Elucubrazioni di Cassandra/ Vault7 e l'Angelo Piangente

di M. Calamari - La soffiata su Wikileaks è un Datagate sul Datagate, una cassetta degli attrezzi per malintenzionati. Con strumenti inquietanti, ed etichettati con ironia

Roma – Chissà se qualcuno dei 24 interessatissimi lettori, di fronte alla valanga di informazioni su Vault7, è riuscito a generalizzare abbastanza la questione e fare qualche considerazione che non si limiti all’analisi degli interessantissimi leak che ci arrivano direttamente dalla CIA via Wikileaks .

Quali considerazioni?
Le più difficili da fare: generalizzazioni e collegamenti.
Quei posti da cui si può partire per ragionare su quello che probabilmente succederà: lasciatevelo dire da chi lo fa di mestiere!
Chi non avesse seguito l'”affaire” Vault7, che è una questione GROSSA, può rimediare leggendo l’ottimo articolo di Luca Annunziata e l’ interessantissima panoramica tecnica di Matteo Flora.
Investite una ventina di minuti del vostro tempo, ne vale la pena, anzi lo dovreste proprio fare. Lettore avvertito…

Quindi generalizziamo: questo leak è di dimensioni superiori al Datagate, infatti è un meta-Datagate, un Datagate sul Datagate. L’impatto delle onde scatenate dall’originale Datagate è stato enorme, ma si trattava “solamente” di un leak di notizie e documenti. Sì, “solamente”.
Non perché notizie e documenti non siano enormemente importanti e non abbiano il potere di cambiare il mondo, ma perché questa volta non sono stati “uomini e software” che hanno rivelato fatti e notizie che non dovevano essere pubbliche.
Questa volta sono stati “uomini e software” che hanno rivelato e sparso in giro software, anzi armi software.
Chiara la differenza di livello? Di ordine di grandezza?
Come l’effetto Larsen, come il Budda che si guarda l’ombelico.

Da oggi un sacco di porcherie inerenti la sicurezza informatica, la guerra informatica e il crimine informatico saranno a disposizione di tutti quelli che desiderano valersene. E di gente così ce n’è a pacchi.
Volete una prova od almeno un indizio che le cose stanno così? Ve lo do a gratis .

La notizia del meta-Datagate è apparsa solo brevemente sui media, e poi è misteriosamente sparita.
Infatti al mondo, oltre i menefreghisti cronici a cui non frega nulla di nulla se non aggiornare il proprio profilo social, esistono solo 10 (binario) categorie di persone.

Quelle che hanno capito al volo l’importanza del meta-Datagate, ed ora hanno ben altro da fare che parlare.
Quelle che ne sono state vittime, e preferiscono che se ne parli poco mentre preparano una nuova mossa del gioco.

“Che schifo di articolo – diranno i 24 indispettiti lettori – nessuna notizia ma solo elucubrazioni”.
In effetti è verissimo, tant’è che Cassandra lo diceva anche nel titolo: le notizie (ed i leak) cercatevele in giro da soli, si trovano con due click.

Tuttavia per addolcire la pillola, inseriamo una notizia, paurosa ma anche “cool”.
Una delle armi software disvelate dal meta-Datagate, su cui si è concentrato un articolo di The Intercept , si chiama Weeping Angel, “Angelo piangente”: è un software che dal 2014 consentirebbe di infiltrare le SmartTV di una nota marca che comincia per S e finisce per G, trasformandole in sistemi di sorveglianza da salotto.
Cassandra ne ha vaticinato anche al Festival del Giornalismo tre anni fa.

“Ma che c’è di cool in questa cosa terrorizzante?” diranno sempre i 24. La cosa carina è che quest’arma cibernetica , l'”Angelo Piangente” è il frutto della collaborazione tra CIA e MI5 (probabilmente MI6), cioè tra gli Stati Uniti ed il Regno Unito, ed il nickname è una fantastica citazione. Dobbiamo al Regno Unito alcune cose eccelse, ed una delle migliori è la creazione di un certo Dottore.
“Dottor chi?” dirà qualche incauto tra i 24.
Proprio il Doctor Who, che in un episodio pluripremiato deve usare il suo Colpo d’Occhio proprio per sopravvivere agli Angeli Piangenti .
Ed ora che vi ho strappato un sorriso, non dimenticatevi del meta-Datagate e di quello che ci attende: vivremo certamente in tempi interessanti.

Marco Calamari @calamarim

Le profezie di Cassandra: @XingCassandra
Lo Slog (Static Blog) di Cassandra
L’archivio di Cassandra: scuola, formazione e pensiero

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • MicroShit Supporter scrive:
    Mafiasoft e/o Cialtronsoft
    Why should I trust anything this company says or does?
  • Garson Pollo scrive:
    Si levassero dal cazzo
    Assieme ad altri big che assorbono use cases a colpi di marketing senza una soluzione reale farebbero un grande servizio all'umanità ;)
  • macrohard scrive:
    sofismi strumentali
    "..gli strumenti digitali costituiscano una complicazione, un costo da aggiungere al conto totale, un esercizio sterile che non produce effetti a breve termine" e hanno perfettamente ragione.La perversione della tecnologia che crea comodità di vita è appunto una perversione.Nei paesi con una burocrazia minima, come negli USA, il modo di lavorare delle persone era più rilassato (o meno stressato, se vogliamo) rispetto ad oggi.In italia, paese della burocrazia (e della corruzione politica) e dei relativi costi insostenibili, l'avvento dei computer ha reso meno evidente il peso nefasto dei burosauri, e così si ha l'impressione che sia migliorato qualcosa nel gestire un'azienda.Ma se guardiamo ai fatti, vediamo che in italia, prima della tecnologia lo stress lavorativo era molto basso, mentre oggi è dirompente, e lo dice uno che fa consulenza ai lavoratori.Microsoft cerca di vendere il suo business, e lo fa bene perché come i sofisti insegnano, la logica non è univoca e può essere usata per dimostrare tutto e il contrario di tutto.
    • xte scrive:
      Re: sofismi strumentali
      Ahem, gli USA han una burocrazia più complessa di quella italiana, egualmente disfunzionale ed ancora più oppressiva! Ocio a non scrivere assurdità!In Italia l'informatizzazione è molto aleatoria, in parte c'è ma per dire: - quante PA, obbligate ad avere la PEC la usano? - quante aziende, obbligate ad avere la PEC la usano? - quante PA chiedono pratiche on-line per poi volere una copia cartacea?Pensa solo ai certificati medici: fatti on-line, poi però stampateveli eh! O per citare un episodio che mi capitò tempo fa col catasto di cuneo: procedure "digitale", fare on-line pratica docfa e poi inviare floppy con pdf firmato (e parlo di 3 anni fa massimo), alla domanda: invio on-line? Penna usb? No, solo floppy da 3.5".Del resto anche a guardarsi altrove la burocrazia è un settore che all'informatico tipo non piace e alla fine i software a tema sono scritti da gente che IMVHO farebbe meglio a dedicarsi all'agricoltura, ma con la zappa che già un trattore è pericoloso lasciarglielo, guidati da "project manager" che san a malapena accendere un computer... Microsoft e non solo lei lo san bene e giocano facile.
  • Mao99 scrive:
    Info
    Quando sti cosi inizieranno a girare sugli occhi della gente "IN" avremo delle telecamere da spinaggio mobili ovunque 24 ore su 24, un'inferno..
    • simma scrive:
      Re: Info
      - Scritto da: Mao99
      Quando sti cosi inizieranno a girare sugli occhi
      della gente "IN" avremo delle telecamere da
      spinaggio mobili ovunque 24 ore su 24,
      un'inferno..si ma studiati un po' di italiano porcoddio !!
      • massi scrive:
        Re: Info
        - Scritto da: simma
        - Scritto da: Mao99

        Quando sti cosi inizieranno a girare sugli
        occhi

        della gente "IN" avremo delle telecamere da

        spinaggio mobili ovunque 24 ore su 24,

        un'inferno..

        si ma studiati un po' di italiano porco d dio !!Si scrive staccato :$.
  • MicroShit Supporter scrive:
    MafiaSoft o CialtronSoft?
    Why should I trust anything this company says or does?
  • Claudio Pierantoni scrive:
    763411
    I prodotti MicroSoft sono spyware.
  • Namecess scrive:
    Microsoft offre una bussola
    Ma che se la infilino nel culo
  • cobland@gmail.com scrive:
    horror
    Chapeauedit: in risposta a rico-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 09 marzo 2017 23.51-----------------------------------------------------------
  • xte scrive:
    Una bussola?
    Mo siamo sicuri? Non è piuttosto un ortaggio verde che comincia per ce e finisce con olo? Ah, ma poi questa supposta bussola in che direzione punta?
    • Cristoforo Vespucci scrive:
      Re: Una bussola?
      - Scritto da: xte
      Mo siamo sicuri? Non è piuttosto un ortaggio
      verde che comincia per ce e finisce con olo? Ah,
      ma poi questa supposta bussola in che direzione
      punta?Non riesco a vedere la bussola, vedo solo la supposta (newbie).
  • ... scrive:
    please rise as we honor America... sob!
    Affidare enormi quantità di informazioni ad un' impresa straniera il cui paese d' origine, da cento anni, non fa altro che raccogliere dati su tutto e tutti al fine di avere un vantaggio strategico nei settori che contano.E ci tocca anche pagare :'(.Per questo noi non siamo un c***o e loro sono The United States Of America.In piedi sudditi![yt]AFf6Fv__9VI[/yt]
Chiudi i commenti