FAA verso l'accensione dei gadget in volo

Le autorità di controllo statunitensi si preparano ad allentare le restrizioni all'uso dei gadget elettronici durante i voli di linea. Restrizioni che, a conti fatti, in molti già non rispettano

Roma – In quello che si prospetta essere un vero e proprio cambiamento epocale, la Federal Aviation Administration (FAA) sarebbe pronta ad abbandonare la vecchia politica di restrizione all’uso di smartphone, ebook e altri dispositivi elettronici sin qui ritenuti potenzialmente pericolosi per le comunicazioni sui voli di linea.

La notizia, diffusa dal Wall Street Journal , trae origine da una bozza di nuove linee guida messa in circolazione dalla FAA con l’ausilio di un panel di esperti: con le nuove regole verrebbe meno una restrizione in voga sui voli statunitensi dagli anni ’60 del secolo scorso, e che evidentemente non risulta essere più al passo coi tempi e l’evoluzione tecnologica.

Oggi, i gadget elettronici sono decisamente più evoluti, suggerisce la FAA, e il rischio di potenziali interferenze radio con le comunicazioni tra cabina di pilotaggio, rete di posizionamento satellitare (GPS) e torre di controllo si sono notevolmente ridotte.

Le nuove linee guida permetterebbero l’uso di molti gadget tecnologici il cui uso è oggi vietato – almeno ufficialmente – mentre per gli smartphone e i cellulari resterebbe comunque il divieto alle comunicazioni vocali e l’uso al di fuori della “modalità aereo”.

La FAA ha confermato l’esistenza della bozza e parla di un periodo aggiuntivo di due mesi per valutare appieno le conseguenze della nuova policy sulla sicurezza.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • res tore scrive:
    polizia postale
    attenzione a proporre questi software con i tempi che corrono...nulla nulla che vi trovate la polizia postale in redazione e qualche redattore in galera per una decina di anni, terroristi che non siete altro!
    • Paolo Franco scrive:
      Re: polizia postale
      Commento esagerato, impertinente e paranoico (classico commento da utente italiano medio con la fobia per l'informatica e la tecnologia).P.S: il software è semplice, funziona bene, non è pericoloso in quanto si limita a monitorare le porte (non viene effettuato alcun bruteforce per passwords o cose simili), e non contiene virus. I software non sono terroristi. E piantiamola con la paranoia della polizia postale, che gli italiani menzionano in continuazione, come se i computer fossero vasi di Pandora da cui si liberano ogni volta spiriti maligni.
  • porta scannata scrive:
    che porcata!
    C'è il port di nmap per Windows da tempo, inutile usare porcate come questa.
    • porta fortuna scrive:
      Re: che porcata!
      - Scritto da: porta scannata
      C'è il port di nmap per Windows da tempo, inutile
      usare porcate come
      questa.Pensa che io uso nmap, gratis, su un sistema operativo che pure lui è completamente gratis.E pensa che questi articoli sui software gratis mi sembrano di un altro pianeta...Ma se devo dirla tutta, a me la porcata... sembra Windows :D
Chiudi i commenti