Finirà il monopolio SIAE?

Il Governo accetta un ordine del giorno che prevede la revisione della gestione del diritto d'autore. Come richiesto dalla UE


Roma – Qualcosa si muove. La gestione del diritto d’autore, che la Commissione Europea ha già richiesto non sia in mano ad un solo organismo monopolista, potrebbe presto in Italia conoscere una sostanziale evoluzione: il Governo ha infatti approvato un significativo ordine del giorno.

L’Esecutivo due giorni fa ha accolto come raccomandazione l’ordine del giorno proposto dal senatore Stiffoni (Lega) che prevede una revisione dell’articolo 180 della legge che, in sostanza, affida alla SIAE la gestione esclusiva della raccolta del diritto d’autore.

L’ordine del giorno “impegna il Governo ad addivenire al più presto ad una modifica della legge n. 633 del 1941….. revisione che non può prescindere dal prevedere condizioni di assoluta parità di diritti e di obblighi tra tutti i soggetti che esercitano l’attività già riservata in esclusiva alla SIAE e alla IMAIE”. Quest’ultimo è l’Istituto mutualistico degli Artisti Interpreti Esecutori.

Non si tratta di una transizione facile: come si ricorderà su questo già si era aperta una querelle tra la stessa SIAE e la Federazione della musica italiana FIMI , che da tempo chiede una liberalizzazione del settore.

“Per FIMI – ha dichiarato ora la Federazione – si tratta di un importante segnale del Governo italiano per procedere verso l’effettiva liberalizzazione della gestione del diritto d’autore, come peraltro già indicato dalla Commissione Europea”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Garson Poole scrive:
    L'Europa in mano alle multinazionali
    ...Per quel poco che ancora non lo è: e il parlamento europeo non conta niente, è solo fumo negli occhi, una presa in giro!Bell'Europa che abbiamo:- si agli OGM senza controllli e senza "principio di precauzione", prima tanto sbandierato-sì ai brevetti softwareAspettiamo che venga ratificato anche da noi il fatto di poter brevettare la vita, rapinare biodiversità e popolazioni del 3° mondo come già stabilito dagli Usa...E' l'agenda del WTO che và avanti...presto bene che ci vada sarà come in Codice 46 :(
  • Rex1997 scrive:
    Un modo per protestare civilmente
    Non so quanti siamo ad essere contro la brevettazione selvaggia dell'aqua calda, ma un modo civile di protestare esiste....fate sapere al vostro deputato nel parlamento europeo, tramite e-mail, che alle prossime elezioni europee se passa questo scempio e se non voterà contro alla legge, non gli darete il voto.....:pE' piccola cosa ma di grande effetto soprattutto sui nostrani politici, notoriamente "poco" attaccati alle poltroncine parlamentari....(In realtà devono ancora inventare il solvente per la colla che usano:D...)==================================Modificato dall'autore il 26/05/2005 23.54.49
    • Garson Poole scrive:
      Re: Un modo per protestare civilmente
      Si può fare...forse può essere efficace (per il motivo che hai brillantemente spiegato). Probabilmente non risponderanno. Ho scritto a Vittorio Agnoletto e a Giulietto Chiesa, persone che stimavo (e ancora stimo) ma non ho ricevuto alcun segno che avessero ricevuto il messaggio :- Scritto da: Rex1997
      Non so quanti siamo ad essere contro la
      brevettazione selvaggia dell'aqua calda, ma un
      modo civile di protestare esiste....fate sapere
      al vostro deputato nel parlamento europeo,
      tramite e-mail, che alle prossime elezioni
      europee se passa questo scempio e se non voterà
      contro alla legge, non gli darete il voto.....:p
      E' piccola cosa ma di grande effetto soprattutto
      sui nostrani politici, notoriamente "poco"
      attaccati alle poltroncine parlamentari....(In
      realtà devono ancora inventare il solvente per la
      colla che usano:D...)

      ==================================
      Modificato dall'autore il 26/05/2005 23.54.49
      • Rex1997 scrive:
        Re: Un modo per protestare civilmente
        - Scritto da: Garson Poole
        Si può fare...forse può essere efficace (per il
        motivo che hai brillantemente spiegato).
        Probabilmente non risponderanno. Ho scritto a
        Vittorio Agnoletto e a Giulietto Chiesa, persone
        che stimavo (e ancora stimo) ma non ho ricevuto
        alcun segno che avessero ricevuto il messaggio :Non ti diranno mai di aver ricevuto il messaggio con la conferma di ricezione dello stesso (anche se il modo per forzarla c'è..:) ) ma sono sicuro che il suo effetto lo farà, sopratutto se una mano in questo senso, riusciamo ad averla dai tanti avversari europei alla famigerata legge che possono inviare un messaggio analogo ai loro rappresentanti in seno al Parlamento Europeo: forse ai nostri politici non farà muovere un pelo, ma ti assicuro che i politici tedeschi, inglesi, francesi, belgi, olandesi, austriaci et analoghi la cosa interessa e non poco....far passare una legge che costerà loro il posto è più pesante che accettare "pressioni" dalle multinazionali!
  • Anonimo scrive:
    cioé OGGI????
    e se io stacco alle 17.30, devo venire dal Veneto a Bologna , non ho manco fatto la spesa per domani e non ho avvertito mia moglie ... :-Ocome diavolo faccio!?
  • ishitawa scrive:
    purtroppo...
    per carità, fate bene, però di fronte ad un governo che dice già che lo sciopero generale è inutile e non modificherà le sue idee (non per i brevetti, [magari] ma per il contratto) di fronte ad un consiglio europeo che non asclta nemmeno il parlamento...che possono fare 4 gatti che si parlano addosso visto che chi partecipa è della stessa idea e qundi non serve convincerloe in media in questi casi i politici latitano o mandano oscuri tirapiedi a cui non frega niente e rischiano di addormentarsi alla tavola rotonda
    • Santos-Dumont scrive:
      Re: purtroppo...
      - Scritto da: ishitawa
      per carità, fate bene, però di fronte ad un
      governo che dice già che lo sciopero generale è
      inutile e non modificherà le sue idee (non per i
      brevetti, [magari] ma per il contratto) di fronte
      ad un consiglio europeo che non asclta nemmeno il
      parlamento...
      che possono fare 4 gatti che si parlano addosso
      visto che chi partecipa è della stessa idea e
      qundi non serve convincerlo
      e in media in questi casi i politici latitano o
      mandano oscuri tirapiedi a cui non frega niente e
      rischiano di addormentarsi alla tavola rotondaUna volta ho letto che se un tizio gira per strada ammantandosi con un lenzuolo, arriva la neuro e lo sbatte in manicomio. Ma se a girare col lenzuolo sono in 5 o 10, allora diventa un culto religioso, dunque non perseguibile... (cylon)
  • Anonimo scrive:
    BREVETTI = PROPRIETA' PRIVATA|
    BREVETTI -COPYRIGHT- PROPRIETA' PRIVATA.... prima c'erano gli schiavi poi gli ebrei poi i critici gli eretici le streghe gli scienziati i medici, un giorno un gruppo di preti e borghesi si svegliarono e cominciarono a scrivere che il sistema era marcio questi tizi erano gli illuministi della rivoluzione francese:CHE TOLSE IL POTERE ALLA CHIESA INQUISITRICE E PROIBIZIONISTA AVUTO PER OLTRE 1750 ANNI SOPRA AL RE!.l pensatore francese Morelly auspica una nuova società caratterizzata dall 'abolizione della proprietà privata, causa di tutti i mali, e dalla realizzazione di una perfetta uguaglianza fra gli uomini.uomini dal calibro di:Voltaire Non condivido la tua idea, ma darei la vita perché tu la possaesprimere. -----------------------------------------------------------------------------I BREVETTI SUL SOFTWARE SONO IL MALE: LO DICE ANCHE IL GURU LINUX MUDDOG http://www.corriere.it/Primo_Piano/Scienze_e_Tecnologie/2005/05_M[...] e Bill Gates arrichito l'impero capitalista e delle sua corporation in 15 anni di Microsoft si è scordato quando diceva:"Se la gente avesse capito il meccanismo di assegnazione dei brevetti quando la maggior parte delle idee di oggi furono inventate e le avesse effettivamente brevettate, l'industria sarebbe completamente immobile oggi"Bill Gates (1991)
    • Anonimo scrive:
      Re: BREVETTI = PROPRIETA' PRIVATA|
      No, la proprieta` privata e` che quel che e` mio e` mio.I brevetti sono che quel che e` tuo e` mio.E` diverso...
  • TPK scrive:
    Re: Via Paolo Fabbri..
    - Scritto da: casteredandblue


    - Scritto da: TPK

    2. Se non erro e' stato tra i firmatari di una

    lettera alla commissione europea contro la

    pirateria musicale

    Questo non lo ricordo,dovrei controllare..
    ricordo che era stato fatto un'articolo a
    riguardo proprio qui su P.I. e che in conseguenza
    di questo sul P2P sbocciarono file dal nome
    "Black List - Questi artisti vi vogliono in
    galera.txt" :$ Quando cerchi, ricordati che era una lettera indirizzata alla UE, in quella di cui aveva parlato PI i firmatari di maggior rilievo era gente tipo Nek o Paola e Chiara...
  • Anonimo scrive:
    Chi ha buon senso è contro i brevetti SW
    Ma abbiamo visto che in Italia, paese degli ITALIOTI, il buon senso sono decenni che non sta di casa.Del resto abbiamo qui visto la posizione della Confindustria e dell' ANIE che sono favorevoli ai brevetti SW e spingono xchè vengano adottati in Europa.Posizione doppiamente suicida x l' Italia visto e considerato anche le miserevoli condizioni di recessione economica in cui versa.L' Italia, PAese degli ITALIOTI, con le posizione presa dalla SGONFINDUSTRIA, se dovesse passare la brevettazione in EU nonostante il parere contrario del Parlamento Europeo, perderebbe l' ultimo treno che gli offrirebbe una possibilità di rilancio e di riscatto.
    • trinitro scrive:
      Re: Chi ha buon senso è contro i brevetti SW
      Concordo, e magari, un domani, ce la prenderemo in quel posto per un brevetto americano ideato da un cervello italiano espatriato... :| Trent- Scritto da: Anonimo
      Ma abbiamo visto che in Italia, paese degli
      ITALIOTI, il buon senso sono decenni che non sta
      di casa.
      Del resto abbiamo qui visto la posizione della
      Confindustria e dell' ANIE che sono favorevoli ai
      brevetti SW e spingono xchè vengano adottati in
      Europa.
      Posizione doppiamente suicida x l' Italia visto e
      considerato anche le miserevoli condizioni di
      recessione economica in cui versa.
      L' Italia, PAese degli ITALIOTI, con le posizione
      presa dalla SGONFINDUSTRIA, se dovesse passare la
      brevettazione in EU nonostante il parere
      contrario del Parlamento Europeo, perderebbe l'
      ultimo treno che gli offrirebbe una possibilità
      di rilancio e di riscatto.
    • Anonimo scrive:
      Re: Chi ha buon senso è contro i brevett
      Avrei capito questa posizione per un paese che investe molto in ricerca e sviluppo... Noi in ricerca e sviluppo non investiamo non so da quando... :(
Chiudi i commenti