File sharing, Laura Pausini e l'operazione inedito

Si muovono le Fiamme Gialle di Milano: due denunciati a piede libero, contenuti rimossi dalla piattaforme di sharing, interrotti oltre 1100 link alle nuove opere della cantante

Roma – Ad annunciarla è stato un recente comunicato stampa diramato dai vertici della Federazione Industria Musicale Italiana (FIMI). L’ Operazione Inedito è stata portata avanti dal Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Milano, con l’obiettivo di contrastare “lo scambio illegale di file di opere musicali effettuato mediante condivisione delle stesse in rete”.

L’operazione – che ha interessato le aree di Milano, Bergamo e Caserta – ha così portato alla denuncia a piede libero di “due soggetti che avevano messo in condivisione circa 22500 opere musicali, tra cui brani contenuti nel nuovo album dell’artista Laura Pausini”. Per l’appunto intitolato Inedito . Tra i dispositivi sequestrati dagli agenti, 2 PC e 32 CD-ROM . A risultare indagato è l’ex-chitarrista della cantante Gabriele Fersini.

Stando ai dati forniti dai vertici di FIMI, l’azione di monitoraggio ha portato all’ eliminazione di oltre 1100 link, dei quali 470 con l’intero album e 670 con singoli e video , collegamenti a materiale condiviso sulle principali piattaforme di sharing e di streaming, spesso rilanciati a mezzo blog. “In totale sono state coinvolte 25 piattaforme e il monitoraggio, che ha consentito la rimozione dei brani piratati, ha avuto la durata di 2 mesi”, si legge nel comunicato stampa della Federazione.

“Aspetto questo importante perché è stata realizzata un’intensa attività prima dell’uscita del nuovo album – ha spiegato ancora FIMI – consentendo nelle prime settimane di lancio di non pregiudicare le vendite. Complessivamente sono stati rimossi 426 link prima dell’uscita (in 50 giorni) e 722 link rimossi dopo l’uscita (in 10 giorni)”.

Pausini, non nuova ad esternazioni determinate contro la condivisione online, potrà forse sperare di contare su schiere di soli consumatori paganti. “I sequestri, effettuati prima dell’uscita del nuovo album di Laura Pausini, hanno permesso di rimuovere immediatamente i file dalle piattaforme e di impedire l’illecita diffusione dei nuovi brani – si legge nel comunicato stampa delle Fiamme Gialle di Milano – evitando un danno economico all’artista di diversi milioni di euro generato dalla pre-release illecita”.

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Paperoliber o scrive:
    Altro che Apple.....!!!
    Questa si che è innovazione...Mica l'Ipone o la padella...Gli manca solo uno schermo OLED trasparente e dopola scrivania diverrà un lontano ricordo !!!!! Comandare i pc con dei gesti, grandi display trasparenti, tablet che comunicano fra di loro per contatto/vicinanza....ecc..Direi che visioni di HID stile "Minority Report" "Avatar" sono oramai un futuro imminente....
    • Dottor Stranamore scrive:
      Re: Altro che Apple.....!!!
      - Scritto da: Paperoliber o
      Questa si che è innovazione...Mica l'Ipone o la
      padella...
      Gli manca solo uno schermo OLED trasparente e dopo
      la scrivania diverrà un lontano ricordo !!!!!
      Comandare i pc con dei gestiParli male del padella, ma alla fine fai gli stessi discorsi che fanno i fanatici del touchscreen. Passa 8 ore a comandare il PC con dei gesti muovendo le braccia e poi ne riparliamo.Il kinnect va bene per certe cose, ma il PC+tastiera+mouse rimane lo strumento più comodo per lavorare in generale.
  • iupiter scrive:
    se gli riesce
    se gli riesce e' la prima cosa interessante dell'era ballmer, speriamo poi che non cominceranno a fare cause alle industrie che fanno joystick....conoscendo le ultime gesta di microsoft ed apple...
    • Sborone di rubikiana memoria scrive:
      Re: se gli riesce
      Io mi chiedo perché siano stati così stupidi da non farlo subito se non prima di Xbox... renderebbe più appetitoso anche il Windows stesso se fosse integrato perfettamente.Mah, misteri Microsoft.
      • Axel scrive:
        Re: se gli riesce
        - Scritto da: Sborone di rubikiana memoria
        Io mi chiedo perché siano stati così stupidi da
        non farlo subito se non prima di Xbox...
        renderebbe più appetitoso anche il Windows stesso
        se fosse integrato
        perfettamente.

        Mah, misteri Microsoft.me lo sono chiesto pure io... poi mi son risposto che sono la microsoft, quelli de "il web è una roba inutile"! :D
      • sgabe scrive:
        Re: se gli riesce
        perchè il mercato professionale non è interessato a questo strumento.
        • krane scrive:
          Re: se gli riesce
          - Scritto da: sgabe
          perchè il mercato professionale non è interessato
          a questo strumento.Cosa intendi per "mercato professionale" ???
        • Non Me scrive:
          Re: se gli riesce
          - Scritto da: sgabe
          perchè il mercato professionale non è interessato
          a questo
          strumento.ti consiglio di guardare il primo video linkato all'articolo... tra le altre cose fanno vedere anche il controllo di un robot (esagerando, ovviamente, in quanto é un robot per disinnesco di bombe!!! che bell'esempio...)Tuttavia é sicuramente un ambito "professionale", cmq tu voglia definire il professionale... se poi vuoi compilare una tabella excel, hai sbagliato prodotto.
        • p4bl0 scrive:
          Re: se gli riesce
          - Scritto da: sgabe
          perchè il mercato professionale non è interessato
          a questo
          strumento.intendi come hanno già fatto (non ricordo dove ma c'è la scena nel primo video) dei medici che nel mezzo dell'operazione, per vedere non-so-cosa su pc, invece di usare un pc (fuori dalla sala e per il quale doveva togliere i guanti e poi rilavarsi ecc.) si avvicina e gesticola?
          • sgabe scrive:
            Re: se gli riesce
            ...quante possono essere l'installazioni ??? via su, non arriva allo 0,02%....
          • p4bl0 scrive:
            Re: se gli riesce
            - Scritto da: sgabe
            ...quante possono essere l'installazioni ??? via
            su, non arriva allo
            0,02%....no, ma sono d'accordo che gli ambiti sono piuttosto limitati, ma in alcuni casi una soluzione del genere funziona anche in "ambiti professionali"
          • sgabe scrive:
            Re: se gli riesce
            Si ma un'azienda come microsoft, non si muove per 50.000 installazioni, ora si vede che ha già ripreso i soldi da kinect e costo zero lo rifila in windows.
          • tizio caio scrive:
            Re: se gli riesce
            pensate un domani solo alla pratica e poi alle operazioni che si possono effettuare in campo chirurgico, invece di imparare su "pupazzi" puoi fare pratica con software ad hoc e in seguito operare a distanza muovendosi come fa un chirurgo normalmente e non usando joystich
Chiudi i commenti