Facebook sfida Twitter in tempo reale

Il social network introduce una nuova opzione per intrattenere con le immagini. E con Live Video punta alla condivisione di streaming video in diretta

Roma – Facebook ha lanciato ufficialmente Live Video e Collages, due nuove funzioni per incentivare le condivisioni da parte dei suoi utenti.

Live Video

Le nuove opzioni sono al momento disponibili solo per gli utenti statunitensi di iOS ed sono annunciate in arrivo per Android il prossimo anno. Nel frattempo, tuttavia, sono già state precedentemente sperimentate da alcuni giornalisti e VIP .

La prima nuova funzione si chiama Collages e permette in maniera molto semplice di ottenere una sorta di storia componendo immagini, fotografie e anche spezzoni video , un po’ come permette di fare in automatico Google ai propri utenti Android con le foto scattate attraverso lo smartphone: un vero e proprio collage da condividere sulla propria bacheca.

Di particolare interesse per il settore appare l’opzione di video streaming Live Video : i primi passi sul fronte video in tempo reale, d’altra parte, Facebook li aveva mossi lo scorso aprile , quando anche per la piattaforma mobile di Messenger aveva introdotto il supporto alle videochiamate, e tale estensione dell’opzione dal desktop ai dispositivi mobile aveva già finito per metterla in competizione sia con FaceTime, Google Hangout e naturalmente Skype che, sia con le soluzioni dedicate all’intrattenimento video in tempo reale, con Periscope di Twitter che sembra il principale concorrente del nuovo servizio di Facebook.

Proprio il Twitter, d’altra parte, principalmente con Periscope ma anche con Project Lighting, sta assecondando la sua vocazione a seguire l’evolvere delle storie in tempo reale, un settore che appare particolarmente interessante per gli utenti.
Così, prima Facebook ha anticipato l’argomento introducendo il motore di ricerca interno alla propria piattaforma e sottolineando la possibilità di dare tramite di esso maggiore rilevanza ai commenti in tempo reale, ora con Live Video intende – come spiegano i Product Manager Vadim Lavrusik e Thai Tran – “aiutare gli amici e la famiglia a sentirsi come fossero con te nell’immediato”.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • an0nim0 scrive:
    Troppo lente, sono auto inutili
    A 40 km/h, la loro velocità max, ci credo che non fanno incidenti. Mia nonna non ha mai fatto un incidente in vita sua e non ha mai superato i 50 km/h. In un'auto più lenta di mia nonna non ci salgo neanche da morto. Piuttosto Google prenda esempio da Tesla che almeno in autostrada i 130 li regge alla grande
    • Passante scrive:
      Re: Troppo lente, sono auto inutili
      - Scritto da: an0nim0
      A 40 km/h, la loro velocità max, ci credo che non
      fanno incidenti. Mia nonna non ha mai fatto un
      incidente in vita sua e non ha mai superato i 50
      km/h. In un'auto più lenta di mia nonna non ci
      salgo neanche da morto. Piuttosto Google prenda
      esempio da Tesla che almeno in autostrada i 130
      li regge alla grandehttp://www.corrieredellosport.it/news/motori/gare/2015/12/02-6401150/roborace_nasce_il_campionato_per_auto_senza_piloti/
  • AxAx scrive:
    Secondo me i ragazzini si divertiranno
    un mondo a ... dossare ste autocar.basterà fingere di attraversare continuamente e la macchina automatica rimarrà ferma bloccando il traffico, al contrario dell'automobilista umano che scende e ti prende a sganassoni
    • Funz scrive:
      Re: Secondo me i ragazzini si divertiranno
      - Scritto da: AxAx
      un mondo a ... dossare ste autocar.
      basterà fingere di attraversare continuamente e
      la macchina automatica rimarrà ferma bloccando il
      traffico, al contrario dell'automobilista umano
      che scende e ti prende a
      sganassoniCosa impedisce al passeggero umano di scendere col cric?E se l'auto è vuota, quelli in coda dietro? :p(forse la mancanza del cric, ma si può rimediare)
  • Licaone scrive:
    Stupidaggini
    Il codice della strada in Europa prevede che le luci di bordo di una autovettura, devono essere quelle regolamentate.Non è consentito per nessun motivo fare segnali luminosi diversi da quelli indicati nel codice, tranne che per i veicoli di soccorso e delle forze di sicurezza.Non è consentito nemmeno emettere suoni diversi da quelli del clacson, tipo sirene e roba simile.Quindi la Patent la possono anche prendere ma non possono fare un brevetto in quanto contrario alle leggi vigenti.
    • mesopotamio scrive:
      Re: Stupidaggini
      Escluse le leggi della fisica tutte le altre leggi si adeguano al progresso. Dimmi un po' tu sei rimasto al codice di Hammurabi?
  • Dorghe scrive:
    Non sono convinto
    Cosa mi impedisce di pensare che l'assenza di incidenti sia dovuta all'abilità degli umani che diventano prudenti vedendo un'auto vuota?Sarebbe interessante vedere i valzer che farebbero fra di loro le auto automatiche, e quale sarebbe la loro velocità commerciale.Questo brevetto poi mi sembra una furbata per spostare la responsabilità dall'automobile al pedone; complimenti!
    • ... scrive:
      Re: Non sono convinto
      - Scritto da: Dorghe
      Questo brevetto poi mi sembra una furbata per
      spostare la responsabilità dall'automobile al
      pedone; complimenti!Di pedoni che fanno vaccate ce ne sono tanti quanti gli automobilisti, se non di più; eppure, chissà per quale ragione, la colpa non è mai loro.
  • Dubbioso scrive:
    Assurdo
    Brevetto assurdo
Chiudi i commenti