Gagaville, una lady su Farmville

Stretta una partnership tra Zynga e la pop star. Quest'ultima sosterà per una settimana nella fattoria virtuale, mettendo a disposizione i suoi cimeli e le tracce esclusive del suo album prossimo all'uscita

Roma – Si chiama Gagaville e non è il nome del nuovo paradiso domestico di proprietà della pop star per eccellenza del momento. Si tratta, invece, della nuova, bizzarra partnership che Zynga ha deciso di stringere con Lady Gaga e che permetterà alla regina della zeppa di sostare per qualche giorno nel dorato mondo di Farmville.

Nello specifico, l’accordo promozionale prevede l’affitto di un appezzamento di terra all’interno della fattoria social di Facebook da parte di lady Germanotta , la quale sarà lieta di mostrare agli utenti visitatori i pezzi di repertorio del suo corredo: dai cristalli agli unicorni passando per le indimenticabili pelli di pecora. I fattori digitali potranno godere dell’ ascolto in anteprima delle tracce di Born This Way , ultima fatica musicale della giovane performer.

Parte, dunque, il conto alla rovescia per l’ apertura di Gagaville prevista per il 17 maggio . Il programma dell’esplorazione è spalmato su una settimana ed è così suddiviso: dal 17 al 19 i giocatori potranno scoprire e ascoltare in streaming canzoni inedite, mentre dal 20 al 23 maggio saranno rese disponibili porzioni consistenti delle tracce che compongono il nuovo album, il cui lancio al di là del Metaverso è previsto per il 23 maggio.

L’allenza Gaga-Zynga prevede , inoltre, il download gratuito del disco , tracce esclusive e altri beni virtuali firmati Lady Gaga tutto incluso nelle game card Zynga da 25 dollari. L’offerta di materiale appartenente alla pop star coinvolgerà altri 10 giochi appartenenti al publisher giapponese : CityVille, FrontierVille, FarmVille, Mafia Wars, Zynga Poker, Café World, Treasure Isle, YoVille, PetVille e Vampire Wars.

Entusiasmo traspare dalle parole della cantante, che ha già dimostrato la sua simpatia per Zynga: “Voglio celebrare e condividere Born This Way con i miei piccoli mostri in un modo speciale come mai è stato fatto. Zynga ha creato un magico posto dentro Farmville dove i miei fan possono giocare ed essere i primi ad ascoltare l’album”.

Soddisfazione per l’accordo arriva anche da Zynga attraverso le parole di Owen Van Natta: “Ogni settimana lavoriamo duramente per introdurre novità e nuovi modi per mantenere i giocatori impegnati. Attraverso Lady Gaga, la sua creatività, la sua voce e la sua musica abbiamo avuto un’ottima opportunità per estendere l’offerta. Per il pubblico si tratta di una grande occasione di divertirsi come mai ha fatto prima”.

Cristina Sciannamblo

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • pietro scrive:
    non mi rappresenta!!
    e può succedere anche questo:http://www.corriere.it/italians/11_Maggio_08/Un-link-che-complica-il-voto-_c073474c-78e2-11e0-ae13-7762c03ab33d.shtml
    • silvan scrive:
      Re: non mi rappresenta!!
      Questo può succedere benissimo, in quanto le idee della persona che si vorrebbe votare possono non rispecchiare la linea del relativo partito. Personalmente ritengo più importante quest'ultima. In pratica gli eventuali eletti in consiglio devono votare in coerenza con la linea del partito stesso o sono tacciati di fare il gioco degli avversari.
    • poiuy scrive:
      Re: non mi rappresenta!!
      Parlando con amici mi sono reso conto che la maggior parte delle persone vota partiti che sono molto lontani dalle proprie idee. Basterebbe un pizzico di interesse per la politica in più per evitare queste cose.Purtroppo però il voto oggi va solo su temi tipo l'immigrazione e la sicurezza. Sono importanti, ma i partiti ci marciano sopra e soprattutto mentono.Personalmente non sono mai stato posizionato male su test politici che avessero più di 10 domande. Diffidate dai test con poche domande e poche possibilità di risposta.In un caso un test mi ha fatto cambiare idea. Il test era fatto bene e mi ha fatto vedere il punto del programma dove ero in disaccordo con il candidato che volevo votare: la sanità. Ciò mi ha portato a cambiare candidato. Poi questo candidato è diventato popolare, e sono contento di averlo votato prima che diventasse una moda.Ultimo avvertimento: i programmi sono una cosa, l'attuazione di questi ben altra cosa. Se il vostro partito non ha attuato ciò che volevate, SMETTETE DI VOTARLO!
      • silvan scrive:
        Re: non mi rappresenta!!
        Ma il candidato che hai votato ha realizzato tutti i programmi promessi, oppure è diventato solo di moda. Constato normalmente che è impossibile realizzare subito tutto il promesso, l'importante è che il fine resti una mira costante del partito scelto.
    • Alessandrox scrive:
      Re: non mi rappresenta!!
      Vedi.... non è che non ti rappresenti perché le posizioni e i programmi di politici son quelli, c'e' poco da fare, è che non verificat bene le idee di chi "vorreste" votare. Senza contare che quasi nessuno le RI-verifica dopo il voto. Questo è uno dei principali problemi della Democrazia: per funzionare bene richiede una DIRETTA assunzione di responsabilità di ogni singolo votante.- Scritto da: pietro
      e può succedere anche questo:

      http://www.corriere.it/italians/11_Maggio_08/Un-li
  • All scrive:
    Il futuro della politica...
    Il futuro della politica sarà questo:http://it.wikipedia.org/wiki/Democrazia_direttahttp://it.wikipedia.org/wiki/E-democracyhttp://www.public-software-group.org/liquid_feedbackhttp://parlamento.openpolis.it/Qualcosa già si muove:[yt]xF5wY3uZNHU[/yt]:-)
    • pietro scrive:
      Re: Il futuro della politica...
      non sempre la democrazia diretta è una cosa buona, spesso gli elettori votano con la pancia e non con la testa, a volte è necessario ragionarci su un po', non è un caso che le leggi fiscali siano escluse dalla possibilità di referendum, chi è favorevole a pagare le tasse?Ma sono necessarie.Una annotazione, Hitler è stato eletto democraticamente, anche il popolo a volte non ci prende.
      • Mark scrive:
        Re: Il futuro della politica...
        Ma perchè ora invece la gente come vota?Dipende sempre dal grado di "civiltà" di un popolo, basta vedere gli svizzeri che sono lo stato più vicino alla democrazia diretta.
        • Sgabbio scrive:
          Re: Il futuro della politica...
          Faccio notare che in svizzara ha vinto un partito xenofobo diventanto il primo partito del paese.
          • Il solito scrive:
            Re: Il futuro della politica...
            Eh anche da noi, quindi?Ricorda che ogni popolo ha il governo che si merita
      • albanoo scrive:
        Re: Il futuro della politica...
        Questi politici dovrebbero essere cacciati a calci in c#@o! Sono sempre gli stessi da 30 anni!!
      • Mark scrive:
        Re: Il futuro della politica...
        Concordo... questi fanno politica e non sanno neanche quanto costa 1 litro di latte!
      • sgroggo scrive:
        Re: Il futuro della politica...
        La gente pensa con la pancia quando non è informata a dovere.Lo strumento base della Democrazia Diretta è la discussione ed il confronto.Augh.
        • Il solito scrive:
          Re: Il futuro della politica...
          Anche io la penso come te; se la gente la informi bene e la fai ragionare adeguatamente, coinvolgendola effettivamente nel dibattito, penso che non si avrebbero più situazioni di voto "con la pancia"
      • rudy scrive:
        Re: Il futuro della politica...
        Infatti la politica avrebbe lo scopo di mediare il voto con obiettivi di maggiore lungimiranza. Chiaramente dipende dalle materie che si affrontano, p.es. in campo fiscale difficile che un voto veda una maggioranza "assennata", se non in paesi di alto senso civico (che comunque si sviluppa solo se lo si pratica). E c''e il problema centrale della protezione delle minoranze dalla "dittatura" della maggioranza.La politica quindi ha compiti di non poco conto.Il punto pero' e' che l'equilibrio tra politica e voto e' ancora fermo alle possibilita tecniche dell'800, mentre con l'informatica e le reti si possono oggi sperimentare aree e soluzioni di democrazia diretta molto piu ampie.Ma la politica non e' certo interessata a mollare alcunche alla democrazia diretta, dovranno essere i cittadini a imporla..
  • Joliet Jake scrive:
    Ottimo che sia arrivato anche in Italia!
    Mi sembra un promettente inizio!:)Qui in Finlandia esiste già da alcuni anni ed è molto popolare (anche perchè è sponsorizzato dal maggior quotidiano nazionale).Se interessa, ecco il link per il questionario delle recenti elezioni parlamentari con le 30 domande per i candidati e gli elettori:http://www.vaalikone.fi/Ovviamente in finlandese ma potete cliccare a caso per provare! :P
  • m5stellette scrive:
    caXXXXXXmme
    Ma che bel servizio, o meglio, servizietto, questo VoiSietieQui!Sottoponendosi al test ci si ritrova facilmente altrove!Dodrebbe chiamarsi VoiSieteDoveVogliamoNoi!I quesiti sono troppo pochi, troppe invece le risposte possibili. Ad esempio, i candidati del m5*, Calise per Milano e Bugani per Bologna, pur dichiarando le stesse intenzioni (alle domande comuni), vengono posizionati in modo diverso... mah!
  • alefra scrive:
    provato
    provato per bologna e milano.ci prende abbastanza a collocare in linea di massima l'elettore vicino a un candidato
  • Mark scrive:
    Provato...
    Dato che nella mia città (Roma) non si vota, ho fatto il test per Milano e Napoli, tutto come da "programma" :-)
Chiudi i commenti