E' scomparso Edward Lorenz

Aveva spiegato la natura mutevole del nostro universo, ispirando generazioni di scienziati e artisti. È morto nella sua casa in Massachussetts

Roma – Edward N. Lorenz si è spento il 16 aprile nella sua casa di Cambridge, nel Massachusetts, non troppo distante dal MIT dove aveva ottenuto due lauree e dove aveva insegnato per molti anni. Il suo attrattore strano a forma di farfalla è stato citato in decine di film, libri e racconti. Best seller come Jurassic Park, o Rumore di tuono, pellicole mainstream o d’essai, tutti si sono rifatti a quella teoria sviluppata a partire dagli anni sessanta da un veterano della seconda guerra mondiale che di mestiere faceva lo studioso di meteorologia.

Il professor Edward N. Lorenz Professore emerito, con l’ articolo Flusso nonperiodico deterministico nel 1963 Lorenz diede corpo ad una delle immagini più affascinanti della scienza , quella che vede il più piccolo mutamento trasformarsi in un cataclisma di potenza inimmaginabile. Celebre l’esempio del “battito d’ali di farfalla in Brasile che si trasforma in un tornando nel Texas”, titolo di un altro suo studio pubblicato nel 1973, che servì a spiegare come grazie alle sue scoperte Lorenz era riuscito a determinare l’evoluzione imprevedibile dei fenomeni atmosferici.

I suoi studi gli erano valsi nel 1991 il conferimento del prestigioso Premio Kyoto . Il suo studio sul caos deterministico , “un principio che ha profondamente influenzato un gran numero di branche scientifiche”, secondo la commissione della celebre onorificenza costituisce “uno dei più incredibili cambiamenti dai tempi di Sir Isaac Newton nella visione della natura da parte del genere umano”. Grazie alle sue teorie, infatti, Lorenz gettò le basi tra l’altro per la moderna scienza meteorologica , che basa gran parte delle sue previsioni sulle equazioni e le tecniche ideate e sviluppate dallo scienziato statunitense nel corso degli anni.

Amici e colleghi lo ricordano come una delle persone più organizzate nella sua professione e riservate nella vita privata. Sebbene le sue scoperte siano state un mattone importante per la crescita e lo sviluppo di molte discipline, Lorenz era un uomo schivo , dedito al suo lavoro e alla sua famiglia, appassionato di montagna e sci di fondo, nonché gran camminatore.

Laureatosi in matematica al prestigioso Dartmouth College , aveva poi proseguito i suoi studi presso Harvard e il MIT . Dopo la seconda guerra mondiale, durante la quale aveva servito in qualità di meteorologo per l’aviazione, era tornato al celebre istituto tecnico del Massachusetts, dove aveva intrapreso la carriera accademica dedicandosi esclusivamente allo studio dei fenomeni atmosferici .

Nel 1975 Lorenz era stato nominato membro della National Academy of Sciences . Nel 1983 aveva vinto, assieme a Henry Stommel, il Premio Crafoord della Reale Accademia delle Scienze Svedese, la massima onorificenza assegnata dall’istituto scandinavo agli esponenti delle discipline che non rientrano nelle materie papabili per il Nobel. Il prossimo 23 maggio avrebbe compiuto 91 anni.

Luca Annunziata

( fonte immagine )

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Mc Laden scrive:
    stanno diminuendo
    parlo dei tuoi lettori, mi sembra ovvio.che ne dici di una vacanza a.. cuba no perchè adesso c'è raul, la cina no perchè adesso sono dei capitalisti al vertice mondiale, ah ecco! forse la corea del nord, lì ti troverai sicuramente a tuo agio.Buon viaggio!
  • disolitonon mi nascondo scrive:
    come sopra
    per ribattere a questo inutile articoloBisogna essere assolutamente anonimi. Ma non mi riesce di girare senza targa.ci provo. questa volta ci provo. Ma l'unico motivo è che non ho motivi per essere anonima ma solo per essere sinteticaStanca di spiegare.FacileCome voi
  • Fra Martino scrive:
    a calamà' che te sei fumato?
    la voglio anch'io!
  • MegaJock scrive:
    Eccheccavolo...
    Dall'articolo su Phrack (http://www.phrack.org/issues.html?issue=65&id=6#article): "Information technology has been developed seriously in recent 15 years"WTF?!?... E' dal 1975 che la IT viene sviluppata ben più che seriamente!
  • Silvio Mangialame rda scrive:
    Pornazzi trans
    Io me scarico i pornazzi trans e me li masterizzo.
  • nr uguale razzismo scrive:
    italian translation
    plis, somebodi have an italian translation of this great inglish article?sorri form mi bad language, but i don't cnow very well inglish :(
  • RAH scrive:
    Leggete il racconto ....
    ... altrimenti molto dell'articolo vi sfuggira; non e' demenziale come puo' sembrare.Ne vale la pena, e' bellissimo!Se leggete l'inglese lo trovate qui http://ieng9.ucsd.edu/~mfedder/zombies.html
  • Guido Angeli scrive:
    Etica
    Dall'articolo su phrack: It seems that in italy the more people use the word "ethical" the less they prove to really have an ethic. Frase più che adatta anche alla politica oltre che alla scena hacker...
    • CCC scrive:
      Re: Etica
      - Scritto da: Guido Angeli
      Dall'articolo su phrack:

      It seems that in italy the more people use the
      word "ethical" the less they prove to really have
      an
      ethic.

      Frase più che adatta anche alla politica oltre
      che alla scena
      hacker...solo alla politica? io direi che è adatta anche alla quasi totalità della popolazione italiana...
  • emmeesse scrive:
    Amarcord
    Ma dopo il decreto di felicita' permanente, ci furono i fatti di Genova.E nulla fu piu lo stesso...
    • Bastard scrive:
      Re: Amarcord
      - Scritto da: emmeesse
      Ma dopo il decreto di felicita' permanente, ci
      furono i fatti di
      Genova.

      E nulla fu piu lo stesso...Nessuno si ricorda più di Genova, get over it.Per qualche piccolo, stupido no-global a cui hanno cagato in faccia il mondo non si ferma certo.Ah, dimenticavo: i no-global hanno PERSO.
      • Cippa scrive:
        Re: Amarcord
        Anche i comunisti....e allora?
      • scherzavo scrive:
        Re: Amarcord
        Ma come "hanno perso"? Se è diventato noglobal anche tremonti?
      • CCC scrive:
        Re: Amarcord
        - Scritto da: Bastard
        - Scritto da: emmeesse

        Ma dopo il decreto di felicita' permanente, ci

        furono i fatti di

        Genova.



        E nulla fu piu lo stesso...

        Nessuno si ricorda più di Genova, get over it.

        Per qualche piccolo, stupido no-global a cui
        hanno cagato in faccia il mondo non si ferma
        certo.

        Ah, dimenticavo: i no-global hanno PERSO.fai solo pena...almeno abbi la decenza di postare altrove le tue st@nz@te
  • minsk scrive:
    Hacker ugandesi
    Ho letto nell' articolo di phrack magazine che anche in Uganda cé una comunitá hacker.Cé un sito interessante che parla di un gruppo hacker africano:http://tinyurl.com/5owqct
Chiudi i commenti