabile dal mio punto di vista...
    Il legame tra sicurezza e riduzione della
    privacy e' del tutto arbitrario e non esiste
    un solo caso dico uno in cui questo fatto si
    sia dimostrato determinante!Eh eh... ma tu cosa leggi?Il fatto è che i crimini vengono facilitati enormemente con conseguente (non immediato ovviamente!) aumento della criminalità... prima che loro capiscano come sfruttare certi "buchi" è meglio limitarli... a mio parere ovviamente...
    Anzi al contrario! ti ricordo che i
    terroristi dell'11 settembre avevano
    documenti VALIDI, NON, ripeto non, venivano
    da fuori degli stati uniti ma erano tutti (a
    vario titolo) REGOLARMENTE negli stati uniti
    stessi.Grazie a molteplici fattori: complessità di indagine, complessità di analisi delle informazioni (!), complessità organizzative ed anche a troppa burocrazia (!!!) dovuta alla privacy...
    Presupporee che dalle "informazioni" che tu
    hai su un individuo qualunque tu possa
    "indovinare" le sue intenzioni e quanto di
    piu' imbecille si possa affermare!Aiuta di molto però a stilare un profilo di pericolosità della persona... da tenere ancora più sott'occhio finché non fa eventualmente un passo falso... e dal quel momento si hanno le prove CERTE! E verrà GIUDICATO in base a QUELLE PROVE e non in base a semplici sospetti!!!!!
    Di fatto tanto piu' "normale" appare il
    "profilo" di un terrorista tanto piu' sara'
    (seguendo i tuoi ragionamenti) pericoloso
    (come del resto i fatti hanno tragicamente
    dimostrato).Beh... non hai capito... vedi sopra... i fatti di cui parli sarebbero stati scoperti con cooperazione internazionale... ma grazie (anche) a burocrazia dovuta a privacy sono purtroppo successi...Ripeto: bisogna avere il coraggio di valutare il rapporto costi/benefici...
    La relazione tra le due cose e' del tutto
    falsaBeh... vuol dire che ci ragioni solo dal tuo punto di vista e basta...
    e il ripeterla in continuazione serve
    solo a cercare di fare "abituare" la gente a
    considerarla scontata come quelli che
    ripetendo in continuazione una bugia
    finiscono per convincersi che stanno dicendo
    la verita'!E' un vizio che hanno inconsapevolmente in molti... forse anch'io.... forse anche tu... da TUTTE le parti...Ripeto: è il dialogo che annulla questi vizi...
    E' proprio il rapporto "costi/benefici" che
    non funziona nel tuo ragionamento! i costi
    sono altissimi e i benefici nessuno li vede!Forse perché non hai pensato che i benefici spesso non devono essere visti per motivi strategici!Molti dei benefici si vedono... intercettazioni telefoniche, video o informatiche che riescono a scoprire magazzini di esplosivo, agenti chimici, armi, ecc ecc.... non pensi che qualcuno li avrebbe usati? Oppure pensi che qualcuno li collezionasse per bel vedere??? Oppure, ancora peggio, pensi che lo stato li abbia messi la per una (controproducente) politica del terrore???Ovviamente i nomi non vengono svelati per non dare troppe informazioni a quelli che li appoggiano... ma il processo secondo diritto c'è comunque!!!Saluti.Davide.
  • Anonimo scrive:
    Re: se non hai niente da nascondere? tra

    la RISERVATEZZA e' parte dei diritti
    fondamentali.Si...
    Il primo emendamento si occupa di altro che
    non la riservatezza.Tu stai dando un'interpretazione fortemente limitata ad un emendamento che vuole generalizzare il più possibile sui diritti umani...
    Continui a non capire la sostanziale
    differenza tra diritti umani e democrazia o
    altre forme di governo che e' il punto
    centrale del mio discorso!
    Difendere i diritti umani non significa
    necessariamente difendere una forma politica
    o un altra!Beh... a quanto si è visto fino ad ora storicamente sul lato pratico la democrazia è l'unica che può (con relativa difficoltà) veramente difenderli... non credi?
    La difesa dei diritti umani passa per i
    tribunali e gli accordi internazionali (non
    a caso gli stati uniti non ne anno firmato
    diversi).Fanno un mero e cinico rapporto costi/benefici sociali... lecitamente e liberamente biasimevole...
    Ti ricordo che gente come goering o
    milosevic non sono stati processati per
    essere "antidemocratici" ma per reati contro
    l'umanita' (diritti umani)!E' giusto che sia così... vorrei ben vedere...
    Ma ci sei o ci fai? la "democrazia" si
    esprime in forma di leggi e costituzioni e i
    pricipi invece come dichiarazxione a cui le
    suddette obbediscono e sottostanno o
    dichiarano di sottostare!Ma tu hai capito che è interpretabile in una grande moltitudine di modi la "Dichiarazione universale dei diritti dell'uomo" oppure pensi che i codici esistano solo per romperci le scatole?
    Fai e continui a fare confusione! e questo
    non contribuisce a chiarire i termini del
    problema!Beh... anche tu non scherzi nell'introdurre confusione...
    Chi te lo dice? forse qui o forse in
    america... non mi pare che le forme
    politiche siano "esportabili" senza tenere
    conto di storia e culture!Nessuno ha parlato di esportazioni... è un dialogo interno fra di noi che viviamo nella NOSTRA democrazia...E come detto fino ad ora le democrazie possono assumere aspetti diversi tenendo conto delle caratteristiche culturali e storiche di una certa popolazione...Non commentare cose che non abbiamo mai detto...
    I diritti umani sono invece cosa diversa! ne
    meno peggio ne altro! sono semplicemente
    l'unica cosa su cui il mondo intero non ha
    "ideologicamente" il coraggio o se
    preferisci la "faccia" di rifiutarsi di
    riconoscere come principio in modo
    "esplicito".La democrazia lo riconosce in ogni momento... solo perché se ne discuta non vuol dire che si voglia negarli...Gli altri regimi politici invece lo guardano come una barzelletta...
    Persino il "piu' feroce tra i dittatori" non
    dichiarera' mai in modo esplicito di
    violarli!Semplice ipocrisia da parte dei dittatori... non è perché hanno riverenza a riguardo...
    (fatti a parte) questo e' il punto
    di partenza per condurre le battaglie che li
    impongano anche concretamente sulle "crazie"
    di ogni genere!Nessuno lo nega... però sembri non capire che all'interno dei codici c'è un continuo rimando a riguardo... e sembri pensare che la legge non può nulla contro le amministrazioni..
    Se non capisci questo ripeto ti compiango!
    anche perche' parli di "concretezza" ma poi
    ti limiti ad acettare discorsi piu' o meno
    confusi sulla "democrazia" che lasciano le
    cose come sono! :)Questo lo pensi tu... c'è un'orda di avvocati che sta facendo questo lavoro per te!!! E che ascolta la popolazione... Non pensare che sei lasciato solo a te stesso!!!Questo pessimismo non aiuta nessuno...Davide.
  • Anonimo scrive:
    Re: se non hai niente da nascondere? tra
    - Scritto da: Anonimo

    Astratti?

    hai presente il 1 emendamento?

    quello che dice che i rappresentanti
    eletti

    dal popolo (congresso) non possono

    legiferare contro la liberta' di
    pensiero di

    espressione e di parola?

    Ma... a parte questo... la realtà
    è ben più complessa e
    articolata di quanto può descrivere
    il 1° emendamento... aggrapparsi così
    a poche nobili frasi senza (forse) avere
    idea di come i codici di diritto affrontino
    questa problematica mi sembra pura
    demagogia...
    Il 1° emendamento viene ben difeso nei
    codici... se dopo la gente non ha tempo e/o
    voglia di capire come, è tutto un
    altro discorso...Il 1 ewmendamento e' considerato un "principio quasi sacrale" in america dove ho vissuto per qualche tempo, nessun politico si sentirebbe di metterlo in discussione nei fatti gli costerebbe molto caro!E inoltre nella pratica molti "processi" e casi concreti hanno visto una parte trionfare sull'altra proprio in nome di questo pricipio che tu chiami "astratto".I "codici" ci sono eccome! ci sono quelli di diritto internazionale e ci sono leggi!Tali leggi sono sottoposte al giudizio "etico" dei principi e sono acettate o rigettate in base a tali principi!Questo non ha nulla a che vedere con le "forme politiche" e le loro "convenienze" storiche e sociali.




    Non ti pare una limitazione del
    concetto di

    "crazia"? (demo oppure no)

    Secondo te e' astratto ?

    Se davvero credi che sia astratto ti

    compiango!

    E' astratto senza alcun dubbio... può
    essere interpretato anche nel peggiore nei
    modi... è a questo che servono i
    codici di diritto...
    La legge non è una scienza esatta...
    è interpretabile SEMPRE come ogni
    scienza sociale... è la prima cosa
    che ti insegnano nelle facoltà di
    giurisprudenza... ed è per questo che
    esistono tribunali ed avvocati...
    Negare questo sistema significa negare la
    democrazia stessa...
    Ma ci sei o ci fai? Democrazia e diritto sono due concetti differenti se vuoi continuare a fare tale confusione accomodati pure ma non e' citando la teoria della giurisprudenza (che nei fatti ti smentisce) che puoi nascondere la tua palese ignoranza in materia!La giurisprudenza e le leggi esistono ovunque! sia nei pesi democratici che non!E' proprio questo che fa la differenza tra "IUS" e forme di governo.Le due cose non si sovrappongono affatto!Lo ius non e' "interpretabile" e' codice scritto (dai tempi di hammurabi) cio' che e' "interpretabile" e' al piu' (e con molta cautela) il principio o la volonta' che sta nello "ius".Lo "ius" (in questo caso) e' la dichiarazione dei diritti dell'uomo!e (piaccia o meno) si chiama "universale" proprio per sottrarre tale diritto alla interpretazione soggettiva!L'unica "liberta'" interpretativa che rimane e' nell'accertamento del fatto che tale ius sia o meno violato nel corso di un "giudizio" sui "fatti".:-)
  • Anonimo scrive:
    Re: se non hai niente da nascondere? tra

    Astratti?
    hai presente il 1 emendamento?
    quello che dice che i rappresentanti eletti
    dal popolo (congresso) non possono
    legiferare contro la liberta' di pensiero di
    espressione e di parola?Ma... a parte questo... la realtà è ben più complessa e articolata di quanto può descrivere il 1° emendamento... aggrapparsi così a poche nobili frasi senza (forse) avere idea di come i codici di diritto affrontino questa problematica mi sembra pura demagogia...Il 1° emendamento viene ben difeso nei codici... se dopo la gente non ha tempo e/o voglia di capire come, è tutto un altro discorso...
    Non ti pare una limitazione del concetto di
    "crazia"? (demo oppure no)
    Secondo te e' astratto ?
    Se davvero credi che sia astratto ti
    compiango! E' astratto senza alcun dubbio... può essere interpretato anche nel peggiore nei modi... è a questo che servono i codici di diritto...La legge non è una scienza esatta... è interpretabile SEMPRE come ogni scienza sociale... è la prima cosa che ti insegnano nelle facoltà di giurisprudenza... ed è per questo che esistono tribunali ed avvocati...Negare questo sistema significa negare la democrazia stessa...Davide.
  • Anonimo scrive:
    Re: se non hai niente da nascondere? tra
    - Scritto da: Anonimo

    c'e' un passo cruciale (10 biondi e 1
    bruno)

    sorvegliato sfigato e sempre in
    minoranza!

    la cui unica speranza non (ripeto NON)
    e' la

    democrazia ma i "diritti universali".

    Vedi... per quell'unico individuo che tu
    chiami "diverso" ci sono gli STESSI diritti
    anche nella nostra democrazia di adesso...
    non sono così facili e diretti come
    scritti nei "diritti universali", sono
    più articolati perché debbono
    tenere in considerazione tutti quei FURBI
    che sotto l'ombra di certi facili diritti si
    compiacciono nel prevaricare la gente in
    generale... non so se mi spego...
    E forse perché sono più
    articolati la gente per pigrizia (o per un
    sistema educatico sbagliato) non li sa
    distinguere e si sentono di conseguenza
    erroneamente abbandonati...I diritti non sono scritti per i furbi o per i fessi e (te lo ripeto per la ennesima volta) non hanno nulla a che vedere con la democrazia.I diritti sono per tutti compreso Bin Laden (che ti piaccia oppure no!)



    Cosa che invece chi propugna le tesi
    della

    "sorveglianza totale" finisce
    regolarmente

    coll'ignorare! in nome della "crazia"
    (demo

    o no fa poca, o meglio, nessuna
    differenza

    ai fini di questo ragionamento!)

    Io non propugno la sorveglianza totale... ma
    un minimo ci deve essere per evitare
    spiacievoli effetti collaterali della
    "privacy assoluta"... vedi unabomber,
    terrorismo, rapimenti, pedofilia, traffici
    illegali, ecc ecc... si tratta di fare un
    cinico ed ingegneristico rapporto
    costi/benefici... e trovare l'ottima
    misura... anche a questo serve discutere...
    Una bomber, i pedofili e via elencando non sono certo "effetti" della privacy e tantomeno li combatti riducendo i diritti di tutti e meno che meno i loro!Il legame tra sicurezza e riduzione della privacy e' del tutto arbitrario e non esiste un solo caso dico uno in cui questo fatto si sia dimostrato determinante!Anzi al contrario! ti ricordo che i terroristi dell'11 settembre avevano documenti VALIDI, NON, ripeto non, venivano da fuori degli stati uniti ma erano tutti (a vario titolo) REGOLARMENTE negli stati uniti stessi.Presupporee che dalle "informazioni" che tu hai su un individuo qualunque tu possa "indovinare" le sue intenzioni e quanto di piu' imbecille si possa affermare!Di fatto tanto piu' "normale" appare il "profilo" di un terrorista tanto piu' sara' (seguendo i tuoi ragionamenti) pericoloso (come del resto i fatti hanno tragicamente dimostrato).La relazione tra le due cose e' del tutto falsa e il ripeterla in continuazione serve solo a cercare di fare "abituare" la gente a considerarla scontata come quelli che ripetendo in continuazione una bugia finiscono per convincersi che stanno dicendo la verita'!E' proprio il rapporto "costi/benefici" che non funziona nel tuo ragionamento! i costi sono altissimi e i benefici nessuno li vede!
  • Anonimo scrive:
    Re: se non hai niente da nascondere? tra

    Hai centrato il punto:
    non si può dare concretezza univoca
    al concetto di democraziaMa scusate... io glielo data l'interpretazione univoca?
    Ed è proprio da questo pericolo che
    ho voluto mettere in guardia all'inizio
    della discussione.Ma tutti sono consapevoli di questo pericolo e ne hanno dato prova nella discussione...Ma finché avremo modo di farlo questo dialogo, di regime o di pericolo "totalitario" non si può parlare nei modi così catastrofici... oltretutto così facilmente ed incosapevolmente....
    Il principio di
    democrazia in se è lodevole, ma
    è pieno di trappole micidiali, e
    più questo meccanismo diventa
    complesso e più le sue trappole
    diventano pericolose e difficili da evitare.E' per questo che io sprono continuamente al dialogo tra diversi modi di pensare senza accontentarmi di commenti riduttivi simili a propagande di partito...
    Tutta la discussione sul significato di
    "democrazia" stava proprio a indicare quanto
    può essere interpretativo questo
    concetto.Certo... forse l'unico elemento che accomuna però tutte queste diverse interpretazioni di democrazia è il dialogo costruttivo ed informato all'interno del popolo che elegge di conseguenza i propri rappresentanti... è questa per me la maggiore forza della democrazia...
    La "dichiarazione universale dei diritti
    dell'uomo" non può tutelare proprio
    nulla. Al massimo può definire delle
    regole, ma alla fine la tutela di queste
    regole spetta ai governi che detengono il
    potere, e la realtà dei fatti ci
    insegna che questa tutela lascia troppo
    spesso dei grossi buchi, spaventosi buchi
    che per motivi contingenti avviliscono
    queste regole.Pienamente d'accordo...Molti furbi usano oltrettutto i concetti fumosi ed imprecisi (ma pienamente leciti) della "Dichiarazione universale dei diritti dell'uomo" per nascondersi all'ombra compiacenti...
    Per non perdere di vista il discorso
    iniziale relativo alla tutela della
    riservatezza, credo che la dichiarazione
    universale dei diritti dell'uomo tenga in
    stretta considerazione anche il discorso
    della riservatezza della vita privata di
    ogni individuo, ma purtroppo chi dovrebbe
    tutelarla tende a cancellare la
    "libertà" nel nome di un'altro
    concetto chiamato "sicurezza".Io sono dell'idea che si è costretti in questo periodo, in presenza di stati ed organizzazioni assolutamente non democratiche, a fare un rapporto costi/benefici... anche la paura non porta libertà...
    Vivendo in prima persona nella "cultura
    occidentale" è anche più
    facile capirne i pregi e i difetti, e sono
    proprio questi ultimi, alla luce di quanto
    detto fino ad ora, che fanno temere quando
    una "democrazia" decide di mettere da parte
    i diritti fondamentali dell'umanità.E' pienamente democratico ammettere i propri difetti... ma non per questo annunciare catastrofi...Popper riteneva che il fallibilismo fosse anche il metodo della democrazia liberale, la quale, a differenza di ogni totalitarismo, procederebbe per congetture e confutazioni.La democrazia è la possibilità trascendentale dell?errore.La democrazia insomma si autocorregge non coprendo ideologicamente le proprie magagne, ma denunciandole costruttivamente.
    Ripeto, le dissertazioni filosofiche sono
    sempre molto attraenti e interessanti, ma
    quì si parla di fatti più
    pressanti che ci coinvolgono quotidianamente
    e che limitano sempre di più i
    diritti dell'uomo mentre noi discutiamo di
    conceti astratti.Beh... l'ultimo che dice che la filosofia è inutile... (e te lo dice uno che studia ingegneria informatica!)...Senza un minimo di filosofia non si può "fare" intelligente quotidianità e trovare soluzioni alternative a quei "potenti" che voi volete combattere...Davide.
  • Anonimo scrive:
    Re: se non hai niente da nascondere? tra
    - Scritto da: Anonimo

    Astratti?

    hai presente il 1 emendamento?

    quello che dice che i rappresentanti
    eletti

    dal popolo (congresso) non possono

    legiferare contro la liberta' di
    pensiero di

    espressione e di parola?



    Non ti pare una limitazione del
    concetto di

    "crazia"? (demo oppure no)

    Secondo te e' astratto ?

    Se davvero credi che sia astratto ti

    compiango!

    :)

    E questo cosa centra con il discorso della
    riservatezza ?la RISERVATEZZA e' parte dei diritti fondamentali.
    Non mi sembra che il primo emendamento
    protegga tutta la civiltà occidentale
    dai pericoli che la riservatezza degli
    esseri umani sta correndo.Il primo emendamento si occupa di altro che non la riservatezza.
    Io vedo un diritto fondamentale dell'uomo
    che viene calpestato, nonostante l'esistenza
    del primo emendamento.
    Quando ti dico che parliamo di cose
    astratte, ovvero del sesso degli angeli, sto
    cercando di dire che nonostante tutto,
    nonostante tutti gli emendamenti che vuoi
    citare, c'è un diritto fondamentale
    universalmente riconoscito, che viene
    calpestato, e che la democrazia non riesce a
    tutelare.Continui a non capire la sostanziale differenza tra diritti umani e democrazia o altre forme di governo che e' il punto centrale del mio discorso!Difendere i diritti umani non significa necessariamente difendere una forma politica o un altra!La difesa dei diritti umani passa per i tribunali e gli accordi internazionali (non a caso gli stati uniti non ne anno firmato diversi).Ti ricordo che gente come goering o milosevic non sono stati processati per essere "antidemocratici" ma per reati contro l'umanita' (diritti umani)!
    Il primo emendamento garantisce che tutti
    gli americani degli USA possano esprimere il
    loro pensiero, ma non dice che chi li
    governo è obbligato a fare ciò
    che dice la maggioranza della popolazione
    americana che esprime il proprio pensiero in
    merito a qualcosa o a qualche situazione;
    non per niente la parola "democrazia" non
    compare nemmeno una solo volta nella
    costituzione di quella che si spaccia la
    più grande democrazia del mondo.Ma ci sei o ci fai? la "democrazia" si esprime in forma di leggi e costituzioni e i pricipi invece come dichiarazxione a cui le suddette obbediscono e sottostanno o dichiarano di sottostare!Fai e continui a fare confusione! e questo non contribuisce a chiarire i termini del problema!

    P.S. L'argomento della discussione è
    la tutela della riservatezza, non la
    necessità o meno della democrazia.
    Anche io preferisco la democrazia a ogni
    altro tipo di governo che fino ad ora
    l'umanità ha vissuto sulla sua pelle,
    ma questo non significa che la democrazia
    sia la soluzione migliore e perfetta. Anzi,
    è ben lungi dall'essere perfetta.
    Diciamo che per ora è la meno peggio
    delle soluzioni.Chi te lo dice? forse qui o forse in america... non mi pare che le forme politiche siano "esportabili" senza tenere conto di storia e culture!I diritti umani sono invece cosa diversa! ne meno peggio ne altro! sono semplicemente l'unica cosa su cui il mondo intero non ha "ideologicamente" il coraggio o se preferisci la "faccia" di rifiutarsi di riconoscere come principio in modo "esplicito".Persino il "piu' feroce tra i dittatori" non dichiarera' mai in modo esplicito di violarli! (fatti a parte) questo e' il punto di partenza per condurre le battaglie che li impongano anche concretamente sulle "crazie" di ogni genere!Se non capisci questo ripeto ti compiango! anche perche' parli di "concretezza" ma poi ti limiti ad acettare discorsi piu' o meno confusi sulla "democrazia" che lasciano le cose come sono! :-)
  • Anonimo scrive:
    Re: se non hai niente da nascondere? tra

    c'e' un passo cruciale (10 biondi e 1 bruno)
    sorvegliato sfigato e sempre in minoranza!
    la cui unica speranza non (ripeto NON) e' la
    democrazia ma i "diritti universali".Vedi... per quell'unico individuo che tu chiami "diverso" ci sono gli STESSI diritti anche nella nostra democrazia di adesso... non sono così facili e diretti come scritti nei "diritti universali", sono più articolati perché debbono tenere in considerazione tutti quei FURBI che sotto l'ombra di certi facili diritti si compiacciono nel prevaricare la gente in generale... non so se mi spego...E forse perché sono più articolati la gente per pigrizia (o per un sistema educatico sbagliato) non li sa distinguere e si sentono di conseguenza erroneamente abbandonati...
    Cosa che invece chi propugna le tesi della
    "sorveglianza totale" finisce regolarmente
    coll'ignorare! in nome della "crazia" (demo
    o no fa poca, o meglio, nessuna differenza
    ai fini di questo ragionamento!)Io non propugno la sorveglianza totale... ma un minimo ci deve essere per evitare spiacievoli effetti collaterali della "privacy assoluta"... vedi unabomber, terrorismo, rapimenti, pedofilia, traffici illegali, ecc ecc... si tratta di fare un cinico ed ingegneristico rapporto costi/benefici... e trovare l'ottima misura... anche a questo serve discutere...Davide.
  • Anonimo scrive:
    Re: Frase da cittadino/suddito tipico

    Il mio post non è una risposta
    personale al tuo intervento che ha aperto un
    altro thread, che ho letto solo in seguito.
    Questo per chiarezza. Non ti avevo letto,
    prima ancora di capire o meno...OK...
    Non dici nulla di nuovo. Le tue conclusioni
    sulla presunta incapacità di
    assumersi le proprie responsabilità
    sono, più che offensive, arbitarie e
    banali.Non era rivolto a te in particolare ma a tutti quelli che ogni giorno invece di assumersi le proprie responsabilità preferiscono nascondersi all'ombra di diritti più che assistenzialisti e compiacenti...

    A scopo commerciale... beh, tutto qua?
    E'

    questo che ti preme?

    Evidentemente il termine "per fare un
    esempio" non ti è chiaro. Solo
    così mi spiego la risposta "...tutto
    qua? E' quello che ti preme?".Era chiaro... ma chiaramente volevo anche esporre una risposta più articolata nell'obbiettivo di farlo capire a quelli che facilmente fraintendono il tuo intervento...
    Classico: dare per scontato che
    l'interlocutore non abbia l'umiltà di
    documentarsi e/o tenere in considerazione le
    proprie carenze di informazioni e cultura
    specifica.Ne conosco a tonnellate di gente che preferisce ascoltare le discussioni da bar (basandosi su comizi pseudo-elettorali), oppure guardare un documentario anti-amministrazioni, oppure ancora guardare solo alcuni tg, piuttosto che informarsi in modo intelligente ed andare a fondo di una coscienza socialmente democratica... e poi credono che sia la verità calata dal cielo... solo perché va contro un certo modo di pensare... si innamorano dello scontro a tutti i costi... perché, a loro modo di vedere, i potenti meritano di essere bastonati e basta...

    Se ti preoccupi per i tuoi dati sanitari

    è tutta un'altra questione da

    difendere con argomentazioni differenti
    e

    non riguarda questo thread...

    E' un altro fattore da tenere in
    considerazione, non lontano dai temi dei
    quali si sta discutendo.Non lontano... ma aprirebbe un altro lunghissimo discorso su cui probabilmente avremmo TUTTI la stessa sensibilità ed idee e lo stesso modo di opporci... e per questo a nessuno gli verrebbe in mente di discriminare una persona in base a dati sanitari...
    Sinceramente invidio il tuo ottimismo, che
    non riesco a condividere.Beh... non dico che tu debba condividerlo... ma è anche vero che i migliori risultati si ottengono con l'ottismo consapevole (e non quello ingenuo)...Il pessimismo allontana anche le persone migliori di questo mondo... se vuoi farti ascoltare devi porti con spirito duramente critico ma non lasciandoti andare ad interpretazioni catastrofiche che mai si sono rivelate vere...E poi il pessimismo e frutto della paura... ed è quello che molta gente vuole...
    Ho evidentemente un'opinione molto diversa
    dalla tua, ma ci tengo a ribadire che il mio
    post non era assolutamente una risposta
    mirata al tuo precedente di apertura thread.Beh... non ci sarebbe stato niente di male... ;)
    Io non riesco proprio capire chi non si
    pone il problema e fa spallucce, non certo
    chi (ponendosi il problema) offre
    un'interpretazione diversa dalla mia.Condivido appieno...Saluti.Davide.
  • Anonimo scrive:
    Re: Sarà impossibile ribellarsi

    Come vorresti ben vedere un reato penale? Mi
    sta bene far pesare il reato al condannato,
    ma non ai suoi eredi! Che colpa ne ho io se
    mio padre, magari testa di cazzo, ha
    ammazzato qualcuno?Ai suoi eredi?Forse non sono abbastanza informato... quando è successo ad un povero mortale come me e te?E poi non ci vuole Echelon per questo... basta un minimo spettegolamento di quartiere che informi un giornalista senza scrupoli...La legge ti difende per reato di diffamazione... se poi non vuoi difenderti e ti rinchiudi a riccio è un tuo problema... consapevolezza dei propri diritti e dei modi per difendersi ci vuole... non lo stato totalmente assistenzialista come molti bramano...E poi ci sono tanti che, nonostante questo discredito, sanno cosa rispondere e non si limitano ad incassare illazioni di alcun genere a riguardo...Davide.
  • Anonimo scrive:
    Re: Sarà impossibile ribellarsi

    giusto! giusto! bravo! bravo! continua
    cosìMa cos'è? La risposta di un bambino delle elementari?Posso aspettarmi qualche parola in più o devo credere che più di così non riesci a sforzarti? ;)Cosa ne pensi?Non ho detto mica che le mie parole sono la verità del mondo!Potresti avere ragione anche tu! Coraggio!Discutere voglio... discutere... è così che si arriva a quella agognata verità che tutti vogliono...Davide.
  • Anonimo scrive:
    Re: MA VOI SIETE LIBERI ??

    cmq non era mia intenzione fare un tema ben
    mirato e corretto volevo mettere giù
    qalche idea...E' giusto che sia così...
    guardalo il documentario te lo consiglio,
    è molto ben fatto.Appena ne avrò il tempo... sono proprio curioso... ;)
    veder per credere
    e così ti risponderai anche a " la
    paura come forma di controllo".Beh... non dico che non sia vero... ma è una illazione troppo grossa per motivarla con poche prove frammentarie e logiche da giornalista più che da vero critico...
    se in giro
    c'è paura di attacchi nucleari o
    chimici vanno tutti a far provviste e a
    spendere per barricarsi in casa; se
    c'è in giro la paura di
    criminalità o killer vari ci si
    compra la pistola, per paura che...
    l'america per questo ha il tasso di omicidi
    annuo più alto al mondo... il
    difendersi è diritto di ogni
    americano, ovvio basta pagare e sei al
    sicuro! ;)Beh... è una logica lecita, ma che va provata con qualcosa di più che una semplice implicazione ligica/sintattica ed un paio di numeri... e dire che tutti od in gran parte ai vertici dell'amministrazione la pensano così, beh, vuol dire semplicemente fare propaganda per l'altra parte...
    beh, alcune idee su cui ovviamente
    c'è troppo da parlare ... ciao!Non c'è dubbio...Davide.
  • Anonimo scrive:
    Re: Sarà impossibile ribellarsi

    Beh... vorrei ben vedere con un reato penale
    sulle spalle!
    Per i reati civili non c'è alcun
    problema...
    Studia un po' di legge prima di fare queste
    generalizzazioni...Come vorresti ben vedere un reato penale? Mi sta bene far pesare il reato al condannato, ma non ai suoi eredi! Che colpa ne ho io se mio padre, magari testa di cazzo, ha ammazzato qualcuno?
  • Anonimo scrive:
    Re: Sarà impossibile ribellarsi
    giusto! giusto! bravo! bravo! continua così
  • Anonimo scrive:
    Re: E` sempre il Solito Discorso...Palla

    Solo perché tu la pensi così
    vuol dire che noi siamo delle marionette
    dei, come voi li chiamate, potenti? Ti
    ricordo che loro vanno al "potere"
    democraticamente eletti, e se tu sei quella
    minoranza integralista che vuole che tutti
    la pensassero come te allora i tuoi difetti
    non sono poi così differenti da
    quelli che tu stesso vorresti eliminare...
    Invece di dire puerilmente Bush = petrolio =
    cattivone di turno = guerra in Iraq = quindi
    mi sta in culo cerca di formare una TUA idea
    critica e propositiva degli eventi e non
    accettare quello che ti propinano i tg
    (magari tu guardi tg3... la voce
    dell'ASSOLUTA VERITA')... qualsiasi tg...

    Davide.caro amico dei brodini al fluoro ti informo che Bu$h non èstato democraticamente eletto, si sono democraticamente"sistemati" i voti. altro che tg1 tg10 e tg100 :|
  • Anonimo scrive:
    Re: leggete database nation
    - Scritto da: Anonimo
    e fate due contiche sarebbe?
  • Anonimo scrive:
    Re: se non hai niente da nascondere? tra

    Astratti?
    hai presente il 1 emendamento?
    quello che dice che i rappresentanti eletti
    dal popolo (congresso) non possono
    legiferare contro la liberta' di pensiero di
    espressione e di parola?

    Non ti pare una limitazione del concetto di
    "crazia"? (demo oppure no)
    Secondo te e' astratto ?
    Se davvero credi che sia astratto ti
    compiango!
    :)E questo cosa centra con il discorso della riservatezza ?Non mi sembra che il primo emendamento protegga tutta la civiltà occidentale dai pericoli che la riservatezza degli esseri umani sta correndo.Io vedo un diritto fondamentale dell'uomo che viene calpestato, nonostante l'esistenza del primo emendamento.Quando ti dico che parliamo di cose astratte, ovvero del sesso degli angeli, sto cercando di dire che nonostante tutto, nonostante tutti gli emendamenti che vuoi citare, c'è un diritto fondamentale universalmente riconoscito, che viene calpestato, e che la democrazia non riesce a tutelare.Il primo emendamento garantisce che tutti gli americani degli USA possano esprimere il loro pensiero, ma non dice che chi li governo è obbligato a fare ciò che dice la maggioranza della popolazione americana che esprime il proprio pensiero in merito a qualcosa o a qualche situazione; non per niente la parola "democrazia" non compare nemmeno una solo volta nella costituzione di quella che si spaccia la più grande democrazia del mondo.P.S. L'argomento della discussione è la tutela della riservatezza, non la necessità o meno della democrazia.Anche io preferisco la democrazia a ogni altro tipo di governo che fino ad ora l'umanità ha vissuto sulla sua pelle, ma questo non significa che la democrazia sia la soluzione migliore e perfetta. Anzi, è ben lungi dall'essere perfetta.Diciamo che per ora è la meno peggio delle soluzioni.
  • Anonimo scrive:
    Re: se non hai niente da nascondere? tra
    - Scritto da: Anonimo

    Toppato di brutto ambedue!



    in primis parlate di cose diverse
    dandogli

    lo stesso nome (e quindi come e' ovvio
    non

    vi capite).



    In secundis avete ambedue evitato di
    dare

    "concretezza" alla discussione sui

    "principi" che chiamate con lo stesso
    nome

    pur riferendovi palesemente a cose

    differenti.



    1) La liberta' e' un concetto diverso
    (non

    ha caso si dice con una parola diversa)

    dalla democrazia!

    La democrazia piu' essere anche un
    "regime"

    assolutamente oppressivo e illiberale

    dipende dal contesto che ha il "demo"

    (popolo) che costituisce la base del

    governo/potere "crazia".

    Se il demo son 10 persone bionde e una
    bruna

    ci sono ottimi motivi per supporre che
    il

    bruno sara' uno sfigato per tutta la
    vita!



    2) la democrazia ha un sacco di forme

    storicamente (pensate ad Atene o alla

    repubblica romana o alla assemblea dei

    guerrieri Unni) e socialmente
    determinate, e

    assolutamente tra loro ineguali, dal
    punto

    di vista degli effetti e delle
    conseguenze.



    Hai centrato il punto:
    non si può dare concretezza univoca
    al concetto di democrazia, proprio
    perchè varia a seconda di chi
    è al potere o di chi è
    "delegato" per detenerlo, o ancora, da chi
    cosituisce il "demos".
    La democrazia non è un'emanazione
    divina. Come tu stesso hai detto, può
    essere anche un regime alla fine dei conti.
    Ed è proprio da questo pericolo che
    ho voluto mettere in guardia all'inizio
    della discussione. Il principio di
    democrazia in se è lodevole, ma
    è pieno di trappole micidiali, e
    più questo meccanismo diventa
    complesso e più le sue trappole
    diventano pericolose e difficili da evitare.
    Tutta la discussione sul significato di
    "democrazia" stava proprio a indicare quanto
    può essere interpretativo questo
    concetto.



    3) La liberta' (a differenza del
    concetto di

    democrazia) e' fondata su una serie di

    principi astratti che sono stati in
    qualche

    modo la guida di un pensiero (quello

    illuminista) che e' alla base di una

    costituzione con un certo modello di

    compromesso tra il regime politico e
    tali

    principi.

    La costituzione in questione e'
    (ovviamente)

    quella degli stati uniti, mentre i
    principi

    di liberta' sono invece riassunti nella

    dichiarazione universale dei diritti

    dell'uomo.



    4) e' evidente che tutte le volte che si

    interviene sul bilanciamento tra potere

    politico e le sue forme e il rispetto
    dei

    principi di cui sopra si toccano
    interessi

    enormi che sbilanciano tutto in una

    direzione o in un'altra.



    5) Se ci si ritiene (come credo dovrebbe

    essere per ogni umano non deficiente e

    figlio della cosidetta "cultura

    occidentale") "simpatetici" con la

    dichiarazione nota come "dichiarazione

    universale dei diritti dell'uomo"
    occorre

    tener presente che tale dichiarazione

    "privilegia" o meglio tutela in modo

    particolare "diritti" che appartengono
    in

    larga parte alla sfera "individuale" del

    nostro vivere "sociale" e che quindi,
    altri

    diritti (quelli delle "crazie" di ogni
    tipo)

    vanno per questo limitati o bilanciati
    in

    modo da non collidere, o collidere meno

    possibile, con i pricipi enunciati.



    In quello che dici c'è una terribile
    trappola che porta spesso a grandiose
    contraddizioni implicite nell'accoppiata di
    due concetti astratti quali "democrazia" e
    "libertà".
    La "dichiarazione universale dei diritti
    dell'uomo" non può tutelare proprio
    nulla. Al massimo può definire delle
    regole, ma alla fine la tutela di queste
    regole spetta ai governi che detengono il
    potere, e la realtà dei fatti ci
    insegna che questa tutela lascia troppo
    spesso dei grossi buchi, spaventosi buchi
    che per motivi contingenti avviliscono
    queste regole.

    Per non perdere di vista il discorso
    iniziale relativo alla tutela della
    riservatezza, credo che la dichiarazione
    universale dei diritti dell'uomo tenga in
    stretta considerazione anche il discorso
    della riservatezza della vita privata di
    ogni individuo, ma purtroppo chi dovrebbe
    tutelarla tende a cancellare la
    "libertà" nel nome di un'altro
    concetto chiamato "sicurezza".



    6) tenere sepre presente che la frase
    da me

    sopra scritta "(come credo dovrebbe
    essere

    per ogni umano non deficiente e figlio
    della

    cosidetta "cultura occidentale")" non

    significa affatto che la "cultura

    occidentale" abbia nessun primato nel

    contesto mondiale... ma semplicemente
    che

    (e' un dato di fatto) e' la nostra, e
    quindi

    quella in cui presumibilmente e' piu'
    facile

    riconoscerci.



    Le conclusioni sono lasciate come
    "esercizio

    per il lettore" :)

    Saluti a tutti e due

    Vivendo in prima persona nella "cultura
    occidentale" è anche più
    facile capirne i pregi e i difetti, e sono
    proprio questi ultimi, alla luce di quanto
    detto fino ad ora, che fanno temere quando
    una "democrazia" decide di mettere da parte
    i diritti fondamentali dell'umanità.

    Ripeto, le dissertazioni filosofiche sono
    sempre molto attraenti e interessanti, ma
    quì si parla di fatti più
    pressanti che ci coinvolgono quotidianamente
    e che limitano sempre di più i
    diritti dell'uomo mentre noi discutiamo di
    conceti astratti.Astratti?hai presente il 1 emendamento?quello che dice che i rappresentanti eletti dal popolo (congresso) non possono legiferare contro la liberta' di pensiero di espressione e di parola?Non ti pare una limitazione del concetto di "crazia"? (demo oppure no)Secondo te e' astratto ?Se davvero credi che sia astratto ti compiango! :-)
  • rogerz scrive:
    Re: MA VOI SIETE LIBERI ??
    beh, grazie per la critica.... :)cmq non era mia intenzione fare un tema ben mirato e corretto volevo mettere giù qalche idea...beh, alcune risposte le posso accogliere ma quella sull'economia e quella su Micael Moore no.comunque non voglio gareggiare a chi ne sa di più, ne devo istruire la gente.... semplicemente guardalo il documentario te lo consiglio, è molto ben fatto. veder per crederee così ti risponderai anche a " la paura come forma di controllo". se in giro c'è paura di attacchi nucleari o chimici vanno tutti a far provviste e a spendere per barricarsi in casa; se c'è in giro la paura di criminalità o killer vari ci si compra la pistola, per paura che... l'america per questo ha il tasso di omicidi annuo più alto al mondo... il difendersi è diritto di ogni americano, ovvio basta pagare e sei al sicuro! ;)beh, alcune idee su cui ovviamente c'è troppo da parlare ... ciao!
  • Anonimo scrive:
    Re: se non hai niente da nascondere? tra

    Toppato di brutto ambedue!

    in primis parlate di cose diverse dandogli
    lo stesso nome (e quindi come e' ovvio non
    vi capite).

    In secundis avete ambedue evitato di dare
    "concretezza" alla discussione sui
    "principi" che chiamate con lo stesso nome
    pur riferendovi palesemente a cose
    differenti.

    1) La liberta' e' un concetto diverso (non
    ha caso si dice con una parola diversa)
    dalla democrazia!
    La democrazia piu' essere anche un "regime"
    assolutamente oppressivo e illiberale
    dipende dal contesto che ha il "demo"
    (popolo) che costituisce la base del
    governo/potere "crazia".
    Se il demo son 10 persone bionde e una bruna
    ci sono ottimi motivi per supporre che il
    bruno sara' uno sfigato per tutta la vita!

    2) la democrazia ha un sacco di forme
    storicamente (pensate ad Atene o alla
    repubblica romana o alla assemblea dei
    guerrieri Unni) e socialmente determinate, e
    assolutamente tra loro ineguali, dal punto
    di vista degli effetti e delle conseguenze.
    Hai centrato il punto:non si può dare concretezza univoca al concetto di democrazia, proprio perchè varia a seconda di chi è al potere o di chi è "delegato" per detenerlo, o ancora, da chi cosituisce il "demos".La democrazia non è un'emanazione divina. Come tu stesso hai detto, può essere anche un regime alla fine dei conti.Ed è proprio da questo pericolo che ho voluto mettere in guardia all'inizio della discussione. Il principio di democrazia in se è lodevole, ma è pieno di trappole micidiali, e più questo meccanismo diventa complesso e più le sue trappole diventano pericolose e difficili da evitare.Tutta la discussione sul significato di "democrazia" stava proprio a indicare quanto può essere interpretativo questo concetto.
    3) La liberta' (a differenza del concetto di
    democrazia) e' fondata su una serie di
    principi astratti che sono stati in qualche
    modo la guida di un pensiero (quello
    illuminista) che e' alla base di una
    costituzione con un certo modello di
    compromesso tra il regime politico e tali
    principi.
    La costituzione in questione e' (ovviamente)
    quella degli stati uniti, mentre i principi
    di liberta' sono invece riassunti nella
    dichiarazione universale dei diritti
    dell'uomo.

    4) e' evidente che tutte le volte che si
    interviene sul bilanciamento tra potere
    politico e le sue forme e il rispetto dei
    principi di cui sopra si toccano interessi
    enormi che sbilanciano tutto in una
    direzione o in un'altra.

    5) Se ci si ritiene (come credo dovrebbe
    essere per ogni umano non deficiente e
    figlio della cosidetta "cultura
    occidentale") "simpatetici" con la
    dichiarazione nota come "dichiarazione
    universale dei diritti dell'uomo" occorre
    tener presente che tale dichiarazione
    "privilegia" o meglio tutela in modo
    particolare "diritti" che appartengono in
    larga parte alla sfera "individuale" del
    nostro vivere "sociale" e che quindi, altri
    diritti (quelli delle "crazie" di ogni tipo)
    vanno per questo limitati o bilanciati in
    modo da non collidere, o collidere meno
    possibile, con i pricipi enunciati.
    In quello che dici c'è una terribile trappola che porta spesso a grandiose contraddizioni implicite nell'accoppiata di due concetti astratti quali "democrazia" e "libertà".La "dichiarazione universale dei diritti dell'uomo" non può tutelare proprio nulla. Al massimo può definire delle regole, ma alla fine la tutela di queste regole spetta ai governi che detengono il potere, e la realtà dei fatti ci insegna che questa tutela lascia troppo spesso dei grossi buchi, spaventosi buchi che per motivi contingenti avviliscono queste regole.Per non perdere di vista il discorso iniziale relativo alla tutela della riservatezza, credo che la dichiarazione universale dei diritti dell'uomo tenga in stretta considerazione anche il discorso della riservatezza della vita privata di ogni individuo, ma purtroppo chi dovrebbe tutelarla tende a cancellare la "libertà" nel nome di un'altro concetto chiamato "sicurezza".
    6) tenere sepre presente che la frase da me
    sopra scritta "(come credo dovrebbe essere
    per ogni umano non deficiente e figlio della
    cosidetta "cultura occidentale")" non
    significa affatto che la "cultura
    occidentale" abbia nessun primato nel
    contesto mondiale... ma semplicemente che
    (e' un dato di fatto) e' la nostra, e quindi
    quella in cui presumibilmente e' piu' facile
    riconoscerci.

    Le conclusioni sono lasciate come "esercizio
    per il lettore" :)
    Saluti a tutti e dueVivendo in prima persona nella "cultura occidentale" è anche più facile capirne i pregi e i difetti, e sono proprio questi ultimi, alla luce di quanto detto fino ad ora, che fanno temere quando una "democrazia" decide di mettere da parte i diritti fondamentali dell'umanità.Ripeto, le dissertazioni filosofiche sono sempre molto attraenti e interessanti, ma quì si parla di fatti più pressanti che ci coinvolgono quotidianamente e che limitano sempre di più i diritti dell'uomo mentre noi discutiamo di conceti astratti.
  • rogerz scrive:
    Re: MA VOI SIETE LIBERI ??
    si, ok .... :)parlavo in linea teorica perchè non sono informato quanto te!vedi? chi ha più informazioni......può concludere in pensieri più concreti e pratici.... bella scoperta....ciauz!:D
  • Anonimo scrive:
    Re: se non hai niente da nascondere? tra
    Permettimi una piccola nota!c'e' un passo cruciale (10 biondi e 1 bruno) sorvegliato sfigato e sempre in minoranza! la cui unica speranza non (ripeto NON) e' la democrazia ma i "diritti universali".Il ragionamento e' estremizzato ma spiega come la "crazia" demo o no debba per forza avere un limite imposto che rende non leciti i comportamenti che violano certi principi.Cosa che invece chi propugna le tesi della "sorveglianza totale" finisce regolarmente coll'ignorare! in nome della "crazia" (demo o no fa poca, o meglio, nessuna differenza ai fini di questo ragionamento!)Saluti ! :-)N.B. "l'estremizzazione" (10 biondi e uno bruno) e' meno paradossale di quello che si crede! io sono convinto che per tutto il primo periodo del governo nazista Hitler aveva molto probabilmente (come lo aveva in italia Mussolini) l'appoggio della maggioranza della popolazione.
  • francescone scrive:
    Re: Frase da cittadino/suddito tipico
    - Scritto da: Anonimo

    "Se non sei un terrorista e non hai
    niente

    da nascondere, perchè ti
    lamenti?"

    Questa è la frase tipica di tanti

    idioti, disposti a rinunciare con il
    sorriso

    sulle labbra a parte dei propri diritti
    e

    delle proprie libertà.

    Si vede che qualcuno non mi ha capito...Il mio post non è una risposta personale al tuo intervento che ha aperto un altro thread, che ho letto solo in seguito. Questo per chiarezza. Non ti avevo letto, prima ancora di capire o meno...
    La libertà non è fare quel
    cavolo che ti pare all'ombra della privacy!
    Libertà è pensare ed
    esprimersi secondo regole democratiche! Non
    all'oscuro e nascondendo la mano dopo acer
    scagliato il sasso!
    Bisogna avere coraggio nelle proprie idee e
    farle avanzare secondo dialogo democratico!
    Se poi dopo non hai il coraggio dei tuoi
    mezzi oppure fai fatica a capire questo
    mondo, senza offesa, è tutto un'altro
    discorso...Non dici nulla di nuovo. Le tue conclusioni sulla presunta incapacità di assumersi le proprie responsabilità sono, più che offensive, arbitarie e banali.

    E sembrano

    anche contenti, tanto i loro dati non

    verranno mai, per fare un esempio,

    utilizzati a scopo commerciale, ma solo
    per

    prevenire azioni da parte dei "cattivi".

    A scopo commerciale... beh, tutto qua? E'
    questo che ti preme? Evidentemente il termine "per fare un esempio" non ti è chiaro. Solo così mi spiego la risposta "...tutto qua? E' quello che ti preme?".
    Ne sei tanto sicuro?
    Pensi che le organizzazioni militari non
    hanno meglio da fare che dare i dati
    raccolti da loro alle aziende di saponette e
    deodoranti?
    Anche se fosse mi sembrerebbe alquanto
    lontano da una violazione delle
    libertà fondamentali... è una
    rottura di scatole ben punibile per legge...
    se dopo non sai quali sono le leggi, prendi
    un codice di diritto e comincia a leggere...
    scoprirai tante belle cose...Classico: dare per scontato che l'interlocutore non abbia l'umiltà di documentarsi e/o tenere in considerazione le proprie carenze di informazioni e cultura specifica.
    Se poi li usano per scopi politici... beh...
    non dovresti preoccuparti dei tuoi vizietti
    se credi che un grande uomo politico si fa
    con la vita pubblica e non con quella
    privata...
    Se poi i tuoi vizi sono enormi... beh... sei
    legittimamente biasimevole sull'ambito
    morale...

    Se ti preoccupi per i tuoi dati sanitari
    è tutta un'altra questione da
    difendere con argomentazioni differenti e
    non riguarda questo thread...E' un altro fattore da tenere in considerazione, non lontano dai temi dei quali si sta discutendo.

    Altro che paranoie, il vero male
    è la

    beata ingenuità.

    Beh... allora chiamami ingenuo se ti fa
    stare meglio... però mi aspetterei un
    dibattito più forbito...



    Probabilmente

    l'equilibrio sta nel mezzo

    E' a questo che serve il dialogo tra
    estremi... non ho io assoluta ragione... non
    hai tu assoluta ragione... creiamo un ottimo
    compromesso che raggiungerà l'ottima
    soluzione per il bene dell'uomo in generale
    (semi citazione della "Politica" di
    Aristotele)...Sono ovviamente d'accordo

    ma dovendo

    scegliere tra i due estremi, ben
    vengano le

    paranoie.Parlo della scelta di una sorta di "male minore". In questo non c'è contraddizione con quello che ti dico poco sopra
    Avrai un'esistenza felice (!) allora se
    scegli le paranoie... ;)
    E poi non serve a nessuno avere paranoie...Sinceramente invidio il tuo ottimismo, che non riesco a condividere.
    Davide.Ho evidentemente un'opinione molto diversa dalla tua, ma ci tengo a ribadire che il mio post non era assolutamente una risposta mirata al tuo precedente di apertura thread. Io non riesco proprio capire chi non si pone il problema e fa spallucce, non certo chi (ponendosi il problema) offre un'interpretazione diversa dalla mia.
  • Anonimo scrive:
    Re: se non hai niente da nascondere? tra

    1) La liberta' e' un concetto diverso (non
    ha caso si dice con una parola diversa)
    dalla democrazia!Beh... non credo di essere così derelitto...
    La democrazia piu' essere anche un "regime"
    assolutamente oppressivo e illiberale
    dipende dal contesto che ha il "demo"
    (popolo) che costituisce la base del
    governo/potere "crazia".Ok... però molti mettono in discussione bene o male questo particolare...
    2) la democrazia ha un sacco di forme
    storicamente (pensate ad Atene o alla
    repubblica romana o alla assemblea dei
    guerrieri Unni) e socialmente determinate, e
    assolutamente tra loro ineguali, dal punto
    di vista degli effetti e delle conseguenze.L'avevo specificato in modo diverso in un post da qualche parte... ma evidentemente non l'avete letto...Effetti e conseguenze sono stati diversi però l'essenza è più o meno uguale applicata però a fasce molto meno ampie di ora ed una consapevolezza più limitata....
    5) Se ci si ritiene (come credo dovrebbe
    essere per ogni umano non deficiente e
    figlio della cosidetta "cultura
    occidentale") "simpatetici" con la
    dichiarazione nota come "dichiarazione
    universale dei diritti dell'uomo" occorre
    tener presente che tale dichiarazione
    "privilegia" o meglio tutela in modo
    particolare "diritti" che appartengono in
    larga parte alla sfera "individuale" del
    nostro vivere "sociale" e che quindi, altri
    diritti (quelli delle "crazie" di ogni tipo)
    vanno per questo limitati o bilanciati in
    modo da non collidere, o collidere meno
    possibile, con i pricipi enunciati.Ok... penso che ora sia chiaro a tutti... un modo migliore per spiegarlo forse non c'era...
    6) tenere sepre presente che la frase da me
    sopra scritta "(come credo dovrebbe essere
    per ogni umano non deficiente e figlio della
    cosidetta "cultura occidentale")" non
    significa affatto che la "cultura
    occidentale" abbia nessun primato nel
    contesto mondiale... ma semplicemente che
    (e' un dato di fatto) e' la nostra, e quindi
    quella in cui presumibilmente e' piu' facile
    riconoscerci.Quelle fatte sono questioni tutte interne al nostro tipo di cultura... non volevamo tirare in ballo anche le altre, che pur sempre hanno molti punti in comune...
    Le conclusioni sono lasciate come "esercizio
    per il lettore" :)Eh eh... le coclusioni (interminabili) a cui ti riferisci meriterebbero tutto un'altro tipo di forum... affascinante ma fuori tema ovviamente... Mi piacerebbe incontrarti in qualche altro forum e discutere di questo...Ti sei spiegato benissimo, forse inutilmente... l'argomento era un'altro anche se pur sempre legato più o meno lontanamente a questi concetti...Davide.
  • Anonimo scrive:
    Re: ho paura... ma non per i DB

    Rasenti la fantascienza... la realtà è sempre superiore alla fantasia;-)
  • Anonimo scrive:
    Re: se non hai niente da nascondere? tra
    - Scritto da: Anonimo
    Come immaginavo, non hai citato nemmeno una
    sola delle regole che dovrebbero
    contraddistinguere una democrazia.
    Me ne basterebbe solo una, ma che sia
    peculiare della sola democrazia, e non anche
    di altri tipi di governo.
    Purtroppo sembra che nessuna sappia
    risponedere a questa domanda. E nessuno sa
    neppure dirmi che cosa sia la
    Libertà.

    Se dovessi trovare uno slogan, penso che
    scriverei:
    Libertà & Democrazia, la truffa del
    secolo.

    I miei punti di vista derivano da una vita
    di studi e di ricerca, non mi baso solo su
    ciò che dicono i giornali e i
    giornalisti; sarebbe terribile. Non mi fermo
    mai di fronte alle apparenze, ed è
    per questo che ho dei dubbi.
    Si dice che sono un certo tipo di persone
    non cambia mai idea...

    Ho avuto modo di discutere con altre persone
    che la vedono come te e ogni volta rimango
    sconcertato:
    sembra che ci siano persone che pur di non
    intaccare il proprio mondo che si sono
    costruiti interiormente, si rifiutino di
    vedere l'evidenza e si comportano in base a
    ciò che sperano che sia, e non in
    base a ciò che è.

    Come per le altre volte, non posso fare
    altro che lasciarti al tuo mondo, sapendo
    che anche se dovessi mai leggere il libro
    che ti ho consigliato, ti rifiuteresti
    comunque di trovarci qualcosa di vero pur di
    fronte all'evidenza dei fatti.

    Buona fortuna.Toppato di brutto ambedue!in primis parlate di cose diverse dandogli lo stesso nome (e quindi come e' ovvio non vi capite).In secundis avete ambedue evitato di dare "concretezza" alla discussione sui "principi" che chiamate con lo stesso nome pur riferendovi palesemente a cose differenti.1) La liberta' e' un concetto diverso (non ha caso si dice con una parola diversa) dalla democrazia!La democrazia piu' essere anche un "regime" assolutamente oppressivo e illiberale dipende dal contesto che ha il "demo" (popolo) che costituisce la base del governo/potere "crazia".Se il demo son 10 persone bionde e una bruna ci sono ottimi motivi per supporre che il bruno sara' uno sfigato per tutta la vita!2) la democrazia ha un sacco di forme storicamente (pensate ad Atene o alla repubblica romana o alla assemblea dei guerrieri Unni) e socialmente determinate, e assolutamente tra loro ineguali, dal punto di vista degli effetti e delle conseguenze.3) La liberta' (a differenza del concetto di democrazia) e' fondata su una serie di principi astratti che sono stati in qualche modo la guida di un pensiero (quello illuminista) che e' alla base di una costituzione con un certo modello di compromesso tra il regime politico e tali principi.La costituzione in questione e' (ovviamente) quella degli stati uniti, mentre i principi di liberta' sono invece riassunti nella dichiarazione universale dei diritti dell'uomo.4) e' evidente che tutte le volte che si interviene sul bilanciamento tra potere politico e le sue forme e il rispetto dei principi di cui sopra si toccano interessi enormi che sbilanciano tutto in una direzione o in un'altra.5) Se ci si ritiene (come credo dovrebbe essere per ogni umano non deficiente e figlio della cosidetta "cultura occidentale") "simpatetici" con la dichiarazione nota come "dichiarazione universale dei diritti dell'uomo" occorre tener presente che tale dichiarazione "privilegia" o meglio tutela in modo particolare "diritti" che appartengono in larga parte alla sfera "individuale" del nostro vivere "sociale" e che quindi, altri diritti (quelli delle "crazie" di ogni tipo) vanno per questo limitati o bilanciati in modo da non collidere, o collidere meno possibile, con i pricipi enunciati.6) tenere sepre presente che la frase da me sopra scritta "(come credo dovrebbe essere per ogni umano non deficiente e figlio della cosidetta "cultura occidentale")" non significa affatto che la "cultura occidentale" abbia nessun primato nel contesto mondiale... ma semplicemente che (e' un dato di fatto) e' la nostra, e quindi quella in cui presumibilmente e' piu' facile riconoscerci.Le conclusioni sono lasciate come "esercizio per il lettore" :-)Saluti a tutti e due
  • Anonimo scrive:
    Re: se non hai niente da nascondere? tra

    Come immaginavo, non hai citato nemmeno una
    sola delle regole che dovrebbero
    contraddistinguere una democrazia.Cos'è un libretto delle istruzioni?Mi interroghi come la maestra delle elementari?E' questo il tuo modo di dialogare?Per regole preffissate e puntigliose?Lo sai benissimo che non si può schematizzare in questo modo il concetto di libertà e democrazia... altrimenti non saremmo qui a discuterne... ;)
    Me ne basterebbe solo una, ma che sia
    peculiare della sola democrazia, e non anche
    di altri tipi di governo.
    Purtroppo sembra che nessuna sappia
    risponedere a questa domanda. E nessuno sa
    neppure dirmi che cosa sia la
    Libertà.Beh... definizioni in termini politici non hanno molta nobiltà...E' un argomento complesso... discusso in modo molto articolato in filosofia... come del resto la libertà... se vuoi ti cito centinaia di punti di vista filosofici...Comunque non è questo il problema... il sistema democratico è sistema DIALETTICO basato sulla libertà di espressione e difeso da diritto...Ma se il tuo obbiettivo è che io lo riduca a barzelletta con una frasetta ad effetto da politico o da dizionario eccotela:"Democrazia = Forma di governo in cui la sovranità risiede nel popolo che la esercita per mezzo delle persone e degli organi che elegge a rappresentarlo.""Libertà = Condizione di piena autonomia e indipendenza nei confronti di potenze e di non soggezione a poteri."Vuol dire tutto e niente... ci vogliono molti libri ed anni per pensarci su e capire... non si insegna...
    Se dovessi trovare uno slogan, penso che
    scriverei:
    Libertà & Democrazia, la truffa del
    secolo.Ricadiamo sulla politica... che altro deve fare sia dall'una che dall'altra parte? E' strategia elettorale! Più che lecita! Il giudizio è di quelli che eleggono secondo la propria cultura, sensibilità ed esperienze... il modo unico di pensare non esiste e siamo ben lontani dal subirlo... però secondo voi sembra che il grande fratello che tutto ordina esista già...
    I miei punti di vista derivano da una vita
    di studi e di ricerca, non mi baso solo su
    ciò che dicono i giornali e i
    giornalisti; sarebbe terribile. Non mi fermo
    mai di fronte alle apparenze, ed è
    per questo che ho dei dubbi.
    Si dice che sono un certo tipo di persone
    non cambia mai idea...Beh... io l'ho cambiata e la cambio secondo ragione e critica (su tutto)... non secondo nostalgie partitiche o innamoramenti che ha più a che vedere con il tifo per le squadre di calcio che non con la vita politica reale...
    Ho avuto modo di discutere con altre persone
    che la vedono come te e ogni volta rimango
    sconcertato:
    sembra che ci siano persone che pur di non
    intaccare il proprio mondo che si sono
    costruiti interiormenteE se è il contrario? E se sei tu quello che si è creato un mondo dove sono tutti cattivi e te lo vogliono mettere nel...?Il mio mondo? Il tuo mondo? Ce n'è solo uno (penso migliore degli altri) con tante interpretazioni... si chiama democrazia e le interpretazioni si chiamano dialettica... se lo intaccate con intelligenza e dialogo ben venga!
    si rifiutino di
    vedere l'evidenza e si comportano in base a
    ciò che sperano che sia, e non in
    base a ciò che è.L'evidenza sta a sinistra, a destra o al centro?Ti aiuto... da nessuna parte... ;)Tu parli di rassegnazione forse, non di speranza... niente di più lontano da me...
    Come per le altre volte, non posso fare
    altro che lasciarti al tuo mondo, sapendo
    che anche se dovessi mai leggere il libro
    che ti ho consigliato, ti rifiuteresti
    comunque di trovarci qualcosa di vero pur di
    fronte all'evidenza dei fatti.Evidenza? Fatti? Ma tu credi davvero che qualcuno a questo mondo te li porga con assoluta imparzialità di giudizio?Tiu credi che un libro dica la verità completa sui rapporti umani, sociali, economici, politici complessissimi del mondo attuale?Tu pensi che 100 o 1000 paginette di un non ben precisato autore bastino a descrire tutto ciò?Sei pronto a dire che quella è la verità calata dal cielo da uno scrittore/giornalista che crede di sapere chi e cosa fa e cosa pensa questo o quello?Forse sei tu che vuoi credere in qualcosa o in qualcuno... e forse perché non vuoi sforzarti di creare una TUA VERA capacità di giudizio... e ti impigrisci su notizie e ragionamenti altrui che pur saranno vere, ma solo in parte e con una visione necessariamente ristrettissima del mondo e, quello che fa più ribrezzo, di comodo...Scusate se con questo ho recato offesa a qualcuno... ma andava detto...Davide.
  • Anonimo scrive:
    Re: Mi spiace deluderVi, Vi siete dimentica.
    - Scritto da: Anonimo
    ti sfugge che il gate A20 è usato dal
    99,9 +- 0,1 % dei sistemi operativi che
    girano in protected mode su x86 per poter
    indirizzare più di 1mb di memoria,
    toglierlo significa rendere l'x86
    inutilizzabile, dato che è un sistema
    che di default parte in real mode e puoi
    accedere solo ad 1mb di ram, e attualmente
    tutti i boot loader sono fatti per partire
    dal real mode e switchare in protected mode,
    non è che non levano l'a20 per
    chissà qualche arcano motivo, non lo
    levano perché sennò l'x86 non
    serve più a niente (ammeno che tu non
    voglia usare solo il dos senza dpmi, ma
    dubito, ah, non dirmi linux, perché
    anche linux è in pmode e usa l'a20
    per indirizzare la memoria oltre il mb)

    quando fu introdotta la possibilità
    di indirizzare più di 1mb l'a20
    è stato messo sul controller della
    tastiera che tanto non serviva quasi a
    niente, infatti ancora oggi devi mandare
    comandi al controller della tastiera per
    attivare più di 1mb di ram, e
    comunque non è certo questo uno dei
    problemi maggiori dell'x86, dato che per
    attivare l'a20 so 5 righe in asmA me non sfugge affatto! sembra (piu' che altro) che sfugga a qualcuno il "peso" specifico delle modifiche (bios+chips+firmware) per supportare Palladium e come l'approccio dei vendors sia cosi' "conservativo" in termini di "backward compatibility" da continuare a utilizzare soluzioni con questo solo scopo (backward compatibility) che la attuale tecnologia renderebbe tranquillamente superabili con vantaggio sia economico che tecnologico.Forse il dubbio che i costruttori preserveranno (come anno fatto fino ad ora) la possibilita' di girare a cio' che palladium non e' e' (proprio per i tuoi discorsi) legittimo!O no?Questo e' per spiegare a qualcuno troppo "facilone" sul palladium e sul suo successo fin dove portano (e per quanto tempo) lontano le frasi di un imbecille che dice che 640 K saranno sufficienti per chiunque!Strano che nessuno si ricordi mai di consegnare l'oscar dell'imbecillita' come si fa a striscia col tapiro! :DCome dice degregori (la storia siamo noi) la storia da torto e da ragione!Gran cosa la memoria vero? :D :-P
  • Anonimo scrive:
    Re: se non hai niente da nascondere? tra
    Come immaginavo, non hai citato nemmeno una sola delle regole che dovrebbero contraddistinguere una democrazia.Me ne basterebbe solo una, ma che sia peculiare della sola democrazia, e non anche di altri tipi di governo.Purtroppo sembra che nessuna sappia risponedere a questa domanda. E nessuno sa neppure dirmi che cosa sia la Libertà.Se dovessi trovare uno slogan, penso che scriverei:Libertà & Democrazia, la truffa del secolo.I miei punti di vista derivano da una vita di studi e di ricerca, non mi baso solo su ciò che dicono i giornali e i giornalisti; sarebbe terribile. Non mi fermo mai di fronte alle apparenze, ed è per questo che ho dei dubbi.Si dice che sono un certo tipo di persone non cambia mai idea...Ho avuto modo di discutere con altre persone che la vedono come te e ogni volta rimango sconcertato:sembra che ci siano persone che pur di non intaccare il proprio mondo che si sono costruiti interiormente, si rifiutino di vedere l'evidenza e si comportano in base a ciò che sperano che sia, e non in base a ciò che è.Come per le altre volte, non posso fare altro che lasciarti al tuo mondo, sapendo che anche se dovessi mai leggere il libro che ti ho consigliato, ti rifiuteresti comunque di trovarci qualcosa di vero pur di fronte all'evidenza dei fatti.Buona fortuna.
  • Anonimo scrive:
    Re: Quanto ci metteranno?

    essendo l'odio per gli altri e la voglia di
    essere sempre superiori a qualcuno
    caratteristiche intrinseche della razza
    umanaVero... solo che adesso c'è molta più possibilità di contrastare questo lato intrinseco dell'uomo con mezzi più che leciti... se non ci si rassegna a facili rivoluzioni come fanno in molti...Davide.
  • Anonimo scrive:
    Re: ho paura... ma non per i DB

    "se non hai nulla da nascondere"... bla,
    bla, bla...

    scusa, eh: non per dire, ma LA PRIVACY E' UN
    DIRITTO.L'ho negato?
    Che discorsi sono questi? Chi autorizza la
    polizia (in senso lato) a frugare nella mia
    vita, per il solo sospetto che io sia un
    terrorista?Beh... vedi... in un mondo senza terrorismo la privacy dovrebbe essere assoluta... anche se a me sinceramente non creerebbe una grande differenza... ma capisco le differenti sensibilità sull'argomento...Io sto dicendo che la polizia facendolo si assicura di certi tuoi comportamenti che potrebbero essere pericolosi... se si hanno prove CERTE allora si va in tribunale e si è giudicati (e fino a quel momento sei innocente per diritto e poi si vedrà)...Se sei saltato all'occhio dell'indagine della polizia vuol dire che qualcosa hai fatto di sospetto... ed i loro criteri non sono di manica larga come tutti hanno paura... ci sono prerequisiti precisi per indagare una persona altrimenti sei uno come tanti altri e non ha nessun senso neanche prenderti in considerazione...E poi, se sei un'esponente pubblico della società allora è giusto che certi (non tutti) tuoi aspetti di vita privata siano resi pubblici...
    Non ho niente da nascondere: E ALLORA?
    Questo consente ad altri di passare sopra i
    miei diritti? Non credo proprio.I diritti sono ben scritti nei codici... lì trovi tutte le armi a tua disposizione in un paese democratico... se vuoi puoi cominciare da ora... è uno sforzo più lungo ma anche quello che conferisce legittimità e credibilità...
    Dunque: questi signori possiedono decine di
    satelliti spia che guardano il mondo con una
    risoluzione che sfiora il cm; sono collegati
    a sistemi tipo Echelon (ma anche più
    sofisticati) che intercettano TUTTO quel che
    passa per le vie di comunicazione; lavorano
    insieme ad agenzie tipo la NSA che possiede
    schedari di TUTTI gli abitanti del mondo;
    fra un po' sanno anche quel che ci passa per
    la testa....Rasenti la fantascienza... tutto? tutti?Fai un paio di calcoli matematici/statistici (che si studiano ai primi corsi di ingegneria all'università) e vedrai che è possibile per adesso solo in teoria...Ed anche se fosse? Chi li analizza tutti? Come fai ad estrarre informazioni veramente UTILI al tuo scopo? Quanda gente per raccogliere, analizzare, estrappolare i dati utili?Ammettiamo che anche questo ultimo aspetto sia possibile... quante persone da incarcerare o da processare? Milioni suppongo... e dove cavolo li metti... per non parlare dei danni economici relativi al sistema giudiziario/penitenziario/"poliziesco"....Quante forze di polizia ed intelligence mettere sul campo? Come organizzare e comandare una massa così enorme di uomini (considerate oltretutto a priori come macchine senza capacità di pensare)? E poi queste forze di intelligence avranno di meglio da fare che guardare il tuo vizietto con la vicina di casa? Sono già abbastanza incasinati così, se poi si mettono ad appicicare la tua foto nei loro uffici ed a inviarle via fax in questura...Come si vede (anche senza fare calcoli) è un sistema che non regge se non per gruppi RISTRETTI e BEN SCELTI di persone sospettate...
    e secondo te questa gente non riesce a
    controllare il terrorismo? Ha bisogno ANCORA
    di altre informazioni? Deve investigare
    sulla vita di qualsiasi cristiano?
    Non so proprio cosa altro gli possa servire,
    più che sapere TUTTO.....Beh... come dicono loro stessi hanno la possibilità di vedere tutto ma di capire poco e con difficoltà... e di sicuro non perdono tempo con una qualsiasi persona...
    secondo me, quest' abbondanza di controlli
    ha uno scopo ben diverso, e qui mi fermo.....meglio... altrimenti si cade sempre nella banale logica generalizzatrice (schiavitù culturale, multinazionali, ecc ecc)...Davide.
  • Anonimo scrive:
    Re: Frase da cittadino/suddito tipico

    "Se non sei un terrorista e non hai niente
    da nascondere, perchè ti lamenti?"
    Questa è la frase tipica di tanti
    idioti, disposti a rinunciare con il sorriso
    sulle labbra a parte dei propri diritti e
    delle proprie libertà.Si vede che qualcuno non mi ha capito...La libertà non è fare quel cavolo che ti pare all'ombra della privacy!Libertà è pensare ed esprimersi secondo regole democratiche! Non all'oscuro e nascondendo la mano dopo acer scagliato il sasso!Bisogna avere coraggio nelle proprie idee e farle avanzare secondo dialogo democratico!Se poi dopo non hai il coraggio dei tuoi mezzi oppure fai fatica a capire questo mondo, senza offesa, è tutto un'altro discorso...
    E sembrano
    anche contenti, tanto i loro dati non
    verranno mai, per fare un esempio,
    utilizzati a scopo commerciale, ma solo per
    prevenire azioni da parte dei "cattivi".A scopo commerciale... beh, tutto qua? E' questo che ti preme? Ne sei tanto sicuro? Pensi che le organizzazioni militari non hanno meglio da fare che dare i dati raccolti da loro alle aziende di saponette e deodoranti?Anche se fosse mi sembrerebbe alquanto lontano da una violazione delle libertà fondamentali... è una rottura di scatole ben punibile per legge... se dopo non sai quali sono le leggi, prendi un codice di diritto e comincia a leggere... scoprirai tante belle cose...Se poi li usano per scopi politici... beh... non dovresti preoccuparti dei tuoi vizietti se credi che un grande uomo politico si fa con la vita pubblica e non con quella privata...Se poi i tuoi vizi sono enormi... beh... sei legittimamente biasimevole sull'ambito morale...Se ti preoccupi per i tuoi dati sanitari è tutta un'altra questione da difendere con argomentazioni differenti e non riguarda questo thread...
    Altro che paranoie, il vero male è la
    beata ingenuità.Beh... allora chiamami ingenuo se ti fa stare meglio... però mi aspetterei un dibattito più forbito...
    Probabilmente
    l'equilibrio sta nel mezzoE' a questo che serve il dialogo tra estremi... non ho io assoluta ragione... non hai tu assoluta ragione... creiamo un ottimo compromesso che raggiungerà l'ottima soluzione per il bene dell'uomo in generale (semi citazione della "Politica" di Aristotele)...
    ma dovendo
    scegliere tra i due estremi, ben vengano le
    paranoie.Avrai un'esistenza felice (!) allora se scegli le paranoie... ;)E poi non serve a nessuno avere paranoie...Davide.
  • Anonimo scrive:
    Re: Sarà impossibile ribellarsi


    La rivoluzione non è altro che un

    modo diverso e più ipocrita per
    fare

    la guerra... ricordatelo!

    Certo che se lui fa demoagogia spicciola tu
    fai storia da due soldi...Può sembrare... ma il concetto filosoficamente è quello... pensaci...Innamorarsi di ideologie preconfezionate da altri è sempre troppo facile... e la rivoluzione alla fine è sempre la sintesi di tutte le ipocrisie... non ha nulla di diverso e nulla di meno biasimevole...Davide.
  • Anonimo scrive:
    Re: Sarà impossibile ribellarsi

    toh! uno che ha sempre la risposta giusta e
    ce lo spiega pureGià giusta? Tutto qua? Niente dialogo?E tu hai qualcosa da dire o mi dai ragione senza discutere? ;)Davide.
  • Anonimo scrive:
    Re: E` sempre il Solito Discorso...Palla

    asd te stai male! te sei massacrato de
    brodini al fluoro ... :|Questa è la risposta di uno che pensa poco e che ha poco da dire...Davide.
  • Anonimo scrive:
    Re: Sarà impossibile ribellarsi
    - Scritto da: Anonimo

    La rivoluzione francese, la rvoluzione

    Russa non sarebbero mai avvenute e in
    futuro

    non potranno più capitare,
    verrebbero

    stroncate all' inizio

    Beh... se tu le rivoluzioni le intendi con
    spargimento di sangue allora non sei poi
    così diverso da quelli che tu intendi
    come tuoi nemici...
    La rivoluzione non è altro che un
    modo diverso e più ipocrita per fare
    la guerra... ricordatelo!Certo che se lui fa demoagogia spicciola tu fai storia da due soldi...
  • Anonimo scrive:
    Re: ho paura... ma non per i DB

    Comunque questo "vittimismo" riguardo alla
    privacy mi sembra alquanto eccessivo se non
    hai nulla di illegale da nascondere..."se non hai nulla da nascondere"... bla, bla, bla...scusa, eh: non per dire, ma LA PRIVACY E' UN DIRITTO.Che discorsi sono questi? Chi autorizza la polizia (in senso lato) a frugare nella mia vita, per il solo sospetto che io sia un terrorista?Non ho niente da nascondere: E ALLORA? Questo consente ad altri di passare sopra i miei diritti? Non credo proprio.Inoltre, e credo sarai daccordo con me, visto che ti reputi uno spirito critico, prova a considerare l' organizzazione - per esempio - della CIA.Dunque: questi signori possiedono decine di satelliti spia che guardano il mondo con una risoluzione che sfiora il cm; sono collegati a sistemi tipo Echelon (ma anche più sofisticati) che intercettano TUTTO quel che passa per le vie di comunicazione; lavorano insieme ad agenzie tipo la NSA che possiede schedari di TUTTI gli abitanti del mondo; fra un po' sanno anche quel che ci passa per la testa....e secondo te questa gente non riesce a controllare il terrorismo? Ha bisogno ANCORA di altre informazioni? Deve investigare sulla vita di qualsiasi cristiano?Non so proprio cosa altro gli possa servire, più che sapere TUTTO.....secondo me, quest' abbondanza di controlli ha uno scopo ben diverso, e qui mi fermo..
  • Anonimo scrive:
    Re: Mi spiace deluderVi, Vi siete dimentica.
    ti sfugge che il gate A20 è usato dal 99,9 +- 0,1 % dei sistemi operativi che girano in protected mode su x86 per poter indirizzare più di 1mb di memoria, toglierlo significa rendere l'x86 inutilizzabile, dato che è un sistema che di default parte in real mode e puoi accedere solo ad 1mb di ram, e attualmente tutti i boot loader sono fatti per partire dal real mode e switchare in protected mode, non è che non levano l'a20 per chissà qualche arcano motivo, non lo levano perché sennò l'x86 non serve più a niente (ammeno che tu non voglia usare solo il dos senza dpmi, ma dubito, ah, non dirmi linux, perché anche linux è in pmode e usa l'a20 per indirizzare la memoria oltre il mb)quando fu introdotta la possibilità di indirizzare più di 1mb l'a20 è stato messo sul controller della tastiera che tanto non serviva quasi a niente, infatti ancora oggi devi mandare comandi al controller della tastiera per attivare più di 1mb di ram, e comunque non è certo questo uno dei problemi maggiori dell'x86, dato che per attivare l'a20 so 5 righe in asm
  • Anonimo scrive:
    Re: E` sempre il Solito Discorso...Palladium
    ma ti pagano bene alla suse per dire ste cavolate su ogni thread? soprattutto quando il thread non centra niente con windows o con linux o con quello che ècioè se ti pagano allora fai bene, infondo un lavoro vale l'altro (magari alla suse potrebbero darsi na regolata però), se invece lo fai per la gloria, beh fatti ricovevare va
  • Anonimo scrive:
    Re: Quanto ci metteranno?
    essendo l'odio per gli altri e la voglia di essere sempre superiori a qualcuno caratteristiche intrinseche della razza umana, penso che sarà sempre così (cambiano i mezzi, il tempo, le cose in gioco, ma il concetto è sempre lo stesso: "io voglio essere superiore a te", 1000 anni fa se avevi più pecore di un altro eri superiore, ora se hai più soldi sei superiore, cos'è cambiato? è la nostra natura, e non possiamo farci niente)
  • Anonimo scrive:
    Re: E` sempre il Solito Discorso...Palla
    asd te stai male! te sei massacrato de brodini al fluoro ... :|
  • Anonimo scrive:
    Re: Sarà impossibile ribellarsi
    toh! uno che ha sempre la risposta giusta e ce lo spiega pure
  • Anonimo scrive:
    Re: Frase da cittadino/suddito tipico
    infatti, e sarebbe interessante verificare la quantità di fluoropresente nell'organismo di questi idioti per poi farli ragionare
  • Anonimo scrive:
    Re: se non hai niente da nascondere? tra

    Ma che cosa è esattamente questa
    "democrazia" ?
    Ti sfido a darmi una definizione esatta di
    democrazia e a dirmi quali sono i requisiti
    minimi per essere una democrazia.Le definizioni esatte di poche righe le lascio a quelli che credono di saper tutto di tutti...E' complesso... ti consiglio di leggere molta filosofia... quella cosa che quasi tutti ritengono inutile...
    Ti accorgerai che la democrazia è
    fumo negli occhi, e che ciò che viene
    definita democrazia alla fine ha molti,
    troppi punti in comune con il comunismo e il
    fascismo.Si... la parola democrazia spesso è usata da politici di TUTTE le parti per abbindolare l'elettorato ed a volte ha molti spunti malinconici che riguardano vari totalitarismi...Ma dire che in questo momento la democrazia è in serio pericolo, ripeto, è fantapolitica... non tenete in considerazione l'enorme potere dell'opinione pubblica (che non è completamente scema come molti intendono solo perché non la pensano come loro)...
    Mi permetto di consigliarti un libro che
    forse ti potrebbe dare qualche motivo per
    avere dei dubbi:

    SUDDITI

    di Massimo FiniNon l'ho letto... vedrò se avrò del tempo...Comunque preferisco i saggi filosofici... sono molto meno di parte... e danno molti più spunti di soluzione...Comuque non accontentarti dei dati spiccioli che ti vengono proposti dai libri, giornali e tg... sono SEMPRE frammentari e di parte...Coltiva in te la consapevolezza della democrazia... non innamorarti di questo o di quel partito... di questo o di quel giornalista...Davide.
  • Anonimo scrive:
    Sarà impossibile ribellarsi
    Questo permetterà ai governi di fare le leggi che vuole, ossia dittaturaSarà impossibile ribellarsi perchè come accenni ad una forma di ribellione di individueranno e ti faranno sparireLa rivoluzione francese, la rvoluzione Russa non sarebbero mai avvenute e in futuro non potranno più capitare, verrebbero stroncate all' inizioSaranno inutili i curriculum vitae, perchè il datore di lavoro di una società potente saprà tutto di te, dagli spinelli che ti facevi alle superiori fino al nome della tua amante oggiSe farai anche un solo sbaglio, dall' errorino che hai fatto al lavoro al reato penale, verrà registrato per sempre sulla tua "fedina" elettronica e ti verrà rinfacciato per tutta la tua vita e quella dei tuoi erediI ricchi sempre più ricchi, i poveri sempre più poveriSempre meno libertàBenveuti nel nuovo Medioevo TecnologicoDraghi e streghe stanno arrivando... (genetica, radiazioni, inquinamento...)
    • Anonimo scrive:
      Re: Sarà impossibile ribellarsi

      Questo permetterà ai governi di fare
      le leggi che vuole, ossia dittaturaStai attento quando parli di dittatura... non sai nemmeno cosa voglia dire... ritieniti molto fortunato...
      Sarà impossibile ribellarsi
      perchè come accenni ad una forma di
      ribellione di individueranno e ti faranno
      sparireFantascienza di sottoscala...Non tieni in considerazione lati tecnici e sociologici...
      La rivoluzione francese, la rvoluzione
      Russa non sarebbero mai avvenute e in futuro
      non potranno più capitare, verrebbero
      stroncate all' inizioBeh... se tu le rivoluzioni le intendi con spargimento di sangue allora non sei poi così diverso da quelli che tu intendi come tuoi nemici...La rivoluzione non è altro che un modo diverso e più ipocrita per fare la guerra... ricordatelo!
      Saranno inutili i curriculum vitae,
      perchè il datore di lavoro di una
      società potente saprà tutto di
      te, dagli spinelli che ti facevi alle
      superiori fino al nome della tua amante oggiCome se a qualcuno gli interessi delle tue relazioni con l'amante...Poi per gli spinelli è tutto da dire... è un discorso APERTISSIMO nella nosta democrazia... non c'è vero proibizionismo!
      Se farai anche un solo sbaglio, dall'
      errorino che hai fatto al lavoro al reato
      penale, verrà registrato per sempre
      sulla tua "fedina" elettronica e ti
      verrà rinfacciato per tutta la tua
      vita e quella dei tuoi erediBeh... vorrei ben vedere con un reato penale sulle spalle!Per i reati civili non c'è alcun problema...Studia un po' di legge prima di fare queste generalizzazioni...
      I ricchi sempre più ricchi, i poveri
      sempre più poveriDemagogia spicciola che non serve a nessuno...Propositivo ti voglio! Le critiche facili lasciano il tempo che trovano...
      Sempre meno libertàBeh... tu ne hai tanta di libertà... non negare l'evidenza!
      Benveuti nel nuovo Medioevo Tecnologico
      Draghi e streghe stanno arrivando...
      (genetica, radiazioni, inquinamento...)Beh... riesci a cadere più in basso riguardo alle banalità o ti fermi qui? ;)Davide.
  • Anonimo scrive:
    Re: se non hai niente da nascondere? tra
    Ma che cosa è esattamente questa "democrazia" ?Ti sfido a darmi una definizione esatta di democrazia e a dirmi quali sono i requisiti minimi per essere una democrazia.Ti accorgerai che la democrazia è fumo negli occhi, e che ciò che viene definita democrazia alla fine ha molti, troppi punti in comune con il comunismo e il fascismo.Mi permetto di consigliarti un libro che forse ti potrebbe dare qualche motivo per avere dei dubbi:SUDDITIdi Massimo Fini
  • Anonimo scrive:
    Re: se non hai niente da nascondere? tra

    Quì siamo sulla Terra, ed è
    pieno di gente che ha tantissimi difetti.Questo non l'ho mai messo in dubbio... ma combattere i difetti con altri difetti porta solo a confusione e successivo danno...Dialogo ci vuole... dialogo costruttivo e propositivo...Non frasi del genere:"Questa o quella amministrazione capitalistica vuole solo il petrolio... quindi torrnatevene a casa... incapaci... ecc ecc""I politici favoriscono i potenti... si dovrebbe cambiare tutto...""Viviamo in un grande fratello... che schifo...""Le torri le hanno fatte cadere i servizi segreti...""Il terrorismo? Cosa inventata per faci stare a casa e per farci mangiare schifezze davanti alla tv..."Esagero ovviamente... ma i modi sono quelli...Tutto ciò aiuta la democrazia o sono solo frasi buttate al vento che favoriscono quelli che la democrazia non la vogliono?
    Il discorso che fai tu funzionerebbe bene in
    un mondo perfetto, con persone moralmente
    perfette che combattono il Male.Vedi... persone perfette non esistono e non esisteranno mai...Del Male non ho mai parlato... è un termine fumoso e puerile...Il discorso che faccio io funziona in un sistema democratico... ci sono casi particolari che potrebbero far pensare il contrario, non dico di no, ma sono isolati in una democrazia... non ditemi che tutto sta andando a rotoli ecc ecc... non è vero!Bisogna guardare il sistema nel suo complesso...
    Anche io tanti tanti anni fa vedevo le cose
    così, ma poi crescendo ho aperto gli
    occhi e ho capito che le cose non funzionano
    in questo modo, anche se sarebbe tanto
    bello.Ripeto... i casi particolari esistono... niente è perfetto... e la democrazia fa di questa imperfezione DICHIARATA e COMMENTABILE il suo punto di maggior forza...Davide.
  • Anonimo scrive:
    Re: se non hai niente da nascondere? tra


    Beh... se tu pensi di vivere in un paese

    totalitario, amico, sei fuori
    completamente

    dalla realtà...

    sarebbe meglio se non mi mettessi in bocca
    parole non detteBeh... lo intendi apertamente nei tuoi modi... sii più chiaro allora...
    dammi magari qualche nome anche tu,
    così vediamo quali sono per te i fini
    intenditori di democrazia.....Per iniziare prova a leggere tutti i filosofi classici (che non sostengono la democrazia nel vero senso della parola, ma dà l'idea di come ci siamo arrivati)... non farti bastare una frasetta ad effetto buttata là da un politico che fa politica...Democrazia è cosa complessa... ci vogliono libri ed esperienza di vita per capirla...Libertà idem...
    questa è l'era più favorevole
    alla democrazia vera, proprio per la
    possibilità di essere veramente
    informati sulle cose che accadono intorno a
    noi e poter decidere meglio che in passato.Veramente informati? Molti degli altri dicono di no...
    internet potrebbe rivelarsi lo strumento
    migliore per realizzare tutto questo, ma
    c'è sempre il pericolo che chi
    detiene il potere, con una scusa o con
    l'altra, chiuda le porte su queste
    possibilità.Internet si, è la risorsa informativa per eccellenza... ma, pensandoci bene, per fattori economici e culturali, dubito si metterà mai le mani su una cosa così grande e complessa...


    "Chi è pronto a rinunciare
    alle


    proprie libertà
    fondamentali per


    comprarsi briciole di temporanea

    sicurezza


    non merita nè la
    libertà


    nè la sicurezza" - Benjamin

    Franklin



    Senti... le cose sono leggermente
    cambiate

    dall'epoca...

    tu dici?? non mi sembra proprioSe parli sul lato teorico è ovvio che non sono cambiate... ma nel mondo reale lato teorico e lato "pratico" sono cose che non vanno quasi mai di comune accordo...E poi qui si tira in ballo tutte le libertà fondamentali... ma se le stesse sono messe in pericolo da "agenti esterni" è necessario, non negare le libertà, ma raggiungere un temporaneo ed intelligente compromesso...Forse si sta prendendo sotto gamba le enormi possibilità tattiche del terrorismo fornite dalle nostre libertà... e se il terrorismo prende il soppravvento... addio libertà fondamentali!... la paura le cancella tutte in un solo colpo...
    sai cosa dicono gli inglesi?? "piano piano
    prendi la scimmia" :D
    un pò oggi e un pò domani, a
    forza di flettersi uno si trova a 90 senza
    neppure accorgersene.
    se per te va bene, a me no, a costo di farmi
    dare del paranoico io la guardia non la
    abbasso di sicuro.Giusto... io non ho detto di abbassarla... ma non è giusto neanche fare un ostruzionismo che favorirebbe di gran lunga quelli che potrebbero danneggiare anche te...Davide.
  • Anonimo scrive:
    Re: se non hai niente da nascondere? tra

    Non mi sembra di aver fatto nomi.Il riferimento alla fine è sempre quello...
    Il mio concetto di strisciante è
    anche quello di mantenere il piede in due
    scarpe, aiuto quello ad insaputa dell'altro
    che sto appoggiando, in modo da aver sempre
    il mio tornaconto.Tattica politica... che piaccia o no fa parte della politica democratica e di tutti gli altri sistemi politici...
    Che sia così solo in parte non
    significa (e non sappiamo a quanto
    corrisponde questa parte) che non sia una
    cosa grave.E' grave se fatto in mala fede... nel senso che un politico è necessariamente influenzato dall'economia perché è questa che crea (ancora per molto tempo) benessere e mantiene lo stato democratico.Considerarlo come una persona che fa tutto per tornaconto, per sé, per gli amici potenti e niente per la popolazione mi sembra irresponsabilmente demagogico...Non nego che ci siano dei casi isolati... ma generalizzare come fanno alcuni mi sembra un'esagerazione di parte...
    Per buttare li un esempio strampalato direi
    che la parte della lobby dei calzaturieri
    è potenzialmente meno pericolosa di
    quella delle industrie belliche, no?Si, non metto in dubbio... ma infatti si sta lavorando su questo... lentamente purtroppo... ma gli strappi unilaterali creerebbe solo confusione e danni... e non gioverebbe a nessuno, neanche a quelli che si dicono "pacifisti"...Davide.
  • Anonimo scrive:
    Re: se non hai niente da nascondere? tra


    Siamo lontanissimi da un controllo
    totale e

    generalizzato....

    per ora. vuoi combatterlo quando si e' gia'
    stabilito oppure prima che si sviluppi?Si... ma io non caderei nella demagogia e nel qualonquismo...Lo si combatte con mezzi legali che per ora non mancano... se lo si combatte in altro modo allora la vostra stessa leggittimità e credibilità è a rischio... e loro (quelli che considerate "i cattivoni") ne approfittano...
    ok tu dici che questi sporchi mezzi sono
    legittimi contro chi ha fatto cose illegali.
    va bene.In questo caso non li definisco sporchi...
    ma fammi capire una cosa. come la sai che
    devi impiegare questi mezzi contro una
    persona? cioe' come fai a sapere "prima" che
    la persona che vuoi controllare ha fatto
    qualcosa di illegale? perche' se lo sai gia'
    non hai bisogno di usare sporchi mezzi, se
    invece non lo sia potresti sbagliarti e
    usare mezzi sporchi contro un innocente. o
    no?Diventano sporchi nel momento in cui usi in mala fede le informazioni che hai raccolto su una persona che poi risulta innocente... i sospetti ci possono essere e sono legittimi per un organo di controllo... sarà dopo in giudizio che si avrà la sentenza... un innocente dichiarato innocente dopo la sentenza è agli occhi della nostra democrazia innocente!Se poi i mass media peccano su questo aspetto non è colpa della legge, ma della dubbia moralità da sensazionalismo dei giornalisti...Davide.
  • Anonimo scrive:
    Re: MA VOI SIETE LIBERI ??

    in Americo esiste ormai da molto un contorto
    concetto di Libertà, non è
    vero? Questo bellissimo principio mi pare
    sia un pò maltrattato in quel paese.
    la LIBERTA' te la vendono a parole ma te la
    guadagni come?Tu hai ben in mente il concetto di libertà suppongo... definiscimelo... poi ne discutiamo... è un argomento molto complesso e delicato...
    il Governo americano diretto da
    quell'impresario d'oro nero farebbe di tutto
    per tenere sotto-controllo, comandare e
    dirigere indisturbato la sua variegata
    popolazione.Non mi sembra che stia comandando e dirigendo indisturbato la sua variegata popolazione... come banale prova leggi gli ultimi sondaggi (quelli americani sono statisticamente seri... altro che Italia)....
    Diffondere la paura come forma
    di controllo vi dice niente?Paura = sfiducia = economia in declinoNon ti sembra un controsenso nel sistema capitalistico che è basato completamente sulla fiducia degli acquirenti e degli investitori?Oppure nutri ancora qualche dubbio sul concetto di sistema capitalistico?
    avete mai sentito in una qualsiasi
    città americana come l'informazione
    pubblica-privata (dico pubblica
    perchè spero esista ancora =) ),
    viene trattata?Beh... dipende dai giornalisti che hanno in mente solo di fare ascolti... non certamente tutti sono controllati da "cattivoni" tipo Bush!
    La gente che da per scontata
    la posizione di supremazia dei media, nel
    campo dell'informazione, ovviamente crede
    nelle favole da audience che le tv-private
    diffondono... E' L'ERA DELLA DISINFORMAZIONE
    DI MASSA
    l'arma più potente a questo mondo
    siete convinti sia un'arma bellica fatta di
    ferro e chissà cos'altro? no è
    L'INFORMAZIONE
    manipolala, modificala dagli un senso
    più positivo, negativo, oggettivo o
    soggettivo e otterrai sempre diversi
    risultati sulla gente che su
    quell'informazione ci baserà i suoi
    mille pensieri.Sempre stato... nulla di nuovo... anche tu ne sei plagiato a quanto pare, ma nel senso opposto...Vedi... non è un problema di chi dice che cosa... il problema è un altro: l'ascoltatore è in grado o no di crearsi un substrato critico per ogni informazione ricevuta per poi effettuare una sintesi e formare dei leciti dubbi?A quanto pare anche tu prendi come oro colato certe notizie date da giornalisti "anti-bush".... ascolta TUTTI e critica TUTTI.... la verità è ben più complessa....E' questo che bisogna insegnare alla gente... non convicerla che questo o quel partito, questo o quel tg, è migliore di un'altro....
    è inutile che Bush
    faccia un sacco di nuove stronzate e tutte
    miranti a risolvere l'imminente pericolo
    terrorista. che pericolo c'è oggi
    bush??E' vero... non c'è nessun problema... se li crea tutti Bush, l'FBI e la CIA... Ma dai! Vivi in un mondo di fumetti e di complotti fanta-politici generalizzati! Non credi che tu adesso stia facendo della disinformazione!?!?
    l'FBI e la CIA non vedono 4 o 5 aerei fuori
    rotta? lo sapevano benissimo ma le
    responsabilità ora non sa più
    chi prenderle!!Lo sapevano benissimo... tu allora, comandante generale delle forze armate americane devi scegliere in 5 minuti di abbattere o meno 4 o 5 aerei senza avere la sicurezza di che intenzioni hanno... che fai? Lanci 4 o 5 missili per ammazzare centinaia di persone senza averne la sicurezza per poi essere additato da VOI come assassino che non sa quello che fa?!?!Troppo semplòicistiche le vostre conclusioni... non tenete in considerazione l'estrema complessità tecnica e morale di un evento simile...
    per convincervi che non son baggianate
    andate a guardarvi qualche cifra del
    documentario di Michael Moore: "Bowling for
    Columbine" e sono convinto che tornerete in
    questo forum con altre considerazioni in
    merito agli eventi che accadono in quel
    paese. Altre considerazioni che non sono però basate sulla verità assoluta... che prove sforna Michael Moore? Io personalmente non l'ho guardato questo documentario, ma sono molto curiososo di vedere le cifre frammentarie e di comodo trattate come il sunto perfetto di una realtà spiegata nei minimi termini...Ti sei mai chiesto invece se il documentarista ha anche lui interessi puramente economici che vanno al di là dello scopo d'informazione?
    Bush deve in un certo senso
    controllare-dirigere la giostra
    perchè in ballo oltre ai più
    ingenti interessi economici c'è la
    posizione suprema di potenza mondiale che
    ormai rimarrà della cara, libera, e
    ricca AmericaQuesto lo dici tu... mi sembra molto semplicistico e di parte questo tuo modo di ragionare... la realtà è molto più complessa e me ne darai ragione spero...Davide.
  • Crazy scrive:
    Mi spiace deluderVi, Vi siete dimentica.


    Ti svelero' un segreto...Sembra interessante ...

    Almeno a casa stai tranquillo se usi
    Linux A me non piace Linux ma probabilmente tra qualche anno finiro` per usarlo...e

    ti compri una di quelle belle
    motherboard

    alternative con CPU PowerPC, Sparc o
    Alpha,

    che sono sicuro non appena iniziera' a

    diffondersi palladium verranno fuori
    degli

    hardware per una bella fetta di mercato

    composta da gente che non lo vuole,
    almeno a

    casa propria...Ok, ma se mi volessi collegare ad Internet mi tocca pensare ad altro, forse ti sei dimenticato che una volta che Palladium sara` attivo al 100% tutti i Computer dovranno essere Trusted, nel caso in cui io voglia collegarmi ad un Server per entrare in Internet devo trovarmi quindi un Server Palladium e per collegarmici mi servira` per forza tutto l'Hardware TCPA e di fatto tale HardWare lavorara` solo con Sistemi Operativi totalmente Palladium, quindi LongHorn che e` intriso a morte di DRM.Se ti trovi un Server non palladium a cui collegarti, ben venga, ma sappi che poi il 90% dei Siti Internet gli rifiutera` l'accesso perche` tale Server non e` Trusted... io e` da tempo che lo sostengo "http://www.argaar.net/projpalladium.php ", lo ripeto ancora, Palladium formera` una sorta di Muro di Berlino Informatico, in se l'unico modo per bloccarlo sarebbe boicottare l'acquisto di tutti i prodotti TCPA & DRM, ma e` praticamente una mission Impossibole

    Naturalmente su queste motherboard non
    ci

    potra' girare lungocorno, ma ci girera'

    Linux o un *BSD.

    E ora quelle mobo e cpu dove le posso
    trovare?
    Prezzi e potenza di calcolo sono comparabili
    alle cpu x86 attuali?
    E soprattutto i *_consumi_* sono moolto
    più ridotti?Ricordati che se deciderai di stare fuori da Palladium, ti troverai a non poter piu` navigare nella solita Internet, ma potrai girare solo in quella fetta di Web che non sara` Palladium e a cui coloro che usano Palladium non potranno invece collegarsi.Detto questo, fai le tue valutazioni... se per esempio Punto Informatico dovesse stare dalla parte di Palladium tu, con Linux e HardWare libero, non ti ci potrai piu` collegare... valuta bene tutto, io per ora, resto piantata su Windows XP fin che posso, ed intanto mi impegno nel diffondere e spiegare che cosa sia sto Palladium che come si vede, fin troppa gente non conosce o crede di conoscere
    Grazie
  • Crazy scrive:
    Re: E` sempre il Solito Discorso...Palla

    c==================================Modificato dall'autore il 29/05/2004 8.29.57
  • Anonimo scrive:
    Re: MA VOI SIETE LIBERI ??

    chi ha più informazioni in USA Non solo in USA, l'informazione e la conoscenza da sempre ti mettono in condizione di superiorita' ... sai che scoperta
    terrorista. che pericolo c'è oggi
    bush?? e domani dimmi un pò, nel tg Beato te che sei cosi' ingenuo, purtroppo il pericolo e' reale, e man mano che passano gli anni aumentera', anche se l'Islam sara' sconfitto bastera' un pazzo qualunque, un unabomber qualunque del 22 secolo per sterminare milioni di cittadini di una metropoli con un virus fatto in cantina ... guarda ... se un tempo un anarchico poteva uccidere la vittima di turno con una pistolettata, oggi lo fanno con delle bombe fatte e ci vanno di mezzo piu' persone, domani chissa' ... Il progresso mette a disposizione di tutti noi conoscenze sempre piu' vaste e tecnologie sempre piu' potenti ... ma fondamentalmente il nostro cervello rimane quello di 50'000 anni fa ... non e' cambiato affatto da quando ci aggiravamo con una punta di selce per la savana! Che ne deduci allora? Semplice che non esiste semplicemente possibilita' che la societa' moderna sia un sistema stabile se non strutturandola rigidamente e abbandonando liberta' che oggi diamo per scontate.
    l'FBI e la CIA non vedono 4 o 5 aerei fuori
    rotta? lo sapevano benissimo ma le Li hanno visti eccome e si son oanche alzati in volo gli interceptors ma per un abbattimento civile serviva l'ordine presidenziale diretto ... ora non piu', basta il piu' alto in grado disponibile. Inoltre ... se hai mai avuto la possibilita di vedere in real time la mappa dei voli sopra i cieli americani e parlo solo dei voli grossi, di linea, migliaia e migliaia ... beh ti renderai conto di come si difficile prevenire alcunche' ... Vuoi un esempio? Collegati al LAX l'aeroporo di Ls Angeles, guarda in diretta quanti aerei passano soprala citta' e quanti atterrano (uno ogni 30 secondi a piste alterne), poi osserva che per atterrare devono tutti passare sopra la citta' ... se uno esce di rotta per colpire downtown non passano che 10-25 secondi prima che sia sull'obiettivo ... altro che prevenire! O detto LAX perche' e' disponibile la telemetria ma e' lo stesso per tutte le grandi citta' ... sei mai atterrato a La Guardia? Beh ti assicuro che sei sopra la citta'! ... il qualunquismo e' disinformazione ... ;-)
  • francescone scrive:
    Frase da cittadino/suddito tipico
    "Se non sei un terrorista e non hai niente da nascondere, perchè ti lamenti?"Questa è la frase tipica di tanti idioti, disposti a rinunciare con il sorriso sulle labbra a parte dei propri diritti e delle proprie libertà. E sembrano anche contenti, tanto i loro dati non verranno mai, per fare un esempio, utilizzati a scopo commerciale, ma solo per prevenire azioni da parte dei "cattivi".Altro che paranoie, il vero male è la beata ingenuità. Probabilmente l'equilibrio sta nel mezzo, ma dovendo scegliere tra i due estremi, ben vengano le paranoie.
  • Anonimo scrive:
    Re: se non hai niente da nascondere? tra
    Hem, guarda che non viviamo su Gaia.Quì siamo sulla Terra, ed è pieno di gente che ha tantissimi difetti. E quando dico gente, intendo proprio tutti, compresi i governanti e i giudici.Il discorso che fai tu funzionerebbe bene in un mondo perfetto, con persone moralmente perfette che combattono il Male.Anche io tanti tanti anni fa vedevo le cose così, ma poi crescendo ho aperto gli occhi e ho capito che le cose non funzionano in questo modo, anche se sarebbe tanto bello.
  • Anonimo scrive:
    Attenzioni agli accostamenti con Clinton
    "Peter Swire ha anche svolto un importante ruolo di consulenza sotto Clinton"Dati i precedenti pubblici e pubici di Clinton, certe frasi andrebbero riviste.
  • Anonimo scrive:
    Re: se non hai niente da nascondere? tra
    - Scritto da: Anonimo
    Mah... a mio parere è così
    solo in parte... non ne farei per questo una
    crociata contro le amministrazioni Bush e
    Berlusconi...

    Davide.Non mi sembra di aver fatto nomi.Il mio concetto di strisciante è anche quello di mantenere il piede in due scarpe, aiuto quello ad insaputa dell'altro che sto appoggiando, in modo da aver sempre il mio tornaconto.Che sia così solo in parte non significa (e non sappiamo a quanto corrisponde questa parte) che non sia una cosa grave.Per buttare li un esempio strampalato direi che la parte della lobby dei calzaturieri è potenzialmente meno pericolosa di quella delle industrie belliche, no?
  • rogerz scrive:
    MA VOI SIETE LIBERI ??
    in Americo esiste ormai da molto un contorto concetto di Libertà, non è vero? Questo bellissimo principio mi pare sia un pò maltrattato in quel paese.la LIBERTA' te la vendono a parole ma te la guadagni come? il Governo americano diretto da quell'impresario d'oro nero farebbe di tutto per tenere sotto-controllo, comandare e dirigere indisturbato la sua variegata popolazione. Diffondere la paura come forma di controllo vi dice niente?avete mai sentito in una qualsiasi città americana come l'informazione pubblica-privata (dico pubblica perchè spero esista ancora =) ), viene trattata? La gente che da per scontata la posizione di supremazia dei media, nel campo dell'informazione, ovviamente crede nelle favole da audience che le tv-private diffondono... E' L'ERA DELLA DISINFORMAZIONE DI MASSAl'arma più potente a questo mondo siete convinti sia un'arma bellica fatta di ferro e chissà cos'altro? no è L'INFORMAZIONEmanipolala, modificala dagli un senso più positivo, negativo, oggettivo o soggettivo e otterrai sempre diversi risultati sulla gente che su quell'informazione ci baserà i suoi mille pensieri.e si possono anche analizzare i risvolti economici che hanno sulla gente le diverse informazioni non credete? è ovvio! genio chi c'ha pensato ma idiota chi l'ha messo in pratica!chi ha più informazioni in USA è il più potente.e la gente che comunemente vive la sua vita spero che continuerà a viverla senza dover essere torturata da queste prese illegittime di potere da parte di tutte queste fobie sul controllo per il terrorismo. è inutile che Bush faccia un sacco di nuove stronzate e tutte miranti a risolvere l'imminente pericolo terrorista. che pericolo c'è oggi bush?? e domani dimmi un pò, nel tg che nuovi problemi-pericoli ci metti? anzi a che livello è la paura di bin-laden, a livello rosso o arancione?l'FBI e la CIA non vedono 4 o 5 aerei fuori rotta? lo sapevano benissimo ma le responsabilità ora non sa più chi prenderle!!per convincervi che non son baggianate andate a guardarvi qualche cifra del documentario di Michael Moore: "Bowling for Columbine" e sono convinto che tornerete in questo forum con altre considerazioni in merito agli eventi che accadono in quel paese. Bush deve in un certo senso controllare-dirigere la giostra perchè in ballo oltre ai più ingenti interessi economici c'è la posizione suprema di potenza mondiale che ormai rimarrà della cara, libera, e ricca America
  • Anonimo scrive:
    Re: se non hai niente da nascondere? tra

    Siamo lontanissimi da un controllo totale e
    generalizzato....per ora. vuoi combatterlo quando si e' gia' stabilito oppure prima che si sviluppi?

    beh non so tu, ma io trovo la
    prospettiva

    almeno inquietante.

    Si, è inquietante, ma non c'è
    il motivo di credere che adesso usino questi
    sporchi mezzi con chi non ha fatto nulla di
    illegale...ok tu dici che questi sporchi mezzi sono legittimi contro chi ha fatto cose illegali. va bene.ma fammi capire una cosa. come la sai che devi impiegare questi mezzi contro una persona? cioe' come fai a sapere "prima" che la persona che vuoi controllare ha fatto qualcosa di illegale? perche' se lo sai gia' non hai bisogno di usare sporchi mezzi, se invece non lo sia potresti sbagliarti e usare mezzi sporchi contro un innocente. o no?
  • paperinox scrive:
    Re: se non hai niente da nascondere? tra
    - Scritto da: Anonimo

    caro Davide, se tu pensi di vivere in
    una

    VERA democrazia, allora vuol ldire che
    ti

    sei appena svegliato ;)

    Beh... se tu pensi di vivere in un paese
    totalitario, amico, sei fuori completamente
    dalla realtà...sarebbe meglio se non mi mettessi in bocca parole non dette



    qui di seguito ti cito una frase di un
    tale

    che di democrazia VERA se ne
    intendeva.....

    leggitela e poi magari pensaci prima di

    scrivere certe cose.....

    Se ne intendeva... un politico... mmm...
    facciamo di si...dammi magari qualche nome anche tu, così vediamo quali sono per te i fini intenditori di democrazia.....
    Comunque non c'è e non ci sarà
    mai la democrazia VERA come intendi tu!!! E'
    pura utopia! Leggiti un po' di filosofia e
    capirai...questa è l'era più favorevole alla democrazia vera, proprio per la possibilità di essere veramente informati sulle cose che accadono intorno a noi e poter decidere meglio che in passato.internet potrebbe rivelarsi lo strumento migliore per realizzare tutto questo, ma c'è sempre il pericolo che chi detiene il potere, con una scusa o con l'altra, chiuda le porte su queste possibilità.



    "Chi è pronto a rinunciare alle

    proprie libertà fondamentali per

    comprarsi briciole di temporanea
    sicurezza

    non merita nè la libertà

    nè la sicurezza" - Benjamin
    Franklin

    Senti... le cose sono leggermente cambiate
    dall'epoca...tu dici?? non mi sembra proprio
    Un buon politico in una democrazia non
    negherà mai le libertà
    fondamentali (che in questo momento non sono
    assolutamente in discussione)... bisogna
    avere un minimo di flessibilità e di
    compromesso se vuoi che il tuo stile di vita
    sopravviva...sai cosa dicono gli inglesi?? "piano piano prendi la scimmia" :Dun pò oggi e un pò domani, a forza di flettersi uno si trova a 90 senza neppure accorgersene.se per te va bene, a me no, a costo di farmi dare del paranoico io la guardia non la abbasso di sicuro.
  • Anonimo scrive:
    Re: questo non è un post
    mi intrometto nel replay non tanto per suffragare David (chenon ne ha bisogno alcuno) quanto per segnalare quello chedescrive riguardo i fatti che accadono sul nostro pianetahttp://www.davidicke.net/newsroom/global/031001a.html_____________________________________omega non esiste
  • Anonimo scrive:
    Re: se non hai niente da nascondere? tra

    vero. pero' chi non ha nulla di illegale da
    nascondere non deve essere tutelato?Si che deve essere tutelato...Ma non viene perseguito a caso perché si sa della sua trasgressione... e se invece succede c'è sempre un tribunale (sono sicuro che avrete da obbiettare su questo punto)...Davide.
  • Anonimo scrive:
    Re: se non hai niente da nascondere? tra


    Una via di mezzo???????

    Allora mi sa che tu la cina la hai vista

    solo sulle cartine geografiche.....



    scusa tanto, ciao ciciu...
    argomentare please.Beh... scusa per l'impeto... però credo che ci sia poco da argomentare: i metodi del "comunismo progressista" cinese non ha nulla in comune con quello democratico nostro nella sostanza e nei principi.E poi va preso in considerazione il sistema nel suo complesso in cui si fanno determinate scelte: lì il totalitarismo ideologico, qui una democrazia (con i suoi pregi ed i suoi difetti, ineliminabili finché la democrazia sarà solo "occidentale").Davide.
  • Anonimo scrive:
    Re: se non hai niente da nascondere? tra

    fammi capire te da quando hai compiuto 18
    anni non hai piu' fatto errori nella tua
    vita? beh complimenti. sei sicuro di essere
    umano? :)Beh... forse stiamo facendo confusione tra moralità e legalità...
    scherzi a parte mi sembra un modo di
    ragionare un po' irrealistico. gli esseri
    umani semplicemente non sono razionali al
    100% e aggiungerei che e' pure un bene.Si, giusto... ma irrazionalità non vuol dire illegalità... illegalità invece vuol dire, in un certo senso, inconsapevolezza razionale...
    in teoria si, in pratica no. ed e' anche
    giusto cosi. se un personaggio e' pubblico
    e' giusto che parte della sua vita lo
    diventi. se mi chiede di eleggerlo io voglio
    sapere se e' una persona onesta e cosi' via.Si, ma non cambierei idea se ha avuto una storia extraconiugale....

    Di sicuro il ministero dell'interno non
    deve

    aver partecipato a picchiaggi di
    polizziotti

    durante una manifestazione

    no-new-post-global oppure a
    manifestazioni

    ultras...

    questa mica l'ho capita io. Nel senso che non deve aver non obbedito alla legge per fatti "rilevanti"....
    e' questo che mi sto sgolando a dirti. non
    e' vero che non ha nulla da temere. tutti
    hanno cose che non vogliono che si sappiano
    in giro, anche se magari sono perfettamente
    legali.
    cose di cui si imbarazzano, o vergognano, o
    errori fatti, o decisioni di cui si pentono.Boh... forse abbiamo una sensibilità diversa a riguardo...
    qua stiamo parlando di abolire l'eccesso di
    controllo, che mi sembra ben diverso. stiamo
    parlando di un sistema, che almeno in
    teoria, consento il controllo totale.Siamo lontanissimi da un controllo totale e generalizzato....
    beh non so tu, ma io trovo la prospettiva
    almeno inquietante.Si, è inquietante, ma non c'è il motivo di credere che adesso usino questi sporchi mezzi con chi non ha fatto nulla di illegale...Davide.
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma funziona?
    E' uno degli interventi più seri che ho letto... sono completamente d'accordo...Io studio ingegneria informatica ed una cosa simile è per il momento impensabile usarla per gruppi abbastanza ampi di popolazione (in termini di analisi delle informazioni)... la sua complessità è troppo alta...Davide.
  • Anonimo scrive:
    Re: se non hai niente da nascondere? tra
    - Scritto da: Anonimo


    Ma tu abiti in Cina o in un paese


    democratico?






    una via di mezzo... e non è
    detto che

    la situazione non peggiori.

    Una via di mezzo???????
    Allora mi sa che tu la cina la hai vista
    solo sulle cartine geografiche.....

    Davide.scusa tanto, ciao ciciu...argomentare please.
  • Anonimo scrive:
    Re: se non hai niente da nascondere? tra

    Chi ha qualcosa di illegale da nascondere
    deve essere scoperto, democraticamente
    giudicato ed eventualmente punito secondo
    criteri legali...


    Davide.vero. pero' chi non ha nulla di illegale da nascondere non deve essere tutelato?
  • Anonimo scrive:
    Re: [OT] Re: ho paura... ma non per i DB

    Caro Davide, permettimi solo di dirti una
    cosa.
    Leggi quello che uno ha da dire, commentalo
    pure, ma non esprimere giudizi sulle
    persone, possono dare fastido.Lo so... alle volte mi capita di avere troppo impeto nei modi fare... sto vercando di migliorare...Grazie per la critica!Davide.
  • Anonimo scrive:
    Re: ho paura... ma non per i DB

    Ah si?!
    Tu per affermare questo avrai le tue fonti,
    vero?Si... leggi TUTTI i giornali... ascolta TUTTI i tg... anche le notizie apparentemente inutili e marginali... fondili assieme... spirito critico ed ampie visioni... purtroppo non ne avrai le prove inconfutabili però un'idea di fondo te la fai... anche così lavorano i migliori servizi segreti...
    Beh, dimmi un pò quanti attentati
    hanno sventato finora e poi dimmi anche come
    fai a saperlo tu, visto tutta questa
    segretezza delle comunicazioni dei servizi
    segreti.Quanti di preciso non li sanno neanche i servizi segreti... perché un attentato sventato è un attentato sconosciuto... è molto complesso da spiegare, se vuoi lo faccio...
    E poi, se ne sei così sicuro, avrai
    anche delle prove immagino.Vedi sopra...Davide.
  • Anonimo scrive:
    Re: ho paura... ma non per i DB

    Nella mia grandissima ignoranza (grazie)
    conosco anche "Gennarino 'o spione" ;) e
    tanta altra gente...
    Ma tu credi a quello che hai scritto in
    altri post? Davvero? :)
    Mi piacerebbe vivere nel tuo mondo.Io lo credo... non lo credevo una volta... ma dopo aver letto filosofia e soprattutto dopo averci ragionato sopra ed aver avuto esperienze di mondo mi sono ricreduto, ed adesso ho una consapevolezza più matura, critica e propositiva...Forse tu non sei pronto a viverlo questo mondo... non ci hai ragionato abbastanza su e ti sei abbandonato a facili sillogismi giornalistici... lo spero proprio per te... sei ancora in tempo per non credere ai giornali e tg (di qualsiasi parte)...Davide.
  • Anonimo scrive:
    Re: se non hai niente da nascondere? tra

    Supponiamo che tu scopra che il presidente
    supremo della galassia ha commesso un reato
    e decidi di denunciarlo, e supponiamo che tu
    abbia una relazione extraconiugale, o sia
    omosessuale non dichiarato, o abbia qualche
    tipo di malattia che vuoi tenere nascosta, e
    supponiamo che i servizi segreti ti dicano
    che tutte queste cose si verrebbero a sapere
    se tu ti immischiassi in cose più
    grandi di te, che cosa faresti ?Io non ho nessun problema nel dichiararlo... se l'azione l'ho fatta è perché ho deciso di farla secondo il rispetto delle leggi... e lo difendo fino in fondo se ne sono convinto... e questo la popolazione lo approva se sensato... potrebbe essere anzi un punto a loro sfavore...
    Supponiamo che il presidente supremo della
    galassia si prenda un bell'esaurimento
    nervoso e decida di creare la più
    grande dittatura dell'universo, dove a
    nessuno è più permesso di
    contestarlo e dove a nessuno è
    più permesso di dire cosa pensa; come
    credi di poter contrastare questa cosa se
    sano tutto, ma proprio tutto tutto di te,
    della tua vita, delle tue manie, delle tue
    tendenze ?Si, ma il presidente supremo della galassia non esiste... non fare questo tipo di discorsi per piacere...
    La riservatezza è una
    necessità implicita di ogni essere
    intelligente. Senza offesa, ma credo che
    solo gli animali possano sentirsi
    indifferenti se qualcuno li osserva
    costantemente.Beh... no... chi è nel "giusto" e lo sa (con spirito critico però) non ha nulla da temere da una democrazia...
    Immagina di dire alla tua fidanzata o moglie
    che la spii tutti i giorni in ogni momento
    della giornata, ma che non deve
    assolutamente preoccuparsi e deve essere
    serena se ha la coscienza pulita.Questo va al di là della sicurezza democratica... sono ambiti differenti... ed è severamente punibile per legge...
    Insomma, chi non ha nulla da nascondere ha
    il sacrosanto diritto di non essere spiato.Chi ha qualcosa di illegale da nascondere deve essere scoperto, democraticamente giudicato ed eventualmente punito secondo criteri legali...Davide.
  • Anonimo scrive:
    [OT] Re: ho paura... ma non per i DB
    Caro Davide, permettimi solo di dirti una cosa.Leggi quello che uno ha da dire, commentalo pure, ma non esprimere giudizi sulle persone, possono dare fastido.
  • Anonimo scrive:
    Re: se non hai niente da nascondere? tra

    Infatti il potere economico di un faraone
    egizio, di un imperatore bizantino, o che ne
    so... di un papa medievale era nullo!
    Ammiro sinceramente la tua incrollabile fede
    nella democrazia, ma voglio ricordarti che
    la critica è alla base di
    quest'ultima.Infatti... le critiche sono il pilastro di una democrazia... però devono essere accompagnate da proposte...
    Purtroppo le lobby economiche hanno
    più peso del cittadino e riescono a
    determinare l'andamento parlamentare, certo
    non hanno potere assoluto, ma cmq hanno
    sicuramente un grossimo peso dato anche dal
    finanziamento delle campagne elettorali.
    Secondo me non è poi così
    democratico, nel senso puro del termine,
    anzi io la vedo più come
    un'oligarchia strisciante.Mah... a mio parere è così solo in parte... non ne farei per questo una crociata contro le amministrazioni Bush e Berlusconi...Davide.
  • Anonimo scrive:
    Re: ho paura... ma non per i DB
    - Scritto da: Anonimo

    ma poi pensa se i servizi segreti
    italiani

    sventassero un attentato qui (cosa che

    peraltro gli auguro che riescano a
    fare, se

    mai servisse): credi che lo
    manterrebbero

    segreto?

    Da ciò denoto una tua grandissima
    ignoranza riguardo ai servizi segreti: non
    hai la minima idea di come funzionino e
    secondo che principi si regolino.
    Se ti basi sulle informazioni puramente
    sensazionalistiche, inattendibili e
    costruite dei giornalisti stai fresco...

    Comunque di attentati sventati, non
    dubitare, ce ne sono già a decine, e
    se tu non lo sai è solo grazie alla
    segretezza delle comunicazioni tra servizi e
    per un'etica sociale: se i cittadini non lo
    sanno è per difendere il senso di
    sicurezza degli stessi e quindi la fiducia e
    di conseguenza l'economia.

    Il tuo stesso modo di vivere è stato
    salvato più volte... non dimenticare!Ah si?!Tu per affermare questo avrai le tue fonti, vero?Beh, dimmi un pò quanti attentati hanno sventato finora e poi dimmi anche come fai a saperlo tu, visto tutta questa segretezza delle comunicazioni dei servizi segreti.E poi, se ne sei così sicuro, avrai anche delle prove immagino.
  • Anonimo scrive:
    Re: se non hai niente da nascondere? tra

    e' solo un esempio per dire che si possono
    raccogliere informazioni che possono
    danneggiare (in modo +o- grave) un individuo
    anche se questo non fa nulla di illegale.Beh... lo danneggiano se non sa bene quello che sta facendo e non ne è convinto... è un problema di maturità e di coscienza delle proprie azioni...
    beh hai un'idea piuttosto "binaria" degli
    esseri umani.Lo fatto sembrare... ma non è così... scusa...
    non hai mai fatto errori, agito
    impulsivamente o fatto cose di cui dopo ti
    sei pentito?Si, da giovane e minorenne... e la legge tiene MOLTO in considerazione questo fatto...Se dopo perseveri vuol dire che non sei cresciuto fino al punto di sapere quello che fai...
    a parte che e' vero fino a un certo punto,
    questo era evidentemente un esempio. non e'
    necessario che lo "sputtanamento" sia di
    tipo sessuale no?Beh... dicievo più in generale: la vita privata e politica sono cose ben differenti...Di sicuro il ministero dell'interno non deve aver partecipato a picchiaggi di polizziotti durante una manifestazione no-new-post-global oppure a manifestazioni ultras...
    in una democrazia, almeno per ora. e grazie,
    ho ben presente la differenza. a maggior
    ragione queste cose sono preoccupanti.Si... ma alcuni lo mettono sullo stesso livello... non tu si intende...
    limitano la tua liberta' senza rafforzare la
    democrazia. il giornalista curioso o il
    politico scomodo non vengono fatti sparire e
    basta. qua si puo' frugare nel database e
    rovinargli la vita.Beh... se non c'è niente di illegale non ha niente di cui temere...Io mi preoccuperei piuttosto delle cose inventate...
    non ho detto che succedera'. ho detto che
    puo' succedere. se non ci stiamo attenti.
    mettere strumenti troppo potenti nelle mani
    di un ristretto gruppo di persone e' sempre
    pericoloso. tu dirai che li si puo'
    controllare. ma chi controlla i controllori?Beh... giustamente si preme per questo... anche voi lo state giustamente facendo... ma dire di abolire tutti i controlli in nome di una privacy "semi-fittizia" è irresponsabile...
    non sono questioni da poco e non sono nate
    ieri. soprattutto non le si affronta con una
    cieca fiducia nell'ineluttabilita' della
    democrazia (ma chi l'ha detto, alcuni degli
    stati economicamente piu forti sono e sono
    stati delle dittature). ricordiamoci sempre
    che la democrazia e' piu' facile perderla
    che riconquistarla.Vero... comunque la mia è una cieca fiducia nel sistema democratico, non nelle persone in particolare...Davide.
  • Anonimo scrive:
    Re: sempre la solita scusa
    - Scritto da: Anonimo


    David Icke chiama questa tecnica
    "Problema-Reazione-Soluzione".

    www.davidicke.com/icke/articles/diarticle-bos

    (cut)

    Guardate anche gli altri articoli, sono
    molto interessanti.

    --
    bye,
    The Reptilian
    Ciao Reptilianscusa se ti disturbo, ma sei sicuro che il tizio che citi sia affidabile? Ho guardato anche gli altri articoli. Beh, leggi qua, sempre dal suo sito:http://www.davidicke.com/italian/icke/articles/illuminati-italy.html
  • Anonimo scrive:
    Re: E` sempre il Solito Discorso...Palla

    be'...diciamo che la leggittimità di
    Giorgio Arbusto è stata contestata da
    molti - vedi faccenda elezioni
    presidenziali, brutta storia, davvero
    brutta...chissà cosa succederà
    con il voto elettronico: io, in
    verità, non mi fido. :@Mmm, scusa la mia ignoranza... mi cogli impreparato... che anno era?Per quanto riguarda il voto elettronico bisogna vedere come lo implementano: potrebbe essere una soluzione efficacissima (siccome io faccio il segretario di seggio da anni ormai) che potrebbe eliminare errori di scrutinio, ridurre i tempi ed i costi esorbitanti di adesso.Davide.
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma funziona?
    Guarda, essere a conoscenza di segreti militari mi è tecnicamente impossibile, visto che sono un obiettore di coscienza nonviolento e quindi tra me e loro c'è un abisso incolmabile. Normalmente non entro nelle caserme, militari non ne conosco e quindi non ci posso scambiare opinioni, ed anche il modo in cui ragionano mi risulta estraneo. Non leggo neppure siti dedicati alla difesa (forse faccio male, perché informarsi bisognerebbe farlo sempre, certo. Però, se leggi quei siti le cose poi le sai davvero? Cioè, te le dicono?). Di conseguenza, non parlo né da esperto, né da persona neppure passabilmente informata. A me risultava che lo Scudo Spaziale dovesse essere un sistema integrato di satelliti militari armati di laser o armi convenzionali e sensori. Per come la cosa veniva raccontata, quando i satelliti avessero avvistato lanci di armi balistiche dal territorio dell'URSS, il cervellone centrale del sistema avrebbe provveduto al calcolo delle traiettorie, al puntamento dei satelliti ed all'abbattimento in volo dei missili nemici. Ora, un attacco con missili balistici a testata multipla, significava che in tempo reale si dovesse calcolare la traiettoria di alcune decine o centinaia di testate, comunicare con più satelliti e cercare di abbatterle tutte (intanto si pnsi alla velocità in volo di queste armi ed alla precisione richiesta per distruggerle, e poi occorrono tanti satelliti quante sono le testate in arrivo, oppure occore puntare più volte lo stesso satellite per abbattere più testate). Non credo che siano bazzecole, specie se si pensa che quelli erano gli anni '80 e la potenza di calcolo delle macchine doveva essere inferiore ad ora. Se ricordate, anche i Patriot schierati in Israele durante la guerra contro Saddam Hussein non funzionarono perfettamente, tant'è che i missili arrivavano. Quello che c'è adesso, per come viene descritto, anche con sistemi informatici certo incommensurabilmente più potenti, mi sembra molto più semplicemente un gigantesco progetto di avvistamento, ben diverso dal sistema automatico di reazione che si voleva mettere in piedi.O forse, è lo stesso "chiedere molto per ottenere qualcosa" a far parte della strategia dei militari. Magari propongono progetti quasi fantascientifici, e poi comunque sul campo realizzano qualcosa di meno potente, ma di gestibile. Sarebbe banale marketing le guerre stellari erano lo spot pubblicitario, il sistema di avvistamento il prodotto, chissà. Forse, con la storia di creare un superdatabase che segua ciascun cittadino si vuole coprire lo studio di fattibilità e la realizzazione di qualche progetto più modesto di controllo di determinate (ampie) aree dell'opinione pubblica, non dell'intera popolazione. Mi accorgo di star scivolando verso il terreno dei se e dei forse, preludio alle tesi complottarde del vero dietrologo... :-) Lungi da me, in genere se non hpo dati cerco di non esprimermi. Però mi era venuto questo dubbio sulla reale fattibilità del progetto (appunto perché non so), e volevo scambiare qualche opinione. Grazie a chi mi ha risposto e a chi mi risponderà.
  • Anonimo scrive:
    Re: se non hai niente da nascondere? tranky
    Considerazione 1)Supponiamo che tu scopra che il presidente supremo della galassia ha commesso un reato e decidi di denunciarlo, e supponiamo che tu abbia una relazione extraconiugale, o sia omosessuale non dichiarato, o abbia qualche tipo di malattia che vuoi tenere nascosta, e supponiamo che i servizi segreti ti dicano che tutte queste cose si verrebbero a sapere se tu ti immischiassi in cose più grandi di te, che cosa faresti ?Considerazione 2)Supponiamo che il presidente supremo della galassia si prenda un bell'esaurimento nervoso e decida di creare la più grande dittatura dell'universo, dove a nessuno è più permesso di contestarlo e dove a nessuno è più permesso di dire cosa pensa; come credi di poter contrastare questa cosa se sano tutto, ma proprio tutto tutto di te, della tua vita, delle tue manie, delle tue tendenze ?Non credi che ti scoverebbero prima ancora che tu possa anche solo pensare di fare qualcosa ?Considerazione 3)La riservatezza è una necessità implicita di ogni essere intelligente. Senza offesa, ma credo che solo gli animali possano sentirsi indifferenti se qualcuno li osserva costantemente.Considerazione 3)Immagina di dire alla tua fidanzata o moglie che la spii tutti i giorni in ogni momento della giornata, ma che non deve assolutamente preoccuparsi e deve essere serena se ha la coscienza pulita.Insomma, chi non ha nulla da nascondere ha il sacrosanto diritto di non essere spiato.
  • Anonimo scrive:
    Re: se non hai niente da nascondere? tra

    Comunque dubito seriamente che il futuro
    delle democrazie sarà "il grande
    fratello" come dite voi... la coscienza
    demoratica è molto più forte
    di qualsiasi potere economico perché
    quest'ultimo senza democrazia è
    niente...Infatti il potere economico di un faraone egizio, di un imperatore bizantino, o che ne so... di un papa medievale era nullo!Ammiro sinceramente la tua incrollabile fede nella democrazia, ma voglio ricordarti che la critica è alla base di quest'ultima.Purtroppo le lobby economiche hanno più peso del cittadino e riescono a determinare l'andamento parlamentare, certo non hanno potere assoluto, ma cmq hanno sicuramente un grossimo peso dato anche dal finanziamento delle campagne elettorali.Secondo me non è poi così democratico, nel senso puro del termine, anzi io la vedo più come un'oligarchia strisciante.
  • Anonimo scrive:
    Re: ho paura... ma non per i DB
    Nella mia grandissima ignoranza (grazie) conosco anche "Gennarino 'o spione" ;) e tanta altra gente...Ma tu credi a quello che hai scritto in altri post? Davvero? :)Mi piacerebbe vivere nel tuo mondo.
  • Anonimo scrive:
    Re: E` sempre il Solito Discorso...Palla
    - Scritto da: Mechano

    - Scritto da: Anonimo


    Infatti.

    è tutta una montatura della CIA
    e del

    Mossad. I terroristi non esistono. Le
    Torri

    non sono mai cadute. Il pueblo è

    siempre più unido!

    Hasta il meccano siempre!!!

    Da dove le prendi le informazioni dal TG5?

    Molto probabilmente le torri se le sono
    buttate giu' da soli gli 'mmerigani...
    Acc! questa puntata di X-Files me la devo essere persa...qual'era? quella del complotto?dove i cattivi sono... chi sono?
  • Anonimo scrive:
    Re: se non hai niente da nascondere? tra
    - Scritto da: Anonimo

    perche' sbaglio? ci sono un sacco di
    cose

    che sono perfettamente legali, ma

    "disapprovate" da tutta o parte della

    societa'. per esempio e' perfettamente

    legale vedere foto porno, ma magari non
    ti

    farebbe piacere se saltasse fuori

    l'argomento mentre ceni con i tuoi
    genitori.

    Beh... è un problema tutto tuo...
    vuoi che i servizi segreti vadano a
    raccontarglielo ai tuoi genitori?e' solo un esempio per dire che si possono raccogliere informazioni che possono danneggiare (in modo +o- grave) un individuo anche se questo non fa nulla di illegale.
    Giusto... io sto parlando da un punto di
    vista legale... per il resto è un
    problema personale che non interessa a
    nessuno... e se viene fuori non ci vedo
    alcun problema: se lo hai fatto vuol dire
    che lo hai fatto con coscienza e quindi ci
    sono delle motivazioni che difendi, e la
    legge ti assiste per questo... se non
    è così allora ti sta solo che
    bene: le cose vanno fatte dopo averci
    pensato non perché ti va e basta...beh hai un'idea piuttosto "binaria" degli esseri umani.non hai mai fatto errori, agito impulsivamente o fatto cose di cui dopo ti sei pentito?
    Beh... lo "sputtanamento" è molto
    relativo... solo gli americani puritani si
    scandalizzano per un'avventura
    extraconiugale tanto da dubitare sulla
    capacità politica di una persona...
    in Europa vita politica e vita personale, se
    non lo hai ancora notato, vengono mantenute
    ben distanti perché quasi sempre non
    hanno alcuna correlazione...a parte che e' vero fino a un certo punto, questo era evidentemente un esempio. non e' necessario che lo "sputtanamento" sia di tipo sessuale no?
    In riga? Cosa vuol dire? Ma tu pensi di
    vivere in una democrazia o in un
    totalitarismo? Parla per esempio con
    qualcuno dell'est europeo che è
    appena uscito dal comunismo... e scopri le
    differenze... sono enormi e fanno venire i
    brividi! Non accontentarti dei libri (magari
    di parte) che parlano dei totalitarismi...in una democrazia, almeno per ora. e grazie, ho ben presente la differenza. a maggior ragione queste cose sono preoccupanti. limitano la tua liberta' senza rafforzare la democrazia. il giornalista curioso o il politico scomodo non vengono fatti sparire e basta. qua si puo' frugare nel database e rovinargli la vita.
    Comunque dubito seriamente che il futuro
    delle democrazie sarà "il grande
    fratello" come dite voi... la coscienza
    demoratica è molto più forte
    di qualsiasi potere economico perché
    quest'ultimo senza democrazia è
    niente...

    Davide.non ho detto che succedera'. ho detto che puo' succedere. se non ci stiamo attenti. mettere strumenti troppo potenti nelle mani di un ristretto gruppo di persone e' sempre pericoloso. tu dirai che li si puo' controllare. ma chi controlla i controllori? non sono questioni da poco e non sono nate ieri. soprattutto non le si affronta con una cieca fiducia nell'ineluttabilita' della democrazia (ma chi l'ha detto, alcuni degli stati economicamente piu forti sono e sono stati delle dittature). ricordiamoci sempre che la democrazia e' piu' facile perderla che riconquistarla.
  • Anonimo scrive:
    Re: se non hai niente da nascondere? tra


    Ma tu abiti in Cina o in un paese

    democratico?



    una via di mezzo... e non è detto che
    la situazione non peggiori.Una via di mezzo???????Allora mi sa che tu la cina la hai vista solo sulle cartine geografiche.....Davide.
  • Anonimo scrive:
    Re: se non hai niente da nascondere? tra

    caro Davide, se tu pensi di vivere in una
    VERA democrazia, allora vuol ldire che ti
    sei appena svegliato ;)Beh... se tu pensi di vivere in un paese totalitario, amico, sei fuori completamente dalla realtà...
    qui di seguito ti cito una frase di un tale
    che di democrazia VERA se ne intendeva.....
    leggitela e poi magari pensaci prima di
    scrivere certe cose.....Se ne intendeva... un politico... mmm... facciamo di si...Comunque non c'è e non ci sarà mai la democrazia VERA come intendi tu!!! E' pura utopia! Leggiti un po' di filosofia e capirai...
    "Chi è pronto a rinunciare alle
    proprie libertà fondamentali per
    comprarsi briciole di temporanea sicurezza
    non merita nè la libertà
    nè la sicurezza" - Benjamin FranklinSenti... le cose sono leggermente cambiate dall'epoca...Un buon politico in una democrazia non negherà mai le libertà fondamentali (che in questo momento non sono assolutamente in discussione)... bisogna avere un minimo di flessibilità e di compromesso se vuoi che il tuo stile di vita sopravviva...Davide.
  • Anonimo scrive:
    Re: se non hai niente da nascondere? tra

    Sei in discoteca: una bella ragazza ti si
    avvicina e comincia a flurtare: tu che cosa
    fai?
    Pensi?Io personalmete si... ti sfido a conoscere la mia iodeologia di vita... non mi accontento del sesso facile... già fatto...E poi cosa centra????Non ti romperanno mica le scatole perché hai accettato di farti una nottata di sesso con una ragazza.... o no??? Lo ritieni peccato oppure ti vergogni???Davide.
  • Anonimo scrive:
    Re: e noi?

    mi sa che hai completamente frainteso quello
    che ho scritto.Forse... le interpretazioni sono sempre soggettive...
    siccome mi sembra altamente improbabile che
    questi programmi non siano perlomeno in fase
    di studio anche qui da noi io voglio sapere
    perche' non sono pubblici.Perché sono in fase di studio e non completamente operativi (compresi quelli americani)... funzionano su un ristretto range di persone... non su tutta la popolazione...
    se tu dici che lo sono, dammi i riferimenti
    e io li leggero' volentieri. altrimenti
    permettimi di dire che i nostri organi di
    controllo stanno dormendo.Beh... di sicuro gli organi militari e dei servizi segreti (sono solo questi che ne fanno uso) non renderanno pubblici i particolari altrimenti non avrebbe senso neanche crearli perché si capirebbe come evitarli... non credi?E siccome ne va della tua stessa sicurezza io non li renderei poi così pubblici... gli organi di controllo hanno lo scopo di difendere informazioni considerate eccessive su un rapporto di costi/benefici, e non possono difendere anche coloro che vanno chiaramente contro le leggi e la sicurezza...
  • Anonimo scrive:
    Re: E` sempre il Solito Discorso...Palla

    ricordo che loro vanno al "potere"
    democraticamente elettibe'...diciamo che la leggittimità di Giorgio Arbusto è stata contestata da molti - vedi faccenda elezioni presidenziali, brutta storia, davvero brutta...chissà cosa succederà con il voto elettronico: io, in verità, non mi fido. :@
  • Anonimo scrive:
    Re: E` sempre il Solito Discorso...Palla

    logica da bar? ahah

    ogni commento è superfluo...
    continua pure a vivere nel tuo mondo, a
    guardare rete 4 e a prenderlo in C_lo...Beh... sono d'accordo... la tua è una logica (direi sciatta, ma dopo ti offenderesti) da bar...Solo perché tu la pensi così vuol dire che noi siamo delle marionette dei, come voi li chiamate, potenti? Ti ricordo che loro vanno al "potere" democraticamente eletti, e se tu sei quella minoranza integralista che vuole che tutti la pensassero come te allora i tuoi difetti non sono poi così differenti da quelli che tu stesso vorresti eliminare...Invece di dire puerilmente Bush = petrolio = cattivone di turno = guerra in Iraq = quindi mi sta in culo cerca di formare una TUA idea critica e propositiva degli eventi e non accettare quello che ti propinano i tg (magari tu guardi tg3... la voce dell'ASSOLUTA VERITA')... qualsiasi tg...Davide.
  • Gallone scrive:
    Re: se non hai niente da nascondere? tra
    - Scritto da: Anonimo
    le cose vanno fatte dopo averci
    pensato non perché ti va e basta...
    Sei in discoteca: una bella ragazza ti si avvicina e comincia a flurtare: tu che cosa fai?Pensi?ahahahma smettila con questa ipocrisia gratuita
  • Anonimo scrive:
    Re: ho paura... ma non per i DB

    Egregio sig. Agente X, Le vorrei umilmente
    chiedere la cortesia di spiegare a noi
    piccoli, innocenti e imbecilli cittadini
    come funzionano realmente i servizi segreti,
    vista la Sua profonda conoscenza al riguardo
    denotata in queste poche righe.Mi spiace aver usato alcuni toni che potrebbero risultare offensivi... è stata una mia mancanza dovuto al fatto che molti si basano su informazioni date dai giornalisti che, in buona o cattiva fede, risultano SEMPRE distorte, frammentarie ed imprecise... e spesso a mero scopo sensazionalistico...Se poi si va di persona a carpire le informazioni lo si vede quasi subito...E poi è facile prendersela sui governi (più esposti), mentre il giornalista è quasi uno sconosciuto...Comunque basta ragionarci almeno un po' sopra per capire il modus operandi dei servizi segreti e le motivazioni di certe scelte...A rischio di sembrare cinico: non crederete mica che la sicurezza in una democrazia si può difendere con mezzi pienamente legali? Purtroppo al momento è così, che piaccia o no, e così è necessario. Perché? Perché il terrorismo e tutte le entità "anti-democratiche" sono invisibili e quindi loro partono notevolmente avvantaggiati dal momento che loro sanno quasi tutto di noi e noi (con i sistemi legali) niente di loro...Non pretenderete mica che i terroristi si presentino volontariamente pentiti in questura???
    Gradirei anche chiederLe, sempre che non sia
    un segreto militare, e che non Le rechi
    troppo disturbo, di proporre all' attenzione
    dei cerebrolesi che loro malgrado
    frequentano tale forum, alcuni esempi delle
    numerosissime azioni anti-terroristiche
    operate qui in Italia, certo che Lei
    avrà preso parte a molte di esse.Eh eh... simpatico... anche se avessi operato per qualche azione di sicuro non lo scriverei...Comunque questo "vittimismo" riguardo alla privacy mi sembra alquanto eccessivo se non hai nulla di illegale da nascondere...Davide.
  • Anonimo scrive:
    Re: E` sempre il Solito Discorso...Palla
    - Scritto da: Anonimo
    La tua è la solita logica da bar,logica da bar? ahahogni commento è superfluo...continua pure a vivere nel tuo mondo, a guardare rete 4 e a prenderlo in C_lo...
  • Anonimo scrive:
    Re: e noi?
    - Scritto da: Anonimo

    le nostre

    varie commissioni di vigilanza,
    parlamenti,

    corti dei conti ecc.. che cacchio fanno

    durante il giorno? dormono?

    Quello che fanno è pubblico... trova
    il tempo per informarti invece di scrivere
    baggianate simili...
    Se poi i giornalisti preferiscano scrivere
    della "lobby simil massonica" delle
    multinazionali e dei governi non fanno che
    prendere in giro me e te... e quel che
    è peggio è che tu ci credi a
    questi "scoop"...



    eh gia' tanto i

    governi europei sono bravi e buoni e
    molto

    rispettosi dei loro cittadini, mica
    cattivi

    come gli americano.

    cosa bolle nella nostra pentola?

    Tutti cattivoni... Ma dai, sii serio!!!
    Onestamente dì piuttosto che non
    capisci la loro logica invece di dire che
    vogliono schiavizzare la gente...


    Davide.mi sa che hai completamente frainteso quello che ho scritto.siccome mi sembra altamente improbabile che questi programmi non siano perlomeno in fase di studio anche qui da noi io voglio sapere perche' non sono pubblici.se tu dici che lo sono, dammi i riferimenti e io li leggero' volentieri. altrimenti permettimi di dire che i nostri organi di controllo stanno dormendo.
  • Anonimo scrive:
    Re: se non hai niente da nascondere? tra

    perche' sbaglio? ci sono un sacco di cose
    che sono perfettamente legali, ma
    "disapprovate" da tutta o parte della
    societa'. per esempio e' perfettamente
    legale vedere foto porno, ma magari non ti
    farebbe piacere se saltasse fuori
    l'argomento mentre ceni con i tuoi genitori.Beh... è un problema tutto tuo... vuoi che i servizi segreti vadano a raccontarglielo ai tuoi genitori?
    magari sei un ipocrita e fai cose che tu
    stesso giudichi male e quindi non vorresti
    si risapesse, ma non per questo sono
    illegali. quindi perche' lo stato dovrebbe
    interessarsi di queste cose?Giusto... io sto parlando da un punto di vista legale... per il resto è un problema personale che non interessa a nessuno... e se viene fuori non ci vedo alcun problema: se lo hai fatto vuol dire che lo hai fatto con coscienza e quindi ci sono delle motivazioni che difendi, e la legge ti assiste per questo... se non è così allora ti sta solo che bene: le cose vanno fatte dopo averci pensato non perché ti va e basta...
    no non credo. magari decido di buttarmi in
    politica, o per motivi di lavoro o personali
    finisco per stare sul culo a qualcuno,
    magari ho delle opinioni su certi argomenti.
    e allora si cerca negli archivi salta fuori
    la mia avventura con la vicina e mi
    sputtanano.Beh... lo "sputtanamento" è molto relativo... solo gli americani puritani si scandalizzano per un'avventura extraconiugale tanto da dubitare sulla capacità politica di una persona... in Europa vita politica e vita personale, se non lo hai ancora notato, vengono mantenute ben distanti perché quasi sempre non hanno alcuna correlazione...
    i dati sono la', pronti per essere usati
    contro di te se non stai in riga. magari non
    oggi, magari nemmeno domani, ma chissa'....In riga? Cosa vuol dire? Ma tu pensi di vivere in una democrazia o in un totalitarismo? Parla per esempio con qualcuno dell'est europeo che è appena uscito dal comunismo... e scopri le differenze... sono enormi e fanno venire i brividi! Non accontentarti dei libri (magari di parte) che parlano dei totalitarismi...Comunque dubito seriamente che il futuro delle democrazie sarà "il grande fratello" come dite voi... la coscienza demoratica è molto più forte di qualsiasi potere economico perché quest'ultimo senza democrazia è niente...Davide.
  • Anonimo scrive:
    Re: e noi?

    le nostre
    varie commissioni di vigilanza, parlamenti,
    corti dei conti ecc.. che cacchio fanno
    durante il giorno? dormono?Quello che fanno è pubblico... trova il tempo per informarti invece di scrivere baggianate simili...Se poi i giornalisti preferiscano scrivere della "lobby simil massonica" delle multinazionali e dei governi non fanno che prendere in giro me e te... e quel che è peggio è che tu ci credi a questi "scoop"...
    eh gia' tanto i
    governi europei sono bravi e buoni e molto
    rispettosi dei loro cittadini, mica cattivi
    come gli americano.
    cosa bolle nella nostra pentola?Tutti cattivoni... Ma dai, sii serio!!! Onestamente dì piuttosto che non capisci la loro logica invece di dire che vogliono schiavizzare la gente...Davide.
  • Anonimo scrive:
    Re: e noi?
    - Scritto da: Anonimo
    da noi succederà la stessa cosa a
    breve termine, don'tworry, solamente che
    sarà ancora più infamesi ma il punto e' se da noi saltera' fuori o ce lo metteranno in quel posto senza neppure avere la cortesia di dircelo.almeno gli americani lo sanno.
  • Anonimo scrive:
    Re: ho paura... ma non per i DB

    Da ciò denoto una tua grandissima
    ignoranza riguardo ai servizi segreti: non
    hai la minima idea di come funzionino e
    secondo che principi si regolino.
    Comunque di attentati sventati, non
    dubitare, ce ne sono già a decine, e
    se tu non lo sai è solo grazie alla
    segretezza delle comunicazioni tra servizi e
    per un'etica sociale: se i cittadini non lo
    sanno è per difendere il senso di
    sicurezza degli stessi e quindi la fiducia e
    di conseguenza l'economia.Egregio sig. Agente X, Le vorrei umilmente chiedere la cortesia di spiegare a noi piccoli, innocenti e imbecilli cittadini come funzionano realmente i servizi segreti, vista la Sua profonda conoscenza al riguardo denotata in queste poche righe.Gradirei anche chiederLe, sempre che non sia un segreto militare, e che non Le rechi troppo disturbo, di proporre all' attenzione dei cerebrolesi che loro malgrado frequentano tale forum, alcuni esempi delle numerosissime azioni anti-terroristiche operate qui in Italia, certo che Lei avrà preso parte a molte di esse.cordiali saluti, uno dei pochi che ancora ragiona
  • Anonimo scrive:
    Re: se non hai niente da nascondere? tra
    - Scritto da: Anonimo

    e se vivi in un paese tipo la cina
    (siamo

    sulla buona strada...) sanno che sei
    contro

    il regime (senza per questo essere un

    terrorista). dici niente...

    Ma tu abiti in Cina o in un paese
    democratico?

    Davide.una via di mezzo... e non è detto che la situazione non peggiori.
  • Anonimo scrive:
    Re: e noi?
    da noi succederà la stessa cosa a breve termine, don'tworry, solamente che sarà ancora più infamema ovviamente basta aggiungere il bollino "anti-terrorismo" da una parte e "terrorista" dall' altra per poter fare tutto quel che ci pare...
  • Anonimo scrive:
    Re: se non hai niente da nascondere? tra
    - Scritto da: Anonimo

    esiste qualcuno che non ha niente da

    nascondere?

    un'amante, un vizietto, qualcosa che
    magari

    preferirebbe che non la moglie o il
    vicino

    di casa non sapesse?

    Ovviamente no... ma non ne sarei così
    sicuro...


    sei tanto sicuro di essere totalmente

    pulito? beh magari sei perfettamente in

    regola, non fai niente di niente di

    illegale, ma ci sono lo stesso cose
    legali

    che non ti piacerebbe si sapessero in
    giro.

    o no?

    Beh... non vuoi che si sappiano in giro
    perché moralmente o eticamente
    biasimevoli... quindi sei tu che sbagli, non
    la legge... e la legge se ne frega se tu hai
    una storia con la tua vicina di casa...
    hanno cose ben più importanti da
    osservare... non le tue scappatelle non
    credi??? O credi che le tue avventure
    sessuali siano al centro degli interessi
    della politica mondiale? ;)


    Davide.Infatti peccato che unabomber non compri via web....gngngngngn 8)
  • Straha scrive:
    Re: se non hai niente da nascondere? tra
    - Scritto da: Anonimo

    e se vivi in un paese tipo la cina
    (siamo

    sulla buona strada...) sanno che sei
    contro

    il regime (senza per questo essere un

    terrorista). dici niente...

    Ma tu abiti in Cina o in un paese
    democratico?

    Davide.caro Davide, se tu pensi di vivere in una VERA democrazia, allora vuol ldire che ti sei appena svegliato ;)qui di seguito ti cito una frase di un tale che di democrazia VERA se ne intendeva..... leggitela e poi magari pensaci prima di scrivere certe cose....."Chi è pronto a rinunciare alle proprie libertà fondamentali per comprarsi briciole di temporanea sicurezza non merita nè la libertà nè la sicurezza" - Benjamin Franklin
  • Anonimo scrive:
    Re: E` sempre il Solito Discorso...Palla
    cosa pompano in afghanistan?!La tua è la solita logica da bar, quella che volle affermare la centralità del petrolio nella guerra delle Falkland o in Yugoslavia o in Kosovo o in alcune isolete del pacifico...Ma per favore.... P.S. ti ricordo che anche tu vai in macchina, hai il riscaldamento, usi vestiti sintetici ed hai plastica in abbondanza. Pensaci prima di parlare.
  • Anonimo scrive:
    Re: se non hai niente da nascondere? tra


    sei tanto sicuro di essere totalmente

    pulito? beh magari sei perfettamente in

    regola, non fai niente di niente di

    illegale, ma ci sono lo stesso cose
    legali

    che non ti piacerebbe si sapessero in
    giro.

    o no?

    Beh... non vuoi che si sappiano in giro
    perché moralmente o eticamente
    biasimevoli... quindi sei tu che sbagli, non
    la legge... e la legge se ne frega se tu haiperche' sbaglio? ci sono un sacco di cose che sono perfettamente legali, ma "disapprovate" da tutta o parte della societa'. per esempio e' perfettamente legale vedere foto porno, ma magari non ti farebbe piacere se saltasse fuori l'argomento mentre ceni con i tuoi genitori.magari sei un ipocrita e fai cose che tu stesso giudichi male e quindi non vorresti si risapesse, ma non per questo sono illegali. quindi perche' lo stato dovrebbe interessarsi di queste cose?
    una storia con la tua vicina di casa...
    hanno cose ben più importanti da
    osservare... non le tue scappatelle non
    credi??? O credi che le tue avventure
    sessuali siano al centro degli interessi
    della politica mondiale? ;)

    Davide.no non credo. magari decido di buttarmi in politica, o per motivi di lavoro o personali finisco per stare sul culo a qualcuno, magari ho delle opinioni su certi argomenti. e allora si cerca negli archivi salta fuori la mia avventura con la vicina e mi sputtanano.i dati sono la', pronti per essere usati contro di te se non stai in riga. magari non oggi, magari nemmeno domani, ma chissa'....
  • Anonimo scrive:
    e noi?
    quello che succede in america e' interessante da sapere, ma io vorrei sapere cosa succede da noi, perche' mi riguarda molto di piu'. mi chiedo perche' queste schifezze saltano fuori solo la'. sono gli unici a farle? non credo proprio. le nostre varie commissioni di vigilanza, parlamenti, corti dei conti ecc.. che cacchio fanno durante il giorno? dormono? eh gia' tanto i governi europei sono bravi e buoni e molto rispettosi dei loro cittadini, mica cattivi come gli americano.cosa bolle nella nostra pentola?
  • Anonimo scrive:
    Re: se non hai niente da nascondere? tra

    e se vivi in un paese tipo la cina (siamo
    sulla buona strada...) sanno che sei contro
    il regime (senza per questo essere un
    terrorista). dici niente...Ma tu abiti in Cina o in un paese democratico?Davide.
  • Anonimo scrive:
    Re: se non hai niente da nascondere? tra

    esiste qualcuno che non ha niente da
    nascondere?
    un'amante, un vizietto, qualcosa che magari
    preferirebbe che non la moglie o il vicino
    di casa non sapesse?Ovviamente no... ma non ne sarei così sicuro...
    sei tanto sicuro di essere totalmente
    pulito? beh magari sei perfettamente in
    regola, non fai niente di niente di
    illegale, ma ci sono lo stesso cose legali
    che non ti piacerebbe si sapessero in giro.
    o no?Beh... non vuoi che si sappiano in giro perché moralmente o eticamente biasimevoli... quindi sei tu che sbagli, non la legge... e la legge se ne frega se tu hai una storia con la tua vicina di casa... hanno cose ben più importanti da osservare... non le tue scappatelle non credi??? O credi che le tue avventure sessuali siano al centro degli interessi della politica mondiale? ;)Davide.
  • Anonimo scrive:
    Re: Quanto ci metteranno?

    La questione,non è del "Quanto ci
    metteranno" in quanto è già
    realtà! Questo te lo fanno credere i soliti giornalisti ignoranti sulla materia... di problemi tecnici i servizi segreti ne hanno moltissimi... e dubito fortemente che ci riusciranno in tempi medio/brevi...
    Ora ,coloro che si dicono
    democratici,potranno controllare,controllano
    ogni . Singolo.Terrestre.La schedatura è possibile... ma l'analisi utile su una tale mole di dati è impossibile fino ad adesso!!!Ripeto che sono ben lontani dal farlo... Semmai ogni sigolo terrestre che possiede un apparecchio elettronico abbastanza recente... cioè ancora l'ampia minoranza del pianeta... cosa sarà? Il 5% della popolazione mondiale???
    Privacy = DefuntaBeh... in gran parte è vero... però la tua privacy non interessa ai servizi segreti se proprio non hai degli spiccati atteggiamenti al di fuori delle leggi... è giusto che sia così...Cito un filosofo classico a me caro (Lucio Anneo Seneca): è felice e saggio colui che compie sempre le proprie azioni come se tutti lo potessero osservare in quel momento...Non saltare subito alle conclusioni: è un concetto molto complesso che richiede anni per capirlo a fondo e va di pari passo al rispetto (e non sottomissione cieca) per le leggi democratiche...
    Libertà= DefuntaNon lo credo proprio... hai un'idea distorta della libertà allora... libertà non vuol dire fare quel cavolo che ti passa per la testa dove vuoi... quella che intendi tu forse è anarchia...
    Illusioni= Più che mai vive.Le tue illusioni a quanto pare... e sospetto che siano più malinconie ideologiche...
    Mai ,nella storia di questo Pianeta,Il
    Potere (inteso come concetto ) ha avuto a
    disposizione tanti mezzi ,per realizzare il
    suo antico sogno : Tenere le masse popolari
    sottocontrollo e fare i propri comodi a
    danno dei più deboli. Ti senti un debole? Molti dei deboli che tu dici sono quelli che insensatamente si aggrappano malinconicamente ad ideologie che hanno dato prova di non funzionare...
    Tecnica nuova ,sostanza invariata.
    Finché degli uomini opprimeranno
    altri uomini ,questo Pianeta non avrà
    un avvenire degno di essere vissuto.
    Ma questo non significa che ci si debba
    rassegnare,Vi pare?L'unica cosa esatta e sensata che riesci a dire? Eh eh... scherzo ovviamente...Comunque: se l'oppressione delle idee è già realtà allora tu dovresti essere già essere stato preso dai servizi segreti e portato in galera?Mmm... non credi di parlare in nome di una libertà che c'è ancora e ben viva?Altrimenti non saresti libero di dire tutto questo...
  • Anonimo scrive:
    Re: se non hai niente da nascondere? tra
    e se vivi in un paese tipo la cina (siamo sulla buona strada...) sanno che sei contro il regime (senza per questo essere un terrorista). dici niente...
  • Anonimo scrive:
    Re: ho paura... ma non per i DB
    :@ Mr Mechano parli come se vivessi in un cartoneanimato....ma ti leggi le cose che scrivi? mah secondo me stai fumato ! manca solo che mi parli di una cospirazione sugli alieni e poi raggiungi il tuo + alto grado di obiettività!
  • Anonimo scrive:
    Re: ho paura... ma non per i DB

    Il terrorismo da un sacco di lavoro a un
    sacco di gente, operai che devono rimettere
    a posto rotaie dei treni o palazzi
    distrutti, venditori di souvenir,
    beccamorti, negozi di auto che venderanno
    nuove auto a coloro che l'hanno avuta
    distrutta perche' vicino add un'autobomba.Questo è puro cinismo insensato... logico ma fuori da ogni critica razionale... stai vacillando sull'assurda logica giornalistica di parte da quattro soldi...
    Politici che avranno argomenti finalmente
    seri su cui basare la loro campagna
    elettorale.Ne hanno sempre di argomenti seri... se i giornali poi non ne danno un giusto risalto è colpa solo loro...
    Gente che perdendo la fiducia nel prossimo
    si consola stando chiusa in casa mangiando
    merendine e schifezze e ingrassando davanti
    alla TV o con lo shopping in televendite.Beh... no comment... ritorniamo sull'assurdo...
    Ed ha anche il non indifferente ruolo di
    distogliere l'attenzione dell'opinione
    pubblica dai veri problemi: economici,
    sociali, energetici...Ah... questo vuol dire che per te non è un problema vero questo?Comunque è un difetto dei giornalisti quello di innamorarsi di alcuni problemi "di moda", non dei politici: loro lavorano bene o male su tutti le problematiche.
    Ma ai mass media fa comodo far credere
    cosi', che sia un problema che tocca tutti e
    per cui tutti dobbiamo lottare e sacrificare
    la nostra privacy, anche quella dell'anziano
    signore di Ca' de Cessi.E' un problema molto complesso e delicato quello della privacy associato alla sicurezza interna... e non si può ridurre tutto a barzelletta puerile come fai tu...
    La violazione della privacy e il controllo
    globale serve per scopi economici e di
    repressione dopo commessi reati minori, non
    di prevenzione.NON DI PREVENZIONE? Sono tutti cattivi e brutti come dici tu? Tutti gli omoni grossi delle "multinazionali" vogliono spremerti come un salvadanaio?Ma dai! Stai generalizzando un po' troppo non credi?E poi il controllo globale siamo ben lontani dal raggiungerlo... non ascoltare i soliti giornalisti decelebrati...
    Le uniche categorie che abbiamo visto punire
    finora sono state solo i p2pisti incalliti,
    i pirati software e cinemusicali, i ladri e
    i ricettatori di cellulari...Che TU hai visto... se ti informi solamente presso gli informatori che parlano poco e male di questa problematica è una tua mancanza...
    Ed in futuro per reprimere le attivita'
    sovversive dei movimenti no-global e di chi
    prova ad avvisare dei pericoli del
    capitalismo sfrenato...Fantapolitica sensazionalistica da quattro soldi! Va contro ogni logica veramente capitalistica... semmai quella che dici è la filosofia dei totalitarismi... hai le idee molto confuse dovute ad una scarsa esperienza del mondo reale miste ad una ignoranza "tecnica" ed ideologica... senza offesa ovviamente...Davide.
  • Anonimo scrive:
    Re: ho paura... ma non per i DB

    ma poi pensa se i servizi segreti italiani
    sventassero un attentato qui (cosa che
    peraltro gli auguro che riescano a fare, se
    mai servisse): credi che lo manterrebbero
    segreto?Da ciò denoto una tua grandissima ignoranza riguardo ai servizi segreti: non hai la minima idea di come funzionino e secondo che principi si regolino.Se ti basi sulle informazioni puramente sensazionalistiche, inattendibili e costruite dei giornalisti stai fresco...Comunque di attentati sventati, non dubitare, ce ne sono già a decine, e se tu non lo sai è solo grazie alla segretezza delle comunicazioni tra servizi e per un'etica sociale: se i cittadini non lo sanno è per difendere il senso di sicurezza degli stessi e quindi la fiducia e di conseguenza l'economia.Il tuo stesso modo di vivere è stato salvato più volte... non dimenticare!
  • Anonimo scrive:
    Re: E` sempre il Solito Discorso...Palla
    - Scritto da: Mechano

    - Scritto da: Crazy

    Ti svelero' un segreto...
    Almeno a casa stai tranquillo se usi Linux e
    ti compri una di quelle belle motherboard
    alternative con CPU PowerPC, Sparc o Alpha,
    che sono sicuro non appena iniziera' a
    diffondersi palladium verranno fuori degli
    hardware per una bella fetta di mercato
    composta da gente che non lo vuole, almeno a
    casa propria...
    Naturalmente su queste motherboard non ci
    potra' girare lungocorno, ma ci girera'
    Linux o un *BSD.E ora quelle mobo e cpu dove le posso trovare?Prezzi e potenza di calcolo sono comparabili alle cpu x86 attuali?E soprattutto i *_consumi_* sono moolto più ridotti?Grazie
    --
    Ciao.
    Mr. Mechanociao.pieggi.
  • Anonimo scrive:
    Re: ho paura... ma non per i DB
    I servizi segreti sono anche quelli, che ti piaccia o no, che ti salvano il culo... i metodi purtroppo sono quello che sono per vari e complessi motivi tecnici (non solo perché ci sono i "cattivoni" di turno)... ed alle volte risultano tristemente necessari... ma non dimenticarti che fanno un grande servizio alla sicurezza...
  • Anonimo scrive:
    Re: ho paura... ma non per i DB
    ma poi pensa se i servizi segreti italiani sventassero un attentato qui (cosa che peraltro gli auguro che riescano a fare, se mai servisse): credi che lo manterrebbero segreto? Uahhahaha! Mi immagino già un TG a reti unificate da 5 ore non-stop dove il ns. nano dice che lui è riuscito a vincere i terroristi e se al governo ci fossero stati i comunisti l'Italia sarebbe già una piccola Arabia antidemocratica.Ma dài non posso credere che tu creda a quello che hai scritto.
  • Mechano scrive:
    Re: E` sempre il Solito Discorso...Palla
    - Scritto da: Anonimo
    Infatti.
    è tutta una montatura della CIA e del
    Mossad. I terroristi non esistono. Le Torri
    non sono mai cadute. Il pueblo è
    siempre più unido!
    Hasta il meccano siempre!!!Da dove le prendi le informazioni dal TG5?Molto probabilmente le torri se le sono buttate giu' da soli gli 'mmerigani...Ed in Iraq e Afganistan stanno pompando alla grande, ma non e' acqua quella che pompano... E non c'e' uno straccio di informazione nei mass media su quanti sono gli americani e inglesi di guardia ai pozzi di petrolio e nella costruzione degli oleodotti... Anzi di petrolio non se ne parla mica piu' se non per il prezzo della benza che aumenta.Va in giro per internet nei siti giusti che ci sono foto e nozioni tecniche molto dettagliate ed inconfutabili. a parte le teorie piu' fantasiose, comunque le bugie dei mass media e del governo USA ci sono, sono riconoscibili e non si spiega il perche' della necessita' di tali bugie...Ciao, Babbalone...-- Mr. Mechano
  • ilmusico scrive:
    Re: Quanto ci metteranno?
    La questione,non è del "Quanto ci metteranno" in quanto è già realtà! Ora ,coloro che si dicono democratici,potranno controllare,controllano ogni . Singolo.Terrestre.Privacy = DefuntaLibertà= DefuntaIllusioni= Più che mai vive.Mai ,nella storia di questo Pianeta,Il Potere (inteso come concetto ) ha avuto a disposizione tanti mezzi ,per realizzare il suo antico sogno : Tenere le masse popolari sottocontrollo e fare i propri comodi a danno dei più deboli. Tecnica nuova ,sostanza invariata.Finché degli uomini opprimeranno altri uomini ,questo Pianeta non avrà un avvenire degno di essere vissuto.Ma questo non significa che ci si debba rassegnare,Vi pare? ilmusico
  • Mechano scrive:
    Re: ho paura... ma non per i DB
    - Scritto da: Anonimo
    Un attentato sventato è un attentato
    sconosciuto ai cittadini... è
    così che funziona un servizio
    segreto...I servizi segreti sono quelli che hanno speso milioni di $ per indagare sui genitali di Bill Clinton per toglierlo di mezzo e mettere al suo posto un lecchino delle lobby economiche e militari come Bush.I servizi segreti organizzano come far cadere in grossi scandali politici scomodi per sotituirli con altri piu' malleabili.I servizi segreti organizzano il terrorismo e lo tengono d'occhio perche' faccia quelle 2-3 azioni plateali ed utili a suscitare sensazioni forti nell'opinione pubblica che sara' poi facilmente piegata agli interessi economici...--Ciao. Mr. Mechano
  • Anonimo scrive:
    Re: E` sempre il Solito Discorso...Palla
    -
    Ti svelero' un segreto...
    Almeno a casa stai tranquillo se usi Linux e
    ti compri una di quelle belle motherboard
    alternative con CPU PowerPC, Sparc o Alpha,
    che sono sicuro non appena iniziera' a
    diffondersi palladium verranno fuori degli
    hardware per una bella fetta di mercato
    composta da gente che non lo vuole, almeno a
    casa propria...
    Naturalmente su queste motherboard non ci
    potra' girare lungocorno, ma ci girera'
    Linux o un *BSD.speriamo che sia proprio così...
  • Mechano scrive:
    Re: ho paura... ma non per i DB
    - Scritto da: Anonimo
    Sul terrorismo rancolano nel buio, non hanno
    la più pallida idea di chi ci sia
    dietro, e per scoprirlo hanno bisogno di
    fare indagini a tappeto su tutta la
    popolazione, allucinante, se questi sono gli
    uomini che ci devono proteggerephreee (rumore di campanello dei giochi a quiz) ritenta sarai piu' fortunato...Proteggere dal terrorismo e' una frase grossa.Il terrorismo da un sacco di lavoro a un sacco di gente, operai che devono rimettere a posto rotaie dei treni o palazzi distrutti, venditori di souvenir, beccamorti, negozi di auto che venderanno nuove auto a coloro che l'hanno avuta distrutta perche' vicino add un'autobomba.I TG e i giornali che ne parleranno perennemente mostrando corpi e brandelli umani tenendo incollata tanta gente alla TV come il TG5 soprannominato il TG dei morti.Politici che avranno argomenti finalmente seri su cui basare la loro campagna elettorale.Gente che perdendo la fiducia nel prossimo si consola stando chiusa in casa mangiando merendine e schifezze e ingrassando davanti alla TV o con lo shopping in televendite.Ed ha anche il non indifferente ruolo di distogliere l'attenzione dell'opinione pubblica dai veri problemi: economici, sociali, energetici...Se dopo tanto bombardamento mass mediatico gli chiedi ad un anziano abitante di Ca' de Cessi (paesino tra Cremona e Mantova) se ha paura dei terroristi, ti rispondera' di si, come se a Ca' de Cessi ci possono essere potenziali obbiettivi per i terroristi, magari loro odiano il water e preferiscono la turca. :-)Ma ai mass media fa comodo far credere cosi', che sia un problema che tocca tutti e per cui tutti dobbiamo lottare e sacrificare la nostra privacy, anche quella dell'anziano signore di Ca' de Cessi.La violazione della privacy e il controllo globale serve per scopi economici e di repressione dopo commessi reati minori, non di prevenzione.Le uniche categorie che abbiamo visto punire finora sono state solo i p2pisti incalliti, i pirati software e cinemusicali, i ladri e i ricettatori di cellulari, e altri reati di cui pero' l'autore ha avuto l'ignoranza di usare una macchina digitale per organizzarlo o parlarne.Ed in futuro per reprimere le attivita' sovversive dei movimenti no-global e di chi prova ad avvisare dei pericoli del capitalismo sfrenato...--Ciao. Mr. Mechano
  • Anonimo scrive:
    Re: Quanto ci metteranno?
    Con riferimento ai programmi ha perfettamente ragionesolo che ora stanno killando la rete perchè genera cultura e una persona con cultura è più capace di ribellione nei confronti di qualche potente usurpatore del popolo. Il discorso torna a casa (TIA) dicendo che i deficienti che guardano il grande fratello in tv sono anche molto più propensi ad accettarne una copia in formato reale.
  • Anonimo scrive:
    Re: E` sempre il Solito Discorso...Palla
    - Scritto da: Mechano
    Ma questi terroristi esistono davvero?
    Ogni tanto si fa finta di beccarne qualcuno,
    si sparano vacate tipo "nel covo trovate
    armi ed esplosivi", magari erano alcol e
    diluente nitro per vernici, "e documenti
    falsi" come il 90% degli extracomunitari...Infatti.È tutta una montatura della CIA e del Mossad. I terroristi non esistono. Le Torri non sono mai cadute. Il pueblo è siempre più unido!Hasta il meccano siempre!!!
  • Anonimo scrive:
    Re: sempre la solita scusa
    Attenzione alla fanta-politica del sottoscala dei giornalisti in cerca di scoop... solo perché vanno contro alle amministrazioni non necessariamente devono essere vere... e le prove sono alquanto fumose ed imprecise...
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma funziona?
    Appena arriveranno i computer quantici (10-20 anni?) tutti questi "problemini" spariranno....
  • Anonimo scrive:
    Re: ho paura... ma non per i DB

    Sul terrorismo rancolano nel buio, non hanno
    la più pallida idea di chi ci sia
    dietro, e per scoprirlo hanno bisogno di
    fare indagini a tappeto su tutta la
    popolazione, allucinante, se questi sono gli
    uomini che ci devono proteggereNon rancolano affatto nel buio... se lo facessero adesso ti ritroveresti il paese già distrutto da attentati...Un attentato sventato è un attentato sconosciuto ai cittadini... è così che funziona un servizio segreto...
  • Anonimo scrive:
    Re: Quanto ci metteranno?
    Veramente si parlava del Grande Fratello, quello vero... dove se ti nominano so c@xxi tua....
  • Anonimo scrive:
    Re: Quanto ci metteranno?
    - Scritto da: Anonimo


    e meno male che nessuno lo guardava ...

    ma ci vuole anche poco a sapere come
    funziona...Soliti programmi, metti quattro analfabeti presi "a caso..." divisi in modo che ci siano piu' maschi che femmine, li prendi piu' o meno antipatici, i maschi piu' o meno presuntuosi e con manie di machismo, le femmine un po' vamp e zoccolette, gli dai un copione da seguire, e terranno incollata alla TV quella parte dell'Italia prevalentemente analfabeta e disoccupata che ha buon tempo per seguire il teatrino.Dove non ci sono persone pseudo-comuni amici degli amici ci mettono qualche vip dimenticato o partecipanti alle trasmissioni di pettegolezzi del pomeriggio.Basta poco a fare felici gli abitanti di babbalonilandia (l'Italia)...Molte trasmissioni della TV diventano sempre piu' dementi perche' con Internet che attrae chi ha un minimo di cultura e flessibilita' mentale per poter usare un computer, restano a guardare la TV solo i ceti immediatamente sotto a questi: le casalinghe del sud, i ragazzi e le ragazze svogliate, qualche anziano ormai aterosclerotico che fa zapping.--Ciao. Mr. Mechano
  • Mechano scrive:
    Re: E` sempre il Solito Discorso...Palla
    - Scritto da: Crazy
    fatto, questa conferma quella parte di
    questo progetto che era stata bocciata a
    livello mondiale.
    Che dire, siamo controllati da cima a fondo,
    e per me, i Terroristi se la caveranno con
    una loro bella LAN in VPN e chi li becca
    piu`?Ma questi terroristi esistono davvero?Ogni tanto si fa finta di beccarne qualcuno, si sparano vacate tipo "nel covo trovate armi ed esplosivi", magari erano alcol e diluente nitro per vernici, "e documenti falsi" come il 90% degli extracomunitari...
    Oltretutto, grazie al TCPA non si potranno
    piu` trovare metodi per raggirare il sistema
    se non starsene in una propria rete interna
    composta da Computer non TCPA che quindi non
    potranno collegarsi ad Internet.Ti svelero' un segreto...Almeno a casa stai tranquillo se usi Linux e ti compri una di quelle belle motherboard alternative con CPU PowerPC, Sparc o Alpha, che sono sicuro non appena iniziera' a diffondersi palladium verranno fuori degli hardware per una bella fetta di mercato composta da gente che non lo vuole, almeno a casa propria...Naturalmente su queste motherboard non ci potra' girare lungocorno, ma ci girera' Linux o un *BSD.--Ciao. Mr. Mechano
  • Anonimo scrive:
    Re: Sti USA.....
    Ahahaahahaah......bella questsa!:)
  • Mechano scrive:
    Re: Schiavoni hai toppato!
    - Scritto da: Anonimo
    Voi Meccanici non capirete mai l'estro di
    un'artistaLa meccanica purtroppo sara' sempre un'arte incompresa... sigh :'(--Ciao. Mr. Mechano
  • Anonimo scrive:
    Re: ho paura... ma non per i DB

    Sul terrorismo rancolano nel buio, non hanno
    la più pallida idea di chi ci sia dietroeheh beh dai.. non ci voleva certo sta notizia per capirlo.... terrorismo vuol dire "tizio" che un giorno si sveglia e mette una bomba dove gli pare.... cacchio mica possiamo controllare ogni singolo individuo su questo pianeta per prevenire situazioni simili.... :D o no? :| :|
    e per scoprirlo hanno bisogno di
    fare indagini a tappeto su tutta la
    popolazione, allucinante, se questi sono gli
    uomini che ci devono proteggereproteggere è una parola grossa... direi che vogliono semplicemente sapere i cazzi tuoi :p
  • Anonimo scrive:
    ho paura... ma non per i DB
    che mi preoccupa è che se un paese ricorre ad un simile strumento, al di là di ogni implicazione (enorme) sulla privacy, a me dice una cosa, molto semplice.Sul terrorismo rancolano nel buio, non hanno la più pallida idea di chi ci sia dietro, e per scoprirlo hanno bisogno di fare indagini a tappeto su tutta la popolazione, allucinante, se questi sono gli uomini che ci devono proteggere
  • Anonimo scrive:
    Re: sempre la solita scusa

    David Icke chiama questa tecnica
    "Problema-Reazione-Soluzione".
    esattamente bravoterrorismo
    popolo chiede soluzione
    governo ringrazia e ti fotte..... comincio ad avere paura sul serio :s
  • Anonimo scrive:
    Re: Quanto ci metteranno?

    e meno male che nessuno lo guardava ...ma ci vuole anche poco a sapere come funziona...
  • Crazy scrive:
    E` sempre il Solito Discorso...Palladium
    Ciao a Tutti,c'e` ben poco da fare, molto sono convinti che tale progetto sia stato fermato ed ogni giorno si susseguono notizie che confermano la presenza di vari parti di esso, e di fatto, questa conferma quella parte di questo progetto che era stata bocciata a livello mondiale.Che dire, siamo controllati da cima a fondo, e per me, i Terroristi se la caveranno con una loro bella LAN in VPN e chi li becca piu`?In Internet non ci vanno e quindi se ne stanno fuori dal Palldium, alla fine chi si subisce il controllo sono i normali Utenti che cosi`, alla prima cavolata tipo un Programma piratato, si vedranno recapitare a Casa la bella multa... questo grazie al DRM che appoggiandosi al TIA permettera` il controllo assoluto sulle azioni degli Utenti.Oltretutto, grazie al TCPA non si potranno piu` trovare metodi per raggirare il sistema se non starsene in una propria rete interna composta da Computer non TCPA che quindi non potranno collegarsi ad Internet.Se vorrai navigare nel Web, dovrai comperarti un Compuder TCPA con i Programmi DRM e navigare in Internet controllato dal TIA... per quanto mi riguarda, cerchero` nei limiti del possibile di evitare tutti questi Programmi. Per ora sto evitanto nel modo piu` assoluto aggiornamenti a WIndows Media Player, sono fermo all'8, ed in futuro dovro` vedere di evitare LongHorn che sara` intriso di sistemi di controllo... insomma, Privacy e liberta` se ne andranno a farsi benedire!DISTINTI SALUTI
  • Anonimo scrive:
    Re: Sti USA.....
    Un altro fan di Gibson e/o dell'aramaico. Ritenta munito di vocabolario.
  • Anonimo scrive:
    Sti USA.....
    Fra un pò con la scusa della sicurezza obbligheranno x legge web-cam nella tazza del cesso,.......si sa mai che qualcuno nasconda RPG mascherati da supposte infilate ner bucio der culo....e, ovviamente, nel nome della "sicurezza" la gente si piegherà a 90 gradi accettandole al meglio...:|
  • Anonimo scrive:
    Re: Quanto ci metteranno?
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Akaal

    - Scritto da: Anonimo


    George Orwell era un vero
    profeta...

    solo


    che si è sbagliato di
    anno... il


    grande fratello è arrivato
    10

    anni


    dopo quanto da lui scritto, e dopo

    altri 10


    anni è pronto a colpire....



    E tra altri 10 saremo tutti nominati...

    (troll) (troll) (troll)

    e una volta che usciamo dalla casa ci
    invitano tutti da costanzo??e meno male che nessuno lo guardava ...
  • Anonimo scrive:
    Ma funziona?
    Intendo, è davvero possibile riuscire a farlo? Che ci stiano provando è un conto, che tra l'altro getta luce (anzi ombre) sulla visione del mondo di gente che ha deciso di frgarsene della volontà del popolo sovrano, quella che si esprime nelle assemblee elettive cui loro dovrebbero rendere conto di quel che fanno. Questo però è un altro discorso. Quel che mi chiedo è se sia davvero possibile coordinare tutta quella mole di dati. Voi sapete del problema dei tre corpi in astronomia, o del principio di indeterminazione, o del comportamento elle particelle subatomiche. Oltre un certo limite la natura diventa in genere troppo caotica perché se ne possa prevedere adeguatamente il comportamento con dei modelli (cioè con delle approssimazioni dei fenomeni). Esistono limiti che non si possono superare. Cosa può portare gli esperti dei servizi a ritenere che in questo caso prima o poi un fenomeno analogo (magari espressione della stessa soggiacente natura caotica dell'universo) non si presenterà anche a loro? Forse le cose che scrivo sono solo delle incredibili sciocchezze, ed in quel caso ignoratemi pure. Però, vi ricordate del progetto "Scudo Spaziale" degli anni di Reagan? Anche quello era un progettone troppo grosso e che implicava la gestione contemporanea di troppe variabili... Non sono riusciti mica a portarlo a termine, anche se ogni tanto qualcuno ancora lo evoca, mi sembra.
  • Anonimo scrive:
    Re: Schiavoni hai toppato!
    - Scritto da: Mechano

    SMILE YOU ARE ON CADID CAMERA NOW!

    E' questa la frase giusta... :pVoi Meccanici non capirete mai l'estro di un'artistaSul logo di Schiavoni se ne potrebbero scrivere fiumi di interpretazioni, visto che è ancora in vita, aspettiamo che sia lui ad illuminarci.
  • Anonimo scrive:
    Re: Schiavoni hai toppato!
    - Scritto da: Mechano

    SMILE YOU ARE ON CADID CAMERA NOW!

    E' questa la frase giusta... :pha mescolato"big brother is watching you" e"smile, you're on candid camera"l'artista non toppa, fa esattametne quello che gli pare :)
  • Anonimo scrive:
    Re: Quanto ci metteranno?
    - Scritto da: Akaal
    - Scritto da: Anonimo

    George Orwell era un vero profeta...
    solo

    che si è sbagliato di anno... il

    grande fratello è arrivato 10
    anni

    dopo quanto da lui scritto, e dopo
    altri 10

    anni è pronto a colpire....

    E tra altri 10 saremo tutti nominati...
    (troll) (troll) (troll)e una volta che usciamo dalla casa ci invitano tutti da costanzo??
  • Anonimo scrive:
    Re: Quanto ci metteranno?
    - Scritto da: Anonimo
    George Orwell era un vero profeta... solo
    che si è sbagliato di anno... il
    grande fratello è arrivato 10 anni
    dopo quanto da lui scritto, e dopo altri 10
    anni è pronto a colpire....E tra altri 10 saremo tutti nominati... (troll) (troll) (troll)
  • Mechano scrive:
    Schiavoni hai toppato!
    SMILE YOU ARE ON CANDID CAMERA NOW!E' questa la frase giusta... :p==================================Modificato dall'autore il 28/05/2004 9.15.02
  • Anonimo scrive:
    Re: sempre la solita scusa
    - Scritto da: Anonimo
    la scusa è sempre quella, con la
    scusa della difesa fanno quello che voglionoDavid Icke chiama questa tecnica "Problema-Reazione-Soluzione".quoto: "I have written and spoken many times about the technique I call problem - reaction - solution. You secretly create a problem and ensure that someone else is blamed for it; you manipulate public opinion to demand that "something must be done" about that problem; then you openly offer the solution to the "problem" you have created - the very "solution" you planned from the start. Here I look at two topical events, the war in Bosnia and the bombing in Oklahoma, from the perspective of problem - reaction - solution"da http://www.davidicke.com/icke/articles/diarticle-bosnia.htmlGuardate anche gli altri articoli, sono molto interessanti.--bye,The Reptilian
  • Anonimo scrive:
    Quanto ci metteranno?
    Dato che dall'America stiamo copiando tutte le iniziative più lodevoli, tipo la repressione anti P2P, l'impegno militare anti terroristico, il metodo lobbysta....Quanto ci metteranno i nostri baldi governanti a istiuire anche qui da noi una struttura simile al TIA?George Orwell era un vero profeta... solo che si è sbagliato di anno... il grande fratello è arrivato 10 anni dopo quanto da lui scritto, e dopo altri 10 anni è pronto a colpire....
  • Anonimo scrive:
    leggete database nation
    e fate due conti
  • Anonimo scrive:
    CVD.....
    Come Volevasi Dimostrare....Si era già detto all'annuncio delle bocciatura del "progettone".Ci si potevano giocare le palle, no?La situazione si fa tesa.Passerà poco e inizieranno a "prendere" gente sulla base di "previsioni" attendibili sul loro comportamento.Abbiamo voluto la tecnologia, i db, i soldi elettronici, i cellulari, mo' son cazzi....mamma mia
  • Anonimo scrive:
    E se...
    ... succedesse come l'anno scorso che informazioni riservate del pentagono erano finite su internet? A farne le spese sarebbero quei poveracci i cui nominativi e dati verrebbero messi in circolazione...
  • Anonimo scrive:
    sempre la solita scusa
    la scusa è sempre quella, con la scusa della difesa fanno quello che vogliono
Chiudi i commenti