Email certificata, ecco di che si tratta

Punto Informatico ospita due autorevoli approfondimenti sulla recente introduzione della posta elettronica certificata. Il parere di Fulvio Sarzana di S.Ippolito (Lidis.it) e quello di Andrea Lisi (Scint.it)


Roma – In cosa consiste la posta certificata con valore legale e quali sono i requisiti per rivestire la figura di gestore di posta certificata? di Fulvio Sarzana di S.Ippolito ( www.lidis.it )

Le recenti notizie sulla presentazione, da parte dei Ministri Stanca e Mazzella, di uno schema di Decreto del Presidente della Repubblica idoneo a conferire validità giuridica allo scambio di posta elettronica “certificata” hanno sollevato una ridda di questioni. Basandosi sui “rumors” presenti un po’ ovunque sembra ipotizzabile una linea interpretativa della norma presentata.

Innanzitutto è bene far chiarezza sul fondamento giuridico su cui si basa la validità legale della e-mail certificata. Il presupposto di base da cui partire per affidare valore legale alla posta certificata è l’art 14 del dpr 445 2000 che consta di due commi:

1. Il documento informatico trasmesso per via telematica si intende inviato e pervenuto al destinatario, se trasmesso all’indirizzo elettronico da questi dichiarato.
2. La data e l’ora di formazione, di trasmissione o di ricezione di un documento informatico, redatto in conformità alle disposizioni del presente testo unico e alle regole tecniche di cui agli articoli 8, comma 2 e 9, comma 4, sono opponibili ai terzi.

Se le notizie circolate sull’emanando decreto fossero vere, il testo in esame dovrebbe aver modificato, a fini di certezza giuridica, il momento di validità giuridica della “consegna” della posta.

In pratica, prima del decreto del Presidente della Repubblica sulla posta certificata bastava trasmettere il documento con posta elettronica all’indirizzo e-mail dichiarato e la trasmissione si dava per avvenuta, con tutte le conseguenze del caso, oggi invece alla trasmissione si affianca il concetto di consegna al destinatario e di disponibilità presso l’indirizzo dichiarato dal destinatario stesso.

Questo significa che il documento trasmesso vale per il destinatario quando è consegnato al server di posta del destinatario e da quest’ultimo “reso disponibile” sul pc dell’utente. Inoltre, lo stesso sistema deve provvedere ad avvisare l’utente della avvenuta ricezione tramite una ricevuta di consegna. I soggetti che certificano rispettivamente l’invio e la consegna/disponibilità del destinatario sono i “gestori della posta elettronica certificata” che, tramite l’apposizione di una sorta di “sigillo” temporale, conferiscono data certa alla trasmissione e alla ricezione della posta.

Se volessimo fare un esempio tratto dalla vita quotidiana, il sistema è equiparabile a quello dei radiofari utilizzato presso gli aeroporti: ogni Aereo viene preso in carico da un diverso radiofaro che si assume la responsabilità di consentire il decollo e l’atterraggio dell’aeromobile, consentendo tra l’altro il “tracciamento” della rotta.
Tornando al caso in esame, tale tracciamento è fondamentale per conferire validità giuridica alle “evidenze” probatorie registrate dai gestori, poichè nel testo dovrebbe essere presente una norma che introduca l’obbligo di conservazione dei log da parte dei gestori di posta certificata in grado di sostituire le ricevute smarrite.

La norma, se introdotta, potrebbe però riproporre sotto altra forma la contestata disposizione del cd “decreto Grande Fratello”, relativa ai dati di traffico, perchè di fatto i dati conservati dovrebbero essere i dati relativi alla corrispondenza telematica, con tutte le conseguenze, anche in termini di violazione del diritto alla privacy, che hanno animato l’iter di approvazione del “decreto Grande Fratello”.

Per quanto riguarda la possibilità di divenire provider di posta certificata, ed in questo modo fungere da “garante” della avvenuta trasmissione, bisogna fare chiarezza sulla norma emananda.

Chi può essere “Gestore di posta elettronica certificata”?
La possibilità di svolgere la funzione di gestore della posta certificata, stando ai documenti presenti sul sito del Cnipa , seppur precedenti alla presentazione del Decreto in questione, è legata al possesso di requisiti molto rigidi che ricalcano sostanzialmente quanto già previsto dalla disciplina sulla firma elettronica avanzata.
I requisiti soggettivi dei certificatori di firma elettronica sono contenuti nella disciplina prevista dal Testo unico sulla documentazione amministrativa e sulle regole tecniche previste dal Decreto del Presidente della Repubblica 7 aprile 2003, n.137.

Quest’ultima norma prevede che coloro i quali vogliono esercitare il ruolo di certificatori di firma elettronica debbono comunque devono possedere i requisiti di onorabilità richiesti ai soggetti che svolgono funzioni di amministrazione, direzione e controllo presso le banche di cui all’articolo 26 del Testo Unico delle leggi in materia bancaria e creditizia. Mentre per poter rilasciare certificati dotati del massimo livello di sicurezza e qualità (la firma digitale per intenderci) i certificatori devono:
a) avere natura giuridica di società di capitali e un capitale sociale non inferiore a quello necessario, ai fini dell’autorizzazione alla attività bancaria ai sensi dell’articolo 14 del testo unico delle leggi in materia bancaria e creditizia, approvato con decreto legislativo 1° settembre 1993, n. 385 (cioè 12,5 miliardi delle vecchie lire);
b) garantire il possesso, oltre che da parte dei rappresentanti legali, anche da parte dei soggetti preposti alla amministrazione e dei componenti il collegio sindacale, dei requisiti di onorabilità richiesti ai soggetti che svolgono funzioni di amministrazione, direzione e controllo presso banche, ai sensi dell’articolo 26 citato del decreto legislativo 1° settembre 1993,n. 385.

La presenza di un elenco pubblico tenuto dal Cnipa, la necessità che i Provider di posta certificata rivestano il requisito della società di capitali e la delicatezza della materia trattata inducono a ritenere che i “provider” di posta certificata debbano essere in possesso di questi ultimi requisiti.

In entrambi i casi, comunque, solo aziende dotate di strumenti tecnologici organizzativi e finanziari molto solidi potranno accedere al mercato della posta certificata, il che induce a pensare che, al di là del fondamentale risultato per lo sviluppo dell’e-government di conferire valore giuridico allo scambio di posta elettronica certificata tra privati, la vera e sostanziale modifica organizzativa del decreto Stanca-Mazzella sulla posta certificata sia stata quella di sostituire un “monopolio” sull’invio di documenti fornito da un ex monopolista di stato con un “oligopolio tecnologico” presidiato dalla Pubblica Amministrazione tramite la custodia di un pubblico elenco, ottenendo tuttavia come risultato una prima e parziale liberalizzazione del mercato delle comunicazioni elettroniche.

Fulvio Sarzana di S.Ippolito
Studio Legale Sarzana & Partners www.lidis.it



E se la posta certificata sarà posta raccomandata a.r., l’e-mail semplice sarà posta ordinaria? di Andrea Lisi (avvocato, www.scint.it )

Uno Schema di DPR approvato dal Consiglio dei Ministri nella riunione del 25 marzo 2004, su proposta di Lucio Stanca, Ministro per l’Innovazione e le Tecnologie, e Luigi Mazzella, Ministro per la Funzione Pubblica, mira a riconoscere una piena validità giuridica ai documenti trasmessi per posta elettronica, tramite un sistema di “certificazione” nella trasmissione del messaggio (lo schema è pubblicato qui ).

Da quanto si legge nel Comunicato ufficiale di presentazione di tale Schema, “la posta elettronica può diventare posta certificata , come una normale raccomandata con avviso di ricevimento, così che l’invio e la ricezione di documenti con strumenti informatici (e-mail) avrà valore legale”.

Queste affermazioni sembrano prefigurare una vera rivoluzione nell’ambito dei rapporti interni della P.A., della P.A. con il cittadino e negli stessi rapporti tra privati.

In realtà, questo schema di DPR abbraccerebbe una tendenza comunitaria e internazionale (già evidenziata in numerosi articoli) che da tempo accosta l’e-mail ad altre forme di “documentazione scritta” quali telefax, telegrammi, telex. Si tratta di una importante conferma alle considerazioni intervenute in materia di valore giuridico dell’e-mail quale “forma scritta” (anche in seguito ai “famosi” decreti ingiuntivi emessi dal Tribunale di Cuneo e Bari sulla base della produzione di e-mail contenenti un riconoscimento di un debito) e, quindi, all’impostazione dottrinale di fondo secondo la quale l’e-mail ha una sua autonoma rilevanza giuridico-formale quale documento informatico avente “forma scritta”, a prescindere dall’apposizione di un “sigillo” sul documento (si fa riferimento ovviamente alla firma elettronica avanzata o digitale).

Il DPR, infatti, ha come evidente scopo quello di conferire maggiore sicurezza nella trasmissione della comunicazione elettronica (la quale continuerà ad avvenire tramite i normali protocolli già utilizzati dagli Internet Service Provider) attraverso un particolare meccanismo di “ricevute certificate”, che il mittente riceve dal gestore del servizio di “posta certificata” (art. 6 dello schema di DPR). Per assicurare maggiore certezza a queste “ricevute di trasmissione e accettazione” è prevista l’apposizione di firme elettroniche avanzate.

L’apposizione della firma elettronica avanzata è pertanto prevista non sul documento elettronico inoltrato dal mittente (l’e-mail), ma soltanto sulle ricevute di attestazione della avvenuta trasmissione e ricezione. Il meccanismo vuole, quindi, rendere più sicura la trasmissione, e conferire così “maggior certezza della spedizione e ricezione del messaggio elettronico rafforzando, quindi, la validità giuridica della stessa comunicazione telematica” (dal comunicato ufficiale del Ministro Stanca). Lo scopo è chiaramente quello di “rafforzare” la validità giuridica dell’e-mail semplice.

Il DPR in questione non sembrerebbe voler così attribuire “prova legale” (e quindi sicurezza assoluta) circa l’integrità e autenticità nel contenuto del messaggio inoltrato, ma mira ad attribuire una maggiore sicurezza e affidabilità nella trasmissione di quel documento, conferendo rilevanza giuridica ad uno strumento molto utilizzato ed economico come l’e-mail!

Naturalmente occorrerà aspettare e verificare meglio il contenuto specifico e tecnico del DPR, evitando troppe considerazioni “a caldo” su un documento normativo ancora non definitivo, ma non si può negare che il DPR abbia un innegabile carattere di novità e non può che essere accolto con soddisfazione.

Inoltre, l’art. 16 dello Schema di DPR prevede l’abrogazione del primo comma dell’art. 25 del DPR 445 del 2000, secondo il quale “in tutti i documenti informatici delle pubbliche amministrazioni la firma autografa o la firma, comunque prevista, è sostituita dalla firma digitale, in conformità alle norme del presente testo unico”. Questa automatica sostituzione pertanto non sarebbe più prevista per legge e occorrerebbe fare una valutazione caso per caso circa lo strumento di comunicazione elettronica più opportuno da utilizzare… rimarrebbe in vigore soltanto il secondo comma dello stesso articolo secondo il quale “l’uso della firma digitale integra e sostituisce ad ogni fine di legge l’apposizione di sigilli, punzoni, timbri, contrassegni e marchi comunque previsti”.

Secondo lo schema di DPR, quindi, l’e-mail “certificata” potrà essere liberamente utilizzabile nei rapporti “interni” e di natura “privatistica” della P.A. e naturalmente nelle comunicazioni tra privati. Ovviamente quando per taluni rapporti emergeranno esigenze di certezza e di “autenticazione” tipiche della P.A. allora serviranno altri meccanismi di “sigillazione” che possano assicurare il rispetto di quelle esigenze (come l’utilizzo della firma digitale o di altre forme di firma elettronica “avanzata” apposte sul messaggio).

Verrebbe pienamente accettata pertanto l’impostazione comunitaria e internazionale, secondo la quale viene attribuita a “qualsiasi forma di comunicazione che conservi la documentazione delle informazioni contenute e sia riproducibile in forma tangibile” (art. 1.10 Principi Unidroit) la “forma scritta” (e-mail, telegramma, telex, telefax che sia!): l’importante è, quindi, che siano presenti forme di autenticazione, anche molto leggere, che “leghino” in qualche modo quel documento al suo autore.

Ma come si potrebbe attribuire tale natura ad una “qualche cosa” che non esiste o che – secondo alcuni – non avrebbe natura documentale “scritta”?

Ancora una volta il legislatore ha voluto separare l’ambito “formale” da quello strettamente probatorio, assimilando formalmente l’e-mail ad altri documenti molto utilizzati nel commercio elettronico (“privato” o “amministrativo” che sia), ma lasciando giustamente irrisolto l’ambito probatorio (in merito al contenuto del documento): sarà il giudice a dover poi valutare caso per caso (secondo l’art. 10 del DPR 445/2000)… e – chiaramente – chi avrà “sottoscritto” il documento con firma digitale (o altre firme elettroniche “pesanti”) avrà il compito facilitato! Ma perchè mai si dovrebbe a priori negare qualsiasi rilevanza a strumenti di comunicazione così utilizzati (e così diversi tra loro)?

Inoltre, occorre considerare che se la posta “certificata”, attraverso un semplice meccanismo di “silenzio-assenso” da parte CNIPA (che svolgerà quindi compiti di controllo/vigilanza sui requisiti minimi di “sicurezza” del sistema di trasmissione della posta elettronica utilizzati dal gestore), svolgerà la funzione della posta raccomandata a.r. (anzi sarà ad essa”equiparata”), la semplice e-mail non potrebbe/dovrebbe quanto meno essere paragonata al sistema di posta normale (magari “prioritaria” visti i tempi immediati di trasmissione!!)? Questa considerazione, che potrebbe sembrare “provocatoria”, sembrerebbe confermata nello stesso comunicato ufficiale del Ministro Stanca, secondo il quale “la posta elettronica sta diventando sempre di più strumento quotidiano di comunicazione. La disposizione approvata oggi introduce la posta elettronica certificata dando maggior certezza della spedizione e ricezione del messaggio elettronico rafforzando, quindi, la validità giuridica della stessa comunicazione telematica, come del resto già avviene con la lettera raccomandata con avviso di ricevimento rispetto alla lettera con affrancatura ordinaria”.

La posta tradizionale non ha mai assicurato certezza assoluta, ma non per questo qualcuno ha mai dubitato del valore “formale” di un documento “scritto” pervenuto via posta! E’ la gradazione probatoria a variare da sistema a sistema, ma che tutti questi documenti siano “forma scritta”, ad avviso di chi scrive, è indubitabile.

Il legislatore italiano sta rivoluzionando un po’ la nostra “forma mentis” abituata allo “scritto cartaceo” (che non per questo era assolutamente “sicuro”) e ci sta abituando alle nuove “incertezze scritte” del bit! Poi, a seconda del caso e del documento che si vorrà spedire, potrà/dovrà essere utilizzata posta elettronica certificata o normale, si “accrediterà” il contenuto del documento con firma digitale o attraverso qualche altro “sigillo” biometrico “crittografato”, oppure si potrà semplicemente utilizzare il “pgp”…. proprio come succede nella vita quotidiana dove per comunicare alla propria moglie che si va a fare la spesa si lascia semplicemente un “post it” e non si va dal notaio! Oppure per inviare un ordinativo ad un cliente fidato non ci si fà “certificare” l’ordine da un pubblico ufficiale, ma se si deve costituire una “joint venture” con un partner straniero o sottoscrivere un contratto miliardario si utilizzeranno certamente maggiori accorgimenti!

Nell’Internet, come nella vita reale, risulta indispensabile proporre al “navigatore” un ventaglio di soluzioni senza imporre (giuridicamente) solo e soltanto questo o quel sigillo, questa o quella forma di comunicazione! Sarà il Giudice a valutare, volta per volta, la gradazione probatoria dei vari strumenti utilizzati (e prodotti in giudizio a sostegno di un proprio diritto), aiutato eventualmente da consulenti tecnici.

Per alcuni strumenti sarà lo stesso legislatore ad “imporre” al giudice una certa “lettura probatoria” relativamente ad un certo tipo di documento informatico (come quando esso risulti provvisto di firma “digitale”), in altri casi lo stesso giudice sarà libero di vagliare quel documento dal punto di vista probatorio caso per caso (come per la semplice e-mail). Ma a nessun documento possiamo permetterci di negare qualsiasi rilevanza formale (nè tanto meno ad uno strumento diffusissimo come la posta elettronica)!

In ogni caso ancora una volta appare indispensabile, più di qualsiasi legge o regolamento, cercare di far crescere la cultura dell’informatica nel giurista e nel cittadino, in modo che si possa “respirare” l’innovazione e “vivere” questi nuovi strumenti, altrimenti si rischia di far percorrere al cittadino strade imposte per legge che però non hanno nessun riscontro con la realtà (come purtroppo sta succedendo con la firma digitale che molti hanno dovuto acquistare, ma che ancora pochi effettivamente usano…).

Andrea Lisi
www.scint.it

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Re: 150 euro di finanziamento per il box
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo




    E cosa ci guadagna il nano sulla banda larga?

    Mha, non lo so, sicuramente il digitale terrestre
    è una bella chicca per la sinistra, così potranno
    farsi il terzo polo tv, il quarto, il quinto
    ecc... invece di stare a piagnucolare (meno gite
    in barca a vela e più fondi al partito io Canale
    DS non te lo pago davvero) e senza tante spese o
    litigare per avere le frequenze, poi ovviamente
    farà schifo e diventerà a pagamento, caccia il
    soldo compagno per vedere i tuoi beniamini,
    impossibile? Veramente l' hanno già fatto con LA7
    in embrione quando era di proprietà di un certo
    senatore dell' Ulivo (Cecchi Gori mi pare si
    chiamasse...) con il suo Fede Rosso personale
    (CURZIo-maltese) poi doveva diventare il terzo
    polo (per acchiappare il terzo pollo utente
    ex-rai ex-fininvest) ma ovviamente i compagni che
    non sono raggiunti dal terrestre non contano
    nulla, così LA7 entra sul satellite A PAGAMENTO
    nel pacchetto TELEPIU' e poi SKY, "guardaci
    compagno ma non dimenticare di pagare la tessera
    all' amico-nemico Mu(e)rdoch", oppure punta la
    parabola verso Tau-Ceti dove ci siamo ritagliati
    uno spazietto gratis.
    In che mani siamo....
  • Anonimo scrive:
    Re: Forse dirò un'eresia...
    vabbe io ho scritto se non avete manco la cortezza di leggere bene e' ovvio che le risposte vacillano un po...arrangiati tu e gli altrip.s. non mi hai mai visto scortese credimi
  • Anonimo scrive:
    domanda
    ma oggi, vedendo i vari articoli che cosa è successo? hanno bloccato il decreto? o lo hanno modificato? o che altro? spero in qlc risposta
  • Anonimo scrive:
    Ricordiamoci di Urbani
    Stavo già pensando come disdire un'abbonamento ADSL.Anche io non credo che la legge avrebbe fatto bene all'industria audiovisiva, personalmente avrei ripreso a comprare i CD dai venditori abusivi, per diversi motivi:Ho visto le videocassette dei cartoni animati di mia figlia a 6,5? al supermercato, mentre io 1 anno prima le ho pagate 22?, non sono Onassis ma non sono nemmeno un coglione.Se i prezzi fossero onesti, max 5 ? a CD, allora si che la pirateria (e la vera delinquenza che innegabilmente ne gestisce i profitti) subirebbe danni notevoli.Sacrificare qualche agnello a pasqua sull'altare dei diritti d'autore annientando il P2P farebbe solo riprendere quote di mercato alla vera delinquenza che si serve degli extracomunitari e pure clandestini.Chissa se il nostro presidente depenalizzando reati che provocano danni al paese per miliardi di euro e crocefiggendo chi vuole magari rinnovare una vecchia collezione di audiocassette con il nastro ormai consumato è sicuro di fare il bene del paese, (forse non il suo;)).Ricordiamoci anche di questo alle prossime votazioni, d'accordo che la libertà non è fare tutto quello che ti pare, ma essere considerati polli d'allevamento non possiamo più accettarlo.
  • Anonimo scrive:
    E' stato
    fattoamentheChrist
  • Anonimo scrive:
    Re: Forse dirò un'eresia...

    1. La via di mezzo si e' voluta chiamarla
    tassa su masterizzatori, supporti e hardware
    vario e mi sembra un entrata incisiva e
    continua.Non mi sembra tanto che qualcuno sia mosso per chiedere di legalizzare il p2p dopo l'introduzione di queste tasse, che infatti sono percepite come gabelle ingiustificate visto che il file sharing è rimasto illegale... La via di mezzo che intendevo è una consapevole tassazione del p2p che liberalizza ipso facto questa attività.
    2. Vuoi paragonare un film al cinema con
    dolby surround, in poltrona coi popcorn IN
    PUBBLICO - a - un divx in cui al 90% dei
    casi si parla dipessime "riproduzioni"
    video/audio, con spezzoni tagliati o
    incomprensibili e su un montior a 17 pollici
    e casse da pc, sulla sedia con la bottiglia
    di acqua vera a CASA TUA?Infatti: se fa schifo non lo scarichi, o lo scarichi e lo butti nel cestino, questa deve essere l'unica legge che regolerebbe il p2p, se fosse legale. E sono convinto che i cinema non si svuoterebbero...
    3. Mai sentito parlare di "Cultura
    cinematografica"? Non deve mai essere un
    bene per i signorotti del XXI secolo..Mi stai dando ragione: così com'è il monopolio della cultura audiovisiva in generale rende musica e cinema un bene per pochi, del tutto non paragonabile ai vantaggi che porterebbe una tassazione minima del p2p, sul piano della quantità di informazioni...
    4. Ti riporto un link di uno che l'ha
    postato qui, fai un favore a te stesso,
    leggilo quando hai 5 minuti del tuo tempo
    libero:
    www.comedonchisciotte.net/modules.php?name=NeLo leggerò con interesse, tu fai il favore a me di rivolgerti con più cortesia...
    5. Nel mondo dell'informatica e soprattutto
    in ambito di sviluppo, e' stato mosso
    qualcosa molti anni fa; di questo dobbiamo
    ringraziare un gruppo di hackers VERI..
    questa cosa si chiama Open Source e GNU. Da
    un po' ormai, ti rammento, noi sistemisti e
    utenti abbiamo la fortuna di contare su una
    miriade di programmi e molti sistemi
    operativi completamente esenti dal concetto
    di copyright e che guarda caso funzionano
    meglio di quelli che invece non possono dire
    altrettanto e si fanno pagare per questo. Ti
    consiglio anche, a te e a tutti quelli che
    non l'hanno fatto, la lettura del libro "La
    cattedrale e il bazar" di Eric S. Raymond,
    il libro, gratuito se scaricato in formato
    elettronico "Codice libero" di Richard
    Stallman, di visitare il sito www.gnu.org
    (un must), e per ultimo (ma forse potrebbe
    essere la prima cosa da fare) di scaricarti
    il film "Revolution OS".. naturalmente in
    divX!
    :pC'è uno che ti ha risposto a meraviglia appena sopra.Cordialmente
  • Anonimo scrive:
    Re: barzelletta?
    fare i remake e' persino piu' difficile di fare film originali,quindi non biasimerei troppo burton. pensa a fuga da los angeles di carpenter: secondo me per chi ha visto new york e' da tagliarsi le vene, non c'e' paragone per niente. eppure il regista e' sempre lui!
  • Anonimo scrive:
    Re: barzelletta?
    Se non ricordo male ne avevano parlato alle Iene qualche tempo fa.Anzi ne ho quasi la certezza matematica.
    Colgo l'occasione per ricordarvi che uno dei
    film più finanziati è stato
    "Senso 45" di T. Brass notizia da me appresa
    su Venerdì di Repubblica... (non
    l'ho verificata ma non fatico a crederci)
  • Anonimo scrive:
    Re: Forse dirò un'eresia...
    Talvolta si confonde licenza GNU con gratis, ma non è detto che un prodotto rilasciato sotto licenza GNU sia sempre gratuito. Se per i SO paghi solo i costi di distribuzione (come il supporto stesso su cui è stato masterizzato, il costo della stampa del manuale etc etc) esistono tantissimi programmi protetti da GNU a pagamento. Io azienda pago il prodotto ma poi sono proprietaria del SW stesso, potendone modificare il contenuto ed eventualmente rivenderlo, regalarlo etc etc. Se ci lucro sopra devo ovviamente pagare i diritti d'autore all'autore (giustamente). Differente è il concetto di open source, dove di solito una commisione di terze parti o dell'azienda stessa decide quali modifiche da parte degli utenti applicare. Spero di essere stato più chiaro adesso.Pato -GK-
  • TPK scrive:
    Re: barzelletta?
    - Scritto da: Anonimo
    sono curioso anche io di vedere k.^2Mah, se penso al remake de "Il pianeta delle scimmie" di Tim Burton... :s
  • Anonimo scrive:
    Re: barzelletta?
    se uccidera' il cinema non lo so, spero uccida almeno il suo!!!!
  • Anonimo scrive:
    Re: barzelletta?
    sono curioso anche io di vedere k.^2
  • TPK scrive:
    Re: barzelletta?
    - Scritto da: nefasto

    Forse non si è capito il mio tono
    scherzoso. Comunque probabilmente ti confondi con Aurelio, produttore dei vari Natale in India, Natale sul Nilo... che e' quello che si lamentava che la pirateria uccidera' il cinema.
  • Anonimo scrive:
    Re: barzelletta?
    - Scritto da: Anonimo
    il signore degli anelli e' uno dei film
    peggiori di peter jckson, era piu' bravo a
    fare i b-movie. prte creature del cielo,
    ovviamente, che e' uno dei suoi film
    migliori.Beh avremo modo di giudicare quando uscira King Kong!
  • Anonimo scrive:
    Re: Forse dirò un'eresia...
    - Scritto da: Anonimo
    Non è che open source e GNU vogliano
    dire esimersi dal diritto di autore e
    copyright, un prodotto con licenza GNU
    è tutelato dal diritto d'autore forse
    più di un opera fatta con licenza
    standard. Ho letto la licenza GNU :)Infatti.. sfondi una porta aperta.Ma nella licenza GNU non esiste il concetto di "costo" per cio' che ho menzionato, e' l'opera stessa il bene primario, da salvaguardare.
  • Anonimo scrive:
    Re: il decreto non è stato bocciato ??
    megaultraquotinghttp://www.library.yale.edu/training/netiquette/quoting.htmma che te lo dico a fareregards
  • Anonimo scrive:
    Re: barzelletta?
    il signore degli anelli e' uno dei film peggiori di peter jckson, era piu' bravo a fare i b-movie. prte creature del cielo, ovviamente, che e' uno dei suoi film migliori.
  • Anonimo scrive:
    Re: Forse dirò un'eresia...
    Non è che open source e GNU vogliano dire esimersi dal diritto di autore e copyright, un prodotto con licenza GNU è tutelato dal diritto d'autore forse più di un opera fatta con licenza standard. Pato -GK-
  • Anonimo scrive:
    Re: barzelletta?
    capisci cosi' tanto di film che devi essere forzista
  • Anonimo scrive:
    Re: Forse dirò un'eresia...

    Il problema dei diritti d'autore esiste e
    nelle caverne ci torneremo presto se non
    capiamo che è su questo punto che
    bisogna negoziare... altrimenti cadiamo
    nello stesso eccesso delle major, che
    vogliono TUTTO e sono assolutamete rigide su
    qualunque soluzione cambi minimamente il
    sistema dei diritti d'autore.
    Per potersi legittimare il p2p deve
    ammettere che i diritti d'autore sono un
    problema *reale*, e non ritenere che
    scaricare sia un diritto e basta... Lo
    scambio di cultura non implica il
    calpestamento dei diritti d'autore, come non
    implica la situazione monopolistica che oggi
    regola questo scambio a vantaggio di
    pochi...
    Tra le due condizioni ci sarà pure
    una via di mezzo no?1. La via di mezzo si e' voluta chiamarla tassa su masterizzatori, supporti e hardware vario e mi sembra un entrata incisiva e continua.2. Vuoi paragonare un film al cinema con dolby surround, in poltrona coi popcorn IN PUBBLICO - a - un divx in cui al 90% dei casi si parla dipessime "riproduzioni" video/audio, con spezzoni tagliati o incomprensibili e su un montior a 17 pollici e casse da pc, sulla sedia con la bottiglia di acqua vera a CASA TUA?3. Mai sentito parlare di "Cultura cinematografica"? Non deve mai essere un bene per i signorotti del XXI secolo..4. Ti riporto un link di uno che l'ha postato qui, fai un favore a te stesso, leggilo quando hai 5 minuti del tuo tempo libero:http://www.comedonchisciotte.net/modules.php?name=News&file=article&sid=15095. Nel mondo dell'informatica e soprattutto in ambito di sviluppo, e' stato mosso qualcosa molti anni fa; di questo dobbiamo ringraziare un gruppo di hackers VERI.. questa cosa si chiama Open Source e GNU. Da un po' ormai, ti rammento, noi sistemisti e utenti abbiamo la fortuna di contare su una miriade di programmi e molti sistemi operativi completamente esenti dal concetto di copyright e che guarda caso funzionano meglio di quelli che invece non possono dire altrettanto e si fanno pagare per questo. Ti consiglio anche, a te e a tutti quelli che non l'hanno fatto, la lettura del libro "La cattedrale e il bazar" di Eric S. Raymond, il libro, gratuito se scaricato in formato elettronico "Codice libero" di Richard Stallman, di visitare il sito www.gnu.org (un must), e per ultimo (ma forse potrebbe essere la prima cosa da fare) di scaricarti il film "Revolution OS".. naturalmente in divX!:PL'autore del post al quale hai risposto.
  • Anonimo scrive:
    Re: il decreto non è stato bocciato ??
    - Scritto da: Anonimo
    se un decreto legge ma viene modificato
    diventando legge, la legge sostituisce
    retroattivamente il decreto rispetto al
    periodo di vigore del decreto o sbaglio?
    quindi se la legge viene cambiata rispetto
    al decreto e vieni denunciato nel periodo
    del decreto, ma secondo la legge l'accusa
    non sussiste, la pena non si applica.. o
    sbaglio?Non sbagli,per questo non ha senso agire adesso spendendo tempo e risorse se poi modificheranno la legge nei termini della non punibilità del download per uso personale.
  • Anonimo scrive:
    Re: il decreto non è stato bocciato ??
    se un decreto legge ma viene modificato diventando legge, la legge sostituisce retroattivamente il decreto rispetto al periodo di vigore del decreto o sbaglio?quindi se la legge viene cambiata rispetto al decreto e vieni denunciato nel periodo del decreto, ma secondo la legge l'accusa non sussiste, la pena non si applica.. o sbaglio?
  • Anonimo scrive:
    Re: Forse dirò un'eresia...
    - Scritto da: Anonimo
    Si ma ragazzi tralasciamo un dettaglio
    importante, qui stiamo dando implicitamente
    per scontato che la legge era giusta e che
    questa che ci fanno deve essere una
    concessione; invece come abbiamo piu' volte
    detto in questo forum la cultura non e' un
    bene commerciabile, essa e' imprescindibile
    altrimenti torniamo nelle caverne!
    La tassa la deve pagare il provider e
    soprattutto non rivalersi sui clienti.Il problema dei diritti d'autore esiste e nelle caverne ci torneremo presto se non capiamo che è su questo punto che bisogna negoziare... altrimenti cadiamo nello stesso eccesso delle major, che vogliono TUTTO e sono assolutamete rigide su qualunque soluzione cambi minimamente il sistema dei diritti d'autore.Per potersi legittimare il p2p deve ammettere che i diritti d'autore sono un problema *reale*, e non ritenere che scaricare sia un diritto e basta... Lo scambio di cultura non implica il calpestamento dei diritti d'autore, come non implica la situazione monopolistica che oggi regola questo scambio a vantaggio di pochi...Tra le due condizioni ci sarà pure una via di mezzo no?
  • Anonimo scrive:
    6 1 povero pirla scemo!!!!!
  • Anonimo scrive:
    Re: Ho un sogno...
    - Scritto da: LoScrivano
    (sull'evoluzione possibile di Mute vi dicono
    niente pedo e 11 settembre?).Mi dispiace ma non sono d'accordo. Il P2P non stupra e non uccide nessuno, e il libero scambio (quindi libero, non legato a ipotesi di lucro) non favorisce nemmeno i delitti in questione. Inoltre, se anche tu non fossi d'accordo, o non lo fossi io, cosa cambierebbe? Mute esiste e nessuno ormai può ricacciarlo nelle menti di chi lo ha concepito. Cerchiamo di non fare l'errore delle major, che credono di poter fermare le lancette del tempo. Luke
    • LoScrivano scrive:
      Re: Ho un sogno...
      - Scritto da: Anonimo

      - Scritto da: LoScrivano


      (sull'evoluzione possibile di Mute vi
      dicono

      niente pedo e 11 settembre?).

      Mi dispiace ma non sono d'accordo. Il P2P
      non stupra e non uccide nessuno, e il libero
      scambio (quindi libero, non legato a ipotesi
      di lucro) non favorisce nemmeno i delitti in
      questione. Inoltre, se anche tu non fossi
      d'accordo, o non lo fossi io, cosa
      cambierebbe? Mute esiste e nessuno ormai
      può ricacciarlo nelle menti di chi lo
      ha concepito. Cerchiamo di non fare l'errore
      delle major, che credono di poter fermare le
      lancette del tempo.

      LukeD'accordo.E forse sono stato un po' catastrofico.Me ne rendo conto: il progresso informatico non si può fermare.Inoltre, se fosse per chi, come me (e penso come noi), fa un uso razionale del p2p, Mute può essere un ottimo sistema.Soprattutto col rischio di leggi che vanno a colpire i deboli e non toccano i potenti.(In pratica: è paradossale che io, downloader di un po' di musica e di videoclip/cartoni/telefilm, rischi di farmi sequestrare il pc quanto un immondo pedo.)Ho ancora fiducia che noi utenti razionali siamo la maggior parte.Purtroppo però continuo ad avere molta paura per gli sviluppi futuri, da parte dei pochi utenti non razionali di cui sopra.E quella paura non riesco proprio a ricacciarmela dentro.Scusate la malinconia: ma quello che accade, (luke, vi sono anche compresi gli abusi da parte delle majors), mi rende triste e anche un po' arrabbiato.Ed ancor più quello che può accadere in futuro.Ad un domani migliore.Ciao
  • Anonimo scrive:
    Re: Forse dirò un'eresia...
    Si ma ragazzi tralasciamo un dettaglio importante, qui stiamo dando implicitamente per scontato che la legge era giusta e che questa che ci fanno deve essere una concessione; invece come abbiamo piu' volte detto in questo forum la cultura non e' un bene commerciabile, essa e' imprescindibile altrimenti torniamo nelle caverne!La tassa la deve pagare il provider e soprattutto non rivalersi sui clienti.
  • Anonimo scrive:
    Re: barzelletta?
    Cos'hai contro Dune? E' un grandissimo film; se poi non lo capisci la colpa non è di Ekleptical.
  • Anonimo scrive:
    Re: il decreto non è stato bocciato ??
    - Scritto da: Anonimo


    - Scritto da: Anonimo





    - Scritto da: Anonimo








    - Scritto da: Anonimo











    - Scritto da: Anonimo














    - Scritto da: Anonimo

















    - Scritto da:
    Anonimo




















    - Scritto da:

    Anonimo







    Ma quale


    ritirato??? E



    basta!






    Quindi

    l'unità,il


    sito



    dei





    DS,l'ANSA






    e altri hanno
    fatto

    un


    pesce







    d'aprile,capisco.





    no, sei tu che sei
    un


    ignorante in




    materia





    legislativa... alla
    pari

    di


    quei



    pirla




    che





    credono che
    l'illecito di


    scaricare





    materiale protetto
    sia


    iniziato con




    questo





    decreto.





    un decreto legge
    deve

    essere



    convertito




    in





    legge dalle
    camere...

    prima di



    arrivare




    in





    parlamento pero'
    passa

    per le


    varie





    commissioni
    (cultura,

    sport,



    esteri,





    finanze...) per
    essere


    discusso



    con i





    rappresentanti dei
    gruppi



    parlamentari




    e con





    il relatore del
    disegno

    di


    legge



    per il





    governo.





    le agenzie di
    stampa oggi


    hanno





    semplicemente detto
    che

    ci


    saranno





    modifiche, ma
    finche' non


    viene




    convertito





    in legge il decreto

    rimane


    attivo




    eccome.




    Compimenti per
    l'educazione.




    Se dicono di voler
    eliminare

    la



    sanzione per




    chi scarica ad uso


    personale,secondo te



    lo




    applicano il decreto?



    sei incredibilmente ingenuo...



    prima di tutto si discuteva
    se il


    decreto



    fosse attivo o no, e lo e',
    non e'

    certo



    stato bocciato o ritirato.



    se tu vieni beccato oggi, il

    decreto lo



    applicano ECCOME, visto che le

    forze



    dell'ordine si basano su
    quello

    che e'



    scritto sulla gazzetta
    ufficiale,

    non


    sulle



    dichiarazioni rilasciate
    all'ANSA.



    se poi durante la conversione
    in

    legge



    cambiera' qualcosa,
    ovviamente non

    avrai



    guai. ma il punto di base e'
    che

    a) era



    illecito scaricare ANCHE
    PRIMA DEL


    DECRETO e



    b) la legge sul diritto
    d'autore

    RIMANE.



    quindi, tranne che non
    decidano di


    cambiare



    anche quella permettemdo a
    tutti di



    scaricare per uso personale
    quello

    che


    si



    vuole, l'illecito rimarra'

    comunque.


    Ma parlare senza un tono da
    saccenti no?


    Comunque parlano di liberalizzare
    il


    downoload personale: a cosa serve
    fare

    caos


    adesso se poi liberalizzi?


    Se vogliono cambiare il decreto
    adesso

    non


    fanno niente di certo,perchè


    dovrebbero poi rivdere tutte le

    eventuali


    sanzioni.


    Capisco anche io che non è

    ritirato


    de facto,ma quando gli stessi che
    lo

    hanno


    approvato e pubblicato dicono che

    è


    da rivedere,dubito che intanto lo


    applichino(sempre che quel
    pastrocchio

    sia


    mai stato lontanamente
    applicabile).



    scusa eh... ma non sono gli onorevoli
    che

    applicano le leggi, loro le fanno. sono
    i

    magistrati e le forze dell'ordine che le

    applicano. e se oggi vengono a
    conoscenza di

    qualcosa non e' che possono ignorare
    perche'

    "i politici hanno promesso che
    cambieranno",

    perche' potrebbero essere denunciati a
    loro

    volta se non procedessero.
    Sì,certo,come se le forze dell'ordine
    non agissero su pressioni dall'alto.
    Infatti vedo che chi vende cd masterizzati
    per le vie delle città è
    multato e arrestato......siete troppo ingenui...con lega e AN al governo non credi allora che la caccia agli immigrati che vendono roba illegale sulle strade dovrebbe essere una priorita'? invece...certo, ogni tanto ci sono pressioni, ma solo per cose di una certa portata, non per ste cazzate.
  • Anonimo scrive:
    Ma imparate a quotare?
    Non e' difficile!:@
  • Anonimo scrive:
    Re: il decreto non è stato bocciato ??
    - Scritto da: Anonimo


    - Scritto da: Anonimo





    - Scritto da: Anonimo








    - Scritto da: Anonimo











    - Scritto da: Anonimo














    - Scritto da: Anonimo

















    - Scritto da:
    Anonimo






    Ma quale

    ritirato??? E


    basta!





    Quindi
    l'unità,il

    sito


    dei




    DS,l'ANSA





    e altri hanno fatto
    un

    pesce





    d'aprile,capisco.




    no, sei tu che sei un

    ignorante in



    materia




    legislativa... alla pari
    di

    quei


    pirla



    che




    credono che l'illecito di

    scaricare




    materiale protetto sia

    iniziato con



    questo




    decreto.




    un decreto legge deve
    essere


    convertito



    in




    legge dalle camere...
    prima di


    arrivare



    in




    parlamento pero' passa
    per le

    varie




    commissioni (cultura,
    sport,


    esteri,




    finanze...) per essere

    discusso


    con i




    rappresentanti dei gruppi


    parlamentari



    e con




    il relatore del disegno
    di

    legge


    per il




    governo.




    le agenzie di stampa oggi

    hanno




    semplicemente detto che
    ci

    saranno




    modifiche, ma finche' non

    viene



    convertito




    in legge il decreto
    rimane

    attivo



    eccome.



    Compimenti per l'educazione.



    Se dicono di voler eliminare
    la


    sanzione per



    chi scarica ad uso

    personale,secondo te


    lo



    applicano il decreto?


    sei incredibilmente ingenuo...


    prima di tutto si discuteva se il

    decreto


    fosse attivo o no, e lo e', non e'
    certo


    stato bocciato o ritirato.


    se tu vieni beccato oggi, il
    decreto lo


    applicano ECCOME, visto che le
    forze


    dell'ordine si basano su quello
    che e'


    scritto sulla gazzetta ufficiale,
    non

    sulle


    dichiarazioni rilasciate all'ANSA.


    se poi durante la conversione in
    legge


    cambiera' qualcosa, ovviamente non
    avrai


    guai. ma il punto di base e' che
    a) era


    illecito scaricare ANCHE PRIMA DEL

    DECRETO e


    b) la legge sul diritto d'autore
    RIMANE.


    quindi, tranne che non decidano di

    cambiare


    anche quella permettemdo a tutti di


    scaricare per uso personale quello
    che

    si


    vuole, l'illecito rimarra'
    comunque.

    Ma parlare senza un tono da saccenti no?

    Comunque parlano di liberalizzare il

    downoload personale: a cosa serve fare
    caos

    adesso se poi liberalizzi?

    Se vogliono cambiare il decreto adesso
    non

    fanno niente di certo,perchè

    dovrebbero poi rivdere tutte le
    eventuali

    sanzioni.

    Capisco anche io che non è
    ritirato

    de facto,ma quando gli stessi che lo
    hanno

    approvato e pubblicato dicono che
    è

    da rivedere,dubito che intanto lo

    applichino(sempre che quel pastrocchio
    sia

    mai stato lontanamente applicabile).

    scusa eh... ma non sono gli onorevoli che
    applicano le leggi, loro le fanno. sono i
    magistrati e le forze dell'ordine che le
    applicano. e se oggi vengono a conoscenza di
    qualcosa non e' che possono ignorare perche'
    "i politici hanno promesso che cambieranno",
    perche' potrebbero essere denunciati a loro
    volta se non procedessero.Sì,certo,come se le forze dell'ordine non agissero su pressioni dall'alto.Infatti vedo che chi vende cd masterizzati per le vie delle città è multato e arrestato......
  • Anonimo scrive:
    Re: il decreto non è stato bocciato ??
    - Scritto da: Anonimo


    - Scritto da: Anonimo





    - Scritto da: Anonimo








    - Scritto da: Anonimo











    - Scritto da: Anonimo














    - Scritto da: Anonimo





    Ma quale
    ritirato??? E

    basta!




    Quindi l'unità,il
    sito

    dei



    DS,l'ANSA




    e altri hanno fatto un
    pesce




    d'aprile,capisco.



    no, sei tu che sei un
    ignorante in


    materia



    legislativa... alla pari di
    quei

    pirla


    che



    credono che l'illecito di
    scaricare



    materiale protetto sia
    iniziato con


    questo



    decreto.



    un decreto legge deve essere

    convertito


    in



    legge dalle camere... prima di

    arrivare


    in



    parlamento pero' passa per le
    varie



    commissioni (cultura, sport,

    esteri,



    finanze...) per essere
    discusso

    con i



    rappresentanti dei gruppi

    parlamentari


    e con



    il relatore del disegno di
    legge

    per il



    governo.



    le agenzie di stampa oggi
    hanno



    semplicemente detto che ci
    saranno



    modifiche, ma finche' non
    viene


    convertito



    in legge il decreto rimane
    attivo


    eccome.


    Compimenti per l'educazione.


    Se dicono di voler eliminare la

    sanzione per


    chi scarica ad uso
    personale,secondo te

    lo


    applicano il decreto?

    sei incredibilmente ingenuo...

    prima di tutto si discuteva se il
    decreto

    fosse attivo o no, e lo e', non e' certo

    stato bocciato o ritirato.

    se tu vieni beccato oggi, il decreto lo

    applicano ECCOME, visto che le forze

    dell'ordine si basano su quello che e'

    scritto sulla gazzetta ufficiale, non
    sulle

    dichiarazioni rilasciate all'ANSA.

    se poi durante la conversione in legge

    cambiera' qualcosa, ovviamente non avrai

    guai. ma il punto di base e' che a) era

    illecito scaricare ANCHE PRIMA DEL
    DECRETO e

    b) la legge sul diritto d'autore RIMANE.

    quindi, tranne che non decidano di
    cambiare

    anche quella permettemdo a tutti di

    scaricare per uso personale quello che
    si

    vuole, l'illecito rimarra' comunque.
    Ma parlare senza un tono da saccenti no?
    Comunque parlano di liberalizzare il
    downoload personale: a cosa serve fare caos
    adesso se poi liberalizzi?
    Se vogliono cambiare il decreto adesso non
    fanno niente di certo,perchè
    dovrebbero poi rivdere tutte le eventuali
    sanzioni.
    Capisco anche io che non è ritirato
    de facto,ma quando gli stessi che lo hanno
    approvato e pubblicato dicono che è
    da rivedere,dubito che intanto lo
    applichino(sempre che quel pastrocchio sia
    mai stato lontanamente applicabile).scusa eh... ma non sono gli onorevoli che applicano le leggi, loro le fanno. sono i magistrati e le forze dell'ordine che le applicano. e se oggi vengono a conoscenza di qualcosa non e' che possono ignorare perche' "i politici hanno promesso che cambieranno", perche' potrebbero essere denunciati a loro volta se non procedessero.
  • nefasto scrive:
    barzelletta?
    http://www.unita.it/index.asp?SEZIONE_COD=HP&TOPIC_TIPO=&TOPIC_ID=34239 http://www.corriere.it/Primo_Piano/Politica/2004/04_Aprile/01/decretourbani.shtml Fra Berlusconi e UrbaniB:"hai fatto un sondaggio prima di questo Decreto vero? e sono tutti d'accordo immagino?" U:"Si certo non lo vuole nessuno" B:"Cosaaaaaa? Siamo in un momento delicato fra un po' si vota e tu mi fai questo?" U:"Ma abbiamo il sostegno di Dino de Laurentis.." B:"Chi?" U:"Quello che fa i film?" B:"Li chiami film quelli?" U:"Ma sono opere d'arte..." B:"Ma non ti potevi occupare di qualche teatro o di un museo. Senti ma vai un po' a giocare sulla tangenziale!!!"
    • Ekleptical scrive:
      Re: barzelletta?

      U:"Quello che fa i film?"
      B:"Li chiami film quelli?" Ummm... vediamo che film ha prodotto De Laurentis: "La strada", "Le notti di Cabiria" di Fellini, "La grande guerra" di Monicelli, "Serpico", "Dune", "L'armata delle tenebre", ecc....Io li definirei proprio film e anche arte...
      • Anonimo scrive:
        Re: barzelletta?
        "Dune" un film? Arte? Proprio no, bello...
      • Anonimo scrive:
        Re: barzelletta?
        -
        Ummm... vediamo che film ha prodotto De
        Laurentis: "La strada", "Le notti di
        Cabiria" di Fellini, "La grande guerra" di
        Monicelli, "Serpico", "Dune", "L'armata
        delle tenebre", ecc....

        Io li definirei proprio film e anche arte...Mano male che non faceva anche altre cosehttp://www.repubblica.it/news/ired/ultimora/rep_nazionale_n_655671.html
      • nefasto scrive:
        Re: barzelletta?
        - Scritto da: Ekleptical
        Ummm... vediamo che film ha prodotto De
        Laurentis: "La strada", "Le notti di
        Cabiria" di Fellini, "La grande guerra" di
        Monicelli, "Serpico", "Dune", "L'armata
        delle tenebre", ecc....

        Io li definirei proprio film e anche arte...Forse non si è capito il mio tono scherzoso. Cmq non mi pare che ora ne faccia più di film simili anche se non ho una gran cultura cinematografica e potrei sbagliarmi . Cmq se facesse film di pari valore a quelli citati non sarebbero messi in crisi dal p2p. (Il signore degli Anelli mi hanno detto girava il giorno stesso dell'uscita in sala e lo stesso vale per i film di serie A che guadagnano Milioni di Euro o Dollari fate voi)Colgo l'occasione per ricordarvi che uno dei film più finanziati è stato "Senso 45" di T. Brass notizia da me appresa su Venerdì di Repubblica... (non l'ho verificata ma non fatico a crederci)
    • Anonimo scrive:
      Re: barzelletta?
      ho letto tutta la trafila di risposte! e tutte parlano del produttore o dei film. ma il tema non era la sudditata di urbani (con la u minuscola)? se tutti nel nostro paese sono attenti come i lettori di questa barzelletta, forse ha ragione urbani (con la u minuscola)Riccardo
  • Anonimo scrive:
    Re: il decreto non è stato bocciato ??
    - Scritto da: Anonimo


    - Scritto da: Anonimo





    - Scritto da: Anonimo








    - Scritto da: Anonimo











    - Scritto da: Anonimo




    Ma quale ritirato??? E
    basta!



    Quindi l'unità,il sito
    dei


    DS,l'ANSA



    e altri hanno fatto un pesce



    d'aprile,capisco.


    no, sei tu che sei un ignorante in

    materia


    legislativa... alla pari di quei
    pirla

    che


    credono che l'illecito di scaricare


    materiale protetto sia iniziato con

    questo


    decreto.


    un decreto legge deve essere
    convertito

    in


    legge dalle camere... prima di
    arrivare

    in


    parlamento pero' passa per le varie


    commissioni (cultura, sport,
    esteri,


    finanze...) per essere discusso
    con i


    rappresentanti dei gruppi
    parlamentari

    e con


    il relatore del disegno di legge
    per il


    governo.


    le agenzie di stampa oggi hanno


    semplicemente detto che ci saranno


    modifiche, ma finche' non viene

    convertito


    in legge il decreto rimane attivo

    eccome.

    Compimenti per l'educazione.

    Se dicono di voler eliminare la
    sanzione per

    chi scarica ad uso personale,secondo te
    lo

    applicano il decreto?
    sei incredibilmente ingenuo...
    prima di tutto si discuteva se il decreto
    fosse attivo o no, e lo e', non e' certo
    stato bocciato o ritirato.
    se tu vieni beccato oggi, il decreto lo
    applicano ECCOME, visto che le forze
    dell'ordine si basano su quello che e'
    scritto sulla gazzetta ufficiale, non sulle
    dichiarazioni rilasciate all'ANSA.
    se poi durante la conversione in legge
    cambiera' qualcosa, ovviamente non avrai
    guai. ma il punto di base e' che a) era
    illecito scaricare ANCHE PRIMA DEL DECRETO e
    b) la legge sul diritto d'autore RIMANE.
    quindi, tranne che non decidano di cambiare
    anche quella permettemdo a tutti di
    scaricare per uso personale quello che si
    vuole, l'illecito rimarra' comunque.Ma parlare senza un tono da saccenti no?Comunque parlano di liberalizzare il downoload personale: a cosa serve fare caos adesso se poi liberalizzi?Se vogliono cambiare il decreto adesso non fanno niente di certo,perchè dovrebbero poi rivdere tutte le eventuali sanzioni.Capisco anche io che non è ritirato de facto,ma quando gli stessi che lo hanno approvato e pubblicato dicono che è da rivedere,dubito che intanto lo applichino(sempre che quel pastrocchio sia mai stato lontanamente applicabile).
  • Anonimo scrive:
    Internet siamo noi
    Dal Corriere della Sera (http://www.corriere.it/Primo_Piano/Politica/2004/04_Aprile/01/decretourbani.shtml)
    La petizione online, le attese sui siti fino a notte fonda, gli interventi sui forum e tutto quanto abbiamo fatto alla fine è servito a qualcosa.Un grazie anche a Punto Informatico, secondo me è stata la voce che ha dato più risalto alla faccenda, aggiornando le news anche più volte al giorno e dandoci la possibilità di aggiornarci, criticare e passare parola.Internet siamo noi. Internet è nostra. ;)
    • Anonimo scrive:
      Re: Internet siamo noi
      nel post è sparito il pezzo dell'articolo, lo incollo qui:[cut]le decine di migliaia di firme raccolte contro quella scelta e la mobilitazione del popolo della rete hanno ottenuto un primo risultato[cut]
  • Anonimo scrive:
    Forse dirò un'eresia...
    ... ma l'idea di una tassa sulla connettività a risarcimento delle violazioni del diritto d'autore -- analoga a quella sui supposrti vergini -- mi sembra la soluzione più comoda e fattibile e, almeno da parte mia, accettabile da parte degli utenti.A patto naturalmente che il file sharing diventi legale in tutto e per tutto, ossia a prescindere dalla quantità e dalla qaulità dei contenuti condivisi.Per il problema rappresentato da chi ha l'ADSl ma il p2p non lo usa, e dovrebbe cmq pagare questa tassa , si potrebbero ideare abbonamenti alternativi, e operare una serie di controlli (esattamente come quelli che ora portano all'accertamento dell'illecito) proprio su chi ha contratto questo abbonamento "no-p2p": ossia, se vieni beccato a scaricare e hai questo abbonamento devi pagare la tassa e magari una sovrattassa, un po' come quando ti beccano senza biglietto...
    • Anonimo scrive:
      Re: Forse dirò un'eresia...
      come idea non sarebbe male... sarebbe l'alternativa migliore ... tanto vincono sempre i più furbi!
      • Anonimo scrive:
        Re: Forse dirò un'eresia...
        - Scritto da: Anonimo
        come idea non sarebbe male... sarebbe
        l'alternativa migliore ... tanto vincono
        sempre i più furbi!Sì ma secondo me l'attrattiva verso questo p2p legale sarebbe troppo forte per la maggioranza degli utenti, i furbi sarebbero una fortissima minoranza..., chi te lo fa fare di sfidare i controlli e scaricare in modo illegale, se puoi farlo in modo legale e non troppo dispendioso...Esattamente come, statisticamente, sono quelli che pagano il biglietto la maggioranza dei viaggiatori su treni e autobus, e non gli scrocconi...
    • Anonimo scrive:
      Re: Forse dirò un'eresia...
      Eresia?? le definirei pure ca**ate!!! ecco in questo post ci sono tutti coloro che utilizzano il P2P solo per scaricare divx e mp3, che invece possa servire anche per trasferire da un utente all'altro file di enorme quantità senza alcun riferimento al copytight, questo non vi passa per la testa? e per fare ciò non vedo per quale assurdo motivo io debba pagare una tassa, a questo punto che il DL Urbani diventi legge così com'è.
  • Anonimo scrive:
    Re: il decreto non è stato bocciato ??
    - Scritto da: Anonimo


    - Scritto da: Anonimo





    - Scritto da: Anonimo








    - Scritto da: Anonimo



    Ma quale ritirato??? E basta!


    Quindi l'unità,il sito dei

    DS,l'ANSA


    e altri hanno fatto un pesce


    d'aprile,capisco.

    no, sei tu che sei un ignorante in
    materia

    legislativa... alla pari di quei pirla
    che

    credono che l'illecito di scaricare

    materiale protetto sia iniziato con
    questo

    decreto.

    un decreto legge deve essere convertito
    in

    legge dalle camere... prima di arrivare
    in

    parlamento pero' passa per le varie

    commissioni (cultura, sport, esteri,

    finanze...) per essere discusso con i

    rappresentanti dei gruppi parlamentari
    e con

    il relatore del disegno di legge per il

    governo.

    le agenzie di stampa oggi hanno

    semplicemente detto che ci saranno

    modifiche, ma finche' non viene
    convertito

    in legge il decreto rimane attivo
    eccome.
    Compimenti per l'educazione.
    Se dicono di voler eliminare la sanzione per
    chi scarica ad uso personale,secondo te lo
    applicano il decreto?sei incredibilmente ingenuo...prima di tutto si discuteva se il decreto fosse attivo o no, e lo e', non e' certo stato bocciato o ritirato.se tu vieni beccato oggi, il decreto lo applicano ECCOME, visto che le forze dell'ordine si basano su quello che e' scritto sulla gazzetta ufficiale, non sulle dichiarazioni rilasciate all'ANSA.se poi durante la conversione in legge cambiera' qualcosa, ovviamente non avrai guai. ma il punto di base e' che a) era illecito scaricare ANCHE PRIMA DEL DECRETO e b) la legge sul diritto d'autore RIMANE. quindi, tranne che non decidano di cambiare anche quella permettemdo a tutti di scaricare per uso personale quello che si vuole, l'illecito rimarra' comunque.
  • Anonimo scrive:
    Re: il decreto non è stato bocciato ??
    - Scritto da: Anonimo


    - Scritto da: Anonimo





    - Scritto da: Anonimo


    Ma quale ritirato??? E basta!

    Quindi l'unità,il sito dei
    DS,l'ANSA

    e altri hanno fatto un pesce

    d'aprile,capisco.
    no, sei tu che sei un ignorante in materia
    legislativa... alla pari di quei pirla che
    credono che l'illecito di scaricare
    materiale protetto sia iniziato con questo
    decreto.
    un decreto legge deve essere convertito in
    legge dalle camere... prima di arrivare in
    parlamento pero' passa per le varie
    commissioni (cultura, sport, esteri,
    finanze...) per essere discusso con i
    rappresentanti dei gruppi parlamentari e con
    il relatore del disegno di legge per il
    governo.
    le agenzie di stampa oggi hanno
    semplicemente detto che ci saranno
    modifiche, ma finche' non viene convertito
    in legge il decreto rimane attivo eccome.Compimenti per l'educazione.Se dicono di voler eliminare la sanzione per chi scarica ad uso personale,secondo te lo applicano il decreto?
  • Anonimo scrive:
    Re: il decreto non è stato bocciato ??
    - Scritto da: Anonimo


    - Scritto da: Anonimo

    Ma quale ritirato??? E basta!
    Quindi l'unità,il sito dei DS,l'ANSA
    e altri hanno fatto un pesce
    d'aprile,capisco.no, sei tu che sei un ignorante in materia legislativa... alla pari di quei pirla che credono che l'illecito di scaricare materiale protetto sia iniziato con questo decreto.un decreto legge deve essere convertito in legge dalle camere... prima di arrivare in parlamento pero' passa per le varie commissioni (cultura, sport, esteri, finanze...) per essere discusso con i rappresentanti dei gruppi parlamentari e con il relatore del disegno di legge per il governo.le agenzie di stampa oggi hanno semplicemente detto che ci saranno modifiche, ma finche' non viene convertito in legge il decreto rimane attivo eccome.
  • Anonimo scrive:
    Re: il decreto non è stato bocciato ??
    - Scritto da: Anonimo


    - Scritto da: Anonimo





    - Scritto da: Anonimo








    - Scritto da: Anonimo



    salve a tutti,



    sto scorrendo le pagine del
    sito ma


    nessuno



    ne parla???



    com'è possibile ????



    sto parlando del decreto
    Urbani, o

    per



    chiamarlo col suo vero nome il



    "decreto-legge 22 marzo 2004,
    n.

    72,


    recante



    interventi per contrastare la

    diffusione



    telematica abusiva di
    materiale


    audiovisivo,



    nonché a sostegno delle



    attività
    cinematografiche e

    dello



    spettacolo. " beh se non ho

    totalmete



    sbagliato la camera l'ha
    bocciato

    xche:



    1.non risulta conforme alle

    definizioni



    della normativa europea ed in


    particolare



    alle direttive 2000/31 CE sul

    commercio



    elettronico e 2001/29 CE sulla

    tutela


    del



    diritto
    d'autore.(nonchè


    violazione



    dell'articolo 117 della

    costituzione)



    2.si rivela una certa
    difficolta

    nel


    trovare



    i destinatarii di tale norme


    giuridiche...



    (ecc ecc ecc)



    3. il comma 3 dello stesso

    articolo 1


    opera



    inoltre una violazione

    dell'articolo 109



    della Costituzione prevedendo



    un'attività di polizia


    giudiziaria



    non coordinata
    dall'autorità



    giudiziaria.......



    morale della favola il
    decreto non

    va


    avanti



    (almeno nella sua forma
    attuale

    ).......



    per chi ancora non è

    convinto vi



    rimando al link della camera
    dei


    deputati



    che tratta l'argomento......









    www.camera.it/_dati/leg14/lavori/odg/cam/fasc



    ciao a tutti



    mixmax


    svegliati che arrivi tardi. quella
    e'

    solo


    una prfegiudiziale
    dell'opposizione...

    che


    per di piu' e' gia' stata
    ritirata. il


    decreto e' ancora attivo eccome.

    Ehm: è stato detto da più

    fonti che lo hanno ritirato eccome
    invece.
    se le fonti sono i minorati mentali che
    girano questo forum credendo che prima del
    decreto fosse lecito scaricare roba protetta
    da copyright sei messo bene...
    fra 2 ore guardati l'home di punto
    informatico e vedrai che e' ancora attivo
    alla grande.Ma leggere tutto il forum no?Le pagine linkate dell'ansa,dell'unità,del sito dei ds ecc. non le ha viste nessuno?
  • Anonimo scrive:
    Re: il decreto non è stato bocciato ??
    - Scritto da: Anonimo


    - Scritto da: Anonimo





    - Scritto da: Anonimo


    salve a tutti,


    sto scorrendo le pagine del sito ma

    nessuno


    ne parla???


    com'è possibile ????


    sto parlando del decreto Urbani, o
    per


    chiamarlo col suo vero nome il


    "decreto-legge 22 marzo 2004, n.
    72,

    recante


    interventi per contrastare la
    diffusione


    telematica abusiva di materiale

    audiovisivo,


    nonché a sostegno delle


    attività cinematografiche e
    dello


    spettacolo. " beh se non ho
    totalmete


    sbagliato la camera l'ha bocciato
    xche:


    1.non risulta conforme alle
    definizioni


    della normativa europea ed in

    particolare


    alle direttive 2000/31 CE sul
    commercio


    elettronico e 2001/29 CE sulla
    tutela

    del


    diritto d'autore.(nonchè

    violazione


    dell'articolo 117 della
    costituzione)


    2.si rivela una certa difficolta
    nel

    trovare


    i destinatarii di tale norme

    giuridiche...


    (ecc ecc ecc)


    3. il comma 3 dello stesso
    articolo 1

    opera


    inoltre una violazione
    dell'articolo 109


    della Costituzione prevedendo


    un'attività di polizia

    giudiziaria


    non coordinata dall'autorità


    giudiziaria.......


    morale della favola il decreto non
    va

    avanti


    (almeno nella sua forma attuale
    ).......


    per chi ancora non è
    convinto vi


    rimando al link della camera dei

    deputati


    che tratta l'argomento......





    www.camera.it/_dati/leg14/lavori/odg/cam/fasc


    ciao a tutti


    mixmax

    svegliati che arrivi tardi. quella e'
    solo

    una prfegiudiziale dell'opposizione...
    che

    per di piu' e' gia' stata ritirata. il

    decreto e' ancora attivo eccome.
    Ehm: è stato detto da più
    fonti che lo hanno ritirato eccome invece.se le fonti sono i minorati mentali che girano questo forum credendo che prima del decreto fosse lecito scaricare roba protetta da copyright sei messo bene...fra 2 ore guardati l'home di punto informatico e vedrai che e' ancora attivo alla grande.
  • Anonimo scrive:
    Re: il decreto non è stato bocciato ??
    - Scritto da: Anonimo
    Ma quale ritirato??? E basta!Quindi l'unità,il sito dei DS,l'ANSA e altri hanno fatto un pesce d'aprile,capisco.
  • Anonimo scrive:
    Re: il decreto non è stato bocciato ??
    Ma quale ritirato??? E basta!
  • Anonimo scrive:
    il decreto non è stato bocciato ??
    salve a tutti,sto scorrendo le pagine del sito ma nessuno ne parla???com'è possibile ????sto parlando del decreto Urbani, o per chiamarlo col suo vero nome il "decreto-legge 22 marzo 2004, n. 72, recante interventi per contrastare la diffusione telematica abusiva di materiale audiovisivo, nonché a sostegno delle attività cinematografiche e dello spettacolo. " beh se non ho totalmete sbagliato la camera l'ha bocciato xche:1.non risulta conforme alle definizioni della normativa europea ed in particolare alle direttive 2000/31 CE sul commercio elettronico e 2001/29 CE sulla tutela del diritto d'autore.(nonchè violazione dell'articolo 117 della costituzione)2.si rivela una certa difficolta nel trovare i destinatarii di tale norme giuridiche... (ecc ecc ecc)3. il comma 3 dello stesso articolo 1 opera inoltre una violazione dell'articolo 109 della Costituzione prevedendo un'attività di polizia giudiziaria non coordinata dall'autorità giudiziaria.......morale della favola il decreto non va avanti (almeno nella sua forma attuale ).......per chi ancora non è convinto vi rimando al link della camera dei deputati che tratta l'argomento......http://www.camera.it/_dati/leg14/lavori/odg/cam/fascicoli/20040331/20040331p4833.htmciao a tutti mixmax
    • Anonimo scrive:
      Re: il decreto non è stato bocciato ??
      - Scritto da: Anonimo
      salve a tutti,
      sto scorrendo le pagine del sito ma nessuno
      ne parla???
      com'è possibile ????
      sto parlando del decreto Urbani, o per
      chiamarlo col suo vero nome il
      "decreto-legge 22 marzo 2004, n. 72, recante
      interventi per contrastare la diffusione
      telematica abusiva di materiale audiovisivo,
      nonché a sostegno delle
      attività cinematografiche e dello
      spettacolo. " beh se non ho totalmete
      sbagliato la camera l'ha bocciato xche:
      1.non risulta conforme alle definizioni
      della normativa europea ed in particolare
      alle direttive 2000/31 CE sul commercio
      elettronico e 2001/29 CE sulla tutela del
      diritto d'autore.(nonchè violazione
      dell'articolo 117 della costituzione)
      2.si rivela una certa difficolta nel trovare
      i destinatarii di tale norme giuridiche...
      (ecc ecc ecc)
      3. il comma 3 dello stesso articolo 1 opera
      inoltre una violazione dell'articolo 109
      della Costituzione prevedendo
      un'attività di polizia giudiziaria
      non coordinata dall'autorità
      giudiziaria.......
      morale della favola il decreto non va avanti
      (almeno nella sua forma attuale ).......
      per chi ancora non è convinto vi
      rimando al link della camera dei deputati
      che tratta l'argomento......
      www.camera.it/_dati/leg14/lavori/odg/cam/fasc
      ciao a tutti
      mixmaxsvegliati che arrivi tardi. quella e' solo una prfegiudiziale dell'opposizione... che per di piu' e' gia' stata ritirata. il decreto e' ancora attivo eccome.
      • Anonimo scrive:
        Re: il decreto non è stato bocciato ??
        - Scritto da: Anonimo


        - Scritto da: Anonimo

        salve a tutti,

        sto scorrendo le pagine del sito ma
        nessuno

        ne parla???

        com'è possibile ????

        sto parlando del decreto Urbani, o per

        chiamarlo col suo vero nome il

        "decreto-legge 22 marzo 2004, n. 72,
        recante

        interventi per contrastare la diffusione

        telematica abusiva di materiale
        audiovisivo,

        nonché a sostegno delle

        attività cinematografiche e dello

        spettacolo. " beh se non ho totalmete

        sbagliato la camera l'ha bocciato xche:

        1.non risulta conforme alle definizioni

        della normativa europea ed in
        particolare

        alle direttive 2000/31 CE sul commercio

        elettronico e 2001/29 CE sulla tutela
        del

        diritto d'autore.(nonchè
        violazione

        dell'articolo 117 della costituzione)

        2.si rivela una certa difficolta nel
        trovare

        i destinatarii di tale norme
        giuridiche...

        (ecc ecc ecc)

        3. il comma 3 dello stesso articolo 1
        opera

        inoltre una violazione dell'articolo 109

        della Costituzione prevedendo

        un'attività di polizia
        giudiziaria

        non coordinata dall'autorità

        giudiziaria.......

        morale della favola il decreto non va
        avanti

        (almeno nella sua forma attuale ).......

        per chi ancora non è convinto vi

        rimando al link della camera dei
        deputati

        che tratta l'argomento......


        www.camera.it/_dati/leg14/lavori/odg/cam/fasc

        ciao a tutti

        mixmax
        svegliati che arrivi tardi. quella e' solo
        una prfegiudiziale dell'opposizione... che
        per di piu' e' gia' stata ritirata. il
        decreto e' ancora attivo eccome.Ehm: è stato detto da più fonti che lo hanno ritirato eccome invece.
  • Anonimo scrive:
    Re: Anche sul corriere la notizia!
    - Scritto da: Anonimo
    www.corriere.it/Primo_Piano/Politica/2004/04_mi sembra un inizio,ora manca la cosa piu' importante e cioe' ridarci la nostra privacy "caro" test.. ehm ministro; lei non può toglierci una libertà primaria e imprescindibile come questa. Lei non deve/può (ammesso sia possibile) aprire tutte le lettere che imbuchiamo nella cassetta della posta per vedere se qualcuno commette un reato.. e i pacchetti che passano da/per la mia connessione sono la stessa cosa, cioe' solo AFFARI MIEI!per multare 300 non devo calpestare e pisciare sopra ai diritti di milioni di persone "incazzate".1 utente dei milioni di cui sopra
  • Anonimo scrive:
    Re: idea
    - Scritto da: Anonimo
    ragazzi dopo questo tutti a votare
    l'opposizione.mi raccomando.neanche per idea.
  • Anonimo scrive:
    Re: e adesso????
    - Scritto da: Anonimo
    Sembra chiaro che il DL urbani sarà
    sicuramente modificato.
    Ma se uno viene preso ora a scaricare a cosa
    va incontro.
    secondo le mie scarse nozioni di legge non
    si può essere colpiti da un decreto
    se essop non viene convertito in legge.
    Giusto. Chiedo chiarimenti a chi ne sa
    più di me.:)infatti, non si puo'. ma ti ricordo che lo scaricare era un illecito anche prima del decreto urbani. e ti ricordo anche che non si sa come sara' convertito in legge.
    • Anonimo scrive:
      Re: e adesso????
      devi proprio fare terrorismo anche adesso che una notizia chiara e semplice come "cancellazione delle sanzioni per uso personale" e' stata ufficializzata? devi proprio essere un forzista senza speranza..
      • Anonimo scrive:
        Re: e adesso????
        • Anonimo scrive:
          Re: e adesso????
          - Scritto da: Anonimo


          - Scritto da: Anonimo

          devi proprio fare terrorismo anche
          adesso

          che una notizia chiara e semplice come

          "cancellazione delle sanzioni per uso

          personale" e' stata ufficializzata? devi

          proprio essere un forzista senza
          speranza..
          tu invece sei un pirla che dice alla gente
          quello che vorrebbe sentirsi dire.
          SCARICARE MATERIALE PROTETTO DA COPYRIGHT
          ERA UN ILLECITO PRIMA DEL DECRETO URBANI.
          nonostante che questo forum sia pieno di
          idioti (come te) che credevano fosse lecito
          farlo, mi spiace ma non e' cosi'.

          e per renderlo lecito non devono solo
          cambiare il decreto, devono anche riscrivere
          la legge sul diritto d'autore. quindi
          l'unica cosa che cambiera' con la
          conversione in legge sara' che non ci sara'
          la pubblicazione sul periodo, non ci sara'
          la confisca dell'hardware (forse), e la
          multa sara' inferiore.E a te chi l'ha detto scusa?Ti hanno dato un'anteprima?Hai letto che avrebbero accettato di liberalizzare il download personale e vorrebbero introdurre una tassa per i provider?
          • Anonimo scrive:
            Re: e adesso????
            - Scritto da: Anonimo


            - Scritto da: Anonimo





            - Scritto da: Anonimo


            devi proprio fare terrorismo anche

            adesso


            che una notizia chiara e semplice
            come


            "cancellazione delle sanzioni per
            uso


            personale" e' stata
            ufficializzata? devi


            proprio essere un forzista senza

            speranza..

            tu invece sei un pirla che dice alla
            gente

            quello che vorrebbe sentirsi dire.

            SCARICARE MATERIALE PROTETTO DA
            COPYRIGHT

            ERA UN ILLECITO PRIMA DEL DECRETO
            URBANI.

            nonostante che questo forum sia pieno di

            idioti (come te) che credevano fosse
            lecito

            farlo, mi spiace ma non e' cosi'.



            e per renderlo lecito non devono solo

            cambiare il decreto, devono anche
            riscrivere

            la legge sul diritto d'autore. quindi

            l'unica cosa che cambiera' con la

            conversione in legge sara' che non ci
            sara'

            la pubblicazione sul periodo, non ci
            sara'

            la confisca dell'hardware (forse), e la

            multa sara' inferiore.
            E a te chi l'ha detto scusa?
            Ti hanno dato un'anteprima?
            Hai letto che avrebbero accettato di
            liberalizzare il download personale e
            vorrebbero introdurre una tassa per i
            provider?sai che differenza c'e' tra il dire ed il fare? ecco. il decreto in vigore ADESSO dice una cosa. quello che loro vogliono fare, se mai accadra', lo vedremo quando ci sara' la legge.
      • Anonimo scrive:
        Re: e adesso????
        mai offesa più grave mi era stata fattaForzista a me:@:@:@
    • Anonimo scrive:
      Re: e adesso????
      - Scritto da: Anonimo
      infatti, non si puo'. ma ti ricordo che lo
      scaricare era un illecito anche prima del
      decreto urbani. e ti ricordo anche che non
      si sa come sara' convertito in legge.Sì, era illecito, ma di fatto nessuno poteva farti niente. Il pericolo del decreto Urbani, a mio parere, oltre alla multa era lo spauracchio del "sequestro dei mezzi usati per l'illecito", ovvero un provvedimento da reato penale inserito all'interno di un illecito amministrativo, un vero mostro giuridico in tutti i sensi. Pensate all'ipotesi di perdere tutto il vostro lavoro e migliaia di euro in attrezzature solo perchè avete scaricato un file (che magari poteva essere un film, oppure no, magari poteva essere non libero, oppure liberamente distribuibile, vallo a spiegare poi alle nostre indefesse forze dell'ordine). In pratica era puro e semplice terrorismo tecnologico che avrebbe tarpato le ali a tutta la telematica e l'informatica italiana.Alberto
  • Anonimo scrive:
    Re: idea
    Volesse il cielo!
    • Anonimo scrive:
      Re: idea
      si è vero tutti agiscono nei loro interessi ma da quando c'è Berlusconi al Governo solo disastri!!!! o agevolazioni per gli imprenditori!!!!la sinistra neanche faceva mai niente però danni come questinn ce ne sono stati, forse l'unico che mi viene in mente è la famosa legge Biagi che partì proprio dalla sinistra.........questo si........la colpa del lavoro precario dipende soprattutto da questo oggi.........ciauz!!!!
  • Anonimo scrive:
    Re: idea
    Non mischiamo troppo le due questioni; sono di sinistra ma tieni sempre bene a mente che il 99% dei politici fanno i loro sporchi comodi; se si sono mossi è proprio per suscitare reazioni impulsive come questa tua.
    • Anonimo scrive:
      Re: idea
      ehm...scusa, ma ben vengano i politici che fanno la cosa giusta per farsi votare!!!!peggio sono quelli che promettono e poi....... beh..... insomma......fanno come solo berlusconi sa fare
  • Anonimo scrive:
    Re: Ne avete dette tante sulla Carlucci.
    Si ma adesso vuole lei vuole tassare i provider perchè si arricchiscono grazie al p2p........Se una è stolta è stolta..SXM
    • Anonimo scrive:
      Re: Ne avete dette tante sulla Carlucci.
      - Scritto da: Anonimo
      Si ma adesso vuole lei vuole tassare i
      provider perchè si arricchiscono
      grazie al p2p........


      Se una è stolta è stolta..

      SXMTrovo meno scema questa proposta che la tassa sui supporti: che su un supporto si registri materiale pirata è tutto da provare,che i provider si arricchiscano col p2p è assolutamente vero,per cui non trovo assurdo mettere una tassa che non sia assurdamente elevata.Si risolverebbe il problema del p2p(tutti scarichino quello che gli pare,tanto i diritti vengono pagati)e si pagherebbero i detentori del diritto.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ne avete dette tante sulla Carlucci.
        - Scritto da: Anonimo


        - Scritto da: Anonimo

        Si ma adesso vuole lei vuole tassare i

        provider perchè si arricchiscono

        grazie al p2p........





        Se una è stolta è stolta..



        SXM
        Trovo meno scema questa proposta che la
        tassa sui supporti: che su un supporto si
        registri materiale pirata è tutto da
        provare,che i provider si arricchiscano col
        p2p è assolutamente veroTi quoto e ti straquoto...I provider ci guadagnano eccome! Lo sanno che a casa la gente mette la banda larga per quello, su...Te lo dice la pubblicita' dei provider, te lo dicevano i commerciali Fastweb...O pensano davvero che uno paghi 80 Euro al mese per scaricare le distribuzioni di Linux?Sono loro che guadagnano sul lavoro degli altri!N.B. A me la Carlucci e' odiosa, ma non ha detto una cosa scema!
        • Anonimo scrive:
          Re: Ne avete dette tante sulla Carlucci.
          - Scritto da: Anonimo


          Ti quoto e ti straquoto...I provider ci
          guadagnano eccome! Lo sanno che a casa la
          gente mette la banda larga per quello,
          su...Te lo dice la pubblicita' dei provider,
          te lo dicevano i commerciali Fastweb...O
          pensano davvero che uno paghi 80 Euro al
          mese per scaricare le distribuzioni di
          Linux?

          Sono loro che guadagnano sul lavoro degli
          altri!

          N.B. A me la Carlucci e' odiosa, ma non ha
          detto una cosa scema!Ma siete ubriachi ?Secondo voi la tassa ai provider la pagano i provider oppure aumentano gli abbonamenti ?Anzi con la scusa della tassa i provider aumenteranno gli abbonamenti "arrontando", così guadagneranno loro e le Major.Inoltre spiegatemi con quale criterio TUTTI, anche coloro che usano l'adsl per lavoro, debbano pagare una tassa perchè il 30% delle persone scaricano materiale protetto dal diritto d'autore.Il P2P vi ha fuso il cervello.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ne avete dette tante sulla Carlucci.
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo





            Ti quoto e ti straquoto...I provider ci

            guadagnano eccome! Lo sanno che a casa
            la

            gente mette la banda larga per quello,

            su...Te lo dice la pubblicita' dei
            provider,

            te lo dicevano i commerciali Fastweb...O

            pensano davvero che uno paghi 80 Euro al

            mese per scaricare le distribuzioni di

            Linux?



            Sono loro che guadagnano sul lavoro
            degli

            altri!



            N.B. A me la Carlucci e' odiosa, ma non
            ha

            detto una cosa scema!


            Ma siete ubriachi ?
            Secondo voi la tassa ai provider la pagano i
            provider oppure aumentano gli abbonamenti ?
            Anzi con la scusa della tassa i provider
            aumenteranno gli abbonamenti "arrontando",
            così guadagneranno loro e le Major.
            Inoltre spiegatemi con quale criterio TUTTI,
            anche coloro che usano l'adsl per lavoro,
            debbano pagare una tassa perchè il
            30% delle persone scaricano materiale
            protetto dal diritto d'autore.
            Il P2P vi ha fuso il cervello.Ma è possibile che qui il 90% delle risposte a commenti che non piacciono debba contenere frasi offensive?Comunque se si vuole scaricare o così o niente e non mi sembra questo incredibile scandalo pagare qualcosina in più(eventualmente).Chi vuole tutto e gratis sancito come diritto ho paura che debba scontrarsi con la dura realtà.
  • Anonimo scrive:
    idea
    ragazzi dopo questo tutti a votare l'opposizione.mi raccomando.
  • Anonimo scrive:
    Re: ANSA (vere... non pesci)
    Siamo liberiiiiii!!!!!!!!!!!!!:D:D:D:D
    • Anonimo scrive:
      Re: ANSA (vere... non pesci)
      liberi .. windO_O?
      • Anonimo scrive:
        Re: ANSA (vere... non pesci)
        Credo che se il decreto verrà effettivamanete cambiato, non dovremo dire grazie a nessuno... :s Piuttosto non vi viene in mente che magari i vari providers avranno fatto notevoli pressioni per ottenere una revisione per mantenere l'attuale situazione da Farwest in merito al P2P?!Altro che Libertà di internet.. questi capiscono solo il Liberismo. Può darsi che stavolta ci vada bene, ma vorrei ricordare che c'è gente che èpensa a cose tipo Palladium e compagnia bella...:|
  • Anonimo scrive:
    Re: ANSA (vere... non pesci)
    Ok, votiamo DS alle prossime elezioni (prima votavo FI)Ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: ANSA (vere... non pesci)
      Credo che il merito maggiore vada a Verdi e Radicali. I DS hanno capito in seguito che (grazie al loro maggior peso politico) avrebbero potuto sfruttare bene quest'occasione.Comunque sono opinioni personali che poco contano in un momento come questo.
    • Anonimo scrive:
      Re: ANSA (vere... non pesci)
      - Scritto da: Anonimo
      Ok, votiamo DS alle prossime elezioni (prima
      votavo FI)Assolutamente. E il mio plauso al senatore Cortiana che si è veramente fatto in quattro. I politici NON sono tutti uguali.Alberto Scala
      • Anonimo scrive:
        Re: ANSA (vere... non pesci)
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Ok, votiamo DS alle prossime elezioni
        (prima

        votavo FI)

        Assolutamente. E il mio plauso al senatore
        Cortiana che si è veramente fatto in
        quattro. I politici NON sono tutti uguali.

        Alberto Scalaah, tu voti in base al p2p? lol... siamo messi male.
        • Anonimo scrive:
          Re: ANSA (vere... non pesci)
          - Scritto da: Anonimo
          ah, tu voti in base al p2p? lol... siamo
          messi male.No, ma non volevo tirare fuori argomenti prettamente politici, dato che poi ti accusano (giustamente) di essere off topic. Di motivi per votare la sinistra alle prox elezione ce ne sono a migliaia, sei contento ora?Alberto
      • Anonimo scrive:
        Re: ANSA (vere... non pesci)
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Ok, votiamo DS alle prossime elezioni
        (prima

        votavo FI)

        Assolutamente. E il mio plauso al senatore
        Cortiana che si è veramente fatto in
        quattro. I politici NON sono tutti uguali.Nessuno lavora per nulla :DCerto è cmq da lodare la cosa ;)
  • Anonimo scrive:
    Ne avete dette tante sulla Carlucci...
    "E per una volta l?opposizione ha trovato una sponda non ostile in ampi settori della maggioranza. In particolare il provvedimento è stato esplicitamente criticato dalla stessa relatrice in commissione cultura, la forzista Gabriella Carlucci."Per alcuni settori come questo, forse, essere dei politici incapaci non è uno svantaggio.
  • Anonimo scrive:
    ANSA (vere... non pesci)
    Tratte dal servizio a pagamento myANSA---------------------------------------------------------------------------------ZCZC0935/SX4WNS40298R ECO S04 INT INT QBKHDECRETO URBANI: ANTIPIRATERIA; DS, INTERNET TORNA LIBERO (ANSA) - ROMA, 1 APR - "Internet torna libero grazie alla nostra battaglia". Lo sostengono Giovanna Grignaffini e Franca Chiaromonte, della Commissione Cultura alla Camera sottolineando che "grazie all'impegno dei Ds saranno cancellate le sanzioni previste contro i milioni di fruitori della rete che scaricano file da internet per uso esclusivamente personale". Il presidente della Commissione Cultura ha consegnato al capogruppo dei Democratici di Sinistra - rivela Grignaffini - una lettera con la quale "annuncia la disponibilità del ministro Urbani a cancellare queste sanzioni". A fronte di questa disponibilità espressa dall'esecutivo i Ds hanno deciso di "ritirare le questioni pregiudiziali di costituzionalità " presentate nei giorni scorsi. "Questa lettera - sostengono Grignaffini - rende evidenti i limiti e le contraddizioni di un provvedimento che si presentava ingiustamente punitivo verso i consumatori e rischiava, invece, di favorire e generare nuove sacche di illegalità . Il Governo torna sui suoi passi grazie alla determinazione con la quale i Democratici di Sinistra sono intervenuti per evitare che il decreto fosse convertito in legge così com'era". "La decisione del Governo - aggiunge Chiaromonte - rappresenta un primo passo verso l'apertura di una discussione che dovrà , senza alcun dubbio, riguardare i molti altri lati deboli di questo provvedimento: l'attribuzione al dipartimento della pubblica sicurezza di poteri di indagine spettanti all'autorità giudiziaria; l uso di terminologie incoerenti con le definizioni previste dalle normative europee; l assegnazione implicita ai fornitori di connettività di funzioni a carattere ispettivo che non possono certo riguardare chi svolge un'attività imprenditoriale; il rischio della violazione della privacy degli utenti di Internet e, infine, la evidente disparità di trattamento e di tutela delle opere protette dal diritto d'autore".(ANSA). COM-LC01-APR-04 18:53 NNNN---------------------------------------------------------------------------------ZCZC0617/SXBWIC40201R SPE S0B QBXBDECRETO URBANI:CORTIANA, BENE DISPONIBILITA' LEVARE SANZIONICONTRO CHI SCARICA FILE PER USO PERSONALE (ANSA) - ROMA, 1 APR - Il senatore dei Verdi Fiorello Cortiana giudica "importante la disponibilità della maggioranza a togliere dal decreto Urbani le sanzioni" contro chi scarica file per uso personale. Questa disponibilità della maggioranza e del presidente della VII Commissione Ferdinando Adornato, in accordo con il Ministro Urbani, "é un passo importante per evitare una criminalizzazione di massa di milioni di cittadini". Ora, sottolinea Cortiana, "aspettiamo di vedere il testo della proposta emendativa della maggioranza: le decine di migliaia di firme contro quella scelta e la mobilitazione del popolo della rete hanno ottenuto un primo riscontro. Cortiana resta "assolutamente critico" sul passaggio del decreto che prevede che i provider "divengano impropriamente i mastini di internet, controllori degli utenti in lesione della loro privacy". "E' dannoso - conclude l'esponente dei Verdi - confondere la questione del libero accesso ai contenuti e la questione della pirateria commerciale, oggi in mano alle organizzazione criminali. Ma questo richiede un approfondimento che potrà essere fatto in ambito legislativo, non attraverso un decreto legge d'urgenza".(ANSA). FEL01-APR-04 19:44 NNNN----------------------------------------------------------------------------------ZCZC0625/SXBWIC40202R SPE S0B QBXBDECRETO URBANI:CONFINDUSTRIA, SEGUIRE INDICAZIONI EUROPEESU NORME ANTIPIRATERIA (ANSA) - ROMA, 1 APR - Dopo l'Associazione Italiana Internet Providers (AIIP), anche la Federcomin, la federazione di Confindustria che rappresenta oltre 1.000 imprese ditelecomunicazioni ed informatica, ha espresso "grande preoccupazione sulle conseguenze che alcune disposizioni ditale decreto possono provocare agli operatori di settore". "Il decreto legge - afferma la Federcomin in una lettera invita al ministro per i Beni e le Attività Culturali Giuliano Urbani - limita gli sviluppi della Società dell'Informazione del nostro Paese, che sta faticosamente recuperando ladistanza che lo separa da altre nazioni europee e mondiali più avanzate". Il decreto legge, secondo l'associazione, "non sembra rispecchiare il dettato della norma europea, contrariamente alla direttiva che prevede misure applicabili principalmente ad atti commessi su scala commerciale e si rivolge anche alle attività di file sharing realizzate ad uso strettamente personale". Anche sul piano delle sanzioni il decreto "appare - continua la federazione - in contrasto con lo spirito e l'indicazione del dettato comunitario che si limita ad indicare sanzioni solo nel caso di attività svolte su scala commerciale".(ANSA). COM-FEL01-APR-04 19:50 NNNN-----------------------------------------------------------------------------------ZCZC1084/SX4WNS40327R ECO S04 INT INT QBKHINTERNET: CORTIANA; DECRETO URBANI PASSO IMPORTANTE+++RPT+++ (ANSA) - ROMA, 1 APR - "La disponibilità della maggioranza e del presidente della VII Commissione Adornato, in accordo con il ministro Urbani, ad eliminare le sanzioni contro chi scarica file per uso personale del decreto Urbani è un passo importante per evitare una criminalizzazione di massa di milioni di cittadini. Lo ha dichiarato il senatore Cortiana, presidente dell'Intergruppo Bicamerale per l'Innovazione Tecnologica, che ha precisato:"Resta assolutamente critico il passaggio del decreto che prevede che i provider, uno dei settori in crescita della nostra economia, divengano impropriamente i mastini di internet, controllori degli utenti in lesione della loro privacy". "E' dannoso, ha aggiunto il senatore, confondere la questione del libero accesso ai contenuti e la questione della pirateria commerciale, oggi in mano alle organizzazioni criminali". "Ma questo, ha concluso Cortiana, richiede un serio approfondimento, capace di modificare quello che è il copyright oggi, e che potrà essere fatto nell'ambito di un complessivo disegno di legge, non attraverso un decreto legge d'urgenza".(ANSA). KTC01-APR-04 20:05 NNNN-------------------------------------Spero di avervi fatto cosa gradita
  • Anonimo scrive:
    Anche sul corriere la notizia!
    http://www.corriere.it/Primo_Piano/Politica/2004/04_Aprile/01/decretourbani.shtml
  • Anonimo scrive:
    Re: Gabriella Carlucci
    - Scritto da: Anonimo
    - Scritto da: Anonimo

    Sti cazz di kamikake invece di farsi scoppiare in mezzo

    alla gente, non potrebbero venire ad Arcore??
    Io pensavo a qualche malato teminale che
    invece di morire in un letto facesse di
    qualcosa di eroico.
    Ma sono solo fantasie.Giorni fa su Metro c'era una lettera di una signora che si definiva "spagnola e di sinistra".Diceva di aver partecipato alla marcia di Madrid contro il terrorismo, definendola apartitica, compatta e coerente.Diceva di aver partecipato alla marcia di Roma contro il terrorismo, definendola partigiana, disunita e contraddittoria.Diceva che quando aveva sentito inneggiare a un attacco di Al Queda contro Arcore, aveva abbandonato il corteo vergognandosi di essere di sinistra.Io allora mi sono vergognato di essere italiano (con la I minuscola) e me ne vergogno una volta di più a legegre questi due interventi.
  • Anonimo scrive:
    Re: Ho un sogno...
    Quando si vuole fare i tragici l'11 settembre in mezzo ci sta sempre bene??Che facevano i terroristi usavano il p2p per scambiarsi i piani con Bush?
    • LoScrivano scrive:
      Re: Ho un sogno...
      Va bene, forse ho esagerato: i seminatori di morte oggi non usano il p2p (almeno spero).Ma c'è sempre quell'altra categoria: con un sistema tutto anonimo potrebbero anche immettere files senza neanche mascherarne il nome.Tanto non si potrebbero rintracciare nemmeno a piangere in cinese.Per quello sono un accanito sostenitore del p2p tipo il mulo.Con quello, se si vuole, si beccano ancora.O forse di quei bambini non interessa niente a nessuno?Quando penso a quello che gli fanno passare divento una jena (di savana, non di televisione).
      • Anonimo scrive:
        Re: Ho un sogno...
        vedi, purtroppo anche per quelli ci sono sistemi ben più sicuri per scambiarsi materiale del genere con comunicazioni criptate...credo che quelli beccati nel p2p siano poveracci che per sbaglio hanno scaricato cose che non avrebbero voluto vedere!!!Certe cose si fanno per soldi e tanti, non si condividono liberamente! Questo è quello che credo io... magari sbaglioSXM
  • LoScrivano scrive:
    Ho un sogno...
    Anche se so che ci sono problemi ben maggiori, che hanno sogni che volano più alti (la pace, la giustizia...).Ma ho anche sogni più limitati: da utente del p2p.Sogno che possano conciliare tutte le esigenze (di autori e di scaricatori), e senza sovrattasse sugli abbonamenti (gia la paghiamo sui supporti vergini).Che i veri pirati (quelli delle prime visioni) riescano a beccarli il più possibile quando tirano fuori la videocamera al cinema.Che si blocchi lo sviluppo dei vari Mute, ma allo stesso tempo si possano sviluppare liberamente, senza limiti, senza barriere legislative e senza rischi che ti rompano le scatole a casa i muli e affini (sull'evoluzione possibile di Mute vi dicono niente pedo e 11 settembre?).Che possa anche svilupparsi una collaborazione tra "scaricatori" normali e forze dell'ordine per prendere il più possibile i pochi "scaricatori" infami (vedi i 2 esempi precedenti: pedo e assassini), senza che, come avviene oggi, se segnali qualcosa delle 2 categorie suddette rischi guai pure tu, anche se ti limiti a musica e trasgredisci solo con qualche nazzo.Ma mi rendo conto che forse sto solo sognando...PS: se per caso qualcuno vuol rispondere, non sia troppo cattivo...
  • Anonimo scrive:
    Re: articolo su unità
    ancora megliohttp://www.dsonline.it/aree/diritto_autore/documenti/dettaglio.asp?id_doc=17162
  • nefasto scrive:
    articolo su unità
    http://www.unita.it/index.asp?SEZIONE_COD=HP&TOPIC_TIPO=&TOPIC_ID=34239NB non voglio fare politica riporto solo un fatto che ho letto
  • Anonimo scrive:
    e adesso????
    Sembra chiaro che il DL urbani sarà sicuramente modificato.Ma se uno viene preso ora a scaricare a cosa va incontro.secondo le mie scarse nozioni di legge non si può essere colpiti da un decreto se essop non viene convertito in legge.Giusto. Chiedo chiarimenti a chi ne sa più di me.:)
  • Anonimo scrive:
    chissa chi gli ha tirato le orecchie
    mi piacerebbe sapere chi ha tirato le orecchie a urbani perche si dia tanto da fare e si sia tanto accanito contro il p2p che, fino a poco prima, era totalmente incostratato.e poi perche svantaggiare chiaramente gli editori di musica e programmi? questi ultimi costano molto di piu del noleggio e credo proprio siano i piu danneggiati.
  • Anonimo scrive:
    La promessa di un mondo senza copyright
    Consiglio la lettura di questo magnifico articolo di Karl Fogelhttp://www.comedonchisciotte.net/modules.php?name=News&file=article&sid=1509
    • Anonimo scrive:
      Re: La promessa di un mondo senza copyright
      Un articolo che mi ha fatto venire i brividi.L'articolo piu' approfondito e verutiero riguardante il copyright.Grazie per averlo meso in evidenza.Paolo
    • Anonimo scrive:
      Re: La promessa di un mondo senza copyright
      - Scritto da: Anonimo

      Consiglio la lettura di questo magnifico
      articolo di Karl Fogel

      www.comedonchisciotte.net/modules.php?name=NeIl problema non è il copyright, è giusto che chi inventa possa guadagnare ed abbia il diritto esclusivo sulle sue invenzioni/produzioni... Il problema è quando usando il copyright come scusa si distrugge il sistema base del capitalismo, si ottiene l'uso delle forze dell'ordine in mezzo mondo per obbligare i cittadini a divenire clienti e li si criminalizza se non acquistano....Gli unici criminali veri sono quelli che lucrano, cioè rivendono prodotti che non hanno il diritto di vendere. Punto.
  • Anonimo scrive:
    Pesci et similar
    Visto che di oggi se ne sono lette di tutti i colori mi pare giusto postarvi sto link, tanto uno più o uno meno cosa cambia?http://www.dsonline.it/aree/diritto_autore/documenti/dettaglio.asp?id_doc=17162P.S. Non immaginate quanto mi costi andare a leggere ste notizie su siti dei DS o di RC :-(Pato -GK-
    • Anonimo scrive:
      Re: Pesci et similar
      - Scritto da: Anonimo
      Visto che di oggi se ne sono lette di tutti
      i colori mi pare giusto postarvi sto link,
      tanto uno più o uno meno cosa cambia?

      www.dsonline.it/aree/diritto_autore/documenti

      P.S. Non immaginate quanto mi costi andare a
      leggere ste notizie su siti dei DS o di RC
      :(

      Pato -GK-Con questi pesci d'aprile hanno rotto tutti quanti !Non ne posso più di leggere idiozie .. tutto questo serve esclusivamente a far andare sempre peggio le cose e distrarre le persone dalla realtà dei fatti.I partiti politici che scrivono pesci d'aprile devono solo vergognarsi tanto quanto i vari giornalisti senza cervello e pieni di soldi !Che gli frega a loro se migliaia di famiglie andranno in galera? Ci raccontano una barzelletta mentre andiamo tutti in prigione.... :'(
  • Anonimo scrive:
    Striscia la notizia
    Per risolvere o almeno smuovere le acque calme visto che telegiornali, quotidiani insomma i MEDIA non ne parlano di una questione cosi delicata e molto sentita dal popolo italiano perchè non facciamo un appello a STRISCIA LA NOTIZIA di indagare e scoprire altari e altarini che ci stan sotto??? CHE NE PENSATE???
    • Anonimo scrive:
      Re: Striscia la notizia
      Ma secondo te striscia la notizia ne parla?... Eddai.... andiamo oh oh oh
      • Anonimo scrive:
        Re: Striscia la notizia
        Perchè non provare :) non si sa mai Antonio Ricci ha le palle per farlo :)
        • Anonimo scrive:
          Re: Striscia la notizia
          Guarda che l'unica trasmissione seria da quel punto di vista è Report su Raitre...che non a caso il 4 aprile (se non sbaglio) farà una bella puntata a tema. ;)
          • Anonimo scrive:
            Re: Striscia la notizia
            - Scritto da: Anonimo
            Guarda che l'unica trasmissione seria da
            quel punto di vista è Report su
            Raitre...che non a caso il 4 aprile (se non
            sbaglio) farà una bella puntata a
            tema. ;)In prima o seconda serata?4 Aprile domenica? Sei sicuro?
          • Scottex scrive:
            Re: Striscia la notizia
            Potrebbe ritorcersi contro pero!8)
          • Anonimo scrive:
            Re: Striscia la notizia
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            Guarda che l'unica trasmissione seria da

            quel punto di vista è Report su

            Raitre...che non a caso il 4 aprile (se
            non

            sbaglio) farà una bella puntata a

            tema. ;)

            In prima o seconda serata?
            4 Aprile domenica? Sei sicuro?ORE 23.30 RAI3
  • Anonimo scrive:
    Re: DA LEGGERE ASSOLUTAMENTE!!!
    ragazzi stavo scherzandoAHAAHAHAHlo so che è stato postato ierima siccome ho visto gente che ripostava quel link ho deciso di lamerare insieme a loroBAHAUAHAH
  • Anonimo scrive:
    Re: DA LEGGERE ASSOLUTAMENTE!!!
    assurdo... questo casca dalle nuvole!!!! :|
  • Anonimo scrive:
    L'unità OnLine: Pesce???
    http://www.unita.it/index.asp?SEZIONE_COD=HP&TOPIC_TIPO=&TOPIC_ID=3423901.04.2004Una volta tanto vince la rete e l'opposizione: cancellato il decreto Urbani...vorrei tanto e che non sia un pesce...:p
    • Anonimo scrive:
      Re: L'unità OnLine: Pesce???
      se scherzano su queste cose sono tutti da ndare a torturare nel c..o
      • Anonimo scrive:
        Re: L'unità OnLine: Pesce???
        - Scritto da: Anonimo
        se scherzano su queste cose sono tutti da
        ndare a torturare nel c..oSe è uno scoop tanto di cappello.Se è uno scherzo facciamogli vedere l'esorciccio in ginocchio sui ceci.
        • Anonimo scrive:
          Re: L'unità OnLine: Pesce???
          bisogan fargli vedere tipo arancia meccanica gli spettacoli delle carlucci
          • Anonimo scrive:
            Re: L'unità OnLine: Pesce???
            quelli in tv, non in parlamento intendo
          • Anonimo scrive:
            Re: L'unità OnLine: Pesce???
            l'esorciccio è un grande film ........rispetto!
          • Anonimo scrive:
            Re: L'unità OnLine: Pesce???
            ma insomma non si capisce niente...qua http://news2000.libero.it/primopiano/pp4356.html dice che urbani ritira le sanzioni, sull'unità che il decreto è stato ritirato... in ogni articolo c'è scritto che sarà rivisto....ma in questo momento è in vigore???ciao a tutti
          • Anonimo scrive:
            Re: L'unità OnLine: Pesce???
            ho letto l'unità.prima dice che è stato ritirato.poi che sarà corretto.io penso che una legge sarà approvata però sicuramente prenderà a riferimento la normativa approvata dall'ue.delle sciocchezze partorite da urbani sicuramente nn resterà quasi nulla..e cioè i provider nn faranno la santa inquisizione sugli utenti,nè verrano i gf a casa degli utenti a sequestrare e spiare i pc.si sono rimangiati il decreto perchè a giugno ci sono le elezioni amministrative ed europee e gli internauti votano come le case cinematografiche e musicali.poi perchè era scontato anche per un ignorante delle leggi,chre il primo ricorso alla corte costituzionale di un qualsiasi avvocato, lo avrebbe annullato perchè viola totalmente la privacy ed i diritti di tutti i cittadini e per di + attribuisce compiti di indagine a soggetti imprenditoriali e suggerisce operazioni giudiziarie che possono essere effettuate solo col mandato del magistrato che con serietà e rispetto ordina un irruzione in una casa privata solo per gravi motivi(droga,armi,pedofilia,banda armata,ricettazione,pirateria a livelli di migliaia di falsi)non certo perchè uno scarica 3 canzoni per ascoltarle senza venderle o trasmetterle in pubblico.prendiamo coscienza della nostra forza.uniti si vince.ciao
        • Anonimo scrive:
          Re: L'unità OnLine: Pesce???

          Se è uno scoop tanto di cappello.
          Se è uno scherzo facciamogli vedere
          l'esorciccio in ginocchio sui ceci.... e anche la polizia s'incazza... ops...ecco adesso mi manda nelle x rosse :
    • Anonimo scrive:
      Re: L'unità OnLine: Pesce???
      http://news2000.libero.it/index_news.jhtml?id=5927813C'è anche questo... però nel sito dell'ANSA (qui citata come fonte) non c'è nulla... la cosa puzza.
      • Anonimo scrive:
        Re: L'unità OnLine: Pesce???
        - Scritto da: Anonimo
        news2000.libero.it/index_news.jhtml?id=592781

        C'è anche questo... però nel
        sito dell'ANSA (qui citata come fonte) non
        c'è nulla... la cosa puzza.sì... di pesce.propongo di andarcene tutti a letto e aspettare domani: tanto oggi è pieno di burloni, non si capisce una mazzabuonanotte cari
      • Anonimo scrive:
        Re: L'unità OnLine: Pesce???
        - Scritto da: Anonimo
        news2000.libero.it/index_news.jhtml?id=592781

        C'è anche questo... però nel
        sito dell'ANSA (qui citata come fonte) non
        c'è nulla... la cosa puzza.il sito dell'ansa non contiene tutti le agenzie stampate!!devi paghare per averleciao
        • Anonimo scrive:
          Re: L'unità OnLine: Pesce???
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo


          news2000.libero.it/index_news.jhtml?id=592781



          C'è anche questo... però
          nel

          sito dell'ANSA (qui citata come fonte)
          non

          c'è nulla... la cosa puzza.

          il sito dell'ansa non contiene tutti le
          agenzie stampate!!
          devi paghare per averle
          ciaoPerchè l'ansa non scrive pesci d'aprile ?
    • Anonimo scrive:
      Re: L'unità OnLine: Pesce???
      Gabriella Carlucci, relatrice azzurra del decreto Urbani alla Commissione Cultura della Camera. «Sto pensando ad una quota dei ricavi dei fornitori di connettività - ha detto la Carlucci in un'intervista rilasciata a Key4biz.it - dopotutto la copia privata ad uso non di lucro passa comunque attrraverso la rete».Leggetevi la bbo*tana*za!!
  • Anonimo scrive:
    Vorrei proporre...
    Un bel viaggio di sola andata al cotolengo per tutti quelli che oggi si sono divertiti come bimbi sfortunati a mettere post pseudo PESCE D'APRILE...Complimenti non ki ero mai divertito tanto... che bello sapere che il 1° di aprile è sempre così divertente...
  • Anonimo scrive:
    ma ke s'è bevuto questo?????
    ma ke s'è bevuto questo????? datelo pure a me l'intruglio magico!!!!
  • Anonimo scrive:
    Re: Sottoforum: Come fregare chi ci freg
    Io non sono quello a cui hai risposto.Però auguro a te tutto quello che tu hai augurato a lui, in quanto mi sembra più degno il suo pensiero che i tuoi slogan (un po'?) esaltati.Le stragi? La corruzione? Tutti i tuoi argomenti? Valgono per la destra come per la sinistra. Non sono una discriminante, quindi non valgono nulla. Non parliamo del passato che non serve a nulla.Ha ragione lui: la discriminante è tra chi ascolta la gente e chi non la ascolta.Saluti
  • Anonimo scrive:
    La tutela dei diritti d'autore va bene..
    ...ma i diritti degli utenti sono altrettanto importanti. E mi sembra che sia proprio qui che il decreto del Sig. Ministro mostri tutti i propri limiti. Inoltre le leggi (credo fosse il Machiavelli che scriveva qualcosa del genere) devono togliere una libertà per concederne un'altra perchè chi deve obbedire alla stessa possa considerarla giusta e , quindi,ottemperare agli obblighi della stessa. Ad es. "Io non sono libero di uccidere un altro essere umano perchè nessn altro essere umano possa essere libero di uccidere me".E' ovvio che il decreto del Sig Ministro non segua propriamente questa "strada. La libertà che viene tolta agli "sharer" non concede loro altre libertà in cambio se non quella di versare danari a grandi gruppi industriali (che a mio parere hanno anche poco a che vedere con l'arte, almeno a giudicare dalle performance, che so, dei giovanotti dei Blue ad esempio?).Il gridare "al ladro", poi, da parte dei responsabili delle major o delle associazioni di categoria interessate mi pare, quanto meno, pretestuoso.Sono d'accordo sul fatto che non sia comunque lecito approfittare del file sharing per non spendere più una lira in musica o cinema, ma la definizione che il Codice Penale dà del furto mi sembra (comunque non sono un avvocato) quantomeno diversa da come ce la vogliono fare vedere. In effetti all'articolo 624 si legge che:"Chiunque s`impossessa della cosa mobile altrui, sottraendola a chi la detiene, al fine di trarne profitto per sé o per altri, è punito con la reclusione fino a tre anni e con la multa da lire 60.000 a 1 milione (c.p.625, 626, 649)."Cosa sottrae chi scarica un mp3 dalla rete? Se a me viene sottratto qualcosa significa che io ne perdo il possesso... un mp3 rimane sul disco di chi lo condivide, o no? Non essendoci perdita di possesso non può esserci furto, trovate?Beh, grazie per avermi concesso 30 dei vostri secondi, ora continuo ad ascoltare un bellissimo cd power metal che ho appena acquistato via internet da un sito svedese. Ah... il costo della sciocchezza? 16 euri spese di spedizione incluse.Robbi
  • Anonimo scrive:
    Il D.L. Urbani diventa legge Ciao P2P
    1. E`convertito in legge il decreto-legge22 marzo 2004, n. 72, recante interventiper contrastare la diffusione telematicaabusiva di materiale audiovisivo, nonche´ asostegno delle attivita` cinematografiche edello spettacolo.2. La presente legge entra in vigore ilgiorno successivo a quello della sua pubblicazionenella Gazzetta Ufficiale.:|http://www.camera.it/_dati/leg14/lavori/stampati/pdf/14PDL0058180.pdf parole stanno a 0 la legge è passata o sono io che non ci capisco + nulla ... possibile he non ci sia chiarezza ?? basta guardarsi in giro che trovi 2000 articoli e 3000 post in vari forum che dicono cose diverse....HELP!ciau
    • Anonimo scrive:
      Re: Il D.L. Urbani diventa legge Ciao P2P
      è vero è stato convertito insieme ad una nuova legge che punisce chi fa pesci d'aprile super simpatici.
      • Anonimo scrive:
        Re: Il D.L. Urbani diventa legge Ciao P2
        - Scritto da: Anonimo
        è vero è stato convertito
        insieme ad una nuova legge che punisce chi
        fa pesci d'aprile super simpatici.Beh...se è uno scherzo è prorpio fatto bene....
    • Anonimo scrive:
      Re: Il D.L. Urbani diventa legge Ciao P2P
      Invece come scherzo è mal riuscito....Poteva almeno cambiare la data ;)
      • Anonimo scrive:
        Re: Il D.L. Urbani diventa legge Ciao P2P
        Ritenta, sarai più fortunato :D
      • Anonimo scrive:
        Re: Il D.L. Urbani diventa legge Ciao P2P
        sono quello che ha scritto il primo post (contente i l link) mi spiace se avete pensato ad uno scherzo, vi giuro che se realmente lo fosse la prima vittima dello stesso sono io:|il link l'ho preso dal sito della camera dei deputati non ho inventato nulla se ho preso un'abbaglio vi ringrazio per avermelo fatto capire....La situazione è (secondo me) volutamente confusa, io per primo non ci capisco + nulla un giorno leggi che non passa, un altro che passa ma modificata l'altro ancora che prima o poi la postale diverrà provide obbligatorio (lol speriamo di no)scusate ancora se ho scritto una cavolataAndrea
        • Anonimo scrive:
          Re: Il D.L. Urbani diventa legge Ciao P2
          il decreto è passato per il consiglio dei ministri....ma no come legge...il tuo link riporta al sito della camera dove è presente il testo integrale del decreto legge....Ora come ora il testo della legge è sotto esame....
        • Anonimo scrive:
          Re: Il D.L. Urbani diventa legge Ciao P2P
          ciao andrea...vedo che hai molta confusione in testa...il decreto e stato approvato il 22 marzo e stato pubblicato sulla gazzetta ufficiale ed e entrato in vigore dalla mezzanotte stessa...da allora resta in vigore per 60 giorni. dopo di che o viene trasformato in legge o si abolira... cmq leggete qua. per chiarezza http://www.unita.it/index.asp?SEZIONE_COD=HP&TOPIC_TIPO=&TOPIC_ID=34239
    • Anonimo scrive:
      Re: Il D.L. Urbani diventa legge Ciao P2P
      http://www.unita.it/index.asp?SEZIONE_COD=HP&TOPIC_TIPO=&TOPIC_ID=34239 Ci capite qualcosa?
      • Anonimo scrive:
        Re: Il D.L. Urbani diventa legge Ciao P2
        cosa c'e' da capire? semplicemente fi ha deciso di avere un profilo piu' umile, trovando un ltro sistem per mungere soldi, perche' adesso puo' fare una proposta piu' redditizia ma meno lesiva dei diritti sicuri che gliela accetteranno perche' il popolo di internet preme, tipo mettere imposte su adsl o cose simili adeguandosi alle norme europee tranne che per qualche tassa. in fondo a fi servono i soldi, non gli importa come prenderli, li devono solo pigliare da chi si presume abusi dei diritti e darli al cinema. il resto per loro non e' importante. vogliono il cinema ubriaco e la cassetta dei risparmini piena. gbn
    • Anonimo scrive:
      Re: Il D.L. Urbani diventa legge Ciao P2
      Se leggi bene è solo il testo del disegno di legge della legge di conversione da DL a legge ordinaria.E fino a quando questo non viene approvato è tutto ancora in ballo.
      • Anonimo scrive:
        Re: Il D.L. Urbani diventa legge Ciao P2
        Grazie a tutti...è facile in un periodo di allarmismo dovuto alla caccia alle streghe(vedi numero di denunce che a secondo di cosa leggi aumenta)confondersi, è probabilmente una strategia su cui conta chi le leggi le fa.Sinceramente spero che alla fine se il D.L. diverrà legge, sarà diverso rispetto al testo attuale.... speranza vana?ciao a tutti Andrea
    • Anonimo scrive:
      Re: Il D.L. Urbani diventa legge Ciao P2P
      se entro due mesi il parlamento non approva il decreto questi cade.si applicano le leggi precedenti.ora sembra dall'unità che il decreto verrà rivisto e approvato ma senza tutte le norme anticostituzionali e repressive della libertà dei singoli cittadini.
  • Anonimo scrive:
    dall'unità di oggi....
    http://www.unita.it/index.asp?SEZIONE_COD=HP&TOPIC_TIPO=&TOPIC_ID=34239si tratta ovviamente di notizie diverse da quelle circolate ieri... si parla di una lettera...
    • Anonimo scrive:
      Re: dall'unità di oggi....
      Mi sa che l'impalcatura del decreto cominci a trabballare ...Cadra ?
    • Anonimo scrive:
      Re: dall'unità di oggi....
      - Scritto da: Anonimo
      www.unita.it/index.asp?SEZIONE_COD=HP&TOPIC_T

      si tratta ovviamente di notizie diverse da
      quelle circolate ieri... si parla di una
      lettera...Perchè io da quello che leggo capisco che il decreto è stato cancellato?Sono stupido io vero?
      • Anonimo scrive:
        Re: dall'unità di oggi....
        Cancellerà ma per ora ancora nulla di fatto
      • Anonimo scrive:
        Re: dall'unità di oggi....
        Non sei stupido, il titolo è scritto male, forse in modo senzazionalistico.Il decreto sarà comunque modificato, forse stravolto.
  • Anonimo scrive:
    L'articolo riporta fatti svoltisi ....
    ,,,, diversamente.........omissis........Difficilmente queste valutazioni saranno condivise dalla maggioranza ed anche per questo la questione pregiudiziale non è neppure arrivata ad essere discussa.........omissis.........In realtà ieri pomeriggio, come noto, nel corso della discussione del primo punto (Cartolarizzazione del patrimonio pubblico), è scoppiato un tumulto fra i banchi della Camera a seguito di un improprio linguaggio utilizzato dal leghista CE' ... a seguito del grave alterco che ne è conseguito il Vice-Presidente FIORE (CASINI era impegnato in compiti istituzionali) ha sospeso la seduta.I successivi tentativi di riapertura del lavori, presieduti da CASINI in persona, rientrato in tutta fretta, non hanno avuto esito fruttuoso.Ricordo che la discussione della "pregiudiziale" mossa a danno del DL Urbani era inserita successivamente a quella interrotta, ovvero secondo punto dell'OdG.
  • Anonimo scrive:
    Del Cavaliere e leggi collegate...
    Spunti di riflessione:In Italia,E' sufficiente che il presidente del consiglio possegga una casa di distribuzione cinematografica per vietare il download dal web di opere cinematografiche?E se possedesse una casa di distribuzione musicale che fine farebbero gli mp3?Vi ricordo che possiede svariate case editrici e testate giornalistiche: devo concludere che sulla carta stampata non è possibile trovare idee e concetti da lui ritenuti illegali?Pensateci...G.
    • Anonimo scrive:
      Re: Del Cavaliere e leggi collegate...
      Se riesci a trovare qualcosa che ormai non sia di sua proprietà.....http://www.parker.firenze.net/impero.htmper il conflitto di interessi comunque è evidente che esiste ma visto che le leggi le fa lui e se le approva non credo possa venire riconosciuto ;), per i quotidiani o informazione televisiva è difficile trovare una fonte non sotto il suo controllo, deve essere solo la gente a fidarsi di quello che crede e non di quello che sente visto e considerando che ormai è in mano a berlusconi mezza Italia e tutti quelli che lavorano per lui sono obbligati a sostenerlo. (a sentire Fede è un supereroe a cui superman fa una pippa ad esempio)
  • Anonimo scrive:
    noi siamo le carlucci, ucci...ucci..ucci
    resto allibito seguendo questo forum,dal fatto che la signora carlucci non sia solo una che gira in porsche senza cinture,facendo i 100 km in centro storico a roma,causare incidenti passando col rosso e "sparare" in faccia al carabiniere di turno...LEI NON SA CHI SONO IO....HO FRETTA VADO IN PARLAMENTO A VOTARE UNA LEGGE. MA ADDIRITTURA ONOREVOLE DI QUESTA REPUBBLICA,GIURO NON LO SAPEVO   presentatrice di trasmissioni che vacillano come i suoi congiuntivi...anche se lei dice di essere laureata ..di certo appartenente a quella categoria di feroci conduttori di trasmissioni false che hanno fatto spesso del qualunquismo un arte...vedi ventura bonolis mammuccari fazio ecc.ecc.ma di certo la da me citata categoria di professionisti del nulla ( a 10 miliardi l'anno)se ne infischia del mio scritto e io di loro,ecco vi passo la mia domanda cari amici del forum....ma la di certo degnissima persona ovvero l'onorevole carlucci,candidansosi in FI quali interessi e quali prerogative si prefiggeva di tutelare una volta eletta ????? paladina dell'educazione stradale? come si terrorizzano i pedoni inchiodando all'ultimo secondo con la sua porsche da 150 milioni ? paladina del liberalismo.o delle major cinematografiche ? musicali ? mah,forse con questo dubbio ci muoio.ad onor del vero il mio scritto è molto ironico e mi guardo bene dall'offendere o dal denigrare l'onorevole carlucci,ci mancherebbe (tra l'altro bellissima donna) solo non ne capisco le sopra da me citate ragioni POLITICHE .riguardo il decreto urbani sono certissimo che sara modificato,o almeno lo spero per tutti i figli di povera gente come me,che non hammo i soldi per cd a 22 euro,o dvd a 26 eurozzi.(un americano a roma). poi sul concetto di rubare....un film o un mp3   spesso con frame corrotti,di bassa qualita,da masterizzare quando va bene in 2 cd....ho dubbi che che chi ci definisce ladri sia nel giusto....... ma in democrazia le leggi si possono non condividere ma si rispettano.si puo vivere anche senza downalod.!!! una carsissimo saluto a TUTTI !!!!!!!!!!!!
  • Anonimo scrive:
    LA CARLUCCI PROPONE UNA NUOVA TASSA
    DECRETO URBANI: LA CARLUCCI PROPONE UNA NUOVA TASSA PER INTERNET. PER LA CARLUCCI "E' PIU' AGEVOLE PESCARE IL PIRATA IN RETE... CHE SUL MARCIAPIEDE"Una nuova tassa per Internet. Questa è la proposta di Gabriella Carlucci relatrice in Commissione cultura sul decreto Urbani in un'intervista che ha rilasciato a Key4biz.it: "Sto anche pensando ad una "quota" dei ricavi dei fornitori di connettività: dopotutto, la copia privata ad uso non di lucro passa comunque attraverso la rete. E se i produttori di hardware e di supporti sono sottoposti ad un prelievo che va ad alimentare i fondi per autori e produttori di opere dell'ingegno, non è equo fare altresì per quanto riguarda la vendita di connettività? Si ricordi che il 3 per cento del prezzo di vendita di apparecchi per riproduzione audio e video va giustappunto ai fondi per la copia privata... " Ad ognuno il proprio commento. Qui di seguito il testo integrale dell'intervista pubblicata da www.key4biz.it
    • Anonimo scrive:
      Re: LA CARLUCCI PROPONE UNA NUOVA TASSA
      Sempre che sia vero e se ne faccia qualcosa...Sarei daccordissimo al 100% a patto che:1)si lasci in pace chi scarica per uso personale (la tassa l'ha pagata no?)2)bisogna vedere cosa intendono per tassa: il 3% ok, il 30% ad esempio, mica tanto ok!!!Ah, se è l'ennesimo pesce lo friggo in pentola,così per stasera ho risolto la cena!
    • Anonimo scrive:
      Re: LA CARLUCCI PROPONE UNA NUOVA TASSA
      credo che quello a cui tu ti riferisca sia questo:K4B. La Direttiva europea sulla proprietà intellettuale approvata a Strasburgo tre giorni prima del decreto Urbani indica in modo netto la distinzione tra chi riproduce a scopo di sfruttamento commerciale indebito e su vasta scala e chi produce la copia ad uso personale (tenuto al pagamento della sola royalty). Il decreto Urbani va in direzione opposta. Crede vi possa essere un ripensamento del nostro governo? R. E? allo studio la possibilità di tenere nella massima considerazione il disposto degli artt.71 sexies e septies della legge 633/1941 sul diritto d?autore, salvaguardando così la copia privata. Le ricordo anche, comunque, che la Direttiva che Lei cita non è stata approvata definitivamente, ma solo in prima stesura. Non è ancora testo di legge. Sto anche pensando ad una ?quota? dei ricavi dei fornitori di connettività: dopotutto, la copia privata ad uso non di lucro passa comunque attraverso la rete. E se i produttori di hardware e di supporti sono sottoposti ad un prelievo che va ad alimentare i fondi per autori e produttori di opere dell?ingegno, non è equo fare altresì per quanto riguarda la vendita di connettività. Si ricordi che il 3 per cento del prezzo di vendita di apparecchi per riproduzione audio e video va giustappunto ai fondi per la copia privata? Mha !, forse potrebbe essere una soluzione.Dopotutto è una proposta che è venuta da molti post nei vari forum.Forse se l'é copiata da li.
      • Anonimo scrive:
        Re: LA CARLUCCI PROPONE UNA NUOVA TASSA
        insomma, questi avidi schifosi hanno bisogno di mungere una vacca e preferiscono quella dei provider che e' piu' grassa di quella dei poveri mortaccioni che non comprano e non comprerebbero i cd originali manco se si trovassero, leggo giusto? cois' i provider per non essere messi nella merda dalla resituzione delle adsl, scelgono il male minore, si fan mungere e lo spettacolo va avanti, vero?
    • Anonimo scrive:
      Re: LA CARLUCCI PROPONE UNA NUOVA TASSA
      - Scritto da: Anonimo

      DECRETO URBANI: LA CARLUCCI PROPONE UNA
      NUOVA TASSA PER INTERNET.

      PER LA CARLUCCI "E' PIU' AGEVOLE PESCARE IL
      PIRATA IN RETE... CHE SUL MARCIAPIEDE"

      Una nuova tassa per Internet.



      Questa è la proposta di Gabriella
      Carlucci relatrice in Commissione cultura
      sul decreto Urbani in un'intervista che ha
      rilasciato a Key4biz.it: "Sto anche pensando
      ad una "quota" dei ricavi dei fornitori di
      connettività: dopotutto, la copia
      privata ad uso non di lucro passa comunque
      attraverso la rete. E se i produttori di
      hardware e di supporti sono sottoposti ad un
      prelievo che va ad alimentare i fondi per
      autori e produttori di opere dell'ingegno,
      non è equo fare altresì per
      quanto riguarda la vendita di
      connettività? Si ricordi che il 3 per
      cento del prezzo di vendita di apparecchi
      per riproduzione audio e video va
      giustappunto ai fondi per la copia
      privata... "



      Ad ognuno il proprio commento.





      Qui di seguito il testo integrale
      dell'intervista pubblicata da www.key4biz.itSi commenta da se la carlucci..Ma una cosa mi colpisce, in italia riescono a farsi eleggere persone troppo strane:pornostar, critici d'arte impazziti, presentatrici (da 2 soldi), uomini ricchissimi (i piu' ricchi del paese), ignoranti, persone che hanno DECINE di processi ancora da aperti ma che appena diventano presidente del consiglio si creano leggi per proteggersi dai procedimenti giudiziari di cui sopra e che non contenti curano i propri interessi, persone che vogliono toglierci festività perchè se il PIL è basso è colpa nostra, persone che ci fanno fanno fare delle figure di merd* al parlamento europeo o in generale quando aprono bocca, lecchini di bush che alle telecamere a camp david avevano una faccia come una maschera tiratissima col sorriso stampato. Che paese di merd*Se troverò lavoro all'estero lascerò tutto ciò a chi ci vuole rimanere.
    • Anonimo scrive:
      Re: LA CARLUCCI PROPONE UNA NUOVA TASSA
      - Scritto da: Anonimo

      DECRETO URBANI: LA CARLUCCI PROPONE UNAAlle prox elezioni CACCIAMOLI TUTTI QUESTI PARASSITI.
      • Anonimo scrive:
        Re: LA CARLUCCI PROPONE UNA NUOVA TASSA
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo



        DECRETO URBANI: LA CARLUCCI PROPONE UNA

        Alle prox elezioni CACCIAMOLI TUTTI QUESTI
        PARASSITI. E SAREBBE PURE ORA!!!
        • Anonimo scrive:
          Re: LA CARLUCCI PROPONE UNA NUOVA TASSA
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo



          - Scritto da: Anonimo





          DECRETO URBANI: LA CARLUCCI
          PROPONE UNA



          Alle prox elezioni CACCIAMOLI TUTTI
          QUESTI

          PARASSITI.

          E SAREBBE PURE ORA!!!Sì, metti su quelli che c'erano prima che sicuramente ti becchi le stesse leggi e tasse con parole diverse.. :DLa sostanza non cambia.
          • Anonimo scrive:
            Re: LA CARLUCCI PROPONE UNA NUOVA TASSA
            non dimenticate sulla ADSL Tax di metterci pure il 20% di Iva, come per il gas, la benzina e altre menate.
  • Anonimo scrive:
    Aurelio De Laurentiis
    (ANSA)-ROMA, 1 APR-La nona sezione del tribunale di Roma ha assolto dall'accusa di usura il produttore cinematografico Aurelio De Laurentiis. Motivazione: perche' il fatto non sussiste.L'imputazione, per la quale il rappresentante dell' accusa aveva chiesto una condanna a due anni e sei mesi di reclusione,faceva riferimento alle condizioni che sarebbero state imposte dal produttore all' imprenditore Michele Franceschelli per un prestito di tre miliardi e 700 milioni di lire concessogli nel 1997.
    • Anonimo scrive:
      Re: Aurelio De Laurentiis
      - Scritto da: Anonimo
      (ANSA)-ROMA, 1 APR-La nona sezione del
      tribunale di Roma ha assolto dall'accusa di
      usura il produttore cinematografico Aurelio
      De Laurentiis. Motivazione: perche' il fatto
      non sussiste.L'imputazione, per la quale il
      rappresentante dell' accusa aveva chiesto
      una condanna a due anni e sei mesi di
      reclusione,faceva riferimento alle
      condizioni che sarebbero state imposte dal
      produttore all' imprenditore Michele
      Franceschelli per un prestito di tre
      miliardi e 700 milioni di lire concessogli
      nel 1997.Un altro amico del Berlusca, avrà chiesto a lui come fare.:D
  • Anonimo scrive:
    Re: DA LEGGERE ASSOLUTAMENTE!!!
    - Scritto da: Anonimo
    non sei contento che non passa più il
    decreto ?
    dai accendiamo subito kazaa !!!!!!!!

    ;););););););)Non riesco a capire se mi stai prendendo per i fondelli in occasione del 1 aprile, o semplicemente perchè ti va di perdere tempo, o ancora semplicemente perchè ci sei!! Ti prego, delucidami!!
  • Anonimo scrive:
    Re: DA LEGGERE ASSOLUTAMENTE!!!
    non sei contento che non passa più il decreto ?dai accendiamo subito kazaa !!!!!!!!;););););););)
  • Anonimo scrive:
    Secondo me ce puzza di conflitto
    di interessi.Cosa ne pensate.MA davvero Berlusconi si fa le leggi per i propri interessi??come mai nessuno lo dice in TV??
    • Anonimo scrive:
      Re: Secondo me ce puzza di conflitto
      perche' non fa notizia, lo sanno gia' tutti.
    • Anonimo scrive:
      si, ce ce eccome se ce
      :@:@:@:@:@ce ce
    • Anonimo scrive:
      Re: Secondo me ce puzza di conflitto
      MA dai no crederai a queste cose.Lui e' sceso in campo per noi e solo per noi..Cornacchione.
      • Anonimo scrive:
        Re: Secondo me ce puzza di conflitto
        - Scritto da: Anonimo
        MA dai no crederai a queste cose.

        Lui e' sceso in campo per noi e solo per
        noi..


        Cornacchione.Azz e' "sceso" e da dove dal cielo?io spero faccia il percorso inverso al piu presto ma che prima impari a esprimersi con meno edonismo.. e in fretta.
    • Anonimo scrive:
      Re: Secondo me ce puzza di conflitto
      - Scritto da: Anonimo
      di interessi.
      Cosa ne pensate.
      MA davvero Berlusconi si fa le leggi per i
      propri interessi??

      come mai nessuno lo dice in TV??Beata innocenza!!
  • Anonimo scrive:
    Ma secondo voi ...
    Mi viene in mente il film "Il Gladiatore", esattamente quando il barbaro lancia la testa mozza del negoziatore. Il commento del Generale Massimo Decio fù: non hanno accettato.Ma sto barbaro Urbani che ci ha lanciato la testa mozza del P2P se lo aspettava che qualcuno, non so chi, come Massimo Decio dicesse "al mio segnale scatenate l'inferno ..."A proposito chi è stato ?
  • Anonimo scrive:
    Re: E dopo tanti bla bla.......
    Ho scritto un libro. Tu lo compri. Poi lo presti ad un amico. Lui lo legge non pagando alcun diritto d'autore. Poi ti restituisce un libro. Ebbene ,sembra assurdo, ma la legge ti dovrebbe punire per violazione del diritto d'autore.Qui non bastano delle leggi per inasprire o mitigare le sanzioni contro chi viola il diritto d'autore. Serve invece una riforma del diritto d'autore stesso, ormai disciplato da una normativa obsoleta.
  • zibo scrive:
    Re: E dopo tanti bla bla.......

    Oh mamma mia.
    Tutte le faccende che riguardano le
    Multinazionali in Europa (e quindi anche le
    Major) sono materia di competenza di
    Bruxelles.
    Tutte
    Tutte
    Tutte
    Tutte
    Indipendentemente da dove si verifica
    l'episodio che origina l'indagine.
    Se è una multinazionale -------

    Bruxelles.

    Non mi dilungo piu' ed oltre.
    Ciaoscusa come definiresti la Henkel? (www.henkel.com) no perchè nel novembre 2001 ha subito un provvedimento da parte della "nostra" antitrust...
  • Anonimo scrive:
    io sarei favorevole
    io sarei favorevole a pagare sempre e comunque i diritti d'autore solo se insieme ad una azione legislativa sul P2P si attuasse una profonda riforma della SIAE che, per come è strutturata oggi, è prevalentemente una struttura clientelare che serve a fare arricchire i soliti noti e non dare nulla a chi non è protetto dalle major.Se io scarico un pezzo dei Gang per esempio, io pagherei anche una piccola somma come diritti d'autore...ma vorrei avere la certezza che saranno i Gang a ricevere i miei soldi e non Albano, per esempio. oggi accade esattamente così......
  • Anonimo scrive:
    Re: E dopo tanti bla bla.......

    no, non funziona così. le violazioni
    su tutto il mercato vengono perseguite a
    livello europeo, ma fidati che l'Italia ha
    una "sua" antitrust.

    www.agcm.it

    temo tu abbia preso una cantonata...Oh mamma mia.Tutte le faccende che riguardano le Multinazionali in Europa (e quindi anche le Major) sono materia di competenza di Bruxelles.TutteTutteTutteTutteIndipendentemente da dove si verifica l'episodio che origina l'indagine. Se è una multinazionale -------
    Bruxelles.Non mi dilungo piu' ed oltre.Ciao
  • zibo scrive:
    Re: E dopo tanti bla bla.......
    - Scritto da: Anonimo


    il fatto che la locuzione "povero
    illuso"

    non sia un complimento non è una

    dietrologia, è un dato di fatto.

    povero illuso non significa povero pirla,
    sennò avrei scritto povero pirla.
    E non mi dilungo oltre. Parla con un
    vocabolario se vuoi.
    ho capito ora come ti sei ridotto così!!!! tu parli col vocabolario!!!! pensa che noialtri abbiamo il vizio di leggerlo, semmai!!! :D

    cmq con sta logica ogni volta che prendi

    l'ascensore dovresti pagare dazio a chi
    l'ha

    inventato, giusto?

    Siamo al delirio.
    Poveri noi.
    Parliamo di diritti d'autore e di opere di
    ingegno e tu mi parli di ascensori ?
    Vabbè ciao va......no, non è delirio. un qualunque "atto di creazione" è un'opera d'ingegno. solo non si capisce come mai se un musicista scrive una canzone viene tutelato in un certo modo, mentre se un architetto fa un progetto non gli vengono pagate royalties in "eterno"....
  • Anonimo scrive:
    Invece ne hanno discusso
    http://www.camera.it/_dati/leg14/lavori/odg/cam/fascicoli/20040331/20040331p4833.htm :):):):):):):):):):)
    • Anonimo scrive:
      Re: Invece ne hanno discusso
      Spettacolare Pesce d'Aprile!!! oltre tutto ci pigliano anche per i fondelli :@
    • Anonimo scrive:
      Re: Invece ne hanno discusso
      - Scritto da: Anonimo

      www.camera.it/_dati/leg14/lavori/odg/cam/fasc


      :):):):):):):):):):)Ommmiodddiiooooo!!!! Non è possibile!!! Ma si può sapere cosa c'è di così soporifero e stordente nell'aria???!!! Ma l'arrivo della primavera può davvero essere così devastante????!!!Baaaaaaaaastaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Invece ne hanno discusso
      E' di ieri genio.
  • zibo scrive:
    Re: E dopo tanti bla bla.......
    - Scritto da: Anonimo

    siccome da noi


    l'antitrust non è poi
    così


    "perfetta" come tu dici, il tutto

    è


    finito a tarallucci e vino con
    multe


    ridicole.


    MA CHE DEVO RISPONDERE a sta roba qua ?
    L'antitrast non è "nostra" come
    scrivi tu. ( da noi l'antitrust non è
    poi così "perfetta")
    Hai mai sentito parlare di Comunità
    Europea ? E di Bruxelles ? E di Monti
    ????????
    L'Antitrust è a Bruxelles e funziona
    molto bene.
    Chiedi alla Microsoft se non è cosi'

    Ma per piacere.......no, non funziona così. le violazioni su tutto il mercato vengono perseguite a livello europeo, ma fidati che l'Italia ha una "sua" antitrust.http://www.agcm.ittemo tu abbia preso una cantonata...
  • Anonimo scrive:
    Re: E dopo tanti bla bla.......

    siccome da noi

    l'antitrust non è poi così

    "perfetta" come tu dici, il tutto
    è

    finito a tarallucci e vino con multe

    ridicole.MA CHE DEVO RISPONDERE a sta roba qua ?L'antitrast non è "nostra" come scrivi tu. ( da noi l'antitrust non è poi così "perfetta")Hai mai sentito parlare di Comunità Europea ? E di Bruxelles ? E di Monti ????????L'Antitrust è a Bruxelles e funziona molto bene.Chiedi alla Microsoft se non è cosi'Ma per piacere.......
  • Anonimo scrive:
    Re: E dopo tanti bla bla.......

    il fatto che la locuzione "povero illuso"
    non sia un complimento non è una
    dietrologia, è un dato di fatto. povero illuso non significa povero pirla, sennò avrei scritto povero pirla.E non mi dilungo oltre. Parla con un vocabolario se vuoi.
    cmq con sta logica ogni volta che prendi
    l'ascensore dovresti pagare dazio a chi l'ha
    inventato, giusto? Siamo al delirio. Poveri noi.Parliamo di diritti d'autore e di opere di ingegno e tu mi parli di ascensori ?Vabbè ciao va......
  • zibo scrive:
    Re: E dopo tanti bla bla.......
    - Scritto da: zibo


    Conosci questi accordi ? E fra chi ? Se
    li

    conosci per certo e hai prove,
    denunciali.

    L'Antitrust non scherza e ti ascolta.

    Se non li conosci invece evita di
    sparare

    sciocchezze.

    gli accordi sono ben noti, a me
    all'antitrust e ad altri. consistevano nel
    fatto che le major pagano parte delle spese
    di marketing ai punti vendita, a condizione
    che questi non abbassassero al di sotto di
    determinate soglie il prezzo dei cd. per
    queste pratiche ci sono state anche delle
    condanne, solo che siccome da noi
    l'antitrust non è poi così
    "perfetta" come tu dici, il tutto è
    finito a tarallucci e vino con multe
    ridicole.

    e per ora ti ho parlato di fatti accertati.
    a mio modesto avviso esistono inoltre chiari
    segnali che vi siano accordi di cartello,
    perchè stranamente lo stesso cd ha da
    noi prezzi significativamente più
    alti che in molti Paesi esteri.

    uindi non sto sparando schiocchezze.vedo che a questo post continui a non rispondere....
  • zibo scrive:
    Re: E dopo tanti bla bla.......
    - Scritto da: Anonimo


    "povero illuso" di solito è un
    po'

    come dire "povero pir*a", ma se per te

    è un complimento...

    dietrologia.
    il fatto che la locuzione "povero illuso" non sia un complimento non è una dietrologia, è un dato di fatto.


    sui diritti: e se io anto una canzone

    davanti a più di 40 (se non
    sbaglio)

    persone devo dargli dei soldi??? ma ti
    pare

    giusto???

    se canti una canzone tua, che INVENTI
    tu..... non pagare
    se canti la canzone di un altra persone, che
    ha inventato un altra persona (e magari ci
    lucri pure, cantandola) allora non è
    giusto, è giustissimo.io non ho parlato di lucrarci, innanzitutto. e cmq bisogna vedere quanto guadagna chi ha scritto l'opera, per quanto tempo e in che forme.cmq con sta logica ogni volta che prendi l'ascensore dovresti pagare dazio a chi l'ha inventato, giusto? e i fratelli Lumiere le prendono le royalty dalle major???? perchè se non è così allora è il caso di sparare un bel "decretone"....
  • Anonimo scrive:
    commissione per il dl urbani di oggi:
    La seduta termina alle 14.25.AVVERTENZAIl seguente punto all'ordine del giorno non è stato trattato:SEDE REFERENTEDL 72/2004: Interventi contro la diffusione telematica abusiva di materiale audiovisivo e a sostegno delle attività cinematografiche e dello spettacolo.C. 4833 Governo."complimenti.
    • Anonimo scrive:
      Re: commissione per il dl urbani di oggi
      http://www.camera.it/chiosco.asp?cp=2&position=Documenti|barraindietro|Resoconti%20parlamentari|barraindietro|Bollettino%20Giunte%20e%20Commissioni&source=http%3A//www.camera.it/Docesta/312/6201/6202/documentotesto.ASP&content=/_dati/leg14/lavori/bollet/200404/0401/html/07/frame.htm
    • Anonimo scrive:
      Re: commissione per il dl urbani di oggi:
      chi visse sperando morì.........(Lo Russo, isoletta sperduta nell'egeo che non conta un .....)
  • Anonimo scrive:
    Re: chi votare
    - Scritto da: Anonimo
    Baggianata immonda. Qua non si tratta di
    mantenere i figli a carico dello stato, siSei tu che hai detto "poi per il resto della vita chi me li mantiene?"
    parla di incentivare le nascite. Chi
    è quell'idiota che pianifica la
    nascita di un bambino sapendo che il top che
    può fare lo stato è dare un
    mini contributo e qualche piccolo sgravio
    fiscale? Si pianifica la nascita di un
    bambino *se* ci sono le condizioni per
    farlo, ed una di queste condizioni è
    una politica che incentivi le nascite,
    aiutando economicamente all'occorrenza, in
    modo serio.
    Inoltre ti sfugge che in Italia, nella
    maggioranza dei casi, *non vi sono* le
    condizioni economiche per far nascere e
    *crescere* un bambino. Ecco perché
    abbiamo il tasso di natalità
    più basso in europa.D'accordissimo. Ma è meglio un piccolo incentivo economico dato dal governo di destra o il niente dato dal governo di sinistra?Purtroppo in molti sono così accecati dalla loro ideologia da preferire il niente, purchè proveniente da sinistra!
  • Anonimo scrive:
    Re: E dopo tanti bla bla.......

    "povero illuso" di solito è un po'
    come dire "povero pir*a", ma se per te
    è un complimento...dietrologia.
    sui diritti: e se io anto una canzone
    davanti a più di 40 (se non sbaglio)
    persone devo dargli dei soldi??? ma ti pare
    giusto???se canti una canzone tua, che INVENTI tu..... non pagarese canti la canzone di un altra persone, che ha inventato un altra persona (e magari ci lucri pure, cantandola) allora non è giusto, è giustissimo.
  • zibo scrive:
    Re: E dopo tanti bla bla.......

    Illuso non è un insulto
    Che argomento ? Il nulla ? Ferradini vive di
    rendita lo dici tu non so su che.......
    argomentazioni !! E tu hai fatto il nome

    E i diritti che percepisce ancora oggi NON
    SONO diritti da vendita, lo capisci o no ?
    Sono diritti -per esempio- di pubblica
    esecuzione su radio, pianobar, televisione,
    karaoke......bla bla bla. MA NON DI VENDITA
    (o almeno, di vendita solo per cio' che
    vende ancora oggi....se vende qlsa)innanzitutto non l'ho scritto io. poi "povero illuso" di solito è un po' come dire "povero pir*a", ma se per te è un complimento...sui diritti: e se io anto una canzone davanti a più di 40 (se non sbaglio) persone devo dargli dei soldi??? ma ti pare giusto???ps comunque al mio altro post ancora non hai risposto...
  • Anonimo scrive:
    Re: chi votare
    - Scritto da: Anonimo

    poi per il resto della vita chi me li

    mantiene?

    Ma tu fai figli perchè ti danno dei
    soldi? Vuoi una generazione di mantenuti
    dallo stato?Baggianata immonda. Qua non si tratta di mantenere i figli a carico dello stato, si parla di incentivare le nascite. Chi è quell'idiota che pianifica la nascita di un bambino sapendo che il top che può fare lo stato è dare un mini contributo e qualche piccolo sgravio fiscale? Si pianifica la nascita di un bambino *se* ci sono le condizioni per farlo, ed una di queste condizioni è una politica che incentivi le nascite, aiutando economicamente all'occorrenza, in modo serio.Inoltre ti sfugge che in Italia, nella maggioranza dei casi, *non vi sono* le condizioni economiche per far nascere e *crescere* un bambino. Ecco perché abbiamo il tasso di natalità più basso in europa.
  • Anonimo scrive:
    Re: E dopo tanti bla bla.......
    - Scritto da: zibo

    - Scritto da: Anonimo

    ferradini ?



    povero illuso che sei........

    non insultare please, argomentaIlluso non è un insultoChe argomento ? Il nulla ? Ferradini vive di rendita lo dici tu non so su che....... argomentazioni !! E tu hai fatto il nomeE i diritti che percepisce ancora oggi NON SONO diritti da vendita, lo capisci o no ? Sono diritti -per esempio- di pubblica esecuzione su radio, pianobar, televisione, karaoke......bla bla bla. MA NON DI VENDITA (o almeno, di vendita solo per cio' che vende ancora oggi....se vende qlsa)
  • Anonimo scrive:
    Re: E dopo tanti bla bla.......
    - Scritto da: Anonimo
    Immagino che se

    si parlasse di stupri tu proporresti la

    mutilazione pubblica del pene.L'importante è capirsi. Io lo chiamo un atteggiamento estremista, il fascismo è una forma di estremismo, tu sei un estremista. Effettivamente, no, non strettamente fascista.Ti auguro di continuare a prendere mazzate sulle ginocchia perchè tele meriti tutte.
  • zibo scrive:
    Re: E dopo tanti bla bla.......
    - Scritto da: Anonimo
    ferradini ?

    povero illuso che sei........non insultare please, argomenta
  • Anonimo scrive:
    Re: E dopo tanti bla bla.......

    stai attento a quello che dici e alle parole
    che usi e come le usi. Stai molto attento,
    chiaro ?
    se no cosa fai, ci mandi gli amici???!!!??? mamma mia la paura che mi fai...ma quanti anni hai, 3? come sei arrivato alla tastiera???
  • Anonimo scrive:
    Re: E dopo tanti bla bla.......
    ferradini ?povero illuso che sei........
  • Anonimo scrive:
    Re: E dopo tanti bla bla.......
    Immagino che se
    si parlasse di stupri tu proporresti la
    mutilazione pubblica del pene.Assolutamente e rigorosamente SI.
  • zibo scrive:
    Re: E dopo tanti bla bla.......

    Conosci questi accordi ? E fra chi ? Se li
    conosci per certo e hai prove, denunciali.
    L'Antitrust non scherza e ti ascolta.
    Se non li conosci invece evita di sparare
    sciocchezze.gli accordi sono ben noti, a me all'antitrust e ad altri. consistevano nel fatto che le major pagano parte delle spese di marketing ai punti vendita, a condizione che questi non abbassassero al di sotto di determinate soglie il prezzo dei cd. per queste pratiche ci sono state anche delle condanne, solo che siccome da noi l'antitrust non è poi così "perfetta" come tu dici, il tutto è finito a tarallucci e vino con multe ridicole.e per ora ti ho parlato di fatti accertati.a mio modesto avviso esistono inoltre chiari segnali che vi siano accordi di cartello, perchè stranamente lo stesso cd ha da noi prezzi significativamente più alti che in molti Paesi esteri.uindi non sto sparando schiocchezze.
  • Anonimo scrive:
    Re: E dopo tanti bla bla.......

    Corri a comprare topolino e bambi.Ahaha, frustrato?
  • Anonimo scrive:
    Re: E dopo tanti bla bla.......

    Se rubi lo è eccome. E non solo
    entrare a casa tua, ma prenderti gli
    strumenti che hai usato per rubare,
    multarti, e pubblicare il tuo nome. Cosi' ti
    passa la voglia.

    e fascista sarei io ?Sto molto attento alle parole che usi, e direi che le ho usate bene. Immagino che se si parlasse di stupri tu proporresti la mutilazione pubblica del pene.
  • Anonimo scrive:
    Re: E dopo tanti bla bla.......
    - Scritto da: Anonimo

    Se rubi lo è eccome. E non solo

    entrare a casa tua, ma prenderti gli

    strumenti che hai usato per rubare,

    multarti, e pubblicare il tuo nome.
    Cosi' ti

    passa la voglia.



    e fascista sarei io ?

    Ti sei risposto da solo...Corri a comprare topolino e bambi.
  • Anonimo scrive:
    Re: E dopo tanti bla bla.......
    - Scritto da: Anonimo
    Conosci questi accordi ? E fra chi ? Se li
    conosci per certo e hai prove, denunciali.
    L'Antitrust non scherza e ti ascolta.
    Se non li conosci invece evita di sparare
    sciocchezze.Ma perfavore... ma cosa denunci? Chi?Guarda quanto costano i cd in germania,LA META quasi..http://www.amazon.de/exec/obidos/tg/browse/-/290380/ref=cs_nav_tab_6/028-8770263-8552548
  • Anonimo scrive:
    Re: E dopo tanti bla bla.......

    Se rubi lo è eccome. E non solo
    entrare a casa tua, ma prenderti gli
    strumenti che hai usato per rubare,
    multarti, e pubblicare il tuo nome. Cosi' ti
    passa la voglia.

    e fascista sarei io ?Ti sei risposto da solo...
  • Anonimo scrive:
    Re: E dopo tanti bla bla.......

    anche se il prezzo è tenuto
    artificiosamente alto da pratiche
    anticoncorrenziali e accordi di cartello?Conosci questi accordi ? E fra chi ? Se li conosci per certo e hai prove, denunciali. L'Antitrust non scherza e ti ascolta.Se non li conosci invece evita di sparare sciocchezze.
  • Anonimo scrive:
    Re: E dopo tanti bla bla.......
    le tue lodi al
    fascismo stai attento a quello che dici e alle parole che usi e come le usi. Stai molto attento, chiaro ?
    Il diritto d'autore è una cosa
    sensata, e tu vuoi violarlo rubando. Bella coerenza nelle tue parole
    entrare in casa di uno
    perchè ha scaricato dei brani non lo
    è.Se rubi lo è eccome. E non solo entrare a casa tua, ma prenderti gli strumenti che hai usato per rubare, multarti, e pubblicare il tuo nome. Cosi' ti passa la voglia.
    Punto e basta.e fascista sarei io ?
  • Anonimo scrive:
    Re: E dopo tanti bla bla.......

    sicuramente stai millantando il sesso fatto
    in Germania, o hai beccato un napoletano in
    azione :))beh che dire ?fine della discussione.....
  • Anonimo scrive:
    notizie ...
    Ma della notizia di ieri di denunciati ecc ... che novità ci sono ????
  • Anonimo scrive:
    Re: E dopo tanti bla bla.......
    sicuramente stai millantando il sesso fatto in Germania, o hai beccato un napoletano in azione :))
  • Anonimo scrive:
    Re: Sottoforum: Come fregare chi ci freg
    Bravo fenomeno......clap clap clapA te non frega niente delle stragi, dei morti, delle bombe e di chi li sostiene...... Le guerre e il terrorismo non sono nulla in confronto al P2P.....No, a te basta scaricare l'ultimo film uscito e il resto del mondo che vada pure a cacare.Eppoi prima insinui tu per primo che in Forza Italia ci sono ladri, mafiosi ecc.. e poi non ti frega niente se quelli della tua parte sono amici di terroristi e dittatori? Coerente!!!!Mi auguro che di gente come te ne esista poca e per il bene della razza umana spero che tu sia impotente..........
  • Anonimo scrive:
    Re: E dopo tanti bla bla.......
    in inghilterra costano di piu'in belgio ugualiin germania ugualinei paesi scandinavi di piu'
  • Anonimo scrive:
    Re: E dopo tanti bla bla.......
    Ancora... MA sei mai uscito dall'Italia??? Hai mai avuto modo di renderti conto quanto siano gonfiati i prezzi in questo Paese? In Germania e nei Paesi del Nord Europa guadagnano il doppio e spendono la meta'. Anche per i preservativi...
  • Anonimo scrive:
    Re: E dopo tanti bla bla.......


    Ma se si parla di cultura deve avere un
    costo accessibile a tutti non credi???Il costo non deve essere accessibile a tutti per definizione.Il costo deve essere "uguale + markup" al costo di produzione dell' INTERA attività ecomonica posta in essere dal produttore (qualunque tipo di produttore sia, anche di preservativi......)
  • Anonimo scrive:
    "Le multe non sono più sufficienti"
  • Anonimo scrive:
    basta con i pesci
    basta con i pesci d'aprile!ecco un estratto del calendario dei lavori della camera dei deputati:Periodo dal 5 al 7 aprile e dal 19 al 30 aprile:Esame dei progetti di legge:disegno di legge n. 4833 - Conversione in legge del decreto-legge 22 marzo 2004, n. 72, recante interventi per contrastare la diffusione telematica abusiva di materiale audiovisivo, nonché a sostegno delle attività cinematografiche e dello spettacolo (da inviare al Senato - scadenza: 22 maggio 2004)chiaro?per chi non ci credesse:http://testo.camera.it/organiparlamentariSM/241/4399/documentotesto.ASP
  • Anonimo scrive:
    URBANI
    In seguito all'approvazione da parte del Consiglio dei Ministri del Decreto Urbani che considera "pirati domestici coloro che commettono abusi non finalizzati alla vendita ma ad un uso personale pur sempre illegittimo" anche tramite lo scambio in internet, gruppi massicci di utenti, associazioni di provider, l'Associazione per la Libertà nella Comunicazione Elettronica Interattiva (Alcei) stanno combattendo con tutte le proprie forze perché il decreto sia annullato.Perché «contiene disposizioni inammissibili, inapplicabili tecnicamente o in contrasto con le leggi sulla privacy e costituzionali», dice Paolo Nuti, presidente di Aiip, associazione provider. I provider si stanno organizzando per fare fronte comune contro quelle che riconoscono come assurdità del decreto. Le indicheranno, in una lettera da indirizzare al Presidente del Consiglio, e proporranno alternative. Qualche esempio di misure inaccettabili: «si chiede ai provider di bloccare i servizi erogati all'utente che viola i diritti d'autore. Ma se questo nostro utente è un fornitore di servizi di hosting, che ospita materiale pirata, se gli blocchiamo la connettività saranno danneggiati anche tutti i suoi utenti innocenti: da un giorno all'altro si troveranno con il sito offline», dice Nuti.Risultato: «gli utenti si rivolgeranno a fornitori esteri di hosting. Con danno al nostro mercato». Ma non solo: «il decreto ci impone anche di segnalare alle autorità i nomi degli utenti che scaricano film protetti da diritti d'autore. Ma come possiamo farlo? A colpo d'occhio, possiamo solo notare che certi utenti fanno intenso traffico. Ma per essere certi che si tratta di file pirata, dovremmo mettere sotto intercettazione tutti i nostri utenti. Ridicolo».Secondo le leggi italiane, infatti, solo la magistratura può prendere l'iniziativa di filtrare e intercettare le comunicazioni private tra cittadini.«Non abbiamo l'autorità e gli strumenti per mettere il naso nel traffico degli utenti. Il che, poi, ci costerebbe uno sproposito: più di quanto ricaviamo e molte volte di più dei nostri margini di profitto". L'Internet italiana, insomma, sarebbe azzoppata, "in senso economico ed etico, se il decreto fosse attuato nei termini descritti. C'è un solo Paese al mondo in cui queste intercettazioni sono fatte a tappeto: la Cina. L'Italia farebbe marcia indietro, sul piano dello sviluppo tecnologico e anche dei diritti civili: lontano dall'Europa».E allora i provider sono ottimisti: «il decreto sarà bloccato dal Parlamento. Calpesta la costituzione, le leggi sulla privacy. Non può convivere con le restanti leggi dello statuto della nostra Repubblica».Ricordiamo inoltre la direttiva europea approvata dal Parlamento di Strasburgo in materia di copyright, che, in maniera abbastanza esplicita, solleva da ogni rischio chi scambia musica e film per uso personale.:o
  • Anonimo scrive:
    Re: chi votare
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo



    - Scritto da: Anonimo
    Non basta certo un milione a mantenere un
    figlio te lo garantisco!!
    esperienza personale ..e poi se non sbaglioMeglio che niente, non trovi?
    era per i nati in un certo termine
    coscenziosamente dato e che devo fare i
    figli a comando ?E' una sperimentazioen quindi vale per i nati nell'ultimo anno. Se poi la cosa funziona verrà prorogata.
    poi per il resto della vita chi me li
    mantiene?Ma tu fai figli perchè ti danno dei soldi? Vuoi una generazione di mantenuti dallo stato?
  • Anonimo scrive:
    Comunque ripeto
    il decreto è gia bloccato :D
  • Anonimo scrive:
    E dopo tanti bla bla.......
    w il diritto d'autore e abbasso gli scrocconi !!!!!tutto ha un prezzo, l'unica decisione che si puo' prendere è : comprare o non comprare.Poi c'è anche la libertà di sgraffignare. Piena libertà.Basta subirne le conseguenze con sana maturità e nessun piagnisteo.
    • Anonimo scrive:
      Re: E dopo tanti bla bla.......
      Corretto.Tuttavia uno che scrive 1 sola canzone e con i diritti di quella campa tutta la vinta per me è un ladro tanto quanto quello che mi ruba la macchina, anzi peggiore.Quindi è vero, tutto ha un prezzo, ma non è questo.- Scritto da: Anonimo

      w il diritto d'autore e abbasso gli
      scrocconi !!!!!
      tutto ha un prezzo, l'unica decisione che si
      puo' prendere è : comprare o non
      comprare.

      Poi c'è anche la libertà di
      sgraffignare. Piena libertà.
      Basta subirne le conseguenze con sana
      maturità e nessun piagnisteo.
      • Anonimo scrive:
        Re: E dopo tanti bla bla.......
        Chi campa con 1 sola canzone per tutta la vita ?Chi ? chi ? chi ? chi ? chi ? chi ? chi ? etc etc.....Leggende metropolitane, buone per boccaloni.E se anche esistesse, ma non esiste, vuol dire che quella singola canzone è piaciuta cosi' tanto ma cosi' tanto ma cosi' tanto da avergli fatto vendere 1000000000000000000000 di copie. Beato lui.Ma non esiste.
        Corretto.
        Tuttavia uno che scrive 1 sola canzone e con
        i diritti di quella campa tutta la vinta per
        me è un ladro tanto quanto quello che
        mi ruba la macchina, anzi peggiore.
        Quindi è vero, tutto ha un prezzo, ma
        non è questo.
        • Anonimo scrive:
          Re: E dopo tanti bla bla.......
          - Scritto da: Anonimo


          Chi campa con 1 sola canzone per tutta la
          vita ?
          Chi ? chi ? chi ? chi ? chi ? chi ? chi ?
          etc etc.....

          Leggende metropolitane, buone per boccaloni.
          E se anche esistesse, ma non esiste, vuol
          dire che quella singola canzone è
          piaciuta cosi' tanto ma cosi' tanto ma cosi'
          tanto da avergli fatto vendere
          1000000000000000000000 di copie. Beato lui.
          Ma non esiste.
          http://www.report.rai.it/2liv.asp?s=82questo è stato postato ieri se non sbaglio dattici una scorsa vai ;)
          • Anonimo scrive:
            Re: E dopo tanti bla bla.......



            www.report.rai.it/2liv.asp?s=82
            questo è stato postato ieri se non
            sbaglio dattici una scorsa vai ;)vecchio vecchissimo del 2001chi ha scritto O sole mio ancora campa di diritti.ma parliamo di O sole mio !!!!!e soprattuto i diritti non sono "diritti da vendita" chiaro ????la siae non paga solo i diritti da vendita, anzi quei diritti sono diritti minori.Che parli a fare ?hai mai visti un rendiconto Siae ? Sai com'è fatto ?Battisti (eredi) prendono ancora diritti, ma il "grosso" non è derivante da vendita. Per esempio.......
        • Anonimo scrive:
          Re: E dopo tanti bla bla.......
          - Scritto da: Anonimo


          Chi campa con 1 sola canzone per tutta la
          vita ?
          Chi ? chi ? chi ? chi ? chi ? chi ? chi ?
          etc etc.....Ce ne sono ce ne sono.Non fare tanto lo sbruffone, è evidente che chi fa musica o non guadagna niente o guadagna troppo. Non è un mercato equilibrato, e di sicuro non è colpa del p2p, quindi è meglio che si danno una svegliata.
          • Anonimo scrive:
            Re: E dopo tanti bla bla.......

            Ce ne sono ce ne sono.la mia tesi contro la tua. Non ce ne sono non ce ne sono.
            Non è un
            mercato equilibrato, e di sicuro non
            è colpa del p2p, quindi è
            meglio che si danno una svegliata.E come li svegliamo ?Rubando il frutto del loro lavoro.Ottimo concetto
          • Anonimo scrive:
            Re: E dopo tanti bla bla.......
            - Scritto da: Anonimo


            Ce ne sono ce ne sono.

            la mia tesi contro la tua. Non ce ne sono
            non ce ne sono.Ok, hai ragione tu, sei + figo.
            E come li svegliamo ?
            Rubando il frutto del loro lavoro.
            Ottimo concettoIl p2p non è rubare secondo me.E' dimostrato che le vendite non calano.Io vedo sempre + gente che va al cinema, i noleggi vanno alla grande. Il punto è che il p2p è uno strumento giusto perchè tende a far distribuire gli acquisti solo dove uno è davvero interessato.
        • Anonimo scrive:
          Re: E dopo tanti bla bla.......

          Chi campa con 1 sola canzone per tutta la
          vita ?
          Chi ? chi ? chi ? chi ? chi ? chi ? chi ?
          etc etc.....Hai presente quello che ha scritto "Teorema" (prendi una donna, trattala male etc.)? L'hai trovato.
        • Anonimo scrive:
          Re: E dopo tanti bla bla.......
          - Scritto da: Anonimo
          Chi campa con 1 sola canzone per tutta la
          vita ?
          Chi ? chi ? chi ? chi ? chi ? chi ? chi ?
          etc etc.....Quello che ha scritto "pazza idea" secondo te che lavoro fa ora? Il consumatore di birra.
        • Anonimo scrive:
          la sigla di onda verde!
          l signla di ond verde, siccome viene passata regolarmente e in sottofondo, il che non limita il tempo per cui si viene retribuiti(mentre per quelle in foreground vengono pagati 30 min annui) ebbene, andate a chiedere lla siae quanto frutta.. e chiedete anche per romagna mia!
        • Anonimo scrive:
          Re: E dopo tanti bla bla.......
          - Scritto da: Anonimo


          Chi campa con 1 sola canzone per tutta la
          vita ?
          Chi ? chi ? chi ? chi ? chi ? chi ? chi ?
          etc etc.....Pappalardo in una intervista PRIMA dell'isola dei famosi disse che il suo reddito annuo era di 200 milioni!!! Considera che un prof universitario dichiara moooolto meno!Dimmi tu un lavoro che ti permette di dichiarare una cifra del genere ...
    • Anonimo scrive:
      Re: E dopo tanti bla bla.......
      - Scritto da: Anonimo

      w il diritto d'autore e abbasso gli
      scrocconi !!!!!
      tutto ha un prezzo, l'unica decisione che si
      puo' prendere è : comprare o non
      comprare.

      Poi c'è anche la libertà di
      sgraffignare. Piena libertà.
      Basta subirne le conseguenze con sana
      maturità e nessun piagnisteo.Ma se si parla di cultura deve avere un costo accessibile a tutti non credi???
    • Anonimo scrive:
      Re: E dopo tanti bla bla.......
      - Scritto da: Anonimo
      w il diritto d'autore e abbasso gli
      scrocconi !!!!!
      tutto ha un prezzo, l'unica decisione che si
      puo' prendere è : comprare o non
      comprare.Attento a non intonare un motivetto qualunque nell'inneggiare le tue lodi al fascismo perchè arriva la siae e ti fa pagare i diritti anche su quello.Il diritto d'autore è una cosa sensata, entrare in casa di uno perchè ha scaricato dei brani non lo è.Punto e basta.
    • zibo scrive:
      Re: E dopo tanti bla bla.......
      - Scritto da: Anonimo

      w il diritto d'autore e abbasso gli
      scrocconi !!!!!
      tutto ha un prezzo, l'unica decisione che si
      puo' prendere è : comprare o non
      comprare.
      anche se il prezzo è tenuto artificiosamente alto da pratiche anticoncorrenziali e accordi di cartello?io non sono d'accordo, e guarda caso ci SAREBBERO delle leggi che vietano tali pratiche!
    • Anonimo scrive:
      Re: E dopo tanti bla bla.......

      tutto ha un prezzo, l'unica decisione che si
      puo' prendere è : comprare o non
      comprare.Cosa che mi auguro facciano tutti, sempre di piu'
    • Anonimo scrive:
      Re: E dopo tanti bla bla.......
      - Scritto da: Anonimo
      tutto ha un prezzo,giusto...anche se preferirei che il prezzo fosse dettato dalle normali leggi del mercato di domanda/offerta (se fosse così bassa la domanda come dice il buon Mazza allora i prezzi dovrebbero essere ai minimi storici...mah) e non da cartelli più o meno regolari...
      l'unica decisione che si
      puo' prendere è : comprare o non
      comprare.l'ho sempre fatto e continuerò a farlo al di la del futuro del p2p e del futuro del diritto di autore... certo preferire spendere/buttare 7? (cinema) o 20 ? (musica) non a scatola chiusa..mah tant'è...
      Poi c'è anche la libertà di
      sgraffignare. Piena libertà.
      Basta subirne le conseguenze con sana
      maturità e nessun piagnisteo.anche questo è giusto, con alcuni distingui:- rispettare durante le indagini (che preferirei conducessero, come prevede la costituzione italiana, gli organi competenti e non le major o i provider) tutti i vari passaggi prevesti dalla legge... con buona pace del signor Mazza che vorrebbe abolire la 675/1996- che per un reato che anche secondo il DL urbani rimane (se non c'è scopo di lucro) amministrativo l'infrazione sia verificata senza tirare giù le persone dal letto alle 6 e la pena sia commisurata al reato...visto che secondo l'ottimo Urbani la multa è paragonabile a quella per il divieto di sosta, non mi sembra che in quei casi mi ritirino la macchina (o cmq viene restituita una volta pagata) ;)
    • Anonimo scrive:
      Re: E dopo tanti bla bla.......
      - Scritto da: Anonimo

      w il diritto d'autore e abbasso gli
      scrocconi !!!!!Sei un autore ?Non credo, forse un intermediario, sbaglio ?leggi cosa dicono alcuni autori:http://www.d-i-n-a.net/txt/negland-p2p_p.html
      tutto ha un prezzo, Esatto, il prezzo della democrazia, ad esempio, e' stare ad ascoltare uno come te.
      l'unica decisione che si
      puo' prendere è : comprare o non
      comprare.Grazie per averci concesso almeno due scelte.Sei sicuro di non concerci troppo ?
      Poi c'è anche la libertà di
      sgraffignare. Esatto, "sgraffignare" ad esempio dal sapere collettivo (oppure i tuoi amici, i tuoi vicini di casa, le persone che incontri casualmente si fanno pagare ogni volta che aprono bocca ?), tramutare in merce questo sapere e poi rivenderlo senza riconoscere nulla a nessuno se non a voi stessi (e agli intermediari coinvolti nell'affare).
      Piena libertà.Esatto, oltre la liberta' di "sgraffignare" c'e' anche la liberta' di negare agli altri il diritto di esercitare la propria. Imponendo per legge e con l'uso della forza il "rispetto" delle esigenze di business di una minoranza.
      Basta subirne le conseguenze con sana
      maturità e nessun piagnisteo.Nessuno qui sta' facendo piagnistei, mi sembra invece di vedere persone incazzate che rivendicano il loro diritto alla liberta' di condivisione delle idee (anche quando queste idee si configurano come merce).Vedi piccino, capisco che a qualcuno rode da morire non poter continuare a fare soldi (tanti soldi) negando liberta' fondamentali alla comunita' che lo veste e lo nutre.Cosa posso dirti, fattene una ragione, e comincia a lavorare. Ti sembrera' strano ma noi viviamo cosi, veniamo pagati per fare un lavoro tutti i santi giorni e se quel lavoro smettiamo di farlo nessuno ci riconosce piu' nulla.Nessuno di noi puo' dire "ho gia' lavorato 10 anni fa' e quindi mi devi pagare anche oggi e se non mi paghi ti mando la GdF a casa !!!".Vuoi essere libero di negare le tue "opere di ingegno" ?Benissimo, fatti un cesso insonorizzato e urla li dentro tutto quello che ti passa per la mente, ma non pretendere che io debba rinunciare alla mia liberta' perche tu hai deciso di uscire dal cesso.Ci vogliono soldi per fare contenuti ?Bene, chiedeteli !!!Se i soldi non vi vengono dati allora o rinuciate o decidete di fare lo stesso le vostre "opere di ingegno" ma smettetela di rompete i coglioni !!!
  • Anonimo scrive:
    Osservazioni sul cinema e Internet
    Dal punto di vista economico, il decreto privilegia la difesa della posizione di oligopolio di un ristretto numero di grandi aziende del settore dei media, quasi totalmente basate al di fuori dell?Italia e dell?Unione Europea, e danneggia pesantemente l?industria italiana dell?ICT e delle telecomunicazioni, andando contro gli interessi strategici dell?Italia.Si fa innanzi tutto notare come il mercato della distribuzione di prodotti cinematografici in Italia si trovi in una evidente situazione di oligopolio. Cinque aziende detengono quasi il 70% del mercato; di queste aziende, quattro appartengono a gruppi internazionali; soltanto una è italiana. Questa situazione provoca effetti deleteri sulla diffusione della cultura e sulla libertà di scelta dei consumatori, provocando un costante calo nel numero di pellicole presentate ogni anno nelle sale, riducendo gli spazi di accesso al pubblico per il cinema d?autore e per i giovani registi, e contribuendo a mantenere la quota di mercato delle produzioni nazionali sotto il 25%.Inoltre la ridotta concorrenza mantiene i prezzi più alti di quanto sarebbe possibile, riducendo la diffusione dei prodotti culturali tra i cittadini. Lo stesso discorso si può peraltro applicare anche al mercato della distribuzione musicale, con l?aggravante che tra le aziende oligopoliste in questo caso non vi è alcuna azienda italiana. Internet offre le possibilità tecniche ed economiche per ridurre questo oligopolio e rendere più economico, più semplice e più libero l?accesso ai contenuti digitali da parte dei cittadini, ovviamente dietro equa remunerazione dei titolari dei diritti; riteniamo che una spinta politica in questa direzione andrebbe nell?interesse del Paese.Al contrario, il decreto del Governo agisce in difesa di questo oligopolio e delle sue politiche commerciali, persino quando esse concorrono in maniera evidente alla limitazione dello sviluppo culturale e tecnologico del Paese e al mantenimento di prezzi al consumo artificialmente elevati in un settore vitale come quello dei media.
  • Anonimo scrive:
    Conclusioni!!
    Riteniamo che l'obiettivo dell'azione del Governo in questo campo dovrebbe essere quello di discutere con tutte le parti interessate un quadro normativo che regolamenti da un punto di vista più generale la protezione della proprietà intellettuale in rete, salvaguardando sia le legittime esigenze dell'industria dei contenuti già esistente, sia le possibilità di creare nuova industria e nuova crescita per l?Italia; e che ad ogni modo non metta in pericolo la libertà di espressione, le garanzie costituzionali e la privacy dei cittadini, nonché la loro possibilità di utilizzare liberamente la rete per incrementare la propria cultura e la propria conoscenza nei modi da loro preferiti, dietro corresponsione di un compenso equo ai detentori dei relativi diritti. Società Internet, dopo una ampia consultazione con i propri soci, auspica quindi in vista del futuro iter del decreto una attenta riconsiderazione della materia da parte del Parlamento, che tenga conto anche delle legittime e gravi preoccupazioni dell?industria della rete e dei milioni di italiani che la utilizzano ogni giorno.
  • Anonimo scrive:
    Re: DA LEGGERE ASSOLUTAMENTE!!!
    Riteniamo che questo decreto vada, anche se, crediamo, in modo non intenzionale, nella direzione di una gravissima e inaccettabile lesione della privacy e della libertà personale degli utenti della rete.Le dichiarazioni del Ministro secondo cui "la violazione della proprietà intellettuale è un furto" sono concettualmente errate.Il termine "furto" indica la sottrazione di un bene al suo legittimo proprietario; al contrario, la realizzazione di una nuova copia di un contenuto digitale non ne impedisce la fruizione ad altri. Se certamente la copia contro la volontà dell?autore è una azione illegittima che va punita, è altrettanto vero che tale punizione, specie in sede penale, deve essere proporzionale alla effettiva gravità sociale del reato, anziché alla gravità del possibile danno economico arrecato a terzi, che, in assenza della prova di un effettivo mancato acquisto dello stesso prodotto tramite i canali tradizionali, resta comunque tutto da provare.Al contrario, la tendenza recente pare essere quella di utilizzare il diritto d?autore per limitare i diritti di proprietà degli acquirenti di prodotti culturali, mediante l?inserimento di tecniche di ?protezione? che in realtà limitano la possibilità di fruire liberamente del contenuto regolarmente pagato, e talvolta rendono intere opere del tutto inaccessibili.Si vedano ad esempio i cosiddetti "codici regionali" dei DVD, che impediscono a un consumatore di acquistare un film negli Stati Uniti e di vederlo in Italia, persino quando il suddetto film non sia disponibile in vendita sul mercato italiano; o le "protezioni dalla copia" dei CD audio, che li rendono incompatibili con una vasta gamma di prodotti di elettronica di consumo, impedendo la fruizione del prodotto regolarmente acquistato sulla maggior parte dei PC, su moltissime autoradio e su altri sistemi elettronici, e riducendo la qualità del suono su molti altri.In questa ottica, spesso è il consumatore a sentirsi vittima di un furto; ed è proprio l?assurdità di queste politiche, più che una presunta intenzione a delinquere tramite la rete, a spiegare una certa disaffezione per prodotti originali al cui prezzo elevatissimo corrisponde una qualità inferiore e una minore libertà di fruizione rispetto alle copie ottenibili via Internet. E? estremamente preoccupante la possibilità che la semplice discussione o spiegazione delle tecniche e delle implementazioni dei sistemi di condivisione di file via Internet possa venire assimilata alla promozione di un reato e quindi vietata e duramente punita dal decreto legge. Riteniamo che principi costituzionali come la libertà di espressione e la presunzione di innocenza debbano prevalere su interessi legittimi ma di parte come quelli dell?industria internazionale dei contenuti; e che in nessun caso la semplice descrizione di tecniche, distribuzione di software o presentazione di link possa venire assimilata a un reato. Osserviamo con particolare stupore l?idea del legislatore di attribuire ai fornitori di connettività e di servizi il ruolo di ?polizia della rete?. Oltre ad essere impropria e di fatto inapplicabile, questa idea genererà costi significativi che andranno a scaricarsi sul prezzo finale dei servizi di connessione alla rete a banda larga, contribuendo a incrementare il digital divide tra l'Italia e paesi più avanzati quali gli Stati Uniti, la Svezia o la Corea del Sud. Riteniamo la misura che obbliga i fornitori di connettività a sorvegliare i propri utenti e segnalare ai tutori dell?ordine quelli che condividono determinati contenuti (senza nemmeno aver prova della loro effettiva distribuzione o possesso illegale!) indegna di uno stato di diritto democratico.Secondo questa linea, ci chiediamo se il Governo abbia intenzione di obbligare tutti gli operatori telefonici ad ascoltare tutte le conversazioni dei propri clienti per segnalare alla Polizia chi discute di possibili reati, senza nemmeno aver prova del loro effettivo compimento; oppure chiediamo ragione di questo ?trattamento speciale? riservato a Internet. Ribadiamo l?importanza del fatto che i dati personali degli utenti della rete e quelli riguardanti il loro comportamento in rete, di cui i fornitori di connettività sono naturalmente in possesso, vengano mantenuti sotto il più stretto riserbo e vengano resi noti soltanto all?autorità giudiziaria e soltanto dopo un adeguato esame da parte di un giudice terzo della credibilità delle accuse ad essi portate.
  • Anonimo scrive:
    Aurelio chi?
    http://www.repubblica.it/news/ired/ultimora/rep_nazionale_n_655671.html
  • Anonimo scrive:
    Questo e' il Canada, paese democratico
    Musica da Internet? È legaleLa decisione della Corte Federale canadeseLe Major musicali canadesi non possono costringere i provider ha fornire i nomi degli utenti che scaricano musica gratis da internet. La sentenza di ieri della Corte Federale costituisce l'ennesimo capitolo della battaglia giudiziaria che contrappone le più grandi etichette discografiche e i fruitori dei cosiddetti "nipotini di Napster", quei siti web che permettono ai navigatori della rete di scaricare canzoni in formato mp3 senza pagare.Le maggiori industrie di musica del Paese, riunite nella Canadian Recording Industry Association, avevano identificato nelle settimane scorse 29 persone che utilizzavano Kazaa ed altri siti per scaricare musica. Non avevano potuto rintracciare i nomi, ma solo i "nickname", gli pseudonimi utilizzati dai navigatori di internet. Per questa ragione si erano rivolte al tribunale, per costringere i provider a fornire la reale identità di queste persone.Il giudice Konrad von Finckenstein ha sottolineato ieri nelle motivazioni della sentenza che le Major non hanno provato la presunta infrazione del diritto d'autore. «Nessuna prova presentata - si legge nella sentenza - mette in luce violazioni di legge, come la riproduzione a fini di vendita di brani musicali».La conseguenza pratica di questa sentenza è che, almeno per ora, scaricare musica dal web per uso personale non costituisce reato. La sentenza quindi imbocca un'altra strada rispetto alle recenti decisioni dei tribunali statunitensi, dove sono state riconosciute le ragioni delle case discografiche contro 1.977 persone che avevano scaricato musica gratuitamente dalla rete. Le conseguenze economiche potrebbero essere pesanti per le Major, che potrebbero subire ingenti perdite in termini di vendita. Meno preoccupati appaiono invece gli artisti, che percepiscono una percentuale molto bassa da ogni cd venduto e che spesso in passato hanno sostenuto le ragioni degli utenti di internet che scaricavano musica
  • Anonimo scrive:
    DA LEGGERE ASSOLUTAMENTE!!!
    http://www.camera.it/_dati/leg14/lavori/odg/cam/fascicoli/20040331/20040331p4833.htm guardate cosa ho scoperto!!!!!!!!!!!!!!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: DA LEGGERE ASSOLUTAMENTE!!!
      E' roba già postata ieri... ma mi sa ke oggi ci sarà un riesame!!
    • Anonimo scrive:
      Re: DA LEGGERE ASSOLUTAMENTE!!!
      Entra in vigore oggi il Decreto Urbani, divenuto ora Decreto Legge 22 marzo 2004, n.72 e pubblicato ieri nella sua versione definitiva sulla Gazzetta Ufficiale, tra 60 giorni starà al Parlamento decidere se convertirlo in Legge. Approvato dunque ma sempre discusso. Le proteste, le critiche e le perplessità che questo provvedimento ha suscitato, sono infatti tutt'altro che sedate.Oltre ad ALCEI, e all'on. Folena, sono gli utenti a non condividere il provvedimento e continuano a far sentire il proprio dissenso anche numerose Associazioni.L'AIIP (Associazione Italiana Internet Provider) aveva inviato al Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi e al Ministro Giuliano Urbani una lettera con la quale illustra le rilevanti criticità del Decreto Urbani e le preoccupanti conseguenze che la sua applicazione determinerà, se il testo del provvedimento avesse dvuto rimanere invariato. Copia della lettera aveva raggiunto anche i ministri Maurizio Gasparri, Roberto Castelli, Giulio Tremonti e Pietro Lunardi, per quanto di loro competenza. Intervento che non ha fermato l'approvazione del Decreto Legge.Ettore Panella, presidente dell'associazione NewGlobal.it, ha invece proposto la nascita di un coordinamento delle associazioni contrarie al DDL Urbani capace di azioni efficaci e congiunte. Proposta accolta al momento da altre quattro associazioni: Plugs che ha promosso una petizione su Internet, Comitato Italiano per la Promozione del Telelavoro, Cambiamusica associazione di giovani artisti e Solacria, Associazione nazionale utenti professionali di Internet.La Società Internet, riconosciuta come sezione italiana (Italy Chapter) di Internet Society (ISOC) nel Giugno 1999, in un interessante documento ha esposto"la propria estrema preoccupazione per l?approvazione del decreto legge riguardante l?ulteriore inasprimento delle misure e delle sanzioni contro le violazioni del diritto d?autore via Internet, presentato dal Ministero dei Beni Culturali e approvato dal Consiglio dei Ministri il 12 marzo 2004.Le ripetute proposte legislative tese ad incrementare il controllo sulle attività in rete dei singoli utenti sembrano sottintendere una concezione negativa di Internet come pericolo. Al contrario, riteniamo che l?Italia debba vedere nella rete una chance fondamentale per il proprio futuro, e che la facilità di circolazione dei prodotti intellettuali non debba essere repressa, ma piuttosto presa come opportunità per creare nuovi modelli di business e per aumentare la diffusione della cultura e della conoscenza scientifica nel Paese. Questa opportunità potrà essere colta solo in seguito a una intesa comune del Governo, dei diversi settori industriali interessati e dei consumatori finali, per la quale è necessario instaurare un clima di dialogo e di comprensione dei reciproci punti di vista."Riportiamo interamente l'intervento di Società Italiana che ha voluto analizzare il Decreto Urbani ed evidenziarne, ancora una volta i limiti.;)
    • Anonimo scrive:
      Re: DA LEGGERE ASSOLUTAMENTE!!!
      - Scritto da: Anonimo

      www.camera.it/_dati/leg14/lavori/odg/cam/fasc


      guardate cosa ho scoperto!!!!!!!!!!!!!!!!Ti prego, dimmi che l'hai postato solo per prenderci in giro...non è possibile che tu venga fuori a quest'ora con un link simile...:|
    • Anonimo scrive:
      Re: DA LEGGERE ASSOLUTAMENTE!!!
      - Scritto da: Anonimo

      www.camera.it/_dati/leg14/lavori/odg/cam/fasc


      guardate cosa ho scoperto!!!!!!!!!!!!!!!!Sto ridendo per non piangere...ma il sonno medio non dura 7-8 ore circa?! Non sapevo potessero presentarsi casi che vanno oltre le 24 ore!!Svegliaaaaaaaaaaaaaaaaaa!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
  • Anonimo scrive:
    Pesce d'aprile !?!!?
    insomma BASTA!!!!la gente vive col terrore che questa maledetta legge passi e voi che fate ?? Vi divertite a fare pesce d'aprile? beati voi ke ne avete tempo... Tra parentesi ringrazio PUNTO INFORMATICO e i suoi moderatori che hanno perfettamente censurato alcuni miei messaggi di critica e non queste cavolate qui... ma insomma siamo su PI o su Fuorissimo? io ricordo che quello spiritoso è fuorissimo come anche bengodi o bastardidentro... invece PI mi dovrebbe fornire le informazioni su un grosso problema.Ringrazio ancora i moderatori del Forum (e anticipatamente quasi sicuramente anke il forum delle X Rosse)Cordiali saluti
    • Anonimo scrive:
      Re: Pesce d'aprile !?!!?
      - Scritto da: Anonimo
      insomma BASTA!!!!

      la gente vive col terrore che questa
      maledetta legge passi e voi che fate ?? Vi
      divertite a fare pesce d'aprile? beati voi
      ke ne avete tempo...

      Tra parentesi ringrazio PUNTO INFORMATICO e
      i suoi moderatori che hanno perfettamente
      censurato alcuni miei messaggi di critica e
      non queste cavolate qui... ma insomma siamo
      su PI o su Fuorissimo? io ricordo che quello
      spiritoso è fuorissimo come anche
      bengodi o bastardidentro... invece PI mi
      dovrebbe fornire le informazioni su un
      grosso problema.

      Ringrazio ancora i moderatori del Forum (e
      anticipatamente quasi sicuramente anke il
      forum delle X Rosse)

      Cordiali salutiEvidentemente o erano offensivi o erano scritti in maiuscolo altrim non ti censuravano....
      • Anonimo scrive:
        Re: Pesce d'aprile !?!!?
        offensivi nn ne ho mai scritti... lo sapevo che li censuravano... e nemmeno fuori topic!!!!
  • Anonimo scrive:
    Caso Canada: Buona lettura On. Urbani
    http://www.zeropaid.com/news/articles/auto/03312004c.php
    • TPK scrive:
      Re: Caso Canada: Buona lettura On. Urban
      Purtroppo noi dobbiamo leggere:http://www.zeropaid.com/news/articles/auto/03312004b.php
      • Anonimo scrive:
        Re: Caso Canada: Buona lettura On. Urban
        E poi al massimo Urbani saprà l'inglese come rutelli...quindi che vuoi che legga?;)
    • Anonimo scrive:
      Re: Caso Canada: Buona lettura On. Urbani
      Musica da Internet? È legaleLa decisione della Corte Federale canadeseLe Major musicali canadesi non possono costringere i provider ha fornire i nomi degli utenti che scaricano musica gratis da internet. La sentenza di ieri della Corte Federale costituisce l'ennesimo capitolo della battaglia giudiziaria che contrappone le più grandi etichette discografiche e i fruitori dei cosiddetti "nipotini di Napster", quei siti web che permettono ai navigatori della rete di scaricare canzoni in formato mp3 senza pagare.Le maggiori industrie di musica del Paese, riunite nella Canadian Recording Industry Association, avevano identificato nelle settimane scorse 29 persone che utilizzavano Kazaa ed altri siti per scaricare musica. Non avevano potuto rintracciare i nomi, ma solo i "nickname", gli pseudonimi utilizzati dai navigatori di internet. Per questa ragione si erano rivolte al tribunale, per costringere i provider a fornire la reale identità di queste persone.Il giudice Konrad von Finckenstein ha sottolineato ieri nelle motivazioni della sentenza che le Major non hanno provato la presunta infrazione del diritto d'autore. «Nessuna prova presentata - si legge nella sentenza - mette in luce violazioni di legge, come la riproduzione a fini di vendita di brani musicali».La conseguenza pratica di questa sentenza è che, almeno per ora, scaricare musica dal web per uso personale non costituisce reato. La sentenza quindi imbocca un'altra strada rispetto alle recenti decisioni dei tribunali statunitensi, dove sono state riconosciute le ragioni delle case discografiche contro 1.977 persone che avevano scaricato musica gratuitamente dalla rete. Le conseguenze economiche potrebbero essere pesanti per le Major, che potrebbero subire ingenti perdite in termini di vendita. Meno preoccupati appaiono invece gli artisti, che percepiscono una percentuale molto bassa da ogni cd venduto e che spesso in passato hanno sostenuto le ragioni degli utenti di internet che scaricavano musica
  • Anonimo scrive:
    Qualcuno ha avuto un'idea
    stavo girando su slyck.com e su un forum (http://www.slyck.com/forums/viewtopic.php?t=4075)tale Kranz consiglia a un poveraccio beccato dalle major di:" get another ISP (don't dump your current one), set up a linux box as firewall and redirect your p2p traffic to the other isp". Qualcuno ha idea se questa cosa funziona e, nel caso, come si fa?grazie cari
    • Anonimo scrive:
      Re: Qualcuno ha avuto un'idea
      Si ma non credo che cambi un granche'...Insomma, il punto e' che viene valutato il traffico che produci e come utente adsl sei tracciato come persona fisica.Per non avere alcun tipo di conseguenza ci sono due ordini di cose: o mascheri te stesso in modo da non essere tracciabile neppure dal tuo isp (sto scherzando) o mistifichi la tua identita' facendo credere d'essere un altro (arischerzo).So?
    • Anonimo scrive:
      Re: Qualcuno ha avuto un'idea
      - Scritto da: LordCasco
      stavo girando su slyck.com e su un forum
      (www.slyck.com/forums/viewtopic.php?t=4075 )
      tale Kranz consiglia a un poveraccio beccato
      dalle major di:" get another ISP (don't dump
      your current one), set up a linux box as
      firewall and redirect your p2p traffic to
      the other isp". Qualcuno ha idea se questa
      cosa funziona e, nel caso, come si fa?
      grazie cari"And also buy the DVD I'm accused of stealing"questo è il metodo + sicuro ;)se fai un redirect del traffico:1) devi sapere cosa stai facendo e come metterlo in pratica2) rischi ancora di + a livello legale :D
  • Anonimo scrive:
    Re: La rivoluzione del P2P
    Scusate ragazzi, ma io ho la sensazione che oltre alle majors, con la criminalizzazione del p2p, si voglia proteggere anche gli "spacciatori" di copie: i VERI PIRATI. Secondo voi il ministro ha visto qualche film o ascoltato qualche brano che gira per la rete?Io ho avuto la possibilità di scaricare solo per qualche mese e posso garantire che mi serviva solo da anteprima: selezionavo i film che valeva la pena di vedere o meno al cinema...Stessa cosa vale per la musica..Nessuno può negare che la qualità dei film e della musica scaricati non è della migliore. Quindi se l'"opera" mi interessa veramente me la sarei andata a prendere in originale.Criminalizzando il p2p e considerati i prezzi che ci sono... o trovo il "marocchino" o ne faccio a meno.Era questo che voleva il Ministro?
  • Anonimo scrive:
    Re: La rivoluzione del P2P


    Certo, ma chi sono questi pochi? Mi spiego:
    se ci riferiamo ai "pochi" nel senso degli
    autori, la mia domanda è
    semplicemente questa: se ogni cosa che
    producono ce la sbafiamo aggratis, loro come
    campano? e se non campano, noi che finiamo
    per guardare? i filmini in super8 fatti in
    casa?
    A me non pare che allo stato attuale gli autori e i distributori facciano la fame. Ci sono film (come Il Signore degli Anelli o Che ne Sarà di Noi) che, nonostante l'enorme diffusione illegale su internet, guadagnano tantissimo.
  • Anonimo scrive:
    Re: I "consumatori" non hanno alcun "diritto
    non comment...levatje er vino!!
    • The FoX scrive:
      Re: I "consumatori" non hanno alcun "diritto
      - Scritto da: Anonimo
      non comment...levatje er vino!!Io direi che e' meglio che smetta di fumare "sigarette" di Ganja...Anzi, visto che sicuramente sara' di destra, di smettere di usare il naso come "aspirapolvere"...
  • Anonimo scrive:
    Re: LIBERTA' DIGITALI
    - Scritto da: Anonimo


    - Scritto da: Anonimo

    Ma le pensi tutte da solo o ti fai
    aiutare?

    Brutta cosa quano non si hanno
    argomentazioni vero? :Da 300km orari ci puoi viaggiare tranquillamente basta ke non mi investi!ora tu lasciami condividere le MIE cose come voglio!
  • Anonimo scrive:
    L'alba dei morti viventi... Al Cinema!
    Locandina:http://www.filmup.com/locand/lalbadeimortiviventi.jpgL'alba dei morti viventiTitolo originale: P2P of the Dead Nazione: ITALIA. Anno: 2004 Genere: Horror Durata: 60ggRegia: VIGILE URBANOSito ufficiale: www.urbani-vs-p2p.it Cast: "Ministro" Urbani, Silvio Berlusconi, Produzione: Janelly Fourtou, Jean-René Distribuzione: MEDUSA Data di uscita: 1 Aprile 2004 ( p2p - marocchino di fiducia - in prestito da un amico) canali illeciti: (cinema e prossimamente in dvd e skytv)Trama:La popolazione mondiale è stata colpita da un misterioso flagello e un esercito di zombi spinti da un'isaziabile fame di Mp3 & Divx sta per prendere il sopravvento. Dopo essere fuggita dalla sua casa a Roma, "Ministro" Urbani, si unisce ad un gruppo di sopravvissuti che comprende un agente di polizia, Silvio Berlusconi, il timido e riservato Jean-René, e Janelly Fourtou una dura abbituato a tutto. Il gruppo trova rifugio nella sede ufficiale SIAE che si trasforma in una vera e propria fortezza. p.s. non è un pesce di aprile! o pultroppo si?
  • Anonimo scrive:
    Re: I "consumatori" non hanno alcun "diritto
    1) i consumatori hanno il diritto di poter dire la loro su un prodotto, semplicemente avvalendosi del loro diritto di consumatori. In quanto non ci sono obblighi a comprare o meno un determinato prodotto il mio diritto di consumatore è appunto quello di comprarlo o no. Inoltre tale prodotto deve rispecchiare determinate leggi e regole, non puoi vendermi un prodotto difettoso, malfunzionante, etc etc. 2) qualcuno si chiede se i programmatori sono di destra o di sinistra, beh io da programmatore vi posso dire che, essendo i programmatori uomini o donne (magari ce ne fossero di più) normali, potranno essere di destra, sinistra, leghisti, comunisti, pazzi, normali, eterosessuali, omosessuali, addirittura dell'inter!!! (per inciso io sono di estrema dx)3) Essere di dx non vuol dire essere deficente o essere asserviti al potere o a leggi ingiusti. Quello di cui non ti rendi conto è che il problema non è la pirateria (che è sbagliata) ma che, con il costo della vita attuale, è impensabile acquistare solo cd o dvd originali, una persona comune come me non ce la fa. Sarebbe da prendere da esempio il meccanismo canadese sul p2p, che prevede di pagare un "abbonamento" mensile a tale servizio x poter scambiare qualunque tipo di file, semplcie no? Oppure abbassare i prezzi di cd e dvd.Pato -GK-
    • Anonimo scrive:
      Re: I "consumatori" non hanno alcun "diritto
      Qualcuno lo buchi con un chiodo arrugginito, lo infetti con qualunque malattia curabile con la penicillina, peccato che sia stato vaccinato
  • Anonimo scrive:
    Il decreto urbani è diventato legge!
    questo proprio nn ci voleva e mo??????inoltre è stato esteso anche alla musica e al software!!!mi sa che stavolta è la fine............:@:@:@
    • Anonimo scrive:
      Re: Il decreto urbani è diventato legge!
      Pesce???- Scritto da: Anonimo
      questo proprio nn ci voleva e mo??????

      inoltre è stato esteso anche alla
      musica e al software!!!

      mi sa che stavolta è la
      fine............:@:@:@
      • Anonimo scrive:
        Re: Il decreto urbani è diventato legge!
        sei sicuro leggendo qui non di direbbe fonte www.ziobudda.nethttp://www.camera.it/_dati/leg14/lavori/odg/cam/fascicoli/20040331/20040331p4833.htm
    • Anonimo scrive:
      Re: Il decreto urbani è diventato legge!
      se fosse vero per prima cosa cambierò l'abbonamento di FW (sempre in fibra ma a tempo) ... e poi attenderò pazientemente il cambio di governo :(
      • Anonimo scrive:
        Re: Il decreto urbani è diventato legge!
        - Scritto da: Anonimo
        e poi attenderò
        pazientemente il cambio di governo :(Conoscere le leggi dello stato in cui vivi no, eh!? Se il DL diventa legge cosa c'entra se cambia il governo o no? La legge rimane.L'unico modo per abrogarla sarebbe un referendum:a) il referendum è difficilissimo da indire (ci vogliono almeno 500.000 firme valide, cosa non facile da recuperare, + un partito o una serie di partiti che appoggino l'idea)b) è comunque stra-difficilissimo che il DL venga abrogato, visto che nei referendum non si raggiunge mai il quorum dei votanti e che l'ultimo referendum valido in Italia è... uhm... mi sa che sono troppo giovane per ricordarmelo :D(credo sia quello sul nucleare dell'86, ma so di potermi sbagliare)
    • Anonimo scrive:
      Re: Il decreto urbani è diventato legge!
      E, di grazia, dove avrebbe letto cotali informazioni?:$
    • Anonimo scrive:
      Buon 1° aprile, amico
    • Anonimo scrive:
      Re: Il decreto urbani è diventato legge!
      1^d'aprile???;)
    • Anonimo scrive:
      Re: Il decreto urbani è diventato legge!
      - Scritto da: Anonimo
      questo proprio nn ci voleva e mo??????

      inoltre è stato esteso anche alla
      musica e al software!!!

      mi sa che stavolta è la
      fine............:@:@:@????????????
  • Anonimo scrive:
    una perplessità
    Scusate non ho ancora capito uno per essere un grande uploader quanti file deve scaricare aver scaricato e condiviso?perchè chiunque in due anni ad un film la settimana (e sto ampia) ne ha un bel pò.....
    • Anonimo scrive:
      Re: una perplessità
      La storia dei grandi uploader è una ballaVerrano prese delle persone a campione (tocca chi tocca) e si dirà che sono grandi uploader nonchè ricettatori ("vendevano cd-rom") e magari anche pedofili (molto comodo x zittire qualunque protesta)
      • Anonimo scrive:
        Re: una perplessità
        - Scritto da: Anonimo
        La storia dei grandi uploader è una
        balla
        Verrano prese delle persone a campione
        (tocca chi tocca) e si dirà che sono
        grandi uploader nonchè ricettatori
        ("vendevano cd-rom") e magari anche pedofili
        (molto comodo x zittire qualunque protesta)ovvio che verranno prese delle persone a campione se gli isp si rifiutano di collaborare ma questo lo hanno sempre fatto non sarebbe una novità ....infatti chiunque è un grande uploader a mio avviso specialmente se non guardano al condiviso....ma a quello che uno ha in casa .......l'unica sarebbe scaricarli vederli e buttarli...ecco perchè chiedevo a chi era un pochettino più esperto di me......
        • Anonimo scrive:
          Re: una perplessità
          - Scritto da: Anonimo
          ovvio che verranno prese delle persone a
          campione se gli isp si rifiutano di
          collaborare ma questo lo hanno sempre fatto
          non sarebbe una novità ....
          infatti chiunque è un grande uploader
          a mio avviso specialmente se non guardano
          al condiviso....ma a quello che uno ha in
          casa .......l'unica sarebbe scaricarli
          vederli e buttarli...
          ecco perchè chiedevo a chi era un
          pochettino più esperto di me......Il concetto di "grande sharer" è stato chiarito in occasione del sequestro del sito enkeywebsite.net e della contestazione dei reati previsti dal 171 ter all'admin ed ad un moderatore del sito medesimo.Secondo Il Cap. Piccinini, comandante dello speciale reparto della GdF di stanza a Milano, è una grande sharer chi condivide alcune decine di GB di materiale coperto da diritti d'autore ... in particolare si legge che uno dei due avesse condiviso nel proprio pc files per circa 35 GB.
  • Anonimo scrive:
    Re: I "consumatori" non hanno alcun "diritto
    se non c'erano programmatori di sinistra, certe tecnologie manco si diffondevano. basta dire .azzate.
    • Anonimo scrive:
      Re: I "consumatori" non hanno alcun "diritto
      questo e' l'intervento piu' farneticante degli ultimi giorni: se uno e' produttivo (informatico) e' di destra... MAH......
  • Anonimo scrive:
    Re: Sottoforum: Come fregare chi ci freg
    A me invece non frega nulla delle cose che citi tu. Il p2p sarà una cavolata, ma la posizione di questa gente dimostra quanto poco mi rappresenta e quanto le importa del parere degli utenti (i principali interessati). Vista la situazione, no, io non voterò più questo governo.Tutte le altre cose che dici non contano nulla.
  • TPK scrive:
    Re: I "consumatori" non hanno alcun "dir
    LOL! :DScherzi a parte, i 3/4 dei miei colleghi programmatori e' di sinistra...
  • Anonimo scrive:
    Forse non vi rendete conto ...
    Leggo spesso su questo Forum pubblico, interventi indecenti : vi consiglierei di pensarci bene prima di scrivere certe accuse perchè ci sono modi meno offensivi che insultare i nostri politici dell'uno o dell'altro schieramento.Scusate il disturbo.
    • Anonimo scrive:
      Re: Forse non vi rendete conto ...
      Ma ti rendi conto che io che ho scaricato col P2P "il monello" di Charlot (1926?) rischio più di un certo Tanzi di parmalattiana memoria? E che dovrei dire di questi 'politici' ?Non mi firmo perche questi nostri 'politici' ormai mi fanno, oltre che schifo, anche paura.
    • Anonimo scrive:
      Re: Forse non vi rendete conto ...
      Se forse il portaborse di qualche politico?
      • Anonimo scrive:
        Re: Forse non vi rendete conto ...
        - Scritto da: Anonimo
        Se forse il portaborse di qualche politico?In fondo in fondo non ha tutti i torti ...l'offesa è solo uno sfogo da parte nostra ma non ha niente di costruttivo.....
    • Anonimo scrive:
      Re: Forse non vi rendete conto ...
      - Scritto da: Anonimo
      Leggo spesso su questo Forum pubblico,
      interventi indecenti : vi consiglierei di
      pensarci bene prima di scrivere certe accuse
      perchè ci sono modi meno offensivi
      che insultare i nostri politici dell'uno o
      dell'altro schieramento.Mmmm...hai ragione.A che ora passi con l'olio di ricino oggi?
      • Anonimo scrive:
        Re: Forse non vi rendete conto ...
        - Scritto da: Anonimo
        A che ora passi con l'olio di ricino oggi?Non è che sei tu invece ad essere poco tollerante?Lasciagli esprimere le sue idee mica si è dichiarato di un qualsivoglia schieramento...
    • Anonimo scrive:
      Re: Forse non vi rendete conto ...
      (linux)Ma bravo.....dovremmo stare attenti a non offenderli anche.Facile dirlo .......ma come mi difendo da questi parassiti sociali.E pensare che li pagano pure.Dovrebbero andare a lavorare in miniera altro che avere stipendi da 20 ai 30 ? mensili.......
      • Anonimo scrive:
        Re: Forse non vi rendete conto ...
        - Scritto da: Anonimo
        (linux)
        Ma bravo.....dovremmo stare attenti a non
        offenderli anche.
        Facile dirlo .......ma come mi difendo da
        questi parassiti sociali.
        E pensare che li pagano pure.Dovrebbero
        andare a lavorare in miniera altro che avere
        stipendi da 20 ai 30 ? mensili.......mila euroaltrim finisce che gli famo pure l' elemosina ;)
        • Anonimo scrive:
          Re: Forse non vi rendete conto ...
          Forse colui il quale ha lanciato il post iniziale, non si sta rendnendo conto che a prescindere da questo DL assurdo di per se, l'Italia, sta andando a Rotoli!!!!!In Europa, se non ve ne siete ancora resi conto, contiamo una cippa...e non per questo Blair e company...hanno organizzato un meeting in gran segreto...senza avvertire e invitare il Nostro Onorabile (dei miei stivali.....) Presidente del Consiglio!!!!:D Saluti
    • Anonimo scrive:
      Re: Forse non vi rendete conto ...
      - Scritto da: Anonimo
      Leggo spesso su questo Forum pubblico,
      interventi indecenti : vi consiglierei di
      pensarci bene prima di scrivere certe accuse
      perchè ci sono modi meno offensivi
      che insultare i nostri politici dell'uno o
      dell'altro schieramento.
      Scusate il disturbo.Ma tu che servetto sei ? Se un portaborse ? Di che schieramento ? O sei bi-partisan ? :D
  • Anonimo scrive:
    Re: I "consumatori" non hanno alcun "diritto
    ma vai a.... f..ar politica nel centro destra...
    • Anonimo scrive:
      Re: I "consumatori" non hanno alcun "dir
      :D Mi sembra di ricordare a quale assomiglia questo discorso... Sembra proprio un discorso che faceva un tappetto da in cima un balcone circa 60 anni fa...:D
  • Anonimo scrive:
    Re: I "consumatori" non hanno alcun "diritto
    potresti spiegare più chiaramente il punto del tuo intervento ? L'ho letto 2 volte ma non ne riesco ad estrapolare il sunto. Grazie
  • Anonimo scrive:
    Re: I "consumatori" non hanno alcun "diritto
    Mi chiedo se invece esiste un informatico di destra.....Credo che le persone intelligenti siano disgustate sia dalla sinistra che dalla destra.Una persona intelligente che si schiera con (questa) maggioranza o (questa) opposizione è una contraddizione di termini.
  • rscano scrive:
    Raccolta suggerimenti
    Martedì p.v. sarò Roma in audizione alla commissione Cultura della Camera dei Deputati relativamente a proposte di modifica e/o integrazione al decreto "Urbani" relativo al P2P.Se qualcuno vuole inviare eventuali roposte/suggerimenti/altro(evitando commenti del tipo: è da eliminare totalmente, ecc. ecc.) in modo da poter vagliare la cosa e preparare la memoria penso possa essere una cosa utile per tutti.-- Roberto Scano (rscano@iwa-italy.org)IWA/HWG International Project Manager and EMEA CoordinatorInternational Webmasters Association / HTML Writers GuildW3C Advisory Commitee Representative for IWA/HWGW3C WCAG Working Group Member - W3C ATAG Working Group Memberhttp://www.iwanet.org - http://www.hwg.org--------------------------------------------------------------------
    • Anonimo scrive:
      Re: Raccolta suggerimenti

      Se qualcuno vuole inviare eventuali
      roposte/suggerimenti/altro
      (evitando commenti del tipo: è da
      eliminare totalmente, ecc. ecc.) in modo da
      poter vagliare la cosa e preparare la
      memoria penso possa essere una cosa utile
      per tutti.1) Niente obblighi agli isp.2) Rispetto della privacy 3) Allineamento alle direttive comunitarie (punire solo i grandi uploader, consentire lo scambio senza fini di lucro)4) Riduzione delle sanzioni5) Niente reaoto penale ma amministrativo
    • Anonimo scrive:
      Re: Raccolta suggerimenti
      Butto li' qualche idea:1) recuperare il concetto di proporzionalita' della pena: e' sostanzialmente diverso il lucro dal profitto, ed e' pure diverso il concetto di profitto dall'uso personale, per didattica, o a scopo di studio;2) prendere atto che i divx e gli mp3 sono qualitativamente degradati risp. al prodotto originale, cosi' come e' sempre stato per la copia su musicassetta di un LP e, quindi, siccome si e' sempre tollerata la libera copia (e lo scambio...), non si capisce cosa sia cambiato (se non, forse, il volume del fenomeno);3) prendere atto degli studi internazionali che non colpevolizzano necessariamente il file sharing per la crisi del mercato, ma, probabilmente, il modello stesso di mercato che fatica a cambiare e ad adeguarsi ai nuovi sistemi di fruizione;4) va valutato che se lo Stato chiede gia' in anticipo una gabella come "tassa sulla copia" (vedi recenti aumenti per i cd e i dvd vergini), allora non puo' attuare anche politiche ultra-repressive per l'uso personale;5) dovrebbe essere in qualche modo tollerato l'accesso al cosiddetto 'abandonware', ovvero a quell'insieme di media che non e' piu' interessante per l'industria e che rappresenta un modo per diffondere la cultura e la memoria storica;6) la logica del 'reprimere' invece che 'educare', pensando che l'effetto di deterrenza possa in qualche modo essere educativo e' assolutamente sbagliato, anacronistico e si esaurisce in fretta (vedi la patente a punti).Grazie.Max
    • Anonimo scrive:
      Re: Raccolta suggerimenti
      Tutte o in alternativa:1) Distinzione chiara tra fini di lucro (da punire) e senza fini di lucro (da tollerare nel 99% dei casi). Chiarificazione del concetto di "fine di lucro", da intendersi vantaggio economico conseguente alla VENDITA di prodotti coperti da copyright, in quanto lo scaricamento di materiale che non si sarebbe comunque comprato non comporta reale lucro.Se "lucro" non è la parola giusta per quanto sopra, sostituite "lucro" con parola più appropriata2) Eliminazione di provvedimenti repressivi come confisca e pubblicazione, sanzioni realmente simboliche oppure conseguenti unicamente all'ACCERTATO fine di lucro.3) Tolleranza sopra tutto (se ho in condivisione film correntemente al cinema o gli ultimi CD usciti potrei anche fare qualche danno, viceversa probabilmente no, se scambio film che sono passati in televisione idem).4) Eliminazione degli obblighi di controllo da parte dei provider5) Ridirezionamento dei provvedimenti verso la lotta alla pirateria nelle strade (quella che alimenta il crimine organizzato)6) Eliminazione di tutte le parti nebulose della legge7) Eliminazione di tutte le parti incostituzionali della legge
      • Anonimo scrive:
        Re: Raccolta suggerimenti
        I punti sono proprio questi...1 -Aumentiamo le punizioni per tutti coloro che si fanno pagare per una copia2 -Paghiamo già la siae sui supporti vergini: a casa mia questo vuol dire che ho già anticipato i diritti d'autore per tutto quello che ci mettesò dentro...3 -come già sottolineato, la qualità delle opere scaricate normalmente è parecchio scarsa, di conseguenza se si tratta di cose veramente buone (e giuste:) ) dopo averle viste me le vado a vedere o a comperare in originale. 4 -Mettere in risalto proprio il fatto che il p2p può essere visto come un ottimo veicolo pubblicitario gratuito... (ovviamente per le opere valide.... ehemmmm.... ora che ci penso.... mi sa che il problema sta proprio qui :sIn bocca al lupo...
    • Anonimo scrive:
      Re: Raccolta suggerimenti
      come detto in tutti i posts qui sopra:1) seguire la recente direttiva europea che prevede sanzioni SOLO ed ESCLUSIVAMENTE nel caso di scopo di lucro2) poi visto che si parla tanto di avanguardia sarebbe utili mettere in luce il "caso" del canada dove con lo stipendio medio con un'ora di lavoro si possono acquistare 2 cd audio (in italia per un cd servono 4 ore di lavoro a 5euro/h) e spiegare che sempre nel suddetto stato la copia ad uso personale anche senza i diritti e senza originale è LEGALE, nonostante ciò c'è tantissima più gente (rispetto all'italia) che acquista i supporti orginali!
      • Anonimo scrive:
        Re: Raccolta suggerimenti
        Suggerimenti a piu' ampio respiroLa tecnologia P2P e' una conquista che va difesa e incoraggiata perche', senza alcun costo per lo stato, permette oggi la distibuzione di contenuti che andrebbero altrimenti perduti in quanto di scarso interesse economico per gli operatori della distribuzione (che comunque ne possiedono i diritti).Inefficenza e ritardo della distribuzione "legittima" rispetto alla potenzialita' espresse dalle tecnologie P2P.Il problema dei "diritti di autore", vero nocciolo della questione, non potra' risolversi con un gesto di forza ma necessita di una revisione che coinvolga tutti i soggetti interessati (autori, fruitori e intermediari).Il ritardo nella revisione del diritto d'autore rischia di creare una frattura insanabile tra produttori di contenuti e fruitori.
    • Anonimo scrive:
      sulla non reperibilita'
      film e serie tv: tutti i film e le serie tv per cui i diritti non sono (ancora, o mai) acquistati per l'italia, dovrebbero potere essere fruiti liberamente per fini non commerciali, almeno finche' i diritti non vengono acquistati. questo vale ancora di piu' se nel territorio di produzione non esistono su supporto audiovisivo acquistabile e importabile(serie tv).inoltre tutti i film per cui si detengono diritti in italia, ma dichirati dai detentori di diritti fuori stampa, devono poter essere fruiti liberamente per fini non commerciali.musica: tutti i dischi dichiarati come fuori stampa dai detentori di diritti devono essere fruibili liberamente per fini non commerciali.tutto questo per salvaguardare le persone oneste che comprerebbero se potessero, e non accettano di perdere le opere perche' qualcuno ci vuole guadagnare sopra a tutti i costi CREANDO UN BLOCCO CULTURALE.IN QUESTI CASI L'INTROITO DEI DETENTORI SAREBBE COMUNQUE ZERO, QUINDI NON C'E' RAGIONE DI PROIBIRE AI POCHI CHE VOGLIONO OPERE DI NICCHIA DI GODERSELE.SE IL FINE DEL DECRETO E' SALVAGUARDARE LE OPERE D'INGEGNO, NON E' CERTO DIMENTICANDOLE CHE LO FARA'.
      • Anonimo scrive:
        Re: sulla non reperibilita'
        H OPS, dimenticavo.. se una casa non dichiara una opera fuori stampa, deve ovviamente provvedere a immetterla sul mercato o cmque poterla fornire al richiedente in tempi brevi =1 mese.le aziende secondo me non possono utilizzare l'acquisto dei diritti come trumento per bloccare l diffusione. se l'italia fosse un posto serio, il consumatore si potrebbe difendere da questi aguzzini della cultura. sono questi, infatti, che uccidono il mondo della musica e del cinema, rpoponendo solamente prodotti a cui la massa si deve adeguare, mentre le nicchie vengono prese a bastonate per l'unica colpa del non-conformismo(se in una democrazia puo' essere una colpa). non possono colpevolizzare le persone perche' vogliono arricchirsi culturalmente a modo loro, ma non possono farlo secondo certe leggi poco lungimiranti.zzie
        • Anonimo scrive:
          Re: sulla non reperibilita'
          Pensa che una volta un libraio mi spiegava che i titoli alcuni titoli fuori cataloghi non vengono a volte ceduti dal distributore che ne ha i diritti, per esempio a un'altra casa editrice che vuole pubblicarlo, perchè avere certi numeri in catalogo è una questione di prestigio!:| Quindi se ti vuoi leggere il primo romanzo di Elemire Zolla e non sei vicino a una grande biblioteca, e meglio che pensi a quanto ti costerà il viaggio....!
          • Anonimo scrive:
            Re: sulla non reperibilita'
            io volevo leggere literary machines di ted nelson, ho venduto il sangue per tentare di trovarlo, ho chiesto persino a muzzio se veva ancora delle copie invendute dal 92 ma niente; neppure aveva intenzione di ristamparlo, sebbene sia un cult per chi lavora in campo di database. alla fine, fcendo servizio civile in biblioteca, ho trovato il modo perlomeno di leggerlo.preghiamo che le biblioteche esistano in eterno!
    • Anonimo scrive:
      Re: Raccolta suggerimenti
      La prima proposta da fare sarebbe quella di riportare al 4% l'iva...voglio dire, così come nel decreto c'era una parte esclusivamente dedicata al finanziamento del cinema, sarebbe onesto da parte di chi legifera non raccattare soldi anche sull'arte, visto che tutta la questione p2p a mio avviso ruota attrono ai prezzi. Se poi davvero intendono avere qualunque forma di controllo sugli utenti e quindi sulla nostra privacy, è utile che prima dei cittadini anche i grandi distributori siano controllati. Delle porcate tipo quelle che sto per elencarti non dovrebbero essere consentite.Per i filmLord of the Rings "The Two Towers" Extended Edition...i prezzi:Usa su amazon.com: http://www.amazon.com/exec/obidos/tg/detail/-/B00009TB5G/qid=1080822300/sr=1-3/ref=sr_1_3/103-5061576-7653461?v=glance&s=dvdFrancia su amazon.fr (quindi inclusi eventuali costi aggiuntivi dovuti al doppiaggio): http://www.amazon.fr/exec/obidos/ASIN/B0000CGAW9/402-0416786-5864906Italia su dvd.it (in ogni caso in qualunque negozio virtuale o meno): http://www.dvd.it/page/dett/froms/Y/arti/26984/il_signore_degli_anelli_le_due_torri_s_e_extended_dvd_.htmlNon c'è una differenza tollerabile di 2 o 3 ?...ma di tredici, per non parlare di quella americana (ad ogni modo si deduce che il problema non risieda nemmeno dalla fonte americana che concede i diritti in tutto il mondo, altrimenti non si spiegherebbe la differenza molto netta tra Italia e Francia...)Per la musica:E' noto come in Italia sia praticamente impossibile trovare cd (salvo offerte comunque raramente sotto i 13? per prodotti di qualità) sotto i 17 ?...Prendiamo un personaggio famoso, il caro Sting e il suo ultimo album "Sacred Love":amazon.com: http://www.amazon.com/exec/obidos/ASIN/B0000C23DP/qid=1080826363/sr=2-1/ref=sr_2_1/103-5061576-7653461(qui la differenza sui prezzi è veramente scandalosa rispetto all'Italia...)Prendiamo un altro grande, David Bowie anche lui alle prese con la sua ultima fatica, l'album "Reality"amazon.com: http://www.amazon.com/exec/obidos/tg/detail/-/B0000AR8NK/qid=1080826220/sr=8-2/ref=pd_ka_2/103-5061576-7653461?v=glance&s=music&n=507846Quindi nei fatti i cd potrebbero avere come minimo un prezzo inferiore...voglio dire tolta l'iva (2,5? in meno su un cd che ne costa 17?) e con un minimo di buona volontà da parte dei distributori, il prezzo potrebbe scendere minimo del 30% (solo magari facendo delle promozioni magari nella prima settimana di uscita di un lavoro, come avviene in molti altri paesi)...e comunque non sarebbe abbstanza per contrastare la pirateria. E con pirateria intendo quella di strada, quella che ci guadagna, perchè non sta scritto da nessuna parte che qualcuno comprerebbe quello che non riesce a scaricare. Si può dire che uno compra meno perchè scarica così come la stessa cosa può essere causata dal costo eccessivo dei cd. Chi lo stabilisce....io faccio solo umilmente notare che se un cd costasse massimo 7,5? una persona con 125? al mese in dieci anni avrebbe la possibilità di prendere 2000 dischi, io per averne un terzo ho speso la stessa cifra. Con quei costi si sconfiggerebbe la pirateria che lucra ( chi comprerebbe un cd contraffato a 5? quando con 7,5? può averlo originale?) e si potrebbe, solo a questo punto, disturbare la privacy dl cittadino per "reati" tipo questi...Se qualcuno ha qualche obiezione da farmi sono ben lieto di ascoltare e condividere pensieri....spero di essere stato un minimo utile.Ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: Raccolta suggerimenti
      Premetto che come afferma un analista americano l'unico modo di contrastare la pirateria è tassare il sistema di accesso. Quindi sarebbe estremamente efficace istituire un sistema che consenta agli utenti che lo desiderino di usufruire di sistemi di sharing PER USO PERSONALE liberandosi dall'illegalità a mezzo del pagamento di una quota associativa, che valga come rimborso per il mancato introito derivante dalla duplicazione dei contenuti.Per semplificare le indagini verso gli evasori tale sistema potrebbe essere sotto l'egida della società addetta alla riscossione del canone di sharing (e accessibile a mezzo di autenticazione). Chi usasse sistemi diversi di share sarebbe meglio tracciabile dalle indagini.Inoltre si combatterebbe meglio il fenomeno di veri crimini (es. pedofilia) attraverso le reti.Tale sistema sarebbe inoltre un canale di distribuzione privilegiato e a costo totalmente zero per le major (che riceverebbero sempre e comunque il canone di share, quindi un introito sicuro a fronte di introiti incerti).Tale sistema va certo discusso e perfezionato con gli interessati.Ma sono poco fiducioso che chi si è così duramente opposto alle innovazioni tecnologiche,distributive e di mercato possa accettare un sistema simile,che non consenta un controllo capillare dei contenuti. Quindi se sarà mantenuto lo status quo la normativa dovrebbe essere così corretta:1)Abolizione del compito di vigilanza da parte degli ISP:le indagini vanno svolte da chi ne ha competenza ovvero la forza pubblica. Non da soggetti privati che l'ordinamento non prevede.2)il provvedimento non deve alterare l'attuale normativa di data retention tale per cui il provider può cedere informazioni su i suoi utenti solo a seguito di un indagine giudiziaria e non semplicemente a seguito della denuncia di un privato (la quale può al più dare inizio ad un provvedimento giudiziario, informando la forza pubblica, la quale poi indagherà, ma lei e solo lei deve poterlo fare).Questo per il mantenimento di principi di legalità.3)Sanzioni penali si, ma solo per chi pone in essere lo scopo di lucro (e non la semplice copia personale). Ovvero pene (anche più severe delle attuali) per la criminalità che trae introiti dalla contraffazione.4)Le sanzioni amministrative (dove previste) per chi fa uso personale di materiale contraffatto devono essere proporzionate all'infrazione commessa in merito alla quantità e al tipo di materiale contraffatto (criterio di proporzionalità) . La legge deve prevedere una "tabella delle contravvenzioni" che indichi gli importi nei vari casi (questo per la certezza della pena). Inoltre avrebbe anche effetto "deterrente" verso le infrazioni più eclatanti.(se uno infrange massicciamente,ma rischia come uno che infrange di poco si perde proporzionalità).5)In caso di sequestro che questo sia limitato ai supporti (intendesi qualsiasi tipo di memoria magneto-ottica) che contengono materiale contraffatto.Viene fatto salvo il caso di uso commerciale dell'atrezzatura (PC).Il sequestro dell'intera atrezzatura è oltremodo lesivo ed inutile nel caso di semplice uso personale.
    • Anonimo scrive:
      Re: Raccolta suggerimenti
      Nel caso questo possa servire e non sia un altro pesce d'aprile, dico anche la mia:Perchè una legge sia utile:1) deve essere applicabile2) deve risolvere un problemaInoltre il decreto è "salvacinema" no?Allora:1) inaspriamo le pene per chi duplica abusivamente per fini commerciali (ovvero RIVENDE copie pirata) e concentriamo la legge su questo punto.2) per i fini NON commerciali, poniamo dei limiti PRECISI ma estremamente TOLLERANTI: sanzioniamo lo scambio dei film correntemente in programmazione nei cinema (in quanto questo potrebbe effettivamente danneggiare l'industria del cinema) e SOLO quello. Poi però ci si deve assicurare di far rispettare questa restrizione, e SOLO questa.Questo è sia applicabile che utile, al contrario della versione attuale del decreto.3) *tralasciamo* le generalizzazioni o le possibili estensioni ad altri tipi di file, limitiamo il decreto al suo intento dichiarato, anzi, vietiamo espressamente le possibili estensioni future, in quanto attinenti più ad una totale riscrittura delle leggi sul copyright che ad un decreto o legge come queso, di respiro più limitato.
    • Anonimo scrive:
      Re: Raccolta suggerimenti
      reputo inutile dare anche le mie considerazioni in quanto già pienamente espresse da tutti gli altri amici di P. I.Spero solo che nn sia un pesce
      • Anonimo scrive:
        Re: Raccolta suggerimenti
        Sarebbe proprio uno scherzo cretino. Ce ne sarebbero stti di mille divertenti, questo sarebbe solo per cretini. Ad ogni modo sarebbe bello sapere se sono serviti realmente a qualcosa:)
  • labbra scrive:
    decreto urbani? che forti che siamo
    A si si fateci sognare...il buon Gasparri ci fa balzare dalla sedia le nostre connessioni adsl corrono come non mai, poi arriva Il buon Urbani e opps capitombolo...come a dire "da oggi Nutella gratis per tutti ma nessuno puo più mangiare"...ah ah aaaa! chissà come mai se una cosa del genere la dicesse il mio vicino di casa lo internerebbero senza colpo ferire mentre se due ministri amici fanno un azione così trovano un auto blu con un autista sorridente che gli porta a casa? Amo come il mio sangue il mio paese e se necessario deglutirò anche quest'ennessimo veleno per "lui", certo questa dicotomia fa capire molto rapidamente quale sia l'unico problema dei nostri dirigenti....ovvero l'assoluta ,totale e banale lontananza dal popolo vero.Pensate che bello un notaio affermato che guadagna 10000 euro al mese viene punito al pari di un cittadino che slitta per non morire di fame e che nei download pearl to pearl ripone buona parte dei suoi divertimenti.Altro discorso trovo sia la pirateria a scopo di lucro da punire con inaudita severità.Meschino e ai me! molto italiano è usare i provider come tanti Ugolino, "boia" dei loro stessi "figli" e gioisca l'Alighieri arrivato in previsione fino agli isp che grand uomo!.... ma questo non era il governo delle libertà...sapete per 22 nanosecondi ci avevo creduto anch'io che per indole sono pigramente scettico verso i buoni propositi di ogni fazione governativa indipendentemente dal colore che rappresenti.Quindi Amici miei Italiani abbracciamoci nell'ennesimo: "tanto in Italia c'è il sole la pasta , le belle donne e si vive bene...ce la faremo anche questa volta"...e si con l'euro che schizza e gli stipendi parecchio più prudenti allo scatto a breve vedremo gente che passa ammirata davanti a un bar dicendo "ehi guarda che signori stanno bevendo una coca cola al bar".Quindi obbligato da quel basico nitore intelletuale che da sempre credo mi distingua da un babbuino, sono per l'ennesima volta forzato a credere che la politica, indipendentemente dalle parti, sia il modo più ortodosso a disposizione per dire a noi semplici che al mondo esistono troppe persone che in un mese guadagnano da soli come mille o più inpiegati insieme, e che questi sono il primo target da proteggere...e quindi per questo paese, per cui se necessario darei la vita, continuerò a mantenere il mio amore incondizionato come spavaldo scudo alle brutture che molte volte ci fanno o cercano di farci inghiottire.Matteo
  • Anonimo scrive:
    Re: La rivoluzione del P2P
    - Scritto da: BrunoBa
    L'ideale sarebbe rivoluzionare tutto il
    sistema che sta in mezzo, nella catena che
    parte dall'autore e finisce al fruitore, e
    snellirlo di tutte le sue magagne e
    speculazioni (e qui entra in ballo il P2P,
    almeno per quanto riguarda la
    distribuzione).I pochi sono le industrie cinematografiche e discografiche, snellire la vendita e distribuzione delle opere porterebbe a licenziamento di gran parte dei loro dipendenti... piu` o meno quello che succederebbe se smettessimo di comprare cd e dvd perche` ce li scarichiamo...Il sistema evolve e ci si deve adattare.Io NON voglio pero` entrare in merito a questi discorsi.Non mi interessa se loro guadagnano o meno, se e cosa producono, mi interessa solo avere la mia sudata (dai miei nonni) liberta` di comunicare privatamente quello che voglio con chi mi pare.bobomallo.
    • zibo scrive:
      Re: La rivoluzione del P2P

      Non mi interessa se loro guadagnano o meno,
      se e cosa producono, mi interessa solo avere
      la mia sudata (dai miei nonni) liberta` di
      comunicare privatamente quello che voglio
      con chi mi pare.

      bobomallo.ho capito, ma col tuo ragionamento i pedofili devono essere liberi di passarsi i loro "materiali".... ti pare giusto?==================================Modificato dall'autore il 01/04/2004 14.38.40
  • Anonimo scrive:
    Re: 150 euro di finanziamento per il box
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo




    Vedi che sulla tv non hai proprio da

    parlare.....la destra o meglio fi ne ha
    di

    canali a suo favore.......

    La "destra" non ha reti, Berlusconi ha 3
    reti, 2 che lo osannano e una abbastanza
    equilibrata per il resto la TV di stato
    è il trombone del Governo di turno
    come è sempre stato, durante la
    passata legislatura sulla RAI il rapporto
    tra giornalisti+comici+opinionisti ecc... di
    centrosinistra e destra era di dieci a uno
    cosa che nella prossima si ripeterà
    con la vincita della sinistra che
    così torna in vantaggio (4-3 alla
    fine del primo tempo). Quindi dovresti
    essere contento del digitale terrestre la
    santa moltiplicazione dei canali
    porterà aria nuova nel panorama
    televisivo, Canale DS, TeleVerdi, ReteDuce,
    Radicalia Uno, VideoDiPietro non sei
    contento?
    Poi quando il digitale terrestre sarà
    in tutte le case le trasmissioni analogiche
    spariranno e cominceranno gli abbonamenti...



    ....era meglio se questa te la

    risparmiavi...

    risparmia te per i tempi che si prospettano,
    magari lasciami qualcosina.Io sono per un'informazione equilibrata ....e se questo vuol dire ogni rete al suo partito perchè no !!Io scelgo cosa mi conviene o meglio cosa mi interessa vedere . Non approvo il digitale perchè l'informazione deve essere alla portata di tutti proprio per questo deve essere varia e non di monopolio di alcuni !!Perchè ki non ha soldi non deve avere l'opportunità di poter dire la sua davanti agli italiani?E poi scusa ma io non ho parlato di destra ma di fi.....
  • BrunoBa scrive:
    Re: La rivoluzione del P2P

    La liberta` dei molti conta piu` della
    liberta` dei pochi.
    Ribadisco, e` impensabile che per tutelare
    gli interessi di pochi (interessi che sono
    gia` ampiamente tutelati) si vada a ledere
    la liberta` della comunita`.Certo, ma chi sono questi pochi? Mi spiego: se ci riferiamo ai "pochi" nel senso degli autori, la mia domanda è semplicemente questa: se ogni cosa che producono ce la sbafiamo aggratis, loro come campano? e se non campano, noi che finiamo per guardare? i filmini in super8 fatti in casa?L'ideale sarebbe rivoluzionare tutto il sistema che sta in mezzo, nella catena che parte dall'autore e finisce al fruitore, e snellirlo di tutte le sue magagne e speculazioni (e qui entra in ballo il P2P, almeno per quanto riguarda la distribuzione).In questo senso difendere certi "pochi" conviene anche ai "molti", non credi?
  • logitech scrive:
    Fassino: "Il P2P è un diritto"
    Dichiarazione forte di Fassino oggi nel suo intervento alla Camera durante il dibattito sul Decreto Urbani."Credo che il P2P sia un diritto inalienabile di tutti " -ha esordito il segretario dei DS- "che andrebbe costituzionalmente garantito. Se noi fossimo al governo il filesharing sarebbe legale in ogni sua forma: non importa se ciò che viene scaricato è coperto o meno da copyright, deve esserci il libero scambio dei contenuti.""Le lobby dei ricchi discografici non ci fanno paura", ha continuato tra la platea sbigottita il leader (?) dei DS, "noi siamo dalla parte dei poveri operai che con 900 euro al mese devono portare a casa pane, affitto, bollette, le canzoni di Eminem e l'ultimo film sul Signore degli anelli."
    • Anonimo scrive:
      Re: Fassino: "Il P2P è un diritto"
      - Scritto da: logitech
      Dichiarazione forte di Fassino oggi nel suo
      intervento alla Camera durante il dibattito
      sul Decreto Urbani.
      "Credo che il P2P sia un diritto
      inalienabile di tutti " -ha esordito il
      segretario dei DS- "che andrebbe
      costituzionalmente garantito. Se noi fossimo
      al governo il filesharing sarebbe legale in
      ogni sua forma: non importa se ciò
      che viene scaricato è coperto o meno
      da copyright, deve esserci il libero scambio
      dei contenuti."
      "Le lobby dei ricchi discografici non ci
      fanno paura", ha continuato tra la platea
      sbigottita il leader (?) dei DS, "noi siamo
      dalla parte dei poveri operai che con 900
      euro al mese devono portare a casa pane,
      affitto, bollette, le canzoni di Eminem e
      l'ultimo film sul Signore degli anelli."un altro pesce d'aprile?
      • Anonimo scrive:
        Re: Fassino: "Il P2P è un diritto"
        - Scritto da: Anonimo
        un altro pesce d'aprile?Si, e anche parecchio puzzolente...
    • Anonimo scrive:
      Re: Fassino: "Il P2P è un diritto"
      Bene bene, speriamo che la gente abbia capito chi deve votare...
    • Anonimo scrive:
      Re: Fassino: "Il P2P è un diritto"
      Bell'esca chissà se qualcuno abbocca!!
    • TPK scrive:
      Sgamato!
      Si capisce subito che e' un pesce d'aprile!Solo nelle favole Fassino avrebbe potuto affermare: noi siamo dalla parte dei poveri operai ;)
      • Anonimo scrive:
        Re: Sgamato!
        purtroppo questi barakkoni che ci sono in parlamento hanno i figli che scaricano divx che la sera si vedono anke loro ma non hanno MAI le palle x skiararsi :@
        • Anonimo scrive:
          Re: Sgamato!
          - Scritto da: Anonimo
          purtroppo questi barakkoni che ci sono in
          parlamento hanno i figli che scaricano divx
          che la sera si vedono anke loro ma non hanno
          MAI le palle x skiararsi :@Tanto lo sanno che appena la finanza vede il loro nome passano subito ad un'altra pratica.
        • Anonimo scrive:
          Re: Sgamato!
          - Scritto da: Anonimo
          purtroppo questi barakkoni che ci sono in
          parlamento hanno i figli che scaricano divx
          che la sera si vedono anke loro ma non hanno
          MAI le palle x skiararsi :@Seeeeeeeeeeeee figurati se con tutti i soldi che hanno se scaricano qualcosa o stanno ore davanti al pc !!ma dai fra la vela il nuoto la palestra la scuola la discoteca le vancanze in montagna le feste la casa al mare non credo trovino il tempo ........;)
        • Anonimo scrive:
          Re: Sgamato!
          Con tutti i soldi che cianno , altro che divx si comprano.Si fanno partare il cinema caldo in casa.O i concerti di vasco rossi persanalizzati.Sono i poveri cristi che martellano, curnuti e mazziati
        • Anonimo scrive:
          Re: Sgamato!
          i figli nn hanno bisogno di scaricarsi i divx.... hanno un mare di soldi e se li comprano originali i films, i gioki, la musica....!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Fassino: "Il P2P è un diritto"
      Bravo Fassino, parole sante, speriamo che anche gli altri compagni lo capiscano.E non solo eminem io ci metterei anche madonna.vabbe va.
    • Anonimo scrive:
      Re: Fassino: "Il P2P è un diritto"
      magari un politico parlava così!!!!peccato che è solo un pesce d'aprile!! :(
    • Anonimo scrive:
      Oggi è il primo di aprile........
      - Scritto da: logitech
      Dichiarazione forte di Fassino oggi nel suo
      intervento alla Camera durante il dibattito
      sul Decreto Urbani.
      "Credo che il P2P sia un diritto
      inalienabile di tutti " -ha esordito il
      segretario dei DS- "che andrebbe
      costituzionalmente garantito. Se noi fossimo
      al governo il filesharing sarebbe legale in
      ogni sua forma: non importa se ciò
      che viene scaricato è coperto o meno
      da copyright, deve esserci il libero scambio
      dei contenuti."
      "Le lobby dei ricchi discografici non ci
      fanno paura", ha continuato tra la platea
      sbigottita il leader (?) dei DS, "noi siamo
      dalla parte dei poveri operai che con 900
      euro al mese devono portare a casa pane,
      affitto, bollette, le canzoni di Eminem e
      l'ultimo film sul Signore degli anelli."Oggi è il primo di aprile .......
  • Anonimo scrive:
    Re: 150 euro di finanziamento per il box
    - Scritto da: Anonimo


    Vedi che sulla tv non hai proprio da
    parlare.....la destra o meglio fi ne ha di
    canali a suo favore.......La "destra" non ha reti, Berlusconi ha 3 reti, 2 che lo osannano e una abbastanza equilibrata per il resto la TV di stato è il trombone del Governo di turno come è sempre stato, durante la passata legislatura sulla RAI il rapporto tra giornalisti+comici+opinionisti ecc... di centrosinistra e destra era di dieci a uno cosa che nella prossima si ripeterà con la vincita della sinistra che così torna in vantaggio (4-3 alla fine del primo tempo). Quindi dovresti essere contento del digitale terrestre la santa moltiplicazione dei canali porterà aria nuova nel panorama televisivo, Canale DS, TeleVerdi, ReteDuce, Radicalia Uno, VideoDiPietro non sei contento?Poi quando il digitale terrestre sarà in tutte le case le trasmissioni analogiche spariranno e cominceranno gli abbonamenti...
    ....era meglio se questa te la
    risparmiavi...risparmia te per i tempi che si prospettano, magari lasciami qualcosina.
  • Anonimo scrive:
    Re: Mute & FW?

    3) rendere pubblico la STRONZAGGINE effettuataLo rendo pubblico :)
  • Anonimo scrive:
    Re: 150 euro di finanziamento per il box
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo




    E cosa ci guadagna il nano sulla banda
    larga?

    Mha, non lo so, sicuramente il digitale
    terrestre è una bella chicca per la
    sinistra, così potranno farsi il
    terzo polo tv, il quarto, il quinto ecc...
    invece di stare a piagnucolare (meno gite in
    barca a vela e più fondi al partito
    io Canale DS non te lo pago davvero) e senza
    tante spese o litigare per avere le
    frequenze, poi ovviamente farà schifo
    e diventerà a pagamento, caccia il
    soldo compagno per vedere i tuoi beniamini,
    impossibile? Veramente l' hanno già
    fatto con LA7 in embrione quando era di
    proprietà di un certo senatore dell'
    Ulivo (Cecchi Gori mi pare si chiamasse...)
    con il suo Fede Rosso personale
    (CURZIo-maltese) poi doveva diventare il
    terzo polo (per acchiappare il terzo pollo
    utente ex-rai ex-fininvest) ma ovviamente i
    compagni che non sono raggiunti dal
    terrestre non contano nulla, così LA7
    entra sul satellite A PAGAMENTO nel
    pacchetto TELEPIU' e poi SKY, "guardaci
    compagno ma non dimenticare di pagare la
    tessera all' amico-nemico Mu(e)rdoch",
    oppure punta la parabola verso Tau-Ceti dove
    ci siamo ritagliati uno spazietto gratis.
    In che mani siamo....Vedi che sulla tv non hai proprio da parlare.....la destra o meglio fi ne ha di canali a suo favore.......specialmente dopo aver buttato fuori tutte le controparti ....era meglio se questa te la risparmiavi...
  • Anonimo scrive:
    Re: La rivoluzione del P2P
    - Scritto da: Anonimo
    Giustissimo.
    E` per questo che si e` arrivati alla
    consapevolezza che il sistema democratico e`
    anche quello che garantisce maggiormente la
    liberta`:
    La liberta` dei molti conta piu` della
    liberta` dei pochi.
    Ribadisco, e` impensabile che per tutelare
    gli interessi di pochi (interessi che sono
    gia` ampiamente tutelati) si vada a ledere
    la liberta` della comunita`.Questo è pacifico, ma loro se ne sbattono perché hanno dalla parte l'impugnatura della pistola (la legge).Per cui che facciamo? Ci pieghiamo a novanta gradi?
  • Anonimo scrive:
    Re: La rivoluzione del P2P
    - Scritto da: BrunoBa
    Il discorso sulla libertà è
    antico: la puoi esercitare tu, ma la possono
    esercitare pure gli altri, e
    nell'esercitarla c'è sempre il
    rischio che qualcuno ne esca danneggiato.Giustissimo.E` per questo che si e` arrivati alla consapevolezza che il sistema democratico e` anche quello che garantisce maggiormente la liberta`:La liberta` dei molti conta piu` della liberta` dei pochi.Ribadisco, e` impensabile che per tutelare gli interessi di pochi (interessi che sono gia` ampiamente tutelati) si vada a ledere la liberta` della comunita`.bobomallo.
  • Anonimo scrive:
    Re: ma hanno già bekkato qualcuno?
    - Scritto da: Anonimo
    Io ho letto un verbale scannerizzato e messo
    online giorni fà, ma non mi ricordo
    l'url. In questo documento vi era riportato
    il ritrovamento a casa di una persona , di
    un pc con installato winmx ( pensa te...) e
    di qualche film ed mp3 in formato digitale.
    Il pc è stato requisito e perquisito.
    Quanto fosse stata una fonte attendibile non
    so però!E' autentico, si tratta del sequestro fatto a casa di un ragazzo che teneva attivo un server OpenNap all'interno della rete Fastweb, credo uno dei più grossi o il più grosso addirittura.
  • Anonimo scrive:
    Re: Gabriella Carlucci

    Ti ricordo che silvio e' stato eletto con i
    voti della MAFIA , che sparano loro si
    dietro la nuca.quindi il 49,5% della popolazione (dati nel proporzionale delle elezioni 2001) sarebbe mafiosa? io silvio non l'ho votato ed evito di dire scemenze come la tua.
  • Anonimo scrive:
    La carlucci...
    come relatrice???bah, l'Italia va proprio a rotoli...magari come pompi**ra non è male, ma come relatrice... bah...
    • Anonimo scrive:
      Re: La carlucci...
      Spero queste tue critiche non siano solo perchè è donna :(
      • Anonimo scrive:
        Re: La carlucci...
        - Scritto da: Anonimo
        Spero queste tue critiche non siano solo
        perchè è donna :(Se ironizzo su alvaro vitali presidente della commissione cultura secondo te iornizzo su alvaro vitali in quanto uomo?
      • Anonimo scrive:
        Re: La carlucci...
        - Scritto da: Anonimo
        Spero queste tue critiche non siano solo
        perchè è donna :(ma stai scherzando??? una presentatrice televisiva che fa da relatore ad una commissione della camera, ma te ne rendi conto???? è come se Rocco Siffredi presiedesse il concilio vaticano...
        • Anonimo scrive:
          Re: La carlucci...
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          Spero queste tue critiche non siano solo

          perchè è donna :(

          ma stai scherzando??? una presentatrice
          televisiva che fa da relatore ad una
          commissione della camera, ma te ne rendi
          conto???? è come se Rocco Siffredi
          presiedesse il concilio vaticano...Bhè se ne potrebbe discutere ehehehehhehehe;):D:$
      • Anonimo scrive:
        Re: La carlucci...
        - Scritto da: Anonimo
        Spero queste tue critiche non siano solo
        perchè è donna :(Spero che tu non dubiti dei giudizi degli uomini solo perchè sei donna :(Poi il commento originario poteva averlo scritto pure una donna... Insomma c'è donna e donna... così come c'è uomo e uomo...E' raro vedere un persona con un doppio lavoro tipo, spazzino e ingegnere aerospaziale...Invece show-girl e politico a quanto pare si conciliano benissimo!!! :|
        • Anonimo scrive:
          Re: La carlucci...
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          Spero queste tue critiche non siano solo

          perchè è donna :(

          Spero che tu non dubiti dei giudizi degli
          uomini solo perchè sei donna :(

          Poi il commento originario poteva averlo
          scritto pure una donna...
          Insomma c'è donna e donna...
          così come c'è uomo e uomo...

          E' raro vedere un persona con un doppio
          lavoro tipo, spazzino e ingegnere
          aerospaziale...
          Invece show-girl e politico a quanto pare si
          conciliano benissimo!!! :|Bhè in fondo non sono attori anche i politici?devono darti quello che chiedi per essere votati poi da lì a rispettarlo ce ne corre....Cmq forse hai ragione sono stata un pò troppo infima....;)
      • Anonimo scrive:
        Re: La carlucci...
        scusa ma nn sei al corrente di quando provocò andando contromano un incidente con un bus e poi scappò via o del fatto che per andare dalla parrucchiera parcheggia la macchina in un'isola pedonale...vorrei vedere se fossi te io o altri comuni mortali a fare ciò.sul posto giungerebbe finanza,polizia ,carabinieri,ci sequestrerebbero l'automobile,ci esporrebbero al pubblico ludibrio.e poi dovremmo pure risponderne in tribunale.la nostra bella pin up della casa delle libertà (si per loro soli però)...invece continua a fare la + bella e la + educata degli italiani.quindi nn buttarla sulla discriminazione dei sessi per favore.
    • Anonimo scrive:
      Re: La carlucci...
      Quella del burro ??O quella che scappa dopo un incedente??O quella che lascia la macchina nel posto dei disabili??O quella che e' pagata da Silvio??Maperpiacere, facciamola finita con questa indecenza.A quando senatore a vita il cavallo di berlusconi??
    • Anonimo scrive:
      Re: La Carlucci oramai è vecchia......
      :-(
  • Anonimo scrive:
    Re: Sottoforum: Come fregare chi ci freg
    Tu invece collega il cervello prima di parlare.Anch'io ho votato Forza Italia e lo rifarò!!!!Dici che Ds e Verdi e rifondazione sono immacolati?Ti ricordi di Ramon Mantovani?Chi è?Quello di Rifondazione che portò da noi a braccetto il terrorista Ocalan........E Cossutta che andava a discorrere amabilmente con Milosevic?E le magliette con le foto delle Torri gemelle che bruciano vicine a quelle coi Che Guevara? (le ho viste personalmente al corteo della pace subito dopo le bombe di Madrid).Pensavo di andare a manifestare contro il terrorismo e invece ho visto una squallida fila di antiberlusconiani e di violenti (addirittura fra di loro visto che volevano picchiare Fassino).Sinceramente del P2P non me ne frega un ca**o, certo mi dispiace perchè anche io ne usufruivo e non sono daccordo con questo decreto, ma certo non per questa str***ta voterò per i militanti della sinistra, almeno fino a quando non rimarranno solo i partiti seri (leggasi democratici) come Ds e Margherita.
  • Anonimo scrive:
    Re: Gabriella Carlucci
    - Scritto da: Anonimo
    Se non si è
    daccordo con qualcuno lo si uccide. facile
    no. magari con un colpo a brucia pelo dietro
    la nuca mentre uno sta uscendo da lavoro.Mi pare sia la tecnica di Toto' Riina. Peccato che lui abbia esplicitamente invitato a votare per Silvio.
  • Anonimo scrive:
    Re: 150 euro di finanziamento per il box
    - Scritto da: Anonimo
    non trasmettere piu'
    film d'autore sulle sue emittenze ma
    aumentare quelli a luci rosse.
    Sarebbe una delle poche cose decenti mai realizzate. Più pippe per tutti! Facciamo l'(auto)amore e non facciamo la guerra!
  • Anonimo scrive:
    Re: Gabriella Carlucci
    - Scritto da: Anonimo
    Io pensavo a qualche malato teminale che
    invece di morire in un letto facesse di
    qualcosa di eroico.

    Ma sono solo fantasie.Se mi ammalo conta su di me :)))
  • Anonimo scrive:
    Re: Gabriella Carlucci
    - Scritto da: Anonimo
    Complimenti per entrambi gli interventi.
    molto profondi e democratici:|:| . Ma dai che erano ironici, non prendiamo tutto con serietà
  • Anonimo scrive:
    Re: La rivoluzione del P2P
    - Scritto da: zibo
    scusa ma non sono d'accordo. potendo
    digitalizzare tutto, anche un film uscito
    ieri sera nelle sale è un "grande
    numero" come dici tu, ma io non trovo giusto
    che possa essere scaricato gratis.Ma infatti e` giustamente illegale metterlo online.Non discuto la validita` delle norme che regolano il diritto d'autore.Io parlo di liberta` di scambio di informazioni private con chichessia. Non e` verosimile che qualcuno controlli quello che scambio e con chi lo scambio, analogamente ad una conversazione per strada o al telefono.Nessuno deve limitare la mia liberta` e la mia privacy, tutto qui.E` come monitorare e origliare le conversazioni delle persone che passeggiano per le strade in attesa di uno che parli di mettere una bomba in una scuola. E` contro la costituzione.bobomallo.
  • Anonimo scrive:
    Re: 150 euro di finanziamento per il box
    Consolati, io ho sentito dire che i comunisti mangiano i bambini.
  • Anonimo scrive:
    Re: Gabriella Carlucci
    Non mi pare di aver parlato di Silvio....Volevo solo farti notare che con i vostri atteggiamenti non si migliora di sicuro. Il fatto che lo faccia anche la mafia di sicuro non è una giustificazione. La violenza è sempre sbagliata. La parola eroe mi pare usata un po' a sproposito in molte occasioni. Questa è la mia opinione. Spero di non trovarmi un autobomba sotto casa per averla espressa. ciao
  • BrunoBa scrive:
    Re: La rivoluzione del P2P
    - Scritto da: Anonimo
    Mi e` piaciuto il tuo intervento.
    Pero` non condivido questa necessita` di
    regolamentazione a tutti i costi.
    Si stanno buttando soldi e tempo per una
    cosa che non solo non puo` essere arginata,
    ma che le persone non vogliono arginare!

    Per me la liberta` e` poter comunicare in
    privato con le altre persone, scambiarsi
    QUALUNQUE TIPO DI INFORMAZIONE: non metto
    limiti alla parola informazione, insomma un
    mp3 e` solo un grosso numero! nessuno si
    sognerebbe di dirmi che non posso dettare un
    numero al mio amico per telefono!!!Il discorso sulla libertà è antico: la puoi esercitare tu, ma la possono esercitare pure gli altri, e nell'esercitarla c'è sempre il rischio che qualcuno ne esca danneggiato.Non parlo di regolamentazione a tutti i costi, il principio piuttosto è di garantire la massima libertà a tutti col minimo danno a tutti. Altrimenti a suon di libertà le major ci si inculano e viceversa noi cerchiamo di inculare le major: a chi giova una situazione del genere, del tipo "guardie e ladri"?Bisognerebbe trovare un equilibrio tra le istanze di chi sta sopra e quelle di chi sta sotto, se questo equilibrio passa per una relativa regolamentazione o se esistano metodi migliori, non saprei... ma, ripeto, giocare a guardie e ladri dove ci porta? quantomeno uno degli effetti è quello di non sfruttare pienamente tutte le potenzialità del P2P, nel caso in questione.
  • Anonimo scrive:
    chi votare
    Titti De Simone (Rifondazione) ha sostenuto la necessità di audizioni a tutto campo sostenendo comunque la contrarietà più completa al provvedimento e alla sua logica, affermando che tende ad avvantaggiare le major colpendo "in modo poliziesco e terroristico" gli utenti del file sharing. A suo dire il decreto contrasta con le norme comunitarie;
    • Anonimo scrive:
      Re: chi votare
      Antonio PALMIERI (FI) ritiene che le aperture del Governo rendano superflua la preannunciata discussione sulla questione pregiudiziale presentata dai gruppi di opposizione, e ribadisce pertanto l'invito a ritirarla.per questi qua non voterò di certo...
    • Anonimo scrive:
      Re: chi votare
      - Scritto da: Anonimo
      Titti De Simone (Rifondazione) ha sostenuto
      la necessità di audizioni a tutto
      campo sostenendo comunque la
      contrarietà più completa al
      provvedimento e alla sua logica, affermando
      che tende ad avvantaggiare le major colpendo
      "in modo poliziesco e terroristico" gli
      utenti del file sharing. A suo dire il
      decreto contrasta con le norme comunitarie;E' sicuro che io li ho votati ...ma non si può sempre dire no occorre ogni tanto fare qualche contropoposta altrim diventa il partito del rifiuto solo per rifiutare e non è molto produttivo non credi?forse è anche per questo che abbiamo perso le elezioni.....
    • Anonimo scrive:
      Re: chi votare
      - Scritto da: Anonimo
      Titti De Simone (Rifondazione) ha sostenutoAdesso siamo allo spam politico a favore di un comunista (=milioni di morti innocenti in gulag e campi di sterminio vari, nessun tipo di diriitto civile etc.)Fai ridere.
      • Anonimo scrive:
        Re: chi votare
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Titti De Simone (Rifondazione) ha
        sostenuto

        Adesso siamo allo spam politico a favore di
        un comunista (=milioni di morti innocenti in
        gulag e campi di sterminio vari, nessun tipo
        di diriitto civile etc.)

        Fai ridere.Ma basta con questa storia! Ma a chi ripete in continuazione queste frasi fanno il lavaggio del cervello? Le persone si valutano in base ai fatti, e per un politico questo vuol dire guardare cosa ha proposto e cosa ha votato. Il resto sono chiacchiere. Comunisti mangia bambini, fascisti, forza italioti corrotti etc sono solo idiozie.
        • Anonimo scrive:
          Re: chi votare
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo



          - Scritto da: Anonimo


          Titti De Simone (Rifondazione) ha

          sostenuto



          Adesso siamo allo spam politico a
          favore di

          un comunista (=milioni di morti
          innocenti in

          gulag e campi di sterminio vari, nessun
          tipo

          di diriitto civile etc.)



          Fai ridere.

          Ma basta con questa storia! Ma a chi ripete
          in continuazione queste frasi fanno il
          lavaggio del cervello? Le persone si
          valutano in base ai fatti, e per un politico
          questo vuol dire guardare cosa ha proposto e
          cosa ha votato. Il resto sono chiacchiere.
          Comunisti mangia bambini, fascisti, forza
          italioti corrotti etc sono solo idiozie.Se appartenesse ad un qualunque altro partito (escluso C.I.) potrei anche giudicarlo da ciò che fa, ma visto che appartiene ad un partito che DICHIARATAMENTE vuole riportare in vita il regime comunista, allora non me ne frega una pippa di quello che dice su questo tema, evito ACCURATAMENTE di votarlo.
          • Anonimo scrive:
            Re: chi votare
            - Scritto da: Anonimo
            appartiene ad un partito che
            DICHIARATAMENTE vuole riportare in vita il
            regime comunista, ^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^Ah si? Da quando? Oppure usi le parole a caso?
          • Anonimo scrive:
            Re: chi votare
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            appartiene ad un partito che

            DICHIARATAMENTE vuole riportare in vita
            il

            regime comunista,
            ^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

            Ah si? Da quando? Oppure usi le parole a
            caso?Forse non si chiama "Partito della Rifondazione Comunista"?Hai mai provato ad usare quella cosa che hai tra le orecchie chiamata cervello?
          • Anonimo scrive:
            Re: chi votare

            Forse non si chiama "Partito della
            Rifondazione Comunista"?
            Hai mai provato ad usare quella cosa che hai
            tra le orecchie chiamata cervello?Io lo uso, sei tu che affermi che nel programma di partito si vuole riportare in vita il *regime comunista*. Se vuoi insistere insisti, non so cosa dirti, tanto quello che dici non corrisponde al vero
          • Anonimo scrive:
            Re: chi votare
            - Scritto da: Anonimo


            Forse non si chiama "Partito della

            Rifondazione Comunista"?

            Hai mai provato ad usare quella cosa
            che hai

            tra le orecchie chiamata cervello?

            Io lo uso, sei tu che affermi che nel
            programma di partito si vuole riportare in
            vita il *regime comunista*. Se vuoiNon mi sembra che lo usi, infatti io non ho mai parlato del programma!
          • Anonimo scrive:
            Re: chi votare
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo




            Forse non si chiama "Partito della


            Rifondazione Comunista"?


            Hai mai provato ad usare quella
            cosa

            che hai


            tra le orecchie chiamata cervello?



            Io lo uso, sei tu che affermi che nel

            programma di partito si vuole riportare
            in

            vita il *regime comunista*. Se vuoi

            Non mi sembra che lo usi, infatti io non ho
            mai parlato del programma!Ok, hai affermato che *dichiaratamente* (quindi nero su bianco) vogliono riportare in vita il *regime comunista*. parole tue
          • Anonimo scrive:
            Re: chi votare
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo






            Forse non si chiama "Partito
            della



            Rifondazione Comunista"?



            Hai mai provato ad usare
            quella

            cosa


            che hai



            tra le orecchie chiamata
            cervello?





            Io lo uso, sei tu che affermi che
            nel


            programma di partito si vuole
            riportare

            in


            vita il *regime comunista*. Se vuoi



            Non mi sembra che lo usi, infatti io
            non ho

            mai parlato del programma!


            Ok, hai affermato che *dichiaratamente*
            (quindi nero su bianco) vogliono riportare
            in vita il *regime comunista*. parole tueDa quando dichiaratamente = scritto nel programma?
          • Anonimo scrive:
            Re: chi votare
            - Scritto da: Anonimo

            Ok, hai affermato che *dichiaratamente*

            (quindi nero su bianco) vogliono
            riportare

            in vita il *regime comunista*. parole
            tue

            Da quando dichiaratamente = scritto nel
            programma?Dichiaratamente, riferito ad un partito, significa che qualche organo ufficiale del partito, lo ha detto e scritto nero su bianco. Che sia sul programma o siano le dichiarazioni ufficiali di bertinotti poco importa, trovami fuori dove e quando c'è stata questa dichiarazione.
          • Anonimo scrive:
            Re: chi votare
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            Ok, hai affermato che
            *dichiaratamente*


            (quindi nero su bianco) vogliono

            riportare


            in vita il *regime comunista*.
            parole

            tue



            Da quando dichiaratamente = scritto nel

            programma?

            Dichiaratamente, riferito ad un partito,
            significa che qualche organo ufficiale del
            partito, lo ha detto e scritto nero su
            bianco. Che sia sul programma o siano le
            dichiarazioni ufficiali di bertinotti poco
            importa, trovami fuori dove e quando
            c'è stata questa dichiarazione.Dimmi tu dove hai trovato la definizione: "Dichiaratamente, riferito ad un partito, significa che qualche organo ufficiale del partito, lo ha detto e scritto nero su bianco. "
          • Anonimo scrive:
            Re: chi votare
            - Scritto da: Anonimo
            Dimmi tu dove hai trovato la definizione:
            "Dichiaratamente, riferito ad un partito,
            significa che qualche organo ufficiale del
            partito, lo ha detto e scritto nero su
            bianco. "Secondo come si esprime un partito? Ha due gambe, due braccia, una bocca e due orecchie?Quando si parla di dichiarazioni di un partito si parla di un organo ufficiale del partito che si è espresso, non di mio cuggino che ha detto che i comunisti dicono....Se no dimmi tu cosa intendi per "dichiaratamente"
          • Anonimo scrive:
            Re: chi votare
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo


            Dimmi tu dove hai trovato la
            definizione:

            "Dichiaratamente, riferito ad un
            partito,

            significa che qualche organo ufficiale
            del

            partito, lo ha detto e scritto nero su

            bianco. "

            Secondo come si esprime un partito? Ha due
            gambe, due braccia, una bocca e due
            orecchie?
            Quando si parla di dichiarazioni di un
            partito si parla di un organo ufficiale del
            partito che si è espresso, non di mio
            cuggino che ha detto che i comunisti
            dicono....
            Se no dimmi tu cosa intendi per
            "dichiaratamente"Un partito che come simbolo ha una bandiera rossa con falce e martello gialle, che usa gli slogan, le canzoni e l'iconografia dell'ex URSS, che ha come componenti delle persone che ai tempi della guerra fredda erano al soldo del KGB (ti dice niente il dossier Mitrokin?)... più dichiaratamente di così! Non c'è bisogno di vederlo scritto "nero su bianco" su di un documento...
          • Anonimo scrive:
            Re: chi votare
            - Scritto da: Anonimo
            Un partito che come simbolo ha una bandiera
            rossa con falce e martello gialle, che usa
            gli slogan, le canzoni e l'iconografia
            dell'ex URSS, che ha come componenti delle
            persone che ai tempi della guerra fredda
            erano al soldo del KGB (ti dice niente il
            dossier Mitrokin?)...
            più
            dichiaratamente di così! Non
            c'è bisogno di vederlo scritto "nero
            su bianco" su di un documento... A no? Strano modo di ragionare il tuo... Se non c'è la dichiarazione, non è dichiaratamente, a casa mia. Se tu lo deduci dalla simbologia, non è *dichiaratamente*.E con questo chiudo la discussione, non ho voglia di continuarla.
          • Anonimo scrive:
            Re: chi votare
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo


            Un partito che come simbolo ha una
            bandiera

            rossa con falce e martello gialle, che
            usa

            gli slogan, le canzoni e l'iconografia

            dell'ex URSS, che ha come componenti
            delle

            persone che ai tempi della guerra fredda

            erano al soldo del KGB (ti dice niente
            il

            dossier Mitrokin?)...

            più

            dichiaratamente di così! Non

            c'è bisogno di vederlo scritto
            "nero

            su bianco" su di un documento...

            A no? Strano modo di ragionare il tuo... Se
            non c'è la dichiarazione, non
            è dichiaratamente, a casa mia. Se tu
            lo deduci dalla simbologia, non è
            *dichiaratamente*.
            E con questo chiudo la discussione, non ho
            voglia di continuarla.Ti faccio un esempio (tifarei un disegnino, ma con la ascii-art non me la cavo).Se un tizio si veste in modo "ambiguo", non ha mai avuto la fidanzata, ma in compenso ha un sacco di "amici", cammina sculettando etc. etc. è dichiaratamente gay.E' inutile giocare con l'assonanza dichiarazion-dichiaratamente, perchè dichiratamente non è altro che un sinonimo di esplicitamente.Ah, già, ma tu non mi risponderai perchè "non hai voglia di continuare"!Ti ho dimostarto che hai torto e tu scappi... come i bambini!
          • Anonimo scrive:
            Re: chi votare
            - Scritto da: Anonimo

            A no? Strano modo di ragionare il
            tuo... Se

            non c'è la dichiarazione, non

            è dichiaratamente, a casa mia.
            Se tu

            lo deduci dalla simbologia, non è

            *dichiaratamente*.

            E con questo chiudo la discussione, non
            ho

            voglia di continuarla.

            Ti faccio un esempio (tifarei un disegnino,
            ma con la ascii-art non me la cavo).
            Se un tizio si veste in modo "ambiguo", non
            ha mai avuto la fidanzata, ma in compenso ha
            un sacco di "amici", cammina sculettando
            etc. etc. è dichiaratamente gay.Bell'esempio che fai. Solo ragionando a stereotipi si può fare esempi di questo tipo.
            E' inutile giocare con l'assonanza
            dichiarazion-dichiaratamente, perchè
            dichiratamente non è altro che un
            sinonimo di esplicitamente.Non è un assonanza, dichiaratamente deriva da dichiarato, che è il participio passato di dichiarare, a meno che l'italiano non sia un'opinione. Ma con te non si sa mai...Comunque è vero che è un sinonimo di esplicitamente, ma ho il dubbio che qualcosa del significato di "esplicito" ti sia sfuggito. Se per te è *inequivocabile* (altro sinonimo di dichiaratamente) che un partito con la falce ed il martello voglia il *regime* comunista siamo mal messi. Come siamo mal messi se consideri *inequivocabilmente* un uomo effemminato gay.
            Ah, già, ma tu non mi risponderai
            perchè "non hai voglia di
            continuare"!
            Ti ho dimostarto che hai torto e tu
            scappi... come i bambini!No, non avevo voglia di continuare perché non ho voglia di perdere tempo, ma mi da fastidio quando mi si offende. Se vuoi ritenere di aver ragione, fallo pure. Non offendere però.
          • Anonimo scrive:
            Re: chi votare


            Ah, già, ma tu non mi risponderai

            perchè "non hai voglia di

            continuare"!

            Ti ho dimostarto che hai torto e tu

            scappi... come i bambini!

            No, non avevo voglia di continuare
            perché non ho voglia di perdere
            tempo, ma mi da fastidio quando mi si
            offende. Se vuoi ritenere di aver ragione,
            fallo pure. Non offendere però.Per caso sono tornato su questo thread, e scopro che quello che diceva "Non ti rispondo più" ha risposto (dopo un bel po', sicuro che io non potessi replicare).Innanzitutto non ti permettere di insinuare che io ti abbia offeso, perchè non è vero e ti sfido a dimostrare il contrario.In secondo luogo, dichiaratamente = esplicitamente.Se non riesci a capirlo, ti consiglio la lettura del dizionario dei sinonimi e dei contrari. D'altronde solo una personaq ottusa e inquadarat in schemi rigidi e immutabili (ehi, è la descrizione di un comunista!) potrebbe non riuscire a capire una cosa talmente banale.Se vuoi giocare con l'italiano fa pure, ma non credere di impressionarmi. Ti ho dimostarto come sia esplicito il riferimento al regime comunista da parte di RC. Se
          • Anonimo scrive:
            Re: chi votare
            ...tanto più che a livello europeo rifondazione ha avuto una posizione non sufficentemente decisa, il che ha contribiuto a far passare un'altra bella legge anti-P2P, forse un pò meno fumosa dell'obrobrio Urbani, ma pur sempre coniata su misura per le major.Diciamo che l'articolo designa chiaramente chi non votare, sul chi votare invece non esprimo giudizi.Un ultima cosa però, l'unità è l'unico giornale non informatico che ogni tanto "osa" parlare di questi argomenti, gli altri giornali fanno finta che non esistono, questo mi pare comunque un punto a favore di rifondazione
          • maciste scrive:
            Re: chi votare

            Un ultima cosa però, l'unità
            è l'unico giornale non informatico
            che ogni tanto "osa" parlare di questi
            argomenti, gli altri giornali fanno finta
            che non esistono, questo mi pare comunque un
            punto a favore di rifondazioneE' vero, l'Unità effettivamente ne parla, ma non è l'organo di RC, bensì dei DS; il giornale di Rifondazione è Liberazione, mentre invece Il Manifesto è sempre un quotidiano comunista ma indipendente.
          • Anonimo scrive:
            Re: chi votare
            - Scritto da: Anonimo
            Un ultima cosa però, l'unità
            è l'unico giornale non informatico
            che ogni tanto "osa" parlare di questi
            argomenti, gli altri giornali fanno finta
            che non esistono, questo mi pare comunque un
            punto a favore di rifondazioneL'Unità non è il giornale di rifondazione. Il giornale di rifondazine è liberazione (quelllo che si diemntica sistematicamente di tutti gli atti violenti e di vandalismo dei cosiddetti "pacifisti").
        • Anonimo scrive:
          Re: chi votare
          parlare di comunismo senza averlo veramente vissuto è quantomeno ridicolo. vissuto nei paesi dell'est!
          • Anonimo scrive:
            Re: chi votare
            - Scritto da: Anonimo
            Giustissimo ....e kissà perchè
            kuando non sanno più a che
            aggrapparsi prendono esempio l'Europa
            dell'Est noi mica prendiamo d'esempio il
            Duce !Forse esiste in Italia un partito chiamato "Rifondazione fascista"?
          • Anonimo scrive:
            Re: chi votare
            - Scritto da: Anonimo
            Forse esiste in Italia un partito chiamato
            "Rifondazione fascista"?No, ce ne sono due: MSI e Forza Nuova.
          • Anonimo scrive:
            Re: chi votare
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            Forse esiste in Italia un partito
            chiamato

            "Rifondazione fascista"?

            No, ce ne sono due: MSI e Forza Nuova.MSI è da anni che è fuori dal parlamento, Forza Nuova è definito dai suoi detrattori "neo-fascista", ma non ha mai richiamato il fascismo.E, soprattutto, nessun partito del centrodestra si è mai alleato con questi partiti, nè vuole farlo.
          • Anonimo scrive:
            Re: chi votare
            - Scritto da: Anonimo
            E, soprattutto, nessun partito del
            centrodestra si è mai alleato con
            questi partiti, nè vuole farlo.A livello nazionale no... ma a livello locale sì...http://www.democraticidisinistra.it/regionali/alleanze_destra.htm
          • Anonimo scrive:
            Re: chi votare
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            E, soprattutto, nessun partito del

            centrodestra si è mai alleato con

            questi partiti, nè vuole farlo.

            A livello nazionale no... ma a livello
            locale sì...
            www.democraticidisinistra.it/regionali/alleanMale.Ma finchè è a livello locale non mi preoccupa.
          • Anonimo scrive:
            Re: chi votare
            - Scritto da: Anonimo
            parlare di comunismo senza averlo veramente
            vissuto è quantomeno ridicolo.
            vissuto nei paesi dell'est!Allora non si può parlare di fascismo se non si è vissuti nle ventennio, non si può parlare degli USA se non si è stati due anni negli States etc.?
          • Anonimo scrive:
            Re: chi votare
            finalmente qualcuno che sa di cosa parla!
          • Anonimo scrive:
            Re: chi votare by"il che"
            per favore non sprecare il fiato a sprecare certe cose a fanatici ed ottusi.piuttosto mentre accusano il comunismo di ogni male, i loro adorati liberal..fra poco li spieranno sia quando vanno a cagare sia a letto con mogli e fidanzate.e loro al posto di preoccuparsi di ciò alterano la storia del comunismo che soprattutto in italia è gloriosa e utile alla democrazia che ora stanno tentando di toglierci.non quando c'era il grande pci al 34 %.Perciò non preoccupatevi del comunismo ,ma del fatto che state diventando sempre + schivi dei politici che votate non sempre turandovi il naso.
      • Anonimo scrive:
        Re: chi votare

        Fai rideresolo te
        • Anonimo scrive:
          Re: chi votare
          - Scritto da: Anonimo

          Fai ridere
          solo teSemmai "solo tu". Ignorante, oltre che comunista!
          • Anonimo scrive:
            Re: chi votare
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo


            Fai ridere

            solo te

            Semmai "solo tu". Ignorante, oltre che
            comunista!
            Meglio lui ignorante che tu ottuso!!chi ignora può comunque imparare l'ottusità è una brutta malattia difficile da curare...
          • Anonimo scrive:
            Re: chi votare
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo



            Fai ridere


            solo te



            Semmai "solo tu". Ignorante, oltre che

            comunista!


            Meglio lui ignorante che tu ottuso!!
            chi ignora può comunque imparare
            l'ottusità è una brutta
            malattia difficile da curare...Lo dici per esperienza, vero?
          • Anonimo scrive:
            Re: chi votare
            - Scritto da: Anonimo
            Lo dici per esperienza, vero?Dimmi cosa è stato fatto di buono per i poveri cittadini che non vada nell'interesse di ''qualcuno''ed avrai il mio pieno appoggio te lo garantisco,,,Senza rispondermi come di consueto fanno quelli di fi ''loro non hanno fatto''rivolgendosi all'opposizione...dimmi cos'avete fatto voi
          • Anonimo scrive:
            Re: chi votare
            - Scritto da: Anonimo
            Dimmi cosa è stato fatto di buono per
            i poveri cittadini che non vada
            nell'interesse di ''qualcuno''
            ed avrai il mio pieno appoggio te lo
            garantisco,,,Primo: chi ti dice che sono di FI solo perchè parlo male di RC????Secondo: pensione minime a 1 milione, contributo per neonati, solo per citarti le prime due cose che mivengono in mente.
          • Anonimo scrive:
            Re: chi votare
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            Dimmi cosa è stato fatto di
            buono per

            i poveri cittadini che non vada

            nell'interesse di ''qualcuno''

            ed avrai il mio pieno appoggio te lo

            garantisco,,,

            Secondo: pensione minime a 1 milione,
            contributo per neonati, solo per citarti le
            prime due cose che mivengono in mente.NON e' vero!!! Ci sono un sacco di pensioni ancora a 250?/mese!!! Se n'e' parlato sui giornali qualche settimana fa...
          • Anonimo scrive:
            Re: chi votare
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo


            Dimmi cosa è stato fatto di

            buono per


            i poveri cittadini che non vada


            nell'interesse di ''qualcuno''


            ed avrai il mio pieno appoggio te
            lo


            garantisco,,,




            Secondo: pensione minime a 1 milione,

            contributo per neonati, solo per
            citarti le

            prime due cose che mivengono in mente.

            NON e' vero!!! Ci sono un sacco di pensioni
            ancora a 250?/mese!!! Se n'e' parlato sui
            giornali qualche settimana fa...
            Tutte le pensioni sociali sono almeno di 500 euro.Se poi parli di altri contributi statali chiamati "pensioni" (e. contributi di invalidità) *potrebbe* anche essere.
          • Anonimo scrive:
            Re: chi votare
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            Dimmi cosa è stato fatto di
            buono per

            i poveri cittadini che non vada

            nell'interesse di ''qualcuno''

            ed avrai il mio pieno appoggio te lo

            garantisco,,,

            Primo: chi ti dice che sono di FI solo
            perchè parlo male di RC????
            Secondo: pensione minime a 1 milione,
            contributo per neonati, solo per citarti le
            prime due cose che mivengono in mente. Non basta certo un milione a mantenere un figlio te lo garantisco!!esperienza personale ..e poi se non sbaglio era per i nati in un certo termine coscenziosamente dato e che devo fare i figli a comando ?poi per il resto della vita chi me li mantiene? Per le pensioni è inutile visto che chi lavora deve farlo fino all'impossibile ....Ti sei dimenticato incentivi a scuole private a discapito delle pubbliche ....e poi basta che non mi sembra questa la sede ....
      • Anonimo scrive:
        Re: chi votare
        guarda che parlavo del comunismo non di come e stato applicato che sono due cose diverseun po come il capitalismo e diverso da quello che effettivamente viene applicato quindi
    • Anonimo scrive:
      Re: chi votare
      no scusa non posso, ho 4 figli e mi hanno detto che i comunisti mangiamo i bambini.HO paura di loro non posso ciaociao
  • zibo scrive:
    Re: La rivoluzione del P2P

    Per me la liberta` e` poter comunicare in
    privato con le altre persone, scambiarsi
    QUALUNQUE TIPO DI INFORMAZIONE: non metto
    limiti alla parola informazione, insomma un
    mp3 e` solo un grosso numero! nessuno si
    sognerebbe di dirmi che non posso dettare un
    numero al mio amico per telefono!!!scusa ma non sono d'accordo. potendo digitalizzare tutto, anche un film uscito ieri sera nelle sale è un "grande numero" come dici tu, ma io non trovo giusto che possa essere scaricato gratis.perchè è un investimento che non è ancora rientrato di alcun costo.io lo vedo come il lavoro di molto gente, il rischio imprenditoriale di altri, talvolta anche un'*opera d'arte* che lascia qualcosa.se invece parliamo di un film passato in tv o simili, le cose cambiano. poi si può discutere delle pratiche più o meno legali che le major mettono in atto in violazione della norma della concorrenza e mille altre cose. questo per dirti che non sono contro il p2p, ma che il concetto "i fiumi di porpora 2" uscito l'altro giorno è un "grande numero" e me lo scarico gratis non mi trova d'accordo!
  • Anonimo scrive:
    Re: Gabriella Carlucci
    IN GENERALE:Per gli austriaci silvio pellico era un terrorista criminale.Per i Borboni ( e non solo loro, vedai i papi) era un terrorista criminale.Per i Tedeschi i partigiani erano dei terroristi criminali.Per gli israeliani i palestinesi son tutti terroristi criminali.Ti ricordo che silvio e' stato eletto con i voti della MAFIA , che sparano loro si dietro la nuca.ciao
  • Anonimo scrive:
    Beeeelllo
    http://www.camera.it/_dati/leg14/lavori/bollet/frsmcdin.asp?percboll=/_dati/leg14/lavori/bollet/200403/0330/html/07/&pagpro=58n2&all=off&commis=07Gabriella CARLUCCI (FI), relatore, illustra il provvedimento in titolo, richiamandone in primo luogo le finalità essenziali: lotta alla pirateria audiovisiva, revisione degli strumenti di finanziamento pubblico alla cinematografia e delle procedure per l'utilizzazione delle risorse integrative a favore della cultura gestite dalla Arcus S.p.a., previsione di specifici interventi finanziari nei settori dei beni e delle attività culturali, dello spettacolo e dello sport.capito???? la Carlucci vuole favorire la famigerata ARCUS...mmmmm..gatta ci cova...che faccia di pitale abbia una nuova amante???
    • Anonimo scrive:
      Re: Beeeelllo
      B. la necessità di reprimere usi illeciti della rete Internet, contrastando la violazione delle norme sul diritto d'autore, sia nella dimensione criminale organizzata sia nella fruizione individuale (sul primo fronte grazie all'azione delle forze di Polizia e della Magistratura; sul secondo fronte, attraverso azioni di sensibilizzazione educativa), determinando la pirateria un complessivo impoverimento dell'industria culturale, e quindi delle sue capacità ideative e produttive: il fenomeno della pirateria audiovisiva e telematica, in effetti, al di là degli abusi «individuali», per uso personale, risulta connesso con fenomeni criminali e di malavita particolarmente pericolosi per l'intero sistema sociale.già..scopiazzare film e musica vuol dire essere peggio di Riina che non ha mica fatto niente di male..ha solo sciolto nell'acido un bimbo di 11 anni ed ora è pentito e viene pagato e protetto dallo stato...
  • Anonimo scrive:
    Re: Gabriella Carlucci
    Complimenti per entrambi gli interventi. molto profondi e democratici:|:| . Mi ricorda certe tattiche politiche di estrema sinistra e destra. Se non si è daccordo con qualcuno lo si uccide. facile no. magari con un colpo a brucia pelo dietro la nuca mentre uno sta uscendo da lavoro. Eroici.questa è la vostra democrazia?? I politici saranno anche ladri e corrotti...ma certi elettori.......... Complimenti.
  • Anonimo scrive:
    Re: La rivoluzione del P2P
    - Scritto da: BrunoBa
    Tempo fa c'era su zeropaid un commento a
    proposito della RIAA: gli utenti del P2P
    sono milioni, mentre se andiamo a contare
    quante persone fanno parte delle major e
    delle varie associazioni collegate, a quanto
    arriviamo, qualche migliaio?Stiamo parlando dell'interesse di pochissimi contro l'interesse della massa.Stanno alzando la voce solo grazie ai miliardi che noi gli abbiamo dato... perche` credete che il nostro ministro abbia fatto questo decreto? per salvare il cinema? ma non scherziamo, fosse questo il problema del cinema italiano!Lo ha fatto chiaramente per interessi personali.Come biasimarlo? chi di voi non avrebbe fatto lo stesso?io l'avrei sicuramente fatto anche se va contro i miei principi morali, insomma stiamo parlando di soldi, tanti soldi...tangenti ragazzi miei
  • Anonimo scrive:
    Forza Urbani
    sono con te. da quando non posso piu' scaricare i filmetti adesso me li ccatto al negozio, originali che anche il senegalese all' angolo non me li vende piu' e il cielo e' piu' blu e anche le scoregge profumano. NOTA per i gonzi Niente polemiche:Oggi e' il primo aprile.
  • zibo scrive:
    Re: La rivoluzione del P2P
    - Scritto da: BrunoBa

    chissà cosa succederà,
    quali

    interessi prevaranno?

    Tempo fa c'era su zeropaid un commento a
    proposito della RIAA: gli utenti del P2P
    sono milioni, mentre se andiamo a contare
    quante persone fanno parte delle major e
    delle varie associazioni collegate, a quanto
    arriviamo, qualche migliaio?

    E com'è possibile che milioni di
    persone vengano tenute in scacco da qualche
    migliaio?

    Probabilmente è perché quella
    del P2P non è una comunità
    compatta, bensì atomizzata: siamo
    milioni di persone, ma a parte i file, siamo
    isolati l'uno dall'altro: ognuno (anche
    giustamente) si preoccupa principalmente di
    scaricare quello che gli interessa e di non
    trovarsi la finanza dietro la porta di casa
    la mattina dopo.

    Rimane però il fatto che il
    potenziale c'è, ed è enorme:
    se ci si organizzasse un minimo...è vero, non c'è un "fronte compatto" particolarmente forte. ma se vuoi il mio parere, il p2p finirà per "vincere"; mi spiego: non credo che le azioni di polizia potranno mai fermare lo sviluppo del fenomeno p2p. questo a meno di non andare a ledere in maniera enorme il diritto alla privacy, e non credo che chi vuol far ciò riuscirebbe nei propri intenti, perchè i governi vanno sotto nelle votazioni, vanno in crisi, cambiano, o almeno potrebbero.a questo punto le major avranno la scelta fra 1)sostenere in ogni modo il canale tradizionale, ma abbassando per lo meno un po' i prezzi, pena la loro non sopravvivenza. nel frattempo il p2p rimane una "nicchia" più o meno grande, dalla quale non intascano un soldo.2)capire che siamo nel 2004 e iniziare a vendere online a condizioni eque, guadagnando senza fare quasi nulla in più rispetto al modello distributivo classico.in entrambi i casi si ha una vittoria del p2p, no?io, perlomeno nel lungo termine, sono ottimista!
  • Anonimo scrive:
    150 euro di finanziamento per il box
    Che vergona. Lo stato caccia 150 euro per finanziare il box digggitale interattivo.Per fare un risonanza magnetica ci vogliono 8 mesi, ma evidentemente per il governo + importante quello.Se proprio dovevano buttare i soldi potevano finanziare l'uso della banda larga e delle nuove tecnologie.
    • Anonimo scrive:
      Re: 150 euro di finanziamento per il box
      - Scritto da: Anonimo
      Che vergona. Lo stato caccia 150 euro per
      finanziare il box digggitale interattivo.Per
      fare un risonanza magnetica ci vogliono 8
      mesi, ma evidentemente per il governo +
      importante quello.
      Se proprio dovevano buttare i soldi potevano
      finanziare l'uso della banda larga e delle
      nuove tecnologie.E cosa ci guadagna il nano sulla banda larga?
      • Anonimo scrive:
        Re: 150 euro di finanziamento per il box
        E Cazz .. aspettate , una casa alla volta.HA ancora un sacco di tempo per fare.Ho sentito dire che intente investire sugli asilo nido di lusso e non trasmettere piu' film d'autore sulle sue emittenze ma aumentare quelli a luci rosse.Non capisco dove voglia arrivare.bah.
      • Anonimo scrive:
        Re: 150 euro di finanziamento per il box
        - Scritto da: Anonimo

        E cosa ci guadagna il nano sulla banda larga?Mha, non lo so, sicuramente il digitale terrestre è una bella chicca per la sinistra, così potranno farsi il terzo polo tv, il quarto, il quinto ecc... invece di stare a piagnucolare (meno gite in barca a vela e più fondi al partito io Canale DS non te lo pago davvero) e senza tante spese o litigare per avere le frequenze, poi ovviamente farà schifo e diventerà a pagamento, caccia il soldo compagno per vedere i tuoi beniamini, impossibile? Veramente l' hanno già fatto con LA7 in embrione quando era di proprietà di un certo senatore dell' Ulivo (Cecchi Gori mi pare si chiamasse...) con il suo Fede Rosso personale (CURZIo-maltese) poi doveva diventare il terzo polo (per acchiappare il terzo pollo utente ex-rai ex-fininvest) ma ovviamente i compagni che non sono raggiunti dal terrestre non contano nulla, così LA7 entra sul satellite A PAGAMENTO nel pacchetto TELEPIU' e poi SKY, "guardaci compagno ma non dimenticare di pagare la tessera all' amico-nemico Mu(e)rdoch", oppure punta la parabola verso Tau-Ceti dove ci siamo ritagliati uno spazietto gratis.In che mani siamo....
    • Anonimo scrive:
      Re: 150 euro di finanziamento per il box
      - Scritto da: Anonimo
      Se proprio dovevano buttare i soldi potevano
      finanziare l'uso della banda larga e delle
      nuove tecnologie.Già fatto: 75 euro di finanziamento per i nuovi contratti ADSL
      • Anonimo scrive:
        Re: 150 euro di finanziamento per il box
        NO AL DECODER DIGITALE TERRESTRE.Non fatevi infinocchiare, mi raccomando!
      • Anonimo scrive:
        ...E mezza Italia sta ancora con il 56K!
      • Anonimo scrive:
        Re: 150 euro di finanziamento per il box
        - Scritto da: Anonimo
        Già fatto: 75 euro di finanziamento
        per i nuovi contratti ADSLCazzate!Prima del contributo, l'attivazione presso la maggior parte dei provider era GRATUITA.Dopo il contributo, i provider dicono: grazie al finanziamento per la banda larga, l'attivazione è gratuita.In pratica è stato soltanto un REGALO ai provider! Per noi non è cambiato nulla e continuiamo a spendere COME PRIMA!
    • Anonimo scrive:
      Re: 150 euro di finanziamento per il box
      si ma lo sai che i canali che si prenderanno col box sono del nostro caro cavaliere mi consenta.e dopo tutte le leggi pro domo sua e amici sua..ti sembra che nn si concedeva il contributo pro mediaset.ricorda che l'aiuto lo danno a loro che li vendono.ma li prendono da noi che paghiamo le tasse.
  • Anonimo scrive:
    Re: La rivoluzione del P2P
    - Scritto da: BrunoBa
    Bisognerebbe - come sempre - mettersi a
    tavolino e discutere i pro e i contro per
    tutti, compresi quelli per le major.Mi e` piaciuto il tuo intervento.Pero` non condivido questa necessita` di regolamentazione a tutti i costi.Si stanno buttando soldi e tempo per una cosa che non solo non puo` essere arginata, ma che le persone non vogliono arginare!Per me la liberta` e` poter comunicare in privato con le altre persone, scambiarsi QUALUNQUE TIPO DI INFORMAZIONE: non metto limiti alla parola informazione, insomma un mp3 e` solo un grosso numero! nessuno si sognerebbe di dirmi che non posso dettare un numero al mio amico per telefono!!!stiamo esagerando, ma la vostra battaglia e` persa in partenza, trovo totalmente inutile il vespaio di questo periodo.bobomallo. Liberta`!
  • Anonimo scrive:
    Gabriella Carlucci
    Quella del burro ??O quella che scappa dopo un incedente??O quella che lascia la macchina nel posto dei disabili??O quella che e' pagata da Silvio??Maperpiacere, facciamola finita con questa indecenza.A quando senatore a vita il cavallo di berlusconi??Ma non vi sono piu' gli eroi di sinistra che si immolano per la patria ??Sti cazz di kamikake invece di farsi scoppiare in mezzo alla gente, non potrebbero venire ad Arcore??
    • Anonimo scrive:
      Re: Gabriella Carlucci
      Io pensavo a qualche malato teminale che invece di morire in un letto facesse di qualcosa di eroico.Ma sono solo fantasie.
    • Anonimo scrive:
      Re: Gabriella Carlucci
      • Anonimo scrive:
        Re: Gabriella Carlucci
        MA ti sei chiesto del perche' della sua disperazione.??Non e' forse a causo di Silvio??
      • Anonimo scrive:
        Re: Gabriella Carlucci
        Si si quello li non viene da anni è stressato forte- Scritto da: Anonimo
        Sporco comunista.
        Silvio e' venuto proprio per salvarci da
        gente come te.

        Torna nella fogna.
      • Anonimo scrive:
        Re: Gabriella Carlucci
        Intanto che Silvio era impegnato nel salvaguardare i suoi interessi personali, noi avevamo bisogno di leggi e impegno politico per migliorare il tenore di vita.- Scritto da: Anonimo
        Sporco comunista.
        Silvio e' venuto proprio per salvarci da
        gente come te.

        Torna nella fogna.
      • Anonimo scrive:
        Re: Gabriella Carlucci
        Ma ti rendi conto....Sporco comunista?Ma voi state male, la vostra finestra è un televisore- Scritto da: Anonimo
        Sporco comunista.
        Silvio e' venuto proprio per salvarci da
        gente come te.

        Torna nella fogna.
      • Anonimo scrive:
        Re: Gabriella Carlucci
        - Scritto da: Anonimo
        Sporco comunista.
        Silvio e' venuto proprio per salvarci da
        gente come te.Se se ti salva proprio...... togliendo le scorte ai giudici , ma dico ti rendi conto che ha buttato fuori giornalisti dalle televisioni solo perchè chiaramente schierati????????adesso ha 6 reti anzichè una e mhò vuole gestire anche internet pensa in grande non trovi???Non ti accorgi che te sta facendo il lavaggio del cervello???cmq non si uccide nessuno gli eroi per la conquista della liberta di solito sono stati uccisi ...e non solo dalla sinistra...caro amico..... non sono i comunisti ad approvare l'assassinio sei tu che pensi questo.......e forse il tipo del post sopra ha fatto per colorire un pò la sua frase.....nessuno vuole un nuovo martire che proprio niente ha per esserlo.........
    • Anonimo scrive:
      Re: Diventerebbe un martire
      e ci beccheremo un suo clone, magari suo figlio, ARRGHHH :@ , per i prossimi 30 annideve morire... ma di morte naturalee mi sa che non manca molto :D
  • BrunoBa scrive:
    Re: La rivoluzione del P2P

    chissà cosa succederà, quali
    interessi prevaranno?Tempo fa c'era su zeropaid un commento a proposito della RIAA: gli utenti del P2P sono milioni, mentre se andiamo a contare quante persone fanno parte delle major e delle varie associazioni collegate, a quanto arriviamo, qualche migliaio?E com'è possibile che milioni di persone vengano tenute in scacco da qualche migliaio?Probabilmente è perché quella del P2P non è una comunità compatta, bensì atomizzata: siamo milioni di persone, ma a parte i file, siamo isolati l'uno dall'altro: ognuno (anche giustamente) si preoccupa principalmente di scaricare quello che gli interessa e di non trovarsi la finanza dietro la porta di casa la mattina dopo.Rimane però il fatto che il potenziale c'è, ed è enorme: se ci si organizzasse un minimo...
  • Anonimo scrive:
    Magari
    Anche a me piacerebbe che tutto fosse un pesce d'aprile, ma quest'Italia va proprio così...
  • Anonimo scrive:
    Re: ma hanno già bekkato qualcuno?
    - Scritto da: Anonimo
    il verbale di cui parli dovrebbe essere di
    fine febbraio. sulla attendibilità,
    non sono riuscito a sapere nulla. potrebbe
    (sottolineo il condizionale) anche essere
    una bufalabeh secondo il verbale suddetto è stato eprquisito pure il bagno...boh...cosa si aspettava di trovare lì la GdF? un server WinMX da usare mentre sei occupato a fare i bisogni???MORALE: segno che si trattava di una BUFALAAAAA
  • Anonimo scrive:
    Basta lamentarsi
    L'energia atomica ha portato le centrali e le bombe, i razzi hanno portato i vettori spaziali e i missili. Ogni tecnologia ha dei pro e dei contro, basta fare i lagnosi che si vogliono solo i pro. Hanno inventato i dvd, cosi hanno un margine di guadagno superiore (perchè un dvd costa meno di un vhs a produrlo) e la qualità è migliore. Ovviamente anche la copia è piu facile. Che pretendono.Il p2p è insito nella rete, è una sua naturale evoluzione. Inutile fermarlo. E' finita la pacchia di quello che scrive 1 canzone e ci campa tutta la vita. Non è giusto. E' paradossale pensare che lo sia.Quando un film è un bel film la gente va al cinema. Noleggiare un dvd costa 2 euro, quindi il fatto che siano sul p2p è relativo, e generalmente sono a qualità pessima con audio schifo. Queste leggi sono ridicole. In un paese dove uno ubriaco che stira 2 bambine con la macchina prende 2 anni.Ora vado a comprarmi le iene a 7? in edicola.
    • Anonimo scrive:
      Re: Basta lamentarsi
      Io cello' gia' in divx, ma me lo vado a comprare in dvd perche' e' un capolavoro ed ha un prezzo accessibile.ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: Basta lamentarsi
      OOOHHHHbravo e` l'unica conclusione possibile per un dibattito totalmente inutile.bobomallo.
  • Anonimo scrive:
    Riformate il diritto d'autore piuttosto.
    perche' un cantante e i suoi nipoti devono vivere di rendita per un solo atto creativo? Io, architetto, non chiedo mica la percentuale ogni anno per le case che costruisco.Che campino con i concerti e i gadget. E se i diritti non scadessero mai? Es la Disney che se li e' fatti rinnovare ? Effetto su di me del Dl Urbani:Rinuncio all'ADSLNIente piu' dvd.Bella mossa...:@
    • Anonimo scrive:
      Re: Riformate il diritto d'autore piuttosto.
      - Scritto da: Anonimo
      perche' un cantante e i suoi nipoti devono
      vivere di rendita per un solo atto creativo?
      Io, architetto, non chiedo mica la
      percentuale ogni anno per le case che
      costruisco.Esatto, è come se tutti quelli che entrano nelle case progettate da te, anche come ospiti, dovessero pagarti i diritti di ingegno.Deve esserci un principio di esaurimento: una volta pagata una cosa, basta, quante c*** di volte bisogna pagarla quella stessa cosa?Il diritto d'autore deve essere pesantemente riformato, non sto mica dicendo che non debba essere riconosciuto, ma così com'è ora è assolutamente ingiusto.Perché il diritto di autore non deve seguire le stesse regole di esaurimento di un qualunque prodotto? Una volta comprato, ci fai quel che c*** ti pare, anzi, semmai saresti tu il fesso che hai pagato una cosa e la presti gratis ad un altro che così non la paga, però lui ti farà usufruire di qualcosa che ha pagato mentre tu no.Così funziona anche lo scambio di figurine che si faceva da piccoli, e nessuna major ha mai rotto le scatole per questo...
    • Anonimo scrive:
      Re: Riformate il diritto d'autore piuttosto.
      - Scritto da: Anonimo
      perche' un cantante e i suoi nipoti devono
      vivere di rendita per un solo atto creativo?
      Io, architetto, non chiedo mica la
      percentuale ogni anno per le case che
      costruisco.Tutto giusto ma purtroppo inattuabile. La maggior parte degli stati sono vincolati da trattati internazionali adesioni al WIPO ecc... per cui non basta una battaglia a livello locale (italiano) ma ci vorrebbe una a livello mondiale assai più difficile mobilitare un numero sufficente di persone in tutti gli stati quindi sostanzialmente impossibile.I cambiamenti allora potrebbero venire a livello locale "dall' interno" con il supporto degli utenti ma come? Se le major non permetteranno mai una revisione del diritto d'autore a livello globale, noi, come utenti, possiamo far pressione sui singoli detentori: gli artisti. Essi possono decidere di rilasciare ad esempio di qualcosa (magari del loro materiale più vecchio) sotto pubblico dominio prima della assurda scadenza naturale dei diritti (ad es. dopo 15 anni dalla pubblicazione) o magari gli emergenti potrebbero rilasciare free alcune loro produzioni. Se alcuni artisti rinomati magari sotto pressione dei fans dietro una campagna di mobilitazione degli utenti sdegnati aderissero si creerebbero dei precedenti pericolosi per le major. Essi sarebbero visti assai più benignamente dal pubblico (sarebbero "i buoni" che fanno arte per la gente e si accontentano di un giusto compenso es. 15 anni di diritti) e la gente comincerebbe a chiedere agli altri "ma perché voi non lo fate?" i più recalcitranti tra i big sarebbero visti come i "cattivi" quelli ingordi di denaro, e alla fine per salvare la loro immagine dovrebbero anche loro rilasciare qualcosa. Si creerebbe una base di "classici" della musica italiana liberi per volere degli autori (dietro la spinta degli utenti). I primi da pressare dovrebbero essere certi artisti di sinistra che per anni hanno cantato di libertà, giustizia, oppressione ecc... (testiamo la tua coerenza eh Antonello?) e magari anche gruppi relativamente nuovi legati all' area sinistra-no global ecc... IMHO.
    • Anonimo scrive:
      Re: Riformate il diritto d'autore piuttosto.
      diritti SIAE sulle piantine delle case ? umm... Ottima idea, ragazzo, ne parlerò ai miei collaboratori ;)
  • Anonimo scrive:
    Re: LIBERTA' DIGITALI
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    .......non significa avere diritto a
    fare un

    illegito e cioe' violare diritti
    d'autore.

    E' come se in nome della liberta' di
    viaggio

    ho il diritto di viaggiare in
    autostrada a

    300 km orari.

    MEDITATE GENTE, MEDITATE.

    Ma le pensi tutte da solo o ti fai aiutare?sicuramente si fa aiutare dalle sezione pubbliche relazione del polo delle liberta'...ovviamente nn le liberta' del cittadino...
  • Anonimo scrive:
    Gabriella Carlucci?
    Ahaha!!! Ma certo: oggi è il primo di aprile :D
  • Anonimo scrive:
    Re: ma hanno già bekkato qualcuno?
    Il verbale molto probabilmente non e' una bufala visto che per date e software installato sul pc ( server opennap e winmx ) pare essere proprio un verbale di una delle venti persone beccate nell'operazione Clone Attack di cui la FIMI tanto si bulla.
  • Anonimo scrive:
    Mute & FW?
    Ragazzi ho sono rintronato o non lo so....ma MUTE e fastweb...... vanno d'accordo?Qualcuno l'ha provato? funziona....?help me please... qualunque documentazione....link di guide o consigli saranno molto ben accetti...non si capisce + nulla in questo periodo di "crisi"....il discorso della "privacy" di mute...non contrasta con l'uso della "criptazione" dei dati che da quel poco che ho capito dopo il DL Urbani è diventata illegale di per se....?qualcuno sa fare un po di luce su questo punto??Grazie a tutti:|
    • Anonimo scrive:
      Re: Mute & FW?
      io non ho fastweb, ma a me MUTE non trova nulla di nulla. Si connette normalmente ma quando gli do "cerca" la paginetta rimane bianca :'(
      • Anonimo scrive:
        Re: Mute & FW?
        - Scritto da: Anonimo
        io non ho fastweb, ma a me MUTE non trova
        nulla di nulla. Si connette normalmente ma
        quando gli do "cerca" la paginetta rimane
        bianca :'(Prova quando fai la ricerca a essere generico, tipo .avi o tipo .mp3 e vedrai che i risultati ci saranno...probabilmente è dovuto all'esiguo numero di utenti.... col tempo dovrebbe migliorare.la pecca è che manca il "resume", per cui se ti scolleghi perdi tutto.Panoptes
    • zibo scrive:
      Re: Mute & FW?
      - Scritto da: Anonimo
      Ragazzi ho sono rintronato o non lo so....
      ma MUTE e fastweb...... vanno
      d'accordo?Qualcuno l'ha provato?
      funziona....?

      help me please... io l'ho testato ieri e "funziona". ho scaricato un file txt in inglese che racconta di comprarsi un'apparecchiatura wireless per essere sicuri di non essere condannati in caso di denuncia delle major e 1 mb di un filmino sulla NASA (NON coperto da copyright). se la tua domanda è "tecnicamente riesco a scaricare qualcosa", la risposta è si, se deve essere il tuo client p2p di tutti i giorni la funzionalità è limitata.
      qualunque documentazione....link di guide o
      consigli saranno molto ben accetti...

      non si capisce + nulla in questo periodo di
      "crisi"....il problema è che, ora come ora, un documento online (e quindi anche una mia spiegazione) potrebbe essere visto come "istigazione alla pirateria"...
      il discorso della "privacy" di mute...non
      contrasta con l'uso della "criptazione" dei
      dati che da quel poco che ho capito dopo il
      DL Urbani è diventata illegale di per
      se....?

      qualcuno sa fare un po di luce su questo
      punto??

      Grazie a tutti:|non vorrei dire una fesseria, ma non mi risulta proprio che la crittografia sia illegale di per sè!
    • Anonimo scrive:
      Re: Mute & FW?
      - Scritto da: Anonimo
      Ragazzi ho sono rintronato o non lo so....
      ma MUTE e fastweb...... vanno
      d'accordo?Qualcuno l'ha provato?
      funziona....?funge funge ma...non è stabile bisognerà aspettare quache altra versione

      help me please...

      qualunque documentazione....link di guide o
      consigli saranno molto ben accetti...
      nada de nada
      non si capisce + nulla in questo periodo di
      "crisi"....

      il discorso della "privacy" di mute...non
      contrasta con l'uso della "criptazione" dei
      dati che da quel poco che ho capito dopo il
      DL Urbani è diventata illegale di per
      se....??????? tu scarichi un PACCHETTO non sapendo da chi e da dove, idem per chi te lo fa scaricare

      qualcuno sa fare un po di luce su questo
      punto??ci sarà luce ci sarà

      Grazie a tutti:|ciaooooooooooooo:)VADEMECUN del cittadino modello- non comprare cd musicali o dvd al di sopra di 5 euro (non perchè sia uguale a quello dei marocchini, ma poiche ritenuto come prezzo che ripaga le spese sia esso un film che un cd musicale) - tenere il telecomando tv durante la visione dei canali fininvest pronti al cambio di canale in caso di pubblicità (perchè facendo così anche le altre reti possono tirare un sospiro di sollievo)- per coloro che erroneamente hanno votato uno dei partiti facente parte della coalizione governativa seguire la seguente prassi: 1) al mattino al risveglio guardarsi attentamente allo specchio .....riflettere riflettere riflettere riflettere riflettere ...........darsi dello STRONZO 2) farsi sputare in faccia dalla prima persona incontrata nell'ambito familiare3) rendere pubblico la STRONZAGGINE effettuata4) far circolare il vademecun attualeutilizzare con cut/paste nei forum/email
  • Anonimo scrive:
    Re: ma hanno già bekkato qualcuno?
    - Scritto da: Anonimo
    Io ho letto un verbale scannerizzato e messo
    online giorni fà, ma non mi ricordo
    l'url. In questo documento vi era riportato
    il ritrovamento a casa di una persona , di
    un pc con installato winmx ( pensa te...) e
    di qualche film ed mp3 in formato digitale.
    Il pc è stato requisito e perquisito.
    Quanto fosse stata una fonte attendibile non
    so però!il verbale di cui parli dovrebbe essere di fine febbraio. sulla attendibilità, non sono riuscito a sapere nulla. potrebbe (sottolineo il condizionale) anche essere una bufala
  • zibo scrive:
    Re: perchè no?

    perché:
    -gliene puoi dare anche 20, ma loro ti
    diranno che gliene devi dare 100
    perchè basta scaricarsi più di
    un 2-3 cd/mese che loro continuano a
    perderci.perchè mai, scusa? un cd ha dei costi non solo per la produzione artistica e per il marketing, ma anche per la produzione fisica, nonchè per tutta la logistica. Il fatto di distribuire un cd via p2p ha costi praticamente nulli per loro, quindi non sono d'accordo con i conti che hai fatto, sebbene sia difficile entrare nei dettagli
    -la legalizzazione del p2p spingerebbe
    ulteriormente le persone ad utilizzarlo
    (l'illegalità è sempre un buon
    deterrente...).potrebbe essere un vantaggio, per loro. mettiamo che si riescano ad organizzare dei server "legali" accessibili tramite password; chi paga un tot al mese può accedere a tali server e scaricare e sharare liberamente. a quel punto si potrebbe fare maggiore pressione sui server "illegali", se un'alternativa legale ed *economicamente adeguata* esistesse.
    -alcuni provider non sarebbero d'accordo
    perché un p2p legale farebbe crollare
    sistemi di distribuzione come RossoAlice,
    iTunes e via dicendo...vero, ma un provider potrebbe ottenere i ricavi dalla gestione dei server e dei meccanismi di accesso. inoltre si potrebbe studiare una royalty al provider per ogni utente che accede. fra l'altro il provider guadagna a prescindere sulle connessioni. se la musica si comprasse sempre meno nei negozi e si vendesse sempre più in rete, il provider non ha che da guadagnarne.
    -se costringi TUTTI gli utenti a pagare un
    sovrapprezzo, quello che non utilizzano il
    p2p s'inca**erebbero.infati non vedo il motivo di far pagare tutti
    -se invece pagherà solo chi usa il
    p2p sarà comunque necessario far
    controllare il p2p per essere certi che lo
    utilizzi solo chi paga.come ti dicevo prima, credo che un sistema per l'autenticazione all'accesso sui server potrebbe essere un'idea. la prima che mi è venuta, ce ne saranno di sicuro 100 altre migliori. e perchè non legare ad esempio questi server ad iniziative utili a tutti, quali ad esempio quelle che sfruttano la potenza di calcolo in eccesso dei pc che hanno luna connessione con la banda larga...quello che voglio dire è che le soluzioni ci sono o si possono trovare, solo che bisogna iniziare a vedere il p2p come una potenzialità, non come un limite. ed in questo senso credo siano le major a dover fare per prime un passo indietro.a mio avviso, se tale passo indietro non verrà fatto, si rischia o una fortissima criminalizzazione degli utenti, o lo sfascio delle major stesse per come oggi le conosciamo.attendo commenti==================================Modificato dall'autore il 01/04/2004 12.17.12
  • Anonimo scrive:
    Re: LIBERTA' DIGITALI
    - Scritto da: maciste

    Tralasciando il concetto che hai espresso,
    potreste cortesemente smetterla di usare
    formule del tipo:
    - meditate gente meditate
    - aprite gli occhi!
    - sveglia!

    grazie.Sii, Mettetevelo nella zucca :D
  • Anonimo scrive:
    ma hanno già bekkato qualcuno?
    io continuo a scaricare cn edonkey ma meno xò volevo finire i grossi files iniziati (anke films)...anke xkè avevo appena messo l'adsl ed è gratis i primi mesi. poi se il decreto diventasse legge pensavo di disdire...ma qualche azione ai danni di noi piccoli consumatori c'è già stata dopo la pubblicazione del decreto urbani???oppure bisogna aspettare dei tempi tecnici prima di essere colpiti?cioè io se smetto oggi di scaricare via p2p rischio tra qualche mesi di trovarmi la GDF in casa x reati precedenti?
    • Anonimo scrive:
      Re: ma hanno già bekkato qualcuno?
      - Scritto da: Anonimo
      io continuo a scaricare cn edonkey ma meno
      xò volevo finire i grossi files
      iniziati (anke films)...anke xkè
      avevo appena messo l'adsl ed è gratis
      i primi mesi.
      poi se il decreto diventasse legge pensavo
      di disdire...
      ma qualche azione ai danni di noi piccoli
      consumatori c'è già stata dopo
      la pubblicazione del decreto urbani???
      oppure bisogna aspettare dei tempi tecnici
      prima di essere colpiti?
      cioè io se smetto oggi di scaricare
      via p2p rischio tra qualche mesi di trovarmi
      la GDF in casa x reati precedenti?Parente di urbani? Riesci a scrivere in un italiano corretto? ;)
    • Anonimo scrive:
      Re: ma hanno già bekkato qualcuno?
      Io ho letto un verbale scannerizzato e messo online giorni fà, ma non mi ricordo l'url. In questo documento vi era riportato il ritrovamento a casa di una persona , di un pc con installato winmx ( pensa te...) e di qualche film ed mp3 in formato digitale. Il pc è stato requisito e perquisito. Quanto fosse stata una fonte attendibile non so però!
    • Anonimo scrive:
      Re: ma hanno già bekkato qualcuno?
      no ma a breve beccheranno te che ti esposto così brillantemente :Dp.s.: fanno veram. cag questi smile; lo smile x definizione è tondo non quadrato, che mi rappresenta il quadrato ?
    • logitech scrive:
      Re: ma hanno già bekkato qualcuno?
      Kompagno kontinua tranqui, ma okkio alla pula ke nn va per il sottile.
  • Anonimo scrive:
    Son tutti scugnizzi di Silvio
    Perche sprecare parole su certe persone e su certi Decreti e leggi.Cosa credevate che avrebbe fatto il Silvio quando e' sceso in campo.Ma qualcuno la sa la storia o quantomeno li leggete i giornali.Oggi piangete sul latte versato.Italiani patetici e senza palle.
    • Anonimo scrive:
      Re: Son tutti scugnizzi di Silvio
      Io odio berlusconi.Ma tu sei un troll.
      • Anonimo scrive:
        Re: Son tutti scugnizzi di Silvio
        Non si tratta di Odiare questo o quello.Io la vedo come una questione di Intelligenza e di buon gusto.Era evidente anche alle pietre quali erano le intenzioni di Silvio, allora mi chiedo : chi lo ha votato e perche' .Sono anni che non riesco a trovare nessuon in giro per l'italia che lo abbia votato. Per cui suppongo che chi lo ha fatto ora si vergogni della propria stupidita' .Cosi come mi vergogno io quando torno dai miei parenti in canada e mi prendono in giro per Berlusconi.Il problema e' che molti di quelli che lo hanno votato e che si nascondono , ora lo rivoteranno. Questo e' grave.Io non Odio Berlusconi, lui fa i suoi interessi personali, pensa ai suoi figli cosi come ci penso io.Dovrei odiare gli Italiani che lo hanno votato.NB cosa vuol dire Troll ??grazie
    • Anonimo scrive:
      Re: Son tutti scugnizzi di Silvio
      non hai torto, purtroppo l'alternativa non è mai stata migliore:(, almeno abbiamo provato.... adesso però la vedo nera xchè al polo il voto non lo darò, ma neppure all'opposizione che sono in contrasto continuo su tutto e tutti. xciò alle prossime voterò scheda nulla, ripeto nulla non bianca
    • Anonimo scrive:
      Re: Son tutti scugnizzi di Silvio
      Non hai tutti i torti , ma fossi moderatore ti bennerei per l'ultima frase che hai scritto. 8)
      • Anonimo scrive:
        Re: Son tutti scugnizzi di Silvio
        - Scritto da: Anonimo
        Non hai tutti i torti , ma fossi moderatore
        ti bennerei per l'ultima frase che hai
        scritto. 8) xchè mi vorresti bannare ? Ho espresso un idea in maniera civile, senza insultare nessuno. Per quanto ne so ad oggi siamo siamo liberi di esprimere opinioni e intenzioni che non siano lesive nei confronti di altri.
        • Anonimo scrive:
          Re: Son tutti scugnizzi di Silvio
          Sarai stato anche civile, sicuramente poco elegante.E non ho dubbi sull'illuso: la legge sarebbe spuntata sotto qualunque bandiera.Sono di sinistra da sempre e lo posso dire.
          • Anonimo scrive:
            Re: Son tutti scugnizzi di Silvio
            - Scritto da: Anonimo
            Sarai stato anche civile, sicuramente poco
            elegante.
            E non ho dubbi sull'illuso: la legge sarebbe
            spuntata sotto qualunque bandiera.
            Sono di sinistra da sempre e lo posso dire.si, ma guarda caso è saltata fuori proprio da Urbani......
          • Anonimo scrive:
            Re: Son tutti scugnizzi di Silvio

            si, ma guarda caso è saltata fuori proprio da Urbani......Ripeto, perché c'era lui.La legge (decreto) risponde alle precise esigenze dell'industria cinematografica. Abbondantemente rappresentata da berlusconi, questo lo sappiamo, ma ben radicata anche a sinistra.Sono convinto che, ci fosse stata la sinistra al potere, sarebbe cambiato ben poco.Ma è un esercizio inutile, non lo scopriremo mai.
    • Anonimo scrive:
      Re: Son tutti scugnizzi di Silvio
      Uagliu' ,Berlusconi possiede :case discografiche (five record , ed un'altra di cui non ricordo il nome)Distribuzione cinematograficheProduzioni cinematografiche,Partecipazioni in BlockBuster,Case EditriciTelevisioniGiornali e qunatanltro.Secondo voi non basta a partorire una legge.Altro che pressioni(forse) delle major.NB In questa legge si e' dato molto risalto al p2p ma avete letto bene la legge , sulla parte dei finanziamenti alle case di produzione ????? e sugli sconti fiscali ????NB2 negli ultimi 2 anni il patrimonio personale di SB e' aumentato del 40%.Un vero genio della finanza, meglio , molto meglio di Bill Gates.bai
  • Anonimo scrive:
    Re: perchè no?
    sicuramente hai ragione ...vivo in un mondo tutto mio:$;)
  • Anonimo scrive:
    Re: Rispondetemi nel thread: "Dialogo"
    Ho ripostato tutto in un nuovo thread perchè questo mi sembrava troppo intasato , potete ripondermi là? grazie mille . PhilFree ;)
  • Anonimo scrive:
    Discussione oggi in Commissione
    Alle 14.30 e' schedulato un altro incontro in commissione per ridiscutere il decreto, vediamo che ne esce, io continuo a segnarmi i nomi e quel che dicono, arrivera' il giorno del giudizio
    • Anonimo scrive:
      Re: Discussione oggi in Commissione
      ue, ma che parola e' "schedulato"? potresti explanarmi di che parola stai talkando? ;);)sorry, just kidding
      • Anonimo scrive:
        Re: Discussione oggi in Commissione
        eheh purtroppo parlo come mangio :)non so tradurre in italiano la parola scheduler :P
        • Anonimo scrive:
          Re: Discussione oggi in Commissione
          - Scritto da: Anonimo
          eheh purtroppo parlo come mangio :)

          non so tradurre in italiano la parola
          scheduler :p"Pianificatore"al posto di "schedulare", "pianificare" o "fissare a"Saluti,byUlix Amiga lover since 1987 :D
          • Anonimo scrive:
            Re: Discussione oggi in Commissione
            Scusate....non sarebbe meglio se invece di cercare le pulci a quello che si scrive...ci limitassimo a parlare di notizie e argomenti concreti nell'interesse di tutti..... un post interessante e dieci risposte che fanno solo perdere tempo....graziePanoptes
    • Anonimo scrive:
      Re: Discussione oggi in Commissione
      intervengo ma non ho aperto io il 3d:Lemma: schedulazione Sillabazione/Fonetica: [sche-du-la-zió-ne] Definizione: s. f. (inform.) pianificazione dell'esecuzione di più processi effettuata dallo scheduler. E' italiano corretto.
      • Anonimo scrive:
        Re: Discussione oggi in Commissione
        e lo "scheduler" cos' è ?lo hai solo spostato ma il problema rimanecmq la discussione schedulata oggi girerà in modalità on-line o in background come batch ?
        • Anonimo scrive:
          Re: Discussione oggi in Commissione
          - Scritto da: Anonimo
          e lo "scheduler" cos' è ?
          lo hai solo spostato ma il problema rimane

          cmq la discussione schedulata oggi
          girerà in modalità on-line o
          in background come batch ?lo scheduler e' il demone che a intervalli programmati esegue operazioni preimpostateci dovrebbe essere anche in winzozzche ci devo fare, riesco a comunicare cosi' :|
  • Anonimo scrive:
    Ahahah ci siete cascati tutti
    non è vero niente, oggi è il 1 aprile. era uno scherzo. in realtà le major sono contentissime della pirateria. il DL urbani è una bufala, la direttiva europea anche. Scaricate e condividete: i grandi condivisori riceveranno un cd originale gratis ogni 100 brani condivisi.
  • Anonimo scrive:
    Re: Sottoforum: Come fregare chi ci freg
    - Scritto da: Anonimo
    Io invece ti consiglio di votare un
    partitino qualsiasi, basta che non faccia
    parte della maggioranza o dell'opposizione.a questo punto non votare nemmeno.... vai al mare che lo iodio fa bene
  • Anonimo scrive:
    Re: Carlucci e frustrati a parte...
    vorrei dirvi solamente che la soluzione la conoscono già, basta continuare con l'aumento dei supporti vergini. E' troppo comodo comprare un lettore divx e spendendo 0,50 euro a cd mi ritrovo a vedermi film che solo per noleggiarli a blockbuster mi costano 3,50 euro. Un aumento dei supporti vergini c'era già stato, è quella era la strada giusta. Se un cd mi costa 2,50 euro e per scaricare mi tocca stare un intera notte con il computer acceso che mi costa sia in termini di elettricità sia in termini di costo adsl, con la possibilità l'indomani di non essere riuscito a scaricare totalmente il film voluto, o di ritrovarmi con una bufala, oltre ad intasarmi il pc di dati inutili, può essere che ci potrei pensare un attimino a compiere un atto del genere. Si potrebbe pensare che anzichè scaricare il film su cd, mi collego il pc al televisore, però si elimina sia la comodità (sopratttutto se non si ha un laptop) che la visibilità che non risulta essere lo stesso soprattutto se il pc è intasato di file divx. Con questa strada io penso che il singolo utente anzichè sprecare del tempo per vedere file che presentano una qualità video e audio molto scarsa, il più delle volte, preferirebbe aspettare
  • Anonimo scrive:
    Ma la pirateria è:
    quella dei CD venduti in strada.Non ho mai scaricato film: troppo tempo.Se i CD costassero meno è?
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma la pirateria è:
      3 ore troppo tempo? ahhahahhahaahhSvegliati dal torpore eterno in cui versi :)- Scritto da: Anonimo
      quella dei CD venduti in strada.
      Non ho mai scaricato film: troppo tempo.
      Se i CD costassero meno è?
  • Anonimo scrive:
    Re: Carlucci e frustrati a parte...
    Condivido tutto.Andrea
  • Anonimo scrive:
    Re: LIBERTA' DIGITALI
    Mi sembra che sia più che altro un problema tuo..:D
  • Anonimo scrive:
    perchè no?
    Perchè non proporre alla SIAE di farci pagare che ne so..15 euro al mese ed avere così la possibilità di scaricare tutto ciò che si vuole magari passando proprio da un loro server così potrebbero controllare anche chi scarica pedopornografia.....(cosa orribile)Ci spierebbero lo stesso ma cmq avrebbero il nostro consenso.....ed al di fuori del p2p uno continuerebbe a fare ciò che vuole......Forse è un assurdità ma a me andrebbe più che bene ....;)
    • Anonimo scrive:
      Re: perchè no?
      Sarebbe bello , però secondo te quei bastardi , che non pensano ad altro che al guadagno e fanno pagare così tanto i manufatti sarebbero daccordo? Bisognerebbe imporlo loro. Il vero nemico è il topos del 'Dio Denaro' :( . Cmq sia , ottimo intervento
    • Anonimo scrive:
      Re: perchè no?
      sul pagare un forfait sono d'accordo, ma credo che non sia questa l'intenzione delle case discografiche. Loro sanno benissimo che il p2p non ha danneggiato il mercato e che altre sono le cause della crisi delle vendite. Adesso devono in qualche modo rifarsi altrove e internet è diventato l'albero della cuccagna. In parole povere dei nostri ipotetici tot euri in più al mese non sanno che farsene. Questi di quattrini ne vogliono molti di più ! Se pensiamo che nei servizi italiani lo scarico legale è di 1.33 euri al pezzo(questo mi sembra il tariffario di vitaminc) mi vengono i brividi.
      • Anonimo scrive:
        Re: perchè no?
        oltre alla tassa su cd, dvd, hd, ecc... metteranno la tassa pure su ki ha l'adsl..... gurdate che questa mia ipotesi nn è molto lontana dalla probabile realtà....
    • BrunoBa scrive:
      Re: perchè no?
      - Scritto da: Anonimo
      Perchè non proporre alla SIAE di
      farci pagare che ne so..15 euro al mese ed
      avere così la possibilità di
      scaricare tutto ciò che si vuole
      magari passando proprio da un loro server
      così potrebbero controllare anche chi
      scarica pedopornografia.....(cosa orribile)
      Ci spierebbero lo stesso ma cmq avrebbero il
      nostro consenso.....ed al di fuori del p2p
      uno continuerebbe a fare ciò che
      vuole......Sì ma come realizzare tutto ciò? e basterebbe davvero pagare 15 euro al mese? e i soldi li dovrebbero sborsare i provider (tipo come succede per le radio) o i singoli utenti? bisognerebbe ragionarci un bel po' sù.Non dimentichiamo poi che l'industria dell'intrattenimento in generale è contro la libera diffusione e circolazione dei suoi prodotti, a prescindere dal P2P, o almeno così a me pare. Che senso avrebbero altrimenti i codici regionali sui DVD, i blocchi regionali su console, e via discorrendo?
      • Anonimo scrive:
        Re: perchè no?

        Non dimentichiamo poi che l'industria
        dell'intrattenimento in generale è
        contro la libera diffusione e circolazione
        dei suoi prodotti, a prescindere dal P2P, o
        almeno così a me pare. Che senso
        avrebbero altrimenti i codici regionali sui
        DVD, i blocchi regionali su console, e via
        discorrendo?Quoto. E aggiungo il fattore tempo.La commercializzazione di un film a tempi ben precisi e sempre più calcolati. Uscita al cinema, passaggio in pay per view, uscita dvd, passaggio in paytv, uscita in dvd ed.spec., passaggio in tv pubblica.Il p2p stravolge queste regole. Non accetterebbero mai, anche se pagati (almeno così poco)
      • Anonimo scrive:
        Re: perchè no?


        Sì ma come realizzare tutto
        ciò? e basterebbe davvero pagare 15
        euro al mese? e i soldi li dovrebbero
        sborsare i provider (tipo come succede per
        le radio) o i singoli utenti? bisognerebbe
        ragionarci un bel po' sù.Naturalmente dagli utenti....e poi non credi che se da me prendono 15 euro è sicuramente meglio che niente visto che non compro dvd non vado al cinema e non ho la paytv e non lo farò nonostante il divieto di scaricare......aspetterò come prima che venga dato alla tv...ma sicuramente è solo fantasia ....cmq invece di combatterlo il p2p dovrebbero farselo amico....
    • maciste scrive:
      Re: perchè no?
      - Scritto da: Anonimo
      Perchè non proporre alla SIAE di
      farci pagare che ne so..15 euro al mese ed
      avere così la possibilità di
      scaricare tutto ciò che si vuole
      magari passando proprio da un loro server
      così potrebbero controllare anche chi
      scarica pedopornografia.....(cosa orribile)
      Ci spierebbero lo stesso ma cmq avrebbero il
      nostro consenso.....ed al di fuori del p2p
      uno continuerebbe a fare ciò che
      vuole......
      Forse è un assurdità ma a me
      andrebbe più che bene ....;)perché:-gliene puoi dare anche 20, ma loro ti diranno che gliene devi dare 100 perchè basta scaricarsi più di un 2-3 cd/mese che loro continuano a perderci.-la legalizzazione del p2p spingerebbe ulteriormente le persone ad utilizzarlo (l'illegalità è sempre un buon deterrente...).-il p2p resterebbe libero e loro non potrebbero metterci le mani.-alcuni provider non sarebbero d'accordo perché un p2p legale farebbe crollare sistemi di distribuzione come RossoAlice, iTunes e via dicendo...-se costringi TUTTI gli utenti a pagare un sovrapprezzo, quello che non utilizzano il p2p s'inca**erebbero.-se invece pagherà solo chi usa il p2p sarà comunque necessario far controllare il p2p per essere certi che lo utilizzi solo chi paga.
  • Anonimo scrive:
    Re: Carlucci e frustrati a parte...
    Finalmente un'opinione sensata, equilibrata e propositiva...Grazie, sul serio.Sono d'accordo al 100%
  • Anonimo scrive:
    Ripostato in luogo più opportuno:Dialogo
    Penso che una soluzione possibile alla questione generale del p2p non sia niente di più lontano da questo orrendo decreto. Gli utenti usufruiscono semplicemente di uno o più client che reperiti gratutamente e soprattutto legalmente in rete. Spesso lo fanno per mancanza di fondi perchè non tutti possono permettersi le esagerate tasse sui diritti d'autore imposte dalla famigerata SIAE per espandere la propria cultura, sia essa musicale ,letteraria o cinematografica. Mi sembra un passo indietro che un ministro posto a salvaguardare i beni culturali nel nostro paese proponga un decreto che stronca un metodo così flessibile per la diffusione libera ( finalmente ) della cultura. E' anche vero però, che gli artisti vanno pagati per la loro arte, togliendone qualcuno che magari non si meriterebbe neanche di vedere il proprio disco in share(piccolo ot). Quindi che fare? L'unica via per non lasciare ne le cose come stanno ne fare in modo da stroncare l'innovativo sistema ( cosa che per altro questo decreto non riuscirebbe mai a fare ) sarebbe, secondo me, di cercare una via legale al p2p , in modo da accontentare da una parte gli utenti dei p2p e da un'altra gli artisti stessi e purtroppo anche certi maiali all'ingrosso che ci speculano sopra.Chi ha scritto quella petizione online sa questo , e penso parli a nomi di molti , perciò la coraggiosa voglia di un dialogo costruttivo che porti ad una soluzione ci sarebbe.. ora spetta a chi di dovere smettere di fare 'il duro' con proposte di sanzioni 'ad exempla' ed aprire una discussione sensata ocn chi paga un abbonamento adsl , con chi usa i p2p , con chi non ha abbastanza fondi da elargire a siae e industriali , siano essi musicali,che cinematografici,che editoriali.Ciaps!Ho ripostato perchè nel thread della carlucci c'era troppa confusione e poi qualcuno mi ha detto che sono solo un post anonimo , quindi mi sono elasticizzato nella mia invisibilità e mi sono concesso di ripostare in zona più opporuna :P cyaa!PhilFreePhilFree
    • Anonimo scrive:
      Re: Ripostato in luogo più opportuno:Dialogo
      Sono daccordo, ma il problema è sempre lo stesso: come fare a farci ascoltare?Chi perseguita gli utenti, segue un disegno ben preciso, volto a massimizzare i guadagni e ad aumentare il controllo.Perchè venire a patti adesso che *sembra* che stiano vincendo (hai notato che continuano a denunciare poca gente a intervalli regolari? perchè vogliono mantenere il terrore alto senza generare una reazione popolare..questo è un piano ben preciso...degno di un criminale di quelli peggiori).Ovviamente vogliono arrivare al dialogo..ma come vincitori, e mai accettare una proposta che vada bene agli utenti..visto che la loro proposta sarebbe comunque più vantaggiosa per loro.In breve non credo che adesso sia il momento del dialogo, adesso è il momento del contrasto. (storicamente la parte che si crede più forte non ha mai concesso nulla agli avversari...storicamente qualche volta si è rovinata con le proprie mani, ma dalla storia nessuno ha mai imparato nulla)Sempre IMHO, beninteso.Quello che serve è organizzazione...adesso
      • Anonimo scrive:
        Re: Ripostato in luogo più opportuno:Dialogo
        Ma infatti io l'ho detto che chi sta a difendere il nostro diritto di farci liberamente una cultura in realtà non pensa ad altro che a freschi soldoni sonanti :( . Il dialogo ci potrebbe essere se certuni non avessero le orecchie foderate di verdoni :'(PhilFree
  • Anonimo scrive:
    Re: Carlucci e frustrati a parte...
    Sono contro il P2P e lo scempio del furto dell' opera d'ingegno altrui.Ma a prescindere dall'essere piu' o meno d'accordo, il tuo è uno dei pochi sensati, intelligenti, motivati commenti che abbia mai letto sul P2PComplimenti.Su queste basi un dialogo potrebbe solo essere costruttivo ed efficace.Ciao- Scritto da: Anonimo
    Penso che una soluzione possibile alla
    questione generale del p2p non sia niente di
    più lontano da questo orrendo
    decreto. Gli utenti usufruiscono
    semplicemente di uno o più client che
    reperiti gratutamente e soprattutto
    legalmente in rete. Spesso lo fanno per
    mancanza di fondi perchè non tutti
    possono permettersi le esagerate tasse sui
    diritti d'autore imposte dalla famigerata
    SIAE per espandere la propria cultura, sia
    essa musicale ,letteraria o cinematografica.
    Mi sembra un passo indietro che un ministro
    posto a salvaguardare i beni culturali nel
    nostro paese proponga un decreto che stronca
    un metodo così flessibile per la
    diffusione libera ( finalmente ) della
    cultura. E' anche vero però, che gli
    artisti vanno pagati per la loro arte,
    togliendone qualcuno che magari non si
    meriterebbe neanche di vedere il proprio
    disco in share(piccolo ot). Quindi che fare?
    L'unica via per non lasciare ne le cose come
    stanno ne fare in modo da stroncare
    l'innovativo sistema ( cosa che per altro
    questo decreto non riuscirebbe mai a fare )
    sarebbe, secondo me, di cercare una via
    legale al p2p , in modo da accontentare da
    una parte gli utenti dei p2p e da un'altra
    gli artisti stessi e purtroppo anche certi
    maiali all'ingrosso che ci speculano sopra.
    Chi ha scritto quella petizione online sa
    questo , e penso parli a nomi di molti ,
    perciò la coraggiosa voglia di un
    dialogo costruttivo che porti ad una
    soluzione ci sarebbe.. ora spetta a chi di
    dovere smettere di fare 'il duro' con
    proposte di sanzioni 'ad exempla' ed aprire
    una discussione sensata ocn chi paga un
    abbonamento adsl , con chi usa i p2p , con
    chi non ha abbastanza fondi da elargire a
    siae e industriali , siano essi musicali,che
    cinematografici,che editoriali.
    Ciaps!
  • Anonimo scrive:
    Re: Carlucci e frustrati a parte...
    Penso che una soluzione possibile alla questione generale del p2p non sia niente di più lontano da questo orrendo decreto. Gli utenti usufruiscono semplicemente di uno o più client che reperiti gratutamente e soprattutto legalmente in rete. Spesso lo fanno per mancanza di fondi perchè non tutti possono permettersi le esagerate tasse sui diritti d'autore imposte dalla famigerata SIAE per espandere la propria cultura, sia essa musicale ,letteraria o cinematografica. Mi sembra un passo indietro che un ministro posto a salvaguardare i beni culturali nel nostro paese proponga un decreto che stronca un metodo così flessibile per la diffusione libera ( finalmente ) della cultura. E' anche vero però, che gli artisti vanno pagati per la loro arte, togliendone qualcuno che magari non si meriterebbe neanche di vedere il proprio disco in share(piccolo ot). Quindi che fare? L'unica via per non lasciare ne le cose come stanno ne fare in modo da stroncare l'innovativo sistema ( cosa che per altro questo decreto non riuscirebbe mai a fare ) sarebbe, secondo me, di cercare una via legale al p2p , in modo da accontentare da una parte gli utenti dei p2p e da un'altra gli artisti stessi e purtroppo anche certi maiali all'ingrosso che ci speculano sopra.Chi ha scritto quella petizione online sa questo , e penso parli a nomi di molti , perciò la coraggiosa voglia di un dialogo costruttivo che porti ad una soluzione ci sarebbe.. ora spetta a chi di dovere smettere di fare 'il duro' con proposte di sanzioni 'ad exempla' ed aprire una discussione sensata ocn chi paga un abbonamento adsl , con chi usa i p2p , con chi non ha abbastanza fondi da elargire a siae e industriali , siano essi musicali,che cinematografici,che editoriali.Ciaps!
  • Anonimo scrive:
    La camera rigetta!
    http://www.condutores.hpg.ig.com.br/vomito3.gif
  • Anonimo scrive:
    Re: Caligola fece senatore il cavallo...
    Se non esiste non la puoi avere comunque.
  • Anonimo scrive:
    Re: LA CARLUCCI?????
  • Anonimo scrive:
    Re: LA CARLUCCI?????
  • Anonimo scrive:
    Re: LIBERTA' DIGITALI
    - Scritto da: Anonimo
    Ma le pensi tutte da solo o ti fai aiutare?Brutta cosa quano non si hanno argomentazioni vero? :D
  • Anonimo scrive:
    Re: LA CARLUCCI?????
    Io sono andrea "il primo che parla"....lasciate stare questo infiltrato del governo...vedo che in questi giorni i forum di PI sono pieni di questi "Zerbinelli" governativi.Ma ormai sappiamo riconoscerli.........Contro di loro basta ribadire 2 Cose....Mai più un voto....Mai più acquisti alle aziende del Nano tirato.......E sempre di più SHARING!!!
  • Anonimo scrive:
    Re: LA CARLUCCI?????
    quà si parla
    contro Urbani, contro le leggi
    Liberticide..,contro i Nani, contro la
    Carlucci....tu cosa c'entri????Discorsi validi....... ahhhhhhhE utili...... ahhhhhhh
    Sei un infiltrato vero??
    Torna da tui amichetti P2 isti......P2isti ??????ma non siamo nel 2004 ? O ancora negli anni '80 ?
  • Anonimo scrive:
    Re: LA CARLUCCI?????

    se è per questo anche tu sei un post
    anonimo... :certoinfatti non l'ho mica nè insultato nè invitato ad andare a zappare.
  • Anonimo scrive:
    Re: LA CARLUCCI?????
    Perchè non te ne vai tu?Oltre a non capire un Casso di politica hai anche sbagliato Formu....quà si parla contro Urbani, contro le leggi Liberticide..,contro i Nani, contro la Carlucci....tu cosa c'entri????Sei un infiltrato vero??Torna da tui amichetti P2 isti......
  • Anonimo scrive:
    Re: LA CARLUCCI?????
    se è per questo anche tu sei un post anonimo... :
  • Anonimo scrive:
    Re: LA CARLUCCI?????

    rispetto per le altre persone ... e te datti
    ad arare i campi insieme ad urbani che forse
    lì, con lui,riuscirai davvero ad
    essere superiore a qualcuno . Che ti piaccia o no, Urbani è qualcuno (nel bene e nel male)Tu sei un piccolo anonino post senza identità su un forum........Ah, no sono invisioso...... io !
  • Anonimo scrive:
    La CAMERA ha rigettato il decreto!
    Guardate qua...http://www.camera.it/_dati/leg14/lavori/odg/cam/fascicoli/20040331/20040331p4833.htm
    • Anonimo scrive:
      Re: La CAMERA ha rigettato il decreto!
      - Scritto da: Anonimo
      Guardate qua...

      www.camera.it/_dati/leg14/lavori/odg/cam/fascE' pure presente nell'articolo questo link... e non è stato rigettato un bel niente
    • Anonimo scrive:
      Re: La CAMERA ha rigettato il decreto!
      Senza parole.
    • Anonimo scrive:
      Re: La CAMERA ha rigettato il decreto!
      Finalmente una notizia nuova in questo mare di cose dette e stradette...:|
    • Anonimo scrive:
      Re: La CAMERA ha rigettato il decreto!
      - Scritto da: Anonimo
      Guardate qua...

      www.camera.it/_dati/leg14/lavori/odg/cam/fascma è possibile essere così mediocri...*leggi* oltre a scrivere pezzo d'asino!
    • Anonimo scrive:
      Re: La CAMERA ha rigettato il decreto!
      - Scritto da: Anonimo
      Guardate qua...

      www.camera.it/_dati/leg14/lavori/odg/cam/fascLa camera non ha rigettato il decreto perchè non ha votato nulla. Tuttavia, il primo esame dello stesso, avendo rivelato lacune ed incostituzionalità varie, non è stato superato. Pertanto:Il decreto è ancora attivo in quanto tale fino alla sua morte naturale (60gg)Durante questo periodo potranno essere apportate modifiche allo stesso perchè le camere lo accolgano ed accettino di pronunciarsi su di esso.In linea di massima mi sembra una buona notizia. Vedremo come sarà la versione modificata...
  • Anonimo scrive:
    Re: LA CARLUCCI?????


    Questa nazione sta andando a rotoli....Puoi sempre andar via.Saresti contento tu e saremmo molto piu' contenti noiE' cosi' facile.....
  • Anonimo scrive:
    Re: Caligola fece senatore il cavallo...
    Hai scassato con sto dio PO ..... considerando che vi siete tutti convertiti a quella religione, dai rossi doc (referendum costituzionale ) al silvio e perfino il buon gianfranco siete tutti federalisti..
  • Anonimo scrive:
    LIBERTA' DIGITALI
    .......non significa avere diritto a fare un illegito e cioe' violare diritti d'autore. E' come se in nome della liberta' di viaggio ho il diritto di viaggiare in autostrada a 300 km orari.MEDITATE GENTE, MEDITATE.
    • Anonimo scrive:
      Re: LIBERTA' DIGITALI
      Si scambia la libertà con l' anarchia.Due cose profondamente diverse.Ma la pleistescion non lo insegna...........
    • Anonimo scrive:
      Re: LIBERTA' DIGITALI
      - Scritto da: Anonimo
      MEDITATE GENTE, MEDITATE.Ecco, con la "massima" di cui sopra hai completato l'opera. :|
    • Anonimo scrive:
      Re: LIBERTA' DIGITALI
      - Scritto da: Anonimo
      .......non significa avere diritto a fare un
      illegito e cioe' violare diritti d'autore.
      E' come se in nome della liberta' di viaggio
      ho il diritto di viaggiare in autostrada a
      300 km orari.
      MEDITATE GENTE, MEDITATE.Ma le pensi tutte da solo o ti fai aiutare?
    • Anonimo scrive:
      Re: LIBERTA' DIGITALI
      Il vero problema è che siamo costretti a prendere la tua autostrada che è molto cara e prima di pagarre al casello non sappiamo nemmeno dove ci porta esattamente
    • Anonimo scrive:
      Re: LIBERTA' DIGITALI
    • maciste scrive:
      Re: LIBERTA' DIGITALI
      - Scritto da: Anonimo
      .......non significa avere diritto a fare un
      illegito e cioe' violare diritti d'autore.
      E' come se in nome della liberta' di viaggio
      ho il diritto di viaggiare in autostrada a
      300 km orari.
      MEDITATE GENTE, MEDITATE.Tralasciando il concetto che hai espresso, potreste cortesemente smetterla di usare formule del tipo:- meditate gente meditate- aprite gli occhi!- sveglia!grazie.
    • Anonimo scrive:
      Re: LIBERTA' DIGITALI
      mi devi però spiegare cosa c'entrano i diritti con i soldi,con il comprare o no,con il vedere o no.Ho il diritto di lavorare,secondo la costituzione,ma nessuno me lo regala.I diritti d'autore dovrebbero servire solo ad essere protetti dal plagio.Lucrare su qualcosa che dal momento che diviene pubblico diventa patrimonio culturale universale,mi sembra vergognoso.
      • Anonimo scrive:
        Re: LIBERTA' DIGITALI
        - Scritto da: Anonimo
        mi devi però spiegare cosa c'entrano
        i diritti con i soldi,con il comprare o
        no,con il vedere o no.Ho il diritto di
        lavorare,secondo la costituzione,ma nessuno
        me lo regala.I diritti d'autore dovrebbero
        servire solo ad essere protetti dal
        plagio.Lucrare su qualcosa che dal momento
        che diviene pubblico diventa patrimonio
        culturale universale,mi sembra vergognoso.Allora la tua casa e' tale che tutti la possano usare, cosi' come tua moglie/fidanzata tutti la possano usare visto che non sei per la proprieta' privata ed intellettuale :D
  • Anonimo scrive:
    Re: Caligola fece senatore il cavallo...
    se volessi infrangere cmque la legge, non mi preoccuperebbe il decreto urbani. mi preoccupa perche' sono una persona onesta e che ha migliaia di libri, centinaia di cd, centinaia di cassette e centiania di dvd originali, ma non puo' avere originale cio' che non esiste(eppure vorrebbe)
  • Anonimo scrive:
    Re: Caligola fece senatore il cavallo...
    - Scritto da: Anonimo
    non mi importa leggere opere e vedere film
    quando sono gia' morto di vecchiaiaNon dovrebbe neanche importarti di non vedere film o leggere opere dopo che ti hanno sequestrato pc e inflitto multe salate e denunciato.Ma se preferisci scaricare.......buona giornata