Facebook, la chat amica

Servizio di consulenza e di prevenzione contro i suicidi lanciato dal social network nel Nordmaerica. Non è l'unico tentativo di usare la Rete come paracadute per chi soffre

Roma – Facebook ha lanciato uno strumento, per il momento solo negli Stati Uniti e in Canada, che ha l’obiettivo di prevenire idee e tentativi di suicidio da parte dei suoi utenti .

Facebook aveva già adottato un servizio soprannominato “pulsante anti-panico” in collaborazione con il Child Exploitation and Online Protection Centre (CEOP) britannico: destinato agli utenti tra i 13 e i 18 anni, offre un link diretto ai responsabili del sito in blu e del CEOP, nonché uno specifico portale contenente una serie di informazioni destinate a genitori e ragazzi.

Come nel caso del pulsante anti-panico britannico, Facebook offre ora un link diretto ad una chat con consulenti psicologici in grado di offrire assistenza , consigli o semplicemente una voce amica.

Oltre a questo, gli amici potranno contrassegnare un determinato intervento come “a contenuto suicida”, targhetta che apparirà nella lista di opzioni da cliccare al momento della segnalazione di un contenuto dannoso: è successo che un suicida abbia anticipato sulla propria bacheca l’intenzione di togliersi la vita, e nessuno meglio dei suoi conoscenti dovrebbe essere in grado di individuare e segnalare questi avvenimenti.

A questa segnalazione seguirà una email all’utente con il link diretto ad una chat privata con un consulente del National Suicide Prevention Lifeline e il numero di questa associazione. Infine Facebook mette a disposizione un modulo apposito per segnalare tentativi di suicidio, cosa che si può fare anche attraverso l’help center.

Contro i suicidi ha fatto un passo avanti tecnologico anche la Guardia Nazionale, che ha lanciato un’app per smartphone che cerca di prevenire questi avvenimenti: sia chiama “Guard Your Buddy”.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Carlo scrive:
    Pirateria audiovisiva.
    Altra splendida notizia a favore della legalità in rete. Siamo sulla buona strada.
    • uno qualsiasi scrive:
      Re: Pirateria audiovisiva.
      - Scritto da: Carlo
      Siamo sulla buona strada.Siete sulla buona strada per chiudere.
      • krane scrive:
        Re: Pirateria audiovisiva.
        - Scritto da: uno qualsiasi
        - Scritto da: Carlo

        Siamo sulla buona strada.
        Siete sulla buona strada per chiudere.Praticamente in mezzo a una buona strada.
      • Carlo scrive:
        Re: Pirateria audiovisiva.
        Chiuderai tu, pezzo di somaro! Vedremo se la il furto e la truffa e i reati avranno la meglio sulla legalità.
  • non abbia contenuto razzista scrive:
    A cosa è servito?
    A cosa è servita tutta questa caciara? Perchè questi tutori dell'ordine non pensano ad indagare su problemi seri o perlomeno applicando un criterio di importanza alle loro indagini? Ad esempio, cosa è più importante tra uno stupro, un omicidio, un aggressione ed un sito che pubblica dei link per scaricare gratis il peggio del cinema odierno? Vogliamo metterla a livello di furto? E facciamolo... Perchè se mi rubano la macchina, la moto, mi svaligiano la casa rubando milioni di roba mi devo sentir dire "tanto non possiamo farci niente", "mi dispiace ma sicuramente non li troveremo". Perchè non riescono (o non vogliono?)a trovare chi ha rubato la macchina, la moto etc. ed invece riescono a cassare Tex Willer? Non mi parlate di indirizzo IP perchè non è una scusa accettabile, i furti si sa chi li commette, si conoscono i ricettatori e molte volte si hanno a disposizione i segnali emessi dai cellulari nella cella in cui è avvenuto il furto!!Mi viene in mente il marchese del Grillo "Io sono io, voi non siete un ca**o". Io lo capisco, però poi non mi obbligate a chiamarla democrazia questa cosa qua.
    • krane scrive:
      Re: A cosa è servito?
      - Scritto da: non abbia contenuto razzista
      A cosa è servita tutta questa caciara?
      Perchè questi tutori dell'ordine non pensano ad
      indagare su problemi seri o perlomeno applicando
      un criterio di importanza alle loro indagini? Ad
      esempio, cosa è più importante tra uno stupro, un
      omicidio, un aggressione ed un sito che pubblica
      dei link per scaricare gratis il peggio del
      cinema odierno?Chiediti anche cosa sia piu' difficile e pericoloso ed avrai la risposta alle tue domande.
      Vogliamo metterla a livello di furto? E
      facciamolo... Perchè se mi rubano la macchina, la
      moto, mi svaligiano la casa rubando milioni di
      roba mi devo sentir dire "tanto non possiamo
      farci niente", "mi dispiace ma sicuramente non li
      troveremo".Ao' pretendi mica che escano dalla macchina di pattuglia per guardare se si trovano tracce ? Fa freddo in questa stagione e caldo nell'altra.
      Perchè non riescono (o non vogliono?)a
      trovare chi ha rubato la macchina, la
      moto etc. Forse perche' rischierebbero di dover faticare o magari di trovarsi qualcuno di pericoloso davanti ?
      ed invece riescono a cassare Tex Willer? Non
      mi parlate di indirizzo IP perchè non è una
      scusa accettabile, i furti si sa chi li
      commette, si conoscono i ricettatori e molte
      volte si hanno a disposizione i segnali
      emessi dai cellulari nella cella in cui è
      avvenuto il furto!!Ma magari e' gente armata, vuoi mettere arrestare un nerdazzo occhialuto ? Al piu' devi affrontare sua madre.
      Mi viene in mente il marchese del Grillo "Io sono
      io, voi non siete un ca**o". Io lo capisco, però
      poi non mi obbligate a chiamarla democrazia
      questa cosa qua.Infatti.
    • Dottor Stranamore scrive:
      Re: A cosa è servito?
      - Scritto da: non abbia contenuto razzista
      A cosa è servita tutta questa caciara?

      Perchè questi tutori dell'ordine non pensano ad
      indagare su problemi seri o perlomeno applicando
      un criterio di importanza alle loro indagini? Ah il benaltrismo che bella cosa! Quindi se ti rubano la macchina e fai denuncia la polizia dovrebbe dirti: "NO PRIMA SCONFIGGIAMO LA MAFIA! Poi penseremo a cose meno importanti come ritrovare la tua macchina" .
      • CCommons scrive:
        Re: A cosa è servito?

        Ah il benaltrismo che bella cosa!
        Quindi se ti rubano la macchina e fai denuncia la
        polizia dovrebbe dirti: "NO PRIMA SCONFIGGIAMO LA
        MAFIA! Poi penseremo a cose meno importanti come
        ritrovare la tua macchina"
        .E gli direi: "ma la mia macchina l'ha rubata un mafioso"ecco fatto :-)
      • FDG scrive:
        Re: A cosa è servito?
        - Scritto da: Dottor Stranamore
        Ah il benaltrismo che bella cosa!
        Quindi se ti rubano la macchina e fai denuncia la
        polizia dovrebbe dirti: "NO PRIMA SCONFIGGIAMO LA
        MAFIA! Poi penseremo a cose meno importanti come
        ritrovare la tua macchina"Beh, scusa, mi pare un esempio inadatto: se lo facessero veramente ci passerei pure sopra :DAlmeno la macchina è pagata dall'assicurazione e posso sempre recuperare qualcosa.
  • gianos scrive:
    tex willer, cambia nome
    come sopra
  • alvaro scrive:
    furto era e furto e' rimasto
    alla faccia di quelli che su punto informatico dicevano che era legale...furto era e furto e' rimasto
    • FDG scrive:
      Re: furto era e furto e' rimasto
      - Scritto da: alvaro
      alla faccia di quelli che su punto informatico
      dicevano che era legale...furto era e furto e'
      rimastoQuand'è che chiudi?
      • alex scrive:
        Re: furto era e furto e' rimasto
        nooooo ora bubble dai videotecari se la tirerà, dicendo cose che capisce tra l'altro solo lui !!!!!!!!!!!!!!!!!!
        • FDG scrive:
          Re: furto era e furto e' rimasto
          - Scritto da: alex
          nooooo ora bubble dai videotecari se la tirerà,
          dicendo cose che capisce tra l'altro solo lui
          !!!!!!!!!!!!!!!!!!Purtroppo... pardon... per fortuna Google non ce l'ha ancora il traduttore bubblese-italiano :Dp.s.: il senso della mia provocazione è che si chiuda o si tenga aperto un sito, il mestiere dell'intermediario non ha un futuro brillante.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 15 dicembre 2011 14.46-----------------------------------------------------------
    • dont feed the troll/dovella scrive:
      Re: furto era e furto e' rimasto
      - Scritto da: alvaro
      alla faccia di quelli che su punto informatico
      dicevano che era legale...furto era e furto e'
      rimastoNessuno ha deto che è illegale, al momento.Affermarlo è fare diffamazione.Ma si sa c'è gente che è pronta a puntare il dito accusatorio verso il prossimo e poi pensa di poter fare quello che gli pare.
  • ThEnOra scrive:
    Sarzana...
    Caro avvocato, mi dispiace per l'esito del ricorso, ma sa, viviamo in Italia... :D
  • Enzo De Biase scrive:
    Le tesi di Tex
    Se le tesi di Tex fossero state accolte, da domani avremmo potuto avere centinaia di siti che linkano qualsiasi cosa, pieni di utenti che ci lavorano gratis facendo a gara a chi mette più warez e senza che nessuno possa farci più nulla. Con buona pace di quelli come me, che hanno scelto la strada più difficile della diffusione del freeware con gli utenti conquistati uno ad uno anche se si linka solo il legale e gratuito.Mi fa piacere per Italanstylewebsite.net che è tornato ai suoi utenti, anche se ci ha messo un po più tempo di noi di Free Play Club per ottenere il dissequestro. Auguri quindi a Italianstylewebsite.net di un proficuo rientro in rete.
    • Mela avvelenata scrive:
      Re: Le tesi di Tex
      - Scritto da: Enzo De Biase
      Se le tesi di Tex fossero state accolte, da
      domani avremmo potuto avere centinaia di siti che
      linkano qualsiasi cosa, pieni di utenti che ci
      lavorano gratis facendo a gara a chi mette più
      warez e senza che nessuno possa farci più nulla.Beh, che è quello che un pò già succede...
      Con buona pace di quelli come me, che hanno
      scelto la strada più difficile della diffusione
      del freeware con gli utenti conquistati uno ad
      uno anche se si linka solo il legale e
      gratuito.E quello che fai ti rende onore, infatti...
    • bubba scrive:
      Re: Le tesi di Tex
      - Scritto da: Enzo De Biase
      Se le tesi di Tex fossero state accolte, da
      domani avremmo potuto avere centinaia di siti che
      linkano qualsiasi cosa, pieni di utenti che ci
      lavorano gratis facendo a gara a chi mette più
      warez e senza che nessuno possa farci più nulla.Mhh vedo che il Pensiero Unico delle Major parlamentari, fa nuove vittime."linkano" e "mette warez" sono due cose MOLTO DIVERSE.Il 'link' non e' altro che un metadato che non puo' violare ALCUN copyright... (alle Major parlamentari ovviamente piace pensarla diversamente).Tecnicamente il link al quale abitualmente ci riferiamo non e' altro che una manciata di caratteri ascii/unicode che descrivono un hyperlink HTML ( tag [a href="URL"] )... roba approvata dal W3C ...! Poi, per estensione, anche altre URI , stile ed2k:// , che comunque, sono sempre solo qualche decina di caratteri unicode... niente di vagamente violante qualsivoglia copyright."Peggio" ancora un link a un file .torrent... c'e' un hyperlink che punta a un file di 300 byte contenente metadati... tecnicamente il .torrent e' (C) di chi l'ha creato... altro che violazione del copyright.L'UNICA cosa che avrebbe eventualmente senso sarebbe sanzionare, una volta appurati i contenuti "sintetizzati" dal contenuto del .torrent, il singolo seeder (idem per ed2k). Quindi NON chi "deposita" un .torrent su un forum, ne chi lo linka, ne gli admin di quel forum, ne l'isp che hosta quel forum. Ne il tracker, ne l'admin del tracker e neanche l'isp che hosta il tracker.Piu' facile con posti stile megaupload (una volta verificato che il contenuto uppato sia in violazione).Ma ovviamente tutto cio e' MOLTO piu' scomodo che sparare con un bazzoka sulla folla. Qualcuno di colpevole probabilmente lo becco. Questo per rimanere nell'alveo della questione... perche in realta' il MARCIO e' a monte... il diritto TEMPORANEO di protezione alla copia, sancito a inizio '700, e' stato ABNORMEMENTE ampliato nei decenni. E andrebbe DRASTICAMENTE ridotto. Meno problemi e meno avvocati.
      • CCommons scrive:
        Re: Le tesi di Tex


        Il 'link' non e' altro che un metadato che non
        puo' violare ALCUN copyright... (alle Major
        parlamentari ovviamente piace pensarla
        diversamente).Il link è un metadato ecc ecc ma quando uno fa un sito con pubblicità e quindi con lucro, mette tutti i link belli in ordine per categoria ecc ecc, allora a mio avviso diventa una cosa diversa, chiamala se vuoi una istigazione a delinquere" se vuoi essere drastico, una furbata se vuoi essere buono.Questo al di là della questione pirateria giusta non giusta ecc.Facendo un altro esempio, se esistesse un sito che linka pagine pedoXXXXXgrafiche ma NO le ospita, non fa vedere nulla ecc, sarebbe legittimo? solo perchè sono link?Come hai detto tu alla fine, il problema è a monte, finchè non si potrà scaricare materiale protetto da copyright mi sa che tex willer e chi come lui non avranno vita facile per questo genere di iniziative di aggregazione di link.
        • krane scrive:
          Re: Le tesi di Tex
          - Scritto da: CCommons

          Il 'link' non e' altro che un metadato

          che non puo' violare ALCUN copyright...

          (alle Major parlamentari ovviamente piace

          pensarla diversamente).
          Il link è un metadato ecc ecc ma quando uno fa un
          sito con pubblicità e quindi con lucro, mette
          tutti i link belli in ordine per categoria ecc
          ecc, allora a mio avviso diventa una cosa
          diversa, chiamala se vuoi una istigazione a
          delinquere" se vuoi essere drastico, una furbata
          se vuoi essere buono.Sara' ma sono le stesse cose che trovi con google, quidni anche google andrebbe punita. L'unica differenza e' che google e' cosi' grande che integra tutti quei motori tematici.
          Questo al di là della questione pirateria
          giusta non giusta ecc.
          Facendo un altro esempio, se esistesse un sito
          che linka pagine pedoXXXXXgrafiche ma NO le
          ospita, non fa vedere nulla ecc, sarebbe
          legittimo? solo perchè sono link?Google e' legittimo ?
          Come hai detto tu alla fine, il problema è a
          monte, finchè non si potrà scaricare materiale
          protetto da copyright mi sa che tex willer e chi
          come lui non avranno vita facile per questo
          genere di iniziative di aggregazione di link.Tanto io trovo tutto con google (rotfl)
          • CCommons scrive:
            Re: Le tesi di Tex


            Tanto io trovo tutto con google (rotfl)Con Google è diverso perchè non trovi il menù con scritto "vuoi film d'azione? clicca qua" e "vuoi l'ultimo cinepanettone? clicca qui".Scusa ma è diverso, con google non c'è un intento ben preciso, con il sito in oggetto invece si.Continua ad usare google per le ricerche, fai benissimo, alla fine siti tipo questo di tex willer saranno pure comodi ma mi sembrano per inesperti
          • krane scrive:
            Re: Le tesi di Tex
            - Scritto da: CCommons

            Tanto io trovo tutto con google (rotfl)
            Con Google è diverso perchè non trovi il menù
            con scritto "vuoi film d'azione? clicca qua"
            e "vuoi l'ultimo cinepanettone? clicca qui".Infatti, basta scriverlo, e' quindi quello il problema ? Per risolverlo quindi basterebbe inserire nei risultati anche un po' di link agli originali no ?
            Scusa ma è diverso, con google non c'è un
            intento ben preciso, con il sito in oggetto
            invece si.Questo solo perche' google e' piu' potente quindi puo' aggregare l'equivalente di tanti motori specifici.
            Continua ad usare google per le ricerche, fai
            benissimo, alla fine siti tipo questo di tex
            willer saranno pure comodi ma mi sembrano per
            inespertiSicuramente, infatti io ne ho sentito parlare qua, manco sapevo esistesse.
          • bubba scrive:
            Re: Le tesi di Tex
            Replico qui, per tenere le fila del thread...- Scritto da: krane
            - Scritto da: CCommons



            Tanto io trovo tutto con google (rotfl)


            Con Google è diverso perchè non trovi il menù

            con scritto "vuoi film d'azione? clicca qua"

            e "vuoi l'ultimo cinepanettone? clicca qui".E' diverso dal pdv visivo (e del backend)... ma dal pdv del 'risultato' e' del tutto analogo. Google ravana i webserver e, a ricerca, presenta i medesimi hyperlink oggetto "di crimine".. Ma partiamo dall inizioCCommons diceva"Il link è un metadato ecc ecc ma quando uno fa un sito con pubblicità e quindi con lucro, mette tutti i link belli in ordine per categoria ecc ecc, allora a mio avviso diventa una cosa diversa, chiamala se vuoi una istigazione a delinquere" se vuoi essere drastico, una furbata se vuoi essere buono." *Forse* puo essere considerata una 'furbata'... ma e' cosi che funziona il web, con i link. "istigazione" e' una cosa MOOLTO dubbia e borderline. E sopratutto diventa odiosa per l'ABNORMITA' dei poteri delle major, acquisiti dilatando le leggi... E poi diceva : "Facendo un altro esempio, se esistesse un sito che linka pagine pedoXXXXXgrafiche ma NO le ospita, non fa vedere nulla ecc, sarebbe legittimo? solo perchè sono link?é" eh si.... se non si vede altro che un bell'URL ha senso che sia legittimo.. mica stai hostando l'immagine ... se no su che base stabilisci che [A href="http://dodicenni.dyndns.org/stupro.jpg" ]Sexy stuff[/a] e' pedoXXXXX? dal filename? dal hostname? AHAH. Magari e' la foto di un macbook air 'stuprato' installandoci W98.. che ne sai.. E' sempre la solita storia, colpire il linking, quando si dovrebbero colpire gli uploader. Solo che sparar col bazooka e' molto piu comodo (x loro).

            Scusa ma è diverso, con google non c'è un

            intento ben preciso, con il sito in oggetto

            invece si.

            Questo solo perche' google e' piu' potente quindi
            puo' aggregare l'equivalente di tanti motori
            specifici.Si ecco e' un po quel che penso anch'io... un forum dove ci vengono scritti link specifici di un certo argomento... e' piu simile a un search engine tematico... a un dmoz se vogliamo... ma il risultato e' sempre quello. *Forse* una cosa un po furbina, ma niente che imho dovrebbe essere stroncato o stroncabile. Se no si mina il funzionamento di internet stesso. E tra l'altro poi, nel computo generale del dowloading, non conta quasi nulla, xche basta copiare i medesimi link altrove. Questo perche IL LINK NON E' IL CONTENUTO, che e' molto piu scomodo da spostare.

            Continua ad usare google per le ricerche, fai

            benissimo, alla fine siti tipo questo di tex

            willer saranno pure comodi ma mi sembrano per

            inesperti

            Sicuramente, infatti io ne ho sentito parlare
            qua, manco sapevo
            esistesse.Beh per certi argomenti era piuttosto comodo... certo puoi farne a meno.. perdi piu tempo magari, ma si fa tutto ugualmente. (Si beh... io de facto ho scaricato poche cose riguardanti antichi fumetti... :P )Cmq per tornare al discorso generale 'pirateria', penso che sarebbe molto piu facile da ingoiare certa legislazione da psicopolizia, se si aprisse una VASTA zona libera (pezzo in no-lucro e pezzo in public domain), riducendo DRASTICAMENTE le tempistiche (e talvolta anche i modi... es: la legge sulla degradazione immagini/suoni e posti come wikipedia... )
          • FDG scrive:
            Re: Le tesi di Tex
            - Scritto da: CCommons
            Con Google è diverso perchè non trovi il menù con
            scritto "vuoi film d'azione? clicca qua" e "vuoi
            l'ultimo cinepanettone? clicca qui".Non fai click ma scrivi.
            Scusa ma è diverso, con google non c'è un intento
            ben preciso, con il sito in oggetto invece si.Immagina però che un servizio tipo bit.ly decida che tu possa taggare le url per indicizzarle. Quanto diventerebbe complicato usare un banale tag per ritrovare tutto il materiale che ti serve? Dove starebbe la differenza?
            Continua ad usare google per le ricerche, fai
            benissimo, alla fine siti tipo questo di tex
            willer saranno pure comodi ma mi sembrano per
            inespertiSu questo concordo. Si dovrebbero aspettare certe conseguenze.
          • CCommons scrive:
            Re: Le tesi di Tex


            Immagina però che un servizio tipo bit.ly decida
            che tu possa taggare le url per indicizzarle.
            Quanto diventerebbe complicato usare un banale
            tag per ritrovare tutto il materiale che ti
            serve? Dove starebbe la
            differenza?
            Che non c'è lucro.Buona idea comunque!
          • FDG scrive:
            Re: Le tesi di Tex
            - Scritto da: CCommons
            Che non c'è lucro.Perché, secondo te non potrebbe essere finanziato da banner?
            Buona idea comunque!Grazie. Ma l'idea purtroppo non vale nulla fino a che non si realizza :)
      • Enzo De Biase scrive:
        Re: Le tesi di Tex
        Sono d'accordo con te con il discorso del copyright che andrebbe drasticamente ridimensionato nel tempo di applicazione ed anche nel modo e sono anche d'accordo che un link non è altro che un metadato che di per se non può essere oggetto di punibilità per chi lo pubblica.Ma guardiamo in faccia alla realtà. Se anche ridimensionassimo il copyright a livelli accettabili, ci sarebbero sempre persone che cercherebbero di aggirarlo o violarlo ed una volta fatto pubblicherebbero in rete il risultato del loro lavoro rendendolo fruibile a tanti altri mediante il metadato.La soluzione potrebbe venire solo dalla totale abolizione del copyright, ma sappiamo entrambi che questo non potrà mai avvenire ed ecco allora che possiamo discutere dell'applicabilità o meno di una legge o un regolamento nei confronti di chi diffonde o offre spazio alla diffusione di quei metadati.Non sono un nuovo adepto alla dottrina delle major ma uno che ha vissuto dal di dentro la realtà della sponda opposta ed ha deciso che il gioco non valeva la candela.
        • bubba scrive:
          Re: Le tesi di Tex
          - Scritto da: Enzo De Biase
          Sono d'accordo con te con il discorso del
          copyright che andrebbe drasticamente
          ridimensionato nel tempo di applicazione
          ed anche nel modoOttimo!
          e sono anche d'accordo che un link non è
          altro che un metadato che di per se non può
          essere oggetto di punibilità per chi lo
          pubblica.Ecco! Ma mi pare che sia proprio quello che han fatto... tra l'altro in modo molto rude.
          Ma guardiamo in faccia alla realtà. Se anche
          ridimensionassimo il copyright a livelli
          accettabili, ci sarebbero sempre persone che
          cercherebbero di aggirarlo o violarlo ed una
          volta fatto pubblicherebbero in rete il risultato
          del loro lavoro rendendolo fruibile a tanti altri
          mediante il
          metadato.Assolutamente si.... ci sara' sempre chi vuol condividere il film uscito ieri nelle sale. Come c'e' chi da fuoco ai cassonetti. E io posso essere d'accordo a scatenargli i cani (come fanno gia OGGI -ma la platea sarebbe molto + ridotta-), SE COME CONTROPARTITA ci fosse quella drastica riduzione del copyright ... Anche in quel caso non posso pero' essere d'accordo con chi stronca gli hyperlink. Un link e' solo un link.
          La soluzione potrebbe venire solo dalla totale
          abolizione del copyright, ma sappiamo entrambi
          che questo non potrà mai avvenire ed ecco allora
          che possiamo discutere dell'applicabilità o meno
          di una legge o un regolamento nei confronti di
          chi diffonde o offre spazio alla diffusione di
          quei metadati.mah guarda io non auspico affatto che il copyright sparisca... attribuzione dell'autore ed esistenza di diritti connessi mi paiono cose sensate... sono le TONNELLATE di dettagli e privilegi che sono stati costruiti attorno negli ultimi 2 secoli, che mi urtano molto.E "purtroppo" non vedo come, in un modo sano e serio, si possa vietare il linking (o la diffusione di file-metadati tipo il torrent). E' un elemento essenziale del web e della natura interconnessa delle reti. La questione 'istigazione' la trovo moolto ballerina... e diciamo che puo' aver senso *forse* come rafforzativo, per incolpare l'uploader. MA certo non il contrario e tantomeno per colpire in modo indiscriminato tutto un forum, un admin, un hoster, isp.Tra l'altro poi queste discussioni sono paradossali, perche TUTTI sanno che le norme draconiane sulla durata del copyright andrebbero DRASTICAMENTE ridotte, xche ,TANTO NESSUNO le rispetta... Pero' invece piace tenerle cosi', e fare le guerre con gli avvocati, e tenere sottobanco le tonnelate di roba digitalizzata. Perche nessuno mi puo far credere che, chesso, le band non abbiano/hanno usato suoni & musiche duplicate, che i critici (o addirittura gli editor) di fumetti non abbiano usato copie scansionate, ecc. NON dico tutti i gg, ma almeno una volta.L'altro paradosso e' sulla genesi dei tempi. Nel 1700 quando era difficilissimo duplicare un libro, i tempi di protezione erano 14 anni. Ora che e' FACILISSIMO, abbiamo tempi *eterni*. Un assurdo logico.
          Non sono un nuovo adepto alla dottrina delle
          major ma uno che ha vissuto dal di dentro la
          realtà della sponda opposta ed ha deciso che il
          gioco non valeva la
          candela.Beh capisco... io sono stato in svarie sponde, compresa quella di acquirente di warez in EDICOLA (chi ricorda i nastri del c64?) :)E le leggi "colpirne 1 per educarne 10000000" in realta' globalmente NON funzionano, se non per impaurire qualcuno che magari, avrebbe fatto un onesto servizio di streaming/catalogazione/critica/ristampa/whatever con materiale di 30-50 anni fa... ma non puo' farlo perche' ha paura di venir fucilato, e non solo di mera XXXXX acchiappabanner pubblicitari...
          • CCommons scrive:
            Re: Le tesi di Tex

            Assolutamente si.... ci sara' sempre chi vuol
            condividere il film uscito ieri nelle sale. Come
            c'e' chi da fuoco ai cassonetti. E io posso
            essere d'accordo a scatenargli i cani (come fanno
            gia OGGI -ma la platea sarebbe molto + ridotta-),
            SE COME CONTROPARTITA ci fosse quella drastica
            riduzione del copyright ... Anche in quel caso
            non posso pero' essere d'accordo con chi stronca
            gli hyperlink. Un link e' solo un link.Scusa, a scanso di equivoci volevo sottolineare che sono più che d'accordo con te su tutto il post che hai scritto. Rimango scettico sulla questione del link perchè, lo ripeto, qua si parlo del sitarello tipo forum fatto da un "furbetto" che voleva guadagnarci sopra (e per un periodo lo ha fatto). A me pare indifendibile. La cosa è già diversa per altri siti tipo piratebay dove l'idea veniva prima del guadagno. Non so se mi spiego. Quello che voglio dire è che mi sembra palese cosa volesse fare questo tex willer: soldini con i link a materiale protetto da diritti d'autore. Questa tesi va smontata, non so se puntando alla questione link come metadata ce la farebbero.
    • volgare scrive:
      Re: Le tesi di Tex
      Guarda che i siti di cui parli ci sono gia e sempre ci saranno in misura maggiore.
  • topo gigio scrive:
    giudici
    Ma ancora esiste qualcuno che pensa che un giudice in italia vada contro la decisione di un altro giudice laddove poi si puo configurare la richiesta di danni,ahahhaha.E' gia tanto,quando va bene che nn diano la loro intepretazione personale alle leggi che vanno applicando(i famosi DEI Magistrati),ma fatemi il piacere......
  • Luco, giudice di linea mancato scrive:
    E il risarcimento a italianstylewebsite?
    Ce lo mettono il PM e il finanziere di tasca loro?Perché io non ho nessuna intenzione di pagarlo con le mie tasse.Se non ce l'hanno, che si ipotechino la casa. Dormire all'aperto non può che fargli del bene, ci sarà più ossigeno al cervello, forse gli si sveglia qualche sopito e isolato neurone...-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 14 dicembre 2011 15.56-----------------------------------------------------------
    • Marileno scrive:
      Re: E il risarcimento a italianstylewebsite?
      WOW tutto questo astio solo perchè dicono che sei cattivo se tenti di ottenere aggratis qualcosa che è a pagamento per le persone normali, e che tu vuoi avere ma non pagare?
      • panda rossa scrive:
        Re: E il risarcimento a italianstylewebsite?
        - Scritto da: Marileno
        WOW tutto questo astio solo perchè dicono che sei
        cattivo se tenti di ottenere aggratis qualcosa
        che è a pagamento per le persone normali, e che
        tu vuoi avere ma non
        pagare?No. Tutto questo astio solo perche' vogliono che qualcosa che si puo' ottenere gratis, venga invece pagata sulla base di non meglio definiti motivi lobbistico-medievali.E per poter fare questo vengono violate le principali regole della democrazia e applicata la peggior censura preventiva e negato il diritto di presunta innocenza fino a sentenza di colpevolezza.
      • eleirbag scrive:
        Re: E il risarcimento a italianstylewebsite?
        Citando il tuo post:"ottenere aggratis qualcosa che è a pagamento" Difficile darti torto.Difatti stanno tentando di ottenere aggratis il salvacondottaper aver oscurato un forum che non andava oscurato,e dunque per aver commesso un atto illecito con l'aggravantedi esser stato commesso propio da chi le Leggi dovrebbefarle rispettare.Ma tanto si sa che il sistema attuale non solo non li condanna,ma manco li accusa.
      • FDG scrive:
        Re: E il risarcimento a italianstylewebsite?
        - Scritto da: Marileno
        WOW tutto questo astio......perché non sei capace di leggere e capire che parlava di un risarcimento per italianstylewebsite? La supponenza è così forte che arriva ad occluderti la mente?
      • Funz scrive:
        Re: E il risarcimento a italianstylewebsite?
        - Scritto da: Marileno
        WOW tutto questo astio solo perchè dicono che sei
        cattivo se tenti di ottenere aggratis qualcosa
        che è a pagamento per le persone normali, e che
        tu vuoi avere ma non
        pagare?c******i, il sito in questione non aveva nulla di illecito, ed è stato danneggiato in termini di mancati introiti pubblicitari e perdita di parte della base di utenti. Pagate voi i danni?
Chiudi i commenti