Europa, occhio all'accessibilità!

Un rapporto mette alla berlina tutti i problemi dei siti UE, praticamente inaccessibili per ipovedenti e ciechi. Nonostante regole e regolamenti impongano criteri diversi di progettazione e realizzazione

Roma – Secondo un recente studio che ha preso in esame i problemi affrontati nella vita di tutti i giorni da ciechi ed ipovedenti, i siti delle istituzioni europee non risultano pienamente accessibili a queste categorie, anzi presentano diversi ostacoli insormontabili al loro interno. A dirlo è il rapporto di
EBU, European Blind Union , intitolato emblematicamente “Accesso negato”: in esso – che paradossalmente non è linkabile o consultabile online ma deve essere scaricato in formato word – tra le barriere architettoniche che impediscono l’accesso a coloro che hanno problemi di vista vengono elencate anche quelle digitali, a partire dai siti delle istituzioni europee.

In particolare, le pagine Web della Commissione europea e del Consiglio testate sono state giudicate rispettivamente “lontano dall’accessibilità” e “estremamente inaccessibili”. Non solo mancano in esse gli strumenti per permettere la navigazione alle persone cieche, ma non vengono neanche adottate le corrette codifiche necessarie a rendere disponibili i bottoni per l’avvio dei video; gli ipovedenti si trovano inoltre di fronte a diverse difficoltà dal momento che non in tutte le pagine viene rispettaatto il corretto contrasto testo-sfondo; un altro problema riguarda poi coloro che non possono utilizzare un mouse: molti link sono a comparsa e dunque non navigabili tramite tastiera, ed alcune pagine sono difficilmente navigabili a causa della divisione nelle diverse lingue dell’UE.

Tali problemi appaiono particolarmente gravi perché la Commissione stessa, nel 2011, promosse l'”EU Accessibility Act” che venne adottato l’anno seguente e che prevede tali accortezze per tutti i siti: nonostante i soliti buoni propositi e la ratifica da parte dell’UE della Convenzione ONU sui diritti delle persone disabili risalga al 2010, da allora non vi sono state novità sul fronte accessibilità e a causa di tale mancanza di riguardo 30 milioni di europei non vedenti e ipovedenti si trovano dunque ancora davanti ostacoli digitali insormontabili.

Lo stesso problema, peraltro, riguarda anche l’Italia, dove la stessa problematica è stata sollevata recentemente dalla Federazione italiana per il superamento dell’handicap (FISH) che ha portato come esempio il sito della Camera dei Deputati: a dimostrazione del fatto che la normativa in materia, tra cui da ultima la Legge Stanca, è per il momento rimasta lettera morta.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • franco sarri scrive:
    i soliti cazzoni
    Ziotren 22% di iva su quasi tutto e mancano sempre e comunque i soldi. Che paese dimmerda. Se la gente ragionasse con il cervello e non con il portafoglio avremmo già una colonia sulla luna.Che poi gli ebook siano tassati all'inverosimile è solo un altro modo per disincentivare il progresso e la cultura, e noi italiani in questo siamo maestriIo ho una visione geniale: tasse europee. Ovvero la stessa identica pressione fiscale in tutta europa, gestita centralmente e poi redistribuita in proporzione ai vari paesi membri, cosi la finiamo di farci la guerra tra vicini. Visto che in percentuale tutti i paesi avranno in media gli stessi introiti si vede subito in quali le cose funzionano e in quali invece va tutto a rotoli e si "perdono" quattrini nei vari passaggi (ogni riferimento è puramente casuale).Una specie di stati uniti europei, per semplificare tutto e rendere difficile la vita dei soliti furbetti So che ci sono troppi interessi di mezzo ma sognare non costa nulla
    • mcmcmcmcmc scrive:
      Re: i soliti cazzoni
      - Scritto da: franco sarri
      Ziotren 22% di iva su quasi tutto e mancano
      sempre e comunque i soldi. Che paese dimmerda. Se
      la gente ragionasse con il cervello e non con il
      portafoglio avremmo già una colonia sulla
      luna.

      Che poi gli ebook siano tassati all'inverosimile
      è solo un altro modo per disincentivare il
      progresso e la cultura, e noi italiani in questo
      siamo
      maestri

      Io ho una visione geniale: tasse europee. Ovvero
      la stessa identica pressione fiscale in tutta
      europa, gestita centralmente e poi redistribuita
      in proporzione ai vari paesi membri, cosi la
      finiamo di farci la guerra tra vicini.

      Visto che in percentuale tutti i paesi avranno in
      media gli stessi introiti si vede subito in quali
      le cose funzionano e in quali invece va tutto a
      rotoli e si "perdono" quattrini nei vari passaggi
      (ogni riferimento è puramente
      casuale).
      Una specie di stati uniti europei, per
      semplificare tutto e rendere difficile la vita
      dei soliti
      furbetti

      So che ci sono troppi interessi di mezzo ma
      sognare non costa
      nullaabbiamo un esperto del sistema fiscale USA.
    • Funz scrive:
      Re: i soliti cazzoni
      - Scritto da: franco sarri
      Ziotren 22% di iva su quasi tutto e mancano
      sempre e comunque i soldi.Aspetta, tra poco con la clausola di salvaguardia si passerà in automatico al 25%.Tanto si può dare sempre la colpa all'Europa, e i trattati non sono stati firmati da nessuno.
  • bubba scrive:
    questi non riposano mai....
    questi non riposano mai.... :P
    • Leguleio scrive:
      Re: questi non riposano mai....

      questi non riposano mai.... :PAllo Stato mancano soldi. Loro cercano di trovarli in qualche modo.Se poi ci riescano, e tutt'altra faccenda.
      • ... scrive:
        Re: questi non riposano mai....
        - Scritto da: Leguleio

        questi non riposano mai.... :P

        Allo Stato mancano soldi. Loro cercano di
        trovarli in qualche
        modo.
        Se poi ci riescano, e tutt'altra faccenda.[img]http://ruberlandioqueiroz.files.wordpress.com/2014/11/06ed5-bla_bla_bla2.gif[/img]
      • bradipao scrive:
        Re: questi non riposano mai....
        - Scritto da: Leguleio
        Allo Stato mancano soldi. Loro cercano di
        trovarli in qualche modo.
        Se poi ci riescano, e tutt'altra faccenda.Abbassare la tassazione sugli e-book va contro questa logica. Perchè una potenziale riduzione dell'iva molto probabilmente non si rifletterebbe sui prezzi finali, finendo per essere incassata a piene mani dagli editori. In più, toccherebbe alla fiscalità generale (cioè a noi), ripianare il buco creato dalla riduzione del gettito IVA.La via
        • Leguleio scrive:
          Re: questi non riposano mai....
          Anche tu bradipao: oggi io non sono più quello che si arrampica sui vetri? Oggi che si legge nero su bianco che quanto dicevo qui:http://punto-informatico.it/b.aspx?i=4162145&m=4164364#p4164364e cioè che si trattava di un'ordinanza, e non di una sentenza?Link:http://www.tafter.it/wp-content/uploads/2014/11/Ordinanza-20443671-Rigetto-Reclamo-Piccinelli.pdf
          • bubba scrive:
            Re: questi non riposano mai....
            - Scritto da: Leguleio
            Anche tu bradipao: oggi io non sono più quello
            che si arrampica sui vetri? Oggi che si legge
            nero su bianco che quanto dicevo
            qui:
            http://punto-informatico.it/b.aspx?i=4162145&m=416

            e cioè che si trattava di un'ordinanza, e non di
            una
            sentenza?
            Link:

            http://www.tafter.it/wp-content/uploads/2014/11/Orma a parte l'OT, perche' la pignoleria semantica? richiesta rigettata + pagamento delle spese processuali direi che suona (anche nelle tasche) come una sentenza...
          • Leguleio scrive:
            Re: questi non riposano mai....

            ma a parte l'OT, perche' la pignoleria semantica?
            richiesta rigettata + pagamento delle spese
            processuali direi che suona (anche nelle tasche)
            come una
            sentenza...Perché c'era un commento (ora scomparso) in cui mi prendevano in giro e sostenevano di aver ragione loro sulla base di un sito colorato (intendo bradipao e Panda Rossa).
      • bubba scrive:
        Re: questi non riposano mai....
        - Scritto da: Leguleio

        questi non riposano mai.... :P

        Allo Stato mancano soldi. Loro cercano di
        trovarli in qualche
        modo.che lo facesse allora, invece di fare questa roba imbarazzante.C'e' un lussemburgo (e un irlanda,olanda,belgio,austria,uk) che ne ha molti. Anche la svizzera pur extraEU non scherza.
        Se poi ci riescano, e tutt'altra faccenda.sperem de no... certo, non parlavo dell'iva ebookiana. quella puo' pure calare (anche se sinceramente e' proprio il 22% che e' scandaloso in se'. almeno in italia sicuramente. )
      • panda rossa scrive:
        Re: questi non riposano mai....
        - Scritto da: Leguleio

        questi non riposano mai.... :P

        Allo Stato mancano soldi. Loro cercano di
        trovarli in qualche
        modo.
        Se poi ci riescano, e tutt'altra faccenda.La soluzione piu' semplice per incamerare liquidita' e' quella di sbarazzarsi immediatamente di tutti i carrozzoni pubblici con tutti i loro dipendenti nullafacenti, incamerando per legge il TFR.Si ottiene un risparmio secco di almeno 2 punti di PIL e nessuno si accorgera' della differenza, anzi, qualcuno ne trovera' pure giovamento per tanta burocrazia in meno.
        • Dawkins scrive:
          Re: questi non riposano mai....
          - Scritto da: panda rossa
          - Scritto da: Leguleio


          questi non riposano mai.... :P



          Allo Stato mancano soldi. Loro cercano di

          trovarli in qualche

          modo.

          Se poi ci riescano, e tutt'altra faccenda.

          La soluzione piu' semplice per incamerare
          liquidita' e' quella di sbarazzarsi
          immediatamente di tutti i carrozzoni pubblici con
          tutti i loro dipendenti nullafacenti, incamerando
          per legge il
          TFR.
          E di tutti questi disoccupati poi che te ne fai ?
          Si ottiene un risparmio secco di almeno 2 punti
          di PIL e nessuno si accorgera' della differenza,
          anzi, qualcuno ne trovera' pure giovamento per
          tanta burocrazia in
          meno.No no, non se ne accorgera' nessuno......
          • Cognome scrive:
            Re: questi non riposano mai....
            - Scritto da: Dawkins
            - Scritto da: panda rossa
            E di tutti questi disoccupati poi che te ne fai ?Li mandiamo a picchiare te...
        • Leguleio scrive:
          Re: questi non riposano mai....



          questi non riposano mai.... :P



          Allo Stato mancano soldi. Loro cercano di

          trovarli in qualche

          modo.

          Se poi ci riescano, e tutt'altra faccenda.

          La soluzione piu' semplice per incamerare
          liquidita' e' quella di sbarazzarsi
          immediatamente di tutti i carrozzoni pubblici con
          tutti i loro dipendenti nullafacenti, incamerando
          per legge il
          TFR.Ah, un provvedimento da nulla, eh?!? Che si approva con uno schioccar di dita.In Italia non riescono a modificare le tariffe delle pensioni cosiddette d'oro a chi è già pensionato (a volte sono solo pensioni dignitose, ma sopra la media attuale degli stipendi) perché queste "tasse" sono dichiarate incostituzionali dalla Consulta. E tu credi che incamerare il TFR sia conforme alla Costituzione?In più il problema è sempre quello: tu sei d'accordo per attuare questo taglio, il 50 % + 1 degli italiani non lo è.
          Si ottiene un risparmio secco di almeno 2 punti
          di PIL e nessuno si accorgera' della differenza,
          anzi, qualcuno ne trovera' pure giovamento per
          tanta burocrazia in
          meno.Ma sai, scagliarsi contro gli sprechi della PI è un po' uno sport, talvolta favorito da scandali autentici di malversazioni e illeciti vari. L'Italia forse una volta era una delle nazioni con più dipendenti nella pubblica amministrazione, e con la spesa pubblica più alta per pagarli. Ora non più, è in una posizione intermedia, e se non si parla di dirigenti gli stipendi del lavoratore pubblico in Italia sono fra i più bassi dell'area UE.
    • bobbi scrive:
      Re: questi non riposano mai....
      - Scritto da: bubba
      questi non riposano mai.... :Pe pensare che dalla faccia che hanno non si direbbe
Chiudi i commenti