E-learning, i dati Anee 2003

Incontro-convegno con il patrocinio del MIT


Milano – Il 30 giugno a partire dalle 9 e fino alle 13,30 si terrà all’Aula Magna dell’Università degli Studi di Milano (via Festa del Perdono 7) l’incontro-convegno “E-learning, stato dell’arte e prospettive di sviluppo”.

Il convegno è realizzato con il patrocinio del Ministro per l?Innovazione e le Tecnologie e con la collaborazione di aziende del settore (E-Ducation – Intesa Learning – Isvor Fiat – Microsoft ? Sfera ? Telecom Italia Learning Services) e di centri di ricerca e universitari (CTU Università degli Studi di Milano – Politecnico di Milano – Luiss Guido Carli ? Fondazione Methis).

Al Convegno, cui parteciperà anche il ministro Lucio Stanca, verranno presentati i dati della seconda edizione dell’osservatorio Anee “Il mercato dell’e-learning in Italia”.

Per altre informazioni è a disposizione la URL: http://www.ctu.unimi.it/osservatorioanee

L?ingresso al Convegno è libero. Per confermare entro il 26 giugno la propria partecipazione ci si può iscrivere sul sito Anee

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Re: Io non butto via niente di informatico!
    - Scritto da: Altf4
    Ho uno zx spectrum espanso a 48 k, una bomba
    :-) Non l'ho mai buttato, ma qualcuno sa
    quanto potrebbe valere per un collezionista?Dai un occhio a eBay, c'è sicuramente qualcuno che lo vende o lo ha già venduto e così ti fai un'idea del prezzo.
  • Altf4 scrive:
    Re: Io non butto via niente di informatico!
    Ho uno zx spectrum espanso a 48 k, una bomba :-) Non l'ho mai buttato, ma qualcuno sa quanto potrebbe valere per un collezionista?
  • Anonimo scrive:
    e il protocollo di kyoto?
    tutti si sono dimenticati?ma davvero vi aspettate qualcosa di buono per il pianeta da chi tenta di prenderne le redini con la forza?chi NON ha aderito al protocollo di kyoto pur essendo con minor area il maggior produttore di inquinamento DEL MONDO?se vogliono farci ridere, lo possono fare in modi più sani e meno disonesti ... e senza prenderci per il culo, in modo ... letale
  • Anonimo scrive:
    Re: Io non butto via niente di informatico!
    mmmh io ho ancora un vecchio Olivetti Prodest 128 che faccio lo butto???
  • Anonimo scrive:
    Re: Come sempre aghiamo noi...

    e trovi giusto che quando devi cambiarlo lo
    consegni alle società e paghi pure per
    smaltirne i componenti ?
    e poi magari riciclano parti importanti e
    _loro_ ci guadagnan due volte...Bhe, non è proprio così: chi mai (soprattutto in Italia) riconsegneebbe una prodotto vecchio sapendo di dover pagare per il suo smaltimento? Lo getterebbero tutti ai bordi delle strade (in particolar modo sotto i cartelli "E' vietato gettare rifiuti"). Il senso dell'articolo è che noi consumatori dovremo accollarci parte delle spese di riciclaggio al momento dell'acquisto, ossia il prodotto costerà di più perchè sarà progettato tenendo conto dell'impatto che avrà in seguito la sua dismissione. Starà a noi consumatori tenere conto di questo aspetto al momento dell'acquisto: non solo guardare la marca, le caratteristiche tecniche del prodotto, ma anche se e quanto questo prodotto sia buono dal punto di vista ecologico
  • Anonimo scrive:
    Re: Come sempre aghiamo noi...
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo


    Trovo giusto che chi consuma, e quindi

    inquina, debba accollarsi un minimo di
    spesa

    per lo smaltimento dei suoi rifiuti, di

    qualunque natura essi siano. E poi se

    eliminare un cellulare costasse quanto il

    telefono stesso, forse si smetterebbe di

    rincorrere la tecnologia fino all'assurdo.

    Sono assolutamente d'accordo con te,
    sottolinerei il QUALSIASI natura ...
    estenderei immediatametente il meccanismo
    della partecipazione ai costi di smaltimento
    ai dannati mozziconi di sigaretta.
    Che schifo trovarseli ovunque ...
    Spiagge, boschi, fetidi posacenere ....
    ( io ho smesso di fumare, provateci anche
    voi )Propongo di triplicare il prezzo delle sigarette con filtro
  • Anonimo scrive:
    Re: Come sempre aghiamo noi...
    - Scritto da: Anonimo
    Trovo giusto che chi consuma, e quindi
    inquina, debba accollarsi un minimo di spesa
    per lo smaltimento dei suoi rifiuti, di
    qualunque natura essi siano. E poi se
    eliminare un cellulare costasse quanto il
    telefono stesso, forse si smetterebbe di
    rincorrere la tecnologia fino all'assurdo.Sono assolutamente d'accordo con te,sottolinerei il QUALSIASI natura ...estenderei immediatametente il meccanismo della partecipazione ai costi di smaltimento ai dannati mozziconi di sigaretta. Che schifo trovarseli ovunque ... Spiagge, boschi, fetidi posacenere .... ( io ho smesso di fumare, provateci anche voi )
  • Anonimo scrive:
    Riciclaggio alternativo...
    Mi ricordo di una iniziativa tempo fa dove i vecchi pc anziche' essere distrutti per riciclarne i materiali quando era possibile venivano passati in centri di revisione per poi essere rivenduti come usato a basso prezzo...Una cosa del genere sarebbe molto meno inquinante, dato che anche le fasi di riciclaggio purtroppo consumano energia e quindi inquinano...Sarebbe utile per l' industria avere componenti elettroniche di riciclo a basso costo, ad esempio non so con i pentium di prima generazione si puo' fare senza particolari problemi i computer di controllo di macchine a controllo numerico di usi industriale, tipo frese torni etc etc passando che so a i pentium 2 da mettere nelle scuole elementari al posto di pc nuovi che tanto non vengono sfruttati o usati per fare housing presso fornitori di host e via cosi' ...Un pc usato puo' avere sempre una collocazione a fare un qualche lavoro particolare che non richieda potenza di calcolo particolare.Un' iniziatriva del genere la acceterei molto piu' volentieri.
  • Anonimo scrive:
    Re: Come sempre aghiamo noi...

    e trovi giusto che quando devi cambiarlo lo
    consegni alle società e paghi pure per
    smaltirne i componenti ?
    e poi magari riciclano parti importanti e
    _loro_ ci guadagnan due volte...Trovo giusto che chi consuma, e quindi inquina, debba accollarsi un minimo di spesa per lo smaltimento dei suoi rifiuti, di qualunque natura essi siano. E poi se eliminare un cellulare costasse quanto il telefono stesso, forse si smetterebbe di rincorrere la tecnologia fino all'assurdo.
  • SymoPd scrive:
    Re: Io non butto via niente di informatico!
    Beh, i cd bruciati, i floppy rovinati, i monitor ko, i drive cd con il laser consumato, gli hd strisciati.....Anch'io tengo tutto ciò che funziona, ma quello che non funziona lo devo buttare per forza....Sennò mia moglie mi uccide, non per altro.... :)
  • Anonimo scrive:
    Re: demagogia, forse
    Appunto: lo faranno pagare prima, ma di quei soldi nemmeno un centesimo verrà usato per lo smaltimento.....
  • Anonimo scrive:
    demagogia, forse
    e comunque penso che il costo per lo smaltimento te lo faranno pagare quando acquisti il prodotto, non quando lo butti via.troppo facile, sennò...
  • Anonimo scrive:
    Io non butto via niente di informatico!
    Non perchè non voglio pagare ma perchè mi sembra un peccato. Sarà che sono un fissato ma non solo conservo componentistica dei miei pc ma raccolgo pure quella dei miei amici! Se ci pensate, moltissimo materiale è riutilizzabile senza essere riciclato. Giusto per fare entrare Linux nel discorso, con una bella quantità di vecchi pc si può realizzare un bel cluster mosix (se si desidera uccidere la metà delle proprie cellule cerebrali, che nel mio caso sono già pochine :D ) utilizzabile per varie piacevoli hackerate, volendo anche fini a se stesse, se ci si diverte così...OTAnzi, visto che ne ho l'occasione, se per caso voleste regalarmi qualcosa che volevate buttare con quella vostra insensibilità :D , postatelo (come OT mi raccomando!) e in caso vi do il mio indirizzo e-mail/OT
  • Akiro scrive:
    Re: Tutta demagia
    mah... secondo me da questo punto di vista Bush è come Berlusconi o come Saddam... alla fin fine della natura e dello smaltimento a _loro_ importa _'na sega_
  • Akiro scrive:
    Re: Come sempre aghiamo noi...

    Quanto al telefono (un vetusto Gsm Nokia),
    lo cambierò quando la batteria va alle cozze
    o diventa incompatibile con i nuovi
    protocolli di comunicazione. Idem per auto,
    moto e bicicletta.e trovi giusto che quando devi cambiarlo lo consegni alle società e paghi pure per smaltirne i componenti ?e poi magari riciclano parti importanti e _loro_ ci guadagnan due volte...
  • SymoPd scrive:
    Tutta demagia
    In realtà cosa accadrebbe se, per un motivo come il riciclo, i costi aumentassero?Si diventerebbe pià oculati nelle spese.Cosa accadrebbe se, per buttare via un hd rotto, dovessi pagare?1-Farei di tutto per non romperlo, diventanto un consumatore più attento2-Lo getterei via di nascosto, dato che, a parte per casi eccezionali come figoriferi e lavatrici troppo ingombranti, difficilmente qualcuno verrebbe a controllare. Inoltre, quanti se ne renderebbero conto di fare qualcosa di illecito (basti bensare alle batterie scariche....)?Ritengo tutta la situazione solo una scusa che permetta ai costruttori un leggero aumento, per coprire le perdite che li stanno colpendo da qualche anno....Secondo voi, poi, un'amministrazione come quella Bush, che ha, come prima cosa, rinnegato Kioto, si preoccupa davvero dello smaltimento dei prodotti hi-tech? O continuerà a mandare il tutto come deliziosi pacchetti regalo a paesi asiatici (cfr. l'aneddoto di M. Moore sulle bottiglie in plastica....)
  • Anonimo scrive:
    Re: Come sempre aghiamo noi...
    Non sono d'accordo, il problema è anche dalla parte dell'utente: quello che cambia il Pc solo perché non ci gira l'ultima versione ti Unreal Tournament, o vuole il telefonino con lo schermo a colori e i messaggi animati. Io lavoro su un Mac di 5 anni fa che con qualche piccolo aggiornamento funziona ancora benissimo. Quanto al telefono (un vetusto Gsm Nokia), lo cambierò quando la batteria va alle cozze o diventa incompatibile con i nuovi protocolli di comunicazione. Idem per auto, moto e bicicletta.
  • Anonimo scrive:
    Altri paesi lo fanno già da tempo
    In Svizzera, dove l'immagine della bellezza è da sempre considereta la facciata della nazione stessa, la tassa sul riciclaggio esiste da parecchi anni (sui figoriferi da 15 anni) si paga qualcosa come 50 euro. per tutti gli altri apparecchi elettronici si paga circa 5 / 7 euro all'aquisto.In passato per smaltire un PC si pagava, 40 euro per il tower e 50 per il monitor......e si pagavo!!!!Il risultato è sempre lo stesso, alla fine questi soldi vengono usati per altri scopi e si paga per niente.
  • Anonimo scrive:
    Come sempre aghiamo noi...
    Piuttosto che pensassero a costruire hard disk che durano più di un anno, anzichè pensare già in fase di progetto a quale deve essere la durata massima di un componente perchè l'afflusso di denaro nelle loro tasche sia costante.
Chiudi i commenti