Facebook, al lavoro sul lavoro

Il social network starebbe estendendo la sua rete di contatti per offrire una versione addizionata di strumenti per collaborare in ufficio. E intanto pensa a come contenere le fan page troppo pubblicitarie

Roma – Secondo indiscrezioni riportate dal Financial Times , Facebook starebbe lavorando ad una versione del social network adatta per essere navigata in orario d’ufficio .

La nuova modalità si dovrebbe chiamare linearmente “Facebook at Work” ed è ancora in fase di sperimentazione, per il momento tra i dipendenti stessi di Menlo Park: rappresenta una versione del social network pensata per rispondere alle esigenze in ambito lavorativo e con strumenti ad hoc per la collaborazione.

A primo acchito la piattaforma sembrerebbe in questo modo rincorrere Linkedin, mentre gli osservatori parlano piuttosto di un prodotto più concretamente al servizio del lavoro quotidiano: la concorrenza, insomma, sarebbe con Google, Microsoft ed IBM, che già offrono strumenti di questo tipo.

Nel frattempo Facebook sta mettendo nuovamente mano alla gestione dei contenuti mostrati sulla bacheca dei propri utenti: per farlo ha chiesto a centinaia di migliaia di persone cosa pensino dei contenuti che vedono nel proprio News Feed e questi, non sorprendentemente, hanno espresso la preferenza per meno pubblicità facendo peraltro rientrare in questa categoria non solo le inserzioni a pagamento vere e proprie, ma anche i post delle pagine cui si è messo “Mi Piace”.

In conseguenza di tali opinioni il social network ha deciso di introdurre nuovi strumenti attraverso cui gli utenti possono regolare i post visualizzati in bacheca e limitare l’advertising, e ha annunciato l’intenzione di limitare l’uso delle fan page, affinché non vengano sfruttate meramente a fini pubblicitari.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti