Facebook, addio pubblicità occhiuta

Smantellato il sistema dei beacon che condivideva con terzi i dati riguardanti le preferenze degli utenti. E il social network in blu si dichiara ora profondamente impegnato a difesa della privacy

Roma – Facebook ha ceduto: il suo tanto criticato sistema di pubblicità personalizzata verrà smantellato definitivamente, chiudendo così la class action intrapresa dai 20 cittadini del Texas contro i cosiddetti beacon . Nel momento in cui l’accordo verrà approvato da una corte californiana, pare che il social network si impegnerà nello stanziamento di circa 10 milioni di dollari per mettere in piedi una fondazione indipendente che “investa in progetti ed iniziative volte a promuovere la privacy e la sicurezza online”.

I netizen statunitensi avevano fatto causa a Facebook nell’agosto del 2008, accusando il social network di aver violato una serie di leggi tra cui l’ Electronic Communications Privacy Act e il Video Privacy Protection Act . Al centro della bufera legale, il sistema di pubblicità che si fondava sui beacon , che condivideva informazioni riguardo alle preferenze degli stessi utenti , comunicandole al di fuori del sito e rendendole note a liste di amici e ad applicazioni terze.

Una grave violazione della privacy, stando all’accusa dei cittadini statunitensi, che si erano scagliati anche contro soggetti coinvolti nel progetto dei beacon , da Blockbuster a Comcast . Il social network in blu aveva così cercato di modificare il discusso sistema pubblicitario, lasciando all’utente la possibilità di scegliere se aderire in modo consapevole. Questo non è bastato ai legali degli attori che non si sono fermati nella propria battaglia.

“Abbiamo imparato molto dall’esperienza dei beacon – ha dichiarato in un comunicato il rappresentante di Facebook Barry Schnitt – perché ha dimostrato quanto possa essere critico il fornire un controllo esteso all’utente su come i propri dati vengano condivisi. Abbiamo inoltre imparato come comunicare efficacemente tutti i nostri cambiamenti all’interno dell’esperienza dell’utente stesso”.

Facebook sembra così aver recitato il mea culpa, azzardando anche un profondo impegno a tutela del diritto alla privacy di ogni netizen. “Non vediamo l’ora di creare questa fondazione, con il compito di indirizzare gli utenti della Rete verso un migliore controllo della propria privacy, particolarmente legata alle attività del social networking. Per rendere le loro pratiche online più serene, avendo una maggiore conoscenza e quindi un senso maggiore di controllo”.

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Enjoy with Us scrive:
    e vai con gli annunci miracolistici....
    Intanto questi affermano di mantenere il 94% della capacità per le prime 100 ricariche... e poi? 100 ricariche non sono molte!E per quanto riguarda i tempi di commercializzazione? Mi ricordo di un'articolo che dava per imminenti le pile combustibili, avrebbe dovuto utilizzarle un cellulare... chi le ha più viste?
    • Sathack scrive:
      Re: e vai con gli annunci miracolistici....
      Probabilmente non le vedi in commercio per lo stesso motivo percui c'è chi vuole costruire centrali nucleari e trascura il sole che gratuitamente da miliardi di anni è la forma di energia che alimenta nostra Terra e la vita stessa.Forse il grosso problema è che è gratuito, e questo a moltissimi non piace!
      • ninjaverde scrive:
        Re: e vai con gli annunci miracolistici....
        Certo, ma non è tanto facile ottenere un buon rendimento.1) Le fotocellule sono sensibili alla luce, ma hanno limiti di temperatura e limiti di produzione effettiva. Per ora il rendimento di durata si calcola su per giù nel produrre 5 volte l'energia usata per produrle...e vedo che per il momento sono anche costose.2) Il sistema termico è più conveniente, ma occorre usarlo dove fa caldo, poichè dove non fa abbastanza caldo ha dei limiti. In sostanza occorrono ampie superfici che devono essere tolte ad esempio all'agricoltura. Si potrebbero utilizzare aree urbane, ma l'installazione diventa più onerosa e difficle.3)L'eolico è applicabile sono in zone ventose, altrimenti è un costo inutile, ed è anche antiestetico.Quindi il Sole sì, ma occorre anche altro.Come ad esempio economizzare i consumi.
        • Sathack scrive:
          Re: e vai con gli annunci miracolistici....

          Come ad esempio economizzare i consumi.Centrato in pieno, la miglior fonte energetica è il risparmio!
        • vavava scrive:
          Re: e vai con gli annunci miracolistici....
          Che ???????????- Scritto da: ninjaverde
          Certo, ma non è tanto facile ottenere un buon
          rendimento.
          1) Le fotocellule sono sensibili alla luce, ma
          hanno limiti di temperatura e limiti di
          produzione effettiva. Per ora il rendimento di
          durata si calcola su per giù nel produrre 5 volte
          l'energia usata per produrle...e vedo che per il
          momento sono anche
          costose.Falsissimo! Rendono dal 10 al 20%!!! Il limite di temperatura non esiste più da anni! L'energia per produrli è un milionesimo che restituisce!!! Offrono un rendimento pari al costo!Ma chi è che spara queste stupidaggini ???
          2) Il sistema termico è più conveniente, ma
          occorre usarlo dove fa caldo, poichè dove non fa
          abbastanza caldo ha dei limiti. In sostanza
          occorrono ampie superfici che devono essere tolte
          ad esempio all'agricoltura. Si potrebbero
          utilizzare aree urbane, ma l'installazione
          diventa più onerosa e
          difficle.Falso, salvo le centrali per produrre corrente, poi un pannello solare termico produce acqua calda anche in zone fredde! Non tolgono niente all'agricoltura in quanto esistono superfici inadatte alla cultura!Non è onerosa o difficile in nessun caso!Ma chi è che spara queste stupidaggini ???
          3)L'eolico è applicabile sono in zone ventose,
          altrimenti è un costo inutile, ed è anche
          antiestetico.
          Quindi il Sole sì, ma occorre anche altro.
          Come ad esempio economizzare i consumi.L'eolico non è antiestetico, anzi viene ripreso come bellezza negli spot pubblicitari!Adesso, perchè si è specializzato può funzionare anche in zone ad scarsità di vento!Ma chi è che spara queste stupidaggini ???Ciao
          • pippo scrive:
            Re: e vai con gli annunci miracolistici....
            io sto installando un pannello da 30 Kw e ti dico che conviene al pelo solo perche' pagato dallo stato.il fotovoltaico conti alla mano NON CONVIENEle centrali nucleari per la produzione di base ci vogliono
          • Brando scrive:
            Re: e vai con gli annunci miracolistici....
            Che le centrali nucleari ci vogliano può essere vero, che siano convenienti è tutto da dimostrare. Bisogna calcolare il costo di costruzione, del combustibile, del mantenimento, dello smantellamento e della conservazione delle scorie.
          • Giskard74 scrive:
            Re: e vai con gli annunci miracolistici....
            Le scorie radioattive sono impossibili da smaltire! Vengono annegate in blocchi di cemento particolare o stipate in vecchie miniere abbandonate. Le scorie radioattive sono un rifiuto non inertizzabile e ce le portiamo dietro per millenni.Le scorie radioattive sono il male peggiore che l'uomo possa avere creato.Sono subdole e persistono.Le scorie radioattive sono il prezzo che gli stupidi devono pagare per avere energia a buon mercato.
          • ruppolo scrive:
            Re: e vai con gli annunci miracolistici....
            - Scritto da: Giskard74
            Le scorie radioattive sono impossibili da
            smaltire! Vengono annegate in blocchi di cemento
            particolare o stipate in vecchie miniere
            abbandonate. Le scorie radioattive sono un
            rifiuto non inertizzabile e ce le portiamo dietro
            per
            millenni.
            Le scorie radioattive sono il male peggiore che
            l'uomo possa avere
            creato.
            Sono subdole e persistono.
            Le scorie radioattive sono il prezzo che gli
            stupidi devono pagare per avere energia a buon
            mercato.Scusa ma prima di divenire scoria, il combustibile non era già radioattivo e "stipato" sotto terra da milioni di anni?
          • skyeye scrive:
            Re: e vai con gli annunci miracolistici....
            il problema e' che prima di essere lavorato ed usato emette particelle alpha o beta. Quando deve essere smaltito emette particelle gamma molto piu' radioattive e penetranti e con decadimento di migliaia di anniMantenere un sito di stoccaggio di scorie per migliaia di anni costa sicuramente di meno di fare pannelli solari, turbine eoliche o altro, soprattutto se il sito e' locato in fondo al mare..
          • pippo scrive:
            Re: e vai con gli annunci miracolistici....
            bravotu prelevi una cosa radioattiva dal terreno diciamo prelevi 100 di radioattivita' sparso su un terreno di 10.000 Mqe restituisci 100 di radiattivita sparso in un bidone da 10MQfa un po tu.la radioattivita' non si crea si trasforma soltantogli stupidi vogliono energia a basso prezzo, ma tu sei liberissimo di spendere 50.000 euro di pannelli per mantenere casa tuale scorie non e' vero che non si possono innertizzare, si puo' fare ma attualmente la tecnologia non e' matura (reattori di 4 gen) ma lo sara' tra 20-30 anni
          • Sathack scrive:
            Re: e vai con gli annunci miracolistici....
            - Scritto da: pippo
            io sto installando un pannello da 30 Kw e ti dico
            che conviene al pelo solo perche' pagato dallo
            stato.
            il fotovoltaico conti alla mano NON CONVIENE
            le centrali nucleari per la produzione di base ci
            voglionoPippo ripensaci e ti accorgerai che nn servono!
          • Giskard74 scrive:
            Re: e vai con gli annunci miracolistici....
            @vavava: Mi metti le fonti da cui hai ottenuto queste informazioni, please?
          • ninjaverde scrive:
            Re: e vai con gli annunci miracolistici....

            Falsissimo! Rendono dal 10 al 20%!!! Il limite di
            temperatura non esiste più da anni! L'energia per
            produrli è un milionesimo che restituisce!!!
            Offrono un rendimento pari al
            costo!
            Ma chi è che spara queste stupidaggini ???Informati meglio, le "stupidaggini" le ho lette sulla descrizione di una cella fotovoltaica dallo stesso produttore.Il limite di temperatura esiste poichè esiste per tutti i semiconduttori, specialmente per il selenio (più bassa che nel silicio).Gli Israelinai infatti usano celle fotovoltaiche raffreddate con l'acqua, e visto che l'acqua calda serve la usano per i sanitari, ma lì il Sole è ben più caldo che da noi e piove raramente.
            Falso, salvo le centrali per produrre corrente,
            poi un pannello solare termico produce acqua
            calda anche in zone fredde! Non tolgono niente
            all'agricoltura in quanto esistono superfici
            inadatte alla
            cultura!
            Non è onerosa o difficile in nessun caso!Ti ricordo che l'unico paese che produce elettricità termica naturale al nord è l'Islanda, ma per questo non usa il Sole, ma la geotermia, visto che ha a disposizione anche acqua bollente naturale.Da noi è proponibile ma non sarebbe comunque una risorsa decisiva.Va bene allora cerca un deserto in Italia oppure fa una megalinea elettrica nel Saara. E lì il Sole scalda decisamente per 365 gioni all'anno, ma ci sono appunto altri grossi inconvenienti oltre la distanza che è la sabbia, il vento la mancxanza di infrastrutture minimali.
            L'eolico non è antiestetico, anzi viene ripreso
            come bellezza negli spot
            pubblicitari!Ti sei risposto da solo: Ma chi è che spara queste stupidaggini ???
            Adesso, perchè si è specializzato può funzionare
            anche in zone ad scarsità di
            vento!Sì una o due volte all'anno si potranno accendere le lemapadine di casa.Qualcuno infatti c'è cascato, un tizio (vero non inventato ha fatto piazzare due leiche sopra casa sua, per il 90% dell'anno non girano, e un vento un pò più forte della "media" ha già spezzato alcune pale.Gli costerà ben di più a farle riparare che la poca energia che ne ha ricavato.Appunto:
            Ma chi è che spara queste stupidaggini ???Quindi se leggi bene e rifletti, le alternative sono utili, anche tanti mini-centrali sono utili se vi fosse una politica adeguata (tipo poter vende elettricità sulla rete pubblica), ma non bastano se non si diminuiscono i consumi, ma come succede attualmente, si aumentano sempre di più.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 23 settembre 2009 22.33-----------------------------------------------------------
      • Giskard74 scrive:
        Re: e vai con gli annunci miracolistici....
        recuperare energia dal sole NON è gratuito. Ci sono spese (energetiche ed economiche) per:- raccogliere la sabbia;- estrarne il silicio e purificarlo (enormemente costoso in termini energetici);- creare le celle fotoelettriche;- creare i contatti;- creare un pannello fotovoltaico;- installare un pannello fotovoltaico.Con questo non voglio esprimere un parere favorevole al nucleare (Dio me ne scampi!) ma soltanto far capire che ci sono tanti luoghi comuni da sfatare.Inoltre, è stato calcolato, mettere in piedi una industria produttrice di pannelli fotovoltaici in gran quantità, farebbe schizzare il prezzo del silicio alle stelle con conseguente aumento del prezzo finale che è già parecchio alto. E' pur vero che una volta installato dura parecchio (ancora non si sa per certo quanto) ma il bilancio energetico lo avete mai calcolato?!?Come del resto ha reso bene ninjaverde! Bravo!-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 23 settembre 2009 12.14-----------------------------------------------------------
        • ruppolo scrive:
          Re: e vai con gli annunci miracolistici....
          - Scritto da: Giskard74
          Inoltre, è stato calcolato, mettere in piedi una
          industria produttrice di pannelli fotovoltaici in
          gran quantità, farebbe schizzare il prezzo del
          silicio alle stelle con conseguente aumento del
          prezzo finale che è già parecchio alto.Io credo avvenga l'opposto...
          E' pur
          vero che una volta installato dura parecchio
          (ancora non si sa per certo quanto)È proprio questo il problema: non dura. Dopo 10 anni ha dimezzato la sua capacità, e va quindi sostituito.L'unica è ridurre i consumi. Una bella scommessa...
        • Sathack scrive:
          Re: e vai con gli annunci miracolistici....
          Modificato dall' autore il 23 settembre 2009 12.14
          --------------------------------------------------
          • Giskard74 scrive:
            Re: e vai con gli annunci miracolistici....
            Il nucleare non è la soluzione e mi pare di averlo già affermato con chiarezza. C'è un articolo sulla valutazione economica che purtroppo è coperto da copyright, ma potete consultare l'ENEA di Portici per chiarimenti, sulla produzione di pannelli fotovoltaici su larga scala.Provate a verificare se qualcuno ha mai costruito una industria produttiva di pannelli fotovoltaici da 400MW/anno cioè il totale della potenza generata dai pannelli prodotti in un anno.http://www.9ren.org/IT/area1.htm ed è ancora un progetto!La quantità di silicio puro utilizzata per produrre un chip è infinitesima rispetto a quella utilizzata per un pannello.Il rendimento di una cella elettrochimica è vicino al 100% quello di una cella fotovoltaica arriva (per silicio monocristallino) a stento al 20%, non è più logico investire nelle celle elettrochimiche che in quelle fotovoltaiche?-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 23 settembre 2009 14.28-----------------------------------------------------------
          • Sathack scrive:
            Re: e vai con gli annunci miracolistici....
            Link interessantissimo!!!Giskard se passi da me te la installo io la 'legge 0' così poi ci pensi tu a cambiare le menti di ste teste che ostacolano le fonti alternative!
        • pippo scrive:
          Re: e vai con gli annunci miracolistici....
          una volta installato il pannello dura 30-50 anni, ma gli inverter sono garantiti per 10 e costano un botto
          • Sathack scrive:
            Re: e vai con gli annunci miracolistici....
            Pippo però qui ci riallacciamo ad un discorsino precedente. Si usassero le celle a combustibile e impianti gia in bassa tensione (visto che generi in loco) ed un po di 'testa' per risparmiare potrebbero diventare conveniente.Se mi dai una mano proponendomi qualche link dove informarmi meglio te ne sarei sinceramente grato perchè il discorso mi interessa moltisismo.
Chiudi i commenti