Gates firma anche in Grecia

Il big di Redmond stringe un accordo col governo locale per dar vita a centri di sviluppo nel paese. Un modello già adottato in Italia

Atene – Il governo greco ha appena firmato un accordo con Microsoft che prevede la realizzazione congiunta di centri di sviluppo IT nel paese, un investimento che viene presentato come un modo per vivacizzare il settore e il mercato di riferimento, creando anche opportunità per le imprese locali e le startup tecnologiche.

L’accordo, che ricorda da vicino quello già firmato da Microsoft in Italia , secondo il governo locale aumenterà le caapacità competitive del paese.

“Da paese ritardatario, la Grecia in poco tempo sta diventando un leader nell’uso delle nuove tecnologie – ha sostenuto il primo ministro greco Costas Karamanlins – e l’investimento in tecnologie avanzate è un prerequisito per rompere i ponti con il passato, che è quello di cui il paese ha bisogno, e per diventare un leader nella società della conoscenza”.

Lato Microsoft, alla firma ha partecipato il chairman dell’azienda Bill Gates che si è detto “felice di vedere questo impegno con i nostri partner in Grecia. È questo tipo di innovazione, fatto di accordi con le università e di rapporti stretti con il Governo, che il governo può davvero cambiare le cose”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • sylvaticus scrive:
    In Inghilterra....
    "In Inghilterra - ha dichiarato Pizzetti riferendosi a questioni ben note ai lettori di Punto Informatico - si è già verificato che alcuni datori di lavoro siano andati su Internet per cercare informazioni su coloro che avrebbero dovuto essere assunti ed è capitato che ragazzi che avevano fatto scherzi vari siano stati penalizzati."e xchè, in Italia no??? E' la prima cosa che qualsiasi datore di lavoro (a parte la burocratica pubblica amministrazione) fa... A me una volta è capitato di trovare nel mio fascicolo la foto che avevo messo sul mio blog...C.que è normale.. basta saperlo però... e avvertimenti come questi -che fanno riflettere- sono ben venuti a patto che non introducano norme che irrigidiscano la rete...
    • Matteo scrive:
      Re: In Inghilterra....
      davvero? Non sapevo che arrivassero a questi punti, anche in Italia....
    • Anonimo scrive:
      Re: In Inghilterra....
      - Scritto da: sylvaticus
      e xchè, in Italia no??? E' la prima cosa che
      qualsiasi datore di lavoro (a parte la
      burocratica pubblica amministrazione) fa... A me
      una volta è capitato di trovare nel mio fascicolo
      la foto che avevo messo sul mio
      blog...
      Forte! Vado subito a creare delle false informazioni su di me che se trovo anche io quello che indaga in rete, mi fa subito vicepresidente, allora!
  • ol77 scrive:
    flickr, youtube and friends
    E' pressoché inutile badare di non esporsi quando si frequentano utenti maniaci di servizi su cui hostare foto e filmati come Flickr o Youtube. Penserete mica che tutte le persone ritratte siano consenzienti (o almeno consapevoli) di essere su Internet?
  • pinco pallino scrive:
    Balle! I vecchi sono solo parassiti!
    La generazione degli attuali 50enni e oltre e' solo una generazione di parassiti che ha vissuto di privilegi che non gli spettavano (ricordate i baby pensionati...?) e che si e' fatta rubare i soldi delle pensioni da politici corrotti votati per anni esclusivamente per clientelarismo. Oggi, questi stessi vecchi vogliono che noi giovani e lavoratori paghiamo il loro conto, continuando a pagare con i nostri contributi le loro pensioni, obbligandoci ad andare in pensione 20 anni dopo rispetto quanto hanno fatto e stanno facendo loro e con una pensione che sarà la metà della loro. Ovviamente lungi da loro pensare di rinunciare a qualcosa in favore nostro. Vogliono spremere la rapa, fregandosene di chi verrà dopo, sino in fondo.E noi scemi ancora a chinare il capo e prenderlo li dietro...
    • Bilbo scrive:
      Re: Balle! I vecchi sono solo parassiti!
      Ho 40 anni e ho pochissimi anni di contributi dopo aver passato tutte le forme contrattuali/lavorative previste dall'ordinamento italiano. Non penso potrò andare mai in pensione...ma sai cosa penso? Che mi devo rimboccare le maniche, dare la colpa "ad altri" o "al sistema" è una dimostrazione di codardia e di poca voglia di impegnarsi... specie quando viene dalla gente giovane.
    • gallico scrive:
      Re: Balle! I vecchi sono solo parassiti!
      La generazione dei 50enni è gente che a 14 anni ha iniziato a lavorare, che lavorava quando si lavorava più giorni e più ore, le vacanze si facecano in colonia, la macchina er aun lusso, e il concetto di "divertimento" er amolto più spartano!Certo NON è una generazione di viziati bambocci che si fanno mantenere dai genitori (guarda caso questi 50enni su cui stai sputando!), che hanno risparmiato facendo sacrifici.Certo NON è una generazione che piange se non ha l'ultimo grido di cellulare, blackberry, I-Pod e quant'altre novità tecnologiche vengano immesse sul mercato a ritmo quotidiano!Soprattutto è una generazione che ha imparato il rispetto per gli altri, per gli anziani, per i genitori....
      • pinco pallino scrive:
        Re: Balle! I vecchi sono solo parassiti!
        Mi sembra di sentire parlare mio padre quando litighiamo... e come a lui rispondo anche a te.Avete iniziato a lavorare a 14 anni? beh avete fatto esattamente come i vostri genitori, PECCATO che l'aspettativa di vita sia letteralmente raddoppiata (dalla media dei 50 anni scarsi a quella degli 80...) e adesso pretendete anche che quei 20 anni di pensione in piu' (che chi ha inventato il sistema pensionistico non aveva assolutamente calcolato) li paghiamo noi dimezzando la NOSTRA pensione (se mai l'avremo) e iniziando a fruirla ad una età senza senso. Lungi da voi pensare di andare in pensione UN PO' DOPO con un PO' MENO a favore di chi verrà dopo... Sisi, direi prorpio una generazione che fa sacrifici...Bella poi quella dei "Bambocci" che non sanno rinunciare al blackberry... forse non hai capito che qui si parla di persone che vorrebbero solo un lavoro STABILE prima dei 40 anni per potersi comprare una casa. I Babocci che vengono mantenuti dei genitori lo sono solo perche' la società che i genitori hanno creato per loro non da la possibilità di staccarsi da casa nemmeno volendo... ma fa torppo comodo il discorso del blacberry per affrontare i veri problemi...
        • Elf scrive:
          Re: Balle! I vecchi sono solo parassiti!
          - Scritto da: pinco pallino
          Avete iniziato a lavorare a 14 anni? beh avete
          fatto esattamente come i vostri genitori, PECCATO
          che l'aspettativa di vita sia letteralmente
          raddoppiata (dalla media dei 50 anni scarsi a
          quella degli 80...) e adesso pretendete anche che
          quei 20 anni di pensione in piu' (che chi ha
          inventato il sistema pensionistico non aveva
          assolutamente calcolato) li paghiamo noi
          dimezzando la NOSTRA pensione (se mai l'avremo) e
          iniziando a fruirla ad una età senza senso. Lungi
          da voi pensare di andare in pensione UN PO' DOPO
          con un PO' MENO a favore di chi verrà dopo...
          Sisi, direi prorpio una generazione che fa
          sacrifici...In parte sono d'accordo con te (riguardo la pensione), ma non ti viene in mente che abbiano iniziato a lavorare a 14 anni perché la situazione economica non era delle più rosee?
          • pinco pallino scrive:
            Re: Balle! I vecchi sono solo parassiti!
            Certo, ma mentre a me deve venire lo scrupolo per questo a loro non deve venir lo scrupolo perche' a noi non verrà riconosciuta nessuna pensione quando avremo la loro età?I sacrifici o si fanno tutti insieme, rinunciando ognuno a qualche cosa visto che la situazione di M lo e' per tutti oppure che non mi venga richiesto di pensare agli altri perche' ho gia abbastanza a pensare per me stesso (e per i miei figli, dato che io al loro futuro voglio pensare a differenza delle generazioni precedenti...)
        • Anna Rita Rafaschier i scrive:
          Re: Balle! I vecchi sono solo parassiti!
          Premetto che il titolo dell'oggetto a cui vado a rispondere lo trovo alquanto offensivo e agressivo...Sento comunque la necessità di esprimere un mio parere sul cambio generazionale e sull'argomento generale dell'articolo da cui deriva questa discussione:Sin dalle vecchie generazioni, vedendo come sta messa l'Italia, è palesemente riscontrabile che, ai fatti, non si è mai pensato in maniera politicamente, socialmente ed economicamente improntata verso le generazioni future.Stiamo subendo le conseguenze delle azioni di una vecchia generazione proletaria, che viveva in famiglie in cui vi erano almeno 8/9 figli che erano stati messi al mondo come un investimento a breve termine. Erano famiglie in cui i bambini andavano a lavorare verso i 9 anni ed era tanto se quei bambini riuscivano a prendere il diploma di quinta elementare!In quelle famiglie, spesso era difficile che vi fosse equilibrio; mantenere la calma in un gruppo così grosso di persone era una cosa molto difficile e quindi, il "capo famiglia", spesso, si vedeva "costretto" ad usare le maniere forti. E' ovvio che a quei tempi, quelle persone non conoscessero nemmeno dell'esistenza di una materia chiamata pedagogia, atta alla comprensione della psicologia del bambino; ma le cose sono cambiate e NON SI PUO' PIù RAGIONARE CON LA MENTALITA' DI UN TEMPO!I BAMBINI DI ALLORA SI SONO STUFATI DI QUEL DETTO CHE SI SONO SENTITI RIPETERE NON SO' QUANTE VOLTE:"Bisogna lavare i panni sporchi in famiglia"!L'omertà è e sarà sempre inquinante!!!I GIOVANI DI OGGI VOGLIONO E DEVONO PRENDERSI LE RESPONSABILITA' DI CIO' CHE SCRIVONO! ANCHE DELLE LORO IDEE POLITICHE GIOVANILI!Un futuro datore di lavoro intelligente, pur svolgendo ricerche su internet sull'esaminato, non ci metterà molto a rapportare al giusto periodo di vita del giovane il materiale raccolto.E' OVVIO CHE CIO' CHE UNA PERSONA PENSA E DICE IN UN DATO PERIODO DELLA SUA VITA PUO' ESSERE CAMBIATO NEL TEMPO (O ANCHE ESSERE RIMASTO INVARIATO, MA E' SOLO UNA POSSIBILITA'...). SE QUESTA TEORIA NON FOSSE VERA, VORREBBE DIRE CHE GLI ESSERI UMANI NON IMPARANO DALLE PROPRIE ESPERIENZE DI VITA (MA E' OVVIO IL CONTRARIO).In conclusione, promuovere l'omertà è negativo in quanto non flessibile; mal si adatta al nostro periodo. Le vecchie generazioni devono rendersi conto che i giovani promuovono una mentalità flessibile, in cui si possano adattare leggi, regole e, perchè no, anche la mentalità del datore di lavoro, a situazioni specifiche, grazie da una contestualizzazione dei materiali presi in esame.Sino a che non si instaurerà un reale dialogo fra le varie generazioni conviventi in Italia (probabilmente per far ciò sarebbe utile un mediatore), continueranno ad esserci fraintendimenti e censure ingiuste a scapito dei più deboli o dei meno "furbi".
    • Paolino scrive:
      Re: Balle! I vecchi sono solo parassiti!
      - Scritto da: pinco pallino
      La generazione degli attuali 50enni e oltre e'
      solo una generazione di parassiti che ha vissuto
      di privilegi che non gli spettavano (ricordate i
      baby pensionati...?) e che si e' fatta rubare iBella generalizzazione... bah..
      soldi delle pensioni da politici corrotti votati
      per anni esclusivamente per clientelarismo. Oggi,
      questi stessi vecchi vogliono che noi giovani e
      lavoratori paghiamo il loro conto, continuando a
      pagare con i nostri contributi le loro pensioni,
      obbligandoci ad andare in pensione 20 anni dopo
      rispetto quanto hanno fatto e stanno facendo loro
      e con una pensione che sarà la metà della loro.
      Ovviamente lungi da loro pensare di rinunciare a
      qualcosa in favore nostro. Vogliono spremere la
      rapa, fregandosene di chi verrà dopo, sino in
      fondo.Mi sembra che ti lamenti a vuoto. E sopratutto per invidia. Vorresti essere tu a spremere le rape :-D

      E noi scemi ancora a chinare il capo e prenderlo
      li
      dietro...Tu sicuramente, gli altri si danno da fare e non si lamentano generalizzando e scaricando colpe facendo vittimismo.
      • pinco pallino scrive:
        Re: Balle! I vecchi sono solo parassiti!
        Bella risposta, sopratutto molto argomentata e non generalizzata (gli altri... mah...)
    • Katoblepa scrive:
      Re: Balle! I vecchi sono solo parassiti!
      - Scritto da: pinco pallino
      La generazione degli attuali 50enni e oltre e'
      solo una generazione di parassiti che ha vissuto
      di privilegi che non gli spettavano (ricordate i
      baby pensionati...?) e che si e' fatta rubare i
      soldi delle pensioni da politici corrotti votati
      per anni esclusivamente per clientelarismo. Oggi,
      questi stessi vecchi vogliono che noi giovani e
      lavoratori paghiamo il loro conto, continuando a
      pagare con i nostri contributi le loro pensioni,
      obbligandoci ad andare in pensione 20 anni dopo
      rispetto quanto hanno fatto e stanno facendo loro
      e con una pensione che sarà la metà della loro.
      Ovviamente lungi da loro pensare di rinunciare a
      qualcosa in favore nostro. Vogliono spremere la
      rapa, fregandosene di chi verrà dopo, sino in
      fondo.

      E noi scemi ancora a chinare il capo e prenderlo
      li
      dietro...Uè pinco pallo....non è che i 50enni di oggi (io ne ho 47) sono stati fino ad ora a far ballar la scimmia o a pettinar le bambole....forse confondi un po' le cose....esistono categorie di lavoratori che hanno avuto ed hanno ancora privilegi concessi da una classe politica di irresponsabili che andrebbe mandata al rogo...ma ce ne sono altri che si sono fatti un mazzo tanto, e non sono pochi, che oggi magari si trovano senza lavoro nonostante siamo ampiamente qualificati per svolgerlo....quindi pianino con la qualifica di parassiti...Poi se vogliamo dirla tutta....non so quanti anni hai...ma mi capita spesso di osservare ragazzotti ai quali rifilerei prevalentemente delle pedate nel c..o...tanto sono vuoti, irresponsabili e maleducati....Ma mi dirai.."....eh! ma li avete educati prevalentemente voi generazione di inutili 40/50 enni".....in parte è vero, si è fatto qualche errore, non solo nella politica.....Ma allora? Io sono nato negli anni 60...cosa dovedo rimproverare a mio padre? ....di essere finito in mezzo alla repubblica di salò per salvare la pelle? Di essere nato dopo un guerra? Di non aver combattuto strenuamente contro i cattocomunisti? Di avermi comunque mandato al liceo e poi all'università?La cosa si farebbe lunga.....allora ti dico...visto che hai carattere e voglia di fare,...invece di chiedere agli altri di rinunciare a chissa quali privilegi di casta...comincia a padalare e rimboccarti le maniche che c'è da fare...e datti un'occhiata intorno...che oltre a qualche privilegiato cinquantenne trovarai anche qualche giovane con poca voglia di fare, molta voglia di videofonino e fighetta facile.... (il bamboccismo quà non centra niente...)E se non ti piace questa Italia (che non piace neanche a me e che in qualche modo me la sono trovata giù fatta...) emigra che sei in ancora in tempo...ciao
      • pinco pallino scrive:
        Re: Balle! I vecchi sono solo parassiti!
        - Scritto da: Katoblepa

        Uè pinco pallo....non è che i 50enni di oggi (io
        ne ho 47) sono stati fino ad ora a far ballar la
        scimmia o a pettinar le bambole....forse confondi
        un po' le cose....esistono categorie di
        lavoratori che hanno avuto ed hanno ancora
        privilegi concessi da una classe politica di
        irresponsabili che andrebbe mandata al rogo...ma
        ce ne sono altri che si sono fatti un mazzo
        tanto, e non sono pochi, che oggi magari si
        trovano senza lavoro nonostante siamo ampiamente
        qualificati per svolgerlo....quindi pianino con
        la qualifica di
        parassiti...Attenzione! Quelo che dico io non e' che si tratti di una generazione di fancazzisti, mai pensato e detto! Quello che dico e' che e' una generazione che vuole rimandare il conto da pagare alle generazioni a venire, FREGANDOSENE di quel che sarà in nome del loro status di "persone aventi diritto", senza nemmeno pensare di far parte di quel moto di rinnovamento (che prevederebbe sacrifici anche loro...) che potrebbe dare ai giovani un futuro un po' meno nero...
        Poi se vogliamo dirla tutta....non so quanti anni
        hai...ma mi capita spesso di osservare ragazzotti
        ai quali rifilerei prevalentemente delle pedate
        nel c..o...tanto sono vuoti, irresponsabili e
        maleducati....Ho 33 anni e, per quanto sia assolutamente vero quello che tu dici, e' altrettanto vero che nelle grandi aziende (specialmente quelle parastatali, tipo Finemccanica, Elsag, etcc...) vedi solo una marea di vecchi 50enni incazzati perche' anziche' andare in pensione a 55 anni ce li manderanno a 60 e che quindi non fanno piu' un caiser "per fargliela pagare a quelli la"...A fronte di questa, sempre in quei posti di lavoro, vedi giovani di 25-30 presi con contratti MENSILI e rinnovati DI MESE IN MESE, VESSATI da quegli stessi vecchi e che di fatto mandano avanti l'azienda al posto loro...

        Ma mi dirai.."....eh! ma li avete educati
        prevalentemente voi generazione di inutili 40/50
        enni".....in parte è vero, si è fatto qualche
        errore, non solo nella
        politica.....

        Ma allora? Io sono nato negli anni 60...cosa
        dovedo rimproverare a mio padre? ....di essere
        finito in mezzo alla repubblica di salò per
        salvare la pelle? Di essere nato dopo un guerra?
        Di non aver combattuto strenuamente contro i
        cattocomunisti? Di avermi comunque mandato al
        liceo e poi
        all'università?
        A loro no, ma a voi si puo' imputare il fatto che, per avere maggior benessere rispetto ai vostri genitori, avete rinunciato a fare piu' figli, cosa che vi avrebbe garantito un tenore di vita inferiore (anche a noi in quanto figli vostri) ma avrebbe garantito un futuro piu' stabile ad un paese che ormai si ritrova meno persone che pagano le tasse di quante usufruiscano dei servizi...
        La cosa si farebbe lunga.....allora ti
        dico...visto che hai carattere e voglia di
        fare,...invece di chiedere agli altri di
        rinunciare a chissa quali privilegi di
        casta...comincia a padalare e rimboccarti le
        maniche che c'è da fare...e datti un'occhiata
        intorno...che oltre a qualche privilegiato
        cinquantenne trovarai anche qualche giovane con
        poca voglia di fare, molta voglia di videofonino
        e fighetta facile.... (il bamboccismo quà non
        centra
        niente...)
        E' da quando ho 18 anni che mi do da fare... e oggi a 33 sto continuando a farlo come se fosse il primo giorno. Ora che ho una posizione semi-decisionale sto prendendo una strada OPPOSTA a quella che mi ha insegnato la vostra generazione: lavoro per qualifica, assumo per merito e do stabilità con assunzioni VERE.
        E se non ti piace questa Italia (che non piace
        neanche a me e che in qualche modo me la sono
        trovata giù fatta...) emigra che sei in ancora in
        tempo...Non mi piace, ma quando hai 2 genitori soli e che stanno diventando vecchi non puoi fare altro che sacrificarti per loro e per garantir loro una vecchiaia serena...

        ciaociao
        • pinco pallino scrive:
          Re: Balle! I vecchi sono solo parassiti!
          Pensa che io sarei per togliere il diritto di voto agli ultra 60enni... che diritto ha uno che il futuro non lo vedrà di decidere per il mio di futuro?
          • pinco pallino scrive:
            Re: Balle! I vecchi sono solo parassiti!
            Giuro, mi hai strappato un sorrisoGrazie, sinceramente.
          • Katoblepa scrive:
            Re: Balle! I vecchi sono solo parassiti!
            - Scritto da: pinco pallino
            Giuro, mi hai strappato un sorriso

            Grazie, sinceramente.Bè se è veramente così mi fa molto piacere.E' già qualcosa.Curiosità. Quanti anni hai?ciao
          • pinco pallino scrive:
            Re: Balle! I vecchi sono solo parassiti!
            Ho 33 anni
          • pinco pallino scrive:
            Re: Balle! I vecchi sono solo parassiti!
            se ti va la mia email e' hotge@email.it
    • sylvaticus scrive:
      Re: Balle! I vecchi sono solo parassiti!
      Bhè.. credo proprio che tra un po' nascerà un partito dei centro-giovani contro quello dei centro-anziani... le avvisaglie ci sono tutte..I problemi sono enormi in questo campo, ed attengono molto alla sfera sociale oltre che a quella economica.L'Italia dei bamboccioni è l'Italia dei senza figli. E' l'Italia dell'immenso debito pubblico, in gran parte detenuto dalle stesse famiglie.E l'Italia degli ordini professionali e delle "rendite".E' l'Italia dalla struttura patriarcale, neo-cons ed ecclesiale, che non regge il confronto con la modernità.Ne vedremo delle belle nei prossimi anni...
      • supperggiov ane scrive:
        Re: Balle! I vecchi sono solo parassiti!
        Ciao!qualche giorno fà ho commentato come mefisotfele sparando a zero sulla generazione dei 50enni, ora che siamo IT ritorno a parlarneper conto mio quando si fà un discorso generazionale (quindi generalizzato) nessuno dovrebbe sentirsi offeso, avete presente la frase di O. wilde "un uomo in mezzo ad altri 100 desidera cose che normalmente non gli verrebbero neanche in mente" (+ o - era così)...immaginatela applicata ad una generazione.quello che infatti credo sia la "colpa" di una certa geneazione non và visto come "colpa" da accollare a tutti quelli che ne fanno parte, ognuuino conosce la propria vita/situazione e trarraà leproprie conclusioni e deciderà se dormire sereno.detto questo:la transizione che sta avvendendo secondo me è la transizione da una società profondamente cattolica (anche bertinotti pur senza, forse, rendersene conto è profondamente e culuralmente cattolico) ad una società in cui invece si accetta la non-esitenza della morale. (non l'etica, la morale )detta così può sembrare una cosa superficiale ma secondo me è la vera differenza tra come ragionamio noi under 35 e chi invece è stato cresciuto in quelle famiglie di 8/9 figli ed ora ne ha over 50.ciò che è davvero responsabilità degli ultra 50enni IMHO è stato il non costruire una alternativa sociale alla morale cattolica che fino ad allora aveva permeato la ns. società (questo è l'aspetto sociale), infatti chi h avviato questa transizione siete voi, non noil'altra cosa di cui IMHO sono repsonsabili gli ultra 50 enni è stata la classe politica che hanno eletto (ripensate ad O. WIlde ora), semplicemente era una classe politica che di politica non capiva niente, o meglio, capivano perfettamente che stavano facendo tutto meno che politica, ma dato che vi siete (50 enni) fatti raccontare di tutto (rileggete i giornali dell'epoca VI PREGO, voi i giornalisti con le palle ce li avevate) gli allora politici sono andati avanti imperterriti per la loro senza un vero progetto di sviluppo e quei pochi che c'erano si sono rivelati sbagliati (l'industria pesante ed il modo di gestire il triangolo industriale MI-GE-TO)parafrasando un noto titolo: Che fare?non lo so, secondo me per costruire un vero dialogo tra le due generazioni la soluzione non è mettere i 50enni davanti alle mentos+cocacola su youtube e dire loro "ecco questi sono i SuPeRgGiOvAnI di oggi..." nè il contrario con i filati dell'istituto luce.il problema è raccontare un po' della morale cattolica ai ragazzi (senza fargliela raccontare da un prete che invece farebbe catechismo) e spiegare loro che questi SIAMO NOI e raccontare invece un po' di filosofia moderna (da Noam Chomski a Hakim Bey passabndo per i Simpson, non volgiatemene per aver definito il secondo un filosofo, non lo è) ai 50 enni perchè capiscano che cosa muove le nostre idee politiche.se scattasse la luce in una delle due parti per capire i punti di vista degli altri allora forse la somma delle persone ragionevoli e civili di 50 e di 20 farebbero massa critica perchè si riesca a sollevare il paese dalla deriva che sta prendendo.I "giovani" da soli non ce la farebbero, troppo impeganti ad ascoltare i podcast per sentire le notizie vere e, almeno nel mio caso, a saldare lamiere per mettere da parte i soldi per andarmene all'estero cercando di districarsi in questa italia così difficile; i "50 enni" di oggi invece non ce la stanno facendo (perchè c'è chi ci prova e non sono certo 20-35enni) perchè la classe politica di ladroni che ci ritroviamo (tutti indistintamente dai 0 ai 99 anni) li sta schiacciando.altrimenti facciamo marcire tutto lentamente nel torpore e tra X anni montiamo le ghigliottine in piazza, io preferirei evitare di fare come l'argentina, voi no?
        • pinco pallino scrive:
          Re: Balle! I vecchi sono solo parassiti!
          Sinceramente non credo esistano alternative serie vere e concrete al baratro in cui ci stiamo cacciando.L'unica sarebbe una vera e propria rivoluzione con immediata soppressione di tutta (TUTTA) la classe politica attuale (E famiglie), confisca dei loro beni, confisca dei beni appartenenti alla Chiesa presenti sul territorio italiano che non siano utilizzati a fini religiosi, e riconcertazione e ricreazione di uno stato sociale equo per TUTTI.Quindi un'utopia.Gente preparatevi all'Argentina Italiana...
          • supperggiov ane scrive:
            Re: Balle! I vecchi sono solo parassiti!
            - Scritto da: pinco pallino

            Quindi un'utopia.

            Gente preparatevi all'Argentina Italiana...questo si chiama disfattismo, non va bene secondo me, se non cerchi di fare qualcosa sei doppiamente colpevole,i tuoi figli potranno chiederti così come oggi noi chiediamo ai nostri padri:"dov'eri tu quando l'italia stava andando a rotoli"
        • Katoblepa scrive:
          Re: Balle! I vecchi sono solo parassiti!
          Ti seguo anche se a tratti. Allora...diciamo che nessuno si sente particolamente offeso, salvo che gli "girano" quando una intera generazione, i 50enni di oggi, vengono bollati come parassiti. PincoPallo in altra sede "ha subito" il mio disappunto. Lo dico perchè oggi chi ci governa davvero non sono affatto i 50enni ma bensì i 70enni alcuni dei quali anche con l'idea di essere dei supergiovani....Ti seguo (abbastanza) quando parli di una fase di transizione da società basata su etica/morale cattolica ad una società cosiddetta secolarizzata o come la definiscono i detrattori "laicista" o basata appunto su etica/morale laica (..."società in cui invece siaccetta la non-esitenza della morale" mi sembra una espressione un po' forte). L'etica/morale laica è quella che a mio avviso dovrebbe garantire a tutti la possibilità di professare il proprio credo, consentire agli individui di gestire adeguatamente la propria libertà, decidere come ed in che modo raggiungere la felicità. Il fatto è che questa transizione non c'è mai stata oppure si sta compiendo con una lentezza esasperante, tra mille resistenze, della classe politica scadente e ricattabile e della chiesa, dei cosiddetti "poteri forti" che con una politica debole fanno i loro comodi.Un esempio tra tutti la dimostrazione di desolante debolezza ed ipocrisia che c'è stata nella vicenda dell'Università la Sapienza.Qualità della classe politica. Mi prendo le mie responsabilità...per un certo periodo ho visto in Craxi una alternativa all'inamovibilità delle DC e alla ineleggibilità del PC...ci siamo sbagliati.Sulla qualità dei giornalisti....sono da sempre stati il "cane da compagnia" del potere. Ieri come oggi salvo rare eccezioni. (Montanelli, Biagi....)Il punto è che il sentimento dei 50enni di oggi è di sconforto ed impotenza. E tra i giovani 20-35enni, anche con il rischio di generalizzare, non vedo molto di interessante. Vedo che parli di filosofia moderna, Noam Chomski, Hakim Bey (non so chi è) passando per i Simpson (spiderpork!)....benissimo, confortante rispetto alla palude rincoglionente che propina la tvE da li' che dovrebbe cominiciare...
      • Get Real scrive:
        Re: Balle! I vecchi sono solo parassiti!
        - Scritto da: sylvaticus
        Bhè.. credo proprio che tra un po' nascerà un
        partito dei centro-giovani contro quello dei
        centro-anziani... le avvisaglie ci sono
        tutte..
        Sarà uno spettacolo vedere due partiti rivali, dei quali uno perderà iscritti a favore dell'altro col passare del tempo. :D
    • framed scrive:
      Re: Balle! I vecchi sono solo parassiti!
      Poichè hai generalizzato il tuo argomentare,facendo di tuut'erba un fascio, ti auguro di vivera abbastanza da non diventare anche tu un parassita!!!-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 29 gennaio 2008 23.32-----------------------------------------------------------
  • BLah scrive:
    Quindi non si può più essere liberi
    Quindi non si può più essere liberi di scherzare, divertirsi in rete. Come dire che quando cammino per strada con gli amici, non posso cazzeggiare perché influirebbe nei rapporti con il mio lavoro (cosa assolutamente slegata).Ingiustizia pura, Schiavitù, Ipocrisia, Tristezza, Abuso di internet...Boh, la gente è pazza.
    • Balau scrive:
      Re: Quindi non si può più essere liberi
      Eh? Stai esasperando il concetto.Il senso è che ciò che viene pubblicato in rete è, appunto, pubblico, e non può più essere reso "privato", neanche nel corso degli anni.
    • diddum scrive:
      Re: Quindi non si può più essere liberi
      E' una questione di gradazione. C'e' scherzo e scherzo.Per esempio, lo stupido e il vigliacco che fanno "scherzi" ai soggetti piu' deboli, si qualificano immediatamente per quelloche sono. Sono persone con le quali non voglio avere a che fare.Quasi sempre un imbecille sara' tale sia negli scherzi che fa, sia sul lavoro.Io uso molto spesso usenet. Andando a vedere i messaggi precedentidi una persona e' facile farsi una idea del tipo (razzista/idiota/arrogante/psicotico/etc.)Qualcuno, dopo un messaggio particolarmente idiota per il quale l'ho rimbeccato, mi ha detto "non puoi giudicarmi". Ovvio invece cheuna persona venga giudicata per il suo comportamento in pubblico,come quello su usenet. Ciascuno sceglie, consciamente o meno, cherappresentazione di se offrire, tanto su usenet quanto "dal vivo".Facile poi (la moda del momento) dire "non potete giudicarmi", sevieni beccato con le mani sporche di marmellata...g.
    • Fabi3tto scrive:
      Re: Quindi non si può più essere liberi
      Magari di stare attenti a non iscriversi in 400 siti di social networking diversi, dando a destra e a manca i nostri dati personali, foto, filmati, email, immagini.Poi dopo 3 o 4 anni scopri che il primo risultato di google del tuo nome e' una pagina con una tua foto col culo di fuori che hai fatto dopo aver perso una scommessa e pubblicato su .Questo ti fa fare una enorme figura di mmerda alla cena con il padre della tua nuova fidanzata che ha deciso di capire un po' che persona sei :DInsomma, occhio a dove lasciamo informazioni su di noi a non esagerare.Poi ognuno fa quel che vuole :)
    • krane scrive:
      Re: Quindi non si può più essere liberi
      - Scritto da: BLah
      Quindi non si può più essere liberi di scherzare,
      divertirsi in rete. Come dire che quando cammino
      per strada con gli amici, non posso cazzeggiare
      perché influirebbe nei rapporti con il mio lavoro
      (cosa assolutamente slegata).
      Ingiustizia pura, Schiavitù, Ipocrisia,
      Tristezza, Abuso di internet...
      Boh, la gente è pazza.Per noi tu e i tuoi amici potete cazzeggiare per strada fino a finire stirati tutti da un camion... Ma se lo fate non venitevi a lamentare che i genitori non vi hanno insegnato ad attraversare la strada in modo corretto.
  • MeX scrive:
    l'inesistenza del diritto all'oblìo
    cioè alla censura? :D
  • alex.tg scrive:
    Non sara` che...
    [img]http://icanhascheezburger.files.wordpress.com/2007/11/paranoidcatsl128391237545625000.jpg[/img]...vogliono sensibilizzarli per renderli bendisposti all'introduzione di un meccanismo che garantisca il diritto all'oblio, e che poi potrebbe per puro caso non riguardare piu` i dati personali?...Nah, troppo paranoide...
    • Cyrodiilles e scrive:
      Re: Non sara` che...
      - Scritto da: alex.tg
      [img]http://icanhascheezburger.files.wordpress.com

      ...vogliono sensibilizzarli per renderli
      bendisposti all'introduzione di un meccanismo che
      garantisca il diritto all'oblio, e che poi
      potrebbe per puro caso non riguardare piu` i dati
      personali?...

      Nah, troppo paranoide...credevo che i cancelli dell'oblio fossero stati chiusi una volta per sempre nelle lande di Cyrodiil. sarà meglio che telefoni a Martin Septim per avvisarlo dell'imminente pericolo.
  • sasha scrive:
    troppa distanza...
    credo ci sia un divario generazionale troppo grande tra gli utenti in rete, i giovani ed i vecchi...io, che m'inserisco nel mezzo, sono cosciente di non capire a fondo nè gli uni nè gli altri.ma è così che va la vita!
  • franco scrive:
    web 2.0 = spyware
    Bè l'associazione è forte ma imho bisogna stare attenti con questo tipo di servizi.Naturalmente l'utonto medio,che è il target prefissato,è sicuramente meno attento e smaliziato di uno consapevole(lol bell'ovvietà che ho scritto) e purtroppo in questi casi la trappola dell' ingegneria sociale è in agguato...http://it.wikipedia.org/wiki/Ingegneria_sociale
Chiudi i commenti