FAPAV a Telecom: fuori i nomi

L'associazione antipirateria ha chiesto al provider di agevolare la repressione dei crimini effettuati a mezzo P2P. Dubbi del Garante della Privacy circa la validità delle prove fornite finora

Roma – Gli avvocati di FAPAV si sono presentati nella sede del Tribunale Civile di Roma sventolando un atto di citazione con cui hanno chiesto a Telecom di “comunicare alle autorità di pubblica sicurezza tutti i dati idonei alla repressione dei reati”, ovvero i nominativi dei cittadini italiani che si celano dietro alle centinaia di migliaia di indirizzi IP pizzicati a scaricare materiale protetto da copyright.

Dal 2008 a oggi FAPAV ha accertato 2,2 milioni di download illegali servendosi dell’azienda francese CoPeeRight , la quale avrebbe rastrellato IP in barba però alle attuali norme sulla privacy : un passo falso su cui puntano invece gli avvocati di Telecom, affiancati dal Garante della Privacy.

FAPAV non ha mai negato di raccogliere dati personali (IP compresi): se dovesse essere confermato l’uso di strumenti illeciti per fornire prove di download illegale , queste ultime non sarebbero più utilizzabili nel corso del dibattimento.

Nel frattempo Telecom nella sua difesa ha ribadito di essere solo un fornitore di servizi Internet e di non potere monitorare e/o archiviare i dati relativi all’utilizzo fatto dai propri utenti: una linea condivisa anche dal Garante della Privacy.

Giorgio Pontico

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • frannates scrive:
    Siae: fotocopie e diritto d'autore
    La Siae in fondo, non é veramente interessata al controllo della pirateria e alla sua soppressione... Ai suoi responsabili basta solo "gettare la rete" e sperare di prendere quanto più pesce sia possibile.La Siae propone alle copisterie un accordo con il quale, pagando una somma legata al numero delle fotocopiatrici operative, autorizza a produrre copie in ragione del 15% max del totale delle pagine... pur sapendo benissimo che il cliente davvero interessato, fotocopierà tutto il libro in più riprese. La Siae é anche a conoscenza che nelle università operano società private che mettono a disposizione dell'utenza fotocopiatrici sparse in varie aree, dotate di lettori di schede prepagate che consentono di copiare interamente libri senza alcun controllo e senza che per gli stessi siano pagati i diritti d'autore.La Siae é anche a conoscenza che in queste aree universitarie molte macchine così attrezzate sono state dotate di alimentatori automatici, vera gioia degli studenti che, fotocopiato manualmente il primo libro, non trovano alcuna difficoltà a riprodurlo velocemente in più volumi!La Legge (non) é uguale per tutti!
  • Cavallo Pazzo scrive:
    che canguri!!!
    Campa canguro...
  • Undertaker scrive:
    Danno reale
    La Nintendo ha iniziato la vendita di quel gioco in Australia PRIMA che nel resto del mondo, e il tipo lo ha subito messo in condivisione.Significa che, nel resto del mondo la gente si ritroverá quel gioco da scaricare PRIMA di vederlo nei negozi !Significa vendite dimezzate !Il danno che ha fatto quel ragazzo é anche superiore ad un milione.Purtroppo anche questo episodio dimostra che o le aziende usano DRM forti (PS3) o chiudono
    • Alfonso Maruccia scrive:
      Re: Danno reale
      - Scritto da: Undertaker
      Purtroppo anche questo episodio dimostra che o le
      aziende usano DRM forti (PS3) o
      chiudonoE infatti Nintendo combatte da anni con il rischio chiusura perché su Wii la pirateria è rampante (vedi funzionalità "Homebrew channel"). E infatti New Super Wario Prot Blah ha venduto "solo" una decina di milioni di pezzi e rotti.Su su, non diciamo XXXXXXX che per la propaganda spiccia c'è già gentaglia apposita ai posti giusti (SIAE, FIMI, RIAA, IFPI ecc.) :-P
      • Lemon scrive:
        Re: Danno reale

        Su su, non diciamo XXXXXXX che per la propaganda
        spiccia c'è già gentaglia apposita ai posti
        giusti (SIAE, FIMI, RIAA, IFPI ecc.)
        :-PDa quello che dici bisogna aspettare che un'azienda sia in crisi prima che siano rispettati i loro diritti. Della serie mi scarico il CD di XXXXXXX finchè non la vedo in mezzo ad una strada a chiedere l'elemosina.Una copia scaricata non equivale certo ad una copia venduta, però il danno c'è stato. NOn so come lo hanno quantificato, ma il danno c'è stato.
        • Alfonso Maruccia scrive:
          Re: Danno reale
          E' proprio vero il detto: non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire :-P
          • ephestione scrive:
            Re: Danno reale
            ecco stavo rispondendo anch'io... ma alla fine in una riga e mezza hai reso il concetto ;)
          • Lemon scrive:
            Re: Danno reale
            - Scritto da: Alfonso Maruccia
            E' proprio vero il detto: non c'è peggior sordo
            di chi non vuol sentire
            :-Pazz, un giornalista che scrive per proverbi! perchè non provi a spiegarmi piuttosto?
          • Alfonso Maruccia scrive:
            Re: Danno reale
            Improbabile che ci riesca, e non certo per scarsa volontà da parte mia.....
          • Lemon scrive:
            Re: Danno reale
            - Scritto da: Alfonso Maruccia
            Improbabile che ci riesca, e non certo per scarsa
            volontà da parte
            mia.....va bene, grazie lo stesso, evidentemente sono stato giudicato come troppo ottuso per capire, forse la prossima volta sarò ammesso alla casta di chi ragiona meglio di me, saluti
          • angros scrive:
            Re: Danno reale

            va bene, grazie lo stesso, evidentemente sono
            stato giudicato come troppo ottuso per capire,
            forse la prossima volta sarò ammesso alla casta
            di chi ragiona meglio di me,
            salutiProvo a spiegartelo io: Undertaker ha scritto delle assurdità (sosteneva che la Nintendo ci ha rimesso, e quindi era legittimata a fare ciò che ha fatto), Alfonso Maruccia gli ha fatto notare che erano assurdità (sottolineando che la Nintendo sta guadagnando, e non poco), tu ti sei messo a fare del sarcasmo fuori luogo, Alfonso Maruccia ha detto che tu non lo avevi nemmeno ascoltato ("non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire" significa questo).Detta così, l'hai capita?
          • Lemon scrive:
            Re: Danno reale
            - Scritto da: angros

            va bene, grazie lo stesso, evidentemente sono

            stato giudicato come troppo ottuso per capire,

            forse la prossima volta sarò ammesso alla casta

            di chi ragiona meglio di me,

            saluti

            Provo a spiegartelo io: Undertaker ha scritto
            delle assurdità (sosteneva che la Nintendo ci ha
            rimesso, e quindi era legittimata a fare ciò che
            ha fatto), Alfonso Maruccia gli ha fatto notare
            che erano assurdità (sottolineando che la
            Nintendo sta guadagnando, e non poco), tu ti sei
            messo a fare del sarcasmo fuori luogo, Alfonso
            Maruccia ha detto che tu non lo avevi nemmeno
            ascoltato ("non c'è peggior sordo di chi non vuol
            sentire" significa
            questo).

            Detta così, l'hai capita?Innanzi tutto grazie per il tempo che mi dedichi. Come la dici tu la ho capita anche io, quello che non mi spiego è perchè non posso permettermi di fare del "sarcasmo" (almeno così lo hai definito tu). Mi spiego meglio: ero proprio quello che sostenevo e cioè che non importa che un'azienda guadagni tanto o poco, se tu in qualche modo gli fai mancare del guadagno loro hanno diritto di denunciarti. Che poi la cosa sia discutibile o la pena spropositata io questo è un altro discorso. Credo che se si fa passare l'idea che la pirateria va bene perchè tanto non intacca gli utili di un'azienda allora presto molte aziende chiuderebbero, questa è una mia idea personale e non voglio aprire flame o altro, non difendo le major e le loro politiche nè tantomeno la SIAE, quello che ho sempre sostenuto semplicemente è che la miglior strada per farsi ascoltare è il boicottagio e non la pirateria.Detto questo io avevo espresso una mia idea come si fa continuamente in questi forum, la risposta di Alfonso mi ha "spiazzato" perchè ha tagliato il discorso, ok, se è questo che voleva tanto meglio per tutti.Saluti e grazie per la pazienza.
          • Alfonso Maruccia scrive:
            Re: Danno reale
            Beh no, ritiro la battuta sul "peggior sordo che non vuol sentire". Non sei sordo, sei semplicemente l'ennesima vittima della guerra di propaganda delle major.Il P2P non è "pirateria", e infatti noterai che in ogni mio articolo lo scrivo sempre virgolettato. Pirateria (senza virgolette) è contraffare prodotti originali e rivenderli al contrabbando facendo soldi illegalmente sul lavoro altrui. Pirateria è sfruttare il P2P per metterci su un business, pirateria è mettere in piedi servizi warez basati su server centralizzati e far pagare per l'acXXXXX ad alta velocità.Il file sharing, la condivisione, non è pirateria, ma manco per l'anticamera del cervello. Il file sharing è il più appassionato omaggio dei consumatori di intrattenimento (dal coglioncello brufoloso che ascolta le boy band al sofisticato fruitore di musica classica che è solito rilassarsi coi Carmina Burana) agli autori e realizzatori del suddetto intrattenimento.La cosiddetta "industria" che lucra sul lavoro degli autori (pretendendo, per il supporto e il servizio di distribuzione che offre, di spremere autori e consumatori fino all'ultima goccia di sangue che hanno in corpo) non è vittima del file sharing, bensì della sua stessa incapacità ad adattarsi alla società dell'informazione.L'hanno voluto loro, il digitale. E ora se lo tengono. Io mi godo tutto quello che voglio, quando voglio, come voglio grazie al P2P. E compro tantissimo, anche, tu non sai quanto compro da quando ho l'ADSL....
          • Lemon scrive:
            Re: Danno reale
            - Scritto da: Alfonso Maruccia
            Beh no, ritiro la battuta sul "peggior sordo che
            non vuol sentire". Non sei sordo, sei
            semplicemente l'ennesima vittima della guerra di
            propaganda delle
            major.

            Il P2P non è "pirateria", e infatti noterai che
            in ogni mio articolo lo scrivo sempre
            virgolettato. Pirateria (senza virgolette) è
            contraffare prodotti originali e rivenderli al
            contrabbando facendo soldi illegalmente sul
            lavoro altrui. Pirateria è sfruttare il P2P per
            metterci su un business, pirateria è mettere in
            piedi servizi warez basati su server
            centralizzati e far pagare per l'acXXXXX ad alta
            velocità.

            Il file sharing, la condivisione, non è
            pirateria, ma manco per l'anticamera del
            cervello. Il file sharing è il più appassionato
            omaggio dei consumatori di intrattenimento (dal
            coglioncello brufoloso che ascolta le boy band al
            sofisticato fruitore di musica classica che è
            solito rilassarsi coi Carmina Burana) agli autori
            e realizzatori del suddetto
            intrattenimento.

            La cosiddetta "industria" che lucra sul lavoro
            degli autori (pretendendo, per il supporto e il
            servizio di distribuzione che offre, di spremere
            autori e consumatori fino all'ultima goccia di
            sangue che hanno in corpo) non è vittima del file
            sharing, bensì della sua stessa incapacità ad
            adattarsi alla società
            dell'informazione.

            L'hanno voluto loro, il digitale. E ora se lo
            tengono. Io mi godo tutto quello che voglio,
            quando voglio, come voglio grazie al P2P. E
            compro tantissimo, anche, tu non sai quanto
            compro da quando ho
            l'ADSL....Guarda, io su questo ti quoto al 100%, non ho mai pensato che il P2P sia il "male" da sconfiggere, io sono il primo che lo uso per scaricare distro linux o altro materiale non protetto da copyright. Sono d'accordo su tutto ti dico, sulle politiche più che discutibili di molte aziende e tutto il resto. Poi forse ognuno vede le cose in base alle esperienze personali: io per lavoro ho visitato tante case di "utonti" che scaricano dalla mattina alla sere cose che non ascolteranno mai o non avranno il tempo di vedere, non parliamo poi di film con qualità veramente più che discutibili. In base a questo mi sono fatto l'idea che spesso e volentieri chi scarica illegalmente è un "parassita" e basta, probabilmente tu invece hai conosciuto persone che usano la copia "pirata" in modo diverso, come pre-acquisto o come togliersi lo sfizio di avere quell'album in più ma di averne già acquistati un tot.Quello che ho sempre detto, e ripeto per l'ennesima volta, è che secondo me le major hanno il coltello dalla parte del manico perchè la legge è dalla loro parte. A loro non frega niente di vendere un milione di copie e vedere scaricato il loro prodotto 1000 volte, per loro quel 1000 è "mancato guadagno", che poi siano convinti di venderne altri 1000 o solo 10 in più questi sono altri discorsi. A me piacerebbe solo che lo "scaricamento impulsivo" (ci siamo capiti spero) non continui a INQUINARE il mercato con le major o chi per loro intendo che magari sono convinti che piacciano certi prodotti ed i prezzi ed i canali di distribuzione ed i mezzi di fruizione vanno bene così come sono, questi qua sono convinti perchè pensano che ci sia la pirateria, io invece dico NO, signori, io vi faccio vedere che non vado al cinema a vedere quel XXXXX di filmuccolo, non vado a comprarmi quello schifo di boy-band, non vado a comprarmi quel pezzo che mi piace tanto ma con un DRM spietato o con un sistema anticopia che mi mette lo spyware, io BOICOTTO ed esprimo chiaramente i miei gusti e le mie volontà, non posso non andare al cinema a vedere il cinepanettone (tanto per fare un esempio) e poi per dietro scaricarmelo, la do vinta a loro secondo me, non so se mi spiego.Poi c'è anche chi dice che già scaricare è una forma di boicottaggio, io ho come l'idea che sia un discorso di opportunismo più che di critica però forse sbaglio.saluti
          • angros scrive:
            Re: Danno reale
            Scaricando hai i vantaggi del boicottaggio + la fruizione.Se parli di legale o illegale, cercati i cavilli per scaricare legalmente (come ho detto e ripetuto, da youtube puoi scaricare legalmente)
          • Lemon scrive:
            Re: Danno reale
            - Scritto da: angros
            Scaricando hai i vantaggi del boicottaggio + la
            fruizione.
            E' quello che dicevo alla fine del mio post: io sono convinto che le major non ragionano come te, loro dicono "vendiamo meno perchè la gente scarica", tu dici "compro meno perchè non mi va bene come e a quanto lo vendono". ok? bene, adesso io dico: proviamo per un anno (o per un mese o 6) a fargli vedere a questi che il loro non è la pirateria ma i loro prodotti. tutto qua.
          • angros scrive:
            Re: Danno reale
            Ma non possono neanche sapere se hai visto il loro prodotto o no; possono solo sapere se hai pagato o no (e da me sanno che non ho pagato)
          • Alfonso Maruccia scrive:
            Re: Danno reale
            - Scritto da: Lemon

            Io per lavoro ho
            visitato tante case di "utonti" che scaricano
            dalla mattina alla sere cose che non ascolteranno
            mai o non avranno il tempo di vedere, non
            parliamo poi di film con qualità veramente più
            che discutibili. In base a questo mi sono fatto
            l'idea che spesso e volentieri chi scarica
            illegalmente è un "parassita" e bastaGli scaricatori inconsapevoli sono comunque funzionali alla condivisione globale. Perché se tanti XXXXXXXXX scaricano senza nemmeno sapere cosa, molti altri scaricano perché vogliono provare quel gioco, ascoltare quell'artista, vedere quel film. E altri ancora, dopo di questi, comprano quel gioco, quel CD e quel Blu-ray. Nella stessa misura in cui Wikipedia è una enciclopedia comunque leggibile e usabile nonostante tanti XXXXXXX, criminali o semplici idioti la modifichino, così il P2P finisce per assolvere al suo compito della circolazione della conoscenza e dei contenuti a beneficio di TUTTI. E' la legge dei grandi numeri, quelli veri e ragionevoli non quelli che propina la propaganda delle major.

            Quello che ho sempre detto, e ripeto per
            l'ennesima volta, è che secondo me le major hanno
            il coltello dalla parte del manico perchè la
            legge è dalla loro parte. A loro non frega niente
            di vendere un milione di copie e vedere scaricato
            il loro prodotto 1000 volte, per loro quel 1000 è
            "mancato guadagno", che poi siano convinti di
            venderne altri 1000 o solo 10 in più questi sono
            altri discorsi.
            Le major stanno diventando sempre più irrilevanti nella circolazione dei contenuti. Prima o poi si estingueranno o (se ancora dimora un pò di intelligenza da quelle parti) si ristruttureranno per sfruttare le formidabili capacità promozionali del file sharing. La legge? E' anacronistica, quindi altrettanto irrilevante.
            io BOICOTTO ed esprimo
            chiaramente i miei gusti e le mie volontà, non
            posso non andare al cinema a vedere il
            cinepanettone (tanto per fare un esempio) e poi
            per dietro scaricarmelo, la do vinta a loro
            secondo me, non so se mi
            spiego.Biocottaggio? Della cultura popolare? Ma non esiste al mondo, per quanto mi riguarda :-D Io non scarico solo le schifezze che non ho il tempo di vedere/ascoltare/provare, ma se fossi milionario e non dovessi lavorare per vivere probabilmente scaricherei pure quelle per essere "culturalmente edotto" nel più ampio senso possibile del termine....
            Poi c'è anche chi dice che già scaricare è una
            forma di boicottaggio, io ho come l'idea che sia
            un discorso di opportunismo più che di criticaE' una XXXXXXX senza senso o, nella peggiore delle ipotesi, pura e semplice ipocrisia :-D
          • Lemon scrive:
            Re: Danno reale

            Gli scaricatori inconsapevoli sono comunque
            funzionali alla condivisione globale. Perché se
            tanti XXXXXXXXX scaricano senza nemmeno sapere
            cosa, molti altri scaricano perché vogliono
            provare quel gioco, ascoltare quell'artista,
            vedere quel film. E altri ancora, dopo di questi,
            comprano quel gioco, quel CD e quel Blu-ray.
            Nella stessa misura in cui Wikipedia è una
            enciclopedia comunque leggibile e usabile
            nonostante tanti XXXXXXX, criminali o semplici
            idioti la modifichino, così il P2P finisce per
            assolvere al suo compito della circolazione della
            conoscenza e dei contenuti a beneficio di TUTTI.
            E' la legge dei grandi numeri, quelli veri e
            ragionevoli non quelli che propina la propaganda
            delle
            major.
            Mi piace il tuo punto di vista, lo trovo addirittura emozionante, un blob di contenuti con estensione mondiale, mi ricorda un libro di Asimov che ho letto anni fa. L'unica cosa è che mi sembra un pò ottimista, ti ripeto, io vedo molta gente che non compra più nulla, la prima cosa che si sente dire in un gruppo di amici appena esce un film o un disco è "domani lo scarico". Però mi hai conquistato, nel senso che lo scenario che dipingi mi sembra una bella soluzione se funzionasse.Sono scettico anche su come l'industria dell'intrattenimento (levati tutti gli opportuni rami secchi) possa finanziarsi, spesso vengono fatti investimenti per anni prima che si esca con un film o un disco o un gioco.Mi auguro che si possa realizzare quello che immagini.

            Biocottaggio? Della cultura popolare? Ma non
            esiste al mondo, per quanto mi riguarda :-D Io
            non scarico solo le schifezze che non ho il tempo
            di vedere/ascoltare/provare, ma se fossi
            milionario e non dovessi lavorare per vivere
            probabilmente scaricherei pure quelle per essere
            "culturalmente edotto" nel più ampio senso
            possibile del
            termine....Non dico boicottaggio dei contenuti, dico boicottaggio delle forme di distribuzioni, prezzi e altro, se ottenuto questo un produttore vuole continuare a fare film o musica di gusto discutibile faccia pure per carità, non voglio "censurare" la produzione ma indurre chi la pilota a fare di meglio nei prezzi e nella logistica di fruizione, tutto qua.
          • Alfonso Maruccia scrive:
            Re: Danno reale
            - Scritto da: Lemon
            Sono scettico anche su come l'industria
            dell'intrattenimento (levati tutti gli opportuni
            rami secchi) possa finanziarsi, spesso vengono
            fatti investimenti per anni prima che si esca con
            un film o un disco o un
            gioco.La EFF ha proposto la soluzione anni fa: Licenza Volontaria Collettiva e passa la paura ;)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 17 febbraio 2010 19.56-----------------------------------------------------------
          • IL solito scrive:
            Re: Danno reale
            - Scritto da: Alfonso Maruccia

            E, tanto per ribadire il concetto che mi pare non
            sia passato abbastanza: NINTENDO FA UNA BARCA
            DI SOLDI NONOSTANTE CERTI SUOI GIOCHI SIANO
            PIRATATI ALLA GRANDE .e chi se ne frega?Chi pirata giochi Nintendo offusca giochi freeQUESTO danneggia la cultura
        • italiano scrive:
          Re: Danno reale
          D'accordo con te su "un" danno economico derivato dalla non vendita.Assolutamente non d'accordo su "Una copia scaricata non equivale certo ad una copia venduta, però il danno c'è stato"Pensa anche a questo: Quanto profitto sarebbe mancato a Microsoft, Nintendo e Sony (esiste la modifica anche per la PS3, non facciamo le veginelle), se le loro consolle non fossero modificabili.Si sarebbero vendute un decimo delle consolle e un centesimo dei giochi.OPINIONE PERSONALE ONPersonalmente considero come intoriti anche i derivati dalle modifice, dove sono convinto siano le stesse MS, Nint... e Sony e rilasciarleOPINIONE PERSONALE OFF
          • ToFu scrive:
            Re: Danno reale
            emm.... la PS3 attualmente non permette l'uso dei Backuo e nemmeno dei Loader, esiste un exploit per caricare i giochi della PS2 in Hard Disk cosa che va a colpire solo i modelli retrocompatibili.se parli dell'exploit di geohot è solo per leggere la memoria prima che venga crittata dall'hypervisor e sfrutta un glitch del bus ram, causabile con un impulso da 40ms .... cioè come friggersi la ps3 se ti va male.ATTUALMENTE la PS3 resta Blindata.
          • crackers e nutella scrive:
            Re: Danno reale
            - Scritto da: ToFu
            ATTUALMENTE la PS3 resta Blindata.Mi sa che ti sei perso qualcosa...http://punto-informatico.it/2795617/PI/News/anche-ps3-fa-crack.aspx
        • Cavallo Pazzo scrive:
          Re: Danno reale
          Dunque se io ascolto un brano di XXXXXXX (che non avrei mai acquistato), la danneggerei? Mi spieghi in che modo? Per averla ascoltata, oppure perchè in ogni caso non l'avrei mai pagata? Se vuole i miei soldini come minimo deve aprire le gambucce, poi si può iniziare a trattare!
      • attonito scrive:
        Re: Danno reale
        - Scritto da: Alfonso Maruccia
        - Scritto da: Undertaker

        Purtroppo anche questo episodio dimostra che o
        le

        aziende usano DRM forti (PS3) o

        chiudono

        E infatti Nintendo combatte da anni con il
        rischio chiusura perché su Wii la pirateria è
        rampante (vedi funzionalità "Homebrew channel").
        E infatti New Super Wario Prot Blah ha venduto
        "solo" una decina di milioni di pezzi e
        rotti.

        Su su, non diciamo XXXXXXX che per la propaganda
        spiccia c'è già gentaglia apposita ai posti
        giusti (SIAE, FIMI, RIAA, IFPI ecc.) Alfonso, un post che ha senso? che succede?
      • ToFu scrive:
        Re: Danno reale
        Anche la XBOX 360 è alla chiusura a causa dei DRM FORTI che usa........per poco i dischi non fanno il boot da soli, senza far niente.
      • IL solito scrive:
        Re: Danno reale
        Il vero danno della pirateria è per chi cerca di farsi conoscere con cose free.Forse Nintendo ci ha rimesso.Forse no.SIcuramente ci ha rimesso chi h aprogrammato un giochino free o di basso costo che non è stato scaricato al posto di Mario
    • fiertel91 scrive:
      Re: Danno reale
      - Scritto da: Undertaker
      La Nintendo ha iniziato la vendita di quel gioco
      in Australia PRIMA che nel resto del mondo, e il
      tipo lo ha subito messo in
      condivisione.
      Significa che, nel resto del mondo la gente si
      ritroverá quel gioco da scaricare PRIMA di
      vederlo nei negozi
      !
      Significa vendite dimezzate !

      Il danno che ha fatto quel ragazzo é anche
      superiore ad un
      milione.Haha! Tu credi che i pirati scarichino quello di cui hanno stretta necessità? HhahahhaaAaha!Soprattutto, se il rip era finalizzato all'emulazione su PC, allora tutti i pirati si sarebbero acquistati la Nintendo per giocarci?Che logica fallace.
      • FuToN scrive:
        Re: Danno reale
        Io la Wii non la compero manco morto, ma se si potesse giocarli sul PC forse un pensierino ce lo farei..... perchè non fare un Nintendo Store ?
    • marco scrive:
      Re: Danno reale
      ma secondo te se uno aveva la console gia' modificata poi se lo prendeva originale?se uno aveva la console ancora "vergine" la modificava solo perche' quel povero ragazzo ha condoviso il rip su internet?ma dai.. un milione.
      • Cavallo Pazzo scrive:
        Re: Danno reale
        Il danno invece lo ha fatto la nintendo, che rXXXXXXXXXsce milioni di giovani che perdono il loro tempo davanti ad un gioco stupido invece di studiare o di stare all'aria aperta a fare un po' di sano sport!
  • Australiano scrive:
    Precisazioni
    Qualche precisazione: la multa è di 1,5 milioni di dollari australiani, più 100.000 di spese legali. Probabilmente PI ha preso la notizia da un sito americano e le cifre sono state convertite in dollari USA.Burt ha poi condiviso il gioco una settimana PRIMA che questo fosse messo in commercio in Australia.
  • ruppolo scrive:
    In Italia non è ancora sucXXXXX
    Chi vuol essere il primo?
    • Undertaker scrive:
      Re: In Italia non è ancora sucXXXXX
      - Scritto da: ruppolo
      Chi vuol essere il primo?L'Italia é L'ULTIMO paese al mondo in cui si distribuiscono contenuti (film, videogiochi) proprio perché sanno bene che qui tutto viene copiato e messo in condivisione subito.
    • Rainheart scrive:
      Re: In Italia non è ancora sucXXXXX
      Per sentirti grande perchè la divina provvidenza ha punito i brutti e cattivi downloader? (rotfl)
    • Sgabbio scrive:
      Re: In Italia non è ancora sucXXXXX
      Sarai tu.
  • Sardungo scrive:
    Ha Ha Ha!
    Ed io rido, gli sta bene al piratone!
  • attonito scrive:
    gli e' andta ancora bene!
    io avrei proposto come pene acXXXXXrie:a. castrazione chimicab. internamento in campo di sterminio nazista appositamente riaperto e ristrutturato da nintendo allo scopo di combattere la pirateriac. bruciargli tutte le figurined. rivolgersi a lui unicamente col termine "pistolino"
    • Gips scrive:
      Re: gli e' andta ancora bene!
      Mario macht frei!
    • zio cantante scrive:
      Re: gli e' andta ancora bene!
      - Scritto da: attonito
      b. internamento in campo di sterminio nazista
      appositamente riaperto e ristrutturato da
      nintendo allo scopo di combattere la
      pirateriaNeppure Nintendo è immune alla legge di Godwin!Sir, you fail...
      • attonito scrive:
        Re: gli e' andta ancora bene!
        - Scritto da: zio cantante
        - Scritto da: attonito


        b. internamento in campo di sterminio nazista

        appositamente riaperto e ristrutturato da

        nintendo allo scopo di combattere la

        pirateria

        Neppure Nintendo è immune alla legge di Godwin!

        Sir, you fail...(wiki wiki wiki) orca, questa mi era sconosciuta... (mumble mumble) ok, ho perso....
  • nemo230775 scrive:
    follia
    qui non si puo nemmen cominciare a discutere di eticita' o meno del file sharing....rovinare la vita di un ragazzo per una cosa simile e' quanto di piu' basso e vergognoso si possa fare....Le major fanno azioni simili solo per cercare di dissuadere chiunque altro dal compiere lo stesso atto, e in questo viene meno il principio di qualsiasi legge che sta nel essere puniti per la propria colpa e non per quella di altri ipotetici malfattori....Ps: in italia per aver ucciso/stuprato/rubato mandando sul lastrico centinaia di famiglie alla peggio ti danno i domiciliari.....
    • quota scrive:
      Re: follia
      - Scritto da: nemo230775
      Ps: in italia per aver ucciso/stuprato/rubato
      mandando sul lastrico centinaia di famiglie alla
      peggio ti danno i
      domiciliari.....E per spartirsi gli appalti della ricostruzione del terromoto diventi ministro... che paese fico che siamo!!!!!Poi magari presti un libro ad un amico e ti becchi 10 anni per condivisione illegale
      • gibrovacco scrive:
        Re: follia
        le leggi per gli amici si interpretano, per i nemici applicano. Va da sé che governi e lobby (multinazionali), andando a braccetto, hanno per nemico il cittadino, visto sempre meno in quanto tale e sempre più solamente come consumatore.Che paradosso, anche le moderne democrazie si schierano sempre più spesso contro il popolo che dovrebbe regnare sovrano!
      • cognome scrive:
        Re: follia
        Eh già. Poi guarda un po chi lo ha difeso...Cane non mangia cane.
        • pinco pallino scrive:
          Re: follia
          - Scritto da: cognome
          Eh già. Poi guarda un po chi lo ha difeso...
          Cane non mangia cane.Anche tu con i forconi? O preferisci le torce?Magari essendo moderno vorresti una torcia elettrica gommata.
      • pinco pallino scrive:
        Re: follia
        - Scritto da: quota
        - Scritto da: nemo230775

        Ps: in italia per aver ucciso/stuprato/rubato

        mandando sul lastrico centinaia di famiglie alla

        peggio ti danno i

        domiciliari.....

        E per spartirsi gli appalti della ricostruzione
        del terromoto diventi ministro... che paese fico
        che
        siamo!!!!!Più che altro basta che i giornali dicano che una persona èindagata ed ecco che per tutti questa diventa automaticamente colpevole.Hai presente quando la collettività con i forconi accusava di stregoneria una persona nell'800... siamo messi in una situazione simile.Lo ripeto per chi fosse, per interessi personali, un po' duro a ricordare: uno è innocente fino a prova contraria e la prova contraria per la legge italiana equivale ad una condanna da parte di un giudice... non certo di un giornalista (ignorante per giunta).Comunque parlando dell'articolo di Alfonso Mariuccia (IMHO uno dei pochi che sa scrivere molto chiaramente ed con competenza su P.I.) sono chiaramente anch'io disgustato di come una pena non sia commisurata affatto al reato (una vita di lavoro forzato per più di 12 ore al giorno = un dvd condiviso con qualcuno di non specificato).
        • attonito scrive:
          Re: follia

          Comunque parlando dell'articolo di Alfonso
          Mariuccia (IMHO uno dei pochi che sa scrivere
          molto chiaramente ed con competenza su P.I.) sonoConcordo: nel senso, concordo sul concetto di IMHO, nel pieno ripetto dell'articolo 21 della Costituzione Italiana. E basta.
        • grandefrate llo scrive:
          Re: follia
          ci stanno le intercettazioni, oh!vattele un po' a leggere...
        • Trollshiro scrive:
          Re: follia
          - Scritto da: pinco pallino
          Più che altro basta che i giornali dicano che una
          persona
          è
          indagata ed ecco che per tutti questa diventa
          automaticamente
          colpevole.Gli articoli sono un po' più esaustivi di così.HINT: i giornali sono scritti anche dentro, non ci sono solo i titoli
          Hai presente quando la collettività con i forconi
          accusava di stregoneria una persona nell'800...
          siamo messi in una situazione
          simile.Non mi pare che Bertolaso o altri stiano pendendo da un albero. Io sono libero di farmi la mia idea e di esprimerla per quello che è: un'idea. Se la vendo come certezza mi becco giustamente una denuncia per diffamazione.Quanto alle date, sei in ritardo di qualche secolo. Hai presente medioevo, rinascimento, rivoluzione industriale...?
          Lo ripeto per chi fosse, per interessi personali,
          un po' duro a ricordare: uno è innocente fino a
          prova contraria e la prova contraria per la legge
          italiana equivale ad una condanna da parte di un
          giudice... non certo di un giornalista (ignorante
          per
          giunta).Interessi personali? Cioè secondo te qui qualcuno è implicato in gare d'appalto o vuole vendicarsi di qualcuno della P.C.?Ah, toppi ancora di brutto, la condanna di un giudice è una sentenza non una prova contraria. Il giudice ha bisogno delle prove per condannare.
        • Funz scrive:
          Re: follia
          - Scritto da: pinco pallino
          Più che altro basta che i giornali dicano che una
          persona
          è
          indagata ed ecco che per tutti questa diventa
          automaticamente
          colpevole.Sai cosa diceva un noto politico prescritto per mafia?
          Hai presente quando la collettività con i forconi
          accusava di stregoneria una persona nell'800...
          siamo messi in una situazione
          simile.Nell'800 non c'erano ancora le intercettazioni, e non ci saranno più nemmeno nel 2010 grazie al favore fatto dal governo ai delinquenti.
          Lo ripeto per chi fosse, per interessi personali,
          un po' duro a ricordare: uno è innocente fino a
          prova contraria e la prova contraria per la legge
          italiana equivale ad una condanna da parte di un
          giudice... non certo di un giornalista (ignorante
          per
          giunta).certo, certo, uno è presunto innocente persino se già condannato in primo e secondo grado.Sarebbe però opportuno che chi è indagato iniziasse a farsi da parte per non gettare ombre (tanto per usare un eufemismo) sulla carica che ricopre. Come si usa in tutti i Paesi civili.
    • panda rossa scrive:
      Re: follia
      - Scritto da: nemo230775
      qui non si puo nemmen cominciare a discutere di
      eticita' o meno del file sharing....rovinare la
      vita di un ragazzo per una cosa simile e' quanto
      di piu' basso e vergognoso si possa
      fare....E la cosa ancora piu' vergognosa e' che questo disgraziato qua, il disco di supermario, lo ha pure comprato originale!
      • Lemon scrive:
        Re: follia


        E la cosa ancora piu' vergognosa e' che questo
        disgraziato qua, il disco di supermario, lo ha
        pure comprato
        originale!Infatti, cosa l'ha condiviso a fare?? che si vergogni lui
        • panda rossa scrive:
          Re: follia
          - Scritto da: Lemon



          E la cosa ancora piu' vergognosa e' che questo

          disgraziato qua, il disco di supermario, lo ha

          pure comprato

          originale!

          Infatti, cosa l'ha condiviso a fare?? che si
          vergogni
          luiCosa l'ha condiviso a fare chiedi?Magari gli e' piaciuto.Uno condivide le cose belle, mica le porcherie.
          • Lemon scrive:
            Re: follia
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Lemon





            E la cosa ancora piu' vergognosa e' che questo


            disgraziato qua, il disco di supermario, lo ha


            pure comprato


            originale!



            Infatti, cosa l'ha condiviso a fare?? che si

            vergogni

            lui

            Cosa l'ha condiviso a fare chiedi?
            Magari gli e' piaciuto.
            Uno condivide le cose belle, mica le porcherie.si condividono le esperienze, le sensazioni, mica le cose. Altrimenti scusa, tu dici che ti piace tanto la tua ragazza e la condividi con gli altri??
          • anonimo scrive:
            Re: follia
            - Scritto da: Lemon
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: Lemon







            E la cosa ancora piu' vergognosa e' che
            questo



            disgraziato qua, il disco di supermario, lo
            ha



            pure comprato



            originale!





            Infatti, cosa l'ha condiviso a fare?? che si


            vergogni


            lui



            Cosa l'ha condiviso a fare chiedi?

            Magari gli e' piaciuto.

            Uno condivide le cose belle, mica le porcherie.


            si condividono le esperienze, le sensazioni, mica
            le cose . Altrimenti scusa, tu dici che ti piace
            tanto la tua ragazza e la condividi con gli
            altri??:-(:-(
    • Bruno scrive:
      Re: follia
      Qui la colpa è del tribunale, non dell'azienda. L'azienda ci prova, ma è il tribunale che decide... non è ammissibile che per una copia di un gioco uscita prima una persona debba perdere la sua vita... tanto vale condannarlo a morte...- Scritto da: nemo230775
      qui non si puo nemmen cominciare a discutere di
      eticita' o meno del file sharing....rovinare la
      vita di un ragazzo per una cosa simile e' quanto
      di piu' basso e vergognoso si possa
      fare....
      Le major fanno azioni simili solo per cercare di
      dissuadere chiunque altro dal compiere lo stesso
      atto, e in questo viene meno il principio di
      qualsiasi legge che sta nel essere puniti per la
      propria colpa e non per quella di altri ipotetici
      malfattori....
      Ps: in italia per aver ucciso/stuprato/rubato
      mandando sul lastrico centinaia di famiglie alla
      peggio ti danno i
      domiciliari.....
      • tDv scrive:
        Re: follia
        - Scritto da: Bruno
        Qui la colpa è del tribunale, non dell'azienda.
        L'azienda ci prova, ma è il tribunale che
        decide... non è ammissibile che per una copia di
        un gioco uscita prima una persona debba perdere
        la sua vita... tanto vale condannarlo a
        morte...
        Che si trasferisca in un paese civile.mica possono costringerlo a pagarla la multa se non risiede in australia.
    • Undertaker scrive:
      Re: follia
      - Scritto da: nemo230775
      Ps: in italia per aver ucciso/stuprato/rubato
      mandando sul lastrico centinaia di famiglie alla
      peggio ti danno i
      domiciliari.....infatti quale industria dei contenuti esiste in Italia ?Tele+ ha chiuso proprio per la pirateria inarrestabile, Sky lavora solo grazie ai propri DRM blindati
      • .net scrive:
        Re: follia
        - Scritto da: Undertaker
        - Scritto da: nemo230775

        Ps: in italia per aver ucciso/stuprato/rubato

        mandando sul lastrico centinaia di famiglie alla

        peggio ti danno i
        domiciliari.....

        infatti quale industria dei contenuti esiste in
        Italia
        ?
        Tele+ ha chiuso proprio per la pirateria
        inarrestabile, Sky lavora solo grazie ai propri
        DRM
        blindatiDiciamo che Tele+ è stato svenduto a sky grazie alla pirateria. Mi rimane impressa la frase che leggo sui miei libri universitari, proprio nella prima pagina: La realizzazione di un libro comporta costi variabili (carta, stampa, legatura) e costi fissi, cioè indipendenti dal numero di copie stampate (traduzione, preparazione degli originali, redazione, composizione, impaginazione). I fotocopiatori possono contenere il prezzo perché, oltre a non pagare i diritti d'autore, non hanno costi fissi.Ogni fotocopia, d'altra parte, riducendo il numero di copie vendute dall'editore, aumenta l'incidenza dei costi fissi a copia e costringe l'editore ad aumentare il prezzo; questo, naturalmente, fornisce un ulteriore incentivo a fotocopiare.Se questo circolo vizioso non verrà spezzato, arriveremo al punto in cui gli editori non avranno più convenienza economica a realizzare libri di testo per l'università. In quel momento non ci saranno più neppure fotocopie...Riflettete su queste parole, non dico che non dovete piratare, ma almeno non difendete la pirateria!
Chiudi i commenti