eBay, rinnovato il boicottaggio

La guerra dei numeri incalza, ma il sito di aste non molla: nessuna retromarcia per le modifiche previste per tariffe e feedback. Gli utenti prolungano lo sciopero del traffico

Roma – Sciopero ad oltranza, boicottaggio fino al 9 marzo per eBay: non piace il modo in cui l’azienda ha ridisegnato il sistema di gestione del feedback, non piacciono le nuove tariffe per la pubblicazione della aste.

Non si venderà, non si comprerà non si concederà traffico ad eBay fino al 9 marzo . Sciopero e proteste sono stati estesi dagli utenti: non sono bastati i boicottaggi e le petizioni a pioggia per far tornare eBay sui propri passi e revocare le tecniche di controllo di massa che ha previsto di introdurre. Non sono bastati per far desistere l’azienda dall’intento di rimodulare le tariffe delle commissioni e per la pubblicazione delle aste.

La protesta è dilagata da MySpace a Facebook , passando per YouTube , numerosi gli utenti che hanno deciso di aderire.

Le proteste, esultano gli eBayer, pur non avendo sortito alcun effetto sul management della casa d’aste, avrebbero invece garantito risultati significativi in termini di impatto . I dati più citati dai netizen sono quelli pubblicati su USA Today : elaborando le statistiche stilate da medvev.net e da dealscart.com , il celebre giornale calcola che dal primo giorno dello sciopero le pubblicazioni degli annunci siano scese del 13 per cento .

Ma eBay ribatte: nessuna oscillazione che non fosse stata prevista da tempo. I giorni per cui è stato indetto lo sciopero coincidono con una festa nazionale americana, giorni in cui la flessione del traffico sul sito è naturale.

La battaglia dei dati è appena cominciata e si protrarrà almeno fino al 9 marzo con la complicità dei media in rete, che non esitano a rilasciare valutazioni e feedback . eBay per tutta risposta, dispensa offerte e palliativi .

Gaia Bottà

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Non voglio essere profilato scrive:
    Errore: webkit non è di Apple
    Sarebbe da correggere.
    • Massimo Selvi scrive:
      Re: Errore: webkit non è di Apple
      ti prego, puoi dire di chi è il webkit giusto per completare l'informazione:-)ho trovato solo questo link:http://developer.apple.com/opensource/internet/webkit.html
    • sandro scrive:
      Re: Errore: webkit non è di Apple
      beh a dire il vero l'errore è un altro....webkit non è un browser, è un application framework opensource, creato da apple, derivato da khtml ...al massimo si può dire che un browser sia basato su webkit, come safari ...ma dal video non riesco a capire se sia così, si vede poco
  • shaice scrive:
    non vedo l'ora di schiaffarlo nel miohtc
    .. mmmh chissà quanto ci vorrà per averlo nel mio htc p3600..quacluno ha provato a sviluppare qualcosa per android?s
Chiudi i commenti