eBay conferma: giù (certi) prezzi

Per evitare un calo delle aste la net company decide di renderne meno onerosa la pubblicazione. Ma quando l'asta va in porto la commissione da versare ad eBay è maggiore

Boston – Viene accolta con interesse dalla folta comunità di ebayer l’annuncio secondo cui dal prossimo 20 febbraio sono destinate a cambiare le tariffe eBay sulla pubblicazione delle aste e sui servizi aggiuntivi, una rimodulazione strategica in parte già prevista.

il sito d'aste L’idea descritta dal dirigente dell’azienda John Donahoe è quella di rendere meno costosa la pubblicazione di aste . Si parla di riduzione di prezzo compresa tra i 25 e i 50 centesimi di dollaro per gli ebayer statunitensi. In questo modo, spiega eBay, “si abbassa il rischio per i venditori se un oggetto non vende”. In particolare, negli USA il prezzo della pubblicazione di aste il cui valore vada da 25 a 49 dollari scenderà da 1,20 dollari ad 1 dollaro, e caleranno da 4,80 a 4 le inserzioni per oggetti sopra i 500 dollari.

Almeno inizialmente questi cali riguarderanno solo gli ebayer USA ma l’azienda assicura che dopo un primo periodo ci si può attendere l’estensione delle modifiche a tutti i paesi in cui opera eBay.

La mossa del colosso delle aste, che qualcuno legge come una misura per spingere in alto il numero di aste pubblicate , potrebbe finire per intaccare la redditività del portale qualora alla diminuzione delle tariffe non corrisponda, appunto, un aumento consistente delle pubblicazioni. Per far fronte a questo rischio, eBay ha previsto anche degli aumenti nella commissione sulle vendite: ad esempio su quella di un oggetto per 25 dollari, l’utente pagherà al portale 2,19 dollari più il 3,5 per cento del valore totale dell’oggetto venduto, il che su una cifra di questo tipo si traduce in un aumento della commissione di 67 centesimi rispetto a quanto avviene oggi.

Tra le novità anche l’abbattimento delle tariffe per la Galleria , il che significa pubblicazione gratuita delle foto degli oggetti, una mossa lungamente attesa dai venditori ma anche dai compratori, perché ha fin qui limitato il ricorso alle immagini che però sono spesso indispensabili per la corretta presentazione di un oggetto o di un prodotto.

Ma la “nuova” strategia eBay non si ferma qui: il sito intende colpire le aste troppo vaghe, prive di dettagli, quelle che impongono inique condizioni tariffarie di spedizione e, più in generale, mettere dei paletti ai cattivi venditori . Chi non ha una reputazione eccellente troverà meno spazio e visibilità per le proprie aste, mentre chi vende molto e viene apprezzato dai suoi compratori attraverso il meccanismo di reputazione utilizzato dalla comunità eBay potrà ricevere certi sconti e particolari tutele da PayPal, il servizio transattivo gestito alla stessa eBay.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • benis67 scrive:
    aspettiamo la versione definitiva
    Sono un felice utilizzatore di operamini sul mio Nokia 6630, che ha il grossissimo vantaggio di reimpaginare tramite proxy le pagine, riducendole a trasferimenti di pochi KB. L'idea di avere una valida alternativa non è assolutamente da scartare :-). Prima di mettere una pietra su skyfire, per i motivi che avete descritto, c'è da verificare che tali condizioni siano relative alle versioni beta, utilizzabili a scopo di debug, in cui gli svolippatori incrociano i siti visualizzati con il modello utilizzato di palmare o cellulare.Direi di aspettare la versione definitiva :-)SalutoniBennywww.benis.it
  • Francesco scrive:
    recensione di favore?
    Su PI si parla sempre di difesa della privacy e amenita' simili...Strano che si faccia un articolo intero per un software... La sezione download non dava troppo risalto?La pubblicita' paga!
  • Star scrive:
    Lasciatelo perdere !!!
    Lasciate perdere questo browser che colleziona tutta una serie di dati "sensibili" durante la navigazione per inviarli al produttore. Compratevi piuttosto l'ultima versione di Opera Mobile e per chi ha Windows Mobile installatevi gratuitamente il plugin di flash.Avrete pieno supporto a tutto... siti web standard, siti web dinamici, javascript con supporto Ajax, contenuti flash (inclusi i video di youtube) e altro...
  • Giulio Guidetti scrive:
    Si ma scrivete pure questo...
    ...mi raccomando eh:"Once you have subscribed to and begin to use the Browser, we will collect information about your use of the Browser on your Device (Browser Usage Information). Browser Usage Information includes such information as which websites and programs you access or download on your Device, how long you visit such websites and use such programs, your activities (such as products purchased or advertisements viewed) on such websites, which specific areas of a website or webpage you use and for how long, websites you bookmark, search terms you use, referring/exit pages, browser and platform types, the geographic location in which your Device is being used and information you provide on third party websites. All of your Browser Usage Information is stored by Skyfire under an automatically generated, random identification number (ID Number) that will not be associated with or linked to your Personal Information. Please be aware, though, that your Browser Usage Information, when viewed in the aggregate, may reveal your identity even if it is not associated with or linked to your Personal Information."^^^^^^ Certa gente non dovrebbe nemmeno avere spazio sugli organi di informazione (compreso PI). Va bene collezionare dati sull'utilizzo del browser (es: ore di collegamento) .... ma loggarsi tutti i siti visitati, e pure il software scaricato e addirittura la roba che compro? Ma siamo impazziti? A questo punto che loggassero pure la userid e la pw dei servizio ai quali accedo, tanto fatto 99.... per un browser di cacca? Ma annate caga' va!
    • leo scrive:
      Re: Si ma scrivete pure questo...
      guardate che mica solo lui manda informazioni...bisogna vedere se sono informazioni anonime o no
Chiudi i commenti