DVD Jon forgia un DeCSS per iTunes

Il giovane programmatore che ha creato il primo e più celebre programma cracca-DVD torna alla carica con un nuovo tool capace, con una manciata di linee di codice, di decrittare i file audio protetti di iTunes

Boston (USA) – Passato alla storia per aver creato il DeCSS , il primo e celebre programma in grado di superare la protezione dei DVD video, Jon Johansen, meglio noto come DVD Jon, ha ora posato gli occhi sul meccanismo di digital rights management (DRM) adottato da iTunes Music Store , il noto negozio on-line di musica di Apple.

Pochi giorni fa DVD Jon ha pubblicato sul proprio blog il link ad un piccolo programma, chiamato QTFairUse, descritto come un “QuickTime for Windows AAC memory dumper”: il tool non è accompagnato da nessuna istruzione e viene distribuito unicamente sotto forma di codice sorgente in C.

Jon Johansen Nei giorni scorsi su forum e gruppi di discussione è emerso che il codice, apparentemente scritto per Windows, consente di aggirare il sistema anticopia che protegge i brani di musica in formato AAC acquistabili attraverso iTunes. QTFairUse non è però alla portata di tutti, ed anzi richiede una buona dose di conoscenze tecniche per essere utilizzato: oltre alla necessità di compilarlo, i file che crea non sono direttamente utilizzabili ma necessitano di essere “ricostruiti” in un certo modo.

Per il momento Johansen non ha fornito dettagli in merito al funzionamento del suo software, tuttavia alcuni sviluppatori che hanno esaminato il codice di QTFairUse, in tutto poco più di 200 righe, affermano che questo salva su disco il contenuto “grezzo” (raw) della memoria temporanea utilizzata dal QuickTime Player per sproteggere e poi riprodurre i file audio: il risultato è un file contenente i dati AAC decrittati ma privo delle intestazioni necessarie per essere riprodotto con i player tradizionali.

DVD Jon, che non si definisce un cracker, si è limitato a mostrare la strada, l’idea: da qui alla comparsa dei primi tool user friendly, capaci di craccare in modo semplice e veloce i file audio protetti dalla tecnologia FairPlay di Apple, il passo appare quanto mai breve.

Apple, che fino a questo momento non ha rilasciato commenti sulla questione, potrebbe essere costretta a rivedere il proprio sistema di protezione, così come fece Microsoft per fronteggiare, un paio d’anni fa, la diffusione di un programmino, chiamato FreeMe , capace di decrittare i file WMA protetti.

Lo scorso gennaio la causa legale intentata contro Johansen dalla Motion Picture Association of America si è risolta in una completa assoluzione del giovane hacker norvegese, che ora può persino permettersi di pubblicare, sul proprio sito, una collezione di varianti del DeCSS.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    stampa della pagina
    c'e' q.cuno che ha stampato la pagina a video per consegnarla al garante e informare le opersone del danno subito ??
  • Anonimo scrive:
    bisogna denunciarli e basta
    cazzo bisogna solo denunciarlitutti quanti appena sgarrano
    • Anonimo scrive:
      Re: bisogna denunciarli e basta
      Esagerato
    • Anonimo scrive:
      Re: bisogna denunciarli e basta
      - Scritto da: Anonimo
      cazzo bisogna solo denunciarli

      tutti quanti appena sgarranosisi, prova a denunciare anche quelli che nei tribunali lasciano incustodite prove di processi ecc......
  • Anonimo scrive:
    [OT] Non riesco a leggere l'articolo
    Per la redazione:nella pagina dell'articolo c'è un banner quadrato ed uno verticale sulla destra che copre metà articolo.Uso una risoluzione di 1024x768 ma non c'è verso di riuscire a leggere....... che si fa? :(:(:(:(:(:(
    • Anonimo scrive:
      Re: [OT] Non riesco a leggere l'articolo
      - Scritto da: Anonimo
      Per la redazione:
      nella pagina dell'articolo c'è un banner
      quadrato ed uno verticale sulla destra che
      copre metà articolo.
      Uso una risoluzione di 1024x768 ma non c'è
      verso di riuscire a leggere....... che si
      fa? :(:(:(:(:(:(Si sistema! In effetti si trattava di una possibilità piuttosto difficile da visualizzare ma ora è scongiurata!Ciao
      • shimitar scrive:
        Re: [OT] Non riesco a leggere l'articolo
        Non bastava la pubblicità audrata? il banner verticale è davvero fastidioso, mi sembra di leggere le notizie come le sardine.Capisco che si vive di pubblicità, però il prossimo passo sarà mettere i commenti nel box e la pubblicità nella pagina.
  • Anonimo scrive:
    ...mai sentito parlare di INPDAP?
    ISTITUTO NAZIONALE PREVIDENZA (!)DIPENDENTI AMMINISTRAZIONI PUBBLICHEUna settimana fa ho visto una falla enorme nel sistema di controllo degli accessi alla base dati in linea.Gli ho mandato un e-mail pregandomi di contattarmi.Il server che ha ricevuto il mio messaggio mi ha risposto assegnando alla mia richiesta (?) un numero di pratica, ma poi non è successo niente.Tra l'altro anche i _miei_ dati sono visibili con un minimo di ingegno.Qualcuno ha idee su come svegliarli?
  • Anonimo scrive:
    cialtroni e ingrati
    come da topic e' un vero schifo, persone che si fanno passare per esperti mettendo in pericolo i dati sensibili di ogni persona
    • Anonimo scrive:
      Re: cialtroni e ingrati
      Diffondere dati personali senza autorizzazione e' illecito civile. Qui ci sono anche dati sensibili e potrebbero esserci altri illeciti. Bah in italia chi sbaglia non paga mai. Gli starebbero bene, che so 1000 euro per ogni persona di cui sono stati diffusi i dati personali da rimborsare naturalmente alle persone stesse.
Chiudi i commenti