eBay e Vuitton, nemici carissimi

La piattaforma online è stata multata per 200mila euro in un caso che vede nuovamente protagonista il produttore di beni di lusso francese

Roma – eBay ha perso una nuova causa in Francia per comportamento lesivo di un marchio: a essere risarcito, nuovamente, sarà il produttore di beni di lusso Louis Vuitton.

Il giudice della Corte di Parigi ha ritenuto che eBay abbia adottato comportamenti lesivi del marchio, del nome e del dominio del produttore Louis Vuitton Mallettier (LVM). A far condannare il banditore d’asta online, stavolta, l’impiego di Adwords: fra le tecniche utilizzate , l’uso di parole chiave come “Viton”, “Vitton” e “Wuitton” (accanto al corretto “Vuitton”) in modo da attirare gli eventuali compratori colpevolmente ignari della corretta grafia (se non proprio alla ricerca del materiale contraffatto).

Il Giudice ha così deciso per la responsabilità della piattaforma in eventuali contraffazioni, tuttavia non ha accolto la richiesta di danni per 1,2 milioni di euro, ma ha deciso per 200mila euro, più 30mila euro di spese legali. eBay è stata inoltre condannata a pagare mille euro per ogni eventuale futura violazione simile.

Nathalie Moullé-Berteaux, responsabile della proprietà intellettuale di LVM, ha espresso soddisfazione per la decisione “che conferma i precedenti che garantiscono la protezione dei consumatori dall’uso illegittimo del marchio di una azienda”.

eBay, che sembra ancora indecisa sull’opportunità o meno di far ricorso, ha dichiarato che quella delle parole mal digitate è una normale pratica commerciale utilizzata solamente per reindirizzare i possibili acquirenti, nonostante l’errore, ai beni originali.

Si attende ora la decisione della Corte europea di giustizia, attesa per il 23 marzo, che riguarderà proprio l’utilizzo di Adwords in altri tre casi.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • pacochan scrive:
    PROPOSTA
    Visto che i fondatori di thepiratebay sono al parlamento europeo ( nelle ultime elezioni hanno ottenuto l' 8% ), non c'è modo di fare presente drettamente a loro il problema "tutto italiano"? non mi sembra un' idea tanto assurda! Magari tramite "punto informatico" è piu' facile raggiungere sottoporre il problema...
    • Luca Annunziata scrive:
      Re: PROPOSTA
      I fondatori di TPB non sono al parlamento europeo.C'è il partito pirata svedese, con due seggi.Ma non è che si vogliano troppo bene tra loro.E cmq,chi l'ha fondato TPB? Io non lo so... :D;)L
  • pacochan scrive:
    proxy
    Al di là dei commenti che si possono fare su una decisione del genere ( veramente assurda e liberiticida ), io uso un semplicissimo web proxy per connettermi a thepiratebay... Detto questo, la cosa che m ifa piu' XXXXXXXre è che nessuno ci avverte mai riguardo a certye decisioni... In Svezia, hanno fatto una battaglia affinchè thepiratebay non venisse chiuso ( poco prima che i fondatori approdassero al parlamento europeo ). Magari se ci fosse la possibilità di contattare proprio i fondatori del partito dei pirati, potrebbero presentare il problema direttamente in parlamento... no? Sono troppo ottimista?
  • bini&martin i scrive:
    Re: S,T.A.S.I,(perpetua)
    Cambia pusher!!
    • Alter54 scrive:
      Re: S,T.A.S.I,(perpetua)
      Il massimo della mia trasgressione è stato quello di mescolare birra e gazzosa ,non ci credi forse è dovuto a quello?Buona sorte ergonauta.
      • upr scrive:
        Re: S,T.A.S.I,(perpetua)
        l'ho sempre detto fa male stare in città....
        • Alter54 scrive:
          Re: S,T.A.S.I,(perpetua)
          Dalla mia finestra vedo il Monterosa,ma vedo anche che siamo tutti polli da allevamento ,e la provocazione in qualche modo ironica non viene colta comunque ringrazio per lo stimolo alla crescita .buona sorte anche te ergonauta io speriamo che me la cavo!
  • TORuser scrive:
    una domanda su tor...
    ma se un italiano fa da relay, tutti quelli che cercano di accedere a piratebay tramite quel relay non riescono, perché vedono la pagina della finanza... o non è così? non capisco a cosa serva per un italiano fare da relay...
  • aid85 scrive:
    ma pirate bay è accessibilissimo
    sn l'unico che vi accede senza problemi ???per quanto riguarda il da farsi la gente dorme e nn c'è nulla da fareio + che dire velo avevo detto posso far pocoho tenuto sempre aperto un tor in modalità relay fino a quando un mese fa ha smesso di funzionarmi... attendo gli aggiornamenti...
  • Giovanni Nd scrive:
    Semplicemente Intuile
    Ho letto rapidamente ad ogni modo non mi sembra si tratti di alcun provvedimento utile.Il proibizionismo e la censura non hanno portato da nessuna parte...Non ho ben capito cosa siano esattamente questi blocchi per IP.Comunque se l'obbiettivo è quello di annullare il bypass degli open DNSBasta un web proxy per navigare tranquillamente (ad ogni modo è pieno di traker torrent)andate su questo bellissimo sito: http://proxy.org/cgi_proxies.shtmlSulla destra dove leggete Enter a "URL to visit via proxy:"Digitate l'url di thepiratebay.org E continuate a navigare... Ci mettete meno tempo che a leggere l'articolo u.u
    • Sgabbio scrive:
      Re: Semplicemente Intuile
      Praticamente tutto quello che è accessibile in quel determinato IP è bloccato per l'italia.
    • Luco, giudice di linea mancato scrive:
      Re: Semplicemente Intuile
      - Scritto da: Giovanni Nd
      Non ho ben capito cosa siano esattamente questi
      blocchi per IP.Un tracert vale più di mille parole:C:
      tracert www.thepiratebay.orgRilevazione instradamento verso www.thepiratebay.org [194.71.107.15]su un massimo di 30 punti di passaggio:[hop 1 e 2 tagliati per la privacy] 3 2 ms 1 ms 1 ms 10.251.142.41 4 2 ms 1 ms 1 ms 10.251.138.22 5 2 ms 2 ms 2 ms 10.251.139.1 6 2 ms 2 ms 2 ms 93-42-96-23.ip86.fastwebnet.it [93.42.96.23] 7 2 ms 2 ms 2 ms 93-41-23-86.ip79.fastwebnet.it [93.41.23.86] 8 2 ms 2 ms 2 ms 93-41-22-226.ip79.fastwebnet.it [93.41.22.226] 9 2 ms 2 ms 2 ms 93-42-109-138.ip86.fastwebnet.it [93.42.109.138] 10 6 ms 5 ms 5 ms 93-41-252-141.ip84.fastwebnet.it [93.41.252.141] 11 * * * Richiesta scaduta. 12 * * * Richiesta scaduta. 13 * * * Richiesta scaduta. 14 * * * Richiesta scaduta. 15 * * * Richiesta scaduta. 16 * * * Richiesta scaduta. 17 * * * Richiesta scaduta. 18 * * * Richiesta scaduta. 19 * * * Richiesta scaduta. 20 * * * Richiesta scaduta. 21 * * * Richiesta scaduta. 22 * * * Richiesta scaduta. 23 * * * Richiesta scaduta. 24 * * * Richiesta scaduta. 25 * * * Richiesta scaduta. 26 * * * Richiesta scaduta. 27 * * * Richiesta scaduta. 28 * * * Richiesta scaduta. 29 * * * Richiesta scaduta. 30 * * * Richiesta scaduta.Rilevazione completata.
  • gibrovacco scrive:
    reazione
    Signori, ho appena riletto l'articolo e proprio non ce la faccio a farci questa domanda: cosa stiamo aspettando?http://it.wikipedia.org/wiki/Rivoluzione_francese#Contestazione_della_monarchia_assoluta
    • Luco, giudice di linea mancato scrive:
      Re: reazione
      - Scritto da: gibrovacco
      Signori, ho appena riletto l'articolo e proprio
      non ce la faccio a farci questa domanda: cosa
      stiamo
      aspettando?

      http://it.wikipedia.org/wiki/Rivoluzione_francese#Dove e quando.
  • ullala scrive:
    ma nessuno si fa domande?
    Dato uno:Tutti (o la maggior parte) sanno come aggirare il blocco (è scritto persino in qualche post di questo forum).Dato due:Anche le parti (non so il giudice... ma mi auguro che qualcuno abbia provato a dirglielo) sanno perfettamente che non è effettuabile (aka non è applicabile) un tale blocco in modo praticamente EFFICACE.Dato tre:TUTTI (o la stragrande maggioranza) degli utilizzatori del "sito sequestrato" sono al corrente, come lo sono le altre parti della sostanziale inutilità del provvedimento.La domanda è:CUI PRODEST?A voi la risposta:P.S.: Prego evitate i salti mortali che già immagino tesi a far finta che non esistano i 3 dati incontrovertibili sopra esposti (le risposte che non tengono conto della realtà si chiamano favole)...
    • Ball Gheyz scrive:
      Re: ma nessuno si fa domande?
      Semplice: una volta fatto passare per giusto censurare certi siti, il conseguente passo logico successivo è bloccare i proxy perchè permettono di evitare un blocco preso per "giusto". Non credo ci siano problemi tecnici a allungare la lista di ip bloccati, il problema è morale, se passa per "giusto" bloccare qualsiasi cosa allora lo faranno, poco alla volta ma lo faranno.
      • ephestione scrive:
        Re: ma nessuno si fa domande?
        purtroppo è proprio così... chissene, se tanto poi chi ha la voglia di installare tor+vidalia+foxyproxy raggiunge lo stesso piratebay.L'importante è che la legge che dice, sostanzialmente, che "si possono censurare i siti che sono scomodi alle grosse aziente", quella è stata fatta ed è stata accettata, che i ragazzetti più o meno adulti continuino pure a scaricare a tutto spiano per ora, un domani i mezzi per censurare in maniera "EFFICACE" ci saranno, e la legge sarà ormai assodata per attaccarla in qualunque modo...
        • Sgabbio scrive:
          Re: ma nessuno si fa domande?
          Questo è il mio timore. Far accettare alle persone i blocchi dei siti...
          • aid85 scrive:
            Re: ma nessuno si fa domande?
            la realtà è che gli italiani sn in grado di accettare qualunque cosa QUALUNQUE
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: ma nessuno si fa domande?
            - Scritto da: aid85
            la realtà è che gli italiani sn in grado di
            accettare qualunque cosa QUALUNQUELa stragrande maggioranza (purtroppo). Per fortuna non tutti. Io sono italiano ma non mi piace essere mescolato con le merde che tu dici. Mi guardo bene dall'andare a votare o dal dare soldi (neanche indirettamente) alle associazioni a delinquere che hanno permesso tutto ciò.
          • Sgabbio scrive:
            Re: ma nessuno si fa domande?
            Il problema è che la maggiornaza delle persone non è informata bene sui fatti.
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: ma nessuno si fa domande?
            - Scritto da: Sgabbio
            Il problema è che la maggiornaza delle persone
            non è informata bene sui
            fatti.Il problema è che alla maggioranza delle persone non frega una mazza perché pensano solo al proprio orticello e se ne sbattono di cosa accade non dico nel mondo ma neanche nell'orticello vicino.
          • crackers e nutella scrive:
            Re: ma nessuno si fa domande?
            io non me ne sbatto... quindi che si fa?A prescindere che raggiungere piratebay non è nel mio interesse, ma questo tipo di censura potrebbe danneggiare irreparabilmente anche siti che non hanno nulla a che vedere con questa storia, semplicemente perchè sono in shared hosting (stesso IP).La cosa è preoccupante, sia per lo strapotere del governo attuale, sia per la sua ignoranza in materia.Quindi... che si fa?
          • ullala scrive:
            Re: ma nessuno si fa domande?
            - Scritto da: aid85
            la realtà è che gli italiani sn in grado di
            accettare qualunque cosa
            QUALUNQUEAltro ottimo palo!o meglio è vero.... fino a che non si inc.. sul serio!E allora finisce a volte piuttosto male... gli italiani amano le soluzioni miracolose e gli uomini del destino fino a che riescono a sembrare "innocue".... e "non li riguardano personalmente" siamo quasi tutti potenziali "Masanielli"....Masaniello magari non fa la rivoluzione... ma fino ad una piazza con un cappio è provato che ti ci porta!Peccato (questo è il nostro problema) che Masaniello è praticamente sempre un po troppo "ignorante" (in senso lato) per capire che dopo il cappio la soluzione non è mettersi alla ricerca della prossima soluzione "comoda" e del prossimo "uomo del destino"....
          • ullala scrive:
            Re: ma nessuno si fa domande?
            - Scritto da: Sgabbio
            Questo è il mio timore. Far accettare alle
            persone i blocchi dei
            siti...Quasi gol!Non hai centrato la porta ma....almeno hai fatto palo!
        • ullala scrive:
          Re: ma nessuno si fa domande?
          - Scritto da: ephestione
          purtroppo è proprio così... chissene, se tanto
          poi chi ha la voglia di installare
          tor+vidalia+foxyproxy raggiunge lo stesso
          piratebay.
          L'importante è che la legge che dice,
          sostanzialmente, che "si possono censurare i siti
          che sono scomodi alle grosse aziente", quella è
          stata fatta ed è stata accettata, che i
          ragazzetti più o meno adulti continuino pure a
          scaricare a tutto spiano per ora, un domani i
          mezzi per censurare in maniera "EFFICACE" ci
          saranno, e la legge sarà ormai assodata per
          attaccarla in qualunque
          modo...Beata ingenuità!:'(
        • collione scrive:
          Re: ma nessuno si fa domande?
          secondo me stanno solo cercando di capire fino a che punto possono tirare la cordala gente di ieri scendeva in piazza per molto meno, oggi ci facciamo togliere i nostri diritti e non apriamo boccavogliono solo capire fino a che punto possono spingersi e stanno usando quegli ingordi dell'industria discografica come pedine
      • ullala scrive:
        Re: ma nessuno si fa domande?
        - Scritto da: Ball Gheyz
        Semplice: una volta fatto passare per giusto
        censurare certi siti, il conseguente passo logico
        successivo è bloccare i proxy perchè permettono
        di evitare un blocco preso per "giusto".


        Non credo ci siano problemi tecnici a allungare
        la lista di ip bloccati, il problema è morale, se
        passa per "giusto" bloccare qualsiasi cosa allora
        lo faranno, poco alla volta ma lo
        faranno.Potevate sforzarvi un pochino di più!"bloccare i proxy" è una cosa piuttosto complessa prima di tutto per quel plurale "i non è il" e poi perchè ci sono decine (anzi centinaia) di milioni di proxy attivi (per uno scopo o un altro) in tutto il mondo...Molte aziende ne fanno uso per i più svariati motivi.I proxy non sono comunque il solo mezzo, ci sono milioni di tunnels al mondo cifrati e non e milioni di shell remote.La censura massiva non funziona in nessuna parte del mondo (birmania, iran ecc..)È un semplice fatto matematico... quando le strade (routing path) per arrivare al punto X sono un totale di qualche decina di migliaia e tu sei in grado di piazzare pattuglie e bande chiodate solo su qualche decina di strade (path) che passano per "il tuo comune" la speranza di impedire l'acXXXXX a X anche ai cittadini del tuo comune è nulla!Anche per loro basta infatti uscire dal comune andando verso Y (dove Y è una scelta del tutto arbitraria e variabile) e da lì prendere la strada per X!È pura e semplice matematica.La teoria (insuccessi totali e da sempre) e i fatti dimostrano la totale inutilità "tecnica" delle censure di questo tipo.Ad una inutilità "tecnica" (incontrovertibile) non corrisponde sempre, tuttavia, una inutilità "politica"... Dipende dagli obiettivi che ci si propone! ;)Forse è in quella direzione che bisogna porsi delle domande?Su insistete... non è poi così difficile... potete fare di meglio...Vi do un piccolo suggerimento...In Cina la "tecnica" (ovviamente) produce gli stessi risultati i dissidenti riescono a superare i blocchi...Ma sono pochi....Perchè?Perchè le tecnologie cinesi sono diverse (falso) o perchè il governo cinese ha convinto (da un pezzo) la stragrande maggioranza dei cinesi che la censura è cosa "buona e giusta" e gode su questa e altre cose di ampio consenso?Ecco pensate alla cina... e forse vi mettete sulla buona strada per rispondere alla domanda... e a quel punto chiedetevi....:"Ok dato che non siamo in cina.... QUI quale è il concetto che si vuole far passare?"....
        • maurizio carena scrive:
          Re: ma nessuno si fa domande?
          - Scritto da: ullala
          - Scritto da: Ball Gheyz

          Semplice: una volta fatto passare per giusto

          censurare certi siti, il conseguente passo
          logico

          successivo è bloccare i proxy perchè permettono

          di evitare un blocco preso per "giusto".





          Non credo ci siano problemi tecnici a allungare

          la lista di ip bloccati, il problema è morale,
          se

          passa per "giusto" bloccare qualsiasi cosa
          allora

          lo faranno, poco alla volta ma lo

          faranno.

          Potevate sforzarvi un pochino di più!
          "bloccare i proxy" è una cosa piuttosto complessa
          prima di tutto per quel plurale "i non è il" e
          poi perchè ci sono decine (anzi centinaia) di
          milioni di proxy attivi (per uno scopo o un
          altro) in tutto il
          mondo...
          Molte aziende ne fanno uso per i più svariati
          motivi.
          I proxy non sono comunque il solo mezzo, ci sono
          milioni di tunnels al mondo cifrati e non e
          milioni di shell
          remote.
          La censura massiva non funziona in nessuna parte
          del mondo (birmania, iran
          ecc..)
          È un semplice fatto matematico... quando le
          strade (routing path) per arrivare al punto X
          sono un totale di qualche decina di migliaia e tu
          sei in grado di piazzare pattuglie e bande
          chiodate solo su qualche decina di strade (path)
          che passano per "il tuo comune" la speranza di
          impedire l'acXXXXX a X anche ai cittadini del tuo
          comune è
          nulla!
          Anche per loro basta infatti uscire dal comune
          andando verso Y (dove Y è una scelta del tutto
          arbitraria e variabile) e da lì prendere la
          strada per
          X!
          È pura e semplice matematica.
          La teoria (insuccessi totali e da sempre) e i
          fatti dimostrano la totale inutilità "tecnica"
          delle censure di questo
          tipo.

          Ad una inutilità "tecnica" (incontrovertibile)
          non corrisponde sempre, tuttavia, una inutilità
          "politica"...

          Dipende dagli obiettivi che ci si propone!
          ;)
          Forse è in quella direzione che bisogna porsi
          delle
          domande?
          Su insistete... non è poi così difficile...
          potete fare di
          meglio...
          Vi do un piccolo suggerimento...
          In Cina la "tecnica" (ovviamente) produce gli
          stessi risultati i dissidenti riescono a superare
          i
          blocchi...
          Ma sono pochi....
          Perchè?
          Perchè le tecnologie cinesi sono diverse (falso)
          o perchè il governo cinese ha convinto (da un
          pezzo) la stragrande maggioranza dei cinesi che
          la censura è cosa "buona e giusta" e gode su
          questa e altre cose di ampio
          consenso?

          Ecco pensate alla cina... e forse vi mettete
          sulla buona strada per rispondere alla domanda...
          e a quel punto
          chiedetevi....:

          "Ok dato che non siamo in cina.... QUI
          quale è il concetto che si vuole far
          passare?"....quoto
  • iome scrive:
    Ecco fatto!
    sono anni che vado dicendo di tenere fuori il potere e i politici dalla rete! MAI chiedere il loro intervento perché poi da un dito di prendono tutto il braccio e poi ... il resto!Prima la santa guerra ai dialer, poi al XXXXX per i nosti figli (ma i figli li lasci soli davanti a internet senza prima aver configurato il pc affinché non possano visualuzzare i siti XXXXX?) ecc. ecc.. ed è perfettamente inutile dire: "ve l'avevo detto"!Avevamo un luogo dove la libertà di pensiero e la libera circolazione della informazione era una realtà e che facciamo? chiamiano i censai a "proteggerci" ... ma allora ce la meritiamo la censura!
    • Luco, giudice di linea mancato scrive:
      Re: Ecco fatto!
      - Scritto da: iome
      sono anni che vado dicendo di tenere fuori il
      potere e i politici dalla rete! MAI chiedere il
      loro intervento perché poi da un dito di prendono
      tutto il braccio e poi ... il
      resto!

      Prima la santa guerra ai dialer, poi al XXXXX per
      i nosti figli (ma i figli li lasci soli davanti a
      internet senza prima aver configurato il pc
      affinché non possano visualuzzare i siti XXXXX?)
      ecc. ecc.. ed è perfettamente inutile dire: "ve
      l'avevo
      detto"!

      Avevamo un luogo dove la libertà di pensiero e la
      libera circolazione della informazione era una
      realtà e che facciamo? chiamiano i censai a
      "proteggerci" ... ma allora ce la meritiamo la
      censura!Ma ce la meritiamo CHI? Io ho SEMPRE (S-E-M-P-R-E) sputato sulle leggi anticensura (e detto S-E-M-P-R-E come e perché BISOGNA aggirarle), a prescindere dalle scuse patetiche e puerili che venivano propinate di volta in volta dal politicante di turno, o dal Presidente di questa o quell'altra associazione (a delinquere) "a tutela" dell'"infanzia" o dei "monopoli di stato" o degli "autori" o dei "videotecari" (questi delinquenti di tutte queste associazioni hanno sul loro capo una marea di maledizioni e improperi che neanche ti immagini).Io posso solo consolarmi con la certezza assoluta che nella vita ultraterrena tutto quello che hanno OSATO censurare o impedire gli verrà restituito diecimila volte per ogni persona innocente a cui hanno, ripeto e ribadisco, OSATO limitare.Purtroppo finché ci saranno dei cretini o dei delinquenti loro pari che permetteranno l'esistenza di questi qui, dandogli fondi, dandogli il voto, comprando ciò che loro fanno "in nome di", beh, questi non cadranno.
  • FoxMulder scrive:
    Ma gli opendns ?
    Li hanno bloccati anche da li ?!non riesco ad andare su tpb nemmeno attraverso opendns
    • Boffoso scrive:
      Re: Ma gli opendns ?
      Il tuo isp lo avrà bloccato anche a livello IPvai qui:http://anonymouse.org/cgi-bin/anon-www.cgi/http://thepiratebay.org
      • Carlo scrive:
        Re: Ma gli opendns ?
        Io, con gli OpenDns ci vado comunque senza problemi.Ma poi non è che esiste solo quel sito...Mi fate ridere.Ma Napster non vi ha insegnato nulla?La storia si ripete, e gli sconfitti saranno sempre le major.
        • Boffoso scrive:
          Re: Ma gli opendns ?
          - Scritto da: Carlo
          Mi fate ridere.ma che te ridi, ce sta da piagne
          Ma poi non è che esiste solo quel sito...Razzo! Non me ne ero accorto :-oMa secondo te perchè le "megior" danno tanto addosso alla baia che, tra l'altro non è nemmeno il miglior tracker esistente?
          • Pizza e Mandolino scrive:
            Re: Ma gli opendns ?
            - Scritto da: Boffoso
            Ma secondo te perchè le "megior" danno tanto
            addosso alla baia che, tra l'altro non è nemmeno
            il miglior tracker
            esistente?Perche' e' quello fatto meglio e che funziona meglio ?
          • Boffoso scrive:
            Re: Ma gli opendns ?
            si, vabè, buonanotteTutti i tracker sono presi di mira:http://punto-informatico.it/2074739/PI/Brevi/demonoid-tracker-down.aspxhttp://punto-informatico.it/2777973/PI/News/natale-amaro-isohunt.aspxhttp://punto-informatico.it/2761174/PI/News/mininova-scatta-ora-legale.aspxthethepiratebay, invece, merita un trattamento tutto speciale (la censura), in quanto non è solo un tracker ma è (è stato) un simbolo
    • il Navigatore esperto scrive:
      Re: Ma gli opendns ?
      usa http://www.firesharing.net e bypassi il blocco
  • nics scrive:
    Via da qui, prima che sia troppo tardi!
    C'è bisogno di "gente nuova" al timone (magistrati, parlamentari, ...) non di "vecchietti" (e non parlo di età) che sappiano di quello che parlano o quantomeno siano aggiornati in merito. Se azzoppiamo le libertà di Internet, lo sviluppo del paese verrà anch'esso azzoppato e noi del settore IT, andremo "a quel paese"; e intendo: il nostro lavoro andrà "a quel paese", in senso figurato; noi andremo "a quel paese", in senso letterale. Parlano di fuga di cervelli? Allora non li spaventino a morte!!!
    • upr scrive:
      Re: Via da qui, prima che sia troppo tardi!
      Ma che via noi...bisogna mandare ma via loro a son di calci nel C....!!Ultimamente stanno esagerando a farsi le leggine ad hoc per andare a budelli e tirare coca... e che cz...contenetevi...e noi stiamo qui a cercare di fare discussioni civili...mmmm
    • il texano scrive:
      Re: Via da qui, prima che sia troppo tardi!

      in merito. Se azzoppiamo le libertà di Internet,
      lo sviluppo del paese verrà anch'esso azzoppato e
      noi del settore IT, andremo "a quel paese"; eMa che dici! Cisco con il filtraggio ci ha fatto grossi e grassi affari. Goggle Yahoo e tutti gli altri in Cina con la censura fanno soldi a palate!
    • Max3D scrive:
      Re: Via da qui, prima che sia troppo tardi!
      lo sviluppo di internet *in italia* è stato fatto fuori nel momento in cui hanno privatizzato telecom.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 13 febbraio 2010 17.22-----------------------------------------------------------
  • Uto Uti scrive:
    Piedofili!
    E' indegno di un paese incivile che i presidi non fanno festeggiare le foibbe dove vari milioni di italiani morti furono infilati dai partiggiani comunisti del triangolo rosso delle bermude. Giustamente il sindaco di Roma Alemagno ha chiesto alla ministra Gelmini di rimuoverli (che è in dolce attesa di un bebe' che carina) e mandarli a studiare cosa era una foibba comunista e partiggiana.E adesso volete pure censurare la legge contro i piedofili ma siete ammattiti? Anche sua santita il PAPA e contrario che i preti si inculano i chierichetti!
    • Alessio scrive:
      Re: Piedofili!
      - Scritto da: Uto Uti
      E' indegno di un paese incivile che i presidi non
      fanno festeggiare le foibbe dove vari milioni di
      italiani morti furono infilati dai partiggiani
      comunisti del triangolo rosso delle bermude.

      Giustamente il sindaco di Roma Alemagno ha
      chiesto alla ministra Gelmini di rimuoverli (che
      è in dolce attesa di un bebe' che carina) e
      mandarli a studiare cosa era una foibba comunista
      e
      partiggiana.
      E adesso volete pure censurare la legge contro i
      piedofili ma siete ammattiti? Anche sua santita
      il PAPA e contrario che i preti si inculano i
      chierichetti!(rotfl)(rotfl)(rotfl)
    • don scrive:
      Re: Piedofili!
      - Scritto da: Uto Uti
      E' indegno di un paese incivile che i presidi non
      fanno festeggiare le foibbe dove vari milioni di
      italiani morti furono infilati dai partiggiani
      comunisti del triangolo rosso delle bermude.

      Giustamente il sindaco di Roma Alemagno ha
      chiesto alla ministra Gelmini di rimuoverli (che
      è in dolce attesa di un bebe' che carina) e
      mandarli a studiare cosa era una foibba comunista
      e
      partiggiana.
      E adesso volete pure censurare la legge contro i
      piedofili ma siete ammattiti? Anche sua santita
      il PAPA e contrario che i preti si inculano i
      chierichetti!un mito!!!!(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
    • corwyn scrive:
      Re: Piedofili!
      Lascia perdere quello che non conosci.La mia famiglia le foibe le ha conosciute da fin troppo vicino.Quindi vedi di scusarti per aver fatto del sarcasmo indegno sulla pelle di migliaia di morti.
      • Sesamo scrive:
        Re: Piedofili!
        Certo quello che è sucXXXXX a quelle persone è terribile, che non va dimenticato, e mi spiace sinceramente per i tuoi parenti (e sono certo che spiace anche ad Uto Uti).Ciò non toglie, però, che di fronte ad un buon esempio di umorismo si può anche soprassedere... altrimenti corri il rischio di sembrare uno di quei niubbi che soffrono di questa patologia:http://nonciclopedia.wikia.com/wiki/Sindrome_dei_sentimenti_offesiDetto con rispetto, si intende.
        • corwyn scrive:
          Re: Piedofili!
          Se per te il 'buon esempio di umorismo' è quello della famosa vignetta di Vauro all' indomani del terremoto in Abruzzo allora non mi trovi d' accordo.Quello che ho commentato non era umorismo (almeno per la parte relativa alle foibe): era semplicemente un po' di livore mescolato ad un timido tentativo di polemica politica tirando in ballo argomenti che nulla c'entrano con l' articolo che si sta commentando qui e cercando di travestire il tutto da satira.Quindi la persona che ha postato il commento dovrebbe avere almeno la decenza di postare delle scuse, non tanto a me ma a tutte le persone coinvolte in quell' orrenda vicenda storica.
          • mavala scrive:
            Re: Piedofili!
            il buon umorismo ce l'avranno avuto quelli che se la ridevano dopo il terremoto pensando a quanti soldi avrebbero fatto con gli appalti.. Nel caso di Vauro ha dimostrato che vale sempre il detto "a pensar male ci si azzecca sempre"!! e guarda caso, i perbenisti che lo criticarono sono tra i collusi.. non ci sarai mica in mezzo anche tu?
    • Sgabbio scrive:
      Re: Piedofili!
      Stavo per prenderti sul serio :D :D :D
    • Funz scrive:
      Re: Piedofili!
      - Scritto da: Uto Uti10/10:D
    • 921222 scrive:
      Re: Piedofili!
      :D :D :D :D
  • gibrovacco scrive:
    Orwell
    La citazione nell'articolo è più che corretta. Il geniale Orwell aveva previsto tutto, sbagliando solo di 26 anni. Non trascurabile poi il fatto che i maiali avrebbero governato...-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 12 maggio 2012 08.28-----------------------------------------------------------
    • Pizza e Mandolino scrive:
      Re: Orwell
      - Scritto da: gibrovacco
      Orwell aveva previsto tutto, sbagliando
      solo di 26 anni. Non trascurabile poi il fatto
      che i maiali avrebbero
      governato..Io voto questo come commento migliore :)
  • iRoby scrive:
    L'era della de-civilizzazione
    È iniziata l'era della de-civilizzazione.Iniziata anche perché la cultura è diventata un optional. Iclassici da Cesare Beccaria in poi sono stati accantonati, o anzi non li conosce proprio nessuno.Per cui inizia un'involuzione in barba al cammino che l'umanità ha provato verso le attuali civiltà occidentali.Ma io sono fermamente convinto che questa de-civilizzazione in Europa non venga dalla Cina.La Cina ha lo scopo di mantenere l'ordine per perpetrare il potere del Partito.Quello che sta accadendo a noi è di vedere utilizzare la censura dai nostri politici camerieri delle lobby.Nel caso di The Pirate Bay, non si è lottato contro un mostro sovversivo di valori e principi politici di parte (come in Cina il Partito Comunista). Ma impedire lo scaricamento di filmini e canzonette. Quindi difendere il potere economico delle lobby dei fabbricanti di filmetti e cantanti di plastica.Ci stiamo de-civilizzando per difendere l'industria della plastica multimediale.Calamari chiede di ricordarsi di ciò quando saremo alle urne, ma non mi pare che sia a destra che a sinistra non abbiano dimostrato di essere sudditi dell'America e del mercato, idolatrato e sfruttato quando necessario.Gli unici che non parlano di censure ed anzi di estensione e protezione della Rete è Beppe Grillo e le sue liste civiche.E non lo scrivo per pubblicizzarli, ma perché solo a loro ho sentito dire cose che ricalcano i miei interessi di libertà e neutralità della Rete.
  • MeX scrive:
    non é la prima volta...
    ...pensate a quel mafioso arrestato per evasione fiscale...Qui ci si stanno facendo un po di pippe mentali secondo me... TPB non é certo un sito "innocente"Se iniziassero a "sequestrare" Blog etc... coglierei il punto dell'articolo...Inoltre, non penso che TPB filtri eventuali torrent con minorenni...-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 12 febbraio 2010 11.09-----------------------------------------------------------
    • tapin scrive:
      Re: non é la prima volta...

      Se iniziassero a "sequestrare" Blog etc...
      coglierei il punto dell'articolo...Stanno preparando la strada anche per quello, dai tempo al tempo.La pedofilia è solo un argomento di comodo che usano per tenere buona anche la casalinga di Voghera. Negli USA c'è la scusa del terrorismo, qui ci hanno provato ma non funziona, perciò si ricorre alla pedofilia. Ma i governanti se ne fregano tanto di pedofili che di terroristi, entrambi statisticamente inesistenti per fare realmente danni; a costoro interessa conquistare il completo controllo di un media che permette la comunicazione libera, perciò pericoloso nei confronti dei potenti che hanno qualcosa da nascondere (praticamente tutti).Si ribellerà l'italiano medio? No, senza speranza alcuna.Sono riusciti a manipolare il cervello del cittadino medio a tal punto da portarlo sì ad indignarsi se un prete "tocca" un bambino, ma poi fregarsene se una bomba americana ne uccide qualche decina. L'italiano medio rischia l'infarto se negano un rigore netto alla sua squadra, ma poi vota un mafioso o un finto avversario del mafioso.A questo punto solo la rivoluzione armata può salvarci, ma per farla bisogna essere svegli. Certo è che con praticamente tutta la popolazione impegnata a scannarsi per XXXXXXXte messe li' ad arte non ho speranze che questo accada durante la mia vita.A questo punto un'invasione aliena ha molte più probabilità di verificarsi.
      • MeX scrive:
        Re: non é la prima volta...
        - Scritto da: tapin

        Se iniziassero a "sequestrare" Blog etc...

        coglierei il punto dell'articolo...

        Stanno preparando la strada anche per quello, dai
        tempo al
        tempo.
        La pedofilia è solo un argomento di comodo che
        usano per tenere buona anche la casalinga di
        Voghera. Negli USA c'è la scusa del terrorismo,
        qui ci hanno provato ma non funziona, perciò si
        ricorre alla pedofilia. Ma i governanti se ne
        fregano tanto di pedofili che di terroristi,
        entrambi statisticamente inesistenti per fare
        realmente danni; a costoro interessa conquistare
        il completo controllo di un media che permette la
        comunicazione libera, perciò pericoloso nei
        confronti dei potenti che hanno qualcosa da
        nascondere (praticamente
        tutti).quindi stiamo facendo il proXXXXX alle intenzioni?
        Si ribellerà l'italiano medio? No, senza speranza
        alcuna.
        Sono riusciti a manipolare il cervello del
        cittadino medio a tal punto da portarlo sì ad
        indignarsi se un prete "tocca" un bambino, ma poi
        fregarsene se una bomba americana ne uccide
        qualche decina. L'italiano medio rischia
        l'infarto se negano un rigore netto alla sua
        squadra, ma poi vota un mafioso o un finto
        avversario del
        mafioso.
        A questo punto solo la rivoluzione armata può
        salvarci, ma per farla bisogna essere svegli.
        Certo è che con praticamente tutta la popolazione
        impegnata a scannarsi per XXXXXXXte messe li' ad
        arte non ho speranze che questo accada durante la
        mia
        vita.
        A questo punto un'invasione aliena ha molte più
        probabilità di
        verificarsi.secondo me é meglio se emigri
      • ruppolo scrive:
        Re: non é la prima volta...
        - Scritto da: tapin
        Negli USA c'è la scusa del terrorismo,
        qui ci hanno provato ma non funziona, perciò si
        ricorre alla pedofilia.Funziona eccome, vedi la non possibilità di rendere libero il wi-fi, un bel decreto anti terrorismo fatto dopo l'evento delle torri gemelle. Un decreto che continuano bellamente a prorogare.
        Ma i governanti se ne
        fregano tanto di pedofili che di terroristi,
        entrambi statisticamente inesistenti per fare
        realmente danni; a costoro interessa conquistare
        il completo controllo di un media che permette la
        comunicazione libera, perciò pericoloso nei
        confronti dei potenti che hanno qualcosa da
        nascondere (praticamente
        tutti).Perfettamente d'accordo.

        Si ribellerà l'italiano medio? No, senza speranza
        alcuna.
        Sono riusciti a manipolare il cervello del
        cittadino medio a tal punto da portarlo sì ad
        indignarsi se un prete "tocca" un bambino, ma poi
        fregarsene se una bomba americana ne uccide
        qualche decina. L'italiano medio rischia
        l'infarto se negano un rigore netto alla sua
        squadra, ma poi vota un mafioso o un finto
        avversario del
        mafioso.
        A questo punto solo la rivoluzione armata può
        salvarci, ma per farla bisogna essere svegli.
        Certo è che con praticamente tutta la popolazione
        impegnata a scannarsi per XXXXXXXte messe li' ad
        arte non ho speranze che questo accada durante la
        mia
        vita.
        A questo punto un'invasione aliena ha molte più
        probabilità di
        verificarsi.Concordo su tutto.
        • marcov scrive:
          Re: non é la prima volta...
          - Scritto da: ruppolo
          - Scritto da: tapin

          Negli USA c'è la scusa del terrorismo,

          qui ci hanno provato ma non funziona, perciò si

          ricorre alla pedofilia.

          Funziona eccome, vedi la non possibilità di
          rendere libero il wi-fi, un bel decreto anti
          terrorismo fatto dopo l'evento delle torri
          gemelle. Un decreto che continuano bellamente a
          prorogare.E' stato dopo gli attentati di Londra, ma per il resto è giusto

          Ma i governanti se ne

          fregano tanto di pedofili che di terroristi,

          entrambi statisticamente inesistenti per fare

          realmente danni; Magari è vero che i governanti se ne fregano, ma che non certi individui ancorché pochi non facciano danni è da discutere, anche gli tsunami sono statisticamente rari

          a costoro interessa conquistare

          il completo controllo di un media che permette
          la

          comunicazione libera, perciò pericoloso nei

          confronti dei potenti che hanno qualcosa da

          nascondere (praticamente

          tutti).

          Perfettamente d'accordo.Certo che se ci si scalda solo nelle guerre tra fan boy Apple vs Linux vs Windows hanno gioco facile



          Si ribellerà l'italiano medio? No, senza
          speranza

          alcuna.

          Sono riusciti a manipolare il cervello del

          cittadino medio a tal punto da portarlo sì ad

          indignarsi se un prete "tocca" un bambino, ma
          poi

          fregarsene se una bomba americana ne uccide

          qualche decina. L'italiano medio rischia

          l'infarto se negano un rigore netto alla sua

          squadra,A volte anche per quelli dubbi, ma questo non è una cosa nuova già Churchill diceva che "gli italiani affrontano le partite come le guerre e le guerre come le partite" e allora non c'era neppure la tv ad instupidirci.

          A questo punto solo la rivoluzione armata può

          salvarci, ma per farla bisogna essere svegli.Altra cit. "La rivoluzione non è un pranzo di gala"

          Certo è che con praticamente tutta la
          popolazione

          impegnata a scannarsi per XXXXXXXte messe li' ad

          arte non ho speranze che questo accada durante
          la

          mia

          vita.Sì ma puoi sempre partecipare ad una flame war sull'Ipad

          A questo punto un'invasione aliena ha molte più

          probabilità di

          verificarsi.E magari poi dire si stava meglio quando si stava peggio
          Concordo su tutto.Davvero ?
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: non é la prima volta...
            - Scritto da: marcov
            E' stato dopo gli attentati di Londra, ma per il
            resto è giustoSolo perché nel 2001 il wifi non c'era oppure non era così diffusa come tecnologia.
      • Blax scrive:
        Re: non é la prima volta...
        quoto tutto :D
        A questo punto un'invasione aliena ha molte più
        probabilità di
        verificarsi.hahah! caspita non ci avevo pensato......allora c'è UNA speranza! :D
      • maurizio carena scrive:
        Re: non é la prima volta...
        - Scritto da: tapin

        Se iniziassero a "sequestrare" Blog etc...

        coglierei il punto dell'articolo...

        Stanno preparando la strada anche per quello, dai
        tempo al
        tempo.
        La pedofilia è solo un argomento di comodo che
        usano per tenere buona anche la casalinga di
        Voghera. Negli USA c'è la scusa del terrorismo,
        qui ci hanno provato ma non funziona, perciò si
        ricorre alla pedofilia. Ma i governanti se ne
        fregano tanto di pedofili che di terroristi,
        entrambi statisticamente inesistenti per fare
        realmente danni; a costoro interessa conquistare
        il completo controllo di un media che permette la
        comunicazione libera, perciò pericoloso nei
        confronti dei potenti che hanno qualcosa da
        nascondere (praticamente
        tutti).

        Si ribellerà l'italiano medio? No, senza speranza
        alcuna.
        Sono riusciti a manipolare il cervello del
        cittadino medio a tal punto da portarlo sì ad
        indignarsi se un prete "tocca" un bambino, ma poi
        fregarsene se una bomba americana ne uccide
        qualche decina. L'italiano medio rischia
        l'infarto se negano un rigore netto alla sua
        squadra, ma poi vota un mafioso o un finto
        avversario del
        mafioso.
        A questo punto solo la rivoluzione armata può
        salvarci, ma per farla bisogna essere svegli.
        Certo è che con praticamente tutta la popolazione
        impegnata a scannarsi per XXXXXXXte messe li' ad
        arte non ho speranze che questo accada durante la
        mia
        vita.
        A questo punto un'invasione aliena ha molte più
        probabilità di
        verificarsi.quoto parola per parola.
    • Sgabbio scrive:
      Re: non é la prima volta...
      Eh ?
      • MeX scrive:
        Re: non é la prima volta...
        se non mi dice cosa hai capito non posso aiutarti
        • Sgabbio scrive:
          Re: non é la prima volta...
          Scusa, il tuo post e senza senso, minorenni ?
          • MeX scrive:
            Re: non é la prima volta...
            centra con il fatto che l'articolista tira in ballo leggi create per la perdofilia poi applicati "indiscriminatamente" a TPB, e appunto, non mi sembra che TPB filtri contenuti pedo
    • Luco, giudice di linea mancato scrive:
      Re: non é la prima volta...
      - Scritto da: MeX
      Qui ci si stanno facendo un po di pippe mentali
      secondo me... TPB non é certo un sito
      "innocente"TPB è un mezzo non un fine. Repetita iuvant:http://punto-informatico.it/b.aspx?i=2807035&m=2807287#p2807287Esempi di torrent legali non accessibili dagli italiani beceri per colpa di magistrati boccaloni.OpenOffice http://thepiratebay.org/torrent/5238677/OpenOffice.org_3.1.1_for_Windows_(US_English)Steal this filmhttp://thepiratebay.org/torrent/4854960/Steal_This_Film_-_ENG_sub_ITASteal this film 2http://thepiratebay.org/torrent/3963311/Steal_this_film_II_-_sub_ITAThe best Creative Commons music moments in 2009http://thepiratebay.org/torrent/5299409/The_Best_Creative_Commons_Music_Moments_in_2009Linux Mint 8 Helena (TPB è il SITO UFFICIALE per questa distribuzione!!)http://thepiratebay.org/torrent/5186214/Linux_Mint_8_Helena_isoLuci della città (film muto di Charlie Chaplin del 1931, quindi più di 70 anni fa e quindi legale)http://thepiratebay.org/torrent/4806452/Charlie_Chaplin__City_Lights_%281931%29_DvDripSequestrare tutto il sito è come quando quello delle iene andò da quel ****** del PM che incriminò una quantità enorme di gente solo perché aveva utilizzato paypal, e gli portò l'elenco telefonico dicendo "faccia sequestrare le copie di questo perché qui ci sono i numeri di telefono degli spacciatori di droga"Inoltre, un sito gestito da cittadini non italiani, non residenti in Italia, con un dominio non registrato in territorio italiano e con server non ubicati in territorio italiano, non è soggetto alle leggi italiane. Principio di sovranità territoriale, uno dei fondamenti del diritto internazionale. Altrimenti, se così non fosse, allora tutti i giudici che hanno sequestrato il sito sono imputabili dalle leggi iraniane (ad esempio) visto che quasi certamente non sono musulmani, quindi secondo la loro logica malata possono essere processati e condannati da un tribunale iraniano e pretendere pure di deportarli in Iran e condannarli a morte. Mi sembra altrettanto logico della censura su TPB.
      Inoltre, non penso che TPB filtri eventuali
      torrent con minorenni...E pensi male.http://thepiratebay.org/contact -
      in "Regarding" scegli "Suspected child abuse"-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 14 febbraio 2010 14.56-----------------------------------------------------------
      • MeX scrive:
        Re: non é la prima volta...
        il problema é che TPB non ha mai collaborato, anzi :)Se a TPB chiedi di eliminare i torrent protetti da copyright di fanno una bella pernacchia.Mininova ha collaborato per esempio.I torrent sono il mezzo, TPB é un sito che fa introiti pubblicitari mettendo a disposizione materiale protetto da copyright.I torrent di OO o distro linux li trovi anche senza TPB
        • Luco, giudice di linea mancato scrive:
          Re: non é la prima volta...
          - Scritto da: MeX
          il problema é che TPB non ha mai collaborato,
          anzi
          :)

          Se a TPB chiedi di eliminare i torrent protetti
          da copyright di fanno una bella
          pernacchia.E hanno ragione.Un torrent non è protetto da copyright (tranne che per chi ha creato il torrent).Inoltre, non è affatto detto che un torrent punti al contenuto che dichiara di avere.Inoltre, il torrent in sé è solo una stringa di numeri, e i numeri non sono illegali per le leggi svedesi. Altrimenti metto sotto copyright i numeri "0" e "1" e pretendo che tutti i programmatori del mondo mi paghino miliardi di miliardi di euro di uso indiscriminato di tali numeri alla base del sistema binario con cui funzionano tutti gli apparecchi elettronici.Infine, se anche il torrent puntasse a materiale coperto da copyright, se non c'è nessuno che lo seeda (e quelli di TPB non seedano) tu non completerai mai il download.Per questi, e molti altri motivi, per le leggi svedesi (e quelli di TPB sono svedesi e devono rispondere solo alle leggi svedesi) i torrent non sono illegali.Che in italia o negli usa siano illegali è assolutamente ininfluente, è lo stesso discorso dell'Iran che ho fatto prima.Tanto per fare un esempio forse più alla tua portata, tu troveresti giusto che l'Italia possa mettere sotto proXXXXX in Italia un cittadino olandese, residente in Olanda, che in Olanda vende legalmente marijuana agli italiani che lo vanno a trovare? Beh, è esattamente la stessa cosa accaduta con gli svedesi di TPB. I torrent non sono illegali in Svezia perché un torrent non contiene materiale coperto da copyright per i motivi detti sopra, ma se anche per assurdo lo fossero e non lo sono, non può certo deciderlo l'Italia, né si può arrogare la presunzione di condannare un cittadino straniero residente all'estero.
          I torrent sono il mezzo, TPB é un sito che fa
          introiti pubblicitari mettendo a disposizione
          materiale protetto da copyright.TPB non mette a disposizione materiale protetto da copyright, a meno che tu non consideri il copyright di chi ha creato il file torrent che spesso è lui stesso che l'ha messo su TPB.
          I torrent di OO o distro linux li trovi anche
          senza TPBIl torrent di Linux Mint 8 Helena si trova SOLTANTO lì. O comunque è TPB il sito di riferimento per quella distribuzione.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 15 febbraio 2010 15.49-----------------------------------------------------------
          • MeX scrive:
            Re: non é la prima volta...
            quindi cosa vuoi dimostrare?Che il 98.93847% di chi usa Torrent lo usa per scaricare materiale non protetto da copyright?E questa non é arrampicata sugli specchi con tuffo carpiato?
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: non é la prima volta...
            - Scritto da: MeX
            quindi cosa vuoi dimostrare?Che i torrent non sono illegali in Svezia e che mettere sotto proXXXXX i gestori di TPB in Italia è contrario a tutte le norme di diritto internazionale?
            Che il 98.93847% di chi usa Torrent lo usa per
            scaricare materiale non protetto da
            copyright?E' ininfluente quanti sono, a meno che non dimostri (ma devi dimostrarlo!) che i gestori di TPB usano personalmente dei torrent per scaricare o tenere in condivisione materiale protetto da copyright.I gestori di TPB offrono un mezzo, c'è chi lo usa bene e chi lo usa male, ma non sta certo a loro deciderlo. Inoltre, esiste la possibilità che un'opera apparentemente coperta da copyright in realtà non lo sia affatto, o non lo sia per le leggi di chi l'ha messa in condivisione (in Canada il copyright dura 50 anni, in Italia 70, negli USA 90: un'opera di 60 anni fa può essere legalmente distribuita se a farlo è un canadese, e non sta a te capire se chi l'ha distribuita è canadese o no). Così come potrebbe essere che chi la mette in condivisione sia autorizzato a farlo dai detentori dei diritti.Tornando all'esempio della droga, se per strada vedi uno spacciatore, e non sei in grado di identificarlo o di fermarlo, riterrai colpevole lui o riterrai colpevole il comune che è proprietario della strada dove si trovava? I magistrati del tribunale di Bergamo ritengono evidentemente colpevole il comune proprietario della strada, dimostrando di non conoscere il diritto internazionale ma nemmeno le leggi italiane che dicono che la responsabilità penale è esclusivamente PERSONALE .-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 15 febbraio 2010 16.00-----------------------------------------------------------
          • MeX scrive:
            Re: non é la prima volta...
            senti, sono stato il primo a scrivere che i Torrent non sono illegali, cosí come non é illegale l'MP3 o l'epub!Mininova ha rimosso il materiale protetto da copyright, ergo, se TPB non lo fa diventa automaticamente responsabile.Se tu affitti una casa e viene usata come XXXXXXXX, se le forze dell'ordine te lo segnalano gli devi consegnare le chiavi, non é che puoi dire "ma la mia casa é solo un mezzo, io non sono responsabile di quello che ci fanno"
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: non é la prima volta...
            - Scritto da: MeX
            senti, sono stato il primo a scrivere che i
            Torrent non sono illegali, cosí come non é
            illegale l'MP3 o l'epub!Nessun torrent è illegale (per le leggi svedesi), nemmeno quelli che PUNTANO A ("puntano a", e NON "contengono", è questa sostanziale differenza che li rende legali in Svezia, visto che un torrent senza seeder -e sono i seeder a mettere a disposizione il file- non serve assolutamente a nulla, e su TPB ci trovi i torrent, non i seeder) materiale coperto da copyright, per il semplice motivo che non contengono materiale coperto da copyright.
            Mininova ha rimosso il materiale protetto da
            copyright, ergo, se TPB non lo fa diventa
            automaticamente responsabile.Quale parte di "I gestori di TPB devono rispondere solo alle leggi svedesi" non hai capito? Mininova non ha base in Svezia, e i suoi gestori non sono svedesi, quindi non può appellarsi alla legge svedese.
            Se tu affitti una casa e viene usata come
            XXXXXXXX, se le forze dell'ordine te lo segnalano
            gli devi consegnare le chiavi, non é che puoi
            dire "ma la mia casa é solo un mezzo, io non sono
            responsabile di quello che ci fanno"Alle forze dell'ordine di un altro stato rispondono con una sonora spernacchiata, come cittadino italiano residente in Italia non sono tenuto a dar retta ad autorità di altri Paesi. Così come i cittadini svedesi residenti in Svezia (e i gestori di TPB sono tutti cittadini svedesi residenti in Svezia) non sono tenuti a dar retta ad autorità non svedesi.Ti faccio infine presente che in Svezia le cose vanno (per fortuna) diversamente dai paesi (minuscolo voluto) boccaloni servi delle major americane.Vedi ad esempio qui http://punto-informatico.it/2792153/PI/News/svezia-quando-isp-non-cede.aspxSe io fossi Carlo XVI Gustavo di Svezia (l'attuale Re svedese) pretenderei le scuse ufficiali da parte dell'Italia e in particolare di quei magistrati ignoranti (che ignorano, in questo caso, il diritto internazionale) per le ingiurie e per il ridicolo processare dei cittadini del mio Paese che non hanno fatto nulla di illegale. E anzi, accuserei l'Italia e quei magistrati di essere degli arroganti incompetenti e che farebbero molto meglio a tornare a studiare diritto prima di osare mettere bocca in affari e comportamenti di cittadini che non sono di loro competenza.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 16 febbraio 2010 02.23-----------------------------------------------------------
          • MeX scrive:
            Re: non é la prima volta...
            ma ti risulta che il governo italiano non permette l'acXXXXX a TPB in Svezia?Se tu trasporti materiale rubato (anche se tu sei solo il mezzo che lo trasporta e non il "seeder" che procura la merce) finisci nei guai.
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: non é la prima volta...
            - Scritto da: MeX
            ma ti risulta che il governo italiano non
            permette l'acXXXXX a TPB in Svezia?Mi risulta che lo stato (non il governo, lo stato) italiano abbia messo sotto proXXXXX i gestori svedesi di un sito svedese e PER QUESTO MOTIVO (non per altri a carico di utenti italiani) pretenda di inibire l'acXXXXX a quel sito.Il sequestro preventivo è stato richiesto da un magistrato in un procedimento penale aperto in Italia a carico di cittadini stranieri, per fatti commessi all'estero, e che non sono neanche reato nel loro Paese (ma ripeto, se anche lo fossero, non è l'Italia a doverlo dimostrare). Una cosa fuori dal mondo per chiunque conosca il diritto internazionale (quello vero che si studia a giurisprudenza e non la pagliacciata che ha in testa quel magistrato, qualunque essa sia).
            Se tu trasporti materiale rubato (anche se tu sei
            solo il mezzo che lo trasporta e non il "seeder"
            che procura la merce) finisci nei guai.Quelli di TPB non trasportano un accidente. Per fare il tuo esempio è come se quelli di TPB ti dicessero "sulla strada tal dei tali POTREBBE* passare un camion contenente merce rubata". Non ti portano materialmente sulla strada in questione (sei tu ad andarci seguendo "la cartina"), non ti offrono la merce (quello è compito del seeder).Allo stesso modo io ti dico "sull'elenco telefonico POTREBBE esserci il numero di telefono di uno spacciatore o di un ricettatore". Sono forse incriminabile per questo?
          • MeX scrive:
            Re: non é la prima volta...

            Mi risulta che lo stato (non il governo, lo
            stato) italiano abbia messo sotto proXXXXX i
            gestori svedesi di un sito svedese e PER QUESTO
            MOTIVO (non per altri a carico di utenti
            italiani) pretenda di inibire l'acXXXXX a quel
            sito.si ma lo inibisce in Italia, non in Svezia.Lo stato Italiano non pretende che TPB sparisca dalla faccia della terra, pretende che non delinqua in Italia.
            Il sequestro preventivo è stato richiesto da un
            magistrato in un procedimento penale aperto in
            Italia a carico di cittadini stranieri, per fatti
            commessi all'estero, e che non sono neanche reato
            nel loro Paeseil fatto non é commesso all'estero.Se un Italiano, da una connesione Italiana, scarica materiale Italiano protetto da copyright, che TPB sia in Svezia non cambia nulla.Se faccio i CD contraffati di Photoshop in Cina e li vendo in Francia su ebay dall'Italia sto commettendo reato in Francia e in Italia e in Cina
            (ma ripeto, se anche lo fossero,
            non è l'Italia a doverlo dimostrare). Una cosa
            fuori dal mondo per chiunque conosca il diritto
            internazionale (quello vero che si studia a
            giurisprudenza e non la pagliacciata che ha in
            testa quel magistrato, qualunque essa
            sia).certo, tanto si sa che in Italia i magistrati imparano giurisprudenza dagli utenti di PI
            Quelli di TPB non trasportano un accidente. Per
            fare il tuo esempio è come se quelli di TPB ti
            dicessero "sulla strada tal dei tali POTREBBE*
            passare un camion contenente merce rubata". non solo.Ma ti stampano la cartina e mettono i cartelli sulla strada (internet) per farti intercettare merce contraffatta (torrent contenenti materiale protetto da copyright)
            Non
            ti portano materialmente sulla strada in
            questione (sei tu ad andarci seguendo "la
            cartina"), non ti offrono la merce (quello è
            compito del
            seeder).esatto, ma TPB é complice del seeder, gli da visibilitá sulla sua cartina.Prova a fare una guida turistica sulla Thailandia in cui sponsorizzi e pubblicizzi turismo sessuale, e vediamo quanto dura il tuo libro in libreria.
            Allo stesso modo io ti dico "sull'elenco
            telefonico POTREBBE esserci il numero di telefono
            di uno spacciatore o di un ricettatore". Sono
            forse incriminabile per
            questo?No.Perché sulla guida telefonica quel numero é il numero di un privato cittadino, non é pubblicizzato come "spacciatore di droga"Non é che apri l'elenco e puoi cercare chi spaccia coca, chi eroina etc etc...Le informazioni non sono organizzate in modo tale da farti trovare uno spacciatore.Mentre TPB ti fa trovare Spderman piuttosto che Titanic piuttosto che l'ultimo album degli U2TPB ti aiuta a raggiungere quel materiale, consapevole di quello che sta facendo (e TPB ha sempre fatto la spavalda).Dimostrazione ne é Mininova, come puó filtrare il materiale protetto da copyright?
  • lordmax scrive:
    soluzione semplice
    Ma proprio semplice.Restituire tutti i TV e smettere di pagare il canone.Smettere di andare al cinema o, meglio ancora, andare al cinema, lasciare un volantino dove si spiega perché non si va e tornare a casa.Smettere di acquistare musica ma andare nei negozi e lasciare un volantino dove si spiega perché non si compera più musica.Non comperare più computer in Italia ma andare nei negozi e spiegare perché.Se si muovono gli utenti non serve, se si muovono le grandi catene commerciali serve eccome.Vorrei vedere cosa fanno i politici se la Fnac e Mediaworld alzano la mano e ordina la fine dell'equo compenso. Non la chiedono la ordinano.
    • lordmax scrive:
      Re: soluzione semplice
      - Scritto da: MeX

      ok... forse ti ho preso troppo sul serio...^___^

      Se si muovono gli utenti non serve, se si
      muovono

      le grandi catene commerciali serve

      eccome.

      Vorrei vedere cosa fanno i politici se la Fnac e

      Mediaworld alzano la mano e ordina la fine

      dell'equo compenso. Non la chiedono la

      ordinano.

      peccato che il 90% di chi usa TPB alla Fnac ci va
      solo il sabato a bere un caffé e farsi un giro
      tra le novitá per prendere nota e scaricarle a
      casaMa il 90% di chi usa TPB non rappresenta neppure l'1% di chi acquista musica, libri, film e materiale informatico vario.Pensa se di colpo le vendite di Fnac e Mediaworld (per dirne due) calassero del 50-60% e fosse chiaro che è dovuto alle assurde leggi attuali. Come pensi agirebbero?
      • MeX scrive:
        Re: soluzione semplice
        mettetevi d'accordo, perché in altre statistiche si sbandierava l'esatto contrario
        • Sgabbio scrive:
          Re: soluzione semplice
          I tuoi discori pro major tienili per te :D
          • MeX scrive:
            Re: soluzione semplice
            ghghgMa io mica le "difendo" dico solo che nessuno ha per adesso offerto alternative credibili
          • Sgabbio scrive:
            Re: soluzione semplice
            Questo perchè sei tu che dici che non sono credibili...mi ricordo ancora la discussione con Manila dove praticamente hai fatto la magra figura :D
          • MeX scrive:
            Re: soluzione semplice
            quella dove si supponeva di creare una tassa per dare uno stipendio statale agli artisti? :)
          • Sgabbio scrive:
            Re: soluzione semplice
            No :DNon rigirarti la frittata :D
          • MeX scrive:
            Re: soluzione semplice
            allora dammi tu la correta interpretazione, perché io l'ho capita cosí
          • Nome e cognome scrive:
            Re: soluzione semplice
            - Scritto da: MeX
            ghghg

            Ma io mica le "difendo" dico solo che nessuno ha
            per adesso offerto alternative
            credibili...io dico solo io non difendo ecc.....sei solo un cerchiobottaio. Smettila di fare lo scemetto quando sei in crisi......dimostra carattere e intelligenza e proponile tu le alternative credibili.
          • MeX scrive:
            Re: soluzione semplice
            ho piú volte detto di non essere in grado di proporle, anche perché altrimenti non sarei qui ;)L'unica cosa che io sostengo é che dovrebbero offrire piú contenuti online in modo legale (come film e noleggio) che per ora sono limitati agli USA
    • MeX scrive:
      Re: soluzione semplice

      Chi ti ha detto questa tua verita assoluta??non sarebbe chiaro altrimenti perché ci sono cosí tanti torrent di Album musicali se chi usa TPB compra i CD originali o rinuncia all'acquisto
      Altra verità assoluta???quanti negozi di musica sono rimasti aperti nella tua cittá?
      Il problema e che nella grande distriubuzione non
      trovi Musica ma
      musica!ah beh, é sempre stato cosí!
      La vera musica l'ascolti online nelle varie radio
      indipendenti (ovviamente non italiane) e negli
      spazi delle band
      emergenti!anche i Beatles ai loro tempi erano commercialate infatti, é ovvio che la musica piú diffusa é quella commerciale, é sempre stato cosí.Peró una volta c'erano i negozi di dischi, adesso le radio online, ma qui si parla di SCARICARE non di ASCOLTARE
      Perchè tu ancora compri roba informatica in
      Italia????beh vivo in Irlanda... ma quindi intendevi PC prodotti in Italia? ne esistono? :)
      Allora mi vuoi dire chi ti passa queste verità
      assolute o
      no??si scusa, qui dovevmo mettere un bel "secondo me"
    • angros scrive:
      Re: soluzione semplice
      No, il boicottaggio non ha senso; chi avrebbe interesse a cambiare le condizioni già adesso non compra (perchè scarica), quindi come potrebbe boicottare più di così?
      • lordmax scrive:
        Re: soluzione semplice
        - Scritto da: angros
        No, il boicottaggio non ha senso; chi avrebbe
        interesse a cambiare le condizioni già adesso non
        compra (perchè scarica), quindi come potrebbe
        boicottare più di
        così?E' proprio quello il punto.CHi ha interesse a cambiare le cose non può più limitarsi a non comperare perché prima o poi si trovera stretto in morse tanto forti da non poter più fare altro che soccombere.E' adesso che deve boicottare il sistema agendo in prima persona.Ed il modo migliore non è non comperare ma non comperare facendo sapere il perché ai venditori.
        • Martin scrive:
          Re: soluzione semplice
          Quoto tutto.. ma sono duri a capirlo, dovranno scottarsi con una bella denuncia dalle maajor forse solo così si daranno una mossa.
        • Blax scrive:
          Re: soluzione semplice
          - Scritto da: lordmax
          - Scritto da: angros

          No, il boicottaggio non ha senso; chi avrebbe

          interesse a cambiare le condizioni già adesso
          non

          compra (perchè scarica), quindi come potrebbe

          boicottare più di

          così?

          E' proprio quello il punto.
          CHi ha interesse a cambiare le cose non può più
          limitarsi a non comperare perché prima o poi si
          trovera stretto in morse tanto forti da non poter
          più fare altro che
          soccombereOh signore quante fesserie!!!!!!!!!!!!boicottare non serve a un tubo QUI e ORA per 2 motivi:1-generalmente la gente "consapevole" è sempre meno della massa caprona....2-in ITALIA la maggioranza è...non mi stancherò di ripeterlo.....VECCHIA!!!! non glie frega a nessuno, la maggioranza sono vecchi che non sanno cos'è un Pc, a loro frega solo se la juve è terza in classifica e che i sigari non aumentino...il resto son baggianatepoi, della gia poca nutrita folla che rimane tiriamo via una serie di ebeti che considerano apparire in un probramma Tv il top della loro vita.....e il gruppo è ancora piu scarso....di questi pochi eletti che ancora hanno due rotelle funzionanti, devi dividerli tra chi si appassiona di politica e chi no....e i rimanenti sono la tua folla, che devi convincere che quello che succede ora nelle stanze dei bottoni è sbagliato.....ora tirando le somme....capisc' perchè è impraticabile???semplicemente non c'è numero.....
          • lordmax scrive:
            Re: soluzione semplice
            Ciao

            Oh signore quante fesserie!!!!!!!!!!!!
            boicottare non serve a un tubo QUI e ORA per 2
            motivi:CUT

            ora tirando le somme....capisc' perchè è
            impraticabile???semplicemente non c'è
            numero.....Meglio morire lottando per un ideale che vivere schiavo allora.Perderò? Pazienza, chi se ne frega, almeno avrò tentato di fare qualcosa.
  • CHKDSK scrive:
    Chi sta dietro le quinte..
    Lo sconcerto per quel che si legge, per quel che si vede che ogni giorno accade, non è tanto il fatto che viene bloccato un sito "potenzialmente" pirata. Il problema di fondo è che le lobby sono diventate così potenti che possono permettersi il lusso di pagarsi i politici, eleggerli così come avviene negli USA. Già la nostra classe politica fa pena ma vedere che si piega puzzle dopo puzzle agli interessi particolari di pochi lascia senza parole.Il problema non è tanto dei vari Bondi o dei Berlusconi che di fanno sono marionette nelle mani dei "potenti" che stanno dietro le quinte MA di tutti quei italiani che non si rendono conto, per scarsa volontà di informarsi (e qui è colpa loro) o peggio per la capacità di plagio dell'informazione distorta fornita dalla televisione (ma qui è merito del marketing televisivo delle corporation).L'unico modo per combattere questo è informare. I potenti hanno paura di internet, vorrebbero ingabbiarlo e trasformarlo in una tv con contenuti unidirezionali. Non permettiamolo :)
    • Luff scrive:
      Re: Chi sta dietro le quinte..
      - Scritto da: CHKDSK
      Lo sconcerto per quel che si legge, per quel che
      si vede che ogni giorno accade, non è tanto il
      fatto che viene bloccato un sito "potenzialmente"
      pirata. Il problema di fondo è che le lobby sono
      diventate così potenti che possono permettersi il
      lusso di pagarsi i politici, eleggerli così come
      avviene negli USA. Già la nostra classe politica
      fa pena ma vedere che si piega puzzle dopo puzzle
      agli interessi particolari di pochi lascia senza
      parole.

      Il problema non è tanto dei vari Bondi o dei
      Berlusconi che di fanno sono marionette nelle
      mani dei "potenti" che stanno dietro le quinte MA
      di tutti quei italiani che non si rendono conto,
      per scarsa volontà di informarsi (e qui è colpa
      loro) o peggio per la capacità di plagio
      dell'informazione distorta fornita dalla
      televisione (ma qui è merito del marketing
      televisivo delle
      corporation).

      L'unico modo per combattere questo è informare. I
      potenti hanno paura di internet, vorrebbero
      ingabbiarlo e trasformarlo in una tv con
      contenuti unidirezionali. Non permettiamolo
      :)Quoto tutto parola per parola.Complimenti anche a Calamari."Free" ed "Open" sono parole non molto amate dal potere economico, ma sono il futuro: sta a noi a far si che si realizzi nel più breve tempo possibile....tra l'altro, stando alla cronaca, sembra che il monopolio delle peggiori patologie psicosessuali appartenga sia all'Esecutivo sia ai suoi burattinai...dovrebbero censurarsi da soli... W la Carlucci, W la TV !! :D
      • upr scrive:
        Re: Chi sta dietro le quinte..

        "Free" ed "Open" sono parole non molto amate dal
        potere economico, ma sono il futuro: sta a noi a
        far si che si realizzi nel più breve tempo
        possibile.
        ....ma dai politici si... open sex and free drugs
    • 921222 scrive:
      Re: Chi sta dietro le quinte..
      Ahinoi, non c'è speranza...
    • Martin scrive:
      Re: Chi sta dietro le quinte..
      Avete la memoria annebbiata o scordate che in Francia e Inghilterra tagliano le conessioni, cioè paghi adsl ma non navighi. In australia sono quasi peggio della Cina. Quà serve 1 sveglia globale, le Majors non sono morte anzi stanno x dare battaglia. Svegliaaa
Chiudi i commenti