Download/ Tra Bibbia e spyware

Elimina spyware, tra scorciatoie testuali, un meccanico, un catalogo libri e un doppio file manager. Con la Bibbia per Pasqua

















a cura di PI Download

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • IVUmeUsTVGm cUbzB scrive:
    HPcTZzzQVzUvCN
    http://genericarimidex.gq/#9757 arimidex,
  • tXYcHuapW scrive:
    cvyayDywLikbyITM
    http://cephalexin.gq/#1371 cephalexin,
  • Anonimo scrive:
    Re: Sì, i blog possono essere accessibili
    La mia breve esperienza con il Pesa-Nervi: http://www.manthys.it/chiarelli/articolo.asp?articolo=17Andrea
  • Anonimo scrive:
    come creare il blog
    sono un diversamente abile che si è candidato alle prossime elezioni comunali.Mi piacerebbe fare un blog che rispetti i criteri di accessibilità. Ma non ho ben capito come farlo.Ad es., il "pesa-nervi" è solo un programma. Devo io avere un sito con cui usarlo.Volevo usare un sito già adatto ai blog (Blogger è il mio preferito), ma leggo che comunque dovrei usare un mio codice perché i template standard lasciano molto a desiderare.Sapreste darmi delle indicazioni precise?Grazie.
  • Bruco scrive:
    Io non capisco il perché
    c'era bisogno di scrivere da zero un nuovo CMS solo per questioni che non toccano minimamente il contenuto.Cito testualmente:- L'uso intensivo di caratteri troppo piccoli o di font poco leggibili o di stili "scalettati" come il corsivo.- La presenza di un'enorme quantità di link prima di arrivare al contenuto principale, cioè al testo degli articoli. Questo è un difetto incomprensibile per chi legge un blog in modalità grafica, perché di solito i link si trovano in menu laterali, mentre il testo degli articoli, posto nel blocco centrale della pagina, si trova subito sotto la testata in posizione ben visibile. Ma bisogna considerare che un non vedente che ascolta la pagina con un sintetizzatore vocale deve seguire l'ordine seriale dei contenuti, dal primo fino all'ultimo. E in un blog non pensato per l'accessibilità può diventare una vera odissea passare di link in link fino ad arrivare al contenuto vero e proprio.- La complementare mancanza di collegamenti di salto, che permetterebbero all'utente - se presenti - di andare direttamente al contenuto principale, saltando la noiosa lettura dei menu e degli altri link preposti al testo.- L'uso di codice presentazionale, cioè - in termini più semplici - della formattazione applicata direttamente sul codice HTML invece che tramite CSS. Ciò appesantisce la pagina e, soprattutto, impedisce agli utenti con esigenze particolari di disabilitare la grafica del blog e di applicare al suo posto le proprie impostazioni predefinite (ciò è possibile, invece, se la formattazione viene applicata esclusivamente via CSS).- L'uso di funzioni disponibili solo per chi usa browser con javascript attivo.Chi mi spiega quali di questi fattori non può venire corretto, per esempio, con una semplice personalizzazione dell'ottimo Drupal? Ma anche il minimale CMS MS, che ho scelto io data la mia pochezza, riesce a fare queste cose andando semplicemente a variare template e fogli di stile...Mah!
    • TieFighter scrive:
      Re: Io non capisco il perché
      - Scritto da: Bruco
      c'era bisogno di scrivere da zero un nuovo CMS
      solo per questioni che non toccano minimamente il
      contenuto.Io credo serva a moltiplicare le idee attraverso la moltiplicazione dei software che ne derivano. Il giorno che i blog dipenderanno da una piattaforma unica sara' tutto piu' semplice. E terribilmente piu' banale.
      • Bruco scrive:
        Re: Io non capisco il perché

        - Scritto da: Bruco

        c'era bisogno di scrivere da zero un nuovo CMS

        solo per questioni che non toccano minimamente
        il

        contenuto.

        Io credo serva a moltiplicare le idee attraverso
        la moltiplicazione dei software che ne derivano.
        Il giorno che i blog dipenderanno da una
        piattaforma unica sara' tutto piu' semplice. E
        terribilmente piu' banale.Mah non so. Mi sta anche bene che ci siano 100 CMS diversi. Tra l'altro decine sono indirizzati specificatamente al blogging (basta andare su www.opensourcecms.com per accorgersene).Quello che mi lascia estremamente perplesso è l'iniziativa di scrivere *da zero* un nuovo CMS (CONTEXT manager system) per occuparsi di aspetti che non riguardano per nulla il contenuto. *Tutti* i CMS esistenti potrebbero essere ritoccati per migliorare e perfezionare l'usabilità e l'accessibilità.Insomma, non mi fa specie che la Mercedes voglia sfornare un modello di automobile nuovo, ma che lo faccia perché alcuni esperti si sono accorti che i sedili usati nei modelli esistenti siano poco ergonomici.BOH!
    • Anonimo scrive:
      Re: Io non capisco il perché
      In effetti hai ragione, ho scaricato il pacchetto in questione ed è un delirio come codice, css e javascript, dubito che un utilizzatore di blog possa adattare alle sue esigenze una cosa del genere. Che bisogno ce n'era? un'altra pappa precotta peggiore di quelle che già ci sono? oltretutto in asp-access?
  • Anonimo scrive:
    Infatti io = http://blog.zerozone.it
    (troll) io ho fatto il mio BLOG su un sito che offre gratuitamente senza pubblicità un sacco di funzioni ganze ! Il sito è blog.zerozone.it ed è tutto gratis !!!
  • Anonimo scrive:
    Ottimo lavoro
    L'idea di Diodati è veramente importante, soprattutto perchè c'è un grande bisogno di sensibilizzare tutti gli utenti a problemi del genere.Negli ultimi mesi qualcosa si sta muovendo, spero che sia la volta buona, perchè non è possibile vedere ancora blog con quintali di immagini pesantissime, pop-up e colori accecanti.Io ho realizzato il mio sito/blog con wordpress e sono soddisfatto del risultato. Sono riuscito ad ottenere codice valido xhtml 1.0 strict, e facendo attenzione al codice creato da wordpress non ho problemi.Ci sono diversi lavori molto interessanti in questo senso, cosa che fino a qualche anno fa era impensabile.Ma c'è ancora molto da fare, non tutti sono informati sulla questione accessibilità.
  • Anonimo scrive:
    Problema con la stampa in Firefox
    Ho provato a fare un'anteprima di stampa della pagina principale di pesa-nervi ed è venuta moooolto male. Credo si debba ottimizzare il file css per la stampa... Forza e coraggio, il lavoro è ottimo.
    • Anonimo scrive:
      Re: Problema con la stampa in Firefox
      Alla fine di ogni articolo c'è un link "stampa", che apre una pagina ottimizzata appunto per la stampa: solo il testo dell'articolo e margini ridotti.
  • uibbs2 scrive:
    Io con blogger...
    Ci ho lavorato un po' all'impaginazione e al template perche' usasse il CSS, per i caratteri a dimensione fissa ed aumentabile, per ridurre al minimo l'impatto grafico (usando persino i pulsanti di conformita' in modalita' testuale), e soprattutto ho eliminato per quanto possibile javascript. Riconosco che c'e' ancora molto da fare ma quando giungero' ad un livello accettabile rendero' il template pubblicamente scaricabile.Niente commenti in popup e tante belle cose del genere. Niente tabelle e solo DIV e CSS.Possibile che sono l'unico che non si prende la pappa pronta dei templati precostruiti da blogger? :D Mah.Devo mettere anche il link? http://www.g-sr.eu :)==================================Modificato dall'autore il 14/04/2006 9.12.54
    • Anonimo scrive:
      Re: Io con blogger...
      meglio http://blog.zerozone.it che è facile da usare anche da non esperti !!!(troll3)
    • Anonimo scrive:
      Re: Io con blogger...
      E stai sbagliando...nessuno ha mai detto che bisogna eliminare javascript per rendere un sito accessibile.Ci mancherebbe altro che per rendere accessibile un sito uno deve tornare indietro di 20 anni.Usalo ma con attenzione. Si puo' lavorare a "buccia di cipolla": se javascript non e' supportato allora il sito funzionare' ugualmente, ovvero rimarra' accessibile, pur perdendo qualcosa che e' invece a vantaggio dei browser aventi abilitato javascript.
      • Anonimo scrive:
        Re: Io con blogger...
        a me invece fa orrore e basta, anche se è supportato dal browser che uso. specialmente ajax è odioso, lo vorrei veder sparire.perchè? non ne ho la più pallida idea ma so solo che non lo sopporto
    • Anonimo scrive:
      Re: Io con blogger...
      spammiamo eh? :D
  • Anonimo scrive:
    WYSIWYG vs WYSIWYM
    Ovvero ottieni "quello che vedi" o "quello che intendi".Dovendo rifare il blog dall'inizio sono tutt'ora confuso quale dei due sistemi usare.Da una parte FCKeditor dall'altra Markaby (http://daringfireball.net/projects/markdown/syntax)Se è vero che WYSIWYM è meglio e ti garantisce di produrre codice XHTML bisogna anche dire che non c'é uno standard e ho paura che i sistemi WYM facciano la fine del BBcode (vedi phpbb) che adesso non utilizza più nessuno.Bisogna però anche dire che WYG è molto più veloce e comodoQuale soluzione scegliete?
    • Anonimo scrive:
      Re: WYSIWYG vs WYSIWYM
      WYSIWYG tradotto significa Microsoft FrontPage, Macromedia Dreamweaver (ora Adobe) & Co.Se con questi progs si intende scrivere codice "pulito", "xhtml valid" o anche solo "html valid", forse si è intrapresa la strada sbagliata.La strada giusta passa attraverso semplici, ma molto professionali e potenti, html editor, che hanno lo svantaggio di essere poco comodi e non alla portata di tutti. Al contrario hanno il grosso vantaggio, previa una formazione adeguata sui linguaggi che si intende usare, di regalare pagine (e quindi siti interi) "html valid", "xhtml valid" e codice pulito e creato ad hoc.
      • Anonimo scrive:
        Re: WYSIWYG vs WYSIWYM
        Ovviamente quoto, ma tengo a precisare che con FCKeditor si riesce facilmente ad ottenere codice valido.
  • Anonimo scrive:
    forse gli altri ma questo non mi pare
    sembra più un blog per ipovedenti e con un impaginazione confusionaria, forse qualcuno dovrebbe costringerlo a usare wordpress ;)
    • Anonimo scrive:
      Re: forse gli altri ma questo non mi par
      un blog accessibile si giustifica quando ad usarlo sono proprio persone con disabilità e/o problemi di accessibilità onde per cui l'esito estetico non può che essere quello oppure uno simile.sono proprio alcune soluzioni grafiche e/o di progettazione a non rendere accessibile un sito a determinati utenti.grafica ed estetica passano in secondo piano (ovviamente entro certi limiti) quando come primo obiettivo c'è l'accessibilità. se non si presenta la necessità oggettiva non è che adesso tutti i blog debbano diventare accessibili, per cui l'impostazione anche estetica può bellamente rimanere quella che è, non tutti devono diventare per ipovedenti come dici tu.
      • Anonimo scrive:
        Re: forse gli altri ma questo non mi par
        - Scritto da: Anonimo
        un blog accessibile si giustifica quando ad
        usarlo sono proprio persone con disabilità e/o
        problemi di accessibilità onde per cui l'esito
        estetico non può che essere quello oppure uno
        simile.Un blog accessibile si giustifica sempre, primo per un fatto di civiltà secondo per un fatto di diffusione. Sai già chi va a leggere il tuo blog? Vorresti che fosse letto da più persone possibili?Faccio anche notare che accessibilità non è solo legato ai disabili, ma ci sono tantissime altre categorie tra cui gli anziani (e anche persone come me a cui danno fastidio caratteri piccoli, contrasti sballati, grafica inutile.....)
        sono proprio alcune soluzioni grafiche e/o di
        progettazione a non rendere accessibile un sito a
        determinati utenti.

        grafica ed estetica passano in secondo piano
        (ovviamente entro certi limiti) quando come primo
        obiettivo c'è l'accessibilità. se non si presenta
        la necessità oggettiva non è che adesso tutti i
        blog debbano diventare accessibili, per cui
        l'impostazione anche estetica può bellamente
        rimanere quella che è, non tutti devono diventare
        per ipovedenti come dici tu.Non è una questione di estetica ma di progettazione che se ben fatta può coniugare aspetto gradevole, per chi lo vuole apprezzare, e accessibilità. Il problema di coniugare accessibilità ed estetica è tanto più grande quanto più lo sviluppatore/disegnatore è ignorante di uno dei due aspetti :-) Spesso noto siti o blog fatti da cani anche dal punto di vista estetico, belli al primo sguardo, odiosi al secondo per la loro disorganizzazione e inutilità.
        • Anonimo scrive:
          Re: forse gli altri ma questo non mi par
          Ci son in giro dei blog aborti distrutti nel layout da un quintale di immagini, alcune decine di mb a volte, e delle BMP!!!!Colori che uccidono gli occhi, font piccoli o illeggibili.I problemi che sorgono quando le cose diventano moda e cool.
      • Anonimo scrive:
        Re: forse gli altri ma questo non mi par
        Stai dicendo delle cose assolutamente sbagliate.Accessibile non e' solo per utenti disabili, accessibe significa per tutti. Usando un approccio scalabile si puo' ottenere che sia visto anche dai browser per disabili e al tempo stesso che appaia fico per i browser normali.
Chiudi i commenti