Due braccia robotiche in una volta sola

La frontiera delle protesi si avvale del controllo neurale per il movimento di arti completamente meccanici. Sono almeno due i casi di sperimentazione di successo negli USA

Roma – Les Baugh è il primo uomo a farsi impiantare due braccia robotiche in una volta sola, un intervento che ha richiesto l’utilizzo di una procedura chirurgica particolare e che ora permette al paziente di controllare le braccia artificiali direttamente con gli impulsi del suo cervello.

Baugh ha perso gli arti superiori 40 anni fa a causa di un grave incidente a base di elettricità, e grazie all’ intervento degli esperti della Johns Hopkins University è riuscito a compiere operazioni “quotidiane” che gli erano state precluse per decenni.

Prima di montare le protesi, il paziente è stato operato per eseguire una “reinnervazione” di alcuni muscoli specifici, una procedura che prevede la riassegnazione dei nervi delle spalle un tempo deputati al movimento di braccia e mani, e che nel caso di Baugh ha permesso di controllare gli arti bionici direttamente con il cervello senza interventi terzi.

I risultati ottenuti dall’esperimento aprono la strada a nuova opportunità nel campo della robotica applicata alle protesi artificiali, spiegano i ricercatori, e anche sul fronte del controllo indiretto degli arti robotici gli avanzamenti non mancano. Dopo due anni di test , anche l’esperimento di controllo degli arti a distanza che coinvolge Jan Scheuermann si è concluso con ottimi risultati: la donna è arrivata al punto di poter vincere contro il fratello al gioco di sasso-carta-forbice.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Gianluca70 scrive:
    Ma anche no...
    non voglio regalare i miei dati a BigG, visto che li passa gratis alla CIA/NSA, e se poi il SW è cencioso come quello della Magneti Marelli della mia Peugeot, evitiamo please!
    • prova123 scrive:
      Re: Ma anche no...
      Se si tratta di un media player o anche un server spengo e riaccendo ... con un'auto c'è poco da scherzare ... basta sapere cosa evitare.
    • macacaro scrive:
      Re: Ma anche no...
      - Scritto da: Gianluca70
      non voglio regalare i miei dati a BigG, visto che
      li passa gratis alla CIA/NSAdisse quello che sua roba micro-nsa-soft (rotfl)
    • panda rossa scrive:
      Re: Ma anche no...
      - Scritto da: Gianluca70
      non voglio regalare i miei dati a BigG, visto che
      li passa gratis alla CIA/NSA,Sentiti pure libero di PAGARE per farli avere a M$ che poi li passa comunque a CIA/NSA.Da google e da chiunque utilizzi software libero per il proprio business ci si puo' difendere.Dal closed, no.
      • _____ scrive:
        Re: Ma anche no...
        - Scritto da: panda rossa
        Da google e da chiunque utilizzi software libero
        per il proprio business ci si puo'
        difendere.Tanto anche qui(così come Chrome è una fork closed di Chromium, o le varie distro PREINSTALLATE sugli smartphone) PREINSTALLERANNO delle fork closed di Android.
        • panda rossa scrive:
          Re: Ma anche no...
          - Scritto da: _____
          - Scritto da: panda rossa

          Da google e da chiunque utilizzi software
          libero

          per il proprio business ci si puo'

          difendere.
          Tanto anche qui(così come Chrome è una fork
          closed di Chromium, o le varie distro
          PREINSTALLATE sugli smartphone) PREINSTALLERANNO
          delle fork closed di
          Android.Ma niente ti impedira' di installare e utilizzare il browser libero di tua scelta.
          • _____ scrive:
            Re: Ma anche no...
            - Scritto da: panda rossa
            Ma niente ti impedira' di installare e utilizzare
            il browser libero di tua
            scelta.Non mi risulta che in altri ambiti (escluso Apple) ci siano certe limitazioni, in ogni caso quello che mi da fastidio è che debba subire il sistema che IMPONGONO loro
Chiudi i commenti