Foxconn chiude l'impianto assassino

Il conglomerato cinese annuncia la chiusura dell'impianto in cui si è verificata la morte di tre operai a causa di un'esplosione

Roma – Dopo le tre vittime provocate dall’ esplosione assassina nell’impianto produttivo di Chengdu, il colosso cinese Foxconn ha deciso di chiudere la fabbrica e di condurre tutte le indagini necessarie a individuare la causa del grave incidente. Nessun problema invece per la tabella di marcia nella produzione delle componenti per iPad 2, assicura la società taiwanese.

Le indagini sull’incidente sono ancora in corso e non sono stati indicati termini precisi per la loro conclusione, mentre dalle analisi preliminari condotte da Foxconn risulta che l’esplosione sia stata provocata dalla presenza di polvere combustibile in un condotto.

Dei 16 operai feriti nell’esplosione sei hanno già lasciato l’ospedale, mentre non si conosce lo stato delle tre persone ricoverate in condizioni gravi. Foxconn si trova a fronteggiare l’ennesima “crisi” di una storia costellata da incidenti e polemiche , dovendo sostenere la perdurante accusa di violazione dei diritti umani di giovani operaie e operai “incatenati” alle linee produttive dei gadget tecnologici più moderni, Apple ma non solo.

Per quanto riguarda i potenziali effetti negativi della chiusura dell’impianto di Chengdu sulle consegne dell’ambito iPad 2 di Cupertino, Foxconn rassicura Apple, gli adepti della Mela e il mercato confermando che “la maggior parte della produzione di iPad 2 viene ancora fatta a Shenzhen”, e anche se “l’intera linea produttiva di iPad 2 a Chengdu fosse danneggiata, l’impatto dovrebbe essere inferiore al 20% della produzione totale di iPad”.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Sisko scrive:
    E per fortuna che si lamentano...
    Sono continuamente denunciati per pratiche anti concorrenziali, ed ora che si sono comprati skype leggete cosa hanno fatto:http://now.eloqua.com/es.asp?s=491&e=162556&elq=605e19e515824e529f8b407826fcfc50E per fortuna che l'Europa aveva imposto loro di rilasciare le specifiche dei protocolli per permettere l'interoperabilità anca da parte di altri concorrenti.E' proprio vero, il lupo perde il pelo ma non il vizio.
    • collione scrive:
      Re: E per fortuna che si lamentano...
      soprattutto quando il lupo viene premiato per le pecore che divora invece di essere bastonatoil dipartimento di giustizia USA dovrebbe abbracciare la tazza e chiedere scusa, non si era mai visto nella storia americana una marketta simile a favore di un monopolista reo e recidivo
      • 6315 scrive:
        Re: E per fortuna che si lamentano...
        - Scritto da: collione
        soprattutto quando il lupo viene premiato per le
        pecore che divora invece di essere
        bastonato

        il dipartimento di giustizia USA dovrebbe
        abbracciare la tazza e chiedere scusa, non si era
        mai visto nella storia americana una marketta
        simile a favore di un monopolista reo e
        recidivoe... comunque la multa è troppo si!nel senso di troppo bassa!è molto ma molto meno di quello che hanno pagato per skype!E con i "risultati" che già si vedono (asterisk)...Altro che vizio e pelo...Qui il monopolista non solo non perde ne il pelo ne il vizio ci si è limitati (con la multa) ad una "spuntatina" restano e persistono sia il pelo che il vizio!
        • collione scrive:
          Re: E per fortuna che si lamentano...
          - Scritto da: 6315
          e... comunque la multa è troppo si!
          nel senso di troppo bassa!vabbè dai, l'UE voleva per una volta allinearsi all'Italia :D
          Qui il monopolista non solo non perde ne il pelo
          ne il vizio ci si è limitati (con la multa) ad
          una "spuntatina" restano e persistono sia il pelo
          che il
          vizio!io l'ho sempre detto che l'UE deve lanciare una massiccia campagna d'imposizione di formati dati open nella PA e da lì a cascata si adegueranno le aziende e poi gli home useril software open avrà la possibilità di dimostrare quanto vale veramente ( senza dover sentire XXXXXte tipo "libreoffice fa schifo perchè non supporta le macro di word"...e grazie tante! ) e il draga perderà sempre più appeala ciò aggiungiamo la provvidenziale ( si, in questo caso è provvidenziale ) campagna delle major contro la pirateria ( leggi "meglio che non installo il windows pezzotto" ) e vedremo il market share di windows colare a piccol'UE deve fortemente imporre l'obbligo di interoperabilità e apertura delle tecnologie per l'interoperabilità ( formati dati, protocolli di sharing, networking, ecc... )è questa la soluzione, non le multe ridicole che tanto non pagheranno mai
          • krane scrive:
            Re: E per fortuna che si lamentano...
            - Scritto da: collione
            - Scritto da: 6315

            e... comunque la multa è troppo si!

            nel senso di troppo bassa!
            vabbè dai, l'UE voleva per una volta allinearsi
            all'Italia
            :D

            Qui il monopolista non solo non perde ne il pelo

            ne il vizio ci si è limitati (con la multa) ad

            una "spuntatina" restano e persistono sia il
            pelo

            che il

            vizio!

            io l'ho sempre detto che l'UE deve lanciare una
            massiccia campagna d'imposizione di formati dati
            open nella PA e da lì a cascata si adegueranno le
            aziende e poi gli home userEd anche imporre la criptazione a livello di comunicazioni aziendali, ha fatto fare uno studio su echelon per, una volta constatato il pesante spionaggio industriale, non fare nulla.
          • Lemon scrive:
            Re: E per fortuna che si lamentano...

            io l'ho sempre detto che l'UE deve lanciare una
            massiccia campagna d'imposizione di formati dati
            open nella PA e da lì a cascata si adegueranno le
            aziende e poi gli home
            user
            Anche io l'ho sempre detto, sono d'accordo
            il software open avrà la possibilità di
            dimostrare quanto vale veramente ( senza dover
            sentire XXXXXte tipo "libreoffice fa schifo
            perchè non supporta le macro di word"...e grazie
            tante! ) e il draga perderà sempre più
            appeal
            No, qua non sono d'accordo, il formato dei dati è una cosa, il software è un'altra. Anche se sono tendenzialmente favorevole al software open, non sempre è la migliore soluzione quindi non mi sembra corretto costringere la PA o le aziende a software open, se ci fossere formati open e standard ognuno potrebbe fare quello che gli pare senza costrizioni.
            a ciò aggiungiamo la provvidenziale ( si, in
            questo caso è provvidenziale ) campagna delle
            major contro la pirateria ( leggi "meglio che non
            installo il windows pezzotto" ) e vedremo il
            market share di windows colare a
            picco
            non seguo più il mercato home da tanto tempo però mi sembra di vedere che il "windows pezzotto" non va più tanto di moda (a differenza dell'office), adesso ci sono tanti che comprano OEM preinstallato, chi viene da XP ha una stabilità di sistema che non va a sacrificare per un windows 7, non siamo più ai tempi del 95/98. Però è una mia impressione, sono convinto che comunque pezzotto o meno rimarrebbe una altissima diffusione nei client anche se combatti la pirateria.
            l'UE deve fortemente imporre l'obbligo di
            interoperabilità e apertura delle tecnologie per
            l'interoperabilità ( formati dati, protocolli di
            sharing, networking, ecc...
            )Sono d'accordo, i protocolli invece sono già aperti a meno che tu non ti riferisca all'SMB di MS che alla fine, se non sbaglio, è quello per il quale l'UE ha sanzionato MS.

            è questa la soluzione, non le multe ridicole che
            tanto non pagheranno
            maiScusa, ma come fanno a spingere se non mettono multe? come dire "promuoviamo l'uso del casco in motorino ma non mettiamo le multe a chi non lo fa"
          • Darwin scrive:
            Re: E per fortuna che si lamentano...
            - Scritto da: Lemon
            No, qua non sono d'accordo, il formato dei dati è
            una cosa, il software è un'altra. Anche se sono
            tendenzialmente favorevole al software open, non
            sempre è la migliore soluzione quindi non mi
            sembra corretto costringere la PA o le aziende a
            software open, se ci fossere formati open e
            standard ognuno potrebbe fare quello che gli pare
            senza
            costrizioni.Il software open garantirebbe una migliore continuità del lavoro, visto che terminerebbe la squallida politica del continuare a non aggiornare il sistema operativo per paura che il software non funzioni più. Non esisterebbe più il problema di usare groviera come XP che sono tecnologicamente all'età della pietra.Con il software open si otterrebbe una maggiore affidabilità del software, rispetto al proprietario vista la mancanza di Security Trought Obscurity.Con il software open ci sarebbe la possibilità di modellare il software agli usi più adatti anche attraverso accordi con le community che ne garantirebbero l'assistenza, come si è deciso in Puglia tra la regione e i LUG di Lecce e Bari. Questo significherebbe mettere in comunicazione la regione/comune/provincia col mondo universitario, mettendo a disposizione della PA i frutti di un lavoro collettivo. Questo vuol dire migliorare la qualità degli studi degli studenti che essendo messi alla prova cercherebbero di svolgere il lavoro nel miglior modo possibile costruendo software di impeccabile qualità.Si otterrebbe una maggiore sicurezza grazie a l'uso di repository interni, che garantirebbero un rigido controllo sul software. Ecc...Ma come al solito in Italia si preferisce fare accordi con i brand come Microsoft per ottenere i loro spaghetti code...Non importa poi che i computer si blocchino un giorno si e l'altro pure anche durante transazioni importanti. Non importa che i computer siano attaccati dai malware. Non importa che i computer diventino obsoleti a causa dei software elefanti che sono svilu'ppati da una manica di cog*ioni che dovrebbero andare a raccogliere verdure piuttosto che dedicarsi allo sviluppo del software. Non importa...l'importante è che ci sia Active Directory, altrimenti il finto tennico assunto perchè era amico del figlio del cugino del direttore entra nel panico...Ma per piacere...Poi ci lamentiamo che i cervelli vanno via e che questo paese va a put*ane...-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 29 maggio 2011 14.55-----------------------------------------------------------
          • Lemon scrive:
            Re: E per fortuna che si lamentano...
            Modificato dall' autore il 29 maggio 2011 14.55
            --------------------------------------------------Forse fuggono perchè c'è gente che guarda solo in una direzione
          • krane scrive:
            Re: E per fortuna che si lamentano...
            - Scritto da: Lemon

            Il software open garantirebbe una migliore

            continuità del lavoro, visto che terminerebbe la

            squallida politica del continuare a non

            aggiornare il sistema operativo per paura che il

            software non funzioni più.
            Veramente in TUTTE le aziende ed enti dove vado
            per lavoro le uniche macchine che non si
            aggiornano sono quelle linux. Ti ripeto: TUTTE, e
            non sono poche. Hanno paura di fare aggiornamenti
            ed in molti casi per esperienze negative avute in
            passato. Macchine veloci ed affidabili per
            carità, ma niente aggiornamenti.Wazz... controllato una per una ?

            Con il software open si otterrebbe una maggiore

            affidabilità del software, rispetto al

            proprietario vista la mancanza di Security

            Trought Obscurity.
            Non penso che i software gestionali soffrano di
            questo problema, se parli solo di sistema
            operativo posso darti ragione, se parli di
            software in generale è giusto contestualizzare

            Con il software open ci sarebbe la possibilità

            di modellare il software agli usi più adatti

            anche attraverso accordi con le community che

            ne garantirebbero l'assistenza, come si è

            deciso in Puglia tra la regione e i LUG di

            Lecce e Bari.
            Non penso che un ente si possa affidare a
            dei volontari per un software gestionale.Infatti di solito si affidano alle universita'.

            Questo significherebbe mettere in comunicazione

            la regione/comune/provincia col mondo

            universitario, mettendo a disposizione della

            PA i frutti di un lavoro collettivo. Questo

            vuol dire migliorare la qualità degli studi

            degli studenti che essendo messi alla prova

            cercherebbero di svolgere il lavoro nel

            miglior modo possibile costruendo software

            di impeccabile qualità.
            E finita la tesi buonanotte. Mi dispiace ma
            l'assistenza non è roba da laureandi, a me
            l'idea piace ma per farla funzionare ci
            vuole continuità ed una organizzazione
            adatta.L'organizzazione e' l'universita', ma credi che i progetti iniversitari siano gestiti dai tesisti ??

            Si otterrebbe una maggiore sicurezza grazie a

            l'uso di repository interni, che garantirebbero

            un rigido controllo sul software.

            Ecc...
            che si può fare anche con il closedChe da' molte meno garanzie rispetto ad un progetto nazionale e pubblico.

            Ma come al solito in Italia si preferisce

            fare accordi con i brand come Microsoft

            per ottenere i loro spaghetti code...
            Devi guardare la luna, non il dito, MS è l'ultimo
            dei problemi in un ente pubblico anzi, è la parte
            che funziona meglio spesso e volentieri.Con i prodotti MS l'interoperabilita' non e' garantita ed il fornitore e' straniero di un paese di cui e' gia' stata provata la volonta' di accaparrarsi dati, due cose che non vanno molto d'accordo con pubblica amministrazione.

            Non importa poi che i computer si blocchino

            un giorno si e l'altro pure anche durante

            transazioni importanti. Non importa che i

            computer siano attaccati dai malware. Non

            importa che i computer diventino obsoleti

            a causa dei software elefanti che sono

            sviluppati da una manica di cog*ioni che

            dovrebbero andare a raccogliere verdure

            piuttosto che dedicarsi allo sviluppo del

            software.
            A parte che tutti questi problemi io non li ho
            (si vede che sono fortunato), anzi, l'ultimo
            attacco che uno degli enti che gestisco l'ha
            avuto su un server linux (defacement del sito),
            volevo farti notare che i cattivi programmatori
            ci sono anche nell'open.Per quello sarebbe ottimare sfruttare le rigide strutture universitarie.

            Non importa...l'importante è che ci sia

            Active Directory, altrimenti il finto

            tennico assunto perchè era amico del

            figlio del cugino del direttore entra

            nel panico...
            Hai detto niente, cerchi di sminuire una
            cosa che funziona bene ed aiuta molto il
            lavoro di un amministratore di rete
            associadogli il "figlio del cugino" ecc
            ecc, invece nell'open non esistono
            parentele vero? per me è anche peggioHai qualche caso da riportarci ?

            Ma per piacere...

            Poi ci lamentiamo che i cervelli vanno via

            e che questo paese va a put*ane...
            Forse fuggono perchè c'è gente che guarda
            solo in una direzioneAnche peggio, non guarda e va avanti sulla strada trattaciagli dal primo commerciale di passaggio che allunga un po' di soldi.
          • Lemon scrive:
            Re: E per fortuna che si lamentano...


            Wazz... controllato una per una ?
            molte, basti che leggi un DPS e c'è scritto come e quando fanno gli aggiornamenti delle macchine, non serve essere un amministratore di quelle macchinee da come mi hai risposto lo sai anche tu

            Infatti di solito si affidano alle universita'.
            l'unico software che visto prodotto da una università ed in uso dagli enti fa pena, non faccio nomi ma se hai esperienza capisci subito qual'è.Sono esperimenti fatti a danno degli enti, ecco cosa sono, non sono prodotti finiti.
            L'organizzazione e' l'universita', ma credi che i
            progetti iniversitari siano gestiti dai tesisti
            ??
            non è gestita dai tesisti ma è svolta da loro, il know-how se ne va con loro.Guarda che io sono sempre stato a favore di una organizzazione statale che produca il software alle PA, sto solo dicendo che o si fa con metodo o è meglio lasciar perdere, le PA non sono cavie da laboratorio. Se tu vai a vedere il settore della ricerca universitaria sforna mille idee ottime, ma il prodotto commerciale è sempre fatto da un'azienda che fa business

            Che da' molte meno garanzie rispetto ad un
            progetto nazionale e
            pubblico.Ti ripeto: sfondi una porta aperta, diciamolo a Brunetta.

            Con i prodotti MS l'interoperabilita' non e'
            garantita ed il fornitore e' straniero di un
            paese di cui e' gia' stata provata la volonta' di
            accaparrarsi dati, due cose che non vanno molto
            d'accordo con pubblica
            amministrazione.
            Ma di quale interoperabilità vai cianciando, un client è un client punto e basta, è l'universo del software che ci sta sopra il problema. Adesso ti dico io qual'è il problema: che quando si parla di open nelle PA partono sempre i sapientoni con le rivoluzioni epocali che poi si traducono in 3 fesserie:1) client linux: impossibile perchè quasi tutto il software gestionale è per windows2) openoffice: possibile solo in parte perchè molti software gestionali hanno esportazioni/importazioni solo da documenti office3) firefox: possibile se non ci sono applicazioni web-based che richiedo IEil punto 2 e 3 viene già realizzato (per quanto possibile) in molte PA, per il resto se si vuole cambiare qualcosa ci vogliono pressioni dall'alto per una modifica dei software gestionali.Pensi di far business creando software per piattaforma linux? fallo, ti auguro ogni bene credimi, fammi sapere.

            Per quello sarebbe ottimare sfruttare le rigide
            strutture
            universitarie.l'università per la ricerca, 100 o 1000 impiegati statali per la produzione ed assistenza. Non farei fare sviluppo direttamente alle università

            Hai qualche caso da riportarci ?Si, un amico di un assessore che voleva mettere su un PC con linux e squid per 3000 euro perchè era "open". Un altra azienda propone software open a prezzi esorbitanti di assistenza, il codice non è scaricabile e minimamente documentato (non è obbligatorio lo capisco ma ti fa capire su cosa deve mantenersi: l'assistenza FORZATA). in questo caso non ci sono di mezze conoscenze e parentele ma è uno dei tanti casi dove la parola open-source serve solo per farti open il c..o

            Anche peggio, non guarda e va avanti sulla strada
            trattaciagli dal primo commerciale di passaggio
            che allunga un po' di
            soldi.Il punto è che la gente che usa ANCHE il closed secondo me è molto ma molto più furba da chi si ostina a guardare solo l'open perchè si scontra con casi reali trovando e fornendo soluzioni e non fantasie da forum.
          • krane scrive:
            Re: E per fortuna che si lamentano...
            - Scritto da: Lemon

            Wazz... controllato una per una ?
            molte, basti che leggi un DPS e c'è scritto come
            e quando fanno gli aggiornamenti delle macchine,
            non serve essere un amministratore di quelle
            macchine e da come mi hai risposto lo sai
            anche tu

            Infatti di solito si affidano alle universita'.
            l'unico software che visto prodotto da una
            università ed in uso dagli enti fa pena, non
            faccio nomi ma se hai esperienza capisci
            subito qual'è.Non hai mai usato BSD ?
            Sono esperimenti fatti a danno degli
            enti, ecco cosa sono, non sono prodotti
            finiti.Nella top 10 dei migliori scienziati italiani ci sono quasi tutti professori universitari.

            L'organizzazione e' l'universita', ma credi

            che i progetti iniversitari siano gestiti

            dai tesisti ??
            non è gestita dai tesisti ma è svolta da
            loro, il know-how se ne va con loro.Assolutamente no, forse non sai che l'universita' italiana collabora con molti progetti di ricerca con enti spaziali e industrie. Sono ricerche dipartimentali non certo legate al singolo studente.
            Guarda che io sono sempre stato a favore di una
            organizzazione statale che produca il software
            alle PA, sto solo dicendo che o si fa con metodo
            o è meglio lasciar perdere, le PA non sono cavie
            da laboratorio. Se tu vai a vedere il settore
            della ricerca universitaria sforna mille idee
            ottime, ma il prodotto commerciale è sempre fatto
            da un'azienda che fa businessQuello che dico io e' proprio che andrebbe fatto con metodo, inoltre ritengo che mettere sopra qualche grosso dipartimento universitario basterebbe a far uscire dall'empasse l'amministrazione.Per fare una cosa del genere, come dici anche tu sotto: occorre risgrivere un bel po' di software, ma ritengo non sia nulla di impossibile; e' un peccato che manchi la volonta'.

            Che da' molte meno garanzie rispetto ad un

            progetto nazionale e pubblico.
            Ti ripeto: sfondi una porta aperta, diciamolo a
            Brunetta.

            Con i prodotti MS l'interoperabilita' non e'

            garantita ed il fornitore e' straniero di un

            paese di cui e' gia' stata provata la volonta'

            di accaparrarsi dati, due cose che non vanno

            molto d'accordo con pubblica amministrazione.
            Ma di quale interoperabilità vai cianciando, un
            client è un client punto e basta, è l'universo
            del software che ci sta sopra il problema.Infatti, quello andrebbe riscritto.
            Adesso ti dico io qual'è il problema: che
            quando si parla di open nelle PA partono
            sempre i sapientoni con le rivoluzioni
            epocali che poi si traducono in 3 fesserie:
            1) client linux: impossibile perchè quasi
            tutto il software gestionale è per windows
            2) openoffice: possibile solo in parte
            perchè molti software gestionali hanno
            esportazioni/importazioni solo da documenti
            office
            3) firefox: possibile se non ci sono applicazioni
            web-based che richiedo IEQuindi, appunto, si tratta di riscrivere un bel po' di codice. Penso sarebbe un buon investimento per il futuro e consentirebbe anche di una notevole svecchiata alle procedure.
            il punto 2 e 3 viene già realizzato (per quanto
            possibile) in molte PA, per il resto se si vuole
            cambiare qualcosa ci vogliono pressioni dall'alto
            per una modifica dei software gestionali.
            Pensi di far business creando software per
            piattaforma linux? fallo, ti auguro ogni bene
            credimi, fammi sapere.Non penso di fare business, penso che per lo stato sarebbe un buon investimento per migliorare i propri sistemi e creare conoscienza locale nelle universita'.

            Per quello sarebbe ottimare sfruttare le rigide

            strutture universitarie.
            l'università per la ricerca, 100 o 1000 impiegati
            statali per la produzione ed assistenza. Non
            farei fare sviluppo direttamente alle universitàLe universita fanno moltissimo sviluppo: http://www.polimi.it/ricerca-scientifica/dipartimenti/

            Hai qualche caso da riportarci ?
            Si, un amico di un assessore che voleva mettere
            su un PC con linux e squid per 3000 euro perchè
            era "open".
            Un altra azienda propone software open a prezzi
            esorbitanti di assistenza, il codice non è
            scaricabile e minimamente documentato (non è
            obbligatorio lo capisco ma ti fa capire su cosa
            deve mantenersi: l'assistenza FORZATA). in questo
            caso non ci sono di mezze conoscenze e parentele
            ma è uno dei tanti casi dove la parola
            open-source serve solo per farti open il
            c..oTi rispondo: BSD.

            Anche peggio, non guarda e va avanti sulla

            strada trattaciagli dal primo commerciale

            di passaggio che allunga un po' di soldi.
            Il punto è che la gente che usa ANCHE il closed
            secondo me è molto ma molto più furba da chi si
            ostina a guardare solo l'open perchè si scontra
            con casi reali trovando e fornendo soluzioni e
            non fantasie da forum.Io non sto parlando di open o di closed, sto parlando di interoperabilita' (che consente di usare il SO che preferisci) e di riorganizzazione delle strutture.
          • Lemon scrive:
            Re: E per fortuna che si lamentano...
            Stiamo dicendo le stesse cose, l'unica cosa sulla quala non concordo è BSD che è la classica eccezione che fa la regola.Università come ricerca ma azienda (anche statale, anzi, meglio statale) come sviluppo e assistenza. Penso che ci siamo. Ma probabilmente rimarrà un sogno
          • krane scrive:
            Re: E per fortuna che si lamentano...
            - Scritto da: Lemon
            Stiamo dicendo le stesse cose, l'unica cosa sulla
            quala non concordo è BSD che è la classica
            eccezione che fa la regola.Non e' vero, ci sono moltissimi esempi anche in italia, girati un po' di siti di universita' per verificare quanto spessore ci sia nei progetti di ricerca.
            Università come ricerca ma azienda (anche
            statale, anzi, meglio statale) come sviluppo e
            assistenza. Penso che ci siamo. Ma probabilmente
            rimarrà un sognoMeno di quanto poensi, guarda il politecnico a Torino quanto e' cresciuto da quando si e' messo nel business.
          • Darwin scrive:
            Re: E per fortuna che si lamentano...
            - Scritto da: collione
            vabbè dai, l'UE voleva per una volta allinearsi
            all'Italia
            :DInfatti...la magistratura europea non è competente (rotfl)È fatta solo di toghe rosse. (rotfl)
            io l'ho sempre detto che l'UE deve lanciare una
            massiccia campagna d'imposizione di formati dati
            open nella PA e da lì a cascata si adegueranno le
            aziende e poi gli home
            user

            il software open avrà la possibilità di
            dimostrare quanto vale veramente ( senza dover
            sentire XXXXXte tipo "libreoffice fa schifo
            perchè non supporta le macro di word"...e grazie
            tante! ) e il draga perderà sempre più
            appeal

            a ciò aggiungiamo la provvidenziale ( si, in
            questo caso è provvidenziale ) campagna delle
            major contro la pirateria ( leggi "meglio che non
            installo il windows pezzotto" ) e vedremo il
            market share di windows colare a
            picco

            l'UE deve fortemente imporre l'obbligo di
            interoperabilità e apertura delle tecnologie per
            l'interoperabilità ( formati dati, protocolli di
            sharing, networking, ecc...
            )

            è questa la soluzione, non le multe ridicole che
            tanto non pagheranno
            maiSeee...campa cavallo :(
    • ruppolo scrive:
      Re: E per fortuna che si lamentano...
      - Scritto da: Sisko
      Sono continuamente denunciati per pratiche anti
      concorrenziali, ed ora che si sono comprati skype
      leggete cosa hanno
      fatto:

      http://now.eloqua.com/es.asp?s=491&e=162556&elq=60Grandissimi figli di XXXXXXX!
      • Lemon scrive:
        Re: E per fortuna che si lamentano...
        - Scritto da: ruppolo
        - Scritto da: Sisko

        Sono continuamente denunciati per pratiche anti

        concorrenziali, ed ora che si sono comprati
        skype

        leggete cosa hanno

        fatto:




        http://now.eloqua.com/es.asp?s=491&e=162556&elq=60

        Grandissimi figli di XXXXXXX!Invece con il facetime (mai visto nulla del genere!) posso anche dialogare con dispositivi non Apple. Grande Apple!
      • nome e cognome scrive:
        Re: E per fortuna che si lamentano...

        http://now.eloqua.com/es.asp?s=491&e=162556&elq=60

        Grandissimi figli di XXXXXXX!Detto da uno che usa fesstime (doveva mica essere uno standard aperto?) e macoshit (quali sono le ragioni tecniche per cui non posso instarlo su un pc? non ricordo?) fa molto ridere.
    • iRoby scrive:
      Re: E per fortuna che si lamentano...
      Me l'aspettavo, guarda non cambiano mai!P.I. qui urge notiziona da riempire di commenti di indignazione.
  • ruppolo scrive:
    Chiesto troppo???!
    Razza di XXXXXXXX, in USA siete riusciti a scamparla, ma qui avete trovato pane per i vostri denti!
    • uno qualsiasi scrive:
      Re: Chiesto troppo???!
      Non ti preoccupare, apple è il prossimo.
      • Ma per favore... scrive:
        Re: Chiesto troppo???!
        Apple (per fortuna) non ha una posizione dominante.Neppure sugli iPhone.
        • deactive scrive:
          Re: Chiesto troppo???!
          eh perche' la differenza e' solo quella. In realta' fanno schifo entrambe. Se l'entita' Apple fosse paragonata ad una persona sarebbe da rinchiudere in un manicomio e bisognerebbe gettare la chiave.Altroche' per fortuna ...
        • Rover scrive:
          Re: Chiesto troppo???!
          Con le politiche su app store e altre cosucce è molto a rischio.
        • Darwin scrive:
          Re: Chiesto troppo???!
          - Scritto da: Ma per favore...
          Apple (per fortuna) non ha una posizione
          dominante.
          Neppure sugli iPhone.http://www.itespresso.it/antitrust-steve-jobs-dovra-rispondere-alle-accuse-di-monopolio-di-itunes-51039.htmlNon direi proprio...
    • JokerAHAHAH scrive:
      Re: Chiesto troppo???!
      domanda... ma ti hanno investito qualche parente prossimo???
      • Fai il login o Registrati scrive:
        Re: Chiesto troppo???!
        Parafrasando Woody Allen, dal punto di vista delle pratiche commerciali "lo standard di moralità di Microsoft è una tacca sotto quella di chi inchiappetta i bambini"; sappiamo tutti come hanno più volte "unto" chi di dovere pur di continuare a fare il loro interesse in barba a qualunque regola di mercato. Quindi, se è lecito esultare per la morte di Bin Laden, non vedo perché non lo sia fare il tifo per la Commissione Europea.Ciao
        • panda rossa scrive:
          Re: Chiesto troppo???!
          - Scritto da: Lemon
          - Scritto da: Fai il login o Registrati

          Parafrasando Woody Allen, dal punto di vista

          delle pratiche commerciali "lo standard di

          moralità di Microsoft è una tacca sotto quella
          di

          chi inchiappetta i bambini"; sappiamo tutti come

          hanno più volte "unto" chi di dovere pur di

          continuare a fare il loro interesse in barba a

          qualunque regola di mercato.


          No, non lo sapevo



          Quindi, se è lecito

          esultare per la morte di Bin Laden, non vedo

          perché non lo sia fare il tifo per la
          Commissione

          Europea.

          Ciao


          Perchè il tifo è cieco cioè non distingue di
          volta in volta chi ha ragione ma ti schieri a
          prescindere.Chiunque dovrebbe schierarsi a prescindere in favore di un tribunale.E' chi contesta le sentenze di un tribunale ad essere un infame a prescindere.
          • caratteri disponibil i scrive:
            Re: Chiesto troppo???!
            - Scritto da: panda rossa
            Chiunque dovrebbe schierarsi a prescindere in
            favore di un
            tribunale.
            E' chi contesta le sentenze di un tribunale ad
            essere un infame a
            prescindere.[img]http://i2.photobucket.com/albums/y36/ShyRangerSMRPG/Rainbow-Dash-Laughter.png[/img]
          • panda rossa scrive:
            Re: Chiesto troppo???!
            Ridi ridi.Tu sarai uno di quelli favorevoli a questo:[img]http://milocca.files.wordpress.com/2011/04/20110418_via-br-procure-indagato-lassini.jpg[/img]
          • caratteri disponibil i scrive:
            Re: Chiesto troppo???!
            - Scritto da: panda rossa
            Ridi ridi.

            Tu sarai uno di quelli favorevoli a questo:

            [img]http://milocca.files.wordpress.com/2011/04/20Non scrivo quello che sto pensando di te perché poi mi cancellano il post. Leggi la mia risposta a Shevathas più sotto e seppellisciti di vergogna.
          • panda rossa scrive:
            Re: Chiesto troppo???!
            - Scritto da: caratteri disponibil i
            - Scritto da: panda rossa

            Ridi ridi.



            Tu sarai uno di quelli favorevoli a questo:




            [img]http://milocca.files.wordpress.com/2011/04/20

            Non scrivo quello che sto pensando di te perché
            poi mi cancellano il post. Leggi la mia risposta
            a Shevathas più sotto e seppellisciti di
            vergogna.Gia', hai ragione.E chiediti un po' perche' certi processi finiscono in niente', per via dei tempi di prescrizione.Te lo dico io perche'.Primo: perche' le procure sono piene di denunce fuffa, come quelle di diffamazione e di violazione del diritto d'autore, che in uno stato civile dovrebbero essere immediatamente depenalizzati.Secondo: perche' abbiamo una classe politica il cui unico scopo e' la propria autoconservazione ed impunita'.Terzo: perche' in italia c'e' un numero spropositato di avvocati (nella sola citta' di Roma ci sono piu' avvocati che in tutta la Francia).Quarto: perche' in italia la gente non vuole piu' lavorare, ma vuole guadagnare lo stesso, e quindi fa cause.
          • Lemon scrive:
            Re: Chiesto troppo???!

            Chiunque dovrebbe schierarsi a prescindere in
            favore di un
            tribunale.Io non mi schiero, io ho fiducia nella giustizia che è una cosa diversa.
            E' chi contesta le sentenze di un tribunale ad
            essere un infame a
            prescindere.Certo, in dittatura, in uno stato democratico tu puoi contestare quello che ti pare e piace, pensa che puoi anche esprimere quello che ti pare e piace basta che non sia diffamatorio (o meglio, puoi ma poi ne paghi le conseguenze).Quello che DEVI fare però è accettare le sentenze di un tribunale, se ci sono altri gradi di proXXXXX o altri organi si può tentare un ricorso, altrimenti si accetta. Accettare non vuol dire non poter contestare ti ripeto.Naturalmente parli di infamia solo perchè c'è di mezzo MS, non avrei dovuto neppure risponderti, però ci ho provato dai, speriamo vada bene.
          • shevathas scrive:
            Re: Chiesto troppo???!

            E' chi contesta le sentenze di un tribunale ad
            essere un infame a
            prescindere.quindi tutti quelli che contestano le sentenze, pro siae e pro CR, dei tribunali sarebbero infami ?
          • caratteri disponibil i scrive:
            Re: Chiesto troppo???!
            - Scritto da: shevathas

            E' chi contesta le sentenze di un tribunale ad

            essere un infame a

            prescindere.

            quindi tutti quelli che contestano le sentenze,
            pro siae e pro CR, dei tribunali sarebbero infami
            ?Vogliamo parlare delle famiglie delle vittime in tutti quei casi in cui, nell'arco di _decenni_, il proXXXXX finisce _per l'ennesima volta_ in una bolla di sapone e "nessun colpevole, tutti a casa"?Vabbè, stiamo discutendo con openruppolo...
        • Obelix scrive:
          Re: Chiesto troppo???!
          - Scritto da: Lemon
          semplicemente mi
          sembra corretto spingere verso una
          interoperabilità, dopo rimane facoltà delle
          aziende decidere quali server/client utilizzare,Se fosse cosi, andrebbe benissimo a tutti. Peccato che ci sia chi opera per mantenersi il monopolio a scapito delle possibilita di scelta di altri.Dovresti leggerti i documenti MS relativi all'"uccisione" di Netscape Navigator per capire che 'una tacca sotto' fa riferimento ad una tacca *molto* grande.
          • Lemon scrive:
            Re: Chiesto troppo???!

            Se fosse cosi, andrebbe benissimo a tutti.
            Peccato che ci sia chi opera per mantenersi il
            monopolio a scapito delle possibilita di scelta
            di
            altri.
            Certo, tutte le aziende fanne così, inutile fare tanto i moralisti. Quello che bisogna condannare e bloccare sono gli ABUSI DI POSIZIONE DOMINANTE, il monopolio di fatto non è una colpa nè è vietato.
            Dovresti leggerti i documenti MS relativi
            all'"uccisione" di Netscape Navigator per capire
            che 'una tacca sotto' fa riferimento ad una tacca
            *molto*
            grande.A me può stare bene il discorso di valutare l'etica di un fornitore/produttore, però se lo facciamo bisogna essere coerenti fino in fondo, non fermarsi a MS, non so se mi spiego. Io di grandi aziende che per un motivo o per un altro non abbiano "toppato" non ne conosco, metti anche di salvare qualcuna tipo canonical o red-hat, dopo su quale hardware "etico" lo monti? e dopo con quale mezzo di trasporto etico ti rechi al lavoro? con quali scarpe etiche cammini? con quali cibi etici ti nutri?dimmi dimmi che sono curioso.
          • Lemon scrive:
            Re: Chiesto troppo???!


            Bhe, se guardi:
            http://en.wikipedia.org/wiki/Microsoft_litigation

            Microsoft ha molte piu' condanne dell'amico
            evasore fiscale
            Al.


            Secondo me sono tutte paranoie da frustrati,

            I giudici che hanno emesso le sentenze sono dei
            frustrati
            ?

            http://en.wikipedia.org/wiki/Microsoft_litigation
            A parte il fatto che mi metti in bocca parole non mie, cercherò di essere chiaro senza arrivare ai disegnini:- hai sbagliato? paga, fine del discorso- tu consumatore vuoi scegliere il tuo fornitore in base all'etica aziendale? fallo pure, io non lo faccio, non posso permettermi questo lussodomandina finale: se MS ha fatto tutte queste nefandezze, perchè non è stata chiusa e continua ad operare? e le multe che ha pagato non sono servite a rimborsare le vittime?Io la realtà la accetto eccome, mi hai mai visto con gli striscioni "ridate i soldi a MS" fuori da qualche tribunale? quello che non accetti tu è che nonostante tutto MS sia viva e continui ad avere il monopolio su i desktop, quindi oltre che MS cattivona abbiamo produttori di hardware compiacenti, catene di distribuzione complici, milioni di utenti plagiati.E' per questo che MS non morirà mai se continua così, perchè i suoi "nemici" cercano di batterla su fronti che non sono quelli informatici, io te l'ho già detto, fai quello che vuoi, elenca tutti i processi che ti pare (ammesso e non conXXXXX che siano tutti terminati a sfavore di MS e comunque ci vorrebbe anche una lista di quelli che ha vinto per essere un pò più obbiettivi), io la penso diversamente, un prodotto si "batte" con un altro prodotto, non eliminando il produttore.
        • Lemon scrive:
          Re: Chiesto troppo???!


          No, non lo sapevo

          Informati, nei miei post sparsi trovi diversi
          link, non sono alla mia postazione dove ho i
          bookmark piu'
          clamorosi.
          Abbiamo già avuto discussioni a proposito, alcuni link che mi hai passato sono solo supposizioni complottiste (es. i documenti di halloween), altri non portano a condanne ma solo a giudizi "morali" sull'operato di MS.Detto questo, per me contano le sentenze, tanto è vero (ma forse qua pochi l'hanno notato) ho scritto che trovo corretta la pressione dell'UE per consentire una maggiore interoperabilità, ho anche sempre sostenuto che bisogna fare pressioni anche per l'adozione di standard aperti, pubblici e gratuiti per i formati di file.Come ho scritto sopra ad un altro utente, non guardo molto la condotta etica di una azienda perchè, anche se mi piacerebbe, ben presto dovrei cambiare lavoro visto che non c'è multinazionale che uscirebbe pulita. Ad esempio vorrei vedere quanti di quelli che parlano di MS non usano neppure google visto che ultimamente prende batoste in mezzo mondo. Ma chiedere coerenza ai fanatici è tempo perso.

          Ma se hai detto che non sai come puoi dire che si
          e' schiertati a prescindere ? Prima informati sui
          motivi e poi valuta chi sperare che
          vinca.
          Rispondevo all'affermazione specifica che era la solita sparata. Entrando nel dettaglio, ribadisco, a me il "tifo" non piace. Sono una persona onesta e quindi mi schiero dalla parte della legalità, questo è chiaro, però non cado nel moralismo. A me se l'UE mette una multa a MS va benissimo (e per quella in questione ho già detto che sono pure d'accordo), quello che mi sono permesso di dire è semplicemente che su una cosa hanno perso tempo e cioè sul ballott screen, una cosa che sarebbe servita 7-8 anni fa se non prima, il classico caso dove "hanno chiuso il recinto dopo che i buoi sono scappati".

          Per ottenere cio' e' quindi giusto dare multe
          miliardarie alle aziende che remano contro
          l'interoperabilita'.e chi ha detto il contrario?
          • krane scrive:
            Re: Chiesto troppo???!
            - Scritto da: Lemon


            No, non lo sapevo

            Informati, nei miei post sparsi trovi diversi

            link, non sono alla mia postazione dove ho i

            bookmark piu' clamorosi.
            Abbiamo già avuto discussioni a proposito, alcuni
            link che mi hai passato sono solo supposizioni
            complottiste (es. i documenti di halloween),
            altri non portano a condanne ma solo a giudizi
            "morali" sull'operato di MS.
            Detto questo, per me contano le sentenze, tanto è
            vero (ma forse qua pochi l'hanno notato) ho
            scritto che trovo corretta la pressione dell'UE
            per consentire una maggiore interoperabilità, ho
            anche sempre sostenuto che bisogna fare pressioni
            anche per l'adozione di standard aperti, pubblici
            e gratuiti per i formati di file.
            Come ho scritto sopra ad un altro utente, non
            guardo molto la condotta etica di una azienda
            perchè, anche se mi piacerebbe, ben presto dovrei
            cambiare lavoro visto che non c'è multinazionale
            che uscirebbe pulita. Ad esempio vorrei vedere
            quanti di quelli che parlano di MS non usano
            neppure google visto che ultimamente prende
            batoste in mezzo mondo. Ma chiedere coerenza ai
            fanatici è tempo perso.Prova a contare le sentenze per le quali e' stata condannata e perche'. Il rischio e' tornare al discorso che al capone era un onest'uomo con qualche problemino di tasse e chi dice il contrario e' un diffamatore.

            Ma se hai detto che non sai come puoi dire

            che si e' schiertati a prescindere ? Prima

            informati sui motivi e poi valuta chi

            sperare che vinca.
            Rispondevo all'affermazione specifica che era la
            solita sparata. Entrando nel dettaglio,
            ribadisco, a me il "tifo" non piace. Sono una
            persona onesta e quindi mi schiero dalla parte
            della legalità, questo è chiaro, però non cado
            nel moralismo. A me se l'UE mette una multa a MS
            va benissimo (e per quella in questione ho già
            detto che sono pure d'accordo), quello che mi
            sono permesso di dire è semplicemente che su una
            cosa hanno perso tempo e cioè sul ballott screen,
            una cosa che sarebbe servita 7-8 anni fa se non
            prima, il classico caso dove "hanno chiuso il
            recinto dopo che i buoi sono scappati".E perche' e' accaduto in questo modo ed e' stato permesso cio non ti interessa ? Perche' i giudici hanno avuto tanta difficolta non e' sempre parte della storia ?

            Per ottenere cio' e' quindi giusto dare multe

            miliardarie alle aziende che remano contro

            l'interoperabilita'.
            e chi ha detto il contrario?
    • Rover scrive:
      Re: Chiesto troppo???!
      Olè!!!!
Chiudi i commenti